Ci "aiuti" a crescere?
Ti ringrazio in anticipo per il tuo



gruppo Italia Canora

________________________________________

DIVENTA COLLABORATORE!

Italia Canora è in continua crescita e sempre alla ricerca di collaboratori che desiderano partecipare a questo grandioso progetto.

Aiuta Italia Canora a cercare materiale come cover, videoclip testi e quant'altro occorre per inserire le discografie dei nostri grandi artisti italiani!

Se sei appassionato di musica potresti dedicarti ad inserire il tuo artista preferito con delle semplici linee guida.

Lasciami un messaggio (in chat oppure in alto su Messages), ti contatterò quanto prima!

________________________________________






________________________________________



Caricamento video...
AFFILIAZIONI - SITI - BLOG
e FORUM

LaFavolaBlu


Progetto Musico Sognante Italiano
La fiaba del mare della Musica Italiana
ed Internazionale


____________________________


Nonsolosuoni




Un sogno
fatto di musica!

______________________

_____________________



___________________



Estatica è l'enciclopedia di musica italiana, internazionale e cultura.

Discografie, recensioni, interviste, monografie, live report, video, ebooks

_____________________

< ho la sclerosi multipla >


Condividiamo tutto sulla malattia

____________________________



________________________


________________________


________________________


________________________

Chi è online?
In totale ci sono 153 utenti online: 1 Registrato, 0 Nascosti e 152 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

mauro piffero

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 1890 il Dom Nov 03, 2019 11:13 pm





__________________________________

Ti piace il nostro Portale??
Allora votaci cliccando su questo bottone ... Grazie!!

migliori siti


www.italiacanora.net


Grazie a voi abbiamo vinto questi AWARD
nella classifica di NET-PARADE


Uno dei più belli
In classifica
sito internet
In classifica
Sito d'argento
DISCLAIMER
Tutte le copertine, testi e video presenti su questo forum sono solo per uso informativo e di intrattenimento.
Puoi scaricare e stampare la copertina se possiedi l'originale e hai bisogno di rimpiazzarla.
Tutto cio' che puo' essere considerato legale, dipende dalle leggi sul copyright del tuo paese di residenza. Non è nostra intenzione infrangere Copyright per cui, se ciò dovesse accadere, prego gli interessati a scrivere agl'amministratori i quali provvederanno alla rimozione immediata o a citare la fonte, se richiesto.
Lo Staff di ItaliaCanora.net non è responsabile dell'utilizzo e di eventuali danni a cose o persone causati dal materiale presente in questo forum, inoltre si tiene a precisare che tutto ciò che è presente in questo forum vi è stato messo in assoluta buona fede e senza alcuno scopo di lucro.
Traduttore - Translater
Partner



Motori ricerca


LICENZA
Licenza Creative Commons

Quest'opera è distribuita con Licenza
Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.

LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)

Italia Canora :: MUSICA LEGGERA :: 
CANTANTI/GRUPPI ANNI' 60
 :: LE ORME

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Andare in basso

LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 2 Empty LE ORME: 1976 - VERITA' NASCOSTE (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Lun Lug 06, 2020 11:08 am

1. TITOLO:
 
1976 - VERITA' NASCOSTE
 
# Etichetta: PHILIPS # Catalogo: 6323 045 A # Data pubblicazione: 5 Settembre 1974 # Matrici: 6323 045 A 1/6323 045 A 2 # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Finito di registrare IL 16 Novembre 1976 negli studi FONORAMA di Milano / Distribuito da Phonogram - Milano /
 
 
2. RECENSIONE:
 
Verità nascoste Verità nascoste è un LP del complesso musicale italiano Le Orme. Fu inciso nel 1976. Il cambio di chitarrista da Tolo Marton a Germano Serafin significò un parziale ritiro della chitarra elettrica dai ruoli di primo piano per favorire invece un ritorno ad una produzione più vicina alle tendenze musicali seguite dal gruppo in precedenza.
In seguito alla separazione da Gian Piero Reverberi, il complesso iniziò inoltre ad autoprodursi.

Seguì il 45 giri Canzone d’amore, non incluso nell'album, dal quale venne tratto il singolo Regina al troubadour.

L'album venne inciso a Londra, città peraltro descritta nel brano In ottobre. Un'altra città famosa, Amsterdam, viene ricordata nel lavoro come patria della perdizione e degli stupefacenti.

Un fenomeno musicale insolito per questo periodo della storia del gruppo si ritrova nel brano che dà il titolo all'album, appunto Verità nascoste: si tratta delle due sezioni strumentali eseguite con il sostanzioso contributo di un insieme di musica da camera (quartetto e flauto traverso).

Una versione inglese dell'album (Secret truth's) non venne più distribuita.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
   
 
 
Versione Musicassetta
 

 
   
 
 
4. TRACK LIST:
 
 
Lato A Lato B



 
LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 2 Button.png?t=n.b

LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 2 Button
 
 
Lato A: 1
INSIEME AL CONCERTO

 
      Lato A: 2
IN OTTOBRE

 
 
   

Autori: Antonio Pagliuca, Gian Piero Reverberi, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Non è una sera tanto strana,
sentirsi uniti agli altri ancora,
il cielo passa di mano in mano,
colorano le nuvole.

Curiosità; arriva il gruppo al buio,
Felicità; s'accendono le luci e un gran bagliore
ti fa socchiudere gli occhi,
ti porta via un momento dalla realtà.

L'insegna del locale è spenta,
la gente se n'è andata già.
Hai visto? È finita in fretta,
ho tanta voglia di parlare.

Che sera di luna piena,
non aspettiamo l'autobus,
torniamo a casa così,
arriveremo prima noi.

Senti le sveglie suonare,
sono le cinque o giù di lì,
è molto bello restare,
ma è giusto terminare qui.

Cammino verso il sole,
conserverò la notte così dolce fino a domani,
dovrò socchiuder gli occhi
e farmi trascinare nella realtà.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Antonio Pagliuca, Gian Piero Reverberi, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Ora il mondo gira in fretta,
non capisco più.
Forse sono già doppiato,
non credi?

Hanno chiuso la bottega,
non credo al fallimento;
chi ha portato via con sé
la gente
da Carnaby Street,
da King's Road,
da Hyde Park,
da Piccadilly Circus?

Musica dove sei?
Ti ho cercato un tempo;
Musica dove sei?
Eri tu la mia compagnia… tu dove sei?

Più il mio sguardo cerca intorno,
più mi trovo solo.
Vorrei sentirmi dire ancora:
"continua!"

La notte arriva troppo presto
e non mi parla più;
che cosa vuol nascondermi
la gente
di Carnaby Street,
di King's Road,
di Hyde Park,
di Piccadilly Circus?

Musica dove sei?
 
Fonte: QUI
 
 
Lato B: 2
RADIOFELICITA'

 
      Lato B: 3
I SALMONI

 
 
   

Autori: Antonio Pagliuca, Gian Piero Reverberi, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Non preoccuparti, se sono così,
nulla può cambiarmi, io mi conosco bene.
Io non corro con te, disperato,
dietro le occasioni che sai trovare tu.

Non devi sforzarti a cercar di capire,
se passo i miei giorni ad ascoltare il mondo.

E non guardarmi con aria stupita,
tu non puoi entrare tra le mie cose belle.
Io ho un amico rinchiuso qui dentro
e quando sono triste mi da felicità.

Non devi sforzarti a cercar di capire,
se passo i miei giorni ad ascoltare il mondo.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Antonio Pagliuca, Gian Piero Reverberi, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Lo sai, sì, dobbiamo far così,
andare sempre in su, controcorrente,
risalire il fiume, raggiungere la fonte.

Dobbiamo far così,
è un vecchio desiderio che ci spinge
e niente può cambiar la nostra folle idea.

Si può saltare e cadere sulla riva,
si può picchiare la testa sulle rocce,
si può restare arpionati sulla schiena,
ma noi dobbiamo andare avanti
e arrivare dove il cielo è più vicino,
perché è lì che nasceranno i nostri figli.
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 4
VEDI AMSTERDAM...

 
      Lato B: 4
IL GRADINO PIU' STRETTO DEL CIELO

 
 
   

Autori: Antonio Pagliuca, Gian Piero Reverberi, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Le madri non sanno,
le madri non sanno,
perché i loro figli vanno.

Ritornano ad Amsterdam,
ritornano ad Amsterdam,
ancora un viaggio, ancora.

Vorrei, vorrei poter bruciare il mio biglietto,
ma lo spettacolo si replica.
È triste il punto dove muore il vento;
le pale formano le grandi croci.

E il vento ritorna
e il vento ritorna,
gira la ruota, gira.

Vacanza obbligata,
vacanza obbligata,
fermate qualcuno in tempo.

Vorrei, vorrei poter bruciare il mio biglietto,
Venezia che non piangi mai.
I tulipani accendono i colori
e tutti corrono a rivedere te.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Antonio Pagliuca, Gian Piero Reverberi, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Oggi ho rischiato un po' di morire,
ero troppo felice davvero,
non sapevo chi mai ringraziare.
Gente, forse ora ho qualcosa da dire,
ascoltate, vi prego, è importante,
è un discorso che vale per tutti:

Ho visto entrare una donna
con gli occhi bendati
e nelle mani teneva
tutti i miei desideri.

"Prendi", lei mi ha detto con un dolce sorriso,
"Tutto ciò che mi hai cercato sta qui,
tu sei l'uomo più grande del mondo".
Pazzi! Non credete alla felicità,
lei mi porta lontano la mente,
nel gradino più stretto del cielo.

Ho visto entrare una donna
con gli occhi bendati
e nelle mani teneva
tutti i miei desideri.
 
Fonte: QUI
 
 
LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 2 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Lun Lug 06, 2020 3:08 pm, modificato 1 volta
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 7453
Punti : 7453
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 77
Località : gattorna (genova)

Torna in alto Andare in basso

LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 2 Empty LE ORME: 1977 - SE IO LAVORO/STORIA O LEGGENDA (45 Giri)

Messaggio  mauro piffero il Lun Lug 06, 2020 12:11 pm

1. TITOLO:
 
1977 - SE IO LAVORO/STORIA O LEGGENDA
 
# Etichetta: PHILIPS # Catalogo: 6025 185 # Data pubblicazione: 1977 # Matrici: 6025 185-A/6025 185-B # Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Data matrici: 30 Novembre / Illustrazione di copertina di Walter Mac Mazzieri / Distribuito da Phonogram - Milano
 
 
2. COVER:
 
   
 
   

 
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
REGINA AL TROUBADOUR

 
      Lato B:
STORIA O LEGGENDA

 
 
   

Autori: Aldo Tagliapietra, Antonio Pagliuca

 
Testo:
Se io lavoro è perché non so che fare,
ho pochi amici con chi passare il giorno
e non vorrei che si parlasse male di me,
che si dicesse che cerco solo di guadagnare,
perché questo non è vero, non è mai stato vero.

Primavera, estate, autunno, inverno,
canto il giorno della terra in festa
e così, sereno,
resto qui ad aspettar la sera.

Se io lavoro è perché non so che fare,
perdere tempo vuol dire restare indietro
e se dovessi tornare a nascere un'altra volta,
direi al Signore di darmi la forza del contadino
e non mi manca certo la gioia di vivere.

Primavera, estate, autunno, inverno,
canto il giorno della terra in festa
e così, sereno,
resto qui ad aspettar la sera.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Aldo Tagliapietra, Antonio Pagliuca

 
Testo:
Mi son svegliato all'improvviso,
con tanto freddo intorno,
guardo se c'è il sole.

Ma che cosa mi succede?
Ho un gran buco qui sul petto.

Cerco di uscire dalla stanza,
ma la mia porta è chiusa,
non posso più volare.

Cosa è cambiato questa notte
se ho voluto star con lei?

Storia o leggenda, dammi la chiave,
flauti incantati devo seguire.
Mentre sognavo un'altalena,
oggi qualcuno mi ha preso il cuore.

Scende la sera breve,
quante finestre già si chiudono.
Torna più grigio il fiume,
forse una perla resterà sospesa.

Mi son svegliato all'improvviso,
con tanto freddo intorno.
 
Fonte: QUI
 
 
LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 2 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Lun Lug 06, 2020 4:47 pm, modificato 3 volte
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 7453
Punti : 7453
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 77
Località : gattorna (genova)

Torna in alto Andare in basso

LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 2 Empty LE ORME: 1977 - STORIA O LEGGENDA (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Lun Lug 06, 2020 2:48 pm

1. TITOLO:
 
1977 - STORIA O LEGGENDA
 
# Etichetta: PHILIPS # Catalogo: 6323 052 A # Data pubblicazione: 1977 # Matrici: 6323 0052 A 1/6323 052 A 2 # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Registrato a Parigi nel 1977 / Distribuito da Phonogram - Milano /
 
 
2. RECENSIONE:
 
Storia o leggenda è un LP del complesso musicale italiano Le Orme. Fu inciso nel 1977 a Parigi. Le atmosfere francesi emergono in diverse delle storie raccontate nel 33 giri, ispirato anche al viaggio nella capitale, come anche dichiarato dagli artisti: sono spesso delineate musicalmente con l'ausilio della fisarmonica, altre volte vengono raccontate dalla voce di Aldo Tagliapietra poche parole in lingua francese. Un mercato delle pulci a Parigi è il tema del brano strumentale di chiusura che, nell'introduzione, presenta l'uso della marimba, che come altri vari strumenti a percussione idiofoni caratterizzeranno il lavoro di Michi nell'album a venire.

Il singolo estratto è Se io lavoro, mentre la canzone del retro dà il titolo all'album. La copertina del disco è di Walter Mac Mazzieri, e ricorda quindi da vicino quella dell'LP Uomo di pezza, dello stesso artista.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 

 
   
 
 
Versione Musicassetta
 

 
   
 
 
Versione Stereo 8
 
   
 
 
4. TRACK LIST:
 
 
Lato A Lato B



  • B1 SE IO LAVORO
  • B2 UN ANGELO
  • B3 IL QUADRO
  • B4 AL MERCATO DELLE PULCI
 
LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 2 Button.png?t=n.b

LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 2 Button
 
 
Lato A: 1
TENERCI PER MANO

 
      Lato B: 2
UN ANGELO

 
 
   

Autori: Antonio Pagliuca, Gian Piero Reverberi, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Verità, dove sei?
Volontà, resta mia!
Realtà, cambierò!

E tutti assieme cercare
e tenerci per mano,
vivere come è vissuto
mio padre e mia madre.

Vorrei capire il mondo,
vorrei capire me,
vorrei trovar rifugio,
ma non so dov'è.

Se ho sbagliato un giorno,
non mi ripeterò,
ora è venuto il tempo
di ritornare là.

Verità, (Vorrei capire il mondo,)
dove sei? (vorrei capire me,)
Volontà, (vorrei trovar rifugio,)
resta mia! (ma non so dov'è.)
Realtà, (Se ho sbagliato un giorno,)
cambierò! (non mi ripeterò.)

Come nei sogni,
tu corri e non giungi mai...
e tutti assieme cercare, tenerci per mano.

Come nei sogni,
tu corri e non giungi mai...
e tutti assieme cercare, tenerci per mano.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Antonio Pagliuca, Gian Piero Reverberi, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Ho conosciuto un angelo,
mi stava accanto da sempre,
da dove viene
non so,
forse è sceso da un mondo lontano.
Ora che tu sei qui,
ritrovo la forza di continuare,
di andare avanti.
Giardini di carillon,
di suoni gentili,
profumo di miele,
di terra bagnata.
Annuncio la mia gioia,
ho un raggio di sole che mi riscalda.

Resta al mio fianco,
io credo in te,
dammi ogni tanto uno sguardo,
tendi la mano,
così
che io possa ogni tanto afferrarla.
Strano poeta sei,
vivi nell'ombra e non parli mai,
dov’è il tuo sogno?
Ora ho capito, sai,
quale candore si nascondeva
negli occhi di un uomo.
Questo è un nuovo giorno,
ho visto al mercato vendere ali.
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 3
IL MUSICISTA

 
      Lato B: 3
IL QUADRO

 
 
   

Autori: Antonio Pagliuca, Gian Piero Reverberi, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Un tempo giravo per strade deserte,
cantavo canzoni che
nessuno ascoltava mai,
facevo di tutto per tirare avanti,
non posso scordare mai
le tristi domeniche.
Poi la fortuna mi ha aperto le porte,
mi ha fatto conoscere il mondo che io sognavo
e da quel momento la mia vita è cambiata,
non posso scordare mai
il mio primo applauso.

Però non saprei dire se sto meglio ora
o quando speravo in una vita un po' diversa.

Ed ora preparo di nuovo i bagagli,
un altro viaggio e via, la macchina fonderò.
Se faccio in tempo io passo per casa,
la moglie saluterò, tra un mese la rivedrò.

Così non saprei dire se sto meglio ora
o quando speravo in una vita un po' diversa.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Antonio Pagliuca, Gian Piero Reverberi, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Seduto in un caffè, nei pressi di Montmartre,
con un bicchiere in mano, lasciavo i miei pensieri.
Erano giorni che io mi sentivo giù,
quando una voce ferma mi fece alzar lo sguardo:

“Bonjour monsieur, sono giorni che non mangio,
le vorrei mostrare il quadro che ho dipinto.
È l'immagine di un uomo,
è la storia di una vita,
ritrovata tante volte e poi perduta”.

È già passato un anno da quello strano incontro
ed io ripenso sempre a quei suoi grandi occhi,
a quel sorriso triste, uscito dalla sciarpa,
alla sua voce che ho sempre nella mente:

“Bonjour monsieur, sono giorni che non mangio,
le vorrei mostrare il quadro che ho dipinto”.
E ricordo ancor quel quadro: uno sfondo rosso fuoco
e nel mezzo... c'era solo una farfalla.
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 4
COME UNA GIOSTRA

 
      Lato B: 4
AL MERCATO DELLE PULCI

 
 
   

Autori: Antonio Pagliuca, Gian Piero Reverberi, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Come una giostra che gira è questa vita,
oggi la fermo un momento.
Ecco cosa io mi chiedo,
ora che ho fermato il mondo:

Sono io un pierrot se m'innamoro della luna?
Se canto melodie che sanno prendere ogni cuore?
Sono io un pierrot se parlo solo con me stesso?
Se non riesco a fingere di essere felice?

Come una giostra che gira è questa vita,
oggi la fermo un momento.
Ecco cosa io mi chiedo,
ora che ho fermato il mondo:

Sono io un pierrot se sogno di toccare il cielo?
Se giro inutilmente per ritrovare la mia via?
Se il mondo è dentro ad una bolla di sapone?
Se non riesco a togliermi la maschera dal viso?

Sono io un pierrot se vivo ancora di illusioni?
Se ogni nuovo amore e' una lacrima sospesa?
Se mi sento come un fiore quando il sole muore?
Se non riesco a fingere di essere felice?
 
Fonte: QUI
     
Autori: Antonio Pagliuca, Gian Piero Reverberi, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Strumentale
 
 
LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 2 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Mar Lug 07, 2020 2:32 pm, modificato 1 volta
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 7453
Punti : 7453
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 77
Località : gattorna (genova)

Torna in alto Andare in basso

LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 2 Empty LE ORME: 1979 - FINE DI UN VIAGGIO/IL MAGO (45 Giri)

Messaggio  mauro piffero il Lun Lug 06, 2020 3:05 pm

1. TITOLO:
 
1979 - FINE DI UN VIAGGIO/IL MAGO
 
# Etichetta: PHILIPS # Catalogo: 6025 236 # Data pubblicazione: Giugno 1979 # Matrici: 6025 236-1/6025 236-2 # Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Data matrici: 1 Giungno / Distibuito da Polygram Dischi - Milano
 
 
2. COVER:
 
   
 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
FINE DI UN VIAGGIO

 
      Lato B:
IL MAGO

 
 
   

Autori: Aldo Tagliapietra, Antonio Pagliuca

 
Testo:
Il lungo viaggio che hai fatto
è terminato qui,
dal tuo sonno ora ti dovrai svegliare.
Io ti lascio al tuo destino,
non ti seguo più,
la mia nave ha invertito la sua rotta.
Smetti di sognare, amico,
e ricorda che domani è già oggi,
per questo io ti dico:

Cambia, mister Tambourine man,
a me non servi più,
la tua nave magica
è un relitto ormai.
Lascia il tuo tamburo e vai
in cerca di altri suoni,
le tue ombre inutili,
nessuno le segue più.

La nuova strada è già tracciata
e la percorrerò,
più sicuri sono ora i passi miei.
Le risate verso il sole
ora fanno solamente paura,
per questo io ti dico:

Cambia, mister Tambourine man,
a me non servi più,
la tua nave magica
è un relitto ormai.
Lascia il tuo tamburo e vai
in cerca di altri suoni,
le tue ombre inutili,
nessuno le segue più.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Aldo Tagliapietra, Antonio Pagliuca

 
Testo:
Ho conosciuto un mago che sa guarire qualunque male,
può salvarti dal malocchio e scacciare via l'invidia.
Spia i pianeti in cielo e ti gestisce l'avvenire,
imprigiona il mal d'amore con ricette collaudate.

Sempre compiacente, ti invita al suo banchetto,
ma fattura i cibi e le bevande.
Quali sorprese ancora ci offrirà il futuro?
"Sono buone le noccioline, sono buone le noccioline"

Cogli il presagio, Circe, le tue magie son superate,
perché hai messo in piedi i porci se gustavano le ghiande?
Segui il nuovo incanto, la pace regna in tutto il mondo,
quale magico potere ha un sorriso affascinante?

Senza trasformazioni vivrà la nuova arte
e nessuno saprà mai chi siamo,
quali sorprese ancora ci offrirà il futuro.
 
Fonte: QUI
 
 
LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 2 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Lun Lug 06, 2020 4:45 pm, modificato 1 volta
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 7453
Punti : 7453
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 77
Località : gattorna (genova)

Torna in alto Andare in basso

LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 2 Empty LE ORME: 1979 - FORIAN (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Lun Lug 06, 2020 4:02 pm

1. TITOLO:
 
1979 - FORIAN
 
# Etichetta: PHILIPS # Catalogo: 6323 086 A # Data pubblicazione: Aprile 1979 # Matrici: 6323 086 A 1/6323 086 A 2 # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Registrato a Parigi nel 1977 / Distribuito da Phonogram - Milano /
 
 
2. RECENSIONE:
 
Florian è un LP del complesso musicale italiano Le Orme registrato nel 1979. Il complesso aveva dietro di sé una pausa biennale iniziata a partire dall'anno dell'ultimo album. Questo lasso di tempo fu usato dai componenti per approfondire le proprie conoscenze nel campo degli strumenti acustici.

Il Disco

Con grande sorpresa degli ammiratori, le Orme proposero un disco in cui esibivano le loro capacità grazie a strumenti quali il violino, il violoncello, il clavicembalo o il vibrafono. In pratica, non si trattava più di musica pop nel senso proprio della parola, ma di una via di mezzo tra il folk e la musica da camera. Diversi fans rimasero scioccati dalla scelta, mentre molti altri invece la trovarono semplicemente geniale. Nella copertina interna del disco, le Orme vengono ritratte nel nuovissimo ruolo di orchestrina davanti al Caffè Florian in Piazza San Marco.

L'idea di un cambiamento talmente radicale venne da Tony Pagliuca. Alla base della scelta c'era il calo di gradimento, da parte del mercato, del progressive rock. Fu questo un fenomeno vissuto con sofferenza dalle Orme, secondo le quali si sarebbe trattato di un triste fenomeno di commercializzazione, destinato a fare annegare il paesaggio musicale italiano in un mare di marcette da pochi soldi. Questa amarezza di fondo si tradusse quindi in protesta musicale: gli strumenti elettrici ed elettronici vennero semplicemente messi da parte. Il testo del singolo estratto, Fine di un viaggio, descrive questa presa di posizione: la figura di Mr. Tambourine Man, protagonista della famosa canzone di Bob Dylan, diventa qui il simbolo di una musica pop in procinto di perdersi alla deriva.

Il tono di protesta e critica sociale emerge anche nelle tematiche di altri brani: la prima canzone dell'album, Jaffa, lamenta la distruzione (dovuta a scopi economici) di frutta mediterranea come ad esempio le arance. Non di rado si ritrovano nei testi dei riferimenti alla mitologia ed alla Bibbia.

Benché abbia avuto un successo inferiore a quello dei due album precedenti, Florian ha anticipato con gran precisione alcuni aspetti del paesaggio discografico italiano dell'epoca: di lì a poco, anche Franco Battiato avrebbe fatto un discorso riferito al Mister Tambourine Man nel pezzo Bandiera bianca, parlando di immondizie musicali (vedi album La voce del padrone, 1981). Anche la scelta di Gian Piero Reverberi di formare, proprio in quell'anno, un ensemble di musica classicheggiante (Rondò Veneziano) segue la scelta stilistica del gruppo. A distanza di decenni, la decisione di un cambiamento stilistico tutto sommato brusco viene tuttora ricordata con un certo orgoglio da parte di Pagliuca, mentre Michi Dei Rossi ne prende decisamente le distanze.

Per la prima volta dall'inizio della loro carriera, il nome del gruppo compare in copertina senza articolo: Orme.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 

 
   
 
 
Versione Musicassetta
 

 
   
 
 
4. TRACK LIST:
 
 
Lato A Lato B

  • A1 FLORIAN
  • A2 JAFFA
  • A3 IL MAGO
  • A4 PIETRO UIL PESCATORE


 
LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 2 Button.png?t=n.b

LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 2 Button
 
 
Lato A: 1
FLORIAN

 
      Lato B: 1
CALIPSO

 
 
   

Autori: Antonio Pagliuca, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Strumentale
     
Autori: Antonio Pagliuca, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Poiché riconosco la tua canzone
e il disegno sul tuo telaio,
a te rivolgo, dolce Calipso,
questo mio pensiero.

Non sono un'austera divinità,
ma solo un uomo che sta seguendo
la via illuminata
dalla tua immensa statua.

Dona libertà per il tuo amato eroe, accolto e poi nutrito.
Ora è molto triste, sai, rivuole la sua terra,
anche se la notte era tanto calda, sotto la bandiera di stelle.

Ora una barca ha costruito,
sotto il sole rosso e spietato
ha innalzato la bianca vela
ed aspetta, sereno, il tuo soffio di vento.

Dona libertà per il tuo amato eroe, amico dei tuoi sogni.
Ora si è svegliato, sai, non può aspettare il giorno,
anche se la notte era tanto calda, sotto la bandiera di stelle.
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 2
JAFFA

 
      Lato B: 3
EL GRAN SENSER

 
 
   

Autori: Antonio Pagliuca, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Un giorno lontano il profeta colpì la roccia,
l'acqua più fresca dal nulla ne scaturì,
il sole si nascose, dal cielo scese il pane,
e ritornò la quiete fra la gente.
Un altro mistero si aggiunge ai miei perché.

Oggi si scava il sogno sulla rovente sabbia
e il fiume sudore disseta radici nuove,
fugge il miraggio e un paradiso già si rivela,
il fiore d'arancio profuma così il deserto.

Occhi che fissano il vuoto rimpiangono
figli lontani, dispersi nelle città.

Nella mia terra i vecchi ulivi stanno pregando,
stringono in pugno collane di perle nere,
la frutta dorata, che il sole dona come rugiada,
semina rabbia nei fossi, sacrificata.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Antonio Pagliuca, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Strumentale
 
 
Lato A: 4
PIETRO IL PECATORE

 

Autori: Antonio Pagliuca, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Tace il mare
nel mistero,
più non vende
i suoi tesori.

Che cosa hai fatto,
mio vecchio Pietro,
in questo lungo inverno?

Forse son le tue reti
corrose dal tempo
e più non conosci i giochi
dei venti?

Quando una nuova alba
il gallo annuncerà,
le chiavi perderai.

Sentile queste voci,
da lontano giungono,
sacre montagne e larghi fiumi
ora attraversano.

Fermo sulla scogliera,
rimani inerte
a contemplare un altro tramonto,
mentre l'eco libera, nei canti della sera,
le nuove verità.
 
Fonte: QUI
 
 
LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 2 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Lun Lug 06, 2020 7:15 pm, modificato 2 volte
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 7453
Punti : 7453
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 77
Località : gattorna (genova)

Torna in alto Andare in basso

LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 2 Empty LE ORME: 1980 - PICCOLA RAPSODIA DELL'APE/RACCOGLI LE NUVOLE (45 Giri)

Messaggio  mauro piffero il Lun Lug 06, 2020 4:40 pm

1. TITOLO:
 
1980 - PICCOLA RAPSODIA DELL'APE/RACCOGLI LE NUVOLE
 
# Etichetta: PHILIPS # Catalogo: 6025 252 # Data pubblicazione: 1980 # Matrici: 6025 252-1/6025 252-2 # Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Distibuito da Polygram Dischi - Milano
 
 
2. COVER:
 
   
 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
PICCOLA RAPSODIA DELL'APE

 
      Lato B:
RACCOGLI LE NUVOLE

 
 
   

Autori: A. Tagliapietra, G. Serafin, A. Pagliuca

 
Testo:
Strumentale
     
Autori: A. Tagliapietra, G. Serafin, A. Pagliuca

 
Testo:
Vedo che ti disperi
Solo il tuo dolore vuoi
Gridi che l'ami
Belle sere d'estate
Vanno con i pensieri tuoi
Nulla più ascolti

Ma cos'è questo grande amore
Se ti regala un'ora in più
Se non conosce felicità
Se non lo puoi gridar?

Ma sei tu che vuoi così
Ma sei tu che ami lei
Ma sei tu che non lo sai
Ma sei tu che vuoi così
Ma sei tu che ami lei
Ma sei tu che non lo sai

Rompi il tuo castello
Presto l'incanto svanirà
Fuggi dal buio
Belle sere d'estate
Sono nelle mani tue
Nulla tu temi

Ma cos'è questo grande amore
Se ti regala un'ora in più
Se non conosce felicità
Se non lo puoi gridar?

Ma sei tu che vuoi così
Ma sei tu che ami lei
Ma sei tu che non lo sai
Ma sei tu che vuoi così
Ma sei tu che ami lei
Ma sei tu che non lo sai
 
Fonte: QUI
 
 
LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 2 Videos10
 
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 7453
Punti : 7453
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 77
Località : gattorna (genova)

Torna in alto Andare in basso

LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 2 Empty LE ORME: 1980 - PICCOLA RAPSODIA DELL'APE (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Lun Lug 06, 2020 5:29 pm

1. TITOLO:
 
1980 - PICCOLA RAPSODIA DELL'APE
 
# Etichetta: PHILIPS # Catalogo: 6323 102 A # Data pubblicazione: 1980 # Matrici: 6323 102 A 1/6323 102 A 2 # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Registrato: Studio di Mestre il 23 Febbraio 1980 / Distribuito da Phonogram - Milano /
 
 
2. RECENSIONE:
 
Piccola rapsodia dell'ape è un LP del complesso musicale italiano Le Orme registrato nel 1980. L'album conferma essenzialmente le scelte stilistiche del precedente Florian; riprende quindi l'organico ispirato alla musica classica, ma presenta anche alcune significative differenze:

nonostante sia confermato l'organico con violino e violoncello, l'uso dell'archetto si riduce, lasciando maggior spazio al pizzicato ottenuto con vari strumenti a corda, conferendo così all'album una più spiccata atmosfera da musica folk;
a causa del ritardo nella preparazione dell'album rispetto agli impegni contrattuali assunti con la casa discografica, per completare nei tempi la realizzazione viene largamente utilizzato il materiale musicale composto da Germano Serafin, che diventa la forza trainante di questa produzione pur non avendo partecipato alla stesura dei pezzi negli anni precedenti.
Dall'album fu tratto un singolo: il brano omonimo, strumentale.

L'ape, l'animale cui sono dedicati il singolo e l'album, rappresenta l'universo femminile per eccellenza. Si tratta di un mondo ricco di musica, danze e di febbrile attività, ma che non resta privo di lati oscuri: per esempio, lo spirito sociale dell'animale lo porta ad ubbidire a leggi assai precise e rigide, come quelle che dettano i ritmi del lavoro e quelle che relegano il maschio al ruolo riproduttivo
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
   
 
 
Versione Musicassetta
 

 
   
 
 
4. TRACK LIST:
 
 
Lato A Lato B



  • B1 CHARANGO
  • B2 FIOR DI LUCE
  • B3 FRAGILE CONCHIGLIA
  • B4 BUONA NOTTE
 
LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 2 Button.png?t=n.b

LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 2 Button
 
 
Lato A: 1
IL TRENO

 
      Lato B: 1
CHARANGO

 
 
   

Autori: Antonio Pagliuca, Gian Piero Reverberi, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Poche le stagioni che donai
Quasi sempre autunni con la pioggia
Il mio posto qui sul finestrino
Per non perder le sue nuvole

Quante volte tornerei su quel treno
Se corresse con il vento
Io scendevo giù di corsa veloce
Per non perdere il momento
Da trascorrere con lei

Corri forte, corri forte ti prego
Non tardare di un minuto
Lei mi aspetta sul binario, fa freddo
Io non so resister più
Io non so resister più

Forme e colori io cercai
Case con giardini sol per lei
Il mio posto qui sul finestrino
Per non perder le sue nuvole

Quante volte tornerei su quel treno
Se corresse con il vento
Io scendevo giù di corsa veloce
Per non perdere il momento
Da trascorrere con lei
 
Fonte: QUI
     
Autori: Antonio Pagliuca, Gian Piero Reverberi, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Diana che danza, la più folle in città
La nuova preda ha portato con sé
È proprio lui, Charango, che muore così
Che crudeltà l'amore, non prova pietà

Diana sbandata, nella sua cecità
Folle d'amore, ama la novità
Ma proprio lui, Charango, che muore così
Che crudeltà l'amore, non prova pietà

Suonerò per lui la musica che va
Nel mantello raro di nobile lealtà
Rivivrà un po' lo spirito, chissà
D'un festoso fauno di mistica bontà

Diana si sveste per la musica rock
Poi torna nell'ombra tutto resta com'è
Ma proprio lui, Charango, non muore così
Che crudeltà l'amore, non prova pietà

Suonerò per lui la musica che va
Nel mantello raro di nobile lealtà
Rivivrà un po' lo spirito, chissà
D'un festoso fauno di mistica bontà
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 3
LA MIA BIANCA SPOSA

 
      Lato B: 2
FIOR DI LUCE

 
 
   

Autori: Antonio Pagliuca, Gian Piero Reverberi, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Se credi sia l'ora va bene, io non temerò
Guarda il mio albero in testa e poi
Abbine cura, abbine cura se non pioverà

Dietro il cancello ti sento danza di parità
Nel letto per strada o sul palco vieni
Mi troverai, mi prenderai come vuoi tu,
Come sai tu

Ti aspetterò mentre spoglierai
Tutte le fanciulle estive
Che regalavano fantasie
Ti osserverò quando toglierai
Tutte quelle maschere
Piene di lacrime
Quante risposte libererai

Troppo non posso pensarti, forse mi brucerei
Questo segreto piacere mio di terra fresca
Di nuovi sogni che rincorrono, che mi rincorrono

Poi entrerai dolcemente in me
E rivedrò tutti i giorni miei
Ogni pensiero avrai limpido
Potrò appoggiare la testa giù
Senza riscaldar la pietra
E non mi importerà
Dei fuochi accesi sulla collina.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Antonio Pagliuca, Gian Piero Reverberi, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Sono fiori di luce
Che il cielo conserva per te
Sono piccole foglie
Cadute per caso più in là

Poesia d'un dolce canto
Fuggirai questa oscurità
E muoverà le tue ciglia
Un sole caldo di verità

Scende calma la sera
E guardo lontano da me
Colgo ali leggere
Che sanno di non tornar giù

Armonia del tempo breve
Io volerò in quella eternità
E giungerò in quei silenzi
Che io non ho vissuto mai

Quando il gelo della roccia
Trova il nido per dormir
Si risveglia la montagna
Rotolando nella valle

Ecco il bene della notte
Puro come un filo di seta
Stringe il giorno più radioso
Nel suo cuore dolcemente

Poesia d'un dolce canto
Fuggirai questa oscurità
E muoverà le tue ciglia
Un sole caldo di verità
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 4
FRAGILE CONCHIGLIA

 
      Lato B: 4
BUONA NOTTE

 
 
   

Autori: Antonio Pagliuca, Gian Piero Reverberi, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Solo noi potremo fermarci in tempo
Anche il nostro sogno più fragile vivrà
Lo salveremo noi
Non chiederemo una cosa in più

Dentro di te, conchiglia
Io troverò l'azzurro
Ti scoprirò di perla
Libererai la schiuma

Le notti fredde stellate
Inventeranno mille canzoni
E ancora sabbie dorate
Riscalderai così

Dentro di te, conchiglia
Io troverò l'azzurro
Ti scoprirò di perla
Libererai la schiuma

Sorprenderai i mattini
Che nel dolore conservavi
Le nuove gioie infinite
Conoscerai così

Piano arriverà dolcemente
Una melodia lontana suonerà
Al fianco tuo io sarò
E seguirò il respiro

 
Fonte: QUI
     
Autori: Antonio Pagliuca, Gian Piero Reverberi, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Anche per te io canterò
Per te che nascondi fuochi ardenti di felicità
E a sera ritorni nella casa che odi ma non puoi
Non puoi, non puoi, non puoi mai rinunciar

Anche per lui io canterò
Per lui che rimane al fianco e dorme sui tuoi capelli bianchi
E sogna soltanto il tuo cambiamento ma lo sa
Lo sa, lo sa che questo non verrà

Buonanotte, buonanotte a te
Buonanotte, buonanotte a te

Canto per chi non se ne va
E resta a guardare le nuove lune e i giorni che vanno via
Dove niente succede, dove tutto rimane poi sospeso
Su di noi, come domande al vento

Buonanotte, buonanotte a te
Buonanotte, buonanotte a te
 
Fonte: QUI
 
 
LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 2 Videos10
 
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 7453
Punti : 7453
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 77
Località : gattorna (genova)

Torna in alto Andare in basso

LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 2 Empty LE ORME: 1982 - MARINAI/LA NOTTE (45 Giri)

Messaggio  mauro piffero il Lun Lug 06, 2020 9:00 pm

1. TITOLO:
 
1982 - MARINAI/LA NOTTE
 
# Etichetta: DROGUERIA DI DRUGOLO # Catalogo: ZBDR 7246 # Data pubblicazione: Gennaio 1982 # Matrici: LKAS 36403 /LKAS 36404 # Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Data matrici: 13 Gennaio / Lato A: "Festival di Sanremo 1982" / Distribuito da RCA Italiana - Roma
 
 
2. RECENSIONE:
 
Le Orme iniziano gli anni '80 fra tensioni e disaccordi circa la linea produttiva che portarono la band, dopo essersi legati ad una nuova etichetta con l'intenzione di incidere il loro ultimo disco, ad accettare la proposta della nuova etichetta che intendeva iscriverli al Festival di Sanremo, ma proprio alla vigilia del Festival Antonio Pagliuca lasciò Le Orme.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
 
4. TRACK LIST
 
Lato A:
MARINAI

 
      Lato B:
LA NOTTE

 
 
   

Autori: Antonio Pagliuca, Alberto Salerno, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Che m'importa se oggi pioverà
È musica sinfonica
Quanti ombrelli che si aprono
E gli alberi si bagnano

Riconosco quelle nuvole
Arrivano dall'Africa
Sono piccole pozzanghere
Profumano di sandalo

Pianoforti nel sottomarino
Noi cantiamo per te, capitano
Siamo nati da una favola
Dove il cielo non tradiva i marinai

Marinai (marinai)
Marinai
Marinai (marinai)
Marinai

Le mie strade sono lucide
Raccontano di lacrime
Questa pioggia non è magica
Coriandoli di acido

Pianoforti nel sottomarino
Noi cantiamo per te, capitano
Siamo nati da una favola
Dove il cielo non tradiva i marinai

Marinai (marinai)
Marinai
Marinai (marinai)
Marinai

Marinai (marinai)
Marinai
Marinai (marinai)
Marinai
 
Fonte: QUI
     
Autori: Antonio Pagliuca, Alberto Salerno, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
La notte è già
e non aspetterà
si tinge così
e incanta la tua città

È un po' come te
che adesso ballerai
dormendo con chi
ti è amico ma non lo sai

Perché non fa timore
la trovi quando vuoi
ti prende come sei
non ti delude mai
perché nel suo colore
lei ti nasconderà

Sul treno che va
e dove dormi tu
la notte non ha
mai cielo né stelle in più

Dov'è la mia canzone
di luna e fantasia?
Ancora non lo so
ma io la troverò
perché la mia canzone
la notte ascolterà
 
Fonte: QUI
 
 
LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 2 Videos10
 
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 7453
Punti : 7453
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 77
Località : gattorna (genova)

Torna in alto Andare in basso

LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 2 Empty LE ORME: 1982 - VENERDI' (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Lun Lug 06, 2020 11:38 pm

1. TITOLO:
 
1982 - VENERDI'
 
# Etichetta: DROGUERIA DI DRUGOLO # Catalogo: ZPLDR 34145 # Data pubblicazione: Gennaio 1982 # Matrici: LKAY 36401 A/LKAY 36402 B # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Data Matrici: 15 Gennaio 1982 / Distribuzione RCA Italiana - Roma
 
 
2. RECENSIONE:
 
Venerdì è un LP del complesso musicale italiano Le Orme registrato nel 1982. Ne fu tratto il singolo Marinai, presentato al Festival di Sanremo 1982.

Dopo il ritiro di Germano Serafin, il gruppo torna ad essere un trio lasciando a casa, con poche eccezioni, gli strumenti classici usati negli album precedenti. Si dedica invece ad un genere più elettronico e più consono all'evoluzione musicale dell'epoca. Si riducono le sezioni strumentali e si sperimenta un ibrido fra il technopop, il prog e la new wave.

Per la prima volta dopo tanti anni le Orme rinunciano a proporsi come unici autori dei brani i quali, più che pezzi come era di consueto una volta, sono da intendersi ora come canzoni, che tra l'altro tornano a rientrare pienamente nel formato compreso tra i tre e i cinque minuti. L'autore dei testi di quasi tutti i brani di questo album è Alberto Salerno. Nonostante l'interessante miscela e produzione curatissima del produttore Roberto Colombo, l'album non gode del successo commerciale sperato.

L'album venne ristampato come CD sotto il titolo di Biancaneve, pubblicazione che riporta sulla copertina una foto del gruppo di epoca parecchio anteriore a quella dell'album. Nel 2009 è uscita una ristampa su CD con titolo e copertina originale. Come la precedente cassetta Marinai, questa edizione riprende, oltre ai dieci brani dell'album, le due canzoni del singolo successivo a questo lavoro, Rosso di sera/Sahara.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 

 
 
Versione Musicassetta
 
   
 
 
4. TRACK LIST:
 
 
Lato A Lato B

  • A1 BIANCANEVE
  • A2 ARIANNA
  • A3 CERCHERO'
  • A4 LA NOTTE
  • A5 VENERDI'


  • B1 MARINAI
  • B2 STORIE CHE NON TORNANO
  • B3 RUBACUORI
  • B4 LA SORTE
  • B5 COM'ERA BELLO
 
LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 2 Button.png?t=n.b

LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 2 Button
 
 
Lato A: 1
BIANCANEVE

 
      Lato B: 2
STORIE CHE NON TORNANO

 
 
   

Autori: Alberto Salerno, Tony Pagliuca, Tony Pagliuca, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Se vedi Biancaneve non chiederle perché
Si gioca sulla strada la vita che ha con sé
L'amico di fortuna trovato un venerdì
La polvere di luna nascosta in un taxi

La trovi quasi sempre in fondo alla città
In compagnia di gente che vende la sua età
Col vestitino rosso lei danzerà con te
Se vai con Biancaneve non chiederti perché

Ciao!
E raccontale un sogno di più
Dille ciao!
Non importa che sia proprio tu!

Ciao!
E un sorriso lei t'inventerà
Dille ciao!
Ma non prenderla solo a metà!

E lasciati guidare lasciati andar via
In fondo al cielo grigio dipinto d'euforia
Avrai la faccia stanca di chi non dorme mai
Se vedi Biancaneve non dirle cosa vuoi

Ciao!
E raccontale un sogno di più
Dille ciao!
Non importa che sia proprio tu!

Ciao!
E un sorriso lei t'inventerà
Dille ciao!
Ma non prenderla solo a metà!
 
Fonte: QUI
     
Autori: Antonio Pagliuca, Alberto Salerno, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Cuori soli in mezzo al traffico
Volti senza sguardi teneri
E stelle bianche, stelle gelide
Labbra perse nei telefoni

Nel via vai di un caffè
È anche lei come me

Occhi nuovi che si guardano
Senza chiavi non si aprono
In un giorno di vento
In un giorno così

Sono storie che non tornano
Sono strane solitudini

Mani strette in fondo al cinema
Fiori nati nelle camere
E voci regalate agli alberi
Fiabe senza tante pagine

Nel via vai di un caffè
È anche lei come me

Occhi nuovi che si guardano
Nella strada si conoscono
In un giorno di vento
In un giorno così

Sono storie che non tornano
Strane strane solitudini

Sono storie che non tornano
Strane strane solitudini
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 2
ARIANNA

 
      Lato B: 3
RUBACUORI

 
 
   

Autori: Antonio Pagliuca, Alberto Salerno, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Nel labirinto di gente per bene
Lei cerca un tipo diverso
Forse un ragazzo dal viso comune
Ma con qualcosa di perso
Lei è là
Lei è là

Vuole sentirsi abbracciata a un gabbiano
Con un coltello alla gola
Cerca un pericolo, un colpo di mano
Ma non sentirsi più sola

Arianna, Arianna…

La riconosci, ha una spilla di giada con sé
La riconosci perché se ti vede
Ti prende per mano e ti porta insieme a lei

Se t'incontrerà, se t'incontrerà
Se t'incontrerà, se t'incontrerà

Arianna, Arianna…

Senza bisogno di andare più in alto
Solo vibrare nell'aria
Senza sapere di chi è il passaporto
Viva ma senza memoria

Arianna, Arianna…
E ride… e ride

La riconosci, ha una spilla di giada con sé
La riconosci perché se ti vede
Ti prende per mano e ti porta insieme a lei

Se t'incontrerà, se t'incontrerà
Se t'incontrerà, se t'incontrerà
 
Fonte: QUI
     
Autori: Antonio Pagliuca, D'Amico, Antonio Pagliuca, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Nel colore di un rubino
Guardi verso il cielo
Chi ha rubato il tuo mattino
Prima o poi si perderà

Forse non ci pensi più
Resti senza sogni
Non è così che volevi diventare grande…

Chi tagliava i tuoi capelli
Riccioli di luna?
Chi ha rubato i tuoi cavalli
Mille volte tornerà

Sai chiamare l'allegria
Col suo nome, farla tua
Non è così che volevi diventare grande…

Polvere di stelle intorno
Puoi ballare sola
E ti trovi ancora bella
Nel vestito di anni fa

Forse non ci pensi più
Resti senza sogni
Ed è così che volevi diventare grande…

Senza valigie né treni da prendere
Ora sai che tu non sei da difendere
Ora tu puoi, tu puoi perdere
E questa donna bambina ritorna così
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 3
CERCHERO'

 
      Lato B: 4
LA SORTE

 
 
   

Autori: Alberto Salerno, Antonio Pagliuca, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Dov’è la città
con le vie di malinconia?
Con i lampioni accesi sulla tua età?
Dimmi dov’è
non vorrei averla vista mai
perché mi chiama sempre, mi chiama a sé

Qui la gente non lo sa
e risposte non ti dà

Ti cercherò
anche se la mia fantasia
non mette più le scarpe
ti cercherò
Ancora non so
quando mai troverò la via
ha un indirizzo il tempo
ti cercherò

Qui la gente non lo sa
e risposte non ti dà

Cercherò, sì, cercherò
fra tesori e marinai
forse dove non sarai
cercherò
ti cercherò
dove il cielo ti svegliò
dove il fuoco ti scaldò
cercherò

Dove sarà
il cammino dei tuoi perché
l’ampia discesa al mare verso di te
ti cercherò
e lo sai, troverò la via
ha un indirizzo il tempo
ti cercherò

Qui la gente non lo sa
e risposte non ti dà

Cercherò, sì, cercherò
fra tesori e marinai
forse dove non sarai
cercherò
ti cercherò
dove il cielo ti svegliò
dove il fuoco ti scaldò
cercherò
 
Fonte: QUI
     
Autori: Alberto Salerno, Antonio Pagliuca, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Dammi un perché, dammi carte
Tagliami in due, se ti va
Io so che tu sei la sorte
Come vivrò lo sai già

Stai con me, stai con noi

Dammi un'idea sconvolgente
Alla città canterò
Diventerai la mia amante
Quello che vuoi firmerò

Stai con me, stai con noi

Balleranno sulla via
Tutti quanti si faranno compagnia
Per cercare
Nuove stelle in mare
Che tu inventerai

E siamo qui siamo fermi
In un juke-box di anni fa
Ma basta che tu ritorni
Se gli dai il via, partirà

Stai con noi, stai con noi

Balleranno sulla via
Tutti quanti si faranno compagnia
Per cercare
Nuove stelle in mare
Che tu inventerai
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 5
VENERDI'

 
      Lato B: 5
COM'ERA BELLO

 
 
   

Autori: Antonio Pagliuca, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Strumentale

     
Autori: Alberto Salerno, Antonio Pagliuca, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Nel giradischi pieno di polvere
Un vecchio valzer che non si balla più
Senza indirizzo, senza fotografia
Nemmeno un colpo al cuore mi tira su

La luna gira, gira intorno a noi
Dormi, dormi, se tu vuoi
E canto: hey- hey- hey- hey- hey-a-i-o
Hey- hey- hey- hey- hey-a-i-o

Avevo un posto in cielo che non ho più
Stelle di argento sono cadute giù

Rivedo ancora letti di zucchero
Dimenticati al buoi di un cinema
Un pomeriggio al mare una zattera
Dov'è il finito il vento dell'isola?

La luna gira, gira intorno a noi
Dormi, dormi, se tu vuoi
E canto: hey- hey- hey- hey- hey-a-i-o
E canto: hey- hey- hey- hey- hey-a-i-o

Nel paradiso sotto le nuvole
Come ragazzi, come dieci anni fa

E canto: hey- hey- hey- hey- hey-a-i-o
Hey- hey- hey- hey- hey-a-i-o
Avevo un posto in cielo che non ho più
Stelle di argento sono cadute giù

Ragazzi, ragazzi di un’altra età
Ragazzi, ragazzi di un’altra età
Ye-ye-i-e-a
Ye-ye-i-e-a

Com'era bello il nostro mare
Con pescatori di sirene
Con pescatori di sirene
Com'era bello il nostro mare
 
Fonte: QUI
 
 
LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 2 Videos10
 
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 7453
Punti : 7453
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 77
Località : gattorna (genova)

Torna in alto Andare in basso

LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 2 Empty LE ORME: 1982 - ROSSO DI SERA/SAHARA (45 Giri)

Messaggio  mauro piffero il Mar Lug 07, 2020 12:04 am

1. TITOLO:
 
1982 - ROSSO DI SERA/SAHARA
 
# Etichetta: DROGUERIA DI DRUGOLO # Catalogo: DDD A 2820 # Data pubblicazione: Settembre 1982 # Matrici: CI DDD A 2820-1N/CI DDD A 2820-2N # Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Data matrici: 28 Settembre / CBS Dischi S.p.A.
 
 
2. COVER:
 
   
 
   
 
 
Edizione promozionale, vietata la vendita al pubblico
 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
ROSSO DI SERA

 
      Lato B:
SAHARA

 
 
   

Autori: Tagliapietra, D'Amico, Pagliuca

 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
     
Autori: Tagliapietra, D'Amico, Pagliuca

 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
 
LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 2 Videos10
 
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 7453
Punti : 7453
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 77
Località : gattorna (genova)

Torna in alto Andare in basso

LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 2 Empty LE ORME: 1987 - DIMMI CHE COS'E' (45 Giri)

Messaggio  mauro piffero il Mar Lug 07, 2020 9:12 am

1. TITOLO:
 
1987 - DIMMI CHE COS'E'
 
# Etichetta: BABY RECORDS # Catalogo: BR 50369 # Data pubblicazione: Gennaio 1987 # Matrici: BR 50369 1 / BR 50369 2 # Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Data matrici: 13 Gennaio / Lato A: "Festival di Sanremo 1987" / Distribuito da RCA Italiana - Roma
 
 
2. RECENSIONE:
 
Seconda ed ultima partecipazione delle Orme a Sanremo dopo quella del 1982. In gara il gruppo presenterà Dimmi che cos'è che alla fine della manifestazione si dovrà accontentare di una deludente diciassettesima posizione. Comunque le vendite del disco furono soddisfacenti ed in rete si legge che una giuria di Bruxelles identificò nella canzone delle Orme quale la migliore del Festival
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
 
Edizione speciale servizio “JUKE BOX” vietata la vendita al pubblico
 
   
 
 
4. TRACK LIST
 
Lato A:
DIMMI CHE COS'E'

 
      Lato B:
DIMMI CHE COS'E' (Strumentale)

 
 
   

Autori: Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Da lontano sento già come un canto di preghiera
un richiamo disperato che si perde nella sera
mio Signore dove sei? Sono tante le paure
per un uomo da buttare... in un mondo senza amore.
Dimmi che cos'è, dimmi che cos'è
è forse la pioggia che scende vicino a me?
dimmi che cos'è, dimmi che cos'è
è forse la luna che accende le mie follie
stringimi così, stringimi più forte
un brivido freddo è un sogno che se ne va
stringimi così come nessun altro
portami lontano, lontano, lontano.
Si nasconde la realtà dietro un cielo addormentato
questo è l'ultimo mattino per fuggire il mio peccato
mio Signore dove sei? Sono tante le paure
per un uomo da buttare... in un mondo senza amore.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Strumentale
 
Fonte: QUI
 
 
LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 2 Videos10
 
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 7453
Punti : 7453
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 77
Località : gattorna (genova)

Torna in alto Andare in basso

LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 2 Empty LE ORME: 1990 - ORME (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Mar Lug 07, 2020 12:10 pm

1. TITOLO:
 
1990 - ORME
 
# Etichetta: PHILIPS # Catalogo: 846 410-1 # Data pubblicazione: 1990 # Matrici: 846 410-1 A/846 410-1 B # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: In copertina l'opera "IL TERZO INCOMODO" di Maurizio Pellegrin / Distribuito da Phonogram - Milano /
 
 
2. RECENSIONE:
 
Orme è un Abum del complesso musicale italiano Le Orme registrato nel 1990. Segnò il ritorno all'album dopo una pausa di otto anni e diversi periodi di crisi. Significative le partecipazioni a questo lavoro, seppure di successo modesto:

L'organico si avvalse della partecipazione di Angelo Branduardi che suonava il violino in 25 maggio 1931.
La programmazione delle tastiere venne affidata a Michele Bon, che anni più tardi entrerà a far parte del gruppo.
Il celeberrimo Giulio Rapetti, detto Mogol, prestò opera di supervisione.
La partecipazione di Pagliuca rimase piuttosto in sordina. Come accadeva nell'album precedente, anche per questa produzione ci si limitò ad eseguire alcune canzoni più che dei veri e propri pezzi.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
   
 
 
Versione Compact Disc
 
   
 
 
 
4. TRACK LIST:
 
 
Lato A Lato B

  • A1 L'UNIVERSO
  • A2 TERRA ANTICA
  • A3 DUBLINO ADDIO
  • A4 DIVENTARE


  • B1 25 MAGGIO 1931
  • B2 SE TU SORRIDI BRUCIA IL MONDO
  • B3 CHI SONO IO
  • B4 RITROVARE TE
  • B5 L'INDIFFERENZA
 
 
Lato A: 1
L'UNIVERSO

 
      Lato B: 1
25 MAGGIO 1931

 
 
   

Autori: Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Io cosa ne so
se è per sempre oppure no?
Certo che io vorrei fosse così,
ma gli impulsi quando arrivano, lo sai.
Scommetto che tu
hai molta paura come me,
ma non ne parli mai.
Forse tu vuoi
cancellare questa brutta verità,
questo fragile destino che non sa
rassicurarci un po'.
Dimmi di no, dimmi di no.

Alza gli occhi e guarda in su,
l'universo non è immenso come credi,
è un soffitto un po' più blu
di una casa grande e allegra,
costruita per noi,
proprio giusta per noi.

Purtroppo lo so
che questo è fantasticare un po',
ma dimmi come fai,
se non ti illudi,
a cancellare questa brutta verità,
questo fragile destino che non sa
rassicurarci un po'.
Dimmi di no, dimmi di no.

Alza gli occhi e guarda in su,
l'universo non è immenso come credi,
è un soffitto un po' più blu
di una casa grande e allegra,
costruita per noi,
proprio giusta per noi.

Alza gli occhi e guarda in su,
l'universo non è immenso come credi,
è un soffitto un po' più blu
di una casa grande e allegra,
costruita per noi,
proprio giusta per noi.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Antonio Pagliuca

 
Testo:
È arrivato il treno delle tre,
vieni alla stazione insieme a me.
Sedici vagoni di poesia,
di fiducia e di allegria.

Oggi è il venticinque maggio del trentuno,
sessant'anni fa.

L'attesa è stata lunga anche per te,
son certo che credevi non venisse,
e invece arriva con gli attori e la regia,
per girar la vita tua.

Adesso è piena di giardini la città,
stavolta le auto son ferme nei garage.
Un cavallino trotta allegro per la via,
la strada adesso è tutta tua.

E oramai, se allunghi il passo ancora un po' ci sei.

È arrivato il treno delle tre,
ma quanta gente canta assieme a me.
Ragazza, dimmi subito chi sei,
perché son così dolci i baci tuoi.

Per mano sparsi per le strade tutti noi,
lieti andiamo appena fuori la città.
C'è un mondo, un prato e un fiume chiaro che
ci attende, stringiti un po' a me.

Perché oramai, se allunghi il passo ancora un po' ci sei.
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 2
TERRA ANTICA

 
      Lato B: 2
SE TU SORRIDI BRUCIA IL MONDO

 
 
   

Autori: Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Tu sei un fiore assetato
che non morirà,
tu sei un caldo deserto
che mai brucerà.

Tu sei un raggio di sole
tra le nuvole,
ma una pioggia invocata,
poi ti bagnerà.

Terra antica, terra amica,
il tuo cielo ha conosciuto
grandi verità.

Terra amica, terra antica,
nel silenzio della notte,
il vento si alzerà.

Per noi che siamo lontani,
non è facile
accendere i piccoli fuochi
nell'oscurità.

Ma è così che possiamo volare
come rondini,
innalzando un'altra voce
per la tua libertà.

Terra antica, terra amica,
il tuo cielo ha conosciuto
grandi verità.

Terra amica, terra antica,
nel silenzio della notte,
il vento si alzerà.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Aldo Tagliapietra, Cheope

 
Testo:
Poche le certezze che tu dai,
te ne vai e non ritorni se non quando vuoi...
quasi indifferente alla vita nostra,
a tutta questa giostra che ci porta via.

Ma se poi tu sorridi, brucia il mondo
più profondo che è dentro me...
Quando tu ti concedi, l'orizzonte
fa da ponte tra il cielo e me.

Cerco, ma non ti capisco più,
che cosa vuoi forse neanche tu ancora sai...
e cammini sola dentro i tuoi segreti,
dentro quei misteri che nessuno sa.

Ma se poi tu sorridi, brucia il mondo
più profondo che è dentro me...
Quando tu ti concedi, l'orizzonte
fa da ponte tra il cielo e me.

Mi appartieni o no? Giuro, non lo so,
forse è questo, sai, che mi lega a te...
non saperti mia, totalmente mia,
forse è questo, sai, che mi lega a te.

E se poi tu sorridi, brucia il mondo,
tutto intorno e dentro me.
Quando tu ti concedi, l'orizzonte
fa da ponte tra il cielo e me.
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 3
DUBLINO ADDIO

 
      Lato B: 3
CHI SONO IO

 
 
   

Autori: Aldo Tagliapietra, Chope

 
Testo:
Prati verdi che si buttano
fra le onde di un oceano
e lassù passa il blu del cielo.

E negli occhi quella libertà
che ancor oggi è a metà,
orfana, non si è tolta il velo.

Anch'io ho imparato ad amarti, lo sai,
così come si ama qualcuno di noi.
Anch'io figlio tuo oramai,
che Dio si ricordi di te.

Oh, oh, oh, Dublino addio.
Oh, oh, oh, Dublino addio.

Addio alle strade battute dal vento,
ancora lo sento dentro di me.
Anch'io figlio tuo oramai,
che Dio si ricordi di noi.

Oh, oh, oh, Dublino addio.
Oh, oh, oh, Dublino addio.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Eppure di più non posso aspettare,
se questo è il giorno che devo partire,
sarei felice di portare con me
ogni cosa che mi ricordi te,
ma come posso fare?

Eppure di più, no, non posso aspettare,
il mare mi chiama, il vento mi vuole,
per navigare in quella realtà che non tradisce mai
e che tu cercherai in fondo agli occhi miei.

Chi sono io?
Ancora non so chi sono io!
Chi siamo noi?
Forse gli eroi di un'epoca finita ormai.

I sogni miei, i sogni tuoi,
le nuvole più libere
diventano per noi...
l'immensità.

Come il risveglio da un sonno profondo,
il mio pensiero si stacca dal mondo,
per navigare in quella realtà che non tradisce mai
e che tu troverai in fondo agli occhi miei.

Chi sono io?
Ancora non so chi sono io!
Chi siamo noi?
Forse gli eroi di un'epoca finita ormai.

I sogni miei, i sogni tuoi,
le nuvole più libere
diventano per noi...
l'immensità.

I sogni miei, i sogni tuoi,
le nuvole più libere
diventano per noi...
l'immensità.
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 4
DIVENTARE

 
      Lato B: 4
RITROVARE TE

 
 
   

Autori: Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Quante volte ho sognato di cambiare,
svegliarmi una mattina e non riconoscermi,
perdere il senso del tempo e dello spazio,
entrare senza peso nell'anima e nel cuore.

Quante volte ho sognato altre stelle,
in un viaggio senza distanza,
dove i fiori sono fiori e le montagne sono montagne,
il paradiso è un desiderio dentro me.

Diventare albero per germogliare,
diventare nuvola per volare,
diventare fuoco per scaldare,
oppure mare da navigare.

Diventare musica per far sognare,
diventare luce per vedere,
diventare terra per coprire,
oppure acqua per dissetare.

Camminerei nelle distese dello spirito,
dove il vento tace per far parlar le foglie,
cercherei di cambiare la mia immagine riflessa,
ma il vero cambiamento è quello non voluto.

Diventare albero per germogliare,
diventare nuvola per volare,
diventare fuoco per scaldare,
oppure mare da navigare.

Diventare musica per far sognare,
diventare luce per vedere,
diventare terra per coprire,
oppure acqua per dissetare.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Che cosa amo, quando amo te?
Che cosa vedo, quando vedo te?
Non è la luce che è cara agli occhi miei,
non il profumo dei fiori intorno.

Eppure amo un po' di quella luce
e nel profumo io sento la tua voce,
dove si perde l'immensità del vento,
dove si spinge la fantasia.

Risvegliarsi nella notte,
d'improvviso, per un istante,
risvegliarsi nella notte
e ritrovare te
e ritrovare te!

Io non vorrei soffrire né sbagliare,
ma è da qui che posso incominciare,
dove si perde l'immensità del vento,
dove si spinge la fantasia.

Risvegliarsi nella notte,
d'improvviso, per un istante,
risvegliarsi nella notte
e ritrovare te
e ritrovare te!
 
Fonte: QUI
 
 
Lato B: 5
L'INDIFFERENZA

 

Autori: Aldo Tagliapietra, Mario Lavezzi

 
Testo:
Va’, adesso balla come sai,
l'orchestra sta suonando
e tu la seguirai.

Vai, la terrazza aspetta te,
i profumi della notte
ti porteranno via.

Io resto qui
con i problemi miei,
conditi con il tuo ricordo dolce e caro,
che accende ancora l'ira ardente
di un uomo che si sente

Senza più la voglia di andar via,
senza più la voglia di allegria
e affonda in questo mar d'indifferenza.

Va’, adesso balla come sai,
l'orchestra sta suonando,
tu seguila, se vuoi.

Io resto qui
perché non credo più,
neanche tu puoi darmi una ragione nuova,
che accenda una scintilla ardente
di un uomo che si sente

Senza più la voglia di andar via,
senza più la voglia di allegria
e affonda in questo mar d'indifferenza.

Senza più fiducia nella gente,
senza voglia di obiettare niente,
da solo in questo mar d'indifferenza.

(Senza più la voglia di andar via…)

Senza più la voglia di andar via,
senza più la voglia di allegria
e affonda in questo mar d'indifferenza.
 
Fonte: QUI
 
 
LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 2 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Gio Lug 09, 2020 8:33 pm, modificato 3 volte
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 7453
Punti : 7453
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 77
Località : gattorna (genova)

Torna in alto Andare in basso

LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 2 Empty LE ORME: 1990 - L'UNIVERSO/IO CHIEDO (45 Giri)

Messaggio  mauro piffero il Mar Lug 07, 2020 1:44 pm

1. TITOLO:
 
1990 - L'UNIVERSO/IO CHIEDO
 
# Etichetta: PHILIPS # Catalogo: 5000 865 # Data pubblicazione: 1990 # Matrici: 5000 865.A/5000 865-B # Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Pubblicato nella sola edizione servizio promozionale, "Vietata la vendita al pubblico"
 
 
2. COVER:
 
   
 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
L'UNIVERSO

 
      Lato B:
IO CHIEDO

 
 
   

Autori: Antonio Pagliuca
Interpreti: Le Orme
 
Testo:
Io cosa ne so
se è per sempre oppure no?
Certo che io vorrei fosse così,
ma gli impulsi quando arrivano, lo sai.
Scommetto che tu
hai molta paura come me,
ma non ne parli mai.
Forse tu vuoi
cancellare questa brutta verità,
questo fragile destino che non sa
rassicurarci un po'.
Dimmi di no, dimmi di no.

Alza gli occhi e guarda in su,
l'universo non è immenso come credi,
è un soffitto un po' più blu
di una casa grande e allegra,
costruita per noi,
proprio giusta per noi.

Purtroppo lo so
che questo è fantasticare un po',
ma dimmi come fai,
se non ti illudi,
a cancellare questa brutta verità,
questo fragile destino che non sa
rassicurarci un po'.
Dimmi di no, dimmi di no.

Alza gli occhi e guarda in su,
l'universo non è immenso come credi,
è un soffitto un po' più blu
di una casa grande e allegra,
costruita per noi,
proprio giusta per noi.

Alza gli occhi e guarda in su,
l'universo non è immenso come credi,
è un soffitto un po' più blu
di una casa grande e allegra,
costruita per noi,
proprio giusta per noi.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Pagliuca, Paganelli
Interpreti Tony Pagliuca
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
 
LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 2 Videos10
 
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 7453
Punti : 7453
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 77
Località : gattorna (genova)

Torna in alto Andare in basso

LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 2 Empty LE ORME: 1996 -IL FIUME (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Mar Lug 07, 2020 3:33 pm

1. TITOLO:
 
1996 - IL FIUME
 
# Etichetta: TRING # Catalogo: TRI 024 LP # Data pubblicazione: 1996 # Matrici: TRI 024 A/TRI 024 B # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Registrato presso il Condulmer Recording Studio di Zerman (Treviso) da Sandro Franchin nel Febbraio-Marzo 1995 - Mixato da Paolo Steffan, Sandro Franchin e Le Orme nel Luglio 1995 / Arrangiamenti vocali per il Venice Gospel Ensemble: Michele Bon e Andrea Dal Paos / Per le due parti de "Il fiume" è utilizzato il tema tradizionale indiano del Raga Bagheshri, qui nella versione tramandata da Budaditya Mukherjee / Coordinatore alla produzione: Ennio Favaretto / Distribuito da Tring - Settimo di Pescantina (Verona) / Formazione: Michele Bon - organo, tastiere, sintetizzatori; Michi Dei Rossi - batteria, percussioni, glockenspiel, galeman; Francesco Sartori - pianoforte, tastiere; Aldo Tagliapietra - voce, basso-chitarra 12 corde doppio manico, chitarra acustica, sitar
 
 
2. RECENSIONE:
 
Il Fiume è un disco del complesso musicale italiano Le Orme registrato nel 1996. Si tratta di un concept album che riporta il gruppo agli albori progressive degli anni settanta. È il primo disco de Le Orme registrato dopo l'uscita dal gruppo dello storico tastierista Tony Pagliuca. La versione LP Vinile fu stampata in edizione limitata (1000 copie) e numerata.

Il Disco

Il fiume è la metafora della vita, dell'uomo che con il suo flusso di acqua va a congiungersi a quello di altri nel momento di sfociare nel mare (pezzo conclusivo). Il concetto dell'album è fortemente basato sulle musiche e filosofie indiane, che hanno un ruolo preponderante nella struttura del brano omonimo strumentale. Come i Beatles decenni prima, le Orme scelgono di eseguire la loro musica con il contributo del sitar.

Come in Felona e Sorona, i brani si susseguono senza soluzione di continuità e formano, per usare la terminologia del gruppo, una "suite" che alterna il cantato a lunghe sezioni strumentali. Privi dell'ambizione di rientrare nei grandi circuiti commerciali, i componenti scelgono di seguire il genere musicale che da sempre preferivano, anche se dopo la metà degli anni settanta, per una ragione o per l'altra, avevano abbandonato.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 

 
 
Versione Compact Disc
 
   
 
 
 
4. TRACK LIST:
 
 
Lato A Lato B

  • A1 IL FIUME
  • A2 MADRE MIA
  • A3 PRIMA ACQUA
  • A4 CHIESA D'ASFALTO
  • A5 DANZA DELL'ACQUA
  • A6 LUNGO IL FIUME


  • B1 DOVE L'ACQUA SI RIPOSA
  • B2 IL VECCHIO
  • B3 LA PAROLA
  • B4 GRANDE ACQUA
  • B5 IL FIUME (parte seconda)
 
 
Lato A: 1
IL FIUME

 
      Lato B: 1
DOVE L'ACQUA SI RIPOSA

 
 
   

Autori: Michele Bon, Michi Dei Rossi, Francesco Sartori, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Strumentale
     
Autori: Michele Bon, Michi Dei Rossi, Francesco Sartori, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Strumentale
 
 
Lato A: 2
MADRE MIA

 
      Lato B: 2
IL VECCHIO

 
 
   

Autori: Michele Bon, Michi Dei Rossi, Francesco Sartori, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Il fiume nasce da una madre generosa,
una sorgente dolce e pura,
tra montagne solitarie e silenziose,
che si incontrano con dio.

Attraversando i deserti dell'oriente
e sconfinate praterie,
da mille anni, come il vento vagabondo,
non si è fermato mai.

Ha conosciuto l'innocenza dei bambini,
il dolore e la pietà.

Il fiume accoglie villaggi e città
sulle sponde più sicure,
in quella terra profumata e misteriosa,
dove la gente va a morire.

E come polvere si perde più lontano,
in quell'antica immensità.

Madre mia, madre mia,
dolce acqua limpida,
sento ancora il sapore
della tua libertà.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Michele Bon, Michi Dei Rossi, Francesco Sartori, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Parla il vecchio che vive sul fiume,
racconta di uomini e mondi lontani.
Stringe un ramo già secco di ulivo,
brucia l'incenso che sale nel cielo.
C'è luce sui suoi capelli lunghi fino
alle spalle.

Tu chi sei, tu chi sei?
Tu che vedi oltre gli occhi miei,
dentro le parole, la mia ingenuità?
Io vorrei, io vorrei
diventare quello che tu sei:
montagna solitaria, abbracciata a Dio.
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 3
PRIMA ACQUA

 
      Lato B: 3
LA PAROLA

 
 
   

Autori: Michele Bon, Michi Dei Rossi, Francesco Sartori, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Strumentale
     
Autori: Michele Bon, Michi Dei Rossi, Francesco Sartori, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Il futuro è nuvola,
il passato è sabbia del deserto
che il vento porta via
come acqua libera.
Il presente è un grande fiume in piena
e tu devi... viverlo.
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 4
CHIESA D'ASFALTO

 
      Lato B: 4
GRANDE ACQUA

 
 
   

Autori: Michele Bon, Michi Dei Rossi, Francesco Sartori, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Guarda questa città, con i grattacieli che indagano il mondo,
sembra la pubblicità del paradiso che abbiamo perduto.
Ecco la grande città che si riflette sull'acqua del fiume:
chiesa d'asfalto, di fango e cemento,
amante dorata che ti consuma.

"Nessuno uscirà vivo di qui, da questo cielo troppo ammalato",
qualcuno sta gridando così
e io l'ho sentito urlare anche adesso.

Ecco la grande città che si riflette sull'acqua del fiume:
Chiesa d'asfalto, di fango e cemento,
amante dorata che ti consuma.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Michele Bon, Michi Dei Rossi, Francesco Sartori, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Verso il mare,
con la gioia e nel timore,
io respiro
la "condanna" dell'amore.

Voglio che sia...
il tempo è casa mia...
cerco la risposta
ai miei perché.

Verso il mare
io continuerò a viaggiare,
non c'è sole
che potrà abbagliarmi il cuore.

Guardo se c'è
un cielo sopra me,
che mi possa dare
serenità.

Dentro il mare
io mi voglio abbandonare,
nel mistero
più profondo da capire.

Questa "magia"
un giorno svanirà,
resterà soltanto…
la realtà.

Om Ganghe Shwar,
Nama Shiva.
Om Ganghe Shwar,
Nama Shiva…

Dentro il mare...
non saremo soli,
stringeremo...
altre mani.

Ognuno sa
che niente cambierà,
questa corsa senza fine…
continuerà.
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 5
DANZA DELL'ACQUA

 
      Lato B: 5
IL FIUME (parte seconda)

 
 
   

Autori: Michele Bon, Michi Dei Rossi, Francesco Sartori, Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Strumentale
 
Fonte: QUI
     
Autori: Aldo Tagliapietra

 
Testo:
Strumentale
 
 
Lato A: 6
LUNGO IL FIUME

 

Autori: Aldo Tagliapietra, Mario Lavezzi

 
Testo:
Lungo il fiume... una vita, una battaglia.
Lungo il fiume... la coscienza che si spoglia.
Lungo il fiume... aspettando un'emozione.
Lungo il fiume... la paura di esser soli,
sentire ancora la violenza del buio.

Svegliare mille pensieri,
tra voci, suoni e rumori,
rubare le ali del vento… per volare...
lungo il fiume.

Lungo il fiume... imparando a poco a poco.
Lungo il fiume... con la forza di chi sbaglia,
gridare ancora l'innocenza del giorno.

Svegliare mille pensieri,
tra voci, suoni e rumori,
rubare le ali del vento… per volare...
lungo il fiume.
 
Fonte: QUI
 
 
LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 2 Videos10
 
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 7453
Punti : 7453
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 77
Località : gattorna (genova)

Torna in alto Andare in basso

LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 2 Empty Re: LE ORME - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Torna in alto


Italia Canora :: MUSICA LEGGERA :: 
CANTANTI/GRUPPI ANNI' 60
 :: LE ORME

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.