Ci "aiuti" a crescere?
Ti ringrazio in anticipo per il tuo




________________________________________

DIVENTA COLLABORATORE!

Italia Canora è in continua crescita e sempre alla ricerca di collaboratori che desiderano partecipare a questo grandioso progetto.

Aiuta Italia Canora a cercare materiale come cover, videoclip testi e quant'altro occorre per inserire le discografie dei nostri grandi artisti italiani!

Se sei appassionato di musica potresti dedicarti ad inserire il tuo artista preferito con delle semplici linee guida.

Lasciami un messaggio (in chat oppure in alto su Messages), ti contatterò quanto prima!

________________________________________






________________________________________



Caricamento video...
AFFILIAZIONI - SITI - BLOG
e FORUM

LaFavolaBlu


Progetto Musico Sognante Italiano
La fiaba del mare della Musica Italiana
ed Internazionale


____________________________


Nonsolosuoni




Un sogno
fatto di musica!

______________________

_____________________



___________________



Estatica è l'enciclopedia di musica italiana, internazionale e cultura.

Discografie, recensioni, interviste, monografie, live report, video, ebooks

_____________________

< ho la sclerosi multipla >


Condividiamo tutto sulla malattia

____________________________



________________________


________________________


________________________

Chi è online?
In totale ci sono 29 utenti online: 0 Registrati, 0 Nascosti e 29 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 737 il Dom Feb 24, 2019 6:06 pm





__________________________________

Ti piace il nostro Portale??
Allora votaci cliccando su questo bottone ... Grazie!!

migliori siti


www.italiacanora.net


Grazie a voi abbiamo vinto questi AWARD
nella classifica di NET-PARADE


Uno dei più belli
In classificasito internet
In classifica
Sito d'argento
DISCLAIMER
Tutte le copertine, testi e video presenti su questo forum sono solo per uso informativo e di intrattenimento.
Puoi scaricare e stampare la copertina se possiedi l'originale e hai bisogno di rimpiazzarla.
Tutto cio' che puo' essere considerato legale, dipende dalle leggi sul copyright del tuo paese di residenza. Non è nostra intenzione infrangere Copyright per cui, se ciò dovesse accadere, prego gli interessati a scrivere agl'amministratori i quali provvederanno alla rimozione immediata o a citare la fonte, se richiesto.
Lo Staff di ItaliaCanora.net non è responsabile dell'utilizzo e di eventuali danni a cose o persone causati dal materiale presente in questo forum, inoltre si tiene a precisare che tutto ciò che è presente in questo forum vi è stato messo in assoluta buona fede e senza alcuno scopo di lucro.
Traduttore - Translater
METEO ITALIA OGGI

Partner

creare un forum



Motori ricerca

Segnala il tuo sito nella directory

http://www.wikio.it

Cerrrca.com la ricerca con tre rrr


LICENZA
Licenza Creative Commons

Quest'opera è distribuita con Licenza
Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.

MILVA - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)

Italia Canora :: MUSICA LEGGERA :: 
CANTANTI/GRUPPI ANNI' 60
 :: MILVA

Pagina 7 di 7 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7

Andare in basso

MILVA - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 7 Empty MILVA: 1983 - IDENTIKIT (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Sab Giu 15, 2019 10:20 am

1. TITOLO:
 
1983 - IDENTIKIT
 
# Etichetta: RICORDI # Catalogo: SMRL 6307 # Data pubblicazione: Luglio 1983 # Matrici: S-6307-1/S 6307-2# Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Data Matrici 28 Luglio / Distribuito da Dischi Ricordi S.p.A. - Milano
 
2. RECENSIONE:
 
Identikit è un album della cantante italiana Milva Registrato, pubblicato nel 1983 dalla casa discografica RICORDI
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
   
 
 
Versione musicassetta
 

 
   
 
 
4. TRACK LIST:
 
Lato A Lato B

  • A1 EVA DAGLI OCCHI DI GATTO
  • A2 FANTASIA
  • A3 DICONO DI ME (To The Unknown Man)
  • A4 NOTTE ITALIANA
  • A5 CAPITANI CORAGGIOSI


  • B1 FORSE CHISSA' (I'll Find My Way Home)
  • B2 NOTTEGIORNO
  • B3 LET THE MUSIC PLAY (From The New World)
  • B4 INVENTARIO ROMANICO (Gasoline Alley)
  • B5 OCCHI SARACENI
 
 
Lato A: 1
EVA DAGLI OCCHI DI GATTO

 
      Lato B: 1
FORSE CHISSA' (I'll Find My Way Home)

 
   

Autori: A. Venditti
Produttore: Alessandro Colombini
 
Testo:
E non chiamarmi amore quando...
Tu fai l'amore quando...
Tu chiudi gli occhi e vai lontano
Poi ritorni piano piano tra le mie braccia...

Eva camminava sola
Sola sul ponte abbandonato
Col suo abito da sera
Una coca cola in mano e un accenno di luna.

Cerco me stessa a New York city
Dove il mare è più vicino al cielo
Dove i gabbiani volano in alto
Per sentirsi più vicini al vento
E tu dimmi a cosa stai pensando
Eva, Eva, Eva, il tuo sguardo di gatto, di gatto.

Eva, non fargli male, Eva
Non guardarlo come uno straniero
Anche se ancora porti dentro
Tutti i segni della vecchia Europa
Con le sue stagioni morte
E con le sue canzoni chiuse in te
Come in un antico scrigno
Eva, Eva, Eva, il tuo sguardo di gatto, di gatto

Bagnato randagio da poterlo scaldare
Ma forse sei tu
Ora il tuo corpo si fa più vicino
Più vicino di un mio stesso pensiero
E più vicine le tue labbra
Come fossero un sentiero di sabbia
Da attraversare...

E non chiamarmi amore quando...
Tu fai l’amore quando…
Chiudi i tuoi occhi e vai lontano
E poi ritorni ancora piano piano
A guardalo come uno straniero
Eva, Eva, Eva, il tuo sguardo di gatto, di gatto

Bagnato randagio da poterlo scaldare,
Non vedi? Son io.
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Annamaria Testa, J. Anderson, Vangelis
Produttore: Alessandro Colombini
 
Testo:
Le luci gialle dei tram
Le viola dei bar
Scenario da varietà
Le luci della città

Per la mia storia con te
Inventerò un happy end
Qualcosa succederà
Stanotte forse chissà

La luna ride a metà
Sguardo di complicità
Un lampo, un auto che va
Le luci della città

E telegrammi di neon
Inviti scritti per me
La notte mi aiuterà
Stanotte forse, chissà

Lucciole, stelle e paillette
Tutte le strade per me
Sai che non ti penserò
Ma ballerò e ballerò

Pretendo un happy end
Voglio scordarmi di te
Stanotte mi riuscirà
Stanotte forse chissà
Stanotte forse chissà

Le luci della città
Promesse da luna park
Stanotte forse chissà
Uscire dalla realtà

Musica, suona per me
Ho desiderio di te
Stanotte mi riuscirà
Domani forse, chissà
Domani forse, chissà
Domani forse, chissà
Domani forse, chissà
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 2
FANTASIA

 
      Lato B: 2
NOTTEGIORNO

 
   

Autori: B. Lauzi, R. Cocciante
Produttore: Alessandro Colombini
 
Testo:
Sulle terrazze del mio cuore
ci piove sempre un po’ di luna,
c’è chi ci viene a far l’amore
e chi ci cerca la fortuna.

Ieri, ad esempio, un sentimento,
in piedi sopra a un cornicione,
mi ha fatto prendere uno spavento,
stava cadendo dal balcone.

Fantasia,
come una nuvola bianca.

Fantasia,
che non mi lasci mai,
non vedi che sono stanca?

Al pianobar del mio destino,
suonano sempre una canzone,
bisogna bere un po’ di vino
per afferrare la questione.

E c’è qualcuno che la canta
dietro a un tenda di velluto,
forse ha paura che si senta,
forse è l’amore che ho perduto.

Fantasia,
come una vela sul mare.

Fantasia,
ma dove te ne vai?
Ma dove vuoi arrivare?

Ti son caduta tra le braccia,
senza far storie né discorsi,
mi stai scavando goccia a goccia
e chi potrebbe mai opporsi?

Preziosa più di un gran tesoro,
fragile come porcellana,
testarda e forte come un toro,
leggera come una sottana.

Fantasia,
un’unica amica.

Fantasia,
non mi lasciare mai,
adesso non te ne andare
via!
Come una vela sul mare,
fantasia,
ma dove te ne vai?
Ma dove vuoi arrivare?
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Battiato, Pio, Gallerani
Produttore: Alessandro Colombini
 
Testo:
Le luci gialle dei tram
Le viola dei bar
Scenario da varietà
Le luci della città

Per la mia storia con te
Inventerò un happy end
Qualcosa succederà
Stanotte forse chissà

La luna ride a metà
Sguardo di complicità
Un lampo, un auto che va
Le luci della città

E telegrammi di neon
Inviti scritti per me
La notte mi aiuterà
Stanotte forse, chissà

Lucciole, stelle e paillette
Tutte le strade per me
Sai che non ti penserò
Ma ballerò e ballerò

Pretendo un happy end
Voglio scordarmi di te
Stanotte mi riuscirà
Stanotte forse chissà
Stanotte forse chissà

Le luci della città
Promesse da luna park
Stanotte forse chissà
Uscire dalla realtà

Musica, suona per me
Ho desiderio di te
Stanotte mi riuscirà
Domani forse, chissà
Domani forse, chissà
Domani forse, chissà
Domani forse, chissà
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 3
DICONO DI ME (To The Unknown Man)

 
      Lato B: 3
LET THE MUSIC PLAY (From The New World)

 
   

Autori: Annamaria Testa, Vangelis
Produttore: Alessandro Colombini


 
Testo:
Dicono di me
Che non ho paura
Dicono di me
Che non ho misure
Che non ho pietà
Che non ho candore
Dicono di me
Che non ho pudore
Dicono di me
Che non credo a niente
Dicono di me
Che sono insolente
Che non scanso mai
La scelta incoerente
Dicono che ormai
Rischio inutilmente

Lo continuerò
E mi stordirò
E mi ferirò
E mi perderò
Seguirò le mie
Strane fantasie
M’innamorerò…
M’innamoro sempre

M’innamorerò
Giorni disuguali
M’innamorerò
Notti inospitali
M’innamorerò
Lacrime teatrali
M’innamorerò improvvisamente

Penserò poesie
E dirò bugie
E dirò eresie
E farò idiozie
Brevi allegrie
Poi malinconie
Dicono di me
Non m’importa niente

E mi stupirò
Mi spazientirò
Mi spaventerò
Mi tormenterò
Ed insisterò
M’innamorerò
Ma non cambierò
M’innamoro sempre
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: A. Dvorak, N. Hackett, Natale Massara
Produttore: Alessandro Colombini
 
Note: "LET THE MUSIC PLAY" è cantata in inglese... viene inserita esclusivamente per "doverosa" documentazione!
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
 
Lato A: 4
NOTTE ITALIANA

 
      Lato B: 4
INVENTARIO ROMANTICO

 
   

Autori: B. Lauzi, P. Cassano
Produttore: Alessandro Colombini
 
Testo:
Notte italiana,
notte di mandorle,
dietro ai muri
tanti amanti che
si baciano.

E a Venezia c’è chi cade
dalle gondole,
ma in Sicilia,
anche col buio,
il mare è blu.

Notte a Milano,
piano,
se no si svegliano,
son capaci che si alzano
e lavorano.

Nei locali,
coppie stanche che
si scelgono,
come pesci
in un acquario
stereo.

Notte,
tra le macchine,
a Roma.

Notte
ai semafori,
il verde,
via!

Notte
con la voglia di ridere,
di solitudine,
correndo via.

Notte con una
luna
di finta plastica,
coi tedeschi che si gonfiano
di fragole.

Di gelati e birre fresche
a Cesenatico,
ma in Sicilia,
anche col buio,
il mare è blu.

Ma in Sicilia,
anche col buio,
il mare...

Notte italiana…
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Annamaria Testa, R. Stewart, R. Wood
Produttore: Alessandro Colombini
 
Testo:
Momenti, frasi, immagini e didascalie,
appunti, note, aneddoti e polaroid.

Catalogo romantico, antologia,
frammenti come briciole e nostalgia,
teneri scampoli, colleziono nostalgici souvenir.

Attimi, fragili, può sembrare un po’ inutile,
ma è così.

Certi sguardi, certi gesti, certi tic,
i tuoi silenzi scomodi come addii.

Un viale, il mare, camminare come in un film,
un sabato, una musica, due gin fizz.

Semplici attimi, emozioni ingannevoli, souvenir,
sembrano futili ma io posso descriverti sol così.

Semplici attimi, un collage di coriandoli, souvenir,
simboli, ipotesi, materiali per fare un identikit.

Frasi che interrompi con una bugia,
labirinti di perplessità,

I tuoi umori, i tuoi amori e l’ironia,
la reticenza e la curiosità,
paure, voglia d’avventure e ambiguità,
un’alba, un libro, baci in un caffè.

La tua durezza è una carezza fatta a metà,
contraddittorie immagini che ho di te.

Pallide fotografie, inventario fantastico, souvenir,
catalogo inservibile, un assurdo, romantico identikit.

Pallide fotografie,
catalogo inservibile,
un assurdo, romantico identikit.
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 5
CAPITANI CORAGGIOSI

 
      Lato B: 5
OCCHI SARACENI

 
   

Autori: F. Cuffari, M. Cantoni, A. Belloni
Produttore: Alessandro Colombini
 
Testo:
Io coi miei intenti perdenti,
io e te, coi tuoi progetti disdetti,
tu e lei, coi suoi afflati frustrati
e con lo spleen.
Lui coi suoi ruggiti falliti,
lui e noi, coi nostri estri maldestri,
noi e voi, coi vostri amplessi repressi,
che si fa...

Almeno diamoci del tu,
non piangiamo più,
tutto è vanità,
tutto passa e va
e noi delusi, offesi, esclusi alla rinfusa,
tutti fusi in posa...

Diamoci del tu,
che ci tira su,
la complicità
ci consolerà
e noi dubbiosi, ansiosi, oziosi senza offesa,
siamo quasi il meglio che c'è...
Lui coi miei riposi morbosi,
io e te e i tuoi impulsi convulsi,
tu e lei e i suoi miraggi selvaggi,
che si fa...

Ebbene, diamoci del tu,
non piangiamo più,
tutto è vanità,
tutto passerà,
i visi in crisi, lussuriosi e un po' in disuso,
nell'attesa noi...
Almeno diamoci del tu,
che ci tira su,
la complicità
ci rallegrerà
e baldanzosi, capitani coraggiosi,
siamo proprio il meglio che c'è...

E baldanzosi, capitani coraggiosi,
siamo proprio il meglio che c'è...
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: A. Favata
Produttore: Alessandro Colombini
 
Testo:
Per i tuoi neri occhi
saraceni,
per quel sorriso in piena notte
strana,
in quell’hotel di Roma,
al primo piano,
seduti proprio in faccia all’ascensore.

E far nottata come a diciott’anni,
con l’ansia di guardarti
e berti ogni parola.

E tu che hai già capito tutto,
riempi i miei silenzi e non mi sento sola,
non sentirti solo, non mi sento sola
quando sto con te.

Ed un tuo bacio,
come il primo bacio
e il cuore a mille,
come il primo amore.
Davanti alla mia porta,
ormai già chiuse,
rimane in aria
l’ombra di un saluto
ed i tuoi neri occhi
saraceni,
mi sfiorano le mani,
piano.
 
Fonte: QUI
 
 
MILVA - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 7 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Lun Giu 17, 2019 9:05 pm, modificato 1 volta
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 4375
Punti : 4375
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 76
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

MILVA - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 7 Empty MILVA: 1984 - MILVA AND ASTOR PIAZZOLLA (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Sab Giu 15, 2019 3:33 pm

1. TITOLO:
 
1984 - MILVA AND ASTOR PIAZZOLLA - Live At The Bouffes Du Nord
 
# Etichetta: RICORDI # Catalogo: SMRL 6332 # Data pubblicazione: 1984 # Matrici: S-6332-1/S 6332-2# Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Distribuito da Dischi Ricordi S.p.A. - Milano
 
2. RECENSIONE:
 
Milva and Astor Piazzolla (Live At The Bouffes Du Nord) è un album della cantante italiana Milva, pubblicato nel 1984 dalla casa discografica RICORDI
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 

 
   
 
 
Versione musicassetta
 

 
   

 

Milva con Astor Piazzolla durante la registarazione dell'Album nel 1984

 
 
4. TRACK LIST:
 
Lato A Lato B

  • A1 BALADA PARA MI MUERTE
  • A2 LOS PAJAROS PERDIDOS
  • A3 DECARISIMO
  • A4 ANNÉES DE SOLITUDE (Anni Di Solitudine)
  • A5 BALADA PARA UN LOCO


  • B1 VAMOS NINA
  • B2 OBLIVION (J'oublie)
  • B3 CHE TANGO CHE
  • B4 RINASCERO' (Preludio Para El Año 3001)
  • B5 ENTRE BRECHT ET BREL (Finale)
 
 
Lato A: 1
Entre Brecht Et Brel (Finale)
BALADA PARA MI MUERTE

 
      Lato B: 1
VAMOS NINA

 
   

Autori: Angela Denia Tarenzi, Astor Piazzolla, Horacio Ferrer
Accompagnamento: Astor Piazzolla


 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
     
Autori: Astor Piazzolla, Horacio Ferrer
Accompagnamento: Astor Piazzolla
 
Note: "VAMOS NINA" è cantata in spagnolo... viene inserita esclusivamente per "doverosa" documentazione!
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
 
Lato A: 2
LOS PAJAROS PERDIDOS

 
      Lato B: 2
OBLIVION (J'oublie)

 
   

Autori: Astor Piazzolla, Michele Trejo
Accompagnamento: Astor Piazzolla
 
Note: "LOS PAJAROS PERDIDOS" è cantata in spagnolo... viene inserita esclusivamente per "doverosa" documentazione!
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
     
Autori: Astor Piazzolla, Horacio Ferrer
Accompagnamento: Astor Piazzolla
 
Note: "OBLIVION" è cantata in francese... viene inserita esclusivamente per "doverosa" documentazione!
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
 
Lato A: 3
DECARISIMO

 
      Lato B: 3
CHE TANGO CHE

 
   

Autori: Astor Piazzolla
Esecutori: Astor Piazzolla e il suo quintetto


 
Testo:
Strumentale
 
     
Autori: Angela Denia Tarenzi, Astor Piazzolla, Jean-Claude Carrière, Simonluca
Accompagnamento: Astor Piazzolla
 
Note: "CHE TANGO CHE" è cantata in spagnolo... viene inserita esclusivamente per "doverosa" documentazione!
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
 
Lato A: 4
ANNÉES DE SOLITUDE (Anni Di Solitudine)

 
      Lato B: 4
RINASCERO' (Preludio Para El Año 3001)

 
   

Autori: Angela Denia Tarenzi, Astor Piazzolla, Maxime Le Forestier, Simonluca
Arrangiatori: Accompagnamento: Astor Piazzolla
 
Note: "ANNÉES DE SOLITUDE" è cantata in francese... viene inserita esclusivamente per "doverosa" documentazione!
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
     
Autori: Angela Denia Tarenzi, Astor Piazzolla, Horacio Ferrer
Accompagnamento: Astor Piazzolla


 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
 
Lato A: 5
BALADA PARA UN LOCO

 
      Lato B: 5
ENTRE BRECHT ET BREL (Finale)

 
   

Autori: Astor Piazzolla, Horacio Ferrer
Arrangiatori: Accompagnamento: Astor Piazzolla
 
Note: "BALADA PARA UN LOCO" è cantata in spagnolo... viene inserita esclusivamente per "doverosa" documentazione!
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
     
Autori: Angela Denia Tarenzi, Astor Piazzolla, Claude Lemesle, Simonluca
Accompagnamento: Astor Piazzolla
 
Note: "ENTRE BRECHT ET BREL" è cantata in francese... viene inserita esclusivamente per "doverosa" documentazione!
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
 
MILVA - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 7 Videos10
 
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 4375
Punti : 4375
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 76
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

MILVA - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 7 Empty MILVA: 1985 - MARINERO/DUEL (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Sab Giu 15, 2019 5:09 pm

1. TITOLO:

1985 - MARINERO/DUEL

# Etichetta: RICORDI # Catalogo: J.B. 297 # Data pubblicazione: 1985 # Matrici: SLN85 8094/ZTAS 8# Genere: Pop # Tipo audio: Stereo # Supporto: vinile 45 giri # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Nate: Pubblicato in Italia, nella sola edizione servizio "JUKE BOX" vietata la vendita al pubblico / Distribuito da Dischi Ricordi - Milano
 
 
2. COVER:
 
   
 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
MARINERO

 
      Lato B:
DUEL

 
     

Interprete: Milva
Autori: Piccolo, T. Savio
Arrangiatori: Toto Savio
 
Testo:
No testo
 
     
Interprete: Propaganda
Autori: Brücken, Mertens, Dörper
Orchestra: Natale Massara
 
Testo:
No testo
 

 
MILVA - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 7 Videos10
 
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 4375
Punti : 4375
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 76
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

MILVA - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 7 Empty MILVA: 1985 - CORPO A CORPO (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Sab Giu 15, 2019 11:20 pm

1. TITOLO:
 
1985 - CORPO A CORPO
 
# Etichetta: RICORDI # Catalogo: SMRL 6330 # Data pubblicazione: 1985 # Matrici: S-6330-1/S-6330-2 # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Distribuito da Dischi Ricordi - Milano
 
2. RECENSIONE:
 
Corpo a corpo è un album della cantante italiana Milva, pubblicato dall'etichetta discografica RICORDI (numero di catalogo SMRL 6330) nel 1985.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 

 
   
 
 
Versione Musicassetta
 

 
   
 
 
4. TRACK LIST:
 
Lato A Lato B

  • A1 AMO CHI SIAMO
  • A2 LA NOTTE DELL'ADDIO
  • A3 CUORI SOLITARI
  • A4 STORIE DA DANCING
  • A5 AL BAR DEL PORTO


  • B1 MARINERO
  • B2 LUI
  • B3 NEL SILENZIO SPLENDE
  • B4 IL FILM DELLA MIA VITA
 
 
MILVA - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 7 Button.png?t=n.b

MILVA - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 7 Button
 
Lato A: 1
AMO CHI SIAMO

 
      Lato A: 2
LA NOTTE DELL'ADDIO

 
   

Autori: G. Albini, Raf-Riefoli
Arrangiatori: Toto Savio
 
Testo:
Non so
chi sei,
tu non sai
chi son io.

Con te
sarò
sempre pronta ad un addio.

Amo
chi siamo
e non
chi
fingiamo
di essere.

Amo
chi siamo,
io e te,
quando di pomeriggio
s’esce di città,
compagni di viaggio
verso l’eternità,
quando si arriva al mare
e ci stendiamo là,
lontani dal rumore
e dall’ambiguità.

Quando si fa l’amore
nel freddo di un motel,
quando colpisci al cuore
ed io colpisco te.
Compagni di un viaggio
che ritorna qua,
perché il tuo cuore è saggio
e sa quello che fa.
Amo chi siamo.

Mi dai,
se vuoi,
ciò che lei non ti dà.

Da te,
vorrei,
solo sincerità.

Amo
chi siamo
e non
chi
fingiamo
di essere.

Amo
chi siamo,
io e te.

Amo gli appuntamenti
che con gli occhi dai,
quando ci sorridiamo
davanti a lui, a lei,
ma come il legionario
“Je ne regrette rien”,
prima di far l’amore
io già lo rifarei.

Amo le sigarette
che mi accendi tu,
fili di marionette,
che pendono nel blu,
tuffati nei miei occhi
e resta dentro me,
sarò di carta pesta
per somigliare a te.
Amo chi siamo.
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: G. Albini, T. Savio
Arrangiatori:
 
Testo:
Mezzanotte e quindici,
sull’asfalto lucido,
per venire a prenderti,
amore mio.

Ieri per telefono
parlavi a monosillabi,
ma l’istinto è femmina
e ho capito che

Vittime e carnefici
spesso si assomigliano
ed io devo rivederti
per giocare le mie carte.

Se c’è un’altra
al posto mio,
vuol dire che sarà
la notte dell’addio.

Non so chi siamo tu ed io
e lo deciderò la notte dell’addio.

Son qui,
sospesa sul pendio che scivola da te.
Ma c’è un’altra
al posto mio,
vuol dire che sarà
la notte dell’addio.

Mezzanotte e quindici,
la vita è un senso unico,
per tornare vergine
nei sentimenti ma

Non ho tergi-lacrime
e continua a piovere
ma io devo rivederti
e giocare le mie carte.

Se c’è un’altra
al posto mio,
vuol dire che sarà
(mezzanotte e quindici)
la notte dell’addio.

Non so che cosa sei per me,
se ti sorriderò (mezzanotte e quindici)
o piangerò per te.

Saranno lacrime di clown
di un carnevale a Rio,
la notte dell’addio.

Notte di paure,
occhi da dimenticare
tra passato ed avvenire
ed io credo di sapere che sarà, sarà…

Mezzanotte e quindici,
sull’asfalto lucido.

Mezzanotte e quindici
E non voglio perderti.

Sorrisi, lacrime di clown
di un carnevale a Rio,
la notte dell’addio.

E se c’è un’altra
al posto mio,
vuol dire che sarà
(mezzanotte e quindici)
la notte dell’addio.

Non so che cosa sei per me,
se ti sorriderò (mezzanotte e quindici)
o piangerò per te.

Sorrisi, lacrime di clown
di un carnevale a Rio,
la notte dell’addio.

Non so chi siamo tu ed io
e lo deciderò la notte dell’addio.

Non so.
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 3
CUORI SOLITARI

 
      Lato B: 2
LUI

 
   

Autori: Cassella, T. Savio
Arrangiatori: Toto Savio
 
Testo:
Questo non è ancora l'Inferno,
è soltanto una città,
eppure siamo a pezzi
e ci perdiamo ovunque si va...

Come è assurda vista dall'alto,
questa vita non sembra mia,
forse è solo l'ombra
di un'altra donna che scappa via...

Cuori solitari,
bolidi incendiari,
che si bruciano da sé...
Angeli di strada,
gente dimezzata,
che ogni notte cercherà
l'altra metà...

Pazzi cavalieri del tempo,
che il Diavolo ci inghiotta, e giù,
visto che per me non c'è scampo
non pensiamoci più…

Cuori solitari...
E questo non è ancora l'Inferno,
è solo l'interno di un bar,
eppure il rumore del tempo
che paura ci fa...
La mia testa è chiusa in un sogno,
sento che mi portano via,
cercherò amore in cielo
e incontro tutte io sia...

Cuori solitari,
bolidi incendiari,
che si bruciano da sé...
Gente del domani,
cuore di aeroplani,
che vanno sempre più su
e non tornano più...

Noi, cuori solitari,
bolidi incendiari,
che si bruciano da sé...
Angeli di strada,
gente dimezzata,
che ogni notte cercherà
l'altra metà...

Questo non è ancora l'Inferno,
è soltanto una città,
eppure siamo a pezzi
e ci perdiamo ovunque si va...

Cuori solitari,
bolidi incendiari...
 
Fonte: QUI
     
Autori: G. Albini, T. Savio
Arrangiatori: Toto Savio
 
Testo:
Lui, ti avverto amica mia,
prima ti circonda di orchidee,
finché arrivi al punto in cui
t'innamori e ti dai.

Da allora in poi la tua fotografia
finirà in mezzo ai suoi trofei,
lui si inventerà bugie
che ti sembrano la verità.

È come un dolce invasore senz'armi,
non chiedermi come lo so,
quando ti accorgi che è amore,
è già troppo tardi per dirgli di no

E allora non c'è più niente da fare
con lui devi dare per dargli di più
e quando resti da sola nei giorni più bui,
è troppo tardi e non sai fare a meno di lui.

Lui, se è questo che tu vuoi,
io lo so, farai di testa tua
e anche se è una follia
t'innamori e ti dai,
t'innamori e ti dai.

Lui ha troppa fantasia,
anche se a letto non è un dio,
ma se è questo che tu vuoi
io lo so, t'innamori e ti dai.

È come un dolce invasore senz'armi,
non chiedermi come lo so,
quando ti accorgi che è amore
è già troppo tardi per dirgli di no

E allora non c'è più niente da fare,
con lui devi dare per dargli di più
e quando resti da sola nei giorni più bui,
è troppo tardi e non sai fare a meno di lui.

Lui, ti avverto, amica mia,
prima ti circonda di orchidee,
finché arrivi al punto in cui
t'innamori e ti dai.

Da allora in poi la tua fotografia
finirà in mezzo ai suoi trofei,
ma se è questo che tu vuoi
t'innamori e ti dai.
 
Fonte: QUI
 

 
Lato A: 4
STORIE DA DANCING

 
      Lato B: 3
NEL SILENZIO SPLENDE

 
   

Autori: G. Bigazzi, G. Albini
Arrangiatori: Toto Savio
 
Testo:
Quasi un anno fa
ti ho incontrato qui,
in una domenica tendente al lunedì,
era una serata dedicata a Fred Astaire,
mi sono accorta di te,
mentre ballavo un addio,
con una faccia che io più non ricordo...

Piano piano tu
arrivasti a me,
con i tempi giusti ed un sorriso di lamé
e sfiorando il tasto della solitudine,
mi accompagnasti da qui
ad un capolinea di tram,
dal finestrino partì
l'appuntamento al dancing
e con lo sguardo ti persi,
per ritrovarti nel dancing
e fra di noi c'era l'aria di complicità,
la fretta precisa di chi
esce di casa e si sta innamorando già...

Come sigarette accese e poi buttate via,
scarpe troppo strette per la nostra fantasia,
dancing, queste son storie da dancing,
nella memoria c'è già
la storia che verrà...

Come un anno fa,
mi sorridi tu,
con la differenza che l'amore non c'è più
e di questo dancing ne faranno un piano bar,
ma sono storie così,
cominciano con un addio
e siamo già a lunedì la notte, tu ed io...

Dancing, queste son storie da dancing,
di posacenere in borsa,
sogni di sabato fatti di luci soffuse,
vecchie che vendono rose,
per un incontro, un addio ed altre storie,
dancing...

Come sigarette accese e poi buttate via,
scarpe troppo strette per la nostra fantasia,
dancing, queste son storie da dancing,
nella memoria c'è già
la storia che verrà...

Dancing, queste son storie da dancing,
senza più niente da dirsi,
sogni di sabato fatti di luci soffuse,
vecchie che vendono rose,
per un incontro, un addio ed altre storie...
Dancing, queste son storie da dancing...
 
Fonte: QUI
     
Autori: G. Bigazzi
Arrangiatori: Toto Savio
 
Testo:
Nel silenzio irraggiungibile,
respirando polvere di te,
ma dai grattacieli in su
il mondo più non c'è e...

Va, nel silenzio splende
e nel silenzio va
ed è mare senza sponde
la notte senza te.

Ma dove sei,
braccio che circonda lei
su terrazze al blu?
Chissà quando andremo in onda
e se ci andremo più.

Nel silenzio,
una canzone,
una ninna nanna,
quasi un blues,
un assenzio nelle vene,
improbabile Eleonora Duse.

E intanto va, nel silenzio splende,
sì, nel silenzio va.
C'è chi, dando amore, prende
e chi, prendendo, dà.

Un silenzio irraggiungibile,
respirando polvere di te,
ma dai grattacieli in su
il mondo più non c'è e...

Va, nel silenzio splende,
sì, nel silenzio va.
C'è chi, dando amore, prende
e chi, prendendo, dà.

Ho rivisto Casablanca
in un sogno fatto alla tv,
la città di lino bianco,
come quello che sgualcivi tu.

Ma dove sei,
braccio che circonda lei
su terrazze al blu?
Chissà quando andremo in onda
e se ci andremo più.

Va, nel silenzio splende,
sì, nel silenzio va.
C'è chi, dando amore, prende
e chi, prendendo, dà.
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 5
AL BAR DEL PORTO

 
      Lato B: 4
IL FILM DELLA MIA VITA

 
   

Autori: G. Albini, H. Haller
Arrangiatori: Toto Savio
 
Testo:
Guardano sul porto
dalle vetrage,
invidiando chi riparte,
inchiodati sulle carte
e il rum.

Facce di Livorno
o di Amsterdam,
tutte vite di contorno
col sorriso alla Jean Gabin.

Entrano col vento al bar del porto
le butterfly,
belle nel ricordo dei marinai,
fuggono due note del juke-box
e sembrano SOS.

Spuntano peccati di gioventù,
uno in ogni vita
e il mio sei tu.

Entra al bar del porto,
capirai la solitudine.

Simboli del tempo
che non c’è più
sono …
con la febbre di suonare il blues.

Se ci scappa il morto
la polizia
Ll riporta tutti dentro,
accusandoli di amnesia.

Entrano col vento al bar del porto
le butterfly,
belle nel ricordo dei marinai,
fuggono due note del juke-box
e sembrano SOS.

Spuntano peccati di gioventù,
uno in ogni vita
e il mio sei tu.

Entra al bar del porto,
capirai la solitudine.

Facce di Livorno
o di Amsterdam,
vite di contorno
fra carte e rum.

Entra al bar del porto,
capirai la solitudine.
 
Fonte: QUI
     
Autori: G. Bigazzi, G. Albini, Piccolo
Arrangiatori: Toto Savio
 
Testo:
Mentre dormi accanto a me,
sul soffitto guardo un film:
la mia vita fino a che
non ho incontrato te.

Una faccia da liceo
che viveva a modo suo,
prima di incontrare te.

Mani e uomini
che dimenticai
e sbagli ed alibi,
strapagati ormai.

Mentre dormi accanto a me
fa silenzio la città,
nei miei occhi passa il film
della mia vita.

E la notte si è vestita
di una felicità
completa!

Voglio amarti e basta,
con il cuore e con la testa,
razionale e fatalista,
non ti perderò,
non mi perderai,
finché mi vorrai.

Passeranno su di noi
grandi ombre dell'addio,
ma nessuno, neanche un Dio,
potrà dividerci.

Mentre dormi, amore mio,
la mia vita sembra un film
proiettato su di noi.

Voglio vivere
dentro gli occhi tuoi.
Non posso perderti
quando li aprirai.

Mentre dormi accanto a me
fa silenzio la città,
nei miei occhi passa il film
della mia vita.

E la notte si è vestita
di una felicità
completa!

Voglio amarti e basta,
con il cuore e con la testa,
razionale e fatalista,
non ti perderò,
non mi perderai,
finché mi vorrai.

Mentre dormi accanto a me,
sul soffitto guardo un film:
la mia vita fino a che
non ho incontrato te.

Passeranno su di noi
grandi ombre dell'addio,
ma nessuno al mondo ci dividerà!
 
Fonte: QUI
 
 
MILVA - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 7 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Lun Giu 17, 2019 9:14 pm, modificato 1 volta
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 4375
Punti : 4375
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 76
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

MILVA - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 7 Empty MILVA: 1986 - TRA DUE SOGNI (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Dom Giu 16, 2019 12:19 am

1. TITOLO:
 
1986 - TRA DUE SOGNI
 
# Etichetta: RICORDI # Catalogo: SMRL 6362 # Data pubblicazione: 1986 # Matrici: S-6362-1/S 6362-2# Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Distribuito da Dischi Ricordi S.p.A. - Milano
 
2. RECENSIONE:
 
Tra due sogni è un album della cantante italiana Milva Registrato, pubblicato nel 1986 dalla casa discografica RICORDI
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
   
 
 
Versione musicassetta
 

 
   
 
 
4. TRACK LIST:
 
Lato A Lato B

  • A1 CANTO A LLORET (Tomorrow And Tomorrow And Tomorrow)
  • A2 CUORI DI PASSAGGIO (Thursday Morning)
  • A3 UN POMERIGGIO E 1/2 (The Painter)
  • A4 DESIDERATO SOGNO (Spanish Dream)
  • A5 L'ULTIMA CARMEN (Carmen)


  • B1 A TRADIMENTO (Silence In The Dark)
  • B2 BLUE NOTTE (Search For The Truth)
  • B3 SPRING, SUMMERr, WINTER AND FALL
  • B4 UN ALTRO MAGGIO (Other Side Of The Universe)
  • B5 IN SOGNO (Finale) (Da Oben Ist Sein Zimmer)
 
 
Lato A: 1
CANTO A LLORET (Tomorrow And Tomorrow And Tomorrow)

 
      Lato B: 1
A TRADIMENTO (Silence In The Dark)

 
   

Autori: Vangelis, Raffaella Riva
Arrangiatore: Vangelis
 
Testo:
E’ dentro me
l’eco di un canto che va
a Lloret

E porto via
con i ricordi la mia
nostalgia

Che corre già
i ungo il tramonto, fin giù
sui boulevard

E viene e va
come la pioggia non ha
una città

La notte che
vennero, io me ne andai
da Lloret

E sento ancora il treno
fischiare così come allora

Nel buio noi sguardi
segreti poi io lo baciai

Quanti falò
nelle borracce il cognac
ci scaldò

E andando via
vidi nei campi, laggiù
casa mia
Le dissi addio
dissi “ritornerò”
amor mio

Ma verso Brest
come una luce brillò
da nord est

E mi voltai
come in un sogno e mai più
mi svegliai

E’ dentro me
l’onda di un canto che sa
di Lloret

Mi porta via
con i ricordi, così
la marea

Ma da nord est
come una luce brillò
verso Brest

E andammo via
ma dentro agli occhi restò
quella scia

E’ dentro me
l’eco di un canto che va
a Lloret
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Vangelis, Lorenzo Raggi
Arrangiatore: Harry Baierl
 
Testo:
Madonna che fai
perché te ne vai
perché non sei più
l'amore che mi fa vivere

Mi cambio se vuoi
sarò come vuoi
un'ombra che tu
potrai sempre sottomettere

Non fare a meno di me
c’è pioggia e tu
ti bagnerai
ti ammalerai
senza di me
dove andrai
Lavorerò io
ti vestirò io
ti spoglierò io
e tu sarai sempre in credito

E camminerò
la strada che fai
ti consegnerò
i sogni che avrò da spendere

Non fare a meno di me
c'è pioggia e tu
ti bagnerai
ti ammalerai
senza di me
dove andrai
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 2
CUORI DI PASSAGGIO (Thursday Morning)

 
      Lato B: 2
BLUE NOTTE (Search For The Truth)

 
   

Autori: Vangelis, Massimo Gallerani
Arrangiatore: Vangelis
 
Testo:
Guarda dietro ai vetri là di fronte
nella stanza di un albergo, due come noi
Mani si cercano già
labbra che crudeltà
baci che baci da film
ecco: si amano

Forse sono amanti di passaggio
stan provando il nostre gioco, che brivido
Guarda è fantastico è geniale
questo porto senza mare, per te per me

Piove e scivolan via baci morsi e bugie
dimmi: ma che giorno è?
Guarda, sono naufraghi sfiniti
e la notte spegne i fuochi anche per noi.

Ma non vorrei
sogna con me.
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Vangelis, Massimo Gallerani
Arrangiatore: Vangelis
 
Testo:
E’ un gioco si sa
da grandi però
ma dimmi ti va
di farlo con me?

Notte cani sciolti, d’avventura
notte da bastardi, la cintura
contro un muro come ladri, fino in fondo
tu ragazzo al primo volo, furibondo

Vestiti…
da sera …
che strana…
maniera…
E’ un gioco ti va
in guardia però
c’è il rischio si sa
di perdersi un po’

Notte tradimenti, smagliatura
notte a bocca aperta, che premura
sono acerbe le sue mani, mi scompiglia
sotto l’abito da sera, meraviglia

Parole…
qualcuna..
promesse…
nessuna…
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 3
UN POMERIGGIO E 1/2 (The Painter)

 
      Lato B: 3
SPRING, SUMMER, WINTER AND FALL

 
   

Autori: Vangelis, Massimo Gallerani
Arrangiatore: Vangelis, Harry Baierl


 
Testo:
In penombra
la platea
un istante
di magia
il silenzio
dell’orchestra
nell’attesa di lui

Entra in luce
come un dio
guarda intorno
proprio qui
mi confondo
io mi perdo
il suo sguardo su di me

Ora è vuota
la platea
si fa buio
solo io
accarezzo
un segreto
ha guardato proprio me

E’ un sogno
mi ci perdo mi confondo
il suo sguardo su di me
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Vangelis, B. Francis
Arrangiatore: Vangelis
 
Note: "SPRING, SUMMER, WINTER AND FALL" è cantata in inglese... viene inserita esclusivamente per "doverosa" documentazione!
 
Testo:
Spring, summer, winter and fall
Keep the world in time
Spinning around like a ball
Never to unwind
Spring, summer, winter and fall
Are in everything
I know in love we had them all
Now our love is gone
This last thing
Is passing now
Like summer to spring
It takes me
And wakes me now
Like seasons I'll change
And then re-arrange some how
Spring, summer, winter and fall
Keep the world in time
Spinning around like a ball
Never to unwind [interlude]
This last thing
Is passing now
Like summer to spring
It takes me
And wakes me now
Like seasons I'll change
And then re-arrange some how
Spring, summer, winter and fall
Keep the world in time
Spinning around like a ball
Never, never to unwind
Spring, summer, winter and fall
Are in everything
I know in love we had them all
Now our love is gone
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 4
DESIDERATO SOGNO (Spanish Dream)

 
      Lato B: 4
UN ALTRO MAGGIO (Other Side Of The Universe)

 
   

Autori: Vangelis, Mara Cantoni
Arrangiatore: Vangelis
 
Testo:
In penombra
la platea
un istante
di magia
il silenzio
dell’orchestra
nell’attesa di lui

Entra in luce
come un dio
guarda intorno
proprio qui
mi confondo
io mi perdo
il suo sguardo su di me

Ora è vuota
la platea
si fa buio
solo io
accarezzo
un segreto
ha guardato proprio me

E’ un sogno
mi ci perdo mi confondo
il suo sguardo su di me
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Vangelis. Lorenzo Raggi, Massimo Gallerani
Arrangiatore: Vangelis
 
Testo:
Tanto tempo fa
Occhi nel vento
Bandiere in polvere
Qualche verità
Giusto un frammento
Fra troppa cenere
Tanto tempo fa
Era bello perdere

Libri di teoria
Mandati e mente
Giorni da vivere
E la polizia
Come un amante
Che guarda dentro di te
E gridare no
Non mi pentirò

Oggi è un'altra età
È un altro maggio
Abbronzatissimo
Vecchie novità
Soldi successo
Nient'altro dentro di te
La nuova etica
Targata Capital
Non mi va
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 5
L'ULTIMA CARMEN (Carmen)

 
      Lato B: 5
IN SOGNO (Finale) (Da Oben Ist Sein Zimmer)

 
   

Autori: Vangelis, Lorenzo Raggi, Massimo Gallerani
Arrangiatore: Vangelis
 
Testo:
Al tavolo di un bar
deserto come me
tra polvere che sa
di birra e di caffè
un’altra identità
je garde mon secret
la Carmen che c’è in me

L’amour est un oiseau rebelle
que nul ne peut apprivoiser
et c’est bien en vain qu’on l’appelle
s’il lui convient de refuser
Rien n’y fait, menace ou prière
l’un parle bien l’autre se tait
et c’est l’autre que je préfère:
il n’a rien dit, mais il me plaît

L’amour est enfant de bohème
il n’a jamais jamais connú de loi:
si tu ne m’aimes pas, je t’aime;
si je t’aime, prends garde à toi!

L’amour est enfant de bohème
il n’a jamais jamais connú de loi:
si tu ne m’aimes pas, je t’aime;
si je t’aime, prends garde à toi!

Un vento da nord est
la sabbia porterà
su un mare che non c’è
un sogna brillerà
negli occhi delle spie
l’Hotel Seagul Magique
tra fuochi e artiglierie

L’amour est un oiseau rebelle
que nul ne peut apprivoiser
et c’est bien en vain qu’on l’appelle
s’il lui convient de refuser
Rien n’y fait, menace ou prière
l’un parle bien l’autre se tait
et c’est l’autre que je préfère:
il n’a rien dit, mais il me plaît

l’amour, l’amour, l’amour ….

Sul lucido parquet
un volo aspetta già
decolla proprio qui
tra spari e crudeltà
col militare che
d’incanto scoprirà
la Carmen che c’è in me
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Vangelis, Giovanni Raboni, T,Woitkewitsch
Arrangiatore: Vangelis
 
Testo:
Sì,
l’alba è la più forte.

Sì,
vince i sogni, la realtà.

Eppure,
solo in sogno
Viene a noi
La verità

Così si chiude un fiore
Se il sole non c’è più,
ma tutto il suo colore
raccoglie in sé.
 
Fonte: QUI
 
 
MILVA - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 7 Videos10
 


Ultima modifica di mauro piffero il Lun Giu 17, 2019 11:40 pm, modificato 2 volte
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 4375
Punti : 4375
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 76
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

MILVA - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 7 Empty MILVA: 1988 - RAPSODIE GITANE/VENTO DI MEZZANOTTE (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Dom Giu 16, 2019 11:35 pm

1. TITOLO:

1988 - RAPSODIE GITANE/VENTO DI MEZZANOTTE

# Etichetta: RICORDI # Catalogo: SRL 11081 # Data pubblicazione: 1988 # Matrici: SRL 11081 A/ SRL 11081 . B # Genere: Pop # Tipo audio: Stereo # Supporto: vinile 45 giri # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Nate: Pubblicato in Italia, nella sola edizione servizio "Test Pressing" vietata la vendita al pubblico / Distribuito da Dischi Ricordi - Milano
 
 
2. COVER:
 
   
 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
RAPSODIE GITANE

 
      Lato B:
VENTO DI MEZZANOTTE

 
     

Autori: Massimo Bubola
Arrangiatori: Massimo Bubola
 
Testo:
Vorrei distendermi,
dormire un anno intero
su questa tavola,
sotto questo cielo.

Tu mi dirai
che non so difendermi,
che non devo arrendermi
a questo traffico
di sogni in bianco e nero.

Io non lo so,
io non lo so
dove arriveremo,
sopra questo treno
color arcobaleno.

Guarda lassù,
guarda lassù
la luna distratta,
luna mulatta,
agitare i fianchi
e il seno.

E vedo fiumi di diamanti
e di …
e sento rapsodie gitane
nei juke-box.

Guarda laggiù,
guarda laggiù,
chitarre e chitarrine,
spose bambine,
golose di città.

Ricamano,
ballando,
il mare e il firmamento,
gonne nel vento
e tra i capelli chissà.

E bevo fiumi
di chassagne e curaçao
e sento rapsodie gitane
nei juke-box.
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Burkhard Brozat, Massimo Bubola, Tony Carey
Arrangiatori: Tony Carey
 
Testo:
Hanno preso la luna,
le han tagliato i capelli,
sembra il coprifuoco,
è deserta la città.

Hanno spento le radio,
hanno chiuso tutti i bar,
quel che è vero o falso
mai nessuno lo saprà.

Stanotte il vento verrà
dall’oscurità,
come un fiume sarà,
nessuno gli resisterà.

Stanotte il vento verrà
sopra le città,
ogni muro cadrà,
più niente mai lo fermerà.

Hanno stretto i miei polsi
con dei fili di rame,
ora un nuovo nome
ed un’altra identità.

Mi hanno tolto l’anello,
quella foto col tuo viso,
rieducato l’anima,
oscurato il mio sorriso.

Stanotte il vento verrà
dall’oscurità,
come un fiume sarà,
nessuno gli resisterà.

Stanotte il vento verrà
sopra le città,
ogni muro cadrà,
più niente mai lo fermerà.

Stanotte il vento verrà
dall’oscurità,
come un fiume sarà,
nessuno gli resisterà.

Stanotte il vento verrà
sopra le città,
ogni muro cadrà,
più niente mai lo fermerà.
 
Fonte: QUI
 
 
MILVA - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 7 Videos10
 
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 4375
Punti : 4375
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 76
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

MILVA - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 7 Empty MILVA: 1988 - MILVA (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Lun Giu 17, 2019 11:26 pm

1. TITOLO:
 
1988 - MILVA
 
# Etichetta: RICORDI # Catalogo: SMRL 6383 # Data pubblicazione: 1988 # Matrici: S-6383-1/S 6383-2# Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Distribuito da Dischi Ricordi S.p.A. - Milano
 
2. RECENSIONE:
 
Milva e dintorni è un album della cantante italiana Milva Registrato, pubblicato nel 1982 dalla casa discografica RICORDI
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
 
Versione compact disc
 
   
 
   
 
 
Versione musicassetta
 
         
 
 
4. TRACK LIST:
 
 
 
MILVA - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 7 Button.png?t=n.b

MILVA - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 7 Button
 
Lato A: 3
NON FINIRA' MAI

 
      Lato B: 1
GENTE

 
     

Autori: E. Jannacci
Arrangiatori: E. Jannacci
 
Testo:
Ho dato al mio amore una ciliegia che non aveva nocciolo
Ho dato al mio amore un pulcino che non aveva ossa
Ho dato al mio amore una ciliegia che non aveva nocciolo
Ho dato al mio amore un pulcino che non aveva ossa
Ho dato al mio amore un bambino che non dorme mai
Ho dato al mio amore una storia senza fine

Ma come può esistere una ciliegia senza nocciolo?
Ma, ma come può esistere un pulcino senza ossa?
Ma come può essere un bambino che non dorme mai?
E chi mai ha ascoltato una storia senza fine?

Ma una ciliegia quando sboccia, no, non ha nocciolo
Un pulcino quando nasce, no, non ha ossa
E un bambino quando dorme non piange
E la storia del mio amore non finirà mai
E la storia del mio amore non finirà mai
E la storia del mio amore non finirà mai.
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Dietmar Kawohl, Johan Daansen
Arrangiatori: Natale Massara
 
Testo:
Ho visto ali di angelo
una mattina sul davanzale,
la gente andava per la città,
solo un bambino guardava come chi sa
la verità.

Ho visto volti nel traffico,
nelle vetrine riflesse al buio,
scambiarsi un bacio nei boulevard,
con un sorriso che poi ti confonderà
nell’anima.

Non lo so
quanto sono profondi
i tuoi occhi
quando guardano me.

Gente,
pagine nascoste
in un muro,
in un piccolo bar.

Gente,
stelle capovolte,
sotto un cielo
che nessuno vedrà,
la realtà.

Ho visto tracce di angeli,
le ballerine danzavano su chissà
che musica.

Ho visto piume nel traffico,
nel labirinto la strada portava là,
nel luna park.

Non lo so
quanti piccoli mondi
viaggiano
ogni giorno
con me.

Gente,
persa nella notte,
in un sogno
che una fine non ha.

Gente,
storie poco note,
in un film
che nessuno vedrà,
la realtà.

Gente,
pagine nascoste
in un muro,
in un piccolo bar.

Gente,
stelle capovolte,
sotto un cielo
che nessuno vedrà,
la realtà.
 
Fonte: QUI
 

 
MILVA - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 7 Videos10
 
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 4375
Punti : 4375
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 76
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

MILVA - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 7 Empty MILVA: 1989 - SVEGLIANDO L'AMANTE CHE DORME (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Mar Giu 18, 2019 9:50 am

1. TITOLO:
 
1989 - SVEGLIANDO L'AMANTE CHE DORME
 
# Etichetta: RICORDI # Catalogo: SMRL 6409 # Data pubblicazione: 1989 # Matrici: S-6409-1/S 6409-2# Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Distribuito da Dischi Ricordi S.p.A. - Milano
 
2. RECENSIONE:
 
Svegliando l'amante che dorme è un album della cantante italiana Milva, pubblicato nel 1989 dalla casa discografica RICORDI
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
   
 
 
Versione compact disc
 
   
 

 
 
Versione musicassetta
 

 
   
 
 
4. TRACK LIST:
 
Lato A Lato B

  • A1 UNA STORIA INVENTATA
  • A2 I PROCESSI DEL PENSIERO
  • A3 POTEMKIN
  • A4 LE VITTIME DEL CUORE


  • B1 ATMOSFERA
  • B2 LA PIRAMIDE DI CHEOPE
  • B3 ANGELO DEL ROCK
  • B4 NO TIME NO SPACE
 
 
Lato A: 1
UNA STORIA INVENTATA

 
      Lato B: 1
ATMOSFERA

 
   

Autori: F. Battiato Giusto Pio
Arrangiatori: Giusto Pio
 
Testo:
La nostra casa è grande
È come vuota
E sente molto la tua assenza
Non riesco più a dormire sola
Gli amici che mi incontrano mi chiedono
“Quando ritornerai?”
Io faccio sempre finta di avere fretta
Non era immaginabile una fine
C'è sempre una signora
Che mi fa la spesa
È stupido ma aspetto sempre

Vecchio hotel di periferia
Com'è triste
Questo giorno di settembre
Sento fischiare il treno
Certamente ho sbagliato io
Spesse volte avevi torto tu
La verità è oramai nel vento

E questo inverno freddo
Ha portato un po' di neve fino al mare
Si sono poi ghiacciati anche i canali
La borsa d'acqua calda per scaldare il letto
A volte all'improvviso
Strane angosce mi si infiltrano nel petto
E dormo con la luce accesa
E l'erba del cortile è tutta bianca
E tutto mi ricorda tutto

Vecchio hotel di periferia
Come miele la mia vita ai bordi
Delle strade deserte
Andavo lungo i viali della ferrovia
Biciclette senza campanelli
Sento ancora fischiare il treno
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: F. Battiato Giusto Pio
Arrangiatori: Giusto Pio
 
Testo:
Lungo le contrade nella prima sera,
noi vestiti bene in sintonia con l'atmosfera,
era di domenica, poco tempo fa.

Scrivi ai tuoi parenti che non puoi tornare,
che ritardi ancora, non mi abbandonare.
Copriti, la sera qui c'è umidità.

Quante notti insonni al caldo,
per rimorso di coscienza,
come avrai sofferto e pianto
...e non poter farci niente.

Se sei sveglio fai il caffè e accendi un po' la radio,
cos'hai fatto ieri, come va in Italia?
Oggi che è domenica, non mi va di uscire.

 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 2
I PROCESSI DEL PENSIERO

 
      Lato B: 2
LA PIRAMIDE DI CHEOPE

 
   

Autori: F. Battiato, R. J. Camisasca
Arrangiatori: Giusto Pio
 
Testo:
Dal tatto delle mani piene di calore
Sento come un magnete la tua forza
Ed entro nella tua realtà

Non hai più segreti
E tutto ciò che sei nell'intimo
Mi arriva e mi si imprime
E ti conosco come tu non sai

Che cosa c'è tra noi?
Seguirò i percorsi delle nostre identità
Ed avrò il consenso della natura e degli Dei
E so già che il tempo non cambierà niente

Attraverso il respiro sotto il mio controllo
Sento il mio sangue, la mia forza
Ed entro nella mia realtà

Quante relazioni si nascondono
Nel gioco delle forze che non vedi
All'insaputa della razionalità

Che cosa c'è tra noi?
Dove nasce il tempo?
Che cosa io ritrovo in te?

Su di me ti sento vicino e inaccessibile
E mi piacerebbe non cambiare idea
E mi limito ad osservare, camminando
I processi del pensiero.

Wir folgen den Fährten
Unserer identität
Mit uns die zustimmung
Der Götter und der Natur

Und ich weiss schon, dass die
Zeit nichts ändern wird
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: F. Battiato
Arrangiatori: Giusto Pio
 
Testo:
Sorge il sole all'orizzonte, tra le nuvole.

Guerra e pace sotto il cielo
Chi tiene schiavi gli uomini
Tra labirinti ed inquietudini?

Alla radice del pensiero
Di questa mia terrena immagine
Ritrovo tracce delle origini
E tutto quel che sono
Sapienza immobile.

Sulle navi dei fenici, quanti naufraghi!

Le colonne dell'oblio
Sono chiamate d'Ercole
Nella clessidra non c'è più la sabbia.

E sono stata a meditare
In cima a quelle scale interne
Della Piramide di Cheope
E quella stanza buia, la luce illuminò.

Sorge il sole all’orizzonte, tra le nuvole.

Alla radice del pensiero
Di questa mia terrena immagine
Ritrovo tracce delle origini.

Lungo il Nilo i presagi delle nubili
Mentre a Smirne i decreti non passavano.
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 3
POTEMKIN

 
      Lato B: 3
ANGELO DEL ROCK

 
   

Autori: R. J. Camisasca
Arrangiatori: Giusto Pio
 
Testo:
Potemkin
1905, era estate
Potemkin, un vascello tre camini nella nebbia
Potemkin, il mare, il fuoco, il silenzio

Capitano
Che cosa posso fare?
Amo la vita e non vorrei sparare

Potemkin, il giorno provvisorio se ne va
La terra è di tutti e di nessuno
La nave in mezzo al mare
Tutti per uno

Odessa, anche le donne andavano con i marinai
Odessa, sulle gradinate poi la sera
Odessa, le nuvole e rossa la bandiera

Capitano
Io non vorrei sparare
Ma voglio essere libero per potere amare

Odessa, le piazze vuote i temporali e va
La gente nei rifugi e sul sagrato
La nave se ne sta da sola
A guardia c'è un soldato

(Potemkin
1905, era estate
Potemkin
La libertà sale dal mare)

Volano in alto dopo l'ammutinamento
Cosa nascondono i campi di concentramento?

Potemkin, il giorno provvisorio se ne va
La terra è di tutti e di nessuno
La nave in mezzo al mare
Tutti per uno

Odessa, Odessa.
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: R. J. Camisasca
Arrangiatori: Giusto Pio
 
Testo:
E da quanti secoli si sta girando
A vuoto sotto il sole
La notte insegue sempre il giorno
Non c'è niente di nuovo per me

Ma dove sarà finito l'angelo
Domestico di un tempo
Nei paesi caldi e nelle chiese
Io lo cerco
È dentro al juke-box

Angelo del rock
Angelo del rock

È nascosta dietro a un paravento
Per proteggermi nel cuore
Rivedo i giorni primitivi
E le innovazioni delle civiltà

Ma come mai in questo mondo
Io sento diverso?
Chiamo il mio angelo domestico
E dall'alto precipiterà

Angelo del rock
Angelo del rock

Io rimango qui con le mie lacrime
A guardare l'imbrunire
Mentre i bimbi corrono a giocare
Un'altra volta in riva al mare

Voglio incontrarti e dirti che
Mi sento solo in questo momento
E ti cerco per le strade
Nelle case al mare e
Dentro al juke-box

Angelo del rock
Angelo del rock.

Angel, angel
Of rock, of rock
Angel of rock

Angel, angel
Of rock, of rock
Angel of rock
Angel of rock

Angel, angel
Of rock, of rock
Angel of rock
Angel of rock
Angel of rock
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 4
LE VITTIME DEL CUORE

 
      Lato B: 4
NO TIME NO SPACE

 
   

Autori: F. Battiato
Arrangiatori: Giusto Pio
 
Testo:
Le vittime del cuore
vivono di ideali,
cercando un nuovo dolore
che porterà delle ferite speciali.

E intanto tutto si rinnova,
travolgenti passioni,
cercando sempre un finale,
poveri prigionieri d'amore

La pioggia è un po’ sottile,
nuvole passeggere,
indietro non so guardare,
non saprei che cosa salvare.

Uscendo, per non dimenticare mai
quello sguardo negli occhi,
un pomeriggio normale
ti trovai in metropolitana

Un messaggio, un invito a cena,
bello sapere che esisti.
Mi fermo qui questa sera,
cominciamo a viaggiare.

Il potere dell'amore
chi lo può mai fermare?
Soltanto un'anima pura
può scappare
dai tranelli del cuore.
E ancora e sempre
un mare di parole,
energie da sprecare.

La pioggia è un po’ sottile,
Nuvole nere,
ma passeggere.

Io degli innamorati,
del loro mondo ideale
e delle loro avventure
non saprei che cosa invidiare.

Un messaggio, un invito a cena,
bello sapere che esisti.
Mi fermo qui questa sera,
cominciamo a viaggiare.
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: F. Battiato, R. Cosentino, G. Pio
Arrangiatori: Giusto Pio
 
Testo:
Parlami dell'esistenza di mondi lontanissimi
Di civiltà sepolte, di continenti alla deriva
Parlami dell'amore che si fa in mezzo agli uomini
Di viaggiatori anomali in territori mistici… di più

Seguimmo per istinto le scie delle Comete
Come avanguardie di un altro sistema solare.

No time, no space
Another race of vibrations
The sea of the simulation
Keep your feelings in memories
I love you especially tonight.

Controllori di volo pronti per il decollo
Telescopi giganti per seguire le stelle
Navigare, navigare nello spazio nello spazio... di più.

Seguimmo per istinto le scie delle Comete
Come avanguardie di un altro sistema solare.

No time, no space
Another race of vibrations
The sea of the simulation
Keep your feelings in memories
I love you especially tonight.

No time, no space
Another race of vibrations.

Keep your feelings in memories
I love you especially tonight.
 
Fonte: QUI
 
 
MILVA - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 7 Videos10
 
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 4375
Punti : 4375
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 76
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

MILVA - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 7 Empty MILVA: 1990- SONO FELICE (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Mar Giu 18, 2019 8:17 pm

1. TITOLO:

1990 - SONO FELICE

# Etichetta: RICORDI # Catalogo: SRL 11102 # Data pubblicazione: 1990 # Matrici: SRL 11102 A/ SRL 11102. B # Genere: Pop # Tipo audio: Stereo # Supporto: vinile 45 giri # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Nate: Disco Promozionale per il Festival Sanremo 1990 / Pubblicato in Italia, nella sola edizione servizio "Test Pressing" vietata la vendita al pubblico / Distribuito da Dischi Ricordi - Milano
 
 
2. COVER:
 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
SONO FELICE - Prima esibizione

 
      Lato B:
SONO FELICE - Seconda serata

 
     

Autori: Biagio Antonacci, Roberto Dané, Ron
Arrangiatori: Natale Massara
 
Testo:
Questa sera è domenica
Non mi va proprio di uscire
Preferisco stare in casa a guardare la televisione
Danno quel film con quell’attore
Che mi fa impazzire
Quello coi capelli rossi
Non mi ricordo il suo nome

Come sono felice
Sono felice
Lo so che non è facile
In questa vita scoprire
Che sei felice
Ho quasi paura
Ma affronterei il mondo
Quando lui mi guarda negli occhi

A volte mi vien voglia di saltargli addosso
Giocare un po’ con lui
Parlare della nostra vita
E magari lui è lì
Che sta guardando la partita
E con la testa è così lontano
Ma così vicino a me

A volte lui se ne va via
Non torna neanche a dormire
Mi lascia qui da sola
Mi sembra di impazzire
Tanto che la vorrei finire
E sento in un minuto
Tutte le donne del mondo
Che hanno bisogno di aiuto
Ma non lo sanno dire
E fanno finta di non capire
Come me in questo momento
Che sono felice

Di giorno picchierei la testa
Per farmi sentire
La notte strapperei le sue ali
Per non farlo volare
Mentre aspetto il suo corpo
E le sue labbra amare
Mi appartiene anche quando
Si addormenta sul divano

A volte lui se ne va via
Non torna neanche a dormire
Mi lascia qui da sola
Mi sembra di impazzire
Tanto che la vorrei finire
E sento in un minuto
Tutte le donne del mondo
Che hanno bisogno di aiuto
Ma non lo sanno dire
E fanno finta di non capire
Come me in questo momento
Che sono felice
Sono felice
Come sono felice.
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Biagio Antonacci, Roberto Dané, Ron
Arrangiatori: Natale Massara
 
Testo:
Questa sera è domenica
Non mi va proprio di uscire
Preferisco stare in casa a guardare la televisione
Danno quel film con quell’attore
Che mi fa impazzire
Quello coi capelli rossi
Non mi ricordo il suo nome

Come sono felice
Sono felice
Lo so che non è facile
In questa vita scoprire
Che sei felice
Ho quasi paura
Ma affronterei il mondo
Quando lui mi guarda negli occhi

A volte mi vien voglia di saltargli addosso
Giocare un po’ con lui
Parlare della nostra vita
E magari lui è lì
Che sta guardando la partita
E con la testa è così lontano
Ma così vicino a me

A volte lui se ne va via
Non torna neanche a dormire
Mi lascia qui da sola
Mi sembra di impazzire
Tanto che la vorrei finire
E sento in un minuto
Tutte le donne del mondo
Che hanno bisogno di aiuto
Ma non lo sanno dire
E fanno finta di non capire
Come me in questo momento
Che sono felice

Di giorno picchierei la testa
Per farmi sentire
La notte strapperei le sue ali
Per non farlo volare
Mentre aspetto il suo corpo
E le sue labbra amare
Mi appartiene anche quando
Si addormenta sul divano

A volte lui se ne va via
Non torna neanche a dormire
Mi lascia qui da sola
Mi sembra di impazzire
Tanto che la vorrei finire
E sento in un minuto
Tutte le donne del mondo
Che hanno bisogno di aiuto
Ma non lo sanno dire
E fanno finta di non capire
Come me in questo momento
Che sono felice
Sono felice
Come sono felice.
 
Fonte: QUI
 
 
MILVA - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 7 Videos10
 
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 4375
Punti : 4375
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 76
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

MILVA - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 7 Empty MILVA: 1993 - UOMINI ADDOSSO/E TI AMO VERAMENTE (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Mar Giu 18, 2019 9:50 pm

1. TITOLO:

1993 - UOMINI ADDOSSO/E TI AMO VERAMENTE

# Etichetta: RICORDI # Catalogo: SRL 11128 # Data pubblicazione: Febbraio 1993 # Matrici: SRL 11128 A/ SRL 11128. B # Genere: Pop # Tipo audio: Stereo # Supporto: vinile 45 giri # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Nate: Lato A: "Festival di Sanremo 1993" / Fotografia di Guido Harari / Distribuito da Dischi Ricordi - Milano
 
 
2. COVER:
 
   
 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
UOMINI ADDOSSO

 
      Lato B:
E TI AMO VERAMENTE

 
     

Autori: Camillo "Roby" Facchinetti, Valerio Negrini
Arrangiatori: Fio Zanott
 
Testo:
Hai le braghe che scoppiano
E quando mai te ne vai
La signora è da cuocere
Uomini sempre addosso
Avanti, marsch!

Vai che scatta lo scandalo
Tutti pronti coi flash
Cameriere, una camera
uomini addosso, avanti
Sono qua!

Ma quando torna il sole
Uomini sulle scale
Uomini nei paltò
Uomini vanno via
Mi hai riempita di figli tuoi
Mi hai comprata nei bar
Mi hai sposata davanti a Dio
Uomini addosso a questo
Corpo mio...

Ma quando torna il sole
Gli uomini sulle scale
Gli uomini nei paltò
Gli uomini vanno via
Vanno a rifare i soldi
A ripulirsi il cuore
Ognuno a casa sua
Gli uomini, che bugia!

Torna dalla tua femmina
Tanto al buio, si sa
Le gatte lì si assomigliano
Uomini addosso, pronti
Avanti, marsch!

Ho le braghe che scoppiano
Devi dirmi di sì
Altrimenti mi ammazzo qui
Uomini sempre addosso
Avanti, marsch!

Ho le braghe che scoppiano
Devi dirmi di sì
Altrimenti mi ammazzo qui
Uomini sempre addosso
Avanti, marsch!

Ho le braghe che scoppiano
Avanti, marsch!
Ho le braghe che scoppiano
Avanti, marsch!
Ho le braghe che scoppiano
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Giuseppe Andreetto, Massimo Colombo
Arrangiatori: Natale Massara
 
Testo:
E ora smetti d’inventare,
ne hai bisogno, dillo pure,
ma non voglio diventare
un giocattolo del cuore,
lascia perdere l’amore,
anche lui sa farmi male,
puoi restare.

Le parole che diciamo
ci confondono davvero,
non accendere la luce,
tutto sembra così chiaro,
il tuo viso è un po’ sciupato,
ma per me non è cambiato.
E ti cerchi da fumare,
sei nervoso quanto me
e non sai più cosa dire,
io lo stesso come te.
Ma poi inventi qualche scusa,
l’imbarazzo ci sorprende,
nel silenzio che ci avvolge
c’è la voce tua che piange.

E ti amo, io ti amo,
io ti amo veramente.
E ti amo, io ti amo,
ancora disperatamente.
E ti amo, io ti amo,
io ti amo veramente.

E ti cerchi da fumare,
sei nervoso quanto me
e non sai più cosa dire,
io lo stesso come te.
Ma poi inventi qualche scusa,
l’imbarazzo ci sorprende,
nel silenzio che ci avvolge
c’è la voce tua che piange.

E ti amo, io ti amo,
io ti amo veramente.
Io ti amo, io ti amo,
ancora disperatamente.
E ti amo, io ti amo,
io ti amo veramente.

E ti amo, io ti amo,
io ti amo veramente.
Io ti amo, io ti amo,
ancora disperatamente.
E ti amo, io ti amo,
io ti amo veramente.
 
Fonte: QUI
 
 
MILVA - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 7 Videos10
 
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 4375
Punti : 4375
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 76
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

MILVA - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 7 Empty MILVA: 1993 - UOMINI ADDOSSO (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Mar Giu 18, 2019 11:28 pm

1. TITOLO:
 
1993 - UOMINI ADDOSSO
 
# Etichetta: RICORDI # Catalogo: SMRL 6461 # Data pubblicazione: 1993 # Matrici: S-6461-1/S 6461-2# Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Fotografie di Guido Harari / "Uomini addosso" e "Non ce l'ho con te" registrate all'Umbi Studio di Modena da Maurizio Maggi e mixati alla Fonoprint di Bologna da Maurizio Biancani / "Pierre", "Per cosa?", "Una giornata al mare", "Ci vorrebbe il mare", "La notte dei miracoli", "E ti amo veramente" e "Sono felice" registrate e mixate al Cetra Art Recording Studio di Milano da Alberto Boi / "Mon Amour": Orchestrazione e direzione archi di Natale Massara / Pubblicato anche in cd (Ricordi, CDMRL 6461) / Distribuito da Dischi Ricordi - Milano
 
2. RECENSIONE:
 
Uomini addosso è un album della cantante italiana Milva, pubblicato nel 1993 dalla casa discografica RICORDI
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
 
Versione compact disc
 
   
 
   
 
 
Versione musicassetta
 

 
   
 
 
4. TRACK LIST:
 
Lato A Lato B

  • A1 UOMINI ADDOSSO
  • A2 NON CE L'HO CON TE
  • A3 MON AMOUR
  • A4 PER COSA?
  • A5 UNA GIORNATA AL MARE


 
 
MILVA - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 7 Button.png?t=n.b

MILVA - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 7 Button
 
Lato A: 2
NON CE L'HO CON TE

 
      Lato B: 1
MON AMOUR

 
     

Autori: Camillo "Roby" Facchinetti, Valerio Negrini
Orchestra: Fio Zanotti
 
Testo:
Non ce l'ho con te,
io ti voglio bene, giuro,
poi mi spoglio e ti adorno.

Non ce l'ho con te,
ce l'ho con i sordi che fanno finta di ascoltare,
quei bastardi che si premiano da sé.

Io non ce l'ho con te,
tu sei l'esse di stronzo,
grande, piccolo uomo,
ce l'hai tu con me?

Che fai il furbo e il seduttore con le mie amiche
e io mi straccio,
faccio da mangiare
e non ti piaccio più.

Non ce l'ho con te,
ce l'ho con me e basta,
che mi apri e mi chiudi
come la finestra,
che mi faccio truffare da un cervello da mulo,
che mi lascio incantare dalla tua faccia da culo,
ma guardiamolo il cielo.

Non ce l'ho con te,
sorride il cielo,
si fa l'amore,
sei il gallo sulla gallina.

Non ce l'ho con te,
ce l'ho con gli altri che ci parlano sul cuore,
quelli senza coglioni,
i buffoni come te.

Non ce l'ho con te,
ce l'ho con me, cretina,
che mi paghi con niente
e io ti ho dato la luna.
Che mi seghi le gambe
e io in ginocchio a pregarti
di non mi lasciare,
di non farmi del male,
di non farmi del male...

Ma sì...
Che ce l’ho con te!
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Carlo Marrale, Milva
Arrangiatori: Carlo Marrale, Walter Tesoriere
 
Testo:
Qui piove e tira vento,
ma pare smetterà.
Fa freddo fuori e dentro,
comunque passerà.

Vecchie canzoni d’amore
scaldano un po’.

Tutte le luci accese,
la notte si spegnerà,
nel posto dove sei,
chissà che ora sarà.

Gente diversa, forse,
spero sia meglio di qua.

Solo pensieri
in una sera di lupi e di vento,
sono leggeri
come foglie spazzate dal tempo.

Come canzoni d’amore
danno calore
e immagino il sorriso che farai.

Mon amour,
qui la vita va,
pioggia e vento si sa
e un poco di blu.

È una canzone d’amore,
senza rancore,
ma immagino il sorriso che farai.

Mon amour,
qui la vita va,
pioggia e vento si sa
e un poco di blu.

Mon amour,
qui la vita va,
pioggia e vento si sa
e intanto va.

Pioggia e vento si sa
e intanto va.
 
Fonte: QUI
 

 
Lato A: 3
PIERRE

 
      Lato B: 2
CI VORREBBE IL MARE

 
     

Autori: Camillo "Roby" Facchinetti, Valerio Negrini
Arrangiatori: Natale Massara
 
Testo:
Penso a te
nei tempi della scuola con noi,
sottile, pallido e un po' perso,
tu già da noi cosi diverso,
triste.

Penso a te,
ricordo, si rideva tra noi
di quel tuo sguardo di bambina,
di quella tua dolcezza strana, triste.

Pierre, ti ho rivisto questa sera e tu,
tu abbassi gli occhi,
ti nascondi e poi
te ne vai.

Scusami se ti ho riconosciuto però,
sotto il trucco gli occhi sono i tuoi,
non ti arrendi a un corpo che non vuoi,
senti...

Pierre, sono grande ed ho capito, sai,
io ti rispetto,
resta quel che sei,
tu che puoi.

Pierre, sono grande ed ho capito, sai,
io ti rispetto,
resta quel che sei,
tu che puoi.

Pierre.
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Giancarlo Bigazzi, Masini
Arrangiatori: Natale Massara
 
Testo:
Ci vorrebbe il mare che accarezza i piedi
Mentre si cammina verso un punto che non vedi
Ci vorrebbe il mare su questo cemento
Ci vorrebbe il sole col suo oro e col suo argento.

E per questo amore, figlio di un'estate
Ci vorrebbe il sale per guarire le ferite
Dei sorrisi bianchi fra le labbra rosa
A contare stelle mentre il cielo si riposa.

Ci vorrebbe il mare per andarci a fondo
Ora che mi lasci come un pacco per il mondo
Ci vorrebbe il mare con le sue tempeste
Che battesse ancora forte sulle tue finestre.

Ci vorrebbe il mare sulla nostra vita
Che lasciasse fuori, come un fiore, le tue dita
Così che il tuo amore potrei cogliere e salvare
Ma per farlo ancora, giuro, ci vorrebbe il mare.

Ci vorrebbe un mare dove naufragare
Come quelle strane storie di delfini che
Vanno a riva per morir vicini e non si sa perché
Come vorrei fare ancora, amore mio, con te.

Ci vorrebbe il mare per andarci a fondo
Ora che mi lasci come un pacco per il mondo
Ci vorrebbe il mare con le sue tempeste
Che battesse ancora forte sulle tue finestre.

Ci vorrebbe il mare dove non c'è amore
Il mare in questo mondo da rifare
Ci vorrebbe il mare
Ci vorrebbe il mare
Ci vorrebbe il mare
Ci vorrebbe il mare.
 
Fonte: QUI
 

 
Lato A: 4
PER COSA?

 
      Lato B: 3
LA NOTTE DEI MIRACOLI

 
     

Autori: Giorgio Conte
Arrangiatori: Natale Massara
 
Testo:
Diventare chissà chi,
sempre correre così,
per cosa?

Ed avere tutto e poi
solo il vuoto intorno a noi,
per cosa?

Forse è giunto il momento
di tornare a casa,
sotto un albero di mele cotte al forno, inzuccherate.

Forse è giunto il momento
di lasciare questo cielo,
questo cielo senza luce,
con poche stelle.

Le mie braccia senza te,
i miei occhi senza te,
Per cosa?

Questo traffico di notte,
questa gente che non dorme,
per cosa?

Forse è giunto il momento
di tornare a casa,
di forzare un po' questa mia strana sorte.

Forse è giunto il momento
di abbracciarti forte
e di dirti con un bacio: "buonanotte".

Forse è giunto il momento
di tornare a casa,
sotto un albero di mele cotte al forno, inzuccherate.

Forse è giunto il momento
di lasciare questo cielo,
questo cielo senza luce
con poche stelle.

Io mi sento come chi
per nessuno resta lì a parlare.
Il teatro è vuoto ormai,
spettatori non ha più, ho chiuso.

Ho ancora un po' di forza
e riuscirò a scappare.
La mia strada va di là,
son sicura, di là.
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Cristiano Malgioglio, Maurizio Piccoli
Arrangiatori: Natale Massara
 
Testo:
Davanti ai bar,
la gente, d’estate, canta:
“du du du du,
du du du du”.

Che gli importa
il dolore degli altri,
se si piange, ballando,
o se parti?
Senza amore che notte sarà?

Bellissimo, invece,
il tuo cuore di noce
che forse non spaccherò mai.

Che sete di vita,
questa seta di luna infinita
e il pensiero di sempre sei tu.

Non ho più sulla bocca
quei tuoi baci sbandati
e tutti sono felici.

In questa notte dei miracoli
dovresti stare qui con me.
In questa notte dei miracoli,
forse arrivi da un buco nel tempo,
forse scopri che ti ho amato tanto.

Davanti ai bar, al buio,
i ragazzi fanno:
“du du du du,
du du du du”.

Al telefono tu che non parli,
è una vita che cerco di odiarti,
ma riattacco sul muro l’idea.

Non piove, che strano,
ho una lacrima in mano,
di te tutto quello che ho.

In questa notte dei miracoli,
dovresti stare qui con me.
In questa notte dei miracoli,
forse arrivi con gli occhi di un altro,
forse scopri che ti ho amato tanto,
che ancora è così e di più.

La gente si ama e canta:
“du du du du,
du du du du”.

La sento la voce
del tuo cuore di noce
che ormai, no,
non spaccherò più.

Sdraiata sul muro,
non vedo il futuro.

In questa notte dei miracoli,
dovresti stare qui con me.
In questa notte dei miracoli,
forse arrivi con gli occhi di un altro,
forse il sole non è ancora spento.

In questa notte dei miracoli,
dovresti stare qui con me.
In questa notte dei miracoli,
forse arrivi con gli occhi di un altro,
forse scopri che ti ho amato tanto.

In questa notte dei miracoli,
dovresti stare qui con me.
In questa notte dei miracoli.

In questa notte dei miracoli,
dovresti stare qui con me.
In questa notte dei miracoli.

In questa notte dei miracoli,
dovresti stare qui con me.
In questa notte dei miracoli.
 
Fonte: QUI
 

 
Lato A: 5
UNA GIORNATA AL MARE

 

Autori: Paolo Conte, Giorgio Conte
Arrangiatori: Natale Massara
Testo:
Una giornata al mare,
sola e con mille lire,
sono venuta a guardare
quest'acqua e la gente che c'è
e il sole che splende più forte
e il frastuono del mondo cos'è.

Cerco ragioni e motivi di questa vita,
ma l'epoca mia sembra fatta di poche ore;
cadono sulla mia testa
le risate delle signore.

Guardo una cameriera, non parla, è straniera.
Dico due balle ad un tizio seduto su un'auto più in là,
un'auto che sa di vernice, di donne e di velocità.
Laggiù sento bimbi gridare, nel sole o nel vento, chissà.
Mi fermo a guardare palloni danzare.

Tu sei rimasta sola,
dolce madonna, sola
nelle ombre di un sogno
o forse in una fotografia,
lontani dal mare,
con solo un geranio e un balcone.

Ti splende negli occhi la notte
di tutta una vita passata a guardare
le stelle lontano dal mare
e l'epoca mia e la tua
e quella dei nonni dei nonni,
vissute negli anni a pensare.

Una giornata al mare,
tanto per non morire.
Nelle ombre di un sogno
o forse in una fotografia,
lontani dal mare,
con solo un geranio e un balcone.

Nelle ombre di un sogno
o forse in una fotografia,
lontani dal mare,
con solo un geranio e un balcone.
 
Fonte: QUI
 
MILVA - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 7 Videos10
 
mauro piffero
mauro piffero

Messaggi : 4375
Punti : 4375
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 76
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

MILVA - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi) - Pagina 7 Empty Re: MILVA - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 7 di 7 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7

Torna in alto


Italia Canora :: MUSICA LEGGERA :: 
CANTANTI/GRUPPI ANNI' 60
 :: MILVA

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum