Ci "aiuti" a crescere?
Ti ringrazio in anticipo per il tuo



gruppo Italia Canora

________________________________________

DIVENTA COLLABORATORE!

Italia Canora è in continua crescita e sempre alla ricerca di collaboratori che desiderano partecipare a questo grandioso progetto.

Aiuta Italia Canora a cercare materiale come cover, videoclip testi e quant'altro occorre per inserire le discografie dei nostri grandi artisti italiani!

Se sei appassionato di musica potresti dedicarti ad inserire il tuo artista preferito con delle semplici linee guida.

Lasciami un messaggio (in chat oppure in alto su Messages), ti contatterò quanto prima!

________________________________________






________________________________________



Caricamento video...
AFFILIAZIONI - SITI - BLOG
e FORUM

LaFavolaBlu


Progetto Musico Sognante Italiano
La fiaba del mare della Musica Italiana
ed Internazionale


____________________________


Nonsolosuoni




Un sogno
fatto di musica!

______________________

_____________________



___________________



Estatica è l'enciclopedia di musica italiana, internazionale e cultura.

Discografie, recensioni, interviste, monografie, live report, video, ebooks

_____________________

< ho la sclerosi multipla >


Condividiamo tutto sulla malattia

____________________________



________________________


________________________


________________________


________________________

Chi è online?
In totale ci sono 177 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 177 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 1890 il Dom Nov 03, 2019 11:13 pm





__________________________________

Ti piace il nostro Portale??
Allora votaci cliccando su questo bottone ... Grazie!!

migliori siti


www.italiacanora.net


Grazie a voi abbiamo vinto questi AWARD
nella classifica di NET-PARADE


Uno dei più belli
In classifica
sito internet
In classifica
Sito d'argento
DISCLAIMER
Tutte le copertine, testi e video presenti su questo forum sono solo per uso informativo e di intrattenimento.
Puoi scaricare e stampare la copertina se possiedi l'originale e hai bisogno di rimpiazzarla.
Tutto cio' che puo' essere considerato legale, dipende dalle leggi sul copyright del tuo paese di residenza. Non è nostra intenzione infrangere Copyright per cui, se ciò dovesse accadere, prego gli interessati a scrivere agl'amministratori i quali provvederanno alla rimozione immediata o a citare la fonte, se richiesto.
Lo Staff di ItaliaCanora.net non è responsabile dell'utilizzo e di eventuali danni a cose o persone causati dal materiale presente in questo forum, inoltre si tiene a precisare che tutto ciò che è presente in questo forum vi è stato messo in assoluta buona fede e senza alcuno scopo di lucro.
Traduttore - Translater
Partner



Motori ricerca


LICENZA
Licenza Creative Commons

Quest'opera è distribuita con Licenza
Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.

BARBAPAPA' - 1970 (Trama, Personaggi, Sigla TV)

Andare in basso

BARBAPAPA' - 1970 (Trama, Personaggi, Sigla TV) Empty BARBAPAPA' - 1970 (Trama, Personaggi, Sigla TV)

Messaggio  settenote il Mar Nov 03, 2020 10:58 am

barbap10.jpg


1. TITOLO:
 
BARBAPAPA'

TITOLO ITALIANO: "Barbapapà " ("La famiglia Barbapapà")
TITOLO ORIGINALE: "Barbapapa "
PRODUZIONE : KSS / Topcraft, 1974
TRASMESSO IN ITALIA : RaiUno, dal 13 gennaio 1976; RaiDue, dal febbraio 1978; Nickelodeon (repliche restaurate e ridoppiate, dal 24 dicembre 2006) ; Rai Gulp, dal luglio 2009; Nick Jr., dal 31 luglio 2009
NUMERO EPISODI : 150
DURATA EPISODIO: 5 minuti
SIGLA: "Ma chi sono i Barbapapà?" (di Roberto Vecchioni), cantata dalle Mele Verdi con Claudio Lippi e Orietta Berti.


2. RECENSIONE:

Barbapapà (Barbapapa) è una serie di libri per bambini creata da Annette Tison e Talus Taylor, e pubblicata in Francia dal 1970.
Barbapapà è il nome del protagonista della serie e, per estensione, di tutta la sua famiglia, degli esseri a forma di pera di diversi colori che hanno la capacità di mutare forma a piacimento.
I libri, che ammontano a circa una quarantina, sono stati pubblicati in Francia dalle case editrici L'École des loisirs e Éditions du Dragon d'Or, e sono stati esportati in tutto il mondo tradotti in oltre trenta lingue.
La serie è stata adattata anche in diverse storie a fumetti, film e tre serie animate, le prime due di produzione giapponese nel 1974 e 1999, e la terza francese del 2019.

Per quanto indirizzate ad un pubblico infantile, le vicende affrontano temi complessi come quelli della diversità e dell'ecologia. Barbapapà ha anche influenzato la lingua italiana introducendo un neologismo: "barbatrucco".


Storia editoriale
La serie Barbapapà nacque dalla fantasia di due autori, l'architetta e designer francese Annette Tison e il professore di matematica e biologia statunitense Talus Taylor, moglie e marito, che all'epoca risiedevano a Parigi.
Durante una passeggiata nei giardini del Lussemburgo nel maggio 1970, Taylor sentì un bambino chiedere ai suoi genitori qualcosa che suonava come "baa baa baa baa" e, non comprendendo il francese, chiese alla moglie il significato, scoprendo che si trattava di barbe à papa, il nome con cui è chiamato lo zucchero filato.
Trovando divertente il suono, più tardi in un ristorante i due si misero a schizzare sulla tovaglia un personaggio ispirato al dolce, dall'aspetto rosa e tondo, che chiamarono "Barbapapa".

libri_10.jpg
Il personaggio, a cui si affiancheranno poi la moglie e i figli, divenne il protagonista di una serie di libri per bambini e libri illustrati, pubblicati in Francia prima dalla casa editrice L'École des loisirs e in seguito da Éditions du Dragon d'Or, per un totale di circa quaranta titoli.
I libri vennero esportati in tutto il mondo e tradotti in oltre trenta lingue.
In Italia, nel 2006 la casa editrice Piemme ha ripubblicato in edizione cartonata alcune delle storie sui Barbapapà i cui diritti erano originariamente detenuti da Arnoldo Mondadori Editore.
 


Serie animate televisive
Una prima serie animata intitolata Barbapapà (バーバパパ Baabapapa?) fu interamente realizzata in Giappone nel 1974, frutto di una coproduzione tra la TV olandese Polyscope, la K&S e lo studio Topcraft.
La serie comprendeva 45 episodi da 5 minuti ciascuno e adattava i primi libri scritti da Tison e Taylor.
La serie venne continuata nel 1977 con una nuova stagione di 55 episodi da 5 minuti, che trasponeva le storie di Barbapapà già apparse in forma di fumetto ne Il mensile di Barbapapà.

L'edizione italiana fu trasmessa a partire dal 13 gennaio 1976 su Rai 2, diventando il primo anime giapponese a sbarcare nel paese.
La seconda stagione debuttò nel 1979, Claudio Lippi donò la voce a Barbapapà e a tutti i personaggi maschili della serie; ugualmente fece Orietta Berti con i personaggi femminili.
Un nuovo doppiaggio venne effettuato nel 2006 a cura di Studio P.V. e sotto la direzione di Luca Semeraro, venendo trasmesso su Nickelodeon, con repliche successive su Rai Yoyo e DeA Junior.
I cento episodi di questa serie, insieme alla successiva Barbapapà in giro per il mondo, sono stati distribuiti in quattordici DVD da Dynit nel corso del 2008-2009.

La colonna sonora originale fu composta dagli olandesi Joop Stokkermans (musica) e Harrie Geelen (testi) nel 1973 in occasione del primo lungometraggio: Le avventure di Barbapapà.
Le versioni originali erano interpretate dal cantante olandese Leen Jongewaard.
La traduzione italiana dei testi fu affidata a Roberto Vecchioni, all'epoca forse più noto come autore che come interprete.
Il cantautore interpretò la prima sigla della serie dal titolo La famiglia di Barbapapà assieme al gruppo giovanile Le Mele Verdi, fondato e diretto da Mitzi Amoroso, pubblicando l'LP 33 giri Barbapapà di grande successo che raccoglieva gli adattamenti delle canzoni dell'anime, quello fu il primo importante successo del gruppo.
Per la sigla della seconda stagione, Ecco arrivare i Barbapapà, cantano Claudio Lippi e Orietta Berti; anche in questo caso venne pubblicato un ulteriore album monografico, Barbapapà, dedicato alla serie.

Barbapapà in giro per il mondo
Una nuova serie anime, Barbapapà in giro per il mondo (バーバパパ 世界をまわる Baabapapa sekai o mawaru?), venne realizzata nel 1999 dall'editore Kōdansha e dallo studio di animazione Pierrot.
Essa comprendeva 50 episodi di cinque minuti e mostrava i viaggi della famiglia Barbapapà in diversi paesi del mondo.
L'edizione italiana andò in onda su Rai 1 nel 2002 e in seguito su Rai Yoyo assieme a quelli della prima serie.
I cinquanta episodi di questa serie, insieme a quelli della precedente Barbapapà, sono stati distribuiti in quattordici DVD da Dynit nel corso del 2008-2009.
 
 
3. AMBIENTAZIONE:

Barbapapà (Barbapapa), una sorta di grosso e amichevole blob a forma di pera di colore rosa, nasce spuntando dal sottosuolo del giardino di una casa di provincia.
L'arrivo di questo essere alto quanto la loro casa spaventa non poco gli adulti che vi risiedono.
Tutt'altra reazione hanno invece i due bambini che vi abitano, Francesco e Carlotta (François e Claudine), che diventano i primi amici di Barbapapà.
Dal canto suo il curioso essere sarà per loro uno speciale compagno di giochi: caratteristica principale di Barbapapà è infatti quella di modellare a suo piacimento il proprio corpo, assumendo la forma della cosa o dell'animale più indicato per risolvere una situazione.
La trasformazione è sempre accompagnata dalla frase che diventerà il vero e proprio tormentone della serie: "Resta di stucco, è un barbatrucco!" (nell'originale francese Hupla hup barba-truc!)

Barbapapà all'inizio è un emarginato, vittima della diffidenza della società degli adulti, che spesso lo allontanano intimoriti dal suo aspetto inedito e dalle sue dimensioni colossali, anche se nel corso del tempo, la sua versatile peculiarità che gli permette le trasformazioni più disparate, si rivelerà essere preziosa per sbrogliare problemi, salvare vite umane, riacciuffare gli animali fuggiti da uno zoo e tanto altro ancora.

Guadagnatasi la fiducia del mondo in cui vive, il secondo grave problema che gli si prospetta è quello della solitudine: egli infatti è l'unico essere della sua specie che si conosca.
Con l'aiuto di Francesco e Carlotta, Barbapapà parte per un viaggio alla ricerca di una Barbamamma.
Incastrato dentro una piccola roulotte trainata dalla bicicletta dei due amici, Barbapapà tocca i principali paesi del mondo.
La ricerca si conclude felicemente proprio nella casa dei due bambini: dallo stesso giardino da cui un giorno è misteriosamente spuntato lui, nasce infatti anche la Barbamamma (Barbamama), dalle forme più aggraziate, di colore nero alla quale Barbapapà dona subito un mazzetto di fiori rossi i quali comporranno la vezzosa coroncina che la Barbamamma porta sul capo.

Fonte: QUI
 
 
4. PERSONAGGI:

DishonestChubbyKodiakbear-small.gif

 
BARBAPAPA'
 
Come dice il nome è il papà, il capofamiglia.
Si riconosce perché non solo è il più grande di tutti fisicamente ma perché è rosa.
Curioso vero?
Sicuramente l’intento del creatore era anche quello di abbattere le barriere di genere e le tipiche associazioni (blu-maschio e rosa femmina).
 
 
 
 
barbam10.gif

 
BARBAMAMMA
 
E' la mamma, dolce e premurosa, dal sorriso tenero e confortante.
Si riconosce perché ha in testa una coroncina di fiori colorati, ma soprattutto perché è di colore nero .
 
 
 
 
 
 

Barbapapà e Barbamamma decidono dunque di crearsi una famiglia, depositando uova nello stesso terreno che ha dato loro i natali.Dall'unione dei due nascono quindi sette barbabebé, ognuno con una caratteristica ben definita:
 
barbab10.gif

 
BARBARELLA (Barbabelle)
 
E' viola.
E' la figlia vanitosa della famiglia, è la ragazzina adolescente per intenderci.
Si riconosce perché è di colore viola ed ha una collana di perle al collo (come quella di Colazione da Tiffany) e una coroncina di fiori in testa.
E’ la miss della famiglia, sempre impeccabile, ingioiellata e profumata.
 
 
 
 
 
 
barbaf10.gif

 
BARBAFORTE (Barbadur)
 
E' rosso.
È lo sportivo della famiglia: combattivo e ribelle contro i soprusi.
Dotato di mantellina e lente alla maniera di Sherlock Holmes, ha anche il pallino di essere un bravo detective, e svolge le sue indagini con il fratello Barbabravo e la cagnetta Lolita.
 
 
 
barbra10.gif

 
BARBABRAVO (Barbouille)
 
E' blu.
È lo scienziato e inventore della famiglia: a volte però le sue idee sono troppo audaci e i suoi esperimenti finiscono per causare catastrofiche conseguenze.
 
 
 
 
 

 
 
barbal11.gif

 
BARBALALLA (Barbalala)
 
E' verde.
È la musicista di casa e sa suonare praticamente ogni strumento, a volte trasformandosi lei stessa nello strumento che poi suonerà.
Ama anche la botanica e l'ecologia.
 

 
  
 
barbab11.gif

 
BARBABARBA (Barbouille)
 
E' nero e peloso.
È l'artista di casa e la sua pelliccia nera è spesso imbrattata dei colori che usa per dipingere.
 
 
 
 

 
  
barbot10.gif

 
BARBOTTINA (Barbotine)
 
E' arancione.
Stereotipo dell'intellettuale, porta gli occhiali e ama leggere.
Intelligente e ironica, si diverte a stuzzicare il fratello Barbabarba con commenti scherzosi sui suoi quadri.
 
 
 
 
barbaz10.gif

 
BARBAZOO (Barbidou)
 
E' giallo.
È un amante della natura e conosce tutti gli animali e le piante, i vari tipi di clima e i problemi che causa l'inquinamento.
È anche dottore e veterinario.
 
 
 
 
lolita10.gif

 
LOLITA
 
È la simpatica cagnolina a macchie della famiglia ed è molto legata a Barbaforte.
 
 
 
 
 
 
  
 
 
Quante volte vedendo i cartoni animati Barbapapà in italiano avete sentito la frase “resta di stucco è un barbatrucco“?
Impossibile non amare questo cartone animato francese che deriva da un fumetto degli anni Sessanta.
Tradotta in trenta lingue in tutto il mondo, la serie vuole insegnare valori fondamentali come la famiglia, il rispetto per la diversità e l’ecologia.
 
barbap13.jpg
settenote
settenote

Messaggi : 244
Punti : 419
Data d'iscrizione : 27.04.10
Età : 66
Località : Prato-Toscana

Torna in alto Andare in basso

BARBAPAPA' - 1970 (Trama, Personaggi, Sigla TV) Empty BARBAPAPA' - LA SIGLA TV

Messaggio  settenote il Lun Nov 23, 2020 4:00 pm

 
 
5. LA SIGLA TV:
 
 
 
Barbapapà è un LP delle Mele Verdi inciso con Roberto Vecchioni nel 1975; si tratta della colonna sonora italiana dell'omonimo cartone animato, tradotta dalla versione originale olandese, scritta da Joop Stokkermans (musica) e Harrie Geelen (testi) nel 1973 in occasione del primo lungometraggio "Le avventure di Barbapapà".

Oltre che in italiano, l'album venne tradotto in altre lingue (francese, tedesco, spagnolo, ecc...); la traduzione italiana dei testi fu affidata a Roberto Vecchioni che cantò insieme alle Mele Verdi quasi tutti i pezzi (la sua voce manca solo in quattro canzoni). L'album contiene undici brani, uno dei quali, La famiglia di Barbapapà, è la sigla della serie animata; la prima traccia si chiama Ecco arrivare i Barbapapà e non è altro che la parte finale passata in tv della sigla.
In Italia l'LP Barbapapà è stato pubblicato in due edizioni, Fontana e Philips, che si differenziano solo per la copertina, mentre le tracce sono uguali.
Nel 1977 è uscito anche un singolo, estratto dall'LP: La famiglia di Barbapapà e Il migliore amico degli animali.

Le Mele Verdi che hanno partecipato alla realizzazione dell'album sono: Maria Francesca Peroni, Sabrina Guida, Delia Pascucci, Liliana Alberizzi, Cristina Cozzi, Valeria Magugliani, Elena Gatti, Lia Maiorca, Laura Trambaiolo, Marta Fusaro, Maddalena Palladino e Chiara Palladino. Maddalena Palladino è stata anche una delle voci soliste del brano La canzone di Barbalalà.
 
 


 
   
33 giri 1975     
 
 
 
Dato il successo del cartone animato e delle sue canzoni, nel 1979 è uscito un altro LP, ma questa volta interpretato da Claudio Lippi, Orietta Berti e i Piccoli Cantori di Nini Comolli.
 
Non è chiaro per quanto tempo queste nuove canzoni siano rimaste in televisione; di sicuro negli anni 2000 i Barbapapà sono tornati di moda e ritrasmessi dai canali RAI con la colonna sonora originale delle Mele Verdi, tanté che Mitzi Amoroso e alcune ex-allieve sono state invitate due volte da Rai Uno, nel 2009 alla trasmissione "I migliori anni" e nel 2011 ad "Attenti a quei due", per interpretare dal vivo il loro primissimo successo.

Nel tema di apertura “Ecco arrivare i Barbapapà” cantano anche Claudio Lippi e Orietta Berti.
Lo stesso Claudio Lippi donò la voce a Barbapapà e a tutti i personaggi maschili della serie; ugualmente fece Orietta Berti con i personaggi femminili.
 
Fonte: QUI
 
 


 
   
33 giri 1979     
 
settenote
settenote

Messaggi : 244
Punti : 419
Data d'iscrizione : 27.04.10
Età : 66
Località : Prato-Toscana

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.