Ci "aiuti" a crescere?
Ti ringrazio in anticipo per il tuo




________________________________________

DIVENTA COLLABORATORE!

Italia Canora è in continua crescita e sempre alla ricerca di collaboratori che desiderano partecipare a questo grandioso progetto.

Aiuta Italia Canora a cercare materiale come cover, videoclip testi e quant'altro occorre per inserire le discografie dei nostri grandi artisti italiani!

Se sei appassionato di musica potresti dedicarti ad inserire il tuo artista preferito con delle semplici linee guida.

Lasciami un messaggio (in chat oppure in alto su Messages), ti contatterò quanto prima!

________________________________________






________________________________________



Caricamento video...
AFFILIAZIONI - SITI - BLOG
e FORUM

LaFavolaBlu


Progetto Musico Sognante Italiano
La fiaba del mare della Musica Italiana
ed Internazionale


____________________________


Nonsolosuoni




Un sogno
fatto di musica!


______________________


_____________________




_____________________



Estatica è l'enciclopedia di musica italiana, internazionale e cultura.

Discografie, recensioni, interviste, monografie, live report, video, ebooks


_____________________




________________________



________________________



________________________

Chi è online?
In totale ci sono 23 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 23 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 737 il Dom Feb 24, 2019 6:06 pm





__________________________________

Ti piace il nostro Portale??
Allora votaci cliccando su questo bottone ... Grazie!!

migliori siti


www.italiacanora.net


Grazie a voi abbiamo vinto questi AWARD
nella classifica di NET-PARADE


Uno dei più belli
In classificasito internet
In classifica
Sito d'argento
DISCLAIMER
Tutte le copertine, testi e video presenti su questo forum sono solo per uso informativo e di intrattenimento.
Puoi scaricare e stampare la copertina se possiedi l'originale e hai bisogno di rimpiazzarla.
Tutto cio' che puo' essere considerato legale, dipende dalle leggi sul copyright del tuo paese di residenza. Non è nostra intenzione infrangere Copyright per cui, se ciò dovesse accadere, prego gli interessati a scrivere agl'amministratori i quali provvederanno alla rimozione immediata o a citare la fonte, se richiesto.
Lo Staff di ItaliaCanora.net non è responsabile dell'utilizzo e di eventuali danni a cose o persone causati dal materiale presente in questo forum, inoltre si tiene a precisare che tutto ciò che è presente in questo forum vi è stato messo in assoluta buona fede e senza alcuno scopo di lucro.
Traduttore - Translater
METEO ITALIA OGGI

Partner

creare un forum



Motori ricerca

Segnala il tuo sito nella directory

http://www.wikio.it

Cerrrca.com la ricerca con tre rrr


LICENZA
Licenza Creative Commons

Quest'opera è distribuita con Licenza
Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.

ORNELLA VANONI - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)

Italia Canora :: MUSICA LEGGERA :: 
CANTANTI/GRUPPI ANNI' 50
 :: ORNELLA VANONI

Pagina 4 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Andare in basso

ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Empty ORNELLA VANONI: 1974 - NON SO PIU' COME AMARLO/C'E' QUALCOSA CHE NON SAI (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Gio Gen 24, 2019 11:04 pm

1. TITOLO:
 
1974 - NON SO PIU' COME AMARLO/C'E' QUALCOSA CHE NON SAI
 
# Etichetta: ARISTON # Catalogo: AR 0630 # Data pubblicazione: Aprile 1974 # Matrici: AR 0630-A/AR 0630-B # Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Distribuito da Ariston Records - Milano
 
 
2. COVER:
 
   
 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
NON SO PIU' COME AMARLO (I don't know how to love him)

 
      Lato B:
C'E' QUALCOSA CHE NON SAI

 
     

Autori: Vito Pallavicini, Tim Rice, Andrew Lloyd Webber
Orchestra: Franco Orlandini
 
Testo:
Non
So più come amarlo
Come fare a capirlo
Io non so
Più che cos'ho
Ed è tempo che
Quando guardo in me
Non mi conosco più.

In fondo è solo un uomo
Non è un re come sembra
E non c’è
Ragione che
Io mi commuova
Ma che c’è
Di forte più di me
Negli occhi suoi?

Non ho chiesto mai
Né pregato mai
E io capirò
Che restar non può
Su quella torre dove io
Su quella torre dove io
In alto ho messo lui.

Non
So più come amarlo
Io che ho molto amato
Chi lo sa
Se avrà pietà
Se alzerà una mano
E mi darà
Il bene che non ho
Avuto mai.

Non ho chiesto mai
Né pregato mai
E io capirò
Che restar non può
Su quella torre dove io
Su quella torre dove io
In alto ho messo lui.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Maria Lorena Bernini, Piero Pintucci
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
C'è qualcosa che non sai
Sono uscita insieme a lui
È successo ieri sera
Ora non so perché
Ora non so perché

Ci ho pensato sopra e poi
Poi ho fatto quello che voleva
Puoi lasciarmi se tu vuoi
Io no, non parlerò
Io no, non parlerò

Mi vergogno se penso che
Lo stringevo e cercavo a te
Lui non mi piacerà più
E volevo fossi tu
E il disprezzo è nato
Quando ho aperto gli occhi su di lui

Non guardarmi mentre vai
Non vorrei alzare gli occhi mai
Morirei, sì morirei
Il silenzio adesso è qui
Si paga troppo, è un errore
Brucia il fuoco nel cammino
Ma non fa caldo, sai?

Mi vergogno se penso che
Lo stringevo e cercavo a te
Lui non mi piacerà più
E volevo fossi tu
E il disprezzo è nato
Quando ho aperto gli occhi su di lui

Non guardarmi mentre vai
Non vorrei alzare gli occhi mai
Morirei, sì morirei
Il silenzio adesso è qui
Si paga troppo, è un errore
Brucia il fuoco nel cammino
Ma non fa caldo, sai?

C'è qualcosa che non sai
 
Fonte: QUI
 
ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Videos10
 
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 3731
Punti : 3731
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Empty ORNELLA VANONI: 1974 - QUEI GIORNI INSIEME A TE (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Ven Gen 25, 2019 12:18 am

1. TITOLO:
 
1974: QUEI GIORNI INSIEME A TE
 
# Etichetta: ARISTON # Catalogo: AR/LP/12123 # Data pubblicazione: 1974 # Matrici: AR LP 12123 A/AR LP 12123 B # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Nisa è lo pseudonimo di Nicola Salerno - Maria Grazia Pacelli è il vero nome di Iaia Fiastri / Distribuito da Ariston Records - Milano
 
 
2. RECENSIONE:
 
Quei giorni insieme a te, pubblicato nel 1974, è un album della cantante italiana Ornella Vanoni.

Il disco:
L'album viene pubblicato dalla casa discografica che la cantante aveva lasciato da poco per fondare una sua etichetta, la Vanilla, con la CGD.

Il brano che dà il titolo all'album fa parte della colonna sonora del film Non si sevizia un paperino di Lucio Fulci.

Copertina apribile realizzata in cartoncino tramato. All'interno una foto in bianco e nero della cantante sul palco che, nell'edizione spagnola, verrà utilizzata per il fronte di copertina.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
   
 
 
Versione musicassetta
 

 
 
Versione stereo otto
 
 
 
4. TRACK LIST:
 
 
ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Button.png?t=n.b

ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Button
 
 
Lato A: 5
PICCOLO AMICO (O pequeno amigo)

 
      Lato B: 5
ACQUA DI SETTEMBRE (Four days in september)

 
     

Autori: Giorgio Calabrese, Paulinho Nogueira
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Dio
Che ha fatto il mondo
Intorno a me
Vide
Che era una cosa buona
E poi
Per creare l'uomo come è
Lo creò ad immagine di sé

E da quel momento fino a qui
Non è stato altro che così
Io guardo mio figlio e scopro che
Giorno per giorno in più somiglia a me

Tanto che mi domanda
Le stesse cose
Stessi perché
Che io chiedevo al mondo
Quand'era nuovo anche per me

Lui
Piccolo amico e amore mio
È quel che volevo essere io
Sento
Che potrò giungere per lui
Dove da sola non arriverei

Quando
Guardando avanti, partirà
Alla ricerca della verità
Forse con i suoi occhi scoprirò
Quello che per adesso io non so

Tanto che mi domanda
Le stesse cose
Stessi perché
Che io chiedevo al mondo
Quand'era nuovo anche per me

Tanto che mi domanda
Le stesse cose
Stessi perché
Che io chiedevo al mondo
Quand'era nuovo anche per me
 
Fonte: QUI
     
Autori: Mario Coppola, David Lewis
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Stavo pensando ai giorni insieme a te
Acqua di settembre
Solo quattro giorni ma
Tutti per noi due

Un settembre che
M’ha saputo dare
Quanto più volevo avere

Quattro giorni che hanno in sé
Tutto il meglio di me e di te
Ed ho pensato tante volte poi
Acqua di settembre
Ma che importa dove bevi
E con chi tu bevi?

Quando a mani piene bevemmo insieme
In quei giorni di settembre

Quando non c’è notte che la mia pelle
Non parli di te

Ed anche quando fosse tutto qui
Resta in me settembre

Ne cadranno foglie ma
Tornerà settembre

E non porterà la malinconia
Mi parlerà di te
E di quattro giorni che
Hanno il meglio di me e di te
 
Fonte: QUI

 
ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Dom Gen 27, 2019 12:39 pm, modificato 1 volta
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 3731
Punti : 3731
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Empty ORNELLA VANONI: 1974 - STUPIDI/LA GENTE E ME (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Ven Gen 25, 2019 10:15 am

1. TITOLO:
 
1974 - STUPIDI/LA GENTE E ME
 
# Etichetta: VANILLA # Catalogo: OV 001 # Data pubblicazione: Settembre 1974 # Matrici: OV 001-A/OV 001-B # Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Stampato anche in edizione promozionale / Distribuito da Fonit Cetra - Milano
 
 
2. RECENSIONE:
 
Nel 1974 la Vanoni esordisce conla sua nuova etichetta, affidandone la distribuzione alla Fonit Cetra. Il primo 45 giri distribuito sotto questo nuovo marchio è Stupidi, un bel brano che annovera fra gli autori l'ex Rokes Shel Shapiro e Paolo Limiti.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
   
 
 
Edizione promozionale, vietata la vendita al pubblico
 
   
 
   
 
 
4. TRACK LIST
 
Lato A:
STUPIDI

 
      Lato B:
LA GENTE E ME (Chuva Suor Cerveja)

 
     

Autori: Paolo Limiti, Shel Shapiro
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Camminavo per strada
e in silenzio sentivo
alle spalle la gente
che piano diceva
come tu mi tradisci
e come io son
in casa sola.

Poi qualcuno, con tono
da inutile santo,
era molto spiacente
per me, e proprio tanto.
Che talento sublime
per fare del male
c’è nella gente!

Mio Dio,
che voglia
di girarmi e di gridare:
“Fate voi,
voi che cosa sapete
delle mie cadute,
dei disastri miei”.

Stupidi!
Stupidi!
Non ne sapete niente,
niente voi.
Dov’è lui, cosa è lui,
voi non ci arriverete
proprio mai.

Amore mio,
amore mio,
vieni a dire qualcosa,
vieni a fare qualcosa,
a trovare qualcosa,
a ritrovare qualcosa
che era in noi.

Stupidi!
Che stupidi!
Quel che penso e che sento,
che ho bruciato e che sento,
che ho rubato e che ho speso,
queste cose la gente
non le sa mai.

Il telefono suona
da mille distanze,
strane amiche ed ancora
più strane alleanze.
Tutte vogliono dire
e non dire il problema
che c’è qui presente.

Ogni sguardo che incontro
nel bar sotto casa
è un incrocio di pena
e di tacita intesa,
e qualcuno poi scuote
la testa per dire:
“Capitolo chiuso”.

Mio Dio,
che voglia
di girarmi e di gridare:
“Fate voi,
voi che cosa sapete
delle mie cadute,
dei disastri miei”.

Stupidi!
Stupidi!
Non ne sapete niente,
niente voi.
Dov’è lui, cosa è lui,
voi non ci arriverete
proprio mai.

Amore mio,
amore mio,
vieni a fare qualcosa,
a salvare qualcosa,
vieni a dire qualcosa,
possiamo dire ogni cosa
se tu lo vuoi.

Stupidi!
Che stupidi!
Lui mi ha solo amato,
io si l’ho capito
e l’ho anche lasciato.
Ecco quello che invece
non dirò mai.

Io si l’ho capito
e l’ho anche lasciato.
Ecco quello che invece
non dirò mai!
 
Fonte: QUI
     
Autori: Sergio Bardotti, Caetano Veloso
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Alle cinque di sera, bici, scarpe e corriera
Il mondo si sposta
Io che sono nervosa e un pochino gelosa
C’è poco che mi scoppi la testa

Vorrei proprio sapere
Cos’è che hanno tutti da dire
Che cos’hanno da fare
Uscire, entrare, andare, andare, andare
Se in fondo per me
Dici, taci, piaci, baci
Senza sapere perché

Alle dieci di sera
In un’altra atmosfera
Si passa anche ai fatti
Come fossero acciughe
In scatola in fila per due
Mi pare che diventino matti

Vorrei proprio sapere
Cos’è che hanno tutti da dire
Che cos’hanno da fare
Uscire, entrare, andare, andare, andare
Se in fondo per me
Dici, taci, piaci, baci
Senza sapere perché

La gente si trova, si tocca, ci prova
Si lascia e non ha nostalgia
La gente si chiama, si trova, si ama
Non piange per una bugia

La gente si trova, si tocca, ci prova
Si lascia e non ha nostalgia
La gente si chiama, si trova, si ama
Non piange per una bugia

Alle cinque di sera, bici, scarpe e corriera
Il mondo si sposta
Io che sono nervosa e un pochino gelosa
C’è poco che mi scoppi la testa

Vorrei proprio sapere
Cos’è che hanno tutti da dire
Che cos’hanno da fare
Uscire, entrare, andare, andare, andare
Se in fondo per me
Dici, taci, piaci, baci
Senza sapere perché

La gente si trova, si tocca, ci prova
Si lascia e non ha nostalgia
La gente si chiama, si trova, si ama
Non piange per una bugia

La gente si trova, si tocca, ci prova
Si lascia e non ha nostalgia
La gente si chiama, si trova, si ama
Non piange per una bugia

Alle dieci di sera
In un’altra atmosfera
Si passa anche ai fatti
Come fossero acciughe
In scatola in fila per due
Mi pare che diventino matti

Vorrei proprio sapere
Cos’è che hanno tutti da dire
Che cos’hanno da fare
Uscire, entrare, andare, andare, andare
Se in fondo per me
Dici, taci, piaci, baci
Senza sapere perché

La gente si trova, si tocca, ci prova
Si lascia e non ha nostalgia
La gente si chiama, si trova, si ama
Non piange per una bugia

La gente si trova, si tocca, ci prova
Si lascia e non ha nostalgia
La gente si chiama, si trova, si ama
Non piange per una bugia

La gente si trova, si tocca, ci prova
Si lascia e non ha nostalgia
La gente si chiama, si trova, si ama
Non piange per una bugia

La gente si trova, si tocca, ci prova
Si lascia e non ha nostalgia
La gente si chiama, si trova, si ama
Non piange per una bugia

La gente si trova, si tocca, ci prova
Si lascia e non ha nostalgia
La gente si chiama, si trova, si ama
Non piange per una bugia

La gente si trova, si tocca, ci prova
Si lascia e non ha nostalgia
La gente si chiama, si trova, si ama
Non piange per una bugia
 
Fonte: QUI
 
ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Videos10
 
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 3731
Punti : 3731
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Empty ORNELLA VANONI: 1974 - A UN CERTO PUNTO... (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Ven Gen 25, 2019 12:04 pm

1. TITOLO:
 
1974: A UN CERTO PUNTO...
 
# Etichetta: VANILLA # Catalogo: OVL 2001 # Data pubblicazione: Maggio 1974 # Matrici: OVL 2001 A/OVL 2001 B # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Matrici 2 Maggio / Distribuito da Fonit Cetra - Milano
 
 
2. RECENSIONE:
 
A un certo punto ... è un album della cantante italiana Ornella Vanoni pubblicato nel 1974.

Il disco:
Con questo album Ornella fonda una propria etichetta discografica, la Vanilla. L'album vende mezzo milione di copie e si piazza al secondo posto nella classifica di vendita

Realizzazione grafica di Tallarini e Ronco su foto di Mauro Balletti. Edito con copertina apribile e laminata.

L'unica differenza riscontrabile tra le varie edizioni è nel titolo, indicato come "A un certo punto..." o come "A un certo punto".

Dall'Lp vengono estratti alcuni singoli ad uso promozionale, identificabili dal suffisso OVR 5XX, con copertina standard Vanilla:(Il Milano-Roma/La Tana degli Artisti OVR 502, Prime ore del mattino/Fammi andare Via OVR 503, Stupidi/L'Apprendista Poeta OVR 505)

Edito in Argentina come "Hasta un cierto punto" e in Spagna col titolo "En este momento" dove presenta le versioni tradotte di "Supidi" ("Estupidos") e di "L'apprendista poeta" ("El aprendiz de poeta"), uscite anche su singolo con veste grafica originale.

La prima edizione del supporto cd è del 1988 per la serie MusicA della CGD (CDLSM 100027) senza codice a barre sul retro copertina.

L'edizione giapponese esce nel 1977(Seven Seas GP 510) e ha la copertina dell'lp "La Voglia di Sognare" con il titolo frontale "Ornella Vanoni", mentre sulla costola della copertina e sull'etichetta del vinile "La vita di Ornella Vanoni". I brani sono gli stessi dell'edizione italiana, ad eccezione dell'aggiunta di "Fili" come ultimo brano del lato A.

Il brano "La gente e me" è stato tradotto in lingua francese ed inserito nell'LP Album (Decca 260.010) uscito per il mercato d'oltralpe nel 1977 con il titolo "Ou Va Le Monde".
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
 
Versione promozionale, fuori commercio
 
   
 
 
Versione musicassetta
 

 
   
 
 
Versione stereo otto
 
 
 
4. TRACK LIST:
 
Lato A Lato B

  • A1 STUPIDI
  • A2 L'APPRENDISTA POETA (O poeta apprendiz)
  • A3 PRIME ORE DEL MATTINO
  • A4 IL CONTINENTE DELLE COSE AMATE


 
ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Button.png?t=n.b

ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Button
 
 
Lato A: 2
L'APPRENDISTA POETA (O poeta apprendiz)

 
      Lato B: 1
IL MILANO ROMA

 
     

Autori: S. Bardotti, V. De Moraes - Toquinho
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Ricordo un bambino un po' malandrino
un piccolo coso, vivace e curioso
nove anni aveva, ma dieci diceva

Giocava a pallone da vero campione
un'ala solista un poco egoista
e questo perché giocava per sé

I suoi occhi verdi spiavano attenti
le dive del cine, le prime bambine
Aveva nel cuore le prime parole
che lui non sapeva volessero dire amore

Correva sul molo per stare da solo
voleva esplorare il fondo del mare
cercava più in là, nell'immensità

Saltava all'oscuro il fosso ed il muro
cadendo giù esatto al modo di un gatto
e senza saperlo amava sul serio.

Amava una zia con vera pazzia
e le cuginette con le gonne strette
amava le artiste delle cineriviste
con santa passione amava le donne

Per questo compone la prima canzone
e quello che vuole lo mette in parole
e in ogni poesia c'è malinconia
la vita segreta, che un giorno poeta,
si ricorderà
 
Fonte: QUI
     
Autori: C. Castellari
Orchestra: Gianni Mazza
 
Testo:
Così non sei venuto
Diciamo che non è andata
Secondo i miei piani però
La mia delusione
È un fatto, un fatto certo
E io non mi diverto

Si sale a Milano
Stanchezza e giornali alla mano
Qualcosa si sogna
Ma prima che sia campagna

Il sonno passa
Rimane un’emozione intatta
E ricomincerei
Se tu volessi ancora
Per mia necessità

Perché dei fatti miei rispondo io
Perché sei l’uomo mio

Stazione di Piacenza
Un prete che mi sta di fronte
Osserva che il ponte sul Po
È una magnificenza
E parla, parla molto
Ma io non l’ascolto

E Roma è lontana
E il mio bilancio è una frana
Intanto che il mondo là fuori
Dà sfogo agli umori
Di un altro giorno
Rimane un’emozione intatta
E ricomincerei
Se tu volessi ancora
Per mia necessità

Perché dei fatti miei rispondo io
Perché sei l’uomo mio

Per mia necessità
Perché dei fatti miei rispondo io
Perché sei l’uomo mio
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 3
PRIME ORE DEL MATTINO

 
      Lato B: 2
DIPENDE

 
     

Autori: G. F. Baldazzi, I. Cellamare, S. Bardotti
Orchestra: Dario Baldan Bembo
 
Testo:
Prime ore del mattino
E tu qui vicino a me
Dormi stretto al tuo cuscino
Sicuro di te

Chiudo gli occhi e i miei pensieri
Son tornati insieme a lui
Ad immagini di ieri
Lontane
Da lui

La sua immagine nel sole
Mi sorride come se
Non sapesse ancora niente
Non sapesse che oramai
Amore
Ho scelto te

Prime ore del mattino
Apri gli occhi, “come stai?
Dormi ancora, è ancora presto
Ti amo, lo sai”

E c’è lui nella mia mente
Così vivo che potrei
Abbracciarlo veramente con l’amore che vorrei
Mentre dormi
E non sai

Prime ore del mattino
Io rimorsi non ne ho
Ti ho tradito ma era un sogno
Un sogno
O no?
 
Fonte: QUI
     
Autori: Renatozero, S. Bardotti
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Ammetto che c’è molta serietà
In te
Talento hai ed è maturità
Però

Ti manca un po’
Di passione e di allegria
E soffri un po’ di geometria

Io che farò?
Lascia che ci pensi su
Potrai avermi tu?
Dipende…

Se è un robot quel che serve a te
Perché ti sforzi di
Educare me
Non so

È chiaro che
Nello schema non ci sto
Prendevo 3 in geometria

Visto che vuoi
La chiarezza tra di noi
Fammi spazio e poi…
Dipende

Visto che vuoi
La chiarezza tra di noi
Fammi spazio e poi…
Dipende
Dipende
Dipende
Dipende
Dipende
Dipende
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 4
IL CONTINENTE DELLE COSE AMATE

 
      Lato B: 3
FAMMI ANDARE VIA

 
     

Autori: L. Ricchi, O. Vanoni
Orchestra: Dario Baldan Bembo
 
Testo:
Sera
In questa luce io mi sento
Vera
Sull’acqua e i suoi riflessi
Camminando, andrò
Fin laggiù

Dove
Dormire come un fiore e poi
sognare
e perdonare anche lui
credendo sia pioggia
il pianto

Grande nei sentimenti
Ma il mio cuore non regge, no
Ora che cosa inventi
Per poi dirmi “non basto più”?

Grande nei pentimenti
Nel rubarmi la gioventù
Buono per quei momenti
Quando il cuore non parla più

Nel continente
Delle cose amate
Rivedo con la mente
Le serate e noi
Che innamorati e amanti
Sognavamo un po’
E adesso non più

Sera
In questa luce io mi sento
Sola
E questa luna chiara
non consola più

Io
Se avrò il coraggio
Gli darò un addio
Stellato il cielo com’è
Potrebbe sembrare facile

Grande nei sentimenti
Ma il mio cuore non regge, no
Ora che cosa inventi
Per poi dirmi “non basto più”?

Grande nei pentimenti
Nel rubarmi la gioventù
Buono per quei momenti
Quando il cuore non parla più

Nel continente
Delle cose amate
Rivedo con la mente
Le serate e noi
Che innamorati e amanti
Sognavamo un po’
E adesso non più

Sera
Ma questa luce più non sembra
Vera
Non puoi salvare chi si sente
Sola
È falso dire “con la mente
Vola”
Se poi laggiù io mi ritrovo
Sola
Ma questa luce più non sembra
Vera
È falso dire “con la mente
Vola”
Se poi laggiù io mi ritrovo
Sola
 
Fonte: QUI
     
Autori: L. Albertelli, M. Fabrizio, O. Vanoni
Orchestra: Maurizio Fabrizio
 
Testo:
Fammi andare via
Non mi tentare ancora
Devo andare via
E non chiamarmi amore,
niente ipocrisia
dovrei tornare a casa mia

No, non far così
Da bravo, non mi stare addosso
Resta lì
Tu dici che capisci
Quando non mi va
E allora adesso non mi va

Dico una bugia
Per me sei come una mania
Che mi ubriaca
E mi fa anche parlare da sola
Ma per vigliaccheria
Me ne vado da qui

Che telepatia
Mentre mi trucco
C’è il tuo sguardo che mi spia
Seguo ogni mossa
del mio corpo che era tuo
e non lo sente già più suo

Che qualcosa c’è
Certo lo avverti
Ma non dici che cos’è
Eppure è chiaro che domani non mi avrai
Ma non lo ammetteresti mai
Con filosofia ho preso la mia malattia
E adesso che sto ancora in piedi da me, sai com’è?
Torno a casa mia
È la fine con te
 
Fonte: [url=]QUI[/url]

 
Lato A: 4
LA TANA DEGLI ARTISTI

 

Autori: C. Castellari, S. Scandolara
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Una cantina buia
In fondo alla città
Rapiti dalla noia
C’incontravamo là

La stessa sigaretta
Fumata in cinque o sei
La tana degli artisti,
i tuoi amici, i miei

Vendevi i tuoi disegni
Per niente o poco più
Un volto o quattro segni
Con la matita blu

Poi la malinconia
Quella che prende noi
La tana degli artisti
I miei amici e i tuoi

Ma adesso che sei qui
Adesso resti qui
Le tue rivoluzioni
Non le sopporto più

Per una volta tanto
Decido io per te
Per tante, troppe volte
L’hai fatto tu per me

L’avresti detto mai
Che in fondo a tutti i guai
C’è sempre la persona
Che non ti lascia mai?

E una soddisfazione
Adesso io ce l’ho
Passato l’uragano
Ritorni sempre qui

Una cantina buia
In fondo alla città
Rapiti dalla noia
C’incontravamo là

Intrecci di silenzi
Olimpo degli dei
Colori di ametista
In fondo agli occhi tuoi

Ma adesso che sei qui
Adesso resti qui

L’avresti detto mai
Che in fondo a tutti i guai
C’è sempre la persona
Che non ti lascia mai?

E una soddisfazione
Adesso io ce l’ho
Passato l’uragano
Ritorni sempre qui
 
Fonte: QUI
 
 
ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Lun Mar 25, 2019 10:24 pm, modificato 7 volte
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 3731
Punti : 3731
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Empty ORNELLA VANONI: 1974 - LA VOGLIA DI SOGNARE/GUARDO GUARDO E GUARDO (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Ven Gen 25, 2019 12:44 pm

1. TITOLO:
 
1974 - LA VOGLIA DI SOGNARE/GUARDO GUARDO E GUARDO
 
# Etichetta: VANILLA # Catalogo: OV 004 # Data pubblicazione: Novembre 1974 # Matrici: OV 004-A/OV 004-B # Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Data matrici 22 Novembre / Distribuito da Fonit Cetra - Milano
 
 
2. RECENSIONE:
 
Dal 33 giri omonimo, la Vanoni riduce su singolo la title track dell'album. Ancora una volta una canzone di Ornella viene utilizzata come sigla di Gran Varietà ed ovviamente anche questa volta il singolo godrà di un'ottima promozione, che contribuirà al suo successo commerciale, anche se la dolcezza di questo brano avrebbe probabilmente raggiunto gli stessi risultati anche senza questo supporto.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
 
4. TRACK LIST
 
Lato A:
LA VOGLIA DI SOGNARE

 
      Lato B:
GUARDO GUARDO E GUARDO

 
     

Autori: Luigi Lopez, Carla Vistarini
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Ti ricordi il primo giorno
che ci siamo conosciuti?
Eri strano, emozionato,
quanto tempo è già passato!

Mi piaceva il tuo coraggio,
la pazienza del tuo amore
e con te mi son trovata bene
a vivere e a pensare.

E d'inverno, quante sere
siamo stati ad inventare,
per il figlio che volevi,
un nome grande;
era bello andare avanti
con niente, ma insieme.

E la voglia di sognare
è difficile a passare,
anche dopo tanto tempo
io ti vedo come allora:

Un po' allegro e un po' scontento,
un po' tenero e violento,
di parole mica tante,
ma io non me ne lamento.

È la voglia di sognare
che ci fa dimenticare
una vita fatta solo
di giornate ad aspettare;
un minuto dopo l'altro,
perduti, ma insieme.

È con te che voglio stare,
della vita mi accontento
e mi sembra di aver tutto,
solo avendoti qui accanto.

È la voglia di sognare
che ci fa dimenticare
una vita fatta solo
di giornate ad aspettare;
un minuto dopo l'altro,
perduti, ma insieme.

Se non puoi dimenticare
quell'età del nostro amore
quando, per portarti un fiore,
mi scordavo di mangiare,
è la voglia di sognare,
è la voglia di sognare,
è la voglia di sognare.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Corrado Castellari, Paolo Limiti
Orchestra: Gianni Mazza
 
Testo:
Parli
e parli
e parli,
ma io,
io no,
non sento,
ma guardo
e guardo
la vena
che hai
sul polso,
mio Dio,
che polso
che hai!

E i capelli che hai
sulla tua camicia, sai,
mi fanno morire,
ti vorrei toccare
e vorrei
starmene lì
tra le tue ciglia.

Tu parli, parli e non sai
che io ti ruberei
quella gocciolina
di sudore che va
lungo il tuo collo,
su quella spalla.

Che labbra,
che dita,
ma tu parli
e io fingo
di ascoltarti,
ma guardo
e guardo,
come guardo,
io guardo
e tu parli.
 
Fonte: QUI
 
ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Ven Gen 25, 2019 3:53 pm, modificato 2 volte
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 3731
Punti : 3731
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Empty ORNELLA VANONI: 1974 - LA VOGLIA DI SOGNARE (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Ven Gen 25, 2019 3:48 pm

1. TITOLO:
 
1974: LA VOGLIA DI SOGNARE
 
# Etichetta: VANILLA # Catalogo: OVL 2002 # Data pubblicazione: Ottobre 1974 # Matrici: OVL 2002 A/OVL 2002 B # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Matrici 23 Ottobre / Distribuito da Fonit Cetra - Milano
 
 
2. RECENSIONE:
 
La voglia di sognare è un album musicale di Ornella Vanoni.

Il disco:
L'album contiene pezzi scritti da Carla Vistarini, Luigi Lopez, Bruno Lauzi, Lucio Dalla, Riccardo Cocciante, Sergio Bardotti, Paolo Limiti, etc. e arriva al sesto posto delle classifiche di vendita .

La canzone che diede il titolo all'album, La Voglia di Sognare, scritta da Carla Vistarini e Luigi Lopez, fu sigla dello storico programma radiofonico Gran Varietà nel 1974 e vinse il Premio della Critica Discografica nel 1975.

Uscirono due edizioni del disco con lo stesso numero di catalogo, la prima con copertina laminata a busta, la seconda con copertina opaca a busta.

Anche da questo album furono tratti 45 promozionali con copertina standard Vanilla: La Voglia di Sognare/Lui qui lui là OVR 507, Guardo guardo e guardo/La Mia Pazzia OVR 508, È Difficile non amarsi più/Alibi ovr 509, Un Mondo di Più/Il Male di Vivere OVR 510.

La prima edizione del supporto CD è datata 198,8 per la collana MusicA della CGD (CDLSM 100028) senza codice a barre sul retro copertina.

L'edizione spagnola reca la stessa copertina con il titolo "La dicha de sonar", mentre l'edizione argentina "El deseo de sonar".

Due brani di questo album furono tradotti in lingua francese e inseriti nell'LP Album (Decca 260.010), edito per il mercato d'oltralpe nel 1977: L'alibi (Alibi), Trop Beau et Trop Chaud (Guardo guardo e guardo).

Grafica di Luciano Tallarini e illustrazione di Gianni Ronco. L'edizione giapponese presenta un disegno alternativo di Gianni Ronco, non utilizzato in Italia, giocato su toni bianchi e rossi. La veste grafica dell'edizione italiana in Giappone è stata recuperata per l'lp La vita di Ornella Vanoni del 1977, edizione giapponese di A un certo punto.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
 
Versione musicassetta
 
         
 
 
Versione stereo otto
 
   
 
 
4. TRACK LIST:
 
Lato A Lato B

  • A1 LA VOGLIA DI SOGNARE
  • A2 LUI QUI, LUI LA' (eu so quero um xodò)
  • A3 LA MIA PAZZIA (j'amais un fou)
  • A4 UN MONDO DI PIU'
  • A5 IL MALE DI VIVERE (le mal de vivre)


 
ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Button.png?t=n.b

ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Button
 
 
Lato A: 2
LUI QUI, LUI LA' (eu so quero um xodò)

 
      Lato B: 1
E' DIFFICILE NON AMARSI PIU'

 
     

Autori: Anastacia, Dominguinhos, S. Bardotti
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
E come prevedendo già
fu lui che mi telefonò
che effetto dirgli ancora ciao
che gusto sulla base snob.

E impazzire per lui
e capire che anche lui
lui qui, lui là sta soffrendo e sa
che alle volte non ci sto.

Il gioco dei perché, dei ma
che finalmente non durò
la sua valigia sta di là
ed i suoi libri sul comò.

E mi chiedo chi è
questo angelo con me
lui qui, lui là che sta buono sa
che se voglio lui ci sta.
 
Fonte: QUI
     
Autori: S. Dumont, S. Bardotti
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
D’improvviso
Il silenzio mi racconta
Che la colpa è solo dei treni
E dei ritardi
Forse è stato un altro impegno
Forse è stato un contrattempo
È difficile non amarsi più

Su tutti i voli nel cielo
Ad ogni imbarco sul mare
C’è qualcuno che va da qualcuno
O torna da qualcuno, è stato con qualcuno
O torna a testa bassa da qualcuno
È difficile non amarsi più

La vita va avanti, c’è qualcuno che sta cantando
“La la la la la la la”
E paga da bere alla malinconia
“La la la la la la la”
Che cos’è che sto aspettando a casa tua?
Niente, niente, niente ma
È ancora presto
È stato sempre tardi
“La la la la la la la”

E mi sto chiedendo
Se son sempre io la stessa
La bambina e poi la donna
Poi l’amante e la sorella
E tante, troppe cose
Che oramai non sento più
È difficile non amarsi più

Ma è difficile non amarsi più

La vita va avanti, c’è qualcuno che sta cantando
“La la la la la la la”
E paga da bere alla malinconia
“La la la la la la la”
Che cos’è che sto aspettando a casa tua?
Niente, niente, niente ma
È ancora presto
È stato sempre tardi
“La la la la la la la”
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 3
LA MIA PAZZIA (j'amais un fou)

 
      Lato B: 3
CONTENTI

 
     

Autori: B. Lauzi, C. Lemesle, H. Giraud, P. Delanoe
Orchestra: Gianni Mazza
 
Testo:
Uomo troppo intelligente
Metà re e metà niente
Coltivava la mia mente
Alla libertà

Una notte si parlava
La seconda si ascoltava
Finché ci si ubriacava
Di felicità

M’ha insegnato lui la mia pazzia
Questa straordinaria malattia
Che ora non mi lascia mai

Schiavo della fantasia
Ogni tanto andava via
Ma tornava a casa mia
E restava un po’

E lì si ricominciava
Follemente ci si amava
Quel che in mente gli passava
Proprio non lo so

M’ha insegnato lui la mia pazzia
Questa straordinaria malattia
Che ora non mi lascia mai

Ma una sera se ne andò
E mai più da me tornò
Dove vive non lo so,
non ci penso più

Ora ho un altro uomo anch’io
Fatto a immagine di Dio
Più noioso di mio zio
E mi sento giù

M’ha insegnato lui la mia pazzia
Questa straordinaria malattia
Che ora non mi lascia mai

Uomo troppo intelligente
Metà re e metà niente
Ha lasciato la mia mente
Senza libertà
 
Fonte: QUI
     
Autori: Luigi Clausetti
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Tuo padre e tua madre
Gli amici e i parenti
Se io fossi morta
Eran tutti contenti
E io che fino a ieri
Ero una brava ragazza
Di colpo ero una da toglier di mezzo
Loro sanno perché

Soltanto per chi mi aveva trovata un po’ prima di te
Mi aveva anche sposato perciò
Tanto basta
Non ci son discussioni
Non è certo il caso di intender ragioni
Non parliamone più

Gran festa, gran festa
Che bello, che bello
Chiamate gli amici, uccidete un vitello
Che sappian che tutto è tornato normale
Che tutto è tornato legale

Quando fu giorno di prender bandiera
Tu stavi per scegliere quella più vera
Ma poi tu facevi un delitto, un peccato
E all’ultimo istante il coraggio è mancato
Hai tradito anche tu

Gran festa, gran festa
Che bello, che bello
Di nuovo gli amici, un altro vitello
Che sappian che tutto è tornato normale
Che tutto è tornato legale

Tuo padre e tua madre
Gli amici e i parenti
Adesso di nuovo sono tutti contenti
Ma poi
Contenti ce n’è per davvero?
Tu forse, non credo
Io no, di sicuro
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 4
UN MONDO DI PIU'

 
      Lato B: 4
ALIBI

 
     

Autori: G. F. Baldazzi, L. Dalla, S. Bardotti
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Le nostre labbra si sono capite
Il resto viene da sé
Che faccio qui e tu chi sei?
E questa febbre cos'è?

Senza bisogno di spiegazioni
Che sono vere a metà
È dal tuo sguardo, dalle tue mani
Che la risposta verrà.

Tu sei grande, sei molto buono
Tu sei forte, sei tu il mio uomo
E non ho bisogno di domandare di più.

Il piacere che posso darti
È il mio modo di ringraziarti
Mi fa sentire di avere tanto di più.

La geografia del corpo mio
Non ha segreti per te
Lo sguardo tuo, le mani tue
L'han disegnata su me.

Dopo l'amore, la tenerezza
Le dolci complicità
Guardarsi dentro
in trasparenza
Non ha più senso
non l'ha.

Tu sei grande, sei molto buono
Tu sei forte, sei tu il mio uomo
E non ho bisogno di domandare di più.

Il piacere che posso darti
È il mio modo di ringraziarti
Mi fa sentire di avere tanto di più
Ma tanto di più da dare a te
Quello che io avevo in me.

Un mondo di più, se tu lo vuoi
Un mondo per te, un mondo per noi
Il mondo di più, se tu lo vuoi
Un mondo per te, un mondo per noi
Il mondo di più.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Bruno Lauzi
Orchestra: Gianni Mazza
 
Testo:
Alibi,
adesso mi procuro
un alibi,
così sono sicura,
un alibi,
nessuno più mi cercherà.

Nessuno è responsabile al mondo,
basta avere un alibi,
la colpa l’ha la società,
perché c’è sempre qualcun altro che sbaglia
ed è meglio
avere di riserva sempre, in un angolo, un alibi.

Mi sento poco bene,
alibi,
in fondo non conviene,
alibi,
qualcuno per noi pagherà
ed è meglio
avere di riserva sempre, in un angolo, un alibi.

Alibi,
adesso mi procuro
un alibi,
così sono sicura,
un alibi,
nessuno più mi cercherà.

Nessuno è responsabile al mondo,
basta avere un alibi,
la colpa l’ha la società,
perché c’è sempre qualcun altro che sbaglia
ed è meglio
avere di riserva sempre, in un angolo, un alibi.

Mi sento poco bene,
alibi,
in fondo non conviene,
alibi,
qualcuno infine pagherà.

L’alibi l’ho:
la guerra in Palestina.
L’alibi l’ho:
i morti in Indocina.
L’alibi l’ho.

L’alibi l’ho:
nessuno mi vuol bene.
L’alibi l’ho:
mi sento poco bene.
L’alibi l’ho:
in fondo non conviene.
L’alibi l’ho:
la guerra in Indocina.
L’alibi l’ho:
la morte in Palestina.
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 5
IL MALE DI VIVERE (le mal de vivre)

 
      Lato B: 5
STRINGI STRINGI

 
     

Autori: Barbara, G. Laneve
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
E non si annuncia, arriva
vien da lontano
se trascinato di riva in riva
ha un ghigno strano

E un mattino ti sveglia
è quasi niente ma c'è
e scivolare lo senti
lungo la schiena

Il mal di vivere
il mal di vivere
che devi vivere
per quel che vale

lo puoi portare a bandoliera o al dito
come un anello
o proprio in mezzo al seno
o come un fiore all'occhiello

Non è una sconfitta senza speranza
non è per forza un gran dolore
ma ti trovi le lacrime agli occhi
per un giorno che nasce o che muore

Il mal di vivere
il mal di vivere
che devi vivere
per quel che vale

Se sei di Mosca o americano
di Parigi o del Giappone
londinese o africano
o del mio stesso rione

Per tutti è la stessa preghiera
per tutti è lo stesso cammino
ed è lungo tirar fino a sera
con quel male tanto vicino

Ed è difficile farsi capire
da chi fa finta di tirarti su
non li vogliamo più sentire troppo
non se ne può più

E allora soli nel silenzio
nelle notti imprigionati
ripensiamo improvvisamente
a quelli che non son tornati

Dal mal di vivere
dal loro male
costretti a viverlo
per quel che vale

E non si annuncia, ecco arriva
all'improvviso
ed è volata di riva in riva
con un sorriso

E un mattino ti sveglia
è quasi niente ma c'è
e ti meraviglia
quello che si sente

La gioia di vivere
la gioia di vivere
su, vieni a viverla
è tua, da vivere

La gioia di vivere
la gioia di vivere
su, vieni a viverla
è tua, da vivere
 
Fonte: QUI
     
Autori: Renato Arrouh
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
E stringi, stringi e poi
Mi resti solo tu
Con quel tuo amore
Così testardo che sei poi
Ci penso su
Mi chiedo sempre
Come fai.
Come fai,
dimmelo,
ma come fai,
amore mio,
ma che pazzo che sei
a credere nell’amore così.

Come fai,
dimmelo,
ma come fai
ad esserci
anche se non ci sei?
E la mente mia
Vola sempre con te

Così testardo che sei poi
Ci penso su
Mi chiedo sempre
Come fai.
Come fai,
dimmelo,
ma come fai,
amore mio,
ma che pazzo che sei
a credere nell’amore così.

Come fai,
dimmelo,
ma come fai
ad esserci
anche se non ci sei?
E la mente mia
Vola sempre con te
 
Fonte: QUI
 
Lato A: 4
CANTO POPOLARE

 

Autori: M. Luberti, R. Cocciante
Orchestra: Gianni Mazza
 
Testo:
Sai che devo partire
Che mi dai prima di andare?
Vorrei, vorrei, vorrei
I tuoi occhi io vorrei

Io non te li posso dare
Ne ho bisogno per vedere
Oh no, proprio no
I miei occhi non te li do

Sai che devo partire
Forse per non ritornare
Vorrei, vorrei, vorrei
Il tuo cuore io vorrei

Io non te lo posso dare
Ne ho bisogno per amare
Oh no, proprio no
Il mio cuore non te lo do

E va bene, amore mio
Se non posso portarmi il cuore
Vorrei almeno vorrei
Che non mi scordassi mai

Ma scordarti come posso
Se io quasi non ti conosco
Potrei, magari potrei
Ma lo so che poi ti scorderei

Io di te non avrò niente
Posso chiedere solamente
Mi dai, mi dai, mi dai
Il disprezzo almeno me lo dai

Quello è sempre stato tuo
Io non ti regalo niente
Se ti basta, se hai pazienza
Posso darti solo l'indifferenza
 
Fonte: QUI
 
 
ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Lun Gen 28, 2019 5:48 pm, modificato 3 volte
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 3731
Punti : 3731
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Empty ORNELLA VANONI: 1975 - SE DOVESSI CANTARTI/ALIBI (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Ven Gen 25, 2019 4:37 pm

1. TITOLO:
 
1975 - SE DOVESSI CANTARTI/ALIBI
 
# Etichetta: VANILLA # Catalogo: OV 005 # Data pubblicazione: Febbraio 1975 # Matrici: OV 005-A/OV 005-B # Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Data matrici: 6 Febbraio 1975-22 Novembre 1974 / Lato A: sigla della trasmissione televisiva "Fatti e fattacci" (Antonello Falqui, 1975) / Distribuito da Fonit Cetra - Milano
 
 
2. COVER:
 
   
 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
3. TRACK LIST
 
Lato A: con LUIGI PROIETTI
SE DOVESSI CANTARTI

 
      Lato B:
ALIBI

 
     

Autori: Bruno Canfora, Roberto Lerici
Orchestra: Bruno Canfora
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
     
 
Testo:
 
ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Videos10
 
O
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 3731
Punti : 3731
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Empty ORNELLA VANONI: 1975 - UOMO MIO, BAMBINO MIO/CANTA CANTA (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Ven Gen 25, 2019 6:06 pm

1. TITOLO:
 
1975 - UOMO MIO, BAMBINO MIO/CANTA CANTA
 
# Etichetta: VANILLA # Catalogo: OV 005 # Data pubblicazione: Settembre 1975 # Matrici: OV 005-A/OV 005-B # Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Data matrici 3 Settembre / Distribuito da Fonit Cetra - Milano
 
 
2. RECENSIONE:
 
Il nuovo album della Vanoni pubblicato nel 1975 si intitola Uomo mio, bambino mio. Ancora una volta la Vanoni decide di pubblicare su singolo il brano che da il titolo al 33 giri. Da notare che alla registrazione di Uomo mio, bambino mio ha collaborato anche Mia Martini, che tuttavia non risulta accreditata.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 

 
 
Edizione speciale servizio "JUKE BOX" vietata la vendita al pubblico
 
   
 
 
4. TRACK LIST
 
Lato A:
UOMO MIO, BAMBINO MIO

 
      Lato B:
CANTA CANTA (minha gente)

 
     

Autori: Sergepy, Sergio Bardotti, Maurizio Fabrizio
Orchestra: Gianfranco Lombardi
Cori: Mia Martini
 
Testo:
Io
Tu
Noi
Quando
Ti aspettavo tanto

Ma ti ho detto
No
No
Mai
Mai
E ti avevo ormai

Ti avevo
In me

Uomo mio, bambino mio
Ti ho
Fatto impazzire
Solo per sentirmi anch’io
Morire

Domani
Stasera
No

Io
Tu
Noi
Dove?
Non ricordo
Dove

Uomo mio, bambino mio
Vorrei farti capire
Che non è difficile
Sbagliare
Tornare
Per dire
Dio
Mio
Io
tua
 
Fonte: QUI
     
Autori: Giorgio Calabrese, Martinho Da Vila
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Canta canta i tuoi momenti
Quel che la vita ti dà
Canta forte, canta alto
Poi qualcosa sarà
Poi qualcosa sarà
Poi qualcosa sarà
Poi qualcosa sarà

Ho cantato allegria
In parte vissuta
In parte sognata
Ho cantato tristezze
Sciacquando i ricordi
In acqua passata
Ho cantato il destino
Di essere donna
E innamorata
Ma cantando, cantando, cantando
La verità non l’ho mai raccontata

Canta canta i tuoi momenti
Quel che la vita ti dà
Canta forte, canta alto
E poi qualcosa sarà
E poi qualcosa sarà
E poi qualcosa sarà
E poi qualcosa sarà

Io canto l’uomo e una donna
La cosa più bella che Dio ha creato
Canto la storia di tutti
E anch’io mi ci sono identificata
Per questo ho sentito mia
Ogni canzone che ho raccontato
E ogni volta ho avuto bisogno
Di essere almeno un po’ innamorata

Canta canta i tuoi momenti
Quel che la vita ti dà
Canta forte, canta alto
E poi qualcosa sarà

Canta canta i tuoi momenti
Quel che la vita ti dà
Canta forte, canta alto
E poi qualcosa sarà
E poi qualcosa sarà
E poi qualcosa sarà
E poi qualcosa sarà
E poi qualcosa sarà
E poi qualcosa sarà
E poi qualcosa sarà
E poi qualcosa sarà
E poi qualcosa sarà
E poi qualcosa sarà
E poi qualcosa sarà
 
Fonte: QUI
 
ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Videos10
 
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 3731
Punti : 3731
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Empty ORNELLA VANONI: 1975 - UOMO MIO BAMBINO MIO (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Ven Gen 25, 2019 8:43 pm

1. TITOLO:
 
1975: UOMO MIO BAMBINO MIO
 
# Etichetta: VANILLA # Catalogo: OVL 2003 # Data pubblicazione: Settembre 1975 # Matrici: OVL 2003 A/OVL 2003 B # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Matrici 8 Settembre / Distribuito da Fonit Cetra - Milano
 
 
2. RECENSIONE:
 
Uomo mio bambino mio, pubblicato nel 1975, è un album della cantante italiana Ornella Vanoni.

Il disco:
Realizzato con copertina apribile in cartone "effetto tela".

Mia Martini, non accreditata, è la seconda voce nel pezzo che dà il titolo all'lp.

Nell'lp "Album" uscito per il mercato d'oltralpe DECCA 260.010) troviamo molti brani cantati in lingua: Je sais (Conosco), Quand arrive t'il à l'amour(Di questo e d'altro), Je t'aime toi (Sincerità), Comme un reve (Come il vento), Tu ne sais pas me faire l'amour (Non sai fare l'amore).

Anche da questo disco, sono tratti 45 promozionali con la copertina standard Vanilla: Costruzione/La Luna è... OVR 516, Non sai fare l'amore/Uomo mio bambino mio OVR 520.

La prima edizione del supporto CD è del 1988 per la collana MusicA della CGD (CDLSM 100029) senza codice a barre sul retro copertina.

Uscito per il mercato spagnolo con il titolo di "Canta Canta" (Zafiro ZL-170) con copertina laminata apribile e con testi all'interno. Stesse foto dell'edizione italiana ma con grafica diversa. La successione dei brani è diversa sul lato A, dove come primo brano troviamo appunto "Canta Canta". Per l'edizione sudamericana, la grafica e il titolo sono come per l'edizione spagnola ma la foto esterna scambiata con quella interna, e copertina a busta chiusa.

L'edizione giapponese è del 1978 (Seven Seas GP 593) con copertina frontale come l'edizione italiana ma a busta chiusa in cartone pesante e inserto con testi. Sul lato A viene escluso il brano "Fili" ma è inclusa la sigla del programma Fatti e Fattacci: "Se dovessi cantarti".
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 

 
   
 
 
Versione musicassetta
 

 
   
 
 
4. TRACK LIST:
 
Lato A Lato B



  • B1 COSTRUZIONE (Costruçao)
  • B2 LA LUNA E... (The moon is a harsh mistress)
  • B3 CONOSCO
  • B4 NON SAI FARE L'AMORE
  • B5 COME IL VENTO
 
ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Button.png?t=n.b

ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Button
 
 
Lato A: 2
FILI (Feeling)

 
      Lato B: 1
COSTRUZIONE (Costruçao)

 
     

Autori: Giorgio Calabrese, Morris Albert
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Fili
Fili di parole
Per tornare indietro
Risalire a te

Sogni
Dove ti rivedo
Come ti ricordo
Non come sarai

Vedi
Hai vinto ancora tu
A non volere attendere
Di non amarci più

Fili
Voglie sottili
Svegliarmi male
Perché tu non ci sei

Forse
Che io ti abbia tanto avuto
L’ho certamente immaginato
Adesso non lo so

Fili
Voglie sottili
Svegliarmi male
Perché tu non ci sei

Fili
Fili di parole
Per tornare indietro
Risalire a te

Vedi
Hai vinto ancora tu
A non volere attendere
Di non amarci più

Fili
Voglie sottili
Svegliarmi male
Perché tu non ci sei
 
Fonte: QUI
     
Autori: Sergio Bardotti, Chico Buarque de Hollanda
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Amò tutta la notte come fosse l'ultima
Baciò la Donna sua come se fosse l'ultima
Ed ogni figlio suo come se fosse l'unico
E attraversò la strada col suo passo timido

Salì la costruzione come fosse macchina
Alzò sul ballatoio due pareti solide
Mattone per mattone in un disegno magico
Con gli occhi pieni zeppi di cemento e lacrime
Sedette a riposare come fosse sabato

Mangiò pane e formaggio come fosse un principe
Bevette e singhiozzò come se fosse un naufrago
Ballò e gorgogliò come ascoltasse musica
Ed inciampò nel cielo come un vecchio comico

E fluttuò nell'aria come fosse un passero
A terra si afflosciò come un pacchetto flaccido
Agonizzò nel mezzo del passeggio pubblico
Si spense contromano, ostacolando il traffico

Amò tutta la notte come fosse l'ultimo
Baciò la Donna sua come se fosse l'unica
Ed ogni figlio suo come se fosse il prodigo
E attraversò la strada col suo passo comico

Salì la costruzione come fosse un solido
Alzò sul ballatoio due pareti magiche
Mattone per mattone in un disegno logico
Con gli occhi pieni zeppi di cemento e traffico
Sedette a riposare come fosse un principe

Mangiò pane e formaggio come fosse il massimo
Bevette e singhiozzò come se fosse macchina
Ballò e gorgogliò come se fosse il prossimo
Ed inciampò nel cielo come ascoltasse musica

E fluttuò nell'aria come fosse sabato
A terra si afflosciò come un pacchetto timido
Agonizzò nel mezzo del passaggio un naufrago
Si spense contromano, ostacolando il pubblico

Amò tutta la notte come fosse macchina
Baciò la Donna sua come se fosse logico
Alzò sul ballatoio due pareti flaccide
Sedette a riposare come fosse un passero

E fluttuò nell'aria come fosse principe
A terra si afflosciò come un pacchetto comico
Si spense contromano, ostacolando il sabato
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 3
SINCERITA'

 
      Lato B: 2
LA LUNA E... (The moon is a harsh mistress)

 
     

Autori: Mario Guarnera
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Non dico di no
È bello quando tu
Mi parli d’amore

Ho il dubbio però
Che spesso te l’inventi
Solo per giustificare
Le volte che noi due
facciamo l’amore

Ti vergogni a immaginare
Che a volte si può fare
Anche solo per piacere
E questo modo di pensare
Mi fa spesso dubitare
E non vorrei che tu
Tu mi chiamassi amore
Per paura di scoprire
Che lo fai solo per piacere

Sincerità
A costo di sentire
Volgarità

Sincerità
Sacrifichi l’effetto
Per la verità

Sincerità
Il freddo di un momento
Che poi mi servirà

Sincerità
A costo di sentire
Volgarità

Non dico di no
È bello quando tu
Mi parli d’amore

Ti chiedo però
Di farlo solamente
Se quello che tu dici
Lo pensi veramente,
ho bisogno di sincerità

Sincerità
A costo di sentire
Volgarità

Sincerità
Sacrifichi l’effetto
Per la verità

Sincerità
Il freddo di un momento
Che poi mi servirà

Sincerità
A costo di sentire
Volgarità

Sincerità
Il freddo di un momento
Che poi mi servirà

Sincerità
A costo di sentire
Volgarità
 
Fonte: QUI
     
Autori: Giorgio Calabrese, Jimmi Webb
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Navigando va
Vela senza marinai
Pensi di fermarla
Ma non tentare mai
Calma come sembra a te
Che gelida amante
La luna, luna è

Sorge e non mi dà
La serenità
Ma riempie di fantasmi
Di pause e d’ansietà
Il buio intorno a me
Che gelida amante
La luna, luna è

Regina di maree
E di malinconie
Mi oriento su di me
Con tutti i sogni miei
Ed ho perduto il nord
Il cielo è distante
La via non so qual è
Che gelida amante
La luna, luna è
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 4
DI QUESTO E DELL'ALTRO

 
      Lato B: 3
CONOSCO

 
     

Autori: Giorgio Calabrese, Dario Baldan Bembo
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Di questo e d’altro ti racconterei
Quando vuoi
Di questo e d’altro parlerei
Se lo vuoi

La fragilità
Che porto in fondo a me
L’altalena dei perché
Le mie malinconie

Volano le idee
Il vento sono io
E non ho altre nubi
Per nasconderle

Vieni via con me
… salpano
Le navi a vela
E i sogni muoiono qui

L’amore è
Un eroismo semplice
Tamburi e bandiere
E non combattere mai
E non arrendersi mai

Di questo e d’altro
Parlerei
Quando vuoi

Di questo e d’altro
Parlerei
Se mi ascolterai

Si accendono falò
Di breve intensità
E non ho molto tempo
Per riflettere

Vieni qui con me
Rinunciare è difficile
Cambierà
La mia perfetta realtà

Le idee si alzano
Come cicogne che migrano
Ascolta
Sta cambiando qualcosa anche in me

Di questo e d’altro
Parlerei
Quando vuoi

Di questo e d’altro
Parlerei
Solo a te
Piano
 
Fonte: QUI
     
Autori: L. Albertelli, M. Fabrizio, O. Vanoni
Orchestra: Maurizio Fabrizio
 
Testo:
Conosco quel crampo che ti prende lo stomaco
Fino a farti gridare
Conosco i muri oscuri di quel vicolo cieco
Che ti fa impazzire
Conosco la voglia di parlare con Dio
Come a un uomo di strada
Conosco quel lungo silenzio suo
Che ti lacera come una spada

Non parlare
Non ti sforzare
Non dire niente
Il sospiro di un’anima triste
Anche in silenzio si sente

E lasciati andare
Tra le mie braccia
Qui non ci sono case
E non ci sono …

Il sospiro di un’anima triste
Anche in silenzio si sente

Il sospiro di un’anima triste
Anche in silenzio si sente

Conosco i tuoi caldi rimpianti
Di quando sui banchi di scuola
Sognavi di afferrare il cielo e gli astri
Con una mano sola

Non parlare
Non ti sforzare
Non dire niente
Il sospiro di un’anima triste
Anche in silenzio si sente

E lasciati andare
Tra le mie braccia
Qui non ci sono case
E non ci sono …

Il sospiro di un’anima triste
Anche in silenzio si sente

Il sospiro di un’anima triste
Anche in silenzio si sente
 
Fonte: QUI

 
Lato B: 5
COME IL VENTO

 

Autori: S. Fabrizio, Maurizio Fabrizio
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
È rimasta la tristezza
Se n’è andata l’allegria
Proprio tu hai portato via
Tutto solo in un momento

Come il vento
Come il vento te ne vai
E non ritornerai
E non ritornerai

Non posso più prenderti
Sei già lontano
Il mio amore dov’è?
Se n’è andato con te

Non ti vedrò invecchiare
Ho chiuso dentro il cuore
I tuoi gesti, poesia
Che non puoi portarmi via
In un momento
In un momento

Come il vento
Come il vento te ne vai
E non ritornerai
E non ritornerai

Non posso più prenderti
Sei già lontano
Il mio amore dov’è?
Se n’è andato con te
 
Fonte: QUI
 
 
ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Lun Gen 28, 2019 12:04 am, modificato 4 volte
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 3731
Punti : 3731
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Empty ORNELLA VANONI: 1975 - COSTRUZIONE/LA LUNA E... (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Ven Gen 25, 2019 10:16 pm

1. TITOLO:
 
1975 - COSTRUZIONE/LA LUNA E...
 
# Etichetta: VANILLA # Catalogo: OVR 516 # Data pubblicazione: Ottobre 1975 # Matrici: OVR 516-A/OVR 516-B # Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Data matrici: 15 Ottobre / Pubblicato con copertina generica, nella sola edizione promozionale / Distribuito da Fonit Cetra - Milano
 
 
2. COVER:
 
   
 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
COSTRUZIONE (Costruçao)

 
      Lato B:
LA LUNA E... (The moon is a harsh mistress)

 
     

 
Testo:
     
 
Testo:
 
ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Lun Gen 28, 2019 12:03 am, modificato 1 volta
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 3731
Punti : 3731
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Empty ORNELLA VANONI: 1975 - CONOSCO/COME IL VENTO (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Ven Gen 25, 2019 10:45 pm

1. TITOLO:
 
1975 - CONOSCO/COME IL VENTO
 
# Etichetta: VANILLA # Catalogo: OVR 517 # Data pubblicazione: Ottobre 1975 # Matrici: OVR 517-A/OVR 517-B # Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Data matrici: 15 Ottobre / Pubblicato con copertina generica, nella sola edizione promozionale / Distribuito da Fonit Cetra - Milano
 
 
2. COVER:
 
   
 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
CONOSCO

 
      Lato B:
COME IL VENTO

 
     

 
Testo:
     
 
Testo:
 
ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Lun Gen 28, 2019 12:02 am, modificato 1 volta
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 3731
Punti : 3731
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Empty ORNELLA VANONI: 1975 - NON SAI FARE L'AMORE/UOMO MIO, BAMBINO MIO (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Ven Gen 25, 2019 10:54 pm

1. TITOLO:
 
1975 - NON SAI FARE L'AMORE/UOMO MIO, BAMBINO MIO
 
# Etichetta: VANILLA # Catalogo: OVR 520 # Data pubblicazione: Ottobre 1975 # Matrici: OVR 520-A/OVR 520-B # Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Data matrici: 15 Ottobre / Pubblicato con copertina generica, nella sola edizione promozionale / Distribuito da Fonit Cetra - Milano
 
 
2. COVER:
 
   
 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
NON SAI FARE L'AMORE

 
      Lato B:
UOMO MIO, BAMBINO MIO

 
     

 
Testo:
     
 
Testo:
 
ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Lun Gen 28, 2019 12:01 am, modificato 1 volta
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 3731
Punti : 3731
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Empty ORNELLA VANONI: 1976 - FILI/NON SAI FARE L'AMORE (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Sab Gen 26, 2019 9:52 am

1. TITOLO:
 
1976 - FILI/NON SAI FARE L'AMORE
 
# Etichetta: VANILLA # Catalogo: OV 007 # Data pubblicazione: 1976 # Matrici: OV 007-A/OV 007-B # Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Stampato anche in edizione promozionale con copertina generica / Distribuito da Fonit Cetra - Milano
 
 
2. COVER:
 
   
 

 
 
Edizione promozionale, vietata la vendita al pubblico
 
   
 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
FILI (Feelings)

 
      Lato B:
NON SAI FARE L'AMORE

 
 
     

 


Testo:
     
Autori: Paolo Limiti, Salvatore Fabrizio
Orchestra: Gianni Mazza
 
Testo:
Sei uno schianto,
non ti resisto più,
però non sai... non sai...
non sai...
non sai fare l'amore tu.

Per fare, fai,
ma non ci sei.

Prendi le mani,
che stupende mani hai,
invece no... e no... e no...
le muovi proprio male, sai?
Non vedi che
sono su me?

Poi hai troppe braccia,
le sento dappertutto,
chilometri ne hai!

E sei troppo sano,
lo so che questo è un bene,
però...
ad un pensiero un po' sfacciato,
magari un po' malato,
non avrei detto di no.

Forse la guerra
la sentirai di più,
certo che no, non sai...
non sai...
non sai fare l'amore tu.

Pensare che
c'è tutto in te!

Poi non stai attento,
di baci mi violenti,
ma quanti denti hai?

E poi sei troppo buono,
tu pensi sempre bene,
però...
se tu volessi appena appena
variare un po' sul tema
qualche ideina l'avrei...

Certo al... pallone
tu renderai di più
però non sai... non sai...
non sai...
non sai fare l'amore tu,
anche se ti
dico di sì,
anche se ti
dico di sì...
 
Fonte: QUI
 
ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Dom Gen 27, 2019 8:45 pm, modificato 1 volta
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 3731
Punti : 3731
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Empty ORNELLA VANONI: 1976 - AMORI MIEI (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Sab Gen 26, 2019 10:37 am

1. TITOLO:
 
1976: AMORI MIEI
 
# Etichetta: VANILLA # Catalogo: OVL 2004 # Data pubblicazione: Febbraio 1976 # Matrici: OVL 2004 A/OVL 2004 B # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Matrici 27 Febbraio / Distribuito da Fonit Cetra - Milano
 
 
2. RECENSIONE:
 
Amori miei, pubblicato nel 1976, è un album della cantante italiana Ornella Vanon con Gianrico Tedeschi, Duilio Del Prete E Erika Blanc.
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
 
4. TRACK LIST:
 
 
Lato A Lato B

  • A1 UNA FABBRICA D'AMORE
  • A2 LA BIANDRIA
  • A3 PING PONG
  • A4 MAMMA
  • A5 VADO VIA
  • A6 AMORI MIEI
  • A7 ANNA-LISA


  • B1 LA SCAPPATELLA
  • B2 PEGGIO PER TE
  • B3 MEGLIO PER ME
  • B4 LA SCAPPATELLA (ripresa)
  • B5 MI VIENE DA PIANGERE
  • B6 LA SCATOLA CINESE
  • B7 ANNA-LISA (ripresa)
  • B8 MAMMA!
 
 
ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Lun Gen 28, 2019 12:00 am, modificato 1 volta
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 3731
Punti : 3731
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Empty ORNELLA VANONI: 1976 - LA VOGLIA LA PAZZIA L'INCOSCIENZA L'ALLEGRIA (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Sab Gen 26, 2019 11:41 pm

1. TITOLO:
 
1976: LA VOGLIA LA PAZZIA L'INCOSCIENZA L'ALLEGRIA
 
# Etichetta: VANILLA # Catalogo: OVL 2005 # Data pubblicazione: Aprile 1976 # Matrici: OVL 2005 A/OVL 2005 B # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Data matrici: 1 Aprile-9 Aprile / Toquinho, Vinicius de Moraes e Paulinho da Viola sono i nomi d'arte rispettivamente di Antonio Pecci Filho, Marcus Vinícius da Cruz de Mello Moraes e Paulo César Batista de Faria / "Assenza" e "L'assente" sono due poesie di Vinicius de Moraes lette dall'autore / Copertina apribile con all'interno fotografie e uno scritto di Ornella Vanoni - Busta interna con i testi delle canzoni / Fotografie di Pino Abbrescia - Grafica di Ferruccio Piludu / Registrato presso gli Studi Fonit Cetra di Roma da Massimo Becagli, Franco Uggeri e Mimmo Panseri - Orchestra e cori registrati presso gli Studi Fonit Cetra di Milano da Plinio Chiesa / Distribuito da Fonit Cetra - Milano
 
 
2. RECENSIONE:
 
La voglia la pazzia l'incoscienza l'allegria, pubblicato nel 1976, è un album della cantante italiana Ornella Vanoni realizzato in collaborazione con il cantautore brasiliano Vinícius de Moraes e il chitarrista Toquinho.

Il disco:
è una rilettura di diverse musiche brasiliane di bossa nova, scritte da alcuni dei più grandi nomi della musica brasiliana come Antônio Carlos Jobim e Chico Buarque, cantate in italiano.

Il disco si presenta come un concept album, ossia come un'opera intera segnata da un filo conduttore unico: un album a tema composto da canzoni e poesie interpretate da Vinicius, dove spesso non vi è pausa né termine tra un pezzo e l'altro, ma sembra quasi la continuazione.

Raggiunge il sesto posto di vendite in classifica

L'lp ha la copertina apribile, realizzata con un cartoncino tramato, con all'interno foto e una dedica scritta dalla Vanoni. La busta interna, di colore arancione, ha tutti i testi.

Verrà ristampato dalla CGD negli anni ottanta con grafica identica all'originale, la sola eccezione è nel tipo di carta, normale liscia, usata per la copertina.

Alcuni singoli, con copertina standard della Vanilla, vennero estratti dall'lp a scopo promozionale:

OVR 521 – Senza paura/La rosa spogliata, OVR 522 – Samba della rosa/Semaforo rosso, OVR 523 – La voglia,la pazzia/Un altro addio

Mentre per il mercato estero uscì un 45 giri ufficiale, su etichetta Zafiro, con i brani La voglia, la pazzia/Senza Paura. La copertina è identica all'lp.

Per il mercato brasiliano uscì anche un extended play, su etichetta RCA Victor 202.8001, con i brani Samba Della Rosa, Senza Paura, Assenza/Io So Che Ti Amero, La Voglia La Pazzia. Il disco ha una veste grafica originale con una fotografia inedita, a colori, dei tre artisti in sala d'incisione.

Nel 2009 è stato incluso nella scelta della collana "Club of the 496". Si tratta di una accuratissima selezione di album internazionali in vinile 200 g ristampati in sole 496 copie dalla casa giapponese Audiophilie Production, per la collana "Signoricci Vinyl".[senza fonte] La grafica della copertina è la stessa dell'originale, ma in busta chiusa di cartone pesante laminato. Sul retro sono spiegate tutte le caratteristiche fonico/tecniche della ristampa. L'etichetta del disco è la tipica CGD arcobaleno degli anni '90.

La prima stampa del supporto in CD è del 1987 (CDS 6050) e non riporta il codice a barre sul retro copertina.

L'album è presente nella classifica dei 100 dischi italiani più belli di sempre secondo Rolling Stone Italia alla posizione numero 76.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 

 
   
 
 
Versione musicassetta
 
   
 
 
Versione stereo otto
 

 
 
 
4. TRACK LIST:
 
Lato A Lato B

  • A1 SENZA PAURA (Sem medo)
  • A2 LA ROSA SPOGLIATA (A rosa desfolhada)
  • A3 SAMBA DELLA ROSA (Samba da rosa)
  • A4 SAMBA IN PRELUDIO (Samba em prelúdio)
  • A5 ANEMA E CORE
  • A6 LA VOGLIA LA PAZZIA (Se ela quisesse)


  • B1 SEMAFORO ROSSO (Sinal fechado)
  • B2 ASSENZA (Ausencia)
  • B3 IO SO CHE TI AMERO' (Eu sei que vou te amar)
  • B4 UN ALTRO ADDIO (Mais um adeus)
  • B5 L'ASSENTE (O ausente)
  • B6 ACCENDI UNA LUNA (Acende uma lua no ceu)
  • B7 SAMBA PER VINICIUS (Samba pra Vinícius)
 
 
Lato A: 1
SENZA PAURA (Sem medo)

 
      Lato B: 1
SEMAFORO ROSSO (Sinal fechado)

 
     

Interpreti: Toquinho, Ornella Vanoni
Autori: Sergio Bardotti, Vinicius de Moraes, Toquinho
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Ma come fai, quando tu sei bambino,
a prendere coraggio e fede nel destino,
se papà ti mette per castigo al buio,
poi di notte a letto: "zitto che c'è il lupo,
zitto che c'è il lupo, zitto che c'è il lupo"
e la mamma dice "chiamo l'uomo nero,
chiamo il babau, ti mangia tutto intero,
nella notte scura ti fa la puntura,
ti fa la puntura, ti fa la puntura"

Ma passa per il buio, senza paura.

Poi all'improvviso ti arriva l'età
di amare follemente l'uomo che non va,
non c'è via d'uscita né di qua né di là,
tuo padre griderà, tua madre pregherà,
tua madre pregherà, tua madre pregherà.
L'amante poi si butta giù dal fabbricato
perché quello che è facile diventa complicato,
dato che la vita è dura, che la vita è dura,
che la vita è dura.

Ma passa per l'amore, senza paura.

Il pericolo c'è fa parte del gioco,
tu non farci caso, se no vivi poco,
tieni sempre duro, comincia di nuovo,
comincia di nuovo, comincia di nuovo.
Anche per la strada tu stai rischiando,
stai soprappensiero, stai rimuginando,
passa la vettura della spazzatura
ed il conducente aumenta l'andatura,
aumenta l'andatura, aumenta l'andatura.

Ma va per la tua strada, senza paura.

Ed un bel giorno di qualunque settimana
ed un bel giorno di qualunque settimana,
battono alla porta, battono alla porta,
è un telegramma, lei ti sta chiamando,
è un telegramma, lei ti sta chiamando.
Per uno viene presto, per l'altro tardi,
comunque presto o tardi, tranquilla e sicura,
viene senza avviso, viene e ti cattura,
viene e ti cattura, viene e ti cattura.

Ma passa per la morte, senza paura,
ma passa per il buio, senza paura,
ma passa per l'amore, senza paura,
ma va per la tua strada, senza paura,
ma passa per la morte, senza paura.
 
Fonte: QUI
     
Interpreti: Toquinho, Ornella Vanoni
Autori: Sergio Bardotti, Paulinho da Viola
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
- Olà, come va?
- Non c'è male, ma tu come stai?
- Tiro avanti; si gira, si corre, lo sai,
iI lavoro è lavoro, ma tu...
- Me la cavo; sto ancora augurandomi
un sonno tranquillo...
- Speriamo...
- Quanto tempo...
- Ma sì, quanto tempo...

- Scusami la fretta, è la legge di tutti gli affari

- Ma figurati... devo correre anch'io...
- Ma quand'è che telefoni?
- Quando... ci potremmo vedere, se vuoi...
- Ti prometto... nei prossimi giorni...
senz'altro ti chiamo
- Quanto tempo
- Ma sì, quanto tempo...

- Tante cose sentivo di dirti,
ma anche allora dovevo partire...
- Anche a me viene in mente qualcosa...
ma chissà... lascia andare
- Per favore, telefona prima che puoi...
- Devo correre a un appuntamento domattina...
- Il semaforo...
- Io ti cerco...
- È già verde...
- Ti prometto, ci penso
- Per favore... ci pensi?
- Addio...
- Addio...
- Addio...
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 2
LA ROSA SPOGLIATA (A rosa desfolhada)

 
      Lato B: 2
ASSENZA (Ausencia)

 
     

Interpreti: Ornella Vanoni
Autori: Sergio Bardotti, Vinicius de Moraes, Toquinho
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Cerco il calore del nostro amore
Lungo la tua assenza
Tutto il piacere, tutto il martirio
Di una passione immensa

Il nostro disco, l'amico muto
Che non ha più suonato
Foto, regali
Tutto perduto
Tutto dimenticato

E in ogni stanza la tua speranza
La tua malinconia
Il tuo sorriso timido e grato
Prima di andare e via

E poi il pianto e poi l'insulto
L'amore lacerato
E poi tormento
Nell'agonia
Di un mondo consumato

Silenziosa resta una rosa
Che tu m’hai regalata
Tra le mie dita
È trasalita
Quando l'ho accarezzata

Il tuo profumo
I tuoi dolci peli
La tua pelle amata
Tutto disfatto
Tutto finito
La rosa è si spogliata...
 
Fonte: QUI
     
Interpreti: Vinicius de Moraes
Autori: Interpreti: Vinicius de Moraes
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Io lascerò che muoia in me il desiderio di amare i tuoi occhi che sono dolci,
perché nulla ti potrei dare, tranne la pena di vedermi eternamente esausto.
Eppure la tua presenza è una cosa qualunque, come luce e vita,
ed io sento che nel mio gesto esiste il tuo gesto e nella mia voce, la tua voce.
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 3
SAMBA DELLA ROSA (Samba da rosa)

 
      Lato B: 3
IO SO CHE TI AMERO' (Eu sei que vou te amar)

 
     

Interpreti: Vinicius de Moraes, Toquinho, Ornella Vanoni
Autori: Sergio Bardotti, Vinicius de Moraes, Toquinho
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Rosa da vedere
Rosa da sognare
Rosa da volere
Rosa da strappare
Rosa da vestire
Rosa da spogliare
Rosa da capire e da perdonare
Rosa da servire e da imprigionare
Rosa da impazzire
Rosa da implorare
Rosa da fuggire e da ritrovare
e se c'è una rosa, donna di più

È primavera, una rosa tu sei
vieni a piantare una rosa nei sogni miei

Rosa da vedere
Rosa da sognare
Rosa da volere
Rosa da strappare
Rosa da vestire
Rosa da spogliare
Rosa da capire e da perdonare
Rosa da servire e da imprigionare
Rosa da impazzire
Rosa da implorare
Rosa da fuggire e da ritrovare
e se c'è una rosa, donna di più

È primavera, una rosa tu sei
vieni a piantare una rosa nei sogni miei
 
Fonte: QUI
     
Interpreti: Vinicius de Moraes, Ornella Vanoni
Autori: Sergio Bardotti, Vinicius de Moraes, Antonio Carlos Jobim
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Io so che ti amerò,
per tutta la mia vita ti amerò
e in ogni lontananza ti amerò
e, senza una speranza, io so che ti amerò
ed ogni mio pensiero è
per dirti che
io so che ti amerò per tutta la mia vita.

Io so che piangerò,
ad ogni nuova assenza piangerò,
ma il tuo ritorno mi ripagherà
del male che l’assenza mi farà.

Io so che soffrirò
la pena senza fine che mi dà
il desiderio d’essere con te
per tutta la mia vita.

Io ti lascerò,
tu andrai, e accosterai il tuo viso a un altro viso,
le tue dita allacceranno altre dita
e tu sboccerai verso l’aurora,
ma non saprai che a coglierti sono stato io,
perché io sono il grande intimo della notte...
perché ho accostato il mio viso al viso della notte
e ho sentito il tuo bisbiglio amoroso
e ho portato fino a me la misteriosa essenza
del tuo abbandono disordinato.

Io resterò solo
come veliero nei porti silenziosi,
ma ti possiederò più di chiunque,
perché potrò partire...
e tu ti lamenti del mare, del vento,
del cielo, degli uccelli, delle stelle;
saranno la tua voce presente,
la tua voce assente,
la tua voce rasserenata...

Io so che soffrirò
la pena senza fine che mi dà
il desiderio d’essere con te
per tutta la mia vita.
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 4
SAMBA IN PRELUDIO (Samba em prelúdio)

 
      Lato B: 4
UN ALTRO ADDIO (Mais um adeus)

 
     

Interpreti: Vinicius de Moraes, Ornella Vanoni
Autori: Sergio Bardotti, Vinicius de Moraes, Baden Powel
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Io senza te
Ho perso anche me
Perché senza te
Mi manca un perché

lo sono una fiamma
E luce non do
lo sono una barca
E mare non ho

Perché senza te
Rinnego l'amore
Uccido la vita
E canto il dolore

Tristezza che va
In cerca di me
Ho paura di vivere
Senza te

Ah, che bei giorni
I ricordi mi fanno sentire meno sola
Ho tanta voglia
Tanta voglia di averti con me
Le mie mani han bisogno di te

Ma sono triste
Non ho niente da darmi la vita com'è
La vita esiste
Ma ho paura di vivere senza te
 
Fonte: QUI
     
Interpreti: Toquinho, Ornella Vanoni
Autori: Sergio Bardotti, Vinicius de Moraes, Toquinho
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
È un altro addio, una separazione,
solitudine ancora ed ancora tormento,
è un altro addio che aspettare non sa.

L'amore è un'agonia,
vien di notte poi va via,
è un'allegria e poi un pianto
e poi soltanto nostalgia.

Stai attentissimo, amore,
col tuo raffreddore,
non fare il bambino,
sta' buono col cuore,
il whisky è un veleno,
amore, attenzione,
non bere, se puoi,
riguardati per me.

L'assenza è già un tormento
e, quando trovi il momento,
spedisci due righe,
spedisci anche i soldi per l'appartamento,
perché un pagamento non è come me,
aspettare non sa.

L'amore è un'agonia,
vien di notte poi va via,
è un'allegria e poi un pianto
e poi soltanto nostalgia.
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 5
ANEMA E CORE

 
      Lato B: 5
L'ASSENTE (O ausente)

 
     

Interpreti: Toquinho, Ornella Vanoni
Autori: Salve D'Esposito, Tito Manlio
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Tenimmoce accussì, ànema 'e core
Nun'nce lassammo cchiù manco pe' n'ora
"Stu desiderio 'e te, me fá paura...
Campà cu tte!
Sempe cu tte!...
Pé nun morì!...

Che ce dicimmo a ffà, parole amare,
Si 'o bbene, pó campà cu nu respiro!
Si smanie pure tu pé chist' ammore
Tenimmoce accussì... ànema e core!
 
Fonte: QUI
     
Interpreti: Vinicius de Moraes
Autori: Interpreti: Vinicius de Moraes
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
La tranquillità ha addolcito la mia pelle e i miei capelli,
solo il mio ventre ti attende, pieno di radici e di ombre.
Vieni, amica, la mia nudità è assoluta,
i miei occhi sono specchi per il tuo desiderio,
il mio petto è un tavolo di supplizi, vieni,
i miei muscoli sono dolci per i tuoi denti
e ruvida è la mia barba.
Vieni a tuffarti in me come nel mare,
vieni a nuotare in me come nel mare,
vieni ad affogarti in me, amica mia, in me, come nel mare?
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 6
LA VOGLIA LA PAZZIA (Se ela quisesse)

 
      Lato B: 6
ACCENDI UNA LUNA (Acende uma lua no ceu)

 
     

Interpreti: Vinicius de Moraes, Toquinho, Ornella Vanoni
Autori: Sergio Bardotti, Vinicius de Moraes, Toquinho
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
A questo punto
stiamo tanto bene io e te
che non ha senso
tirar fuori i come ed i perché.

Cerchiamo insieme
tutto il bello della vita
in un momento
che non scappi tra le dita.

E dimmi ancora
tutto quello che mi aspetto già
che il tempo insiste
perché esiste il tempo che verrà.

A questo punto
buonanotte all'incertezza
ai problemi all'amarezza
sento il carnevale entrare in me.

E sento crescere la voglia, la pazzia
l'incoscienza e l'allegria
di morir d'amore insieme a te.
 
Fonte: QUI
     
Interpreti: Vinicius de Moraes, Ornella Vanoni
Autori: Sergio Bardotti, Vinicius de Moraes, Antonio Carlos Jobim
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Accendi una luna nel cielo,
negli occhi più stelle che puoi
e avvolgi il tuo corpo nel velo,
del chiaro di luna discese tra noi.
Riempi la stanza di fiori
ed apri il balcone
ai profumi, ai colori
e lascia la porta socchiusa,
ché, all’ora precisa,
levarsi un poeta vedrai
entrare e abbracciarti piangendo
e amarti morendo,
fin quando vorrai.
 
Fonte: QUI

 
Lato B: 7
SAMBA PER VINICIUS (Samba pra Vinícius)

 

Interpreti: Vinicius de Moraes, Toquinho, Ornella Vanoni
Autori: Sergio Bardotti, Chico Buarque De Hollanda, Toquinho
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Note: "SAMBA PER VINICIUS" è cantata in portoghese... viene inserita esclusivamente per "doverosa" documentazione!
 
Testo:
Poeta mio, poeta vagabondo
Sei un cattivo esempio
Per la gente come noi
A fare come te si può scoprire
Che vivere non è
Cercare dei perché
Ma usar la bocca, gli occhi e il cuore

Poeta, poetino per amore
Per gioia o per dolore
Per antica libertà
Chissà
Quando ti somiglierò
Ma tutto quel che so
È che succederà
Vinicius, grazie, saravà

Poeta, meu poeta camarada
Poeta da pesada,
Do pagode e do perdão
Perdoa essa canção improvisada
Em tua inspiração
De todo o coração,
Da moça e do violão, do fundo,

Poeta, poetinha vagabundo
Quem dera todo mundo fosse assim feito você
Que a vida não gosta de esperar
A vida é pra valer,
A vida é pra levar,
Vinícius, velho, saravá

Poeta, poetinha vagabundo
Virado, viramundo,
Vira e mexe, paga e vê
Que a vida não gosta de esperar
A vida é pra valer
A vida é pra levar
Vinícius, velho, saravá
 
Fonte: QUI
 
 
ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Dom Gen 27, 2019 9:01 pm, modificato 5 volte
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 3731
Punti : 3731
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Empty ORNELLA VANONI: 1976 - PIU'/DIMMI ALMENO SE (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Sab Gen 26, 2019 11:47 pm

1. TITOLO:
 
1976 - PIU'/DIMMI ALMENO SE
 
# Etichetta: VANILLA # Catalogo: OV 008 # Data pubblicazione: Novembre 1976 # Matrici: OV 008-A/OV 008-B # Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Data matrici: 11 Novembre-16 Novembre / Gepy & Gepy e Sergepy sono pseudonimi di Giampiero Scalamogna / Distribuito da Fonit Cetra - Milano
 
 
2. RECENSIONE:
 
A cadenza annuale, in questo periodo, viene pubblicato un nuovo album della cantante lombarda. Come accaduto nelle precedenti volte, su 45 giri viene editato il brano che il titolo al 33 giri ed ancora una volta il singolo entra in hit parade. In questo brano a duettare con la cantante c'è Gepy, mentre anni dopo il brano verrà ripreso anche da Fiorello che lo eseguirà con Giorgia.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
    
 
   
 
 
4. TRACK LIST
 
Lato A:
PIU'

 
      Lato B:
DIMMI ALMENO SE

 
     

Autori: Maurizio Piccoli, Sergepy
Orchestra: Nicola Samale
 
Testo:
Io più te
Uguale sarebbe ti amo se
Tu mi regali un po' di allegria
Se giro per strada in tua compagnia.

Io più te
Uguale sarebbe mettiamo che
Volassimo un poco più in alto noi
Fai finta di togliere io e te
Rimane il più.

Più di cosi non posso...
Più...
Ho un po' di paura addosso
Più di così... più di un sì...

Più di te
Più di me
Più di noi
Più che puoi... di più...

Più caldo del sole non posso
Più grande di te
Più grande di me
Più grande di noi
L' amore è più

Più caldo di un giorno nuovo
Più forte di te
Più forte di me
Più forte de noi
L' amore è più...

Dimmelo ancora
Io più
Io più te
Mi fai impazzire, mi fai morire
No no perché
Da questa sera ti porto via
Io vengo con te... io vengo perché...

Più...
Mi fai impazzire... mi fai morire...
Più...
E mi sta bene morire se
Morire si può una volta di più
Piú di te
Più di me
Più di noi
Più che puoi di più.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Dario Farina, Ezio Picciotta
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Dimmi almeno se
Potrò vederti ancora
Dimmi almeno se
Potrò parlarti

Dimmi almeno se
Resteremo amici oppure
Volterai la faccia per non incontrarmi
Dimmi almeno se
Dimmi almeno solo cosa pensi

Maledetto giorno, maledetti noi
Finiva tutto e io ridevo e tu stracciavi
Foto e lettere sul letto
Ed ora al buio sto rubando
Senza scampo tra i ricordi
Come un vecchio che sa tutto
Quando ormai è troppo tardi

Dimmi almeno se
Dimmi almeno se
Il tuo petto, il tuo letto, il respiro, i tuoi polsi
Tremano per me
Come può … di amarmi
Ma forse l’hai scordato già
L’hai scordato già

Dimmi almeno se
Dimmi almeno se

Dimmi almeno se
Dimmi almeno se
Il tuo petto, il tuo letto, il respiro, i tuoi polsi
Tremano per me
Come può … di amarmi
Ma forse l’hai scordato già
L’hai scordato già
 
Fonte: QUI
 
ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Videos10
 
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 3731
Punti : 3731
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Empty ORNELLA VANONI: 1976 - PIU' (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Dom Gen 27, 2019 12:41 pm

1. TITOLO:
 
1976: PIU'
 
# Etichetta: VANILLA # Catalogo: OVL 2006 # Data pubblicazione: Novembre 1976 # Matrici: OVL 2006-A/OVL 2006-B # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Data matrici 10 Novembre / Distribuito da Fonit Cetra - Milano
 
 
2. RECENSIONE:
 
Più, è un album di Ornella Vanoni, uscito nel 1976.

Il disco:
L'album è caratterizzato dalla collaborazione totale con Sergepy (noto come cantante Gepy & Gepy) che, oltre a produrre l'intero progetto, firma 5 pezzi del disco, e con il quale Ornella duetta nel brano omonimo.

L'anno successivo, viene distribuita nel mercato sudamericano una versione del disco cantato interamente in lingua spagnola, intitolato "Más", ad eccezione del brano "Uno solo di noi due", stranamente escluso.

Uscito anche per il mercato giapponese nel 1979, con la stessa grafica di copertina e successione dei brani.

Distribuzione CGD, che curò anche le ristampe del disco.

Stampato per la prima volta su supporto CD nel 1989 per la collana MusicA della CGD (CDLSM 100030) senza codice a barre sul retro copertina.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
    
 
Versione musicassetta
 

 

 
 
Versione stereo otto
 
 
 
4. TRACK LIST:
 
Lato A Lato B

  • A1 UNO SOLO DI NOI DUE
  • A2 PIU'
  • A3 DIMMI ALMENO SE
  • A4 SOTTOVOCE
  • A5 DOVE, COME, QUANDO
  • A6 IL MIO PENSIERO D'AMORE


  • B1 DELFINI
  • B2 PAZZA NO... MA IMMORTALE
  • B3 TU CHUI SEI? (Che cosa vuoi da me)
  • B4 PADRE, SOLE MADRE LUNA
  • B5 LA STORIA DI MARCELLO
 
ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Button.png?t=n.b

ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Button
 
 
Lato A: 1
UNO SOLO DI NOI DUE

 
      Lato B: 1
DELFINI

 
     

Autori: D. Farina, E. Picciotta
Orchestra: Nicola Samale
 
Testo:
Uno solo
Di noi due
Può desiderare d’essere
Diverso
E recuperare
Tutto il tempo perso

Uno solo
Di noi due
Può convincersi
Che è meglio rinunciare
Quando resta poco o niente
Da salvare
Delle nostre giornate

Ma intanto adesso chiusi dentro casa mia
Sfruttando insieme un’ora di monotonia
Senza dire niente
Ci amiamo pigramente
Quasi inconsapevolmente

No! (No!)
No! (No!)
Ora basta, ora no
Voglio fuggire via, via, via
Da questa inutile follia!

Il soffitto crollerà
Lentamente su di me
Mentre fumo per ridarmi dignità

Uno solo
Di noi due
Ha deciso che è un errore continuare
Ha deciso che non serve a ritrovare
Un amore finito

No! (No!)
No! (No!)
Ora basta, ora no
Voglio fuggire via, via, via
Da questa inutile follia!

Il soffitto crollerà
Lentamente su di me
Mentre fumo per ridarmi dignità

No! (No!)
No! (No!)
Ora basta, ora no
Voglio fuggire via, via, via
Da questa inutile follia!
 
Fonte: QUI
     
Autori: O. Petrossi, P. Cassella
Orchestra: Nicola Samale
 
Testo:
Prima parte della storia:
noi che siamo sempre più felici
poi c’è l’oggi senza gloria e noi
che siamo sempre più amici

Scivolati lentamente
In questo strano limbo che
È pieno di attenzioni e di riguardi
Forse non abbiamo più traguardi

E non ci sospettiamo più
Non siamo più nemmeno un po’
Gelosi

Gridiamo ancora di piacere
Ma non ci mordiamo più
Golosi

E la tranquillità ci avvolge
Come un’ombra grigia che
Ci toglie il gusto dei più bei colori

Vedi, siamo sempre più sinceri
Fedeli

Per dire di sì
Ho dato la vita
Per vivere qui

Tra le tue braccia
Invece, scusa la sincerità,
non posso morire di serenità

Tu sei caro, tu
Forse troppo buono con me
Delfini, allegri delfini
Sono i miei pensieri
Con la voglia di stare in alto mare

Per dire di sì
Ho dato la vita
Per vivere qui

Tra le tue braccia
Invece, scusa la sincerità,
non voglio morire di serenità
 
Fonte: QUI

 
Lato B: 2
PAZZA NO... MA IMMORTALE

 
      Lato B: 3
TU CHI SEI? (Che cosa vuoi da me)

 
     

Autori: G. F. Lombardi, P. Limiti, Sergepy
Orchestra: Nicola Samale
 
Testo:
Io qui vi devo confessare
Che io mi credo immortale
E devo ancora fare tutto
E devo ancora dire tutto

E gli anni non son stati niente
Appena un gioco della mente
Come una macchina un po’ assurda
Per fare solo dei ricordi

Così gli amori, quelli veri
Non sono quelli miei di ieri
Così le lacrime che ho dentro
Son solo un’ombra del mio pianto

Pianto che dovrò versare
Quando verrà il mio grande amore
Perché il mio amore appartiene
A un lontanissimo domani
Che non ho ancora tra le mani
Tra le mie mani

Perché non sono ancora pronta
E non capisco ancora il mondo
E non può essere la vita
La cosa che ho fin qui vissuta

Perché se io dovessi dire
Le cose che ho da cominciare
Non saprei da dove cominciare
È tutto un mondo da scoprire

Io devo essere immortale
Sennò sarebbe andata male
Perché di tutto il mio passato
Tre quarti almeno l’ho sciupato
No, anzi…tutto l’ho sciupato

Pazzo no…è solo che
Io non mi vedo morire mai
Dentro di me

E ogni giorno è un rigo appena
E ogni giorno è sempre il primo
Che con baldanza e con paura
Assalgo e vado all’avventura

Di tutta quella lunga serie
Che poi saranno le mie storie
Perché per gli altri passa il tempo
Ma non per me perché altrimenti
Com’è che ho dentro ancora tanto
Com’è che ho detto “poco o niente”?
Poco o niente
 
Fonte: QUI
     
Autori: Luberti, P. Cassella, S. Foresi
Orchestra: Nicola Samale
 
Testo:
Eccomi di nuovo qui
Sdraiata accanto a te
Non si può certo dire che
Va tutto bene

È stato così breve che
Non è più amore
Che vuole la tua mano nel buio?
Che vuole la tua mano da me?

Dici che sarebbe bello se restassi qui
Se regolassi questa nostra situazione
Nei tuoi progetti sul futuro
Non contare me

Sarebbe solo un salto nel buio
E non lo voglio fare con te

Tu chi sei, che cosa vuoi da me?
non hai capito proprio niente, che ne sai di me?
Tu parli di qualcuno che non sono io,
di una che sta bene a te.
Tu chi sei, che cosa vuoi da me?

Le tue mani questa sera hanno duecento dita
Resterò con te finché poi non sarà finita
Non dirmi non è onesto, è l’ultima partita
Il resto è solo un salto nel buio
E non lo posso fare con te

Tu chi sei, che cosa vuoi da me?
non hai capito proprio niente, che ne sai di me?
Tu parli di qualcuno che non sono io,
di una che sta bene a te.
Tu chi sei, che cosa vuoi da me?
 
Fonte: QUI
 
Lato A: 4
SOTTOVOCE

 
      Lato B: 4
PADRE SOLE, MADRE LUNA

 
     

Autori: M. Bartoli, P. Cassella, Sergepy
Orchestra: Nicola Samale
 
Testo:
Sottovoce, parla piano, per favore
Sottovoce hanno un peso le parole
Sottovoce c’è più intrigo, più calore
Sottovoce sento battere il tuo cuore

Dimmi che mi vuoi, sottovoce
Dillo piano, piano, piano

E l’amore
E l’amore
Sarà dolce proprio come un vero amore

E l’amore
E l’amore
Sarà bello quasi come un grande amore

Ma l’amore
Con un grido muore
Tu non gridare, se puoi

Sottovoce come il fuoco nel camino
Sottovoce ti regalo il mio giardino
Sottovoce come il sonno del mattino
Sottovoce vuol dire “restami vicino”

Dimmi che mi vuoi, sottovoce
Dillo piano, piano, piano

E l’amore
E l’amore
Sarà dolce com’è dolce un vero amore

E l’amore
E l’amore
Sarà bello com’è bello un grande amore

Ma l’amore
Con un grido muore
Dimmi che non griderai
mai
 
Fonte: QUI
     
Autori: D. Farina, P. Cassell, Sergepy
Orchestra: Nicola Samale
 
Testo:
Eccoci
Noi due bellissimi
A che serve la complicità
Perché nasconderci?

Eccoci
Noi due caldissimi
Troppo poco la felicità
Di pochi attimi

Ma strappiamo quel tetto
Che è sopra di noi
Distruggiamo pareti, segreti e bugie
Copriamoci solo di noi

Tu, padre sole, soli ci vedrai
Dei nostri corpi nudi t’innamorerai
E con la sera di rabbia impazzirai
Perché dovrai lasciarci,
Nel mare piangerai

Tu, madre luna, ti rispecchierai
Nei nostri corpi bianchi ti compiacerai
Ma troppo presto l’alba ti sveglierà
E un velo di rugiada sull’erba piangerai

Alberi
E bianche nuvole
Testimoni discreti di noi
Che siamo liberi

Date il sole alla terra
E all’amore le idee
E la luna, le stelle
Al silenzio maree

Per sempre, per sempre …

Tu, padre sole, soli ci vedrai
Dei nostri corpi nudi t’innamorerai
E con la sera di rabbia impazzirai
Perché dovrai lasciarci,
Nel mare piangerai

Tu, madre luna, ti rispecchierai
Nei nostri corpi bianchi ti compiacerai
Ma troppo presto l’alba ti sveglierà
E un velo di rugiada sull’erba piangerai
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 5
DOVE, COME, QUANDO

 
      Lato B: 5
LA STORIA DI MARCELLO

 
     

Autori: D. Farina, E. Picciotta
Orchestra: Nicola Samale
 
Testo:
Passeggiare tra la gente
E scordare un po’ anche me
Visi nuovi per confondere le mie illusioni
Travestirsi e niente più

E vedere di lontano il tuo viso
Ingrandirsi piano verso me
Ti conosco o sto sognando?
Non mi sbaglio, proprio tu…
Certo…quanto tempo ormai!

Dove, come, quando
Una folla di ricordi si confonde nella fantasia
Quante notti nel silenzio mi sentivo pazzamente tua!

Dove, come, quando
Mille abbracci senza fine
Tanta fretta di amarsi e capire che in fondo noi
Ci sentivamo liberi…
E fragili

Dove, come, quando
Una folla di ricordi si confonde nella fantasia
Quante notti nel silenzio mi sentivo pazzamente tua!

Dove, come, quando
Mille abbracci senza fine
Tanta fretta di amarsi e capire che in fondo noi
Noi eravamo fragili

Dove, come, quando
Una folla di ricordi si confonde nella fantasia
Quante notti nel silenzio ti sentivi pazzamente mia!

Dove, come, quando
Una folla di ricordi si confonde nella fantasia…
 
Fonte: QUI
     
Autori: D. Farina, P. Cassella, Sergepy
Orchestra: Nicola Samale
 
Testo:
La storia di Marcello è nata lì
Lì dietro San Pietro
Tra l’angelo e il buon Dio

Lui bambino solo in quella via
Tra bambini
Con troppa fantasia

La storia di Marcello è tutta lì
Lì nella bottega del padre e dello zio
Gente sana di macelleria
Lui, ragazzo solo in quella via
E sua madre che sognava di chiamarlo Maria

La vita è la vita, bella vita
Che voglia di buttarla via
Ma manca il coraggio
Di lasciarla lì a metà

La vita è la vita, bella vita
Che voglia di scappare via
Ma manca il coraggio
E resti sempre lì a metà

La vita di Marcello è sempre lì
Lì dietro San Pietro
Tra l’angelo e il buon Dio

Nella seta
Non si nasconde più
È farfalla
Ma non vola via
Cambia solo
Che lo chiamano Maria

La vita è la vita, bella vita
Che voglia di buttarla via
Ma manca il coraggio
Di lasciarla lì a metà

La vita è la vita, bella vita
Che voglia di scappare via
Ma manca il coraggio
E resti sempre lì a metà
 
Fonte: QUI
 
Lato A: 6
IL MIO PENSIERO D'AMORE

 

Autori: P. Cassella
Orchestra: Nicola Samale
 
Testo:
Ho un pensiero d’amore
Da dedicarti
Ho un pensiero d’amore
Da regalarti

Solo un pensiero finale
Solo un pensiero d’amore
Da lasciarti

Nessun uomo porta i segni
Di altri amori
Ma c’è un giorno che regala
Troppi fiori

Da quel giorno quanti letti
hai seminato?
Li ho contati e il mio cuscino
Si è asciugato

Nel mio pianto un po’ d’orgoglio
E tanto amore
Ma la pioggia su di te
Non fa rumore

Ho capito quant’è inutile
il dolore
E l’indifferenza è scesa
Nel mio cuore

Me ne andrò stanotte senza
Un’emozione
Forse solo un senso di
Liberazione

Tu non vali la freddezza
Di un saluto
Né la tenerezza inquieta
Di un addio

Ma ora io…
Ho un pensiero d’amore
E devo dirtelo
Un pensiero d’amore
Piccolo piccolo
Solo un pensiero per ora
Il mio pensiero d’amore…
Per lui
 
Fonte: QUI
 
 
ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Lun Gen 28, 2019 11:43 pm, modificato 2 volte
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 3731
Punti : 3731
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Empty ORNELLA VANONI: 1976 - SENZA PAURA/LA ROSA SPOGLIATA (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Dom Gen 27, 2019 8:58 pm

1. TITOLO:
 
1976 - SENZA PAURA/LA ROSA SPOGLIATA
 
# Etichetta: VANILLA # Catalogo: OVR 521 # Data pubblicazione: Aprile 1976 # Matrici: OVR 521-A/OVR 521-B # Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Data matrici: 15 Aprile / Pubblicato con copertina generica, nella sola edizione promozionale / Dall'album "La voglia la pazzia l'incoscienza l'allegria" / Distribuito da Fonit Cetra - Milano
 
 
2. COVER:
 
   
 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
SENZA PAURA

 
      Lato B:
LA ROSA SPOGLIATA

 
     

 
Testo:
     
 
Testo:
 
ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Dom Gen 27, 2019 11:57 pm, modificato 1 volta
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 3731
Punti : 3731
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Empty ORNELLA VANONI: 1976 - SEMAFORO ROSSO/SAMBA DELLA ROSA (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Dom Gen 27, 2019 11:52 pm

1. TITOLO:
 
1976 - SEMAFORO ROSSO/SAMBA DELLA ROSA
 
# Etichetta: VANILLA # Catalogo: OVR 522 # Data pubblicazione: Aprile 1976 # Matrici: OVR 522-A/OVR 522-B # Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Data matrici: 15 Aprile / Pubblicato solo con copertina generica / Dall'album "La voglia la pazzia l'incoscienza l'allegria" / Distribuito da Fonit Cetra - Milano
 
 
2. COVER:
 
   
 
   
 
 
Edizione promozionale, vietata la vendita al pubblico
 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
SEMAFORO ROSSO (Sinal fechado)

 
      Lato B:
SAMBA DELLA ROSA (Samba da rosa)

 
     

 
Testo:
     
 
Testo:
 
ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Videos10
 
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 3731
Punti : 3731
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Empty ORNELLA VANONI: 1977 - DOMANI NO/TI VOGLIO (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Lun Gen 28, 2019 9:01 am

1. TITOLO:
 
1977 - DOMANI NO/TI VOGLIO
 
# Etichetta: VANILLA # Catalogo: OV 014 # Data pubblicazione: Ottobre 1977 # Matrici: OV 014-A/OV 014-B # Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Data matrici: 7 Ottobre / Distribuito da Fonit Cetra - Milano
 
 
2. RECENSIONE:
 
Doppio album per la Vanoni, quello in uscita nel 1977 e che porta come titolo Io dentro, io fuori. Successivamente i due dischi verranno anche commercializzati singolarmente. Il doppio 33 giri, vede la collaborazione della Vanoni con i New Trolls i cui componenti, oltre a firmare gran parte dei brani, partecipano fattivamente all'incisione dei brani. Esempio di ciò è la splendida Domani no, uscita anche in versione 45 giri.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
    
 
   
 
 
4. TRACK LIST
 
Lato A:
DOMANI NO

 
      Lato B:
TI VOGLIO

 
     

Autori: Sergio Bardotti, Dario Farina, Ezio Picciotta
Orchestra: Adelmo Musso
 
Testo:
Io non voglio sapere
se ho sbagliato e perché
quando ho detto a me stessa
ch'ero pazza di te

Dico semplicemente
“mi aspettavo di più”
volevo amare...

Certo che col tuo corpo
tu sai farmi impazzire
ma alle volte ho bisogno
che tu resti a dormire

Ma per questo c’è un'altra
è più brava di me
non rimanere...

Domani no
sarebbe la fine
noi due così
è come morire
amore mio, amore mio
non posso più...

Quante volte è successo
che sei corso da me
quando lei ti annoiava
con la vita che fa

Proprio non ti assomiglia
ma alla fine ti avrà
ancora lei

(Domani no)
io vorrei, io vorrei, non sai come vorrei
(sarebbe la fine)
io vorrei, io vorrei non sai come vorrei
(noi due così)
ritornare a sognare, a scherzare, a impazzire con te
(è come morire)
amore mio, amore mio, non posso più.

(Domani no)
io vorrei, io vorrei, non sai come vorrei
(sarebbe la fine)
io vorrei, io vorrei non sai come vorrei
(noi due così)
ritornare a sognare, a scherzare, a impazzire con te
(è come morire)
amore mio, amore mio, non posso più.

Domani no
sarebbe la fine
noi due così
è come morire
amore mio, non posso più…

Domani no
sarebbe la fine
noi due così
è come morire
amore mio, non posso più…
 
Fonte: QUI
     
Autori: Sergio Bardotti, Gianni Belleno, Ricky Belloni, Giorgio D'Adamo, Vittorio De Scalzi
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Ti voglio, ti voglio, mi piaci, mi spoglio
Dei mille problemi che c’erano in me

Mi piaci, mi piaci, immagino i baci
Cosa importa volere sapere domani cos’è?

Mi tocchi, mi tocchi, si chiudono gli occhi
Sono già proiettata, lanciata nel vuoto con te

Tu mi fai volare
Quando sto da te
So anch’io volare

(Dillo ancora, dillo ancora…)

Ti voglio, ti voglio, mi piaci, mi spoglio
Ma tu tremi, tu temi i problemi che io ti darò

(Ti voglio, ti voglio, mi piaci, mi spoglio
Dillo ancora, dillo ancora che ti voglio!)

Mi guardi, mi guardi …
Ed intanto balbetti ed aspetti una mossa da me

(Ti voglio, ti voglio, mi piaci, mi spoglio
Dillo ancora, dillo ancora…)

Coraggio, coraggio, mettiamoci in viaggio
Evadiamo da questo parcheggio di mille perché

Tu mi fai volare
Quando sto da te
So anch’io volare

(Dillo ancora, dillo ancora…
Ti voglio, ti voglio, mi piaci, mi spoglio
Dillo ancora, dillo ancora che ti voglio!)

Ti voglio, ti voglio, mi piaci, mi spoglio
Dei mille problemi che c’erano in me

(Ti voglio, ti voglio, mi piaci, mi spoglio
Dillo ancora, dillo ancora che ti voglio!)

Mi piaci, mi piaci, immagino i baci
Cosa importa volere sapere domani cos’è?

Tu mi fai volare
(Tu mi fai volare)
Tu mi fai volare
(Tu mi fai volare, tu)

Tu mi fai volare
Quando sto da te
So anch’io volare

(Dillo ancora, dillo ancora…)

Ti voglio
Ti voglio

Ti voglio, ti voglio, mi piaci, mi spoglio
Mi spoglio, sì, sì, sì, sì, sì

(Dimmi che ti piace, che ti piace di più
Che sei capace di volare, sei capace tu)

Mi piaci, mi piaci, immagino i baci
Ti copro di baci, di baci, sì, di baci…

(Mi tocchi, mi tocchi, mi si chiudono gli occhi
Sempre…)

Tu mi fai volare
Tu mi fai volare
Tu mi fai volare

Tu mi fai volare
Quando sto da te
So anch’io volare
Dillo ancora, dai!
 
Fonte: QUI
 
ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Videos10
 
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 3731
Punti : 3731
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Empty ORNELLA VANONI: 1977 - IO DENTRO (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Lun Gen 28, 2019 10:27 am

1. TITOLO:
 
1976: PIU'
 
# Etichetta: VANILLA # Catalogo: OVL 2008 # Data pubblicazione: Novembre 1976 # Matrici: OVL 2008-A/OVL 2008-B # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Data matrici 7 Ottobre / Distribuito da Fonit Cetra - Milano
 
 
2. RECENSIONE:
 
Io dentro, pubblicato nell'ottobre 1977, è un album della cantante italiana Ornella Vanoni.

Il disco:
Quasi tutti i testi portano la firma di Gianni Belleno e Giorgio D'Adamo del complesso dei New Trolls.

La prima edizione del disco esce insieme a "Io Fuori" in due copertine separate in busta laminata unite ad un poster pieghevole dai toni verde/argentei raffigurante una Ornella vestita e truccata da pierrot.

L'edizione francese, edita dalla Decca, dell'lp presenta una soluzione grafica differente. I due lp, con identiche scalette, sono contenuti in una copertina doppia, apribile, dall'idea di Luciano Tallarini e con le illustrazioni di Gianni Ronco posizionate sul fronte, "Io Fuori", e sul retro, "Io Dentro". Il poster, identico all'edizione italiana ma stampato con tonalità blu/argento, è presente all'interno come allegato

Alla pubblicazione dei due album seguirà una fortunato tour di Ornella con i New Trolls. L'anno successivo Ornella è co-conduttrice dello show serale Rai "Due come noi" dove in ogni puntata canta una canzone dal vivo da una band con cui propone alcuni brani tratti da questi due dischi.

"Gli amori finiti" venne presentata nel corso della serata finale dell'edizione 1978 di Festivalbar

La versione in CD, stampata in pochissime copie dalla Fonit Cetra nel 1989 (CMD 2046), contiene i brani di entrambi gli album. Quasi tutte le copie in circolazione mostrano segni di ossidazione del supporto che disturba l'ascolto delle ultime 4 tracce.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
 
"Test Pressing"
 
   
 
 
Versione musicassetta
 

 
   
 
 
4. TRACK LIST:
 
Lato A Lato B

  • A1 GLI AMORI FINITI
  • A2 VA LA MENTE VA
  • A3 LO SPECCHIO
  • A4 TATUAGGIO (Tatuagem)
  • A5 QUALE ALLEGRIA


  • B1 SE CI SARA' DOMANI
  • B2 CARO DOLCE BAMBINO
  • B3 OCCHI NEGLI OCCHI (Olhos nos olhos)
  • B4 ANGELA E ANGELA
  • B5 TUTTI VANNO VIA
 
 
Lato A: 1
GLI AMORI FINITI

 
      Lato B: 1
SE CI SARA' DOMANI

 
     

Autori: Belleno, D'Adamo, Bellono, Bardotti, De Scalzi
Orchestra: Adelmo Musso
 
Testo:
Gli anni migliori li hai sempre alle spalle, li hai sempre già sprecati,
guardi ogni giorno la tua collezione di sentimenti usati.
Cercare te, che senso ha?
Eppure ti ho cercato ancora, sono qua.

Forse è soltanto la voglia di starci vicino
di avere qualcuno,
poi manca sempre il coraggio di dire ti amo una volta per uno.
Amare te, che senso ha?
E continuare ad inventare quello che sappiamo già,
che senso ha?

Noi, vicini, vicini, vicini, lontani in un attimo,
vicini, vicini, vicini, perduti in un attimo,
uniti in un attimo.

Ma quante volte amore mio
ti ho perduto io,
quante volte mi hai saputo attendere.

Quanti momenti così
quanti amori bisogna avere capiti
per arrivare a sentire che quelli perfetti
son quelli finiti.

Tornare qui, che senso ha?
E questo senso di stanchezza
e insieme di serenità, che senso ha?

Noi, vicini, vicini, vicini, lontani in un attimo.
Vicini, vicini, vicini, perduti in un attimo.
Uniti in un attimo.

Ma quante volte amore mio, ti ho perduto io
quante volte mi hai saputo attendere.

Noi, vicini, vicini, vicini, lontani in un attimo.
Vicini, vicini, vicini, perduti in un attimo.
Uniti in un attimo.

Ma quante volte amore mio, ti ho perduto io
quante volte mi hai saputo attendere.
Noi, vicini, vicini, vicini, lontani in un attimo.
Vicini, vicini, vicini...
 
Fonte: QUI
     
Autori: Farina, Picciotta, Bardotti
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Se ci sarà domani
Ci condurrà in silenzio
Su un prato di nessuno
Finita la città

Ci sentiremo soli
E forse avremo freddo
E forse un po’ paura
Però ci piacerà
E ci disegneremo su
La nostra casa

Finestre sempre aperte
E fiori tutto intorno
E molto azzurro dentro
Disteso insieme a noi
A preparare il viaggio là
là sulla luna

Tu, il mio domani
Amici strani
Che mi portate via
Perché io morirei
Se dopo questo giorno
Amore mi dicessi
“domani non ritorno”.
Perché tu sei la strada scavata con le mani
Perché tu sei la casa che ho costruito io
E non dovrò dividere mai con nessuno.

La luce gioca intorno a te
Hai chiuso gli occhi
Non mi ascolti più
Se ci sarà domani
Se ci sarà
Sei tu.
 
Fonte: QUI

 
Lato B: 2
VA LA MENTE VA

 
      Lato B: 2
CARO DOLCE BAMBINO

 
     

Autori: Belleno, D'Adamo, Belloni, Bardotti, De Scalzi
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Al telefono hai detto che è partito
tu ritorni di là con gli invitati
e d'improvviso le amiche sono tutte sorrisi
tutte dolcezza e sottintesi
che momenti odiosi

Una corsa di là per rifarti un po' il trucco
cancellare quel nero dai tuoi occhi
poi devi ridere, subito devi parlare
di una vacanza di una estate
di un vestito di seta

E intanto va, la mente va
io ti voglio ancora
(dimmi che non è vero
dimmi la verità)
va, la mente va
dove sei, lei va

Due parole bastavano a dire: “è finita”
grande amore ma chi ci ha più pensato
ma che voglia di corrergli dietro
e parlargli e di gridare “amore, senti...”
ma la festa va avanti
e intanto ...

(Va, la mente va
non ci credo ancora)
dimmi che non è vero,
dimmi la verità
(va, la mente va)
io ti voglio ancora
(dimmi che non è vero
dimmi la verità)
va, la mente va
 
Fonte: QUI
     
Autori: Farina, Picciotta, Bardotti
Orchestra: Adelmo Musso
 
Testo:
Dietro un velo d’indolenza
Mimetizzi la tua identità
Avrai un’altra vita
Avrai un’altra età

E comincia a tormentarmi l’idea
Che nascosto sotto ai riccioli
Hai l’istinto di andar via
Vento caldo o prateria

Sogni
Sogni

Caro dolce bambino
Io ti sono vicino
Ti ho fatto uomo
Per la voglia di proteggerti
E vederti volare
E non fermarti mai
E anche per piangere
Quando te ne andrai

Caro dolce bambino
Io ti sono vicino
Ti ho fatto uomo
Per la voglia di proteggerti
E vederti volare
E non fermarti mai
E anche per piangere
Quando te ne andrai

Ecco qui la tua espressione
Diffidente, quasi ironica
Di noia o di dolore
Tu no, non lo dirai

Ma che strana tenerezza mi fai
Faccia dura, cuore fragile.
Controvoglia ammetto che
Assomigli proprio a me

Sogni
Sogni

Caro dolce bambino
Io ti sono vicino
Ti ho fatto uomo
Per la voglia di proteggerti
E vederti volare
E non fermarti mai
E anche per piangere
Quando te ne andrai

Caro dolce bambino
Io ti sono vicino
Ti ho fatto uomo
Per la voglia di proteggerti
E vederti volare
E non fermarti mai
E anche per piangere
Quando te ne andrai

Caro dolce bambino
 
Fonte: QUI
 
Lato A: 3
LO SPECCHIO

 
      Lato B: 3
OCCHI NEGLI OCCHI (Olhos nos olhos)

 
     

Autori: Masuero, Belleno, Belloni, Bardotti, De Scalzi
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Com'è bravo lo specchio
a fargli male,
ogni giorno gli regala
una ruga in più.

Io gli dico: "dai,
non farci caso,
no, non ci credere,
quello non sei tu".

E la gente, la gente
che ci parla dietro:
"ci vuol altro che lui
per quella donna".

Meglio lasciar perdere,
meglio guardare avanti.
Ma che argomenti ha in più
la gioventù.

Uomo vero lui,
perfetto no di certo,
e chi lo è?
Ma nell'amore lui
non mi concede un attimo
ed è per questo che
mi sento sua.

...
animale o uomo,
si lamenta degli anni,
soffre di nostalgia.
Ma poi sogna avventure impossibili la notte
e il mio corpo gli ridà la fantasia.

Io lo so, lo so
cosa vuol dire questa età.
Ce ne vuole di coraggio
per restare,
per non dire "abbandono il posto,
la partita è chiusa".
Io rinunciare a lui,
ma che pazzia.

Uomo vero lui,
perfetto no di certo,
e chi lo è?
Ma nell'amore lui
non mi concede un attimo
ed è per questo che
mi sento sua.

Ma nell'amore lui
non mi concede un attimo
ed è per questo che
mi sento sua.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Chico Buarque, Bardotti
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Sei stato tu, mentre mi lasciavi,
a dirmi: "Coraggio, da sola te la cavi…".
Pensavo di morire,
che il mondo era finito,
poi ho fatto quel che ho fatto sempre...
... e ti ho obbedito.

Un giorno o l'altro, se ritornerai,
verrai a incontrare un'altra che non sai.
Occhi negli occhi, voglio vedere la tua espressione,
nel capir che senza te, io me la cavo eccome
e che sono ringiovanita
e canto questa mia vita, anche senza un perché…
che molta acqua è passata,
che sono e che sarò amata
molto più… molto meglio di te...

Quando ti va, puoi tornare, sì,
lo sai che la casa è sempre tua,
vieni qui.
Occhi negli occhi, voglio vedere che cosa dici...
come riesci a sopportare gli occhi miei felici...
che molta acqua è passata,
che sono e che sarò amata
molto più… molto meglio di te...

Quando ti va, puoi tornare, sì,
lo sai che la casa è sempre tua,
vieni qui.
Occhi negli occhi, voglio vedere che cosa dici...
come riesci a sopportare gli occhi miei felici...
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 4
TATUAGGIO (Tatuagem)

 
      Lato B: 4
ANGELA E ANGELA

 
     

Autori: Chico Buarque, Bardotti
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Voglio essere una schiava sulla tua pelle
che tu rinneghi, raschi e sfreghi ma non cancelli.

Voglio ballare sul tuo corpo
come ballerina
che ad un tratto s’ispira, salta e ti s'inchina
quando è notte in te.

E sui tuoi muscoli sfiniti dall'ultima carezza
riposare stanca, piena, vuota... morta di stanchezza.
Voglio pesarti sulle spalle, come una croce
che ti fa un male atroce ma in fondo ti piace
quando è notte in te.

Io sarò la cicatrice ridente e corrosiva
marcata a ferro, a freddo, a fuoco in carne viva.

Ancore, sirene, navi e un nido di serpenti
che io ti incido in tutto il corpo, ma non li senti.

Ancore, sirene, navi e un nido di serpenti
che io ti incido in tutto il corpo, ma non li senti.
External links
 
Fonte: QUI
     
Autori: Belleno, D'Adamo, Belloni, Bardotti, De Scalzi
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Angela
La maestra
Angela
Posa la matita blu
Ormai non ne può più
La notte è sempre lunga
Angela
La puttana
Angela
Sta spegnendo il fuoco che
Ormai non scalda più
La notte è stata lunga
Angela

Ma quando finirà
Che strade misteriose seguono i destini:
rincontrarsi un giorno all’angolo, tutti uguali

C’è della gente che di uguale ha solo il nome
È una specie di delusione

Angela
La maestra
Angela
Per la strada sola sei
Ci sono solo lei
Angela
La puttana
Angela

Angela
Di fronte a tutte e due
Lo sguardo è stato molto rapido
E indeciso
E non saprei, non saprei dire chi
Si turbò di più

Chissà chi aveva da nascondere più cose
E ad occhi bassi ha camminato via
Via per prima

Angela
Oh, Angela
 
Fonte: QUI
 
Lato A: 5
QUALE ALLEGRIA

 
      Lato B: 5
TUTTI VANNO VIA

 
     

Autori: Lucio Dalla
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Quale allegria,
se ti ho cercato per una vita senza trovarti,
senza nemmeno avere la soddisfazione di averti
per vederti andare via.

Quale allegria,
se non riesco neanche più a immaginarti,
senza sapere se strisciare, se volare,
insomma, non so più dove cercarti.

Quale allegria,
senza far finta di dormire
con la tua faccia sulla mia,
saper invece che domani "ciao, come stai?"
Una pacca sulla spalla e via...
Quale allegria.

Quale allegria,
cambiar faccia cento volte per far finta di essere un bambino,
di essere un bambino con un sorriso ospitale, ridere, cantare e far casino,
insomma, far finta che sia sempre un carnevale...
Sempre un carnevale.

Senza allegria,
uscire presto la mattina,
la testa piena di pensieri,
scansare macchine, giornali,
tornare in fretta a casa,
tanto oggi è come ieri.

Senza allegria,
anche sui tram e gli aeroplani
o sopra un palco illuminato,
fare un inchino a quelli che ti son davanti
e son in tanti e ti battono le mani.

Senza allegria,
a letto insieme senza pace,
senza più niente da inventare,
esser costretti a farsi anche del male
per potersi con dolcezza perdonare
e continuare

Con allegria,
far finta che in fondo in tutto il mondo
c'è gente con gli stessi tuoi problemi
e poi fondare un circolo serale
per pazzi sprassolati e un poco scemi.

Facendo finta che la gara sia
arrivare in salute al gran finale,
mentre è già pronto Andrea,
con un bastone e cento denti,
che ti chiede di pagare

Per i suoi pasti mal mangiati,
i sonni derubati, i furti obbligati,
per essere stato ucciso
quindici volte in fondo a un viale,
per quindici anni la sera di Natale...
 
Fonte: QUI
     
Autori: Belleno, D'Adamo, Belloni, Bardotti, De Scalzi
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Tutti vanno via,
nessuno pensa mai
di ritornare, un giorno o l'altro, a fare una canzone
con te.

Oggi io vorrei
riaverli tutti qui:
il principe, il poeta e l'arlecchino che hanno
riso con me... cantato con me.

Quante cose
anch'io
non so di me,
chi, dove e quando
mi ha avuto veramente?
E chi
mi ha preso intera?

Accanto a me un uomo dorme già
e non ho il coraggio di confessare che
un altro ci sarà
e poi un altro...

Perché la mia vita
è un argine cedevole,
tra me e me.

Tutti vanno via,
io resto e penso che,
se anche non per sempre,
ho amato sempre, ho amato con tutta me,
ho amato anche te.

Se anche non per sempre,
ho amato sempre, ho amato con tutta me.
 
Fonte: QUI
 
ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Lun Gen 28, 2019 5:38 pm, modificato 1 volta
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 3731
Punti : 3731
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Empty ORNELLA VANONI: 1977 - FUORI (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Lun Gen 28, 2019 12:30 pm

1. TITOLO:
 
1977: IO FUORI
 
# Etichetta: VANILLA # Catalogo: OVL 2009 # Data pubblicazione: Ottobre 1977 # Matrici: OVL 2009-A/OVL 2009-B # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Data matrici 15 Ottobre / Distribuito da Fonit Cetra - Milano
 
 
2. RECENSIONE:
 
Io FUORI pubblicato nel 1977, è un album della cantante italiana Ornella Vanoni.

Il disco:
La prima edizione del disco esce insieme a "Io Dentro, in due buste laminate separate ma unite da un poster pieghevole dai toni azzurro/argentei raffigurante una Ornella vestita e truccata da pierrot.

I testi sono composti in gran parte da Giorgio D'Adamo (bassista del complesso dei New Trolls) insieme con Sergio Bardotti, così come per l'album precedente Io dentro: infatti i due long-playng verranno pubblicati in seguito in un disco doppio. Alla pubblicazione dei due album seguirà una fortunato tour di Ornella con il complesso dei New Trolls. Alcuni brani dell'album saranno parte integrante del controverso film Avere vent'anni, uscito nel 1978.

La versione in CD, stampata in pochissime copie dalla Fonit Cetra nel 1989 (CMD 2046), contiene i brani di entrambi gli album. Quasi tutte le copie in circolazione mostrano segni di ossidazione del supporto e disturbano l'ascolto delle ultime 4 tracce.

Per il mercato spagnolo si decise di pubblicare un disco singolo, con una selezione dei due long-playng e la versione tradotta di "Domani no", "Mañana no". La copertina, del tutto differente, presenta una foto dell'artista.

Per la promozione televisiva "Domani no" venne presentata nel corso di Domenica In 1978 e "Noi" all'interno di "Ma che sera". In entrambe le ospitate Ornella Vanoni venne accompagnata dal complesso dei New Trolls.

Alcuni dei brani vennero eseguiti dal vivo nel corso del programma "Due come noi", condotto dalla Vanoni con Pino Caruso.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
    
 
Versione musicassetta
 
 
 
 
4. TRACK LIST:
 
Lato A Lato B

  • A1 DOMANI NO
  • A2 MI PIACE FAR L'AMORE AL POMERIGGIO
  • A3 NOI
  • A4 PRENDIMI, TOCCAMI
  • A5 HELLO'


  • B1 TI VOGLIO
  • B2 STASERA CI CREDO
  • B3 RICORDARE, SOGNARE, CANTARE ANCORA
  • B4 COSA SEI PER ME
 
ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Button.png?t=n.b

ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Button
 
 
Lato A: 2
MI PIACE FAR L'AMORE AL POMERIGGIO

 
      Lato B: 2
STASERA CI CREDO

 
     

Autori: Belleno, D'Adamo, Belloni, Bardotti, De Scalzi
Orchestra: Adelmo Musso
 
Testo:
Mi piace far l’amore al pomeriggio
Verso le tre
E specialmente farlo insieme a te

Io faccio parte del tuo piano investimenti
Com’è eccitante!
Sai perché?

Mi sento ben protetta e fluttuante
Come uno yen
Le mie riserve non controllo più

Così la stanza dei bottoni
Si apre pronta
Chiusura lenta

E ora giù
Sempre più

Siete matti voi uomini
A vivere così
Tranquillanti di scorta
Lo psichiatra alla porta
Più assordante di un jet!

Mi piace far l’amore al pomeriggio
Verso le tre
Programmazione qui
Non ci sarà

Ora vediamo se il tuo proverbiale istinto
Sa fare centro
Su di me
Su di me

Siete matti voi uomini
A vivere così
Metti un’ora d’amore
Nel tuo calcolatore
Fai impazzire anche lui!
 
Fonte: QUI
     
Autori: Bencini, Del Turco
Orchestra: Toto Torquati
 
Testo:

 
Fonte: [url=E tu che mi ami
Adesso
Lo sai che domani
Non sarà lo stesso?

Ma io
Ci credo
Stasera
Ci credo

Fino a domani
Quando al mattino
Vedrai che saremo già
Visi lontani
Cosa mi importa
Se un giorno dimenticherai
Tutto di me?

È solo un amore
Follia
Lo usiamo una sera
Poi si getta via

E tu che mi ami
Adesso
Non dire “lo giuro”
Non dire “confesso”

Respira la vita
Stasera
Ci credo

Fino a domani
Quando al mattino
Vedrai che saremo già
Visi lontani
Cosa mi importa
Se un giorno dimenticherai
Tutto di me?

È solo un amore
Follia
Lo usiamo una sera
Poi si getta via]QUI[/url]


 
Lato A: 4
PRENDIMI, TOCCAMI

 
      Lato B: 3
RICORDARE, SOGNARE, CANTARE ANCORA

 
     

Autori: Belleno, D'Adamo, Belloni, Bardotti, De Scalzi
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Vuoi aver ragione
un’altra volta tu,
che rabbia che mi fai,
bastardo!

E poi non mi guardare adesso,
non è giusto,
parliamone se vuoi,
fa’ presto.

Lentamente, lentamente,
lentamente come vuoi,
mi prendi un po’ di più
la mano.

La mano in tutti i sensi,
mi arrendo ancora io
per dire “… è uomo mio”

Stringimi,
vieni qui, toccami,
vieni qui, prendimi.

Cercami,
vieni qui, sentimi,
vieni qui, prendimi.

Stringimi più forte,
prendimi più forte,
sentimi più forte.

La sola conclusione
possibile con te,
in fondo poi non è sbagliata.

Non chiedimi che cosa voglio,
non parlare,
restare ancora qui
è meglio.

Lentamente, lentamente,
lentamente come so,
ti vengo ancora un po’
vicino.

Vicino è ancora poco,
il gioco adesso è mio,
sei prigioniero, uomo mio.

Stringimi,
vieni qui, toccami,
vieni qui, prendimi.

Cercami,
vieni qui, sentimi,
vieni qui, prendimi.

Stringimi,
vieni qui, toccami,
vieni qui, prendimi.

Cercami,
vieni qui, sentimi,
vieni qui, prendimi.

Stringimi più forte.

Stringimi,
vieni qui, toccami,
vieni qui, prendimi.

Cercami,
vieni qui, sentimi,
vieni qui, prendimi.

Sentimi.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Belleno, D'Adamo, Belloni, Bardotti, De Scalzi
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Via
lontano,
a seguir la voce che
mi chiama là.

Là, dovunque,
un posto diverso,
un’altra realtà.

E comincia un altro giorno,
(ricordare, sognare, cantare ancora)
il pensiero mio sei tu.

Così pazzo d’aspettarmi
(oggi non aspetto più).

E ti vorrei con tutta l’anima,
(io vado via)
come quando mi bastava crederti
(io vado via)
per sognare ancora,
per cantare ancora.

Per inseguire antiche nuvole
(io vado via)
e per bere a fonti ancora limpide,
(io vado via)
per sognare ancora.

Ciao ragazzo,
non fare la faccia triste
di Romeo.
Vai, fai presto,
Giulietta ti aspetta fuori da un liceo.

C’è nell’aria un altro inverno,
forse tu non sai cos’è,
non cercare di capire...
Ciao ragazzo, pensa a me…

E ti vorrei con tutta l’anima,
(io vado via)
come quando mi bastava crederti
(io vado via)
per sognare ancora,
per cantare ancora.

Per inseguire antiche nuvole
(io vado via)
e per bere a fonti ancora limpide,
(io vado via)
per sognare ancora.
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 5
HELLO'

 
      Lato B: 4
COSA SEI PER ME

 
     

Autori: Belleno, D'Adamo, Belloni, Bardotti, De Scalzi
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Hello?
Hello?

Hello
Sai, pensavo a te
Ancora caldo è il posto tuo
Eppure ti vorrei ancora un po’

Hello?
Hello?
Ti vorrei anch’io
È tanto freddo il letto mio
Difficile dormire senza te

Sognami un po’
(Sì, ti sognerò)
Come se fossi qui
(Come mi vuoi?)
Come tu sei
Che cosa sciocca stare soli, soli

Hello?
Hello?
È stupido, lo so
Dimmi cento volte che
Volersi bene come noi
Si può

Sognami un po’
(Sì, ti sognerò)
Come se fossi qui
(Come mi vuoi?)
Come tu sei
Che cosa sciocca stare soli, soli

Hello?
Hello?
Hello?
Hello?
 
Fonte: QUI
     
Autori: Belleno, D'Adamo, Belloni, Bardotti, De Scalzi
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Cosa sei per me
Forse non lo sai
In quest’istante sei
La notte che vivrò

Poi c’è sempre un poi
Il primo sole e noi
Timidamente noi
Noi due pieni di luce
Noi due troppo felici

Allora, sì, saprò
Prima io di te
Cosa sei per me

Cosa sei…
Per me
Cosa sei per me
Forse non lo so

In questo istante sei
La notte che vivrò

Poi c’è sempre un poi
Il primo sole e noi
Timidamente noi
Noi due pieni di luce
Noi due troppo felici

Allora, sì, saprò
Prima io di te
Cosa sei per me
 
Fonte: QUI
 
ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Videos10
 
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 3731
Punti : 3731
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Empty ORNELLA VANONI: 1978 - GLI AMORI FINITI/NOI (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Lun Gen 28, 2019 2:36 pm

1. TITOLO:
 
1978 - GLI AMORI FINITI/NOI
 
# Etichetta: VANILLA # Catalogo: OV 019 # Data pubblicazione: Maggio 1978 # Matrici: OV 019-A/OV 019-B # Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Data matrici: 23 Maggio / Gepy & Gepy è lo pseudonimo di Giampiero Scalamogna / Arrangiamenti ritmici e vocali di Gianni Belleno, Ricky Belloni e Vittorio De Scalzi / Distribuito da Fonit Cetra - Milano
 
 
2. RECENSIONE:
 
Nuovo estratto dal doppio 33 giri Io dentro, io fuori. Questa volta a trovare spazio su 45 giri è la validissima Gli amori finiti anch'essa nata dalla collaborazione con alcuni componenti dei New Trolls. Ottima incisione per un'artista che con il trascorrere del tempo sembra guadagnare in fascino e bravura.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
    
 
   
 
 
4. TRACK LIST
 
Lato A:
GLI AMORI FINITI

 
      Lato B:
NOI

 
     

Autori: Sergio Bardotti, Gianni Belleno, Ricky Belloni, Giorgio D'Adamo, Vittorio De Scalzi
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Gli anni migliori li hai sempre alle spalle, li hai sempre già sprecati,
guardi ogni giorno la tua collezione di sentimenti usati.
Cercare te, che senso ha?
Eppure ti ho cercato ancora, sono qua.

Forse è soltanto la voglia di starci vicino
di avere qualcuno,
poi manca sempre il coraggio di dire ti amo una volta per uno.
Amare te, che senso ha?
E continuare ad inventare quello che sappiamo già,
che senso ha?

Noi, vicini, vicini, vicini, lontani in un attimo,
vicini, vicini, vicini, perduti in un attimo,
uniti in un attimo.

Ma quante volte amore mio
ti ho perduto io,
quante volte mi hai saputo attendere.

Quanti momenti così
quanti amori bisogna avere capiti
per arrivare a sentire che quelli perfetti
son quelli finiti.

Tornare qui, che senso ha?
E questo senso di stanchezza
e insieme di serenità, che senso ha?

Noi, vicini, vicini, vicini, lontani in un attimo.
Vicini, vicini, vicini, perduti in un attimo.
Uniti in un attimo.

Ma quante volte amore mio, ti ho perduto io
quante volte mi hai saputo attendere.

Noi, vicini, vicini, vicini, lontani in un attimo.
Vicini, vicini, vicini, perduti in un attimo.
Uniti in un attimo.

Ma quante volte amore mio, ti ho perduto io
quante volte mi hai saputo attendere.
Noi, vicini, vicini, vicini, lontani in un attimo.
Vicini, vicini, vicini...
 
Fonte: QUI
     
Autori: Sergio Bardotti, Gianni Belleno, Ricky Belloni, Giorgio D'Adamo, Vittorio De Scalzi
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Noi, com’è strano il destino
ci hanno letto la mano
e mi avrai sempre vicino

È questo il buffo di noi

Noi, ragazzi nati di ieri
che andiamo avanti a giocare
sui più scoscesi sentieri

Noi… senza orario e senza ragione
volando come vola l'aquilone
che spezza il filo e non ritorna giù

Noi... d'improvviso abbiamo capito
che non è molto meno di un minuto
e che nessuno ci raggiunge più

Noi, com’è strano il destino
ha portato lontano il nostro mondo bambino

Che desiderio di avere
ma che bisogno di dare

Noi… senza orario e senza ragione
volando come vola l'aquilone
che spezza il filo e non ritorna giù

Noi... d'improvviso abbiamo capito
che non è molto meno di un minuto
e che nessuno ci raggiunge più

Noi, com’è strano destino
ci hanno letto la mano
e mi avrai sempre vicino

Noi, ragazzi nati di ieri
che andiamo avanti a giocare
sui più scoscesi sentieri
 
Fonte: QUI
 
ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Videos10
 
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 3731
Punti : 3731
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Empty ORNELLA VANONI: 1978 - VANONI (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Lun Gen 28, 2019 4:02 pm

1. TITOLO:
 
1978: VANONI
 
# Etichetta: VANILLA # Catalogo: OVL 2011 # Data pubblicazione: Aprile 1978 # Matrici: OVL 2011-A/OVL 2011-B # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Data matrici 12 Aprile / Distribuito da Fonit Cetra - Milano
 
 
2. RECENSIONE:
 
Vanoni, pubblicato nel 1978, è un album della cantante italiana Ornella Vanoni.

Il disco:
Il disco si caratterizza per la presenza di alcuni testi particolarmente sensuali e maliziosi, interpretati tuttavia con la consueta classe. Raggiunge il nono piazzamento nella classifica di vendite.

Alcuni brani di questo lavoro vengono presentati "live" insieme al gruppo dei New Trolls nel corso della trasmissione televisiva "Due come noi" nel 1978, di cui Ornella è anche co-conduttrice. Memorabile è la sua performance con Riccardo Cocciante del brano "Poesia" durante l'ultima puntata: Ornella, in un periodo particolarmente difficile della sua vita privata, scoppia a piangere sul finire del pezzo, caratterizzando "per sempre" l'interpretazione di questo brano. Ornella inciderà per la prima volta su disco il brano di Cocciante soltanto nel 1986, nell'album jam-session "Ornella &...".

Il disco esce anche in Giappone con la stessa grafica di copertina e successione dei brani, nel 1979.

Anche in questo caso vengono stampate poche copie su supporto CD dalla Fonit Cetra nel 1989.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
   
 
 
4. TRACK LIST:
 
Lato A Lato B

  • A1 VORREI DARTI
  • A2 UNA DOMENICA
  • A3 WAGON-LIT
  • A4 MENTRE VIVO SENZA TE
  • A5 VOLO VIA


  • B1 UN VIZIO FACILE
  • B2 AMORE + AMARE = TI AMO
  • B3 TERRA
  • B4 MA CHISSA'
  • B5 IERI E' PASSATO
 
 
Lato A: 1
VORREI DARTI

 
      Lato B: 1
UN VIZIO FACILE

 
     

Autori: Sergio Bardotti, Arturo Belloni
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Vorrei darti tanto
Vorrei darti tutta la mia vita
La più segreta

Vorrei darti il mio primo instante
Della prima tentazione
La mia pelle senza sonno
Primo sì che ho strappato all'amore

Vorrei darti l'emozione
Dei miei occhi fissi a terra
Quando il primo uomo disse
Tu sei bella, sei bella, sei bella

Vorrei darti il sole e il grano
Del mio primo appuntamento
Primo nome detto piano
E poi mai di vento a giocare su di me

Vorrei darti il mio primo grido
Della prima gioia intera
Passaporto per la vita
Primavera ferita e dolcissima

Vorrei darti il vino amaro
Per il mio primo tradimento
Io che già morivo dentro
Ma, impazzita, ridevo ridevo

Vorrei darti i mille errori
Che facevo e che pensavo
Perché non ti conoscevo
Ma ti amavo, ti amavo, ti amavo

E domani vorrei darti
Quel che non ho dato ancora
Perché ancora sei tornato
A ferire, a guarire, a morire con me

Vorrei darti tanto
Vorrei darti un figlio per sapere
Cos'è l'eternità
 
Fonte: QUI
     
Autori: Sergio Bardotti, Pippo Caruso
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com

 
Lato B: 2
UNA DOMENICA

 
      Lato B: 2
AMORE + AMARE = TI AMO

 
     

Autori: Luigi Albertelli, Pino Massara
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Che bellezza, oggi è domenica
Il giorno più bellissimo
Mi faccio un riposissimo
Più lungo che si può
Poi mi faccio una doccissima
Ma squilla già il telefono
“Amore, adesso no”.

È un’amica mia carissima
La liquido in un attimo
“Amore, caro, aspettami
Non arrabbiarti, no”.
Certe voglie vanno e vengono
Lo so, non ci sorreggono
Ma amore, adesso no!

Che cosa fai, ma cosa vuoi, stai fermo, dai, così non puoi
Mi tiri su, mi tiri giù, che pazzo sei! Che bello, dai!
Contro di me, sopra di me, sotto di me, di fianco a me
Che importa se questo non c’è se piace a te…

Ma un domenica tranquilli non si può restare un po’?

È già l’ora delle pentole
Spaghetti con le vongole
E la torta con le fragole
Che piace tanto a te
Le posate sulla tavola
Il vino in frigorifero
Amore, adesso no!

Che cosa fai, ma cosa vuoi, stai fermo, dai, così non puoi
Mi tiri su, mi tiri giù, che pazzo sei! Che bello, dai!
Contro di me, sopra di me, sotto di me, di fianco a me
Che importa se questo non c’è se piace a te…

Ma un domenica tranquilli non si può restare un po’?

Poi tu prendi l’automobile
La nostra spiderissima
Tirata lucidissima
Che oltre non si può
Che bellezza, oggi è domenica
Ma il prato è già pienissimo
Amore, adesso no!

Che cosa fai, ma cosa vuoi, stai fermo, dai, così non puoi
Mi tiri su, mi tiri giù, che pazzo sei! Che bello, dai!
Contro di me, sopra di me, sotto di me, di fianco a me
Che importa se questo non c’è se piace a te…

Ma un domenica tranquilli non si può restare un po’?

Mi trascini dentro un cinema
Ci danno una pellicola
Per niente eroticissima
Io mi rilasso un po’
Quasi quasi mi addormento
Ma le dita tue mi cercano
amore, adesso no!

Ma un domenica tranquilli non si può restare un po’?

Che bellezza, oggi è domenica
Il giorno più bellissimo
Mi faccio un riposissimo
Più lungo che si può
Che bellezza oggi è domenica
Il giorno più bellissimo
Amore, adesso no!
 
Fonte: QUI
     
Autori: Cristiano Malgioglio, Corrado Castellari
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
Lato A: 3
WAGON-LIT

 
      Lato B: 3
TERRA

 
     

Autori: Masuero, Belleno, Belloni, Bardotti, De Scalzi
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Sei proprio tu
Non mi guardare, no
Potresti abbagliarmi con quegli occhi
E far sentire meno le mie ginocchia

Ti devo dare ancora qualche cosa
Combinazione il mio cervello dice no
Se vuoi puoi fumare, se vuoi mi puoi spogliare

Wagon lit far l'amore qui
Vuol dire eccitazione
Vuol dire crepare d'emozione
Vuol dire attraversare il cuore a gran velocità

Wagon lit far l'amore qui
Vuol dire confusione
Vuol dire non stare in equilibrio
Vuol dire perdere energia a gran velocità

Wagon lit, Wagon lit

So che sei sposato
Sei innamorato no?
Se vuoi ti parlerò dei nostri figlio
E grande è la meraviglia
Sai che ti assomiglia proprio tanto
Che cosa faccio
Ho un amante, due, non so
Dire altro non si può
Te lo assicuro, no

Wagon lit far l'amore qui
Vuol dire eccitazione
Vuol dire crepare d'emozione
Vuol dire attraversare il cuore a gran velocità

Wagon lit far l'amore qui
Vuol dire confusione
Vuol dire non stare in equilibrio
Vuol dire perdere energia
A gran velocità
 
Fonte: QUI
     
Autori: Sergio Bardotti - Caetano Veloso
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Io lo so che la guardavi
Tra i muri di una galera
Su un giornale quella volta che
Le sue fotografie
Te l’hanno mostrata intera
Per la prima volta nuda
Coperta solo di
Terra
Terra

Se ti è distante
Un errante navigante
Non può mai
dimenticare

E ora sei innamorato
Di questa terra bambina
E dal mare una mattina
Griderai “terra in vista!”
Una solida certezza
Nel tuo passo sentirai
Ed in mano una carezza
Terra
Terra

Se ti è distante
Un errante navigante
Non può mai
dimenticare

Tu sei leone
…fuoco
Bruceresti senza lei
In te stesso eternamente
Però lei ti salverà
Perché sei uomo e ribelle
E un uomo è un’altra allegria
Più infinita delle stelle
Terra
Terra

Se ti è distante
Un errante navigante
Non può mai
dimenticare

Più in là di tempo e di spazio
Vedrò di darti coraggio
Vedrò di darti l’amore
Durante tutto il tuo viaggio
Che realizzi nel niente
Trasportando solamente
Il nome della tua …
Terra
Terra

Se ti è distante
Un errante navigante
Non può mai
dimenticare

Se ti è distante
Un errante navigante
Non può mai
dimenticare
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 4
MENTRE VIVO SENZA TE

 
      Lato B: 4
MA CHISSA'

 
     

Autori: Alberto Salerno, Sergio Bardotti, Mauro Culotta
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Che starai facendo
Che starai pensando
A chi starai parlando
Con chi farai l’amore non lo so

Sarai più delicato
O sempre un po’ sgarbato
Dirai le stesse cose
Cattive e deliziose
Oppure no?

E chissà se tu mi pensi
Se anche tu un po’ ti tormenti
Se questa notte dormi
O resti sveglio per me
Se hai qualcuno
Oppur nessuno
Vicino

Io sto con uno
Vado a ballare
E ci faccio l’amore
Mentre vivo
Senza te

È con lui che io gioco
Per sempre o per poco
Mentre vivo senza te

È con lui che mi fabbrico i giorni
Mentre vivo senza te

È con lui che mi annoio
Con lui che non parlo di te

Ma sarai cambiato
O sarai lo stesso?
Forse innamorato
O forse un po’ diverso
Come me

E chissà se piangi ancora
Quando una ti consola
Se quando viene buio
Senti freddo anche tu
Se hai qualcuno
Oppur nessuno
Vicino

Io sto con uno
Vado a ballare
E ci faccio l’amore
Mentre vivo
Senza te

È con lui che io gioco
Per sempre o per poco
Mentre vivo senza te

È con lui che mi fabbrico i giorni
Mentre vivo senza te

È con lui che mi annoio
Con lui che non parlo di te

Tutto e niente accade, amore
Mentre vivo senza te

Tutto e niente accade, amore
Mentre vivo senza te

Tutto e niente accade, amore
Mentre vivo senza te

Tutto e niente accade, amore
Mentre vivo senza te

Tutto e niente accade, amore
Mentre vivo senza te
 
Fonte: QUI
     
Autori: Luciano Raggi, Bruno Pallini
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Posso darmi così
E lasciarmi un po’ fare
Senza troppa ironia
So persino gridare
Che sei l’uomo da amare
Sono donna da tanto
E con tanta esperienza
Per fregarti una volta
E lasciarti contento

Posso darti una mano
A scoprire il mio seno
E obbligare il mio corpo
A seguire il tuo ritmo
E convincerti in pieno
E sfiorarti i capelli
con mani tremanti
e lasciarti contento

Ma chissà
Se m’innamoro di te
Ma chissà
Io sono un tipo allenato
Provato
Al mercato dell’usato
E rendo a secondo
Di come gira il mondo

Ma chissà
Se m’innamoro di te
Ma chissà
Io sono molto esigente
Impaziente
Per niente tollerante

E non fare così
Quella faccia delusa
Sai benissimo che
Può esser tutta una scusa
E magari paura

Ma che voglia che avrei
Di un sorriso indifeso
E lasciarmi un po’ andare
A un momento d’amore

Cosa credi che io
non rimpianga qualcosa?
Senza troppa ironia
Posso farti un elenco completo di spese.
Sono donna da tanto
E con tanta esperienza
Da tanti scappare
Senza neanche provare
Un momento d’amore
Senza neanche scopare.

Ma chissà
Se m’innamoro di te

Ma chissà
Se m’innamoro di te

Ma chissà
Se m’innamoro di te

Ma chissà
Se m’innamoro di te

Ma chissà
Se m’innamoro di te

Ma chissà
Se m’innamoro di te
 
Fonte: QUI
 
Lato A: 5
VOLO VIA

 
      Lato B: 5
IERI E' PASSATO

 
     

Autori: Paola Blandi - Beppe Cantarelli
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Ma chi sei?
Tu che occupi il mio letto
Cosa vuoi?
Mi passeggi nelle vene
E cresci in me
E dirigi i miei pensieri
E il corpo mio
Senza fretta bevi il tanto
Dei miei sì
Mentre chiudi a chiave
L’odio dei miei no
Come il vento mi attraversi
E te ne vai

Ma per chi
Resto qui?
Tra un minuto la mia faccia
Svanirà!

Volo via
Volo via
E dall’alto tutto sembrerà
Magia

Volo via
Volo via
E vi lascio fra la braccia
Tutta la pazzia
Di un addio
Volo via

Volo via
Senza meta, senza fame, senza te
Nel silenzio di un minuto vado via
E per vivere un ricordo basterà
Ma un’idea svanisce,
Mi riprenderai
Le tue mani prepotenti
Su di me
E la strada immensa per tornare su

Ma per chi
Resto qui?
Tra un minuto la mia faccia
Svanirà!

Volo via
Volo via
E dall’alto tutto sembrerà
Magia

Volo via
Volo via
E vi lascio fra la braccia
Tutta la pazzia
Di un addio
Volo via

Volo via
Volo via
E vi lascio fra la braccia
Tutta la pazzia
Di un addio
Volo via
 
Fonte: QUI
     
Autori: Giovanni Ullu
Orchestra: Gianfranco Lombardi
 
Testo:
Dedicato alle mie stelle
Ad un amore che non è mai nato
Tra lacrime e sorrisi
Ho perso il senso
di ogni cosa che ho sfiorato

Ed ora ho la chiave
Di quello che credevo una volta.
Dai primi sospiri
Strada ne ho fatta molta.
Sono sempre la prima
Quando c’è da amare
Non chiedermi di ritornare

Ieri è passato
Il tempo è perduto
Non mi va di chiedere il suo aiuto

Ieri è passato
Il tempo è perduto
Anche quello che ho voluto

Ma il presente
Io non so
Che cosa è
Esattamente

Non è solo amore
C’è dell’altro
Nei discorsi del mio cuore
Qualcosa che non puoi definire
Ma di certo puoi sentire.

Rimani deluso da quello che ti dico stasera
Oppure comprendi che l’anima mia spera?
Qualcosa sta cambiando, non sarò più sola
Incontrerò qualcuno nel mio volo.

Vola il domani
Vola il pensiero
Libero
Nei campi

Vola il domani
Vola il pensiero
Anche quello che non canti

Ma il presente
Tu lo sai
Che cosa è
Esattamente?

Il presente
Tu non sai
Che cosa è
Esattamente
 
Fonte: QUI
 
ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Videos10
 
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 3731
Punti : 3731
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Empty ORNELLA VANONI: 1979 - IO LE CANTO COSI' N° 1 (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Lun Gen 28, 2019 7:00 pm

1. TITOLO:
 
1979: IO LE CANTO COSI' N° 1
 
# Etichetta: VANILLA # Catalogo: OVL 2012 # Data pubblicazione: Maggio 1979 # Matrici: OVL 2012-A/OVL 2012-B # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Data matrici 16 Maggio / Distribuito da Fonit Cetra - Milano
 
 
2. RECENSIONE:
 
Oggi le canto così, vol.1 pubblicato nel 1979, è un album della cantante italiana Ornella Vanoni.

Il disco:
Il disco è il primo di una serie di quattro, pubblicati fino al 1982, in cui la cantante reinterpreta i suoi maggiori successi, tutti ripresi dal repertorio pubblicato dalla Ricordi e dalla Ariston le sue due precedenti case discografiche, ed il solo della serie ad essere originariamente stampato su etichetta Vanilla. L'edizione originale presenta la copertina a busta chiusa, laminata. La busta interna ha tutti i crediti e una fotografia della cantante in sala di registrazione. La ristampa CGD/Vanilla ha la copertina non laminata e la busta interna è bianca.

I quattro lp saranno pubblicati anche in un cofanetto Vanilla OVL 2012/14/15/17. I numeri di catalogo, tranne per il primo volume, non corrispondono. I dischi, in quanto editi dalla CGD, hanno un differente criterio di catalogazione. Il volume 2 Paoli e Tenco non è l'OVL 2014, ma il CGD 20219. Probabilmente il cofanetto venne previsto fin dall'inizio e fu realizzato prima della cessazione dell'attività, come etichetta indipendente, della Vanilla.

L'amore è come un giorno viene proposta, per la prima volta, in versione da studio. Precedentemente l'unica versione pubblicata, da parte della Vanoni, era inserta nel disco dal vivo Ah! L'amore l'amore, quante cose fa fare l'amore!. Il brano venne presentato in televisione nel corso della prima puntata dello show 'Tilt' condotto da Stefania Rotolo.

L'illustrazione in copertina, riproposta identica su tutti e quattro i volumi con alcune minime modifiche e un colore di fondo differente, è di Gianni Ronco, foto di Mauro Balletti, realizzazione grafica di Luciano Tallarini.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
   
 
 
4. TRACK LIST:
 
 
ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Button.png?t=n.b

ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Button
 
ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Videos10
 
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 3731
Punti : 3731
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ORNELLA VANONI  - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 4 Empty Re: ORNELLA VANONI - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 4 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Torna in alto


Italia Canora :: MUSICA LEGGERA :: 
CANTANTI/GRUPPI ANNI' 50
 :: ORNELLA VANONI

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum