Ci "aiuti" a crescere?
Ti ringrazio in anticipo per il tuo




________________________________________

DIVENTA COLLABORATORE!

Italia Canora è in continua crescita e sempre alla ricerca di collaboratori che desiderano partecipare a questo grandioso progetto.

Aiuta Italia Canora a cercare materiale come cover, videoclip testi e quant'altro occorre per inserire le discografie dei nostri grandi artisti italiani!

Se sei appassionato di musica potresti dedicarti ad inserire il tuo artista preferito con delle semplici linee guida.

Lasciami un messaggio (in chat oppure in alto su Messages), ti contatterò quanto prima!

________________________________________






________________________________________



Caricamento video...
AFFILIAZIONI - SITI - BLOG
e FORUM

LaFavolaBlu


Progetto Musico Sognante Italiano
La fiaba del mare della Musica Italiana
ed Internazionale


____________________________


Nonsolosuoni




Un sogno
fatto di musica!


______________________


_____________________




_____________________



Estatica è l'enciclopedia di musica italiana, internazionale e cultura.

Discografie, recensioni, interviste, monografie, live report, video, ebooks


_____________________




________________________



________________________



________________________

Chi è online?
In totale ci sono 30 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 30 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 321 il Dom Gen 14, 2018 7:53 pm





__________________________________

Ti piace il nostro Portale??
Allora votaci cliccando su questo bottone ... Grazie!!

migliori siti


www.italiacanora.net


Grazie a voi abbiamo vinto questi AWARD
nella classifica di NET-PARADE


Uno dei più belli
In classificasito internet
In classifica
Sito d'argento
DISCLAIMER
Tutte le copertine, testi e video presenti su questo forum sono solo per uso informativo e di intrattenimento.
Puoi scaricare e stampare la copertina se possiedi l'originale e hai bisogno di rimpiazzarla.
Tutto cio' che puo' essere considerato legale, dipende dalle leggi sul copyright del tuo paese di residenza. Non è nostra intenzione infrangere Copyright per cui, se ciò dovesse accadere, prego gli interessati a scrivere agl'amministratori i quali provvederanno alla rimozione immediata o a citare la fonte, se richiesto.
Lo Staff di ItaliaCanora.net non è responsabile dell'utilizzo e di eventuali danni a cose o persone causati dal materiale presente in questo forum, inoltre si tiene a precisare che tutto ciò che è presente in questo forum vi è stato messo in assoluta buona fede e senza alcuno scopo di lucro.
Traduttore - Translater
METEO ITALIA OGGI

Partner

creare un forum



Motori ricerca

Segnala il tuo sito nella directory

http://www.wikio.it

Cerrrca.com la ricerca con tre rrr


LICENZA
Licenza Creative Commons

Quest'opera è distribuita con Licenza
Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.

MINA - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)

Italia Canora :: MUSICA LEGGERA :: 
CANTANTI/GRUPPI ANNI' 60
 :: MINA

Pagina 8 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8

Andare in basso

MINA: 1977 - ...DEL MIO MEGLIO N.4 (L.P. 33 Giri/C.D./M.C)

Messaggio  mauro piffero il Dom Gen 28, 2018 10:36 am

1. TITOLO:
 
1977: ...DEL MIO MEGLIO N.4
 
# Etichetta: PDU # Catalogo: PLD L 6081 # Data pubblicazione: Anno 1977 # Matrici: P0 25209bis/P0 25210 # Genere: Pop # Supporto: vinile 33 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Registrato negli Studi La Basilica di Milano da Nuccio Rinaldis e Antonio Manzi / Distribuzione PDU & Ritmi e Canzoni - Enrico Riccardi - Dischi Ricordi S.p.A.
 
 
2. RECENSIONE:
 
Del mio meglio n. 4, pubblicato nell'aprile 1977, è una raccolta della cantante italiana Mina.

Il disco:
Tutti i brani sono stati pubblicati precedentemente su album tranne Never Never Never, versione inglese di Grande grande grande realizzata per il mercato britannico nel 1973. La canzone ha avuto un successo internazionale; ed è stata incisa, fra gli altri, anche da Celine Dion in duetto con Luciano Pavarotti nel 1997.

Tutti i Del mio meglio sono stati rimasterizzati nel 2001 e racchiusi in un cofanetto/strenna a cubo contenente tutti e 9 i volumi.

Esiste anche un "Monster Box" del 2006 dal titolo Ascoltami, Guardami', edizione a tiratura limitata e numerata che contiene anche il libro Disegnata, fotografata. Oltre a tutti i Del mio meglio, il box presenta anche un nuovo volume: Del mio meglio n. 10/Live, disponibile solamente in questa edizione.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER di: ...DEL MIO MEGLIO N.4 (L.P/C.D./MC)
 
   
 
   
 

 
   
 

 
   
 
 
 
4. TRACK LIST di: ...DEL MIO MEGLIO N.4 (L.P/C.D./MC)
 
 
 



 
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1677
Punti : 1677
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

MINA: 1977 - MINA CON BIGNE' (L.P. 33 Giri/C.D./M.C)

Messaggio  mauro piffero il Dom Gen 28, 2018 9:21 pm

1. TITOLO:
 
1977: MINA CON BIGNE'
 
# Etichetta: PDU # Catalogo: Pld. L. 6088 # Data pubblicazione: Ottobre 1977 # Matrici: P 025555/P 025556 # Genere: Pop # Supporto: vinile 33 giri + C.D. # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Coordinatore artistico Vittorio Buffoli / Registrato da Nuccio Rinaldis negli studi La Basilica di Milano / Grafica di Luciano Tallarini - Fotografie di Mauro Balletti - Busta interna con i testi delle canzoni (vedi link "Altre immagini" ) / Distribuito da EMI Italiana - Caronno Pertusella (Varese)
 
 
2. RECENSIONE:
 
Mina con bignè, pubblicato nell'ottobre 1977, è un album della cantante italiana Mina.

Il disco:
La primissima tiratura ha la caratteristica di avere la copertina stampata sul rovescio del cartoncino, quindi sulla parte non rifinita; risulta ruvida al tatto e il lato lucido, liscio e bianco del cartone è quello all'interno. In quest'edizione il colore della stampa monocroma violetta è nettamente più scuro per il differente ancoraggio del colore sul cartone non rifinito. Successivamente messo in vendita con la copertina stampata sul lato "corretto" del cartoncino, la stampa viola appare più chiara, su fondo grigiastro. Una successiva ristampa ha i colori ancora più chiari ed è quella adoperata anche sulla ristampa in cd. Copertina a busta chiusa, allegato un foglio con tutti i testi.

Le fotografie vennero scattate nell'occasione della realizzazione dei Caroselli per la cedrata Tassoni

Una recensione sul web definisce così il disco:

« Nel 1977, anno antecedente all'ultima serie di concerti dal vivo, Mina pubblica come di consueto un doppio album, uno di cover, l'altro di inediti. Mentre per le cover, la grande cantante si affida al repertorio geniale e poco battuto di Enzo Jannacci producendo uno dei dischi più belli della sua carriera, per gli inediti tanti capolavori, con un cast di autori e arrangiatori davvero eterogeneo, tra i quali spiccano Riccardo Cocciante, Shel Shapiro, Pino Presti e Cristiano Malgioglio »
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER di: MINA CON BIGNE' (L.P. 33 Giri/C.D./M.C)
 
   
 
   
 
   
 

 
   
 

 
   
 
 
4. TRACK LIST di: MINA CON BIGNE' (L.P. 33 Giri/C.D./M.C)
 
Lato A Lato B

  • A01 DA CAPO
  • A02 MA CHE BONTA'
  • A03 AMANTE AMORE
  • A04 OROSCOPO
  • A05 BALLA CHI BALLA (Bala com bala)
  • A06 GIORNI


  • B01 ORMAI
  • B02 TRADIRO'
  • B03 UNA RAGAZZA IN DUE (Down came the rain)
  • B04 SEÑORA MELANCOLIA
  • B05 LA TUA VOCE DENTRO L'ANIMA
  • B06 CHE LUI MI DIA (Basta um dia)
 
 
Lato A: 1
DA CAPO

 
      Lato B: 1
ORMAI

 
     

Autori: Riccardo Cocciante, Marco Luberti
Orchestra: Alberto Visentin
 
Testo:
Ricominciare da capo
sembra facile da fare
ma non so nemmeno io da quale parte
bisognerebbe cominciare
e i pensieri nella testa,
non si mettono d'accordo mai
e io spreco le giornate qui,
tra gli angoli di casa mia.
Dalla sedia alla poltrona,
e sdraiata sul divano
non mi guardo neppure più allo specchio,
per non dirmi sei cretina,
e rimango sempre al buio
e la luce mi fa male
nei miei occhi c'è la sabbia
nella bocca c'è del sale.
E il cuore, il cuore poi,
fa casino e rumore
batte forte contro il letto
senza farmi più dormire
senza farmi più dormire,
non si rende neanche conto
che non c'è più niente da fare
che non c'è più niente da fare,
che non c'è più niente da fare,
che non c'è più niente da fare,
che tu non vuoi più ritornare,
che tu non vuoi più ritornare,
che tu non vuoi più ritornare,
e lo so dovrei capire,
e convincermi per sempre
che io avrò una nuova vita
che per Dio non è finita
sarò la donna più completa
che tu possa immaginare
io saprò ricominciare,
io saprò ricominciare,
e non dovrò più rimanere
in questa casa che mi opprime
in questa notte senza fine
in questo stato di torpore.
Ma per chi
ma perché
ma per chi
ma perché
ma per chi.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Andrea Lo Vecchio
Orchestra: Rodolfo Grieco
 
Testo:
Amore mio,
che strano effetto
trovarmi sola
dentro al letto,
pensare che
non tornerai,
che dico mai
ne morirei,
ormai
sei entrato
nelle vene
e la mia vita
ti appartiene,
ecco perché, se non ci sei
non vivo più
ormai.
Amore mio,
la lontananza
mi rende odiosa
questa stanza,
un giorno solo
che cos'è,
ma non son io
senza di te,
ormai
sei entrato
nelle vene,
e la mia vita
ti appartiene,
ecco perché
se non ci sei
non vivo più
ormai.
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 2
MA CHE BONTA'

 
      Lato B: 2
TRADIRO'

 
     

Autori: Enrico Riccardi
Orchestra: Gianni Ferrio
 
Testo:
Ma perché, come mai, ma perché,
in cucina non ci entro mai,
eh?
Cosa c'è nella padella
mmm che profumino,
fai assaggiare un pezzettino?
ma che bontà, ma che bontà,
ma che cos'è questa robina qua,
ma che bontà, ma che bontà,
ma che gustino questa roba qua,
ma che bontà, ma che bontà,
ma che cos'è questa robina qua,
ma che bontà, ma che bontà,
ma che gustino questa roba qua,
Vitello delle Ande?
No?
Bovino della Gallura?
No?
Ma che cosa sarà mai questa robina qua.
Mmm.
Ma perché, come mai, ma perché,
in cantina non ci vengo mai,
eh?
Bello questo vino,
vino di una volta,
fai assaggiare un goccettino?
ma che bontà, ma che bontà,
ma che cos'è questa robina qua,
ma che bontà, ma che bontà,
ma che gustino questa roba qua,
ma che bontà, ma che bontà,
ma che cos'è questa robina qua,
ma che bontà, ma che bontà,
ma che gustino questa roba qua,
Barolo delle Langhe?
No?
Aleatico dell'Elba?
No?
Ma che cosa sarà mai questa robina qua.
Ma perché, come mai, ma perché,
in gelateria non ci entro mai,
eh?
Mmm che cioccolato,
dammi il cucchiaino,
fai assaggiare un pochettino,
ma che bontà, ma che bontà,
ma che cos'è questa robina qua,
ma che bontà, ma che bontà,
ma che gustino questa roba qua,
ma che bontà, ma che bontà,
ma che cos'è questa robina qua,
ma che bontà, ma che bontà,
ma che gustino questa roba qua,
Cioccolato svizzero?
No?
Cacao della Bolivia?
No?
Ma che cosa sarà mai questa robina qua.
Cacca!?!?
 
Fonte: QUI
     
Autori: Simon Lucai
Orchestra: Alberto Mompellio, Simon Luca
 
Testo:
Io non posso dire che tra di noi
sia mancata sempre la novità,
certo non sei stato quello che si dice
un campione d'onestà.
Oh per carità no non sentirti offeso,
non meravigliarti se io so,
ti sentivi forte, più che difeso
dietro qualche ingenuità.
Taci, taci non ho finito ancora,
ora senti e ascolta me.
Tradirò
ogni mia promessa,
tradirò
ogni tua speranza,
tradirò
tutti i sentimenti che ti legheranno a me,
tradirò
quello che c'è stato,
tradirò
quel che ci sarà,
tradirò
tutto, tutti quanti sempre soprattutto te.
Taci, taci non ho finito ancora,
ora senti e ascolta me.
Mi basta poco per fare a te
quel che fino ad ora tu hai fatto a me,
non ho solo udito una mia telefonata
io di fronte cambierei.
Taci, taci, taci non dire che non oserei,
adesso ascolta me.
Tradirò
ogni mia promessa,
tradirò
ogni tua speranza,
tradirò
tutti i sentimenti che ti legheranno a me,
tradirò
quello che c'è stato,
tradirò
quel che ci sarà,
tradirò
tutto, tutti quanti sempre soprattutto te.
Taci, taci non ho finito ancora,
ora senti e ascolta me.
Ora senti e ascolta me
Ora senti e ascolta me
Ora senti e ascolta me
Ora senti e ascolta me.
Tradirò,
tradirò,
tradirò,
tradirò
tutti i sentimenti che ti legheranno, che ti legheranno a me,
tradirò,
tradirò,
tradirò.
Tradirò,
tradirò,
tradirò,
tradirò
tutti i sentimenti che ti legheranno, che ti legheranno a me,
tradirò,
tradirò,
tradirò.
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 3
AMANTE AMORE

 
      Lato B: 3
UNA RAGAZZA IN DUE (Down came the rain)

 
     

Autori: Cristiano Malgioglio, Pino Presti
Orchestra: Pino Presti
 
Testo:
Ciao,
come ti chiami, ma chi sei
ehi
ma perchè corri, dove vai,
sta un pò fermo qui,
sicura, io no non sbaglio con te.
Sei
troppo irruente, non così
ehi
trattami bene, mi fai male,
non son quella che tu credi
oh mio Dio no
strumento mio di una sera o sì.
Amante amore
lui odio-amore.
Amante amore
lui odio - amore.
Ciao,
telefonarsi proprio no
un'altra volta no non so
strumento mio di una sera,
sei stato tu,
sentimento favoloso mai più.
Amante amore,
lui odio - amore.
Amante amore,
lui odio - amore.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Leo Chiosso, Robin Conrad, Mitch Murray
Orchestra: Pino Presti
 
Testo:
Ormai ama me e se verrà
gli parlerò carezzandolo
certo che il mio amor capirà
e poi mi dirà che ci sta.
Maledirò
le notti con lui
lo tratterò male
e mi amerà.
Con lui io sarò dolcissima
perché il suo amore è un miracolo
quindi da me lui verrà
perché solo me amerà.
Maledirò
le notti con lui
lo tratterò male
e mi amerà.
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 4
OROSCOPO

 
      Lato B: 4
SEÑORA MELANCOLIA

 
     

Autori: Corrado Castellari, Cristiano Malgioglio
Orchestra: Sergio Parisini

 
Testo:
L'oroscopo dice
che io con lui sarò felice,
che avremo una casa,
che lui sarà l'amore,
le pulsazioni del mio cuore.

L'oroscopo dice
che io gli darò due figli,
che avremo una lite,
che lui sarà la mia stagione,
la voglia, la gioia,
la mia prigione.

E se non fosse vero,
la mia vita è uno zero,
se la notte mi vuole,
incrocio le braccia,
nascondo la faccia

Se mi prende in minore,
io lo amo in maggiore,
se mi dice divina,
lo sento davvero,
rinnego lo zero

L'oroscopo dice
settimana questa infelice,
non toccarci per niente
o scoppierà la mente,
guardarlo poi così inutilmente.

E se non fosse vero
la mia vita è uno zero,
se la notte mi vuole
incrocio le braccia,
nascondo la faccia

Se mi prende in minore
io lo amo in maggiore,
se mi dice divina
lo sento davvero,
rinnego lo zero.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Willy Morales
Orchestra: Gianni Ferrio

 
Note: "SEÑORA MELANCOLIA" è cantata in spagnolo... viene inserita esclusivamente per "doverosa" documentazione!
 
Testo:
Señora melancolía
conmigo tú estas de novia
de tanto que ya nos ven juntitos
como la lluvia con la tristeza
como la barca con la tormenta
como el invierno con la pobreza
me voy pensando.
Señora melancolía
de noche duermo contigo
y aún el sueño puede apartarnos
y al despertar siento ya en mi boca
el dulce amargo que dan tus besos
quiero alejarme pero no puedo
me voy soñando.
Y no te enojes si a veces
me ves alegre o me ves cantando
no es culpa mía sino del vino
que a la cabeza se me ha subido
sabes bien que cuando pasa
vuelvo a tu lado llena de espanto
mi risa loca se vuelve llanto
y siento dentro de mí tus ojos
que me devoran el alma entera
me voy callando.

Señora melancolía
mi alma estás consumiendo
te llevo dentro como una larva
alimentándote con mis penas
con mis dolores y mis cadenas
con la tristeza que es mi condena
me voy sangrando.
Señora melancolía
soy tuya y eres mía
veo en cada fotografía
de amores que ya me han olvidado
dentro el baúl de viejos recuerdos
y en cada carta de amor pasado
me voy llorando.
Y no te enojes si a veces
me ves alegre o me ves cantando
no es culpa mía sino del vino
que a la cabeza se me ha subido
sabes bien que cuando pasa
Vuelvo a tu lado llena de espanto
mi risa loca se vuelve llanto
y siento dentro de mí tus ojos
que me devoran el alma entera
me voy muriendo.
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 5
BALLA CHI BALLA (Bala com bala)

 
      Lato B: 5
LA TUA VOCE DENTRO L'ANIMA

 
     

Autori: Joao Bosco, Giorgio Calabrese
Orchestra: Gianni Ferrio
 
Testo:
La sera cala
poca gente in sala
gli occhi di chi balla
con un colpo d'ala
passa un gabbiano volando
bianco
Il tempo corre
c'è chi ne discorre
qualcheduno corre
ed ecco i rigori
e sta un bambino arrivando
stanco
Io mi scordo sempre di quest'ora
ora e ancora
l'instabilità che mi bilancia
io mi scordo sempre in quest'ora
ora e ancora
quanto costa porger l'altra guancia
Il tempo scappa
scappa la baracca
poi balla chi balla
e falla chi falla
tutto si va sparpagliando
tanto
Mano per mano
chi non prende cala
e scopa con scopa
e cala con cala
e io mi sto realizzando
sbando
Quando il sole accende
un mondo pieno di miseria
il coraggio sfuma e sono stanca
tanto che si vanta tanto
di una vita seria
prende sempre il meglio in tutto quanto

La sera cala
poca gente in sala
gli occhi di chi balla
con un colpo d'ala
passa un gabbiano volando
bianco
Il tempo corre
c'è chi ne discorre
qualcheduno corre
ed ecco i rigori
e sta un bambino arrivando
stanco
Io mi scordo sempre di quest'ora
ora e ancora
l'instabilità che mi bilancia
io mi scordo sempre in quest'ora
ora e ancora
quanto costa porger l'altra guancia
Il tempo scappa
salta la bracca
poi balla chi balla
e falla chi falla
tutto si va sparpagliando
tanto
Mano per mano
chi non prende cala
e scopa con scopa
e cala con cala
e io mi sto realizzando
sbando
Quando il sole accende
un mondo pieno di miseria
il coraggio sfuma e sono stanca
tanto che si vanta tanto
di una vita seria
prende sempre il meglio in tutto quanto
 
Fonte: QUI
     
Autori: Mario Nobile
Orchestra: Pino Presti
 
Testo:
Tu
puoi cantare
tu
puoi sognare
tu
puoi sentire
una musica
dentro il cuore.
Tu
una vita
tu
una gioia infinita
tu
il mio cielo,
il mio universo
che si apre intorno.
Dammi forza mio Dio perché
io da sola non riuscirei
e vorrei vivere anch'io
e vorrei crescere anch'io,
nell'amore profondo tuo
c'è una luce anche per me
dove posso vedere,
dove posso sentire
la tua voce dentro l'anima,
la tua voce dentro l'anima.
Che vuol raggiungermi
che vuol tenermi
che vuol sentirmi
ogni giorno
sempre più vicino.
Dammi forza mio Dio perché tutto quello che
io da sola non riuscirei, ogni giorno vorrei
e vorrei vivere anch'io, ogni istante vorrei
e vorrei crescere anch'io,
nell'amore profondo tuo
c'è una luce anche per me,
dove posso vedere,
dove posso sentire
la tua voce dentro l'anima,
la tua voce dentro l'anima.
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 6
GIORNI

 
      Lato B: 6
CHE LUI MI DIA (Basta um dia)

 
     

Autori: Luigi Albertelli, Shel Shapiro
Orchestra: Shel Shapiro
 
Testo:
Fa chiaro già su quel pendio
E c'è negli alberi un fruscio
Che riconosco io.
E mi ricordo la grande collina
Com'era verde la vigna
E quel tacco che ho perduto io
E tu ridevi e rubavi ciliegie
Le nostre labbra accese
Una cosa sola si era noi.
Amore mio
Ero io
Non pensavo mai
Non volevo io nessuno
Non vedevo io nessuno
Come te per me nessuno
Più di te per me nessuno
Non c'è stato mai nessuno, no.
Tu nei giorni miei
Portavi un gusto che non ritrovo più
E c'eri tu
Tu nei giorni miei
E da che non ci sei
Non mi piaccio più,
E c'eri tu
Tu nei giorni miei
Io li rivivrei.
Ti ricordi.
E mi ricordo la sera
Che siamo usciti di strada
E nessuno si fermava mai,
La volta poi che ci ha preso la pioggia
Tu ti sei tolto la giacca
E mi hai stretto forte addosso a te.
Amore mio
Ero io
Non pensavo mai
Non volevo io nessuno
Non vedevo io nessuno
Come te per me nessuno
Più di te per me nessuno
Non c'è stato mai nessuno, no
Tu nei giorni miei
Portavi un gusto che
Non ritrovo più
E c'eri tu
Tu nei giorni miei
E da che non ci sei
Non mi piaccio più.
E c'eri tu
Tu nei giorni miei
Io li rivivrei
Ma non ti trovo più.
Nessuno
Nessuno
Nessuno
Nessuno
Non c'è stato mai nessuno, mai.
Fa chiaro già su quel pendio
E c'è fra gli alberi un fruscio
Che riconosco io.
Amore mio ero io
Non pensavo mai.
No
 
Fonte: QUI
     
Autori: Sergio Bardotti, Chico Buarque De Hollanda
Orchestra: Gianni Ferrio
 
Testo:
Che lui,
che lui mi dia,
ancora un'ora,
poi vado via.
Sarà,
una pazzia,
ma io scatenerò,
per lui la fantasia,
io so,
che in un'ora,
ci si giura,
e si scongiura,
si ama,
e si tortura,
si tritura,
e cattura,
e si cura,
e il cuor mai si muove
con più poesia,
che lui,
che lui mi dia, sì,
un'ora per calmare,
quest'ansia mia,
l'emorragia,
ed il veleno,
di quest'agonia.
Io so,
che in un'ora,
ci si bacia,
si maltratta,
si abbatte,
ritratta
si sbarazza,
e rimpiazza,
e sbarazza,
e il cuor mai si muove,
con più poesia,
che lui,
che lui mi dia, sì,
un'ora per calmare,
quest'ansia mia,
l'emorragia,
ed il veleno,
di quest'agonia.
 
Fonte: QUI
 

 
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1677
Punti : 1677
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

MINA: 1977 - MINA QUASI JANNACCI (L.P. 33 Giri/C.D./M.C)

Messaggio  mauro piffero il Dom Gen 28, 2018 11:37 pm

1. TITOLO:
 
1977: MINA QUASI JANNACCI
 
# Etichetta: PDU # Catalogo: Pld. L. 6089 # Data pubblicazione: Ottobre 1977 # Matrici: P 025615/P 025616 # Genere: Pop # Supporto: vinile 33 giri + C.D. # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Data matrici: 24 Ottobre / Registrato e mixato negli studi La Basilica di Milano da Nuccio Rinaldi (registrazione, mixaggio) e Alba Ferrio (mixaggio) / Fotografie di Mauro Balletti - Copertina di Luciano Tallarini / Distribuito da EMI Italiana - Caronno Petrusella (VA)
 
 
2. RECENSIONE:
 
Mina quasi Jannacci, pubblicato nell'ottobre 1977, è un album della cantante italiana Mina.

Il disco:
Contiene dieci canzoni di Enzo Jannacci reinterpretate da Mina, che duetta con l'autore in E l'era tardi. Da notare dei particolari arrangiamenti per orchestra scritti da Gianni Ferrio.

L'album è stato originariamente venduto in busta doppia assieme a Mina con bignè: in questa prima edizione i due vinili sono inseriti, con le rispettive copertine, in un sacchetto telato con stampato sopra l'autografo della cantante. All'interno un foglio con tutti i testi, eliminato nella ristampa e nell'edizione cd.

La canzone Vita vita è stata utilizzata lo stesso anno per la colonna sonora del film Gran Bollito, di Mauro Bolognini: la canzone è il tema principale ed è presente sia nei titoli di apertura che in quelli di coda.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER di: MINA QUASI JANNACCI (L.P. 33 Giri/C.D./M.C)
 
   
 
   
 

 
   
 

 
   
 
 
4. TRACK LIST di: MINA QUASI JANNACCI (L.P. 33 Giri/C.D./M.C)
 
Lato A Lato B

  • A01 RINO
  • A02 E L'ERA TARDI'
  • A03 SAXOPHONE
  • A04 VINCENZINA E LA FABBRICA
  • A05 TIRA A CAMPA'


  • B01 LA SERA CHE PARTI' MIO PADRE
  • B02 VITA VITA
  • B03 E SAVE'
  • B04 SFIORISCI BEL FIORE
  • B05 ECCO TUTTO QUI
 
 
Lato A: 1
RINO

 
      Lato B: 1
LA SERA CHE PARTI' MIO PADRE

 
     

Autori: Enzo Jannacci
Orchestra: Gianni Ferrio
 
Testo:
Non sono ubriaca
questa sera
non sono ubriaca
eppure
questa sera
mi corre
mi vola
un pensiero
a casa
quasi per gioco
quasi per sbaglio
quasi senza voglia.
Mamma
ti saluto
Mamma
ti saluto.
Rino
fatti volere
tutto il bene
che a me
non m'hanno voluto.
Mamma
ti saluto.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Enzo Jannacci
Orchestra: Gianni Ferrio
 
Testo:
La sera che partì mio padre
noi s'era alla finestra a guardare,
guardare per vederlo andare,
andare neanche tanto lontano,
muovere neanche la mano.
La sera che partì mio padre
non c'erano canzoni da ascoltare
perché la radio continuò a parlare
e miuo padre andava
per non tornare più.
La sera che partì soldato
gli dissero di non sparare
che era solo roba da leva militare
bastava dire soltanto "Altolà".
La sera che arrivò sua madre
che lo vide bianco senza più respirare
aveva in mano il telegramma
medaglia d'oro per l'Altolà.
La sera che me ne andrò anch'io
io spero solo, solo che sia Natale
perché a Natale stanno tutti in casa
a mangiare, a bere, ascoltarsi parlare.
La sera che me ne andrò anch'io
diranno che dovevo andare
diranno che non vado a star male
ma io so già che là non si sta così.
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 2
E L'ERA TARDI

 
      Lato B: 2
VITA VITA

 
     

Autori: Enzo Jannacci, Mina
Orchestra: Gianni Ferrio
 
Testo:
E l’era tardi, l’era tardi
in quella sera stracca
che m’è vegnuu el bisogn d’on milla franch
par quattaa ona tratta

domandà mi gh’avevi vergogna,
domandà e savè nò a chi l’è
Gh’era el Rino, l’è vera el Rino
soldaa insemma in di bersaglier

Ma l’era tardi, l’era tardi
in quella sera stracca,
e disturbaa la gent, sposaa de pòcch,
col lavoraa ch’el fiacca!

“La me scusa, sciora… gh’è el Rino?
la ghe disa: gh’è el bersaglier”
El vien giò di scal in camisa
mi sorridi, lu nanca on vers

“Ciao, Rino: scusa, el soo, l’è tardi,
ma in questa sera stracca
vorevi saludatt, ciamà i bei temp
de la guerra vacca!

Quand te seret senza morosa,
quand andavom a ciapaa i ciocch!
Si, ma Rino, gh’è un’altra ròbba
và no via, Rino. Ciao, Rino… ohé!…”

E me el savevi: l’era tardi
per disturbaa la gent
ciappaa magari a fà l’amor…
la gent che la gh’ha i sò impegn…

Si, ma ‘emm faa anca la guerra insemma,
sott’a i bomb, contr’a i fusilad;
var pussee incoeu on bell milla lira
in saccoccia desmentegaa

La la la
var pussee incoeu on bell milla lira
in saccoccia desmentegaa

La la la
var pussee incoeu on bell milla lira
in saccoccia desmentegaa
 
Fonte: QUI
     
Autori: Enzo Jannacci, Giuseppe Viola
Orchestra: Gianni Ferrio
 
Testo:
Vita vita che mi dai
almeno dammi lui
e lui non viene mai
perché non viene mai

Vita vita ma che fai
non mi dai neanche lui
e lui non verrà mai
perché non verrà mai

Vita vita ti darei
la vita io darei
ma non rapirmi lui
che c'ho soltanto lui

Vita che vita sol per lui
tu fa quello che vuoi
farò quel che vedrai
e te ne accorgerai
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 3
SAXOPHONE

 
      Lato B: 3
E SAVE'

 
     

Autori: Enzo Jannacci, Giuseppe Viola
Orchestra: Gianni Ferrio
 
Testo:
Saxophone, bell'animalone
Saxophone, bell'animalone
Saxophone, bell'animalone
Saxophone, bell'animalone
Saxophone, bell'animalone

Vocalizzi

Saxophone, bell'animalone
Saxophone, bell'animalone
Saxophone, bell'animalone
Saxophone, bell'animalone
Saxophone, bell'animalone
 
Fonte: QUI
     
Autori: Enzo Jannacci
Orchestra: Gianni Ferrio
 
Testo:
http://lyricstranslate.com/it/e-sav%C3%A8-e-sapere.html#ixzz55WLd701y

E savè... e savè de vès mai sta' 'n bel sciùr...
e savè... e savè de vèt mai da' 'n bel fiùr...
e vedè... e vedè la stansa pien de gent...
e savè... e savè che 'l è venü el mumént...
e vedèt... e vedèt piangg sensa el fasulèt...
e savè... e savè de 'vèt mai vulü ben...
e vedè... e vedè andà via la lüs piàn piàn...
e savè... e savè che gh'è nagòt dedré...
e vedèt... e vedèt andà via cui man in man...
e vedè... e vedè andà via la lüs piàn piàn...
e vedèt... e vedèt piangg sensa el fasulèt...
e vedè... e vedè andà via la lüs piàn piàn... piàn piàn...
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 4
VINCENZINA E LA FABBRICA

 
      Lato B: 4
SFIORISCI BEL FIORE

 
     

Autori: Enzo Jannacci, Giuseppe Viola
Orchestra: Gianni Ferrio
 
Testo:
Vincenzina davanti alla fabbrica,
Vincenzina il foulard non si mette più.
Una faccia davanti al cancello che si apre già.
Vincenzina hai guardato la fabbrica,
come se non c'è altro che fabbrica
e hai sentito anche odor di pulito
e la fatica è dentro là.
Zero a zero anche ieri sto Milan qui,
sto Rivera che ormai non mi segna più,
che tristezza, il padrone non c'ha neanche sti problemi qua.
Vincenzina davanti alla fabbrica,
Vincenzina vuol bene alla fabbrica,
e non sa che la vita giù in fabbrica
non c'è, se c'è com'è?
 
Fonte: QUI
     
Autori: Enzo Jannacci
Orchestra: Gianni Ferrio
 
Testo:
C’è un fiore di campo
ch’è nato in miniera
per soli pochi giorni
lo stettero a guardar
di un pianto suo dolce
sfiorì in una sera
a nulla le nere mani
valsero a salvar.

Sfiorisci bel fiore
sfiorisci amore mio
che a morir d’amore
c’è tempo lo sai.

Un dì un bel soldato
partì da lontano
fu solo per gioco
che lui ti baciò
piangesti stringendo
la fredda sua mano
lui rise con gli altri
e il treno via andò.

Sfiorisci bel fiore
sfiorisci amore mio
che a morir d’amore
c’è tempo lo sai.

C’è laggiù sul prato
una bella dormiente
ma neanche un tuo bacio
svegliarla potrà
morì disperata
ma il viso è gaudente
ti passa vicino
e lei riderà.

Sfiorisci bel fiore
sfiorisci amore mio
che a morir d’amore
c’è tempo lo sai.
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 5
TIRA A CAMPA'

 
      Lato B: 5
ECCO TUTTO QUI

 
     

Autori: Enzo Jannacci, Giuseppe Viola, Lina Wertmüller
Orchestra: Gianni Ferrio
 
Testo:
Vivere di malinconia
E’ come darsi in malattia
43 Via Chiatamone c’è qualcuno
Che stà peggio anche di te
Tornano a galla le bugie
Ma il naso non si allunga mai

Tira a campà tira a campà tira a campà
Pasquale
La dignità l’infamità son cose tanto lontane
Tira a campà tira a campà non ci pensar
Pasquale
Non tocca a te
Capir perchè se un uomo muore
La vita và

Parlar da soli è una mania
Chi stà zitto in pizzeria
E’ quello là in via Chiatamone
E’ sempre là che piange
e che ride anche per te
Guardarsi intorno e non capire
Che la canzone stà per finire

Tira a campà tira a campà non ci pensar
Pasquale
Non tocca a te
Capir perchè se un uomo muore
La vita

Tira a campà tira a campà tira a campà
Non ci pensar non ci pensar
Tira a campà tira a campà
Tira a campà non ci pensar tira a campà
 
Fonte: QUI
     
Autori: Enzo Jannacci
Orchestra: Gianni Ferrio
 
Testo:
Strana la vita
come se la vita fosse un modo di morire
strana la storia
come se la storia la potessi raccontare
strana la gente
come se alla gente gli importasse di capire
strano cantare
canta una giostra
giù nel baraccone il disco è sempre uguale
gira la ruota
la luminaria è stata accesa male
senti una nota
e allora se ogni volta che ti dicon di cantare
devi cantare
devi cantare.
E la canzone era per noi
noi
io non ti amavo e ti stavo vicino
tu che giocavi col vecchio violino
poi sotto il sole giù al vecchio mulino
per fare anche all'amore.
Io che tiravo a non farmi capire
tu che provavi a parlare d'amore
finiva il riso, vergogna il sudore
ecco, tutto qui.
 
Fonte: QUI
 

 
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1677
Punti : 1677
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: MINA - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 8 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8

Tornare in alto

- Argomenti simili

Italia Canora :: MUSICA LEGGERA :: 
CANTANTI/GRUPPI ANNI' 60
 :: MINA

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum