Ci "aiuti" a crescere?
Ti ringrazio in anticipo per il tuo




________________________________________

DIVENTA COLLABORATORE!

Italia Canora è in continua crescita e sempre alla ricerca di collaboratori che desiderano partecipare a questo grandioso progetto.

Aiuta Italia Canora a cercare materiale come cover, videoclip testi e quant'altro occorre per inserire le discografie dei nostri grandi artisti italiani!

Se sei appassionato di musica potresti dedicarti ad inserire il tuo artista preferito con delle semplici linee guida.

Lasciami un messaggio (in chat oppure in alto su Messages), ti contatterò quanto prima!

________________________________________






________________________________________



Caricamento video...
AFFILIAZIONI - SITI - BLOG
e FORUM

LaFavolaBlu


Progetto Musico Sognante Italiano
La fiaba del mare della Musica Italiana
ed Internazionale

____________________________


Nonsolosuoni




Un sogno
fatto di musica!

______________________


_____________________


Estatica è l'enciclopedia di musica italiana, internazionale e cultura.

Discografie, recensioni, interviste, monografie, live report, video, ebooks


_____________________



________________________


_____________________



________________________



________________________

Chi è in linea
In totale ci sono 10 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 10 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 118 il Ven Lug 14, 2017 9:34 pm





__________________________________

Ti piace il nostro Portale??
Allora votaci cliccando su questo bottone ... Grazie!!

migliori siti


www.italiacanora.net


Grazie a voi abbiamo vinto questi AWARD
nella classifica di NET-PARADE


Uno dei più belli
In classificasito internet
In classifica
Sito d'argento
DISCLAIMER
Tutte le copertine, testi e video presenti su questo forum sono solo per uso informativo e di intrattenimento.
Puoi scaricare e stampare la copertina se possiedi l'originale e hai bisogno di rimpiazzarla.
Tutto cio' che puo' essere considerato legale, dipende dalle leggi sul copyright del tuo paese di residenza. Non è nostra intenzione infrangere Copyright per cui, se ciò dovesse accadere, prego gli interessati a scrivere agl'amministratori i quali provvederanno alla rimozione immediata o a citare la fonte, se richiesto.
Lo Staff di ItaliaCanora.net non è responsabile dell'utilizzo e di eventuali danni a cose o persone causati dal materiale presente in questo forum, inoltre si tiene a precisare che tutto ciò che è presente in questo forum vi è stato messo in assoluta buona fede e senza alcuno scopo di lucro.
Traduttore - Translater
METEO ITALIA OGGI

Partner

creare un forum



Motori ricerca

Segnala il tuo sito nella directory

http://www.wikio.it

Cerrrca.com la ricerca con tre rrr


LICENZA
Licenza Creative Commons

Quest'opera è distribuita con Licenza
Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.

IVANO FOSSATI - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)

Italia Canora :: MUSICA LEGGERA :: 
CANTANTI/GRUPPI ANNI' 70
 :: IVANO FOSSATI

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

IVANO FOSSATI - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)

Messaggio  admin_italiacanora il Gio Ott 06, 2011 10:25 pm


Di seguito viene riportata la discografia completa di IVANO FOSSATI

INDICE



45 giri

1973 - È l'aurora/L'Africa (con Oscar Prudente)
1974 - Tema del lupo/Apri le braccia (con Oscar Prudente)
1974 - Cane di strada/Concerto di plenilunio in un castello di Stoccarda
1975 - Goodbye Indiana (parte 1°)/(parte 2°)
1977 - Matto/La casa del serpente
1979 - La mia banda suona il rock/...E di nuovo cambio casa
1981 - Panama/J'adore Venise


33 giri e cd

1971 - Dolce acqua (con i Delirium)
1973 - Il grande mare che avremmo traversato
1973 - Poco prima dell'aurora (con Oscar Prudente)
1975 - Good-Bye Indiana
1977 - La casa del serpente
1979 - La mia banda suona il rock
1981 - Panama e dintorni
1983 - Le città di frontiera
1984 - Ventilazione
1986 - 700 giorni
1988 - La pianta del tè
1990 - Discanto
1992 - Lindbergh - Lettere da sopra la pioggia
1996 - Macramè
2000 - La disciplina della Terra
2001 - Not One Word
2003 - Lampo viaggiatore
2006 - L'arcangelo
2008 - Musica moderna
2011 - Decadancing


Raccolte

1990 - I Successi di LineaTre Rca
1992 - I Grandi Successi
1996 - All the Best BMG/Ricordi
1998 - Time and Silence - Canzoni a raccolta
2001 - Gli Anni Settanta (2CD ristampa)
2006 - Ho Sognato una Strada (3CD)
2006 - Emozioni & Parole
2006 - Le Più Belle Canzoni di Ivano Fossati
2007 - Ivano Fossati (slidepack Rca)


Raccolte AA.VV.

1991 - Club Tenco, vent'anni di canzone d'autore
1993 - Club Tenco, vent'anni di canzone d'autore Vol.2
1994 - Latino


Album dal vivo

1993 - Dal vivo - Vol.1 Buontempo
1993 - Dal vivo - Vol.2 Carte da decifrare
2001 - Concerto in versi (con Elisabetta Pozzi - CD allegato al volume "Carte da decifrare" edito da Einaudi)
2004 - Dal vivo - Vol.3
2012 - Live Dopo tutto

Fonte: QUI


Ultima modifica di admin_italiacanora il Lun Mag 27, 2013 4:59 pm, modificato 4 volte
avatar
admin_italiacanora
Admin

Messaggi : 1855
Punti : 4025
Data d'iscrizione : 09.04.10
Età : 66
Località : Toscana

Vedi il profilo dell'utente http://www.italiacanora.net

Tornare in alto Andare in basso

IVANO FOSSATI: 2011 - DECADANCING

Messaggio  admin_italiacanora il Gio Ott 06, 2011 11:27 pm



1. TITOLO:

2011- DECADANCING
Formato: Album - Data pubblicazione: 4 ottobre 2011 - Genere: Pop Rock/ Italiano - Etichetta: Emi - Nr. tracce: 10 - Durata: mm.ss


2. RECENSIONE:

Il titolo di questo disco può lasciare un po' interdetti.
Un semplice gioco di parole sull’ambiguità della parola “Decadance”, tra francese e l’assonanza con il verbo inglese, anche se l'immagine del ballare sulle rovine rende perfettamente l'atmosfera di questo periodo.
E fa anche un po’ impressione pensare che “Decadancing” sarà l’ultimo disco di Ivano Fossati, che ha annunciato il suo ritiro dopo il tour che seguirà a quest’album.

Però "Decadancing" è un titolo che ha un senso, perché questo è un disco contemporaneamente molto classico, che segna un addio di quelli che Fossati è bravissimo a raccontare, ma anche un disco di forti contrasti.
Come la canzone che apre l’album: che racconta la rovina che ci circonda, che empatizza con chi passa la frontiera.
Ma lo fa su una base allegra, tutt’altro che decadente, con un giro di chitarra incalzante, quasi retrò nel suo sound ’70-’80.

E’ un disco classico, dicevamo: se Fossati aveva già in mente di abbandonare le scene dopo quest’album, ha deciso di lasciare il migliore dei ricordi possibili, con un album fatto di grandi canzoni.
Dove per canzoni si intende non soltanto le parole - nella cui arte Fossati è enormemente bravo, uno dei più bravi che la nostra storia musicale abbia mai avuto.
Ma anche la musica e l’interpretazione.

Musicalmente, “Decadancing” è un disco “dritto”, ma profondo: fatto di suoni semplici eppure stratificati, di canzoni che cercano la strada più semplice per portare il messaggio, ma non per questo cadono nella banalità, sia che usino tempi sostenuti (“La sconosciuta”, “La normalità”), sia che scelgano la forma della ballata (la bellissima e tristissima “Settembre”, storia della fine di un amore: se gli addii nella vita reale fossero tutti come nelle canzoni di Fossati, verrebbe voglia di lasciare/essere lasciati tutti i giorni).
E poi c’è l’interpretazione, quel modo di porgere parole che è solo di Fossati, e che forse è la cosa che ci mancherà di più, e che torneremo a cercare in dischi come questo. Un modo che rende uniche storie già forti come “La normalità”, “Un natale borghese”, “Laura e l’avvenire”: canzoni forse meno esplicite politicamente de “La decadenza” o “Quello che manda al mondo”, ma che esplorano il privato, perché anche il privato è politico - come si diceva negli anni ’70.

Perché Fossati è così: uno sguardo lucido, impietoso su quello che ci gira intorno. Ma mai uno sguardo cinico, privo di quel cinismo che che ci sta abituando al peggio. E’ questo sguardo che ci mancherà di più, ma la gioia di avere dischi come questo, quella non ce la potrà levare nessuno.
Fonte: QUI


3. INTERVISTE:

IVANO FOSSATI - Che tempo che fa 02 10 2011

Ivano Fossati, il 4 ottobre prossimo, a tre anni dal suo ultimo album, pubblica Decadancing, dieci nuovi brani inediti e in contemporanea Tutto questo futuro -- Storie di musica, parole e immagini: magnifico volume di ricordi, persone, musica, canzoni e digressioni in cui il cantautore genovese si racconta e, parlando di sé, descrive un pezzo dell'Italia dai primi anni '70 ad oggi; 27 album alle spalle, decine di collaborazioni con i maggiori artisti italiani ed internazionali, ha vinto quattro Targhe Tenco, il Premio Amnesty International 2004 e il Librex Montale 2005; nello studio di Che tempo che fa, esegue dal vivo accompagnato dalla sua band, La decadenza e Quello che manca al mondo, tratti dal suo nuovo album.




La Feltrinelli - Incontro con Ivano Fossati

"Decadancing non è autobiografico e non è un reportage. È quello che ho visto e continuo a vedere intorno a me, quello che mi sembra di aver capito in tutto questo tempo insieme agli altri". Un nuovo disco e un libro di ricordi e immagini, il racconto di quarant'anni di musica.
Il giorno dell'uscita del libro "Tutto questo futuro" (Rizzoli) e del cd "Decadancing", Ivano Fossati si racconta al pubblico.



4. COVER di DECADANCING:

__





5. TRACK LIST di DECADANCING:

  • 01. LA DECADENZA
  • 02. QUELLO CHE MANCA AL MONDO
  • 03. LA SCONOSCIUTA
  • 04. SETTEMBRE
  • 05. LA NORMALITA’
  • 06. LAURA E L’AVVENIRE
  • 07. UN NATALE BORGHESE
  • 08. NELLA TERRA DEL VENTO
  • 09. SE NON OGGI
  • 10. TUTTO QUESTO FUTURO



Nr.01 - LA DECADENZA


In piena decadenza
Le parole non hanno chance
È proprio una faccenda inquietante
Il pensiero che degenera
Facciamo un affare con Dio
Ci lasci una seconda possibilità
Se può
Questa decadenza
In mezzo a tanta oscurità
Le speranze non hanno chance
C’est la décadence
C’est la décadence
Nessuna incertezza mai più
In nome del cielo davvero mai più
Qui serve un segno di rispetto per la gente
In questa bassa marea
Serve un lampo nell’aria che si accenda
Oppure un’idea
C’est la décadence
C’est la décadence
Mi guardo a sinistra
Poi guardo verso destra
E tutto quello che ho da vedere
E’ una frontiera da attraversare con te
Facciamo un affare noi due
Ci diamo una seconda possibilità
È la sopravvivenza
È un biglietto per andare più avanti
È trovare un lavoro
È decenza
È sapere con chi stare
È la differenza
È un biglietto per andare più avanti
È trovare un lavoro
È decenza
È sapere a chi spingere davanti
C’est la décadence
In questa decadenza
Le parole non hanno chance
C’est la décadence
In questa decadenza
Le persone non hanno chance
C’est la décadence
C’est la décadence

Fonte: QUI



Nr.02 - QUELLO CHE MANCA AL MONDO


Quello che manca al mondo
è un poco di silenzio
quello che manca a questo mondo è il perdono che non vedo e non sento
tutta la gente intorno sogna di cavalcare il temporale
quello che serve alla vita
è acqua e sale
io non sono quell'uomo che aveva un sogno
che ne è stato dei sogni di questo tempo?
Di che cosa parliamo in questa vita? Di che cosa nutriamo i nostri figli?

Quello che mancherà domani è un monumento all'uguaglianza
quello che manca già stanotte sono mille parole d'amore
perché c'è gente che parla d'amore in una lingua morta, sono vivi e gli basta e sanno aspettare, ma in questa estate che sembra piuttosto dicembre non tutto va bene oppure sì, se vi pare.

Quello che manca al mondo lo vedo bene coi miei occhi
quello che manca a questo mondo non lo posso raccontare
io non sono quell'uomo che aveva un sogno e nemmeno l'artista che aveva un dono ma anche un solo pensiero fa strada, come tutte le grandi illusioni.

Quello che manca al mondo
è un poco di silenzio
quello che manca a questo mondo è il perdono che non vedo e non sento
quello che manca al mondo è un poco di silenzio.

Fonte: QUI



Nr.03 - LA SCONOSCIUTA


Posso aspettare, è solo un attimo..
Posso aspettare, è solo un secolo..
Poi ti vedrò
dirò il tuo nome
e un altro nome, avrò
Io mi ricordo le lacrime perdute
Quelle nei sogni e quelle dentro di me
oggi come una sconosciuta
Ritorni
Posso aspettare, per la tua bocca..
Posso aspettare, che la tua marea mi tocchi..
Serve coraggio
a ricominciare
E non sbagliare, ancora
Vivo a qualunque prezzo
e non è questo il peggio
Non voglio aspettare alla porta
nessuno mai più.
E tu come una sconosciuta, ritorni..
Io ti vedrò
Lontanissima...
E un altro nome ti darò
io che ho lavorato, io che ho aspettato..
Ancora un milione di buone parole dirò e tu come una sconosciuta
Ritorni.

Fonte: QUI


Nr.04 - SETTEMBRE


Il bene che ci siamo voluti noi due
è un taxi e si ferma qui
io stavo bene nelle tue mani
non avrei chiesto mai niente di più
ma in questo giorno che comincia a Settembre
ti abbraccio e mi manchi.

Arrivederci allora ragazza più forte di me
tenera è la notte ma la vita è anche meglio
di questo momento che te ne vai
tu non parlare che si calma il dolore
dopo è solo tempo.

Questa è la pioggia che deve cadere
sulle piccole scene di addio
siamo solo noi fra milioni e milioni
benvenuto anche il tuo nome
fra le future nostalgie.

Se questo può farti felice
più confuso di cosi non sarò
tutto andrà bene ci possiamo fidare
chiamami ogni tanto se vuoi.
Da questo giorno che comincia a Settembre
chiamami quando vuoi.

Fonte: QUI


Nr.05 - LA NORMALITA’


Io ti immagino, Amore Mio..
Come una strada sempre tutta nuova
Nella mia vita ordinaria non ci avevo, riflettuto ancora
Hai fatto ingresso nei miei giorni come l'uragano, e mi fa bene..
Scaraventarmi dentro alla vita
Per mano, con te..
Ma se tutto è un maledetto imbroglio, l'amore
dove niente appare come è
All'esistenza di tutti i giorni
non ci si può abituare
nessuna strada tranne una, corre verso casa e lo farà per sempre
allora niente dolore, ma forse poco amore..
E' la normalità
ma tu te li ricordi i nostri anni..
I tempi delle stelle infondo agli occhi
Il vnto soffia piu sicuro adesso
Io sono sempre al mio posto
Alleato con te
E' la normalità..
Ma tu lo sai com'è New York
tu che volevi vedere il mondo..
Sarà l'esatto contrario di come viviamo qui noi due
Anche se sono amato, se sei amata e lo sarai per sempre
E' una piccola vergogna non aver visto niente, E' la mediocrità
Ma tu te li ricordi i nostri sogni
Al tempo dei pensieri illuminati
Ora faccio la tua strada sotto la stessa pioggia, quasi tutti i giorni..
Innamorato di te..
E' la normalità
E' la normalità..E' la normalità..

Fonte: QUI


Nr.06 - LAURA E L’AVVENIRE


Laura l'avvenire ci sfugge tutto sta cambiando, amore e lavoro per esempio
tutto sta mancando
La parte buona della nostra vita è ancora la' nei bar sulla strada col futuro che ci lluminava
Sembravi spaventata al primo incontro col tuo sorriso leggero sembravi più fragile mentre preparavi in fondo agli occhi quell'attentato che sono le lacrime al mio desiderio sincero
Laura prendi il tuo coraggio e abbracciami..
Abbracciami..
Ora questo posto non fa più per noi, questo è un deserto di democrazia, oggi che la fabbrica chiuse tutti se ne andranno..
Lasciamo libera la scena, anche noi!
Vieni..
*strumentale*
E' così vero che non ha senso e forte l'indifferenza dei giorni, Laura prendi il tuo cappello e andiamo
Che di strada, di strada, di strada ne avremo da raccontare..
In mezzo alla polvere di acido e d'argento..
ti amavo, ti amo, e aggiungo mite un sentimento..
Dai prendi anche il mio cappotto dalla sedia che ce ne
andiamo, noi due.
Ora questo posto non fa più per noi, questo è un deserto
della fantasia, ora questo posto non fa più per noi.

Fonte: QUI


Nr.07 - UN NATALE BORGHESE


Ciao, ciao..è
passa il natale
l'aurora e l'avvenire
quando suona il telefono
io non risponderei
Ho pensieri belli come angeli inganno il tempo e sto con te
E' un giorno freddo e chiaro e non sono invecchiati i tuoi fianchi perfetti
tutte le leggi dell'universo insieme che potevano fare
noi vediamo bene di non preoccuparci se qualche dio lontano ci lega a questi brutti anni che buio disprezzabile è la politica, non vale neanche il giornale del mese prima..
*strumentale*
ecco vedi stiamo bene,
dovrebbero scattarci una foto
ora,
poco per volta, va meglio
buonanotte
dormi bene in questi giorni,
fa un fredo da cani
c'è già la neve, al nord..
mi ricordo quando ti ho sposata..
non era facile, svegliarmi al mattino
non posso avere proprio tuto quello che voglio se poi davvero lo voglio non so.
quanto forte credi che io sia,
da un grido a un sospiro.
è solp un modo per dire che non oso aprire gli occhi sul nostro destino, non preoccuparti
per noi
che tante cose abbiamo conquistato
Sta nel mondo e non tenere, va tutto bene!
Sai di cosa sto parlando,
mi fai sentire così,
bene
Sai di cosa sto parlando?
ora il tempo può
andare
Dammi un bacio e passa un buona natale.
Passa un buon natale!
Comincia a nevicare
Comincia a nevicare!
E quando suona il telefono
non si risponde mai
non si risponde mai..
*strumentale*

Fonte: QUI


Nr.08 - NELLA TERRA DEL VENTO


Grazie
per le rose d'inverno
in un momento fiorite e in un giorno appassite di nuovo sai qui la gente mi ama
la città il suo candore il suo passo il suo orgoglio e il suo nome
Io sto qui
nella terra del vento nella terra dei sogni sbiancati
e dormo con la mia porta aperta
in qualche modo
da qualche parte
molto lontano più a Ovest di qui
ci sono giorni meno tersi di questi
io non ho niente da ricordare a nessuno
se non che io e te ci troveremo qui
nella strada bruciata dal sale
in questo bel silenzio
Sarà il nostro destino che di noi non sa niente sarà
e la sua regola
ma i ricordi sono pieni di nomi per niente
e ci fanno sentire lontani e sicuri
Io sto qui
nella terra del vento nella terra degli uomini
io sto qui
e io ti aspetto qui amore mio
nella casa imbiancata di sale
in questo bel silenzio

Fonte: QUI


Nr.09 - SE NON OGGI


chi vuol scrivere più parole d'amore
lui non fa un solo gesto per te
lentamente
anche le lacrime asciugano
almeno guardami
che sto parlando di te.
Se non oggi
decidi tu quando
solo un'altra notte sarai di nuovo mia
come una bestemmia nascosta in fondo a un messale
un uomo è feroce se vuole quello che non è suo.
Poi è la musica che rende incoscienti
la musica sciglie promesse per noi
solo Gesù saprà quello che abbiamo fatto
e come un respiro tranquillo la vita continuerà.
e come un respiro tranquillo la vita continuerà.

Fonte: QUI


Nr.10 - TUTTO QUESTO FUTURO


Il tempo cancella le intenzioni del cuore...
forse questo rimane per la gente come noi:
stare vicini, pensare più piano, capirsi con gli occhi e non perdersi.
Amore, mia speranza con gli occhi sinceri,
io non ho voluto perderti mai.
Eppure mi piace tutto questo futuro
e anche il tempo sprecato che non vedo già più.
Io e te, in mezzo al mondo,
siamo un pugno di fiori.
Ora passa la notte e, come senti, non piove più.

Fonte: QUI



da:
avatar
admin_italiacanora
Admin

Messaggi : 1855
Punti : 4025
Data d'iscrizione : 09.04.10
Età : 66
Località : Toscana

Vedi il profilo dell'utente http://www.italiacanora.net

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

Italia Canora :: MUSICA LEGGERA :: 
CANTANTI/GRUPPI ANNI' 70
 :: IVANO FOSSATI

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum