Ci "aiuti" a crescere?
Ti ringrazio in anticipo per il tuo




________________________________________

DIVENTA COLLABORATORE!

Italia Canora è in continua crescita e sempre alla ricerca di collaboratori che desiderano partecipare a questo grandioso progetto.

Aiuta Italia Canora a cercare materiale come cover, videoclip testi e quant'altro occorre per inserire le discografie dei nostri grandi artisti italiani!

Se sei appassionato di musica potresti dedicarti ad inserire il tuo artista preferito con delle semplici linee guida.

Lasciami un messaggio (in chat oppure in alto su Messages), ti contatterò quanto prima!

________________________________________






________________________________________



Caricamento video...
AFFILIAZIONI - SITI - BLOG
e FORUM

LaFavolaBlu


Progetto Musico Sognante Italiano
La fiaba del mare della Musica Italiana
ed Internazionale

____________________________


Nonsolosuoni




Un sogno
fatto di musica!

______________________


_____________________


Estatica è l'enciclopedia di musica italiana, internazionale e cultura.

Discografie, recensioni, interviste, monografie, live report, video, ebooks


_____________________



________________________


_____________________



________________________



________________________

Chi è in linea
In totale ci sono 11 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 11 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 118 il Ven Lug 14, 2017 9:34 pm





__________________________________

Ti piace il nostro Portale??
Allora votaci cliccando su questo bottone ... Grazie!!

migliori siti


www.italiacanora.net


Grazie a voi abbiamo vinto questi AWARD
nella classifica di NET-PARADE


Uno dei più belli
In classificasito internet
In classifica
Sito d'argento
DISCLAIMER
Tutte le copertine, testi e video presenti su questo forum sono solo per uso informativo e di intrattenimento.
Puoi scaricare e stampare la copertina se possiedi l'originale e hai bisogno di rimpiazzarla.
Tutto cio' che puo' essere considerato legale, dipende dalle leggi sul copyright del tuo paese di residenza. Non è nostra intenzione infrangere Copyright per cui, se ciò dovesse accadere, prego gli interessati a scrivere agl'amministratori i quali provvederanno alla rimozione immediata o a citare la fonte, se richiesto.
Lo Staff di ItaliaCanora.net non è responsabile dell'utilizzo e di eventuali danni a cose o persone causati dal materiale presente in questo forum, inoltre si tiene a precisare che tutto ciò che è presente in questo forum vi è stato messo in assoluta buona fede e senza alcuno scopo di lucro.
Traduttore - Translater
METEO ITALIA OGGI

Partner

creare un forum



Motori ricerca

Segnala il tuo sito nella directory

http://www.wikio.it

Cerrrca.com la ricerca con tre rrr


LICENZA
Licenza Creative Commons

Quest'opera è distribuita con Licenza
Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.

DIK DIK - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)

Italia Canora :: MUSICA LEGGERA :: 
CANTANTI/GRUPPI ANNI' 60
 :: DIK DIK

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

DIK DIK - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)

Messaggio  admin_italiacanora il Lun Ago 08, 2011 8:05 am

 
Di seguito viene riportata la discografia completa dei DIK DIK
 
 
INDICE

 
 
45 girii

1966: 1-2-3/Se rimani con me
1966: Sognando la California/Dolce di giorno
1967: Il mondo è con noi/Se io fossi un falegname
1967: Senza luce/Guardo te e vedo mio figlio
1967: Inno/Windy
1968: Il vento/L'eschimese
1968: Dimenticherai/Eleonora credi
1969: Zucchero/Piccola arancia
1969: Il primo giorno di primavera/Nuvola bianca
1969: Primavera primavera/Sogni proibiti
1970: Io mi fermo qui/Restare bambino
1970: L'isola di Wight/Innamorato
1970: Vivo per te/Quattro bicchieri di vino
1970: Vivo per te/Dove vai
1971: Ninna nanna (Cuore mio)/Incantesimo
1971: Vendo casa/Paura
1972: Viaggio di un poeta/Oggi no
1972: Il cavallo, l'aratro e l'uomo/Senza luce
1973: Storia di periferia/Libero
1973: Il confine/Ma perché
1974: Help me/Sono nato
1975: Piccola mia/Uno strano sentimento
1975: Volando/Ossessioni
1976: I' te vurria vasà/Come una bambina
1977: Un giorno, cento anni/Flowers freedom and love
1977: Io, te e l'infinito/Walking in the sunshine
1978: Amico/Senza di te
1978: Strani fili/Hard stuff
1978: Prima pioggia d'estate/Mi manca
1979: Dimenticare Venezia/Sentimento
1980: Laser vivente/Dolce amara tu
1980: Vuoto a rendere/Mamamadama
1982: Giornale di bordo/Ruberò
1983: L'amico mio/Compagnia
1984: Senza luce...reggae/Alza la vela al vento
1985: Un giorno d'amore/Primo round
1990: Quando verrà Natale/L'isola di Wight (Quando verrà Natale è una canzone di Antonello Venditti contenuta nell'omonimo album Quando verrà Natale del 1974).


33 giri

1967: Dik Dik
1969: Il primo giorno di primavera e altri successi
1970: L'isola di Wight, Io mi fermo qui ed altri successi
1972: Suite per una donna assolutamente relativa
1973: Storie e confessioni
1976: Volando
1978: Amico
1989: Live
1991: Come fossero farfalle
1993: Come passa il tempo e i più grandi successi


CD

1997: Isole in viaggio
2000: Sogno Beat
2000: L'isola di Wight e altri successi
2001: Uno in più e i grandi successi beat
2003: Ingresso gratuito
2008: Sold Out

Fonte: QUI


Ultima modifica di admin_italiacanora il Gio Lug 20, 2017 3:22 pm, modificato 3 volte
avatar
admin_italiacanora
Admin

Messaggi : 1855
Punti : 4025
Data d'iscrizione : 09.04.10
Età : 66
Località : Toscana

Vedi il profilo dell'utente http://www.italiacanora.net

Tornare in alto Andare in basso

DIK DIK: 1966 - 1-2-3/SE RIMANI CON ME (45 giri)

Messaggio  admin_italiacanora il Lun Ago 08, 2011 8:50 am

1. TITOLO:

1966 - 1-2-3/SE RIMANI CON ME

# Etichetta: DISCHI RICORDI # Catalogo: SRL 10390 # Data di pubblicazione: Gennaio 1966 # Matrici: NLNI 3375/NLNI 3134 # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 17,5 cm.  # Facciate: 2

Note: Distribuito da Dischi Ricordi - Milano

Formazione

Giancarlo Sbriziolo - voce, basso
Erminio Salvaderi - voce, chitarra
Pietruccio Montalbetti - voce, chitarra
Sergio Panno - batteria
Mario Tortaro -.tastiere


2. RECENSIONE:

La copertina raffigura i Dik Dik con Pietruccio Montalbetti che tira un pugno alla scritta del titolo.
Nella classifica dei dischi più venduti dell'anno raggiunse la posizione numero 37

IL DISCO
1-2-3 - 1-2-3 è la cover di un brano dallo stesso titolo portato al successo da Len Barry (con questa canzone era arrivato al primo posto nel Regno Unito e al secondo negli Stati Uniti); il testo in italiano è di Daniele Pace.

SE RIMANI CON ME -
Se rimani con me è la prima canzone scritta da Lucio Battisti e pubblicata su disco (nel giugno 1965 nell'album antologico Canzoni sulla spiaggia).
L'autore del testo è Roby Matano, ma non essendo ancora iscritto alla SIAE il brano venne firmato da Battisti anche per il testo.
Ne esistono due versioni inedite cantate dall'autore, una con il testo in inglese intitolata Oh lonely ed una con il testo di Matano
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER
  

 
   
 
 
Edizione speciale fuori commercio
 
   
 
 
4. TRACK LIST
 
LATO A:
1-2-3 (cover di: 1-2-3 - Len Barry)

* Autori: Leonard Borisoff, John Madara, Daniele Pace, David White

   LATO B:
SE RIMANI CON ME

* Autori: Lucio Battisti

   

Testo:
One-two-three
E' stato quasi un gioco
vedere te
e non capire più
più niente
niente di niente
come un bambino

One-two-three
L'amore è proprio un gioco
proprio così
punti sul nero e poi
aspetti
il tuo momento
quando arriva

Cosa c'è poi di complicato
si sta ancor
e un giorno disse: va
son fuggito
e non son più tornato
ma io so
che mi rimpiangerai

One-two-three
One-two-three
E' andata
come una ladra
col mio amore

One-two-three
E' stato quasi un gioco
vedere te
e non capire più
più niente
niente di niente
come un bambino

One-two-three
Come un bambino
ah ah ah come un bambino.

Fonte: QUI
   
Testo:
Amore se rimani con me
Ti giuro sarò dolce con te
e farò tutte le cose che vorrai
Ti assicuro che non te ne pentirai
Amore se rimani con me
Se non m’ami come prima non pensare
coi miei baci ti saprò riconquistare
Amore se rimani con me

Amore se rimani con me
Ti giuro sarò dolce con te
e farò tutte le cose che vorrai
Ti assicuro che non te ne pentirai
Amore se rimani con me
Se non m’ami come prima non pensare
coi miei baci ti saprò riconquistare
Amore se rimani con me
Se rimani con me!
Se rimani con me!
Se rimani con me!
Se rimani con me!
 
Fonte: QUI
 


Ultima modifica di admin_italiacanora il Ven Lug 21, 2017 5:26 pm, modificato 10 volte
avatar
admin_italiacanora
Admin

Messaggi : 1855
Punti : 4025
Data d'iscrizione : 09.04.10
Età : 66
Località : Toscana

Vedi il profilo dell'utente http://www.italiacanora.net

Tornare in alto Andare in basso

DIK DIK: 1966 - SOGNANDO LA CALIFORNIA/DOLCE DI GIORNO (45 giri)

Messaggio  admin_italiacanora il Gio Nov 29, 2012 2:55 pm

1. TITOLO:
 
1966 - SOGNANDO LA CALIFORNIA/DOLCE DI GIORNO
 
# Etichetta: Ricordi # Catalogo: SRL 10425 # Matrici: NLNJ 3535/NLNJ 3536 # Supporto: vinile 45 giri * Tipo audio: Mono * Dimensioni: 17,5 cm. * Facciate: 2
 
Note: Distribuito da Dischi Ricordi - Milano
 
Formazione: Pietruccio Montalbetti - voce, chitarra; Sergio Panno - batteria; Erminio Salvaderi - voce, chitarra; Giancarlo Sbriziolo - voce, basso; Mario Totaro - tastiere
 
 
2. RECENSIONE:
 
Sognando la California/Dolce di giorno è il secondo 45 giri pubblicato nel 1966 dal gruppo beat-pop italiano dei Dik Dik.
SOGNANDO LA CALIFORNIA - E' la cover di California Dreamin' dei The Mamas & the Papas.
Mogol fece ascoltare l'originale a Pietro Montalbetti, che rimase entusiasta delle soluzioni vocali del quartetto statunitense e del suo arrangiamento, e chiese a Mogol di preparare un adattamento italiano del testo per poterlo incidere.
Il disco entrò nell'ottobre 1966 nella hit parade italiana fino a raggiungere il secondo posto (al primo posto era Strangers in the Night eseguita da Frank Sinatra), e rimase fra i primi dieci fino alla fine dell'anno.
Ancora oggi Sognando la California è uno dei brani-simbolo del gruppo e una delle canzoni più rappresentative del periodo.
 
DOLCE DI GIORNO - Introdotta da un riff di armonica a bocca e costruita come un blues, Dolce di giorno è una delle prime canzoni composte da Lucio Battisti in collaborazione con Mogol.
La base musicale su cui cantano i Dik Dik sarà utilizzata dall'autore stesso del brano per realizzare la sua versione, che andrà a costituire la facciata B del suo primo 45 giri (Per una lira/Dolce di giorno) e che sarà successivamente inclusa anche nell'album Lucio Battisti.
 
 
3. COVER

   

   
 
 
Edizione speciale fuori commercio
 
   
 
 
4. TRACK LIST
 
LATO A:
SOGNANDO LA CALIFORNIA (cover di: CALIFORNIA DREAMIN' - Mama's & Papa's, Barry McGuire)

 
   LATO B:
DOLCE DI GIORNO


   

Autori: Mogol, John Phillips

Testo:
Cielo grigio su
foglie gialle giù
cerco un po' di blu
dove il blu non c'è
Sento solo freddo (tanto freddo)
fuori e dentro me
ti sogno California
e un giorno io verrò

Entro in chiesa e là
io cerco di pregar
ma il mio pensiero invece va
ritorna sempre là
al sole caldo che vorrei
che qui non verrà mai
ti sogno California
e un giorno io verrò

(Assolo chitarra)

Cielo grigio su
foglie gialle giù
cerco un po' di blu
dove il blu non c’è
Se lei non mi aspettasse
so che partirei
ti sogno California
e un giorno io verrò
e un giorno io verrò

Fonte: QUI
   
Autori: Lucio Battisti, Mogol

Testo:
Dolce di giorno
fredda di sera
sì tu ogni volta
cambi bandiera ma
ho già deciso
che questa é
l'ultima volta
che esco con te

Tu sei come una torta
di panna montata
tutta contenta
di non essere stata mangiata
ho già deciso
che questa é
l'ultima volta
che esco con te

Io ti ho dato
il mio cuore
che cosa
mi hai dato tu
mi hai fatto
solo promesse
e niente di più

Quando c'é il sole tu
parli d'amore
poi quando é sera
sei una statua di cera
ma ho già deciso
che questa é
l'ultima volta
che esco con te

Ho già deciso
che questa é
l'ultima volta
che esco con te
l'ultima volta
che esco con te

Fonte: QUI
 


Ultima modifica di admin_italiacanora il Ven Lug 21, 2017 5:30 pm, modificato 6 volte
avatar
admin_italiacanora
Admin

Messaggi : 1855
Punti : 4025
Data d'iscrizione : 09.04.10
Età : 66
Località : Toscana

Vedi il profilo dell'utente http://www.italiacanora.net

Tornare in alto Andare in basso

DIK DIK: 1967 - IL MONDO È CON NOI/SE IO FOSSI UN FALEGNAME (45 giri)

Messaggio  admin_italiacanora il Lun Ott 06, 2014 11:12 am

1. TITOLO:

1967 - IL MONDO È CON NOI/SE IO FOSSI UN FALEGNAME

# Etichetta: Ricordi # Catalogo: SRL 10444 # Data pubblicazione: Aprile 1967 # Matrici: NLNJ 3708bis/NLNK 3786bis # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 17,5 cm. # Facciate: 2

Note: Distribuito da Dischi Ricordi - Milano

Formazione: Pietruccio Montalbetti - voce, chitarra; Sergio Panno - batteria; Erminio Salvaderi - voce, chitarra; Giancarlo Sbriziolo - voce, basso; Mario Totaro - tastiere


2. RECENSIONE:

IL MONDO È CON NOI - Cover di un successo dei Mamas & Papas, uno degli inni della stagione dei "figli dei fiori" e della sua terra di elezione, la California e San Francisco in particolare.
Il brano del quartetto di John Phillips si chiamava I Saw Her Again Last Night, e la versione italiana, come spesso avveniva, non c'entrava molto con il testo originale; in questo caso era però la versione italiana (del solito Mogol) che era più "avanti" di quella inglese (una storia di amore indeciso).
Non era per niente banale, sosteneva in pratica che la gelosia non deve esistere più nel nuovo mondo regolato dalla legge dell'amore, altro che il testo preparato  da Pace per la celebre Ho difeso il mio amore dei Nomadi (pubblicata l'anno successivo).
Un po' anomali i Dik Dik con il loro aspetto da "impiegati del beat" come profeti del libero amore comunitario, ma è andata così; a completare l'ottima cover contribuiva anche l'arrangiamento musicale, curato da Lucio Battisti (ancora quasi soltanto attivo come autore e produttore).

Fonte: QUI

SE IO FOSSI UN FALEGNAME - Cover di un successo di Tim Hardin del 1966, If I Were A Carpenter, era il retro (almeno teoricamente) de Il mondo è con noi (che era invece tratta da un brano dei Mamas & Papas) ma ebbe senz'altro un maggiore successo ed è ancora oggi ricordata come uno dei classici dei Dik Dik.
Il testo è teoricamente fedele all'originale (a parte l'uso del verbo "crederlo" anziché "saperlo", per ragioni di metrica - accento sulla prima sillaba - ma il senso si capisce ugualmente), se non fosse per il personaggio principale, che nel brano americano è un "carpenter", ovvero un muratore. E' vero che in USA le case (le "house", i cottage tipici dei suburbs, i quartieri residenziali) sono fatte in gran parte di legno e che quindi chi le costruisce dovrebbe essere, a regola, un falegname.
Ma in Italia, dove i muri sono fatti di mattoni, un falegname fa mobili su misura e boiserie e anche negli anni '60 (figuriamoci ora) era un artigiano, anche abbastanza raro e ricercato.
Certo non è un professore universitario (anche se magari guadagna di più) e forse una "signora" avrebbe qualche imbarazzo a portarlo in società.
Ma il contrasto di classe era più evidente e privo di equivoci nell'originale.
La canzone originale è, in parte, autobiografica.
Tim Hardin era sposato con una donna proveniente da una famiglia molto ricca e aveva trasferito in questa canzone, la sua più nota, le sue ansie di non essere del tutto accettato e il suo desiderio di un amore senza condizionamenti.
Fonte: QUI


3. COVER:

   

   


Edizione fuori commercio

   


4. TRACK LIST

Lato A:
IL MONDO È CON NOI (cover di: I SAW HER AGAIN - Mama's & Papa's)


   Lato B:
SE IO FOSSI UN FALEGNAME (cover di: IF I WERE A CARPENTER - Tim Hardin)


   

Autori: Mogol, John Phillips

Testo:
Il mondo e' con noi se lei
vuole bene anche a te
mi dici perché io dovrei
arrabbiarmi con lei
io l'amo di più.
io l'amo di più
se negli occhi suoi
ci sei anche tu
insieme a me.

Il mondo e' con noi se noi
camminiamo con lui,
il suo amore per me
non sarà mai diviso a metà
per questo potrà,
per questo potrà
abbracciare il mondo se vorrà
insieme a me.

Non e' giusto e lei lo sa
pensare solamente a noi,
l'egoismo morirà
se ci crederete anche voi
l'amore vincerà.

Il mondo e' con noi se tu
tutto ciò capirai,
e l'odio cadrà se noi
siam più forti di lui,
io t'amo di più
se mi ami anche tu
e sempre ci sarà
è la verità.

Non e' giusto e lei lo sa
pensare solamente a noi,
l'egoismo morirà
se ci crederete anche voi
l'amore vincerà.

Il mondo e' con noi se lei
vuole bene anche a te......
il mondo e' con noi se lei
vuole bene anche a te..

Fonte: QUI
   
Autori: Tim Hardin, Mogol

Testo:
Se io fossi un falegname
e tu una signora
tu credi davvero
che mi vorresti ancora...
avresti negli occhi
la stessa dolcezza
oppure sarebbe
soltanto tristezza...
no non mi rispondere
forse non lo sai
preferisco non crederlo
non rispondermi mai...
no non mi rispondere
forse non lo sai
preferisco non crederlo
non rispondermi mai...
Se tu amassi un povero
dimmi saresti tu
o saresti un'altra
che vorrebbe di piu'
e quello che ti offro
e' importante per te
o vivi soltanto
veramente per me...
no non mi rispondere
forse non lo sai
preferisco non crederlo
non rispondermi mai...
Se io fossi un falegname
e tu una signora
tu credi davvero
che mi vorresti ancora...
na na na na na
na na na na na
na na na na na...
 
Fonte: QUI
 


Ultima modifica di admin_italiacanora il Ven Lug 21, 2017 5:34 pm, modificato 5 volte
avatar
admin_italiacanora
Admin

Messaggi : 1855
Punti : 4025
Data d'iscrizione : 09.04.10
Età : 66
Località : Toscana

Vedi il profilo dell'utente http://www.italiacanora.net

Tornare in alto Andare in basso

DIK DIK: 1967 - SENZA LUCE/GUARDO TE E VEDO MIO FIGLIO (45 giri)

Messaggio  admin_italiacanora il Ven Mag 15, 2015 11:28 pm

1. TITOLO:

1967 - SENZA LUCE/GUARDO TE E VEDO MIO FIGLIO

# Etichetta: Ricordi # Catalogo: SRL 10464 # Data pubblicazione: Agosto 1967 # Matrici:NLNK 3899/NLNK 3863 # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 17,5 cm. # Facciate: 2 # Produttore: Mogol

Note: Pubblicato con due copertine con uguale fotografia ma diversa disposizione delle scritte # Distribuito da Dischi Ricordi - Milano

Formazione: Pietruccio Montalbetti - voce, chitarra; Sergio Panno - batteria; Erminio Salvaderi - voce, chitarra; Giancarlo Sbriziolo - voce, basso; Mario Totaro - tastiere


2. RECENSIONE:

SENZA LUCE - Successo annunciato per i Dik Dik, che si erano aggiudicati, con l'appoggio della potente casa discografica Ricordi, la canzone del momento, il punto di svolta dal beat alla psichedelia al progressive rock, ma accessibile a tutti, insomma l'immortale brano dei Procol Harum. Il testo italiano era affidato al solito Mogol, in questo caso impegnato in un compito veramente difficile. Infatti il testo originario era di assai ardua comprensione anche per un inglese.
Nessun problema, era stato fatto ben di peggio, in quanto ad ignorare, travisare o stravolgere nel loro esatto contrario i testi degli originali inglesi o americani.
Quindi, prendendo spunto dal primo verso (ma solo da quello, assieme al cameriere) si parla di una serata che stava per finire in solitudine per il malinconico protagonista della canzone, ma che si salva all'ultimo.
Dimenticando però il modello inglese il testo italiano non è disprezzabile, anche se a pensarci bene è la stessa storia raccontata nella celeberrima 29 settembre.
Da notare in copertina la "bandiera gialla" che ricorda la vittoria della canzone nella celebre trasmissione di Arbore e Boncompagni.

Fonte: QUI

GUARDO TE E VEDO MIO FIGLIO - Sul retro dl successo annunciato dei Dik Dik, Senza luce, un'altra canzone di Mogol e Battisti, dopo Dolce di giorno, pubblicata sul lato B di Sognando la California.
Una canzone minore del più famoso duo di autori della canzone italiana, ma molto gradevole.
Lucio Battisti ha partecipato anche alla registrazione del brano suonando le percussioni e aggiungendo la sua voce ai cori.

Fonte: QUI


3. COVER:

   

   


Edizione speciale fuori commercio

   


4. TRACK LIST

Lato A:
SENZA LUCE (cover di: A WHITER SHADE OF PALE - Procol Harum)


   Lato B:
GUARDO TE E VEDO MIO FIGLIO


   

Autori: Gary Brooker, Mogol, Keith Reid

Testo:
Han spento già la luce
son rimasto solo io
e mi sento il mal di mare
il bicchiere però è mio
cameriere lascia stare
camminare io so
l'aria fredda sai mi sveglierà
oppure dormirò

Guardo lassù
la notte
quanto spazio intorno a me
sono solo nella strada
o no no qualcuno c'è (insieme a te)

Non dire una parola
ti darò quello che vuoi
tu non le somigli molto
non sei come lei
però prendi la mia mano
e cammina insieme a me il
tuo viso adesso è bello
tu sei bella come lei

Guardo lassù
la notte
quanto spazio intorno a me
sono solo nella strada
o no no qualcuno c'è (insieme a te)

Fonte: QUI
   
Autori: Lucio Battisti, Mogol

Testo:
Guardo te e vedo mio figlio
gli occhi tuoi li vedo già suoi
lui farà gli stessi capricci
e i sorrisi che tu fai...

Guardo te e vedo mio figlio
penso a noi e vedo già lui
lui sarà un po' prepotente
forse più di quel che sei...

Cosa sono questi occhi stupiti
che c'é di strano se vedo lontano
se ti conosco da pochi minuti
che cosa c'é di strano
se vedo lontano
se vedo lontano

Guardo te e vedo mio figlio
gli occhi tuoi li vedo già suoi
lui farà gli stessi capricci
e i sorrisi che tu fai...

Cosa sono questi occhi stupiti
che c'é di strano se vedo lontano
se ti conosco da pochi minuti
che c'é di strano
se vedo lontano
se vedo lontano

Guardo te e vedo mio figlio
gli occhi tuoi li vedo già suoi
guardo te e vedo mio figlio
penso a noi e vedo già lui
guardo te e vedo mio figlio
penso a noi e vedo già lui
guardo te e vedo mio figlio
gli occhi tuoi li vedo già suoi...

Fonte: QUI



Ultima modifica di admin_italiacanora il Ven Lug 21, 2017 5:42 pm, modificato 3 volte
avatar
admin_italiacanora
Admin

Messaggi : 1855
Punti : 4025
Data d'iscrizione : 09.04.10
Età : 66
Località : Toscana

Vedi il profilo dell'utente http://www.italiacanora.net

Tornare in alto Andare in basso

DIK DIK: 1967 - INNO/WINDY (45 giri)

Messaggio  admin_italiacanora il Gio Lug 20, 2017 7:13 pm

1. TITOLO:

1967 - INNO/WINDY

# Etichetta: Ricordi # Catalogo: SRL 10484 # Data pubblicazione: Dicembre 1967 # Matrici: NLNK 3949/NLNK 3928 # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 17,5 cm. # Facciate: 2 # Produttore: Mogol

Note: Distribuito da Dischi Ricordi - Milano

Formazione: Pietruccio Montalbetti - voce, chitarra; Sergio Panno - batteria; Erminio Salvaderi - voce, chitarra; Giancarlo Sbriziolo - voce, basso; Mario Totaro - tastiere


2. RECENSIONE:

Ripetere il grandissimo successo di Senza luce non era cosa semplicissima ed infatti Inno pur ottenendo un buon successo, non riuscirà ad eguagliare i livelli di vendita del suo illustre predecessore.

Come sin dal disco di esordio, anche in questo caso le canzoni che compongono il singolo non sono originali, ma versioni italiane di brani stranieri.

Coloratissima la copertina che rimanda ai toni grafici psichedelici molto in voga nel periodo.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:

   

   
 
 
Edizione speciale fuori commercio

 
 
4. TRACK LIST

Lato A:
INNO (cover di: LET'S GO TO SAN FRANCISCO - Flowerpot Men)


   Lato B:
WINDY (cover di: WINDY - Association)

   

Autori: John Carter, Aaron Lewis, Mogol # Edizioni: Southern Music

Testo:
Inno, inno alla vita
e all'amore, che c'e' tra noi.

Sole, in tutti i cieli
tanti fiori
ovunque vai.

E volersi bene
come ora noi
senza aver paura
di nessuno mai.

Inno, inno alla vita,
e al sorriso, che tu mi fai.

Voglia
non guardare
di volare
ovunque vuoi.

Pa Pa pa pa pa

Inno, inno alla vita
e all'amore, che c'e' fra noi.

Sole, in tutti i cieli
tanti fiori
ovunque vai.
   
Autori: Luigi Clausetti, Ruthann Friedman

Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video.
Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 


Ultima modifica di admin_italiacanora il Ven Lug 21, 2017 5:46 pm, modificato 1 volta
avatar
admin_italiacanora
Admin

Messaggi : 1855
Punti : 4025
Data d'iscrizione : 09.04.10
Età : 66
Località : Toscana

Vedi il profilo dell'utente http://www.italiacanora.net

Tornare in alto Andare in basso

DIK DIK: 1967 - I DIK DIK (LP 33 giri)

Messaggio  admin_italiacanora il Ven Lug 21, 2017 2:38 pm

1. TITOLO:
 
1967 - I DIK DIK
 
# Etichetta: RICORDI # Catalogo: MRP 9035 # Data pubblicazione: Dicembre 1967 # Matrici: TPNK 3949/TPNK 3950 # Genere: Pop # Supporto: vinile 33 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Consulenza musicale: Lucio Battisti # Registrato da Walter Patergnani # Distribuito da Dischi Ricordi - Milano

Formazione: Pietruccio Montalbetti - voce, chitarra; Sergio Panno - batteria; Erminio Salvaderi - voce, chitarra; Giancarlo Sbriziolo - voce, basso; Mario Totaro - tastiere
 
 
2. RECENSIONE:

Era la fine del 1967 quando i Dik Dik se ne uscirono con il loro primo album.
Non ci impiegarono molto, a differenza di tanti complessi simili che per aspettare il primo disco ci impiegarono un bel po di anni.
Forti della Disco Ricordi, danno alla luce il loro omonimo.
Siamo nel 1967, anno inutile dire di forte caratura, ma i Dik Dik in tutto questo dove sono?
Diciamocelo, l'album risente troppo della British Invasion al punto da rimanerne quasi schiacciato; ma ciò nonostante il gruppo incide la sua canzone piu famosa, 'Senza Luce'... ma andiamo per ordine.

La formazione inizialmente era un power trio.
Giancarlo Sbriziolo alla voce e al basso, accompagnato da Pietro Montalbetti ed Erminio Salvaderi.
Quando si parla di Dik Dik si parla per forza di Senza Luce, e il collegamento ai Procol Harum è quasi d'obbligo; giusto un anno prima, nel 1967, questi ultimi diedero alla luce uno dei brani piu suggestivi e indecifrabili della storia della canzone.
A 'Whiter Shade of Pale' non è solo una canzone, ma quasi un enigma.
Sarà come gia detto dal testo molto particolare, sarà forse per quell' intro di organo che oserei definire instancabile; e sì, perchè è tra le poche cose che ogni volta che la ascolto è sempre come la prima volta.
Chissà se la mossa dei Dik Dik è stata puramente di cuore o se avevano gia intravisto l'immortalità nel brano; in ogni caso, furbescamente o meno, fecero cio che in Italia erano bravissimi a fare all' epoca: arrangiare con testi in Italiano che spesso non hanno niente a che vedere con l'originale i grandi successi Inglesi. Poco male, se ne escono canzoni come 'Senza Luce'. Tanto male in altro casi, ma vabè. Tornando al brano, insomma, i Dik Dik hanno tenuto fede alla difficoltà testuale elaborandola in un modo comunque indecifrabile.
La prima strofa sembra proprio parlare di una sbornia; d'improvviso il racconto si interrompe ed emerge una voglia di libertà e di felicità espressa attraverso uno sguardo verso un cielo stellato, e tra le righe emerge una figura quasi evanescente che non sappiamo neppure se reale.
Ma lo diventa nella terza strofa, in uno strano paragone con un' altra donna. Sembra un po forzata, eppure l'effetto Whiter Shade of Pale la rende come dire, meravigliosa.

Poteva mai bastare una sola cover?
Ovviamente no, ecco che emerge anche 'Sognando California' , 'rubata' ai The Mamas & The Papas, uno dei gruppi chiave del panorama psichedelico/folk dell' estate dell' amore; questa volta non è stato neanche cambiato il titolo (California Dreamin'). Aiutati da Mogol per il testo, ecco uno splendido affresco del sogno per antonomasia.
Le calde estati Californiane, indimenticabili le parole (Ti sogno California/ E un giorno io verrò).

Diciamocelo, il resto dei brani risente molto dei Kinks d'annata.
'Dolce di giorno', scritta da Mogol e interpretata inizialmente da Battisti, '1-2-3', cover di Len Barry, ovviamente italianizzata, leggermente meglio 'Guardo te e vedo mio figlio'.
Insomma, oltre ai grandi due classici c'è poco da salvare, ma si sa, la fine degli anni 60 imponevano delle sonorità che successivamente il complesso avrebbe abbandonato a favore di musica piu 'settantiana', sempre riferita al genere.
Curioso anche come un disco che contiene brani appena sufficienti abbia sfornato due tra le canzoni piu famose di quegli anni.
E diciamocelo, solo 'Senza Luce' varrebbe l'acquisto.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER di: I DIK DIK
 
   
 
Sul retro copertina, nota di presentazione del disco a firma Dik Dik:

Ciao a tutti, e grazie!
Siamo noi, i Dik Dik, che vi diciamo grazie. Perchè?
Ma perchè è la vosstra simpatia che ha fatto si che in questo nostro primo LP ci siano dei successi come Sognando la California, Il mondo è cpn noi, Senza luce.
Dobbiamo confessare che prima di Sognando la California sapevamo di essere bravi (modestia a parte) ma pensavamo che quello di suonare e cantare fosse per noi solo un hobby e che il nostro destino fosse di professionisti e impiegati o qualcosa del genere.
Voi ci avete convinti del contrario e ve ne siamo grati.
Perchè suonare e cantare per voi ci piace molto e crediamo che ve ne rendiate conto.
Grazie ancora,
I DIK DIK
 
 
4. TRACK LIST di: I DIK DIK
 
 
n.b. = Cliccando sul titolo sarete reindirizzati sia alla canzone che al testo
Clicking on the title you will be redirected both to the song and to the text
 
 
Lato A:
A5 CADO GIU'

 
      Lato A:
A6 SERENELLA

 

     

Autori: John Carter, Aaron Lewis, Mogol
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video.
Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
     
Autori: Carlo Donida, Mogol
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video.
Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
 
Lato B:
NEL 1303 (cover di: DO YOU BELIEVE? - ?)


 
Autori: Grey, Mogol
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video.
Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 


Ultima modifica di admin_italiacanora il Ven Lug 21, 2017 5:50 pm, modificato 1 volta
avatar
admin_italiacanora
Admin

Messaggi : 1855
Punti : 4025
Data d'iscrizione : 09.04.10
Età : 66
Località : Toscana

Vedi il profilo dell'utente http://www.italiacanora.net

Tornare in alto Andare in basso

DIK DIK: 1968 - IL VENTO/L'ESQUIMESE (45 giri)

Messaggio  admin_italiacanora il Ven Lug 21, 2017 5:13 pm

1. TITOLO:

1968 - IL VENTO/L'ESQUIMESE

# Etichetta: Ricordi # Catalogo: SRL 10499 # Data pubblicazione: Aprile 1968 # Matrici: NLNL 4020/NLNL 4025 # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 17,5 cm. # Facciate: 2 # Produttore: Mogol

Note: Distribuito da Dischi Ricordi - Milano

Formazione: Pietruccio Montalbetti - voce, chitarra; Sergio Panno - batteria; Erminio Salvaderi - voce, chitarra; Giancarlo Sbriziolo - voce, basso; Mario Totaro - tastiere
 
 
2. RECENSIONE:

IL VENTO - Un grande successo per i Dik Dik all'apice della fama (primavera 1968) e probabilmente il primo loro successo originale, nel senso che pressoché tutti i precedenti hit del gruppo erano cover.
La canzone era stata scritta dalla coppia Mogol e Battisti, allora autori ufficiali della Dischi Ricordi, e venne anche utilizzata per il lancio di Lucio Battisti come cantante.
Per creare attesa per la uscita del nuovo successo annunciato dei Dik Dik infatti Battisti andò ad alcuni programmi radio (tra cui Per voi giovani, con il supporto quindi dei soliti Arbore e Boncompagni) presentando "la prossima canzone dei Dik Dik" con un arrangiamento essenziale (voce e chitarra acustica).

A questo punto si era creata anche l'attesa per la prima uscita discografica di questo nuovo cantautore dalla voce così particolare, leggermente afona.
Cosa che puntualmente avvenne pochi mesi dopo con il primo singolo da classifica di Battisti: Balla Linda, presentato con buon successo al Cantagiro di quell'anno e quindi top-20.

L'ESQUIMESE - Sul retro del singolo (o forse sul lato A, non erano ben distinti) la Ricordi mise comunque per prudenza una cover di un successo internazionale, L'esquimese, da Mighty Quinn di Manfred Mann (che a sua volta era una cover da Bob Dylan).

Il gruppo di Manfred Mann, poi attivo nel campo della musica world, e del cantante e autore Paul Jones, era ai vertici delle classifiche inglesi dell’epoca.
La canzone di Dylan faceva parte di quelle registrate con la Band nella cantina della fattoria The Big Pink affittata da Rick Danko, attrezzata a studio di registrazione quasi amatoriale; era l'anno sabbatico che Dylan si era preso per ritrovare la sua strada nella musica (e la ritroverà); le registrazioni usciranno solo anni dopo (nel 1975) sotto il nome, appunto, di The Basement Tapes, ma i brani registrati evidentemente giravano anche senza Internet, nella fattispecie sotto forma di bootleg.

In questo caso particolare una versione di Dylan della canzone fu pubblicata anche prima della ufficializzazione, grazie ad una versione dal vivo del cantautore americano al Festival dell'Isola di Wight del 1969, inserita nell'album del 1979 Self Portrait.
Il musicista americano scrisse la canzone ispirandosi al film finto documentario "The Savage Innocents" (in italiano "Ombre bianche") con Anthony Quinn nel ruolo di un esquimese. Il film era tratto dal romanzo "Paese dalle ombre lunghe" del noto ambientalista e scrittore Hans Ruesch.
Il titolo cita quindi esplicitamente il popolare attore come prototipo dell'esquimese.
 
Fonte: QUI e QUI
 
 
3. COVER:

   

   
 
 
4. TRACK LIST

Lato A:
IL VENTO


   Lato B:
L'ESQUIMESE (cover di: THE MIGHTY QUINN - Manfred Mann)


   

Autori: Lucio Battisti, Mogol

Testo:
Cara
son le otto del mattino
e tu ancora stai dormendo
ho già fatto le valigie
e adesso sto scrivendo
questa lettera per te
ma non so che cosa dire
è difficile spiegare
quel che anch'io non so capire
ma fra poco me ne andrò
e mai più ritornerò
io ti lascio sola


Ah! quando s'alza il vento
Ah! quando s'alza il vento
No! più fermare non si può
dove vado non lo so
quanto male ti farò
non ti svegliare mai

Cara le mie mani stan tremando
i miei occhi stan piangendo
a me sembra di strappare
qualche cosa dentro me
e vorrei gridare no!
ma se guardo quella porta
io la vedo già aperta
ed ho voglia di fuggire
di lasciare dietro me
tutto quanto insieme a te
di partire solo

Ah! quando s'alza il vento
Ah! quando s'alza il vento
No! più fermare non si può
dove vado non lo so
quanto male ti farò
non ti svegliare mai
 
Fonte: QUI
   
Autori: Bob Dylan, Mogol

Testo:
Correte qui, correte là
mai niente al mondo
più vi piacerà.

C'è chi fa le navi
e chi le affonderà,
c'è chi scrive musica
e chi la copierà,
c'è chi pensa ai soldi e chi
pensa ai fatti suoi.

Ma se l'esquimese viene qui
tutti corrono a vedere lui.

Correte qui, correte là
mai niente al mondo
più vi piacerà.

Ti piace più lo zucchero
e fare quel che vuoi,
ti piace stare a pancia in su
e fare niente mai
allungar la mano e poi
mangiare quel che vuoi

Ma se l'esquimese viene qui
corri sempre a vedere lui.

Vuoi dormire e purtroppo c'è
un gatto che fa miao
nessuno dorme mai
per tutti è un incubo oramai
di notte tu pensi troppo
così tu non sogni più
Ma se l'esquimese arriva qui
sono certo dormirai anche tu.

Correte qui, correte là
mai niente al mondo
più vi piacerà.
 
Fonte: QUI

avatar
admin_italiacanora
Admin

Messaggi : 1855
Punti : 4025
Data d'iscrizione : 09.04.10
Età : 66
Località : Toscana

Vedi il profilo dell'utente http://www.italiacanora.net

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

Italia Canora :: MUSICA LEGGERA :: 
CANTANTI/GRUPPI ANNI' 60
 :: DIK DIK

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum