Ci "aiuti" a crescere?
Ti ringrazio in anticipo per il tuo



Ultimi argomenti
» PINO DONAGGIO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)
Gio Set 14, 2017 11:33 pm Da mauro piffero

» ADRIANO PAPPALARDO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)
Gio Set 14, 2017 11:12 pm Da admin_italiacanora

» ALBANO CARRISI - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)
Gio Set 14, 2017 5:23 pm Da admin_italiacanora

» JOHN FOSTER - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)
Dom Set 10, 2017 11:57 pm Da mauro piffero

» RINO LODDO - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi
Sab Set 09, 2017 6:34 pm Da admin_italiacanora

»  ANTONIO BASURTO - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi
Ven Set 08, 2017 5:33 pm Da admin_italiacanora

» TONY RENIS - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)
Sab Set 02, 2017 9:28 pm Da mauro piffero

» LISA - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi
Mar Ago 22, 2017 5:44 pm Da admin_italiacanora

» QUARTETTO 2 + 2 ---> I 4 + 4 DI NORA ORLANDI - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi
Mar Ago 22, 2017 5:27 pm Da admin_italiacanora

» STELLA DIZZY - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi
Mar Ago 22, 2017 5:13 pm Da admin_italiacanora

» ELIO MAURO - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi
Mar Ago 22, 2017 11:47 am Da admin_italiacanora

» PAOLO BACILIERI - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi
Mar Ago 22, 2017 11:21 am Da admin_italiacanora

» MARISA BRANDO - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi
Mar Ago 22, 2017 11:09 am Da admin_italiacanora

» TEDDY RENO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)
Lun Ago 21, 2017 7:38 pm Da admin_italiacanora

» PETER VAN WOOD - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi
Dom Ago 20, 2017 6:04 pm Da admin_italiacanora







________________________________________



AFFILIAZIONI - SITI - BLOG
e FORUM

LaFavolaBlu


Progetto Musico Sognante Italiano
La fiaba del mare della Musica Italiana
ed Internazionale

____________________________


Nonsolosuoni




Un sogno
fatto di musica!

______________________


_____________________


Estatica è l'enciclopedia di musica italiana, internazionale e cultura.

Discografie, recensioni, interviste, monografie, live report, video, ebooks


_____________________



________________________


_____________________



________________________

Chi è in linea
In totale ci sono 21 utenti in linea: 1 Registrato, 0 Nascosti e 20 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

admin_italiacanora

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 118 il Ven Lug 14, 2017 9:34 pm





__________________________________

Ti piace il nostro Portale??
Allora votaci cliccando su questo bottone ... Grazie!!

migliori siti


www.italiacanora.net


Grazie a voi abbiamo vinto questi AWARD
nella classifica di NET-PARADE


Uno dei più belli
In classificasito internet
In classifica
Sito d'argento
DISCLAIMER
Tutte le copertine, testi e video presenti su questo forum sono solo per uso informativo e di intrattenimento.
Puoi scaricare e stampare la copertina se possiedi l'originale e hai bisogno di rimpiazzarla.
Tutto cio' che puo' essere considerato legale, dipende dalle leggi sul copyright del tuo paese di residenza. Non è nostra intenzione infrangere Copyright per cui, se ciò dovesse accadere, prego gli interessati a scrivere agl'amministratori i quali provvederanno alla rimozione immediata o a citare la fonte, se richiesto.
Lo Staff di ItaliaCanora.net non è responsabile dell'utilizzo e di eventuali danni a cose o persone causati dal materiale presente in questo forum, inoltre si tiene a precisare che tutto ciò che è presente in questo forum vi è stato messo in assoluta buona fede e senza alcuno scopo di lucro.
Traduttore - Translater
METEO ITALIA OGGI

Partner

creare un forum



Motori ricerca

Segnala il tuo sito nella directory

http://www.wikio.it

Cerrrca.com la ricerca con tre rrr


LICENZA
Licenza Creative Commons

Quest'opera è distribuita con Licenza
Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.

LE CANZONI PER HALLOWEEN

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

LE CANZONI PER HALLOWEEN

Messaggio  admin_italiacanora il Lun Ott 29, 2012 7:06 pm



31 OTTOBRE, HALLOWEEN

Immaginate di trovarvi in una tranquilla cittadina, al tramonto, e di imbattervi in torme di fantasmi, diavoli, streghe ed altre poco accomodanti creature. I casi sono due: o avete le allucinazioni, oppure il calendario segna il 31 di OTTOBRE!!!

Chi di voi non ha mai sentito parlare della notte di Halloween? Si tratta di una celebrazione molto radicata nella cultura americana ed in quella anglo-sassone in generale, ma da diversi anni a questa parte pure l'Italia ha accolto - a modo suo - questa preziosa occasione per dar libero sfogo alle più macabre e divertenti fantasie. Per certi versi, potremmo assimilare Halloween al nostro Carnevale, seppure orientato decisamente verso l'aspetto più oscuro, soprannaturale, della realtà. Ed è proprio per questo che i giovani e giovanissimi adorano tale festività, la quale offre tra l'altro un'ottima occasione per sfogare e trasformare in gioco tutte le paure più o meno coscienti che ribollono nelle profondità della mente.

Il termine Halloween deriva dal fatto che il 31 di ottobre è la vigilia di Ognissanti, ovvero il giorno in cui la tradizione cristiana celebra tutti i santi, in blocco, nessuno escluso. Questa data, il 1° novembre, è denominata in inglese All Hallows' Day. A questo punto occorre tenere presente che presso i popoli antichi (e pure per gli ebrei di oggi) il giorno non incomincia allo scoccare della mezzanotte, bensì qualche ora prima, al tramonto.

Ecco perchè, per esempio, si attribuisce tanta importanza alla vigilia di Natale: il 24 dicembre, infatti, non è solo il giorno prima, ma costituisce senza soluzione di continuità la prima parte del Natale stesso.

Ora, per analogia, la vigilia di Ognissanti è denominata All Hallow' Eve (dove "eve" sta per "vigilia"), ma anche All Hallows' Even (che costituisce il concetto di "vigilia" con quello di "sera"); è facile immaginare come quest'ultima definizione si sia contratta in Hallows' Even, e da lì ad Halloween il passo è stato breve.

Le origini di questa festa risalgono all'epoca in cui le isole britanniche erano dominate dalla cultura celtica, prima che l'Europa cadesse sotto il dominio di Roma. L'anno nuovo, allora, cominciava con il 1° novembre, quando i lavori nei campi erano completamente conclusi, il raccolto era al sicuro, ed i contadini potevano finalmente rilassarsi e godersi i doni che gli dei avevano loro concesso. In tale data, quindi, tutte le divinità pagane venivano ricordate ed evocate a titolo di ringraziamento ed auspicio per l'anno entrante; le porte delle dimensioni ultraterrene erano considerate aperte, per quella notte, e tutti gli spiriti erano liberi di vagare sulla terra e di divertirsi insieme agli uomini.

L'aspetto di festa gioiosa, comunque, non dispiacque alla Chiesa, che in un certo qual modo si impadronì della ricorrenza per celebrare tutti i santi del cristianesimo: ecco allora nascere il nostro giorno di Ognissanti (che non a caso, ricordiamo, precede immediatamente il Giorno dei Morti, tanto per ribadire l'inscendibile legame che collega la dimensione terrena con quella ultraterrena, sia essa la sfera celeste o molto più genericamente l'aldilà).

Da allora, l'antica Halloween è divenuta sinonimo di notte stregata, popolata da tutti gli spiriti maligni che la fantasia potesse immaginare.


HALLOWEEN E I BAMBINI

Halloween oggi è una festività dedicata sopratutto ai bambini: una notte di strani incontri, in cui streghe, scheletri, zingari, diavoli e indovini si aggirano muniti di lanterne, ceste e campanelli. I bambini anglosassoni mettono in scena il ritorno dei morti abbigliandosi in modo bizzarro e spaventoso. Così, travestiti, suonano i campanelli di tutte le case illuminate cantando una canzone generalmente lugubre. E' obbligatorio per gli adulti mostrare un grande spavento alla loro vista, e correre speditamente a prendere mele, noccioline, frutta candita, biscotti e soldini da mettere nelle loro ceste. In America i giochi tradizionali e le decorazioni della festa di Halloween sono conosciutissimi da tutti.



La strega sulla scopa, la zucca verdeggiante, il gatto nero e lo scheletro sono i suoi simboli. La festa di Halloween è dunque un vero e proprio raduno di spiriti. Esiste un ulteriore aspetto di questa celebrazione che deriva dal suo carattere antico di "festa stagionale". Essa viene fatta risalire alla osservazione dei cicli della natura di un popolo dedito alla pastorizia che celebra il tempo di mettere al riparo le mandrie, quando alla fine di ottobre, comincia a sopraggiungere l'inverno. In questo periodo infatti la mietitura è ormai compiuta: arancio e il nero sono dunque i colori di questo giorno (l'ultimo di ottobre) e rappresentano rispettivamente la mietitura e la morte. Molti dei prodotti della natura sono per questo motivo componenti essenziali della festa di Halloween. I costumi in se stessi hanno un'importante funzione, che è quella di esorcizzare le paure più arcaiche.

I bambini, in questo giorno, hanno infatti la possibilità di travestirsi "terrorizzando" gli adulti, che, a loro volta, sono costretti a essere tolleranti con i bambini, i loro giochi e i loro scherzi, spesso tremendi. Durante la notte di Halloween non viene punito neppure quello che è considerato lo "scherzo" più fastidioso, cioè rompere con un sasso i vetri delle finestre delle case e apparire attraverso l'apertura. Il più delle volte, però, i bambini insaponano soltanto i vetri, ed è anche usanza tollerarli mentre annoiano o interrompono continuamente i discorsi degli adulti. La festa di Halloween, alla quale non si è ammessi senza essere stati invitati e nella quale ci si traveste con sembianze di spiriti maligni, è anche una versione non riconosciuta del sabba delle streghe. Le decorazione nei carri ne sono testimonianza, come pure gli abiti, mentre l'uso di offrire dolci, noccioline e mele è abbastanza recente e di derivazione inglese.

Durante questa notte gli esseri spaventosi, che popolano i sogni, i fantasmi, l'uomo nero, gli animali feroci, vengono messi allo scoperto e i bambini ne assumono le sembianze scacciando via in questo modo le paure e le ansie. Assumendo connotati terrificanti, infatti, si calano in una situazione nella quale possono inconsapevolmente prendere in considerazione la morte di se stessi. E per i genitori questo rappresenta l'equivalente per un rito sacrificale. Così il "dramma" viene messo in scena, portato alla luce in una bizzarra notte di espiazione.

Da un punto di vista psicologico questo significa la possibilità di depotenziare certe paure, ma nello stesso tempo, questo comportamento implica anche confrontarsi con i problemi che prima o poi entreranno a far parte della cultura delle persone adulte. In ultima analisi, tutti i giochi dei bambini anticipano quello che succederà da grandi. Il connotato specifico della festa di Halloween va dunque al cuore del problema, che in linea generale, tende ad essere dimenticato dalla maggior parte della gente. L'abbigliamento dei bambini in questa circostanza ha la funzione inoltre di attenuare la loro paura degli adulti. Mediante l'adorazione dei travestimenti di Halloween essi sono infatti liberi di indulgere ai propri desideri ed a fantasie aggressive. In tutti i costumi e negli usi legati a questa possiamo cioè ritrovare la costante ripetizione del tema dell'aggressione contro l'adulto e il turbamento del suo mondo privato.

E' nella forma del travestimento, per il quale i grandi devono mostrarsi enormemente spaventati, che i bambini abbandonano temporaneamente la loro identità acquistando la libertà dalla sorveglianza e dai rimproveri degli adulti. In Halloween, i genitori hanno l'obbligo di essere permissivi con i bambini, e il meccanismo psicologico dunque si ripete, con l'aggiunta degli altri significati che sopra si è evidenziato.


HALLOWEEN IN ITALIA

Nel nostro Paese, la ricorrenza di Halloween è di importazione alquanto recente, anche se è senz'altro vero che anno dopo anno l'appuntamento con la notte magica si va facendo sempre più sentito. E' aumentato sensibilmente il numero delle discoteche e dei circoli privati che per il 31 ottobre organizzano feste, balli, ritrovi e gare ispirati alle atmosfere macabre d'oltreoceano, riallacciandosi idealmente al carnevale e premiando i costumi più fantasiosi. Il fenomeno è al momento circoscrivibile alle città, ma vista la tendenza non è da escludere che in futuro l'Halloween made in Italy (ovviamente privo di qualsiasi retroterra simbolico-culturale, ma limitato a cogliere il divertimento dell'esteriorità) possa trasformarsi in vera festa popolare. In Italia si è particolarmente colto l'aspetto legato alla maschera, al trucco, al travestimento.

Ed accanto i costumi più tradizionali, come ad esempio quello da diavolo, da strega, da zombie o da vampiro è facile incontrare più moderni miti neri imposti dal mercato cinematografico: non mancano quindi i Freddy Krueger i Jason o i Michael Myers, mutuati rispettivamente dai sanguinari ma divertenti cicli di Nightmare, Venerdì 13 e Halloween.

Certo, mancando una tradizione, non è facile reperire in ottobre maschere ed accessori orrorifici per attrezzarsi a scorazzare nella notte con gli amici. Ma l'importante, come sempre, è divertirsi, e permettere alla fantasia di evocare streghe e fantasmi tra noi e far svanire il grigiore della vita. Una volta all'anno, almeno!
Fonte: QUI


Ecco qui un elenco di canzoni dedicate alla festa più macabra dell’anno: Halloween!

- CONTE DACULA (Cristina D'Avena con i Piccoli Cantori di Milano)
Testo: Alessandra Valeri Manera - Musica e arrangiamento: Vincenzo Draghi - Edizioni musicali: Canale 5 Music - Etichetta originale e produzione: Five Record - Distribuzione: CGD Messaggerie Musicali - Data di prima pubblicazione: settembre 1989

      

Che urla che rumori, ma cosa sarà?
Oh mamma che paura (paura, paura)
Io voglio andare fuori,
non restare più qua,
fra queste 4 mura (che mura, che mura)
Questo castello è molto strano
orrido e scomodo, lo sai,
è proprio antidiluviano
meglio non abitarci mai, mai, mai!

Vedessi il proprietario poi che strano tipo è
si nutre di verdura (verdura, verdura).
E’ pluricentenario, ma si sente un bebè
per mondo va e poi ritorna qua: è Dacula!!!!

Conte Dacula sei tosto,
da sempre in Transilvania te ne stai.
Conte Dacula sei giusto,
ma che paura fai!
Conte Dacula sei topo
però ti cacci sempre in mezzo ai guai!
Conte Dacula sei tosto!
Conte Dacula sei giusto!
Ma alla fine proprio tu aiutati col blu!

C’è sempre un temporale
che da qui non se ne va
è proprio una sciagura (sciagura, sciagura)
Se sali poi le scale
tutto scricchiola qua e là
il bosco fa paura (paura, paura)

Vedessi il proprietario poi che strano tipo è
si nutre di verdura (verdura, verdura).
E’ pluricentenario, ma si sente un bebè
per mondo va e poi ritorna qua: è Dacula!!!!

Conte Dacula sei tosto,
da sempre in Transilvania te ne stai.
Conte Dacula sei giusto,
ma che paura fai!
Conte Dacula sei topo
però ti cacci sempre in mezzo ai guai!
Conte Dacula sei tosto!
Conte Dacula sei giusto!
Ma alla fine proprio tu aiutati col blu!

Dacula, Dacula, Daculaaaaaaaaaaaa
Ahahahahahahahahahah!

Fonte: QUI



- CARLETTO IL PRINCIPE DEI MOSTRI (Sigla finale italiana)
Autori: F. Migliacci, F. Fujio e A. Kobayashi - Voce: gruppo "I Mostriciattoli" - Anno: 1986

      

Mhuawawawawawa!!!!! (Risata Diabolica)
Che paura mi fa
Carletto, L’uomo Lupo, Franky e Dracula!
(Lupo, Franky e Dracula!)
Ma che effetto mi fa!
Mi sento tutto un Brivido!
BRRRRRRRR Ah Ah Ah Ah! BRRRRRRRR Ah Ah Ah Ah!

Che goduria però
Sarà che siamo tutti mostriciattoli
(tutti mostriciattoli!)
Il più bello che c’è
È Grande e Grosso
e pesa 3 quintali e 33!

E chi li vede strilla
“Oh Mammamia!”
Gambe in spalla
E vola via!

E non c’è camomilla che calmi un po’
Ninna à Ninna ù
Ninna òòòò!!!!

Se t’ accarezza una mano pelosa
E ti sbaciucchia una bocca bavosa
Mamma che schifo!
Ma sono un amico
Carletto, L’uomo Lupo, Draculino e Frankenstein

Occhio che Frankenstein
Si sente a pezzi
C’ha le pile scariche
(C’ha le pile scariche)

Luna piena lassù
E l’uomo lupo ulula
Au! Auau eh eh! Au!!

Un vampiro non è
Se beve il pomodoro
Il conte Dracula
(Il Conte Dracula!)

E Carletto chi è?
È un bimbo
Che si allunga
7 metri e 33!

E chi li vede strilla
“Oh Mammamia!”
Gambe in spalla
E vola via!

E non c’è camomilla che calmi un po’
Ninna à Ninna ù
Ninna òòòò!!!!

Se t’ accarezza una mano pelosa
E ti sbaciucchia una bocca bavosa
Mamma che schifo!
Ma sono un amico
Carletto, L’uomo Lupo, Draculino e Frankenstein

Che paura mi fa
Carletto, L’uomo Lupo, Franky e Dracula!
(Lupo, Franky e Dracula!)
Il più bello che c’è
È Grande e Grosso
e pesa 3 quintali e 33!

Occhio che Frankenstein
Si sente a pezzi
C’ha le pile scariche
(C’ha le pile scariche)

Luna piena lassù
E l’uomo lupo ulula
Au! Auau eh eh! Au!!

Un vampiro non è
Se beve il pomodoro
Il conte Dracula
(Il Conte Dracula!)

E Carletto chi è?
È un bimbo
Che si allunga
7 metri e 33!

Eeeeee BU!
33 33 33 33 33 33 eh eh eh eh!
E Bleah!

Fonte: QUI
avatar
admin_italiacanora
Admin

Messaggi : 1852
Punti : 4014
Data d'iscrizione : 09.04.10
Età : 66
Località : Toscana

Vedi il profilo dell'utente http://www.italiacanora.net

Tornare in alto Andare in basso

Re: LE CANZONI PER HALLOWEEN

Messaggio  admin_italiacanora il Mer Ott 28, 2015 4:05 pm



JACK O’ LANTERN: la leggenda di Halloween

Un fabbro irlandese di nome Jack, ubriacone e taccagno, incontrò, la notte di Halloween, il Diavolo in un pub. Stava per cadere nelle sue mani, quando riuscì ad imbrogliarlo facendogli credere che gli avrebbe venduto la sua anima in cambio di un’ultima bevuta. Il Diavolo, così, si trasformò in una monetina da sei pence per pagare l’oste e Jack fu abbastanza veloce da riuscire ad intascarsela. Poiché, poi, possedeva anche una croce d’argento, il Diavolo non riuscì più a tornare alla sua forma originaria. Jack, allora, stipulò un nuovo patto col Diavolo, e cioè che lo avrebbe lasciato andare purché questi, per almeno 10 anni, non tornasse a reclamare la sua anima. Il Diavolo accettò.

Dieci anni dopo, Jack e il Diavolo si incontrarono di nuovo e Jack, sempre con uno stratagemma, riuscì a sottrarsi al potere del principe delle tenebre e a fargli promettere che non lo avrebbe cercato mai più.
Il Diavolo, che si trovava in una situazione difficile, non poté far altro che accettare.

Quando Jack morì, a causa della sua vita dissoluta, non fu ammesso al Regno dei Cieli e fu costretto a bussare alle Porte dell’Inferno; il Diavolo, però, che aveva promesso che non lo avrebbe cercato, lo rispedì indietro tirandogli addosso un tizzone ardente. Jack se ne servì per ritrovare la strada giusta e, affinché non si spegnesse col vento, lo mise sotto una rapa che stava mangiando.
Da allora Jack vaga con il suo lumino in attesa del giorno del Giudizio (da qui il nome JACK O’ LANTERN, Jack e la sua Lanterna) ed è il simbolo delle anime dannate ed errabonde.

Quando gli Irlandesi, in seguito alla carestia del 1845, abbandonarono il loro paese e si diressero in America, portarono con sé questa leggenda e, poiché le rape non sono in America così diffuse come in Irlanda, le sostituirono con le più comuni zucche.

Da allora, la zucca intagliata con la faccia del vecchio fabbro e il lumino all’interno, è forse il simbolo più famoso di Halloween.
 
Fonte: QUI
 
 
- QUESTO E' HALLOWEEN (Colonna Sonora di Nightmare Before Christmas di Tim Burton)
 



 
Bimbi e bimbe di ogni età,
ecco qualcosa che vi stupirà!
Su, venite è propro qui!
E' il paese di Halloween!

Questo è Halloween!
Questo è Halloween!
Ogni zucca lo griderà!
Questo è Halloween!
Spaventoso Halloween!

Dacci un dolce o il terrore ti attanaglierà!
Urla anche tu!
Fuggi via da qui!
E' il paese di Halloween!
Io sono quello che sotto il letto langue
Ho mille denti e occhi rossi più del sangue!
Sotto le scale io spappolo i cervelli,
dita come serpi e ragni fra i capelli!

Questo è Halloween!
Questo è Halloween!
Halloween! Halloween! Halloween! Halloween!

Ora tu, se lo vuoi, canta la ballata della zucca con noi
La città è fantastica, ricca di sorprese si rivelerà!
Lì, davanti a te, dentro quel bidone c'è
una brutta faccia che ti assalirà!
Wha!

Questo è Halloween!

Putrido!
E macabro!
Hai paura?

Puoi star sicura!
Se tu vuoi scappar via
qui si rischia la pazzia
ed un attacco di licantropia!
Urla anche tu! Grida sempre più!

Questo è il nostro Halloween!

Io sono il clown dall'incredibile faccia!
Posso sparire senza lasciar traccia!
Sono la paura quando gridi "Chi sei?"
Sono il vento fra i capelli tuoi!
Io sono l'ombra che di notte va!
Semino il panico in città!

Questo è Halloween!
Questo è Halloween!
Halloween! Halloween! Halloween! Halloween!

Quanti orrori attorno a te!
Senza ribrezzo che vita è?
Tutti qui
Viviamo così
Nel paese di Halloween.
La città è fantastica,
ricca di sorprese si rivelerà!

Skeletron Jack, lo spirito di morte
può farti accapponar la pelle dal terror!
Questo è Halloween,
grida insieme a noi!

Fate largo a chi
è speciale più di voi!

Jack è il re del campo di zucche
gridate "HI" per il gran sovrano!
Questo è Halloween!
Questo è Halloween!
Halloween! Halloween! Halloween! Halloween!

Ora qui, se lo vuoi, canta la ballata della zucca con noi!

La la-la la, Halloween! Halloween! Halloween! Halloween! La la-la la-la! Wheeee!
 
 
 
- JAZZ DELL'ALDILA' (Jazz dell'Aldilà interpretato dagli abitanti dell'Aldilà nel film d'animazione La Sposa Cadavere di Tim Burton)
 



 
Attacca banda!

1 STROFA:
Ehi, prestatemi orecchie, per chi ce ne ha
beato chi ha un occhio e se lo asciugherà
racconto la storia che vi commuoverà
della sposa graziosa dell'aldilà

RITORNELLO:
Dai, dai, che tocca anche a te!
Morire ad oltranza, che male c'è?
Tu prova a scappar,
raccomandati ai santi,
ma dovremo al fine morir tutti quanti!

lalalala, lalalala.......

2 STROFA:
la dolce pulzella che era una rarità;
colpì il forestiero venuto in città;
era bello e prestante ma povero in canna
e la bimba crolla come un sacco di panna;
da suo padre fu no secco come uno schioppo
si tennero stretti fuggendo al galoppo

RITORNELLO:
Dai, dai, che tocca anche a te!
Morire ad oltranza, che male c'è?
Tu prova a scappar,
raccomandati ai santi,
ma dovremo al fine morir tutti quanti!

lalalala, lalalala.......

bat ci pu, bodi bi bodi bi bodi ioh

PEZZO STRUMENTALE:

alla grande,
uhm okay,
andiamo ragazzi con gusto
siiii mi piace,
okay tocca a te,
uhm, siiii, wow, ah,
ehiehiehi
(altri versi tipici swing!!)

3 STROFA:
Ieh, studiarono il piano da eseguire di notte
cosa avevano in mente nessuno lo seppe
lei mise il vestito che sua mamma portò
era pazza di amore e si accontentò
tre o quattro cosuccie provo a trafugar
i gioielli dei nonni, un sacchetto di perle
sotto l'albero antico che sta giù al campo santo
tra la nebbia e il buio alle tre meno un quarto
c'era soltanto lei ma lui non venìììì....

PEZZO CON ZOMBIE:
ZOMBIE: e poi,
SCHELETRO: ha aspettato,
Z: e poi,
S: quell'ombra è il suo uomo,
Z: e poi,
S: il suo povero cuoricino batteva così forte,
Z: e poi,
S: e poi, dolcezza, tutto è diventato buio...

4 STROFA:
quando poi riaprì gli occhi era morte da ore
il tesoro sparito così come il suo cuore
così ai piedi dell'albero al cielo giurò
a chi scioglierà il cuore io mi concederò (OHOHOHOH)
così un giorno arrivò da non molto lontano (OHOHOHOH)
ma il suo giovane amore le tese la mano
qui la storia finisce, come andò già si sa (AHAHAHAH)
lei fu sposa in eterno nell'aldilà...

RITORNELLO:
Dai, dai, che tocca anche a te!
Morire ad oltranza, che male c'è?
Tu prova a scappar,
raccomandati ai santi,
ma dovremo al fine morir (si morire) tutti quanti!
ahahah
bat ci pu, bodi bi bodi bi bodi
YEAHHHH
avatar
admin_italiacanora
Admin

Messaggi : 1852
Punti : 4014
Data d'iscrizione : 09.04.10
Età : 66
Località : Toscana

Vedi il profilo dell'utente http://www.italiacanora.net

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum