Ci "aiuti" a crescere?
Ti ringrazio in anticipo per il tuo



Ultimi argomenti

________________________________________

DIVENTA COLLABORATORE!

Italia Canora è in continua crescita e sempre alla ricerca di collaboratori che desiderano partecipare a questo grandioso progetto.

Aiuta Italia Canora a cercare materiale come cover, videoclip testi e quant'altro occorre per inserire le discografie dei nostri grandi artisti italiani!

Se sei appassionato di musica potresti dedicarti ad inserire il tuo artista preferito con delle semplici linee guida.

Lasciami un messaggio (in chat oppure in alto su Messages), ti contatterò quanto prima!

________________________________________






________________________________________



Caricamento video...
AFFILIAZIONI - SITI - BLOG
e FORUM

LaFavolaBlu


Progetto Musico Sognante Italiano
La fiaba del mare della Musica Italiana
ed Internazionale


____________________________


Nonsolosuoni




Un sogno
fatto di musica!


______________________


_____________________




_____________________



Estatica è l'enciclopedia di musica italiana, internazionale e cultura.

Discografie, recensioni, interviste, monografie, live report, video, ebooks


_____________________




________________________



________________________



________________________

Chi è online?
In totale ci sono 33 utenti in linea: 1 Registrato, 0 Nascosti e 32 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

mauro piffero

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 422 il Gio Giu 14, 2018 9:48 pm





__________________________________

Ti piace il nostro Portale??
Allora votaci cliccando su questo bottone ... Grazie!!

migliori siti


www.italiacanora.net


Grazie a voi abbiamo vinto questi AWARD
nella classifica di NET-PARADE


Uno dei più belli
In classificasito internet
In classifica
Sito d'argento
DISCLAIMER
Tutte le copertine, testi e video presenti su questo forum sono solo per uso informativo e di intrattenimento.
Puoi scaricare e stampare la copertina se possiedi l'originale e hai bisogno di rimpiazzarla.
Tutto cio' che puo' essere considerato legale, dipende dalle leggi sul copyright del tuo paese di residenza. Non è nostra intenzione infrangere Copyright per cui, se ciò dovesse accadere, prego gli interessati a scrivere agl'amministratori i quali provvederanno alla rimozione immediata o a citare la fonte, se richiesto.
Lo Staff di ItaliaCanora.net non è responsabile dell'utilizzo e di eventuali danni a cose o persone causati dal materiale presente in questo forum, inoltre si tiene a precisare che tutto ciò che è presente in questo forum vi è stato messo in assoluta buona fede e senza alcuno scopo di lucro.
Traduttore - Translater
METEO ITALIA OGGI

Partner

creare un forum



Motori ricerca

Segnala il tuo sito nella directory

http://www.wikio.it

Cerrrca.com la ricerca con tre rrr


LICENZA
Licenza Creative Commons

Quest'opera è distribuita con Licenza
Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.

GINO PAOLI - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)

Italia Canora :: MUSICA LEGGERA :: 
LE CANZONI DELLE NOSTRE BELLE CITTA'
 :: I CANTANTI E LE CANZONI GENOVESI

 :: GINO PAOLI

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Andare in basso

GINO PAOLI: 1973 - UN AMORE DI SECONDA MANO/AMARE INUTILMENTE (45 Giri)

Messaggio  mauro piffero il Sab Mar 24, 2018 12:11 am

1. TITOLO:
 
1973 - UN AMORE DI SECONDA MANO/AMARE INUTILMENTE
 
# Etichetta: DURIUM # Catalogo: Ld A 7808 # Data pubblicazione: Aprile 1973 # Matrici: D 34923/D 34925 # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.)# Facciate: 2
 
Note: Data matrici: 23 Marzo-30 Marzo / Lato A: "Un Disco per l'Estate 1973" / Distribuito da Durium - Milano
 
 
2. COVER:
 
   
 
   
 
 
Edizione servizio "JUKE BOX" vietata la vendita"
 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
UN AMORE DI SECONDA MANO

 
      Lato B:
AMARE INUTILMENTE

 
     

Autori: Bruno Pallini, Gino Paoli, Lorenzo Raggi
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
     
Autori: Gaetano Agate, Gino Paoli
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Ora lo so
che non si può
amare da morire
senza avere in cambio niente

Che non vuol dire niente
se il resto della gente
che ti crede felice
invidia il tuo sorriso

Amare inutilmente
senza mai chiedere
una parola, un gesto che
voglia dire un po' d'amore
per te, anche per te

Amore no
così non si può andare avanti
Amore no
la vita non si butta via per niente
Amore no
un giorno dopo l'altro
senza che non cambi niente

Che non vuol dire niente
se il resto della gente
che ti crede felice
invidia il tuo sorriso

Amare inutilmente
senza mai chiedere
una parola, un gesto che
voglia dire un po' d'amore
per te, anche per te

Amore no
così non si può andare avanti
Amore no
la vita non si butta via per niente
Amore no
un giorno dopo l'altro
senza che non cambi niente
Amore no…
 
Fonte: QUI
 
 
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1933
Punti : 1933
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

GINO PAOLI: 1974 - NONOSTANTE TUTTO/LA DONNA CHE AMO (45 Giri)

Messaggio  mauro piffero il Sab Mar 24, 2018 11:20 am

1. TITOLO:
 
1974 - NONOSTANTE TUTTO/LA DONNA CHE AMO
 
# Etichetta: DURIUM # Catalogo: Ld AI 7859 # Data pubblicazione: Luglio 1974 # Matrici: D 35034/D 35035 # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.)# Facciate: 2
 
Note: Data matrici: 9 Luglio / Distribuito da Durium - Milano
 
 
2. COVER:
 
   
 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
NONOSTANTE TUTTO (Que va ser de ti)

 
      Lato B:
LA DONNA CHE AMO (La muje que yo chiero)

 
     

Autori: Gino Paoli, Lorenzo Raggi, Joan Manuel Serrat
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Ho vissuto tanto ma
Non ho capito mai
Come sono
Ed ho passato tutta
La gioventù
Chiedendo agli altri una scusa
Per capire a cosa serve
L’avventura che non ho chiesto io

Davo retta a quelli che
Sapevan più di me
Donne, amici
Preti, santi, vecchi e profeti ebrei
Mi hanno fatto un po’ di bene
Le parole dei poeti
E sparì, sparì, veloce, leggera
La mia avventura in fiore

Nonostante tutto non so niente
Dopo che sarà di me
Nonostante tutto non so niente
Ora che sarà di me

Ho sperato il giorno che
ti ho avuto accanto a me
Tu la donna che avrei capito tutto
Negli occhi tuoi
Ma i perché sono tornati
Anzi, anzi sono raddoppiati
Mal comune, si sta meglio in due

Poi tu vuoi dare ai perché
La vita che hanno in sé
E il bambino viene a ridarti quello
Che non hai più
I perché tornano fuori
Ma s’invertono, ora, i ruoli

E lui che adesso chiede una scusa
Per la sua avventura in fiore

Nonostante tutto non so niente
Cosa gli dirò di me
Nonostante tutto non so niente
Cosa ne sarà di noi

Nonostante tutto non so niente
Cosa gli dirò di me
Nonostante tutto non so niente
Cosa ne sarà di noi
 
Fonte: QUI
     
Autori: Gino Paoli, Lorenzo Raggi, Joan Manuel Serrat
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
La donna che amo mi fa cantare
mi fa fare lo scemo e mi fa pensare
certo ha molti difetti, dice mia madre
è tutta pelle e ossa, dice mio padre
però la verità che le trovo nel viso
è il mio pane, è il mio vino, è nel suo sorriso
tanto per dire
e non le servirà per sapere se è amata
di sfogliare ogni notte una margherita.

La donna che amo è una mela stregata
non puoi più farne a meno se l’hai assaggiata
per lei sono impazziti tutti gli amici
e si mangian le mani i miei nemici
con lei posso parlare senza pudore
e i miei giochi proibiti li chiama amore
e non vergogna
la donna che amo è la mia padrona
è mia madre, il mio cane e la mia puttana.

La donna che amo mi lega al dito
come un ricciolo suo quando è spettinato
in bocca sua le cose che non capisco
diventano una bibbia che porto in tasca
io pensavo di averla e mi ha avuto lei
col mio cane il mio letto e gli amici miei
povero Gino
la donna che ami ti lega al dito
però fino a che punto l’avrà capito?
 
Fonte: QUI
 
 
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1933
Punti : 1933
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

GINO PAOLI: 1974 - IL MANICHINO/CHOPIN (45 Giri)

Messaggio  mauro piffero il Sab Mar 24, 2018 11:44 am

1. TITOLO:
 
1974 - IL MANICHINO/CHOPIN
 
# Etichetta: DURIUM # Catalogo: Ld AI 7865 # Data pubblicazione: Ottobre 1974 # Matrici: D 35042/D 35043 # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.)# Facciate: 2
 
Note: Data matrici: 10 Ottobre-4 Ottobre / Distribuito da Durium - Milano
 
 
2. COVER:
 
   
 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
IL MANICHINO (De carton piedra)

 
      Lato B:
CHOPIN

 
     

Autori: Gino Paoli, Lorenzo Raggi, Joan Manuel Serrat
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Con gli occhi chiari e le ciglia all’insù
ed un vestito firmato Carden
mi sorrideva dentro una vetrina
con la sua bocca rossa e piccolina

Nei suoi piedini le scarpe marron
su cui brillava la luce del sol
bella pulita era sempre alla moda
sempre ordinata pronta per uscire

Io, ogni momento ero li da lei
innamorato del viso suo di cartapesta
e lì tra saldi offerte e novità
con lei l’inverno era d’estate
era più dolce la mia pena

Tutte le donne che ho avuto fin qui
m’hanno soltanto sbranato di più
m’hanno mangiato tutto, tutto quel che avevo
ed hanno riso di quel che dicevo

La prima volta mi han detto di si
poi mi hanno sputato addosso dei no
giocar la carta che gli dà il momento
domani, domani è solo un avverbio di tempo

No, lei era li dentro la sua vetrina
e mi aspettava ogni mattina come una sposa
come un uccellino chiedendomi
andiamo via, andiamo via, viviamo insieme questa storia

Una sassata e il cristallo va giù
e poi di corsa con lei a casa mia
io la stringevo qui tra le mie braccia
e accarezzavo quella strana faccia
sotto la pioggia balliamo “uno due tre, un due tre”
un valzer lento suonava da se
ed io parlavo del nostro futuro
e lei piangeva in silenzio, io lo giuro

E tra quattro pareti e un tetto
li si calmò nel nostro petto, pena con pena
via in sella tutto l’universo ho fatto del passato un verso
nascosto dentro a un poema

e poi
poi sono arrivati loro e mi hanno tirato fuori
a spintoni dalla mia casa
e mi hanno rinchiuso qui tra quattro pareti bianche
dove vengono
vengono a trovarmi i miei amici
di giorno in giorno, di mese in mese, di anno in anno
 
Fonte: QUI
     
Autori: Gino Paoli, Lorenzo Raggi, Joan Manuel Serrat
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Lavoratore, questo forse no
Aristocratico però
Con il blasone già impegnato
Al monte

Cammina in mezzo al bene e al male
Con la cadenza quasi sempre uguale
Metà santone
Metà faccia da schiaffi

Chopin, Chopin
Vecchio Chopin
E’ stato in tutte le cantine
Conosce tutte le puttane
S’è fermato in ogni porto

Tra la rovina e la ricchezza
Tra le bugie e le promesse
Sorride ancora a tutti
Chopin

Quello che manca
Entrando in casa sua
È il caminetto, vera antichità
Venduto in fretta ad un americano

Però non cambia il cielo per
Un disegnino che hai buttato giù
E che hai attaccato senza la cornice

Chopin, Chopin
Vecchio Chopin
Si emoziona con i motori
Con le bimbe e con i fiori
Con Puccini e un vecchio cane

Ha l’incoscienza di un bambino
E la dolcezza di un cretino
Crede ancora all’amore Chopin

Con te un blues in si bemolle
Suonato tralasciando il sol
Diventa un pezzo fatto da
Count Basie

Io faccio un brindisi per te
Insieme a tutta la mia gioventù
Re dei paesi dove metti piede

Chopin, Chopin
Vecchio Chopin
Che fine farai, coglione
Se all’ultima stazione
Non avrai più neanche l’ombra
Di un corpo dolce di vent’anni
Dove scordare i disinganni di trent’anni d’amore,
Chopin
 
Fonte: QUI
 
 


Ultima modifica di mauro piffero il Sab Mar 24, 2018 2:42 pm, modificato 1 volta
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1933
Punti : 1933
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

GINO PAOLI: 1974 - I SEMAFORI ROSSI NON SONO DIO (L.P. 33 Giri)

Messaggio  mauro piffero il Sab Mar 24, 2018 2:37 pm

1. TITOLO:
 
1974 - I SEMAFORI ROSSI NON SONO DIO
 
# Etichetta: DURIUM # Catalogo: ms AI 77348 # Data pubblicazione: Settembre 1974 # Matrici: D. St. 051253/D. St. 051254 # Genere: Pop # Supporto: vinile 33 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Data matrici: 9 Luglio / Copertina di Umberto Lega apribile a libretto con un inserto di quattro pagine con i testi delle canzoni e fotografie di Roberto Villa di cui una dell'artista / Registrato da Pino Ciancioso e Davide Marinoni - Mixato da Pino Ciancioso
 
 
2. RECENSIONE:
 
I semafori rossi non sono Dio è un album del cantautore italiano Gino Paoli, pubblicato dall'etichetta discografica Durium nel 1974.

L'album è prodotto da Alberto Martinelli. I brani sono firmati da Joan Manuel Serrat, Lorenzo Raggi e lo stesso interprete, mentre gli arrangiamenti e la direzione d'orchestra sono curati da Pinuccio Pirazzoli.

Dal disco vengono tratti i singoli Il manichino/Chopin e Nonostante tutto/La donna che amo.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER di: I SEMAFORI ROSSI NON SONO DIO
 
   
 
   
 
   
 
      
 
      
 
 
4. TRACK LIST di: I SEMAFORI ROSSI NON SONO DIO
 
Lato A Lato B



  • B01 I MIEI DIECI ANNI (Mi niñez)
  • B02 MEDITERRANEO
  • B03 LA SBANDATA (Lucìa)
  • B04 CHOPIN
  • B05 MA ANDATE A... (Vagabundear)
 


 
 
Lato B: 1
I MIEI DIECI ANNI (Mi niñez)

 
      Lato B: 2
MEDITERRANEO

 
     

Autori: Gino Paoli, Lorenzo Raggi, Joan Manuel Serrat
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
     
Autori: Gino Paoli, Lorenzo Raggi, Joan Manuel Serrat
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Sono nato in riva al mare
son cresciuto sulla spiaggia
e nell’ombra di uno scoglio

dorme il mio primo amore
come una barca che dondola allo scirocco

e nascosti nella sabbia
ho lasciato sogni e giochi

io…

che trascino addosso a me
l’amaro del pianto eterno
che ha versato in te la gente

da Marsiglia ad Istanbul
per pitturare di blu
le lunghe onde d’inverno

sei pieno d’avventure,
di tesori e di sventure…

ai tuoi tramonti rosso fuoco
sono abituati gli occhi
di un bambino che correva

son cantante e son bugiardo
amo il gioco ed il buon vino
sono un uomo nato al mare

che ci posso fare se
son nato in Mediterraneo
son nato in Mediterraneo

Ti avvicini e te ne vai
come il sonno di un bambino
giocando con la marea

te ne vai ma tornerai
come una donna che profuma
di ginestre

che si ricorda e si vuole
che si conosce e si teme

voi…

se un giorno anche per me
arriverà la Signora
butterete in mar la barca

con un levante autunnale
lasciando che il temporale
apra la sua ala bianca

e non piangete io rivivo
tra la mia terra e un ulivo

lì nella stretta fascia di un monte
più alto dell’orizzonte
vedrò sotto il mio mare

il mio corpo sarà sale,
sarà il bianco di una vela,
il giallo di una ginestra

vicino al mar perché
son nato in Mediterraneo
son nato in Mediterraneo
son nato in Mediterraneo..
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 3
UN'ALTRA ESTATE (Aquellas pequeñas cosas)

 
      Lato B: 3
LA SBANDATA (Lucìa)

 
     

Autori: Gino Paoli, Lorenzo Raggi, Joan Manuel Serrat
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Uno lo sa
che ci sarà un'altra estate,
ma resta lì
a prender su
l'ultimo sole.
Invece poi si porta via
soltanto la malinconia
di non saper
se tornerà
un'altra estate
Ma chi lo sa
se non sei tu
l'ultimo amore.
La spiaggia ormai
di te e di me
ha solo un'eco
In fretta il tempo passerà
forse l'estate tornerà,
ma fra noi due
ci sarà sempre
un anno in più.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Gino Paoli, Lorenzo Raggi, Joan Manuel Serrat
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
 
Lato A: 4
LA LIBERTA' (Còmo un gorriòn)

 
      Lato B: 5
MA ANDATE A... (Vagabundear)

 
     

Autori: Gino Paoli, Lorenzo Raggi, Joan Manuel Serrat
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
E’ leggera come un soffio
Ma sente il peso che ha
Ha un’aria tra il dolce e il triste
Come un gabbiano

Sembra che dorma sull’acqua
Armi e difese non ha
Ma nessuno sa afferrarla come un gabbiano

Nata libera al vento
Padroni e nidi non ha
E si muove per istinto
Come un gabbiano

Grande vela bianca
Che non si ferma, che non si stanca
Che sfiora il sole, che sfida il vento
Soltanto l’uomo ti butta giù

Grande vela bianca
Che bevi l’acqua di tutti i mari
Nella mia mano
Non bevi mai

E per campare non vende
Piume e canzoni che ha
Canta solo molto in alto
Come un gabbiano

Non le fa pena il pulcino
Ma non invidia il tuo jet
Le basta andare dove vuole
Come un gabbiano

Vola quel tanto che basta
Vivendo la libertà
Che nessuno può rubarle
Come un gabbiano

Grande vela bianca
Che non si ferma, che non si stanca
Che sfiora il sole, che sfida il vento
Soltanto l’uomo ti butta giù

Grande vela bianca
Che bevi l’acqua di tutti i mari
Nella mia mano
Non bevi mai
 
Fonte: QUI
     
Autori: Gino Paoli, Lorenzo Raggi, Joan Manuel Serrat
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Stufo, sono proprio stufo
Di dire sì
Di stare sempre in fila
Con altri sei
I semafori rossi
Non sono Dio
Io voglio far la strada
Che voglio io
Se poi voi state qui
Andate a…

Se a Milano morisse, oggi, Gesù
Avrebbe un funerale con altri due
La sua vita a puntate farebbe spot
Forse la leggereste o forse no
Neanche lui ha un posto qui
Ma andate a…

La donna che io avevo
Chiedeva se
Se stavo attento quando
Morivo in lei
“La morte porta vita”,
Dicevo io
“La vita costa soldi”,
Diceva lei

Il mondo vuole tutto
Quel che tu hai
Ma non s’accorge mai
Di quel che gli dai

Il mondo ti dà tutto
Quel che non vuoi
Ma poi vuol occuparsi
Dei fatti tuoi

Prendo su e vado via
Ma andate a…

Mi sono proprio rotto
E vado via
Dove c’è un uomo buono
E la patria mia

Dove non serve carta d’identità
Dove la gente t’accetta
Per quel che sei

E se voi state qui
Andate a…
Ma se voi state qui
Andate a…
 
Fonte: QUI
 
 
 


Ultima modifica di mauro piffero il Lun Mar 26, 2018 12:14 am, modificato 1 volta
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1933
Punti : 1933
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

GINO PAOLI: 1975 - LA RAGAZZA SENZA NOME/E' FACILE AMARTI (45 Giri)

Messaggio  mauro piffero il Sab Mar 24, 2018 3:23 pm

1. TITOLO:
 
1975 - LA RAGAZZA SENZA NOME/E' FACILE AMARTI
 
# Etichetta: DURIUM # Catalogo: Ld AI 7882 # Data pubblicazione: Aprile 1975 # Matrici: D 35094/D 35095 # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.)# Facciate: 2
 
Note: Data matrici: 8 Aprile / Lato A: "Un Disco per l'Estatate 1975" / Distribuito da Durium - Milano
 
 
2. COVER:
 
   
 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
LA RAGAZZA SENZA NOME

 
      Lato B:
E' FACILE AMRTI

 
     

Autori: Gino Paoli
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
     
Autori: Gino Paoli
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
 
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1933
Punti : 1933
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

GINO PAOLI: 1975 - CIAO, SALUTIME UN PO' ZENA (L.P. 33 Giri)

Messaggio  mauro piffero il Sab Mar 24, 2018 5:18 pm

1. TITOLO:
 
1975 - CIAO, SALUTIME UN PO' ZENA
 
# Etichetta: DURIUM # Catalogo: ms AI 77367 # Data pubblicazione: Agosto 1975 # Matrici: D. St. 051359/D. St. 051360 # Genere: Pop # Supporto: vinile 33 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Data matrici: 30 Luglio / Copertina apribile con testi, spiegazione dei termini dialettali, note di presentazione di Aidano Schmuckher e di Gino Paoli / Disegni di Gino Paoli / Realizzazione di Gigi Cacace e Armando Celso / Annotazioni e commenti di Aidano Schmuckher
 
 
2. COVER di:CIAO, SALUTIME UN PO' ZENA
 
   
 
   
 
   
 
 
3. TRACK LIST di: CIAO, SALUTIME UN PO' ZENA
 
Lato A Lato B

  • A1 SALUTI A ZENA
  • A2 PICCON DAGGHE CIANIN
  • A3 A CANSON DA CHEULLIA
  • A4 MA SE GHE PENSO
  • A5 BOCCADÄZE
  • A6 O CAPPELLO
  • A7 CHITARRA ZENEISE


  • B1 O SCIÖCO
  • B2 TRIPPERIA
  • B3 ARRIO
  • B4 O STRAÇÇÊ
  • B5 MAE BEN
  • B6 PREGHËA DE N'EMIGRANTE
 
 
Lato A: 1
SALUTI A ZENA

 
      Lato B: 1
O SCIÖCO

 
     

Autori: Anselmi
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
     
Autori: Giorgio Calabrese, Bruno Lauzi, Gian Franco Reverberi
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
 
Lato A: 2
PICCON DAGGHE CIANIN

 
      Lato B: 2
TRIPPERIA

 
     

Autori: Ottavio De Santis, Pesce
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
     
Autori: Sergio Alemanno, Piccolo
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
 
Lato A: 3
A CANSON DA CHEULLIA

 
      Lato B: 3
ARRIO

 
     

Autori: Mario Cappello, Attilio Margutti
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
     
Autori: Elio Mereu, Gian Franco Reverberi
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
 
Lato A: 4
MA SE GHE PENSO

 
      Lato B: 4
O STRAÇÇÊ

 
     

Autori: Mario Cappello, Attilio Margutti
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
O l'êa partîo sensa 'na palanca,
l'êa zâ trent'anni, fòrse anche ciù.
O l'aveiva lotòu pe mette i dinæ a-a banca
e poèisene un giorno vegnî in zù
e fâse a palasinn-a e o giardinetto,
co-o ranpicante, co-a cantinn-a e o vin,
a branda atacâ a-i èrboi, a ûzo létto,
pe dâghe 'na schenâ séia e matin.
Ma o figgio o ghe dixeiva: «No ghe pensâ
a Zena, cöse ti ghe veu tornâ?!»

Ma se ghe penso alôa mi veddo o mâ,
veddo i mæ monti, a ciassa da Nonçiâ,
riveddo o Righi e me s'astrenze o cheu,
veddo a lanterna, a cava, lazù o Meu...
Riveddo a-a séia Zena iluminâ,
veddo là a Fôxe e sento franze o mâ
e alôa mi penso ancon de ritornâ
a pösâ e òsse dôve ò mæ madonâ.

E l'êa pasòu do tenpo, fòrse tròppo,
o figgio o l'inscisteiva: «Stemmo ben,
dôve ti veu andâ, papà?.. pensiêmo dòppo,
o viâgio, o mâ, t'ê vêgio, no conven!».
«Oh no, oh no! me sento ancon in ganba,
son stùffo e no ne pòsso pròpio ciû,
son stanco de sentî señor caramba,
mi véuggio ritornâmene ancon in zù...
Ti t'ê nasciûo e t'æ parlòu spagnòllo,
mi son nasciûo zeneize e... no me mòllo!».

Ma se ghe penso alôa mi veddo o mâ,
veddo i mæ monti, a ciassa da Nonçiâ,
riveddo o Righi e me s'astrenze o cheu,
veddo a lanterna, a cava, lazù o Meu...
Riveddo a-a séia Zena iluminâ,
veddo là a Fôxe e sento franze o mâ
e alôa mi penso ancon de ritornâ
a pösâ e òsse dôve ò mæ madonâ.

E sensa tante cöse o l'é partîo
e a Zena o gh'à formòu torna o so nîo.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Sergio Alemanno, Piccolo
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
 
Lato A: 5
BOCCADÄZE

 
      Lato B: 5
MAE BEN

 
     

Autori: Anonimo
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
     
Autori: Roberto Livraghi
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
 
Lato A: 6
O CAPPELLO

 
      Lato B: 6
PREGHËA DE N'EMIGRANTE

 
     

Autori: Anonimo
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Hai lasciato a casa… il tuo sorriso
Forse… sopra un libro
O nel vetro… del tuo specchio

Hai lasciato a casa… quasi tutto del tuo viso
Senza una parola
Stringi la mia mano… stasera

Hai lasciato a casa… il tuo sorriso
Forse… forse in fondo a un quadro
O tra i fiori nel giardino

Mentre ci lasciamo sento ormai… che son perdute
Quelle cose tanto piccole
Quelle frasi così semplici
Che volevano soltanto…
Il tuo sorriso
 
Fonte: QUI
     
Autori: Armando Celso
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
 
Lato A: 7
CHITARRA ZENEISE

 

Autori: Bergonzi, A. Carbone
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 

 


Ultima modifica di mauro piffero il Gio Apr 12, 2018 7:51 pm, modificato 2 volte
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1933
Punti : 1933
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

GINO PAOLI: 1976 - INDOLENCE/QUANDO TI AMO (45 Giri)

Messaggio  mauro piffero il Sab Mar 24, 2018 6:15 pm

1. TITOLO:
 
1976 - INDOLENCE/QUANDO TI AMO
 
# Etichetta: DURIUM # Catalogo: Ld AI 7942 # Data pubblicazione: Novembre 1976 # Matrici: D 35184/D 35185 # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.)# Facciate: 2
 
Note: Data matrici: 19 Novembre / Distribuito da Durium - Milano
 
 
2. RECENSIONE:
 
Ancora un brano raffinato e molto sentito di Gino Paoli che puntualmente non trova riscontro nelle classifiche di vendita. Ma, forse, questo a Paoli non interessa più di tanto. Preferisce rimanere fedele alla sua linea produttiva piuttosto che svendersi al mercato. Del resto uno zoccolo duro di persone che lo seguono comunque c'è ed è su queste che presto Paoli fonderà la sua rinascita come artista da hit parade.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
 
Edizione speciale "JUKE BOX" vietata la vendita
 
   
 
 
4. TRACK LIST
 
Lato A:
INDOLENCE

 
      Lato B:
QUANDO TI AMO

 
     

Autori: Gino Paoli, Lorenzo Raggi
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
     
Autori: Gino Paoli
Orchestra Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
 


Ultima modifica di mauro piffero il Lun Mar 26, 2018 12:16 am, modificato 2 volte
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1933
Punti : 1933
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

GINO PAOLI: 1977 - 67 PAROLE D'AMORE/MADAMA MALINCONIA (45 Giri)

Messaggio  mauro piffero il Sab Mar 24, 2018 7:19 pm

1. TITOLO:
 
1977 - 67 PAROLE D'AMORE/MADAMA MALINCONIA
 
# Etichetta: DURIUM # Catalogo: Ld AI 7981 # Data pubblicazione: Giugno 1977 # Matrici: # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.)# Facciate: 2
 
Note: Data matrici: 20 Giugno / Copertina apribile a libretto con i testi delle due canzoni / Distribuito da Durium S.p.A. - Milano
 
 
2. RECENSIONE:
 
Gino Paoli torna in sala d'incisione e pubblica per la Durium il suo nuovo doppio album dall'emblematico titolo de Il mio mestiere. Nel 33 giri, si trovano canzoni di grande atmosfera ma molto particolari che faticano, in quel periodo non proprio roseo per il nostro Paese, a trovare il proprio spazio. Su 45 giri viene stampata l'ottima 67 parole d'amore. Il singolo viene racchiuso in una copertina a libretto, caratteristica - questa - molto in voga nel decennio precedente e praticamente scomparsa negli anni '70.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
      
 
   
 
 
4. TRACK LIST
 
Lato A:
67 PAROLE D'AMORE

 
      Lato B:
MADAMA MALINCONIA

 
     

Autori: Gino Paoli, Lorenzo Raggi
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Se fossi un ricordo potrei riempirti gli occhi
se fossi un sorriso aprire la tua bocca
e se fossi un sogno potrei abitare nel tuo cielo
se fossi un gatto dormire sul tuo cuore
e se fossi un poeta potrei dire che sei
bella come un giorno inventato
bella come un uomo che piange
bella come un bimbo che dorme
bella come tutte le cose che non ho
se fossi un gatto dormire sul tuo cuore
e se fossi un poeta potrei dire che sei
bella come un giorno inventato
bella come un uomo che piange
bella come un bimbo che dorme
bella come tutte le cose che non ho
 
Fonte: QUI
     
Autori: Gino Paoli
Orchestra Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
 


Ultima modifica di mauro piffero il Lun Mar 26, 2018 12:17 am, modificato 1 volta
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1933
Punti : 1933
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

GINO PAOLI: 1977 - IL MIO MESTIERE (Doppio L.P. 33 Giri)

Messaggio  mauro piffero il Sab Mar 24, 2018 10:26 pm

1. TITOLO:
 
1977 - IL MIO MESTIERE
 
# Etichetta: DURIUM # Catalogo: ms AI 77384/ms AI 77 # Data pubblicazione: Agosto 1977 # Matrici: D. St. 051513/D. St. 051514/D. St. 051515/D. # Genere: Pop # Supporto: vinile 33 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 4
 
Note: Data matrici: 27 Luglio / Copertina apribile con un allegato di quattro pagine con i testi
 
 
2. RECENSIONE:
 
Il mio mestiere è un album doppio di Gino Paoli del 1977.

Il disco
La Durium, l'etichetta discografica che lo produsse, avrebbe voluto, per Paoli, pubblicare un'altra antologia di vecchi successi, cavalcando l'onda di un rinnovato interesse generale per i revival. Ma il cantautore, quasi per dispetto e seppur fosse stato da lungo tempo condannato all'oblio dal panorama musicale di quegli anni, decide di tornare in sala di incisione, dopo due anni di assenza, con diciotto inediti.

Diciotto brani, nemmeno tipicamente "paoliani", che riescono incomprensibili al pubblico "giovane" degli anni Settanta, e che frastornano quello già consolidato del cantautore.

La donna e l'amore, temi costanti di Paoli, sono in questo album quasi del tutto assenti o riletti in una chiave molto più desolata e malinconica che in passato.

Eccetto 67 parole d'amore, rimasta la più celebre dell'album - la sola oltre a Dir di no dir di si (di recente stampata in cd) ad essere riproposta in antologie, le canzoni spaziano tra i temi dell'omosessualità (I fiori diversi), dell'emarginazione (Gli amanti brutti), della difficile condizione della comunicazione artistica (Il mio mestiere e Sipario), della retorica ideologica che sottendeva, in quegli anni, l'impegno politico di una generazione (Al gran ballo delle idee), della morte (Io morirò, Meri Clen), dell'illusione di libertà nell'era del consumismo e della reificazione (la dylaniana Oggetti), dell'indipendenza che si paga con la solitudine (Senza fissa dimora), dell'uguaglianza (Democrazia), ecc.

Signora Giorno è dedicata a Billie Holiday.

Esiste una registrazione live dei brani Don Chisciotte e Democrazia di un concerto che Paoli tenne insieme a Umberto Bindi, Bruno Lauzi e Sergio Endrigo al teatro Sistina il 19 maggio 1978, nell'album L'unica volta insieme.

A Discoring di Gianni Boncompagni, il 12 marzo 1978, presentò Al gran ballo delle idee.

Nella raccolta in CD doppio del 2009 Senza fine, Paoli inaugura l'album proprio con una nuova versione de Il mio mestiere, canzone che dà il titolo all'album del 1977.

Date le scarse vendite, è considerato un album "maledetto" nella storia del cantautore, e non ne è mai stata proposta una versione in CD.

Esiste, ad oggi, soltanto in vinile.

Lo spettacolo teatrale
Con la regia e i testi di Arnaldo Bagnasco, Il mio mestiere diviene anche uno spettacolo teatrale prodotto dallo Stabile di Genova che, a differenza del progetto discografico, sembra registrare di volta in volta sempre maggior plauso, fino al "tutto esaurito". "La fortuna di questo spettacolo", dirà Paoli, "si spiega grazie al fatto che i giovani si sono stancati delle canzoni che non suscitano dubbi. Sanno che le incertezze, spesso, aiutano più delle grandi idee".
 
Fonte: QUI
 
 
3 COVER DI: IL MIO MESTIERE
 
   
 
      
 
      
 
 
   
 
 
Edizione Musicassetta
 
   
 
 
4. TRACK LIST DI: IL MIO MESTIERE VOL. 1
 
Lato A Lato B



 


 
 
Lato A: 1
SIPARIO

 
      Lato B: 2
SIGNORA GIORNO

 
     

Autori: Gino Paoli
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
     
Autori: Gino Paoli
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
 
Lato A: 2
DON CHISCIOTTE

 
      Lato B: 3
IO MORIRO'

 
     

Autori: Gino Paoli
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
     
Autori: Gino Paoli
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
 
Lato A: 3
SENZA FISSA DIMORA

 
      Lato B: 4
AL GRAN BALLO DELLE IDEE

 
     

Autori: Gino Paoli
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
     
Autori: Gino Paoli
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
 
Lato A: 4
MERI CLEN

 

Autori: Gino Paoli
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
 
 

 
5. TRACK LIST DI: IL MIO MESTIERE VOL. 2
 
Lato A Lato B

  • A1 IL MIO MESTIERE
  • A2 SISTEMATICAMENTE
  • A3 QUESTE PICCOLE COSE
  • A4 QUANDO TI AMO


 


 
 
Lato A: 1
IL MIO MESTIERE

 
      Lato B: 1
GLI AMANTI BRUTTI

 
     

Autori: Gino Paoli
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
     
Autori: Gino Paoli
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
 
Lato A: 2
SISTEMATICAMENTE

 
      Lato B: 3
DEMOCRAZIA

 
     

Autori: Gino Paoli
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
     
Autori: Gino Paoli
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
 
Lato A: 3
QUESTE PICCOLE COSE

 
      Lato B: 4
I FIORI DIVERSI

 
     

Autori: Gino Paoli, Lorenzo Raggi, Joan Manuel Serrat
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
     
Autori: Gino Paoli, Lorenzo Raggi, Joan Manuel Serrat
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
 
Lato B: 5
OGGETTI

 

Autori: Gino Paoli
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
 
 
 


Ultima modifica di mauro piffero il Dom Mar 25, 2018 5:10 pm, modificato 1 volta
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1933
Punti : 1933
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

GINO PAOLI: 1977 - DIR DI NO DIR DI SI'/MADAMA MALINCONIA (45 Giri)

Messaggio  mauro piffero il Sab Mar 24, 2018 10:36 pm

1. TITOLO:
 
1977 - DIR DI NO DIR DI SI'/MADAMA MALINCONIA
 
# Etichetta: DURIUM # Catalogo: SERT 001 # Data pubblicazione: Ottobre 1977 # Matrici: D 35241 st./35229 st. # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.)# Facciate: 2
 
Note: Data matrici: 18 Ottobre-20 Aprile / Disco privato promozionale, omaggio T.V.S.
 
 
2. COVER:
 
   
 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
DIR DI NO DIR DI SI'

 
      Lato B:
MADAMA MALINCONIA

 
     

Autori: R. Marcenaro, Gino Paoli
Orchestra: Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
     
Autori: Gino Paoli
Orchestra Pinuccio Pirazzoli
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
 
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1933
Punti : 1933
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

GINO PAOLI: 1980 - HA TUTTE LE CARTE IN REGOLA (L.P. 33 Giri - MC)

Messaggio  mauro piffero il Dom Mar 25, 2018 6:42 pm

1. TITOLO:
 
1980 - HA TUTTE LE CARTE IN REGOLA
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: PL 31554 # Data pubblicazione: Novembre 1980 # Matrici: JKAY 35838/JKAY 35839 # Genere: Pop # Supporto: vinile 33 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Copertina apribile con fotografie di Piccio Raffanini e di Maria Pia Giarré / Grafica di Francesco Logoluso / Registrazione e missaggio di Antonio Rampotti / Distribuito da RCA Italiana - Roma
 
 
2. RECENSIONE:
 
Ha tutte le carte in regola è un album del cantautore italiano Gino Paoli, pubblicato dalla RCA Italiana nel 1980.

Nell'occasione l'artista è soltanto interprete dei brani, che sono stati composti interamente da Piero Ciampi, scomparso all'inizio di quell'anno.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER di: HA TUTTE LE CARTE IN REGOLA
 
   
 
      
 
      
 
   
 
 
 
Versione musicassetta
 
   
 
 
 
4. TRACK LIST di: HA TUTTE LE CARTE IN REGOLA
 
Lato A Lato B



  • B1 IO E TE MARIA
  • B2 IL VINO
  • B3 MA CHE BUFFA CHE SEI
  • B4 CANTO UNA SUORA
  • B5 DISSE: NON DIO, DECIDO IO
 


 
 
Lato A: 1
HA TUTTE LE CARTE IN REGOLA

 
      Lato B: 1
IO E TE MARIA

 
     

Autori: Piero Ciampi, Gianni Marchetti
Orchestra: In studio
 
Testo:
Ha tutte le carte in regola
per essere un artista.
Ha un carattere melanconico,
beve come un irlandese.
Se incontra un disperato
non chiede spiegazioni,
divide la sua cena
con pittori ciechi, musicisti sordi,
giocatori sfortunati, scrittori monchi.

Ha tutte le carte in regola
per essere un artista.
Non gli fa paura niente
tantomeno un prepotente.
Preferisce stare solo
anche se gli costa caro,
non fa alcuna differenza
tra un anno ed una notte,
tra un bacio ed un addio.

Questo è un miserere
senza lacrime.
Questo è il miserere
di chi non ha più illusioni.

Ha tutte le carte in regola
per essere un artista.
Detesta lavorare
intorno a un parassita,
vive male la sua vita
ma lo fa con grande amore.
Ha amato tanto due donne,
erano belle, bionde, alte, snelle,
ma per lui non esistono più.

È perché è solo un artista
che l'hanno preso per un egoista.

La vita è una cosa
che prende, porta e spedisce.
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Piero Ciampi, Gianni Marchetti
Orchestra: In studio
 
Testo:
Vado in giro nella notte
facendo soliloqui
A volte sotto un ponte
scrivo una poesia
Maria Maria Maria….
Maria
e fischio melodie
che un vecchio musicista
ascolta con pazienza
poi non va piu’ via
Maria Maria Maria….
Maria
Gesu’ Gesu’
quanto amore
Gesu’ Gesu’
quanto bene
Gesu’ Gesu’
l’amore e’ andato via
io sono uno sbandato senza lei
Gesu’ Gesu’ quanto amore
Gesu’ Gesu’ quanto bene…
Sono vestito non so come
i pantaloni alla rovescia
la gamba destra non funziona
chi mi incontra scappa via
Maria Maria Maria….
Maria
vado a letto col maglione
e non mi importa piu’ di niente
se la mia testa non funziona
è perche’ sei andata via
Maria Maria Maria….
Maria
io sono un fortunato
ad avere una persona come te
Gesu’ Gesu’ quanto amore
Gesu’ Gesu’ quanto bene….
Gesu’ Gesu’
l’amore e’ ritornato
l’amore e’ ancora qui
vicino a me.
 
Fonte: QUI
 
 
Lato B: 2
IL VINO

 
      Lato B: 3
MA CHE BUFFA CHE SEI

 
     

Autori: Piero Ciampi, Gianni Marchetti
Orchestra: In studio
 
Testo:
Com'è bello il vino
Rosso rosso rosso,
Bianco è il mattino,
Sono dentro a un fosso.
E in mezzo all'acqua sporca
Godo queste stelle,
Questa vita è corta,
È scritto sulla pelle.

Ma com'è bello il vino
Bianco bianco bianco,
Rosso è il mattino,
Sento male a un fianco.
Vita vita vita,
Sera dopo sera,
Fuggi tra le dita,
Spera, Mira, spera.
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Piero Ciampi
Orchestra: In studio
 
Testo:
Sei come un purosangue
Che non ha mai perso una corsa,
Sei tu che vieni avanti,
Sei rara come una sorpresa.
Ma che buffa che sei,
Ma che buffa che sei,
Il denaro per te è un giornale di ieri.
Ma che buffa che sei,
Ma che buffa che sei,
Ogni cosa che fai
Ha troppi strani motivi,
Tranne una, e la sai: l'amore.
Ma che amore che sei,
Ma che cara che sei,
Quando dici "son due le anime mie".
Quel pugno che ti detti
È un gesto che non mi perdono,
Ma il naso ora è diverso:
L'ho fatto io e non Dio.
Ma che amore che sei,
Ma che cara che sei,
Quei ragazzi laggiù
Sembrano noi.
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 5
IL MERLO

 
      Lato B: 4
CANTO UNA SUORA

 
     

Autori: Piero Ciampi
Orchestra In studio
 
Testo:
Merlo, mi canti qualcosa? tristezza fra noi.
Sono disteso sul letto e qualcosa non va.
Tu, merlo, cantami una canzone
Da portare all'editore
Perché sono senza una lira.

Merlo, ripetila ancora, è bella, lo sai?
Ripeti lento che vado al piano a suonare.
Sono contento di non aver dato
Alcun seguito a quel peccato
Di volerti un giorno mangiare.

Io sono felice per questa collaborazione,
Corro a fissare la sala per una incisione.
Beviamo insieme un po' di champagne,
Il mio cuore mi dice che va,
I problemi finiscono qua.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Piero Ciampi, Gianni Marchetti
Orchestra: In studio
 
Testo:
Canto una suora, il vestito era bianco,
il sorriso era triste, la sua mano tremava
se toccava una cosa che non fosse sua.
Canto una suora che decise una scelta,
che si è giocata tutta una vita
senza avere neppure più un tetto.
Sì, canto una suora che prega tuttora,
e il pomeriggio nel parco lei sorride ai bambini;
se volta la testa non è per curiosità,
lei lo fa per donare un sorriso d'amore.
Canto una suora che ha avuto il coraggio
di amare un altro uomo che non fosse Cristo
ed oggi ha un bel viso ed ogni mattino
è una bella risata al destino.
Canto una sorella senza sorelle senza fratelli.
La solitudine è presente, lei piange continuamente.
Canto una suora che oggi ha un bel viso
ed ogni mattino è una risata al destino
e prima del suo sonno lei prega solenne
e spera ancora un po' di speranza.
Porca miseria, fra tanti sei sola
ed ora rischi come tutti gli altri
e così sai che cos'è il sacrificio,
adesso sai che cos'è il vero sacrificio.
 
Fonte: QUI 
 
Lato A: 6
SPORCA ESTATE

 
      Lato B: 5
DISSE: NON DIO, DECIDO IO

 
     

Autori: Piero Ciampi, Gianni Marchetti
Orchestra In studio
 
Testo:
Figli, come mi mancate.
Sporca estate.
E tu che dici
Che ho distrutto la tua vita,
Capirai mai
Che il tuo dolore
Si è aggiunto al mio?
Nella mia vita non ho fatto
Che rimorchiare,
Sporca estate,
A mia volta rimorchiato,
Quindi definitivamente scaricato.
Figli, vi porterei a cena
Sulle stelle,
Ma non ci siete,
Ma non ci siete,
Ma non ci siete.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Piero Ciampi, Gianni Marchetti
Orchestra: In studio
 
Testo:
Da un marciapiede all'altro
Decise all'improvviso
Di incontrare ad ogni costo e subito
La sognata pace
Nessuno nei suoi occhi
Niente nella memoria
Il volto spietato
Piegò le ginocchia nell'ultima attesa
Le mani attaccate al selciato
Il cuore, malgrado che sapesse
Batteva indifferente
Nella testa la paura
Di non avere la forza di scattare
Al momento decisivo
Ormai fuori da tutto
Decise di concedersi
Un'altra tregua sul marciapiede tutto suo
Sotto un sole solo suo
Quando si lanciò, un'automobile
Lo colse all'altezza della vita
Ai piedi di una statua
Chiudendo per sempre tutta la sua stanchezza
Presente e passata in mezzo metro quadrato
Ritornato il silenzio
Dio si assicurò che fosse morto
Lo era ormai per sempre
Lasciando su questa terra un dolore
 
Fonte: QUI
 

 


Ultima modifica di mauro piffero il Gio Apr 12, 2018 7:56 pm, modificato 2 volte
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1933
Punti : 1933
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

GINO PAOLI: 1981 - TU NO/LIVORNO (45 Giri)

Messaggio  mauro piffero il Dom Mar 25, 2018 8:49 pm

1. TITOLO:
 
1981 - TU NO/LIVORNO
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: PB 6533 # Data pubblicazione: Anno 1981 # Matrici: KKAS 36177/KKAS 36178 # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.)# Facciate: 2
 
Note: Distribuito da RCA Italiana - Roma
 
 
2. COVER:
 
   
 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
TU NO

 
      Lato B:
LIVORNO

 
     

Autori: Piero Ciampi
Orchestra: In studio
 
Testo:
Tu no, tu no, tu no,
Tu non puoi andare via,
Tu non devi andare via,
Tu no, amore, no,
Anche se ti ho fatto male,
Anche se ti ho esasperata,
Tu no, tu no, tu no,
Sono a tua disposizione
Per la vita e per il cuore.
Tu no, tu no.

Tu no, amore, no,
Ti ricordi via Macrobio?
Qualche volta eri felice.
Tu no, tu no, tu no.
Sedevamo nel giardino,
Mi ascoltavi con amore.
Tu no, amore, no,
Tu che sai tutto di me,
Tu che hai la mia fiducia,
Tu no, amore, no, tu no.

Tu no, tu no, tu no,
Sì lo so che non ho niente,
Sì lo so che ti ho delusa,
Ma tu, amore, tu
Hai amato i miei silenzi,
Hai capito i miei discorsi.
Tu no, tu no, tu no.
I milioni di rinunce
Che ti ho fatto sopportare
Le ho pagate care.

Tu no, amore, no,
È difficile capirsi,
È difficile aiutarsi,
Lo so, è colpa mia,
Io non ho mai fatto niente
Per condurre la tua vita,
Ma tu devi saperlo:
Io non so più come fare,
Non capisco questa vita,
Tu no, amore no, tu no.

Tu no, aspetta, no,
Se non so farti felice,
Anche se continuo a bere,
Tu no, amore, no,
Tu mi devi star vicina
Perché ormai io sono fuori.
Tu no, amore no.
Qualche cosa te l'ho data
Se mi guardi con quegli occhi.
Tu no, tu no, tu no.
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Piero Ciampi
Orchestra: In studio
 
Testo:

Un pianto che si scioglie,
la statua nella piazza,
la vita che si sceglie,
è il sogno di una pazza.

La sera è già calata,
comincio a camminare
sperando di incontrare
qualcuna come te.

Triste triste
troppo triste è questa sera,
questa sera, lunga sera.
Ho trovato
una nave che salpava
ed ho chiesto dove andava.
Nel porto delle illusioni,
mi disse quel capitano.
Terra terra
forse cerco una chimera,
questa sera, eterna sera.
 
Fonte: QUI
 
 
 
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1933
Punti : 1933
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

GINO PAOLI: 1981 - TU NO/LIVORNO (45 Giri)

Messaggio  mauro piffero il Dom Mar 25, 2018 9:22 pm

1. TITOLO:
 
1981 - CAMMINANDO E CERCANDO/ZENA
 
# Etichetta: WEP # Catalogo: W 79459 # Data pubblicazione: Anno 1981 # Matrici: W 79459 A/W 79459 B # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.)# Facciate: 2
 
Note: Lato A: Sigla trasmissione tv "Chi c'invita?" (Maurizio Rotundi, 1981) - Lato B: Sigla trasmissione tv "Tutto Govi" (Mauro Manciotti, Vito Molinari - 1981) / Sul retro di copertina presentazione del disco di Giorgio Calabrese / Distribuito da Panarecord
 
 
2. COVER:
 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
CAMMINANDO E CERCANDO

 
      Lato B:
ZENA

 
     

Autori: Gino Paoli, Gian Franco Reverberi
Orchestra: Gian Franco Reverberi
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
     
Autori: Giorgio Calabrese, Vito Molinari, Gino Paoli, Gian Franco Reverberi
Orchestra: Gian Franco Reverberi
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
 
 
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1933
Punti : 1933
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

GINO PAOLI: 1984 - UNA LUNGA STORIA D'AMORE/I CINQUE SENSI (45 Giri)

Messaggio  mauro piffero il Dom Mar 25, 2018 9:50 pm

1. TITOLO:
 
1984 - UNA LUNGA STORIA D'AMORE/I CINQUE SENSI (Strumentale)
 
# Etichetta: FIVE RECORD # Catalogo: FM 13065 # Data pubblicazione: Anno 1984 # Matrici: Matrici: FM 13065-A/FM 13065-B # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.)# Facciate: 2
 
Note: Dalla colonna sonora del film "Una donna allo specchio" (Paolo Quaregna, 1984) / Distribuito da CGD Messaggerie Musicali - Milano
 
 
2. RECENSIONE:
 
Gli anni '80 rappresentano anche quelli della rinascita commerciale per i dischi di Gino Paoli. In questo decennio tornerà a scrivere canzoni che diverranno popolarissime e riannoderanno quel filo che sembrava essersi interrotto negli anni settanta con chi acquistava i dischi. Una lunga storia d'amore è semplicemente fantastica. Il brano si trova nella colonna sonora del film Una donna allo specchio di Paolo Quaregna, la cui interprete principale è Stefania Sandrelli, un altro dei grandi amori della vita di Gino Paoli, che compare anche sulla copertina del 45 giri.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
 
4. TRACK LIST
 
Lato A:
UNA LUNGA STORIA D'AMORE

 
      Lato B:
I CINQUE SENSI (Strumentale)

 
     

Autori: Gino Paoli
Orchestra: Peppe Vessicchio
 
Testo:
Quando ti ho vista arrivare
bella così come sei
non mi sembrava possibile che
tra tanta gente che tu ti accorgessi di me.

È stato come volare
qui dentro camera mia
come nel sonno più dentro di te
io ti conosco da sempre e ti amo da mai.

Fai finta di non lasciarmi mai anche se dovrà finire prima o poi
questa lunga storia d'amore
ora è già tardi ma è presto se tu te ne vai.
Fai finta che solo per noi due passerà il tempo ma non passerà
questa lunga storia d'amore

Ora è già tardi ma è presto se tu te ne vai
È troppo tardi ma è presto se tu te ne vai
 
     
Autori: Gino Paoli
Orchestra Peppe Vessicchio
 
Testo:
"I CINQUE SENSI" è un brano per sola orchestra
 
 
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1933
Punti : 1933
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

GINO PAOLI: 1984 - LA LUNA E IL SIGNOR HYDE (L.P. 33 Giri - MC)

Messaggio  mauro piffero il Dom Mar 25, 2018 10:55 pm

1. TITOLO:
 
1984 - LA LUNA E IL SIGNOR HYDE
 
# Etichetta: FIVE RECORD # Catalogo: FM 13536 # Data pubblicazione: Anno 1984 # Matrici: FM 13536 A/FM 13536 B # Genere: Pop # Supporto: vinile 33 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Distribuito da C.G.D. Messaggerie Musicali - Milano / Registrato allo Studio Executive di Napoli da Johnny Ryan / Fotografia di Renato Grignaschi / Copertina di Ale Gerini (Carnaby Studio)
 
 
2. RECENSIONE:
 
La luna e il Sig. Hyde è un album discografico del cantautore italiano Gino Paoli, pubblicato nel 1984 dalla Five Record, dopo essere stato rifiutato per circa 3 anni da altre case discografiche.

Il disco contribuì al rilancio di Paoli nel settore discografico dopo ben 7 anni dall'ultimo lavoro di inediti. L'album riportò il cantautore nelle classifiche di vendita grazie anche a canzoni come Averti addosso e Una lunga storia d'amore, brano destinato inizialmente al film Una donna allo specchio. Il disco risulta particolarmente raffinato grazie anche all'utilizzo di violini e archi.

Il brano Ninna no è dedicato al figlio, all'epoca nato da poco.

Il disco non è mai stato ristampato su compact disc.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER di: LA LUNA E IL SIGNOR HYDE (LP, oltre a MC)
 
      
 
      
 
 
 
Versione musicassetta
 
   
 
 
 
4. TRACK LIST di: LA LUNA E IL SIGNOR HYDE
 
Lato A Lato B

  • A01 AVERTI ADDOSSO
  • A02 COME UN LUPO
  • A03 FOTOGRAFIA
  • A04 NINNA NO


 


 
 
Lato A: 1
AVERTI ADDOSSO

 
      Lato B: 2
COL BRANCO

 
     

Autori: Gino Paoli
Orchestra: Peppe Vessicchio
 
Testo:
se non so dire
quel che sento dentro
come un cieco come un sordo
se non so fare
quel che si deve fare
come una scimmia come un gatto
se non so amare
come si deve amare
come un bambino
come un cretino
se non so dare
come una tasca vuota
come un problema ormai risolto
averti addosso
come una camicia
come un cappotto
come una tasca vuota
come un bottone
come una foglia morta
come un rimpianto.
averti addosso
come le mie mani
come un colore
come la mia voce
la mia stanchezza
come una gioia nuova
come un regalo.
e se il mio cuore
vuole cadere da bocca
che ti cerca e che ti inghiotte
cosi’ mi porta dentro la tua vita
questa canzone dell’unita’
averti addosso
come le mie mani
come un colore
come la mia voce
la mia stanchezza
come una gioia nuova
come un regalo.
averti addosso
come la mia estate
di san martino
come una ruga nuova
come un sorriso
come un indizio falso
come una colpa
averti addosso
come un giorno di sole
a meta’ di maggio
che scalda la tua pelle
e scioglie il cuore
e che ti da’ la forza
di ricominciare
averti addosso
averti insieme
restare insieme
volerti bene
averti addosso
averti insieme
restare insieme
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Gino Paoli
Orchestra: Peppe Vessicchio
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
 
Lato A: 2
COME UN LUPO

 
      Lato B: 3
LA LUNA E IL SIGNOR HYDE

 
     

Autori: Gino Paoli
Orchestra: Peppe Vessicchio
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
     
Autori: Gino Paoli
Orchestra: Peppe Vessicchio
 
Testo:
Forse la luna, dall’altra parte,
ha un’altra faccia che si nasconde
Come Jekyll and Hyde che non dormono mai
e che vivono senza sognare

Un viso vecchio e disperato
come di un uomo che ha tanto amato
Come Jekyll and Hyde che si cercano ma
si ritrovano al cambio di guardia

Forse la dietro la faccia lui piange
Forse la dietro la faccia sorride
Forse una porta c’è dentro la luna
che alla tristezza arriva dal cuore

Forse la luna, dall’altra parte
ha cento rughe sopra il suo viso
Come Jekyll and Hyde che mi aspettano se
voglio ancora il mio cuore.

Forse la luna, dall’altra parte
ha cento rughe sopra il suo viso
Come Jekyll and Hyde che mi aspettano se
voglio ancora il mio cuore.
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 3
FOTOGRAFIA

 
      Lato B: 4
DA PARTE DI LEI

 
     

Autori: Gino Paoli
Orchestra Peppe Vessicchio
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
     
Autori: Gino Paoli
Orchestra: Peppe Vessicchio
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
 
Lato A: 4
NINNA NO

 
      Lato B: 5
FINALE

 
     

Autori: Gino Paoli
Orchestra Peppe Vessicchio
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
     
Autori: Gino Paoli
Orchestra: Peppe Vessicchio
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 

 


Ultima modifica di mauro piffero il Lun Mar 26, 2018 12:11 am, modificato 1 volta
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1933
Punti : 1933
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

GINO PAOLI: 1984 - AVERTI ADDOSSO (L.P. 33 Giri)

Messaggio  mauro piffero il Dom Mar 25, 2018 11:59 pm

1. TITOLO:
 
1984 - AVERTI ADDOSSO
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: PL 31554 # Data pubblicazione: Novembre 1980 # Matrici: JKAY 35838/JKAY 35839 # Genere: Pop # Supporto: vinile 33 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Copertina apribile con fotografie di Piccio Raffanini e di Maria Pia Giarré / Grafica di Francesco Logoluso / Registrazione e missaggio di Antonio Rampotti / Distribuito da RCA Italiana - Roma
 
 
2. RECENSIONE:
 
Ha tutte le carte in regola è un album del cantautore italiano Gino Paoli, pubblicato dalla RCA Italiana nel 1980.

Nell'occasione l'artista è soltanto interprete dei brani, che sono stati composti interamente da Piero Ciampi, scomparso all'inizio di quell'anno.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER di: AVERTI ADDOSSO
 
   
 
 
 
Versione musicassetta
 

 
   
 
 
 
4. TRACK LIST di: AVERTI ADDOSSO
 
Lato A Lato B

  • A1. AVERTI ADDOSSO
  • A2. IO SO PERCHE' L'AMORE


  • B1. IL CIELO IN UNA STANZA
  • B2. GENOVA NON E' LA MIA CITTA'
 
 
Lato A: 1
AVERTI ADDOSSO

 
      Lato B: 1
IL CIELO IN UNA STANZA

 
     

Autori: Gino Paoli
Orchestra: Peppe Vessicchio
 
Testo:
se non so dire
quel che sento dentro
come un cieco come un sordo
se non so fare
quel che si deve fare
come una scimmia come un gatto
se non so amare
come si deve amare
come un bambino
come un cretino
se non so dare
come una tasca vuota
come un problema ormai risolto
averti addosso
come una camicia
come un cappotto
come una tasca vuota
come un bottone
come una foglia morta
come un rimpianto.
averti addosso
come le mie mani
come un colore
come la mia voce
la mia stanchezza
come una gioia nuova
come un regalo.
e se il mio cuore
vuole cadere da bocca
che ti cerca e che ti inghiotte
cosi’ mi porta dentro la tua vita
questa canzone dell’unita’
averti addosso
come le mie mani
come un colore
come la mia voce
la mia stanchezza
come una gioia nuova
come un regalo.
averti addosso
come la mia estate
di san martino
come una ruga nuova
come un sorriso
come un indizio falso
come una colpa
averti addosso
come un giorno di sole
a meta’ di maggio
che scalda la tua pelle
e scioglie il cuore
e che ti da’ la forza
di ricominciare
averti addosso
averti insieme
restare insieme
volerti bene
averti addosso
averti insieme
restare insieme
volerti bene
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Gino Paoli
Orchestra: Peppe Vessicchio
 
Testo:
Quando sei qui con me,
questa stanza
non ha più pareti
ma alberi,
alberi infiniti
quando tu sei vicino a me
questo soffitto viola no,
non esiste più
io vedo il cielo
sopra noi
che restiamo qui
abbandonati
come se
non ci fosse più,
niente più niente al mondo
suona un’armonica,
mi sembra un organo che vibra
per te per me,
su nell’immensità del cielo
per te e per me
nel cielo
suona un’armonica,
mi sembra un organo che vibra
per te per me,
su nell’immensità
del cielo
per te
e per me
nel cielo
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 2
IO SO PERCHE' L'AMORE

 
      Lato B: 2
GENOVA NON E' LA MIA CITTA'

 
     

Autori: Mogol, Toang
Orchestra: Peppe Vessicchio
 
Testo:
https://lyricstranslate.com/it/gino-paoli-io-so-perche-lamore-lyrics.html#ixzz5Ang2sTHQ

Il mio amore ha gli occhi come due carezze
Come due piccole carezze stanche
Che sanno sciogliere le mie tristezze
Il mo amore ha gli occhi come due carezze
Il mio amore ha il viso come un calendario
Che segna i giorni della mia allegria
E che allontana la malinconia
Il mio amore ha un viso come un calendario
Io so perché l'amore ha gli occhi neri
Quando si siede dentro ai miei pensieri
Io so perché l'amore ha gli occhi bianchi
Quando metto le mani sui suoi fianchi
Il mio amore ha il cuore come una credenza
È sempre piena di parole buone
E che conserva i sogni più felici
Il mio amore ha il cuore come la speranza
Io so perché l'amore ha gli occhi neri
Quando si siede dentro ai miei pensieri
Io so perché l'amore ha gli occhi bianchi
Quando metto le mani sui suoi fianchi
Il mio amore ha il cuore come una credenza
È sempre piena di parole buone
E che conserva i sogni più felici
Il mio amore ha il cuore come la speranza
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Gino Paoli
Orchestra: Peppe Vessicchio
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
 
 
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1933
Punti : 1933
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

GINO PAOLI: 1985 - TI LASCIO UNA CANZONE/COPPI (45 Giri)

Messaggio  mauro piffero il Lun Mar 26, 2018 11:55 am

1. TITOLO:
 
1985 - TI LASCIO UNA CANZONE/COPPI
 
# Etichetta: FIVE RECORD # Catalogo: FM 13102 # Data pubblicazione: Anno 1985 # Matrici: Matrici: FM 13102-A/FM 13102-B # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.)# Facciate: 2
 
Note: Copertina di Ale Gerini - Fotografia di Renato Grignaschi / Distribuito da CGD Messaggerie Musicali - Milano
 
 
2. RECENSIONE:
 
Gino Paoli ci regala un'altra perla da incastonare nella sua splendida produzione discografica. In Ti lascio un canzone troviamo un Paoli particolarmente ispirato e degno delle sue migliori performance. Sul retro un brano dedicato al mito Coppi. Gli arrangiamenti dei pezzi sono curati da Beppe Vessicchio.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
 
4. TRACK LIST
 
Lato A:
TI LASCIO UNA CANZONE

 
      Lato B:
COPPI

 
     

Autori: Gino Paoli
Orchestra: Peppe Vessicchio
 
Testo:
Si chiude qui la pagina in comune finito il tempo di cantare insieme il mondo si è fermato io ora scendo qui prosegui tu ma non ti mando sola.
Ti lascio una canzone per coprirti se avrai freddo.
Ti lascio una canzone da mangiare se avrai fame.
Ti lascio una canzone da bere se avrai sete.
Ti lascio una canzone da cantare
una canzone che tu potrai cantare a chi...
A chi tu amerai dopo di me.
A chi tu amerai dopo di me.

Ti lascio una canzone da indossare sopra il cuore.
Ti lascio una canzone da sognare quando hai sonno.
Ti lascio una canzone per farti compagnia.
Ti lascio una canzone da cantare...
Una canzone che tu potrai cantare a chi...
A chi tu amerai dopo di me.

A chi NON amerai senza di ME.
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Gino Paoli
Orchestra Peppe Vessicchio
 
Testo:
Un omino con le ruote
contro tutto il mondo
Un omino con le ruote
contro l'Izoard
e va su ancora
e va su

Viene su dalla fatica
e dalle strade bianche
La fatica muta e bianca
che non cambia mai
E va su ancora
E va su

Qui da noi per cinque volte
poi due volte in Francia
Per il mondo quattro volte
contro il vento due
Occhi miti e naso che divide il vento
occhi neri e seri
guardano il pavé

E va su ancora
E va su
E va su ...

Poi lassù ,
contro il cielo blu
con la neve che ti canta intorno
E poi giù
Non c'e' tempo per fermarsi
per restare indietro
la signora senza ruote
non aspetta più
un omino che non ha
la faccia da campione,
con un cuore grande
come l'Izoard

e va su ancora
e va su
e va su
e va su ...
 
Fonte: QUI
 
 
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1933
Punti : 1933
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

GINO PAOLI: 1986 - DA LONTANO/TEMA DI ANNA (45 Giri)

Messaggio  mauro piffero il Lun Mar 26, 2018 12:57 pm

1. TITOLO:
 
1986 - DA LONTANO/TEMA DI ANNA
 
# Etichetta: FIVE RECORD # Catalogo: FM 13145 # Data pubblicazione: Anno 1986 # Matrici: Matrici: NP 13145 A/NP 13145 B # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.)# Facciate: 2
 
Note: Il lato B è strumentale / Dalla colonna sonora del film "La sposa americana" (Giovanni Soldati, 1986) / Distribuito da CGD Messaggerie Musicali - Milano
 
 
2. COVER:
 
   
 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
DA LONTANO

 
      Lato B: Orchestra: STELVIO CIPRIANI
TEMA DI ANNA

 
     

Autori: Gino Paoli, Peppe Vessicchio
Orchestra: Peppe Vessicchio
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
     
Autori: Gino Paoli
Orchestra Stelvio Cipriani
 
Testo:
"TEMA DI ANNA" è un brano per sola orchestra
 
 
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1933
Punti : 1933
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

GINO PAOLI: 1986 - COSA FARO' DA GRANDE (L.P. 33 Giri - MC)

Messaggio  mauro piffero il Lun Mar 26, 2018 2:55 pm

1. TITOLO:
 
1986 - HA TUTTE LE CARTE IN REGOLA
 
# Etichetta: FIVE RECORD # Catalogo: FM 13579 # Data pubblicazione: Anno 1986 # Matrici: FM 13579 A/FM 13579 B # Genere: Pop # Supporto: vinile 33 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Distribuito da C.G.D. Messaggerie Musicali - Milano / Registrato e mixato da Gigi De Rienzo all'Executive Studio di Napoli / Un grazie particolare a Dodi Battaglia per il suo intervento in "Cosa farò da grande" e in "Io che non so l'inglese" / In copertina un ritratto ad olio di Andrea Facchini.
 
 
2. RECENSIONE:
 
Cosa farò da grande è un album discografico del cantautore italiano Gino Paoli pubblicato nel 1986.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER di: COSA FARO' DA GRANDE (LP, oltre a MC)
 
   
 
   
 
 
 
Versione musicassetta
 
   
 
 
 
4. TRACK LIST di: COSA FARO' DA GRANDE
 
Lato A Lato B

  • A1. IO CI SARO'
  • A2. A MIRANDOLA
  • A3. IN QUEST'AUTUNNO
  • A4. COSA FARO' DA GRANDE
  • A5. DA LONTANO


  • B1. L'HO SCRITTA 1000 VOLTE
  • B2. NAPOLETANA
  • B3. IO CHE NON SO L'INGLESE
  • B4. IL MARE IL CIELO UN UOMO
  • B5. TI LASCIO UNA CANZONE
 


 
 
Lato A: 1
IO CI SARO'

 
      Lato B: 1
L'HO SCRITTA 1000 VOLTE

 
     

Autori: Gino Paoli, Peppe Vessicchio
Orchestra: Peppe Vessicchio
 
Testo:
E penso a questa casa senza me
la sera dolce come un'abitudine
a la mia chitara chi è chi la sonera
a la luce in casa chi è chi la spegnerà

Io non sarò lontano tre passi dietro a te
come un gabbiano cieco
Io ti ritroverò, ti riconoscerò

Io ci sarò
negli occhi di chi tu sorriderà
nel vento tra i capelli ci sarò
nella tua ombra lunghìssima e tenera
Io ci sarò
negli ochi di chi ancora te amerà
nel mare tra le gambe ci sarò
nell tuo respiro lunghìssimo

Navigherò sul tempo sempre restando al sud
come un gabbiano cieco
Io ti ritroverò, ti riconoscerò

Navigherò sul tempo
tre passi dietro a te
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Gino Paoli, Peppe Vessicchio
Orchestra: Peppe Vessicchio
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
 
Lato A: 2
A MIRANDOLA

 
      Lato B: 2
NAPOLETANA

 
     

Autori: Gino Paoli
Orchestra: Peppe Vessicchio
 
Testo:
E ritorno a tutti i miei ricordi senza te
alle corse a San Lorenzo
e ai segni nelle nuvole
mia madre che chiamava
io che non tornavo mai
sempre perso ad inseguire
gli altri eroi…

Poi quei primi quattro peli in faccia
e i primi jeans
e l’incontro con quei quattro amici
e con la musica
inseguendo i sogni a piedi
aspettando che
questo mondo si accorgesse
anche di me
ed intanto tu
si da qualche parte c’eri tu
che aspettavi d’incontrarmi
c’eri tu
a Mirandola, a Parigi o forse a Shangri- la
chissà dove per fortuna c’eri tu

Poi la prima donna che mi guarda
un po’ di più
il silenzio che diventa biondo
e vulnerabile
e si chiude il mondo
dentro la camera mia
quando arrivi e l’inquietudine va via
ed intanto tu
si da qualche parte c’eri tu
che aspettavi d’incontrarmi
c’eri tu
a Mirandola, a Madrid o forse a Shagri- la
chissà dove forse sulla luna c’eri tu
ed intanto tu
si da qualche parte c’eri tu
che aspettavi d’incontrarmi
c’eri tu

Poi nel mezzo del cammino
cala il vento ed io
trovo un porto poi do’ fondo
e non voglio più muovere
l’ àncora teneva
era tutto a posto ma
nel mio sangue navigavi ancora tu
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Gino Paoli, Peppe Vessicchio
Orchestra: Peppe Vessicchio
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
 
Lato A: 3
IN QUEST'AUTUNNO

 
      Lato B: 3
IO CHE NON SO L'INGLESE

 
     

Autori: Armando Manzanero, Gino Paoli
Orchestra Peppe Vessicchio
 
Testo:
In quest'autunno
mentre si ammucchiano le foglie del mio tempo,
le foglie bianche che mi truccano da vecchio,
come un ulivo che è già pronto per l'inverno.

In quest'autunno
che da ragazzo non sapevo immaginare,
come la morte che riguarda solo gli altri,
il tuo sorriso colorato cambia le carte che mi han dato.

In quest'autunno
l'anima mia si gioca ancora la partita,
come un bambino che si affaccia sulla vita,
io sono padrone del mio tempo, del mio autunno.

In quest'autunno
mi levo il trucco e vado in giro con i ragazzi,
la gente guarda e pensa ‘quello è matto',
che bel sorriso io sto vivendo,
in quest'autunno, in quest'autunno, in quest'autunno.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Gino Paoli, Peppe Vessicchio
Orchestra: Peppe Vessicchio
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
Lato A: 4
COSA FARO' DA GRANDE

 
      Lato B: 4
IL MARE IL CIELO UN UOMO

 
     

Autori: Gino Paoli, Peppe Vessicchio
Orchestra Peppe Vessicchio
 
Testo:
Mio Figlio ha cinque anni e cinque convinzioni
Facendo bene i conti ne ha cinque più di me
Se il nero fosse bianco, se il bianco fosse nero
Sarei poco sicuro di quello che ora so...
Io che mi fido solo, di chi mi ha dato il cuore
Quando non ce l'avevo mio...

E sono ancora qui, qui con Le mie domande
E sono ancora qui, cosa farò da grande

Non seguo l'uomo bianco che parla delle donne
Non lo capisco quando parla di Belzebù
Nell'uomo più feroce nel serpe più cattivo
Se Cristo fosse vivo io lo vedrei anche lì...
Anche se non lo vedo, non mi comporto male
Corro da indipendente, sempre

E sono ancora qui, qui con Le mie domande
E sono ancora qui, cosa farò da grande

E sono ancora qui, qui, nelle mie mutande
E sono ancora qui, cosa farò da grande

IL tizio che ha rubato stanotte in casa mia
Non ha portato via un dubbio che c’è in me
Se non mi andava bene con le canzoni forse
Ero dalla sua parte e c’era un ladro in più
Le strade sono giuste anche quelle sbagliate
Basta non esser certi mai
E sono ancora qui…
 
Fonte: QUI
     
Autori: Gino Paoli, Peppe Vessicchio
Orchestra: Peppe Vessicchio
 
Testo:
Il mare, il mare, il mare
se tu fossi Il mare, amore mio
una barca un remo io per te diventerei

Il cielo, il cielo, il cielo se tu fossi Il cielo amore mio
l'ala di un gabbiano io per te diventerei io per te

io per tenerezza, per inquietudine un po'
un po' per malinconia
per terra che diventassi
prenderei sonno dentro di te, di te, di te, di te

un uomo, un uomo, un uomo
se tu fossi un uomo, amore mio
una donna bella per te sarei

un uomo, un uomo, un uomo
se tu fossi un uomo, amore mio
una donna bella per te sarei
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 5
DA LONTANO

 

Autori: Gino Paoli, Peppe Vessicchio
Orchestra: Peppe Vessicchio
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 

 
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1933
Punti : 1933
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

GINO PAOLI: 1988 - L'UFFICIO DELLE COSE PERDUTE (L.P. 33 Giri)

Messaggio  mauro piffero il Lun Mar 26, 2018 6:15 pm

1. TITOLO:
 
1988 - L'UFFICIO DELLE COSE PERDUTE
 
# Etichetta: RICORDI # Catalogo: SMRL 6395 # Data pubblicazione: Anno 1988 # Matrici: SMRL 6395-1/SMRL 6395-2 # Genere: Pop # Supporto: vinile 33 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Ideazione musicale: Aldo Mercurio - Gino Paoli - Adriano Pennino / Registrato e missato allo studio Splash di Napoli / Registrato da Massimo Aluzzi / Missato da Martyn Webster / Fotografie di Franco Fontana / Copertina: Ufficio Grafico Ricordi / Distribuito da Dischi Ricordi - Milano
 
 
2. RECENSIONE:
 
L'ufficio delle cose perdute è un album del cantautore italiano Gino Paoli, pubblicato nel 1988 dall'etichetta discografica Ricordi.

Il disco
I brani sono stati composti dallo stesso artista con Paola Penzo.

Il brano Hey ma vede la collaborazione di Zucchero Fornaciari, che firma la musica.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER di: L'UFFICIO DELLE COSE PERDUTE
 
   
 
   
 
   
 

 
 
Versione musicassetta
 

 

 

 
 
Versione C. D.
 
   
 

 
 
 
4. TRACK LIST di: L'UFFICIO DELLE COSE PERDUTE
 
Lato A Lato B

  • A1 L'UFFICIO DELLE COSE PERDUTE
  • A2 QUESTIONE DI SOPRAVVIVENZA
  • A3 UOMINI PICCOLI
  • A4 HEY MA'


  • B1 IO VADO CON L'ANIMA
  • B2 COPPI
  • B3 PARIGI CON LE GAMBE APERTE
  • B4 LE MIE ALI DI IERI
  • B5 IL FANTASMA BLU
 
 
Lato A: 1
L'UFFICIO DELLE COSE PERDUTE

 
      Lato B: 1
IO VADO CON L'ANIMA

 
     

Autori: Gino Paoli, Paola Penzo
Orchestra: In studio
 
Testo:
Nella grande tartaruga
con i tetti a scaglie grige
si rincorrono gli odori
i colori
e le puttane
nel gran ventre del paese
ci son posti che
sono strani
certe volte anche per me
Sulla strada che val al porto
dopo un’arco c’e’ una piazza
sempre piena di bambini
qualche gatto
e un vu cumpra’
tra un negozio di bottoni e un
tizio che si fa’
c’e’ un ufficio senza targa e senza eta’
ed e’ un ufficio del vento
cose perdute quelle
che son sparite in fondo
a qualche momento chiuso
Ed e’ un ufficio pieno
di vecchie cianfrusaglie
di giorni poco usati e di candeline
di un’altra eta’
Sono andato li a cercare
i capelli che ho perduto
il sorriso di mio padre
ed il canto di un amico
voglio indietro i miei vent’anni
e le speranze in piu’
voglio l’albero dei come
e dei perche’
Ma dentro quel momento
non c’e’ nel mio giardino
l’albero che ho piantato
qualche anno fa’
per sempre
Ma nell’ufficio delle
cose perdute devo
in cambio dei vent’anni
ridare tutto
tutto quello che ho
E ritorno piano a casa
con le rughe ed i pensieri
lascio li’ i miei vent’anni
i capelli, i sogni in piu’
mi va bene rimanere
con quello che ho
torno a casa
apro la porta
e ci sei tu
e ci sei tu
e ci sei tu.
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Gino Paoli, Paola Penzo
Orchestra: In studio
 
Testo:
Io vado con scarpe con piedi
vado con l'anima
io vado con occhi e con mani
vado con l'anima
e con questa faccia mia
che ha visto già tutto quanto.

Io vado con treno e con auto
con abitudine
io vado con barca e con vento
con solitudine
e con questa faccia mia
da amico nemico e padre.

Io vado con alcool con rabbia
io vado al diavolo
con questa mia faccia di ieri
di sempre di mai
E arriverò che sarà tardi
mi fermerò vicino al mare
con un bambino per la mano
camminerò sempre più piano

Io vado con bocca e con canto
vado con l'anima
io vado con acqua e con sole
vado con l'anima
e con questa faccia mia
da estraneo da amante e figlio.

Io vado con alcool con rabbia
io vado al diavolo
con questa mia faccia di ieri
di sempre di mai

E arriverò che sarà tardi
mi fermerò vicino al mare
con un bambino per la mano
camminerò sempre più piano

E sarà dolce stare insieme
e sarà dolce e sarà amaro
e poi sarà sempre più chiaro
con la sua mano nella mia mano
con la sua anima"
 
Fonte: QUI
 
 
Lato B: 2
QUESTIONE DI SOPRAVVIVENZA

 
      Lato B: 2
COPPI

 
     

Autori: Gino Paoli, Paola Penzo
Orchestra: In studio
 
Testo:
Senza questa bocca tua
che non si stanca mai
di quel che succede io
che cosa ne saprei
io che vado in giro un poco estraneo
è questione di sopravvivenza
vivere con te o stare.
senza questa tua curiosità pettegola
che scalda la vita di chi gira
intorno a te
io che vado via quando mi parlano
è questione di sopravvivenza
vivere con te
o stare senza te

Ti cercherei se te ne andassi via
i tuoi difetti mi sono indispensabili
o cercherei
un'altra come te
che rassomigli a te
perfino nelle tue manie

Ma non cè ne
un'altra che sia uguale a te
una che riempie la giornata
una con la tua voglia di vita

Senza i tuoi capelli che
mi fan da bussola
come capirei
che direzione prenderei
che oltre il mio naso non ci vedo più
è questione di sopravvivenza
vivere con te
o stare senza te
ti cercherei se te ne andassi via
i tuoi difetti mi sono indispensabili
o cercherei
un'altra come te
che rassomigli a te
perfino nelle tue manie

Ma non c'e' ne
un'altra che sia uguale a te
una che riempie la giornata
una con la tua voglia di vita

Ma non c'e' ne
un'altra che sia uguale a te
una che riempie la giornata
una con la tua voglia di vita

Certe volte sei testarda
e irraggiungibile
prendere o lasciare
io ti prendo come sei
e per altro che non posso dire qui
è questione di sopravvivenza
vivere con te
o stare senza te
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Gino Paoli, Paola Penzo
Orchestra: In sudio
 
Testo:
un omino con le ruote
contro tutto il mondo
un omino con le ruote
contro l’isohard
e va su.
ancora
e va su.
viene su dalla fatica
e dalle strade bianche
la fatica muta e bianca
che non cambia mai
e va su.
ancora
e va su.
qui da noi per cinque volte
poi due volte in francia
per il mondo quattro volte
contro il vento due
occhi miti e naso
che divide il vento
occhi neri e seri
guardano il pave’
e va su.
ancora
e va su.
poi
lassu’
contro il cielo blu’
con
la neve che ti sale
intorno.
e poi giu.
non c’e tempo per fermarsi
per restare indietro
la signora senza ruote
non aspetta piu’
un omino che non ha
la faccia da campione
con un cuore grande
come l’isohard
e va su.
ancora
e va su.
e va su.
e va su.
e va su.
e va su.
e va su.
e va su
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 3
UOMINI PICCOLI

 
      Lato B: 3 Con RICKY GIANCO
PARIGI CON LE GAMBE APERTE

 
     

Autori: Gino Paoli, Paola Penzo
Orchestra In studio
 
Testo:
si potrebbe parlare di una storia
di tanti anni fa
e di un’ onda che torna
sempre di gennaio
e parlare di chi davanti ha un muro
enorme come un no
vuole vivere ancora un po’
nelle parole
e di uomini
nati piccoli
di un bambino incantato che disegna un
elefante blu
un fantasma gentile che
terra’ per mano
e puo’ scegliere un mondo con le strade
che portano su
dove cantano ancora in coro
i gelsomini
per noi uomini
nati piccoli
ma puo’ essere
solo una canzone
da cantare per un giorno
tutti insieme
per chi crede
e chi non gliene importa
per chi ha la faccia dritta
oppure storta
e sara’
solo una canzone in piu’
e cantiamola ancora una volta
si potrebbe parlare di chi spiega
quello che non sa
sui giornali per radio
e alla televisione
e di chi non dice mai niente ma e’
piu’ saggio di chi sa
ed aspetta finisca il tempo
dei padrini
questi uomini
nati piccoli
ma puo’ essere
solo una canzone
da cantare per un giorno
tutti insieme
per chi crede
chi non gliene importa
per chi ha la faccia dritta
oppure storta
e sara’
solo una canzone in piu’
e cantiamola ancora una volta
 
Fonte: QUI
     
Autori: Ricky Gianco, Gianfranco Manfredi, Gino Paoli
Orchestra: In studio
 
Testo:
Pochi minuti all'alba: i gatti vanno via...
è l'ora in cui si sente nostalgia.
E vedo i piccoli caffè svegliarsi sui boulevard,
La Senna che accarezza la città.
Il cuore è quasi fermo e non respiro più;
Una puttana ride e noi: "bonjour!"
Ci avviciniamo in fretta, ma lei è già andata via:
Parigi è solamente una bugia!

Le bancarelle piene di quadri di naïf
e tanti vetri falsi di Lalique;
"E guarda i dischi vecchi; ci sono pure i tuoi:
Te li regalo tutti, se li vuoi!"
"Ma lascia stare i dischi! Pensiamo invece a lei;
Io metterei il suo culo fra i trofei!
...un culo bianco e tondo che non finiva mai,
Degno dei paradisi di Versailles''.

E tu,
Parigi sotto le lenzuola; tu,
Parigi con le gambe aperte:
La libertà
Passa di là;
Parigi vuole dire amore...

"E mi domando ancora l'amore che cos'è:
spesso sogno una donna che non c'è,
e cerco le sue labbra che cercano le mie
ma mi risveglio: sono fantasie..."
"Tu forse cerchi troppo: l'amore, l'utopia...
ma l'importante è una che ci stia;
con tutti i suoi casini e tutte le manie:
l'amore, sono solo le bugie!"

E tu,
Parigi sotto le lenzuola; tu,
Parigi con le gambe aperte:
La libertà
Passa di là;
Parigi vuole dire amore...

E tu,
Parigi sotto le lenzuola; tu,
Parigi con le gambe aperte:
La libertà
Passa di là;
Parigi vuole dire amore...
 
Fonte:
 
Lato A: 4
HEY MA'

 
      Lato B: 4
LE MIE ALI DI IERI

 
     

Autori: Gino Paoli
Orchestra In studio
 
Testo:
lalalailo lalalailo lalalailolà
Dimmi ma' è vero che
Tutti gli altri sono uguali a me
Eh no, non è proprio così

Ehi mamà è vero che
Chi è più bianco è più forte di me
Eh sì, sarà sempre così

Ehi ma' è vero che
Chi è più forte ha più ragione di me
Eh sì, sarà sempre così

Ma è vero che il colore è solo luce
E la luce è la speranza
E che siamo noi

Ehi ma' tu dici che
Cristo ha l'anima uguale a me
Eh sì, nera come te

Cristo ha l'anima di un Arlecchino
Con tutti i colori dell'arcobaleno
Eh sì, forse è proprio così

Sarà vero che il colore è solo luce
E la luce è la speranza
E che siamo noi la speranza
Camminando noi verso il sole
Dentro il sole che salirà

Nero può essere bandiera
Per un'idea libera e vera

Ehi ma' un giorno verrà
Che Caino non ammazzerà
Eh no, suo fratello mai più

Se anche in Africa non avran colore
Saran figli di un professore
Sì, può esser proprio così

Sarà vero che il colore è solo luce
E la luce è la speranza
E che siamo noi la speranza
Camminando noi verso il sole
Dentro il sole che salirà
 
Fonte: [url=http://www.rockol.it/testi/44519047/gino-paoli-hey-ma]QUI
     
Autori: Gino Paoli, Paola Penzo
Orchestra: In studio
 
Testo:
Con le mie ali di ieri
Sul gran fiume lui volerà
I ponti son sempre uguali
Ma la musica invece no

Volerà fino al mare
La corrente lo guiderà
Le rive corrono insieme
Ma non s’incontreranno mai

Penne da cortile
Guardan passar lassù
Il libero migratore
Che si beve l’azzurro
Morde il gusto del vento
Che laggiù
Non potranno sentire
Mai

Passa grande airone
In silenzio, planando, va
Con un grido
Mi chiamerà
 
Fonte: QUI
 
 
Lato B: 5
IL FANTASMA BLU

 

Autori: Gino Paoli, Peppe Vessicchio
Orchestra: Peppe Vessicchio
Testo:
Era qui in casa mia,
oramai non c'è più.
E' sparito il mio fantasma blu.
Era lui che portava allegria,
era lui che mi dava poesia.

Chi lo incontra gli dica
da parte mia
che ritorni il mio fantasma blu.

Chi lo incontra gli dica
da parte mia
che ritorni il mio fantasma blu.

E può darsi che torni anche tu,
se ritorna il mio fantasma blu...

...se ritorna il mio fantasma blu
 
Fonte: QUI
 

 


Ultima modifica di mauro piffero il Gio Apr 12, 2018 8:00 pm, modificato 1 volta
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1933
Punti : 1933
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

GINO PAOLI: 1988 - SEMPRE (L.P. 33 giri - MC - CD )

Messaggio  admin_italiacanora il Mer Apr 11, 2018 5:23 pm

1. TITOLO:
 
1988 - SEMPRE
 
# Etichetta: FIVE Record # Catalogo: FM 13617 # Data pubblicazione: Giugno 1988 # Matrici: LP FM 13617-1L/LP FM 13617-2L # Genere: Pop # Tipo audio: Stereo # Supporto: vinile 33 giri # Dimensioni: 10", 78 RPM (25,4 cm.) # Facciate: 2
 
Note: Note: Matrici del 31 Maggio # Distribuito da C.G.D. Messaggerie Musicali - Milano # Fotografie di Renato Grignaschi # Cover art di Ale Gerini # Produttore: Michele Torpedine # Arrangiatore: Peppe Vessicchio # Edizioni Musicali: Canale 5 Music
Senza Fine
 
Fonte: QUI
 
 
2. COVER di: SEMPRE (LP, oltre a Mc e CD)
 

 

 
 
Versione cassetta
 



 

 
 
Versione compat disc
 
   
 

 
 
 
3. TRACK LIST:
 
Lato A Lato B



 


 
avatar
admin_italiacanora
Admin

Messaggi : 2080
Punti : 4340
Data d'iscrizione : 09.04.10
Età : 67
Località : Toscana

Visualizza il profilo dell'utente http://www.italiacanora.net

Torna in alto Andare in basso

Re: GINO PAOLI - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Torna in alto

- Argomenti simili

Italia Canora :: MUSICA LEGGERA :: 
LE CANZONI DELLE NOSTRE BELLE CITTA'
 :: I CANTANTI E LE CANZONI GENOVESI

 :: GINO PAOLI

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum