Ci "aiuti" a crescere?
Ti ringrazio in anticipo per il tuo



gruppo Italia Canora

________________________________________

DIVENTA COLLABORATORE!

Italia Canora è in continua crescita e sempre alla ricerca di collaboratori che desiderano partecipare a questo grandioso progetto.

Aiuta Italia Canora a cercare materiale come cover, videoclip testi e quant'altro occorre per inserire le discografie dei nostri grandi artisti italiani!

Se sei appassionato di musica potresti dedicarti ad inserire il tuo artista preferito con delle semplici linee guida.

Lasciami un messaggio (in chat oppure in alto su Messages), ti contatterò quanto prima!

________________________________________






________________________________________



Caricamento video...
AFFILIAZIONI - SITI - BLOG
e FORUM

LaFavolaBlu


Progetto Musico Sognante Italiano
La fiaba del mare della Musica Italiana
ed Internazionale


____________________________


Nonsolosuoni




Un sogno
fatto di musica!

______________________

_____________________



___________________



Estatica è l'enciclopedia di musica italiana, internazionale e cultura.

Discografie, recensioni, interviste, monografie, live report, video, ebooks

_____________________

< ho la sclerosi multipla >


Condividiamo tutto sulla malattia

____________________________



________________________


________________________


________________________


________________________

Chi è online?
In totale ci sono 79 utenti online: 2 Registrati, 0 Nascosti e 77 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

admin_italiacanora, mauro piffero

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 1890 il Dom Nov 03, 2019 11:13 pm





__________________________________

Ti piace il nostro Portale??
Allora votaci cliccando su questo bottone ... Grazie!!

migliori siti


www.italiacanora.net


Grazie a voi abbiamo vinto questi AWARD
nella classifica di NET-PARADE


Uno dei più belli
In classifica
sito internet
In classifica
Sito d'argento
DISCLAIMER
Tutte le copertine, testi e video presenti su questo forum sono solo per uso informativo e di intrattenimento.
Puoi scaricare e stampare la copertina se possiedi l'originale e hai bisogno di rimpiazzarla.
Tutto cio' che puo' essere considerato legale, dipende dalle leggi sul copyright del tuo paese di residenza. Non è nostra intenzione infrangere Copyright per cui, se ciò dovesse accadere, prego gli interessati a scrivere agl'amministratori i quali provvederanno alla rimozione immediata o a citare la fonte, se richiesto.
Lo Staff di ItaliaCanora.net non è responsabile dell'utilizzo e di eventuali danni a cose o persone causati dal materiale presente in questo forum, inoltre si tiene a precisare che tutto ciò che è presente in questo forum vi è stato messo in assoluta buona fede e senza alcuno scopo di lucro.
Traduttore - Translater
METEO ITALIA OGGI

Partner



Motori ricerca


LICENZA
Licenza Creative Commons

Quest'opera è distribuita con Licenza
Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.

ULTIMO - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi

Italia Canora :: MUSICA LEGGERA :: 
CANTANTI/GRUPPI EMERGENTI

Andare in basso

ULTIMO - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi Empty ULTIMO - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi

Messaggio  miss zhang il Mar Giu 16, 2020 5:44 pm

ultimo10.jpg
 
 
Ultimo, pseudonimo di Niccolò Moriconi (Roma, 27 gennaio 1996), è un cantautore italiano.

È stato il vincitore del Festival di Sanremo 2018 nella categoria "Nuove Proposte" con il brano Il ballo delle incertezze, ed è arrivato secondo a Sanremo 2019 con il brano I tuoi particolari.

Biografia
Gli esordi

Nato a Roma il 27 gennaio 1996 nel quartiere di San Basilio, terzogenito di un ingegnere civile e di una impiegata dell'Enel, dagli 8 anni studia pianoforte e composizione al Conservatorio Santa Cecilia e inizia a scrivere e comporre canzoni già all'età di quattordici anni. Nel 2010 inizia a frequentare la Melody Music School, dove studia canto e pianoforte; successivamente, inoltre, inizia anche a essere prodotto dalla Melody Studio Recording. Nel 2013 vince la terza edizione del concorso canoro "Una voce per il Sud" (nella cui giuria figurano, tra gli altri, Adriano Pennino, Michelangelo Tagliente e Marco Masini) con il brano Regalami un sorriso, dedicato ai bambini del reparto di oncologia dell’Ospedale Bambino Gesù di Roma. Sempre nello stesso anno, in occasione di un concerto benefico, presenta un secondo brano inedito, Amo te.

Il 16 maggio 2014 viene pubblicato il singolo Una canzone che sogna, a cui seguono il 6 febbraio 2015 il singolo Diamante nel cielo, brano scartato dal Festival di Sanremo 2015 e dedicato a un amico scomparso in un incidente stradale, e il 16 aprile dello stesso anno il singolo Un uomo migliore, con la collaborazione di Giancarlo Giannini. A luglio, invece, durante un concerto benefico per l'autismo, presenta, scritto proprio su questo tema, il brano Il bambino con le scarpe viola. Intanto, nel 2012 e nel 2014, tenta la strada dei talent, iscrivendosi rispettivamente ai casting di Amici e X Factor, ma viene scartato da entrambi. Inoltre, nello stesso periodo, incomincia a esibirsi sui palchi dei locali romani, principalmente nel quartiere San Lorenzo, come quello di Spaghetti Unplugged, insieme ai futuri esponenti della scena musicale indipendente romana, tra cui Tommaso Paradiso e Motta. Infine, il 7 e il 16 maggio 2016 pubblica sul proprio canale YouTube rispettivamente i brani Fragile e Ritrova i tuoi passi.

Pianeti (2017)
Il 28 maggio 2016 vince a Milano, utilizzando per la prima volta il nome d'arte Ultimo, un concorso di musica hip hop, denominato "One Shot Game" promosso dalla Honiro Label, un'etichetta discografica indipendente che poi inizia a produrlo. Il 26 maggio 2017 apre il concerto di Fabrizio Moro al Palalottomatica di Roma, mentre l'8 luglio dello stesso anno si esibisce insieme a Shiva al mercato Testaccio di Roma in occasione dell'Open Day dedicato al film The War - Il pianeta delle scimmie. Infine, il 16 settembre seguente si esibisce al MACRO in occasione dell'Honiro Label Party. Debutta di fatto il 10 marzo con il singolo Chiave, a cui hanno seguito il 26 maggio Ovunque tu sia e il 21 luglio Sabbia. Il 6 ottobre dello stesso anno viene pubblicato, in concomitanza al singolo omonimo, il suo primo album Pianeti, che debutta raggiungendo la seconda posizione della classifica iTunes. Nel frattempo, il 15 maggio e il 26 giugno dello stesso anno vengono pubblicati sul canale YouTube della Honiro i video live in studio rispettivamente di Giusy e Sogni appesi. Il 6 novembre viene infine estratto l'ultimo singolo dell'album, Stasera.

Sanremo Giovani e Peter Pan (2018)
Il 15 dicembre 2017, nel corso di Sarà Sanremo, si qualifica tra i partecipanti al Festival di Sanremo 2018 nella categoria Nuove proposte con il brano Il ballo delle incertezze, risultando come il più televotato. Il 9 febbraio 2018, al termine della kermesse, si classifica al primo posto vincendo anche il Premio Lunezia per il miglior testo; nello stesso giorno viene pubblicato Peter Pan, secondo album in studio che debutta in FIMI alla quarta posizione. Un anno dopo la pubblicazione, l'album raggiungerà la prima posizione.

Nel frattempo, il 19 e 20 gennaio 2018 si svolgono i due primi concerti tutto esaurito del cantautore, rispettivamente al Santeria Social Club di Milano e al Quirinetta di Roma. Inoltre, il 31 gennaio 2018 viene pubblicato il video live in studio de La stella più fragile dell'universo. Collabora inoltre con Sercho al singolo Tenebre, contenuto nell'album Temporale e pubblicato il 19 gennaio 2018, e con Mostro alla versione acustica di E fumo ancora, contenuta nell'album Ogni maledetto giorno - Inferno edition, pubblicato l'11 maggio 2018. Il 12 marzo riceve il primo disco d'oro nei singoli per Il ballo delle incertezze, mentre il 23 aprile seguente ottiene il primo disco d'oro negli album per Peter Pan. Il 20 aprile collabora con Fabrizio Moro al singolo L'eternità (il mio quartiere, rifacimento di L'eternità, presente nell'album L'inizio del 2013. Il 25 maggio viene estratto il secondo singolo dell'album, Poesia senza veli. Il 4 maggio dello stesso anno a Bologna, per promuovere il disco omonimo, prende via il "Peter Pan tour" che tocca le principali città italiane, tra cui Roma, dove viene registrata la prima data tutto esaurito. Il tour risulta tutto esaurito e vengono aggiunte nuove date, le sue prime nei PalaSport, ad appendice del "Peter Pan Tour", soprannominate "Esageriamo?" al Palalottomatica di Roma (1 e 2 novembre) e al Mediolanum Forum di Assago (4 novembre) precedute da una data zero al PalaMaggetti di Roseto degli Abruzzi il 30 ottobre 2018.

Il 16 giugno 2018 è ospite al concerto di Fabrizio Moro allo Stadio Olimpico di Roma e si esibisce con lui sulle note di L'eternità (il mio quartiere) e Melodia di giugno. Inoltre, vengono pubblicati come singoli estratti il 14 settembre 2018 Cascare nei tuoi occhi, il cui video viene realizzato a Shanghai, e il 14 dicembre dello stesso anno Ti dedico il silenzio, il cui video mostra le immagini dei concerti nei palazzetti. Al termine del tour, a novembre 2018, annuncia il "Colpa delle favole tour" nei principali palazzetti italiani e “La favola”, concerto evento allo Stadio Olimpico di Roma, preceduto da una data zero allo Stadio Comunale G. Teghil di Lignano Sabbiadoro. Le date risultano tutte esaurite (al PalaAlpitour di Torino viene anche registrato il record di presenze con 13.127 spettatori) e permettono a Ultimo di diventare il più giovane cantante italiano a esibirsi in tali location. A fine dicembre 2018 viene annunciato come l'artista più ascoltato dell'anno sulla piattaforma musicale TIMmusic.

Il 25 febbraio 2019 l'album Pianeti viene certificato disco di platino dalla FIMI per le oltre 50.000 copie vendute, mentre il 14 gennaio 2019 l'album Peter Pan viene certificato doppio disco di platino dalla FIMI per le oltre 100.000 copie vendute.
Il ritorno a Sanremo e Colpa delle favole (2019)

Dopo aver vinto nella sezione Nuove proposte al Festival di Sanremo 2018, torna sul palco dell'Ariston l'anno seguente con il brano I tuoi particolari, con il quale si classifica al secondo posto e vince il premio TIMmusic per il brano più ascoltato in streaming. Il 16 febbraio gli viene consegnato da RTL 102.5 il Premio "Finalmente Sanremo" per I tuoi particolari, votata dagli ascoltatori come la canzone più radiofonica del festival. Il 18 febbraio I tuoi particolari viene certificato disco d'oro dalla FIMI per le oltre 25.000 copie vendute.

Il 22 febbraio 2019 viene pubblicato il secondo singolo Fateme cantà, primo brano del cantautore con il testo completamente in dialetto romano. Il brano viene eseguito per la prima volta da Ultimo dal vivo l'8 e il 9 marzo 2019 al PalaLottomatica di Roma ai concerti di Antonello Venditti, il quale compare anche nel video ufficiale del singolo. Durante questi due concerti, duetta anche con Venditti su Grazie Roma e Roma capoccia (quest'ultima esibizione viene anche inserita nell'album Sotto il segno dei pesci - The Anniversary Tour (Live).

Il 5 aprile 2019 viene pubblicato sia il suo terzo album in studio, Colpa delle favole, chiusura della trilogia iniziata con Pianeti e Peter Pan, che il terzo singolo dell’album, Rondini al guinzaglio. L'album debutta al primo posto in classifica (posizione che manterrà per 5 settimane consecutive) e vende oltre 30.000 copie in una sola settimana, superando così le 25.000 necessarie per il disco d'oro; dopo soltanto un'altra settimana registra il disco di platino per Colpa delle favole e il triplo platino per Peter Pan con oltre 150.000 copie vendute. Intanto, il 25 aprile parte dalla data zero al Palasport di Vigevano il "Colpa delle favole tour", già tutto esaurito, nei principali palazzetti dello sport italiani. Al tour viene anche aggiunta una data finale il 15 giugno a Locarno, in Svizzera, in occasione del Connection Festival. A giugno supera 1.000.000 di followers su Spotify, diventando il più giovane artista italiano a riuscire in tale impresa. Il 7 dello stesso mese viene pubblicato il quarto singolo dell'album, Ipocondria. A luglio la FIMI comunica che Ultimo è il primo artista vivente ad avere contemporaneamente tre album in studio nella Top Ten dei dischi più venduti dell'anno (è infatti presente in classifica con Colpa delle favole al primo posto, Peter Pan al quinto e Pianeti al nono).

Il 4 luglio si tiene il primo concerto del cantautore allo Stadio Olimpico di Roma, al quale prendono parte circa 64 mila persone (63.316 ingressi, secondo i dati dell'Osservatorio dello Spettacolo SIAE, e secondo concerto più visto dell'anno[81]). Tra gli ospiti si esibiscono anche Antonello Venditti (che duetta con Ultimo su Roma capoccia e Notte prima degli esami) e Fabrizio Moro (in duetto su L'eternità (il mio quartiere) e Portami via). Durante l'evento viene inoltre presentato il brano inedito Poesia per Roma, con cui l'artista rende omaggio alla sua città natale.

Successivamente viene annunciato per l'estate del 2020 un tour negli stadi, inizialmente composto da 8 date (con data finale al Circo Massimo). Del tour vengono venduti oltre 120.000 biglietti in 24 ore, di cui 30.000 solo per la data romana; inoltre, parte del ricavato viene devoluto in beneficenza all'UNICEF per importanti progetti in Mali. A settembre dello stesso anno, dopo i primi sold-out di Milano, Firenze e Napoli, vengono aggiunte ulteriori 6 date. Con il raddoppio dello Stadio San Paolo di Napoli, Ultimo diventa il primo artista a esibirsi in tale location per due sere consecutive. A ottobre, con oltre 70.000 biglietti venduti, anche la data romana al Circo Massimo risulta tutta esaurita. Nel frattempo il 5 agosto 2019 viene pubblicato il video live dal concerto allo Stadio Olimpico di Piccola stella, che, già disco d'oro, viene poi estratto come singolo il 16 agosto dello stesso anno. Ad esso fa poi seguito Quando fuori piove, pubblicato come sesto singolo il 4 ottobre successivo e certificato disco d'oro la settimana seguente.

Il 10 ottobre 2019 si esibisce in Piazza Liberty a Milano per l'Apple Store Live. Il 18 ottobre viene nominato Ambasciatore di Buona Volontà dal Comitato Italiano dell'UNICEF "per la sua grande generosità e per il suo appassionato impegno in difesa degli 'ultimi', i bambini e le bambine più svantaggiati di tutto il mondo". Il 25 novembre l'album Pianeti viene certificato doppio disco di platino dalla FIMI per le oltre 100.000 copie vendute. A dicembre risulta essere l'artista più ascoltato dell'anno su Spotify in Italia, con oltre 697 milioni di stream; Colpa delle favole si posiziona invece al terzo posto nella classifica degli album più ascoltati sulla piattaforma di streaming. Inoltre, con circa 371 milioni di visualizzazioni, risulta l'artista più popolare su YouTube nel 2019 in Italia.

Il quarto album (2020-presente)
Il 13 dicembre 2019 viene pubblicato il singolo Tutto questo sei tu, che anticipa il quarto album del cantante, in uscita a fine 2020. Il brano viene eseguito per la prima volta dal vivo il 12 dicembre, durante la finale della tredicesima edizione di X Factor al Mediolanum Forum; successivamente debutta al primo posto nella classifica dei singoli più venduti della settimana della FIMI, permettendo al cantautore di raggiungere per la prima volta questa posizione. Il 23 dicembre gli album Colpa delle favole e Peter Pan vengono certificati dalla FIMI rispettivamente triplo disco di platino per le oltre 150.000 copie vendute e quadruplo disco di platino per le oltre 200.000 copie vendute.

A inizio gennaio 2020 la FIMI comunica che Colpa delle favole è l'album più venduto del 2019; nella stessa classifica, Peter Pan risulta quarto e Pianeti undicesimo. Inoltre, nei singoli, I tuoi particolari si classifica al decimo posto. A febbraio è il primo cantante Ambasciatore di Buona Volontà dell'UNICEF a recarsi in missione in Africa e, in generale, il primo Ambasciatore in Mali. Il 12 marzo viene pubblicato su YouTube il video live ai Capitol Records Studios di Los Angeles della versione acustica di Tutto questo sei tu. Il 19 marzo pubblica sul proprio canale YouTube la prima puntata del format da lui creato In quel posto dentro me, in cui viene intervistato dal suo maestro di musica Pierluigi Potalivo e con la regia di Lorenzo Piermattei.
 
 
Fonte: QUI
miss zhang
miss zhang

Messaggi : 7
Punti : 15
Data d'iscrizione : 30.06.16

Torna in alto Andare in basso

ULTIMO - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi Empty ULTIMO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)

Messaggio  miss zhang il Sab Giu 20, 2020 11:56 am

ultimo11.jpg
 
 
Di seguito viene riportata la discografia completa di ULTIMO
 
 
INDICE

 
 
Album

2017 Pianeti
2018 Peter Pan
2019 Colpa delle favole
 
 
Fonte: QUI
 




miss zhang
miss zhang

Messaggi : 7
Punti : 15
Data d'iscrizione : 30.06.16

Torna in alto Andare in basso

ULTIMO - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi Empty UTIMO: 2017 - PIANETI

Messaggio  miss zhang il Lun Giu 22, 2020 10:37 am

 
ultimo12.jpg
 
1. TITOLO:
 
2017 – PIANETI
 
# Etichetta: Honiro Label # Data pubblicazione: 6 Ottobre 2017 # Genere: Pop Rap # Supporto: CD, download digitale, streaming # Tipo audio: Stereo # Tracce: 14 # Durata: 50:40
 
Distribuito da: Believe Digital
 
Produttore [Produzione Artistica]: Enemies (Matteo "Yoshimitsu" Nesi e Andrea Manusso), Ultimo, Matteo Costanzo (tracce 4, 9, 10), Mixer T (tracce 4, 9, 10).
 
 
2. RECENSIONE:
 
Ultimo, al secolo Niccolò Moriconi, debutta discograficamente con il suo primo album dal titolo Pianeti dopo quasi un anno di lavoro dal suo primo singolo ufficiale.
Lo fa con un disco senza barriere, ispirato dalla fantasia e dalla vita; quella vera, quella vissuta.
Prodotto da Honiro Label il giovane cantautore romano realizza un album che racconta sé, il suo sentire e vivere il mondo ma anche il suo immaginarlo e lo fa attraverso un cantato libero da schemi concettuali e strutturali: canzoni che uniscono abilmente il cuore del cantautorato pop della nostra miglior tradizione musicale con l’energia e l’immediatezza del rap d’oggigiorno.
 
Disco
 
CHIAVE
La prima è sempre la prima. Non è una scelta casuale che il disco inizi con lei. Ricordo ancora quando entrai per la prima volta in studio da Yoshimitsu e Manusso e dissi "voglio esordire con questa".
Mi piace pensarla più come un inno che come un brano...
La chiave è un simbolo magico: apre e chiude ogni cosa. Quando ho iniziato questo percorso mi sono detto "con questa devo aprirmi il destino. Ho sempre appesa al collo una chiave, apre la testa ad ogni rivale...”

IL CAPOLAVORO
Nasce in uno stupido pomeriggio di agosto. È l'unico brano del disco in cui la musica l'ho scritta insieme ad un altro musicista.. Un giorno Yoshi mi inviò una nota vocale su whatsapp e dopo 15 minuti gli rinviai il brano finito. Il titolo può ingannare, può far pensare alla canzone perfetta... invece è tutt'altro; nel testo io ammetto che lei era la sola nota che riusciva a far uscire da me il capolavoro che ho dentro, e che ora sembra non appartenermi più. È una nostalgia che mi porto dentro di quello che ero, che eravamo insieme... quando tutto sembrava troppo più facile di ora.

PIANETI
Il singolo dell'album. Il titolo dell'album. Molti di voi mi hanno chiesto il perchè di questa scelta... Io sono un sognatore, da sempre... e non ho mai voluto perdere la mia voglia di evadere. Mi spiego meglio. A me il mondo sta stretto, è un posto pieno di convinzioni inutili che la maggior parte della gente indossa. Io no, o almeno utopisticamente parlando, cerco di convincermi che sono il più lontano possibile dalla realtà. Non c'è stato giorno che Dio ha creato in cui non mi sono perso nella fantasia. L'amore si sa, c'è chi non lo dice, ma si sa, è il motore di tutto... e quando mi sono ritrovato a non riuscire a mostrarlo come volevo, e che non veniva recepito come io volevo, ho deciso di scrivere una canzone sull'attesa (come anche il video stupendo di Emanuele Pisano può confermare). Ho scelto di non scegliere. Sapendo che almeno nella fantasia, quello che nel mondo è un semplice sasso, io posso trasformarlo in un pianeta.

MILLE UNIVERSI
Incomprensione e rabbia. E' la canzone più "cruda" del disco. Un viaggio nella consapevolezza di non riuscire più a controllare le cose. Lo scrissi un anno fa dopo aver terminato un discorso con uno dei tanti giullari che si spacciano per artisti e poi passa le giornate a capire come rimorchiare qualche ragazzina sui social. Ricordo che mi diede un fastidio tale da volergli spaccare la birra in testa. Si vantava di stronzate come i seguaci su Instagram, modi infimi su come arrivare ad essere più popolare, come rubare idee di qua e di la, e tutto con l'aria da superiore di chi pensa di essere davvero convinto di esistere. Tornai a casa e come prima frase mi uscì spontanea "a me serve di più di un telefono nuovo"... doveva essere chiaro quello che NON volevo. Maledette le persone.

SABBIA
Nella track-list è subito dopo "mille universi" e non è un caso. Hanno molto in comune. In entrambi i pezzi esterno una difficoltà ad associarmi alle cose e alle persone; con la differenza che in Sabbia mi esprimo al futuro sperando che le cose cambino ("voglio che un giorno si sappia...") Mi piace pensarla come una canzone contro la resa. Perché tutti noi infondo siamo granelli che riempiono una spiaggia... e tutti noi abbiamo la possibilità di essere distinguerci, ognuno di noi resta unico se lo vuole.

RACCONTERO’ DI TE
Questo brano insieme a "Giusy" sono gli unici che ho scritto quando avevo 16 anni. Ero appena tornato da Cracovia e anche ora il solo ripensare a quel viaggio mi sta provocando una nostalgia incolmabile. Vivevo la mia prima relazione con una ragazza e quando tornai mi accorsi che per sempre qualcosa sarebbe cambiato... ma l'amore in quel caso fu solo un odore da inseguire per arrivare ad altro; infatti iniziai a scrivere d'amore per poi arrivare a parlare di qualsiasi cosa in quel momento mi faceva sentire vuoto. Avevo solo voglia di immaginare la mia vita tra vent'anni, e sapere quali fossero le cose che avrei voluto raccontare. Un concetto fondamentale che ripeto spesso anche parlando tutti i giorni lo esprime nella parte in cui scrivo : "Le volte che ho respinto e dicevano "sei un viziato" perché ho sempre avuto tutto e ho amato ciò che mi è mancato...vai a spiegarglielo a chi predica soltanto che è proprio chi ha avuto il pane che desidera qualcos'altro"; ovvero che non è vero che chi ha avuto tutto dalla vita non ha un motivo per lamentarsi semplicemente perché ha un piatto caldo a tavola, anzi, è proprio chi ha il pane assicurato, che cerca altro, ed è chi ha altro che cercherà altro ancora.

GIUSY
Un manifesto sulla fragilità femminile, che da sempre mi affascina. La cosa assurda che mi succede con questo pezzo è che l'ho scritto a 16 anni ma ogni volta che lo ascolto scopro in quello che dico nuove sfaccettature, ed è l'unico brano in cui trovo forza. Tante volte mi viene chiesto: "ma cosa provi quando ascolti i tuoi brani?" Io rispondo che se li ascolto è per aggiustare dettagli tecnici o perchè voglio cambiare qualcosa... con Giusy no, lei mi da forza nella vita quando sono giù, trovo nelle mie parole forza per me, e non c'è cosa più intima musicalmente parlando... che anche se le cose vanno male e se la vita si ribella, io posso sempre ribellarmi più di lei.

OVUNQUE TU SIA
Voglia di evadere che si ripresenta. E' il mio "mal di mondo" che si ripresenta. Nel brano racconto i postumi di una storia d'amore finita, cercando di saturare i dettagli che più mi hanno colpito. Ho cercato di richiudere nelle strofe quello che materialmente mi mancava, ("è rimasta la collana che ti avevo regalato..."), sfociando nel ritornello con un urlo di speranza e di richiesta: "portami via, dove il mondo è un'idea...dove ancora sei mia..." E' una canzone uscita a Maggio come mio secondo singolo, e secondo me ha un filo musicale coerente.

LA STORIA DI UN UOMO
Questa è la storia di un uomo pieno di speranze che è partito in cerca d'amore. Oggi guardandosi intorno tra i ragazzi che scelgono l'amore sembra trovare solo ovvietà. Qui invece c'è una persona pronta a scavalcare il mare che lo divide dalla donna che vuole, soltanto per averla accanto. Nel brano ci sono "botta e risposta" tra i due protagonisti, con l'uomo che forse quando capisce di aver viaggiato per la donna sbagliata, torna nella sua città, ed un pomeriggio sovrastato dalla nostalgia chiama la ragazza disperato e vomita al telefono tutto l'amore che prova per lei, e lei non sa fare altro che chiedergli se è ubriaco... Lui confessa di aver avuto forse un comportamento infantile, ma almeno pieno di purezza e sincerità. "L'amore è lacuna, si ama ciò che non si ha, come il giorno ama la luna"; questa è la frase che racchiude questo pezzo perché forse, saremo sempre tutti quanti affascinati dall'impossibile e sarà sempre il passo da compiere quello che riteniamo giusto.

WENDY
E' davvero possibile fantasticare su una persona che neanche si conosce fino ad averla con se tutti i giorni? Si. Senza veli confesso di farlo da sempre. Wendy è la donna che sogno mentre torno dallo studio a casa, è lo spazio di luce tra la siepe, è la bellezza rassicurante che mi culla ogni notte, è il sogno che non si deve mai avverare. Il blu nei suoi occhi mi conosce come nessuno. Io non mi ritengo un ragazzo romantico, ma mi ritengo abbastanza fragile da poter capire che solo immaginando l'amore lo si può vivere in modo perfetto. Mai e poi mai vorrei Wendy vicino a me, oppure parlare di cose stupide con lei di cui parlano tutti perchèélei è perfetta così: tra il sogno e la speranza. "Ti prego Wendy non finire come loro, con il cuore sotto terra e con il sogno di un lavoro!" Questa è l'unica cosa che ti chiedo.

L’UNICA FORZA CHE HO
Questo brano arriva dopo "Wendy", la traccia precedente, perché è la coscienza che ogni tanto riemerge. Quando ti accorgi che l'unica forza che hai rimane nel sogno e tu devi tornare alla realtà delle cose quotidiane, della burocrazia, dei caffè, della macchina che si rompe, ti senti piccolo da far schifo... e questo succede a me molte volte lasciandomi un amaro in bocca. C'è l'amarezza di aver voluto esternare un amore e non averlo tenuto dentro: "vedi quanto costa poi parlarne? Dirti che ti voglio veramente? Che non ho visto mai occhi più grandi? Blu come il cielo che avevo davanti..." e si torna al discorso di Wendy...ovvero che, almeno per me, vale la pena vivere dentro le cose, compreso l'amore, che tanto una volta urlato, non ne rimane altro che parole su parole.

SOGNI APPESI
La canzone più bella che abbia mai scritto. "Dalla parte degli ultimi per sentirmi primo". Non penso serva aggiungere altro.

L’ELEGANZA DELLE STELLE
Arrangiamento sublime di Yoshimitsu e Manusso che mi ha lasciato senza parole. Anche qui è la solita storia... Mi sta stretto il mondo e immagino una parte di quello che vorrei cambiare se solo ne avessi la possibilità. In questo brano riesco a percepire quanto il mio maestro Lucio Dalla mi abbia influenzato. Il suo modo di elaborare i testi mi ha condizionato per sempre (senza voler assolutamente paragonarmi ad un Dio della musica come lui).
"Saresti la risorsa per ogni sorriso, sarebbe la tua vita il tuo film preferito; e poi se mi credessi ti porterei in salvo dallo smog, dagli spari di un mondo violento..." E' di nuovo il mio ribrezzo per certe sfumature del mondo che mi spingono a volerlo vivere senza farne parte... utopia? Si.

STASERA
Il brano più intimo del disco. Non a casa l'outro. L'ho scritto immaginando come vorrei che fosse la persona che voglio vicino. Analizzo i particolari di lei, è un pezzo che illumina le sfumature che amo della donna. "Tutto quello che chiedo è avere te che detesti litigarci il cuscino, mentre di notte calpesti." Non c'è cosa più bella di vedere una donna dormire, e vedere finalmente le sue mille angosce spegnersi sul viso... vederla chiusa in se stessa e sentirla respirare piano; sdraiarsi vicino a lei rivolendo il tuo cuscino che nel sonno lei sta abbracciando, e mentre lo riprendi lei si oppone tenendoselo stretto ma cedendo alla fine... "lamentandosi" con un tenero capriccio calpestando le lenzuola per aver sfiorato il suo sonno. Tutto questo dopo averle chiesto a fine cena "Resti stasera? Fuori piove e non ho voglia di altro..."
 
 
Fonte: QUI
Fonte: QUI
 
 
3. COVER :
 
dvanti12.jpg   back12.jpg
 
 
4. TRACK LIST
 

  • 01. CHIAVE - 3:59
  • 02. IL CAPOLAVORO - 2:58
  • 03. PIANETI - 3:44
  • 04. MILLE UNIVERSI - 4:08
  • 05. SABBIA - 3:38
  • 06. RACCONTERO' DI TE - 3:24
  • 07. GIUSY - 3:26


  • 08. OVUNQUE TU SIA - 3:19
  • 09. LA STORIA DI UN UOMO - 3:24
  • 10. WENDY - 3:13
  • 11. L'UNICA FORZA CHE HO - 4:03
  • 12. SOGNI APPESI - 3:32
  • 13. L'ELEGANZA DELLE STELLE - 3:02
  • 14. STASERA - 4:04
 
musicl10.gifmusicl10.gif
  
 
01 CHIAVE      02 IL CAPOLAVORO
   

Autori: Ultimo
 
Testo:
Per le volte che ho perso
sfidarsi allo specchio,
per le cose di un tempo
che mi tagliano dentro,
per tutti i ricordi
tra quelli che scordi,
le notti in un parco tra amici e discorsi,
per quando ho sbagliato
talento sprecato,
su un banco di scuola, io, perplesso e incazzato,
per lei che mi amava,
i suoi occhi pianeti
in cui entri per sbaglio ed esci in punta di piedi,
per le frasi mai dette
chi corre e poi smette,
per chi parla d'eroi e dopo un passo s'arrende,
fottuti i miei pianti, i miei occhi più stanchi,
per chi chiede un sorriso e ha mille rimpianti,
per le mie promesse da sempre le stesse,
vado a vincere e torno, mamy dimmi ci riesci,
per mio padre che aspetta che io sia più tranquillo,
nonostante i tuoi sbagli, sei tra gli esempi più grandi.

Per i momenti di semplicità
per chi rimane e per chi se ne va
per le volte che cammino in questa strada e non so dove mi porterà
e per chi aspetta una vita diversa
per me che avevo una stella e l'ho persa
per chi si vanta di esser forte e io che invece incido un'altra debolezza
un'altra debolezza
un'altra debolezza

Per chi ha visto fallire progetti importanti,
chi rifugia nei grammi i suoi tagli più grandi,
per le mie tante parti che mi rendono instabile,
un dolore abitabile che riempie le pagine,
per i figli di troia che non mi hanno compreso,
per chi sogna soltanto chi si sente un peso,
per chi parte da solo ma poi torna cambiato,
per chi invece sta fermo e da un pezzo ha mollato,
per la barca che vola se non trova il suo mare,
per l'incendio che brucia tutto ciò che rimane,
per la pioggia che bagna le mie ansie di notte,
per chi ha chiesto di esistere ma nessuno risponde,
per le volte che ho urlato: "io mi sento diverso",
e non riesco a capire qui dove sia il senso,
se nasci solo, vivi solo, muori solo,
sono pessimista quanto basta per sentirmi solo,
per chi non si innamora perchè odia star bene,
per chi invece ama tutti perchè il vuoto lo teme,
per il panico infame per la nota sospesa,
per chi è ultimo e vale per la chiave che ho appesa.

Per i momenti di semplicità
per chi rimane e per chi se ne va
per le volte che cammino in questa strada e non so dove mi porterà
e per chi aspetta una vita diversa
per me che avevo una stella e l'ho persa
per chi si vanta di esser forte e io che invece incido un'altra debolezza

Per i momenti di semplicità
per chi rimane e chi se ne va
per le volte che cammino in questa strada e non so dove mi porterà
e per chi aspetta una vita diversa
per me che avevo una stella e l'ho persa
per chi si vanta di esser forte e io che invece incido un'altra debolezza
un'altra debolezza
un'altra debolezza
 
Fonte: QUI
     
Autori: Ultimo
 
Testo:
E ho vissuto insieme a te,
scrivendo pagine, pagine e..
E ho perso ma tu eri con me
e adesso suono e mi chiedo perché

E adesso sogno soltanto che arrivi il giorno
che la notte mi giro e non dormo
mischio le lacrime col vino rosso
e ti sento nei discorsi di chi mi sta intorno
tu eri la nota che, eri la nota in me
tu eri la nota che fa uscire il capolavoro che è in me...in me.

E ho lasciato dentro me
quadri bianchi, dipingili te
lei ora è qui vicino a me,
e cerco nei suoi gesti qualcosa di te

E adesso sogno soltanto che arrivi il giorno
che la notte mi giro e non dormo
mischio le lacrime col vino rosso
e ti sento nei discorsi di chi mi sta intorno
tu eri la nota che, eri la nota in me
tu eri la nota che fa uscire il capolavoro che è in me...in me.

e ho vissuto insieme a te
scrivendo pagine e pagine..
 
Fonte: QUI
 
 
03 PIANETI      04 MILLE UNIVERSI
   

Autori: Ultimo
 
Testo:
Io ti aspetto dove il mare non si vede più
Dove il giorno non arriva se non ci sei tu
Dove anche i miei segreti poi si spogliano
Dove gli ultimi hanno forza e insieme cantano
Io ti aspetto giuro che lo faccio dentro un bar
Dove da dentro ti vedrò arrivare
In quel posto che alla luna è appesa a un aquilone
Dove si accettano le ansie e diventano cure
Io ti aspetto nel secondo che precede il tempo
Nelle bugie che non ti ho detto per sentirmi perso
Nei tuoi capelli che non riesco mai a dimenticare
Nelle bestemmie che ho sputato per farmi sentire
Ci sarà un posto vedrai per tutte le tue paure
Vedrai che è bello camminare senza mai sapere
Senza mai sapere dove ti portano i passi
È la fantasia che trasforma in pianeti i sassi
E ho perso voli e ho perso treni
Ma il mondo l'ho trovato sotto ai piedi
E ho perso il tempo per le canzoni
Quando ti urlavo e tu non mi capivi
Io ti aspetto perché è nell'attesa che ci riesco
A ritrovarmi a ritrovarti a ritrovare un senso
Ho sempre scritto forse per sentirmi meno solo
In quelle sere dove il cielo ti prende per mano
E tu aspettami lì in alto sulla grande ruota
Dove il mondo è solo un punto da lasciarsi dietro
Prendimi per mano e disegniamo mille passi
È la fantasia che trasforma in pianeti i sassi
E ho perso voli e ho perso treni
Ma il mondo l'ho trovato sotto ai piediE ho perso il tempo per le canzoni
Quando ti urlavo e tu non lo capivi
Che ero a un passo da perdere te
Ma tu eri a un passo da perdere che
Per tutte quelle sere in cui ti ho persa e neanche so il perché
Che ero un passo da perdere te
E tu eri un passo da perdere me
Io che non ho avuto mai niente di vero a parte te
Come la luce che filtra qui da questa finestra
Come la vita che cambia ma resta la stessa
Come un poeta che bacia il dolore
Come la notte che ruba silenzi e ti regala paure
Io ti aspetto in una stanza che è sospesa in alto
Tra la luce delle stelle 'sto dannato inferno
E vivi tu per me la vita che io rifiuto
Ti aspetto dove ti parlo restando per sempre muto
Che ero un passo da perdere te
Ma tu eri un passo da perdere che
Per tutte quelle sere in cui ti ho persa e neanche so il perché
Che ero un passo da perdere te
E tu eri un passo da perdere me
Io che non ho avuto mai niente di vero a parte te
 
Fonte: QUI
     
Autori: Ultimo
 
Testo:
A me serve di più
di un telefono nuovo,
voglio sempre di più
per colmare 'sto vuoto
ho la rabbia negli occhi
e anche un po' di stupore
la mia vita è una goccia
che si tuffa nel mare.

come pensi che stia,
non so cosa mi prende
non so cosa mi uccide,
qui chi pensa poi perde

io non credo più in niente
ci ho provato a cambiare
poso i dubbi su un filo
per vederli cadere,

e quando suono solamente quando suono
riesco a dirti io chi sono
sono un punto nel vuoto,

maledette, maledette le persone
che non sanno d'esser sole
e dopo piangono da sole
maledette le persone
maledette le persone che non sanno d'esser sole
e dopo piangono da sole
maledette le persone
 
Fonte: QUI


05 SABBIA      06 RACCONTERO' DI TE
   

Autori: Ultimo
 
Testo:
Voglio che un giorno si sappia quello che ho scritto nelle canzoni
Che quello che ho visto è solo l'istinto e tirando conclusioni
Mi sono spacciato per ciò che non ero per piú di una volta
Avevo bisogno di un Dio e l'ho ritrovato sentendomi in colpa
Voglio che un giorno tu sappia quante promesse che ho infranto
Quando la notte dormivo su un fianco
E sul mio cuscino, gocce di pianto
Quando bevevo e tornavo distrutto a casa la sera
Convinto di avere lei affianco
Lei che puntualmente non c'era!
E voglio che un giorno risplenda la mia incertezza, le mie abitudini fragili
E figlie di battiti, infiniti attimi, brevi voragini, sai
Da quando ho chiesto al tempo di essere meno lento
Adesso chiedo a me di stare al passo ma non ci riesco!
E voglio che tu non veda mai i miei occhi di adesso
Mentre sto scrivendo ho la rabbia che coincide con quanto perdo
Ma ti giuro che da sempre io punto all'eccellente
Se devo avere poco scelgo di avere niente

E costa cara la fragilità
Per chi un posto nel mondo non ha
In questo viaggio nell'infinità
So che l'amore no, non passerà
E se poi torni tu passa di qua
È una bugia anche la verità
In questo viaggio nell'infinità
So che l'amore no, non passerà

Voglio che un giorno si sappia quello che ho dentro, quello che ho fatto, quello che ho detto
Resta diverso il giorno che ti ho chiesto "tu restami vicino che prima o poi perdo il controllo"
Quando allo specchio mi guardavo stanco
Rimando la vita ad un altro, stasera mi sento stanco
E tu mi gridi "calmo!" e vivo in alto e vedo bianco
L'amore è sempre vero se visto da un altro
E visto che ora tu c'hai un altro, io mi sento fuori luogo
La vita la puoi comprendere solo se senti il vuoto
E Dio, che strazio esistere in un mondo che insiste
Voglio stare da solo sì dai, ora dammi del triste
Io ti giuro voglio solo che un giorno si sappia
Che in una spiaggia resta unico ogni granello di sabbia

E costa cara la fragilità
Per chi un posto nel mondo non ha
In questo viaggio nell'infinità
So che l'amore no, non passerà
E se poi torni tu passa di qua
È una bugia anche la verità
In questo viaggio nell'infinità
So che l'amore no, non passerà
Nananananananananaaaa
Nananananananananaa
In questo viaggio nell'infinità
So che l'amore no, non passerà
E se poi torni tu passa di qua
È una bugia anche la verità
In questo viaggio nell'infinità
So che l'amore no, non passerà.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Ultimo
 
Testo:
Racconterò di quando hai detto “Ti giuro son cambiata”,
E poi non sei cambiata affatto, è stata identica la strada.
Quando hai detto "Puoi salvarmi?" ed io l'ho fatto con il cuore,
Poi hai cercato in te una scusa e mi hai confuso tra persone.
Racconterò a mio figlio le cose fatte insieme,
Il primo giorno che ti ho vista: Diamante tra le iene.
Sai la vita può cambiarci solo se non la viviamo,
Strano a dirsi certe volte resta vero chi non siamo!
Racconterò ai miei amici, ai pochi che rimarranno,
Che ho scoperto camminando, quanto è bello stare fermo,
Che più cerchi di star bene e più ti complichi il futuro,
Che cazzo l'ottimismo, non lo voglio come scudo!
Quante nuvole ti servono,per accorgerti del cielo?
Quando perdi una persona scopri il suo valore vero...
Io che scrivo e intanto fumo,mi distraggo come posso,
Tanto è un gioco l'esistenza ed ogni scelta è un nuovo passo.
Racconterò di te ad un passante,
E se mi chiederà il perché non è importante,
E se il destino sfida mischierò le carte,
Con il trucco di chi ad occhi chiusi parte,
Lontano in fondo agli occhi c'è una stanza,e a volte perdersi ha la sua importanza,
E scriverò per chi non è abbastanza, e quando non potrò più vivere racconterò di te...
Racconterò di te, io racconterò di te...
Racconterò che ci ho provato a cambiare quello che ero,
Quando a scuola io scappavo e il mondo era un punto nero,
Ora è difficile capire,per chi non mi conosce,
I disagi che ho colmato riempiendoli con i forse,
Le volte che ho respinto e dicevano: “Sei un viziato”,
Perché ho sempre avuto tutto e amato ciò che mi è mancato,
Vaglielo a spiegare,a chi predica soltanto,Che è proprio chi ha avuto il pane, che desidera qualcos'altro!
Racconterò a mio figlio,che i tuoi occhi sono grandi,
che hai colorato un senso tra i miei giorni più importanti,
Che sei bella e non l'ho detto quando avevo l'occasione,
Gli spiegherò che esistere è anche fare ciò che vuole!
Racconterò a mio padre,che la notte non dormivo,
Mi giravo dentro al letto e ripensandolo piangevo,
strano quanto una canzone possa essere pesante, strana la mia condizione che non cambia e tu distante.
Racconterò di te ad un passante, e se mi chiederà il perché non è importante,
E se il destino sfida mischierò le carte,con il trucco di chi ad occhi chiusi parte.
Lontano in fondo agli occhi c'è una stanza,e a volte perdersi ha la sua importanza,
e scriverò per chi non è abbastanza e quando non potrò più vivere racconterò di te...
Racconterò di te, io racconterò di te!!
 
Fonte: QUI
 
 
07 GIUSY      08 OVUNQUE TU SIA
   

Autori: Ultimo
 
Testo:
Giusy ha visto tante cose per i pochi anni che ha
E' una vita che non riesce ad avvicinarsi alla realtà
Giusy ha spento ogni passione e la gente ha spento lei
E si ricorda quando un tempo era più bello stare qua
Giusy poi si guarda dentro, quale strada prenderà
Se quella di suo padre o quella che sognava già
Giusy prova a non sentirli, non restare ferma mai
E se la vita si ribella tu ribellati con lei
Ma Giusy senti questo vento, tu lasciati portare
Giusy sai che sei diversa ed è per questo che sai amare
e ogni cosa sembra grande, tu lasciali parlaree ricorda è dal dolore che si può ricominciare.

Giusy guarda la partita senza giocarla mai
Che mischiarsi con la gente è il sogno di chi non ha idee
Giusy guarda fuori il mondo dalla sua finestra calda
E' sempre amara e insoddisfatta e qui la gente non l'ascolta
Giusy aspetta nel suo letto con la polvere che sa
E si rinchiude in una stanza così vuota di realtà
Ma Giusy senti questo vento, tu lasciati portare
Giusy sai che sei diversa ed è per questo che sai amare
e ogni cosa sembra grande, tu lasciali parlare
e ricorda è dal dolore che si può ricominciare
Ma Giusy senti questo vento, tu lasciati portare
Giusy sai che sei diversa ed è per questo che sai amare
e ogni cosa sembra grande, ma tu lasciali parlare
e ricorda, è dal dolore che si può ricominciare.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Ultimo
 
Testo:
È rimasto il tuo profumo in questa casa che ora è triste
sopra il pianoforte ho messo le tue foto già riviste
È rimasta la collana che ti avevo regalato
Per quella corsa verso il mare sono ancora affaticato
Io che perdo già in partenza mentre parlo nei tuoi occhi
Tu sorridi e non ci pensi e chiudi a chiave i sentimenti
È rimasta la paura di non essere abbastanza
Sai l'amore non esiste per chi è sempre stato senza
A cosa pensi sia servito, vedi adesso cosa siamo... due puntini da lontano
Ma portami via
dove il mondo è un'idea
Portami ovunque tu sia
E portami via
dove ancora sei mia
Portami ovunque tu sia
Sai a volte mi soffermo solo sui particolari
Perché un viaggio cambia strada a seconda dei binari
Perché un viaggio cambia senso da come riempi i tuoi bagagli
Perché ogni vita pesa a seconda degli sbagli
Sai a volte resto sveglio e aspetto che la luce torni
Altre volte mi rinchiudo e lascio agli altri i miei impegni
A cosa pensi sia servito, vedi adesso cosa siamo... due puntini da lontano
Ma portami via
dove il mondo è un'idea
Portami ovunque tu sia
E portami via
dove ancora sei mia
Portami ovunque tu sia
Il mio biglietto di ritorno
Per quel viaggio che non scordoIl mio biglietto di ritorno
Per quel viaggio che non scordo
Ma portami via
dove ancora sei mia
Portami ovunque tu sia
Il mio biglietto di ritorno
Per quel viaggio che non scordo
Il mio biglietto di ritorno
per quel viaggio che non scordo
Il mio biglietto di ritorno
Per quel viaggio che non scordo
Il mio biglietto di ritorno
per quel viaggio che non scordo
Ma portami via
dove il mondo è un'idea
Portami ovunque tu sia
E portami via
dove ancora sei mia
Portami ovunque tu sia
Il mio biglietto di ritorno
Per quel viaggio che non scordo
Il mio biglietto di ritorno
per quel viaggio che non scordo
Il mio biglietto di ritorno
Per quel viaggio che non scordo
Il mio biglietto di ritorno
per quel viaggio che non scordo.
 
Fonte: QUI
 
 
09 LA STORIA DI UN UOMO      10 WENDY
   

Autori: Ultimo
 
Testo:
Ah, ero a un passo dall'essere grande
Che poi un passo può esser gigante
"Forza, forza" mi dicono quelli che ho accanto
Lei, è un fiore che illumina marzo
Ho sempre scritto per qualcosa di forte
Il vento porta via con se le mie carte, facce stanche
Se potessi perderesti ma senza pretesti
Senti, siamo schiavi di piccoli gesti
E sentiti anche libera lui le ripeteva
Mentre lei sdraiava i suoi occhi nel cielo
Figlio di un battito nero
Puoi elencare i tuoi difetti
Sto in fissa pure per quelli
Tipo i tuoi modi poco ribelli
In confronto a me che vivo guardando disegni
Sei felice lei le chiese arricciandosi i capelli
E qua non conta quello che è stato
Conta quello che resta
Ma come puoi cancellare il ricordo del sole
A chi ora vive senza una finestra
Non puoi farlo no
Che non puoi farlo no

Ma è la storia di un uomo
Partito per caso
In cerca d'amore
Nel posto sbagliato
Trovò la sua donna
E le chiese un sorriso
Ma lei non rispose, no
E continuò il suo cammino
E da quel giorno fa
Nai, na nai, na na nai na nai
E da quel giorno fa
Nai, na nai, na na nai na nai
E da quel giorno fa

Fa che non trova più un senso e sto posto fa freddo
Lui vagava nei giorni come pioggia d'inverno e cade dall'alto
Sto mondo è stronzo quindi indossa la vita di un altro
Lei tacchi alti e se ne frega di tutto
Quando sei bella certe cose non ti sfiorano, è giusto
Ognuno ha le sue dosi di fortuna
L'amore è lacuna
Si ama ciò che non si ha
Come il giorno ama la luna
E lui la chiama da lontano
È disperato, "Sei ubriaco" lei gli dice
Il sole è appena arrivato
"Come posso non esserlo?"
Guardami insomma, ho gli occhi di un grande ricordo, ma vissuto di fretta
E ho le lacrime in viso, sì lo so che è cretino
Io che ho sempre odiato tutti adesso piango per te
E mi sento un bambino, forse lo sono in fondo
Ma ho attraversato il mare solo per averti accanto

Ma è la storia di un uomo
Partito per caso
In cerca d'amore
Nel posto sbagliato
Trovò la sua donna
E le chiese un sorriso
Ma lei non rispose, no
E continuò il suo cammino
E da quel giorno fa
Nai, na nai, na na nai na nai
E da quel giorno fa
Nai, na nai, na na nai na nai
E da quel giorno fa
Nai, na nai, na na nai na nai
E da quel giorno fa
Nai, na nai, na na nai na nai.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Ultimo
 
Testo:
Ricordo che era solo il cielo
La nostra vera casa
Volavamo sopra i tetti
E la gente non capiva
Quant'è bello essere ingenuii
Con lo sguardo da bambini
Io la guardavo e poi notavo
Nel suo cuore troppo solo
Wendy prestami un tuo sogno
Che io adesso non ne ho più
Se ho bisogno di sognare
Una vita in cui ci seii... tu
Ma prendimi per mano senza il minimo timore
Questo mondo vale poco e dona solo altre paure
Per un piccolo secondo abbi solo la certezza
Che i problemi sono altrove, ora puoi anche stare senza
Io ho abbandonato la realtà, da quando ho scritto una canzone
Sono triste per la gente, che non prova più emozione
È triste dare un nome a tutti i nostri sentimenti
Io che riesco solo a dire riportatemi da Wendy
Da Wendy
Ricordo che eravamo in alto
Come un bimbo senza lacrime
Confondevo i suoi occhi
Col colore delle nuvole
E mi sento solo adesso
Che tu non ci seii... più
Ma guardati un po intorno
E quando capirai che in fondo
Sono tutti troppo ugualiE gareggiano nel mondo
Ti prego Wendy ascolta
Non finire come loro
Con il cuore sotto terra
E con il sogno di un lavoro
Tanto chiediti alla fine
Cosa resterà davvero
Resterà solo il coraggio
Di chi in fondo ci ha provato
A dedicare spazio, solo ai più veri sentimenti
E la notte l'ha sognato, di scappare via con Wendy
Di scappare con Wendy

Fonte: QUI
 
 
11 L'UNICA FORZA CHE HO      12 SOGNI APPESI
   

Autori: Ultimo
 
Testo:
Ero anche io un ragazzo senza vita
Uscivo per trovarne un po' da lei
Ma lei è una ragazza con troppa vita
E di certo non la indosserà con me
Stasera resto a casa tu lo sai
Il freddo non l'ho mai sopportato
Vorrei solo capire perché però sei l'unica forza che ho
Ero anche io un ragazzo senza voglia
Parlavo dei miei sogni a chi non sogna
Ma poi ho incontrato lei e son partito
Lì fino a dove il mondo non si incontra
Cadeva la pioggia sopra ai tetti
Ricordo che restavo ad ascoltarla
Vorrei solo capire perché però sei l'unica forza che ho
E vedi quanto costa poi parlarne
Dirti che ti voglio veramente
Che non ho visto mai occhi più grandi
Blu come il cielo che avevo davanti
E dimmi dimmi perché sei l'unica forza che ho
E dimmi dimmi perché sei l'unica forza che ho
L'unica forza che ho
Ero anche io un ragazzo sempre stanco
Mi fermavo ad un passo dal traguardo
È lei che mi ha insegnato ad esser forte
E a non mostrare troppe debolezze
Esco a bere questa sera rischio
Poi chiamami e chiedimi se resto
Vorrei solo capire perché però sei l'unica forza che ho
E vedi quanto costa poi parlarne
E dirti che ti voglio veramenteChe non ho visto mai occhi più grandi
Blu come il cielo che avevo davanti
E dimmi, dimmi perché sei l'unica forza che ho
E dimmi dimmi perché sei l'unica forza che ho
L'unica forza che ho
E vedi quanto costa poi parlarne
E dirti che ti voglio veramente
Che non ho visto mai occhi più grandi
Blu come il cielo che avevo davanti
E dimmi, dimmi perché sei l'unica forza che ho
E dimmi dimmi perché sei l'unica forza che ho
L'unica forza che ho
sei l'unica forza che ho.

E abbiamo camminato tanto
Tanto che neanche mi ricordo
Quante frasi che ho strozzato per non sembrare sempre
Sempre il solito bambino
Con la faccia da perdente
Io che osservo i suoi capelli
E poi la perdo tra la gente.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Ultimo
 
Testo:
Provo a dimenticare
Scelte che fanno male
Abbraccio le mie certezze
Provo a darmi da fare
Ma ancora non riesco a capire
Se il mondo un giorno io potrò amarlo
Se resto chiuso a dormire
Quando dovrei incontrarlo
Quello che cerco di dire
Da quando scappavo da tutto
Quando ridevano in gruppo
Tornavo e scrivevo distrutto
È che ho gridato tanto
In classe non ero presente
Sognavo di vivere in alto
Di mostrare che ero un vincente
E quando ho incontrato me stesso
Mentre correvo di notte
Gli ho urlato di odiarlo contro
E lui ha diviso le rotte
Ma guarda che strana la sorte
Oggi che mi sento bene
Io lo rincontro per strada
gli chiedo di ridere insieme

Dimmi che cosa resta
Se vivi senza memoria
Perdo la voce, cerco la pace
Lascio che la vita viva per me
Dimmi che cosa senti
Se scopri di avere paura
Brucio i consigli, alzo il volume
L'ansia nasconde i sorrisi che ho
E dimmi che cosa vedi
Quando ripensi al domani
Quali domande?
Quante risposte?
"Forse domani" ripeti "forse"
E vivo coi sogni appesi
Vivo coi sogni appesi
Girano le pareti, vivo, vivo coi sogni appesi

Quando ascoltavo la gente parlare
Mentre dava lezioni
Non ho saputo imparare
Ed ora disegno le delusioni, le conclusioni
È facile avere ambizioni, un po' meno concretizzarle
Ero un bambino diverso
Odiavo chi amava e aspettavo l'inverno
Sempre collocato
Nel gruppo dei perdenti
In questo percorso a chi c'ho intorno
Ho dato un sorriso e mille incidenti
Ma mando avanti la ruota lascio che giri da sé
Riesci a capirmi solo se hai sempre voluto qualcosa che non c'è
E adesso tirando le somme
Non sto vivendo come volevo
Ma posso essere fiero di portare avanti quello che credo
Da quando ero bambino, solo un obiettivo:
Dalla parte degli ultimi per sentirmi primo.

E dimmi che cosa resta
Se vivi senza memoria
Perdo la voce, cerco la pace
Lascio che la vita viva per me
E dimmi che cosa senti
Se scopri di avere paura
Brucio i consigli, alzo il volume
L'ansia nasconde i sorrisi che ho
E dimmi che cosa vedi
Quando ripensi al domani
Quali domande?
Quante risposte?
"Forse domani" ripeti "forse"
E vivo coi sogni appesi
Vivo coi sogni appesi
Girano le pareti, io vivo coi sogni appesi
Dimmi che cosa resta
Se vivi senza memoria
Perdo la voce, cerco la pace
Lascio che la vita viva per me
E dimmi che cosa senti
Se scopri di avere paura
Brucio i consigli, alzo il volume
L'ansia nasconde i sorrisi che ho
E dimmi che cosa vedi
Quando pensi al domani
Quali domande?
Quante risposte?
"Forse domani" ripeti "forse"
E vivo coi sogni appesi
Vivo coi sogni appesi
Girano le pareti, vivo, vivo coi sogni appesi.
 
Fonte: QUI
 
 
13 L'ELEGANZA DELLE STELLE      14 STASERA
   

Autori: Ultimo
 
Testo:
Che poi se si potesse resetterei il cuore
Parlando un'altra lingua sarei un colore
E poi se si potesse ti porterei altrove
Dove questi palazzi diventano un fiore
Che poi se si potesse dipingerei il cielo
Rinascerei perché non meriti quello che ero
E poi se si capisse ti parlerei a gesti
Perché ogni mia parola è già detta tra i versi
Ti costruirei un mondo da metterti in tasca
Così potrei scappare se un giorno ti stanca

Non posso darti più quello che chiedi
Ti dedico un sogno ma tu non lo vedi
L'amore non esiste ma è quello in cui credi
E quando ti senti sola riempi la mente
Alza gli occhi nel cielo, rinchiuditi sempre
Tra l'eleganza delle stelle

Che poi se non ci fossero dovrei inventarle
Delle barche che volano su nuvole bianche
Saresti la risorsa per ogni sorriso
Sarebbe la tua vita il tuo film preferito
E poi se mi credessi ti porterei in salvo
Dallo smog, dagli spari di un mondo violento.

Non posso darti più quello che chiedi
Ti dedico un sogno ma tu non lo vedi
L'amore non esiste ma è quello in cui credi
Quando ti senti sola riempi la mente
Alza gli occhi nel cielo, rinchiuditi sempreTra l'eleganza delle stelle

Tra l'eleganza delle stelle.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Ultimo
 
Testo:
Voglio parlarti di me
Tu cosa hai saputo di me
Mi manca mancare a qualcuno, vieni!
Ti porto dove
Dove si parla di te
Fiori che nascono soli
Non hanno bisogno di un cielo
Crescono, senza colori
Tu che rinchiudi in te stessa
Ogni parola mancata
Sai, mi manca la testa
La fine è una vita iniziata
E provaci ad essere vera
Come i tuoi occhi al mattino
Quando c'è il sole vicino
Sul volto il segno del cuscino

Resti stasera, resti di sera
Che fuori piove e non ho voglia di altro stasera
Resti stasera, resti di sera
Che il mondo è strano e non lo voglio incontrare stasera

Voglio sapere se c'è
Un posto in cui perdo una parte di me
Sciogli tutti i capelli
Se il mondo si spara
Sono gli amanti i veri ribelli
Scrivo, per non sentirmi solo
Sono un bambino col fuoco
Amo vederlo bruciareSe intorno c'ho il vuoto
Senza senso scrivo
Però mi sento vivo
Parlo di cose che non ci sono, senza un motivo
E tutto quello che chiedo
È avere te che detesti
Litigarci il cuscino
Mentre di notte calpesti
Resti stasera, resti di sera
Che fuori piove e non ho voglia di altro stasera
Resti stasera, resti di sera
Che il mondo è strano e non lo voglio incontrare staseraResti stasera, resti di sera
Che fuori piove e non ho voglia di altro stasera
Resti stasera, resti di sera
Che il mondo è strano e non lo voglio incontrare stasera
Resti stasera, resti di sera
Che fuori piove e non ho voglia di altro stasera
Resti stasera, resti di sera
Che il mondo è strano e non lo voglio incontrare stasera.

Fonte: QUI
 
 
ULTIMO - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi Videos10
 
 
acquis10.jpg     logo_a10.png     ibs10.gif
miss zhang
miss zhang

Messaggi : 7
Punti : 15
Data d'iscrizione : 30.06.16

Torna in alto Andare in basso

ULTIMO - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi Empty Re: ULTIMO - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


Italia Canora :: MUSICA LEGGERA :: 
CANTANTI/GRUPPI EMERGENTI

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum