Ci "aiuti" a crescere?
Ti ringrazio in anticipo per il tuo



Ultimi argomenti

________________________________________

DIVENTA COLLABORATORE!

Italia Canora è in continua crescita e sempre alla ricerca di collaboratori che desiderano partecipare a questo grandioso progetto.

Aiuta Italia Canora a cercare materiale come cover, videoclip testi e quant'altro occorre per inserire le discografie dei nostri grandi artisti italiani!

Se sei appassionato di musica potresti dedicarti ad inserire il tuo artista preferito con delle semplici linee guida.

Lasciami un messaggio (in chat oppure in alto su Messages), ti contatterò quanto prima!

________________________________________






________________________________________



Caricamento video...
AFFILIAZIONI - SITI - BLOG
e FORUM

LaFavolaBlu


Progetto Musico Sognante Italiano
La fiaba del mare della Musica Italiana
ed Internazionale


____________________________


Nonsolosuoni




Un sogno
fatto di musica!


______________________


_____________________




_____________________



Estatica è l'enciclopedia di musica italiana, internazionale e cultura.

Discografie, recensioni, interviste, monografie, live report, video, ebooks


_____________________




________________________



________________________



________________________

Chi è online?
In totale ci sono 32 utenti in linea: 1 Registrato, 0 Nascosti e 31 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

mauro piffero

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 422 il Gio Giu 14, 2018 9:48 pm





__________________________________

Ti piace il nostro Portale??
Allora votaci cliccando su questo bottone ... Grazie!!

migliori siti


www.italiacanora.net


Grazie a voi abbiamo vinto questi AWARD
nella classifica di NET-PARADE


Uno dei più belli
In classificasito internet
In classifica
Sito d'argento
DISCLAIMER
Tutte le copertine, testi e video presenti su questo forum sono solo per uso informativo e di intrattenimento.
Puoi scaricare e stampare la copertina se possiedi l'originale e hai bisogno di rimpiazzarla.
Tutto cio' che puo' essere considerato legale, dipende dalle leggi sul copyright del tuo paese di residenza. Non è nostra intenzione infrangere Copyright per cui, se ciò dovesse accadere, prego gli interessati a scrivere agl'amministratori i quali provvederanno alla rimozione immediata o a citare la fonte, se richiesto.
Lo Staff di ItaliaCanora.net non è responsabile dell'utilizzo e di eventuali danni a cose o persone causati dal materiale presente in questo forum, inoltre si tiene a precisare che tutto ciò che è presente in questo forum vi è stato messo in assoluta buona fede e senza alcuno scopo di lucro.
Traduttore - Translater
METEO ITALIA OGGI

Partner

creare un forum



Motori ricerca

Segnala il tuo sito nella directory

http://www.wikio.it

Cerrrca.com la ricerca con tre rrr


LICENZA
Licenza Creative Commons

Quest'opera è distribuita con Licenza
Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.

GIANNI MORANDI - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)

Italia Canora :: MUSICA LEGGERA :: 
CANTANTI/GRUPPI ANNI' 60
 :: GIANNI MORANDI

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Andare in basso

GIANNI MORANDI: 1967 - MEZZANOTTE FRA POCO/UNA DOMENICA COSI' (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Mar Ott 23, 2018 10:31 am

1. TITOLO:
 
1967 - MEZZANOTTE FRA POCO/UNA DOMENICA COSI'
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: PM 3425 # Data pubblicazione: Settembre 1967 # SKAW 23912/SKAW 23913 # Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Lato A: Sigla della trasmissione televisiva "Partitissima" (Franco Castellano, Pipolo [Giuseppe Moccia], 1967) / Lato B: Sigla della trasmissione televisiva "Settevoci" (Sergio Paolini, Stelio Silvestri, 1967) - / Distribuito da RCA Italiana - Roma
 
 
2. RECENSIONE:
 
Il 1967 per Gianni Morandi rappresenta l'anno da dedicare (in realtà all'epoca erano quindici mesi) al servizio di leva. Lo stop forzato potrebbe nuocere alla carriera del ragazzo di Moghidoro ed allora alla RCA fanno in modo che Morandi in televisione (e nelle classifiche) ci arrivasse lo stesso, magari solo in voce, e magari affidandogli le sigle di alcuni seguitissimi show. In questo 45 giri dalla doppia anima (tormentata quella del lato a), spensierata quella del retro) possiamo trovare le sigle di due seguitissime trasmissioni televisive: Partitissima (la Canzonissima del 1967) e Settevoci.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
   
 
 
4. TRACK LIST
 
Lato A:
MEZZANOTTE FRA POCO

 
      Lato B:
UNA DOMENICA COSI'

 
     

Autori: Franco Castellano, Mario Migliardi, Pipolo
Orchestra: Piero Pintucci

 
Testo:
Mezzanotte fra poco sarà,
Chissà, chissà… telefonerai ?
Questo inverno più freddo farà
Se tu, se tu non perdonerai
Non mandarmi a dormire così
Non puoi, non puoi se bene mi vuoi

Su questa terra noi
Siam come i marciapiedi di una via
Che non s'incontran mai
E si consuman di malinconia

Mezzanotte fra poco sarà,
Chissà , chissà… telefonerai ?
Scusa, scusa ma dentro ti me
Non c'è, non c'è che amore per te

Siam come foglie noi,
L'amore è il vento che ci porta via
Finché la mano tua
Un giorno stringerà la mano mia

Mezzanotte tra poco sarà,
Non mandarmi a dormire così
Non mandarmi a dormire così
 
Fonte: QUI
     
Autori: Sergio Paolini, Stelio Silvestri, Riccardo Vantellini
Orchestra: Franco Pisano
Cori: Cantori Moderni di Alessandroni
 
Testo:
Una domenica così
Non la potrò dimenticar
Ed io non so cosa darei
Per farla sempre ritornar

Una domenica così
Non la potrò dimenticar
E tutti gli anni che vivrò
Non la sapranno cancellar

Volano rondini
Nel cielo azzurro e senza nuvole
S'accende il sole e tu lo sai, perché
Perché
Perché dei qui con me

Una domenica così
Non la potrò dimenticar
Ogni minuto insieme a te
Tutta la vita durerà

Volano rondini
Nel cielo azzurro e senza nuvole
S'accende il sole e tu lo sai, perché
Perché
Perché dei qui con me

Una domenica così
Non la potrò dimenticar
Ogni minuto insieme a te
Tutta la vita durerà
 
Fonte: QUI
 
 


Ultima modifica di mauro piffero il Mer Ott 24, 2018 2:27 pm, modificato 1 volta
avatar
mauro piffero

Messaggi : 2676
Punti : 2676
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

GIANNI MORANDI: 1968 - CHIMERA/UNA SOLA VERITA' (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Mar Ott 23, 2018 2:39 pm

1. TITOLO:
 
1967 - CHIMERA/UNA SOLA VERITA'
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: PM 3446 # Data pubblicazione: 1968 # TKAW 24103/TKAW 24104 # Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Lato A: Sigla del programma radiofonico "Gran Varietà" / Distribuito da Rca Italiana - Roma
 
 
2. RECENSIONE:
 
Un altro dei dei singoli storici di Morandi di quegli anni. Per diverse settimane il 45 giri stazionò nelle posizioni più alte della Hit Parade, anche grazie al fatto che Chimera venne scelta come sigla del seguitissimo programma radiofonico della domenica mattina Gran Varietà. Anche il pezzo inciso sul lato b) ha contribuito al successo del singolo. Da Chimera venne preso lo spunto per uno dei tanti musicarelli, nome che venne dato a quei film a basso costo girati negli anni '60, che avevano come trama il testo di un grande successo e come interprete lo stesso cantante del pezzo. Manco a dirlo anche il film fu record d'incassi.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
   
 
 
Edizione Speciale, servizio "JUKE BOX" vietata la vendita al pubblico
 
   
 
 
4. TRACK LIST
 
Lato A:
CHIMERA

 
      Lato B:
UNA SOLA VERITA'

 
     

Autori: Franco Migliacci, Bruno Zambrini
Orchestra: Ruggero Cini
Cantori Moderni di Alessandroni
 
Testo:
Ma se il mio cuore spera
non sarà solo una chimera
Conto sul mio diario
le notti e i giorni
che ti portano via

Batte già
l'orologio le tre
senza te, senza me
Che si fa
quando il sonno non c'è?
Si può piangere
E sento sul cuscino
il cuore mio che batte
e disperatamente cerca te

Ma se il mio cuore spera
non sarà solo una chimera
Conto sul mio diario
le notti e i giorni
che ti portano via

Scrivo già
poesie su di te
su di te, senza me
Passerò
le mie sere così
senza piangere

Un fiume quando è in piena
travolge il bene e il male
ma torna nel suo letto
e tu con me

Ma se il mio cuore spera
non sarà solo una chimera
Conto sul mio diario
le notti e i giorni

Ma se il mio cuore spera
non sarà solo una chimera
Conto sul mio diario
le notti e i giorni.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Mauro Lusini, Franco Migliacci, Bruno Zambrini
Orchestra: Piero Pintucci
Cori: Cantori Moderni di Alessandroni
 
Testo:
Non puoi sbagliare mai
se tu credi soltanto agli occhi tuoi
c'è una verità soltanto, una sola verità

Quando il sole nasce ad Occidente
quando il fiume sale sopra ai monti
quando vedi che sto per tradirti
sta sicura che tu stai sognano
perché sai

Sai che il sole nasce sempre a Oriente
sai che il fiume scende giù dai monti
sai che il cuore mio non può tradirti
e quindi sta sicura, credi solo agli occhi tuoi

Il tempo mi darà, amore mio, ragione
non ti ho tradita mai
c'è una verità, soltanto una sola verità

Quando il sole nasce ad Occidente
quando il fiume sale sopra ai monti
quando vedi che sto per tradirti
sta sicura che tu stai sognando perché sai

Quando vedi che sto per tradirti
sta sicura che tu stai sognando perché sai
sai che il sole nasce sempre a Oriente
sai che il fiume scende giù dai monti
sai che il cuore mio non può tradirti
e quindi sta sicura, credi solo agli occhi tuoi
agli occhi tuoi
 
Fonte: QUI
 
 


Ultima modifica di mauro piffero il Mer Ott 24, 2018 2:28 pm, modificato 1 volta
avatar
mauro piffero

Messaggi : 2676
Punti : 2676
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

GIANNI MORANDI: 1968 - NOI SIAMO LE PANTERE/CIAO PAVIA (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Mar Ott 23, 2018 2:54 pm

1. TITOLO:
 
1968 - NOI SIAMO LE PANTERE/CIAO PAVIA
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: BTG 51 # Data pubblicazione: 1968 # 2F7KW 15162/2F7KW 15163 # Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Inciso come Gianluigi Morandi / Disco fuori commercio e distribuito tra i commilitoni ed il personale della caserma dove Gianni Morandi svolgeva il servizio militare - Gli autori appartengono anch'essi al personale militare / Sul retro di copertina i testi delle canzoni
 
 
2. RECENSIONE:
 
Un altro dei dei singoli storici di Morandi di quegli anni. Per diverse settimane il 45 giri stazionò nelle posizioni più alte della Hit Parade, anche grazie al fatto che Chimera venne scelta come sigla del seguitissimo programma radiofonico della domenica mattina Gran Varietà. Anche il pezzo inciso sul lato b) ha contribuito al successo del singolo. Da Chimera venne preso lo spunto per uno dei tanti musicarelli, nome che venne dato a quei film a basso costo girati negli anni '60, che avevano come trama il testo di un grande successo e come interprete lo stesso cantante del pezzo. Manco a dirlo anche il film fu record d'incassi.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 

Gianni Morandi a Pavia nel 1967 durante il suo servizio militare

 
 
4. TRACK LIST
 
Lato A:
NOI SIAMO LE PANTERE

 
      Lato B:
CIAO PAVIA

 
     

Autori: Cavazzoni, M. Cirillo , Fiaschi
Musicisti: Pionieri della Legnano
 
Testo:
Testo leggibile nel retro copertina.
     
Autori: M. Cirillo
Musicisti: Pionieri della Legnano
 
Testo:
Testo leggibile nel retro copertina.
 
 


Ultima modifica di mauro piffero il Mer Ott 24, 2018 2:29 pm, modificato 1 volta
avatar
mauro piffero

Messaggi : 2676
Punti : 2676
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

GIANNI MORANDI: 1968 - LA MIA RAGAZZA SA/IL GIOCATTOLO (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Mar Ott 23, 2018 6:33 pm

1. TITOLO:
 
1968 - LA MIA RAGAZZA SA/IL GIOCATTOLO
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: PM 3466 # Data pubblicazione: 1968 # TKAW 24500/TKAW 24501 # Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Il disco è stato pubblicato con due copertine diverse ed a titoli invertiti / Distribuito da Rca Italiana - Roma
 
 
2. COVER:
 
   
 
   
 
   
 
   
 
 
Edizione Speciale, servizio "JUKE BOX" vietata la vendita al pubblico
 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
LA MIA RAGAZZA SA

 
      Lato B:
IL GIOCATTOLO

 
     

Autori: Dario Farina, Franco Migliacci, Piero Pintucci
Orchestra: Ruggero Cini
Cantori Moderni di Alessandroni
 
Testo:
Amo una donna soltanto
e non cerco nessuna
dolce così come lei
ne conosco una sola

Di tante al mondo solo lei
la pensa come me
l'amore è bello
solo quando c'è

E se non c'è
è meglio dirsi addio per sempre
che soffrire nel silenzio
stando accanto a chi non t'ama più

La mia ragazza sa
che se dovrà finire
un altro uomo troverà

La mia ragazza sa
che se dovrà finire
un'altra donna ci sarà

Mi ama sempre più
perché così è sicura
che mai più mi perderà
per questo sto con lei
io sto con lei

Chi per non perdersi al mondo
si tiene per mano
e chi si è perso
e ritorna per chieder perdono

Il posto suo ritroverà
ma il vero amore no
l'amore è bello
solo quando c'è

E se non c'è
è meglio dirsi addio per sempre
che soffrire nel silenzio
stando accanto a chi non t'ama più

La mia ragazza sa
che se dovrà finire
un altro uomo troverà

La mia ragazza sa
che se dovrà finire
un'altra donna ci sarà

Mi ama sempre più
perché così è sicura
che mai più mi perderà
per questo sto con lei
io sto con lei
io sto con lei
io sto con lei
io sto con lei
io sto con lei...
 
Fonte: QUI
     
Autori: Luis Enriquez Bacalov, Ubaldo Continiello, Franco Migliacci, Bruno Zambrini
Orchestra: Ruggero Cini
Cori: Cantori Moderni di Alessandroni
 
Testo:
Stare insieme a te
non mi basta mai
È finita ma
ricomincerei

Questo amore è un giocattolo
che non potrà stancarmi mai
fa morire e fa vivere
questo amore che tu mi dai

Ma il prezzo di un giocattolo così
è di mille lacrime d'amor
che ogni sera piango in mano a te
quando tu mi lasci e te ne vai

È finita ma
ricomincerei
Stare insieme a te
non mi basta mai

Questo amore è un giocattolo
che fa ridere e piangere
non ho più giorni inutili
ora so per chi vivere

Ma il prezzo di un giocattolo così
è di mille lacrime d'amor
che ogni sera piango in mano a te
quando tu mi lasci e te ne vai

Stare insieme a te
non mi basta mai
È finita ma
Ricomincerei
Stare insieme a te
non mi basta mai
 
Fonte: QUI
 
 


Ultima modifica di mauro piffero il Mer Ott 24, 2018 2:29 pm, modificato 1 volta
avatar
mauro piffero

Messaggi : 2676
Punti : 2676
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

GIANNI MORANDI: 1968 - GIANNI 5 (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Mar Ott 23, 2018 11:08 pm

1. TITOLO:
 
1968 - GIANNI 5
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: PSL 10432 # Data pubblicazione: Anno 1968 # Matrici: TKAY 24371/ TKAY 24372 # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Devilli è lo pseudonimo di Alberto Curci / Assistente musicale: Franco Finetti - Tecnici di registrazione: Claudio Budassi, Sergio Marcotulli, Ubaldo Consoli, Giorgio Agazzi - Tecnico del Re-cording: Giuliano Spelta / Fotografie di G. Petrucci / Distribuito da Rca Italiana - Roma
 
 
2. RECENSIONE:
 
Gianni 5 (1968) è il 5º album di Gianni Morandi.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 

Gianni Morandi e Bobby Solo - Cantagiro 1966 (Biella)

 
 
4. TRACK LIST:
 
Lato A Lato B

  • A1 IL GIOCATTOLO
  • A2 FUMO NEGLI OCCHI (Smoke gets in your eyes)
  • A3 LA MIA CHITARRA
  • A4 LA MIA RAGAZZA SA
  • A5 IN CERCA DI TE
  • A6 PRENDI, PRENDI (Bend me, shape me)


  • B1 POLVERE DI STELLE (Stardust)
  • B2 LA TUA IMMAGINE (The soud of silence)
  • B3 LEI, LEI, LEI
  • B4 IO PER LEI (To give)
  • B5 UNA SOLA VERITA'
  • B6 CHIMERA
 
 


 
Lato B: 1
POLVERE DI STELLE (Stardust)

 
      Lato B: 2
LA TUA IMMAGINE (The soud of silence)

 
     

Autori: Hoagy Carmichael, Devilli
Orchestra: Franco Pisano
Cori: Cantori Moderni di Alessandroni
 
Testo:
Scende una polvere di stelle
e vedo te
che sorridi a me
e gli occhi tuoi guardano nei miei,
innamorato più che mai.

Io mi specchio in te,
nel tuo magico sorriso,
tu lasci su di me
e sopra il nostro mondo
un po' d'azzurro, un po' di te.

Tu, polvere di stelle
sei per me,
quando non sei qui
nei sogni miei
non ci sei che tu.

La voce tua mi dà calor,
cosa non farei per averti, amore, qui con me,
se nulla dopo te
un attimo di vita mi darà,
quando non sei qui
nei sogni miei non ci sei che tu.

La voce tua mi dà calor,
cosa non farei per averti, amore, qui con me,
se nulla dopo te
un attimo di vita
mi darà.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Carlo Rossi, Paul Simon
Orchestra: Franco Pisano

 
Testo:
Se tu guardi gli occhi miei
che hanno per amore
versato tante lacrime
puoi trovarci la tua immagine

quel tuo viso
quella bocca che baciai, che baciai
e così saprai

che da quando ho perso te
per andarmene con lei
io mi sento più colpevole
il più povero degli uomini
e mi manca il coraggio di tornare
di tornare
da te, da te

Se tu guardi le mie lacrime
puoi trovarci la tua immagine

quel tuo viso
quella bocca che baciai, che baciai
e così saprai

che da quando ho perso te
per andarmene con lei
io mi sento il più colpevole
il più povero degli uomini
e mi manca il coraggio di tornar
di tornar
da te, da te.
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 2
FUMO NEGLI OCCHI (Smoke gets in your eyes)

 
      Lato B: 3
LEI, LEI, LEI

 
     

Autori: Calibi, Otto Harbach, Jerome Kern
Orchestra: Franco Pisano
Cori: 4+4 di Nora Orlandi
 
Testo:
È fumo e niente più
Questo grande amor.

Sono sogni che
bruciano il tuo cuor,
Resta solo il fumo.

Tu crederai d'amar
Per l'eternità
Ma ti accorgerai
Che ti resterà
Fumo e niente più.

Ma perché la vita vuoi passar
Fra tante amarezze ancor?

Ma perché t'illudi di sognar?
Tutto finisce e muor.

È fumo e niente più
Questo grande amor,
Sono sogni e poi
Resta solo in te
fumo e niente più.

Ma ti accorgerai che ti resterà
Fumo e niente più,
Fumo resterà.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Gianfranco Baldazzi, Daniela Casa
Orchestra: Ruggero Cini

 
Testo:
Lei, lei, lei
è rimasta in fondo agli occhi miei
come una ferita nel mio cuore
il suo ricordo brucerà
e nei miei sogni resterà

Lei, lei, lei
non saprò dimenticarla mai
era la mia vita e l'orizzonte
si fermava accanto a lei
innamorata come me

Un addio e poi
buio intorno a me
sole non svegliarti dentro questo cuore
stanco
non farà mai giorno senza lei, lei, lei, lei

Forse adesso è sola come me
sotto un altro cielo senza luce
cerca un sole che non c'è
e sta pensando un poco a me

Un addio e poi
buio intorno a me
sole non svegliarti dentro a questo cuore
stanco
non farà mai giorno senza lei, lei, lei, lei

Forse adesso è sola come me
sotto un altro cielo senza luce
cerca un sole che non c'è
e sta pensando un poco a me.
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 3
LA MIA CHITARRA

 
      Lato B: 4
IO PER LEI (To give)

 
     

Autori: Mauro Lusini, Franco Migliacci
Orchestra: Franco Pisano

 
Testo:
Quando
Mi chiamerai,
Io fingerò
Di non sentirti
E suonerò
La mia chitarra
Suonerò
E piangerò
Perché t'amo
Più che mai
Ma solo lei
Non mi ha deluso mai, come te.

Non vivrei, senza questa mia chitarra, morirei,
Morirei, solo lei dalla notte la tristezza porta via,
Porta via mentre tu ragazza mia, per capriccio prima o poi
Mi potresti far sentire più solo che mai.

Quando mi parlerai non sentirò,
Sempre più forte suonerò,
La mia chitarra suonerò.

Non vivrei, senza questa mia chitarra morirei,
Morirei, è la sola, è la sola che sa farmi compagnia,
Compagnia, mentre tu ragazza mia per capriccio prima o poi
Mi potresti far sentite più solo che mai.

Non vivrei senza questa mia chitarra morirei,
Morirei solo lei dalla notte la tristezza porta via
Porta via, mentre tu ragazza mia per capriccio prima o poi...
 
Fonte: QUI
     
Autori: Bob Crewe, Bob Gaudio, Daniele Pace
Orchestra: Franco Pisano
Cori: 4+4 di Nora Orlandi
 
Testo:
Sei tu che mi svegli al mattino
e la notte mi dici
che per te sono tutto, sai perché?

Io per te
io per te morirei
per gli occhi vivrei
una vita di più
io per te
io per te vincerei
anche il sole perché
questa vita che ho
è per te.

Tu mi dici
"sei un uomo che vale
non arrenderti mai
lotta sempre"
io ti credo, sai perché?

Io per te
io per te morirei
per gli occhi vivrei
una vita di più
io per te
io per te vincerei
anche il sole perché
questa vita che ho
è per te
è per te.
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 5
IN CERCA DI TE

 
      Lato A: 6
PRENDI, PRENDI (Bend me, shape me)

 
     

Autori: Eros Sciorilli, Gian Carlo Testoni
Orchestra: Franco Pisano

 
Testo:
Solo me ne vo per la città,
passo tra la folla che non sa
che non vede il mio dolore,
cercando te, sognando te, che più non ho.

Ogni viso guardo e non sei tu,
ogni voce ascolto e non sei tu.
Dove sei, perduto amore?
Ti rivedrò, ti troverò, ti seguirò.

Io cerco invano
di dimenticar,
ma il primo amore
non si può scordar.

C’è scritto un nome,
un nome solo in fondo al cuor,
ti ho conosciuta ed ora so che sei l'amor,
il vero amor, il grande amor.

Solo me ne vo per la città,
passo tra la folla che non sa,
che non vede il mio dolore,
cercando te, sognando te, che più non ho.

Dove sei, perduto amore?
Ti rivedrò, ti troverò, ti seguirò,
ti rivedrò, ti troverò, ti seguirò.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Sergio Bardotti, Laurence Weiss
Orchestra: Guido Relly
Cori: Cantori Moderni di Alessandroni
 
Testo:
Siamo fatti l'uno per l'altra,
ti voglio per sempre
ma nel nostro mondo di eterno,
lo so, non c'è niente

Ed un momento d'amore
sarà prezioso per noi,
quello che ho
è tutto per te.

Prendi prendi quello che vuoi,
bere l'amore viene e va,
prendi prendi quello che vuoi,
se resti sola ricorderai.

Quello che desidero è
che un giorno mi pensi,
voglio rimanere per te
un sogno che cerchi

E anche se finirà
sarà prezioso per noi,
quello che ho
è tutto per te.

Prendi prendi quello che vuoi,
bere l'amore, viene e va,
prendi prendi quello che vuoi,
se resti sola ricorderai.

Prendi prendi quello che vuoi,
bere l'amore, viene e va,
prendi prendi quello che vuoi,
se resti sola ricorderai.
 
Fonte: QUI

 
 
 


Ultima modifica di mauro piffero il Dom Ott 28, 2018 6:07 pm, modificato 3 volte
avatar
mauro piffero

Messaggi : 2676
Punti : 2676
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

GIANNI MORANDI: 1968 - TU CHE M'HAI PRESO IL CUOR/PRENDI, PRENDI (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Mar Ott 23, 2018 11:54 pm

1. TITOLO:
 
1968 - TU CHE M'HAI PRESO IL CUOR/PRENDI, PRENDI
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: PM 3471 # Data pubblicazione: 1968 # TKAW 24405/ TKAW 24406 # Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Distribuito da RCA Italiana - Roma
 
 
2. RECENSIONE:
 
Al contrario di numerosi suoi colleghi del periodo, Gianni Morandi non ha quasi mai inciso cover di brani stranieri (forse fatta salva solo l'eccezione di Scende la pioggia). Ha invece reinciso sue versioni di brani interpretati da suoi colleghi italiani. Lo ha fatto con Tenerezza ed anche con Tu che m'hai preso il cuor, estratto dall'operetta Il Paese del Sorriso risalente addirittura al 1929. Ottimo, come di consueto, l'arrangiamento curato da Ennio Morricone.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
   
 
 
4. TRACK LIST
 
Lato A:
TU CHE M'HAI PRESO IL CUOR

 
      Lato B:
PRENDI, PRENDI

 
     

 
Testo:
     
 
Testo:
 
 
 
avatar
mauro piffero

Messaggi : 2676
Punti : 2676
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

GIANNI MORANDI: 1968 - SCENDE LA PIOGGIA/IL CIGNO BIANCO (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Mer Ott 24, 2018 10:12 am

1. TITOLO:
 
1968 - SCENDE LA PIOGGIA/IL CIGNO BIANCO
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: PM 3476 # Data pubblicazione: Marzo 1968 # TKAW 24587/TKAW 24588 # Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Lato A: "Canzonissima 1968 / Distribuito da RCA Italiana - Roma
 
 
2. RECENSIONE:
 
A Canzonissima 1968, l'eterna lotta fra Claudio Villa, visto come il più tradizionale dei cantanti, e Gianni Morandi, rappresentante delle nuove generazioni di interpreti, viene vinta da quest'ultimo che distacca il reuccio con un numero di voti più che doppio rispetto a quelli ottenuti da Villa che occuperà il secondo posto. Morandi in gara porta una cover (per lui fatto straordinario) di un pezzo dei Turtles Eleonore, che in italiano viene tradotto da Franco Migliacci con il titolo di Scende la pioggia. E dopo la vittoria a Canzonissima, per Gianni arriva puntale anche il primo posto in Hit Parade.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 

 
   
 

Gianni Morandi - vittoria a "Canzonissima 1968"

 
 
4. TRACK LIST
 
Lato A:
SCENDE LA PIOGGIA (Elenore)

 
      Lato B:
IL CIGNO BIANCO

 
     

Autori: Franco Migliacci, Turtles
Orchestra: Tony Mimms
 
Testo:
Tu nel tuo letto caldo
io per le strade al freddo
ma non è questo che mi fa triste
Qui fuori dai tuoi sogni
l'amore sta morendo
ognuno pensa solo a se stesso

Scende la pioggia ma che fa
crolla il mondo intorno a me
per amore sto morendo
Amo la vita più che mai
appartiene solo a me
voglio viverla per questo

E basta con i sogni
ora sei tu che dormi
ora il dolore io lo conosco
Quello che mi dispiace
è quel che imparo adesso
ognuno pensa solo a se stesso

Scende la pioggia ma che fa
crolla il mondo intorno a me
per amore sto morendo
Amo la vita più che mai
appartiene solo a me
voglio viverla per questo

Scende la pioggia ma che fa
Amo la vita più che mai
 
Fonte: QUI
     
Autori: Farina, Mauro Lusini, Franco Migliacci, Piero Pintucci
Orchestra: Piero Pintucci
 
Testo:
So che hai sofferto tanto in vita tua,
prima di farti male io morirei,
come un cigno bianco sei
nel tuo lago blu,
io dalla riva non ti ho colpita mai.

L’amore è come il vento,
ti può portare via,
ti può portare in alto,
dove la vita si chiama poesia

L’amore è come il vento,
ti può trascinare giù…nel fango
dove un cigno bianco
non si è visto mai
Il cigno bianco,
non vivrebbe più

Il giorno che dovrò andare via,
il tuo bel lago azzurro,
si ghiaccerà,
cigno bianco che farai,
te lo dico io, dal freddo morirai per amore mio

L’amore è come il vento,
ti può portare via,
ti può portare in alto,
dove la vita si chiama poesia

L’amore è come il vento,
ti può trascinare giù…nel fango
dove un cigno bianco
non si è visto mai
perché nel fango non vivrebbe più.
 
Fonte: QUI
 
 


Ultima modifica di mauro piffero il Ven Ott 26, 2018 4:37 pm, modificato 4 volte
avatar
mauro piffero

Messaggi : 2676
Punti : 2676
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

GIANNI MORANDI: 1969 - PARLAMI D'AMORE/TORNA E RITORNA (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Mer Ott 24, 2018 11:28 am

1. TITOLO:
 
1969 - PARLAMI D'AMORE/TORNA E RITORNA
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: PM 3490 # Data pubblicazione: Luglio 1969 # UKAW 24710/UKAW 24711 # Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Distribuito da RCA Italiana - Roma
 
 
2. RECENSIONE:
 
Parlami d'amore fa parte di quella (a dire il vero non molto nutrita) serie di 45 giri di Gianni Morandi che oggi poco si ricordano. Il brano è tuttavia in linea con la produzione classica del Gianni nazionale ed il suo oblio è probabilmente dovuto al grande successo di Belinda, uscito sul mercato pochi mesi dopo. Piacevole da ascoltare anche Torna e ritorna incisa sul secondo lato del singolo.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
 
4. TRACK LIST
 
Lato A:
PARLAMI D'AMORE

 
      Lato B:
TORNA E RITORNA

 
     

Autori: Ruggero Cini, Franco Migliacci, Bruno Zambrini
Orchestra: Ruggero Cini
 
Testo:
C'era il silenzio intorno a me
vivevo come dentro un'isola
il mondo mio finiva lì
fino a che, fino a che
qualcuno un giorno mi parlò
è la voce tua, e la voce tua
dritta dritta fino in fondo al cuore mi colpì
e mi innamorai e mi innamorai
per amore tuo quel giorno l'isola lasciai

Parlami d'amore come parli tu
occhi blu, occhi blu
non mi stancherò
di ascoltare te
solo te, sempre te
Parlami d'amore come parli tu
occhi blu, occhi blu
non mi stancherò
di ascoltare te
solo te, sempre te

Ha mille voci la città
quante parole mi raggiungono
discorsi inutili per me
solo tu, solo tu
mi sai tenere accanto a te
Non andare via non andare via
perché adesso solo non potrei tornare più
è per gli occhi tuoi, per le labbra tue
per amore tuo che la mia isola lasciai

Parlami d'amore come parli tu
occhi blu, occhi blu
non mi stancherò
di ascoltare te
solo te, sempre te
Parlami d'amore come parli tu
occhi blu, occhi blu
non mi stancherò
di ascoltare te
solo te, sempre te
occhi blu.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Mauro Lusini, Franco Migliacci, Piero Pintucci
Orchestra: Piero Pintucci
 
Testo:
Stanotte a che serve questo letto,
io non dormo più da quando lei non c'è
ahi cuore non scoppiarmi dentro al petto
se tornasse d'improvviso accanto a me
in città so che non c'è
io l'ho cercata in tutti i bar
e non c'è un amico che ne sappia niente

Senza lei non dormo più,
non mangio più, non vivo più,
c'è il pick up che va su e giù
e mille volte ascolto i dischi
che ballavo insieme a lei

Torna amore, torna e ritorna,
il pianto brucia gli occhi,
risuona nella notte, la tua voce, la tua voce

Torna amore, torna e ritorna,
il pianto brucia gli occhi,
risuona nella notte, la tua voce, la tua voce

Ahi notte a che serve questo letto,
io non dormo più da quando lei non c'è

Senza te non sono che
l'uomo più inutile del mondo,
il più inutile del mondo se mi manchi
torna

Torna amore, torna e ritorna,
il pianto brucia gli occhi,
risuona nella notte, la tua voce, la tua voce
torna

Torna amore, torna e ritorna,
il pianto brucia gli occhi,
risuona nella notte, la tua voce, la tua voce
torna

Torna amore, torna e ritorna,
il pianto brucia gli occhi,
risuona nella notte, la tua voce, la tua voce.
 
Fonte: QUI
 
 


Ultima modifica di mauro piffero il Mer Ott 24, 2018 2:32 pm, modificato 1 volta
avatar
mauro piffero

Messaggi : 2676
Punti : 2676
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

GIANNI MORANDI: 1969 - BELINDA/NON VOGLIO INNAMORARMI PIU' (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Mer Ott 24, 2018 12:39 pm

1. TITOLO:
 
1969 - BELINDA/NON VOGLIO INNAMORARMI PIU'
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: PM 3500 # Data pubblicazione: 1969 # UKAW 24924/UKAW 24925 # Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Fotografia di G. Petrucci / Stampato sul retro copertina in due versioni diverse / Distribuito da RCA Italiana - Roma
 
 
2. RECENSIONE:
 
Due versioni italiane di altrettanti brani di provenienza estera in questo ennesimo 45 giri di grande sucesso del bravo Morandi. Questa volta si attinge dal repertorio di Chris Andrews per quanto riguarda il lato a) del 45 giri ed alla sua Pretty Belinda, mentre per il retro si ripesca un bel brano del 1959 eseguito in origine da Johnnie Ray (I'll never fall in love again).
 
Fonte:
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
   
 
   
 
 
4. TRACK LIST
 
Lato A:
BELINDA

 
      Lato B:
NON VOGLIO INNAMORARMI PIU'

 
     

Autori: Chris Andrews, Franco Migliacci
Orchestra: Pierto Pintucci
 
Testo:
Bella Belinda è innamorata
parla da sola con l'insalata
non guarda il piatto ma la finestra
scende una lacrima nella minestra

Gioca col pane, bella Belinda
fa le palline con la mollica
nel suo bicchiere, bella Belinda
vede i suoi occhi pieni d'amore

Mille pensieri come farfalle
mille carezze sui suoi capelli
brividi dolci lungo le spalle
più è innamorata e più si fa bella

Sei unica al mondo, bella Belinda
scende le scale come volando
è da romanzo, bella Belinda
vive d'amore e salta il pranzo

Quando fa notte, bella Belinda
si copre tutta fino ai capelli
no, non è il vento, bella Belinda
sono i sospiri di chi ti pensa

Mille pensieri come farfalle
mille carezze sui tuoi capelli
brividi dolci lungo le spalle
più è innamorata e più si fa bella

Bella Belinda è innamorata
parla da sola con l'insalata
non guarda il piatto ma la finestra
scende una lacrima nella minestra.
 
Fonte: [url=http://lyrics.wikia.com/wiki/Gianni_Morandi:Belinda]QUI
     
Autori: Franco Migliacci, Johnny Ray
Orchestra: Piero Pintucci
 
Testo:
Non voglio innamorarmi più
Voglio vivere
E dell'amore che sarà sarà
Se chi credevo un angelo
Ha distrutto tutti i sogni miei
Di chi mai potrò fidarmi nell'amore
Da stanotte in poi.

E non pretenderai che resti
Ancora accanto a te
Io di te mi scorderò
E daccapo ricomincerò
Non piangerò mai più
Mai più tristezza
Anche se l'incontrerò

Non voglio innamorarmi più
Non voglio innamorarmi più
Non voglio innamorarmi più

Perdonami se puoi
Se un'altra accanto a me vedrai
A lei non darò mai
Una briciola di me di più

Non piangere per me
Io mi divertirò
Sarà quel che sarà

Non voglio innamorarmi
Non voglio innamorarmi più
 
Fonte: QUI
 
 


Ultima modifica di mauro piffero il Mer Ott 24, 2018 2:32 pm, modificato 2 volte
avatar
mauro piffero

Messaggi : 2676
Punti : 2676
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

GIANNI MORANDI: 1969 - MA CHI SE NE IMPORTA/ISABELLE (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Mer Ott 24, 2018 1:54 pm

1. TITOLO:
 
1969 - MA CHI SE NE IMPORTA/ISABELLE
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: PM 3505 # Data pubblicazione: Ottobre 1969 # 24996/UKAW 24997# Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Lato A: "Canzonissima 1970" / Dal film "Faccia da schiaffi" (Armando Crispino, 1969)/ Fotografia di G.Petrucci / Distribuito da RCA Italiana - Roma
 
 
2. RECENSIONE:
 
Ad un anno di distanza dalla vittoria ottenuta con Scende la pioggia, Gianni Morandi torna a Canzonissima, presentando questa volta un brano originale che verrà inserito anche nel film diretto da Armando Crispino, Faccia da schiaffi. Come per l'anno precedente si ripete il duello con Claudio Villa e come per l'anno prima Gianni la spunterà, ottenendo un numero di voti più che doppio rispetto a quelli del suo rivale che anche questa volta giungerà secondo. Ma già all'orizzonte si intravede un cambio di testimone per il ruolo di antogonista di Gianni Morandi. Infatti molto presto Claudio Villa verrà soppiantato dal giovane Massimo Ranieri (terzo con Se bruciasse la città).
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
   
 

Gianni Morandi in una scena del film "Faccia da schiaffi"

 
 
4. TRACK LIST
 
Lato A:
MA CHI SE NE IMPORTA

 
      Lato B:
ISABELLE

 
     

Autori: Claudio Mattone, Franco Migliacci
Orchestra: Piero Pintucci
 
Testo:

 
Fonte: QUI
     
Autori: Franco Califano, Claudio Mattone
Orchestra: Ruggero Cini
 
Testo:

 
Fonte: QUI
 
 


Ultima modifica di mauro piffero il Gio Ott 25, 2018 6:43 pm, modificato 3 volte
avatar
mauro piffero

Messaggi : 2676
Punti : 2676
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

GIANNI MORANDI: 1970 - GIANNI 6 (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Mer Ott 24, 2018 6:07 pm

1. TITOLO:
 
1970 - GIANNI 6
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: PSL 10452 # Data pubblicazione: Anno 1970 # Matrici: UKAY 25022/UKAY 25023 # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: "Ma chi se ne importa" e "C'è un angolo del viso..." dal film "Faccia da schiaffi" / Tecnici del re-cording: Giuliano Spelta, Enzo Martella, Sergio Marcotulli / Distribuito da Rca Italiana - Roma
 
 
2. RECENSIONE:
 
Gianni 6 (1970) è il 6º album di Gianni Morandi.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 

Gianni Morandi al "Cantagiro"

 
 
4. TRACK LIST:
 
Lato A Lato B



 
 


 
Lato A: 2
CHE COSA DIRO' (Suspicious minds)

 
      Lato A: 3
ZINGARA

 
     

Autori: Paolo Dossena, Mark James
Orchestra: Paolo Ormi
 
Testo:
Che cosa dirò
A chi vorrà
Sapere quanto grande è il mare
Cosa dirò
Se tu mi chiederai
Una sola prova del mio amore

Tutta la vita forse
Non mi basterà
Per dirti quanto t'amo
Come io vorrei

Non so cosa farei
Per inventare sai
Un modo nuovo per amare te

Dimmi tu perché non mi credi mai
Se ti parlo con il cuore in mano

Tutta la vita forse
Non mi basterà
Per dirti quando t'amo
Come io vorrei

La neve cade giù
Che gran silenzio è già qui
La bocca mia sulla tua
Che parla senza parole
Piano piano
Piano piano

Che cosa dirò
A chi vorrà
Sapere quanto grande è il mare
Che cosa dirò
Se tu mi chiederai
Una sola prova del mio amore
La vita mia non mi basterà
Per dirti quanto, quanto t'amo.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Luigi Albertelli, Enrico Riccardi
Orchestra: Luciano Mochelini
 
Testo:
Prendi questa mano zingara
dimmi pure che destino avrò
parla del mio amore
io non ho paura
le cose belle costano dolore

Guarda nei miei occhi zingara
vedi l'oro dei capelli suoi

Dimmi se ricambia
parte del mio amore
devi dirlo questo tocca a te
Ma se è scritto che
la perderò
come neve al sole si scioglierà
un amore

Prendi questa mano zingara
Ma se è scritto che
la perderò
come neve al sole si scioglierà
un amore

Prendi questa mano zingara
leggi pure che destino avrò
dimmi se mi ama
dammi la speranza
solo questo
conta ormai per me
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 4
UNA NOTTE D'AMORE

 
      Lato B: 3
APPASSIONATAMENTE

 
     

Autori: Ubaldo Continiello, Franco Migliacci, Gianni Morandi, Alberto Nicorelli
Orchestra: Piero Pintucci
 
Testo:
La tua mano nella mia
I tuoi occhi sotto i miei
È spento l'abatjour
Ti stringo un po' di più
Sempre più, sempre più, sempre più
E sento un brivido d'amore per te
Brivido che scende nel cuore
Pace più non ho

Forse sbaglierò
Ma stasera voglio vivere
Una notte d'amore con te
T’accarezzerò, mani nelle tenebre
Io che cerco di te
Tu cerchi di me

Che dolcezza c'è in te
Quando ti stringi a me
Che tenerezza fai
Carina come sei
Resta qui
Qui con me, qui con me, qui con me

E dura un attimo la felicità
Attimo che è un’eternità
Ora, sempre, ma...

Forse sbaglierò
Ma stanotte voglio vivere
Una notte d'amore con te
T’accarezzerò mani nelle tenebre
Io che cerco di te
Tu cerchi di me.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Franco Migliacci, Bruno Zambrini
Orchestra: Ruggero Cini
 
Testo:
Appassionatamente ho scoperto di amarti
non mi stanco di dirlo
perché nasconderlo dovrei?
Che cosa ci guadagnerei a fingere con te, con te?

Ero un uomo tranquillo
che dormiva di notte
ora sogno di averti
ed in qualunque posto sia
ed anche se sto per la via, ti sogno solo mia

Labbra labbra per baciare, per baciare te
occhi occhi per vedere, per vedere te
mani per accarezzare, carezzare te
ed il cuore mio si offende
quando non ci sei
perché il cuore mio pretende
che tu sia qui con me

Appassionatamente ho scoperto di amarti
non mi stanco di dirlo
perché nasconderlo dovrei?
Che cosa ci guadagnerei a fingere con te, con te?

Labbra labbra per baciare, baciare te
occhi occhi per vedere, per vedere te
mani per accarezzare, carezzare te
ed il cuore mio si offende
quando non si sei
perché il cuore mio pretende
che tu sia qui con me

Ero un uomo tranquillo
Ora sogno ad occhi aperti
appassionatamente appassionatamente
ho scoperto d'amare
appassionatamente te.
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 6
HA GLI OCCHI CHIUSI LA CITTA' (Everybody's talking)

 
      Lato B: 5
C'E' UN ANGOLO DEL VISO....

 
     

Autori: Fred Neil, Gian Pieretti
Orchestra: Maurizio De Angelis
 
Testo:
Questi grandi grattacieli
La gente intorno a me
Ma nella mente l'eco va
Io non vedo niente
Sulle loro facce
Ha gli occhi chiusi la città

Io vado dove il sole risplenderà
Ed il mio vestito basterà
Attraverso la pioggia che
Scende da un cielo blu
Dall'altra parte del mondo volerò

Io vado dove il sole risplenderà
Ed il mio vestito basterà
Attraverso la pioggia che
Scende da un cielo blu
Dall'altra parte del mondo volerò

Le strade senza sole
La gente intorno a me
Ma la mia mente è già più in là

......e muore la città negli occhi miei
Muore la città, muore la città.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Franco Migliacci, Piero Pintucci
Orchestra: Piero Pintucci
 
Testo:
C'è un angolo del viso che
Resta impresso e non si scorda mai
Un viso si può leggere
Proprio da quel certo non so che
Il modo di sorridere
Lo sguardo, quell'espressione che c'è
Ti guardo e so tutto di te

Nei begli occhi tuoi
Posso leggere il bene che mi vuoi
I tuoi occhi raccontano
I pensieri che hai
Quello che vorrei
E che tu non chiudessi gli occhi mai
Per vedere nei sogni tuoi
Se c'è un posto per me

Sul tuo bel viso nascono
I pensieri e i sentimenti tuoi
Se un giorno non mi amassi più
Molto tempo prima lo saprei
Non dovrai dire niente sai
Negli occhi, negli occhi tuoi guarderei
E per colpa tua piangerei

Nei begli occhi tuoi
Posso leggere il bene che mi vuoi
I tuoi occhi raccontano
I pensieri che hai
Quello che vorrei
E che tu non chiudessi gli occhi mai
Per vedere nei sogni tuoi
Se c’è un posto per me.

 
Fonte: QUI

 
 


Ultima modifica di mauro piffero il Mer Ott 31, 2018 12:13 pm, modificato 3 volte
avatar
mauro piffero

Messaggi : 2676
Punti : 2676
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

GIANNI MORANDI: 1970 - OCCHI DI RAGAZZA/T'AMO CON TUTTO IL CUORE (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Mer Ott 24, 2018 7:09 pm

1. TITOLO:
 
1970 - OCCHI DI RAGAZZA/T'AMO CON TUTTO IL CUORE
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: PM 3515 # Data pubblicazione: Aprile 1970 # ZKAW 25094/ZKAW 25095 # Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Lato A: "Eurofestival 1970" / Distribuito da RCA Italiana - Roma
 
 
2. RECENSIONE:
 
Primo grande successo di Gianni Morandi del nuovo decennio. Occhi di ragazza, che inizialmente doveva essere interpretata da Ron al Festival di Sanremo, viene invece affidata a Morandi che la porterà a rappresentare l'Italia all'edizione 1970 dell'Eurofestival. Per la cronaca, il pezzo fra i cui autori compare anche Lucio Dalla, verrà ripreso da Ron che la interpreterà, proprio in coppia con Morandi nell'album live Tutti i cuori viaggianti del 1983, mentre Lucio Dalla la inserirà nel suo album Terre di Gaibola del 1970.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
   
 

Gianni Morandi -
Eurovision song contest 21 marzo 1970

 
 
4. TRACK LIST
 
Lato A:
OCCHI DI RAGAZZA

 
      Lato B:
T'AMO CON TUTTO IL CUORE

 
     

Autori: Gianfranco Baldazzi, Sergio Bardotti, Lucio Dalla
Orchestra: Mario Capuano
 
Testo:
Occhi di ragazza
quanti cieli, quanti mari che m'aspettano
occhi di ragazza
se vi guardo
vedo i sogni che farò

Partiremo insieme per un viaggio
per città che non conosco
quante primavere che verranno
che felici ci faranno
sono già negli occhi tuoi

Occhi di ragazza
io vi parlo
coi silenzi dell'amore
e riesco a dire
tante cose che la bocca non dirà

Quando ti risvegli la mattina
tutto il sole nei tuoi occhi
quando si notte nella notte
nei tuoi occhi c'è una luce
che mi porta fino a te

In loro un giorno in loro scoprirò
quello che tu nasconderai

Occhi di ragazza
questo viaggio prima o poi
sarà finito
una spiaggia vuota senza mare
io dovrò vedere in voi

Occhi di ragazza
quanto male vi farete perdonare
l'acqua di una lacrima d'addio
sarà l'ultimo regalo
che da voi riceverò

L'acqua di una lacrima d'addio
sarà l'ultimo regalo
che da voi riceverò
 
Fonte: QUI
     
Autori: Mauro Lusini, Franco Migliacci
Orchestra: Piero Pintucci
 
Testo:
Da bambino amavo un cane
ma qualcuno lo face morire
non riuscivo piu’ a dormire
quella notte conobbi il dolore
dolore n°1
quello fu il numero 1
che nei campi di grano ci nasce gramigna
qualunque bambino lo sa
che un amico puo’ farti del male
anche piu’ di un nemico un bambino lo sa
ma se il mondo ti ha deluso
tieni acceso il tuo sorriso
qualcuno un giorno ti dira’
t’amo con tutto il cuore
sole, col sole e con la pioggia
pioggia che pioggia non sara’
t’amo con tutto il cuore
cuore che tutto il male si dimentica
c’è l’amore per te
e un giorno un bambino impaurito
nel buio piangendo si stringera’ a te
tu gli devi spiegare che al mondo
c’è il bene e c’è il male
ed il bene cos’è
e se il mondo l’ha deluso
tiene acceso il suo sorriso
qualcuno un giorno gli dira’
t’amo con tutto il cuore
sole, col sole e con la pioggia
pioggia che pioggia non sara’
t’amo con tutto il cuore
cuore che tutto il male si dimentica
c’è l’amore per te
t’amo con tutto il cuore
sole, col sole e con la pioggia
pioggia che pioggia non sara’
t’amo con tutto il cuore
cuore che tutto il male si dimentica
c’è l’amore per te.
 
Fonte: QUI
 
 


Ultima modifica di mauro piffero il Mer Ott 24, 2018 8:28 pm, modificato 1 volta
avatar
mauro piffero

Messaggi : 2676
Punti : 2676
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

GIANNI MORANDI: 1970 - AL BAR SI MUORE/DELIRIO (45 giri

Messaggio  mauro piffero il Mer Ott 24, 2018 8:27 pm

1. TITOLO:
 
1970 - AL BAR SI MUORE/DELIRIO
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: PM 3538 # Data pubblicazione: Settembre 1970 # ZKAA 25338/ZKAA 25339 # Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Fotografia di Petrucci / Distribuito da Rca Italiana - Roma
 
 
2. RECENSIONE:
 
Non particolarmente riuscita, questa versione di Morandi della celebre Here's to you scritta da Joan Baez ed Ennio Morricone quale brano principale della suondtrack del film Sacco & Vanzetti uscito nel 1971 per la regia di Giuliano Montaldo. Il testo italiano del pezzo è dovuto alle penne di Ruggero Miti e Franco Migliacci che però, come detto, non riescono a mantenerne intatta la validità che invece era presente nella versione originale. Nettamente da preferire la canzone incisa sul secondo lato del 45 giri (anche se in alcuni passi ricorda troppo da vicino la celeberrima Diana di Paul Anka) che infatti Morandi presenterà diverse volte durante gli spettacoli televisivi del periodo.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
   
 
 
4. TRACK LIST
 
Lato A:
AL BAR SI MUORE

 
      Lato B:
DELIRIO

 
     

Autori: Claudio Mattone, Franco Migliacci
Orchestra: Piero Pintucci

 
Testo:
È mezzanotte e tutto va bene,
tutto è tranquillo dormite bene
dimmi allora che cos'è
questa angoscia dentro me.

Sto con gli amici al bar
ma è come fossi là
insieme a quelli che
stanno morendo, ah!

Stanno sparando (Ma non a te!)
Stanno morendo (Ma non per te!)
Ma per ognuno che cade giù
muore una piccola parte di me

Buio negli occhi
io non vedo più
buio nel cuore io non vivo più.
Sento la vita che se ne va
anche stasera si muore nel bar.

Lo senti, stanno sparando (Prendi un caffè!)
Stanno morendo (Ma pensa per te!)
cade un gettone dentro il juke box
il disco cambia
che musica è
ma che musica è?!

Ho telefonato a lei
“Pronto amore come stai?
non ho bevuto sai
però mi sento giù
sto coi pensieri miei
a mille miglia e più!”

Stanno sparando (Ma non a te!)
stanno morendo (Ma non per te!)
Ma per ognuno che cade giù
muore una piccola parte di me

C'è gente che muore
lontano dai suoi
e noi che si muore qui
dentro di noi

Sento la vita che se ne va
anche stasera si muore nel bar

Stanno sparando (Prendi un caffè!)
Stanno morendo (Ma pensa per te!)
 
Fonte: QUI
     
Autori: Claudio Mattone, Franco Migliacci
Orchestra: Ruggero Cini
Cori: Cantori Moderni di Alessandroni
 
Testo:
Io mi sveglio nella notte
e ti vedo accanto a me
ma non posso accarezzarti
il tuo corpo se ne va
sono gli occhi della mente
che mi fan vedere te
è il delirio dell’amore
è la febbre che va su
delirio per te
io sto male da morire
ma vorrei poterti dire
carezze non ho
sono solo nel mio letto
ma c’è un angelo per tutti
io l’aspetto delirando
io l’aspetto
sento un organo che suona
il mio angelo è gia’ qui
ha davvero gli occhi tuoi
ha davvero gli occhi tuoi
sono gli occhi della mente
che mi fan vedere te
è il delirio dell’amore
è la febbre che va su
delirio per te
io sto male da morire
ma vorrei poterti dire
carezze non ho
sono solo nel mio letto
ma c’è un angelo per tutti
io l’aspetto delirando
io lo aspetto
sento un organo che suona
il mio angelo è gia’ qui
ha davvero gli occhi tuoi
ha davvero gli occhi tuoi
sono gli occhi tuoi
sono gli occhi della mente
che mi fan vedere te
è il delirio dell’amore
è la febbre che va su
io mi sveglio nella notte
e ti vedo accanto a me
ma non posso accarezzarti
il tuo corpo se ne va.
 
Fonte: QUI
 
 
avatar
mauro piffero

Messaggi : 2676
Punti : 2676
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

GIANNI MORANDI: 1970 - CAPRICCIO/CHISSA'...PERO'... (45 giri

Messaggio  mauro piffero il Gio Ott 25, 2018 9:45 am

1. TITOLO:
 
1970 - CAPRICCIO/CHISSÀ...PERÒ...
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: PM 3564 # Data pubblicazione: Dicembre 1970 # ZKAS 25624 /ZKAS 25625 # Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Da "Canzonissima 70" / Distribuito da Rca Italiana - Roma
 
 
2. RECENSIONE:
 
Gianni Morandi è ancora fra i protagonisti di Canzonissima ed anche all'edizione 1970 sarà fra i favoriti. Ma questa volta la vittoria finale arriderà all'astro nascente della musica italana Massimo Ranieri con Vent'anni ed il Gianni nazionale dovrà accontentarsi della seconda posizione.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 

 
   
 
 
Edizione Speciale, vietata la vendita al pubblico
 
   
 
 
4. TRACK LIST
 
Lato A:
CAPRICCIO

 
      Lato B:
CHISSA'...PERO'...

 
     

Autori: Dario Farina, Mauro Lusini, Franco Migliacci
Orchestra: Guido e Maurizio De Angelis
Cori: Cantori Moderni di Alessandroni
 
Testo:
Te lo giuro, non l'ho fatto per dispetto
ero troppo lontano da te
come se il mio corpo non mi appartenesse
ieri sera ero fuori di me
lei non t'ha rubato niente
appartengo solo a te
se ritorno è perché t'amo più che mai

Per un capriccio non si può
far morire questo amor
rovinare un'esistenza
Sì, mi perdonerai, lo so
mi vorresti odiare ma
il tuo amore è troppo grande
Sai, lei per me non conta niente
è una goccia del mar
è un sospiro nel vento
dura solo un momento

Sono amari questi baci che ho rubato
non valeva la pena perché
il colore dei suoi occhi l'ho scordato
e il suo nome neanche lo so
ma di te nemmeno un gesto
mi potrei scordare mai
perché t'amo ogni momento come sei

Per un capriccio non si può
far morire questo amor
rovinare un'esistenza
Sì, mi perdonerai, lo so
mi vorresti odiare ma
il tuo amore è troppo grande
Sai lei per me non conta niente
è una goccia del mar
è un sospiro nel vento
ma tu sei tutto quello che ho.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Marcello Marrocchi, Franco Migliacci, Vittorio Tariciotti
Orchestra: Guido e Maurizio De Angelis

 
Testo:
Non cercare una mela sul pero
perché non c'è
ci credi o no? Chissà però...

Se un somaro si mette il pigiama
una zebra non è
ci credi o no, chissà però

C'è chi dice il mare sia nato da lacrime blu
che gli amanti perduti hanno pianto
ci credi tu?

Ma se dico che ti amo
puoi crederci davvero
è trasparente questa verità
Ora dammi la tua mano
lo senti questo cuore
batte per te, sì, per te

Una botte conobbe un bottone
e si innamorò
ci credi o no? Chissà però...

Un pinguino vestito fa hippy
vendeva il suo frac
ci credi o no? Chissà però...

C'è chi dice che il vento
che brucia questi occhi miei
il sorriso degli innamorati
ci credi o no?

Ma se dico che ti amo
puoi crederci davvero
è trasparente questa verità
Ora dammi la tua mano
lo senti questo cuore
batte per te, sì, per te

Ora vado a dormire
ti lascio ma tornerò
dormirò, sognerò
Una mela, un somaro, una botte,
un pinguino in frac
sognerò, sognerò.
 
Fonte: QUI
 
 


Ultima modifica di mauro piffero il Sab Ott 27, 2018 2:44 pm, modificato 1 volta
avatar
mauro piffero

Messaggi : 2676
Punti : 2676
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

GIANNI MORANDI: 1970 - GIANNI 7 (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Gio Ott 25, 2018 5:05 pm

1. TITOLO:
 
1970 - GIANNI 7
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: PSL 10482 # Data pubblicazione: Anno 1970 # Matrici: ZKAY 25634/ZKAY 25635 # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Realizzazione di Cesare De Natale / Copertina di Francesco Logoluso da una foto di A. Di Tullio / Tra gli autori di "Torno sulla terra" Silveer Van Holmen è erroneamente indicato come F. Van Homman / Distribuito da Rca Italiana - Roma
 
 
2. RECENSIONE:
 
Gianni 6 (1970) è il 7º album di Gianni Morandi.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 

Gianni Morandi e Caterina Caselli a "Studio Uno"



 
 
4. TRACK LIST:
 
Lato A Lato B

  • A1 CAPRICCIO
  • A2 CHE COSA C'E'
  • A3 TORNO SULLA TERRA (Fly me to the earth)
  • A4 UN POCO DI PIOGGIA
  • A5 AL BAR SI MUORE
  • A6 VAGABONDO


 
 


 
Lato A: 2
CHE COSA C'E'

 
      Lato B: 2
UN PO' DI PENA

 
     

Autori: Gino Paoli
Orchestra: Paolo Ormi
Cori: 4+4 di Nora Orlandi
 
Testo:
Che cosa c'è?
C'è che mi sono innamorato di te
c'è che ora non mi importa niente
di tutta l'altra gente
di tutta quella gente che non sei tu

Che cosa c'è?
C'è che mi sono innamorato di te
c'è che ti voglio tanto bene
e il mondo mi appartiene
il mondo mio che è fatto solo di te

Quando ti amo non posso spiegarti
non so cosa sento per te
ma se tu mi guardi negli occhi un momento
lo puoi capire anche da te

Che cosa c'è?
C'è che mi sono innamorato di te
c'è che io ora vivo bene
se solo siamo insieme
se solo ti ho vicino

Ecco che c'è
ecco che c'è.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Antonio Balducci, Gino Paoli
Orchestra: Guido e Maurizio De Angelis

 
Testo:
Se fossi almeno qualcuno
potrei odiarti e sarebbe
tanto in confronto del niente
che ora mi resta di te

Se non sapessi chi sei
forse odierei chi ti ama
ma con quel che solito
mi fanno soltanto pena

Quando sapranno sarà
come morire in un giorno
poi se ne andranno da te
senza voltarsi più indietro

Io che ti ho amato da sempre
anche se tutto sapevo
ora ti giuro che ho
di te soltanto un po' pena

La prima ruga verrà anche per il tuo viso
e allora non avrai più
niente di niente, di niente
niente di niente, di niente.
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 3
TORNO SULLA TERRA (Fly me to the earth)

 
      Lato B: 4
UNA CHE DICE SI' (Here, there and everywhere)

 
     

Autori: David McKay, Ninotristano, Silveer Van Holmen, Raymond Vincent
Orchestra: Piero Pintucci
 
Testo:
In plastiche città
nell'area gialla intorno a me
sto sprecando ormai
la vita mia senza un perchè

Ritrovo tra le mie
queste tue mani
mentre tra noi già risuona
un plastico e triste "ciao"

Torno sulla terra dove rivedrò
i campi e le città
e un cielo che è blu

Torno sulla terra
vieni insieme a me
nel vero paradiso per noi

Perciò lasciamo qui questi fantasmi dipinti in blu
questo mondo che non ha senso ormai
così sarai una donna
adesso che donna sei
no non voglio che tu diventi di plastica con me

Torno sulla terra dove rivedrò
i campi e le città
e un cielo che è blu

Torno sulla terra
vieni insieme a me
nel vero paradiso per noi

Torno sulla terra dove rivedrò
i campi e le città
e un cielo che è blu

Torno sulla terra
vieni insieme a me
nel vero paradiso per noi

Torno sulla terra dove rivedrò
i campi e le città
e un cielo che è blu
 
Fonte: QUI
     
Autori: John Lennon, Paul McCartney
Orchestra: Guido e Maurizio de Angelis
 
Testo:
Se tu non cambierai
l'amore troverai perché
sei una che dice di sì
in questo mondo che si abituò a dir di no
da sempre rimani tu.

Sei una che vive così
e ti regoli perché io lo so
hai sempre amato ma
non hai domandato mai.

Tu mi hai insegnato che sopravvivere
non è così difficile
basta avere accanto una come te
una che dice di sì
in questa terra che ormai, tu lo sai
gioca alla guerra
e non può fermarsi mai.

Se voglio vivere devo solo respirare
un pò d'ossigeno
evitare qualche amore inutile
e voglio dirti di sì.

Tu sei la donna
ormai io lo so, che sempre amerò
e che non potrò lasciar
e così tu lo vedrai
io ti dirò di sì.
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 4
UN POCO DI PIOGGIA

 
      Lato B: 5
IL CORVO IMPAZZITO

 
     

Autori: Shel Shapiro
Orchestra: Guido e Maurizio De Angelis
 
Testo:
Se mi dovessi un giorno lasciare
ricorda i tempi belli
i giorni, giorni di sole con solamente
un poco di pioggia

E se dovessi guardare indietro
guarda, guarda i tempi belli
i giorni lunghi e chiari con solamente
un poco di nebbia

Se mi dovessi lasciare, ricorda, se vuoi
le nostre mani aggrappate al cuscino del letto
e più tardi all'alba ancora tremando
ancora urlando per la voglia di amare

Se mi dovessi un giorno odiare
ricorda tutte queste cose
i giorni, giorni vissuti con solamente
un poco di pioggia

Se mi dovessi lasciare, ricorda, se vuoi
le nostre mani aggrappate al cuscino del letto
e più tardi all'alba ancora tremando
ancora urlando per la voglia di amare.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Mauro Lusini
Orchestra: Guido e Maurizio De Angelis
 
Testo:
Uscire senza ombrello e
camminare sotto a questa pioggia che
mi pulisce il cuore
lava i miei pensieri
rompe l'agonia dei giorni miei

Come un corvo impazzito
il vestito dal mio corpo toglierò
la malinconia se ne andrà via
e volerò

Pioggia, non fermarti mai
cadi giù finché tu puoi
troppo male c'è quaggiù
lava tutto quel che puoi
poi l'amico sole ci riscalderà
e l'amico vento ci guiderà
ci guiderà

Svegliarsi al mattino
e trovarti di nuovo qui vicino a me
con la pioggia negli occhi
con il sole nel cuore
con la voglia di amare dentro di noi
e guardare poi quel corvo pazzo che
gridando su nel cielo va
la sua libertà
la sua libertà

Vola e va, non ti fermar
sali in cielo più che puoi
non aver paura mai
se la pioggia incontrerai
c'è l'amico sole che ti scalderà
e l'amico vento ti guiderà
ti guiderà.
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 6
VAGABONDO

 
      Lato B: 6
PIU' VOCE CHE SILENZIO (El condor pasa)

 
     

Autori: Giulio D'Ercole, Alberto Morina, Adriano Tomassini
Orchestra: Guido e Maurizio De Angelis
 
Testo:
Quando la gente dorme, scendo giù
maglione sulle spalle nella notte blu
nel cuore una chitarra, nella mente cose strane
e sul mio volto un po’ di ingenuità

Vagabondo, vagabondo qualche santo mi guiderà
ho venduto le mie scarpe per un miglio di libertà
da soli non si vive senza amore non morirò
Vagabondo sto sognando, delirando

Le gambe van da sole
la strada sembra un fiume chissà dove andrà
neppure tu, ragazza, puoi fermare la mia corsa
negli occhi tuoi non c'è sincerità

Vagabondo, vagabondo qualche santo mi guiderà
ho venduto le mie scarpe per un miglio di libertà
da soli non si vive, senza amore non morirò
vagabondo sto sognando, delirando

Vagabondo, vagabondo qualche santo mi guiderà
ho venduto le mie scarpe per un miglio di libertà
da soli non si vive, senza amore non morirò
vagabondo sto sognando, delirando
 
Fonte: QUI
     
Autori: Petaluma, Daniel Alomia Robles
Orchestra: Piero Ormi
 
Testo:
Più voce che silenzio ascolterei
e parlerei solo con te
ma dove sei?

Più strada che foresta io sarei
camminerei pensando a te, pensando a noi
ma io non sono che un addio, uno in più
detto da te

Il sole ha avuto la sua luce
io sono al buio senza di te
senza di te

Più rabbia che sospiri proverei
pensando a te che te ne vai
ma dove vai?

Più sabbia che deserto porterei
se poi al di là trovassi te
senza di lui

Il sole ha avuto la sua luce
io sono al buio senza di te
senza di te
 
Fonte: QUI

 
 


Ultima modifica di mauro piffero il Gio Ott 25, 2018 11:49 pm, modificato 1 volta
avatar
mauro piffero

Messaggi : 2676
Punti : 2676
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

GIANNI MORANDI: 1971 - HO VISTO UN FILM/COM'E' GRANDE L'UNIVERSO (45 giri

Messaggio  mauro piffero il Gio Ott 25, 2018 8:53 pm

1. TITOLO:
 
1971 - HO VISTO UN FILM/COM'E' GRANDE L'UNIVERSO
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: PM 3592 # Data pubblicazione: Giugno 1971 # AKAS 26019/AKAS 26018 # Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Distribuito da Rca Italiana - Roma
 
 
2. RECENSIONE:
 
Non particolarmente riuscita, questa versione di Morandi della celebre Here's to you scritta da Joan Baez ed Ennio Morricone quale brano principale della suondtrack del film Sacco & Vanzetti uscito nel 1971 per la regia di Giuliano Montaldo. Il testo italiano del pezzo è dovuto alle penne di Ruggero Miti e Franco Migliacci che però, come detto, non riescono a mantenerne intatta la validità che invece era presente nella versione originale. Nettamente da preferire la canzone incisa sul secondo lato del 45 giri (anche se in alcuni passi ricorda troppo da vicino la celeberrima Diana di Paul Anka) che infatti Morandi presenterà diverse volte durante gli spettacoli televisivi del periodo.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
 
Edizione Speciale, vietata la vendita al pubblico
 
   
 
 
4. TRACK LIST
 
Lato A:
HO VISTO UN FILM

 
      Lato B:
COM'E' GRANDE L'UNIVERSO

 
     

Autori: Joan Baez, Franco Migliacci, Ruggero Miti, Ennio Morricone
Orchestra: Piero Pintucci
Cori: 4+4 di Nora Orlandi
 
Testo:
Tu vivi
cammini
lavori
guardi
parti
canti
poi viene qualcuno
e ti lega le mani e i piedi
e ti chiude la bocca
e ti chiude gli occhi

Ho visto un film Nicola e Bart
la vita di Nicola e Bart
la morte di Nicola e Bart
amo voi, Nicola e Bart.

Se morir vuol dire amare
se morir vuol dire lottar
la vostra morte la regaliam
all’uomo che uomo non è.

Queste mani per lavorar
questi occhi per guardar
questi piedi per camminar
questa bocca per cantar.

Canto a voi, Nicola e Bart
per chi odia la schiavitù
per chi ama la verità
canto forte libertà.

Con le mani non supplicherò
con i miei occhi non piangerò
con i piedi non fuggirò
con la bocca canterò.

Canto a voi, Nicola e Bart
per chi odia la schiavitù
per chi ama la verità
canto forte libertà.

Non più due, Nicola e Bart
tutti siam Nicola e Bart
tutto il mondo è Nicola e Bart
su, cantiamo libertà.

Non più due, Nicola e Bart
tutti siam Nicola e Bart
tutto il mondo è Nicola e Bart
su, cantiamo libertà

Non più due, Nicola e Bart
tutti siam Nicola e Bart
tutto il mondo è Nicola e Bart
su, cantiamo libertà.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Claudio Mattone, Franco Migliacci
Orchestra: Piero Pintucci

 
Testo:
Mi distendo qui sull'erba
e penso a niente più,
fisso gli occhi su una stella,
notte scendi giù.

A quest'ora ti rivedo sempre
accanto a me, a me
e accarezzo con la mente
quello che non c'è.

Com'è grande l'universo, adesso è tutto mio,
ma quel lampo a ciel sereno fa pensare a Dio.
Sembra voglia ricordarmi che il padrone è lui, è lui.
io gli dico "tienti tutto, sì, ma dammi lei".

Vorrei un'armonica e lei,
un poco d'amore, un poco di musica;
senti, senti quest'armonica piange,
senti, la sua voce è come un lamento.

Com'è grande l'universo, adesso è tutto mio,
ma quel lampo a ciel sereno fa pensare a Dio.
Sembra voglia ricordarmi che il padrone è lui, è lui,
io gli dico "tienti tutto, sì, ma dammi lei".

Un poco d'amore, un poco di musica e lei
Un poco d'amore, un poco di musica e lei
Un poco d'amore, un poco di musica e lei.
 
Fonte: QUI
 
 
avatar
mauro piffero

Messaggi : 2676
Punti : 2676
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

GIANNI MORANDI : 1971 - UN MONDO DI DONNE (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Gio Ott 25, 2018 11:43 pm

1. TITOLO:
 
1971 - UN MONDO DI DONNE
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: PSL 10517 # Data pubblicazione: Novembre 1971 # Matrici: AKAY 26326 / AKAY 26327 # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Devilli è lo pseudonimo di Alberto Curci / Realizzazione di Cesare De Natale
 
 
2. RECENSIONE:
 
Un mondo di donne è un album di Gianni Morandi, pubblicato nel 1971. Nei titoli sono presenti nomi femminili.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 

Ottavia Piccolo con Gianni Morandi

 
 
4. TRACK LIST:
 
Lato A Lato B



 
 


 
 
Lato A: 2
ANGELA

 
      Lato B: 2
MARIA

 
     

Autori: Luigi Tenco
Orchestra: Anthony Rutherford Mimms
 
Testo:
Angela, Angela, angelo mio
io non credevo che quella sera
sarebbe stato davvero un addio

Angela credimi
io non volevo

Angela, Angela, angelo mio
quando ti ho detto che voglio andarmene
volevo solo vederti piangere
perché mi piace farti soffrire.

Volevo farti piangere
vedere le tue lacrime
sentire che il tuo cuore
è nelle mie mani

Angela, Angela, angelo mio
ma tu stasera invece ti piangere
guardi il mio viso in un modo strano
come se fosse ormai lontano.

Ti prego, Angela, no, non andartene
non puoi lasciarmi quaggiù da solo
non è possibile che tutto ad un tratto
io posso perdere, perdere tutto.

Angela, Angela, angelo mio
Io non credevo che questa sera
sarebbe stato davvero un addio
Angela, credimi, io non volevo

Angela, Angela, angelo mio
Angela, credimi, io non volevo
Angela, Angela, angelo mio.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Leonard Bernstein, Devilli, Stephen Sondheim
Orchestra: Anthony Rutherford Mimms
 
Testo:
Maria,
regina dell'anima mia,
nessuna è come te.
La poesia sei per me.

Maria,
incanto dell'anima mia,
il nome tuo mi dà
il senso dell'eternità.

Maria,
se lo grido, risponde il mare,
se lo mormoro, è un soffio d'amore.
Maria,
che nome sublime!
Maria.

Maria,
se lo grido, risponde il mare,
se lo mormoro, è un soffio d'amore.
Maria,
che nome sublime!
Maria.
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 4
TENERAMENTE, ANNAMARIA

 
      Lato B: 3
RAFFAELLA UNA SANTA NON E'

 
     

Autori: Eugenio Rondinella, Gino Santercole
Orchestra: Anthony Rutherford Mimms
 
Testo:
Annamaria, stasera sei con me
E il passato non esiste già più
Immagini che ormai
Non vivono con noi

Teneramente stanotte sognerò
La mia nuova vita insieme a te
Ma ora, amore, no
Non dirmi nulla in più
Mi basta immaginare le parole che dirai

È come,
Come la prima volta, sai
Non ti chiedo più che cosa siamo noi
Mi basta averti qui
Ma baciami sugli occhi
E dimmi buonanotte
Così potrò sognare

Annamaria, stanotte sognerò
La mia vita nuova insieme a te
Ma ora, amore, no
Non dirmi nulla in più
Mi basta immaginare le parole che dirai

Mi basta averti qui
Se chiudo i miei occhi sfiorati dai tuoi baci
Non voglio più pensare
Mi voglio addormentare

Teneramente amore
Annamaria, amore.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Renato Pareti, Dino Sarti, Roberto Vecchion
Orchestra: Anthony Rutherford Mimms
 
Testo:
Di te si dice che sei di un collegio di quelli
dove di solito escono i gigli più belli.
Tornavi solo a Natale,
spuntavano l'ale di rara virtù.
Ma da Natale all'estate il tempo è volato,
hai cominciato dicendo che il caldo è aumentato,
"non posso mica restare per tutta la vita vestita così!".

No, Raffaella una santa non è,
Raffaella una ingenua non è,
Raffaella va bene come è,
è proprio come noi.

Raffaella una santa non è,
Raffaella una ingenua non è,
Raffaella va bene come è,
è come tutti noi.

A conti fatti
ci resta la consolazione
che il frutto cade dall'albero quando è stagione,
noi sì, l'abbiamo staccato,
perché era sprecato
maturo lassù.

No, Raffaella una santa non è,
Raffaella una ingenua non è,
Raffaella va bene come è,
è proprio come noi.

Raffaella una santa non è,
Raffaella una ingenua non è,
Raffaella va bene come è,
è come tutti noi.

Raffa, Raffa, Raffa!
Raffa, Raffa, Raffa!

No, Raffaella una santa non è,
Raffaella una ingenua non è,
Raffaella va bene come è,
è proprio come noi.

Raffaella una santa non è,
Raffaella una ingenua non è,
Raffaella va bene come è,
è come tutti noi.
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 5
BALLA LINDA

 
      Lato B: 4
TERESA

 
     

Autori: Lucio Battisti, Mogol
Orchestra: Anthony Rutherford Mimms
 
Testo:
Balla, Linda
balla come sai...
Balla, Linda, non fermarti
Balla, Linda, balla come sai

Occhi azzurri belli come i suoi
Linda forse non li hai
ridi sempre, non parli mai d'amore
però non sai mentire mai

Tu non mi lasci mai,
ti cerco e tu...
e tu ci sei...
ti cerco e tu mi dai quel che puoi
non fai come lei
no, non fai come lei
non prendi tutto quello che vuoi.

Balla, Linda
balla come sai...
Balla, Linda, non fermarti
Balla, Linda, balla come sai

Occhi azzurri belli come i suoi
Linda forse non li hai
ridi sempre, non parli mai d'amore
però non sai mentire mai

Tu non mi lasci mai,
ti cerco e tu...
e tu ci sei...
ti cerco e tu mi dai quel che puoi
non fai come lei
no, non fai come lei
non prendi tutto quello che vuoi.

Balla, Linda
balla come sai...
Balla, Linda, non fermarti
Balla, Linda, balla come sai

Balla, Linda
balla come sai...
Balla, Linda, non fermarti
Balla, Linda, balla come sai
 
Fonte: QUI
     
Autori: Sergio Endrigo
Orchestra: Anthony Rutherford Mimms
 
Testo:
Teresa,
quando ti ho dato quella rosa, rosa rossa,
mi hai detto:
“Prima di te, io non ho amato mai”.
Teresa,
quando ti ho dato il primo bacio sulla bocca,
mi hai detto:
“Adesso cosa penserai di me!”

Teresa,
non sono mica nato ieri.
Per te non sono stato il primo,
nemmeno l’ultimo,
lo sai, lo so.
Ma Teresa,
di te non penso proprio niente, proprio niente.
Mi basta restare un poco accanto a te.
Amare come sai tu non sa nessuna.
Non devo perdonarti niente.
Mi basta quello che mi dai.

Teresa,
quando ti ho dato quella rosa, rosa rossa

Mi hai detto
“Adesso cosa penserai di me!”
Teresa,
Di te non penso proprio niente.
Non devo perdonarti niente.
Mi basta quello che mi dai!
Teresa
Teresa
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 6
LA CANZONE DI MARINELLA

 
      Lato B: 6
MARINA

 
     

Autori: Fabrizio De André
Orchestra: Anthony Rutherford Mimms
 
Testo:
Questa di Marinella è la storia vera,
che scivolò nel fiume a primavera,
ma il vento che la vide così bella
dal fiume la portò sopra una stella.

Sola, senza il ricordo di un dolore,
vivevi senza il sogno di un amore,
ma un re senza corona e senza scorta
bussò tre volte, un giorno, alla tua porta.

Bianco come la luna il suo capello,
come l'amore rosso il suo mantello,
tu lo seguisti senza una ragione,
come un ragazzo segue un aquilone.

E c'era il sole e avevi gli occhi belli,
lui ti baciò le labbra ed i capelli,
c'era la luna e avevi gli occhi stanchi,
lui pose le sue mani sui tuoi fianchi.

Furono baci e furono sorrisi,
poi furono soltanto “fiordalisi”,
che videro con gli occhi nelle stelle,
fremere al vento e ai baci la tua pelle.

Dicono poi che mentre ritornavi,
nel fiume, chissà come, scivolavi
e lui che non ti volle creder morta,
bussò cent'anni ancora alla tua porta.

Questa è la tua canzone, Marinella,
che sei volata in cielo su una stella
e come tutte le più belle cose
vivesti solo un giorno, come le rose.

E come tutte le più belle cose,
vivesti solo un giorno, come le rose.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Rocco Granata
Orchestra: Anthony Rutherford Mimms
 
Testo:
Mi sono innamorato di Marina,
una ragazza mora, ma carina,
ma lei non vuol saperne del mio amore,
che cosa farò per conquistarle il cuore?

Un giorno l’ho incontrata sola sola,
il cuore mi batteva a mille all’ora,
quando le dissi: “Io ti voglio amare”,
mi diede un bacio e l’amore sbocciò.

Marina, Marina, Marina,
ti voglio al più presto sposar
(Sì, è vero).
Marina, Marina, Marina
ti voglio al più presto sposar
(Dico sul serio).

Oh mia bella mora, no, non mi lasciare,
non mi devi rovinare,
oh no, no, no, no, no.

Oh mia bella mora, no, non mi lasciare,
non mi devi rovinare,
oh no, no, no, no, no.

Mi sono innamorato di Marina,
una ragazza mora, ma carina,
ma lei non vuol saperne del mio amore,
che cosa farò per conquistarle il cuore?

Ma un giorno l’ho incontrata sola sola,
il cuore mi batteva a duemilacinquecento all’ora
(eh, sì)
Quando le dissi: “io ti voglio amare”,
(cosa disse? Cosa disse?)
mi diede un bacio e l’amore sbocciò.

Marina, Marina, Marina
ti voglio al più presto sposar
(sì, te lo dico sul serio).

Marina, Marina, Marina
ti voglio al più presto sposar
(sì, lo giuro)

Oh mia bella mora, no, non mi lasciare,
non mi devi rovinare,
oh no, no, no, no, no.

Oh mia bella mora, no, non mi lasciare,
non mi devi rovinare,
oh no, no, no, no, no.

Oh mia bella mora, no, non mi lasciare,
non mi devi rovinare,
oh no, no, no, no, no.

Oh mia bella mora, no, non mi lasciare,
non mi devi rovinare...
 
Fonte: QUI

 
 


Ultima modifica di mauro piffero il Ven Ott 26, 2018 5:45 pm, modificato 2 volte
avatar
mauro piffero

Messaggi : 2676
Punti : 2676
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

GIANNI MORANDI: 1971 - BUONANOTTE ELISA/A QUEL CONCERTO DI CHOPIN (45 giri

Messaggio  mauro piffero il Ven Ott 26, 2018 10:05 am

1. TITOLO:
 
1971 - BUONANOTTE ELISA/A QUEL CONCERTO DI CHOPIN
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: PM 3624 # Data pubblicazione: Novembre 1971 # AKAS 26254/AKAS 26255 # Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Distribuito da RCA Italiana - Roma
 
 
2. COVER:
 
   
   
 
 
Edizione speciale, vietata la vendita al pubblico
 
   
 
 
Film di Mario Cecchi Gori "IL PROVINCIALE" (1971) con Gianni Morandi e Maria Grazia Buccella
 
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
BUONANOTTE ELISA

 
      Lato B:
A QUEL CONCERTO DI CHOPIN

 
     

Autori: Amerigo Cassella, Loic Marie Cocciante
Orchestra: Anthony Rutherford Mimms

 
Testo:
Sei venuta qui vicino e mi hai detto:
“Perdono, ti ho tradito”.
In un sogno sei fuggita con un angelo biondo in Paradiso
Per un attimo soltanto hai amato e io non c'ero più.

Buonanotte Elisa
Dormi e non pensarci più
non è realtà.

Buonanotte Elisa
Ma stavolta sogna me, cara
Camminiamo insieme per il cielo
Con la vita in pugno, mano nella mano
Buonanotte Elisa, ma stanotte sogna me.

Ora stai dormendo.
Come ho fatto?
Io dovevo dirti che
l'ho incontrata l'altra sera
Non volevo tornare più da te.
Un sorriso, una carezza e tu non c'eri già più dentro me
Mi accecava il desiderio
Forse un giorno mi perdonerai.

Buonanotte Elisa
Dormi e non lo saprai mai
È meglio così.

Buonanotte Elisa
Io ti sognerò con me, cara
Ce ne andremo insieme per il cielo
Con la vita in pugno, mano nella mano.

Buonanotte Elisa
Ma stanotte sogna me
Buonanotte Elisa
Dormi e non lo saprai mai
è meglio così.

Buonanotte Elisa
Io ti sognerò con me, cara.
Ce ne andremo insieme per il cielo
con la vita in pugno, mano nella mano

Buonanotte Elisa...
 
Fonte: QUI
     
Autori: Mauro Lusini, Franco Migliacci
Orchestra: Piero Pintucci
 
Testo:
A quel concerto di Chopin
eri seduta accanto a me
suonavano i violini,
tenevi gli occhi chiusi
tu tremavi come me

Per noi la musica parlò
la mano tua , la mia cercò
tu stavi lì confusa
ed io ti chiesi scusa,
il tuo sorriso mi sfiorò
Un bacio e poi io ti amavo più di prima
ma qual concerto finì
la folla applaudì
non andare via
rimani

Se piangi al suono di Chopin
vivi d’amore come me
non puoi dimenticare per una vita intera
tu tornerai da me
Ma quel concerto finì
la folla applaudì
non andare via
rimani

Per noi la musica parlò
la mano tua la mia cercò
non puoi dimenticare
amore
quella sera
era un concerto di Chopin.
 
Fonte: QUI
 
 


Ultima modifica di mauro piffero il Sab Ott 27, 2018 3:00 pm, modificato 1 volta
avatar
mauro piffero

Messaggi : 2676
Punti : 2676
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

GIANNI MORANDI: 1972 - VADO A LAVORARE/UNA RAGAZZA DI NOME MARIAROSA (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Ven Ott 26, 2018 3:06 pm

1. TITOLO:
 
1972 - VADO A LAVORARE/UNA RAGAZZA DI NOME MARIAROSA
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: PM 3637 # Data pubblicazione: Febbraio 1972 # BKAS 26408/BKAS 26409 # Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Lato A: "Festival di Sanremo 1972" / Copertina di Francesco Logoluso / Distribuito da Rca Italiana - Roma
 
 
2. RECENSIONE:
 
Per Gianni Morandi non è un periodo facile. L'uragano della canzone impegnata dei cantautori lo travolge in pieno e presto anche il suo pubblico più fedele sembra abbandonarlo con conseguente calo vertiginoso delle copie di dischi venduti. Si tenta, allora, la carta del Festival di Sanremo al quale presenta l'orecchiabile ma mediocre Vado a lavorare. Tutto sommato la gara non va male per Gianni, visto che alla fine riuscirà a conquistare un onorabilissimo quarto posto, ma come detto, il flop arriva dalle vendite del disco che saranno molto deludenti. In realtà il singolo ha un qualche valore soprattutto grazie al brano del lato b) che viene estratto da un ottimo album (Un mondo di donne) completamente dedicato a brani che recano nel titolo un nome di donna.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
 
4. TRACK LIST
 
Lato A:
VADO A LAVORARE

 
      Lato B:
UNA RAGAZZA DI NOME MARIAROSA

 
     

Autori: Marcello Marrocchi, Franco Migliacci, Petaluma, Vittorio Tariciotti
Orchestra: Mario Vicari
 
Testo:
Ricordo che ero ancora un ragazzino,
ma come un uomo lavoravo già
La mia canzone era questa qua:

Certo, la terra costa fatica,
sempre di più, sempre di più.
Certo la terra è come una donna,
ogni stagione cambia la gonna.

Gialla d’estate,
grano maturo,
rossa d’autunno,
vino sicuro,
è verde oliva
se viene l’inverno,
a primavera si veste da sé

Vado a lavorare,
ma stasera che si fa?
Una donna chi ce l’ha?

Vado a lavorare,
ma il mio cuore dove va?
Cerca un fiore che non ha
e se è una rosa lasciatela cogliere a me.

Venne l’estate e colsi la rosa,
viva lo sposo ! Viva la sposa!
Più si fa notte e più m’innamoro,
ma quando è giorno doppio lavoro.

Lavora col sole,
lavora col vento,
si parte all’alba,
si torna al tramonto,
ma con la luna e il cielo sereno,
mi stendo sul fieno, amore, con te.

Vado a lavorare,
ma se fossi nato re,
farei festa insieme a te.

Vado a lavorare,
sono stanco, ma che fa?
Lei di notte non lo sa.

Vado a lavorare,
ma se fossi nato re,
farei festa insieme a te.

Vado a lavorare,
fuori è freddo, ma che fa?
C’è chi mi riscalderà.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Gianni Genova, Ruggero Miti, Gianni Morandi
Orchestra: Anthony Rutherford Mimms
 
Testo:
Correvo in moto un lunedì,
il vento freddo mi rapì.
In ogni strada c’era lei,
per me ballava e mi fermai.

Fanali accesi gli occhi suoi
e giallo grano i capelli suoi,
(giallo grano i capelli suoi),
era vestita di colori,
nei prati insieme a coglier i fiori,
(noi insieme a cogliere i fiori).

Una ragazza di nome Mariarosa,
erba e frumento,
capelli sciolti al vento.
Con gli occhi chiusi ripenso a lei
e no, più scordare non so.

Ora so che da soli si muore,
quanto male fa l’amore!
Mariarosa, quanto male!

L’ultimo sole, il cielo muore,
la fredda corsa per tornare,
luci lontane la città,
Mariarosa dove sarà.

La moto calda nel garage,
senza mangiare mi butto giù,
(subito mi butto giù),
nel buio vedo i suoi colori,
nei prati insieme a coglier fiori,
(noi insieme a cogliere i fiori).

Una ragazza di nome Mariarosa,
erba e frumento,
capelli sciolti al vento.
Con gli occhi chiusi ripenso a lei
e no, più scordare non so.

Ora so che da soli si muore,
quanto male fa l’amore!
Mariarosa, quanto male!

Con gli occhi chiusi ripenso a te,
Mariarosa!
Scordar non so.

Ora so che da soli si muore,
quanto male fa l’amore!
Mariarosa, quanto male!
 
Fonte: QUI
 
 


Ultima modifica di mauro piffero il Ven Ott 26, 2018 4:01 pm, modificato 1 volta
avatar
mauro piffero

Messaggi : 2676
Punti : 2676
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

GIANNI MORANDI: 1972 - PRINCIPESSA/STA ARRIVANDO FRANCESCA (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Ven Ott 26, 2018 3:58 pm

1. TITOLO:
 
1972 - PRINCIPESSA/STA ARRIVANDO FRANCESCA
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: PM 3652 # Data pubblicazione: Aprile 1972 # BKAS 26542/BKAS 26543 # Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Lato A: "Un Disco per l'Estate 1972" / Distribuito da RCA Italiana - Roma
 
 
2. COVER:
 
   
 
   
 

Gianni Morandi con Claudio Villa e Lucio Dalla nel 1972

 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
PRINCIPESSA

 
      Lato B:
STA ARRIVANDO FRANCESCA

 
     

Autori: Gianfranco Baldazzi, Sergio Bardotti, Rosalino Cellamare
Orchestra: Ruggero Cini
 
Testo:
Principessa, principessa,
c'è dolore intorno a te
sei malata di tristezza,
si domandano il perché.

Nei tuoi occhi di smeraldo
sta per spegnersi il sorriso,
l'alba di ogni nuovo giorno
fa più pallido il tuo viso.

Principessa, principessa,
so qual è la malattia,
solamente con l'amore
la potrai mandare via.

Basta correre sul prato
ed accorgerti che là
c'è un ragazzo innamorato
che il suo cuore ti darà.

Principessa, non ricordi
come ti batteva il cuore
mentre ti insegnavo
il gioco dell'amore?

Le carezze, le parole
ti facevano impazzire,
sei tornata tante volte
all'imbrunire.

Principessa, principessa,
c'è la gioia intorno a te,
sei guarita tanto in fretta,
sei guarita più di me.

Ma perché quegli occhi bassi
per rispondere al mio inchino,
quando vieni per i campi
col tuo principe vicino?
 
Fonte: QUI
     
Autori: Claudio Mattone, Franco Migliacc
Orchestra: Anthony Rutherford Mimms
 
Testo:
Sta arrivando Francesca
attraversa la piazza
ogni sguardo accarezza
la sua pelle di pesca
m'entra qui nella testa
e mi ruba i pensieri
corre nelle mie vene
il mio cuore calpesta
ma che mi sta succedendo
mi si secca la bocca
mi si piegan le gambe
mi sto innamorando

Francesca non mi ama
non mi fila per niente
dove va chi lo sa
cosa fa
Francesca, non mi arrendo
non so darmi per vinto
ho deciso che ti voglio e ti avrò

Sta arrivando Francesca
è vestita di bianco
qui davanti alla chiesa
è l'appuntamento

Sta arrivando Francesca
è vestita di bianco
qui davanti alla chiesa
è l'appuntamento.
 
Fonte: QUI
 
 


Ultima modifica di mauro piffero il Sab Ott 27, 2018 2:46 pm, modificato 1 volta
avatar
mauro piffero

Messaggi : 2676
Punti : 2676
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

GIANNI MORANDI: 1972 - PARLA PIU' PIANO/ROSABELLA (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Ven Ott 26, 2018 5:17 pm

1. TITOLO:
 
1972 - PARLA PIU' PIANO/ROSABELLA
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: PM 3663 # Data pubblicazione: Giugno 1972 # BKAS 26710/BKAS 26711 # Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Distribuito da RCA Italiana - Roma
 
 
2. COVER:
 
   
 
   
 
   
 
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
PARLA PIU' PIANO (Love theme for "THE GODFATHER")

 
      Lato B:
ROSABELLA

 
     

Autori: Gianni Boncompagni, Nino Rota
Orchestra: Piero Pintucci
Cori: Cantori Moderni di Alessandroni
 
Testo:
Parla più piano e nessuno sentirà,
il nostro amore lo viviamo io e te,
nessuno sa la verità,
neppure il cielo che ci guarda da lassù.
Insieme a te io resterò,
amore mio, sempre così

Parla più piano e vieni più vicino a me,
voglio sentire gli occhi miei dentro di te,
nessuno sa la verità,
è un grande amore e mai più grande esisterà.
Insieme a te io resterò,
Amore mio, sempre così

Parla più piano e vieni più vicino a me,
voglio sentire gli occhi miei dentro di te,
nessuno sa la verità,
è un grande amore e mai più grande esisterà.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Renato Pareti, Roberto Vecchioni
Orchestra: Anthony Rutherford Mimms

 
Testo:
Rosabella
Gioca a tira e molla
Ti dà la palla, ma per un po’.

Per un bacio vuole la caramella
Si sente bella, però, però
Se le dici “andiamo giù in campagna
A prender legna”
Lei risponde no.

Rosabella gioca a tira e molla
Ma nella stalla
Non ci viene, no.

Di che colore è l’amore?
Se dormi non lo sai
Ti basta solo guardare
Ma che paura hai?

Ma con le mani negli occhi
vedi nero e lo sai.
Di che colore è l’amore?
Ma non ti decidi mai!

Rosabella
Gioca a tira e molla
Le dai una stella
Lei ne vuole di più.

Ti promette
Ma non mantiene nulla
Ha una farfalla
Negli occhi blu.

Tira il fiato e poi si tuffa a palla
non viene a galla
nemmeno un po’.

Rosabella gioca a tira e molla
Domani forse
Per ora no.

Di che colore è l’amore?
Se dormi non lo sai.
Ti basta solo guardare
Ma che paura hai?
Con le mani negli occhi
Vedi nero e lo sai.

Di che colore è l’amore?
Ma non ti decidi mai.
Di che colore è l’amore?
Se dormi non lo sai...
Ti basta solo guardare
Ma che paura hai?
 
Fonte: QUI
 
 
avatar
mauro piffero

Messaggi : 2676
Punti : 2676
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

GIANNI MORANDI: 1972 - IL MONDO CAMBIERA'/L'OSPITE (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Ven Ott 26, 2018 8:25 pm

1. TITOLO:
 
1972 - IL MONDO CAMBIERA'/L'OSPITE
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: PM 3692 # Data pubblicazione: Dicembre 1972 # BKAS 27024/BKAS 27025 # Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Lato A: "Canzonissima 1973" / Distribuito da RCA Italiana - Roma
 
 
2. COVER:
 
   
 

 
   
 
 
Edizione speciale, servizio "JUKE BOX" vietata la vendita al pubblico
 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
IL MONDO CAMBIERA'

 
      Lato B:
L'OSPITE

 
     

Autori: Renzo Cioni, Franco Migliacci, Sante Maria Romitelli
Orchestra: Ruggero Cini
 
Testo:
Amico mio che stai
guardando intorno a te
non credi agli occhi tuoi
tu piangi e so il perché,
quel che provi tu
lo sto provando anch’io
ma non cambiare mai
ti fa paura il mondo
amico mio, coraggio
io, io piango come te

Vedrai che il mondo cambierà
le sue ferite guarirà
l’amore no, non può morire
sarebbe come dire che questa è la fine.
Vedrai, la notte finirà
e l’uomo si risveglierà
con gli occhi e il cuore di un bambino
che non può tradire mai

Se nella mente tua
nascesse qualche idea
il mondo aspetta te,
ma non cambiare mai
via via che salirai
gradino per gradino
ti sembrerò lontano
ma io sono uguale a te

Vedrai che il mondo cambierà
le sue ferite guarirà
l’amore no, non può morire
sarebbe come dire che questa è la fine.
Vedrai, la notte finirà
e l’uomo si risveglierà
con gli occhi e il cuore di un bambino
che non può tradire mai

Vedrai che il mondo cambierà
le sue ferite guarirà
l’amore no, non può morire
sarebbe come dire che questa è la fine.
Vedrai, la notte finirà vedrai
e l’uomo si risveglierà
con gli occhi e il cuore di un bambino
che non può tradire mai.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Claudio Mattone, Franco Migliacci
Orchestra: Ruggero Cini

 
Testo:
Sono qui davanti alla tua porta,
a casa tua stasera si fa festa,
al nostro amor hai detto punto e basta,
con lo champagne tu lo cancellerai.

Sorriderai ma il cuore sarà triste,
mi scorderai però non tanto presto,
la rivincita che ti riprenderai
un sapore amaro avrà,
La dolcezza del perdono dove sta?

E lasciami morire per la via,
che io ci sia o non ci sia
è lo stesso ormai per te.
Il mio corpo se ne va
ma il pensiero resta qui
prima o poi la tua risposta sarà sì.

Un ospite non puoi mandarlo via,
se c’è festa in casa tua,
lascia almeno un posto in più.
Questa sera, amore, te ne prego,
fammi salire su,
questa volta accetta un ospite in più.

Tu lo sai, lo sai quanto mi costa
stare qui, ma voglio una risposta,
son sorpreso, son deluso,
son offeso, perché tu questa sera hai
detto no a un ospite in più.

E lasciami morire per la via,
che io ci sia o non ci sia
è lo stesso ormai per te.
Il mio corpo se ne va
ma il pensiero resta qui
prima o poi la tua risposta sarà sì.

E un ospite non puoi mandarlo via,
se c’è festa in casa tua,
lascia almeno un posto in più.
Questa sera, amore, te ne prego,
fammi salire su,
questa volta accetta un ospite in più.

E lasciami morire per la via,
che io ci sia o non ci sia
è lo stesso ormai per te.
Il mio corpo se ne va
ma il pensiero resta qui
prima o poi la tua risposta sarà sì.

E un ospite non puoi mandarlo via,
se c’è festa in casa tua,
lascia almeno un posto in più.
Questa sera, amore, te ne prego,
fammi salire su,
questa volta accetta un ospite in più.
 
Fonte: QUI
 
 


Ultima modifica di mauro piffero il Dom Ott 28, 2018 5:23 pm, modificato 1 volta
avatar
mauro piffero

Messaggi : 2676
Punti : 2676
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

GIANNI MORANDI : 1972 - IL MONDO CAMBIERA' (L.P. 33½ giri)

Messaggio  mauro piffero il Sab Ott 27, 2018 12:19 am

1. TITOLO:
 
1972 - IL MONDO CAMBIERA'
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: PSL 10569 # Data pubblicazione: Anno 1972 # Matrici: BKAY 27022/BKAY 27023 # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Realizzazione di Cesare De Natale / Copertina di Pascuttini / Distribuito da Rca Italiana - Roma
 
 
2. RECENSIONE:
 
Il mondo cambiarà è un album del cantante italiano Gianni Morandi, pubblicato dall'etichetta discografica RCA nel dicembre 1972.

Il disco, prodotto da Franco Migliacci, contiene tra l'altro: Ho visto un film, cover di Here's to You presentata l'anno prima al Cantagiro; Parla più piano, versione in italiano di Speak Softly Love, colonna sonora del film Il padrino; il brano omonimo dell'album, secondo classificato a Canzonissima; Vado a lavorare, quarto al Festival di Sanremo; Un mondo d'amore, già inciso 5 anni prima.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
 
Versione streo8
 
   
 
 
4. TRACK LIST:
 
Lato A Lato B



 
 


 
Lato B: 3
VITA IN BIANCO E NERO

 
      Lato B: 2
T'ASPETTO QUI

 
     

Autori: Filippini, Miti
Orchestra: Marcello Faneschi
 
Testo:
Senza più fortuna,
vita in bianco e nero
è solo un gioco
ma come pesa
la tua partita insieme a me.

Nei tuoi occhi così freddi,
c'è già scritto il mio domani,
tu muovi il re ed è come se muovessi me
dove vuoi e come vuoi.

E tu sei qui davanti a me,
sulla scacchiera hai giocato una vita,
un altro giorno di battaglie perdute
e i miei pensieri sono nelle tue mani.

E così, ad uno ad uno,
ogni pezzo se ne va,
le speranze, i miei cavalli, via,
al galoppo insieme a te.

E le torri, le mie forze,
oramai non ci son più,
con un bacio e una promessa
la Regina uccide il re, il re.

Un'inutile partita,
la mia vita insieme a te,
a cosa serve ormai?
Hai già vinto e tu lo sai,
come vuoi, contro me.

E tu sei qui davanti a me,
sulla scacchiera hai giocato una vita,
un altro giorno di battaglie perdute
e i miei pensieri sono nelle tue mani.

E così, ad uno ad uno,
ogni pezzo se ne va,
le speranze, i miei cavalli, via,
al galoppo insieme a te.

E le torri, le mie forze,
oramai non ci son più,
con un bacio e una promessa
la Regina uccide il re, il re.

E le torri, le mie forze,
oramai non ci son più,
con un bacio e una promessa
la Regina uccide il re, il re, il re.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Farina, Miti, Lusini
Orchestra: Marcello Faneschi
 
Testo:
T’aspetto qui,
tu arriverai
stringo fiori azzurri in mano,
tu li guarderai,
in loro scoprirai il mio cielo.

Sono le sei,
tu arriverai,
correremo per le strade,
baci e carezze,
poi a ballare,
non ci stancheremo mai.

Inventerò per te
storie d’amore,
solo per te favole nuove,
insieme a te,
tutta la notte,
fra sigarette, luci e champagne
e tu sarai per me
la mia regina, insieme a te, sotto la luna,
nel paese dell’amore, sopra un petalo d’un fiore
io ti porterò.

È notte ormai,
ma tu non ci sei,
questi fiori stan morendo,
eppure so che arriverai,
domani o forse un altro giorno,
baci e carezze,
poi a ballare,
non ci stancheremo mai.

Inventerò per te
storie d’amore,
solo per te favole nuove,
insieme a te,
tutta la notte,
fra sigarette, luci e champagne
e tu sarai per me
la mia regina, insieme a te, sotto la luna,
nel paese dell’amore, sopra un petalo d’un fiore
io ti porterò.

T’aspetto qui,
tu arriverai,
domani o forse un altro giorno
e allora baci e carezze,
poi a ballare,
non ci stancheremo mai.
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 3
DICEMBRE VERSO SERA

 
      Lato A: 6
UN MONDOO D'AMORE

 
     

Autori: Filippini, Miti
Orchestra: Marcello Faneschi
 
Testo:
Due tazze di caffè
Un'ora insieme a te
I sogni son finiti sotto al treno

Ti trovo un po' più su
Da quella volta che
Sparisti dietro un angolo di strada

Cercavo gli occhi tuoi
E non capivo che
Sfioriva lentamente il nostro amor
Il nostro amor

3 dicembre verso sera
Fumo dentro al bar
Forse è meglio che io vada
No, non chiedermi il perché

Finiti i due caffè
E chiedere quant'è
Ancora il tempo di una sigaretta

Le mani in tasca
E tu che guardi sempre giù
Eppure abbiamo fatto anche all'amore

Io cerco gli occhi tuoi
Mi rendo conto che
Il tempo ha cancellato anche il dolore

3 dicembre verso sera
Fumo dentro al bar
Forse è meglio che io vada
No, non chiedermi il perché

3 dicembre verso sera
Fumo dentro al bar
Scusa tanto devo andare
No, non chiedermi il perché.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Zambrini, Migliacci, Romitelli
Orchestra: Ruggero Cini
 
Testo:
C'è un grande prato verde
dove nascono speranze
che si chiamano ragazzi,
quello è il grande prato dell'amore

Uno: non tradirli mai,
hanno vede in te.
Due: non li deludere,
credono in te.
Tre: non farli piangere,
vivono in te.
Quattro: non li abbandonare,
ti mancheranno.

Quando avrai le mani stanche e tutto lascerai,
per le cose belle
ti ringrazieranno,
soffriranno per gli errori tuoi.

E tu, ragazzo, non lo sai,
ma nei tuoi occhi c'è già lei,
ti chiederà l'amore,
ma l'amore ha i suoi comandamenti.

Uno: non tradirla mai,
ha fede in te.
Due: non la deludere,
lei crede in te.
Tre: non farla piangere,
vive per te.
Quattro: non l'abbandonare,
ti mancherà.

E la sera cercherà fra le braccia tue
tutte le promesse,
tutte le speranze,
per un mondo d'amore.
 
Fonte: QUI

 
 


Ultima modifica di mauro piffero il Lun Ott 29, 2018 12:15 pm, modificato 1 volta
avatar
mauro piffero

Messaggi : 2676
Punti : 2676
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

GIANNI MORANDI: 1973 - JACOPONE (45 giri E.P.)

Messaggio  mauro piffero il Sab Ott 27, 2018 5:20 pm

1. TITOLO:
 
1973 - JACOPONE
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: DPSL 10608 # Data pubblicazione: Anno 1973 # Matrici: CKAY 27423/CKAY 27424 # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: dallo spettacolo teatrale "jacopone" 1973 / Distribuito da Rca Italiana - Roma
 
 
2. RECENSIONE:
 
Jacopone è un album di Gianni Morandi del 1973 tratto dall'omonima commedia musicale.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 

 
   
 
 
Versione musicassetta
 

 
   
 

Gianni Morandi e Paola Pitagore in una pausa della Commedia Musicale "Jacopone" (1973)

 
 
4. TRACK LIST:
 
Lato A Lato B

  • A1 BABILONIA (I Parte)
  • A2 PIETA' COLOMBA MIA
  • A3 JACOPONE (Con P. Pitagora)
  • A4 QUEL LUNGO FILO(Con P. Pitagora)
  • A5 MISERERE MEI (Con P. Pitagora)
  • A6 PRENDI ME


  • B1 BABILONIA (II Parte)
  • B2 SOUL STRIP (Con P. Pitagora)
  • B3 VIDI CHE UN CAVALLO
  • B4 BONIFAX (Con G. Giusti)
  • B5 L'ABBANDONO
  • B6 COSI' FU E SEMPRE SARA' (Con P. Pitagora)
 
 
Lato A: 1 LA COMPAGNIA DI JACOPONE
BABILONIA (I Parte)

 
      Lato B: 1 LA COMPAGNIA DI JACOPONE
BABILONIA (II Parte)

 
     

Autori:
Orchestra: Ruggero Cini

 
Testo:
Babilani, Babilù,
Ye! Ye! Ye!

Babilonia, porta degli dei.
Ye! Ye! Ye!

Il tuo latte fu Mickey Mouse,
Superman ti civilizzò,
t’annebbiò la mente Madrake!
E per sentirti più sicuro,
mitra in mano e muso duro!

Durudò, durududò!

Mi ricordo che una notte
Era in prima linea…
Basta!
Un paesino in pieno sonno,
il nemico…
Basta, hai Rotto!
Li ho sventrati quasi tutti…
Ora basta, hai rotto, zitto!

Che cos’è la vita in terra?
Guerra, Guerra, Guerra, Guerra!
Io la trovo un gran bel gioco:
caricat…! Puntate…! Fuoco…!

Tatatatata’

Sì, bene, bravo, bis!
sì, bene, bravo, ma…
chi fa la guerra, amore non ne fa!

Sì, bene, bravo, bis!
sì, bene, bravo, ma…
c'è chi è più bravo, il massimo che c'è!

Jacopo, Jacopo, eri …
però che tenero, Jacopo, Jacopo!

Jacopo, Jacopo, vuol far la guerra ma
ma per quella guerra che fa dudududu

dudududududu…
 
Fonte: QUI
     
Autori:
Orchestra: Ruggero Cini

 
Testo:
Babilani, Babilù,
Ye! Ye! Ye!

Babilonia, casa degli dei.
Ye! Ye! Ye!

Tu che sogni con Barbarella,
che ti … zio Tom.
Anche con le mani di Mida
… sottosuolo
Perché sai che c’è il petrolio!

Durudò, durududò!

La mia vera religione
È il cemento armato…
Basta!
Sopra i pascoli le ruspe,
poi l’asfalto…
Basta, hai rotto!
Grattacieli dappertutto…
Ora basta, hai rotto, zitto!

Nella vita perché corri?
soldi, soldi, soldi, soldi!
Truffe e imbrogli qua e là,
Viva il “boom”, abbasso il “crack”!

Boom, boom, boom, boom, boom,
tatatatata’!

Sì, bene, bravo, bis!
sì, bene, bravo, ma…
quando vien giù la notte lui fa crack!

Sì, bene, bravo, bis!
sì, bene, bravo, ma…
c'è chi di notte non riposa mai!

Jacopo, Jacopo, che mostro erotico!
ma altro che sadico! Jacopo, Jacopo!

Jacopo, Jacopo, sa far gli affari ma
con quell’affare che fa dudududu!

Il mio credo è l’erotismo,
il mio nome è sesso…
Basta!
…,
Kamasutra,
basta, hai rotto!
…,
ora basta, hai rotto, zitta!

Tutto nasce dall’amplesso
sesso, sesso, sesso, sesso!

Paradiso e non l’inferno
porno, porno, porno, porno!

Du du du du du
Na na na na na!

Sì, bene, brava, bis!
sì, bene, brava, ma…
dopo l’orgasmo, dimmi, che si fa?

Sì, bene, brava, bis!
sì, bene, brava, ma…


Jacopo, Jacopo è inesauribile, è imprevedibile,
Jacopo, Jacopo!

Jacopo, Jacopo, è sempre in orbita,
stasera gravita qui

dudududududu…
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 2 GIANNI LORANDI
PIETA' COLOMBA MIA

 
      Lato B: 2 PAOLA PITAGORA
SOUL STRIP

 
     

Autori:
Orchestra: Ruggero Cini
 
Testo:
Le mura son crollate
Pugna senza vita
Babele è già caduta
Sotto le macerie i topi crepano
Ma chi nacque colomba le sue ali stenderà
In alto volerà
In alto volerà

Tu stai volando già
Colomba mia
Il mondo tuo non era il mondo mio
Chi è bianco come te
Non ha paura
E vola in alto
Vola, anima pura
Perdono, amore mio
Colomba mia
Questo cilicio ha stretto il corpo tuo
Ma le ferite che ti ho dato io
Ti han fatto assai più male
Anima pura

Le palpebre cucite
Non credevo
Ora che queste mura son cadute
Il topo fugge quando c'è la luce
Amore mio, pietà
Dammi le ali

Le palpebre cucite
Non vedevo
Marcivo nelle fogne
Mi dannavo
Amore mio, pietà
Dammi le ali
Amore mio, pietà
Voglio le ali

Amore mio, pietà
Dammi le ali
Dammi le ali
Amore mio, pietà
Dammi le ali
Voglio le ali
Amore mio, pietà
Dammi le ali
Dammi le ali
 
Fonte: QUI
     
Autori:
Orchestra: Ruggero Cini
 
Testo:
Ice cream,
pop corn,
e chewing gum
e poi, se vuoi,
chissà!
Vivo nei sogni proibiti che fai,
lasciati andare, ti va?
Io son qui per dire sempre di sì.

I sing,
I smile
For you!

I Dress,
I Play
For you!

Metti un gettone
Ed io ti darò
My heart,
my kiss,
my love!

Io ti mangerei,
ti divorerei.

Ma tu
Non vedrai mai,
Il mio dolore
Segreto sarà:
my tears,
my …,
my soul!

Ice cream,
pop corn,
e chewing gum!
Ma tu non vedrai mai,
Il mio dolore
Chi mai
Comprenderà!
my tears,
my …,
my soul!

I feel so alone!
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 3 Con PAOLA PITAGORA
JACOPONE

 
      Lato B: 3 GIANNI MORANDI
VIDI CHE UN CAVALLO

 
     

Autori:
Orchestra: Ruggero Cini
 
Testo:
Dove va, come sta
stasera siete fortunati, amici miei
aprite occhi e orecchie
perché' davanti a voi c'è
il superstar, il superman, il superplay

Jacopone da Todi è qui
a voi Jacopo, sono qui
superstar, superman, superplay
superplay

la neve scende,
l'erba brucia dentro di noi
si puo' sentire super chi non lo fu mai
un superstar un superman un superplay
Jacopone da Todi è qui
a voi Jacopo, sono qui

superman, superstar, superman.
 
Fonte: QUI
     
Autori:
Orchestra: Ruggero Cini
 
Testo:
Vidi che un cavallo
tirava un carro
dietro di sé,
vidi il suo padrone
portargli il fieno
giustizia c’è.

E poi vidi un cane
guidare il gregge
di qua e di là,
vidi il suo pastore
portargli un osso,
giustizia c’è

Vidi una colomba
covar le uova
sotto si sé
vidi il suo colombo
portargli il cibo
giustizia c’è

Vidi che nel mondo
chi sta nel giusto
giustizia avrà
e sentii l’orgoglio
di stare anch’io
nella società

Ma
ma pesante il carro
il cavallo stanco…
e stramazzò.
E il suo padrone
con il bastone
lo massacrò.

Ed il cane zoppo
nel gregge adesso
non serve più,
una bocca in meno,
una pietra in testa
ed il cane giù!

Ed un bracconiere
raggiunse il nido
e lo rovinò,
la colomba pazza
per il dolore
non ritornò.

Vidi che nel mondo
si sta nel giusto
finché ci va.
e sentii vergogna
di stare anch’io
nella società.

E mi spogliai
di quel che avevo
ricominciai
tutto da zero

Se vuoi essere grande vivi con umiltà
Se vuoi essere ricco vivi con povertà
Se vuoi essere giusto vivi con carità
Se vuoi essere saggio vivi con verità

Se vuoi amore
amore dai
comincia qui
l’eternità
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 4 PAOLA PITAGORA
QUEL LUNGO FILO

 
      Lato B: 4 GRAZIANO GIUSTI
BONIFAX

 
     

Autori:
Orchestra: Ruggero Cini
 
Testo:
Quel lungo filo
che ti scorre tra le dita
che ti nasce in fondo al cuore
vola su nell'infinito
no,
non muore sai

ritorna sulla terra
e lega un altro cuore amico
e un altro, un altro
un altro, un altro
un altro un altro
e come un tessuto
è tutto l'infinito

è un grande arazzo
che un artista, forse pazzo
sta facendo dall'inizio
fino al giorno del giudizio
anche tu
tu ci sei
ci siamo tutti quanti
con i nostri sentimenti
bene o male
bene o male
sia nel bene sia nel male
devi unirti a questo abbraccio universale.
 
Fonte: QUI
     
Autori:
Orchestra: Ruggero Cini
 
Testo:
Grande giubilo,
si glorifichi:
UBER ALLES BONIFAX!

I poteri miei
Non falliscono mai:


Con i mezzi miei catartici
L’animale muterà,
si trasformerà
e rinascerà
una nuova umanità!

Grande giubilo,
si glorifichi:
UBER ALLES BONIFAX!

I nemici miei
Non vivranno mai:
ORA E SEMPRE …

Ora il lupo si fa pecora
E nel gregge mio verrà,
lana morbida,
… tenero
Al pastore porterà.

… non fa storia
Né cambiarla potrà,
né cambiarla potrà!

La miseria non conosce gloria,
ricchezza e nobiltà!

Grande giubilo,
si glorifichi:
UBER ALLES BONIFAX!

Grande giubilo,
si glorifichi:
UBER ALLES BONIFAX!

I nemici miei
Non vivranno mai:
ORA E SEMPRE …

Bruciate ogni altra fantasia,
la scienza è un’eresia
che non piace a Dio
perché solo mia
è l’infallibilità!

Grande giubilo,
si glorifichi:
UBER ALLES BONIFAX!

Grande giubilo,
si glorifichi:
UBER ALLES BONIFAX!

I nemici miei
Non vivranno mai:
ORA E SEMPRE …

Bruciate ogni altra fantasia,
la scienza è un’eresia
che non piace a Dio
perché solo mia
è l’infallibilità!

… non fa storia
Né cambiarla potrà,
né cambiarla potrà!

La miseria non conosce gloria,
ricchezza e nobiltà!
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 5 Con PAOLA PITAGORA
MISERERE MEI

 
      Lato B: 5 GIANNI MORANDI
L'ABBANDONO

 
     

Autori:
Orchestra: Ruggero Cini
 
Testo:
"Madre dell’amore,
madre del dolore.
Suda sangue questo corpo”
Miserere mei
“Voglio lacrimare fino a consumare,
a bruciare gli occhi miei”.
Miserere mei.
“Lasciami soffrire prima di morire,
senza fretta spegni me”.
Miserere mei
Miserere mei, Miserere mei.
Miserere, Miserere, Miserere mei.

“Amore, amore
stai lasciando il nido.
La vita è il primo salto fino al ramo.
Dopo la morte avrai spiccato il volo.
L’eternità è azzurra come il cielo.
“Sposa dell’amore,
sposa del dolore.
Suda sangue questo corpo”.
Miserere mei.
“Voglio lacrimare fino a consumare,
a bruciare gli occhi miei.
Miserere mei
“Lasciami soffrire prima di morire,
senza fretta spegni me.”
Miserere mei, Miserere mei.
Miserere mei.
Miserere, Miserere, Miserere mei.
Miserere mei, Miserere mei.
Miserere, Miserere, Miserere mei.
 
Fonte: QUI
     
Autori:
Orchestra: Ruggero Cini
 
Testo:
Come stenta il sole a nascere stamane
sembra che non voglia mai venire su
e magari venisse giù
perché questo è un giorno triste
questo è il giorno delle delusioni
l'uomo vive solo e non lo sa

dove siete amici miei
io vivo e sto morendo
io non vedo il sole eppure so che c'è
è buio intorno a me

dura un giorno la felicità
il dolore un’eternità

le mie mani han seminato
il campo è vuoto
le parole mi son morte sulle labbra
io parlavo e sono muto
io vedevo il sole cieco
per tre volte il gallo ha già cantato
l'uomo vive solo e non lo sa

dove siete amici miei
io vivo e sto morendo
io non vedo il sole eppure so che c'è
è buio intorno a me

dura un giorno la felicità
il dolore un’eternità

dura un giorno la felicità
il dolore un’eternità

dura un giorno la felicità
il dolore un’eternità.
 
Fonte: QUI

 
Lato A: 6 GIANNI MORANDI
PRENDI ME

 
      Lato B: 6 Con PAOLA PITAGORA
COSI' FU E SEMPRE SARA'

 
     

Autori:
Orchestra: Ruggero Cini
 
Testo:
Lui è in te
adesso Lui è in me
Lui è in ognuno di noi
Lui vive in noi
Lui è in te
adesso Lui è in me

Lui è in ognuno di noi
Lui vive in noi
Lui è in chi nasce ed in chi muore
nella pietra e nel fiore
Lui vive in noi

Lui non è come S.Cristoforo
come l'autostrada mangiamacchine
dove le lamiere si contorcono
e famiglie intere bruciano

Lui non c'è
Lui non c'è
Lui non c'è

non è con Santa Barbara
sugli incrociatori quando sparano
nei paesi poveri
dove gli ideali si consumano

Lui non c'è
Lui non c'è

Tu che puoi salvarmi
Tu che sai
dammi forza
senza di te mi perderei

prendi me prendi me
guida il mio cammino e verrò
 
Fonte: QUI
     
Autori:
Orchestra: Ruggero Cini
 
Testo:
Così fu, così sia
E così sarà per sempre
Per l'eternità
Polvere
E polvere ritornerai
Notte , tenebre
Il tuo tempo è già finito ormai
Le tue parole, il tuo soffrire
Son come le preghiere
E Dio nell'uomo le raccoglierà

Tu che hai vissuto mille volte adesso sai
Che Babilonia può crollare, non gli dei
Un superman, un superstar, un superfly
Non sei

Tu sei soltanto un uomo
E così sia e così sempre sarà

Così fu, così sia
E così sarà per sempre
Per l'eternità
Polvere che nel deserto si disperderà
Tu che hai vissuto mille volte adesso sai
Che Babilonia può crollare, non gli dei
Un superman, un superstar, un superfly
Non sei
Tu sei soltanto un uomo
Ma forse un uomo vale molto più
 
Fonte: QUI

 
Lato A 7: Esegue RUGGERO CINI e la sua Orchestra
CHRISTIAN CIRCUS

 

Orchestra: Ruggero Cini
 
 
 


Ultima modifica di mauro piffero il Mar Ott 30, 2018 4:33 pm, modificato 2 volte
avatar
mauro piffero

Messaggi : 2676
Punti : 2676
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

GIANNI MORANDI: 1973 - VIDI CHE UN CAVALLO/PRENDI ME (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Dom Ott 28, 2018 6:45 pm

1. TITOLO:
 
1973 - VIDI CHE UN CAVALLO/PRENDI ME
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: PM 3729 # Data pubblicazione: Ottobre 1973 # CKAS 27430/CKAS 27431 # Genere: Pop # Supporto: Vinile 45 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.) # Facciate: 2

Note: Dall'opera moderna "Jacopone" / Distribuito da RCA Italiana - Roma
 
 
2. COVER:
 
   
 

 

Una scena della Commedia Musicale "Jacopone" (1973)

 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
VIDI CHE UN CAVALLO

 
      Lato B:
PRENDI ME

 
     

 
Testo:
     
 
Testo:
 
 
 


Ultima modifica di mauro piffero il Mer Ott 31, 2018 12:15 pm, modificato 1 volta
avatar
mauro piffero

Messaggi : 2676
Punti : 2676
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 75
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GIANNI MORANDI - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

Italia Canora :: MUSICA LEGGERA :: 
CANTANTI/GRUPPI ANNI' 60
 :: GIANNI MORANDI

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum