Ci "aiuti" a crescere?
Ti ringrazio in anticipo per il tuo




________________________________________

DIVENTA COLLABORATORE!

Italia Canora è in continua crescita e sempre alla ricerca di collaboratori che desiderano partecipare a questo grandioso progetto.

Aiuta Italia Canora a cercare materiale come cover, videoclip testi e quant'altro occorre per inserire le discografie dei nostri grandi artisti italiani!

Se sei appassionato di musica potresti dedicarti ad inserire il tuo artista preferito con delle semplici linee guida.

Lasciami un messaggio (in chat oppure in alto su Messages), ti contatterò quanto prima!

________________________________________






________________________________________



Caricamento video...
AFFILIAZIONI - SITI - BLOG
e FORUM

LaFavolaBlu


Progetto Musico Sognante Italiano
La fiaba del mare della Musica Italiana
ed Internazionale


____________________________


Nonsolosuoni




Un sogno
fatto di musica!

______________________

_____________________



___________________



Estatica è l'enciclopedia di musica italiana, internazionale e cultura.

Discografie, recensioni, interviste, monografie, live report, video, ebooks

_____________________

< ho la sclerosi multipla >


Condividiamo tutto sulla malattia

____________________________



________________________


________________________


________________________

Chi è online?
In totale ci sono 57 utenti online: 2 Registrati, 0 Nascosti e 55 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

admin_italiacanora, mauro piffero

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 737 il Dom Feb 24, 2019 6:06 pm





__________________________________

Ti piace il nostro Portale??
Allora votaci cliccando su questo bottone ... Grazie!!

migliori siti


www.italiacanora.net


Grazie a voi abbiamo vinto questi AWARD
nella classifica di NET-PARADE


Uno dei più belli
In classificasito internet
In classifica
Sito d'argento
DISCLAIMER
Tutte le copertine, testi e video presenti su questo forum sono solo per uso informativo e di intrattenimento.
Puoi scaricare e stampare la copertina se possiedi l'originale e hai bisogno di rimpiazzarla.
Tutto cio' che puo' essere considerato legale, dipende dalle leggi sul copyright del tuo paese di residenza. Non è nostra intenzione infrangere Copyright per cui, se ciò dovesse accadere, prego gli interessati a scrivere agl'amministratori i quali provvederanno alla rimozione immediata o a citare la fonte, se richiesto.
Lo Staff di ItaliaCanora.net non è responsabile dell'utilizzo e di eventuali danni a cose o persone causati dal materiale presente in questo forum, inoltre si tiene a precisare che tutto ciò che è presente in questo forum vi è stato messo in assoluta buona fede e senza alcuno scopo di lucro.
Traduttore - Translater
METEO ITALIA OGGI

Partner

creare un forum



Motori ricerca

Segnala il tuo sito nella directory

http://www.wikio.it

Cerrrca.com la ricerca con tre rrr


LICENZA
Licenza Creative Commons

Quest'opera è distribuita con Licenza
Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.

ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)

Italia Canora :: MUSICA LEGGERA :: 
CANTANTI/GRUPPI ANNI' 50
 :: ADRIANO CELENTANO

Pagina 5 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5

Andare in basso

ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Empty ADRIANO CELENTANO: 1979 - SOLI (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Sab Gen 12, 2019 9:10 pm

1. TITOLO:
 
1979 - SOLI
 
# Etichetta: CLAN # Catalogo: CLN 20150 # Data pubblicazione: 1979 # Matrici: 30 CLN 86150-1L/30 CLN 86150-2 # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Distribuzione Messaggerie Musicali - Milano.
 
 
2. RECENSIONE:
 
Soli è un album di Adriano Celentano pubblicato nel 1979

Soli, la title track scritta da Miki Del Prete, Cristiano Minellono e Toto Cutugno, è una delle canzoni più celebri e ricordate del repertorio di Adriano.
 
Fonte: QUI

 
3. COVER:
 
   
 
   
 
 
Versione Musicassetta
 

 
   
 
 
Versione: Cassetta stereo otto
 
   
 
 
4. TRACK LIST:
 
Lato A Lato B



  • B1 AMORE NO
  • B2 NON E'
  • B3 STIVALI E COLBACCO
  • B4 MEDLEY
 
 
ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Button.png?t=n.b

ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Button
 
Lato A: 2
PEOPLE

 
      Lato B: 1
AMORE NO

 
   

Autori: B. Merrill, J. Styner
Orchestra: Anthony Rutherford Mimms
 
Note: "PEOPLE" è cantata in inglese... viene inserita esclusivamente per "doverosa" documentazione!
 
Testo:
People, people who need people
Are the luckiest people in the world.
We're children, needing other children
And yet, letting our grown-up pride
Hide all the need inside
Acting, more like children, than children.

Lovers are very special people,
They're the luckiest people in the world
With one person, one very special person,
A feeling deep in your soul
Says: "You were half, now you're whole".
No more hunger and thirst,
But first be a person who needs people.
People who need people
Are the luckiest people in the world.

We're children, needing other children
And yet, letting our grown-up pride
Hide all the need inside
Acting, more like children, than children.

Lovers are very special people,
They're the luckiest people in the world
With one person, one very special person,
A feeling deep in your soul
Says: "You were half, now you're whole".
No more hunger and thirst,
But first be a person who needs people.
People who need people
Are the luckiest people in the world.
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Cutugno, Minellono
Orchestra: Anthony Rutherford Mimms

 
Testo:
Amore, amore, amore, amore, amore, amore no, (amore no)
amore, amore, amore, amore, amore, amore no, (amore no)
amore, amore, amore, amore, amore, non si può.

Volevo fare una poesia
che non parlasse che di te
con un pennello sopra i muri scritto avrei
che cosa sei per me.

Volevo dire per la strada
alla gente che non ride mai
che sei diversa, che sei vera
e che col tempo tu non cambierai,
ma tu non sei con me.

Amore, amore, amore, amore, amore, amore no, (amore no)
amore, amore, amore, amore, amore, amore no, (amore no)
amore, amore, amore, amore, amore, non si può.

Volevo una fotografia
dove si vede che sei tu
e tappezzare tutti i muri in ogni via
per dire a tutti che eri mia.

Ma ho solamente una canzone
fatta di notte in un portone
mentre ti ho vista come un ladro andare via
con lui da casa mia
e tu non sei più mia.

Amore, amore, amore, amore, amore, amore no, (amore no)
amore, amore, amore, amore, amore, amore no, (amore no)
amore, amore, amore, amore, amore, non si può
non si può.

E tu non sei più mia.
Amore, amore, amore, amore, amore, amore no, (amore no)
amore, amore, amore, amore, amore, amore no, (amore no)
amore, amore, amore, amore, amore, non si può.

Ma ho solamente una canzone
fatta di notte in un portone
mentre ti ho vista come un ladro andare via
con lui da casa mia
e tu non sei più mia.

Amore, amore, amore, amore, amore, amore no, (amore no)
amore, amore, amore, amore, amore, amore no, (amore no)
amore, amore, amore, amore, amore, non si può
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 3
PAY, PAY, PAY

 
      Lato B: 2
NON E'

 
   

Autori: Pallavicini, Masseur, Guarneri
Coro: Claudia Mori
Orchestra: Anthony Rutherford Mimms
 
Testo:
Lui:
Pay Pay Pay Pay Pay
Pay Pay Pay Pay Pay
pronuncio giusto il tuo nome
è proprio Pay?

Lei:
Pay Pay Pay Pay Pay

Lui:
Pay Pay Pay Pay Pay
sul tuo pianeta
dimmi il reggae, te lo fai?

Lei: mai, mai, mai, mai, mai

Lui: la destra in giù
Lei: la destra eccola qua
Lui: sinistra in su
Lei: sinistra, eccola qua
Lui: riunire dai
Lei: ma in politica che fai?
Lui: che dici mai

Lui: e da voi c'è?
Lei: artisti non ce n'è
Lui: si spara o no?
Lei: armarsi non si può.
Lui: la grana c'è
Lei: un povero lascio
Lui: oh oh

Lui:
Pay Pay Pay Pay Pay
Pay Pay Pay Pay Pay
ma tu l'amore sul pianeta te lo fai?

Lei: Pay Pay Pay Pay Pay

Lui:
Pay Pay Pay Pay Pay
non ho capito bene
un uomo tu ce l'hai?

Lei: bye, bye, bye, bye, bye

Lei: c'è Superman
Lui: tienitelo tu
Lei: è uscito anche...
Lui: non lo reggo più
Lei: ma è un uomo buono
Lui: uno come me
Lei: e non ce n'è

Lei: ci credi o no
Lui: io ci crederò
Lei: mi piaci tu
Lui: tanto anche tu
Lei: e grazie a te
Lui: prego grazie a te
Lei: mi sento donna

Lui:
Pay Pay Pay Pay Pay
pay Pay Pay Pay Pay
amore il raggae
insieme a me impe(a)rerai

Lei: Pay Pay Pay Pay Pay

Lui:
Pay Pay Pay Pay Pay
volare via
e stare in terra lo vedrai

Lei: Pay Pay Pay Pay Pay

O Pay Pay Pay Pay Pay...
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Cutugno, Minellono
Oechestra:Anthony Rutherford Mimms
 
Testo:
Non è
che non ti voglio più
e lo sai
non è
che non ti sento più
come sei
è solo che
ho bisogno anch'io
di fare il punto a modo mio
con te

Non è
un'altra donna
no, non potrei
non è
che non sei come io ti vorrei
è come se
mi fermassi un po'
ad ascoltare come sto

Devi capirmi di più
sai, il cuore a volte
più sale e poi va giù
capirmi un po'
no, non è difficile
basta solo un po' d'amore.

Non è
che voglio stare un po'
senza te
non è
che non ti voglia più
qui con me.
È solo che
ogni tanto vado via
seguendo un sogno o una poesia.

Devi capirmi di più, sai
il cuore a volte
più sale e poi va giù.
capirmi un po'
no, non è difficile
basta solo un po' d'amore.

Non è
un'altra donna
no, non potrei
non è
che non sei come io ti vorrei
è come se
mi fermassi un po'
ad ascoltare come sto

È come se
mi fermassi un po'
ad ascoltare come sto
ad ascoltare come sto
ad ascoltare come sto
ad ascoltare come sto...
 
Fonte: QUI
 
Lato B: 3
STIVALI E COLBACCO

 
      Lato B: 4
MEDLEY

 
   

Autori: Vari
Orchestra: Anthony Rutherford Mimms
 
Testo:
Mi sembra la figlia
Di un capo cosacco
Con quegli stivali
E quel nero... Colbacco
Ahi, ahi,ahi
Ahi, ahi, ahi

Chiunque ti guarda
Rimane di stucco
Ed ogni ragazzo
Si sente un calmucco
Ahi ahi ahi ahi ahi
Ahi ahi ahi ahi ahi

Tutta la gente si gira
Si gira.
Quando ti vede passar
Passar.
Non sente più che c'è freddo
C'e freddo.
E resta ferma a guardar.

Sei alta sei bionda
Sei proprio uno spacco
Con quegli stivali
E quel nero colbacco.
Ahi ahi ahi
Ahi ahi ahi

Tutta la gente si gira
Si gira.
Quando ti vede passar
Passar.
Non sente più che c'è freddo
C'è freddo.
E resta ferma a guardar.

Sei alta sei bionda
Sei proprio uno spacco
Con quegli stivali
E quel nero colbacco.
Ahi ahi ahi
Ahi ahi ahi

Ahi ahi ahi
Ahi ahi ahi

Tutta la gente si gira
Si gira.
Quando ti vede passar
Passar.
Non sente più che c'è freddo
C'è freddo.
E resta ferma a guardar.

Sei alta sei bionda
Sei proprio uno spacco
Con quegli stivali
E quel nero colbacco.
Ahi ahi ahi
Ahi ahi ahi
Ahi ahi ahi
Ahi ahi ahi
Ahi ahi ahi
Ahi ahi ahi
Ahi ahi ahi
Ahi ahi ahi

Hey hey hey
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: C. Minellono, R. Jackson, D. B. Besque
Arrangiatori: Danny B. Besquet, Anthony Rutherford Mimms
 
Testo:
Io e te
Ma perché
Siamo qui
Ye, ye, ye, ye, ye
Io e te

Ahi ahi ahi ahi ahi
Ahi ahi ahi ahi ahi

Tutta la gente si gira
Si gira.
Quando ti vede passar
Passar.
Non sente più che c'è freddo

Soli
Lasciando la luce accesa
Soli
Ma guarda nel cuore chi c'è

Amore, amore, amore, amore, amore, amore no, (amore no)
Amore, amore, amore, amore, amore, amore no, (amore no)
Amore, amore, amore, amore, amore, non si può

Ma tu l'amore sul pianeta
Te lo fai?
Pay, Pay, Pay, Pay, Pay

.............

Che non ti voglia più
Qui con me.
E' solo che
Ogni tanto vado via
Seguendo un sogno
O una bugia.

E' inutile suonare
Qui non vi aprirà nessuno
Il mondo l'abbiam chiuso fuori
Con il suo casino

 
Fonte: QUI
 
ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Lun Gen 14, 2019 6:04 pm, modificato 2 volte
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 4394
Punti : 4394
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 76
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Empty ADRIANO CELENTANO: 1979 - ME, LIVE (Doppio L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Dom Gen 13, 2019 12:26 am

1. TITOLO:
 
1979 - ME, LIVE
 
# Etichetta: CLAN # Catalogo: CLN 22203 # Data pubblicazione: Marzo 1979 # Matrici: 16 CLN 22203-1 L/CLN 16 22203-2 L/ CLN 16 22203-3 L/CLN 22203-4 L # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 4
 
Note: Data matrici 21 Marzo / Distribuito da Messaggerie Musicali - Milano  
 
2. RECENSIONE:
 
Me, live è un album di Adriano Celentano, pubblicato nel 1979. L'album è stato ristampato su CD come Il concerto di Adriano. È il suo primo album dal vivo, ed è stato registrato il 28 agosto 1977 allo Stadio "Dino Manuzzi" di Cesena.
 
Fonte: QUI
 
 
3 COVER:
 
   
 
   
 
   
 
 
Versione Musicassetta n. 1
 

 
   
 
 
Versione Musicassetta n. 2
 
   
 
 
4. TRACK LIST: VOL. 1
 
Lato A Lato B



 
ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Button.png?t=n.b

ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Button
 
 
Lato A: 1
TAPARARA

 
      Lato A: 4
PRESENTAZIONE ORCHESTRA

 
     

Autori: Adriano Celentano

 
Testo:
Taparara-ra taparara-ra taparara-ra taparara-ra
Tapa-ra tapa-ra
Tapa-ra tapa-ra tapa-ra
Tapa-ra tapa-ra
Tapa-ra tapa-ra tapa-ra

Taparara-ra taparara-ra taparara-ra taparara-ra
Tapa-ra tapa-ra
Tapa-ra tapa-ra tapa-ra
Tapa-ra tapa-ra
Tapa-ra tapa-ra tapa-ra

Taparara-ra taparara-ra taparara-ra taparara-ra
Tapa-ra tapa-ra
Tapa-ra tapa-ra tapa-ra
Tapa-ra tapa-ra
Tapa-ra tapa-ra tapa-ra

Taparara-ra taparara-ra taparara-ra taparara-ra
Tapa-ra tapa-ra
Tapa-ra tapa-ra tapa-ra
Tapa-ra tapa-ra
Tapa-ra tapa-ra tapa-ra

Taparara-ra taparara-ra taparara-ra taparara-ra
Tapa-ra tapa-ra
Tapa-ra tapa-ra tapa-ra
Tapa-ra tapa-ra
Tapa-ra tapa-ra tapa-ra
 
Fonte: QUI
     
Autori: Adriano Celentano

 
Testo:
Alla chitarra abbiamo uno dei megliori chitarristi
Che abbiamo in Italia, si chiama Alberto Radio
E' squello che e' inventato la formula 3.

E poi dietro c'e' un altro forte che si chiama Ronnie.

Poi al basso invece abbiamo Danny Besquet,
Dietro abbiamo Mike, poi il coro
Le marziane; Silvia, Marcia, Paola e Lalla.

E i fiatti italuani...son brava gente.
Fulbio, Doriano, e Gianni al trombone e
Al baritono Rigon.

E infine, il vecchio Gianni Dallaglio (soprannonimato Gianni Cocaina)
Alla batteria.
 
Fonte: QUI

 
Lato B: 4
IL PALLONE DA BASKET

 

Autori: Adriano Celentano

 
Testo:
Strumentale
 
 
 
5. TRACK LIST: VOL. 2
 
 
ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Button.png?t=n.b

ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Button
 
 
Lato B: 2
AIH! AIH! ROCK

 
      B: 3
RIP IT UP

 
     

Autori: Adriano Celentano

 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
     
Autori: Blackwell, Marascalco

 
Testo:
We Saturday night and I just got paid
I'm a fool about my money, don't try to save.
My heart says "go go, have a time"
Saturday night and I'm feelin' fine.

I'm gonna rip it up
I'm gonna shake it up
I'm gonna rip it up
I'm gonna shake it up
I'm gonna rip it up
And ball tonight.

I got a date and I won't be late
Pick her up in my '88'
Shag it on down to the union hall
When the music starts jumpin'
I'll have a ball

I'm gonna rip it up
I'm gonna shake it up
I'm gonna rip it up
I'm gonna shake it up
I'm gonna rip it up
And ball tonight.

----------------

I'm gonna rip it up
I'm gonna shake it up
I'm gonna rip it up
I'm gonna shake it up
I'm gonna rip it up
And ball tonight.

We Saturday night and I just got paid
I'm a fool about my money, don't try to save.
My heart says "go go, have a time"
Saturday night and I'm feelin' fine.

I'm gonna rip it up
I'm gonna shake it up
I'm gonna rip it up
I'm gonna shake it up
I'm gonna rip it up
And ball tonight.
 
Fonte: QUI

 
ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Videos10
 
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 4394
Punti : 4394
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 76
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Empty ADRIANO CELENTANO: 1980 - QUA LA MANO/GOCCE D'ACQUA (45 Giri)

Messaggio  mauro piffero il Dom Gen 13, 2019 2:32 pm

1. TITOLO:
 
1980 - QUA LA MANO/GOCCE D'ACQUA
 
# Etichetta: CLAN # Catalogo: CLN 10251 # Data pubblicazione: Febbraio 1980 # Matrici: 16 CLN 10251-1N/16 CLN 10251-2N # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Data matrici: 15 Febbraio / Dalla colonna sonora originale del film "Qua La Mano", 1980) / Distribuito da CGD Messaggerie Musicali - Milano
 
 
2. COVER:
 
   
 
 
   
 
 
Poster originali del film "Qua la mano"
 

 

 
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
QUA LA MANO

 
      Lato B: Orchestra MARIANO DETTO
GOCCE D'ACQUA

 
   

Autori: Claudia Mori, Detto Mariano
Orchestra: Mariano Detto
 
Testo:
Che guaio ho combinato certo
per star fermo non son nato e tu che m’hai creato lo so,
sarei nero e avvilito e poi più c’è lei

coro: muoviti un po’ forse lo farò che forte sei quando
qui c’è lei muoviti un po’ sì lo farò mi sembri un re
che guaio è

a volte l’ho tentato credi ma senza risultato
e il giorno che son nato son certo
che sarà stato mentre tu ascoltavi un rock scatenato
il rock del creato a volte l’ho tentato muoviti un po’
forse lo farò che forte sei quando qui c’è lei muoviti un po’
sì lo farò mi sembri un re che guaio è se mi hai capito
ho perdonato qua la mano io parlerò per te non credo sia peccato,
certo, sono troppo scombinato ma tu che m’hai creato sicuro,
l’avevi calcolato che guaio ho combinato
lo so per star fermo non son nato non son nato oh… oh… oh….
che forte sei quando qui c’è lei muoviti un po’ forse lo farò
che forte sei se qui c’è lei mi sembri un re che guaio è….

se mi hai capito ho perdonato qua la mano
io parlerò per te non credo sia peccato,
certo, sono troppo scombinato ma tu che m’hai creato sicuro,
l’avevi calcolato che guaio ho combinato
lo so per star fermo non son nato non son nato oh… oh… oh….
che forte sei quando qui c’è lei muoviti un po’ forse lo farò
che forte sei se qui c’è lei mi sembri un re che guaio è….
 
Fonte: QUI
     
Autori: Mariano Detto
Orchetra: Mariano Detto
 
Testo:
Strumentale

 
ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Lun Gen 14, 2019 11:51 pm, modificato 2 volte
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 4394
Punti : 4394
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 76
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Empty ADRIANO CELENTANO: 1980 - IL TEMPO SE NE VA/NON SE NE PARLA NEMMENO (45 Giri)

Messaggio  mauro piffero il Dom Gen 13, 2019 3:08 pm

1. TITOLO:
 
1980 - IL TEMPO SE NE VA/NON SE NE PARLA NEMMENO
 
# Etichetta: CLAN # Catalogo: CLN 10252 # Data pubblicazione: 1980 # Matrici: 16 CLN 10252-1N/16 CLN 10252-2N # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Fotografia di Vincenzino Falsaperla / Distribuito da CGD Messaggerie Musicali - Milano
 
 
2. RECENSIONE:
 
Il decennio dei '70 era erminato con adriano Celentano in Hit Parade con Soli ed il nuovo decennio si apre ancora con Adriano Celentano in classifica con Il tempo se ne va, composizione che conferma la collaborazione intrapresa da Adriano con Toto Cutugno. Per la copertina del singolo, viene usato uno scatto tratto da Playboy che lo vede ritratto insieme all'attrice Pamela Prati.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
 
4. TRACK LIST
 
Lato A:
IL TEMPO SE NE VA

 
      Lato B:
NON SE NE PARLA NEMMENO

 
   

 
Autori: Cristiano Minellono, Claudia Mori, Toto Cutugno
Arrangiatori: Anthony Rutherford Mimms
 
Testo:
Quel vestito da dove è sbucato?
Che impressione vederlo indossato.
Se ti vede tua madre, lo sai,
questa sera finiamo nei guai.
È strano ma sei proprio tu,
quattordici anni o un po' di più.
La tua Barbie è da un po' che non l'hai
e il tuo passo è da donna oramai.

Al telefono è sempre segreto
quante cose in un filo di fiato,
e vorrei domandarti chi è,
ma lo so che hai vergogna di me.
La porta chiusa male e tu
lo specchio il trucco e il seno in su,
e tra poco la sera uscirai
quelle sere non dormirò mai.

E intanto il tempo se ne va
e non ti senti più bambina.
Si cresce in fretta alla tua età,
non me ne sono accorto prima.
E intanto il tempo se ne va
tra i sogni e le preoccupazioni.
Le calze a rete han preso già
il posto dei calzettoni.

Farsi donne è più che normale
ma una figlia è una cosa speciale.
Il ragazzo magari ce l'hai
qualche volta hai già pianto per lui.
La gonna un po' corta e poi
malizia in certi gesti tuoi,
e tra poco la sera uscirai
quelle sere non dormirò mai.

E intanto il tempo se ne va
e non ti senti più bambina.
Si cresce in fretta alla tua età
non me ne sono accorto prima.
E intanto il tempo se ne va
tra i sogni e le preoccupazioni.
Le calze a rete han preso già
il posto dei calzettoni.
Nananananananana...
 
Fonte: QUI
     
Autori: Cristiano Minellono, Claudia Mori, Toto Cutugno
Arrangiatori: Anthony Rutherford Mimms
 
Testo:
No, no, no, non se ne parla nemmeno
No, no, no, non se ne parla nemmeno

Tu vuoi che dica "si"
Che non ti contraddica mai
E vuoi che dica "no"
Soltanto quando tu lo vuoi.
E vuoi che sia cosi
E vuoi che sia cosa
E vuoi che sia con te
Tu vuoi tutto il mondo
Sai che ti rispondo?

No, no, no, non se ne parla nemmeno
No, no, no, non se ne parla nemmeno
No, no, no, non se ne parla nemmeno
No, no, no, non se ne parla nemmeno

Amico vieni qui
Ce un colpo alla gioielerria
E come far "cosi"
Ti prendi una fortuna e via
Non vuoi star certo li
A dire sempre si
Per quello che ti da
Quando in un minuto
Ti sei gia arricchito...

No, no, no, non se ne parla nemmeno
No, no, no, non se ne parla nemmeno
No, no, no, non se ne parla nemmeno
No, no, no, non se ne parla nemmeno

Votate il mio Partito
E specialmente per me
E dopo che ho riuscito
Mi ricorto di te.

No, no, no, non se ne parla nemmeno
No, no, no, non se ne parla nemmeno

Madame, mi scusi ma
Sto troppo bene a casa mia
Lo so che lei mi da
Un tocco daristocrasia
E poi la casa chic
E poi le feste in frac
Ilpollo col pate
Mi da tutto il mondo
Ma io le rispondo...

No, no, no, non se ne parla nemmeno
No, no, no, non se ne parla nemmeno
No, no, no, non se ne parla nemmeno
No, no, no, non se ne parla nemmeno

A Nando famme un timbro
Su sto foio che cio
E dopo ai da vede
Quanti sordi te do.

No, no, no, non se ne parla nemmeno
No, no, no, non se ne parla nemmeno

Hei, prestum un maliardo
Allinteresse del sei
E mi te fu vede
Che cumpri
Anca la RAI

No, no, no, non se ne parla nemmeno
No, no, no, non se ne parla nemmeno
No, no, no, non se ne parla nemmeno
No, no, no, non se ne parla nemmeno
 
[size=11]Fonte: QUI
 
ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Lun Gen 14, 2019 11:52 pm, modificato 2 volte
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 4394
Punti : 4394
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 76
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Empty ADRIANO CELENTANO: 1980 - IL TEMPO SE NE VA/UN PO' ARTISTA UN PO' NO (45 Giri)

Messaggio  mauro piffero il Dom Gen 13, 2019 8:36 pm

1. TITOLO:
 
1980 - IL TEMPO SE NE VA/UN PO' ARTISTA UN PO' NO
 
# Etichetta: CLAN # Catalogo: YD 561 # Data pubblicazione: Febbraio 1980 # Matrici: 16 CLN 10252-1N/16 YD 561-1N-2N # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Data matrici: 18 Febbraio / Pubblicato solo in versione servizio "YUKE BOX" / Distribuito da CGD Messaggerie Musicali - Milano
 
 
2. COVER:
 
   
 
 
Servizio "JUKE BOX"
 
   
 
 
3. TRACK LIST
Lato A:
IL TEMPO SE NE VA

 
      Lato B:
UN PO' ARTISTA UN PO' NO

 
     

 
Testo:
     
 
Testo:
 
ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Lun Gen 14, 2019 11:52 pm, modificato 2 volte
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 4394
Punti : 4394
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 76
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Empty ADRIANO CELENTANO: 1980 - INNAMORATA, INCAVOLATA A VITA/SE NON E' AMORE (45 Giri)

Messaggio  mauro piffero il Dom Gen 13, 2019 8:58 pm

1. TITOLO:
 
1980 - INNAMORATA, INCAVOLATA A VITA/SE NON E' AMORE
 
# Etichetta: CLAN # Catalogo: CLN 10305 # Data pubblicazione: Dicembre 1980 # Matrici: 16 CLN 10305-1N/16 CLN 10305-2N # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Data matrici: 15 Dicembre-10 Dicembre / Lato A: dal film "Il bisbetico domato" (Castellano & Pipolo, 1980) / Pipolo è lo pseudonimo di Giuseppe Moccia / Fotografie di Vincenzino Falsaperla / Distribuito da CGD Messaggerie Musicali - Milano
 
 
2. COVER:
 
   
 
   
 
 
Servizio "JUKE BOX"
 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
INNAMORATA, INCAVOLATA A VITA

 
      Lato B:
SE NON E' AMORE

 
   

Autori: Franco Castellano, Toto Cutugno, Cristiano Minellono, Pipolo
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Sì e no
sì e no
perché perché perché
non ti decidi mai
un po' ci sei
poi non ci sei
a volte poi non sei come vorrei
un'altra volta sì e no
sì e no
sì e no
sì e no
perché perché perché
non ci capiamo mai
sì e no
un po' ti dai
poi non ti dai
a volte sai mi chiedo come fai
perché sei
una discesa che va in salita
perché sei
innamorata, incavolata a vita
e con te
io quando vinco perdo la partita
perché sei
tanto si sa cosa sei
sì e no
cosa sei
sì e no
perché con me perché
con me perché con me
sì e no
non dormi mai
un po' mi vuoi
ma sembra che
la lite tu la vuoi

un po' ti dai
poi non ti dai
a volte sai mi chiedo come fai
perché sei
come un'ortica, una margherita
perché sei
innamorata, incavolata a vita
e con te
l'amore è sempre rabbia sulle dita
perché sei
innamorata, incasinata a vita perché
 
Fonte: QUI
     
Autori: Toto Cutugno, Miki Del Prete, Cristiano Minellono
Orchestra: Anthony Rutherford Mimms
 
Testo:
Se sei giù e non sai perché
Se lui non c'è
Ci sono io
Se vuoi parlare
Se hai bisogno compagnia
Io ti do la mia
Sai perché io sto bene insieme a te
Io sto bene insieme a te

Sicuro che
Sicuro che
Non è amore
Anche se qualcosa ne ha
Sicuro che
Sicuro che
Non è il cuore però
Giuraci questo proprio proprio no
Non mi dire che non puoi
Perché se tu lo vuoi
Usciamo un po'
Io da fare non ne ho
Io da fare non ne ho

Anche se balliamo noi
C'è un po' di lui
Ma però sei tu che adesso stringi un po'
Sei tu che adesso stringi un po'

Sicuro che
Sicuro che
Non è amore
Anche se qualcosa ne ha
Sicuro che
Sicuro che
Non è il cuore però
Giuraci questo proprio proprio no
E se balliamo noi
C'è un po' di lui
Ma però sei tu che adesso stringi un po'
Sei tu che adesso stringi un po'
Ma però sei tu che adesso stringi
 
Fonte: QUI
 
ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Lun Gen 14, 2019 11:53 pm, modificato 2 volte
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 4394
Punti : 4394
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 76
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Empty ADRIANO CELENTANO: 1980 - UN PO' ARTISTA UN PO' NO (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Dom Gen 13, 2019 9:02 pm

1. TITOLO:
 
1980 - UN PO' ARTISTA UN PO' NO
 
# Etichetta: CLAN # Catalogo: CLN 22201 # Data pubblicazione: Marzo 1980 # Matrici: 16 CLN 22201-1 L/CLN 16 22201-2 L # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Foto copertina "Vincenzino" / Distribuito da CGD - Messaggerie Musicali - Milano  
 
2. RECENSIONE:
 
Un po' artista un po' no Un po' artista un po' no è un album di Adriano Celentano, pubblicato nel 1980.

L'album.
Tutte le canzoni dell'album sono scritte da Cristiano Minellono per i testi e Toto Cutugno per la musica. Con loro anche Claudia Mori. In copertina è presente una giovanissima Pamela Prati, che con questa apparizione guadagnò un'improvvisa popolarità.È il suo primo album dal vivo, ed è stato registrato il 28 agosto 1977 allo Stadio "Dino Manuzzi" di Cesena.
 
Fonte: QUI
 
 
3 COVER:
 
   
 
   
 
 
Versione Musicassetta
 
   
 
   
 
 
Versione Stereo otto
 
 
 
4. TRACK LIST: VOL. 1
 
Lato A Lato B




 
ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Button.png?t=n.b

ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Button
 
 
Lato A: 1
UN PO' ARTISTA UN PO' NO

 
      Lato B: 1
UNA PAROLA NON CI SCAPPA MAI

 
     

Autori: Cristiano Minellono, Toto Cutugno
Orchestra: Anthony Rutherford Mimms
 
Testo:
L'uomo che si sbatte quando la sua donna se ne va
Quello che, ci piangerà
L'uomo che capisce tutti e che nessuno capirà
Quello che non cambierà
L'uomo che ha cantato sempre e che nessuno canterà
Quello che ti mancherà...
Pazzo forse un po’, matto e perché no
Un pò artista un po’ no, divertente se può
Questo sono io, sono fatto a modo mio
Se mi vuoi così, sai che sono qui...

Tu sei tu sei tu sei tu
Sei diversa sei di più
Tu sei tu sei tu sei tu
Sei più basso e sei più su
Tu sul mio letto, senza rossetto tu nel mio petto tu
Batti sempre un po' di più
Quando ti strucchi, quando sei quella che vorrei
Ma che donna tu, che bambina tu
E cosa importa se tra noi
La pace non c'è mai
L'importante per me è restare con te

L'uomo che non è mai stanco quando tu non ne puoi più.
Quello che ti tira su
L'uomo che passa col rosso se parlando tu gli stai
Quello che combina guai
L'uomo che ci ride sopra e che ti dice passerà
Quello che non cambia età
Pazzo forse un po', mattò e perché no
Un po' artista un po' no, divertente se può
Questo sono io, sono fatto a modo mio
Se mi vuoi così, sai che sono qui...

Tu sei tu sei tu sei tu
Sei diversa sei di più
Tu sei tu sei tu sei tu
Sei più basso e sei più su
Tu sul mio letto, senza rossetto tu nel mio petto tu
Batti sempre un po' di più
Quando ti strucchi, quando sei quella che vorrei
Ma che donna tu, che bambina tu
E cosa importa se tra noi
La pace non c'è mai
L'importante per me è restare con te

L'importante per me è restare con te
L'importante per me è restare con te
 
Fonte: QUI
     
Autori: Cristiano Minellono, Toto Cutugno
Orchestra: Anthony Rutherford Mimms
 
Testo:
Stammi a sentire, ascolta un po’
E dimmi se di ragioni non ne ho
Noi stiamo bene, l’hai detto tu
Ma sono troppi quei momenti in cui non lo ricordi più.

No l’amore questa sera no,
È troppo stanca e adesso dormirò
Tu leggi pure non disturbi sai
E una parola non ci scappa mai.

Se vuoi parlare, ti ascolterò
E chissà quante cose nuove scoprirò
Comincio io, cominci tu,
Per iniziare a litigare o per non salutarci più.

No l’amore questa sera no
O domattina non mi sveglierò
Cosa vuoi dire solo il letto e poi…
Se una parola non ci scappa mai.

Dov'è la donna che so io
Dov'è che sei
Dov'è l’amore mio, dov'è
Dov'è la donna ch'era qui
La donna che
Mi comperava con un sì
Non è, non è più qui…

C’è sempre un bacio alla TV
Un bacio in cui non ci si ritrova più
Un po' la noia, un po' perché
Nessuno muove il primo passo ma lo lascia sempre a te.

No l'amore questa sera no
Sai che i bambini stanno sempre svegli ancora un po'
Ho un po' caldo fatti un po' più in là
E un altra po' d'amore se ne va.

Dov'è la donna che so io
Dov'è che sei
Dov'è l’amore mio, dov'è…
Dov'è la donna ch'era qui
La donna che
Mi comperava con un sì
Non è, non è più qui…

Però per me sei bella sai
Sei come un fiore che non appassisce mai
Si può salire, andare giù
Ma e un dovere risvegliarsi e poi amarsi un po' di più

No l'amore questa sera no
Stiamo abbracciati e chiacchieriamo ancora un po'
Riscopriamo che c'è un prima e un poi
E ancora un po' d'amore dentro noi…

Questa sera no, stasera no...
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 2
L'OROLOGIO

 
      A: 3
MANIFESTO

 
     

Autori: Cristiano Minellono, Toto Cutugno
Orchestra: Anthony Rutherford Mimms
 
Testo:
Fa freddo sotto le coperte
e non ci son finestre aperte
chissà che cosa c’è in questa notte
mi giro e mi rigiro ancora
è un anno ma è passata un’ora
chissà cos’accadrà in questa notte
forse un po’ sarà il caffè, la nostalgia di te
che per un po’ sei stata mia, comunque sia

L’orologio va
non si fermerà
e ogni ora un po’
questo già lo so
potrò scordare
l’orologio va
e divora gli attimi
sulla pelle mia
sul passato che
non può tornare
intanto l’orologio va

Il traffico è una carovana
la gente intorno ha un’aria strana
e non c’è posto per me in questo giorno
lavoro in modo inconcludente
si parla e non capisco niente
chissà che cosa fai in questo giorno
stasera un salto in pizzeria, una partita e via
a casa a piedi oppure lei, ma non vorrei

L’orologio va
non si fermerà
e ogni ora un po’
questo già lo so
potrò scordare
l’orologio va
e divora gli attimi
sulla pelle mia
sul passato che
non può tornare
intanto l’orologio va

L’orologio va
non si fermerà
e ogni ora un po’
questo già lo so
potrò scordare
l’orologio va
e divora gli attimi
sulla pelle mia
sul passato che
non può tornare.

L’orologio va
non si fermerà
e ogni ora un po’
questo già lo so
potrò scordare
l’orologio va
e divora gli attimi
sulla pelle mia
sul passato che
non può tornare.

L’orologio va
non si fermerà
e ogni ora un po’
questo già lo so
potrò scordare
l’orologio va
 
Fonte: QUI
     
Autori: Cristiano Minellono, Toto Cutugno
Orchestra: Anthony Rutherford Mimms
 
Testo:
Lei, lei, lei, lei
che rabbia mi fa
lei, lei crede
in quello che fa
e camminando la vedo sui muri di questa città
lei, lei ride
per pubblicità.

Non è facile per me
no no no
una donna come te
no no no
io vorrei sentirti mia, solo mia
e non di tutti in ogni via.

Lei con la mano mi invita lontano
da questa città
quasi felice di dare una sfogo alla sua vanità.

Lei, lei, lei, lei
ha troppi colori
lei, lei, lei, lei
col seno di fuori

Lei che sorride sembrando felice nel mondo che sa
lei mi manca, però non lo sa.
non è facile per me
no no no
una donna come te
no no no
io vorrei sentirti mia solo mia
e non di tutti in ogni via

Lei con la mano mi invita lontano
da questa città
quasi felice di dare uno sfogo alla sua vanità

Lei, lei, lei, lei
ha troppi colori
lei, lei, lei, lei
con tutto di fuori

Lei, lei, lei, lei
che rabbia mi fa
lei, lei crede
in quello che fa

E camminando la vedo sui muri di questa città
lei, lei ride
per pubblicità.

Non è facile per me
no no no
una donna come te
no no no
io vorrei sentirti mia solo mia
e non di tutti in ogni via.

Lei con la mano mi invita lontano da questa città
quasi felice di dare uno sfogo alla sua vanità...
 
Fonte: QUI

 
Lato B: 4
SPETTABILE SIGNORE

 

Autori: Cristiano Minellono, Toto Cutugno
Orchestra: Anthony Rutherford Mimms
 
Testo:
Spettabile Signore, è tanto tempo che io volevo scriverti.
Lo faccio solo adesso ma io spero che mi leggerai lo stesso.
“Morire d’amore” sono parole che son solo da pellicola,
Eppure Signore c’è forse ancora chi d’amore ci muore

Eppure amarsi,
Riavvicinarsi
È un passo breve
Come la neve,
Eppure il cielo
Non basta mai:
Azzurro e nero, azzurro e nero, azzurro e nero
Quanto ne vuoi.

La fame, la sete, un desiderio in più
Di essere libero
La guerra e la pace e ancora la voglia di
Odiarsi un po'.

L’anarchico, il prete e le promesse di
Mister Lucifero,
La morte, la vita e la partita chi
Chi la vincerà?
Se puoi far qualcosa anche per chi da te
Non se lo merita,
Vuol dire che hai letto, vuol dire che
Rispondi di già.

Eppure amarsi,
Riavvicinarsi
È un passo breve
Come la neve,
Eppure il cielo
Non basta mai:
Azzurro e nero, azzurro e nero, azzurro e nero
Quanto ne vuoi.

Ho quasi finito ma però potrei
Scrivere per secoli,
Ma hai certo capito anche se scrivo con semplicità.
E scusa gli errori e la calligrafia
Non troppo limpida
Ma mi trema la mano come un bambino.

Il tuo
(parlato): Adriano
 
Fonte: QUI
 
 
ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Lun Gen 14, 2019 7:08 pm, modificato 14 volte
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 4394
Punti : 4394
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 76
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Empty ADRIANO CELENTANO: 1981 - L'ARTIGIANO (1° PARTE)/L'ARTIGIANO (2° PARTE) (45 Giri)

Messaggio  mauro piffero il Dom Gen 13, 2019 11:21 pm

1. TITOLO:
 
1981 - L'ARTIGIANO (1° PARTE)/L'ARTIGIANO (2° PARTE)
 
# Etichetta: CLAN # Catalogo: CLN 10326 # Data pubblicazione: Marzo 1981 # Matrici: 16 CLN 10326-1N/16 CLN 10326-2N # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Data matrici: 9 Maggio / Fotografie di Vincenzino Falsaperla / Distribuito da CGD Messaggerie Musicali - Milano
 
 
2. COVER:
 
   
 
   
 
 
Edizione speciale servizio "JUKE BOX"
 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
L'ARTIGIANO (1° PARTE)

 
      Lato B:
L'ARTIGIANO (2° PARTE)

 
   

Autori: Adriano Celentano, Joe Cocker, Chris Stainton
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Chi non paga le lasse è ingiusto
Questo dice la società
Ora però che son giusto
Sono senza una lira.
Ma c'è stato forse un errore
Si ma c'è stato forse un errore
Non volevan farmi del male no
Si c'è stato forse un errore

Il ministro del soldi degli altri
Ora stà parlando in t.v.
Dice che ancora non basta
Bisogna pagare di più.
C'è senz'altra un piccolo errore
C'è senz'altra un piccolo errore
Anche loro talvolta sbagliano
C'è senz'altra un piccolo errore.

Ma non..... passo più ascoltare
Questo drammatico show
Del caro ministro
Devo spegnere la t.v.
La mia moglie vuoi mangiare,
E su questo vecchia televisore
Devo subito apparecchiare
Neanche il tavolo m'han lascialo.

Ero l'ultimo degli artigiani
E nessuno meglio di me
Scolpiva nel legno
L'arte del lavoro che ormai
È un mestiere che sta morendo,
Il lavoro è un'arte che sta morendo
Nella tomba con sé si porta dietro
Oh! anche il futuro del giovani

Del giovani del giovani del giovani del giovani
Del giovani del giovani del giovani del giovani
Del giovani del giovani del giovani del giovani
Del giovani del giovani del giovani del giovani
Del giovani del giovani del giovani del giovani

Ma ora, che la mia mente è ferma
Perché creare più non potrò
Sento scoppiare in festa
Un vuoto che morire mi fa.
Soltanto l'ago mi può salvare
Da quella noia che sta uccidendomi
Perché più niente si fa con arte
Anche l'amore si fa in serie, armai.

Perché il nostro capo di stato
A noi italiani lui non dà
Un po’ di fiducia
"miei cari italiani" direi
"voi non siete più obbligati
A pagare le vostre tasse
Pagherete soltanto quello che
Voi pensate sia giusto darci"

"Ma state attenti che il nostro paese
Senza il vostro aiuto non può
Andare avanti"
Questo agli italiani direi
E sono certo che gli italiani
Diventerebbero più compatti
E quella sventola della lira
In poco tempo fra le monete
Diventerebbero lei la regina.

La regina la regina la regina la regina
La regina la regina la regina la regina
La regina la regina la regina la regina
La regina la regina la regina la regina
 
Fonte: QUI
     
Autori: Adriano Celentano, Joe Cocker, Chris Stainton
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Chi non paga le lasse è ingiusto
Questo dice la società
Ora però che son giusto
Sono senza una lira.
Ma c'è stato forse un errore
Si ma c'è stato forse un errore
Non volevan farmi del male no
Si c'è stato forse un errore

Il ministro del soldi degli altri
Ora stà parlando in t.v.
Dice che ancora non basta
Bisogna pagare di più.
C'è senz'altra un piccolo errore
C'è senz'altra un piccolo errore
Anche loro talvolta sbagliano
C'è senz'altra un piccolo errore.

Ma non..... passo più ascoltare
Questo drammatico show
Del caro ministro
Devo spegnere la t.v.
La mia moglie vuoi mangiare,
E su questo vecchia televisore
Devo subito apparecchiare
Neanche il tavolo m'han lascialo.

Ero l'ultimo degli artigiani
E nessuno meglio di me
Scolpiva nel legno
L'arte del lavoro che ormai
È un mestiere che sta morendo,
Il lavoro è un'arte che sta morendo
Nella tomba con sé si porta dietro
Oh! anche il futuro del giovani

Del giovani del giovani del giovani del giovani
Del giovani del giovani del giovani del giovani
Del giovani del giovani del giovani del giovani
Del giovani del giovani del giovani del giovani
Del giovani del giovani del giovani del giovani

Ma ora, che la mia mente è ferma
Perché creare più non potrò
Sento scoppiare in festa
Un vuoto che morire mi fa.
Soltanto l'ago mi può salvare
Da quella noia che sta uccidendomi
Perché più niente si fa con arte
Anche l'amore si fa in serie, armai.

Perché il nostro capo di stato
A noi italiani lui non dà
Un po’ di fiducia
"miei cari italiani" direi
"voi non siete più obbligati
A pagare le vostre tasse
Pagherete soltanto quello che
Voi pensate sia giusto darci"

"Ma state attenti che il nostro paese
Senza il vostro aiuto non può
Andare avanti"
Questo agli italiani direi
E sono certo che gli italiani
Diventerebbero più compatti
E quella sventola della lira
In poco tempo fra le monete
Diventerebbero lei la regina.

La regina la regina la regina la regina
La regina la regina la regina la regina
La regina la regina la regina la regina
La regina la regina la regina la regina
 
Fonte: QUI
 
ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Lun Gen 14, 2019 11:54 pm, modificato 2 volte
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 4394
Punti : 4394
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 76
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Empty ADRIANO CELENTANO: 1981 - L'OROLOGIO/MANIFESTO (45 Giri)

Messaggio  mauro piffero il Lun Gen 14, 2019 9:16 am

1. TITOLO:
 
1981 - L'OROLOGIO/MANIFESTO
 
# Etichetta: CLAN # Catalogo: YD 566 # Data pubblicazione: 1981 # Matrici: 16 YD 566-1N/16 YD 566-1N-2N # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Pubblicato solo in versione servizio "YUKE BOX" con coperina generica / Distribuito da CGD Messaggerie Musicali - Milano
 
 
2. COVER:
 
   
 
 
Servizio "JUKE BOX"
 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
L'OROLOGIO

 
      Lato B:
MANIFESTO

 
     

 
Testo:
     
 
Testo:
 
ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Ven Gen 18, 2019 10:10 am, modificato 4 volte
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 4394
Punti : 4394
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 76
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Empty ADRIANO CELENTANO: 1981 - DEUS (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Lun Gen 14, 2019 10:40 am

1. TITOLO:
 
1981 - DEUS
 
# Etichetta: CLAN # Catalogo: CLN 22257 # Data pubblicazione: Marzo 1981 # Matrici: 16 CLN 22257-1 L/CLN 16 22257-2 L # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Foto copertina "Vincenzino" / Distribuito da CGD - Messaggerie Musicali - Milano  
 
 
2. RECENSIONE:
 
Deus è un album musicale del 1981 di Adriano Celentano.

L'album.
Diverse cover tra le canzoni. Deus è la celeberrima Banana Boat di Harry Belafonte, L'artigiano è la versione italiana di High Time We Went di Joe Cocker, mentre Dove vai Jack? è un'altra celebre canzone: Hit the Road Jack originariamente di Ray Charles
 
Fonte: QUI
 
 
3 COVER:
 
   
 
   
 
   
 
 
Versione Musicassetta
 
   
 
   
 
 
4. TRACK LIST: VOL. 1
 
Lato A Lato B



  • B1 L'ARTIGIANO (High Time We Went)
  • B2 L'ESTATE E' GIA' QUA (Blueberry Hill)
  • B3 DOVE VAI JACK? (Hit the Road Jack)
  • B4 L'ORA DEL ROCK (Birth of the Boogie)

 
ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Button.png?t=n.b

ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Button
 
 
Lato B: 1
L'ARTIGIANO (High Time We Went)

 
      Lato B: 2
L'ESTATE E' GIA' QUA (Blueberry Hill)

 
     

Autori: C. Stainton, J. Cocker
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Chi non paga le lasse è ingiusto
Questo dice la società
Ora però che son giusto
Sono senza una lira.
Ma c'è stato forse un errore
Si ma c'è stato forse un errore
Non volevan farmi del male no
Si c'è stato forse un errore

Il ministro del soldi degli altri
Ora stà parlando in t.v.
Dice che ancora non basta
Bisogna pagare di più.
C'è senz'altra un piccolo errore
C'è senz'altra un piccolo errore
Anche loro talvolta sbagliano
C'è senz'altra un piccolo errore.

Ma non..... passo più ascoltare
Questo drammatico show
Del caro ministro
Devo spegnere la t.v.
La mia moglie vuoi mangiare,
E su questo vecchia televisore
Devo subito apparecchiare
Neanche il tavolo m'han lascialo.

Ero l'ultimo degli artigiani
E nessuno meglio di me
Scolpiva nel legno
L'arte del lavoro che ormai
È un mestiere che sta morendo,
Il lavoro è un'arte che sta morendo
Nella tomba con sé si porta dietro
Oh! anche il futuro del giovani

Del giovani del giovani del giovani del giovani
Del giovani del giovani del giovani del giovani
Del giovani del giovani del giovani del giovani
Del giovani del giovani del giovani del giovani
Del giovani del giovani del giovani del giovani

Ma ora, che la mia mente è ferma
Perché creare più non potrò
Sento scoppiare in festa
Un vuoto che morire mi fa.
Soltanto l'ago mi può salvare
Da quella noia che sta uccidendomi
Perché più niente si fa con arte
Anche l'amore si fa in serie, armai.

Perché il nostro capo di stato
A noi italiani lui non dà
Un po’ di fiducia
"miei cari italiani" direi
"voi non siete più obbligati
A pagare le vostre tasse
Pagherete soltanto quello che
Voi pensate sia giusto darci"

"Ma state attenti che il nostro paese
Senza il vostro aiuto non può
Andare avanti"
Questo agli italiani direi
E sono certo che gli italiani
Diventerebbero più compatti
E quella sventola della lira
In poco tempo fra le monete
Diventerebbero lei la regina.

La regina la regina la regina la regina
La regina la regina la regina la regina
La regina la regina la regina la regina
La regina la regina la regina la regina
 
Fonte: QUI
     
Autori: Al Lewis, L. Stock, L. Chiosso, V. Rose
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Mi annoio un po’ a Blueberry Hill
L'estate però ritornerà
Ci fosse lei, a Blueberry Hill
Un senso darei ai giorni miei.

Arriva una sventola più bionda che mai
Le fischio per ridere lei dice che fai che fai

Se stai con me a Blueberry Hill
La luna spuntò e lei mi baciò

La neve si è sciolta ormai dal caldo che fa
Le rondini tornano l'estate è già qua
Se lei verrà a Blueberry Hill
Ma è logico che si piazza con me
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 3
CRAZY MOVIE (So Glad You're Mine)

 
      B: 3
DOVE VAI JACK? (Hit The Road Jack)

 
     

Autori: A. Crudup, Minellono
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Si gira "azione, ciak!"
Ognuno a posto che
un ruolo per ciascuno
nel mio film sta volta c'è.
Per crazy movie
non manca di fantasia.
Una spruzzata d'amore
e poi un po' di follia.

Ad ogni amico do
la parte che
vuole recitare
da una vita con me.
Per crazy movie
attore chi non lo è?
Un po' di cipria sul cuore
e poi si fa come me.

E Giuda chi lo fa?
Io non sapevo che
è ruolo di cattivo,
aspirante non ce n'è,
per crazy movie.
Io voglio un film-verità
con il cattivo che muore
e lei che non piangerà.

La vita è un grande film,
e chi la regia fa?
Ci vuole amore, guerra
e si fa una compagnia.
Per crazy movie
l'attore chi non lo è?
Un po' di cipria sul cuore,
e poi si fa come me.
 
Fonte: QUI
     
Autori: L. Chiosso, P. Mayfield
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Dove vai Jack
Non vedi che fuori piove, piove, piove e dai
Dove vai Jack resta con gli amici tuoi
(ma perchè ?)
Dove vai Jack
Ma guarda chi hai intorno e poi e poi e poi e poi
Capirai Jack un'altra come lei non c'è

Oh è inutile, stupido, fingere se,
Ma è troppo dentro di me,
Lei c'è anche quando non c'è,
E se io rimango qui c'è tutto che mi parla di lei

Che fai, ma perchè Jack
Ragiona un po' su quel che fai, che fai,
Che fai, che fai
Vieni un po' Jack riflettici sui torti tuoi
(ma perchè ?)
Scendi giù Jack
L'orglio in questo mondo non serve, serve,
Serve mai
Va' da lei Jack se è proprio vero che la vuoi

Non ditemi di arrendermi mi conoscete ormai,
Piuttosto morto ma io dico di no,

Se ce la fai e cancellerai il suo ricordo
È meglio certo molto meglio per lei

Però un giorno io ritroverò,
Ancora un po' di sole per me

Che fai, dove vai Jack
Ma fatti un po' la barba e poi e poi e poi e poi
Va' da lei Jack e dille che vivrai con lei
(non c'è più !)
Che fai, dove vai Jack
Ma fatti un po' la barba e poi e poi e poi e poi
Va' da lei Jack e dille che vivrai con lei
(perchè ?)
Dove vai Jack
La vita non ti dà
Mai più, mai più, mai più, mai più
Quello che Jack tu perdi perche tu lo vuoi
(oh yeah)
Tu perdi perchè tu lo vuoi
(ma no, dai)
Tu perdi perchè tu lo vuoi
(ma lascia andare dai)
Tu perdi perchè tu lo vuoi
(non vale mi imbroglio sempre)
Tu perdi perchè tu lo vuoi
(oh ahahahahaha...)
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 4
QUANDO

 
      B: 4
L'ORA DEL ROCK (Birth of the Boogie)

 
     

Autori: Minellono, Malbo, Del Prete
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Quando
Guarda quanta gente che c'è
Quando
Vedo ma chi pensa per se
Quando
Senti le parole anche tu
Quando
Cerchi di capirle di più

Quando-Quando-Quando-Quando-Quando

Ma guarda, questo mondo che fine fa
Ma guarda, ma che razza di società
Niente che ci salva più,
Falene attaccate alla TV,
Aiuto!, non mi ascolti neanche tu

Senti un po’!, Ma non si può!
Proprio questa volta sai che non ci sto!
Il mondo lo sai è un po’ anche mio!
E il pezzo che mi spetta me lo semino io!

Quando
Guarda quanta invidia che c'è
Quando
Cerco un po’ di verde e dov'è
Quando
Il mondo si è ammalato perché
Quando
Gente che lo cura non c'è

Quando-Quando-Quando-Quando-Quando

Eh ma no!, Ma non si può!
Questa situazione mi ha scocciato un po’!
Che vogliano o no, ci sono anch'io!
E a questo suicidio non partecipo anch'io

Quando
Voglio ma la voglia non c'è
Quando
Cerco di spiegare perché
Quando
Cerco un po’ di cielo e non c'è
Quando
Resto chiuso in casa con te

Quando-Quando-Quando-Quando-Quando

Senti un po’!, Ma non si può!
Proprio questa volta sai che non ci sto!
Il mondo lo sai è un po’ anche mio!
E il pezzo che mi spetta me lo semino io!

Quando
Guarda quanta invidia che c'è
Quando
Cerco un po’ di verde e dov'è
Quando
Il mondo si è ammalato perché
Quando
Gente che lo cura non c'è

Quando-Quando-Quando-Quando-Quando

Quando
Voglio ma la voglia non c'è
Quando
Cerco di spiegare perché
Quando
Cerco un po’ di cielo e non c'è
Quando
Resto chiuso in casa con te

Quando-Quando-Quando-Quando-Quando
 
Fonte: QUI
     
Autori: B. Haley, B. Williams, J. Grande, Beretta, Del Prete
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Boogie, oh boogie boogie
oh, boogie, boogie, boogie bi.
È questa l’ora del boogie rock’n’roll,
la bomba che è scoppiata ventuno anni fa,
ma tu ragazzo che ne sai?
Non valgono un rock, i balli che tu fai.
Lei balla il boogie.
Lui balla il boogie.
L’ora del boogie.
Forza col boogie.
L’ora del boogie.
oh, boogie, boogie, boogie, boogie, boogie bi.
L’avevo detto già un anno fa,
che il rock’n’roll avrebbe ucciso il punk.
Ragazzo ascoltami non sbaglio mai.
Ritogliti la spilla che non c’entra col rock.

Lei balla il boogie.
Lui balla il boogie.
L’ora del boogie.
Forza col boogie.
L’ora del boogie.
oh, boogie, boogie, boogie, boogie, boogie bi.

L’avevo detto già un anno fa,
che il rock’n’roll avrebbe ucciso il punk.
e questa è l’ora boogie del rock’n’roll
oh, boogie, boogie, boogie, boogie, boogie bi

Lei balla il boogie.
Lui balla il boogie.
L’ora del boogie.
Forza col boogie.
L’ora del boogie.
oh, boogie, boogie, boogie bi.
 
Fonte: QUI

 
ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Lun Gen 14, 2019 11:13 am, modificato 1 volta
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 4394
Punti : 4394
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 76
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Empty ADRIANO CELENTANO: 1981 - DEUS/MI FANNO RIDERE (45 Giri)

Messaggio  mauro piffero il Lun Gen 14, 2019 11:11 am

1. TITOLO:
 
1981 - DEUS/MI FANNO RIDERE
 
# Etichetta: CLAN # Catalogo: YD 592 # Data pubblicazione: Maggio 1981 # Matrici: 16 YD 592-1N/16 YD 592-2N # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Data matrici: 9 Maggio / Pubblicato solo in versione servizio "YUKE BOX" con coperina generica / Distribuito da CGD Messaggerie Musicali - Milano
 
 
2. COVER:
 
   
 
   
 
 
Edizione speciale servizio "JUKE BOX"
 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
DEUS (Day-O (Banana Boat Song))

 
      Lato B:
MI FANNO RIDERE (Rip It Up)

 
   

Autori: Adriano Celentano
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Deeeeeus, De-e-e-us,
C'è qualcosa che nel mondo non va
De, tu sei De, tu sei De, tu sei De, tu sei Deus,
E qualcosa qui nel mondo non va

Ti sei distratto e qui c'è il caos
(che casino che è scoppiato qua giù)
Si dorme sempre con il colpo in canna
(che casino che è scoppiato qua giù)
L'uomo non capisce più che cos'è la vita
(che casino che è scoppiato qua giù)
L'uomo non conosce più il senso della vita
(che casino che è scoppiato qua giù)
Ti uccidono da quando tu stai già in pancia
(che casino che è scoppiato qua giù)
Ti uccidono da quando tu stai già in pancia
(che casino che è scoppiato qua giù)
De, tu sei De-e-e-us,
De, tu sei De, tu sei De, tu sei De, tu sei De,
(che casino che è scoppiato qua giù)

È grandi cervelli che stan la in cima
(che comandan tutte le città)
Non si accorgono che sono i primi
(ad abortire ogni cosa che c'è)
Guarda sto mondo qua come l'hai conciato
(che casino che è scoppiato qua giù)
E tutte le città sembran cimiteri
(che casino che è scoppiato qua giù)
Ti uccidono da quando tu stai già in pancia
(che casino che è scoppiato qua giù)
Ti uccidono da quando tu stai già in pancia
(che casino che è scoppiato qua giù)
De, tu sei De-e-e-us,
De, tu sei De, tu sei De, tu sei De, tu sei De,
(che casino che è scoppiato qua giù)

Deus !

E gli architetti son dei cani
(concepiscono mostruosità)
Ti prego fulmina le loro menti
(perché da loro nasce il vero terrore)
Vogliono distrugger le favole dei nonni
(che han costruito una Venezia per noi)
Vogliono distrugger le favole dei nonni
(che han costruito una Venezia per noi)
(ti uccidono da quando tu stai già in pancia)
(che casino che è scoppiato qua giù)
(ti uccidono da quando tu stai già in pancia)
(che casino che è scoppiato qua giù)

Deeeeeeeus,
De-e-e-us,
Fai un salto e vieni un attimo giù
De, tu sei De, tu sei De, tu sei De, tu sei Deus,
E non puoi dimenticarti di noi.

(che casino che è scoppiato qua giù)...
 
Fonte: QUI
     
Autori: Minellono, J. Marascalco, R. Blackwell
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
We saturday night have just got paid
Tutti i rockettari tutti intorno a lei
La dea del jukebox proprio lei per
Chiederle se vuol ballare questo rock

Mi fanno ridere, ma proprio ridere
Ma così ridere, che mi fa piangere
Mi fanno ridere e lo sai perché?

E ma quando lo dicevo che tornava il rock
Han detto è tardi è tardi ormai
Adesso che ho vinto io
Fanno il verso male apposta ad ogni gesto mio

Mi fanno ridere, ma proprio ridere
Ma così ridere, che mi fa piangere
Mi fanno ridere e lo sai perché?

In un finto quasi inglese ma con qualche ok
Si fanno in circolo intorno a lei
Ma lei ormai è troppo mia
E nessuno ha il ritmo giusto per portarla via

Mi fanno ridere, ma proprio ridere
Ma così ridere, che mi fa piangere
Mi fanno ridere e lo sai perché?

Una cicca in bocca e un paio di bluejeans
È come un gregge ma di Big Jim
Convinti che questa libertà
Basta solo avere i soldi e la si comprerà

Mi fanno ridere, ma proprio ridere
Ma così ridere, che mi fa piangere
Mi fanno ridere e lo sai perché?

E per ogni passo avanti indietro un pò si va
Però il progresso quello invece no
Va avanti e si porta via
Tutte quante le canzoni meno che la mia

Mi fanno ridere, ma proprio ridere
Ma cosè ridere, che mi fa piangere
Mi fanno ridere e lo sai perché?
 
Fonte: QUI
 
ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Lun Gen 14, 2019 11:55 pm, modificato 1 volta
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 4394
Punti : 4394
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 76
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Empty ADRIANO CELENTANO: 1982 - CRAZY MOVIE/ROMA CHE FA... MI INNAMORA (45 Giri)

Messaggio  mauro piffero il Lun Gen 14, 2019 1:01 pm

1. TITOLO:
 
1982 - CRAZY MOVIE/ROMA CHE FA... MI INNAMORA
 
# Etichetta: CLAN # Catalogo: CLN 10371 # Data pubblicazione: Maggio 1981 # Matrici: 16 CLN 10371-1N/16 CLN 10371-2N # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Data matrici:14 e 18 Dicembre / Dalla colonna sonora del film "Innamorato Pazzo / Distribuito da CGD Messaggerie Musicali - Milano
 
 
2. COVER:
 
   
 
   
 
 
Edizione speciale servizio "JUKE BOX"
 
   
 

 
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
CRAZY MOVIE

 
      Lato B: Orchestra: BRUNO ZAMBRINI
ROMA CHE FA... MI INNAMORA

 
   

Autori: A. Crudup, Minellono
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Si gira "azione, ciak!"
Ognuno a posto che
un ruolo per ciascuno
nel mio film sta volta c'è.
Per crazy movie
non manca di fantasia.
Una spruzzata d'amore
e poi un po' di follia.

Ad ogni amico do
la parte che
vuole recitare
da una vita con me.
Per crazy movie
attore chi non lo è?
Un po' di cipria sul cuore
e poi si fa come me.

E Giuda chi lo fa?
Io non sapevo che
è ruolo di cattivo,
aspirante non ce n'è,
per crazy movie.
Io voglio un film-verità
con il cattivo che muore
e lei che non piangerà.

La vita è un grande film,
e chi la regia fa?
Ci vuole amore, guerra
e si fa una compagnia.
Per crazy movie
l'attore chi non lo è?
Un po' di cipria sul cuore,
e poi si fa come me.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Zambrini, Castellano-Pipolo
Orchestra: Bruno Zambrini
 
Testo:
Strumentale

 
ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Lun Gen 14, 2019 11:56 pm, modificato 2 volte
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 4394
Punti : 4394
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 76
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Empty ADRIANO CELENTANO: 1982 - UEL MAE SAE/WE'RE GONNA MOVE (45 Giri)

Messaggio  mauro piffero il Lun Gen 14, 2019 4:02 pm

1. TITOLO:
 
1982 - UEL MAE SAE/WE'RE GONNA MOVE
 
# Etichetta: CLAN # Catalogo: CLN 10193 # Data pubblicazione: Maggio 1982 # Matrici: 16 CLN 10393-1N/16 CLN 10393-2N # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Disco stampato in sole 5000 copie / Allegato al libro "IL PARADISO" (è un cavallo bianco che non suda mai) / Distribuito da CGD Messaggerie Musicali - Milano
 
 
2. COVER:
 
   
 

 

 
 
Edizione speciale servizio "JUKE BOX"
 
   >
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
UEL MAE SAE

 
      Lato B:
WE'RE GONNA MOVE

 
   

Autori: Adriano Celentano
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Note: "UEL MAE SAE" è cantata in inglese... viene inserita esclusivamente per "doverosa" documentazione!
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
     
Autori: Elvis Presley
Orchestra: Bruno Zambrini
 
Note: "WE'RE GONNA MOVE" è cantata in inglese... viene inserita esclusivamente per "doverosa" documentazione!
 
Testo:
Well there's a leak in this old building
Yes, there's a leak in this old building
Well there's a leak in this old building
We're gonna move to a better home

We got no pane in this old window'
We got no pane in this old window'
We got no pane in this old window'
We're gonna move to a better home

Well there's a hole in the roof where the rain pours in
A hole in the floor where it drops right out again
Well there's a leak in this old building
Well there's a leak in this old building
Well there's a leak in this old building
We're gonna move to a better home

Well there's a crack across the ceiling
Yes there's a crack across the ceiling
Well there's a crack across the ceiling
We're gonna find us a better home

We've gotta stove without a chimney
We've gotta stove without a chimney
What good's a stove without a chimney
We're gonna move to a better home

Pulling down window shades is no use at all
The kids and the neighbor can peep right through the wall
Well there's a leak in this old building
Well there's a leak in this old building
Well there's a leak in this old building
We're gonna move to a better, move to a better
Move to a better home
 
Fonte: QUI
 
ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Lun Gen 14, 2019 11:57 pm, modificato 1 volta
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 4394
Punti : 4394
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 76
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Empty ADRIANO CELENTANO: 1982 - UH...UH.../JUNGLA DI CITTA' (45 Giri)

Messaggio  mauro piffero il Lun Gen 14, 2019 4:37 pm

1. TITOLO:
 
1982 - UH...UH.../JUNGLA DI CITTA'
 
# Etichetta: CLAN # Catalogo: CLN 10442 # Data pubblicazione: Novembre 1982 # Matrici: 16 CLN 10442-1N/16 CLN 10442-2N # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Data matrici: 19 Novembre-11 Ottobre / Copertina di Pierluigi De Mas - Fotografia di Luciano Locatelli / Entrambi i brani dalla colonna sonora originale del film "Bingo Bongo" (Pasquale Festa Campanile, 1982), anche se tale credito è qui riferito al solo Lato B / Lato A: sigla della trasmissione televisiva "Discoring" / Realizzazione e direzione artistica di Giancarlo Bigazzi / Distribuito da CGD Messaggerie Musicali - Milano
 
 
2. COVER:
 
   
 
   
 
 
Edizione speciale servizio "JUKE BOX"
 
   
 
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
UH...UH...

 
      Lato B:
JUNGLA DI CITTA'

 
   

Autori: Adriano Celentano
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Oh! Oh! Oh!...

Il piu' feroce tra le bestie
Ormai si sa che e' proprio l'uomo
Lui uccide anche se di fame non ne ha

Io vorrei una scimmia diventar
Per gridare a tutti gli animali
Uooooo! Uo! Uo! Uo!

State attenti cari amici
Che le bestie siamo noi
Ma il vero mostro e' tra gli umani
E vuol distruggere ogni cosa

Nellajungla
Un grido si alzera'
E la danza dei fiori iniziera'
Oh! Oh! Oh! Ua!...

Uooo! Uo! Uo! Uo!
Mae che schivna cil smog
Uooo! Uo! Uo! Uo!
Mae che schivna celo stanc
Ju ned e uomo
Ju chen fuoc - anartist ferocica
Ju ned e dona
Ju chen fuoc - anartist formica
Chiu' feroc lo bestia umanica
Chiu' feroc io bestia umanica
Les mos ves
Les mos ves
Les mos
Oh! Oh! Oh!...

E in tutto il mondo
Si sente un gran profumo
Che ogni fiore sprigiona come un addio
Lasciando all'uomo
Il ricordo dei bei colori
Che ormai piu' non vede non vede
Nell'aria stanca
D'un pomeriggio d'autunno
Dal mio giardino il volo di una Colomba
Traccia nel cielo
Il cerchio della purezza
Che muore che muore che muore
Oh! Oh! Oh!...

Tu sei la scimmia che noi aspettavamo
Tu sei una scimmia e tu ci guiderai
Uooooo! Uo! Uo! Uo!

Da ogni ogni parte del creato
Da ogni parte del creato
Gia' marciando in fila Indiana
Noi vediamo tutti gli animali

Radunarsi intorno a Bingo

Come d'incanto
Al mio cospetto di scimmia
Si sta spegnendo
Il suono degli animali
E un gran silenzio
Pervade tutta la terra
Come il brontolio
Di un tuono lontano

E quel profumo
Della danza dei fiori
Che ormai si e' chiusa
In questo grande silenzio
E' gia' svanito
In questa arca perduta
Dell'uomo dell'uomo moderno

Uooo! Uo! Uo! Uo!
Ua ua eh eh ih ih oh oh uh uh

Oh oh oh ua ih ih ih ua ah ah eh eh ih ih
Oh oh uh uh eh eh
 
Fonte: QUI
     
Autori: G. Bigazzi
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Jungla di città fatta di cemento
Sotto questo sole spento notte da combattimento
Dove senza ossigeno si sta chi respira come fa
E chi lo sa jungla da città
E chi lo sa jungla da città

Jungla da città dove il Cristo in croce e rimasto
Senza voce c'è l'industria che produce troppo
Cancro per la civiltà e chi fuma già ce l'ha
E chi lo sa jungla da città
E chi lo sa jungla da città

C'è un orango c'è un orango
Bingo Bongo Bingo Bongo nella città
Ma la jungla ma la jungla a me mi
Sembra che sia questa qua
La vedo brutta per l'umanità

Siamo troppi sulla terra
Come tappi della birra e una follia
Ma se scoppia l'altra guerra saremo tombe nell'alta marea
Perché le bombe non cambiano idea

Jungla da città non si fa l'amore
Ma si vende come il sale ogni droga nelle scuole
Dove sembra morta la pietà
E la responsabilità e chi ce l'ha in questa jungla qua
In questa jungla da città

Senza ossigeno si sta
Senza ossigeno si sta chi respira come fa
E chi lo sa jungla da città
E chi lo sa jungla da città

C'è un orango c'è un orango
Bingo Bongo Bingo Bongo nella città
Ma la jungla ma la jungla
A me mi sembra che sia questa qua
La vedo brutta per l'umanità

Siamo troppi sulla terra
Come tappi della birra e una follia
Ma se scoppia l'altra guerra saremo tombe nell'alta marea
Perché le bombe non cambiano idea

C'è un orango c'è un orango
Bingo Bongo Bingo Bongo nella città
Ma la jungla ma la jungla a me mi sembra che sia questa qua
La vedo brutta per l'umanità

Siamo troppi sulla terra
Come tappi della birra e una follia
Ma se scoppia l'altra guerra saremo tombe nell'alta marea
Perché le bombe non cambiano idea
 
Fonte: QUI
 
ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Lun Gen 14, 2019 11:58 pm, modificato 2 volte
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 4394
Punti : 4394
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 76
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Empty ADRIANO CELENTANO: 1982 - UH...UH... (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Lun Gen 14, 2019 6:01 pm

1. TITOLO:
 
1982 - UH...UH...
 
# Etichetta: CLAN # Catalogo: CLN 22324 # Data pubblicazione: Ottobre 1982 # Matrici: 16 CLN 22324-1 L/CLN 16 22324-2 L # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Data matrici 15 Ottobre / Foto copertina "Luciano Locatelli" / B1, B2 e B4 dal film "Bingo Bongo". / Distribuito da CGD - Messaggerie Musicali - Milano  
 
 
2. RECENSIONE:
 
Uh...uh... è un album musicale del 1982 di Adriano Celentano.

Colonna sonora del film Bingo Bongo
A parte l'album che è autonomo e contiene 8 brani, due di essi (Uh uh e Jungla di città) fanno parte della colonna sonora del film Bingo Bongo, dello stesso anno, in cui Celentano è attore protagonista.

Curiosità
Nel film Bingo Bongo (1982) Celentano, interpretando il selvaggio allevato dalle scimmie, usa il verso di un singolo "uh" come forma di risposta nel ruolo comico dell'uomo-scimmia alle insistenze degli attori antropologi impegnati a fargli apprendere di dire "ah".
Altro aspetto curioso, che connette il film Bingo Bongo col brano "Uh... uh..." sta in una scena del film nella quale l'attrice Carole Bouquet, nel ruolo di professoressa, si rivolge a Celentano dai banchi di un auditorio per comunicargli una combinazione di "uh uh...!". Una sovrimpressione traduce quel combinato di uh esclamativi con la frase "ti amo".
Diverse altre combinazioni e tonalità di uh uh costituivano nel linguaggio filmico la comica lingua conosciuta solo dall'uomo-scimmia Celentano (Bingo Bongo) per dialogare con tutti gli animali.
Nel brano Niente di nuovo nei cori c'è la partecipazione di Loredana Bertè.
 
Fonte: QUI
 
 
3 COVER:
 
   
 
   
 
   
 
 
Versione Musicassetta
 
   
 
   
 

 

 
 
 
4. TRACK LIST:
 
Lato A Lato B

  • A1 GIORNATA NEIN
  • A2 NIENTE DI NUOVO
  • A3 CONTO SU DI TE
  • A4 SOLO



 
 
ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Button.png?t=n.b

ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Button
 
Lato A: 1
GIORNATA NEIN

 
      Lato A: 2
NIENTE DI NUOVO

 
     

Autori: Giancarlo Bigazzi
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Chicchiricò sembra che il gallo abbai
Giornata no, anzi, Giornata Nein
Due figli ho ma chi li vede mai
Lei li rubò quando mi separai

Da quando guido questo T.I.R. io la rivedo bella più che mai
Che sbaglio mettermi con lei ma sento che lo rifarei
Mia madre, quando l'ho sposata, disse: donne e buoi...
Ora che la vedo per Natale per non farmi male non ne parla mai

E quando la giornata è nein, come un serpente puoi schiacciare il gas
Ma sei perdente come un tris un tris di sei
Giornata Nein
Chi ti sorpassa e dentro cerca rissa è sempre lei

E ripenso a quattro candeline un anna fa
Ora ci vorrebbe una bambina
E ripenso a quando forse diventai papà
Proprio sulla panca di cucina

Giornale RAI ancora tasse e guai
Ma finirà questa Giornata Nein

Giornata da buttare via parlando a morsi in una trattoria
Con una donna di falò pensando a lei
Giornata Nein
Con questa smania fissa da Catania a Düsseldorf
A una curva come in un agguato un imbranato si e bloccato e tu che fai

Se te ne sbatti te li fai son quatto dentro a un centoventisei
Se fossi io accanto a lei coi figli miei
Cosa farei
O la scarpata oppure una frittata ne farei

Angelo con le ali sporche di gasolio
Dopo questo volo dormirai
Giornata Nein

Vola in questo cielo che non ha
Giornata Nein
Se per te la vita è stata un torchio
Vola in questo cielo e da domani guiderai
Una grande stella con rimorchio

Vola in questo cielo che non ha
Giornata Nein
Se per te la vita e stata un torchio
Vola in questo cielo e da domani guiderai
Una grande stella con rimorchio
 
Fonte: QUI
     
Autori: Giancarlo Bigazzi, Pinuccio Pirazzoli
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Wo wo he he
Wo wo he he

Il teschio di un plantigrado maschio
Vissuto in Alaska centomila anni fa

Studiosi gli han trovato l'artrosi
Anche un po' di nevrosi e crisi di identità

Niente di nuovo, la vita è uno show
Punti di arrivo ormai non ne ho
Niente di nuovo, la vita è uno show
Wo wo
Wo wo
Wo wo
Wo wo

Chi passa le vacanze in tinozza
Dar retta alla Doxa e risparmia energia
Gli dona un bell'aumenta di prezzi
Così casca a pezzi con l'economia

Niente di nuovo, la vita è uno show
Oggi lo schiavo si chiama robot
Niente di nuovo, la vita è uno show
Wo wo
Wo wo
Wo wo
Wo wo

La femmina ti coccola
Ma dietro ci ha la svastica
Non morde ma ti mastica finché
Si spazzola di te

Sha-la-lu...

I fondi per salvare Venezia
Son finiti a La Spezia che si salva da se
Le prove per un altro diluvio
Son previste alle nove ma e scappato Noe

Niente di nuovo la vita è uno show
Il pelo nell'uovo e finito nel vov
Niente di nuovo la vita è uno show
Wo wo
Wo wo
Wo wo
Wo wo

La femmina ti coccola
Ma dietro ci ha la svastica
Non morde ma ti mastica finché
Si spazzola di te

La femmina ti coccola
Ma dietro ci ha la svastica
Non morde ma ti mastica finché
Si spazzola di te

Sha-la-lu...
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 3
CONTO SU DI TE

 
      B: 3
UOMO

 
     

Autori: Giancarlo Bigazzi
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Conto su di te
Perché tu sei mio figlio
Conto su di te
Non pretendo e non voglio
Che diventi un re
Né un campione sul miglio
Ma soltanto che
Tu faccia sempre del tuo meglio

Conto su di te
Perché porti rispetta
A tua madre
E a me come all'ultimo insetto
Che ha creato Dio
E se io mi addormento
Prendi il posto mio
Per tirare il carretto

Conto su di te
Non scansare la lotta
Conto su di te
Te perché affronti
La roccia
Che una vita è
E lo faccia meglio de me

Conto su di te
Perché studi e lavori
Oltre che per te
Perché il mondo migliori
E se avrai di più
Non nasconder tesori
Pensa che c'è un Dio
Nei tuoi fratelli chiusi fuori

Conto su di te
Per fermare il cemento
Sulla prateria
Dove gli scappamenti
Sputano follia
E mortali incidenti

Conto su di te
Per salvare una trota
Soffocata
Da una plastica idiota

Conto su di te
Perché vinca la vita
E la bomba
A ammuffisca la dove sta

Conto su di te
Che hai la vita davanti
Se assomigli a me
Anche nei sentimenti
Forse soffrirai
Navigando di fronte
E saranno guai
Difendere un'idea o un'amante
Ma io sento che
L'importante e nel cuore

Conta su di me
Per sbagliare ed amare
Conta su di me
Come io conto su di te
 
Fonte: QUI
     
Autori: Giancarlo Bigazzi
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Guarda che ore sono prima di saltare giù
L'ombra sul cuscino sembra un po' chi non c'è più
E ti fa più vecchio questa barba del mattino
In questo specchio uomo
Manca qualcosa o qualcuno
Forse una donna che ama
Mi sembrava di no quando lei se ne andò
Nascono dei fiori che profumano di smog
Scorie nucleari fanno andare gli autobus
Maschere antigas saremo tutti nel futuro
Ma senza amore l'uomo
Scivola verso la fine
È un detersivo sul fiume
Mi sembrava di no quando lei se ne andò
Uomo, vivere è un tiro alla fune
Solo non ce la può fare un uomo senza amore

Ci rincontreremo dove e quando non lo so
Giovani delfini che risalgono sul Po
In un mondo saggio più selvaggio e più pulito
Non è finito l'uomo
Finché si nutre d'amore
Finché c'è un litro di mare
Mi sembrava di no quando lei se ne andò
Uomo, vivere è un tiro alla fune
Solo non ce la può fare un uomo senza amore
Uomo, uomo
Solo non ce la può fare
Un uomo senza amore
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 4
SOLO

 
      B: 4
LA DONNA DI UN RE

 
     

Autori: Giancarlo Bigazzi
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Wo wo...
Limone e zucchero fa blu e di aspettarti non ne mangio più
Arrivederci a un altro amore
Di madreperla e nostalgia in questo letto fatto a Lombardia
Il giorno muore troppo piano
Solo come un deltaplano come un manichino
Solo sulla strada umida di pioggia solo sulla spiaggia di
Conchiglie addormentate figlie dell'estate e il sole
E il sole non riscalda più ma avere tutto non si può
E dura da mandare giù l'amore è già lontano
Solo come un deltaplano verso l'infinito
Solo come un dito troppo solo
Wo wo...

E passa come un'onda rock l'effetto di rimando di uno shock
Ma è solamente un dispiacere
E puoi spogliarti in libertà di mozziconi di sessualità
Con la paura d'esser
Solo come un deltaplano come un "assolo" triste di violino
Solo a primavera solo quando si fa sera solo e disperato
Ad addentare l'atmosfera
E il sole non riscalda più e ormai digiuno son di te
Per questo conto fino a tre per perderti più piano
Solo come un deltaplano verso l'infinito
Dove mi hai lasciato troppo solo
Wo wo...

E il sole non riscalda più e ormai digiuno son di te
Per questo conto fino a tre per perderti più piano
Solo come un deltaplano come un pescatore
Addormentato con la canna in mano solo come
Il matto del villaggio con la solitudine
Che in fondo fa coraggio
Solo come questo amore immenso che mi fa sognare
Ancora nuvole d'incenso
Wo wo
Wo wo
 
Fonte: QUI
     
Autori: Adriano Celentano, Cristiano Minellono
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Cosa mi piace di te
È che sembri la donna di un Re
Con quella faccia che hai
E le cose che fai
Come si fa
A scoprir cos'è
Che mi avrà fatto
Innamorare di te

E ti scrivo una canzone
Perché sei tu che mi vai bene
Le parole sai
Sono quelle che
Dico sempre a te
Quando arrivi e quando vai via
Piccola mia

Cosa mi piace di te
È che sembri la donna di un Re
Che non mi dici di no
E ti basta quel poco che do
E non so ancora cos'è
Che mi ha colpito di te
E forse un sogno non è
Ma sono proprio un Re

E ti scrivo una canzone
Perché sei tu che mi vai bene
Le parole sai
Sono quelle che
Dico sempre a te
Quando arrivi e quando vai via
Piccola mia
 
Fonte: QUI

 
ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Videos10
 
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 4394
Punti : 4394
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 76
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Empty ADRIANO CELENTANO: 1983 - ATMOSFERA (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Mar Gen 15, 2019 10:40 am

1. TITOLO:
 
1983 - ATMOSFERA
 
# Etichetta: CLAN # Catalogo: CLN 22380 # Data pubblicazione: Settembre 1983 # Matrici: 16 CLN 20380-1 L/CLN 16 20380-2 L # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: In copertina, all'epoca, era segnalata al suo posto la canzone Il santa tecla, brano forse inciso ma poi sostituito con Cammino, un brano particolare con poche sonorità ispirato al celebre verbo di Gesù (alzati e cammina). / Distribuito da CGD - Messaggerie Musicali - Milano  
 
 
2. RECENSIONE:
 
Atmosfera. è un album musicale del 1983 di Adriano Celentano.
 
Fonte: QUI
 
 
3 COVER:
 
   
 
   
 
   
 
 
Versione Musicassetta
 
   
 
   
 

Con Ornella Muti sul set del film "Il bisbetico domato"

 
 
4. TRACK LIST:
 
Lato A Lato B

  • A1 ATMOSFERA
  • A2 SPLENDE LA NOTTE
  • A3 PRIMA PAGINA
  • A4 DIPENDERA' DA TE


  • B1 SOUND DI VERITA'
  • B2 BEL GIOVANE
  • B3 MADONNA MIA
  • B4 CAMMINO

 
 
ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Button.png?t=n.b

ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Button
 
Lato A: 1
ATMOSFERA

 
      Lato B: 1
SOUND DI VERITA'

 
     

Autori: Adriano Celentano, Luciano Beretta, Michele Del Prete
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
C'è, l'atmosfera
Noi siamo qui, da soli
Ed era quello che volevi
Ma negli occhi tuoi vedo che
C'e una lotta fra te e te
Cosa c'è ?
Tu ti spogli, ma tremi un po'
Perché sai che non t'amerò
È solo un'avventura
Che forse un segno lascerà
E non soltanto a te!

Oh-oh-ohoh...

A completare
Questo serata giusta
C'è il tuo cantante preferito

Disco: ...a mezzanotte sai
Che io ti penserò
Ovunque tu sarai
Sei mia........

E vorresti che come lui
Ti pensassi dovunque sei
Quando è notte
Le tue labbra che scottano
Di passione mi accendono

E sul petto mio
Sento i seni tuoi
Che mi sciolgono
Dalle nostre vene
Sento nascere
Primavera
E volan via le foglie morte...

C'è l'atmosfera...
Noi siamo qui, da soli
Ed era quello che volevi!

Ma ora i seni tuoi
Son sul petto mio
Che mi sciolgono
Dalle nostre vene
Sento nascere
Primavera
E volan via le foglie morte...
 
Fonte: QUI
     
Autori: Adriano Celentano, Luciano Beretta, Michele Del Prete
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
C'e nell'aria magica
Un sound di verità!

C'e nell'aria magica
Un sound di verità!

Ehi! ragazza dimmi un po'
Perché in ritardo sei,
La lezione e gia iniziata
Un quarto d'ora fa.
E da un po' di tempo che
La testa non ce l'hai...
Il tuo corpo e inutile
Se il cuore non e qua!

One! two!

Tutti con le braccia in su...

Three! four!

Siate come il gambo di un fior!
Ehi! tu, ma che fai,
Che stupida sei...
Dimmi perché
Ancora sbagli tu, che storia c'e:

C'e nell'aria magica
Un sound di verità!
C'e nell'aria magica
Un sound di verità!

Su ragazze ricominciamo, dai
E tu, attenta a me,
Guardami negli occhi
Come se þ fossi lui.
Lui che ha un po' stregato
La bellezza che c'e in te...
Segui con amore
Tutti i movimenti miei!
Dai! su!
Porta le tue mani più giù
Si! si!
Muovi le tue gambe, cosi!

Si muovono col suono
Lui piega su di lei...
Si fondono ormai...
Lei sembra gia di lui!

Stringi... stringi...
Le mani intorno a me...
Abbandona il corpo
E l'anima che e in te!

C'e nell'aria magica
Un sound di verità!
C'e nell'aria magica
Un sound di verità!

Spalle, schiena, fianchi
Devi muoverti di piu...
Come danza l'erba,
Col tuo corpo, va su e giu...

Balla la farfalla
Che sopra il fiore va
E cosi ti sento
Un po' più mia della meta!

Ehi! tu, ma che fai,
Fantastica sei...
Ti stringi a me
Coi baci che mi dai, che storia c'e:

C'e nell'aria magica
Un sound di verità!
C'e nell'aria magica
Un sound di verità!
 
Fonte: QUI

 
Lato B: 2
SPLENDE LE NOTTE

 
      B: 2
BEL GIOVANE

 
     

Autori: Adriano Celentano, Luciano Beretta, Michele Del Prete
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Splende splende la notte per noi,
Scende pioggia di stelle su noi,

Splende splende la luna per noi,
Scende, scende una stella su te.

L'alba ci trova nell'aria,
Come rugiada,
Siamo due gocce di un'onda
Che viene e vai...
La trasparente tua pelle
E come giada,
E per me
Esisti solo tu.

Splende splende la notte per noi,
Scende pioggia di stelle su noi,

Ogni cometa che cade
E un desiderio,
Chiedi qualcosa dal cielo
Per prima tu!...
Se mi vuoi dare la vita
Fallo sul serio!...
E in te...
Per sempre resterò!

Splende splende la notte per noi,
Scende pioggia di stelle su noi,

Oh! L'alone che c'e intorno a noi...
Oh! Illumina il buio splendor,
Oh! La luna e più grande che mai,
Oh! Magnifica notte d' amor.

Allora! Splende splende la notte per noi,
Scende pioggia di stelle su noi.

Splende splende la luna per noi,
Scende, scende una stella su te.

L'alba ci trova nell'aria,
Come rugiada
Siamo due gocce di un'onda
Che viene e vai...
La trasparente tua pelle
E come giada,
E per me
Esisti solo tu.
Fonte: QUI
     
Autori: Adriano Celentano
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Su non fingere
Su non fingere

Bel giovane cha aspetti
Non puoi più fingere ormai
Hanno lasciato a te l'ultima mossa
Il mondo sta cadendo e tu lo sai

Su non fingere di dormir
Su non fingere di dormir

E questo il momento
Che puoi capire chi sei
E ritrovare la tua identità
Che per questo hai condannato i tuoi

Su non fingere di dormir
Su non fingere di dormir
Su non fingere di dormir

Tu credi nel nulla
Perché non sei una star
In questo mondo di protagonisti
E con la coca ti illudi
Che il vuoto se ne va

Su non fingere di dormir
Su non fingere di dormir

Se quelli che governano sono sporchi
E perché sei sporco prima tu
E non venirmi a dir
E non venirmi a dir
Che il buon esempio deve venir dall'alto
Il marcio è già nel popolo
E tu lo sai

Su non fingere di dormir
Su non fingere di dormir
...............

Bel giovane ascolta
Non indugiare di più
Se vuoi uscire dal
Buio che ti circonda
Semina fra la gente l'onestà

E il sole risorgerà
E il sole risorgerà
...............
 
Fonte: QUI
 
Lato A: 3
PRIMA PAGINA

 
      Lato B: 3
MADONNA MIA

 
     

Autori: Luciano Beretta e Michele Del Prete, Gino Santercole
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Gli amici al bar che mi vedevano con lei
Mi han sempre detto: cosa fai?!
Mia madre poi che ha sempre letto dentro me
Mi ha detto lasciala, son guai!

La chiromante mi diceva: non si puo,
Se non sta attento, impazzira!

Era una donna che descrivere non so,
Veniva giu dall'aldila!

Son finito in prima pagina,
Tre parole pazzo per amore!
Questa qui, non e una favola
E la verita di un uomo semplice.

Lei con l'aereoplano
Io col motorino...
Per amarla ci voleva un tredici!
E cosi un mattino,
Dirottai un treno
E oggi il mondo paria anche di me!

Di me han parlato i quotidiani e la t.v.
Mi han scritturato per un film...
Non årî niente e adesso sono molto su
Ed ora e lei, pazza di me!
Tornare quello che årî prima, non si puo
Ho un vero esercito di fans,
Mo ci voleva lei che mi ha svegliato un po
Per darmi la celebrita!

Son finito in prima pagina,
Tre parole: pazzo per amor!
Le ragazze ai miei spettacoli
Gridano entusiaste: tu sei 1'unico!
Ma una sera lei,
Sola piu che mai
E venuta a chiedermi l'autografo!
Io l'ho guardata...
Ieri l'ho sposata...
E oggi siamo in due in prima pagina!
 
Fonte: QUI
     
Autori: Franco Castellano, Giuseppe Moccia, Gino Santercole
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Tu
Che sai
Tu
Che puoi
Hei... tu
Lassù
Pietà
Per me.

Fai
Che lei
Sia mia
E che
Stia qui
Con me
Madonna mia.

Io
Quaggiù
Non
So più
Perché
Tra lei
E me
Non va.

Lei
Non sta
Con me
Va via
E tu
Che fai
Lassù?

Tu
Che puoi
Tu
Lo sai
Che lei
Va via
Madonna mia.

Se
Se lei
Va via
Da me
Io non
Vivrei
Madonna mia.

Io
Quaggiù
Non
So più
Perché
Tra lei
E me
Non va.

Lei
Non sta
Con me
Va via
E tu
Che fai
Lassù?

Tu che puoi
Tu
Lo sai
Che lei
E mia
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 4
DIPENDERA' DA TE

 
      B: 4
CAMMINO

 
     

Autori: Giancarlo Bigazzi
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Vuoi avere un fiore blu, pianta un seme in terra,
Nasce perché l'hai voluto tu.
Vuoi avere un figlio tuo, senza i tuoi errori,
Digli quel che hai fatto in gioventù.
Quando dici si ad una donna è un contratto a vita,
Fare il furbo non puoi più.
Se ti appoggi a una colonna rotta,
Non ha colpa Dio, se di colpo casca giù.

If you love me, yes i love you,
È il destino, d'ogni uomo
E allora quello che accadrà dipenderà solo da te
E se sbagli, pagherai !

If it is to be, it is up to me,
Se succederà dipenderà da te.
If it is to be, it is up to me,
Baby, you gotta love.

Giochi sulla moto cross, gli anni di una vita
E se perdi l'hai voluto tu.
Non è stato il mare, a fermarti il cuore,
Per scherzare sei rimasto giù.
Costruire case sulla sabbia, si risparmia soldi,
Ma però non stanno su.
Niente si risolve con la rabbia, ti fai solo male,
Non guarisci proprio più.

If you love me, yes i love you,
È il destino d'ogni uomo
E allora quello che accadrà dipenderà solo da te
E se sbagli, pagherai !

If it is to be, it is up to me,
Se succederà dipenderà da te.
If it is to be, it is up to me,
Baby, you gotta love.

If it is to be, it is up to me,
Se succederà dipenderà da te.
If it is to be, it is up to me,
Baby, you gotta love.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Giancarlo Bigazzi
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Cammino
se cammino sento che...
vado avanti
e allora... la notte non si ferma e passa
mentre il giorno mi viene incontro...
cammino... io cammino
tutti devono camminare
l'importante è camminare
non importa se si è lenti o veloci
basta camminare...
se cammini... vai avanti
Camminare non vuol dire soltanto muovere le gambe
e fare dei passi...
se la tua mente pensa... e pensa...
nel modo giusto...
allora vuol dire che tu cammini... e in te tutto si muove
e quindi c'è la vita in te
in te
in te

Mi ricordo che un giorno... in mezzo a noi
venne un tipo...
che ogni cosa pensava giusto
e la fonte della vita era in lui
disse una frase... mi rimase impressa:
"Alzati ...e cammina!...
 
Fonte: QUI

 
ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Mer Gen 16, 2019 11:20 am, modificato 5 volte
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 4394
Punti : 4394
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 76
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Empty ADRIANO CELENTANO: 1984 - SUSANNA/IL CANTANTE FOLLE (45 Giri)

Messaggio  mauro piffero il Mar Gen 15, 2019 3:11 pm

1. TITOLO:
 
1984 - SUSANNA/IL CANTANTE FOLLE
 
# Etichetta: CLAN # Catalogo: CLN 23001 # Data pubblicazione: Novembre 1984 # Matrici: 16 CLN 23001-1N/16 CLN 23001-2N # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Data matrici: 7 Novembre / Biri è lo pseudonimo di Ornella Ferrari / Nella versione "Juke Box" sul lato b "Il contadino" / Distribuito da CGD Messaggerie Musicali - Milano
 
 
2. COVER:
 
   
 
   
 
 
Edizione speciale servizio "JUKE BOX" Lato B "IL CONTADINO"
 
   
 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
SUSANNA

 
      Lato B:
IL CANTANTE FOLLE (The great pretender)

 
   

Autori: Caroline Bogman, Sergio Caputo, Miki Del Prete, Ferdinand Lancee
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Sette giorni a Portofino
più di un mese a Saint-Tropez
poi m’hai detto: «Cocorito,
non mi compri col patè…»
e sei scappata a Malibù
con un grossista di bijou!
Susanna, Susanna, Susanna, Susanna
Susanna mon amour.

E io, turista ticinese,
tu regina di Pigalle.
Indossavi un pechinese
ed un triangolo di strass
ti ho detto: «Vieni via con me.»,
tu mi hai detto: «Sì.»
Io ti ho detto: «Ripasserò.»
«Ma no! monsieur, tu ne préoccupes pas, ma vai!»
Susanna, Susanna, Susanna, Susanna
mon amour
Susanna, Susanna, Susanna, Susanna
mon amour

E ora sono sulle spese
in balia degli usurai
sovvenziono quattro streghe
per poi sapere dove stai
e tuo marito sta
qui da me
che mangia e dorme come un re
Susanna, Susanna, Susanna, Susanna
dove sei
oh... oh... oh... oh...!

Son tre mesi che ti aspetto
in quel solito bistrot
ho firmato un metro quadro
di cambiali agli usurai
ma più niente so di te
forse un giorno ritornerai!
Susanna, Susanna, Susanna, Susanna
mon amour
Susanna, Susanna, Susanna, Susanna
mon amour
Susanna, Susanna, Susanna, Susanna
mon amour
io ti aspetto...
mon amour!
 
Fonte: QUI
     
Autori: Biri, Buck Ram
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
O no, non sarai mai più solo
se gli occhi anche dentro di te
e soffrirai finché tu vedrai
quanta gente da sola che c'è

O no, non sarai mai più triste
se hai labbra per bere allegria
e scoprirai che c'è intorno a te
un sorriso che puoi portar via
e se troverai un sorriso in più
ricordati che non ci sei solo tu.

O no, non sarai mai più uomo
se non guardi dentro di te
e scoprirai che la vita è
la canzone più bella che c'è
e c'è chi vuole cantarla con te
e se troverai una voce in più
ricordati che non ci sei solo tu.

O no, non sarai mai più uomo
se non guardi dentro di te
e soffrirai finché capirai
che il cantante più folle che c'è
è chi canta solo per se.
 
Fonte: QUI
 
Lato B: Versione "JUKE BOX"
IL CONTADINO (Hold on i'm coming)

 

Autori: Porter, Beretta, Del Prete
Orchestra: Pinoccio Pirazzoli
 
Testo:
Più felice
di me
è il contadino
e sai perché?
Perché
la sua terra
non può
tradirlo mai.

Io no,
io no,
l'amore
Non ho.

Come un seme
vorrei
sotto la terra
dimenticar
per poter
rifiorir
a primavera
ancor, yuhu!

Io no,
io no,
l'amore
non ho.
Io no,
io no,
l'amore
non ho.

Piango perché
(Perché piangi, perché?)
chi amavo, più non c'è.
(Ma non te la prendere prima o poi...)
ora la vita...
(Ma cosa hai capito ? Ha ha ha...)
...dite voi, dite voi cos'è, yeah!

Io no,
io no,
l'amore
non ho.
Io no,
io no,
l'amore
non ho.

Più felice di me
è il contadino
e sai perché?
Perché
la sua terra
non può
tradirlo mai!

Io no,
io no,
l'amore
non ho.

Come un seme
vorrei
sotto la terra
dimenticar
per poter
rifiorir
a primavera
ancor, yuhu!

Io no,
io no,
l'amore
non ho.

Io no,
io no,
l'amore
non ho.
Io no,
io no,
l'amore
non ho.

Più felice
di me
è il contadino
e sai perché?
Perché
la sua terra
non può
tradirlo mai!

Io no,
lo no,
l'amore
non ho.

Io no,
lo no,
l'amore...
 
Fonte: QUI
 
 
ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Videos10
 
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 4394
Punti : 4394
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 76
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Empty ADRIANO CELENTANO: 1984 - I MIEI AMERICANI (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Mar Gen 15, 2019 5:49 pm

1. TITOLO:
 
1984 - I MIEI AMERICANI (Tre puntini)
 
# Etichetta: CLAN # Catalogo: CLN 20445 # Data pubblicazione: Ottobre 1984 # Matrici: 16 CLN 20445-1 L/CLN 16 20445-2 L # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Data matrici 22 Ottobre / Distribuito da CGD - Messaggerie Musicali - Milano  
 
 
2. RECENSIONE:
 
I miei americani è il 26º album di Adriano Celentano, pubblicato nel 1984 dalla Clan Celentano.

Il disco
Il titolo esatto prevede anche tre puntini di sospensione, al punto che sulla copertina del disco è anche scritto testualmente "tre puntini".

Dopo una serie di lavori pubblicati per il mercato estivo, Adriano torna a pubblicare un disco per il periodo natalizio, sfruttando i passaggi televisivi dei programmi più seguiti dell'epoca. Il titolo, che riassume fedelmente i contenuti dell'album, rappresenta una sorta di continuità col precedente album Deus, anch'esso interamente composto da classici internazionali del rock'n'roll e in generale degli anni 50 e 60.

Si tratta quindi di un album di cover come il successivo I miei americani 2 del 1986.
 
Fonte: QUI
 
 
3 COVER:
 
   
 
   
 
 
Versione Musicassetta
 
   
 
   
 

AImmagine di repertorio

 
 
4. TRACK LIST:
 
Lato A Lato B




 
 
ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Button.png?t=n.b

ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Button
 
Lato A: 2
MICHELLE

 
      Lato B: 2
QUESTO VECCHIO PAZZO MONDO (Eve of distructions)

 
     

Autori: Lennon, McCartney, Lubiak, R. Gianco
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Michelle, ma belle
Ti ho incontrata e non mi lasci più
Mia Michelle
Michelle, ma belle
Da sei anni vivi insieme a me
Mia Michelle

I love you, I love you, I love you
Ripeti sempre ma
Non hai imparato altro
L'inglese in fondo e facile ma tu
Non lo sai

Michelle, ma belle
Sont les mots qui
Vont tres bien
Ensemble
Mia Michelle

I want you, I want you, I want you
E tutto ciò che vuoi
Ma non t'importa mai
Sapere cio che penso anche perché
Dormi gia I love you

I need you, I need you, I need you
Mi hai detto proprio qui
Su questo letto strano
Che senza dirmi niente ho
Comprato per te

Michelle, ma belle
Tu cucini come un grande chef
Mia Michelle Io ti amo
Ma tu forse sei un po' troppo francese
Per me.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Beretta, Del Prete, Mogol, P.F. Sloan
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Non piangere mai più che questo mondo
Non è stato mai rotondo.
Tu carichi il fucile di chi ti spara
E ti lamenti poi se la vita è troppo amara.
E tu sei convinto ancora che
Lei ti amava.

Dimmi, dimmi,
Come, come, come, fai a dire
Che tu credi in questo vecchio pazzo mondo?

Tu credevi in lei quasi ciecamente
E credevi in me che ero il tuo amico
Ora piangi perché lei ti ha tradito con me
E mi domandi perché e mi domandi perché.
Tu sei troppo buono sai
Per dei tipi come noi:
Dimmi, dimmi,
Come, come, come, fai a dire
Che tu credi in questo vecchio pazzo mondo?

Ehi amico perché tu non rispondi niente
E guardi me così umilmente.
Perché ora dovrei avere dei rimorsi
Se in questa vita ognuno riesce ad odiarsi
E mai nessuno mai impara ad amare
E tanto meno poi a perdonare.
Amico mio caro
Dimmi perché
Dimmi, dimmi,
Come, come, come, fai a dire
Che tu credi in questo vecchio pazzo mondo?

Perché negli occhi tuoi c'è ancora amore
Dopo così tanto, tanto dolore.
Perché ti senti forte e ci perdoni
Invece di trattarci come due cani.
E se hai ragione tu insegnaci ad amare,
A credere di più nel mondo e nel domani,
Insegnaci a soffrire
Perché voglio sentirti dire
"dimmi"
Come, come, come, fai a dire
Che tu credi in questo vecchio pazzo mondo?
Che tu credi in questo vecchio pazzo mondo?
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 3
BISOGNA FAR QUALCOSA (These boots are made for Walkin')

 
      B: 4
CARA BABY (Happy Baby)

 
     

Autori: Minellono, Lee Hazlewood
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Se io potessi farei qualcosa in più
Ma qualcosa che dico io
Una pastiglia da far prendere alla gente
Che la renda tutta quanta sorridente
Eh, bisogna far qualcosa
Perché non si può più
Guardali tutti li con quelle facce sempre giù

L'autostrada che va verso il mare -
Ma quale mare è una raffineria
Si va via solo solo per ritornare
Con addosso qualche nuova malattia
Bisogna far qualcosa
Perché così non va
Non ci si vive più
Ccon quelle facce sempre giù

Son vent’anni ma io lo canto ancora.
Non è protesta ma verità.
E lui l'aveva detto: "State attenti!"
È la detto quasi due millenni fa
Bisogna far qualcosa
Ma che canzone è?
Eh, sto cantando io
E non cantate insieme a me!
Fonte: QUI
     
Autori: Minellono, F. Pingitore
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Happy Happy Baby
Happy Happy Baby
Happy Happy Baby
Happy Happy Baby
Happy Happy Baby

Ehi cara baby, non levarmi il suono del rock
(Happy Baby)
Se tu non vuoi capire, cara baby, stupida sei
(Happy Baby)
E se continuerai con questa solfa io avrò uno shock
(Happy Baby)

Ehi cara baby, tu non senti il suono del rock
(Happy Baby)
Se a te non fa impazzire questo ritmo stupida sei
(Happy Baby)
E se continuerai con questa noia io avrò uno shock
(Happy Baby)

Mia baby, cantar non puoi
La musica che non sai
Non togliermi il suono dai
Se chiamate non ci sono per nessuno chiunque sia non ci sono

Cara baby, non mi togliere il suono del rock
(Happy Baby)
Se tu non vuoi capire cara baby stupida sei
(Happy Baby)
E se continuerai con questo ritmo mi verrà uno shock
(Happy Baby)

Happy Happy Baby
Happy Happy Baby
Happy Happy Baby
Happy Happy Baby
Happy Happy Baby

Mia baby cantar non puoi
La musica che non sai
Non togliermi il suono dai
Se chiamate non ci sono per nessuno chiunque sia non ci sono

Cara baby, non mi togliere il suono del rock
(Happy Baby)
Se tu non vuoi capire, cara baby, stupida sei
(Happy Baby)
E un testo più imbecille di questo che canto non c'è
(Happy Baby)

Happy Happy Baby
Happy Happy Baby
Happy Happy Baby
Happy Happy Baby
Happy Happy Baby

Ma oramai l'ho cantato così
 
Fonte: QUI
 
Lato A: 5
FUMO NEGLI OCCHI (Smoke gets in your eyes)

 
      Lato B: 5
SEI NEL MIO DESTINO (You are my destiny)

 
     

Autori: J. Kern, Mogol
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
No, io non piango, sai,
è soltanto che... oooh
fumi e il fumo va
dentro gli occhi miei,
fino in fondo al cuore.

No, io non piango, sai,
anche se io so... oooh
che mi lascerai
come hai detto tu
e non tornerai.

Io vivrò la vita senza te
ma come io non lo so.
Io vivrò ma solamente per
dimenticare te.

No, io non piango, sai,
è soltanto che... oooh
tutto il fumo va
dentro gli occhi miei,
fino in fondo al cuor,
fino in fondo al cuor.
 
Fonte: QUI
     
Autori: P. Anka, V. Bertini
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
You are my destiny
Sei in tutti i giorni miei
La vita è facile
Se tu ci sei...

Tu mi fai credere
Che è bello esistere
Pur di non perderti
Mi perderei...

Forse l'amore non ha
Un senso della verità
Ma se sbaglierò, so che mi aiuterai
A non arrenderci mai...

You are my destiny
E non ci lascerai:
Un vero angelo
Non vola mai...

You are my destiny
Sei in tutti i giorni miei
La vita è facile
Se tu ci sei.
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 6
MALEDETTA TELEVISIONE (That's all right, mama)

 

Autori: Crudup, Minellono
Orchestra: Pinoccio Pirazzoli
 
Testo:
Non mi far sedere
davanti alla TV
non provarci mamma
non ce la faccio proprio più
video ahi
video ahi
e ad ogni programma
vado un po' più giù.

Un film scoperto a caso
tra la pubblicità
ed un telegiornale
senza un po' di verità
video ahi
video ahi
oramai mamma
non ne posso più

Trecento ballerine
venute da New York
in mezzo a un polpettone
che qualcuno chiama show.
video ahi
video ahi
oramai mamma
non ne posso più

Questa maledetta
maledetta TV
oramai mamma
non ne posso più
 
Fonte: QUI
 
 
ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Mar Gen 15, 2019 8:35 pm, modificato 1 volta
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 4394
Punti : 4394
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 76
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Empty ADRIANO CELENTANO: 1985 - JOAN LUI (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Mar Gen 15, 2019 8:27 pm

1. TITOLO:
 
1985 - JOAN LUI
 
# Etichetta: CLAN # Catalogo: CLN 23485 # Data pubblicazione: Novembre 1985 # Matrici: 16 CLN 23485-1 L/CLN 16 23485-2 L # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Date matrici: 29 Ottobre / Copertina apribile a libretto, busta interna con una presentazione del film da parte dell'artista, i testi delle canzoni e un poster allegato (cm 29,5 x 59,5)(vedi link "Altre immagini") / Tutti le canzoni dalla colonna sonora del film "Joan Lui - Ma un giorno nel paese arrivo io di lunedì" (Adriano Celentano, 1985) / Illustrazione di copertina di Renato Casaro, fotografie interne e sul retro di copertina di A. De Filippo / Registrato negli studi Air Studio di Galbiate e J.S.Bach di Milano da Nino Iorio, Mario Lovallo e Lino Castriotta - Missaggi di Adriano Celentano e Nino Iorio / Distribuito da CGD Messaggerie Musicali - Milano  
 
 
2. RECENSIONE:
 
Joan Lui è un album di Adriano Celentano, pubblicato nel 1985, colonna sonora del film Joan Lui - Ma un giorno nel paese arrivo io di lunedì.
 
Fonte: QUI
 
 
3 COVER:
 
   
 
   
 

 
   
 

 
 
Versione Musicassetta
 

 
   
 
 
Versione cassetta VHS
 
   
 
 
4. TRACK LIST:
 
Lato A Lato B

  • A1 L'UOMO PERFETTO
  • A2 SEX WITHOUT LOVE
  • A3 IL TEMPIO
  • A4 MISTERO
  • A5 LUNEDI'


  • B1 QUALCOSA NASCERA'
  • B2 SPLENDIDA E NUDA
  • B3 L'ORA E' GIUNTA
  • B4 LA PRIMA STELLA

 
 
Lato A: 1
L'UOMO PERFETTO

 
      Lato B: 1
QUALCOSA NASCERA'

 
     

Autori: Adriano Celentano, Ronnie Jackson, Pinuccio Pirazzoli
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Ma un giorno di lunedì capirai
che finirà la storia
la storia di questo mondo
che cominciò in una valle
Quel giorno quando l'uomo fu inventato era un uomo perfetto
e era uno bellissimo
stupendo come chi lo creo
Passeggiava e saltellava nel creato
che per lui era in festa
in un'eterna primavera dove il sole non tramonta mai
E tutti gli animali
tutti gli animali poi giocavan con lui
e nei limpidi ruscelli nuotavano d'argento
i pesci insieme con lui
Poi lui col suo cavallo bianco cavalcava tra le valli dorate
sfrecciando fra i colori indescrivibili dipinti dal sole
che scolpivano nell'aria il suo bel corpo e lo tingevan d'aurora
e la natura che splendeva rispecchiava la sua forza in lui
E nel ventre di una donna lui la rigenerava in un grande amor
e da questo grande amore incomincio la storia dentro il ventre suo
e lei che fu la prima che nessuna come lei
fu così bella in tutti i tempi fu proprio dal suo ventre che sgorgarono
tutti quanti i popoli
ma è una fonte che
che sta per finire
che sta proprio per finire
oramai non c'è più amor
oramai non c'è più amor
(non c'è più amor!)
~~~
L'aria è diventata irrespirabile e qui regna? Solo l'indifferenza
che è peggiore e più mortale di qualsiasi bomba atomica
e nelle vostre vene scorre l'infezione di quest'aria ormai
che distrugge i sentimenti lasciandovi nel petto un cuore arido
e il seme della vita che avete dentro il vostro vecchio corpo
e quasi morto e presto lo vedrete che uscirà da voi
sopra un carro funebre
e nel ventre suo più voi non potrete
generare i vostri figli perché dentro di voi
oramai non c'è più amor
(non c'è più amor!)
 
Fonte: QUI
     
Autori: Adriano Celentano, Ronnie Jackson, Pinuccio Pirazzoli
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
(parlato: tu sei... tu sei)

coro: vicino, vicino alla luce

qualcosa di giusto nel fondo del tuo sporco corpo sta nascendo
(tu sei)
per la pietà di quella vita che tu hai voluto risparmiar
la strana luce che vedo negli occhi tuoi mi dice che il tuo cuore non e più spento

coro: dal buio fuori tu sarai

e che dal fango dei tuoi omicidi qualcosa nascerà

coro: vicino alla luce

qualcosa nascerà...

coro: vedrai

... che nascerà

coro: tu la strada hai trovato per uscire dal tunnel

qualcosa nascerà...

coro: vedrai

... vedrai che nascerà

coro: tu la strada hai trovato per uscire dal tunnel

La vita di lei che tu salverai germoglierà dentro di te
(tu sei)
e comincerai coi tuoi polmoni a respirare il fiore della verità
e che ti salverà...

coro: vedrai

...ti salverà

coro: tu la strada hai trovato per uscire dal tunnel

e per l'eternità...

coro: vedrai

... felice sempre vivrai

coro: felice sempre vivrai

In quel giardino che tu, tu pensavi di trovar
in quel liquido che dentro l'ago spingevi tu
e t'illudevi che poi fosse la realtà
senza sapere
nella via del paradiso e dentro nelle nostre vene
da quando esiste il sol
(tu sei)
(... negli occhi tuoi... dentro... fuori... uomo... te) ?
(tu sei)
non angosciarti per la tua vita se in questo mondo tu la perderai
su questa terra non stai vivendo ma stai passando solamente il tempo

coro: ma tu non fuori tu sei

e non ti accorgi che il tempo sta morendo prima ancora che passi
e non c'è prezzo per potere fermare quest'agonia che non è solo per te

coro: che non è solo per te

... ma anche per i re...

coro: eh già

... i grandi re

coro: tutti i re della terra che con le loro ricchezze

non possono comprar...

coro: eh già

... neanche un attimo in più.
In quel giardino che tu, tu pensavi di trovar
in quel liquido che dentro l'ago spingevi tu
e t'illudevi che poi fosse la realtà
senza sapere
nella via del paradiso e dentro nelle nostre vene
da quando esiste il sol
(tu sei...)
(... negli occhi tuoi...) ?
(tu sei...)
(dentro... fuori... uomo... te) ?
(tu sei, tu sei, tu sei, tu sei, tu sei)
 
Fonte: QUI

 
Lato B: 2 Canta RITA RUSIC
SEX WITHOUT LOVE

 
      B: 2
SPLENDIDA E NUDA

 
     

Autori: Adriano Celentano, Ronnie Jackson, Pinuccio Pirazzoli, Paolo Steffan
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:

Fonte: QUI
     
Autori: Adriano Celentano
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:

 
Fonte: QUI
 
Lato A: 3
IL TEMPIO

 
      Lato B: 3
L'ORA E GIUNTA

 
     

Autori: Adriano Celentano
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Lu vela stil ai uet
Ai nou ai stil carnet iu nou
Ai nou ai stil carnet iu nou whats happening?
Ai nou ai stil carnet iu nou non io don ue sch uei sten ai lait
Ai nou ai stil carnet iu nou do be ai sai don nou ueit
Ai nou ai stil carnet iu nou iu do sei ma hai friends you go!
Iu don nou hai fend ai seit "night"
"I love you when" kek a dei ecc... ecc...
I know you don't understan when I said
Remember
I know that you don't remember ecc...
Iu vela stil ai uet
Ai nou ai stil carnet iu nou
I know you understand when I said
But you didn't get
But you dindn't get what I was talking about the first time I
Carnet

Remember
I know that you don't remember
You are the same
But even computer eyes progress
You too understand
You too understand
Ecc... ecc... ecc...
 
Fonte: QUI
     
Autori:
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Lui quel giorno lì
mentre moriva sulla croce
voi del popolo eravate lì a guardarlo
e volevate assicurarvi che il suo sangue
versato per voi fosse la fine sua
quel giorno lì con le sue spine volevate
cancellar dai vostri cuori il volto suo
perché per voi che nelle tenebre vivete
era come un tormento la sua verità
e da quel dì
voi non avete ancora smesso
di ucciderlo e la vita che è in lui
e che da lui
viene la sensazione dolce
che c'è in un amplesso o il profumo di un fior

E' giunta l'ora della fine ormai
di quel famoso lunedì
quando incominciò questa storia qui
che non potremo più raccontar

gli uomini amavano le tenebre
più della luce che è nel sol
e le loro opere di malvagità
hanno oscurato l'umanità

L'uomo nasce
l'uomo nasce libero ma come uno schiavo
vive, vive nella sua malvagità

Quando nascevano
gli uomini erano liberi ma
li imprigionava la società
volevan essere i padroni degli altri
e poi erano schiavi ancor di più

Schiavi più dei loro schiavi
eran degli schiavi
più dei loro schiavi
eran degli schiavi
più dei loro schiavi
eran degli schiavi
più dei loro schiavi

Lui quel giorno lì
mentre moriva sulla croce
voi del popolo eravate lì a guardarlo
e volevate assicurarvi che il suo sangue
versato per voi fosse la fine sua
quel giorno lì con le sue spine volevate
cancellar dai vostri cuori il volto suo
perché per voi che nelle tenebre vivete
era come un tormento la sua verità
e da quel dì
voi non avete ancora smesso
di ucciderlo e la vita che è in lui
e che da lui
viene la sensazione dolce
che c'è in un amplesso o il profumo di un fior

Schiavi più dei loro schiavi
eran degli schiavi
più dei loro schiavi
eran degli schiavi
più dei loro schiavi
eran degli schiavi
più dei loro schiavi

Lui quel giorno lì
mentre moriva sulla croce
voi del popolo eravate lì a guardarlo
e volevate assicurarvi che il suo sangue
versato per voi fosse la fine sua
quel giorno lì con le sue spine volevate
cancellar dai vostri cuori il volto suo
perché per voi che nelle tenebre vivete
era come un tormento la sua verità
e da quel dì
voi non avete ancora smesso
di ucciderlo e la vita che è in lui
e che da lui
viene la sensazione dolce
che c'è in un amplesso o il profumo di un fior..
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 4
MISTERO

 
      B: 4 Canta CLAUDIA MORI
LA PRIMA STELLA

 
     

Autori: Adriano Celentano, Gino Santercole
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Joan:
Son qui che mi chiedo, il motivo mi chiedo
di questo mistero.
Come mai t’interessi a me,
tu che tutto possiedi (2x)
ogni cosa del mondo
e comandi la terra?
Io, io, io, io non capisco.

Insieme: Noi, noi, noi, noi non capiamo.

Che cos’altro ti manca che non puoi aggiungere...

Insieme: ... al tuo gran potere.

Joan: ti guardo e mi chiedo, mi richiedo il motivo...

Insieme: ... di questo mistero.

Joan: Cosa posso dare io a te
più di quello che hai (4x)
Io, io, io, io non capisco...

Insieme: noi, noi, noi, noi non capiamo (2x)

Joan: ... che cos’altro ti manca che non puoi aggiungere al tuo gran potere.

(improvvisazione vocale, strumentale)

coro: Capirai (4x)

parlato:
Jarak: Tu sei nel giusto quando dici che non mi manca niente ormai.

- Basta parlando con la tua voce!

Joan: Un tempo viviamo la stessa voce, un tempo molto lontano.

Jarak: Quello che ho accumulato mi basta per cento vite, lo so.
Ma un’impercettibile insicurezza rimasta nel profondo più remoto della mia anima
a volte mi fa individuare gli eventuali pericoli che se non fermati in tempo,
potrebbero distruggere tutto il mio impero.
E negli occhi tuoi vedo un nuovo di strano...

Insieme: ... che è come un mistero,

Jarak: una forza che mi attira e poi
e poi mi respinge (2x)

Joan: e poi lo respinge (3x)

Jarak: Io, io, io vorrei scavare...

Joan: lui, lui, lui, lui vuol scavare...

Jarak: ... nel profondo dell’anima tua
per poter capire chi sei.

 
Fonte: QUI
     
Autori: Ronnie Jackson, Claudia Mori, Pinuccio Pirazzoli
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Spunta il sole con te
Il mio nido farò tra le rondini e poi
Senza vela noi due
Viaggeremo su un mare più limpido
E se tu nascerai
Io rinasco di nuovo con te
La notte è finita perché
La luce sei tu

Nel mio cuore c'è già
Il tuo amore che prende quest'anima mia
La mia stella sarà
Per guidarmi in ciclo purissimo
Ora ti seguirò, la mia vita con te inventerò
E la natura con noi, sorriderà

Mi sfiori la mano e i capelli
L'odore dell'aria ha il sapore di quando mi baci
Io respiro l'amor
Di ogni cosa che viene da te.
Nel mio cuore c'e già
Il tuo amore che prende quest'anima mia
La mia stella sarà per guidarmi in cielo purissimo
E se tu nascerai
Io rinasco di nuovo con te
La notte è finita perché
La luce sei tu
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 5
LUNEDI'

 

Autori: Adriano Celentano, Ronnie Jackson, Pinuccio Pirazzoli
Orchestra: Pinoccio Pirazzoli
 
Testo:
Dico sul serio ragazzi

So che vi sembrerà
Tutto un poco strano
Ma è proprio cosi

Mentre mamy fa da mangiare
Noi divertiamoci a suonare un po'
Intanto che, vi racconterò
Cosa si farà
Questo sarà il nostro regno
E nasceranno qui
Tutte le idee più grandi nasceranno qui

E se voi volete potete stare qui
E starvene a dormire insieme con me e
E quando noi vorremo
Far sentire la nostra voce
Schiacceremo il dito su quel pulsante
E tutti nelle case ci vedranno entrar
E di tante cose alla gente noi parleremo

Alla gente parlerai
Parlerai al lunedì
Alla gente parlerai
Parlerai al lunedì

I know you think is strange
People said he is crazy
A little be rains
Living in a green world
Baby stick around
And see his dream come true
Becarefull Joan
Cause if you fall
The're gonna walk all
Over you

Se un giorno camminando per strada
Nello squallore di questa città
Vedete che qualcuno male sta
Sorridete a lui
Ditegli che poi ci guardi
Ci guardi ogni lunedì
Quando in tv noi saremo meglio lui starà

Perciò se voi volete potrete stare qui
E starvene a dormire insieme con me
E quando noi vorremo
Far sentire la nostra voce
Noi schiacceremo il dito
Sulla nostra tv
E tutti nelle vostre case ci vedranno entrar
E di tante cose alla gente noi parleremo

Alla gente parlerai
Parlerai al lunedì

Alla gente parlerai
Parlerai al lunedì

Mamy:
Non so quello che dirai ma sono gia
Emozionata a pensare a quello che tu dirai.
 
Fonte: QUI
 
 
ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Videos10
 
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 4394
Punti : 4394
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 76
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Empty ADRIANO CELENTANO: 1986 - I MIEI AMERICANI 2 (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Mar Gen 15, 2019 10:46 pm

1. TITOLO:
 
1986 - I MIEI AMERICANI (Tre puntini) 2
 
# Etichetta: CLAN # Catalogo: CLN 20545 # Data pubblicazione: Ottobre 1986 # Matrici: 16 CLN 20545-1 L/CLN 16 20545-2 L # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Date matrici: 27 e 16 Ottobre / Distribuito da CGD Messaggerie Musicali - Milano  
 
 
2. RECENSIONE:
 
I miei americani 2 è il 28º album di Adriano Celentano, pubblicato nel 1986 dalla Clan Celentano

Il disco Come I miei americani, anche questo disco contiene cover di canzoni con testi in italiano (ma non tradotte, infatti si discostano spesso notevolmente da quelli originali), non solo statunitensi (come la parola "americani" del titolo farebbe presagire): vi sono infatti due brani dei britannici Beatles, Eleanor Rigby e Love me do.

Cry era già stata incisa dal Molleggiato nell'album Nostalrock del 1973, il testo della cover È finita è di Miki Del Prete. Esiste anche un'altra versione italiana di Cry dal titolo Tu che piangi curata da Elvia Figliuolo (Misselvia) ma interpretata da altri cantanti.

Vivrò per lei, versione italiana di My prayer dei Platters, era stata incisa con il titolo abbreviato in Vivrò nel 1967 da Carmelo Pagano che, con questo brano, aveva partecipato nello stesso anno al Cantagiro.

Mi scade è invece un brano strumentale, cover di She's Got It di Little Richard; nelle prime copie distribuite del disco vi era in realtà la parte cantata, ma nelle successive venne inserita solo la base con una premessa di Celentano che adduce mancanza di tempo per incidere il cantato (da cui il titolo): il testo fu però stampato nella camicia interna.

"Ma come fa la gente sola", cover di Eleanor Rigby, è riproposta rifacendosi alla versione che ne fece Ray Charles. Il titolo originale compare nel testo italiano riferito proprio alla canzone e non al personaggio creato da Paul Mc Cartney.

"Un'altra ragazza", cover di "Love me do", viene invece inizialmente registrata con un arrangiamento che rifà vagamente il verso al recente successo "Kiss" del cantautore Prince, ma nel disco alla fine comparirà una versione con arrangiamento più simile all'originale dei "Fab Four".

In Seguirò chi mi ama Celentano duetta con la moglie Claudia Mori.
 
Fonte: QUI
 
 
3 COVER:
 
   
 
   
 
   
 
 
Serie numerata per collezionisti a tiratura limitata
 
   
 
 
Versione Compact disc
 

 

 
 
Versione Musicassetta
 

 
   
 
 
4. TRACK LIST:
 
Lato A Lato B

  • A1 VERONICA VERRAI (Veronica you'll come)
  • A2 GELOSIA (Jealousy)
  • A3 MA CONE FA LA GENTE SOLA (Eleanor Rigby)
  • A4 MI SCADE (She's got it)
  • A5 VIVRO' PER LEI (My prayer)


  • B1 SEGUIRO' CHI MI AMA (Is it love)
  • B2 L'ASCENSORE (Sixteen tons)
  • B3 E' FINITA (Cry)
  • B4 UN'ALTRA RAGAZZA (Love me do)
  • B5 CREDERO' (Crazy love)

 
 
Lato A: 1
VERONICA VERRAI (Veronica you'll come)

 
      Lato B: 1 Con CLAUDIA MORI
SEGUIRO' CHI MI AMA (Is it love)

 
     

Autori: Bigazzi, Albini, Katamar
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Veronica verrai
leggera come quando te ne vai
c'è un'elica in te
che ti riporta qui da me

Veronica verrai
a coltivare canapa a Shangai
se te lo chiederò
Veronica verrai, lo so

Veronica, Veronica, Veronica verrai
e lascerai quell'uomo e il suo museo
più povera che mai
vestita solo di un pareo
Veronica vedrai
non ci ameremo più part-time
se te lo chiederò
Veronica verrai, lo so

Dimenticando ogni prudenza come un lupo in astinenza
alla mia porta busserai ed in mia assenza tu mi aspetterai
osservatrice come sei spiata un po' ti sentirai
dal mio ritratto sul comò ed da i che io ti apparirò

Lo so che tu lo sai
tu sai che io lo so
lo so che tu lo sai e tu lo sai che io lo so
Veronica non dir di no

Tu sai che io lo so e io lo so che tu lo sai
il cuore tira più di cento buoi
adesso te ne vai
ma quando ti vorrò verrai

Tu sei la complico ideale che durante il temporale
viene a rifugiarsi qui nel mio capanno degli attrezzi
ma io ti voglio più solare più disposta a camminare
per la strada e sul metrò davanti a tutti io ti abbraccerò

Lo so che tu lo sai
tu sai che io lo so
lo so che tu lo sai e tu lo sai che io lo so
Veronica non dir di no

lo so che tu lo sai
tu sai che io lo so
lo so che tu lo sai e tu lo sai che io lo so
Veronica non dir
Veronica non dir
Veronica non dir di no!
 
Fonte: QUI
     
Autori: B. Andersen, Mori, Moroder
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
(Lei)
Seguirò chi mi ama
Seguirò un altro amore ma non te

(Lui)
Io lo so, che mi ami
Come io ho bisogno di te

(Lei)
E il momento di pensare
Se conviene proseguire
Ora voglio quello che
Non hai più

(Insieme)
lo e te, che lottiamo
Per averti un po' tutto (a) per me
Non lasciarmi mai scappare
Tanto è peggio per me
Dove andrò, con chi.

(Lui)
Ricorda quanto ti amo
E cercami dentro di te

(Insieme)
E voglio dirtelo ancora
Io muoio se non ci sei più

(Lei)
Io lo so, che mi ami

(Lui)
Come io ho bisogno di te

(Insieme)
Non lasciarmi mai scappare
Tanto è peggio per me
Dove andrò… No

(Lei)
Senza te

(Lui)
Senza te

(Lei)
Dove andrò

(Lui)
Dove andrò

(Lei)
Senza te

(Lui)
Senza te

(Lei)
Huuu...dove andrò
 
Fonte: QUI

 
Lato B: 2
GELOSIA (Jealousy)

 
      B: 2
L'ASCENSORE (Sixteen tons)

 
     

Autori: Gade
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Non ho nessuno a parte te
che mi ha tradito come sai
io mi sento un auto che non ha più
non ha più il motore
e mi sento un uomo che vivrà
nel suo dolore, nel dolore
solo nel suo dolore ormai

Eppur mi sento forte sai
sarà perché non odio mai
di certo non dovrei soffrir così
così inutilmente
solamente perché hai detto sì
stupidamente, stupidamente
con il cervello assente

Amica mia
quanto costa una bugia
un dolore che dividiamo in due tra noi
la gelosia
quando arriva non va più via
col silenzio tu mi rispondi che
col tuo pianto tu mi rispondi che
coi tuoi occhi tu mi rispondi che lo sai

La gelosia
più la scacci e più l'avrai
tu eri mia
di chi sei più non lo sai
complicità
ma che gran valore ha
sincerità
che sfortuna chi ce l'ha

E quel serpente è arrivato
è qui seduto in mezzo in noi
lui ti mangia il cuore come fosse
un pomodoro
così diventi pazzo tu
e come un toro, come un toro
purtroppo non ragioni

Amica mia
quanto costa una bugia
un dolore che dividiamo in due tra noi
la gelosia
quando arriva non va più via
col silenzio tu mi rispondi che
col tuo pianto tu mi rispondi che
coi tuoi occhi tu mi rispondi che lo sai

La gelosia
più la scacci e più l'avrai
tu eri mia
di chi sei più non lo sai
complicità
ma che gran valore ha
sincerità
che sfortuna chi ce l'ha
Fonte: QUI
     
Autori: Depsa, Merle
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Appena fui al mondo mi ritrovai
in un grattacielo più alto che mai
e poi per istinto o quello che fu
mi misi in fila per salire lassù
e l'ascensore partì ed ero con gli altri
tra i bimbi di un colore che è diverso dal mio
ognuno una speranza dentro se
chissà la in cima il sole che c'è

Arrivai al primo piano, non lo so come fu
mi accorsi che invidiavano la mia gioventù
nell'ascensore entrò un uomo e sparò
e i miei primi sogni lui già me li rubò
ragazzi, andiamo su, saliamo perché
in cima al grattacielo tutto meglio è
il mondo ci appartiene, siam figli suoi
qui non c'ha posto chi ride di noi

Ed un bel giorno vidi entrar lei
di quel suo sorriso io mi innamorai
salire fino in cima con me vorrà
legati insieme con due anelli o un destino a metà
ancora oggi io continuo a star su
e i piani che ho salito non li conto più
son stati belli o brutti, lo rifarei
il viaggio organizzato per noi

E qui sale gente della mia stessa età
e già lo sanno tutti che qualcosa non va
non hanno nuove speranze, non credono più
presto, chiamate l'ascensore che è andato lassù
e quando un giorno poi su in cima sarò
e chi mi ha chiamato ringraziare potrò
e quando l'ascensore a terra ritornerà
un bimbo appena nato al mio posto entrerà.
 
Fonte: QUI
 
Lato A: 3
MA CONE FA LA GENTE SOLA (Eleanor Rigby)

 
      Lato B: 3
E' FINITA (Cry)

 
     

Autori: Albini, McCartney, Lennon
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
La gente è sola
nelle stazioni, ai giardini, in chiesa e nei bar
e nelle scuole.
La gente è sola
cova i ricordi di lampade spente da un click
nei loro “tic”.
Leggi i loro sguardi
che ti trapassano
questi loro sguardi
lanciano S.O.S.
Ma come fa la gente sola,
a stare sola come fa?

Vivono in gabbia
di solitudine e poi si trasformano in
facce da “rugby”
e fanno arrabbia
quando per ore rimettono dentro “juke-box”
“Eleonor Rigby”

Dimmi dove vanno (ma come fa la gente sola)
da dove vengono
questa gente sola (ma come fa la gente sola)
dimmi dove va
ma come fa la gente sola (sola, sola)
a stare sola come me (sola, sola)

Io sono solo
da poche ore ed ancora non sono un "robot"
senza parole
e il marciapiede
si abbassa e se non ritorni fra poco sarà
una palude
leggi i loro sguardi (ma come fa la gente sola)
che ti trapassano
questi loro sguardi (ma come fa la gente sola)
lanciano S.O.S.
ma come fa la gente sola (sola, sola)
a stare sola come fa (sola, sola)
dimmi dove vanno (ma come fa la gente sola)
da dove vengono
questa gente sola (ma come fa la gente sola)
sola come me
ma come fa la gente a stare sola.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Kohlman, Del Prete, Misselvia
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
È finita
è finita, fra di noi
ma speravo, che durasse, ancora un po'
non vedi
sono triste
tanto triste, proprio qui
mentre il treno sta partendo
e tu non ci sei.

E se un altro
il mio posto prenderà
scegli bene
prendi uno come... me
mi piaci
quando baci e poi
ti stringi forte a me
sei proprio giusta
ma se ci penso giusta non sei

Ma stavolta sento che
- finirà - tra di noi
perché forse,
un altro mondo, ci sarà
e allora guarda... guarda lui,
che sia uguale a me
altrimenti... potresti
rimpiangermi un po'

E allora guarda... guarda lui
che sia uguale a me
altrimenti... potresti
rimpiangermi un po'
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 4
MI SCADE (She's got it)

 
      B: 4 Canta CLAUDIA MORI
UN'ALTRA RAGAZZA (Love me do)

 
     

Autori: Celentano, Marascalco, Del Prete, Penniman
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Dobbiamo starcene seduti qua
ad aspettare che mi passi il tic
se ci penso ancora un attimo mi viene di più
se adesso lei non viene mi distendo sul papà
mi scade
l’effetto mi scade
sento che mi scade
se lei non torna qui.

Mia baby dove sei?
Torna qui!
Ti prego ci ho cinque tic e quasi tutto mi scade
mia baby mi scade
dentro ho un incendio
dalla vita in su.

Ma se poi il papà
mi dirà
che lui non vuole prendermi un po' in braccio
il cuore mi scade
sento che si spegne
se anche lui non c’è.

Dimmi un po' perché tu fai così
roba da strangolare 500 insetti
e farti a pozzetti
buttarli nei pozzi
e farti soffocar.

Mia baby dove sei?
Torna qui!
Ti prego ci ho cinque tic e quasi tutto mi scade
mia baby mi scade
questo mio incendio
non si ferma più.

Mia baby dove sei?
Torna qui!
Ti prego ci ho cinque tic e quasi tutto mi scade
mia baby mi scade
questo mio incendio
non si spegne più...
 
Fonte: QUI
     
Autori: Depsa, McCartney, Lennon, Donaggio
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Ehi, cosa fai?
Vestiti, sì, vestiti.

Vestiti tu
mi piaci di più
con l'abito blu
così sei geniale
uo-uo-uo, sei geniale.

Guarda all'insù
non darmi del tu
ancheggia di più
così sei bestiale
uo-uo-uo, sei bestiale.

L'uomo non è così brutal
vieni con me in alto mar.

Dai fai la chic
magari in lamè
e poi segui me
tu sei micidiale
uo-uo-uo, micidiale.

Mi piaci così
puoi darmi del tu
con l'abito blu
tu sei, sei speciale
uo-uo-uo, sei speciale.

Sì, così va bene, non di più.
Se no posso anche svenire.

No, così è troppo,
No, così è troppo,
Così è troppo.
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 5
VIVRO' PER LEI (My prayer)

 
      B: 5
CREDERO (Crazy love)

 
     

Autori: Boulanger, Kennedy, M. Del Prete
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Una notte con te
vale tutta una vita
non guardarmi così
tu soffrire mi fai
ti prego rimani con me
dove vai... non sai
Vivrò solamente per te
per sognare con te
per soffrire con te
ti dirò mille frasi d'amor
non lasciarmi se puoi
ho bisogno di te

Per lei tutto il mondo darei
ma credo ormai
che è finita tra noi

Mai più ti vorrei come tu sei
tu sei libera vai
ma ricordati che...
... mi hai rubato la vita
e la vita sei per me

 
Fonte: QUI
     
Autori: Pallesi, Depsa, Anka
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
(Crederò, crederò)

Crederò
in me io crederò
forse cadrò ma il mio cammino non fermerò

(Crederò, crederò)

Crederò
sogni finché sete avrò
e il letto mio sarà quel sorriso che io non ho

(Crederò, crederò)

Amico dai, prova anche tu
che mondo è mai se non ci credi più
no, no, non ci sarà
notte per chi lo vorrà
da solo non sei
credi negli altri e ce la farai

(Crederò, crederò)

Da solo non sei
credi negli altri e ce la farai

(Crederò, crederò)

O, crazy sei

(Crederò, crederò)

O, lo so… credo… io credo
sì… sì… tu credi... no, no, no...
 
Fonte: QUI
 
ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Mer Gen 16, 2019 12:52 pm, modificato 10 volte
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 4394
Punti : 4394
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 76
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Empty ADRIANO CELENTANO: 1986 - VERONICA VERRAI/GELOSIA (45 Giri)

Messaggio  mauro piffero il Mar Gen 15, 2019 11:33 pm

1. TITOLO:
 
1986 - VERONICA VERRAI/GELOSIA
 
# Etichetta: CLAN # Catalogo: YD 714 # Data pubblicazione: 1986 # Matrici: 16 YD 714-1N/16 YD 714-1N-2N # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Pubblicato solo in versione servizio "YUKE BOX" con coperina generica / Distribuito da CGD Messaggerie Musicali - Milano
 
 
2. COVER:
 
   
 
 
Servizio "JUKE BOX"
 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
VERONICA VERRAI (Veronica you'll come)

 
      Lato B:
GELOSIA (Jealousy)

 
     

 
Testo:
     
 
Testo:
 
ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Videos10
 
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 4394
Punti : 4394
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 76
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Empty ADRIANO CELENTANO: 1987 - MI ATTRAI/LA LUCE DEL SOLE (45 Giri)

Messaggio  mauro piffero il Mar Gen 15, 2019 11:50 pm

1. TITOLO:
 
1984 - MI ATTRAI/LA LUCE DEL SOLE
 
# Etichetta: CLAN # Catalogo: CLN 10786 # Data pubblicazione: 1987 # Matrici: 16 CLN 10786-1N/16 CLN 10786-2N # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Distribuito da CGD Messaggerie Musicali - Milano
 
 
2. COVER:
 
   
 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
MI ATTRAI

 
      Lato B:
LA LUCE DEL SOLE

 
   

Autori: G. Bigazzi, G. Albini
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Non so cos’hai
però mi attrai.
Io non, non dovrei
ma tu, tu mi attrai.

Una notte con te dal tramonto al caffè
ecco cosa vorrei e tu invece mi dai
solo un gioco di sguardi
che va avanti da un po'
e non sai cosa perdi
se mi dici di no.

Per tenermi lontano da te
ci vorrebbe una meglio di te
ma sul tetto della fantasia
sei la gatta più bella che c'è.

Coro: Mi a..., mi a..., mi a...

Mi attrai a te, tu mi attrai, o yeah!

Parlato: Tu mi attrai… come mai?

Coro: Mi attrai, o yeah!

Da uno a dieci io non ti darei più di sei
ma qualcosa in te è più forte di me.
L'andatura andalusa rende bene l’idea
di una donna a sorpresa che si spoglia e si crea.

Per tenermi lontano da te
ci vorrebbe una meglio di te
ma sul tetto della fantasia
sei la gatta più dolce che c'è.

Coro: Mi a..., mi a..., mi a...

Mi attrai a te, mi tu mi attrai, o yeah!

Per tenermi lontano da te
ci vorrebbe una meglio di te
ma sul tetto della fantasia
sei la gatta più dolce che c'è.

Coro: Mi a..., mi a..., mi a...

Mi attrai a te, mi attrai, o yeah!
 
Fonte: QUI
     
Autori: A. Celentano, P. Pirazzoli
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Coro:
Coro:
Tu che illumini le stelle
e che ogni cosa puoi
e fai splendere nel cielo
il sole per noi
tu che piangi per chi ha fame
e per chi ti ucciderà
ma perché ci hai dato tutta questa libertà
eppure ogni cosa sapevi tu
dei nostri bei cuori
che venduto t'avrebbero quaggiù
per un pugno di denari
tu che mostri all'aurora
questo luogo dove sta
per poter scrutar la terra dalle sue estremità
perché non alzi la tua voce
sulla nostra libertà
che in un baratro profondo
noi portandoci sta
il tuo silenzio ci fa smarrir nel gelo della notte
e anche per questo tu piangi già: come puoi amarci ancora?
ma tu
continui, continui
ad amare chi ti ucciderà
tu che sei il padre del tuono
del sole e della pioggia

Tu sei proprio stravagante
forse accorto non ti sei
ma è da un po' che io ti studio
dentro i sogni miei
il tuo è solo un bel discorso
che inizio quel giorno che fu
quando la luce del tuo volto
arrivo fin quaggiù

Coro:
E questo discorso finirà
quando l'uomo distrutto avrà
l'amore del tuo immenso splendor
che irradiava questa umanità
ma tu
continui, continui
ad amare chi ti ucciderà
tu che sei il padre del tuono
del sole e della pioggia
 
Fonte: QUI
 
ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Videos10
 
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 4394
Punti : 4394
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 76
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Empty ADRIANO CELENTANO: 1987 - LA PUBBLICA OTTUSITA' (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Mer Gen 16, 2019 11:24 am

1. TITOLO:
 
1987 - LA PUBBLICA OTTUSITA'
 
# Etichetta: CLAN # Catalogo: CNL 20699 # Data pubblicazione: Ottobre 1987 # Matrici: 16 CNL 20699-1 L/16 CNL 20699-2 L # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Distribuito da RTI Music Srl  
 
 
2. RECENSIONE:
 
La pubblica ottusità è il 29º album di Adriano Celentano, pubblicato nel 1986 dalla Clan Celentano

Il discoA due anni dal precedente Joan lui, il "Molleggiato" torna a pubblicare un lavoro di inediti. L'album otterrà un ottimo successo commerciale, forte della popolarità dell'artista in costante crescita, dopo un momentaneo calo delle vendite. La pubblicazione di questo lavoro è coeva dell'esordio del programma televisivo Fantastico 8, condotto dallo stesso Celentano. Alcuni brani dell'album sono parte integrante dello stesso spettacolo TV, come L'ultimo gigante (che include una citazione di Rock Around the Clock) in quanto ne è la sigla di apertura, ed È ancora sabato posta in chiusura del programma; inoltre Dolce Rompi è il tema conduttore del segmento dedicato allo sponsor (una nota marca di caffè).
 
Fonte: QUI
 
 
3 COVER:
 
   
 
   
 
   
 
 
Versione Compact disc
 

 

 
 
Versione Musicassetta
 

 
   
 

Durante una registrazione di "Fantastco 8" (1987)

 
 
4. TRACK LIST:
 
Lato A Lato B

  • A1 LA PUBBLICA OTTUSITA'
  • A2 DOLCE ROMPI
  • A3 E' ANCORA SABATO
  • A4 FRESCO


  • B1 L'ULTIMO GIGANTE
  • B2 C'E' QUALCOSA CHE NON VA
  • B3 MI ATTRAI
  • B4 LA LUCE DEL SOLE

 
 
Lato A: 1
LA PUBBLICA OTTUSITA'

 
      Lato B: 1
L'ULTIMO GIGANTE

 
     

Autori: A. Celentano, R. Soffici
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Anche se qualche cosa
si sta muovendo qua e là
non c'è più scampo...

Lo so tu stai pensando:
che quel che conta siamo noi
e questo può bastar...

Ma intorno a noi niente vivo più
che può nutrire questo grande amor;
e anche se il cibo non ci mancherà,
per la bellezza dei nostri due corpi,
l'amore che ci unisce non è fatto solo di noi due.

Ma di tutto il creato che ci circonda
e che un tempo, fu il "Giardin Dorato".

Il mare sta morendo
e un po’ del nostro amore sta
marcendo insieme a lui.

E l'aria che respiro
è piena di quei mostri che
ha inventato l'uomo

E anche se l'aids non ci colpirà,
la nostra splendida storia d'amor
soffocherà senza accorgersi
nell'infezione della "Pubblica Ottusità"
che con il suo "smerdare"
ha oscurato anche i raggi del sole.

Nell'aria pura, viveva il respiro
del nostro eterno amor
levigato dai limpidi ruscelli e dai fiumi.
E camminavo con te
sulla terra sana
che, germogliava tra fiori
la guarigione per ogni tipo di crisi
fra un uomo e una donna
fra un uomo e una donna.

Ma oramai non c'è più scampo,
la "Pubblica Ottusità"
ci seppellirà

In un alito di peste
dei poveri e dei ricchi
che sporcan le città.

E l'aria che stai respirando
è piena di quei mostri che
ha inventato l'uomo

E l'aria che stai respirando
è piena di quei mostri che
ha inventato l'uomo

Il mare sta morendo
e un po’ del nostro amore sta
marcendo insieme a lui.

Il mare sta morendo
e un po’ del nostro amore sta
marcendo insieme a lui.
 
Fonte: QUI
     
Autori: A. Celentano, S. Barbagallo
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Era un giorno gelido d'inverno quella notte
che circondò di buio quel famoso pomeriggio.
Il freddo penetrava fino dentro le calzette,
mentre perdevo la mia vista dentro a un piccolo ingranaggio.

Dai vetri l'ombra di in 78 giri bussa alla mia porta
dicendo d'essere l'ultimo gigante ormai in estinzione
e zoppicando col passo da vecchio rotolò nella mia stanza
e si sdraiò su un giradischi spento.

Se vuoi sapere la tua storia accendi e fammi girare,
mi disse il vecchio 78 con aria sufficiente,
e scoprirai che in fondo alle mie valli c'è tutta la tua forza.
Io sono quello che tu sei sempre stato dal giorno che sei nato
e col mio orologio matto io posso anche fermare il tempo,
se calerai, sopra di me, quel diamante.

"Rock around the clock"

E una musica esplosiva mi scoppiò dentro nel cuore
mentre tutti gli ingranaggi eran fermi ad ascoltare
questa musica esplosiva che portava un'aria nuova.

Ma ad un tratto gli orologi poi ripresero ad andare
e cominciò a camminare anche quello che prima non andava.
Dalla finestra uno strano chiarore illuminò la stanza
e nel guardare la neve che scendeva io mi ricordai
che proprio quel giorno
era il giorno del mio compleanno.

E una musica esplosiva mi scoppiò dentro nel cuore
mentre tutti gli ingranaggi eran fermi ad ascoltare
questa musica esplosiva che portava un'aria nuova.

Io sono quello che tu sei sempre stato dal giorno che sei nato
e poi mi disse: puoi toglier la puntina ora il tempo si è fermato.

"Rock around the clock"

E una musica esplosiva mi scoppiò dentro nel cuore
mentre tutti gli ingranaggi eran fermi ad ascoltare
questa musica esplosiva...
 
Fonte: QUI

 
Lato B: 2
DOLCE ROMPI

 
      B: 2
C'E' QUALCOSA CHE NON VA

 
     

Autori: G. Bigazzi, G. Albini, O. Prudente
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Starmene tranquillo solo in casa mia
senza quello spillo del tuo sguardo che mi spia
cosa c'è di meglio del disordine
cosa c'è di meglio che mangiare quel che c'è
e abbondar con l'aglio anche se non vuoi
cara dolce rompi tanto non ci sei.

Cosa c'è di meglio di un caffè
anche se lo zucchero non c'è
anche senza te, anche senza te.
e se il prezzo della libertà
e di stare soli ci si sta
soli anche se penso ancora a te.

Ho telefonato a un amico o due
ma eran sorvegliati e li ho sentiti sulle sue
giorni di sbadigli notti di TV
forse stavo meglio proprio quando c'eri tu
tanto tu sei quella che non sbaglia mai
cara dolce rompi torna appena puoi.

Cosa c'è di meglio di un caffè
di una notte sveglio accanto a te
solo accanto a te solo accanto a te
me lo avevi detto e lo scordai
tu sei quella che non sbaglia mai
che non sbaglia mai, che non sbaglia mai
che non sbaglia mai, che non sbaglia mai
Fonte: QUI
     
Autori: A. Celentano
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Qualcuno dice
che quando fai l’amore
tu sei uno schianto
e che nessuno più di te
conosce bene i trucchi
del piacere
ma qualcosa in te non va

Quando mi tocchi così
mi sciolgo per te
che come un serpente
ti attorcigli a me
travolto dalla tua, passione folle
che riesce a rapirmi ma…
ma non del tutto…
ma non del tutto…
ma non del tutto…

C'è qualcosa che non va
c'è qualcosa che non va

E questo è un guaio perché
mi accorgo che
mentre comprendo quel qualcosa cos'è
il cuore mi dice che
già son cotto di te

Anche se è chiaro ormai
quel che tu non sai
che tu non sai…
che tu non sai…

C'è qualcosa che non va
c'è qualcosa che non va

C'è qualcosa che non va
c’è qualcosa che non va

C'è una gran fretta in te
di sapere
come son fatto e di conoscere tutto di me
senza il desiderio di…
scoprirlo un po' per volta
un po' per volta…
un po' per volta…

Non sai conoscere più (più)
quel che si deve e si può (può) amare (amare)

Se ogni cosa che vuoi (vuoi)

La puoi avere quando vuoi (vuoi) e presto (e presto)

Un po' per volta…
un po' per volta…
un po' per volta…

Non sai conoscere più (più)
quel che si deve e si può (può) amare (amare)
 
Fonte: QUI
 
Lato A: 3
E' ANCORA SABATO

 
      Lato B: 3
MI ATTRAI

 
     

Autori: G. Calabrese, G. Pirazzoli, R. Jackson
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
S'è fatto tardi, ma siamo rimasti qua, fermi sul "Cosa si fa?"
ed in attesa d'ispirazione ... è ancora sabato.

C'è qualche sintomo di nervosismo da voglia, di promiscuità,
di paranoia, da tentazioni ... è ancora sabato.

Ma se guardando in su e stiracchiandomi non so trovare un'idea.
Dovremo pure inventarci qualcosa ... è ancora sabato.

E per la necessita di sopravvivere
discussioni a parte una strada c'è.
Prova a tirarti sù, prova ad uscire un po',
prova qualcosa in più, prova a non dir di no.
La notte t'ispirerà, ah ah ah,
poi domani è festa e sarà quel che sarà.

Stiamo spendendoci gli ultimi spiccioli di una serata così
non avvilirti coi non fa niente ... è ancora sabato.
Prova a tirarti su, prova ad uscire un po',
prova qualcosa in più, prova a non dir di no.
Tiriamo mattina, dai, ah ah ah,
poi domani è festa e sarà,
poi domani è festa e sarà quel che sarà.

Poi domani è festa e sarà,
poi domani è festa e sarà quel che sarà.
 
Fonte: QUI
     
Autori: G. Bigazzi, G. Albini
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Non so cos’hai
però mi attrai.
Io non, non dovrei
ma tu, tu mi attrai.

Una notte con te dal tramonto al caffè
ecco cosa vorrei e tu invece mi dai
solo un gioco di sguardi
che va avanti da un po'
e non sai cosa perdi
se mi dici di no.

Per tenermi lontano da te
ci vorrebbe una meglio di te
ma sul tetto della fantasia
sei la gatta più bella che c'è.

Coro: Mi a..., mi a..., mi a...

Mi attrai a te, tu mi attrai, o yeah!

Parlato: Tu mi attrai… come mai?

Coro: Mi attrai, o yeah!

Da uno a dieci io non ti darei più di sei
ma qualcosa in te è più forte di me.
L'andatura andalusa rende bene l’idea
di una donna a sorpresa che si spoglia e si crea.

Per tenermi lontano da te
ci vorrebbe una meglio di te
ma sul tetto della fantasia
sei la gatta più dolce che c'è.

Coro: Mi a..., mi a..., mi a...

Mi attrai a te, mi tu mi attrai, o yeah!

Per tenermi lontano da te
ci vorrebbe una meglio di te
ma sul tetto della fantasia
sei la gatta più dolce che c'è.

Coro: Mi a..., mi a..., mi a...

Mi attrai a te, mi attrai, o yeah!
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 4
FRESCO

 
      B: 4
LA LUCE DEL SOLE

 
     

Autori: G. Santercole, M. Del Prete
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Ma che bello stare qui
fare niente tutto il dì
e guardar le gambe di quella lì
con il sole caldo ma
dotto l'ombrellone che ti tiene fresco
"fresco"

Ehi dimmi chi sei, cosa farai questa sera
"sera"
con un bacio quella lì
io la stiro lunedì
ma che bomba
"bomba"

Gli conviene a lei stare un po' con me
sono un tipo che non si trova più

Io non so più cosa fare
e da che parte girare
circondato da bellissime star
mi ci vuole il self control
se no ti faccio una strage
vado al fresco
"fresco"

È una bomba quella lì
la disinnesco lunedì
amo il rischio
"rischio"

Ho capito che ci sta
io la spoglio senza che
se ne accorga
"urca! porca!"

Io lo so perché piaccio tanto a lei
sono un tipo che non sorride mai

E lei che ci sta
mi guarda di già
tra un'ora lo so, è mia

Se dici di no
mi butto nel Po
che rogna che ho
son bello

Ma che bello stare qui
fare niente tutto il dì
io e te spaparanzati così
con il sole caldo ma
sotto l'ombrellone che ti tiene fresco
"fresco"

Ehi dimmi chi sei, cosa farai questa sera
"sera"
ho capito che tra noi c'è del tenero di già
so già rimba
"rimba"

Converrebbe a lei stare un po' con me
sono un tipo che non si trova più

E lei che ci sta
mi guarda di già
tra un'ora lo so, è mia

Se dico di no
si butta nel Po
che rogna che ho
son bello

E lei che ci sta
mi guarda di già
tra un'ora lo so, è mia

Se dico di no
si butta nel Po
che rogna che ho
son bello
 
Fonte: QUI
     
Autori: A. Celentano, G. Pirazzoli
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Coro:
Coro:
Tu che illumini le stelle
e che ogni cosa puoi
e fai splendere nel cielo
il sole per noi
tu che piangi per chi ha fame
e per chi ti ucciderà
ma perché ci hai dato tutta questa libertà
eppure ogni cosa sapevi tu
dei nostri bei cuori
che venduto t'avrebbero quaggiù
per un pugno di denari
tu che mostri all'aurora
questo luogo dove sta
per poter scrutar la terra dalle sue estremità
perché non alzi la tua voce
sulla nostra libertà
che in un baratro profondo
noi portandoci sta
il tuo silenzio ci fa smarrir nel gelo della notte
e anche per questo tu piangi già: come puoi amarci ancora?
ma tu
continui, continui
ad amare chi ti ucciderà
tu che sei il padre del tuono
del sole e della pioggia

Tu sei proprio stravagante
forse accorto non ti sei
ma è da un po' che io ti studio
dentro i sogni miei
il tuo è solo un bel discorso
che inizio quel giorno che fu
quando la luce del tuo volto
arrivo fin quaggiù

Coro:
E questo discorso finirà
quando l'uomo distrutto avrà
l'amore del tuo immenso splendor
che irradiava questa umanità
ma tu
continui, continui
ad amare chi ti ucciderà
tu che sei il padre del tuono
del sole e della pioggia
 
Fonte: QUI

 
ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Mer Gen 16, 2019 11:59 am, modificato 2 volte
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 4394
Punti : 4394
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 76
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Empty ADRIANO CELENTANO: 1987 - FRESCO/DOLCE ROMPI (45 Giri)

Messaggio  mauro piffero il Mer Gen 16, 2019 11:41 am

1. TITOLO:
 
1987 - FRESCO/DOLCE ROMPI
 
# Etichetta: CLAN # Catalogo: YD 733 # Data pubblicazione: 1987 # Matrici: 16 YD 733-1N/16 YD 733-1N-2N # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Pubblicato solo in versione servizio "YUKE BOX" con coperina generica / Distribuito da CGD Messaggerie Musicali - Milano
 
 
2. COVER:
 
   
 
 
Servizio "JUKE BOX"
 

 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
FRESCO

 
      Lato B:
DOLCE ROMPI

 
     

 
Testo:
     
 
Testo:
 
ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Videos10
 
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 4394
Punti : 4394
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 76
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Empty ADRIANO CELENTANO: 1991 - IL RE DEGLI IGNORANTI (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Mer Gen 16, 2019 3:09 pm

1. TITOLO:
 
1991 - IL RE DEGLI IGNORANTI
 
# Etichetta: CLAN # Catalogo: 9031 74439- # Data pubblicazione: 1991 # Matrici: 9031 74439-1 L/9031 74439-2 L # Genere: Electronic, Rock # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Distribuito da RTI Music Srl  
 
 
2. RECENSIONE:
 
Il re degli ignoranti è un album di Adriano Celentano, pubblicato nel 1991 in cui i brani La più migliore e Fuoco sono stati scritti insieme al batterista Mauro Spina. Il disco viene pubblicato dopo una lunga assenza dalle scene del cantante-showman: dopo la lunga e massacrante esperienza con "Fantastico" si devono aspettare praticamente quattro anni prima di un suo nuovo lavoro discografico. L'album rappresenta una svolta per Celentano il quale, pur mantenendosi fedele alle tematiche a lui più care (ecologia e speculazione edilizia su tutte), si avvale di un nuovo team di arrangiatori che portano il prodotto verso sonorità più attuali: Davide Romani ed Enrico La Falce, con Luca Cersosimo (già nell'equipe artistica di Jovanotti) e lo stesso Celentano. Il disco funziona più che discretamente raggiungendo anche le zone alte della classifica, trainato anche da una partecipazione dell'Autore ad una puntata speciale del programma "Notte Rock" durante la quale esegue alcuni brani dall'album, nelle pause della lunga intervista-chiacchierata insieme al giornalista Enzo Biagi.

In riferimento al titolo stesso di questo disco sarà proprio lo stesso "Molleggiato" ad autoproclamarsi, con sincera fierezza, "Re degli ignoranti".
 
Fonte: QUI
 
 
3 COVER:
 
   
 
   
 
   
 
 
Versione Compact disc
 

 

 
 
Versione Musicassetta
 

 

Immagine di repertorio

 
 
4. TRACK LIST:
 
Lato A Lato B

  • A1 IL RE DEGLI IGNORANTI
  • A2 LETTO DI FOGLIE
  • A3 L'UOMO DI BAGDAD IL COW-BOY E LO ZAR
  • A4 PRELUDIO IMPERIALE
  • A5 LA PIU' MIGLIORE


  • B1 LA TERZA GUERRA MONDIALE
  • B2 PRELUDIO VENTO DEL PASSATO
  • B3 FUOCO
  • B4 BUONO COME IL PANE
  • B5 CAMMINO

 
 
Lato A: 1
IL RE DEGLI IGNORANTI

 
      Lato B: 1
LA TERZA GUERRA MONDIALE

 
     

Autori: Adriano Celentano
Cori: D. Besquet, R. Jackson

 
Testo:
Tu non studi più!
facendo cosa tu stai?!
Perché ti agiti così?
Se non sai cosa vuoi tu...
parlato:
"Professore!"

Che cos'è una finta questa lotta che fate
o forse, o forse come si dice, è solo un fuoco di Puglia
tanto per alleggerirvi un po' da quella noia che vi sta
squagliando, sì?

parlato:
"Senti, ve, non ci rompere i coglioni!"
"Cazzo vuole questo!"

Ma si lo so: una lotta è sempre un bello passatempo
se non altro ci dà l'illusione di sentirci in qualche modo
costruttivi anziché fantasticare le solite cazzate... no?

parlato:
"Va' a fanculo!"

Comunque anche se la vostra, non è stata che una finta
sappiate che del buono c'era in quella finta,
ma tutto il resto era finto, sì,
perché nessuno aveva cogliuto
il vero senso della lotta
ma io che sono il re degli ignoranti...; sì io,
io conosco questo senso e non l'ho dimenticato

mentre invece voi
a furia di studiar
solo con la mente
avete tutti smarrito la via del cuor
restando lì
a scavar nel vuoto
mentre i vostri padri
con la scure in mano
distruggevano
la saggezza dei vostri nonni.

Non è soltanto di spazio che avete bisogno
ma del respiro delle pietre con le quali si è interrotto
un dialogo antico oppure di udire il brontolio di un tuono lontano
o il rumore di un torrente che fa rotolare i sassi
ecco di cosa avete bisogno: dell'arte... dell'arte di tutto ciò
che era bello, prima che i vostri padri la distruggessero per
regalarvi una Ferrari...

Quando noi ignoranti
eravamo di più
in quel tempo ricordo che
tutto era più bello
e le vecchie strade libere
dalla schiavitù delle automobili
quando l'acqua del mar
era limpida e blu
ed era bello passeggiar dentro quella città
che dovete voi
ricostruire prima che:

parlato:
"Gli studenti devono avere la capacità
di concretizzare le loro proteste,
di realizzare modi e sedi d'incontro
delle loro rappresentanze
con le istituzioni che
a loro volta sapranno
meglio ascoltare e comprendere le
loro richieste".

prima che tardi troppo sia...
è ora che voi cominciate
a studiare anche col cuore
e coi muscoli del corpo
non soltanto con la mente...
formerete un movimento di scienziati e di artigiani

coro:
Hei!

e gli architetti

coro:
muratori e falegnami

e tutti quanti faran parte

coro:
parte dell'osteria dell'arte

e l'unica violenza di voi studenti

coro:
per mutar le leggi ingiuste

sarà solamente un bel silenzio

coro:
sarà solamente un bel silenzio
 
Fonte: QUI
     
Autori: Adriano Celentano
Cori: D. Romani

 
Testo:
Ma non ci siamo già forse visti
scusa credevo... mi sembrava...
Però hai un modo così strano
di ondeggiare quel tuo bel sedere...
dove vai... con quell'andatura...
in mezzo ai guai... così sicura?
Con quello spacco che quando s'apre
mi sento ridere tutto dentro
mentre consumo le mie idee
tra il reggicalze e le tue mutande,
dove vai... con quell'andatura...
in mezzo ai guai... così sicura?

Tu stai camminando come se nel mondo
tutto andasse bene... mentre sta scoppiando
una terza guerra che farà sparire
quei due bei seni che tu porti in giro

Perché ogni albero che buttan giù
sarà segnato con il sangue tuo
e dai tuoi turgidi capezzoli sgorgheranno le città infette
infette dalle bustarelle comunali
come quella dei promessi sposi
e allora lasciati un po' andar...
finché siamo ancora in tempo

Si così... i love you
sento nelle vene
scorrere come un fiume
la tua primavera

che mi trasporta dove splende l'arte del rinascimento
mentre vedo avanzar sulle acque del lago di Lecco
un uomo con una vanga
che comincia a scavare
e a seppellire
tutti quanti i mangioni
dell'anonima edilizia...
che in nome del profitto
hanno maciullato l'Italia
e raso al suolo Milano
e quel ramo di Lecco
riducendolo come un colabrodo
da Palermo a Como
e li vedo sprofondar...
sprofondar giù nel buio
e l'uomo sai chi è?
Un certo Alexander
che Manzoni fu
quando si respirava

e la sua vendetta...
nasce dai tuoi baci
dal tuo candore...
da questa tua sana sensualità
che riscalda il sangue
e rinnova
ciò che sta morendo
 
Fonte: QUI

 
Lato B: 2
LETTO DI FOGLIE

 
      B: 2
PRELUDIO VENTO DEL PASSATO

 
     

Autori: D. Besquet, R. Jackson

 
Testo:
Non potrò scordar
quel desiderio che
c'era in te
quando con me
dentro in quel bosco
ti rotolavi giù
e sotto la gonna
già eri nuda... tu...
Dolcemente poi
scivolavi giù
su di me
e mentre io mi perdevo
su quel letto di foglie con te
ti aprivi come un fior
donandomi di te
la vita
che c'era in ogni tuo respir
dai segreti tuoi
nasceva
il sapor... dell'acqua, fresca e limpida

Vivi poi di lui
il rumore dei
passi suoi
mentre ti nascondevi
tra il mio corpo e le foglie dei fior
che ci vestivano d'amor
ti aggrappavi a me
tremavi
ma la fiamma che ardeva in te
forte era di più
e amavi
che io
sfregassi
il mio viso
sul ventre tuo
Fonte: QUI
     
Autori: D. Romani

 
Testo:
Strumentale
 
Lato A: 3
L'UOMO DI BAGDAD IL COW-BOY E LO ZAR

 
      Lato B: 3
FUOCO

 
     

Autori: Thompson, A. Celentano, L. Beretta
Coro: L. Beretta
 
Testo:
Strano questo sogno
Ero in una città
Dal palazzo di vetro esce un cow-boy
Dal fiume Volga arriva lo zar
L'uomo di Bagdad prese in pugno tutta la città
Facendo finta di niente, prese la città

Là sulla piazza sono in tre
Ognuno vuole diventare il Re
Quei tre hanno l'odio nel cuor che mai succederà

E' un'ora di paura
E la gente lo sa
C'è chi piange con me poiché il domani tuo lo decidono
Solo quei tre.

Fredde facce di cera
Che non parlano più
In quel triangolo c'è la nostra vita che...
Oscilla appesa, appesa al cuore dei tre.

L'uomo di Bagdad punta il cannone dritto sul cow-boy
E c'è una lunga lama che brilla in mano dello zar...
E la pistola del cow-boy
Ha completato quella scena a tre... chissà...
Chissà se domani per noi il sole splenderà...

E' un'ora di punta
Ma la gente non sa:
Se è meglio avere paura delle armi chimiche
O di chiuder l'auto nel box

Forse è meglio crepare
Che a piedi restar
Chi piangeva con me ora pregando sta'
Che si avvicini l'ora di sparar

L'uomo di Bagdad non ha più nessuna via d'uscita ormai
Le bombe di tutto il mondo sono su di lui
Non ha più niente da mangiar
E liberare deve la città
Se vuole che il popolo suo si salvi insieme a lui.

Strano questo sogno
Sembra un incubo ma
Ma ho paura che risvegliandomi
Poi mi spaventi ancora di più.

Di gioia piange la gente
Libera è la città
Le armi chimiche sono distrutte ormai
E i pozzo neri tornano a fiorir.

Tutto il modo felice e contento ora può tornar
A risucchiare il petrolio dell'arabica città
Da cui ritorna sgorgar
L'inquinamento per l'umanità si sa
Così più nessuno di noi a piedi resterà
Perché ognuno con la sua auto al cimitero andrà
E sarà questa la vera "Terza guerra mondiale".
 
Fonte: QUI
     
Autori: D. Romani, M. Spina
Cori: Angela Parisi, Bessy Bori, Viviana Corrieri
 
Testo:
Siamo sempre lì, intorno a lei
a farci riscaldar dai suoi guai
e dai suoi "consigli per gli acquisti" di illusioni
che ci rendono belli fuori
e ci fan marcire dentro,
mentre l'ignoranza arriva in casa vestita in frack,
e tu sei sempre lì

sempre
sempre di fronte a lei
e non ti accorgi che
non parliamo più

e speri che prima o poi ti dia
il consiglio giusto per farmi innamorar di te
davanti a noi non brucia più
quel fuoco antico che ci unì...
ti stendevi nuda e nel dolce crepitio della fiamma
che ardeva in quel camino
se confondevano i tuoi sussurri mentre io
bruciavo con te.

Fuoco
da quando ti sei spento
l'amore di tutto il mondo
si è spento insieme a te
e ora al tuo posto
troneggia una sputabugie
dove trionfa l'ignoranza colta
di questa gioventù

coro:
Fuoco da quando ti sei spento
l'amore c'era in noi
si è spento insieme a te.
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 4
PRELUDIO IMPERIALE

 
      B: 4
BUONO COME IL PANE

 
     

Autori: Adriano Celentano

 
Testo:
Strumentale
     
Autori: A. Celentano, L. Cersosimo

 
Testo:
Mi picchio la fronte, sembra quasi impossibile
prima d'ora mai mi era successo di svegliarmi davvero
avevo quasi tre anni quando a mordere cominciai
il magnifico frutto della conoscenza
E ricordo che come un sasso - piombai
nel sonno profondo della mia - ipocrisia

E mi ero costruito una bella immagine di ragazzo per bene
di ragazzo che non si arrabbia mai, buono come il pane.

e se qualche volta succedeva bastava solo che io mi pentissi
pensavo con questo di potere sfuggire alla rabbia che c'era in me
che c'era in me
che c'era in me
qualunque cosa facessi di male
colpiva solo la periferia del mio equilibrio
ma nel centro
rimanevo buono
E così continuando a sfuggire la mia rabbia senza mai analizzarla fino in fondo
potevo arrabbiarmi quante volte volevo sì, perché ogni volta dicevo
mi sono arrabbiato ma l'ho fatto per il suo bene..

L'ho ucciso ma per il suo bene... sì oggi sono stato cattivo ma non lo sarò
mai più... e ogni volta proiettavo il mio ideale di "buono" nel futuro
per poter essere malvagio nel presente

E con quest'idea rattoppavo il buco di una bontà
che affogava dentro la mia ipocrisia
perché io non volevo accettare l'altra metà della mia natura
di uomo violento avido di sesso e possessivo.

Ma ora che sono nel centro della mia rabbia
la isolo dal mio corpo e ora sono io che domino lei

che domino lei...
e la posso strumentalizzare
a beneficio
di quella parte buona della mia natura
di ragazzo per bene
buono come il pane...

Quel bel vestito che c'hai
non può nascondere la merda che hai dentro...
di fuori sembri croccante
come il pane fresco mentre dentro di te
c'è il vomito del tuo "io" putrido e puzzolente
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 5
LA PIU' MIGLIORE

 
      B: 5
CAMMINO

 
     

Autori: M. Spina

 
Testo:
Son qui senza te
e penso che se non ci sei
è perché proprio non ci sei
mentre la mia mente
se ne va per i fatti suoi...
eppure
il prete
quel giorno
quando c'ebbe uniti

disse che
noi due eravamo un solo io
e invece tu
ti sei messa a ragionar
senza la mia testa
e non ti accorgevi che
nel mio cuor
tu cancellavi un po'
di te
che sei
di te
che sei una parte di me
chissà perché
mi vuoi sempre dimostrar
che tu sei
più migliore anche di me...
e anche se lo fossi?!...
cosa ci guadagni tu
nel saper,
che se c'è uno stupido non sei tu
ma io?!...
L'unica cosa
è che dopo lo so anch'io...
 
Fonte: QUI
     
Autori: Adriano Celentano
Cori: Giacomo Celentano, Paola Cippi, Rosalinda Celentano, Rosita Celentano
 
Testo:
Cammino
se cammino sento che...
vado avanti
e allora... la notte non si ferma e passa
mentre il giorno mi viene incontro...
cammino... io cammino
tutti devono camminare
l'importante è camminare
non importa se si è lenti o veloci
basta camminare...
se cammini... vai avanti
Camminare non vuol dire soltanto muovere le gambe
e fare dei passi...
se la tua mente pensa... e pensa...
nel modo giusto...
allora vuol dire che tu cammini... e in te tutto si muove
e quindi c'è la vita in te
in te
in te

Mi ricordo che un giorno... in mezzo a noi
venne un tipo...
che ogni cosa pensava giusto
e la fonte della vita era in lui
disse una frase... mi rimase impressa:
"Alzati ...e cammina!...
 
Fonte: QUI
 
ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Videos10
 
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 4394
Punti : 4394
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 76
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 5 Empty Re: ADRIANO CELENTANO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 5 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5

Torna in alto


Italia Canora :: MUSICA LEGGERA :: 
CANTANTI/GRUPPI ANNI' 50
 :: ADRIANO CELENTANO

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum