Ci "aiuti" a crescere?
Ti ringrazio in anticipo per il tuo








AFFILIAZIONI - SITI - BLOG
e FORUM

LaFavolaBlu


Progetto Musico Sognante Italiano
La fiaba del mare della Musica Italiana
ed Internazionale

____________________________


Nonsolosuoni




Un sogno
fatto di musica!

______________________


_____________________


Estatica è l'enciclopedia di musica italiana, internazionale e cultura.

Discografie, recensioni, interviste, monografie, live report, video, ebooks


_____________________



________________________


_____________________



________________________

Chi è in linea
In totale ci sono 11 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 11 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 72 il Mer Mag 17, 2017 9:16 pm





__________________________________

Ti piace il nostro Portale??
Allora votaci cliccando su questo bottone ... Grazie!!

migliori siti


www.italiacanora.net


Grazie a voi abbiamo vinto questi AWARD
nella classifica di NET-PARADE


Uno dei più belli
In classificasito internet
In classifica
Sito d'argento
DISCLAIMER
Tutte le copertine, testi e video presenti su questo forum sono solo per uso informativo e di intrattenimento.
Puoi scaricare e stampare la copertina se possiedi l'originale e hai bisogno di rimpiazzarla.
Tutto cio' che puo' essere considerato legale, dipende dalle leggi sul copyright del tuo paese di residenza. Non è nostra intenzione infrangere Copyright per cui, se ciò dovesse accadere, prego gli interessati a scrivere agl'amministratori i quali provvederanno alla rimozione immediata o a citare la fonte, se richiesto.
Lo Staff di ItaliaCanora.net non è responsabile dell'utilizzo e di eventuali danni a cose o persone causati dal materiale presente in questo forum, inoltre si tiene a precisare che tutto ciò che è presente in questo forum vi è stato messo in assoluta buona fede e senza alcuno scopo di lucro.
Traduttore - Translater
METEO ITALIA OGGI

Partner

creare un forum



Motori ricerca

Segnala il tuo sito nella directory

http://www.wikio.it

Cerrrca.com la ricerca con tre rrr



RENATO ZERO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)

Italia Canora :: MUSICA LEGGERA :: 
CANTANTI/GRUPPI ANNI' 70
 :: RENATO ZERO

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

RENATO ZERO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)

Messaggio  admin_italiacanora il Dom Nov 27, 2011 9:09 pm


Di seguito viene riportata la discografia completa dli RENATO ZERO

INDICE


Singoli

1967 - Non basta sai/In mezzo ai guai
1973 - No! Mamma, no!/Make up, make up, make up
1974 - Inventi/Il tuo safari
1976 - Madame/Un uomo da bruciare
1977 - Mi vendo/Morire qui
1978 - Triangolo/Sesso o esse
1979 - Il carrozzone/Baratto
1980 - Amico/Amore sì, amore no
1981 - Galeotto fu il canotto/Più su
1982 - Soldi/Resisti
1991 - Spalle al muro/L'equilibrista
1991 - Più insieme/Chi più chi meno
1998 - L'impossibile vivere / Il mercante di stelle
1998 - Cercami / Appena in tempo
1998 - Dimmi chi dorme accanto a me / L'eterna sfida
1998 - La pace sia con te / Poesia poesia
1999 - Si sta facendo notte / Emergenza noia (Live)
1999 - Il coraggio delle idee / Matti
2000 - Tutti gli zeri del mondo / L'imbarco
2002 - Innocente / Libera
2002 - Qualcuno mi ha ucciso / È tutto qua
2003 - A braccia aperte
2004 - Come mi vorresti


Album in studio

1973 - No! Mamma, no!
1974 - Invenzioni
1976 - Trapezio
1977 - Zerofobia
1978 - Zerolandia
1979 - EroZero
1980 - Tregua
1981 - Artide Antartide
1982 - Via Tagliamento 1965/1970
1983 - Calore
1984 - Leoni si nasce
1984 - Identikit
1986 - Soggetti smarriti
1987 - Zero
1989 - Voyeur
1991 - La coscienza di Zero
1993 - Zerofavola
1993 - Passaporto per Fonòpoli
1993 - Quando non sei più di nessuno
1994 - L'imperfetto
1995 - Sulle tracce dell'imperfetto
1998 - Amore dopo amore
1996 - Zero
2000 - Tutti gli Zeri del mondo
2001 - La curva dell'angelo
2003 - Cattura
2005 - Il dono
2009 - Presente
2013 - Amo. Capitolo 1


Album dal vivo

1981 - Icaro
1991 - Prometeo
1999 - Amore dopo amore, tour dopo tour
2004 - Figli del sogno


Video

1991 - Zero 40 Live
1991 - La notte di Icaro
1993 - Zerofobia Live
1993 - ZerOpera
1994 - L'imperfetto
1995 - Nightmare Before Christmas (Renato Zero presta la voce al protagonista del film Jack Skeletron)
1996 - Tutto Zero
1999 - Tour dopo tour
2004 - Figli del sogno
2008 - Zero 40 Live (ristampa su DVD della VHS omonima del 1991, su formato digitale)
2010 - Presente ZeroNoveTour
2011 - Sei Zero

Fonte: QUI


Ultima modifica di admin_italiacanora il Mar Giu 11, 2013 8:21 pm, modificato 4 volte
avatar
admin_italiacanora
Admin

Messaggi : 1806
Punti : 3916
Data d'iscrizione : 09.04.10
Età : 66
Località : Toscana

Vedi il profilo dell'utente http://www.italiacanora.net

Tornare in alto Andare in basso

RENATO ZERO: 1967 - NON BASTA SAI/IN MEZZO AI GUAI (45 giri)

Messaggio  admin_italiacanora il Sab Feb 02, 2013 6:51 pm

1. TITOLO:

1967 - NON BASTA SAI/IN MEZZO AI GUAI

# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: PM45 3406 # Data pubblicazione: 1967 # Matrici: SKAW 23612/SKAW 23613 # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 17,5 cm. # Facciate: 2
 
Distribuito da: RCA Italiana - Roma # Produttore G. & B. # Orchestra: Amedeo Tommasi
Note: La produzione del disco è accreditata a G. & B. senza ulteriori dettagli. Si tratta quasi certamente di Gianni Boncompagni.
 
 
2. RECENSIONE:

Non basta sai/In mezzo ai guai è in assoluto il primo disco di Renato Zero, che lo incise per l'etichetta discografica RCA Italiana nel 1967 all'età di 17 anni.

Nel disco sono racchiuse le sue prime incisioni, Non basta sai (scritta da Gianni Boncompagni e da Jimmy Fontana) e In mezzo ai guai (cover quest'ultima di 98.6, una hit del giovane cantautore americano Keith scritta da George Fischoff e Tony Powers e tradotta da Gianni Boncompagni). Entrambi i brani sono prodotti da Gianni Boncompagni, il primo discografico che credette realmente nelle potenzialità canore del giovanissimo Renato.

Le vendite furono scarse, la leggenda narra che furono vendute appena 20 copie di questo disco d'esordio, per poi essere subito ritirato dal commercio discografico.
Il 45 giri originale del 1967 fu ristampato nel 1991 in collaborazione con il mensile di collezionismo musicale RARO! in versione maxi 45 giri picture disc, in tiratura limitata di 1000 copie. Questo a causa della grande richiesta da parte dei sempre più numerosi collezionisti dell'artista romano che non potendo avere il disco originale, si accontentarono di questa ristampa.
Inoltre, entrambi i brani Non basta sai e In mezzo ai guai furono inserite in alcune raccolte cd di Renato Zero; una su tutte, ricordiamo il cofanetto del 1996 a tiratura limitata numerata Zero, ristampato l'anno dopo con il titolo Gli anni '70, il cofanetto ZerOro del 1999 nel quale venne inserito un CD singolo contenente appunto i 2 brani e infine ll raccolta-album Zero Infinito del 2008.

In occasione dei 40 anni dello storico locale romano, il Piper Club, è stato prodotto un cd commemorativo, comprendente anche Non basta sai.
 
Fonte: QUI


3. COVER:



4. TRACK LIST

Lato A:
NON BASTA SAI

___Lato B:
IN MEZZO AI GUAI

___

Autori: Gianni Boncompagni, Jimmy Fontana
 
Testo:
Si…
Sei tanto bella profumata ,
Tu sei educata come vuol la società .
Ma non basta sai ,
Non basta sai ,
Non basta sai …
Si…
Vestiti belli ,
Parenti ricchi ,
Tanti gioielli
E una carriera anche per me….
Ma non basta sai ,
Non basta sai
……………..
Perché fra noi ,
Purtroppo c'è ,
Qualche milione di anni luce ,
Tu sei in un mondo ,
Ed io in un altro
Che verrà…
Oh , oh , oh…
Si….
Sorrisi dolci ,
Passato ingenuo ,
Amore vero e fedeltà ,
Ma non basta sai ,
No non basta sai
Non basta sai…..
La …la…la…
………………..
Perché fra noi ,
Purtroppo c'è ,
Qualche milione di anni luce ,
Tu sei in un mondo
Ed io in un altro ,
Che verrà ….
…………………
Si …..
Sorrisi dolci , passato ingenuo ,
Amore vero e fedeltà ,
Ma non basta sai
No non basta sai
Non basta sai ….
La…la…la…

Fonte: QUI
___
Autori: Gianni Boncompagni, Tony Fischoff, George Powers
 
Testo:
Mi trovo sempre in mezzo ai guai ,
Che posso fare ?
Se ogni cosa mi va male !
Mi sembra inutile cercare
Di ignorare ,
Che qui c'è molto da cambiare...
Ho , tante mini donne che
Non mi danno mai pace .
E , non ho un soldo ,
Ma problemi io
Ne ho , a non finire ,
Meglio non pensare…
………………..
A questa età lo so ,
Vi sembra un poco strano ,
Che io mi trovi in mezzo ai guai…
Vi garantisco , che per me
Non è poi strano ,
Trovarmi in questa situazione .
Ho , tante mini donne che
www.tirateladimeno.com Non mi danno mai pace .
E , non ho un soldo ,
Ma problemi io
Ne ho a non finire ,
Meglio non pensare…
………………
Mi trovo bene
In mezzo ai guai ,
Tanto che fare ?
Qui mi conviene non pensare.
Ho tante mini donne che
Non mi danno mai pace .
E , non ho un soldo ,
Ma problemi io
Ne ho a non finire ,
Meglio non pensare…

Fonte: QUI


Ultima modifica di admin_italiacanora il Dom Mar 15, 2015 10:06 am, modificato 1 volta
avatar
admin_italiacanora
Admin

Messaggi : 1806
Punti : 3916
Data d'iscrizione : 09.04.10
Età : 66
Località : Toscana

Vedi il profilo dell'utente http://www.italiacanora.net

Tornare in alto Andare in basso

RENATO ZERO: 1973 - NO! MAMMA, NO!/MAKE UP, MAKE UP, MAKE UP (45 giri)

Messaggio  admin_italiacanora il Mar Giu 11, 2013 8:10 pm

1. TITOLO:

1973 - NO! MAMMA, NO!/MAKE UP, MAKE UP, MAKE UP

# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: PM 3734 # Supporto: vinile 45 giri * Tipo audio: Mono * Dimensioni: 17,5 cm. * Facciate: 2


2. RECENSIONE:

l primo supporto discografico promozionale di Renato Zero viene inciso nel 1973 con l`avvento del suo primo album 33 giri No! Mamma, no!.
Il supporto fonografico scelto e’ un singolo formato 45 giri per la casa discografica RCA Italiana di Roma.
I due brani che sono racchiusi in questo lavoro sono No! Mamma, no! (Renatozero - Filistrucchi - Renato Zero) e Make up, make up, make up (Renatozero - Filistrucchi - Conrado).
I brani sono stati arrangiati da Albert Verrecchia e Renato Zero presso lo studio di registrazione della casa discografica RCA Italiana.
Il disco e’ correlato di copertina RCA standard forata.
Il vinile formato 45 giri presenta la label di colore celeste con della casa discografica RCA Italiana e la dicitura Disco Promozionale in entrambi i lati.
Fonte: QUI


3. COVER:



4. TRACK LIST

Lato A:
NO! MAMMA, NO!

___Lato B:
MAKE UP, MAKE UP, MAKE UP


___

Praticamente... il primo videoclip di Renato!

Testo:
No, mamma, no!
Non mi puoi deludere, mamma!
Solo non ci sto,
Sono troppo fragile, mamma!
No, mamma, no!
Solo non ci sto.
Odio le corsie.
E le suore pallide, mamma!
Cliniche e conforts e le mani candide, mamma!
No, mamma, no!
Solo non ci sto'
Tutta colpa tua,
Per te era tutto favole'
Solo colpa tua,
Il latte tuo era sterile'
Sempre colpa tua'
Se io non sono come vuoi!!!
Ho paura sai,
Delle crisi isteriche, mamma!
Temo il buio e poi
Le correnti gelide, mamma!
No, mamma, no!
Solo non ci sto'
Non ricordi più,
La notte mi stringevi a te!
Non ricordi più,
La notte mi svegliavi, tu'
Sempre colpa tua,
Se io non sono come vuoi!
No, mamma, no!
Non mi puoi deludere mamma!
Tremo quando tu,
Non mi puoi proteggere, mamma!
No, mamma, no!
Solo non ci sto'
No, mamma, no!
È solamente colpa tua
No, mamma no
È solamente colpa tua'
No, mamma, no!
È solamente colpa tua'
No, mamma, no!
È solamente colpa tua'
No, mamma, no!
È solamente colpa tua'

Fonte: QUI
___

Testo:
Ho sorpreso un vecchio,
Con le ciglia finte blu!
Il mio professore,
Si faceva il trucco al bar!
Guarda tua sorella, così com'è..
Coi capelli corti come te!
Usa il dopobarba a volontà…
Credimi… qualcosa cambierà!!!
Make-up, make-up, make-up
Make-up, make-up, make-up
Scopro solo adesso,
Che papà usa il fard,
La mamma si rade,
Si copre le rughe…
Qua e là!!
Saune e massaggi, ovunque vai!
Creme per la notte, troverai!
Esercitazioni yoga, karatè!
Credimi, qualcosa cambierà!!
Make-up, make-up, make-up
Make-up, make-up, make-up
Truccati le guance,
Usa smalto rosso, si!
Vendi la tristezza,
Comprati il tuo beauty-case!
Marco cosa fai ?
Compri il palkey ?
Prendine una dose anche per me!
No! Non sto sognando, è la realtà!
Cambia faccia il mondo col make-up!
Make-up, make-up, make-up
Make-up, make-up, make-up
Tutti al trucco!!!
Make-up

Fonte: QUI


Ultima modifica di admin_italiacanora il Ven Gen 20, 2017 6:04 pm, modificato 6 volte
avatar
admin_italiacanora
Admin

Messaggi : 1806
Punti : 3916
Data d'iscrizione : 09.04.10
Età : 66
Località : Toscana

Vedi il profilo dell'utente http://www.italiacanora.net

Tornare in alto Andare in basso

RENATO ZERO: 1973 - NO! MAMMA, NO! (33 giri - LP)

Messaggio  admin_italiacanora il Dom Mar 15, 2015 12:21 pm

1. TITOLO:
 
1973 - NO! MAMMA, NO!
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: DPSL 10604 # Data pubblicazione: Ottobre 1973 # Matrici:CKAY 27320/CKAY 27321 # Genere: Pop # Supporto: vinile 33 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 30,5 cm. # Facciate: 2 # Tracce: 11
 
Arrangiatore: Albert Verrecchia, Renato Zero # Produttore: Franco Migliacci # Edizioni musicali: Mi-mo, RCA # Orchestra: Nicola Samale
 
 
2. RECENSIONE:
 
No! Mamma, no! è il primo album di Renato Zero, pubblicato nel 1973.

Il primo LP di Renato Zero arriva a sei anni dalla sua primissima incisione, un 45 giri contenente le canzoni Non basta sai e In mezzo ai guai, entrambe scritte per lui da Gianni Boncompagni.
Come ha dimostrato "Musica Leggera" si tratta di un finto live, registrato in realtà nello studio A di via Tiburtina e nello studio Sonic di Franco Patrignani; alle registrazioni furono poi aggiunti dei finti applausi, simulando quindi l'effetto di un live.
Ecco alcune testimonianze raccolte (e pubblicate in Musica Leggera): "No! Mamma, no! lo facemmo allo studio A di via Tiburtina e alla Sonic del povero Patrignani. Mi occupai personalmente dei missaggi: feci un loop di applausi e lo montai per simulare l'effetto live" (Foffo Bianchi, tecnico del suono del disco); "Registrammo in studio, in parte alla RCA ed in parte alla Sonic. C'era l'arrangiatore Albert Verrecchia, Massimo Buzzi alla batteria, Piero Montanari e Mario Scotti al basso" (Luciano Ciccaglioni, chitarrista nel disco).
Anche Piero Montanari ha confermato ciò, in una testimonianza reperibile nel suo blog: "Fecero di questo primo Lp una finta versione live aggiungendo gli applausi. In realtà eravamo nello studio A della Rca con Derek Wilson, Luciano Ciccaglioni, Albert Verrecchia (arrangiatore) ed io al basso. Renato era un amico del nostro giro, sempre a corto di sigarette e di passaggi in macchina che io gli davo puntualmente incazzandomi. Gli altri amici del gruppo erano: Mimì e Loredana Bertè, Roberto Conrado, Amedeo Minghi, Luigi Lopez ed altri. Renato, con la sua testardaggine, riuscì a farsi fare il primo contratto per un LP dalla RCA e mi chiamò a suonare (forse per ricambiarmi dei passaggi in macchina e delle sigarette). Il disco si chiamava No!Mamma no!".
Inoltre alcune registrazioni senza gli applausi sono state pubblicate dall'RCA Italiana nella raccolta pubblicata nella serie RCA Lineatre Incontro con Renato Zero: si tratta di Paleobaratolo, Non sense pigro, Sergente no!, Nell'archivio della mia coscienza, Ti bevo liscia e Make-up, make-up, make-up.

« Perché ti nascondi, dai vieni qui, giochiamo un po'!
Impariamo ancora, se tu lo vuoi, a ridere.
Sai cos'è che non va? Chiudere in scatola la libertà! Non ci sto, vado via, cerchiamo scampo nella fantasia! »

(dal brano Paleobarattolo)

In Paleobarattolo, Renato dichiara la sua ostilità contro il conformismo. In Nonsense pigro, l'artista esalta la fantasia, in contrasto con la grigia quotidianità. Sergente, no!, marcetta senza troppe pretese, è un inno alla vita contro la logica della guerra. Il tema dell'identità è affrontato in TK6 chiama torre di controllo e in 0/1023. Nell'archivio della mia coscienza risulta uno dei momenti dove la lirica dell'autore tocca i livelli più alti, in contrasto con il rock di Dana e con la frivola Ti bevo liscia, dedicata a una donna ritratta su un poster. Segue Make-up, make-up, make-up, esaltazione dell'ambiguità. Sogni nel buio è una canzone anti-abortista, incentrata sui pensieri di un feto che non sa che non verrà mai alla luce. Chiude la dissacrante title-track, No! Mamma, no!, in cui l'autore contesta alla propria madre gli insegnamenti a cui è stato sottoposto. La voce nell'intervento parlato che introduce Renato prima del brano Paleobarattolo è quella del giornalista - entertainer Eddie Ponti.

Tutte le canzoni sono edite dalle edizioni musicali Mimo, di proprietà di Franco Migliacci e Gianni Morandi.

Nell'intero album, suona l'Orchestra della RCA Italiana, diretta dal maestro Nicola Samale, arrangiata da Albert Verrecchia e Renato Zero. Fanno parte del complesso:
Renato Zero - voce # Anthony Hollard - Chitarra # Luciano Ciccaglioni - Chitarra # Piero Montanari - Basso elettrico # Mario Scotti - Basso elettrico # Derek Wilson - Batteria # Sandro Podrani - Batteria, Percussioni # Massimo Buzzi - Batteria # Keith Burberry - Organo # Alberto Barisano - Pianoforte # Albert Verrecchia - Pianoforte
 
Fonte: QUI
 
 
4. COVER di NO! MAMMA, NO!:
 
   
 
 
5. TRACK LIST di NO! MAMMA, NO!:
 
LATO A
  • A1. Paleobarattolo - 03:58 (testo: Filistrucchi – musica: RenatoZero)
  • A2. Nonsense Pigro - 03:15 (testo: RenatoZero, Filistrucchi – musica: RenatoZero)
  • A3. Sergente no! - 3:45 (testo: RenatoZero – musica: Conrado, RenatoZero)
  • A4. Tk6 Chiama torre controllo - 02:51 (testo: RenatoZero – musica: Conrado, RenatoZero)
  • A1. 0-1023 - 04:02 (testo: RenatoZero, Filistrucchi – musica: Conrado, RenatoZero)

LATO B
  • B1. Nell'archivio della mia coscienza- 03:47 (Renato Zero)
  • B2. Dana - 03:26 (testo: RenatoZero – musica: Conrado, RenatoZero)
  • B3. Ti bevo liscia - 02:37 (testo: Filistrucchi – musica: Conrado, RenatoZero)
  • B4. Make-up, Make-up, Make-up - 02:52 (testo: RenatoZero, Filistrucchi – musica: Conrado, RenatoZero)
  • B5. Sogni nel buio - 02:03 (Renato Zero)
  • B6. No! Mamma, No! - 04:02 (testo: RenatoZero, Filistrucchi – musica: RenatoZero)


Nr.A1 - PALEOBARATTOLO


- Testo: PALEOBARATTOLO

Chiuso dentro
ad un barattolo
sono stato chiuso
in un barattolo
per vent'anni
e trentamila secoli
di qua' di la'
di qua' di la'
Preso a calci
dentro a quel
barattolo
mentre il mondo
fuori andava
a rotoli
per vent'anni
e trentamila secoli
di qua' di la'
di qua' di la'
Ehi amico dammi
l'apriscatole
sono stanco d'essere
un giocattolo
per vent'anni
e trentamila secoli
di qua' di la'
di qua' di la'
Perche' ti nascondi
dai vieni qui
giochiamo un po'
impariamo anche
se tu lo vuoi
a ridere
sai cos'e'
che non va
chiudere in scatola
la liberta'
non ci sto vado via
cerchiamo scampo
nella fantasia
Ora passo tutto
il giorno a ridere
della gente chiusa
nei barattoli
si lamentano
ma sono secoli
che vanno su
che vanno giu'
Mi diverto
se li sento piangere
sono chiusi tutti
nei barattoli
non capiscono
ma sono secoli
che vanno su
che vanno giu'
che vanno su
che vanno giu'
che vanno su
che vanno giu'...

Chiuso dentro
ad un barattolo
sono stato chiuso
in barattolo
per vent'anni
e trentamila secoli
di qua' di la'
di qua' di la'
Ora passo tutto
il giorno a ridere
della gente chiusa
nei barattoli
si lamentano
ma sono secoli
che vanno su
che vanno giu'
che vanno su
che vanno giu'

Fonte: QUI


Nr.A2 - NONSENSE PIGRO


- Testo: NONSENSE PIGRO

Luce no,
Non mi sveglierò,
Stamattina mi sento pigro,
Ha ha …
Dentro al letto sto,
Stamattina mi copro il capo,
Alzarsi non serve a niente,
Vestirsi non serve a niente.
Ehi tu, vieni qui da me,
Stamattina mi sento solo,
Ehi ehi,
Dentro al letto sto,vieni qui che c'è tanto posto.
Coprirsi non serve a niente, spogliarsi non costa niente.
Tanto il mondo tira avanti anche senza me,
Questo mondo di santoni e di matti.
Spremi, spremi questo frutto, frutti non ne da.
E allora…
E allora…
E allora…
Apri un po’, quella doccia, dai,
Stamattina mi sento strano.
Sei tu, vieni qui da me,
Voglio che mi insaponi tutto.
Lavarsi non costa niente, profumarsi non costa niente.
Tanto il mondo vende solo detersivi, spray,
Che non lavano coscienze malate…
Ma il cervello tutto bianco ti ritroverai…
Tanto il mondo partorisce figli a testa in giù,
Tralasciando di insegnarti a volare.
Tanti uccelli senza piume e senza fantasia…
E allora…..
Questo mondo stamattina non mi incanta più.
Preferisco rivoltarmi nel letto,
Abbracciato alla ragazza che sta qui con me.
E allora….
Non bussate alla mia porta,
Non vi apro più,
Non mi serve il latte fresco, i giornali.
Non mi importa di sapere quello che accadrà.
E allora…..
E allora…..
E allora …!!!

Fonte: QUI


Nr.A3 - SERGENTE, NO!


- Testo: SERGENTE, NO!

Sergente, no!
arruolarmi lei non può!
con il fisico che ho
potrei fare solo il fotomodello!
sergente, no! il militare non farò!
odio il grigio-verde e poi,
quest'elmetto, mi sconvolge i capelli!
uffa!!! uffa!!!
ho bisogno di tranquillità!
dei miei dischi, del mio maquillage!
senza la mia donna, impazzirei…
rinunciare al whisky, non potrei!
sergente, sia arrendevole!
io non sparo! io, nemici, non ne ho!
sergente, sia arrendevole!
amo il mondo e al mondo guerra, non farò!
sergente, sia arrendevole!
alla branda preferisco il letto mio!
sergente, sia arrendevole
chiuda un'occhio, tutti e due se può!
sergente, no! in caserma non ci sto
non mi metta in fanteria
sono timido per il corpo a corpo
sergente, no! l'esercito non fa per me
uno, due, senza mai dire tre
litigare sempre col generale
uffa!!! uffa!!!
ho bisogno di tranquillità,
dei miei dischi, del mio maquillage,
senza la mia donna impazzirei,
rinunciare al whisky non potrei.
sergente, sia arrendevole!
io non sparo, io nemici non ne ho
sergente, sia arrendevole!
amo il mondo e al mondo guerra non farò!
sergente, sia arrendevole!
alla branda, preferisco il letto mio!
sergente, sia arrendevole!
chiuda un'occhio, tutti e due se può!
sergente, no! di lei io non mi scorderò.
dei suoi grandi occhi blu.
me ne vado, mi saluti il plotone!
ciao uffa!!!
sergente, no! sergente, no!
sergente, no!sergente, no!
sergente, no!sergente, no!

Fonte: QUI


Nr.A4 - TK6 CHIAMA TORRE CONTROLLO...


- Testo: TK6 CHIAMA TORRE CONTROLLO...

Sto sorvolando il cielo di Bombay,
Seguendo rotta dieci gradi nord,
Controllo impianto, tutto quanto ok.
Amore mio,
Presto, tornerò!
Il mio equipaggio sono solo io,
Pilota, hostess, comandante e steward,
Vado sparato verso casa mia,
Amore mio,
Presto, ti vedrò!
Ma cosa c'è,
Si guasta il motore…
Io già lo so, cadrò sulla città.
Tk6 chiama torre controllo,
Perché, perché,
Non rispondete più!
Faccio un bilancio della vita mia,
Un disastro, però :
Voglio vivere!
Penso un attimo al mondo mio,
Vedo te, casa mia, il flauto e la mia jeep.
Riapro gli occhi e non sogno più.
Suona il telefono, rispondi tu,
Se è l'aeroporto dì che non ci sto,
Amore mio,
Io non volerò.
Non voglio più volare su Bombay,
Seguendo rotta dieci gradi nord
E controllare che l'impianto è ok,
Già lo so, come finirò.
Ma cosa c'è,
Si guasta il motore…
Io già lo so, cadrò sulla città.
Tk6 chiama torre controllo,
Perché, perché,
Non rispondete più.
Faccio un bilancio della vita mia,
Un disastro, però :
Voglio vivere!
Penso un attimo al mondo mio,
Vedo te, casa mia, il flauto e la mia jeep.

Fonte: [url=http://www.wikitesti.com/Tk6_chiama_torre_di_controllo]


Nr.A5 - 0/1023


- Testo: 0/1023

0/1023,
Solo questo,
Resta ormai di me…
Non ho più identità,
Sono solo un'ombra, io!
Cerco la verità,
ma non so qual è…
Ad un tratto,
ho perduto me,
Per un Dio,
che non so chi è…
Ridere non si può,
tra un bullone e l'altro, io!
Nella città di vetro
che non finirà …
Io, vado così,
Cieco di me e non saprò perché,
Non rido più, non penso più,
solo senza perché.
Non vibro più, non amo più,
se vivo non lo so…
Un fantasma, che somiglia a me,
Sempre notte, dolce che non c'è.
Parlo soltanto ad ombre,
Tra mille altre ombre, io!
Ma l'eco che risponde non è realtà…
Io, vado così, cieco di me,
E non saprò perché.
Non rido più, non penso più,
Solo senza perché.
Non vibro più, non amo più,
Se vivo non lo so…
Ero un uomo con la fantasia!…
Facevo strani sogni,
Inventavo il rosa, io,
Ma il tempo, non ha tempo,
per la mia poesia!
0/1023…..
Ridere non si può,
Tra un dolore e l'altro, io…
Nella città di vetro,
Che non finirà!
0/1023……

Fonte: [url=http://www.wikitesti.com/0/1023]


Nr.B1 - NELL'ARCHIVIO DELLA MIA COSCIENZA


- Testo: NELL'ARCHIVIO DELLA MIA COSCIENZA

Poi un pensiero si fa strada,
Nella mente mia annebbiata,
Non si può più rimandare.
Vengo aspettami realtà,
Fra un minuto sono la,
Nell'archivio della mia coscienza.
Mille schede, date, nomi,
E sentenze ormai scadute,
Tutte ormai da rivedere.
C'è del giallo, della muffa,
Un profumo di rimorsi,
Ragnatele di opere buone.
Le occasioni già perdute,
Mille amori consumati,
chiusi a chiave in un cassetto.
Nell'archivio della mia coscienza!
Nell'archivio della mia coscienza
C'è un veliero impolverato,
che da piccolo chiamavo,
con il nome di speranza.
C'è una foto in cui sorrido,
Dove un tarlo ha fatto il nido,
Io mi riconosco appena.
Poi, mi trovo fra le dita,
Una pagina sbiadita,
Un'antica primavera.
Nell'archivio della mia coscienza!
Nell'archivio della mia coscienza!
Torna a un tratto,
Il buio pesto,
Ora so,
Non mi conosco,
Io mi sono perso altrove.
Nei sorrisi di cartone,
Nella macchine a gettone,
In un Dio fatto di stracci….
Non è un sogno ed ho paura,
Cerco in me una via d'uscita.
Finalmente sono fuori….
Nell'archivio della mia coscienza!
Nell'archivio della mia coscienza!

Fonte: [url=http://www.wikitesti.com/Nell%27archivio_della_mia_coscienza]


Nr.B2 - DANA


- Testo: DANA

Mi dici cosa è giusto cosa no
Pretendi che io faccia ciò che vuoi
Ma tu chi sei.
Sei piena di complessi fino a qui,
Fai tutto per sembrare la più scic,
Senza il tuo papà, cosa faresti mai...
Perché vuoi tenermi in gabbia nel tuo zoo,
Perché non trascini altrove i tacchi tuoi.
Oh oh Dana,
Super fragilissima Dana.
Riempi le giornate al Cosmo Bar,
In compagnia di teneri play boy,
Passando da una mano all'altra poi
Ritorni qui.
Che rompi, no, non è una novità,
Ti schizza tutta quanta la città,
Ma puntuale tu, ritorni ancora qua.
Ma di che amore vai parlando tu…
A questa cosa, no, non ci credo più…
Tu, tu non hai vinto.
Voglio andare via,
Un cielo azzurro, è ormai la patria mia.
Che me ne faccio dei gioielli tuoi,
Se accanto a te non brilleremo mai,
Non ha prezzo sai, questa mia libertà…
Ma, di che amore, vai parlando tu,
Io, a questa cosa no, non ci credo più…
Tu, tu non hai vinto.
Voglio andare via,
Un cielo azzurro, ormai la patria mia…
Oh Dana
Oh Dana
A questa cosa no, non ci credo più…
Tu…tu…tu…

Fonte: [url=http://www.wikitesti.com/Dana]


Nr.B3 - TI BEVO LISCIA


- Testo: TI BEVO LISCIA

Stupida, stupida.
Non devi fare la stupida.
Piantala, stupida.
Non devi fare la tiepida.
Spogliati, subito.
Sono tre ore che mugolo!
Dai, non scassarmi le scatole.
Oggi spedisco tuo padre,
Entra veloce mia madre,
In una busta di plastica.
E poi ti posso vedere,
E poi ti posso parlare,
Senza che mi rompa l'anima…
Ah!
Gelida, statica.
Voglio riempirti di lividi…
Togliti, subito,
L'aria fasulla da candida.
Guardami, spicciati,
Sono tre ore che mugolo!
Dai, non scassarmi le scatole.
Ora sistemo le luci e ti riempio di baci.
Ma non ti posso raggiungere…
Sei solo un poster sul muro,
Un poster bello davvero,
Pubblicità di una bibita…
Ah!
Bevo sempre limonate, con l'etichetta che consigli tu,
E ti do retta maledetta,
Uh!
Sono malato di pubblicità…
E bevo sempre limonate,
Con l'etichetta che consigli tu,
Ti bevo liscia senza ghiaccio,
E la mattina dentro il mio caffè.
Uh!……….. Ah!
Stupida, stupida.
Stupida, stupida.
Stupida, stupida.

Fonte: [url=http://www.wikitesti.com/Ti_bevo_liscia]


Nr.B4 - MAKE-UP, MAKE-UP, MAKE-UP;   



Nr.B5 - SOGNI NEL BUIO




- Testo: SOGNI NEL BUIO

È buio… Qui in fondo.
I miei occhi aspettano l’alba…
La mia voce non trova eco…
I miei piedi non trovano la strada…
Ma guadagno la mia vita,
Giorno per giorno
Fuori di qui c’è il mondo.
Un mondo senza dolori né peccato.
Un mondo tutto rosa e profumato.
Come lei l’ha già sognato, da sempre…
Per me.
Tutto sembra attendere.
Sembra un evento storico, ma…
È un miracolo di sempre!
Vedo già due mani tese,
Imparerò ad andare, a non cadere.
Saprò quello che è bene e ciò che è male…
So già chi ha la risposta ai miei perché!
Crescerò come un fiore.
Perché io sono il frutto dell’amore.
Non è lontano il giorno,
Quando la luce vincerà sul buio…
E nel silenzio esploderà il mio pianto,
Ricco di rabbia e di felicità…
Così…
Così sapranno tutti che son qua!
Non so per me quale sarà la sorte…
Sarò una bimba fragile o un bambino forte!?
Mi chiamerò Francesco o Maria Rosa?
Che importa…
Quello che conta,
È che io sia come mamma mi vuole.
Mi vuole…
Mi vuole!
No!!!
Lei mi ha ucciso!!!

Fonte: [url=http://www.wikitesti.com/Sogni_nel_buio]


Nr.B6 - NO! MAMMA, NO!;   



da:
avatar
admin_italiacanora
Admin

Messaggi : 1806
Punti : 3916
Data d'iscrizione : 09.04.10
Età : 66
Località : Toscana

Vedi il profilo dell'utente http://www.italiacanora.net

Tornare in alto Andare in basso

RENATO ZERO: 1974 - INVENZIONI (33giri)

Messaggio  admin_italiacanora il Mar Mar 07, 2017 7:38 pm

1. TITOLO:
 
1974 - INVENZIONI
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: TPL1 1052 # Data pubblicazione: Maggio 1974 # Matrici: DKAY 27770/DKAY 27771 # Genere: Pop, pop-rock # Supporto: vinile 33 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 30,5 cm. # Facciate: 2 # Tracce: 10
 
Arrangiatore: Ruggero Cini # Produttore: Franco Migliacci, Rodolfo Bianchi (realizzazione) # Scritto da: Renatozero
 
 
2. RECENSIONE:
 
Invenzioni è il secondo album di Renato Zero, pubblicato nel 1974.

IL DISCO
Con Invenzioni, Renato Zero comincia ad imporsi sui mass media, in particolar modo alle radio. Colpiscono soprattutto i testi delle canzoni. Quelli trattati da Zero sono temi "difficili" per quei tempi. Ne è una prova il pezzo di apertura del disco, Qualcuno mi renda l'anima, che si ispira alla violenza sui minorenni e che farà fatica ad emergere in radio (anche se alla fine ci riuscirà). A sorpresa, il brano che raggiunge una fama enorme è L'evento, singolo apparentemente spensierato ma che racconta di sballi e discoteche. Il successo dell'album non è molto rilevante (vendette circa 100.000 copie, come No! Mamma, no!) anche se la fama arriverà con l'album successivo.[senza fonte]

TV Sorrisi e Canzoni (un numero vecchio di diversi anni) scrisse che di No! Mamma, no! e di Invenzioni furono stampate originariamente solo 1.000 copie e che i due LP furono poi ristampati in seguito, dopo che Zero divenne famoso (presumibilmente dopo il terzo disco)
 
Fonte: QUI
 
 
4. COVER di INVENZIONI:
 
   
 
   
 
 
5. TRACK LIST di INVENZIONI:
 
Lato A Lato B

  • 1a. Qualcuno mi renda l'anima - 04:15
  • 1b. L'evento - 04:26
  • 2.   113 - 02.00
  • 3.   Inventi - 03:25
  • 4.   Metrò - 02:55


  • 1.   Il tuo Safari - 03:51
  • 2.  Tu che sei mio fratello - 03:55
  • 3.  Vamos - 03:18
  • 4a. Mani - 03:04
  • 4b. Depresso - 03:44
 
 
LATO A
 
1. a) QUALCUNO MI RENDA L'ANIMA      1. b) L'EVENTO
     

Autori: Renatozero/Conrado-Renatozero
 
Testo:
Qualcuno con un sorriso addosso
mi dice giochiamo insieme dai
ti compro un aquilone rosso
se lo vuoi
avevo appena aperto gli occhi
ma il buio mi raggiungeva gia’
due mani rubavano al mio corpo
l’innocenza
avevo appena aperto gli occhi
ma il buio mi raggiungeva già
due mani rubavano al mio corpo
l’innocenza
ma perch e’ toccato a me
fra tanta gente
che cosa c’entro io con quella gente
qualcuno mi renda l’anima
ma perché è toccato a me fra tanta gente
che cosa c’entro io con quella gente
qualcuno mi renda l’anima
madre quei segni sul mio corpo
certo non li hai capiti mai
in quel gioco losco vinsi un aquilone
e persi l’anima
madre quei segni sul mio corpo
certo non li hai capiti mai
in quel gioco losco vinsi un aquilone e persi l’anima
persi l’anima
persi l’anima
persi l’anima
qualcuno mi renda l’anima
persi l’anima
persi l’anima
persi l’anima
qualcuno mi renda l’anima
ma perch e’ toccato a me
fra tanta gente
che cosa c’entro io con quella gente
qualcuno mi renda l’anima
ma perché è toccato a me fra tanta gente
che cosa c’entro io con quella gente
qualcuno mi renda l’anima
cresciuti con un sorriso addosso
bambini ormai non siamo piu’
vi diamo un aquilone rosso
per un’anima
cresciuti con un sorriso addosso
bambini ormai non siamo più
vi diamo un aquilone rosso per un’anima
per un’anima
per un’anima un’anima si’ un’anima
per un’anima
qualcuno ci renda l’anima
per un’anima
per un’anima per un’anima
qualcuno ci renda l’anima
 
Fonte: QUI
     
Autori: Renatozero/Conrado-Renatozero
 
Testo:
Quante volte sono morto
quante volte nascero’
prima di sentirmi un vero uomo
sono stato libero
o forse ho finto non lo so
ho navigato secoli
sui cavalli a dondolo
imparando a ridere
io sono io
ma un evento poi non e’
uoh oh oh oh io sono io
ma un trionfo poi non c’e’
uoh oh oh oh la mia follia
il mio genio son finiti qua
nell’enciclopedia
in sei pagine la storia mia
ma nessuno mai la leggera’
corre l’astronave alla conquista
di uno spazio in piu’
mentre qui per l’uomo non c’e’ posto
l’allegria e’ una pillola
l’alienazione e’ un vecchio rock
gli eroi fanno sorridere
io continuo a illudermi
che va bene anche cosi’
io sono io
ma un evento poi non e’
uoh oh oh oh io sono io
ma un trionfo poi non c’e’
uoh oh oh oh aspettero’…
questo tempo mi sorprendera’
sciupando il corpo mio
disperdendo ogni speranza in me
qualcun altro la raccogliera’
se vivo o muoio una ragione c’e’
ma che animale sono io
questo uomo che destino avra’
io sono io
ma un evento poi non e’
uoh oh oh oh io sono io
ma un trionfo poi non c’e’
uoh oh oh oh la mia follia
il mio genio son finiti qua
nell’enciclopedia
in sei pagine la storia mia
ma nessuno mai la leggera’…
io sono io
ma un evento poi non e’
uoh oh oh oh io sono io
ma un trionfo poi non c’e’
uoh oh oh oh aspettero’…
questo tempo mi sorprendera’
sciupando il corpo mio
disperdendo ogni speranza in me
qualcun altro la raccogliera’…
 
Fonte: QUI
 
2. 113       3. INVENTI
     

Autori: Renatozero
 
Testo:
Non mi dire no, no, no!
Non resisterei!
Non mi dire no, no, no!
Solo impazzirei!
Non mi dire no, no, no!
Dimmi che farei!
Non mi dire no, no, no!
Io mi ucciderei!
Non mi dire no!
Non mi dire no!
Non mi dire no!
Non ho più nessuno,
Che si occupi di me.
La mia vecchia madre?
Vive con gli amanti suoi,
Una balia isterica,
Non la voglio più!
L'aeroplano ad elica,
Non mi serve più!
Non mi serve più!
Non mi serve più!
Prendo i tranquillanti
E combatto l'ansietà,
Ma la medicina ,
Non annulla la realtà.
Della solitudine,
Non ne posso più
Chiamo il 113,
E non ci penso più!
Non ci penso più!
Non ci penso più!
Non mi dire no, no, no!
Non resisterei!
Non mi dire no, no, no!
Solo impazzirei!
Non mi dire no, no, no!
Dimmi che farei!
Non mi dire no, no, no!
Io mi ucciderei!
Non mi dire no!
Non mi dire no!
Non mi dire no!
Questa tua divisa
Mi dà più tranquillità?
Resta qui proteggermi,
domani si vedrà.
Tu del 113 non lasciarmi più
tu mi sai comprendere
Non ti mollo più
Non ti mollo più
Non ti mollo più.
Non mi dire no, no, no!
Non resisterei!
Non mi dire no, no, no!
Solo impazzirei!
Non mi dire no, no, no!
Non mi dire no, no, no!
Non resisterei!
Non mi dire no, no, no!
Solo impazzirei!
Non mi dire no, no, no!
 
Fonte: QUI
     
Autori: Renatozero/Conrado-Renatozero
 
Testo:
Quante volte sono morto
quante volte nascero’
prima di sentirmi un vero uomo
sono stato libero
o forse ho finto non lo so
ho navigato secoli
sui cavalli a dondolo
imparando a ridere
io sono io
ma un evento poi non e’
uoh oh oh oh io sono io
ma un trionfo poi non c’e’
uoh oh oh oh la mia follia
il mio genio son finiti qua
nell’enciclopedia
in sei pagine la storia mia
ma nessuno mai la leggera’
corre l’astronave alla conquista
di uno spazio in piu’
mentre qui per l’uomo non c’e’ posto
l’allegria e’ una pillola
l’alienazione e’ un vecchio rock
gli eroi fanno sorridere
io continuo a illudermi
che va bene anche cosi’
io sono io
ma un evento poi non e’
uoh oh oh oh io sono io
ma un trionfo poi non c’e’
uoh oh oh oh aspettero’…
questo tempo mi sorprendera’
sciupando il corpo mio
disperdendo ogni speranza in me
qualcun altro la raccogliera’
se vivo o muoio una ragione c’e’
ma che animale sono io
questo uomo che destino avra’
io sono io
ma un evento poi non e’
uoh oh oh oh io sono io
ma un trionfo poi non c’e’
uoh oh oh oh la mia follia
il mio genio son finiti qua
nell’enciclopedia
in sei pagine la storia mia
ma nessuno mai la leggera’…
io sono io
ma un evento poi non e’
uoh oh oh oh io sono io
ma un trionfo poi non c’e’
uoh oh oh oh aspettero’…
questo tempo mi sorprendera’
sciupando il corpo mio
disperdendo ogni speranza in me
qualcun altro la raccogliera’…
 
Fonte: QUI
 
4. METRO'
 

Autori: Renatozero
 
Testo:

Vieni a casa mia,
Vieni a casa mia, ti piacerà!
Vieni a casa mia,
Farlo sul métro è una follia.
A me va di stare comodo
Steso sopra la moquette.
Con l'impianto quadrifonico,
La vestaglia di paillette.
Strana come sei,
Non accetterai, questa mia idea Idea!?
Vieni a casa mia,
Non funziona qui,
Davanti a zia.
Come sei viziata e isterica,
Ami la pubblicità.
Serve un'atmosfera facile,
Per la nostra intimità!
Su un vecchio taxi, ti strapazzo, ti strapazzo se vuoi!
Nel centro città ti strapazzo, ti strapazzo se vuoi!
Sul campo da golf, ti strapazzo, ti strapazzo se vuoi!
Al numero di Polizia!
Vieni a casa mia, ti piacerà!
Vieni a casa mia,
Farlo sul métro è una follia.
Vieni a casa mia
 
Fonte: QUI
 
 
 
 
 
LATO B
 
1. IL TUO SAFARI      2. TU CHE SEI IL MIO FRATELLO
     

Autori: Testo Renato Zero e Franco Migliacci, musica Renato Zero con Roberto Conrado
 
Testo:
T'ho perduta per strada,
Non ti piangerò. No! No! No!
Non mi pongo il problema,
Se sia giusto o no.
Mi ero perso altre volte,
per le tue follie...
Donna,
Ti servivo a qualcosa ?
Dillo. Parla!
Dentro quella tua pelle, che animale c'è,
Hai trovato qualcuno, bestia più di te.
Il safari continua, anche senza di me.
Sono libero e allora..
Vivo...vivo.
Quanti altri occhi,
Altre mani, altre idee
ti faranno sentire
Una donna.
Quante altre volte ti vergognerai,
Per il fatto di come sei donna,
Mentre il profumo del sogno che sai,
S'è perso come fumo,
Fumo. Aria, aria.
T'ho perduta per strada,
Non ti piangerò. No, no!
Non mi pongo il problema,
Se sia giusto o no!...
Mi ero perso altre volte, per le tue follie,
Donna,
Ti servivo a qualcosa,
Dillo. Dillo...
Quanti altri occhi altre mani altre idee,
Ti faranno sentire
Una donna.
Quante altre volte ti vergognerai,
Per il fatto di come sei donna,
Mentre il profumo del sogno che sai,
Si perde come fumo,
Fumo.
Caccia, caccia.
È il tuo safari,
Caccia...
 
Fonte: QUI
     
Autori: Renatozero/Conrado-Renatozero
 
Testo:
Se vuoi,
Resto qui.
Ricomincio insieme a te!
Vedrai, guarirai.
Ti aiuterò a rinascere, se vuoi, se vuoi...
Io e te,
Torneremo,
Quell'attimo smarrito tempo fa ...
Noi, noi, noi.
Noi siamo forti, noi.
Abbiamo gli occhi chiari noi,
E un sogno in più.
Mai, mai, mai.
Non tradiremo, mai,
La verità!
Tu che sei mio fratello,
La mia donna, il mio dio.
Tu che vivi in silenzio,
Non scordare il nome mio!
Sono qui, quando dormi,
Se hai paura di te,
Quando come un bambino, tremerai, sono qui!
Lo so,
Che cos'hai...
Quei fantasmi intorno a te...
Non dire di no,
Domani sarà certo il giorno tuo, vedrai!
Andrai,
Forte e fiero.
Nel mondo che non ti ha creduto mai!
Noi, noi, noi.
Noi siamo forti, noi!
Abbiamo gli occhi chiari, noi
E un sogno, in più!
Mai, mai, mai,
Non tradiremo, mai,
La verità!
Tu che sei mio fratello,
a mia donna, il mio dio.
Tu che vivi in silenzio,
Non scordare, il nome mio.
Sono qui quando dormi,
Se hai paura di te,
Quando come un bambino, tremerai!
Ma che cos'hai, fratello!?
Tu non mi senti, più...
Sarà triste il risveglio,
Ora che non ci sei, tu...
Tu te ne vai, fratello...
Ti giuro, vincerò!
Quell'azzurro, del cielo,
Lo vedrai, negli occhi miei!!
 
Fonte: QUI
 
3. VAMOS      4. MANI
     

Autori: Dandylion/Conrado-Renatozero
 
Note: "Vamos" è cantata in inglese... viene inserita esclusivamente per "doverosa" documentazione!
 
 
Testo:
Someone tells me "you're nasty boy"
but I don't believe a nasty voice
and I'll go my way the only way
Vamos, vamos
When I'm all alone feel so down
course I know that luck ain't to be found
but I'll go my way the only way
Vamos, vamos
Voices tellin' me they'll change your fate
they promise me they'll give me love
I can't believe it
and shout back you liar
ask what am I livin' for
Once I tried to listen to that voice
and I didn't get a second choice
now I close my eyes and shut my ears
Vamos, vamos
 
Fonte: QUI
     
Autori: Renatozero/Conrado-Renatozero
 
Testo:
Mani, non cercatemi,
Mani, non legatemi,
Io, tante cose,
Non le so.
Mani,
Aspettatemi, oh..
Mani,
Solo un attimo,
Voglio conoscermi,
E ritrovarmi la,
In quel segreto,
Restato ovunque e sempre...
Segreto.
Lascio.. La lucidità,
Ed il mondo, che non mi ha capito.
Io, porto via con me,
La speranza e quello che mi resta.
Mani,
Mi portate via,
Oh ...Mani,
Fermarvi non potrò,
Ma non rubatemi, a quella favola,
A quel segreto,
Restato ovunque e sempre segreto...
Restato ovunque e sempre... Segreto!
Oh..no...ho mani, mani,
Segreto...
 
Fonte: QUI
 
5. DEPRESSO
 

Autori: Renatozero/Conrado-Renatozero
 
Testo:

Vado così,
Mi trascina non so chi,
Attraverso corsie...
Non capisco che cosa è successo...sono depresso!!!
Andate via,
Non conosco la follia,
Voglio uscire di qui,
Dai,toglietemi gli occhi di dosso! Sono depresso!!!
Batto le mani,
Piango e rido, se mi va.
Sputo sulla città.
Faccio in pezzi pupazzi di gesso!
Mentre tu ridi,
Della mia libertà,
Per la tua vanità,
Ma la fine, la chiami progresso.
Dico di si,
Ti assecondo se lo vuoi,
Ma, che resti fra noi,
Son felice se sono depresso... Sono depresso!!
( coro ) Matto, matto,
Sei un caso tragico!
Matto, matto ma...
Vedi, vedi,
Non son matto come credi.
Se un matto c'è, sei tu!
Ridi, parli,
Nella mente hai mille tarli.
E non sorridi più...
Voglio andar via,
Non è qui casa mia,
Non farò,
Quello che vuoi.
Non mi tenere legato quaggiù,
Perché sai...Ucciderai te stesso!
(coro) Depresso, depresso, non dire no al progresso ah!
Sono depresso, lasciatemi!
(coro) Depresso depresso, scenderai sempre più in basso,ah!
Sono depresso, lasciatemi!
Depresso, lasciatemi!
 
Fonte: QUI
 
 
 
 
    da :
avatar
admin_italiacanora
Admin

Messaggi : 1806
Punti : 3916
Data d'iscrizione : 09.04.10
Età : 66
Località : Toscana

Vedi il profilo dell'utente http://www.italiacanora.net

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

Italia Canora :: MUSICA LEGGERA :: 
CANTANTI/GRUPPI ANNI' 70
 :: RENATO ZERO

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum