Ci "aiuti" a crescere?
Ti ringrazio in anticipo per il tuo



Ultimi argomenti

________________________________________

DIVENTA COLLABORATORE!

Italia Canora è in continua crescita e sempre alla ricerca di collaboratori che desiderano partecipare a questo grandioso progetto.

Aiuta Italia Canora a cercare materiale come cover, videoclip testi e quant'altro occorre per inserire le discografie dei nostri grandi artisti italiani!

Se sei appassionato di musica potresti dedicarti ad inserire il tuo artista preferito con delle semplici linee guida.

Lasciami un messaggio (in chat oppure in alto su Messages), ti contatterò quanto prima!

________________________________________






________________________________________



Caricamento video...
AFFILIAZIONI - SITI - BLOG
e FORUM

LaFavolaBlu


Progetto Musico Sognante Italiano
La fiaba del mare della Musica Italiana
ed Internazionale

____________________________


Nonsolosuoni




Un sogno
fatto di musica!

______________________


_____________________


Estatica è l'enciclopedia di musica italiana, internazionale e cultura.

Discografie, recensioni, interviste, monografie, live report, video, ebooks


_____________________



________________________


_____________________



________________________



________________________

Chi è in linea
In totale ci sono 34 utenti in linea: 2 Registrati, 0 Nascosti e 32 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

admin_italiacanora, mauro piffero

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 118 il Ven Lug 14, 2017 9:34 pm





__________________________________

Ti piace il nostro Portale??
Allora votaci cliccando su questo bottone ... Grazie!!

migliori siti


www.italiacanora.net


Grazie a voi abbiamo vinto questi AWARD
nella classifica di NET-PARADE


Uno dei più belli
In classificasito internet
In classifica
Sito d'argento
DISCLAIMER
Tutte le copertine, testi e video presenti su questo forum sono solo per uso informativo e di intrattenimento.
Puoi scaricare e stampare la copertina se possiedi l'originale e hai bisogno di rimpiazzarla.
Tutto cio' che puo' essere considerato legale, dipende dalle leggi sul copyright del tuo paese di residenza. Non è nostra intenzione infrangere Copyright per cui, se ciò dovesse accadere, prego gli interessati a scrivere agl'amministratori i quali provvederanno alla rimozione immediata o a citare la fonte, se richiesto.
Lo Staff di ItaliaCanora.net non è responsabile dell'utilizzo e di eventuali danni a cose o persone causati dal materiale presente in questo forum, inoltre si tiene a precisare che tutto ciò che è presente in questo forum vi è stato messo in assoluta buona fede e senza alcuno scopo di lucro.
Traduttore - Translater
METEO ITALIA OGGI

Partner

creare un forum



Motori ricerca

Segnala il tuo sito nella directory

http://www.wikio.it

Cerrrca.com la ricerca con tre rrr


LICENZA
Licenza Creative Commons

Quest'opera è distribuita con Licenza
Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.

JIMMY FONTANA - BIOGRAFIA

Italia Canora :: MUSICA LEGGERA :: 
CANTANTI/GRUPPI ANNI' 50
 :: JIMMY FONTANA

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

JIMMY FONTANA - BIOGRAFIA

Messaggio  VIOLONE 1950 il Ven Dic 21, 2012 11:21 am



Jimmy Fontana, nome d'arte di Enrico Sbriccoli (Camerino, 13 novembre 1934), è un cantautore, contrabbassista e attore italiano. Ebbe il suo momento di massimo successo soprattutto negli anni sessanta.

Gli inizi come cantante jazz
Appassionato di jazz, impara da autodidatta a suonare il contrabbasso ed inizia a frequentare l'Hot Club di Macerata, dove si esibisce con alcuni complessi di amici; finite le superiori e conseguito il diploma in ragioneria, si trasferisce a Roma per continuare gli studi iscrivendosi alla facoltà di Economia e Commercio, ma inizia a frequentare i jazzisti della capitale, collaborando con la Roman New Orleans Jazz Band, ed in breve abbandona l'Università per dedicarsi a tempo pieno alla musica, iniziando anche a cantare, scegliendo il nome d'arte Jimmy Fontana (Jimmy in omaggio al sassofonista Jimmy Giuffre, di cui è ammiratore, mentre Fontana viene scelto a caso dall'elenco telefonico).

Incide alcuni standard jazz per la Consorti; entra poi come cantante nella Flaminia Street Jazz Band (costituita da Giorgio Benigni, Umberto De Nigris, Francesco Tomassini, Raffaele Giusti, Aldo Balzani, Giovanni Spalletti, Sandro Santoni, Wilder Petroselli e Leonello Bionda ), incidendo alcuni dischi per l'etichetta Astraphon.

Forma poi il gruppo Jimmy Fontana and His Trio con tre di loro, Raffaele Giusti al pianoforte, Sandro Santoni al contrabbasso, e Lionello Bionda alla batteria.
In questo periodo conosce Leda, che diventerà sua moglie (i due nel corso degli anni avranno 4 figli: Luigi, musicista ed arrangiatore, Roberto, Andrea e Paola)

Il passaggio alla musica leggera ed il successo
Intrapresa la carriera solista, si avvicina alla musica leggera ed ottiene un nuovo contratto con la Hollywood (etichetta della Meazzi), ottenendo un buon successo con Diavolo, pubblicata anche in Spagna (tradotta in Diablo), che si classifica al terzo posto al Festival di Barcellona.
Nel 1960 vince con Bevo il Burlamacco d'Oro, concorso musicale che si tiene a Viareggio.
Nel 1961 partecipa per la prima volta al Festival di Sanremo in coppia con Miranda Martino con il brano "Lady luna", scritto dal maestro Armando Trovajoli e da Dino Verde.
Passato poi alla RCA Italiana, per cui, oltre ad incidere altri 45 giri, canta, insieme a Gianni Meccia, Cha cha cha dell'impiccato dei Flippers, uno dei primi esempi di canzone demenziale (i due però non sono citati in copertina); il primo successo per la nuova etichetta è "Non te ne andare" (1963), canzone di cui è anche autore insieme a Gianni Meccia e a Lilli Greco.

Nel 1965 ottiene il suo più grande successo con "Il mondo", con testo di Gianni Meccia, la musica scritta in collaborazione con Carlo Pes e l'arrangiamento curato da Ennio Morricone, canzone in gara a Un disco per l'estate 1965 che viene poi interpretata anche da molti artisti internazionali in diverse versioni (fra le altre si segnala quella, con il titolo de El Mundo, del gruppo musicale spagnolo specializzato in cover, Los Catinos e soprattutto quella interpretata dalla voce d'oro di Praga Karel Gott con il titolo "Jen v Maji").
Nello stesso anno interpreta due film musicarello di Tullio Piacentini: Viale della canzone e 008 Operazione ritmo.
"La mia serenata" vince il Disco per l'estate nel 1967, mentre al Cantagiro del 1968 presenta "La nostra favola", cover della canzone di Tom Jones "Delilah". Il retro del 45 giri "La nostra favola" è la canzone "A te", tratta dall'aria "Je croix entendre encore" dall'opera di Bizet "I pescatori di perle".
Nel 1970 ottiene un buon successo con "L'amore non è bello (se non è litigarello)" (sigla della trasmissione televisiva Signore e signora, con Delia Scala e Lando Buzzanca).

Che sarà
Nel 1971 scrive la musica in collaborazione con Italo "Lilli" Greco e Carlo Pes e parte del testo insieme a Franco Migliacci della canzone "Che sarà": l'obiettivo è quella di presentarla a Sanremo, e Fontana produce la registrazione a Los Angeles di Josè Feliciano che registra 3 versioni della sua canzone: in Italiano, in spagnolo (dal titolo "Que Serà") e in Inglese (titolo "Shake a Hand") prodotte da Rick Jarrard; quindi, rientrato in Italia, trova la strada sbarrata per la partecipazione al Festival insieme all'amico e collega portoricano.
Ennio Melis, allora Direttore Artistico della RCA, ha deciso di sfruttare la magia emotiva della canzone per consacrare al successo un nuovo giovane gruppo, i Ricchi e Poveri, già fattisi notare l'anno precedente al festival interpretando in coppia con l'autore Nicola Di Bari La prima cosa bella.
Jimmy, che ha comunque diritto in quanto compositore-autore della canzone all'ultima parola, non concede l'autorizzazione, fin quando Melis non afferma che, senza i Ricchi e Poveri, la canzone non avrebbe partecipato ad alcun Festival; in seguito a tale forzatura Fontana concede, suo malgrado, l'autorizzazione.
La canzone si classifica al secondo posto al Festival, ma assolutamente prima nelle vendite, tanto da rivelarsi, ancora oggi, una delle canzoni italiane più famose, riprodotte ed eseguite nel mondo intero.

Gli anni '70: il declino ed il ritorno
Deluso dalla vicenda di Che sarà, Jimmy Fontana, pur continuando ancora ad incidere, non ottiene più il successo del decennio precedente, per cui per alcuni anni interrompe del tutto l'attività, trasferendosi a Macerata, città in cui apre un bar che gestisce per cinque anni.
Ritorna nel 1979 con "Identikit" (sigla della serie televisiva Gli invincibili) che riscuote un discreto successo, confermato poi da "Beguine", una canzone che viene presentata con buon successo al Festival di Sanremo 1982, e che ha una particolarità: la musica nasce da una delle prime melodie scritte dal figlio Luigi,che poi lo accompagnerà,come collaboratore musicale, pianista e cantante.
Negli anni successivi forma il gruppo "I Superquattro" insieme ai colleghi Gianni Meccia, Nico Fidenco e Riccardo Del Turco, con i quali partecipa a molti programmi televisivi.
Ha lavorato anche nel cinema, in film musicali quali Io bacio... tu baci o di commedia all'italiana come La voglia matta.
Una sua canzone, Bambola bambina, è stata utilizzata come sigla italiana del telefilm La donna bionica.
In occasione del Festival di Sanremo 1994 ha fatto parte del gruppo "Squadra Italia", appositamente costituito per l'occasione, cantando il brano "Una vecchia canzone italiana".
Successivamente continuò a fare serate musicali in giro per l'Italia.

La passione per le armi e il caso della mitraglietta delle stragi
Jimmy Fontana era appassionato di armi da fuoco, possedeva il porto d'armi e collezionava pistole. Nel 1971 ha acquistato presso un'armeria di Sanremo una mitraglietta Cz 61 Skorpion che sarà ritrovata nel 1988 in un covo delle Brigate Rosse e riconosciuta come arma utilizzata in numerosi attentati tra cui la strage di Acca Larentia (1978) e l'attentato a Roberto Ruffilli (1988).
Il cantante ha affermato di averla venduta nel 1977 a un poliziotto presso un'armeria di Roma: il poliziotto confermò di essere stato interessato all'acquisto dell'arma ma nega che ciò sia avvenuto; i titolari dell'armeria confermano di aver messo in contatto i due ma di non sapere se la vendita si sia poi effettivamente conclusa.[
Fonte: QUI
avatar
VIOLONE 1950
Admin

Messaggi : 542
Punti : 1588
Data d'iscrizione : 29.11.12
Età : 67
Località : PISTOIA

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: JIMMY FONTANA - BIOGRAFIA

Messaggio  admin_italiacanora il Gio Set 12, 2013 3:10 pm



Addio a Jimmy Fontana, il cantante del «Mondo» e di «Che sarà»
Cantante, contrabbassista e attore era malato da tempo. Avrebbe compiuto 79 anni a novembre; è morto nella sua abitazione di Roma il cantante.
A renderlo noto il suo agente Pasquale Mammaro. Fontana avrebbe compiuto a novembre 79 anni ed era malato da tempo. Fontana ebbe il suo periodo di massimo successo negli anni ’60. Tra i suoi brani più noti «Che sarà», inciso nel 1971.  
Fontana, che all’anagrafe si chiamava Enrico Sbriccoli era nato a Camerino il 13 novembre 1934. Appassionato di jazz, imparo’ da autodidatta a suonare il contrabbasso e iniziò a frequentare l’Hot Club di Macerata, dove si esibiva con complessi di alcuni amici. Conseguito il diploma in ragioneria, si era trasferito a Roma dove si iscrisse alla facoltà di Economia e Commercio. Iniziò a frequentare i jazzisti della capitale, collaborando con la Roman New Orleans Jazz Band. In breve abbandonò l’Università per dedicarsi a tempo pieno alla musica, e iniziò anche a cantare, scegliendo il nome d’arte di Jimmy Fontana (Jimmy in omaggio al sassofonista Jimmy Giuffre, di cui è ammiratore, Fontana -raccontò poi- venne scelto a caso dall’elenco telefonico).

Incise alcuni standard jazz per la Consorti; entrò poi come cantante nella Flaminia Street Jazz Band (costituita da Giorgio Benigni, Umberto De Nigris, Francesco Tomassini, Raffaele Giusti, Aldo Balzani, Giovanni Spalletti, Sandro Santoni, Wilder Petroselli e Leonello Bionda ), incidendo alcuni dischi per l’etichetta Astraphon. Formò poi il gruppo Jimmy Fontana and His Trio con tre di loro, Raffaele Giusti al pianoforte, Sandro Santoni al contrabbasso, e Lionello Bionda alla batteria. In questo periodo conobbe Leda, che diventerà sua moglie (nel corso degli anni avranno 4 figli: Luigi, musicista ed arrangiatore, Roberto, Andrea e Paola) Intrapresa la carriera solista, si avvicinò alla musica leggera ed ottiene un nuovo contratto con la Hollywood (etichetta della Meazzi), ottenendo un buon successo con Diavolo, pubblicata anche in Spagna (tradotta in Diablo), che si classifica al terzo posto al Festival di Barcellona.
Nel 1960 vinse con Bevo il Burlamacco d’Oro, concorso musicale che si tiene a Viareggio. Nel 1961 partecipò per la prima volta al Festival di Sanremo in coppia con Miranda Martino con il brano «Lady luna», scritto dal maestro Armando Trovajoli e da Dino Verde.
Fonte: QUI


Jimmy Fontana era la voce di Macerata, l'ultimo concerto a San Severino
L'ultimo concerto di Jimmy Fontana nelle Marche è stato a San Severino questa estate, il 30 agosto scorso ,ed era apparso in ottima forma.
Il maceratese Enrico Sbriccoli - vero nome del cantautore morto ieri a quasi 79 anni - era legato a San Severino, dove la sua famiglia aveva dimorato nell'immediato dopoguerra e dove si era sposato l’8 aprile del 1962 nella chiesa di San Lorenzo in Doliolo, una delle chiese più antiche e suggestive della città, con Leda Distasi, da cui ha avuto quattro figli.
Sabato prossimo era atteso per un concerto, sempre nelle Marche, a Pioraco.
Era un maceratese doc Jimmy Fontana, nato a Camerino e cresciuto a Macerata dove vive il fratello. A Macerata era per tutti un amico caro, quando poteva tornava sempre nella sua terra e veniva accolto con grande calore dai vecchi amici d’infanzia.

Macerata era la città dei sui esordi con il jazz quando Enrico Sbriccoli, contrabbassista autodidatta, inizia a suonare in diversi locali, tra cui l'Hot club di Macerata dove si esibisce con alcuni complessi. Dopo il diploma in ragioneria si trasferisce a Roma dove inizia a studiare Economia e a frequentare il giro dei jazzisti della capitale. In breve tempo abbandona gli studi e si dedica completamente alla musica scegliendo il nome d'arte Jimmy Fontana ma non abbandonando mai le due radici, la sua città, Macerata e i due fratelli.
Anche se viveva a Roma da sempre, Sbriccoli era di casa a Macerata, dove è rimasto il fratello Americo, noto chirurgo, ex primario di Chirurgia all'ospedale di Macerata e attuale presidente dell'Ordine dei medici della provincia di Macerata, proprio ieri partito per la Germania per una breve vacanza e tornato d’urgenza per il grave lutto. L'altro fratello, il professor Mario Sbriccoli, docente di Storia del diritto e preside per due mandati della facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Macerata, è morto nel 2005. Tre fratelli molto uniti.

Il sindaco di Macerata Romano Carancini lo ricorda con grande affetto: «Se ne va certamente uno dei più importanti ambasciatori di questa città nel mondo. L'unica consolazione è che le sue canzoni resteranno come testimonianza di un legame tra la sua terra e il mondo. Io amo le sue canzoni e quando giocavo a calcio, negli spogliatoi, cantavo sempre “Il mondo”, era il mio portafortuna. Il massimo della soddisfazione l'ho raggiunta tre anni fa quando Jimmy Fontana venne agli Antichi forni, a Macerata, e un gruppo di turisti gli chiese di cantare “Il mondo”, a quel punto lui ha voluto che la cantassimo insieme e così è stato. Avrei tanto voluto che tornasse, magari per suonare all’Arena Sferisterio».
Fonte: QUI




avatar
admin_italiacanora
Admin

Messaggi : 1860
Punti : 4038
Data d'iscrizione : 09.04.10
Età : 66
Località : Toscana

Vedi il profilo dell'utente http://www.italiacanora.net

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

Italia Canora :: MUSICA LEGGERA :: 
CANTANTI/GRUPPI ANNI' 50
 :: JIMMY FONTANA

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum