Ci "aiuti" a crescere?
Ti ringrazio in anticipo per il tuo






Luglio 2017
LunMarMerGioVenSabDom
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31      

Calendario Calendario



AFFILIAZIONI - SITI - BLOG
e FORUM

LaFavolaBlu


Progetto Musico Sognante Italiano
La fiaba del mare della Musica Italiana
ed Internazionale

____________________________


Nonsolosuoni




Un sogno
fatto di musica!

______________________


_____________________


Estatica è l'enciclopedia di musica italiana, internazionale e cultura.

Discografie, recensioni, interviste, monografie, live report, video, ebooks


_____________________



________________________


_____________________



________________________

Chi è in linea
In totale ci sono 18 utenti in linea: 2 Registrati, 0 Nascosti e 16 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

admin_italiacanora, mauro piffero

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 118 il Ven Lug 14, 2017 9:34 pm





__________________________________

Ti piace il nostro Portale??
Allora votaci cliccando su questo bottone ... Grazie!!

migliori siti


www.italiacanora.net


Grazie a voi abbiamo vinto questi AWARD
nella classifica di NET-PARADE


Uno dei più belli
In classificasito internet
In classifica
Sito d'argento
DISCLAIMER
Tutte le copertine, testi e video presenti su questo forum sono solo per uso informativo e di intrattenimento.
Puoi scaricare e stampare la copertina se possiedi l'originale e hai bisogno di rimpiazzarla.
Tutto cio' che puo' essere considerato legale, dipende dalle leggi sul copyright del tuo paese di residenza. Non è nostra intenzione infrangere Copyright per cui, se ciò dovesse accadere, prego gli interessati a scrivere agl'amministratori i quali provvederanno alla rimozione immediata o a citare la fonte, se richiesto.
Lo Staff di ItaliaCanora.net non è responsabile dell'utilizzo e di eventuali danni a cose o persone causati dal materiale presente in questo forum, inoltre si tiene a precisare che tutto ciò che è presente in questo forum vi è stato messo in assoluta buona fede e senza alcuno scopo di lucro.
Traduttore - Translater
METEO ITALIA OGGI

Partner

creare un forum



Motori ricerca

Segnala il tuo sito nella directory

http://www.wikio.it

Cerrrca.com la ricerca con tre rrr



FESTIVAL DI SANREMO 1957: I CANTANTI - LE CANZONI - I TESTI

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

FESTIVAL DI SANREMO 1957: I CANTANTI - LE CANZONI - I TESTI

Messaggio  settenote il Lun Ago 22, 2011 12:00 am

1957 (7a Edizione)



Giovedì 7, venerdì 8, sabato 9, domenica 10 febbraio 1957
Direzione artistica: Maestro Giulio Razzi
Presenta: Nunzio Filogamo, Marisa Allasio, Fiorella Mari
Orchestra: "Orchestra della Canzone" diretta dal maestro Cinico Angelini # "Orchestra di Jazz Sinfonico" diretta dal maestro Armando Trovajoli
Organizzazione: Rai e Casinò Municipale di Sanremo
Trasmissione: Televisione: diretta a partire dalle ore 22 # Radio: diretta sul Secondo Programma a partire dalle ore 22
Totale brani: 19
Totale interpreti: 15
La formula: Per la gara istituzionale: venti canzoni in gara (poi diciannove a causa dell'esclusione del brano La cosa più bella di Pinchi-Olivieri, poiché ritenuto non inedito). Le canzoni devono essere inedite. I testi devono essere in italiano o in un dialetto italiano. Gli autori devono essere italiani.
Ogni brano viene presentato in una doppia esecuzione, cantata ognuna da un interprete diverso.
Le canzoni e le relative esecuzioni vengono ripartite equamente: dieci giovedì 7 febbraio, altrettante venerdì 8 febbraio. La giuria, composta da una parte del pubblico in sala e da abbonati RAI, ne sceglie 5 per sera che vengono ammesse alla serata finale di sabato 9 febbraio. Le dieci canzoni finaliste vengono votate dal pubblico che decreta la classifica finale, dal primo al decimo posto.
* Per la gara "Liberi autori" o "Canzoni degli autori indipendenti": si svolge domenica 10 febbraio. Dieci canozni in gara. Le canzoni devono essere inedite. I testi devono essere in italiano o in un dialetto italiano. Gli autori devono essere italiani.
Ogni brano viene presentato in una doppia esecuzione, cantata ognuna da un interprete diverso.
La giuria vota i brani e viene stilata la classifica finale, dal primo al decimo posto.
Fonte: QUI


1. RECENSIONE:
La 7a edizione ebbe un gran record di proposte di partecipazione, con 4.000 canzoni, infatti, oltre agli editori, si aggiunsero, anche i compositori, liberi da contratti con case editrici. La singolare situazione, fu sbrigata con la nomina di una commissione composta da 15 membri, fu divisa poi in 4 sottocommissioni, per ridurre il lavoro, delle 150 canzoni che vennero scelte, 124 provenivano dagli editori e appena 26 da compositori liberi. La selezione finale fu affidata poi ad una giuria presieduta da Guglielmo Emanuel.

Vennero selezionate 20 canzoni tra quelle proposte dagli editori, e 10 tra quelle "libere". Si formarono due gruppi, che diedero vita a due gare separate. Le prime 20, costituirono il Festival, tradizionale, anche la gara fu la solita, le canzoni gareggiarono col vecchio sistema, 10 interpretazioni per serata, fino all'eliminazione della metà delle canzoni. Le dieci canzoni degli autori "liberi" invece affrontarono il giudizio in una sola serata, suppletiva, infatti, ci fu una quarta serata, domenica 10 febbraio.

Radio negli anni '57 Le giurie, composte da 15 membri per le 14 sedi Rai, più il pubblico presente in sala, altre 70 persone, che vennero tutti sorteggiati e cambiati ogni sera, per un totale di 280, con un voto a testa.

La Radio si collegava alle ore 22, sul Secondo programma, anche la Televisione puntualissima, mandò in onda la manifestazione canora, alle 22 precise. Alcuni passaggi del Festival nella serata finale, furono trasmessi anche in Eurovisione.

Il brano di Claudio Villa e Nunzio Gallo, fu un vero trionfo, commosse tutti, "Corde della mia chitarra". Le canzoni facevano piangere, le zie, le mamme, e le nonne, un pò meno interessati i giovani. Il Maestro, Alberto Semprini, come avvenne per l'edizione del 1956, ripeté al pianoforte appositamente per le giurie, i ritornelli delle canzoni in gara.

CURIOSITA': Il primo caso d'esclusione di una canzone, avvenne proprio per l'edizione N.7 del Festival, infatti, nel corso della seconda serata, fu esclusa la canzone dal titolo: "La cosa più bella" di Pinchi-Oliveri, con la motivazione che non era inedita.

I vincitori, Villa e Gallo, parteciparono per la seconda volta insieme e vinsero, Claudio Villa si aggiudicò anche il secondo posto cantando in coppia con Giorgio Consolini. La città di Milano attribuì ai due cantanti 7 voti, invece i "giudici" presenti in sala preferirono le canzoni "Casetta in Canadà" e "Scusami".

Straordinariamente Claudio Villa terminata l'edizione ufficiale della 7a edizione del Festival, nel corso della quarta serata dedicata alle canzoni degli autori "liberi" Claudio Villa vinse in coppia con Giorgio Consolini, con la canzone "Ondamarina".

La debuttante Tonina Torrielli, qualche minuto prima di salire sul palco del salone delle feste, ebbe un improvviso malore, cantò ugualmente, ma non c'è la fece e steccò, il pubblico invece l'applaudì calorosamente.

2. LE CANZONI IN GARA:
Ecco la lista, ordinata alfabeticamente, dei brani partecipanti (con artisti, autori e compositori):
# "Ancora ci credo" interpreti: Tina Allori & Flo’Sandon’s – Autori; Campozzi – Fecchi
# "A poco a poco" cantata da: Luciano Virgili & Gino Latilla – Autori; Innocenzi - Rivi
# "Cancello tra le rose" cantata da: Claudio Villa & Giorgio Consolini – Autori; De Paolis - Bertini
# "Casetta in Canadà" interpreti: Gloria Christian & coro di voci con Gino Latilla, Carla Boni e Duo Fasano – Autori; Panzeri- Mascheroni
# "Corde della mia chitarra" cantata da: Claudio Villa & Nunzio Gallo – Autori; Fiorelli – Ruccione
# "Estasi" interpreti: Fiorella Bini & Flo’ Sandon’s – Autori; Luci - Da Vinci
# "Finalmente" cantata da: Gino Baldi & Luciano Virgili – Autori, Bonavolontà – Rivi
# "Il pericolo numero uno" interprete: Natalino Otto & coro di voci con Claudio Villa, Gino Latilla – Autori; Bonagura- Cozzoli
# "Intorno a te è sempre primavera" interpreti: Tonina Torrielli&Tina Allori – Autori; M. De Angelis
# "Le trote blu" cantata da: Gloria Christian coro di voci con Carla Boni e Duo Fasano – Autori; Gelmini – Calcagno
# "Nel giardino del mio cuore" interpreti: Gino Baldi & Jula De Palma – Autori, Testoni – Kramer
# "Non ti ricordi più" cantata da: Nunzio Gallo & Gino Latilla – Autori; Poggiali- Da Vinci
# "Per una volta ancora" interpreti: Nunzio Gallo & Carla Boni – Autori; Bestini – D’Anzi
# "Raggio nella nebbia" cantata da: Jula De Palma & Fiorella Bini con Duo Fasano – Autori; Pagano-Salina
# "Scusami" interpreti: Gino Latilla & Tonina Torrielli – Autori; Biri - Perrone- Malgoni
# "Un certo sorriso" cantata da: Gianni Ravera & Natalino Otto – Autori; Ruccione – Fiorelli
# "Un filo di Speranza" interpreti: Gino Baldi & Duo Fasano con Natalino Otto – Autori; Seracini Testoni
# "Un sogno di cristallo" cantata da: Carla Boni & Jula De Palma – Autori; Calvi - Testa
# "Usignolo" interpreti: Claudio Villa & Giorgio Consolini – Autori; Martelli - Castellani

Classifica finale e relativi interpreti:
# Al primo posto: - Corde della mia chitarra- voti 63 - interpretata da Claudio Villa e Nunzio Gallo-
# Al secondo posto - Usignolo - voti 48 - interpretata da Claudio Villa e Giorgio Consolini -
# Al terzo posto - Scusami - voti 43 - Gino Latilla e Tonina Torrielli -

Fonte: QUI


3. LA CANZONE VINCITRICE DEL VII FESTIVAL DI SANREMO:

- CORDE DELLA MIA CHITARRA - Claudio Villa & Nunzio Gallo (Fiorelli – Ruccione)

Note: Corde della mia chitarra è un brano musicale del 1957, composto da Mario Ruccione e scritto da Giuseppe Fiorelli, vincitore del Festival di Sanremo 1957 nelle interpretazioni di Nunzio Gallo e Claudio Villa.
Il brano fu presentato all'Eurofestival, e fu eseguito da Gallo dopo All della cantante britannica Patricia Bredin e prima di Wohin, kleines Pony? dell'austriaco Bob Martin. Ottenne come valutazione 7 punti, raggiungendo la 6ª posizione su 10 partecipanti.
La canzone si distingue per essere la più lunga nella storia dell'Eurofestival; infatti lo scrittore John Kennedy O'Connor riferisce nel suo libro sull'Eurofestival che "dura oltre i cinque minuti". Dall'edizione successiva si decise di far partecipare brani musicali che non superassero i 3 minuti e 30 secondi di durata, e più tardi questo limite fu ridotto a 3 minuti.
Fonte: QUI


È tornata! L' hanno accolta le stesse cose...
L' hanno attesa le stesse rose...
Dolce sogno dagli occhi verdi,
è tornata, ma è troppo tardi,
troppo tardi per chi aspetto...

Corde della mia chitarra,
se la mano trema sull'accordo,
se la musica si perde,
è l'indifferenza d'uno sguardo.

Corde della mia chitarra,
perchè vi fermate,
perchè non suonate voi sole per me?

Ah! Com'era dolce questa musica!...
Ah! E come adesso sembra inutile se non ci ascolterà...

Non vi fermate, corde della mia chitarra,
suonate per me.

"Ti vuol bene!"
L'illusione mi sussurrava...
La speranza mi confortava...
Poi, nel cielo del cuore mio,
dopo il sole discese il buio e un addio...
ci salutò...

Corde della mia chitarra,
perchè vi fermate,
perchè non suonate voi solo per me?

Ah! Com'era dolce questa musica!...
Ah! E come adesso sembra inutile se non ci ascolterà...

Non vi fermate, corde della mia chitarra,
suonate per me.

Suonate... suonate...
Corde della mia chitarra!
Fonte: QUI


   


Ultima modifica di settenote il Sab Set 10, 2011 10:32 am, modificato 1 volta
avatar
settenote

Messaggi : 198
Punti : 355
Data d'iscrizione : 27.04.10
Età : 63
Località : Prato-Toscana

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

1957 SANREMO: I cantanti, le canzoni, i video, i testi - Le prime 10 canzoni classificate

Messaggio  settenote il Lun Ago 22, 2011 11:04 pm


7° FESTIVAL DELLA CANZONE ITALIANA.

Canzoni e relativi interpreti e autori (nell'ordine compositore/i-paroliere/i)

Gara istituzionale: Classifica finale e relativi interpreti

01. Corde della mia chitarra (Giuseppe Fiorelli e Mario Ruccione) Claudio Villa – Nunzio Gallo
02. Usignolo (testo di Castellani; musica di Luigi Luciano Martelli-Carlo Concina) Claudio Villa – Giorgio Consolini
03. Scusami (Biri, Walter Malgoni e Mario Perrone) Gino Latilla – Tonina Torrielli
04. Casetta in Canadà (Mario Panzeri e Vittorio Mascheroni) Carla Boni, Gino Latilla e Duo Fasano – Gloria Christian e Poker di Voci
05. Cancello tra le rose (De Paolis-Bertini) Claudio Villa – Giorgio Consolini
06. Il pericolo numero uno (Bonagura-Cozzoli) Claudio Villa e Gino Latilla – Natalino Otto e Poker di Voci
07. Intorno a te è sempre primavera (M. De Angelis) Tina Allori – Tonina Torrielli
08. Per una volta ancora (Bertini-Giovanni D'Anzi) Carla Boni – Nunzio Gallo
09. Un filo di speranza (Gian Carlo Testoni-Saverio Seracini) Gino Baldi e Duo Fasano – Natalino Otto e Poker di Voci
10. Le trote blu (Calcagno-Gelmini) Carla Boni e Duo Fasano – Gloria Christian, Natalino Otto e Poker di Voci


Gara istituzionale: Canzoni non classificate e relativi interpreti

* A poco a poco (Rivi-Innocenzi) Gino Latilla – Luciano Virgili
* Ancora ci credo (Fecchi-Campanozzi) Tina Allori – Flo Sandon's
* Estasi (Da Vinci-Lucci) Fiorella Bini – Flo Sandon's
* Finalmente (Bonavolontà-Rivi) Gino Baldi – Luciano Virgili
* Nel giardino del mio cuore (Gian Carlo Testoni-Gorni Kramer) Gino Baldi – Jula De Palma
* Non ti ricordi più? (Da Vinci-Poggiali) Gino Latilla – Nunzio Gallo
* Raggio nella nebbia (Salina-Pagano) Fiorella Bini e Duo Fasano – Jula De Palma e Poker di Voci
* Un certo sorriso (Ruccione-Fiorelli) Gianni Ravera – Natalino Otto
* Un sogno di cristallo (Testa-Calvi) Carla Boni – Jula De Palma


Gara "Liberi autori" o "Canzoni degli autori indipendenti": Classifica finale e relativi interpreti

01. Ondamarina (Bernazza-Lops) Claudio Villa – Giorgio Consolini
02. Venezia mia (Peragallo) Gianni Ravera e Duo Fasano – Luciano Virgili e Poker di Voci
03. La più bella canzone del mondo (Mari-Filippini) Gino Latilla – Nunzio Gallo
04. Chiesetta solitaria (Bezzi-Pintaldi) Claudio Villa – Giorgio Consolini
05. La cremagliera delle Dolomiti (Perretta-Fedri) Duo Fasano – Gloria Christian e Poker di Voci
06. Era l’epoca del cuore (Segurini - Franco Cassano) Fiorella Bini – Jula De Palma
07. Il nostro si (Mainardi-Lodigiani) Gino Baldi - Tonina Torrielli
08. Sorrisi e lacrime (De Giusti-Cassano) Fiorella Bini - Jula De Palma
09. Il mio cielo (De Leitenburg-Berretta) Carla Boni – Luciano Virgili
10. Sono un sognatore (Piero Umiliani) Gino Latilla – Natalino Otto



CANZONI CLASSIFICATE:

- 2. USIGNOLO - Claudio Villa – Giorgio Consolini (testo di Castellani; musica di Luigi Luciano Martelli-Carlo Concina)
# Etichetta: PARLOPHON # N.Catalogo: TT 9903 e TT 9912 # N.Matrice 157176 # Supporto: vinile 78 giri * Tipo audio: Mono * Dimensioni: 25,4 cm.

Canzone seconda classificata al Festival di Sanremo 1957 con le voci di Claudio Villa e Giorgio Consolini.
Usignolo, composta da Concina e Martelli su versi di Castellani ebbe un notevole successo di critica e discografico. Nella versione che vi proponiamo, Villa è nel famoso "Concerto all'Italiana" svolto nel Gennaio 1980 presso l'Auditorium della RAI di Torino.
L'Orchestra è quella della RAI diretta dal Maestro Nello Ciangherotti.
Interprete:
CLAUDIO VILLA


^^Interprete:
GIORGIO CONSOLINI


^^
^^

- Testo: USIGNOLO
Usignolo
ma come sa di pianto la tua voce,
mi dice il cuore che non sei felice,
mi dice il cuore che non trovi pace.

Usignolo
la tua canzone nasce da un sospiro,
l'amore che tu vuoi è così solo...
sei prigioniero in una gabbia d'oro.

L'oro ha fermato il tuo volo
e t'ha spezzato le ali.
Nella tua gabbia c'è ancora
o mio usignolo.

Usignolo
per sempre nasce un sogno nel mio cuore,
io che volevo ancora per te un altare,
coi fior di campo del mio grande amore.

L'oro ha fermato il tuo volo
e t'ha spezzato le ali.
Nella tua voce c'è il pianto
o mio usignolo.

Usignolo
per sempre nasce un sogno nel tuo cuore,
io che innalzavo già per te un altare,
coi fior di campo del mio grande amore.

Usignolo....
Usignolo.......

__


- 3. SCUSAMI - Gino Latilla – Tonina Torrielli (Biri, Walter Malgoni e Mario Perrone)
# Etichetta: CETRA # N.Catalogo: AC-3184 # N.Matrice 13160 # Supporto: vinile 78 giri * Tipo audio: Mono * Dimensioni: 25,4 cm.

Interprete:
TONINA TORRIELLI


^^Interprete:
GINO LATILLA


^^
^^

- Testo: SCUSAMI
Due cuori e solo un'anima
Noi siamo nell'amor
Ma se t'ho fatto piangere
Scusami, scusami ancor
è stata una vertigine
Un falso batticuor
Che m'ha sconvolto l'attimo
Scusami, scusami ancor
Parlami
Non tacere ma parlami
Vivo di te
E non voglio che te
Amore mio non piangere
Ma stringimi sul cuor
E finirò baciandoti
Scusami, scusami ancor
Parlami
Non tacere ma parlami
Vivo di te
E non voglio che te
Amore mio non piangere
Ma stringimi sul cuor
E finirò baciandoti
Scusami, scusami ancor
Amore scusami
Scusami ancor.

Fonte: QUI

  


- 4. CASETTA IN CANADA' - Carla Boni, Gino Latilla e Duo Fasano – Gloria Christian e Poker di Voci (Mario Panzeri e Vittorio Mascheroni)
# Etichetta: CETRA # Edizioni: MASCHERONI # N.Catalogo: AC 3187 # N.Matrice 13192 # Supporto: vinile 78 giri * Tipo audio: Mono * Dimensioni: 25,4 cm.

Dopo il Sanremo "autarchico" del 1956, disertato dai divi della canzone a causa del braccio di ferro tra case discografiche e Rai, l'edizione del 1957 vede il ritorno degli interpreti più amati e più chiacchierati.

In particolare, Gino Latilla e Carla Boni fanno parlare di sé perché, come scrive Gigi Vesigna nel libro "Sanremo è sempre Sanremo" (Sperling & Kupfer), "I due ormai giocano a carte scoperte e non nascondono più l'amore che li lega. Il circo sanremese, malignamente, definisce questo amore una trovata pubblicitaria e qualcuno aggiunge persino che Carla in realtà trova Gino odioso.
I pettegolezzi si azzerano quando, pochi mesi dopo, i due si sposano, ma nonostante la nascita di due figli il matrimonio non si rivela felice e finisce con una separazione".

Latilla peraltro si trova anche in rotta di collisione con Claudio Villa: l'interprete di 'Vecchio scarpone' sostiene che il Reuccio, che appartiene alla sua stessa casa discografica, gli ha soffiato 'Corde della mia chitarra', canzone risultata poi vincitrice.
Latilla si dovrà accontentare del terzo posto di 'Scusami'.
Ma in realtà la canzone più famosa uscita da Sanremo '67 risulterà un brano interpretato da lui e dalla Boni: 'Casetta in Canadà'.

Il brano porta la firma di due maestri del 'nonsense': Vittorio Mascheroni e Mario Panzeri, che nel '52 avevano portato al Festival 'Papaveri e papere', altrettanto proverbiale ed altrettanto bersagliata dai critici.
Con questo brano Mario Panzeri parve interrompere il suo rapporto con quelle canzoni disimpegnate caratterizzate da una facile presa sugli ascoltatori ma da una difficile interpretazione.

Fonte: QUI

Interprete:
CARLA BONI


^^Interprete:
GLORIA CHRISTIAN


^^
^^

- Testo: CASETTA IN CANADA'
Quando Martin vedete solo per la città
forse voi penserete dove girando va.
Solo, senza una meta. Solo... ma c'è un perché:

Aveva una casetta piccolina in Canada
con vasche, pesciolini e tanti fiori di lillà,
e tutte le ragazze che passavano di là
dicevano: "Che bella la casetta in Canada"!

Ma un giorno, per dispetto, Pinco Panco l'incendiò
e a piedi poveretto senza casa lui restò.
"Allora cosa fece?" - Voi tutti chiederete.
Ma questa è la sorpresa che in segreto vi dirò:

Lui fece un'altra casa piccolina in Canada
con vasche, pesciolini e tanti fiori di lillà,
e tutte le ragazze che passavano di là
dicevano: "Che bella la casetta in Canada"!

E tante e tante case lui rifece ma, però,
quel tale Pinco Panco tutte quante le incendiò.
Allora cosa fece?
Voi tutti lo sapete!

Lui fece un'altra casa piccolina in Canada
con vasche, pesciolini e tanti fiori di lillà,
e tutte le ragazze che passavano di là
dicevano: "Che bella la casetta in Canada"!

(parlato) Allora cosa fece?
(coro) Lui fece un'altra casa piccolina in Canada
con vasche, pesciolini e tanti fiori di lillà,
e tutte le ragazze che passavano di là
dicevano: "Che bella la casetta in Canada"!

   


- 5. CANCELLO TRA LE ROSE - Claudio Villa – Giorgio Consolini (De Paolis-Bertini)
# Etichetta: PARLOPHON # N.Catalogo: TT 9904 # N.Matrice 157170 # Supporto: vinile 78 giri * Tipo audio: Mono * Dimensioni: 25,4 cm.

Bellissimo brano composto da De Paolis - Bertini presentato al Festival di Sanremo 1957 nella interpretazione di Giorgio Consolini e Claudio Villa. Si classificò al 5° posto. Magnifica l'incisione di Claudio Villa per la CETRA.

Interprete:
CLAUDIO VILLA


^^Interprete:
GIORGIO CONSOLINI


^^
^^

- Testo: CANCELLO TRA LE ROSE
Quando maggio risplendeva
e ogni rosa rifioriva
m'attendeva palpitante di tremor
abbracciati a quel cancello
sul suo labbro di corallo
ogni bacio profumava come un fior
ma le rose s'appassirono alla fine
e le spine son rimaste nel mio cuor.

Cancello tra le rose
un angelo stanotte m'ha sorriso
e ho risognato il sogno più radioso
del cuore mio.
Cancello tra le rose
sulle speranze mie ti sei richiuso
e sento ancora l'eco tormentoso
d'un triste addio.
Tu che all'ora del tramonto
ci ritrovavi accanto, due cuori e un'anima
tu, che mi nascondi il cielo
e che mi lasci solo col mio dolor.

Cancello tra le rose
che rose non hai più per la mia attesa
da quando per amore m'ha deluso
cancello tra le rose
che non ti schiudi più.

Cancello tra le rose.

Fonte: QUI


[/center]

<- 6. IL PERICOLO NUMERO UNO - Claudio Villa e Gino Latilla – Natalino Otto e Poker di Voci (Bonagura-Cozzoli)
# Etichetta: CETRA # N.Catalogo: AC 3194 # N.Matrice 3178 # Supporto: vinile 78 giri * Tipo audio: Mono * Dimensioni: 25,4 cm.

Interpretazione: Claudio Villa e Gino Latilla

      


Interpretazione: Natalino Otto e Poker di Voci


- Testo: IL PERICOLO NUMERO UNO
La donna affascinante
ti colpisce al primo istante
la donna che ti piace
ti fa perdere la pace
amico ricordalo ancora
per chi si innamora
più scampo non c'è
attento a te...
attento a te...

Il pericolo numero uno
la donna
l'incantesimo numero uno
la donna
chi viene vinto
da quell'incanto
sospira mentre soffre tanto
che ci vuoi far
siamo nati per amar.
E perciò tutti gli uomini innamorati
fortunati o sfortunati
non si stancano di cantar.

Il pericolo numero uno
la donna
l'incantesimo numero uno,
due, tre, quattro, cinque, sei e sette
chi è?
la donna
la donna.

Le donne nella vita
son la cosa più gradita
eppure un po' spinose
sempre sono come rose,
purtroppo qualcuna sorride
si scusa ti dice
amarti non so
non posso no
no, proprio no.

Il pericolo numero uno
la donna
l'incantesimo numero uno
la donna
chi viene vinto
da quell'incanto
sospira mentre soffre tanto
che ci vuoi far
siamo nati per amar.
E perciò tutti gli uomini innamorati
fortunati o sfortunati
non si stancano di cantar.

Il pericolo numero uno
la donna
l'incantesimo numero uno,
due, tre, quattro, cinque, sei e sette
chi è?
La donna
la donna.

Il gusto del pericolo
l'amor che brucia l'anima
la gioia che fa vivere
diciamolo chi è
chi è?
La donna
la donna.

Fonte: QUI


[/center]

- 7. INTORNO A TE E' SEMPRE PRIMAVERA - Tina Allori – Tonina Torrielli (M. De Angelis)
# Etichetta: CETRA # N.Catalogo: AC 3198 # N.Matrice 13216 # Supporto: vinile 78 giri * Tipo audio: Mono * Dimensioni: 25,4 cm.

Interpretazione: Tonina Torrielli


- Testo: INTORNO A TE E' SEMPRE PRIMAVERA
Com'è fredda la nostra vita,
se nessuno ci vuol bene,
se nessuno ci può dir:
- resterò sempre con te -
Solo tu m'hai donato il cuor
ed un vero grande amor.

Intorno a te è sempre primavera
intorno a te c'è sempre il sol,
tu sei l'amor che ugnuno cerca e spera,
vicino a te svanisce ogni dolore.
Tu sai parlar...sai dir coi sospiri
quello che il cuor vuole ascoltar.
Tu sai placare i mille desideri
di chi ti chiede il dono
d'un immenso amor.
Insieme nel cammino di una vita,
noi saremo due cuor con un sol destin!
saranno meno amare le mie pene,
le tue pene...Più dolce sarà il cammin.

Intorno a te è sempre primavera,
tu sai donar luce e calor,
Sempre sarà sereno il nostro cielo,
perchè sei tu la mia felicità!

Fonte: QUI

   


- 8. PER UNA VOLTA ANCORA - Carla Boni – Nunzio Gallo (Bertini-Giovanni D'Anzi)

Interpretazione: Nunzio Gallo

      

- Testo: PER UNA VOLTA ANCORA
E' l'ultimo convegno
per darci
l'addio.
E' già svanito il sogno:
il tuo,
il mio.
Ci siamo tanto amati,
ci siamo tormentati.
Ed ora, contro il cuor,
sciupiamo un grande amor.

Per una volta ancor,
riscaldami
un attimo.
Un attimo d'amor
al gelo del mio cuor.
Domani poi chissà,
chissà,
dite, di me
che mai sarà:
chi piangerà?!..
Per una volta ancor
abbracciamoci,
illudimi.
Il desiderio ancor sei tu
e poi non ti vedrò mai più.
...Addio mio grande amor!

Il fuoco dell'amore
è ancora una brace.
E' vivo in fondo al cuore
e il cuore
non tace.
Ma noi, gelidamente,
non ascoltiamo niente.
L'orgoglio vincerà:
addio felicità!

Per una volta ancor,
riscaldami
un attimo....

Fonte: QUI

[/img]


- 9. UN FILO DI SPERANZA - Gino Baldi e Duo Fasano – Natalino Otto e Poker di Voci (Gian Carlo Testoni-Saverio Seracini)
# Etichetta: CETRA # N.Catalogo: AC 3187 # N.Matrice 13176 # Supporto: vinile 78 giri * Tipo audio: Mono * Dimensioni: 25,4 cm.

Interpretazione: Gino Latilla e Duo Fasano

      

- Testo: UN FILO DI SPERANZA
Ho un filo di speranza in fondo al cuore
chissà se m'amerà, chissà, chissà se m'amerà
mi piace tanto e non glielo so dire
ma quando capirà, chissà, ma quando capirà
la incontro e il viso cambia di colore
che cosa penderà, di me, che cosa può pensare
se mi vuol bene un dì le chiederò
lei mi dirà di sì, chissà, o mi dirà di no.
Così rimango a sognar
e non le parlo d'amor
è tanto piccolo il filo di speranza che ho nel cuor.
Così rimango a sognar
e non le parlo d'amor
è tanto piccolo il filo di speranza che ho nel cuor.

Ormai ci sorridiamo nel passare
è sempre sola ma, non so, se libero avrà il cuore
diventa rossa rossa e penso che
è timida anche lei, chissà, più timida di me.
Così rimango a sognar
e non le parlo d'amor
è tanto piccolo il filo di speranza che ho nel cuor.
Così rimango a sognar
e non le parlo d'amor
è tanto piccolo il filo di speranza che ho nel cuor.

Un sogno che ho nel cuor
un sogno dell'amor
speranza che ho nel cuor.

Fonte: QUI

  


- 10. LE TROTE BLU - Carla Boni e Duo Fasano – Gloria Christian, Natalino Otto e Poker di Voci (Calcagno-Gelmini)
# Etichetta: CETRA # N.Catalogo: AC 3184 # N.Matrice b 13179 # Supporto: vinile 78 giri * Tipo audio: Mono * Dimensioni: 25,4 cm.

Interpretazione: Carla Boni e Duo Fasano

      

- Testo: LE TROTE BLU
Mentre gira gira gira nel laghetto di montagna
senza colpa nè magagna la famiglia delle trote blu.

Sulla vecchia bicicletta sta Renzino con Lucietta
verso il grande incantamento di un laghetto tutto argento
Ma un'assurda gelosia brucia il cuore di Lucia
nel laghetto in una scia l'anellino di Renzino vola via

Mentre gira gira gira nel laghetto di montagna
senza colpa nè magagna la famiglia delle trote blu.

L'anellino che Lucia disdegnosa butta via
roteando lentamente scende scende scende giù
Che dispetto, che scompiglio sotto il ciglio di quel laghetto
e nel cuor dei fidanzati che imbronciati si son lasciati

Mentre gira gira gira nel laghetto di montagna
senza colpa nè magagna la famiglia delle trote blu.

Passa il tempo che languore, che tristezza dentro il cuore
ma operando sta il destino per Lucietta e per Renzino
l'anellino col turchese esce fuori dopo un mese
da una trota in maionese preparata per la festa del paese

E Lucietta tutta in rosa finalmente è andata sposa
e un confetto nel laghetto dolce premio scende giù

Mentre gira gira gira nel laghetto di montagna
senza colpa nè magagna la famiglia delle trote blu.

Meno una che ormai non gira più
Meno una che ormai non gira più.

Fonte: QUI

   



Ultima modifica di settenote il Lun Nov 12, 2012 7:32 pm, modificato 6 volte
avatar
settenote

Messaggi : 198
Punti : 355
Data d'iscrizione : 27.04.10
Età : 63
Località : Prato-Toscana

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

1957 SANREMO: I cantanti, le canzoni, i video, i testi - Canzoni non classificate

Messaggio  settenote il Sab Set 10, 2011 10:16 am

CANZONI NON CLASSIFICATE:

- A POCO A POCO - Gino Latilla – Luciano Virgili (Rivi-Innocenzi)

- Testo: A POCO A POCO
Guarda le rondini in cielo
che si rincorrono;
s'amano, sono felici
sembra che dicano:
"E' primavera!"
Tu non m'ascolti nemmeno
il tuo pensiero è lontano...
forse capisco perchè, il tuo perchè,

A poco a poco ti sto perdendo
giorno per giorno un po' di più
mi stai lasciando...
ma fino a quando durerà questo tormento
d'un sentimento che non è l'Amor?!
Ad ogi bacio che mi rifiuti
quando lasera indifferente tu mi saluti
sento morir qualcosa in me...
come in un gioco tu spegni un fuoco
nel mio cuor ... a poco a poco!

Nulla mi devi spiegare
né devi fingere!
Puoi pure andartene via
vedi....sei libera
non ti trattengo!
Questo mio cuore all'antica
s'accontenta di poco,
sognava un poì di calor, un po' d'amor!

Tutto è finito...
Amore mio, addio!

Fonte: QUI




- ANCORA CI CREDO - Tina Allori – Flo Sandon's (Fecchi-Campanozzi)

Interpretazione: Flo Sandon's



- Testo: ANCORA CI CREDO
Che sciocca che sono, ci credo davvero
la gente sorride di me
io credo alle stelle, io credo alla luna
e ansiosa domando così

Chissà se qualcuno vuol contare le stelle
con me son più belle stasera nel ciel
Chissà se qualcuno vuol sentire le frasi d'amor
che il mio cuore vuol dir a un altro cuor

Se non c'è più nessuno non importa se sola sarò
alle stelle, alla luna il mio amor canterò
perché se guardo nel cielo le stelle e la luna
c'è sempre qualcuno con me.

Fonte: QUI




- ESTASI - Fiorella Bini – Flo Sandon's (Da Vinci-Lucci)

Interpretazione: Flo Sandon's

      

- Testo: ESTASI
Su nel ciel ve ne son stelle d'or!...
ma la mia brilla quì, sul tuo cuor...
Perchè tutto l'azzurro per me
giù dal ciel venne quì, ...qui da te!

Pensando a te non soffro più!
la vivente dolcezza sei tu!
Sognando te non tremo più!
la mia sola certezza sei tu!
Guardandoti, io sono in estasi!
m'inebrio e non chiedo perchè...
Parlandoti, mi sento struggere
e muoio vivendo di te!
Stringendo te il mondo inter
tra lew braccia mi sembra tener!
Baciando te che voglio più?!
Il mio amore per sempre sei tu!

Baciando te che voglio più?!
La mia vita e il mio mondo sei tu!
Io voglio te e nulla più!
Il mio amore per sempre sei tu!

Fonte: QUI




- FINALMENTE - Gino Baldi – Luciano Virgili (Bonavolontà-Rivi)

- Testo: FINALMENTE
Tu appari e si dischiudono le rose
scintillano diamanti sulle case...
ritorni come rondine gioiosa
e voli sorridendo incontro a me!
Sii tu la benvenuta!
La favola è compiuta,
amore mio, che gioia star con te!

Finalmente
tra le braccia mie!
Finalmente
le carezze tue!
T'amero' con passione infinita,
t'amerò ogni giorno di più...
Vita mia, vita mia,
tu lo vedi? Son tuo...
e tu sei tutta mia....!
Finalmente
questi baci tuoi!
finalmente
sento il fuoco nel mio cuor!

Tu guardi queste lettere? Son tue,
ed anche tutte le fotografie...
non mi stancavo di baciarle mai
portavano il profumo tuo quaggiù!
E' un gioco di magia?
oppure fantasia?
ma no... non sogno più... sei proprio tu!

Finalmente
fra le braccia mie
Finalmente
non sarò piu' solo
Finalmente!!!

Fonte: QUI


- NEL GIARDINO DEL MIO CUORE - Gino Baldi – Jula De Palma (Gian Carlo Testoni-Gorni Kramer)
# Etichetta: CETRA # N.Catalogo: CQ 3358 # N.Matrice 10012 # Supporto: vinile 78 giri * Tipo audio: Mono * Dimensioni: 25,4 cm.

Interpretazione: Jula De Palma


- Testo: NEL GIARDINO DEL MIO CUORE
Fra le nuvole di un grigio ciel
improvviso cadde un raggio d'or
e al tepore di quel nuovo sol
è nato già un fior, un fior!
Sotto il sole dei tuoi occhi, un dolce incanto io sento in me..
Credo ancora nella vita se voglio bene a te!

Nel giardino del mio cuore
che non fioriva più,
è spuntato un nuovo fiore
amore mio, sei tu!
Sei il fiore della vita,
sei la gioia di un sorriso..
Nel mio cuore sempre chiuso
hai portato il sol!
Nel giadino del mio cuore
è ritornato un fior,
una rosa profumata che mi piace sempre più..
E quella rosa, sola... sola...
nel giardino del mio cuore sei tu!

Fonte: QUI


- NON TI RICORDI PIU' - Gino Latilla – Nunzio Gallo (Da Vinci-Poggiali)

      

- Testo: NON TI RICORDI PIU'
Com' è vano risalire
la corrente della vita
nell'immagine sbiadita
d'un amore che passò!
In quel viso tanto amato
ritrovar l'indifferenza...
la banale convenienza:
"Come state?.." e nulla più...
Non ti ricordi più?..
Non ti ricordi più?..
Tu l'hai dimenticato
quel sogno d'or
di gioventù!
Non ti ricordi più
quella felicità
di baci e di carezze
che co cantò
nel cuor!
Quel che giuravi tu:
"Tutta la vita con te!"
non lo ricordi più.
Cosa ti resta di me?..
Non ti ricordi più
del nostro primo amor?..
Hai cancellato un sogno
che ti bruciava il cuor!

E mi sento all'improvviso
tanto stanco e sconsolato!
Sono poi così cambiato?
mi domando e dico: "Si"..
E mi accorgo che ho vissuto
aspettando questo giorno:
questo inutile ritorno..
e sospiro: "ma perchè?"..

Non ti ricordi più?..
Non ti ricordi più?

Fonte: QUI


[/center]

- RAGGIO NELLA NEBBIA - Fiorella Bini e Duo Fasano – Jula De Palma e Poker di Voci (Salina-Pagano)
# Etichetta: COLUMBIA # N.Catalogo: CQ 3357 # Supporto: vinile 78 giri * Tipo audio: Mono * Dimensioni: 25,4 cm.

Interpretazione: Fiorella Bini e Duo Fasano


- Testo: RAGGIO NELLA NEBBIA
Tu nebbia nascondevi
quel raggio che cercavo
ed ora l'ho trovato e felice
vivo solo d'amor!...
Come un raggio di luna
era freddo il mio cuore
senza il caldo sapore
dei tuoi baci d'amor..
Asciugavo il mio pianto
tra le braccia del vento
ogni notte il tormento
nascondevo nel cuor!
Ho cercato l'amor
nello sguardo deglia altri
ho cercato l'amor
con il vuoto nel cuor..
Come un raggio di sole
tra la nebbia improvviso
nel tuo dolce sorriso
ho trovato l'amor!
Sei il mio raggio di sole
vivo solo per te....

Fonte: QUI




- UN CERTO SORRISO - Gianni Ravera – Natalino Otto (Ruccione-Fiorelli)

Interpretazione: Gianni Ravera


- Testo: UN CERTO SORRISO
Timore, dolcezza, paura?
Cosa voleva dire
il volto tuo
nel dirmi addio?
E quell'indefinibile sorriso
perchè non scompariva dal tuo viso?

M'è rimasto di te
solamente un sorriso..
un certo sorriso
che non si dimentica!
Tu sei stata per me
il più dolce romanzo..
un dolce romanzo
che non ha più pagine!
Dove sarai
sempre sarò,
come l'ombra nel sole,
pur se un gelido sole sei tu!
M'è rimasto di te
solamente un sorriso..
un certo sorriso
che non si dimentica!

Vederti di nuovo.. incontrarti,
forse, solo per dirti,ùche senza mèta
va la mia vita
e che le vie d'un tempo tanto amate
aspre salite ormai son diventate...

M'è rimasto di te
solamente un sorriso
un certo sorriso
che non si dimentica!
Tu sei stata per me
il più dolce romanzo
un dolce romanzo
che non ha più pagine!

Fonte: QUI




- UN SOGNO DI CRISTALLO - Carla Boni – Jula De Palma (Testa-Calvi)

      

- Testo: UN SOGNO DI CRISTALLO
Parlano tutti dell'amore
senza capire cos'è
solo noi due
l'abbiam compreso
meraviglioso com'è
l'amore è
un sogno di cristallo
che rende tutto
limpido
e più bello
è fatto di
musica e silenzio
è un paradiso
visto in trasparenza

accanto a te
comprendo finalmente
che tutto è niente
e niente
è forse la felicità
l'amore è
un sogno di cristallo
azzurro come
un cielo ad acquarello
un giorno
svanirà nel nulla
ma adesso baciami
perchè così
è l'amore

accanto a te
comprendo finalmente
che tutto è niente
e niente,
è forse la felicità
l'amore è
un sogno di cristallo
azzurro come
un cielo ad acquarello
un giorno
svanirà nel nulla
ma adesso baciami
perchè così
è l'amore
Per me.

Fonte: QUI





Ultima modifica di settenote il Lun Nov 12, 2012 11:29 pm, modificato 1 volta
avatar
settenote

Messaggi : 198
Punti : 355
Data d'iscrizione : 27.04.10
Età : 63
Località : Prato-Toscana

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

1957 SANREMO: I cantanti, le canzoni, i video, i testi - Canzoni degli autori indipendenti

Messaggio  settenote il Sab Set 10, 2011 9:30 pm

CANZONI DEGLI AUTORI INDIPENDENTI:

- 1. ONDAMARINA - Claudio Villa – Giorgio Consolini (Bernazza-Lops)

Interprete:
CLAUDIO VILLA


^^Interprete:
GIORGIO CONSOLINI


^^
^^

- Testo: ONDAMARINA
Sei come l'onda che non sosta mai
e come l'onda vieni e te ne vai
io son la riva ferma ad aspettare
ogni capriccio del tuo strano amore
un giorno m'ami e un giorno m'abbandoni
dovrei fuggirti e non ti so lasciar.

Ondamarina, amarti come t'amo è una sfortuna
in ogni tua carezza c'è una spina
in ogni tuo sorriso c'è una pena.
Ondamarina, sei bella e incanti più di una sirena
ma chi ti fece fu una fata strana
ti diede tutto e non ti diede un cuor.
Ma un'ora è come un giorno
e un giorno è come un anno
il tempo sembra eterno se tu non sei con me.
Ondamarina, tu che sorridi sul mio cuore in pena
ricorda che la vita è a volte strana
un altro forse riderà di te.

Ma un'ora è come un giorno
e un giorno è come un anno
il tempo sembra eterno se tu non sei con me.
Ondamarina, tu che sorridi sul mio cuore in pena
ricorda che la vita è a volte strana
un altro forse riderà di te.

E come il pescator non abbandona
il mare che gli da vita e gli da pena
così se non ti sento a me vicina
non vivo e cerco te... ondamarina.

Fonte: QUI




- 2. VENEZIA MIA - Gianni Ravera e Duo Fasano – Luciano Virgili e Poker di Voci (Peragallo)

      

- Testo: VENEZIA MIA
"Scòltila! Scòltila, Nina,
la "Serenata" è vicina..
L'hanno vestita di luna,
L'hanno agghindiata di fior!..."

..............................

In ogni gondola
che passa e palpita
c'è un ritornello: Tu!
In ogni favola
c'è un volto d'angelo
e sempre e solo: Tu!

Serenata di Venezia mia!
Tu, che vivi
d'amore e scrivi
i sogni di ogni scia,
va da chi ancora
mi fa soffrire..
al cuore parlale,
parlale,
parlale di sogni d'or....

Fonte: QUI




- 3. LA PIU' BELLA CANZONE DEL MONDO - Gino Latilla – Nunzio Gallo (Mari-Filippini)

      

Interpretazione: Gino Latilla


- Testo: LA PIU' BELLA CANZONE DEL MONDO
Qualunque delusione,
si cancella,
se ne và..
Soltanto la canzone,
quando è bella,
mai morrà!...

La più bella canzone del mondo,
("Signorinella")
ci ricorda l'amore profondo
d'una fanciulla..
Di colei, che dinnanzi al telaio,
al quinto piano.
ricamava pensando al notaio
ch'era lontano..
A quei tempi, per ogni contrada,
andava di moda - il pianino di strada.
Si cantavano belle canzoni,
di gioie, illusioni - d'un tempo che fu!..
La più bella canzone del mondo,
("Signorinella")
è la storia di un bene profondo,
che non torna più.

Fonte: QUI




- 4. CHIESETTA SOLITARIA - Claudio Villa – Giorgio Consolini (Bezzi-Pintaldi)
# Etichetta: CETRA # N.Catalogo: AC 3195 # Supporto: vinile 78 giri * Tipo audio: Mono * Dimensioni: 25,4 cm.

      

- Testo: CHIESETTA SOLITARIA
Chiesetta solitaria, tu rammenti
le dolci sere che passammo quì,
e i mille nostri ardenti giuramenti
ricordi ancora... poi tutto finì!
Lei non fu mai sincera
e mi lasciò così...

Chiesetta solitaria
torno sempre da te...
Quella che amavo tanto
non è più insieme a me.
Dal dì che m'ha lasciato
io vivo nel dolor,
ecco perchè chiesetta solitaria,
torno sperando di vederla ancor!

Nell'ombra della sera son tornato
cercando ancora la serenità,
ritorno per rivivere il passato
che non potrò mai più dimenticar!
Vengo con la speranza che un dì ritornerà!

Chiesetta solitaria
se un giorno tornerà,
tu le puoi dire che l'ho perdonata
e voglio darle la felicità!

Fonte: QUI




- 5. LA CREMAGLIERA DELLE DOLOMITI - Duo Fasano – Gloria Christian e Poker di Voci (Perretta-Fedri)
# Etichetta: CETRA # N.Catalogo: AC 3191 # N.Matrice 56708 # Supporto: vinile 78 giri * Tipo audio: Mono * Dimensioni: 25,4 cm.

      

- Testo: LA CREMAGLIERA DELLE DOLOMITI
Ciuuh ciuuh uuuh uuuh
la cremagliera va
uuuh uuuh ciuuh ciuuh
lassù ci porterà...

Turisteggiando per le Dolomiti
con la cremagliera
sulle vette andiam,
affascinati dagli antichi miti
silenziosamente
in volto ci guardiam.
Allorchè s'ode un canto lassù
una voce che fa: "odla-ju"
noi lo sguardo volgiam
e insiem sorridiam
ed in cor così cantiam

Odla-odla-odla jù
uada da dà jù uuh
Jedla-jedla-jedla jè
uada da da julee.

Turisteggiando per le Dolomiti
con la cremagliera
sulle vette andiam

affascinati dagli antichi miti
silenziosamente
in volto ci guardiam.
Mentre il treno discende: ciù - ciù
s'ode ancor quell'odla jù
noi lo sguardo volgiam
ed insiem sorridiam
ed in cor cantiam cantiam.

Fonte: QUI




- 6. ERA L'EPOCA DEL CUORE - Fiorella Bini – Jula De Palma (Segurini - Franco Cassano)

Interpretata da : Flo Sandon's


- Testo: ERA L'EPOCA DEL CUORE
Il "Cuore" tra i miei libri ho ritrovato,
l'ho aperto sorridendo, e come allora,
io scopro che tornando a quel passato,
chi legge questo libro piange ancora.
Non sono più bambino, eppure piango,
e per celare questa commozione,
un quadro di quell'epoca compongo
con questa scanzonata mia canzone.

Papaline e caminetti,
gran cappelli con le piume,
e la Lina Cavalieri in stivaletti...
Era l'epoca del lume!
Galeotti baciamani,
sei duelli per due schiaffi!
passeggiate in velocipedi un po' strani...
Era l'epoca dei baffi!
Le donne racchiuse nel busto
e pallide come Mimì,
le cose di pessimo gusto,
diceva Gozzano in quei dì.
Fiori finti e paraventi,
baci dati con languore,
sguardi languidi e opportuni svenimenti,
Era l'epoca del "Cuore".

Ricordo come fossi ancor bambino
il buon Garrone dalla testa grossa,
"il piccolo scrivano fiorentino"
e la maestrina dalla penna rossa.
Prendendo per mano i miei amici
si sono stretti a me con commozione,
ma per vederli ridere felici
ricanto questa buffa mia canzone:

Papaline e caminetti,
gran cappelli con le piume,
e la Lina Cavalieri in stivaletti...
Era l'epoca del lume!
Galeotti baciamani,
sei duelli per due schiaffi!
passeggiate in velocipedi un po' strani...
Era l'epoca dei baffi!
Le donne racchiuse nel busto
e pallide come Mimì,
le cose di pessimo gusto,
diceva Gozzano in quei dì.
Fiori finti e paraventi,
baci dati con languore,
sguardi languidi e opportuni svenimenti,
Era l'epoca del "Cuore".

Così mio figlio entrando all'improvviso
col libro tra le mani mi ha trovato...
battendomi le spalle m'ha sorriso:
"Ben altri tempi" ha detto e se ne è andato.
Ma il libro all'indomani era sparito,
e guarda un poco che combianazione,
dal figlio il giorno dopo ho risentito
lo stesso ritornello di canzone:

Papaline e caminetti,
gran cappelli con le piume,
e la Lina Cavalieri in stivaletti...
Era l'epoca del lume!
Galeotti baciamani,
sei duelli per due schiaffi!
passeggiate in velocipedi un po' strani...
Era l'epoca dei baffi!
Le donne racchiuse nel busto
e pallide come Mimì,
le cose di pessimo gusto,
diceva Gozzano in quei dì.
Fiori finti e paraventi,
baci dati con languore,
sguardi languidi e opportuni svenimenti,
Era l'epoca del "Cuore".

Il tempo tante cose fa scordare
ma il "Cuore" non si può dimenticar.

Fonte: QUI


- 7. IL NOSTRO SI - Gino Baldi - Tonina Torrielli (Mainardi-Lodigiani)

- Testo: IL NOSTRO SI
Quale emozione e qual fremito,
nei nostri cuor, inginocchiati
là...davanti all'altar!
Ora mi guardi felice,
dolcissimo amor...
...nel tuo sorriso
c'è l'invito ad amar...
Tutto intorno più bello,
oggi, appar...
...è un trionfo di luci,
di fiori, di gioia e d'amor!

Ti ho detto "si",
mi hai detto "si".
teneramente!
questa breve parola
da oggi ci unisce
eternamente!
Ti ho detto "si",
mi hai detto "si"
e sorridendoci
ci siam presi per mano
felici...guardandoci
dolcemente

Con te
la mia vita un paradiso sarà!....
Con me
la tua vita cuore a cuor passerà,
sempre uniti nel bene e nel mal!
Nel nostro "si",
amore amor,
quanta semplicità...
...mentre oggi per noi
sorge un'alba radiosa
di felicità!

Sempre sarà...felice così,
il nostro amor...nel nostro"si"!

Fonte: QUI




- 8. SORRISI E LACRIME - Fiorella Bini - Jula De Palma (De Giusti-Cassano)
# Etichetta: COLUMBIA # N.Catalogo: SEMQ25 # Supporto: vinile 78 giri * Tipo audio: Mono * Dimensioni: 25,4 cm.

      

- Testo: SORRISI E LACRIME
Dimmi perché trema la tua voce,
non ti voglio triste accanto a me..
Non sarai felice se non sai capir
il segreto dell'amor..

Un grande amor può sempre dar
sorrisi e lacrime:
è la speranza che fa vivere,
è l'illusione che fa piangere.
Ed anche tu avrai da me
sorrisi e lacrime,
ma nel mio cuore devi leggere
la verità.

E' tanto bello amarsi dolcemente
cercando insieme la felicità,
perchè se il cuore piange amaramente
un cuore la consolerà.

Il nostro amore ti porterà
sorrisi e lacrime,
ma nei momenti malinconici
mi ritroverai vicino a te,
Ascoltami... non piangere..sorridimi..
perché così è l'amor!

Fonte: QUI


- 9. IL MIO CIELO - Carla Boni – Luciano Virgili (De Leitenburg-Berretta)


- Testo: IL MIO CIELO
Anche se è primavera,
per chi non conosce amor,
sente persino a maggio
l'autunno in cuor...
E per la prima volta
da quando ho incontrato te
sento il tepor di un raggio
e palpita il mio cuor in me!

Il mio cielo sono gli occhi tuoi,
che, limpidi, mi guardano
e solo i tuoi,
specchiandosi negli occhi miei
mi parlano d'amor!
Non so il tuo nome ancor...
ma so che sei l'amor,
il primo e l'ultimo
per il mio cuor!
Per questo
il mio sole sono gli occhi tuoi
che splendono per me!

Cade la neve fuori
e tu sei vicino a me,
ma nell'inverno è dolce
stare con te...
Anche se è grigio il cielo
mi basta guardare te
e in mezzo a tanto gelo
un poco di sole cìè!

Amore abbracciami e forte stringimi.
Amore baciami con tutto il cuor!
Per questo
il mio sole sono gli occhi tuoi
perchè tu sei l'amor!

Fonte: QUI


- 10. SONO UN SOGNATORE - Gino Latilla – Natalino Otto (Piero Umiliani)



- Testo: SONO UN SOGNATORE
Oggi sono in vena - di gran sincerità,
e voglio soddisfare - la tua curiosità.
Mi chiedi se io ti amo - rispondo: non lo so!
Se tu vorrai cambiare - allora cambierò.

Io sono un sognatore
ma son felice, e sai perchè?
Corro dietro alle farfalle
ma non corro dietro a te.
Io sono un sognatore,
ricchezze non ti posso offrir.
Sono ricco solo di sogni...
ma tu non mi puoi capir!

Vorrei che tu
guardassi con me
le stelle lassù..
Vorrei che tu
vivessi così
di fiori, di colori, di parole, di carezze.

Io sono un sognatore
ma son felice, e sai perchè?
Corro dietro alle farfalle
ma non corro dietro a te..
...perchè aspettp
che tu corra dietro a me!

Fonte: QUI

avatar
settenote

Messaggi : 198
Punti : 355
Data d'iscrizione : 27.04.10
Età : 63
Località : Prato-Toscana

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum