Ci "aiuti" a crescere?
Ti ringrazio in anticipo per il tuo



Ultimi argomenti

________________________________________

DIVENTA COLLABORATORE!

Italia Canora è in continua crescita e sempre alla ricerca di collaboratori che desiderano partecipare a questo grandioso progetto.

Aiuta Italia Canora a cercare materiale come cover, videoclip testi e quant'altro occorre per inserire le discografie dei nostri grandi artisti italiani!

Se sei appassionato di musica potresti dedicarti ad inserire il tuo artista preferito con delle semplici linee guida.

Lasciami un messaggio (in chat oppure in alto su Messages), ti contatterò quanto prima!

________________________________________






________________________________________



Caricamento video...
AFFILIAZIONI - SITI - BLOG
e FORUM

LaFavolaBlu


Progetto Musico Sognante Italiano
La fiaba del mare della Musica Italiana
ed Internazionale


____________________________


Nonsolosuoni




Un sogno
fatto di musica!


______________________


_____________________




_____________________



Estatica è l'enciclopedia di musica italiana, internazionale e cultura.

Discografie, recensioni, interviste, monografie, live report, video, ebooks


_____________________




________________________



________________________



________________________

Chi è online?
In totale ci sono 22 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 22 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 422 il Gio Giu 14, 2018 9:48 pm





__________________________________

Ti piace il nostro Portale??
Allora votaci cliccando su questo bottone ... Grazie!!

migliori siti


www.italiacanora.net


Grazie a voi abbiamo vinto questi AWARD
nella classifica di NET-PARADE


Uno dei più belli
In classificasito internet
In classifica
Sito d'argento
DISCLAIMER
Tutte le copertine, testi e video presenti su questo forum sono solo per uso informativo e di intrattenimento.
Puoi scaricare e stampare la copertina se possiedi l'originale e hai bisogno di rimpiazzarla.
Tutto cio' che puo' essere considerato legale, dipende dalle leggi sul copyright del tuo paese di residenza. Non è nostra intenzione infrangere Copyright per cui, se ciò dovesse accadere, prego gli interessati a scrivere agl'amministratori i quali provvederanno alla rimozione immediata o a citare la fonte, se richiesto.
Lo Staff di ItaliaCanora.net non è responsabile dell'utilizzo e di eventuali danni a cose o persone causati dal materiale presente in questo forum, inoltre si tiene a precisare che tutto ciò che è presente in questo forum vi è stato messo in assoluta buona fede e senza alcuno scopo di lucro.
Traduttore - Translater
METEO ITALIA OGGI

Partner

creare un forum



Motori ricerca

Segnala il tuo sito nella directory

http://www.wikio.it

Cerrrca.com la ricerca con tre rrr


LICENZA
Licenza Creative Commons

Quest'opera è distribuita con Licenza
Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.

DUMBO (1941)

Andare in basso

DUMBO (1941)

Messaggio  Rebecca il Sab Ott 02, 2010 10:39 pm

   
 
 
* DOPPIAGGIO ITALIANO: C.D.C.
* SONORIZZAZIONE: FONO ROMA
* VERSIONE ITALIANA: ROBERTO DE LEONARDIS
* DIREZIONE DEL DOPPIAGGIO: MARIO ALMIRANTE
* TESTI ITALIANI DELLE CANZONI: ROBERTO DE LEONARDIS (PERTITAS)
* CANZONI INTERPRETATE DA Quartetto Cetra, Miriam Ferretti
 
 
1. RECENSIONE
 
Nel 1941, alla vigilia dell'attacco giapponese a Pearl Harbor, e appena dopo la chiusura dello sciopero allo studio Disney (vedi "La vita di Walt Disney" ), un piccolo elefante in grado di volare, diede alla Factory disneyana una boccata di ossigeno.
Dopo gli esigui incassi di "Pinocchio" e "Fantasia", finalmente un lungometraggio animato dal successo fulmineo.
Dumbo fu realizzato in buona parte durante lo sciopero dagli artisti che non vi avevano aderito e, per la prima volta, in buona parte senza Walt.
La parte creativa dell'opera fu lasciata agli sceneggiatori, agli animatori e all'intero staff, mentre Disney si occupava della presentazione e distribuzione.

Walt effettuò in quel periodo alcuni viaggi diplomatici in Sud America e il ritorno agli Studi era dominato dallo sciopero.
Il suo staff ebbe quindi poche occasioni di comunicazione con lui, ma questo non impedì al lavoro di progredire.
L'assenza di Walt si sente nel film per la mancanza di scene tecnicamente avanzate ("Biancaneve", "Pinocchio" e "Fantasia" avevano segnato tre passi avanti nella tecnica) e per la ripetizione, a detta dei critici, di cose già fatte. Dumbo si muove forse con la stessa goffaggine di Pinocchio, il topolino che lo accudisce sembra una riedizione del Grillo Parlante, gli elefanti rosa riprendono l'astrattismo di "Fantasia" e cose di questo genere. Fin qui le critiche ufficiali.

Il pubblico, di contro, si divertì un mondo alla sequenza degli elefanti rosa che Dumbo vede dopo aver bevuto champagne, e si commosse fino alle lacrime nel vedere Dumbo e sua madre, divisi dalle sbarre di ferro, che si toccano con le loro proboscidi.
Anche grazie ad un investimento relativamente ridotto, "Dumbo" fu un grande successo.
Anche se in qualche modo va considerato un film di secondo piano, di fatto convive a pieno titolo nel Pantheon dell'animazione accanto a "Biancaneve e i Sette Nani", non fosse altro che per le emozioni che sa regalare.
 
 
2. LA STORIA
 
All'interno di un circo vivono molti animali diversi, ma l'attenzione viene puntata su un'elefantessa che aspetta l'arrivo della cicogna. Non è un modo di dire; è proprio la cicogna che si occupa di consegnare alle aspiranti madri un fagottino con la figliolanza.
Dumbo e JumboQuando un intero stormo di questi uccelli sorvola il circo, la Signora Jumbo, l'elefantessa, scruta il cielo ansiosa e felice. Purtroppo invano.
Poco dopo, però, una cicogna ritardataria giunge da lei e lascia il suo dono: Dumbo!
Tutte le altre elefantesse le si avvicinano e si congratulano con lei, finché il piccolo non rivela due orecchie spropositatamente grandi. I commenti dei pachidermi divengono subito acidi e cattivi. Il piccolo è un "fenomeno", con quelle "sventole", quelle orecchie che "solo una madre può amare"! Infatti è così: sua madre le ama!
Purtroppo, l'amore che lei porta verso il figlio la spinge a ribellarsi con forza alle sue umiliazioni quando, prima di uno spettacolo, un gruppo di ragazzi birbanti si prende gioco di lui. L'elefantessa è furiosa e scaraventa lontano gli uomini che cercano di fermarla.
Finisce in isolamento, in un carrozzone recante la scritta: "elefante pazzo"!
Il buon topo TimoteoDumbo è solo, adesso. Il solo essere che lo amava gli è stato portato via.
 
 
Le elefantesse con le quali vive lo escludono totalmente per la sua diversità e per il comportamento di sua madre. Solo il topolino Timoteo è dalla sua parte.
Nonostante gli elefanti temano i topi (le tronfie elefantesse non esitano ad arrampicarsi sui pali, alla sua comparsa), lui riesce a guadagnarsi la fiducia di Dumbo e comincia ad aiutarlo. Ma le umiliazioni non sono finite.
Un complicatissimo numero acrobatico degli elefanti viene compromesso dal piccolo a causa delle sue orecchie e così, per punizione, Dumbo viene trasformato in un clown!!
Per risollevare il morale del piccolo, ci vuole qualcosa di veramente potente, e cosa c'è di più forte dell'amore di una madre?
Timoteo lo sa e accompagna Dumbo a quel carrozzone isolato in cui c'è la Signora Jumbo in catene. Catene troppo corte, per giunta, e lei non arriva alla finestrella che le consentirebbe di vedere suo figlio.
In una struggente sequenza la proboscide della Signora Jumbo sfiora quella di Dumbo, accarezza il volto del piccolo, solleva l'elefantino da terra e lo culla sulle note di "Bimbo Mio" scritta da Ned Washington e Frank Churchill.