Ci "aiuti" a crescere?
Ti ringrazio in anticipo per il tuo




AFFILIAZIONI - SITI - BLOG
e FORUM

LaFavolaBlu


Progetto Musico Sognante Italiano
La fiaba del mare della Musica Italiana
ed Internazionale

____________________________


Nonsolosuoni




Un sogno
fatto di musica!

______________________


_____________________


Estatica è l'enciclopedia di musica italiana, internazionale e cultura.

Discografie, recensioni, interviste, monografie, live report, video, ebooks


_____________________



________________________


_____________________



________________________

Chi è in linea
In totale ci sono 22 utenti in linea :: 0 Registrato, 0 Nascosti e 22 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo degli utenti in linea è stato 63 il Mar Feb 02, 2016 6:12 am





__________________________________

Ti piace il nostro Portale??
Allora votaci cliccando su questo bottone ... Grazie!!

migliori siti


www.italiacanora.net


Grazie a voi abbiamo vinto questi AWARD
nella classifica di NET-PARADE


Uno dei più belli
In classificasito internet
In classifica
Sito d'argento
DISCLAIMER
Tutte le copertine, testi e video presenti su questo forum sono solo per uso informativo e di intrattenimento.
Puoi scaricare e stampare la copertina se possiedi l'originale e hai bisogno di rimpiazzarla.
Tutto cio' che puo' essere considerato legale, dipende dalle leggi sul copyright del tuo paese di residenza. Non è nostra intenzione infrangere Copyright per cui, se ciò dovesse accadere, prego gli interessati a scrivere agl'amministratori i quali provvederanno alla rimozione immediata o a citare la fonte, se richiesto.
Lo Staff di ItaliaCanora.net non è responsabile dell'utilizzo e di eventuali danni a cose o persone causati dal materiale presente in questo forum, inoltre si tiene a precisare che tutto ciò che è presente in questo forum vi è stato messo in assoluta buona fede e senza alcuno scopo di lucro.
Traduttore - Translater
METEO ITALIA OGGI

Previsioni per Oggi
Partner

creare un forum



Motori ricerca

Segnala il tuo sito nella directory

http://www.wikio.it

Cerrrca.com la ricerca con tre rrr



ABRUZZO - CANZONI POPOLARI

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

ABRUZZO - CANZONI POPOLARI

Messaggio  admin_italiacanora il Sab Mag 15, 2010 11:02 am

 
 
La durezza del lavoro, i drammi dell'emigrazione, la vita famigliare, l'amore, la morte, le radici di oggi...

Le canzoni popolari abruzzesi che hanno fatto la storia  della regione, i dialetti più strani e le canzoni più belle che hanno portato la musica popolare Abruzzese in giro per l’italia.

Qui sotto è riportato l'elenco delle canzoni popolari/bolk abruzzesi, viene inoltre indicato se in archivio è presente o no il relativo testo (dialettale e/o italiano) e il video contenente il brano cantato (n.d.r.= per video è inteso il brano cantato).

Il colore VERDE del titolo del brano, indica che è presente in un topic e quindi, cliccandoci, è possibile raggiungerlo direttamente.


INDICE

A CCORE A CCORE
A LU GIARDINE
A SAN GIUVANNE
ALL'ORTE
AMORE CHE SE NE VA
APRI, MARIE'
ARIA DI MARE
ARVI'
FANTASIA... 'E NATALE
LU PIANTE DI LI FOJE
ME TENGO RECORDA’ CHE SCI’ RENATA
NINNA NANNA DE NATALE
SANT'AGNESE JUGULATA
TRAMONTO AQUILANO


Ultima modifica di admin_italiacanora il Ven Mar 25, 2016 5:46 pm, modificato 110 volte

admin_italiacanora
Admin

Messaggi : 1776
Punti : 3832
Data d'iscrizione : 09.04.10
Età : 64
Località : Toscana

Vedere il profilo dell'utente http://www.italiacanora.net

Tornare in alto Andare in basso

Re: ABRUZZO - CANZONI POPOLARI

Messaggio  admin_italiacanora il Sab Mag 15, 2010 12:11 pm

A LU GIARDINE (canto folk)
Coro di Serramonacesca

   A CCORE A CCORE (canto popolare)
Corale T. Coccione - Poggiofiorito (Ch)

   

Testo dialettale:
Testo italiano:
   
Testo dialettale:
Testo italiano:

A SAN GIUVANNE (canto folk)
Coro di San Giovanni Teatino

   ALL'ORTE (canto popolare)
Corale T. Coccione - Poggiofiorito (Ch)

   

Testo dialettale:
Testo italiano:
   
Testo dialettale:
Testo italiano:


Ultima modifica di admin_italiacanora il Ven Mar 25, 2016 5:33 pm, modificato 19 volte

admin_italiacanora
Admin

Messaggi : 1776
Punti : 3832
Data d'iscrizione : 09.04.10
Età : 64
Località : Toscana

Vedere il profilo dell'utente http://www.italiacanora.net

Tornare in alto Andare in basso

Re: ABRUZZO - CANZONI POPOLARI

Messaggio  admin_italiacanora il Dom Mag 23, 2010 4:10 pm

AMORE CHE SE NE VA(canto popolare)
Corale T. Coccione - Poggiofiorito (Ch)

   APRI, MARIE'(canto folk)
Corale "L. de Carolis" di Bisenti

   

Testo dialettale:
Testo italiano:
   
Testo dialettale:
Testo italiano:

ARIA DI MARE (canto folk)
Coro di Fossacesia

   ARVI' (canto popolare)
Corale G. Verdi (Te)

   

Testo dialettale:
Testo italiano:
   
Testo dialettale:
Testo italiano:


Ultima modifica di admin_italiacanora il Ven Mar 25, 2016 5:38 pm, modificato 1 volta

admin_italiacanora
Admin

Messaggi : 1776
Punti : 3832
Data d'iscrizione : 09.04.10
Età : 64
Località : Toscana

Vedere il profilo dell'utente http://www.italiacanora.net

Tornare in alto Andare in basso

Re: ABRUZZO - CANZONI POPOLARI

Messaggio  admin_italiacanora il Lun Nov 21, 2011 12:10 am

SANT'AGNESE JUGULATA (canto popolare)
Associazione Polifonica Tempera
e Coro Polifonico di Marruci
   ME TENGO RECORDA’ CHE SCI’ RENATA
Video ispirato alla città dell'Aquila dilaniata dal sisma
   

Testo dialettale:
Sant’Agnese jugulata
la reggina ‘e lla lencua e ju sfotto’.
Sant’Agnese reprecata
‘na pipìzzela che non se’ po’ frena’.

A mezza strai, fra storia e tradizio’,
a L’Aquila te ‘nfrocio Sant’Agnese
che se rencora pe’ lla deozio’,
sintita da lla gente ‘e ‘stu paese!
“Quistu che pare propriu ‘nu borghittu,
è ‘na città borghese da ‘na freca!”
So’ pricisatu co’ ‘nu sorrisittu,
tantu ‘nguastita da non fa’ ‘na piega!

Sant’Agnese jugulata
la reggina ‘e lla lencua e ju sfotto’.
Sant’Agnese reprecata
‘na pipìzzela che non se’ po’ frena’.

“Girenno pe’ ‘ste rue, mopa e rattusa,
me so’ ‘ncontrata co’ lla Maldicenza
che, pirchipètela, striscea sgaliusa
e tutti ji faceano riverenza!”
Pocu cchiù abballe, pe’ lla stessa via,
Pettegolezzo ‘icea ‘na fessaria:
“Fasse ji fatti se’! Non esse’ spia!”
Ma è chiacchiara’ che provoca gulìa!

Sant’Agnese jugulata
la reggina ‘e lla lencua e ju sfotto’.
Sant’Agnese reprecata
‘na pipìzzela che non se’ po’ frena’.

S’attecchia co’ rapìa ‘na mala lencua zozza,
ironizzènno sempre su chi lla tene mozza!

Sant’Agnese jugulata
la reggina ‘e lla lencua e ju sfotto’.
Sant’Agnese reprecata
‘na pipìzzela che non se’ po’frena’.

Versi di Alarico Bernardi
Musica, armonizzazione ed elaborazione corale di Camillo Berardi
Testo italiano:

Sant’Agnese sgozzata
La regina della lingua e dello sfottò.
Sant’Agnese ripregata
Una favella che frenare non si può.

A mezza strada, fra storia e tradizione,
a L’Aquila t’incontro Sant’Agnese
che si rincuora per la devozione,
sentita dalla gente di questo paese!
“Questo che sembra proprio un borghetto,
è una città borghese da molto tempo!”
Ho precisato con un sorrisetto,
tanto arrabbiata da non fare una piega!

Sant’Agnese sgozzata
la regina della lingua e dello sfottò.
Sant’Agnese ripregata
Una favella che frenare non si può.

“Girando per queste stradine, rattristata e libidinosa,
mi sono incontrata con la Maldicenza
che, pettegola, strisciava sgallettata
e tutti le facevano riverenza!”
Poco più avanti, per la stessa via,
Pettegolezzo diceva una fesseria:
“Farsi i fatti propri! Non essere spia!”
Ma è chiacchierare che provoca golosità!

Sant’Agnese sgozzata
la regina della lingua e dello sfottò.
Sant’Agnese ripregata
una favella che frenare non si può.

Si ascolta con desiderio irrefrenabile una mala lingua sozza,
ironizzando sempre su chi la tiene mozza!

Sant’Agnese sgozzata
la regina della lingua e dello sfottò.
Sant’Agnese ripregata
una favella che frenare non si può
   
Testo dialettale:
L’Aquila a pezzi, tu, ‘na notte nera,
pare ‘nu sognu ma ‘ssa bbotta è vera
tutt’ è ruinatu ma tu sci’ la storia
‘na paggina da scrie pe’ lla memoria.
Chi s’è sarvatu mo’ te’ tanti strazzi
tra lle macerie ‘e chiese e de palazzi
la ggente che qua e là sta sbriricata
non vone cchiù vedette renfasciata!

Ju sole ch’è rrescitu mantoma’
m’ha fattu recorda’ com’eri bbella
ce vo’ ju tempu non sarrà ddoma’
ma tinghi rebbrilla’ come ‘na stella!

Non scroscia l’acqua cchiù da lle fundane
non sento de sonane le campane,
ju strusciu, ji quatrani e la cagnara
svejamme vojo da ‘sta notte amara.
Mo’ cchiù de prima ji’ te vojo bbene
fatte spari’ vurria tutte le pene
firita tu sarrài remarginata
me tengo recorda’ che sci’ renata!
Testo italiano:
L’Aquila a pezzi, tu, una notte disgraziata,
sembra un sogno ma questo colpo è vero
tutto è distrutto ma tu sei la storia
una pagina da scrivere per la memoria.
Chi si è salvato ora tiene tanti strazi
tra le macerie di chiese e di palazzi
la gente che qua e là sta sparpagliata
non vuole più vederti puntellata e ingessata!

Il sole che è riuscito questa mattina
mi ha fatto ricordare come eri bella
ci vuole tempo non sarà domani
ma devi ribrillare come una stella!

Non scorre più l’acqua dalle fontane
non sento di suonare le campane,
il passeggiare, i ragazzi e la cagnara
voglio svegliarmi da questa notte amara.
Ora più di prima io ti voglio bene
vorrei farti sparire tutte le pene
ferita tu sarai rimarginata
devo ricordarmi la tua rinascita!


Ultima modifica di admin_italiacanora il Ven Mar 25, 2016 4:00 pm, modificato 2 volte

admin_italiacanora
Admin

Messaggi : 1776
Punti : 3832
Data d'iscrizione : 09.04.10
Età : 64
Località : Toscana

Vedere il profilo dell'utente http://www.italiacanora.net

Tornare in alto Andare in basso

Re: ABRUZZO - CANZONI POPOLARI

Messaggio  admin_italiacanora il Dom Dic 15, 2013 10:57 am

FANTASIA... 'E NATALE (canto popolare)
eseguito dalla "Corale L'Aquila"
musica di Camillo Berardi
Testo: Antonio Cimoroni

   NINNA NANNA DE NATALE
Corale Gran Sasso (AQ)
dir Carlo Mantini

   

Testo dialettale:
1^ STROFA
Mille bajiori mmezz'a lla valle,
gente che gira pe' Bettelemme.
Mastru Giuseppe mette Maria,
sopra nu ciucciu lungu la via.
E' tuttu pînu case e locande,
nturnu le mura ce nne so' tante.
na pipinara spanne rumore,
pe' allocasse sa ta' ji' fore.

1° RITORNELLO
E' natu è natu vaj'a vede'.
Entru na stalla s‟accomodatu.
Mamma Maria non sa che fa',
pianu se mette da sola a canta'.
Quantu sci' vispu quantu sci' bbeju
me pari propriu „nu passareju.
Senteme bbonu non te reota'
statte copertu te po' raffredda‟.

2^ STROFA
Dorme picciusu sempre se lagna,
strittu a „na culla fatta de pajia.
Santa Maria pronta pe' da',
na pupazzetta a faji suga'.
Passa na stella rossa s‟ammira,
ncim'aju monte lestu cammina.
Fiacca la luci a lla capanna,
j‟asinu dorme ju bboe magna.

2° RITORNELLO
E' natu è natu vaj'a guarda'.
Entru na stalla s'accomodatu.
Piagne de core se st'agita',
Santu Giuseppe ju ta' nnazzica'.
"Nnazzicareju" "nnazzicareju"
fatte nu sonnu non te resvejio.
Domammatina a jornu verra',
„na ciaramella pian pianu a sona‟.

3^ STROFA
J'angeli ncelu a tutte l'ore,
porteno mmani frunn'a colore.
Giallu doratu da luccica',
azzurr'e verdi pe' mmesteca'.
Da ogni locu voce resona,
tra tanta folla che se consola.
Pe' nu regalu fattu corrènno
danno cunsijiu strai facènno.

3° RITORNELLO
E' natu è natu vaj'a tocca'.
Entru na stalla s'accomodatu.
Zumpa de gioia se vo' rizza',
Santu Giuseppe ju ta' recchiappa'.
"Nnazzicareju" "nnazzicareju"
fatte nu sonnu non te resvejio.
Domammatina a jornu verra',
na ciaramella pian pianu a sona'.

FINALE
Ntantu ju bboe arrecchia a senti',
j'asinu rajia "lo fienu è pe' ti'".
Santa Maria s'acconcia a pijia'
nzinu ju fijiu pe' daji a magna'.
Zittu zittu asinu me.
Lo vo' sape‟?
Justu pecche‟?
E' ncuminciata la storia e nu Rre.
Testo italiano:
1^ STROFA
Mille bagliori in mezzo alla valle,
gente che gira per Betlemme.
Mastro Giuseppe pone Maria
sopra un asino lungo la via.
E' tutto pieno, case e locande,
intorno alle mura ce ne son tante.
Molta gente chiassosa diffonde rumori,
per trovare un alloggio si deve andar fuori.

1° RITORNELLO
E' nato, è nato, vai a vederlo.
Dentro una stalla si è sistemato.
Mamma Maria non sa cosa fare,
piano incomincia a cantare da sola.
Quanto sei vispo quanto sei bello
Mi sembri proprio un passerotto.
Sentimi bene, non rigirarti,
stai coperto, potresti raffreddarti.

2^ STROFA
Dorme smanioso, sempre si lagna,
stretto in una culla fatta di paglia.
Santa Maria è pronta ad offrirgli,
una tettarella da fargli succhiare.
Passa una stella grossa, s'ammira,
alta sul monte velocemente cammina.
Debole è la luce all'interno della capanna,
l'asino dorme e il bue mangia.

2° RITORNELLO
E' nato, è nato, vai a guardarlo'.
Dentro una stalla si è sistemato.
Piange di cuore ed è irrequieto,
San Giuseppe lo deve cullare.
”Nnazzicareju”, “nnazzicareju”
Fai un bel sonno non ti risveglio.
Domani mattina di giorno verrà,
una ciaramella pian piano a suonare.

3^ STROFA
Gli angeli in cielo a tutte le ore,
portano in mano ramoscelli di ogni colore.
Gialli dorati da luccicare,
azzurri e verdi per mescolare.
Da ogni parte risuonano voci,
tra tanta folla che si consola.
Per un regalo fatto correndo
si danno consigli strada facendo.

3° RITORNELLO
E' nato, è nato, vai a toccarlo.
Dentro una stalla si è sistemato.
Salta di gioia, vuole alzarsi,
San Giuseppe lo deve acchiappare.
”Nnazzicareju”, “nnazzicareju”
Fai un bel sonno non ti risveglio.
Domani mattina di giorno verrà,
una ciaramella pian piano a suonare.

FINALE
Intanto il bue si mette ad ascoltare,
l'asino raglia: “il fieno è per te”.
Santa Maria si appresta a prendere
in braccio il figliolo per dargli da mangiare.
Zitto, zittu asino mio.
Lo vuoi sapere?
Certamente, perchè?
E' iniziata la storia di un Re.
   
Testo dialettale:
Addòrmete, poveru fiju,
sognate d'esse 'nu rre;
ju bboe e j'asiniju
rescalleno l'aria pe' tte.
Preca la mamma,
se strigne 'n zinu ju citulu se'.

Fate la ninna, fate la nanna
fa tantu friddu,
coruccio me'.
Non tengo coperte ne' panne
core de mamma, pover'a me.

Resvéjete, è scita 'na stella:
luccica pe' fa sape'
'na storia, la cchiù bbella,
ch'è natu stanotte 'nu rre.
Rie la mamma
stregnenno 'n zinu ju citulu se'.

Fate la ninna, fate la nanna
non fa cchiù friddu,
coruccio me'.
Ju munnu che soffre mo spera,
core de mamma, vive pe' tte.
Testo italiano:
Per adesso non c'è traduzione


Ultima modifica di admin_italiacanora il Ven Mar 25, 2016 5:42 pm, modificato 2 volte

admin_italiacanora
Admin

Messaggi : 1776
Punti : 3832
Data d'iscrizione : 09.04.10
Età : 64
Località : Toscana

Vedere il profilo dell'utente http://www.italiacanora.net

Tornare in alto Andare in basso

Re: ABRUZZO - CANZONI POPOLARI

Messaggio  admin_italiacanora il Ven Mar 25, 2016 3:52 pm

Lu piante de le fojie - Dal ricco patrimonio dei canti abruzzesi ci giunge questa ballata che racconta con musica agile ed efficace la ripetitività del lavoro della raccolta autunnale delle olive, quando la campagna e la montagna cominciano ad essere avvolte dalle nuvole. Solo la festosa canzone di una ragazza in cima ad una scala spezza il silenzio, ma è un canto nostalgico, che ci ricorda che un'altra stagione è passata e dice addio alle cose che inesorabilmente se ne vanno.
 
Tramonto aquilano - Canzone d'autore, del maestro Bronzetti, che con grande semplicità riesce a descrivere egregiamente il sentimento di ammirazione contemplativa di un tramonto sulle splendide montagne dell'Abruzzo. Insieme a"J'Abruzzu" è divenuto in breve tempo il cavallo di battaglia di tutti i cori abruzzesi.
 
 
LU PIANTE DI LI FOJE
Coro Folkloristico Abruzzese "La Figlia di Jorio"
(C. De Titta - G. Albanese)

   TRAMONTO AQUILANO
Corale Gran Sasso (AQ)
Corale Gran Sasso (E. Mari - G. Bronzetti)

   

Testo dialettale:
Lu ciel' è chiuse, chiuse la muntagne, le
fòjje gialle casche a un'a une e si còjje l'ulive
e la campagne, tra la nebbie, aresòne di
canzune. Sempre sta nebbie amore, gna si
còjje l'ulive e casch'a l'albere le fòjje!

'N cim'a na scale ci sta na fijòle che
m'mézz'a l'atre voci fa da prime e
gna vuléss'aretruvà lu sole
s'aàlz'aàlze se ne va chiù n'eime.
Ah chela voce che fa da suprane
amor'amore, falle canta piane!

Le fòjje fa nu piante pe' la vie e lu
cant'aresòne entr'a lu core gne nu
salùt'afflitte, gne n'addie di tante cose bièlle
che se more, di tante care nuode che
s'asciojje, amore, tra lu piante de le fojje!
Testo italiano:
Il cielo è chiuso, chiusa la montagna le foglie
gialle cascano ad una ad una e si colgon le olive
e la campagna, tra la nebbia, risuona di canzoni.
Sempre 'sta nebbia, amore, come si colgono
le olive e cascano agli alberi le foglie!

In cima a una scala ci sta una figliola
che in mezzo alle altre voci fa da prima
e come se volesse ritrovare il sole s'alza s'alza
e se ne va più in cima. Ah quella voce che fa
da soprano amore amore, falla cantar piano!

Le foglie fanno un pianto per la vita e
il canto risuona nel cuore come un saluto afflitto,
come un addio di tante cose belle che muoiono
di tanti cari nodi che si sciolgono amore,
tra il pianto delle foglie!
   
Testo dialettale:
Quannu tramont ju sole sopra Roju
E pe' ji cielu è tutto 'nu sfavillu
D'azzurru e de lillà
Oh com'è beiju ju Gran Sassu
Che pare incendiatu
Che pare incendiatu

Tu jiou guardi cuscì
Co* l'anima incantata
Co' i occhi inumiditi
E non se po' parla

E 'na nuvoletta va
Pianu pianu va

Quannu tramont'ju sole arrète a Roiu
e nera l'ombra cala a pocu a pocu
pe' tutta la città
lascio la gente e vajio addo'
m'aspetta la quatrana, m'aspetta la quatrana.

Ce ne jemo cuscì
co' l’anema ‘ncantata,
e stemmo ammutoliti
le stelle a contempla.

E la luna'n cielu va
passa bianca e va.
Testo italiano:
Per adesso non c'è traduzione

admin_italiacanora
Admin

Messaggi : 1776
Punti : 3832
Data d'iscrizione : 09.04.10
Età : 64
Località : Toscana

Vedere il profilo dell'utente http://www.italiacanora.net

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum