Ci "aiuti" a crescere?
Ti ringrazio in anticipo per il tuo




________________________________________

DIVENTA COLLABORATORE!

Italia Canora è in continua crescita e sempre alla ricerca di collaboratori che desiderano partecipare a questo grandioso progetto.

Aiuta Italia Canora a cercare materiale come cover, videoclip testi e quant'altro occorre per inserire le discografie dei nostri grandi artisti italiani!

Se sei appassionato di musica potresti dedicarti ad inserire il tuo artista preferito con delle semplici linee guida.

Lasciami un messaggio (in chat oppure in alto su Messages), ti contatterò quanto prima!

________________________________________






________________________________________



Caricamento video...
AFFILIAZIONI - SITI - BLOG
e FORUM

LaFavolaBlu


Progetto Musico Sognante Italiano
La fiaba del mare della Musica Italiana
ed Internazionale


____________________________


Nonsolosuoni




Un sogno
fatto di musica!


______________________


_____________________




_____________________



Estatica è l'enciclopedia di musica italiana, internazionale e cultura.

Discografie, recensioni, interviste, monografie, live report, video, ebooks


_____________________




________________________



________________________



________________________

Chi è online?
In totale ci sono 29 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 29 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 321 il Dom Gen 14, 2018 7:53 pm





__________________________________

Ti piace il nostro Portale??
Allora votaci cliccando su questo bottone ... Grazie!!

migliori siti


www.italiacanora.net


Grazie a voi abbiamo vinto questi AWARD
nella classifica di NET-PARADE


Uno dei più belli
In classificasito internet
In classifica
Sito d'argento
DISCLAIMER
Tutte le copertine, testi e video presenti su questo forum sono solo per uso informativo e di intrattenimento.
Puoi scaricare e stampare la copertina se possiedi l'originale e hai bisogno di rimpiazzarla.
Tutto cio' che puo' essere considerato legale, dipende dalle leggi sul copyright del tuo paese di residenza. Non è nostra intenzione infrangere Copyright per cui, se ciò dovesse accadere, prego gli interessati a scrivere agl'amministratori i quali provvederanno alla rimozione immediata o a citare la fonte, se richiesto.
Lo Staff di ItaliaCanora.net non è responsabile dell'utilizzo e di eventuali danni a cose o persone causati dal materiale presente in questo forum, inoltre si tiene a precisare che tutto ciò che è presente in questo forum vi è stato messo in assoluta buona fede e senza alcuno scopo di lucro.
Traduttore - Translater
METEO ITALIA OGGI

Partner

creare un forum



Motori ricerca

Segnala il tuo sito nella directory

http://www.wikio.it

Cerrrca.com la ricerca con tre rrr


LICENZA
Licenza Creative Commons

Quest'opera è distribuita con Licenza
Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.

PATTY PRAVO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)

Italia Canora :: MUSICA LEGGERA :: 
CANTANTI/GRUPPI ANNI' 60
 :: PATTY PRAVO

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Andare in basso

PATTY PRAVO: 1973 - PAZZA IDEA/MORIRE TRA LE VIOLE (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Lun Apr 16, 2018 5:34 pm

1. TITOLO:
 
1973 - PAZZA IDEA/MORIRE TRA LE VIOLE
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: PM 3709 # Data pubblicazione: Aprile 1973 # Matrici: CKAS 27206/CKAS 27207 # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.)# Facciate: 2
 
Note: Gepi è lo pseudonimo di Giampiero Scalamogna / Distribuito da RCA Italiana - Roma
 
 
2. RECENSIONE:
 
Pazza idea/Morire tra le viole è il 18° singolo di Patty Pravo pubblicato nell'estate dell'anno 1973, dalla casa discografica RCA.

Il disco
Per Pazza idea la RCA impiega costosissime tecniche di arrangiamento e mette a disposizione alcuni dei suoi più promettenti autori, fra cui un giovane Riccardo Cocciante. Preceduto da una grande campagna pubblicitaria, il 45 giri di Pazza idea debutta nella classifica dei singoli più venduti direttamente al terzo posto nella settimana del 7 luglio 1973, e sale in vetta alla classifica il 25 agosto, scalzando dalla vetta Perché ti amo de I Camaleonti, che manteneva la prima posizione da quasi due mesi.

Il singolo di Patty Pravo rimarrà al primo posto della hit parade per ben nove settimane, uscendo dalla top ten soltanto a novembre e vendendo complessivamente oltre un milione di copie. Alla fine dell'anno, il singolo risulterà essere il secondo più venduto, secondo soltanto a Crocodile Rock di Elton John. Il successo del brano trascina al primo posto anche l'album omonimo.

Pazza idea
Pazza idea è un brano musicale scritto da Cesare Gigli e Paolo Dossena per il testo e da Maurizio Monti e Giovanni Ullu per la musica, ed interpretato da Patty Pravo. Il singolo fu uno dei maggiori successi commerciali e discografici della cantante, oltre che uno dei suoi pezzi più celebri; inserito fra l'altro in uno dei suoi album di maggior successo, l'omonimo Pazza idea

Il brano fu proposto a Patty Pravo molti mesi prima che la cantante decidesse effettivamente di registrarla[1]. La Pravo, infatti, aveva in quel periodo lavorato con la Philips Records.

Cover ed altre versioni
La canzone è stata registrata in diverse lingue e pubblicata in altrettanti paesi dalla stessa Patty Pravo: in tedesco con il titolo Was für ein Tag, in spagnolo con il titolo Una locura e Loca idea e in inglese con il titolo Crazy Idea.

In sloveno ne è stata pubblicata una versione da Elda Viler con il titolo Nora je misel.

Nel 1976 ne è stata registrata una versione in olandese dal titolo Laat me alleen il cui testo è stato scritto da Gerrit den Braber sulla melodia italiana e interpretata da Rita Hovink.

Nel 1987 ne è stata registrata una cover da Iva Zanicchi, inserita nel suo album Care colleghe; un album che contiene cover di vari brani di grandi artiste italiane.

Nel 1997 ne è stata registrata ancora una versione in olandese dal titolo Laat me alleen , con le stesse parole scritte da Gerrit den Braber e interpretata dal gruppo belga-fiammingo Mama's Jasje. Questa versione ha raggiunto il secondo posto nelle classifiche dei dischi più venduti in Belgio.

Nel 2012 il cantante Al Bano la incide in spagnolo con il titolo Una locura per il suo CD Canta Italia presentato in Spagna.

Morire tra le viole
Morire tra le viole è una cover del brano omonimo pubblicato lo stesso anno (1973) dall'autore Maurizio Monti, interpretato da Patty Pravo e inserito in uno dei suoi album di maggior successo: Pazza idea.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
 
Edizione Speciale servizio "JUKE BOX"
 
   
 
 
4. TRACK LIST
 
Lato A:
PAZZA IDEA

 
      Lato B:
MORIRE TRA LE VIOLE

 
     

Autori: Paolo Dossena, Maurizio Monti, Giovanni Ullu

 
Testo:
Se immagino che tu sei qui con me
sto male, lo sai!
Voglio illudermi di riaverti ancora
com'era un anno fa.

Io stasera insieme ad un altro
e tu sarai forse a ridere di me
della mia gelosia che non passa pi?,
ormai non passa pi?.

Pazza idea di far l'amore con lui
pensando di stare ancora insieme a te!
Folle, folle, folle idea di averti qui
mentre chiudo gli occhi e sono tua.

Pazza idea, io che sorrido a lui
sognando di stare a piangere con te.
Folle, folle, folle idea sentirti mio
se io chiudo gli occhi vedo te.

Tu guidavi mentre io ubriaca di gelosia
continuavo a chiedere.
E poi mi hai detto: "Senti camminiamo",
Siamo scesi in fretta ma restati li...

In silenzio soli, io ti ho stretto, stretto a me.
La tua giacca sul mio viso
mi hai detto: "Basta amore,
sono stanco, lo vuoi tu?"

Pazza idea... etc.

Finale:

Pazza idea stare qui con lui
ma poi vedere solo te.
Immaginare... vorrei...
Vorrei te!

Pazza idea...

 
Fonte: QUI
     
Autori: Maurizio Monti

 
Testo:
Sotto il sole, col vestito leggero
che un vento caldo mi stringeva più addosso
forte respirai, col mio piccolo seno
le mie mani pronte e gli occhi chiusi senza più paura

Tanto bella
da concedersi all'amore
un amore sotto il sole
e morire tra le viole
e morire tra le viole

Nella nebbia, io ti vedo arrivare
fuori c'è freddo, sei stanco e seccato
entri in casa ed io sto mangiando una mela
ti sorrido e dico: "Amore, domani è primavera"

Tanto bella
da fermare quel momento
un amore sotto il sole
e morire tra le viole
e morire tra le viole
 
Fonte: QUI
 
 
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1677
Punti : 1677
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

PATTY PRAVO: 1972 - PAZZA IDEA (L.P. 33½ Giri - MC - Stereo8)

Messaggio  mauro piffero il Lun Apr 16, 2018 7:59 pm

1. TITOLO:
 
1973 - PAZZA IDEA
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: DPSL 10591 # Data pubblicazione: Aprile 1973 # Matrici: CKAY 27152/CKAY 27153 # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Fotografie di Arpad Kerstez / Ristampato nel 1975 con diverso numero di catalogo (PSL 10591), identica matrice e copertina a busta chiusa / Distribuito da RCA Italiana - Roma
 
 
2. RECENSIONE:
 
Pazza idea è l'8º album di Patty Pravo, pubblicato dalla casa discografica RCA Italiana, il 30 aprile 1973.

Il disco
Alla fine del 1972, Patty Pravo ritorna alla RCA Italiana dopo l'intensa esperienza Philips con tre album in cui si era cimentata con un repertorio tanto difficile quanto interessante.

I suoi più stretti collaboratori dell'epoca, Maurizio Monti e Giovanni Ullu, sulle corde e sulla personalità di Nicoletta compongono la hit Pazza idea, uno dei maggiori successi della cantante, in vetta alle classifiche, come anche l'album, per quasi tutto il 1973, diventando il successo dell'estate.

Prodotto da Paolo Dossena ed eseguito, come in album precedenti della Pravo, dal gruppo dei Cyan, ex Cyan Three (o Cyan 3), è un album di notevole fattura, comprendente brani quali Poesia di Marco Luberti, Amerigo Paolo Casella e Riccardo Cocciante, Limpidi pensieri di Mario Lusini e I giardini di Kensington, versione italiana di Walk on the wild side di Lou Reed.

In definitiva, il ritorno discografico della Pravo alla RCA Italiana risulta felicissimo.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER di: PAZZA IDEA (LP oltre a MC e Stereo8)
 
   
 

 

 

 

 
   
 
 
 
Versione musicassetta
 



 
 
 
Versione stereo 8
 
   
 
 
 
4. TRACK LIST di: PAZZA IDEA
 
Lato A Lato B



  • B1 SONO COSA TUA
  • B2 PER SIMPATIA
  • B3 I GIARDINI DI KENSINGTON (Walk on the wild side)
  • B4 LIMPIDI PENSIERI
 


 
 
Lato B: 1
SONO COSA TUA

 
      Lato B: 2
PER SIMPATIA

 
     

Autori: Maurizio Monti
Orchestra: Paolo Dossena
 
Testo:
Non credo all'amore puro
nemmeno a un amico sincero
o al profilo delicato
sono cosa tua.
Io che agli occhi degli altri
so di essere perfetta
non faccio obiezioni
non parlo, ti ascolto
dipendo da te

Io che non parlo mai d'amore.
Io non sorrido quasi mai.
Mi crolla il mondo credi amore mio,
se cambia il tempo ed io non sto con te.
Tu che fai tutto bene amore.
Tu che non sbagli quasi mai.
Mi sento male, credi amore mio,
se s'alza il vento ed io non sto con te.

Mi vedo ancora più bella
ma sono la stessa di sempre
e ti sto parlando seria,
sono cosa tua.
Io che adoro di caldo
e ti sto così vicino
che aspetti a toccarmi,
lo sento ch'è giusto,
dipendo da te

Io che non parlo mai d'amore.
Io non sorrido quasi mai.
Mi crolla il mondo credi amore mio,
se cambia il tempo ed io non sto con te.
Tu che fai tutto bene amore.
Tu che non sbagli quasi mai.
Mi sento male, credi amore mio,
se s'alza il vento ed io non sto con te.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Paolo Dossena, Maurizio Monti, Olimpio Petrossi, Tony Ranno
Orchestra: Paolo Dossena
 
Testo:
Mi piaci piaci tu,
mi piaci piaci tu,
mi piaci piaci tu…

E' per simpatia che ti ho dato un bacio
la prima volta che io ti ho incontrato.
Ed è soltanto per simpatia
che il giorno dopo qui a casa mia
ti ho detto: "Fermo! Non andar via
rimani insieme a me,
rimani insieme a me,
rimani insieme a me…"

E questa simpatia, una su cento,
è un soffia di allegria, un soffio di vento
E' un bel sorriso nato così
all'improvviso, come non so
ma certamente diventerà
un sentimento grande
che poi difficilmente si spegnerà
e dolcemente si chiamerà
l'amore amore mio
amore amore mio
amore amore mio

E' un bel sorriso nato così
all'improvviso, come non so
ma certamente diventerà
un sentimento grande
che poi difficilmente si spegnerà
e dolcemente si chiamerà
amore amore mio
amore amore mio
amore amore mio.
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 3
POESIA

 
      Lato B: 3
I GIARDINI DI KENSINGTON (Walk on the wild side)

 
     

Autori: Paolo Amerigo Cassella, Riccardo Cocciante, Marco Luberti
Orchestra: Paolo Dossena
 
Testo:
Poesia poesia
sembra che non ci sia
poi ritorni per caso
a quand'eri bambina
e tu
tu correvi cantando
sorridevi per niente
e potevi volare
e tutto questo era
poesia.

Poesia poesia
sembra che non ci sia
poi ti prende la mano
e ti porta lontano
con lui
e non sei più bambina
non sorridi per niente
scopri di essere donna
e tutto questo è
poesia.

Poesia poesia
sembra che non ci sia
poi ti svegli una notte
e vorresti parlare
con lui.
Ti dovresti spiegare
e non sai cosa dire
che è finito l'amore
ma in fondo anche questo
è poesia.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Paolo Dossena, Maurizio Monti, Lou Reed
Orchestra: Paolo Dossena
 
Testo:
Peter con le mani voli via
eri nato uomo e adesso più non vuoi
la tua casa lascia e poi scegli un mondo di poesia
sei tu Peter? Tu che a Kensington vivi?
Peter.tu che a Kensington vivi? Tu

Trovi lì i fiori e le fate
in barca lungo la corrente vai
con le canne un flauto fai suoni come il grande Pan
sei tu Peter? Tu che a Kensington giochi?
tu Peter, tu che a Kensington suoni?
Suona ancora così...
tu tu tu tu tu tu tu tu tu tu

E laggiù un giorno chiederai
che vuoi rivedere la tua casa
le lunghe feste così gli addii le gite in barca
tu perdi tempo Peter, tu che a Kensington resti?
Oh Peter tu che a Kensington resti? Tu

Dalla finestra chiusa guardi tu
e al tuo posto un bambino adesso c'è,
troppo tardi Peter Pan tu capisci tu lo sai ora piangi
Peter tu che a Kensington torni?
oh si Peter tu che a Kensington torni? Tu

Magica gioia tu dai,
dolce mio rimpianto dove sei,
nei giardini a Kensington un bambino eterno c'è
sei tu Peter? Tu che a Kensington vivi?
oooh tu Peter... tu che a Kensington suoni?
suona ancora così...
tu tu tu tu tu tu tu tu tu tu tu tu tu tu
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 4
PER GIOCO PER AMORE

 
      Lato B: 4
LIMPIDI PENSIERI

 
     

Autori: Paolo Amerigo Cassella, Michel Colombier, Marco Luberti
Orchestra: Paolo Dossena
 
Testo:
Chissà perché ora sto sorridendo

e recito ma nessuno sa.

Serve una lacrima lo so la troverò

se il riflettore guarderò.

Se la gente applaude

tutto bene così

la vita mia resta mia

solo mia


Non sono io quella che sta cantando

è la mia voce senza me

Posso nascondere i miei sentimenti,

nessuno se ne accorgerà

Se la gente applaude

tutto bene così

io resto mia, solo mia

solo mia

Credi di fingere

ora stai piangendo davvero

ti sembra fatta per te la tua vita

e sei felice se tu puoi dare di più

sempre di più
 
Fonte: QUI
     
Autori: Paolo Dossena, Dario Farina, Mauro Lusini, Adriano
Orchestra: Paolo Dossena
 
Testo:
Mani forti le tue mani
e i tuoi limpidi pensieri
mi fai morire
non te ne andare
non te ne andare
non mi lasciare mai

non te ne andare
non mi lasciare
non mi lasciare più

Amanti come noi sai
non ne ho visti mai
io sto qui con la paura
tu la cosa mia più bella
ti stai perdendo
non mi lasciare
non te ne andare
non te ne andare mai

non te ne andare
non mi lasciare
non mi lasciare

non te ne andare
non te ne andare
non mi lasciare mai

non te ne andare
non mi lasciare
non mi lasciare mai

non te ne andare
non te ne andare
non mi lasciare mai
 
Fonte: QUI
 

 
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1677
Punti : 1677
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

PATTY PRAVO: 1974 - COME UN PIERROT/LA VALIGIA BLU (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Lun Apr 16, 2018 9:29 pm

1. TITOLO:
 
1974 - COME UN PIERROT/LA VALIGIA BLU
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: TPBO 1036 # Data pubblicazione: Giugno 1974 # Matrici: DKAS 27748/DKAS 27749 # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.)# Facciate: 2
 
Note: Distribuito da RCA Italiana - Roma
 
 
2. RECENSIONE:
 
Come un Pierrot/La valigia blu è il 19° 45 giri di Patty Pravo, pubblicato nel 1974 dalla casa discografica RCA.

Il disco
Il singolo ebbe un discreto successo, raggiunse l'ottava posizione della hit-parade e risultò il 72° più venduto del 1974.

Come un Pierrot
Come un Pierrot è una canzone scritta da Maurizio Monti e Giovanni Ullu e arrangiata da Luis Enriquez Bacalov.

Alla Pravo non piacque più di tanto; infatti, per la promozione dell'album, scelse il brano La valigia blu, appartenente al lato B del 45 giri:

« Faceva talmente schifo quel pezzo, che pensavo che quelli della "RCA" lo buttassero via, anche se poi alla gente piacque. »

Scartando a priori, e per ovvi motivi, l'idea di partenza, ovvero Quale signora.

Il brano fu incluso nell'album Mai una signora.

Cover
Nel 1974 il cantante Ivan Graziani, ne incise una cover solo strumentale (in cui suona la chitarra), che incluse nel suo terzo album Tato Tomaso's Guitars.

La valigia blu
La valigia blu è stata scritta da Maurizio Monti e Giovanni Ullu.

Il brano fu incluso nell'album Mai una signora e utilizzato come promozionale per lo stesso.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
   
 
 
Edizioni Speciali: vietata la vendita
 
   
 
   
 
   
 
 
4. TRACK LIST
 
Lato A:
COME UN PIERROT

 
      Lato B:
LA VALIGIA BLU

 
     

Autori: Maurizio Monti, Giovanni Ullu
Orchestra: Luis Enriquez Bacalov
 
Testo:
Non mi conosci
Su questo amore mio
Non giochi niente anche se direi che niente tu certo non sei
E'vero,è vero amore mio che la vita è questa e noi non la cambieremo più
E del resto perché mai?
Come un Pierrot pantaloni e casacca li ho bianchi e un po' larghi e il collare di carta vorrei
Come un Pierrot il mio cappello e bottoni son neri e la fibbia alle scarpe ce l'ho
Come un Pierrot certi giorni mi vedo la faccia imbiancata ma certo farina non è
Come un Pierrot ho lo sguardo indifeso di chi senza amore si perde lo sai
Cpme un Pierrot io mi posso provare di nuovo a farti sorridere amore se vuoi
Come un Pierrot se sei tu che lo chiedi io salto io danzo mi muovo soltanto per te
Come un Pierrot una lacrima un riso
non conosci di questa mia felicità
Ma in amore di me cerchi sempre,
te ne vai ma poi ritorni sempre e continua la vita con te
Evviva questo mondo evviva te
Evviva il nostro amore mi ci metto anch'io in fondo siamo in due ma una volta tanto vorrei che fossi tu a dirmelo vorrei
 
Fonte: QUI
     
Autori: Maurizio Monti, Giovanni Ulluo
Orchestra: Luis Enriquez Bacalov
 
Testo:
La valigia blu non l'ho certo
dimenticata la porto via con me
la valigia blu per le scale
non pesa niente che giornata sara'
la valigia blu sono in strada e
ricomincia la raccolta
quante cose da prendere
ogni giorno ce n'e' di piu'
quanta gente vedo intorno a me
quanti cuori senza piu' padrone
e sorrisi no
i sorrisi gia' da tempo
non li trovo piu' no
la valigia blu un bambino si porta un
cesto ch'e' grosso come lui
non ci penso piu' rubo il pianto ch'e
spento in gola lui mi guarda e fa ciao
ma non sapro' mai se gli ho tolto
la malinconia per sempre
la valigia blu c'e' nell'aria
l'odore forte della pioggia che verra'
e c'e' un uomo li' che ha bisogno di un
po' di sole se non vuole andar via
rubo qualche nuvola e col sole
ho in regalo una collana
cambio strada ma gia' so che
io di diverso niente trovero'
e continuero' a rubare tristezze
solo a chi mi lascia ma certo
solo a chi mi lascia portarle via
la valigia blu c'e' una donna che
sta in silenzio aspettando chi pero'
forse non verra' rubo tutta
la sua paura di non vivere piu'
lei mi guarda e poi mi fa un
sorriso e finalmente torna a casa sua
la valigia blu e quel bambino
mi ha guardato e poi mi ha detto ciao
la valigia blu quell'uomo li'
mi ha regalato una collana
la valigia blu non l'ho certo
dimenticata la porto via con me
forse riusciro' a ritrovar sorrisi
con la mia valigia blu
la valigia blu la valigia blu
la valigia blu la valigia blu
la valigia blu ritrovero'
sorrisi con la mia valigia blu
ritrovero' sorrisi
con la mia valigia blu
(Instrumental)
 
Fonte: QUI
 
 


Ultima modifica di mauro piffero il Mar Apr 17, 2018 3:55 pm, modificato 2 volte
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1677
Punti : 1677
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

PATTY PRAVO: 1974 - MAI UNA SIGNORA (L.P. 33½ Giri + MC e Stereo8)

Messaggio  mauro piffero il Mar Apr 17, 2018 12:07 pm

1. TITOLO:
 
1974 - MAI UNA SIGNORA
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: TPL1 1051 # Data pubblicazione: Aprile 1974 # Matrici: DKAY 27746/DKAY 27746 # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Copertina apribile a libretto con fotografie dell'artista e dei musicisti - Fotografie di Lucky / Le prime stampe dell'album contengono un inserto con i testi delle canzoni / Registrato da Leandro Leandri e Paolo Venditti - Mixato da Paolo Venditti / Distribuito da RCA Italiana - Roma
 
 
2. RECENSIONE:
 
Mai una signora è il 9º album di Patty Pravo, pubblicato dalla casa discografica RCA Italiana nell'aprile 1974. Tutti i brani sono firmati da Maurizio Monti per i testi e Giovanni Ullu per le musiche.

Il disco
Sull'onda del successo di Pazza idea, la Pravo continuò a collaborare con gli autori Maurizio Monti e Giovanni Ullu, realizzando un album che, anche se meno venduto del precedente, raggiunse il primo posto delle hit parade nella primavera del 1974, mantenendo la posizione per due mesi e risultando il terzo album più venduto dell'anno.

La canzone Un amore assoluto, previsto con il titolo di Athena e testo in inglese, venne modificato ed inciso in lingua italiana, perdendo probabilmente parte del suo carisma.

Il brano d'apertura Quale signora venne bandito dalle radio perché dedicato ad argomenti delicati come quelli della maternità e della pillola anticoncezionale, anche se venne inserito nei juke-box, ed al suo posto, per la promozione dell'album venne scelto La valigia blu.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER di: MAI UNA SIGNORA (LP oltre a MC e Stereo8)
 
   
 

 
   
 
 
Edizione fuori commercio
 
   
 

 
 
Versione musicassetta
 

 

 

 
 
Versione stereo 8
 

 
 
 
4. TRACK LIST di: MAI UNA SIGNORA
 
Lato A Lato B



  • B1 COME UN PIERROT
  • B2 CAREZZE TUTTI I GIORNI
  • B3 LA PRIGIONIERA
  • B4 QUASI MAGIA
 


 
 
Lato A: 1
QUALE SIGNORA!

 
      Lato B: 2
CAREZZE TUTTI I GIORNI

 
     

Autori: Maurizio Monti, Giovanni Ullu
Orchestra: Luis Enriquez Bacalov
 
Testo:
Che signora, solo io così!
Non capisci che non voglio!
Come fai, come fai?
Sono sveglia, sono stanca già
non mi va mai di alzarmi
resto a letto e penso a te.
Con niente addosso poi,
su un cuscino blu,
con lo smalto che si asciuga
quanta noia!
Che ore sono ormai?
I bambini sai li adoro io,
tu fai finta sempre di niente
ma sei tu che non vuoi.

Ma quale signora!
non dirmi più così!
Quale signora!
Non voglio più i tuoi si
e certo nemmeno più te.
Sporca signora
mi ha fatto e non mi va
e non sopporto questa inutilità
nemmeno una volta di più.

E vedo questa casa tua che affonda
che affonda
in un fiume d’ambra
sotto gli occhi della gente.
e anche far l’amore,
oggi insieme a te
è un miracolo ogni volta
tu lo sai, tu lo sai.
Da due giorni
non la prendo più
non sarò nemmeno vuota
ma più donna questo si.

Ma quale signora!
non dirmi più così!
Quale signora!
Non voglio più i tuoi si
e certo nemmeno più te.
Sporca signora
non sono più così!
E posso ancora sedermi al sole io,
bruciando il ricordo di te.

Che signora, sono io così!
non capisci che non voglio?
Come fai, come fai?
 
Fonte: QUI
     
Autori: Maurizio Monti, Giovanni Ullu
Orchestra: Luis Enriquez Bacalov
 
Testo:
Carezze tutti i giorni
al modo di pensare
di chi seduto al sole
fa sogni rosa e bianchi.
Carezze tutti i giorni
le sento solo io
le sento solo io.

Ed è così quando sto con te
ed è così quando sto con lui
ed è così quando sto con lei
vai,vai,chiudi gli occhi è bello!
Prendi un fiore e mangialo se vuoi!

Mi credo fuori e invece
ho più ragione io
che sto con la poesia
del cuore e dell’amore.
Carezze tutti i giorni
le sento solo io
le sento solo io.

Ed è così quando sto con te
ed è così quando sto con lui
ed è così quando sto con lei
vai,vai,chiudi gli occhi è bello!
Corri nudo al mare o dove vuoi!

Pupazzo in bianco e nero,
signora di nessuno,
però sopravvissuta
a queste verità.
Carezze tutti i giorni
le sento solo io
le sento solo io.

Ed è così quando sto con te
ed è così quando sto con lui
ed è così quando sto con lei
vai,vai,chiudi gli occhi è bello!
Scegli un cielo e vola quando vuoi!
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 3
AUTOBUS

 
      Lato B: 3
LA PRIGIONIERA

 
     

Autori: Maurizio Monti, Giovanni Ullu
Orchestra: Luis Enriquez Bacalov
 
Testo:
SI, LUI MI GUARDA GIA’ DA UN PO’,
ME NE SONO ACCORTA, MA NON DICE NIENTE
E TUTTO SEMBRA BELLO SULL’AUTOBUS PIENO DI OMBRELLI COLORATI
MI GUARDA, MI GUARDA, LO SO, CON GENTILE INSISTENZA
E GLI VENDEREI ANCH’IO GLI OCCHI, MA NON POSSO,
PERCIO’ ASPETTO CHE PARLI LUI
FINGENDO DI GUARDARE PERPLESSA LA PIOGGIA SUI VETRI

E LA GENTE STA SCENDENDO NELLA PIOGGIA MA
NON SAPRA’ MAI DI NOI
LA GENTE STA SCENDENDO NELLA PIOGGIA MA
NON SAPRA’ MAI DI NOI

E C’E INTANTO, SEDUTA PIU’ IN LA’,
UNA DONNA PIU’ BELLA
ED E’ IMPOSSIBILE NON GUARDARE LEI,
MA LUI NON LO FA, NON LO FA
UN SORRISO LIEVE A ME, SOLO A ME
POI MI SFIORA E SE NE VA.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Maurizio Monti, Giovanni Ullu
Orchestra: Luis Enriquez Bacalov
 
Testo:
AMICO MIO, LA FACCIA SUL PRATO,
LA RABBIA NEGLI OCCHI, I PUGNI SERRATI,
HAI SCELTO IL GIORNO PER FARTI VALERE.

AMICO MIO, VICINO A TE
C’E L’UOMO, IN PIEDI, CHE TI HA BATTUTO,
CHE GRIDA INTORNO “LASCIATEMI QUESTA PER ME”

C’E LA FESTA PER LA VITTORIA,
LA PRIGIONIERA ECCOLA QUI.

MI VEDI ADDORMENTATA, LEGATA AD UNA QUERCIA,
LE GAMBE NUDE AGLI ALTRI
CHE FANNO GUARDIA ATTENTA;
HAI SENTITO CHE GRIDAVO, SEI CORSO CONTRO TUTTI,
LA FORZA DI MORIRE, MORIRE PER AMORE.

ADESSO INVENTO CASTELLI INCANTATI,
TIRANNI AFFAMATI DI BELLE DONNE,
CHI SI CONCEDE AVRA’ GROSSI ONORI.

IN MEZZO A TUTTE, CI SONO IO,
I MIEI RAPITORI SCELGONO ME,
E TU IN CATENE NON PUOI PIU’ FAR NIENTE.

C’E LA FESTA ALLA PIU’ BELLA,
LI’ NEL CORTILE DAVANTI A TE.

E CORRE VERSO IL LARGO LA NAVE DEI MERCANTI
VENUTI DA ALTRI MARI, LE FACCE DURE AL SOLE,
TI CHIEDONO TESORI PER NON TENERMI LI’,
E TU CHE PUOI PAGARE SOLTANTO CON LA VITA

AMICO MIO, NON SOLO NEI SOGNI
CERCO IL TUO AIUTO, NON SOLO NEI SOGNI
LA VITA E’ QUELLA CHE IO NON VORREI.

E QUESTE MIE, MIE FANTASIE
LE VIVO OGNI GIORNO, C’E SEMPRE QUALCUNO
DISPOSTO A FARE PROFITTO DI ME

GRAZIE AMICO, GRAZIE LO STESSO,
ANCHE PERCHE’ NON CHIEDI MAI.

I MIEI FANTASMI E’ VERO, RITORNANO OGNI VOLTA,
MA IO NON MI DIFENDO, LI LASCIO AVVICINARE,
E TU AMICO MIO NON VINCI QUASI MAI,
NON VINCI MA TI BATTI SE TOCCANO IL TUO AMORE.
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 4
UN AMORE ASSOLUTO

 
      Lato B: 4
QUASI MAGIA

 
     

Autori: Maurizio Monti, Giovanni Ullu
Orchestra: Luis Enriquez Bacalov
 
Testo:
Ho visto lui,un giorno senza lei
un cervo, e un fuoco alto ormai,
ho visto lui, un giorno senza lei
un fiume, e un fuoco spento ormai.
La storia è solo qui
nel pianto di un pastore
nel giorno che muore…

“Che faresti per me,d’importante?”
un mattino su un prato fiorente
“Vado nella foresta e mi uccido”
“Non lo dire più,ti prego,non lo dire!”
E un amore assoluto li aveva.

Ho visto lei,un giorno senza lui
un grido,e una lunga corsa ormai,
ho visto lei,un giorno senza lui
il mare,e un lungo abbraccio ormai.
La storia è solo qui
un gesto per candore
nel giorno che muore…

“Dov’è andato,sapete il mio amore?”
trafelata chiedeva al pastore
“Corri al mare e lo trovi, bambina,
non restare qui, ti prego, non restare!”
E un amore assoluto li aveva.

“Corri al mare e lo trovi, bambina,
sopra un letto di foglie ha dormito
sopra l’acqua del fiume ha sognato
non restare qui,ma corri,non restare!”

“Che faresti per me,d’importante?”
un mattino su un prato fiorente
“Vado nella foresta e mi uccido”
“Non lo dire più,ti prego,non lo dire!”.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Maurizio Monti, Giovanni Ullu
Orchestra: Luis Enriquez Bacalov
 
Testo:
Io passo di qui due volte al giorno, non l'ho mai visto, sta disegnando un angelo in terra
mille colori per la città

e subito il mare
nascosta dietro un'ora di luglio
vedo i riflessi azzurro notte del mare, il mare col sole ad oriente

e vorrei fermarmi qui, non so quanto, ma vorrei, e poi ridere, e poi piangere
oh! quasi magia! un colore e un po' di vita mia
oh! quasi magia! pensieri in festa, il cuore ringrazia, e tu che sai, che lo sai e mi vuoi, mi vuoi

poi, un altro volo, altri ritorni sulla collina sposata al verde della speranza di chi fa uguale amare o morire

oh! quasi magia! un colore e un po' di vita mia
oh! quasi magia! un'avventura o un'illusione ogni volta
e tu che sarai?, amore, non lo so, non lo so

poi in una stanza
"sono arrivata da un altro mondo, poggio il vestito sopra quel chiodo?
non risparmiarmi che' fa già caldo"
e viene il tramonto
la mia difesa è appesa al muro, sotto una vera ovazione di foglie al vento caldo di questa estate
 
Fonte: QUI
 

 


Ultima modifica di mauro piffero il Mar Apr 17, 2018 2:29 pm, modificato 1 volta
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1677
Punti : 1677
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

PATTY PRAVO: 1975 - INCONTRO/MERCATO DEI FIORI (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Mar Apr 17, 2018 2:02 pm

1. TITOLO:
 
1975 - INCONTRO/MERCATO DEI FIORI
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: TPBO 1137 # Data pubblicazione: Maggio 1975 # Matrici: EKAS 28512/EKAS 28513 # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.)# Facciate: 2
 
Note: Gepy & Gepy e Sergepy sono pseudonimi di Giampiero Scalamogna / Distribuito da RCA Italiana - Roma
 
 
2. RECENSIONE:
 
Incontro/Mercato dei fiori è il 20° 45 giri di Patty Pravo, pubblicato nel 1975 dalla casa discografica RCA.

Il disco
Il singolo ebbe un discreto successo. Arrivò alla sesta posizione della top ten e risultò il 28° più venduto dell'anno 1975.

Incontro
Incontro è una canzone scritta da Sergepy (Giampiero Scalamogna), Sergio Bardotti e Maurizio Fabrizio. Gli arrangiamenti sono di Toto Torquati.

Un brano fuori dai canoni standard della cantante; Incontro, infatti, è un brano per metà cantato e per metà recitato. Con questo, Patty Pravo tornò ad essere la regina dell'estate.

Il brano fu scelto, oltre che per essere stampato su singolo, anche per dare il titolo al lavoro discografico in uscita, intitolato anch'esso Incontro.

Cover
Nel 1978 la cantante Ednita Nazario ne incise una cover dal titolo Encuentro, in lingua spagnola, che inserì nel suo album Mujer Sola.

Mercato dei fiori
Mercato dei fiori è stato scritto e musicato da Francesco De Gregori.

Il brano fu incluso nell'album Incontro.

Cover
Sempre nel 1975, lo stesso De Gregori ne registrò una propria versione, con titolo leggermente differente (Al mercato dei fiori), che non fu mai pubblicata.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
   
 
 
Edizione Speciale: servizio "JUKE BOX"
 
   
 
 
 
4. TRACK LIST
 
Lato A:
INCONTRO

 
      Lato B:
MERCATO DEI FIORI

 
     

Autori: Sergio Bardotti, Maurizio Fabrizio, Sergepy
Orchestra: Toto Torquati
 
Testo:
Ti ricordi il nostro incontro..
quella sera io non ho conosciuto te..
ho conosciuto la tua dolcezza,
la tua timidezza,
la tua solitudine..
il tuo silenzio…
pensavo di avere solo il mio corpo da darti
e che tu volessi solo quello,
ma tu volevi molto di piu’….
volevi essere libero
e volevi che anch’io fossi libera..
libera tua..
tu lo chiamavi amore.
.io ti dicevo sempre..mm…non esiste
sarebbe troppo bello!
Tu mi guardavi,
sorridevi, tacevi..
e piano piano non so perche cominciai a spogliarmi..
dentro x te….
lentamente cadevano le mie idee stupide,
le mie paure,
le mie diffidenze
e insieme al mio corpo tu abbracciavi la mia volontà,
le mie emozioni,
la mia anima e per la prima volta
ho abbassato gli occhi e sono arrossita davanti ad un uomo…
poi… soli noiii…. timidi noi…liberi noii…
fuori di noiii…dentro di me…amanti noiii…
poi pazzi di noiii…assurdi noiii…
noi senza corpo.. peccatori noi…
schiavi di noi.. angeli… noii…
ed e’ per questo che mi sembra tutto cosi assurdo adesso!
certo non e molto’ bello vederti raccogliere tutta la tua roba
e cercare di scappare via come un ladro…
io non ti trattengo vedi,
mi hai insegnato tu ad essere libera…
ed adesso voglio che anche tu sia libero…
puoi portare via tutto di teeee ma il nostro incontro l’hai lasciato quiii…
dentro di meee…dentro di…
 
Fonte: QUI
     
Autori: Francesco De Gregori
Orchestra: Toto Torquati
 
Testo:
Cammino per un attimo negli occhi,
negli occhi del mattino,
una donna che passa e che cerca lo sguardo e dice:
“Fate l’amore, l’amore”…è l’amore.
E’ l’amore che fa parlare le donne al mercato dei fiori.
Non nascondere il cuore(x2).
Tu mi hai seguito come un bimbo,
con pochi soldi in tasca e tutto un mondo da comprare…
perdere la testa nel profumo dei garofani,
rispondo a un tuo sorriso
e a farti un cenno con la mano sotto gli occhi.
E il mattino ha seguito l’usanza,
era già mezzoggiorno…
al caffé caffellatte, campane,
una rosa per lui, poi se vuoi,
poi se vuoi ti presento…ai miei gatti.
E’ l’amore che fa cantare le donne al mercato dei fiori.
Non nascondere il cuore.
Vuoi essere uno che dipinge le strade,
marciapiedi celesti e portoni rosati…
aspettare il tramonto per tentare una gara…
voglio essere una, voglio essere quella,
che ti sveglia alle dieci.
E’ l’amore che fa cantare le donne al mercato dei fiori.
Non nascondere il cuore (x2).
 
Fonte: QUI
 
 


Ultima modifica di mauro piffero il Mar Apr 17, 2018 3:58 pm, modificato 1 volta
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1677
Punti : 1677
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

PATTY PRAVO: 1975 - INCONTRO (L.P. 33½ Giri + MC e Stereo8)

Messaggio  mauro piffero il Mar Apr 17, 2018 3:31 pm

1. TITOLO:
 
1975 - INCONTRO
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: TPL1 1148 # Data pubblicazione: Maggio 1975 # Matrici: EKAY 28476/EKAY 28477 # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Realizzazione di Rodolfo "Foffo" Bianchi / Distribuito da RCA Italiana - Roma
 
 
2. RECENSIONE:
 
Incontro è il 10º album di Patty Pravo, pubblicato dalla casa discografica RCA Italiana il 22 maggio 1975.

Il disco
Dopo l'exploit di Pazza idea ed il successo dell'anno precedente di La valigia blu, come singolo di lancio dell'album si scelse Incontro, un brano fuori dei canoni abituali della cantante.

Per questo album, la Pravo ha scelto musica di cantautori con cui aveva già avuto occasione di lavorare: Francesco De Gregori (Mercato dei fiori), Antonello Venditti (Le tue mani su di me), Sergio Bardotti, Bruno Lauzi (Roberto e l'aquilone) e Riccardo Del Turco (Io grande io piccola) e autori come Carla Vistarini (Eppure è amore, Questo amore sbagliato) e Luigi Lopez.

Realizzato in 3 giorni ed una notte, è probabilmente l'album di Patty Pravo che ha richiesto il minor tempo di realizzazione
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER di: INCONTRO (LP oltre a MC e Stereo8)
 
   
 
   
 

 
 
Versione musicassetta
 

 

 

 
 
Versione stereo 8
 
   
 
 
 
4. TRACK LIST di: ICONTRO
 
Lato A Lato B



  • B1 IO GRANDE IO PICCOLA
  • B2 ROBERTO E L'AQUILONE
  • B3 COME UN PONTE SULL'ACQUA CHE VA (Can't get it out of my head)
  • B4 EPPURE E' AMORE
  • B5 LE TUE MANI SU DI ME
 


 
 
Lato B: 1
IO GRANDE IO PICCOLA

 
      Lato B: 2
ROBERTO E L'AQUILONE

 
     

Autori: Sergio Bardotti, R. Bianchi, Riccardo Del Turco, Sergepy
Orchestra: Toto Torquati
 
Testo:
io grande io piccola
quella che tu vedi
e sono l’immagine dei tuoi desideri
mi fai sentire grande quando
sento il tuo respiro stanco su di me
ma piccola so farmi quando sveglio
la forza che c’è in te
tu sai sognarmi come vuoi
sai volermi come vuoi
sai toccarmi come vuoi
ah! sono sempre solo io che sa
nascere per te
ogni volta un’altra volta
per te per te per te
io grande io piccola
lascia che ti parli
il nostro amore è fatto di silenzi
io grande nel mistero del tuo bene
io piccola in fondo agli occhi tuoi
tu gridi per coprire
un mio silenzio
io penso per sentirti mio
tu sai sognarmi come vuoi
sai volermi come vuoi
sai toccarmi come vuoi
ah! sono sempre solo io che sa
nascere per te
ogni volta un’altra volta
per te per te per te
 
Fonte: QUI
     
Autori: Silvano D'Auria, Bruno Lauzi, Alberto Lucarelli
Orchestra: Toto Torquati
 
Testo:
Le luci dell’alba annunciavano il sole
un uomo volava col suo aquilone
e Roberto lo guardava dentro il cielo lo seguiva
seguiva il triangolo verde e arancione
che in mezzo alle nuvole si dondolava
e Roberto si chiedeva
se quell’uomo lo vedeva
ed ecco il sole incendiava tutto il resto
e portava via con sé
il buio che nel cuore c’è
e Roberto con la sua malinconica follia
pensando a te
come ubriaco di gioventù
la sua età non ricordava più
e gli obblighi aveva un giorno
ragazzo con la sua fantasia
in compagnia di una di voi
ma il suo sole era già a sud
troppo forte anche per lui
che sotto un velo a pancia in giù
inseguiva scarabei
i suoi diavoli i suoi dei
pensando a te
l’uomo cadendo col suo aquilone
scomparve nel bosco con schianto di rami
e Roberto lo guardava e al suolo
lo seguiva e nella notte
poi torno’ il sole dall’est
e portava via con sé il buio che nel cuore c’è
ma Roberto era piu’ in là
perso nell’eternità
pensando a te
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 3
QUESTO AMORE SBAGLIATO

 
      Lato B: 3
COME UN PONTE SULL'ACQUA CHE VA (Can't get it out of my head)

 
     

Autori: Luigi Lopez, Carla Vistarini
Orchestra: Toto Torquati
 
Testo:
La tua stanza i tuoi giochi
di bambino annoiato
giornali a fumetti
il tuo mondo vietato
quanto tempo è passato
da che vivo con te
ma a che cosa è servito
non sai niente di me
e affrontare un discorso
tante volte l’ho fatto
tu mi ascolti sempre
divertito e distratto
ma stasera ho capito
questo amore è sbagliato
scrivi sulle pareti
i tuoi voli sperduti
fantasie di poeta
stanco dei suoi peccati
non mi parli di niente
di reale o vicino
e offri i sogni più strani
la mia mente trascini
e la vita va avanti
senza mai cambiamenti
non li senti i giorni
oppure non li conti
e stasera ti grido
questo amore è sbagliato
tutto un tratto mi dici
fatti bella che usciamo
come sempre i problemi
vuoi tenerli lontani
a che serve pensare
che dovrei dirti no
che dovrei ribellarmi
se poi farlo non so
e stasera si gioca
come sempre del resto
agli amanti felici
un gioco che detesto
eppure vedrai starò con te lo stesso
anche se l’ho capito
questo amore è sbagliato
 
Fonte: QUI
     
Autori: Sergio Bardotti, Jeff Lynne, Sergepy
Orchestra: Toto Torquati
 
Testo:
Notte che si sveglia
giorno che si addormenta
l’infinito è sempre lì
tra un ricordo e un desiderio

e io che guardo scorrere via
e io che guardo scorrere via
tutto quello che viene e verrà
come un ponte sull’acqua che va

oggi come finti
dimmi che mi vuoi ti voglio
e forse non vorrei
tra i ricordi
su una sponda solo io
sull’altra
cio’ che è stato mio
e io che guardo scorrere via
e io che guardo scorrere via
tutto quello che viene e verrà
come un ponte sull’acqua che va
che va

e io che guardo scorrere via
e io che guardo scorrere via
tutto quello che viene e verrà
come un ponte sull’acqua che va
che va che va
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 4
STELLA CADENTE

 
      Lato B: 4
EPPURE E' AMORE

 
     

Autori: Mario Cantini, Antonio Coggio, Franca Evangelisti
Orchestra: Toto Torquati
 
Testo:
E’ quasi l’alba, le scarpe in mano
tu, piano ti accosti a me
come un ladro sei tu
che hai rubato metà di me
il meglio ch’era mio
nel letto accanto a te…
Ma che donna sono io?
Pesa, mio Dio, l’ombra del passato…

Quando un tempo non davi mai segni d’indifferenza
eri tu che tentavi il mio corpo, dolce impazienza…
E ingoiare pian piano l’amore che è già vinto…
Quando mi torni in mente
ti vedo laggiù, la mia Stella Cadente

Quel ch’è stato non c’è più
lo so io e lo sai anche tu
Qul ch’è stato non c’è più
e cambia il colore al mondo
e soffia su un fuoco spento e non tornerà…

Come un ladro sei tu
che hai rubato metà di me
il meglio ch’era mio
nel letto accanto a te…
Ma che donna sono io?
Pesa, mio Dio, l’ombra del passato…

Quel ch’è stato non c’è più
lo so io e lo sai anche tu
Quel ch’è stato non c’è più…
 
Fonte: QUI
     
Autori: R. Bianchi, Riccardo Del Turco, Carla Vistarini
Orchestra: Toto Torquati
 
Testo:
Telefonare a te
ma se c’è lei
lasciar cadere giù
perché non puoi
eppure è amore
passare a casa tua
guardare se
la luce è accesa
e puoi venire via
eppure è amore
mentre sei con lei
sola qui
le invidio il tempo
in piu’ che le dai
odio le sue mani
odio che di notte
ti chiami

odio che s’illuda
d’essere la sola
ancora

un attimo per noi
domani avrai
momenti che mi dai
rubati a lei
eppure è amore
io mi accorgo che
la colpa è mia
sbagliare insieme a te
l’ho scelto io
eppure è amore
mentre sei con lei
sola qui
le invidio il tempo
in piu’ che le dai
odio le sue mani
odio che di notte
ti chiami

odio che s’illuda
d’essere la sola
ancora

odio le sue mani
odio che di notte
ti chiami

odio che s’illuda
d’essere la sola
ancora
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 5
RISPONDI (Mandy)

 
      Lato B: 5
LE TUE MANI SU DI ME

 
     

Autori: Sergio Bardotti, Scott English, Richard Kerr, Cristiano Minellono, Sergepy
Orchestra: Toto Torquati
 
Testo:
La mia vita adesso è
pioggia fredda su di me
l’ombra di una donna che sembra di vetro
piange ma non sa fuggire il tempo
e domani è un giorno in più
altra gente incontrerò
e ritroverò in tutti quegli occhi
la stessa vita che avevi negli occhi

rispondi
dove sei con chi vai
chi si prende la mia voglia di te

rispondi
io non so non lo so cosa perdo
se ho già perso anche te

rispondi

ho creduto troppo in me
e ho pensato poco a noi
prigioniera io del mio domani
il tempo che va via mi vuota le mani

rispondi
dove sei con chi vai
chi si prende la mia voglia di te

rispondi
io non so non lo so cosa perdo
se ho già perso anche te

io non so non lo so cosa perdo
se ho già perso anche te
rispondi
ieri è un giorno che non ha mattino
lascia su di me il tuo profumo

rispondi
dove sei con chi vai
chi si prende la mia voglia di te

rispondi
io non so non lo so cosa perdo
se ho già perso anche te

rispondi
dove sei con chi vai
chi si prende la mia voglia di te

rispondi
io non so non lo so cosa perdo
se ho già perso anche te

rispondi
 
Fonte: QUI
     
Autori: Antonello Venditti
Orchestra: Tuto Torquati
 
Testo:
Le tue mani su di me
è difficile chiamarti amore
quando basta aprire una finestra per capire
un'altra verità
le tue mani su di me
è difficile chiamarti amore
quando il mondo sta vivendo sul tuo corpo innamorato
la sua vanità
una foglia stupida
cade a caso sull'asfalto e se ne va
una fabbrica occupata sulle nuvole
e un fucile che rimpiange Waterloo
un bambino che domanda come è nato
si risponde sorridendo che lo sa
il bicchiere di cristallo sta cadendo
non amarmi, non amarti non ti riuscirà.
Le tue mani su di me
è difficile chiamarti amore
quando basta aprire una finestra per capire
un'altra verità
le tue mani su di me
è difficile chiamarti amore
quando il mondo sta vivendo sul tuo corpo innamorato
la sua vanità
una foglia stupida
cade a caso sull'asfalto e se ne va
una fabbrica occupata sulle nuvole
e un fucile che rimpiange Waterloo
un bambino che domanda come è nato
si risponde sorridendo che lo sa
il bicchiere di cristallo sta cadendo
non amarmi, non amarti non ti riuscirà.
 
Fonte: QUI
 

 


Ultima modifica di mauro piffero il Mar Apr 17, 2018 9:41 pm, modificato 1 volta
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1677
Punti : 1677
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

PATTY PRAVO: 1976 - TANTO/IO TI VENDEREI (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Mar Apr 17, 2018 5:38 pm

1. TITOLO:
 
1976 - TANTO/IO TI VENDEREI
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: TPBO 1186 # Data pubblicazione: 1976 # Matrici: FKAS 28848/FKAS 28849 # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.)# Facciate: 2
 
Note: Distribuito da RCA Italiana - Roma
 
 
2. RECENSIONE:
 
Tanto/Io ti venderei è il 21º 45 giri di Patty Pravo, pubblicato nel 1976 dalla casa discografica RCA.

Il disco

Tanto
Scritta da Riccardo Del Turco e Alessandro Bencini, fu scelta come singolo di lancio del nuovo album di Patty Pravo, a cui venne dato lo stesso titolo. L'arrangiamento è di Vangelis.

Io ti venderei
Scritta da Lucio Battisti e Mogol, e incisa per l'album Tanto, con arrangiamento di Vangelis. Un mese dopo, uscì l'album di Lucio Battisti dal titolo Lucio Battisti, la batteria, il contrabbasso, eccetera comprendente la versione originale del brano.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
 
Edizione Speciale: servizio "JUKE BOX"
 
   
 
 
 
4. TRACK LIST
 
Lato A:
TANTO

 
      Lato B:
IO TI VENDEREI

 
     

Autori: Alessandro Bencini, Riccardo Del Turco
Orchestra: Vangelis
 
Testo:
Sono io che sto sbagliando
hai ragione tu
forse in questa vita si più avere di più
si può avere di più
Tanto verde
tanto oro
tanto fuoco
tanto adesso
tanto tanto
tanto di tutto

Sono io che sto sbagliando
hai, ragione tu
forse in questa vita si può avere di più

Tanto deserto
tanto rimpianto
tanto lontano
tanto sale
tanto poco
tanto di niente

Ma sono io che sto sbagliando
hai ragione tu
sconosciuto e nudo adesso ci sei tu
so che mi darai
Tanto verde
tanto oro
tanto fuoco
tanto adesso
tanto tanto
tanto di tutto
tanto di tutto

Tanto deserto
tanto rimpianto
tanto lontano
tanto sale
tanto poco
tanto di niente
tanto tanto
 
Fonte: QUI
     
Autori: Lucio Battisti, Mogol
Orchestra: Vangelis
 
Testo:
Io ti venderei
io ti venderei
se potessi farlo
con un'altra donna
ti baratterei ...
... e invece
io padre
fratello
amico profondo sarò;
paure
sbagliate
commedie già date rivivrò
ah! sopra i mari d'Africa
ah! la mia vela Atlantica
la stessa
che hai in mente tu
stupida
Io ti venderei
io ti venderei
e mai più problemi senza soluzione io mi creerei
... e invece
io resto
sul molo
a guardare
Lo sfondo del mare più in là
e affido
ai gabbiani
i paesi lontani
e il profumo di una vita che non sarà
ah! L'Oceano Pacifico
ah! la mia vela candida
la stessa
che hai in mente tu
stupida
 
Fonte: QUI
 
 
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1677
Punti : 1677
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

PATTY PRAVO: 1976 - TANTO (L.P. 33½ Giri - MC e Stereo8)

Messaggio  mauro piffero il Mar Apr 17, 2018 7:21 pm

1. TITOLO:
 
1976 - TANTO
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: TPL1 1195 # Data pubblicazione: 1976 # Matrici: FKAY 28846/FKAY 28847 # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Realizzazione di Rodolfo "Foffo" Bianchi / Distribuito da RCA Italiana - Roma
 
 
2. RECENSIONE:
 
Tanto è l'11º album di Patty Pravo, pubblicato dalla casa discografica RCA Italiana il 12 aprile 1976.

Il disco
Registrato nei Nemos Studios di Londra con l'apporto di musicisti locali, fra cui Paul Jeffery, è prodotto da Vangelis su musica di nuovi talenti come Pino Mango, che in seguito verrà lanciato in proprio, del cantautore genovese Piero Darini, di autori come Carla Vistarini e Luigi Lopez. Include Io ti venderei, di Lucio Battisti e Mogol, Dove andranno i nostri fiori, la versione italiana di Where Have All the Flowers Gone? di Pete Seeger, ed E io cammino, cover del brano Evil Woman del gruppo Electric Light Orchestra. Uno dei migliori brani che vennero esclusi dall'album fu Un treno in più, pubblicato poi nel 2005, incompleto nell'arrangiamento, in una raccolta intitolata Canzoni stupende. La canzone, che originariamente si intitolava Spazio, è stata incisa sul finire del 1975 poco prima della messa in onda italiana del telefilm Spazio 1999 nel 1976, contrariamente a quello che si crede, cioè incisa nel 1974.

In seguito a quest'esperienza, Patty Pravo si unisce a Paul Jeffery e si trasferisce provvisoriamente negli Stati Uniti
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER di: TANTO (LP oltre a MC e Stereo8)
 
   
 
   
 

 
 
Versione musicassetta
 

 

 
 
Versione stereo 8
 
   
 
 
 
4. TRACK LIST di: TANTO
 
Lato A Lato B

  • A1 TANTO
  • A2 PER TE CHE MI APRI L'UNIVERSO
  • A3 IO TI VENDEREI
  • A4 LA MIA STAGIONE IN PIU'
  • A5 ASSURDO


  • B1 LE CICALE
  • B2 PER AMARTI D'AMORE
  • B3 E IO CAMMINO (Evil woman)
  • B4 DOVE ANDRANNO I NOSTRI FIORI (Where have all the flowers gone)
  • B5 ERI LA MIA POESIA
 


 
 
Lato B: 1
LE CICALE

 
      Lato A: 2
PER TE CHE MI APRI L'UNIVERSO

 
     

Autori: Luigi Lopez, Carla Vistarini
Orchestra: English Chamber Choir
 
Testo:
Con la calzamaglia in piedi sulle punte resterò
e leggera poi m’inchinerò
breve è il passo di un’addio.
Lieve come un fiore
la mano sul tuo viso scorrerà
e l’ultima canzone tenterà
un sorriso e sarò ancora io.

Una donna che libera va via
lascia dietro se
anche troppe verità
lacrime d’allegria.
Se m’hai creduta tua
con la fantasia
forse ho giocato un pò
eri la mia poesia
eri la mia poesia.

Una sigaretta
non l’hai stretta tra le dita tue
torno quella che ero tempo fa
un pensiero complice a metà.

Una donna che libera va via
lascia dietro se
anche troppe verità
lacrime d’allegria.
Se m’hai creduta tua
con la fantasia
forse ho giocato un pò
eri la mia poesia….

….Che libera va via
lascia dietro se
anche troppe verità
lacrime d’allegria.
Se m’hai creduta tua
con la fantasia
forse ho giocato un pò
eri la mia poesia
eri la mia poesia.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Silvano D'Auria, Bruno Lauzi, Alberto Lucarelli
Orchestra: English Chamber Choir
 
Testo:
Per te che zucchero
sul viso farei a pezzi il cielo
su una via di stelle
la tua casa costruirei
con il rosso del tramonto un fuoco
e l’azzurro il più profondo intorno
Per le tue labbra calde
come un fiore ruberei
la rugiada di un mattino
e le lucciole di sera
e per dire ti amo avrò il silenzio
della timida sorgente di un gran fiume

Ma come è misero il mio volo
è poco più di una mela al suolo
per te che mi apri l’universo
Sole, un pianeta è per noi soli
sole, un pianeta è per noi soli
Ma come mi prende l’amore
quando sente infinito un amore
Sole, l’universo nelle mani
sole, l’universo nelle mani

Per te che zucchero
sul viso chiuderei l’eterno
in quell’attimo soltanto
che mi fa più bello il giorno
io che un attimo soltanto vivo
lo consumo per chiamarti amore

Ma come è misero il mio volo
è poco più di una mela al suolo
per te che mi apri l’universo
Sole, un pianeta è per noi soli
sole, un pianeta è per noi soli
Ma come mi prende l’amore
quando sente infinito un amore
Sole, l’universo nelle mani
sole, l’universo nelle mani
 
Fonte: QUI
 
 
Lato B: 2
PER AMARTI D'AMORE

 
      Lato B: 3
E IO CAMMINO (Evil woman)

 
     

Autori: Silvano D'Auria, Armando Mango, Pino Mango
Orchestra: English Chamber Choir
 
Testo:
Quante cose avrei voluto darti
e quante altre cose avrei voluto dirti
con le mie piccole voci
nel mio solito profumo di giglio
per stringerti forte, forte, forte, forte a me
in una luce d’argento…
Per amarti d’amore nelle mie stanze di luce
per amarti d’amore nelle mie stanze di luce
per amarti d’amore…

E non vivere perchè tu vivi
senza sfogliarmi e poi spogliarti
io la pioggia tu il mattino
e accanto a me potrai bere
e potrai vivere finchè io vivo
voci di vento portano via
in uno stagno la tua poesia
ed il tuo dolce canto
anche se nasce dal profondo pianto.
Ti ho sentito crescere
mi hai sentita crescere
nelle voci di primavera.
Ti ho sentito crescere
mi hai sentita crescere
nelle voci di un giorno.

Ti avrò quando permette la mia sete
andrò a passeggiare nelle terre dai cieli rosa
dove per amarti d’amore…

…Attendevo un cucciolo di sole…
 
Fonte: QUI
     
Autori: Paolo Amerigo Cassella, Jeff Lynne
Orchestra: English Chamber Choir
 
Testo:
Io no, non soffro più
non m’importa quasi più
Lascia il segno
uno come lui
me ne sto liberando già
E cammino, cammino
la strada è mia
e se mi fermo che vuoi che sia
Vado, vado via… perché
restare ancora a casa mia?
E io cammino
E io cammino
E io cammino
E io cammino
Il tramonto è la pazzia
e io faccio un bagno di poesia
Cammina, cammina
la mia fantasia
se mi perdo che vuoi che sia
Padre, Padre dimmi se ci sei
se tu esisti davvero
da che parte stai?
Con chi non tradisce mai
o con chi invoca falsi dei
E io cammino
E io cammino
E io cammino
E io cammino
Strade larghe di periferia
corvi neri sulla ferrovia
Mamma dice sempre “Ascolta me,
un uomo è tutto e non sai perché
Il mosaico di banalità
crolla, crolla dentro me
Padre, Padre dimmi se ci sei
perchè non trovo l’anima mia
E io cammino
E io cammino
E io cammino
E io cammino
E io cammino
E io cammino
E io cammino
E io cammino
E io cammino
E io cammino
E io cammino
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 4
LA MIA STAGIONE IN PIU'

 
      Lato B: 4
DOVE ANDRANNO I NOSTRI FIORI (Where have all the flowers gone)

 
     

Autori: P. Darini, Mango
Orchestra: English Chamber Choir
 
Testo:
Mi risveglio ogni giorno,non vesto mai la stessa età
mi rimproveri sempre una stagione in più.
Sul soffitto di specchi,il mondo è truccato, eh già
il mio cielo raccoglie e lascia un faro blu.

Ho con te la mia stagione in più
dove trovo la mia verità
i miei sogni impolverati un po’…
E vivo in te la mia stagione in più
quando dolce come un fiume scorri sui miei fianchi
altri volti colorati in blu
e con gli occhi tra le rondini là.

E lo specchio si irradia e mille fili su di me
le mie mani sospese,figure senza noi…

Ho con te la mia stagione in più
dove trovo la mia verità
i miei sogni impolverati un po’…
E vivo in te la mia stagione in più
quando dolce come un fiume scorri sui miei fianchi
altri volti colorati in blu
e con gli occhi tra le rondini là.

Ho con te la mia stagione in più
dove trovo la mia verità
i miei sogni impolverati un po’…
E vivo in te la mia stagione in più
quando dolce come un fiume scorri sui miei fianchi
altri volti colorati in blu
e con gli occhi tra le rondini là.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Daniele Pace, Pete Seeger
Orchestra: English Chamber Choir
 
Testo:
Dove andranno i nostri fiori
Chi mai può diire
Dove andranno i nostri fiori
chi mai lo sa
Una donna li rubò
e al suo amore li donò
Qualcuno ascolterà
e il mondo cambierà
Quella donna do ve andò
chi maai può diire
Quella donna dove andrà
chi mai lo sa
Forse un giorno lei amò
il ragazzo che baciò
Qualcuno ascolterà
e il mondo cambierà
E il ragazzo dove andò
chi mai può diire
E il ragazzo dove andò
chi mai lo sa
Alla guerra se ne andò
sorridendo salutò
Qualcuno capirà
e il mondo cambierà
Quel soldato dove andò
chi mai può diire
quel ragazzo dove andò
chi mai lo sa
Una pietra c'è laggiù
c'è per chi non torna più
Qualcuno capirà
e il mondo cambierà
Dove andranno i nostri fiori
chi maai può diire
Dove andranno i nostri fiori
chi mai lo sa
Un bambino li portò
ad un uomo che non baciò
e che non tornerà
ma il mondo cambiera'
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 5
ASSURDO

 
      Lato B: 5
ERI LA MIA POESIA

 
     

Autori: Mario Cantini, Franca Evangelisti
Orchestra: English Chamber Choir
 
Testo:
Tu che credi che io sia contenta
e sorrida al pensiero di starti accanto
ma per me che vivo la tua presenza
Dio... Com'è tutto assurdo!
In quei rari momenti,l'averti che senzo ha?

Mai una notte svegliarti e trovarti vicino
sentirti nel sonno il respiro
mai che una volta tu dica:"Sto con te"
quando gridi più forte in me...

Ed i giorni passati da sola
a pensare,a inventare qualcosa da fare
e tu un pretesto,ci sono dentro anch'io
rischio sempre con quello ch'è mio
ma stavolta,mi dispiace,lo decido io...

E gli impegni che spesso t'inventi
la giornata è per me,ad un tratto,finita
e così scherzando va via una vita
Dio... Com'è tutto assurdo!
In quei rari momenti,l'averti che senso ha?

Mai una notte svegliarmi e trovarti vicino
sentirti nel sonno il respiro
mai che una volta tu dica:"Sto con te"
quando gridi più forte in me...

Ed i giorni passati da sola a pensare
a inventare qualcoca da fare
e tu un pretesto,ci sono dentro anch'io
rischio sempre con quello ch'è mio
ma stavolta,mi dispiace,lo decido io
 
Fonte: QUI
     
Autori: P. Darini, Franca Evangelisti
Orchestra: English Chamber Choir
 
Testo:
Con la calzamaglia in piedi sulle punte resterò
e leggera poi m’inchinerò
breve è il passo di un’addio.
Lieve come un fiore
la mano sul tuo viso scorrerà
e l’ultima canzone tenterà
un sorriso e sarò ancora io.

Una donna che libera va via
lascia dietro se
anche troppe verità
lacrime d’allegria.
Se m’hai creduta tua
con la fantasia
forse ho giocato un pò
eri la mia poesia
eri la mia poesia.

Una sigaretta
non l’hai stretta tra le dita tue
torno quella che ero tempo fa
un pensiero complice a metà.

Una donna che libera va via
lascia dietro se
anche troppe verità
lacrime d’allegria.
Se m’hai creduta tua
con la fantasia
forse ho giocato un pò
eri la mia poesia….

….Che libera va via
lascia dietro se
anche troppe verità
lacrime d’allegria.
Se m’hai creduta tua
con la fantasia
forse ho giocato un pò
eri la mia poesia
eri la mia poesia.
 
Fonte: QUI
 

 
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1677
Punti : 1677
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

PATTY PRAVO: 1976 - GRAND HOTEL/INNAMORATA IO (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Mar Apr 17, 2018 8:57 pm

1. TITOLO:
 
1976 - GRAND HOTEL/INNAMORATA IO
 
# Etichetta: RICORDI # Catalogo: SRL 10825 # Data pubblicazione: 1976 # Matrici: SLNT 6587/SLNT 6588 # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.)# Facciate: 2
 
Note: Collaborazione di Paul Jeffery / Distribuito da Dischi Ricordi - Milano
 
 
2. RECENSIONE:
 
Grand hotel/Innamorata io è il 22° 45 giri di Patty Pravo, pubblicato nel 1976 dalla casa discografica Ricordi.

Il disco
Il singolo arrivò in top 50 raggiungendo la 46° massima posizione[1] ma non risultò fra i 100 singoli più venduti del 1976.[2]

Grand hotel
Grand hotel è una cover del brano Motel di Renato Zero, riadattata al femminile, scritta da Renato Zero, Franca Evangelisti, Maurizio Piccoli e Piero Pintucci.

Il brano fu incluso nell'album Patty Pravo.

Innamorata io
Innamorata io è stata scritta da Luigi Albertelli, Alberto Contarino e Giacobone.

Il brano fu incluso nell'album Patty Pravo.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
 
Edizione Speciale: servizio "JUKE BOX"
 
   
 
 
4. TRACK LIST
 
Lato A:
GRAND HOTEL

 
      Lato B:
INNAMORATA IO

 
     

Autori: Franca Evangelisti, Maurizio Piccoli, Piero Pintucci, Renato Zero
Orchestra: Paul Jeffery
 
Testo:
Il cielo c'è La terra c'è
Ma vivo qui sospesa e sento
Freddo in me
Ci pensi tu Se fossi tu
Soltanto un viso appena conosciuto
Ti crederei di più
Amore buono Amore sei
Amore stai
Dormendo lì
Case ed alberi
Si incontrano ballando
Già negli occhi miei
Noi due Noi due
Chiari sorrisi
Da Grand Hotel
Il nostro grande amore
Un vuoto a perdere
Troppe grandi cose
Dimenticate noi
Via, forse è anche pazzia
Ma proviamo così Y
Come due senza nome
Si Io per ribelle che sia
La mia pelle la tua
Una scala per giungere
A noi due Noi due
E abbandonare i sorrisi
Da Grand Hotel
Fare del passato
Un vuoto a perdere
Prendi la mia mano
Cresciuti e vivi noi
Ma Io, io ribelle ma viva
Chiara fonte d'amore
Com'è dolce il tuo bene
Si, tua Io selvaggia ma tua
Cominciamo così Come due senza nome
Na na na Na na na na
Na na na na Na na na na
 
Fonte: QUI
     
Autori: Luigi Albertelli, Alfio Contarino, Giacobone
Orchestra: Paul Jeffery
 
Testo:
Corri qui amore
corri in fretta
e appoggia le tue mani nelle mie
devo dirti una cosa
ma importante
so che stai cambiando idea.

Innamorata io di te, si.
Innamorato tu di me, non so.

E ti voglio
io ti voglio vicino
soltanto per capire
perchè le cose vanno male.
Mi devi credere
non voglio essere io la tua poltrona
ma la tua donna
così normale io.

Innamorata io di te, si.
Innamorato tu di me, non so.

Ora quando torni a casa
te ne prego
non tentare di far andare tutto bene
io ti amo e sai che è vero
e non ti farò soffrire
se le cose vanno male
vanno male anche per me.

Innamorata io, si.
Innamorato tu di me, non so.
 
Fonte: QUI
 
 
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1677
Punti : 1677
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

PATTY PRAVO: 1976 - PATTY PRAVO (L.P. 33½ Giri + MC e Stereo8)

Messaggio  mauro piffero il Mar Apr 17, 2018 10:46 pm

1. TITOLO:
 
1976 - PATTY PRAVO
 
# Etichetta: RICORDI # Catalogo: SMLR 6193 # Data pubblicazione: 1976 # Matrici: S. 6193/1-S. 6193/2 # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Collaborazione di Paul Jeffery / Distribuito da Dischi Ricordi - Milano
 
 
2. RECENSIONE:
 
Patty Pravo è il 12º album dell'omonima cantante italiana, pubblicato dall'etichetta discografica Dischi Ricordi nel 1976. Successivamente fu soprannominato Biafra Record:

« Il nuovo album si intitola semplicemente a suo nome ma, in prospettiva dell'immagine riprodotta sul fronte copertina, verrà poi contraddistinto da se stessa, come dai fan, l'album "Biafra" »

Il disco
Biafra Record è un disco difficile, soprattutto per le sonorità all'avanguardia e i testi elaborati. Musicalmente avanti rispetto alla produzione standard del momento (per quel che riguarda l'Italia). Si presenta sperimentale ed etnico, perché spazia fra rock (La mela in tasca), funky (appunto Il dottor Funky) e new wave, e vede l'utilizzazione di strumenti musicali quasi "sconosciuti", quali moog e sintetizzatori.

La gestazione fu difficile e faticosa, e la stessa Pravo ricorda:

« E' un album che mi è costato parecchio: obbligati a lavorare di notte per poterlo terminare, ed è stato faticoso, anche se solitamente a me piace iniziare a lavorare a mezzanotte. »

Fu ristampato due volte in formato cd e una volta in formato Lp:

La prima (del 1980) per la linea Orizzonte (etichetta Ricordi/Orizzonte ORL 8271), per la cui grafica è stata utilizzata la foto del mini poster inserita nell'originario supporto in vinile;
la seconda (del 1990) per la linea Orizzonte (etichetta Ricordi/Orizzonte CDOR 9274), la cui immagine di copertina utilizzata è quella della prima edizione con l'aggiunta dei titoli in ordine sparso;
la terza (del 1998) pubblicata dalla casa discografica RCA (etichetta CDF 01057), all'interno del cofanetto Patty Pravo, la cui immagine di copertina è uguale a quella utilizzata per la prima emissione dell'album, in formato Lp, del 1976.
Nelle stampe in formato cd è stata invertita, in scaletta, la posizione dei brani Dirin din din e Piramidi di vetro, e sono stati inseriti altri due brani (Tutto il mondo è casa mia e Da soli noi), non presenti nella prima emissione dell'album e all'epoca pubblicati solo su 45 giri (Tutto il mondo è casa mia/Da soli noi) nell'anno 1977. I due brani sarebbero dovuti servire come sigle per uno special televisivo condotto da Patty Pravo nel 1976, mai andato in onda.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER di: PATTY PRAVO (LP oltre a MC e Stereo8)
 
   
 
   
 

 
   
 

 
 
Versione musicassetta
 

 

 

 
 
Versione stereo 8
 
   
 
 
 
4. TRACK LIST di: PATTY PRAVO
 
Lato A Lato B

  • A1 LA MELA IN TASCA
  • A2 INNAMORATA IO
  • A3 JMANJA
  • A4 SCONOSCIUTI CIELI
  • A5 PIRAMIDI DI VETRO
  • A6 STELLA CADENTE


  • B1 IL DOTTOR FUNKY
  • B2 AEROPLANO
  • B3 GRAND HOTEL
  • B4 FACCIATOSTA
  • B5 DIRIN DI DIN
 


 
 
Lato B: 1
LA MELA IN TASCA

 
      Lato B: 1
IL DOTTOR FUNKY

 
     

Autori: Spathas, L. Albertelli, Tourkogiorgis
Orchestra: Paul Jeffery
 
Testo:
Tintillanti tamburelli
nell’abbraccio delle mie dita
sulle tue inquiete mani
la fortuna io la perderò.

E tu dici che
stelle gli occhi miei
ipnotizzato sei.

E vuoi che sia io
quella che tu ora hai
in ogni linea tua.

Una fiamma mi ha svegliato
nella notte dei sortilegi
anche tu mi hai catturato
mille lune sian con te.

E vivo con te
con la mela che
nella tasca hai.

E non leggo più
quello che ora hai
in ogni linea tua.
 
Fonte: QUI
     
Autori: A. Salerno, G. Balducci, L. Albertelli, M. Balducci
Orchestra: Paul Jeffery
 
Testo:
Il dottore mi ripete sempre che
io ti devo scordare.
Un bicchiere d’acqua
due pastiglie e poi
devo solo dormire.
Quante notti senza sonno
sonno mai, quante notti
con quegli uomini che sai
che disordine mentale dentro me
e ritorno a pensare.

Parapapa.. Sogno, sogno
sogno anocora un pò, ah, ah….

Ma il dottore insiste e mi ripete che
devo proprio partire
Casablanca, Tokyo
e pure Marrachesh
devo proprio partire.
Ma che ingenuo è quell’uomo
uomo lì
come un chiodo
tu sei proprio fisso qui
a guarirmi dal tuo amore
lui non può e ritorno a pensare.

Parapapa.. Sogno, sogno
sogno anocora un pò, ah, ah….

Uomo mio, ma cosa dico
non sei più mio
di follia, tu mi hai vestita di follia
Ah ah ah ah, sogno, sogno
sogno ancora un pò, finito ho!

Il dottore mi ripete ancora che
è questione di poco
ma il controllo dei miei nervi
ho perso io
e non credo per poco.
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 3
JMANJA

 
      Lato B: 2
AEROPLANO

 
     

Autori: Spathas, L. Albertelli, Tourkogiorgis
Orchestra: Paul Jeffery
 
Testo:
Occhi immensi
dentro immensi specchi
la travolse… L’armonia
una voce… Jmanja.

Lunghe “manji”
come bianche ali
i tuoi nodi… Scioglierò
io libera… Jmanja.
 
Fonte: QUI
     
Autori: A. Contarino, C. Riccardi, L. Albertelli
Orchestra: Paul Jeffery
 
Testo:
Ma chissà perchè io penso a una mimosa
mentre guardo te che stai telefonando
io vorrei provare ancora
i voli miei con te
sì fammi provare ancora
un’altra volta e poi…

Dove c’era il grano andiamo a camminare
vedi amore, c’è ancora quel cespuglio
poi torniamo allora
faccio da mangiare io
sì fammi provare ancora
un’altra volta ancora e poi…

Io con te
a viaggiare sul treno tuo
volare su, sull’aereoplano tuo
io non ho trovato più
un ragazzo come te
dovrai andare bene tu.

Lungo i muri si riflette già la luna
mettiti su quel cuscino e non parlare
se ne sono andati tutti
tutti ma non te.
Sì fammi provare ancora
un’altra volta ancora e poi…

Io con te
a viaggiare sul treno tuo
volare su, sull’aereoplano tuo
io non ho trovato più
un ragazzo come te
dovrai andare bene tu…

Io con te
a viaggiare sul treno tuo
volare su, sull’aereoplano tuo
io non ho trovato più
un ragazzo come te
dovrai andare bene tu…
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 4
SCONOSCIUTI CIELI

 
      Lato B: 4
FACCIATOSTA

 
     

Autori: J. Anderson, L. Albertelli, Vangelis
Orchestra: Paul Jeffery
 
Testo:
Via, nella scia
di comete pallide
negli occhi mille lune.
Via, sempre via
tra ragazzi languidi
di gocciolanti stelle, e poi… E poi…

Col corpo mio leggero
vado via
un punto io
in quell’immenso blu.

Via, nella scia
come antichi angeli
per sconosciuti cieli.
Crea, la mia idea
rilucenti immagini
giù oltre la marea, e poi… E poi…

Col corpo mio leggero
vado via
un punto io
in quell’immenso blu.

Via, la mia idea
rilucenti immagini
per sconosciuti cieli.
 
Fonte: QUI
     
Autori: E. Riccardi, L. Albertelli
Orchestra: Paul Jeffery
 
Testo:
Hai una bella “facciatosta”
dici che mi sei amico
quando io stavo male tu ridevi.
Hai una bella “facciatosta”
dici che vuoi darmi una mano
mentre, stai dalla parte di chi vince.

Proprio tu
e poi mi dici “ho perduto la fede per te”.
Sempre tu
“ma non è vero, le cose non stanno così”.
Sempre tu
tu che di fede non ne hai mai avuta.
Sempre tu
che se mi vedi per strada ti volti di la.
Proprio tu
“buona fortuna” mi dici
sapendo, però non lo pensi.

Dici che ora sei contento
della tua nuova posizione.
Bene, però a me non interessa.
Dici “ti vedo molto bene”
mentre tu speri che io scompaia.
Dimmi, perchè una volta non sei vero?

Proprio tu
e poi mi dici “ho perduto la fede per te”.
Sempre tu
“ma non è vero, le cose non stanno così”.
Sempre tu
tu che di fede non ne hai mai avuta.
Sempre tu
se almeno una volta provassi a essere me.
Proprio tu
finalmente capire e sapessi che in fondo
tu sei… Solo noia!
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 5
PIRAMIDI DI VETRO

 
      Lato B: 5
DIRIN DIN DIN

 
     

Autori: Spathas, L. Albertelli, Tourkogiorgis, Traudalides
Orchestra: Paul Jeffery
 
Testo:
Non innalzare mai
piramidi di vetro
su molli astucci vuoti
che tu non usi più.

Ascolta questo canto…
Lascivo il salvo che c’è in me.

Su specchi che riflettono
solo la tua immagine
non scrivere verità
in cui non credi più.

Ascolta questo canto…
Lascivo il salvo che c’è in me.

Ascolta questo canto…
Lascivo il salvo che c’è in me.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Genova & Steffan, L. Albertelli
Orchestra: Paul Jeffery
 
Testo:
Nella radura del bosco
io trovai l’amore mio (mio)
sia ringraziato Dio
per fortuna ho trovato te.

Nella radura del bosco
io parlai al ragazzo mio (mio)
sia ringraziato Dio
lui mi disse che oggi sei qui…

Dirin din dirin din dirin din din din
Dirin din din dirin din din dirin din dirin din din

Nella radura del bosco
tu fagottello mio si gioia (gioia)
un sorriso bambino e tu
che mi prendi la mano.

Nella radura del bosco poi
l’amore insieme a lui (a lui)
e gli altri ci guardano,
sorridono,capiscono…

Dirin din dirin din dirin din din din
Dirin din din dirin din din dirin din dirin din din

Dirin din dirin din dirin din din din
Dirin din din dirin din din dirin din dirin din din…
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 6
STELLA CADENTE



Autori: H. Chapin, L. Albertelli
Orchestra: Paul Jeffery
 
Testo:
E’ quasi l’alba, le scarpe in mano
tu, piano ti accosti a me
come un ladro sei tu
che hai rubato metà di me
il meglio ch’era mio
nel letto accanto a te…
Ma che donna sono io?
Pesa, mio Dio, l’ombra del passato…

Quando un tempo non davi mai segni d’indifferenza
eri tu che tentavi il mio corpo, dolce impazienza…
E ingoiare pian piano l’amore che è già vinto…
Quando mi torni in mente
ti vedo laggiù, la mia Stella Cadente

Quel ch’è stato non c’è più
lo so io e lo sai anche tu
Qul ch’è stato non c’è più
e cambia il colore al mondo
e soffia su un fuoco spento e non tornerà…

Come un ladro sei tu
che hai rubato metà di me
il meglio ch’era mio
nel letto accanto a te…
Ma che donna sono io?
Pesa, mio Dio, l’ombra del passato…

Quel ch’è stato non c’è più
lo so io e lo sai anche tu
Quel ch’è stato non c’è più…
 
Fonte: QUI

 


Ultima modifica di mauro piffero il Mer Apr 18, 2018 9:47 am, modificato 1 volta
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1677
Punti : 1677
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

PATTY PRAVO: 1976 - TUTTO IL MONDO E' CASA MIA/DA SOLI NOI (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Mar Apr 17, 2018 11:59 pm

1. TITOLO:
 
1977 - TUTTO IL MONDO E' CASA MIA/DA SOLI NOI
 
# Etichetta: RICORDI # Catalogo: SRL 10847 # Data pubblicazione: Settembre 1977 # Matrici: SLNU 6782/SLNU 6783 # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.)# Facciate: 2
 
Note: Data matrici: 26 Settembre / Distribuito da Dischi Ricordi - Milano
 
 
2. RECENSIONE:
 
Tutto il mondo è casa mia/Da soli noi è il 23º 45 giri di Patty Pravo, pubblicato nel 1977 dalla casa discografica Ricordi.

Il disco
Il singolo non godette di alcuna promozione, poiché la Ricordi decide di pubblicarlo quando Patty Pravo è già tornata in RCA dopo gli insoddisfacenti esiti commerciali dell'album Patty Pravo, successivamente ribattezzato Biafra. I due brani appartenenti al 45 giri sarebbero dovuti servire come sigle di uno special televisivo registrato nel 1976, ma purtroppo mai andato in onda.

Tutto il mondo è casa mia
Tutto il mondo è casa mia è una canzone scritta da Bruno Zambrini e Stefano Jurgens e arrangiata da Natale Massara e la sua orchestra.

Il brano non fu incluso inizialmente in nessun album, ma venne inserito nelle ristampe su CD dell'album Patty Pravo. Nel 1990 il CD fu realizzato per la linea Orizzonte (con disegno di copertina leggermente differente), e nel 1998 fu stampato dalla casa discografica RCA e inserito in una raccolta, intitolata Patty Pravo, un cofanetto contenente 11 album (quali quelli realizzati e pubblicati dall'artista per la stessa casa discografica).

Da soli noi
Da soli noi è una cover del brano We're All Alone di Boz Scaggs del 1976, tradotto in italiano da Luigi Albertelli e arrangiato da Natale Massara e la sua orchestra.

Il brano non fu incluso inizialmente in nessun album, ma venne inserito nelle ristampe su CD dell'album Patty Pravo. Nel 1990 il CD fu realizzato per la linea Orizzonte (con disegno di copertina leggermente differente), e nel 1998 fu stampato dalla casa discografica RCA e inserito in una raccolta, intitolata Patty Pravo, un cofanetto contenente 11 album (quali quelli realizzati e pubblicati dall'artista per la stessa casa discografica).
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
 
Edizione Speciale: servizio "JUKE BOX"
 
   
 
 
4. TRACK LIST
 
Lato A:
TUTTO IL MONDO E' CASA MIA

 
      Lato B:
DA SOLI NOI (We're all alone)

 
     

Autori: Stefano Jurgens, Bruno Zambrini
Orchestra: Natale Massara
 
Testo:
Io non ho sale
sopra il mio pane
io non ho tetto
sopra il mio letto.
Ho solo sogni… Eccezionali.
E dentro il petto
mi esplode il vento
e mi accontento di quello che ho.
Non ho paura
guardo sicura davanti a me.
Io non ho perle
sulla mia pelle
io non ho meta
sulla mia strada.
Ho mondi nuovi… In fondo al cuore.
E posso andare sotto le stelle
e innamorarmi quando mi va.
Posso dormire in mezzo al grano
quando mi va…

Tutto il mondo è casa mia
faccio mia la sua poesia.

Io non ho lacci
intorno ai polsi
io non ho ombre
sopra il mio viso
e come un fiore… Apro il sorriso.
Posso svegliarmi in riva al mare
e so pregare quando mi va.
Mi basta poco
solo un fuoco davanti a me.

Tutto il mondo è casa mia
faccio mia la sua poesia.
Tutto il mondo è casa mia
tutti i giorni è festa mia.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Luigi Albertelli, Boz Scaggs
Orchestra: Natale Massara
 
Testo:
Il cielo è sopra noi
e tutto è con noi
un giorno poi scopri che non c’è
più niente intorno a te.
Da soli noi… Da soli noi…

Chiudi gli occhi tuoi
e trova dentro te
quello che ti aiuterà
e che tu cerchi intorno a te.
Da soli noi… Da soli noi…

La finestra apro io
più spazio trovo già
la luce arriverà
l’aria poi si solleverà…
… Siamo vivi noi.

Mentre il vento va
tienimi con te
ti dirò… Ti dirò di me
la mente e i sensi e poi.
Da soli noi… Da soli noi…

La finestra apro io
più spazio trovo già
la luce arriverà
l’aria poi si solleverà…
… Siamo vivi noi.

La finestra apro io
più spazio trovo già
la luce arriverà
l’aria poi si solleverà…
… Siamo vivi noi.
 
Fonte: QUI
 
 
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1677
Punti : 1677
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

PATTY PRAVO: 1978 - MISS ITALIA (L.P. 33½ Giri + MC e Stereo8)

Messaggio  mauro piffero il Mer Apr 18, 2018 11:14 am

1. TITOLO:
 
1978 - MISS ITALIA
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: PL 32392 # Data pubblicazione: 1978 # Matrici: HKAY 34273/HKAY 34274 # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Fotografie di Pietro Pascuttini / Registrato da Tony Platt & Paul Jeffery allo studio Stone Castle di Carimate (Milano), "Pensiero stupendo" registrato negli Studi RCA di Roma da Antonio Rampotti, "Bello" registrato negli studi Quattro Uno di Roma da Franco Finetti e Stefano Taccaliti / Distribuito da RCA Italiana - Roma
 
 
2. RECENSIONE:
 
Miss Italia è il 13º album di Patty Pravo, pubblicato dalla casa discografica RCA Italiana nel 1978.

Il disco
Dopo la breve esperienza all'interno della Dischi Ricordi, la Pravo torna per la terza volta a far parte della RCA Italiana.

Richiama, per il nuovo disco, molte persone con cui aveva lavorato in precedenza fra cui, innanzitutto Armando Mango e Maurizio Monti (autore del grandissimo successo Pazza idea).

L'album permetterà alla Pravo di scalare nuovamente le classifiche, grazie anche alla hit Pensiero stupendo; infatti si qualificherà 8° nei primi mesi dell'anno 1978, e risulterà il 41° più venduto dello stesso anno.

Dell'album fanno parte sei cover.

La prima è Sentirti, di Armando e Pino Mango, pubblicata dallo stesso, nel suo album di debutto nell'anno 1976;
seconda è Bello mio, pubblicata in versione maschile, dall'autore Maurizio Monti, nel 1973;
terza è Notti bianche (Wow wow come soffro), versione italiana del brano It's a Heartache di Bonnie Tyler, pubblicata nel 1977 nel suo album di debutto;
quarta è Marva, di Marva Jan Marrow, originariamente intitolata Sometimes Man (letteralmente "uomo di qualche volta"), ma mai pubblicata essendo rimasto inedito l'intero l'LP della Marrow;
quinta è Bello, versione italiana, molto alterata, del brano Love (goes to) building on fire dei Talking Heads del 1977;
e ultima è Dai sali su, ovvero Come Sail Away degli Styx.
Il brano Miss Italia (cover del brano Miss America degli Styx, contenuta nell'LP "The grand illusion", così come Come sail away), che doveva essere incluso nell'omonimo album, fu censurato perché ritenuto non adatto. A pochi giorni dalla stampa dell'LP, i responsabili dell'RCA ritengono doveroso escludere il pezzo, poiché si sta vivendo un periodo controverso a causa dell'assassinio di Aldo Moro; e il brano può sembrare una ironica presa di posizione contro il partito democratico ("L'innocenza è agli arresti ormai e la bellezza sta scioperando sai, piove pazzìa..." Queste le parole che determinano la censura del brano).
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER di: MISS ITALIA (LP oltre a MC e Stereo8)
 
   
 
   
 
   
 

 
 
Versione musicassetta
 

 

 

 
 
Versione stereo 8
 
   
 
 
 
4. TRACK LIST di: MISS ITALIA
 
Lato A Lato B

  • A1 JOHNNY
  • A2 SENTIRTI
  • A3 BELLO MIO
  • A4 NOTTI BIANCHE (Wow Wow come soffro)


 


 
 
Lato A: 1
JOHNNY

 
      Lato B: 1
MARVA (Sometimes Man)

 
     

Autori: Maurizio Monti
Orchestra: in studio
 
Testo:
Collo che fa rima con pollo
ma… Johnny fa la rima con tutte
e la vita la và vaà vaà.

Johnny fammi la festa
vai mio bel gigolò
e a dispetto di me stai
implorando e con il senno del poi
stai desiando.

Johnny non cogitare agisci
strazia non chiederò la grazia
e la vita la vaà.

Johnny fammi la festa
mentre accetto uno show
e a dispetto di me stai implorando
e col senno del poi stai…
… Desiando.
 
Fonte:
     
Autori: Ivan Graziani, Marva Jan Marrow
Orchestra: in studio
 
Testo:
Viene da me spesso,resta se può
però i discorsi di lui ricorderò
ora sogna come un pazzo
che in mezzo a un lago vuole camminare
convince anche me
lui lascerà chiunque vorrà
insieme a me il mondo vuol girare
io rido,accetterei…

Ti capirò,uomo che vieni e vai
ti capirò,uomo che vieni e vai
mi capirai,uomo che vieni e vai
mi capirai,uomo che vieni e vai.

Vende i suoi sogni, e a lui che resterà?
Per la sua vita,lui tempo non ha
perchè la gente,sì lo ama
e vede in lui il sole del mattino
ma lo consumerà…
Io non sono la sua donna
nè quella che gli sta vicino
ma io lo capirò.

Ti capirò,uomo che vieni e vai
ti capirò,uomo che vieni e vai
mi capirai,uomo che vieni e vai
mi capirai,uomo che vieni e vai.

Magico,limpido
sento,note di luce intorno a me
suona la musica che fai.
Tu puoi cantare dentro me,lo sai…
Ya ah ah Ya ah ah Ya ah ah

Ti capirò,uomo che vieni e vai
ti capirò,uomo che vieni e vai
mi capirai,uomo che vieni e vai
mi capirai,uomo che vieni e vai.
 
Fonte: [url=https://wikitesti.com/marva_-_patty_pravo/]QUI
 
 
Lato A: 2
SENTIRTI

 
      Lato B: 3
DAI SALI SU (Come sail away)

 
     

Autori: Armando Mango, Pino Mango
Orchestra: in studio
 
Testo:
Piacevole sempre
respirare d’istinto
già oltre il muro del suono
il tuo lamento… la mano

Hei, hei, hei hei sentirti
catene rapiti un bacio
la guerra fatta… poi pace
distesi, sudati
sentirti… sentirti mia
Nel sospiro mio d’amore
tra le pieghe della luna
nella voce mia
vorrei sentirti mia
Nel segreto delle vene
tra le fusa di una notte
ospitarti piano e risentirti mia
 
Fonte: QUI
     
Autori: Dennis DeYoung, Paul Jeffery, Bruno Marzi, Nicoletta
Orchestra: in studio
 
Testo:
Lontano da qui
voglio fare vela per vivere
Io libera, si
libera di vivere e di esistere
Traccio la rotta
e voi con me
cercheremo domani
un lido in piu’
e si va molto piu’ in la’
per vivere
E guardo quel blu
ricordi come uccelli lo sfiorano
o male o bene
e’ l’alba della vita
vertigine
ma c’e’ un inganno
o un laccio in piu’
un calice d’oro
già vuoto ormai
ma si va molto piu’ in la’
per vivere
Ma guarda
Un coro d’angeli
che cantano solo per noi
Nell’aria un suono di festa
che cresce e sai cos’e’, cos’e’?
Sali dai su
sali dai su
nello spazio oltre il blu
Sali dai su
sali dai su
nello spazio oltre il blu
Sali dai su, sali dai su,
nello spazio oltre il blu
Sali dai su, sali dai su,
nello spazio oltre il blu
Conglomerato angeli
in sosta sopra noi
ma nel vascello magico
galassie intorno a noi!
dai sali su, dai sali su
nello spazio oltre il blu
Dai sali su
dai sali su
nello spazio oltre il blu
Dai sali su
dai sali su
nello spazio oltre il blu
Dai sali su
dai sali su
nello spazio oltre il blu
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 3
BELLO MIO

 
      Lato B: 4
NOTTI BIANCHE (Wow Wow come soffro)

 
     

Autori: Maurizio Monti
Orchestra: in studio
 
Testo:
Certo, giusto un caso!
Quell’incontro non volevi farlo tu…
Io, io e la tua donna…
Tu guardavi in silenzio…

Poi un tuo invito:
“Vieni a casa, tanto adesso lei non c’è!”
“Ciao!”
Mi apri tu, come al solito,
Hai due occhi da favola…

E sei tutto per me e mi dici:
“Questa volta ha capito, se n’è andata!”
E mi dici:
“Ha capito! Finalmente se n’è andata…”

Bello mio non penserai…
Bello mio non crederai…
Bello mio non chiederai di avermi qui col cuore in mano!
Amore mio… Amore mio… Sono diversa io!
Sono una che non perde io…
Amore… Amore…

Certo, sembra un caso
e il tuo nuovo amore è qui, davanti a me…
Lei, con la sua faccia pallida,
io che resto in silenzio…
E chi parla sei tu,
e mi sembri divertito
mentre io, io sto ridendo…
E mi sembri divertito mentre io me ne sto andando…
 
Fonte: QUI
     
Autori: Franco Migliacci, Ronnie Scott, Steve Wolfe
Orchestra: in studio
 
Testo:
Notti bianche
sola nel mio letto
Ombre sul soffitto
Scendono su me…
Non è zolfo
ma nemmeno incenso
quel profumo intenso
che hai lasciato qui…
Non ci piango
ma ti amavo tanto
che ho scordato il mondo e me
per avere te…
Me ne andrò
col primo che
per la strada incontrerò
ci andrò
E con lui con lui farò
Quello che piaceva a te
a te
Oh ne avrò mille
mille e più di amanti
Mille notti bianche
per scordare te…
Oh si magari
lo potessi fare
soffrirei di meno ma
non mi riuscirà…
Me ne andrò
col primo che
per la mia strada incontrerò
ci andrò
E con lui con lui farò
Quello che mi hai insegnato tu
Oh tu
Si sta male
male da morire
se sapessi quanto tu
torneresti qui..
 
Fonte: QUI
 

 
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1677
Punti : 1677
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

PATTY PRAVO: 1978 - PENSIERO STUPENDO/BELLO (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Mer Apr 18, 2018 11:43 am

1. TITOLO:
 
1978 - PENSIERO STUPENDO/BELLO
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: PB 6138 # Data pubblicazione: Marzo 1978 # Matrici: HKAS 34032/HKAS 34033 # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.)# Facciate: 2
 
Note: Distribuito da RCA Italiana - Roma
 
 
2. RECENSIONE:
 
Pensiero stupendo/Bello è il 24° singolo di Patty Pravo, prodotto da Antonio Coggio, pubblicato dalla casa discografica RCA Italiana nel gennaio 1978.
Il singolo raggiunse le zone alte della hit-parade nelle prime settimane del 1978 ed entrambi i brani che vi appartengono furono inclusi nell'album Miss Italia.

Pensiero stupendo
Pensiero stupendo è un brano musicale scritto da Ivano Fossati e Oscar Prudente.

Il pezzo nacque nel 1974 per mano di Oscar Prudente, che ne scrisse sia la musica che il testo, intitolandolo Formule magiche. Il pezzo venne provinato da Gianni Morandi nel corso delle registrazioni dell'LP Mondo di frutta candita (pubblicato nel 1975 e interamente scritto da Prudente), ma non se ne fece nulla.

In un'intervista per il programma Pop! Viaggio dentro una canzone, Prudente racconta di aver successivamente commissionato un altro testo a Ivano Fossati su richiesta dell'allora discografico CGD Alfredo Cerruti, che era in cerca di una hit per Loredana Bertè. Fossati scrisse dunque una storia sensuale e trasgressiva, in linea col personaggio allora in piena ascesa della Bertè, la quale però non ne apprezzò i contenuti e rifiutò di inciderla, optando per un altro pezzo scritto dal duo Fossati-Prudente e cioè Per effetto del tempo, incluso nell'LP Normale o super (1976).

In un'intervista al settimanale L'espresso, Fossati raccontò che la canzone fu poi proposta per il lancio in Italia di una cantante francese, Jeanne Mas, già popolare in patria e per la quale era prevista la partecipazione all'edizione 1978 del Cantagiro.

Ma Ennio Melis, direttore generale della RCA a cui fu fatta ascoltare Pensiero stupendo, pensò immediatamente che la canzone fosse perfetta per Patty Pravo. Venne chiamata la cantante, che al momento era senza alcun contratto discografico dopo la rottura con la Ricordi, e nell'autunno del 1977 il brano venne inciso, per poi uscire su 45 giri nel gennaio 1978.

La Pravo registrò più volte il brano in studio, ma alla fine - dopo una session durata circa un paio d'ore - fu convinta dal produttore Antonio Coggio[1] a lasciare il primo take, giudicato già perfetto per l'incisione su disco. Del pezzo esiste una versione con raddoppio vocale rimasta inedita. Questa è possibile ascoltarla nei due passaggi televisivi (il pezzo era presentato in playback) registrati prima della pubblicazione del 45 giri. I due programmi sono: Sim Salabim speciale Natale, trasmesso il 25 dicembre 1977 e condotto dal mago Silvan, e Festa d'Inverno - Disconeve 78, ideato da Vittorio Salvetti e registrato ad Asiago, in onda il 22 gennaio 1978. In entrambi i passaggi televisivi Patty Pravo si esibisce con i capelli rossi, evento piuttosto inconsueto.

Del 45 giri si possono trovare quattro tirature differenti, facilmente identificabili per il cambio di data, da gennaio ad aprile, riportato in copertina. In tutte le copie promozionali (etichetta bianca), e nelle primissime copie commerciali stampate in gennaio (etichetta azzurra) il brano è accreditato al solo Fossati. La foto di copertina è tratta da un concerto dell'estate 1977.

La Pravo, in un'intervista a metà anni 80, disse di essersi subito invaghita del brano perché le ricordava una notte trasgressiva passata al Piper Club nei primi anni 60, con Nat e Nick del gruppo beat BlackJack.

Si trattò dell'ennesimo exploit discografico per la cantante veneziana: il singolo entrò in classifica alla decima posizione l'11 marzo del 1978[3], ed oscillò fra le prime cinque posizione per oltre due mesi, raggiungendo la vetta per due settimane in aprile. Alla fine dell'anno, Pensiero stupendo risultò essere il nono singolo più venduto del 1978.

Bello
Bello è una versione italiana, molto alterata, del brano Love (goes to) building on fire dei Talking Heads del 1977, scritto da David Byrne e tradotto in italiano dall'autore Maurizio Monti.

Il brano fu inserito nell'album Miss Italia.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
   
 
 
Edizione Speciale: servizio "JUKE BOX"
 
   
 
 
4. TRACK LIST
 
Lato A:
PENSIERO STUPENDO

 
      Lato B:
BELLO (goes to) building on fire

 
     

Autori: Ivano Fossati, Oscar Prudente
Orchestra: in studio
 
Testo:
E tu
E noi
E lei
Fra noi
Vorrei
Non so
Che lei
O no
Le mani
Le sue.

Pensiero stupendo
Nasce un poco strisciando
Si potrebbe trattare di bisogno d'amore
Meglio non dire.

E tu
E noi
E lei
Fra noi
Vorrei
Vorrei
E lei adesso sa che vorrei.

Le mani le sue
Prima o poi
Poteva accadere sai
Si puo scivolare se cosi si puo dire
Questioni di cuore.
Pensiero stupendo
Nasce un poco strisciando
Si potrebbe trattare di bisogno d'amore
Meglio non dire.

E tu
E noi
E lei
Fra noi
Vorrei
Vorrei
E lei adesso sa che vorrei.

Le mani le sue
E poi un'altra volta noi due
Vorrei per amore o per ridere
Dipende da me
E tu ancora
E noi ancora
E lei un'altra volta fra noi
Le mani questa volta sei tu e lei
E lei a poco a poco di piu, di piu
Vicini per questione di cuore
Se cosi si pur dire
Diro
E tu ancora
E noi ancora
E lei un'altra volta fra noi
Fra noi...

Pensiero Stupendo
Nasce un poco strisciando
Si potrebbe trattare di bisogno d'amore
Meglio non dire
O prima o poi
Poteva accadere sai...
 
Fonte: QUI
     
Autori: David Byrne, Maurizio Monti
Orchestra: in studio
 
Testo:
Bello, compagno bello
bello, amore bello
come un salto, ah, letto.
Bello, appassionato
velocemente, appassionato, ah
fallo, bello!
Sognanti pose
effetti vale
dolente fase
oh, fallo, bello!
Rivisitato, fagocitato, oh
ah, si!
Bello.

Ti canto ti-ti-ti-ti-ti ulla-ulla-ulla-ulla
ciao bello!
Ti canto ti-ti-ti-ti-ti ulla-ulla-ulla-ulla
ciao bello!

Esposto a crisi
disimpegnati, ah
distanze perse, oh
fazzoletto, fazzoletto
bello oh, uo-uo-uo
bello oh, uo-uo-uo
preconizzato, compiuto a tutto
usato tutto.

Ti canto ti-ti-ti-ti-ti ulla-ulla-ulla-ulla
ciao bello!
Ti canto ti-ti-ti-ti-ti ulla-ulla-ulla-ulla
ciao bello!
Ti canto ti-ti-ti-ti-ti ulla-ulla-ulla-ulla
ciao bello!
Ti canto ti-ti-ti-ti-ti ulla-ulla-ulla-ulla.
 
Fonte: QUI
 
 
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1677
Punti : 1677
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

PATTY PRAVO: 1979 - SENTIRTI/NOTTI BIANCHE (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Mer Apr 18, 2018 3:36 pm

1. TITOLO:
 
1979 - SENTIRTI/NOTTI BIANCHE
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: PB 6294 # Data pubblicazione: 1979 # Matrici: IKAS 34792/IKAS 34793 # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.)# Facciate: 2
 
Note: Distribuito da RCA Italiana - Roma
 
 
2. RECENSIONE:
 
Sentirti/Notti bianche è il 25° 45 giri di Patty Pravo, pubblicato nel 1979 dalla casa discografica RCA.

Il disco

Sentirti
Sentirti è una canzone scritta dall'allora esordiente Mango.

Col brano, Patty Pravo partecipò al programma televisivo Stryx, in un'originale performance che la vedeva nelle vesti di sirena.

Il brano già incluso nell'album Miss Italia è qui presente in una versione differente ed attualmente (2010) inedita su supporto cd.

Cover
Della stessa, l'autore Mango ne propose una cover, nell'album Arlecchino del 1979; mentre la cantante Mietta, nel 2003 ne ripropose una nuova versione riarrangiata, che incluse sia nell'album Per esempio... per amore che nel singolo Abbracciati e vivi.

Notti bianche
Notti bianche è una cover dell'allora esordiente Bonnie Tyler del brano It's a Heartache, scritta da Ronnie Scott e Steve Wolf e tradotta in italiano da Franco Migliacci.

Il brano fu incluso nell'album Miss Italia.

Col brano, Patty Pravo partecipò al programma Ribalta Internazionale (Sanremo 1979).
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
 
Edizione Speciale: fuori commercio
 
   
 
 
4. TRACK LIST
 
Lato A:
SENTIRTI

 
      Lato B:
NOTTI BIANCHE

 
     

Autori: Pino Mango, Armando Mango
Orchestra: in studio
 
Testo:
Piacevole sempre
respirare d’istinto
già oltre il muro del suono
il tuo lamento… la mano

Hei, hei, hei hei sentirti
catene rapiti un bacio
la guerra fatta… poi pace
distesi, sudati
sentirti… sentirti mia
Nel sospiro mio d’amore
tra le pieghe della luna
nella voce mia
vorrei sentirti mia
Nel segreto delle vene
tra le fusa di una notte
ospitarti piano e risentirti mia
 
Fonte: QUI
     
Autori: Franco Migliacci, Ronnie Scott, Steve Wolfe
Orchestra: in studio
 
Testo:
Notti bianche
sola nel mio letto
Ombre sul soffitto
Scendono su me…
Non è zolfo
ma nemmeno incenso
quel profumo intenso
che hai lasciato qui…
Non ci piango
ma ti amavo tanto
che ho scordato il mondo e me
per avere te…
Me ne andrò
col primo che
per la strada incontrerò
ci andrò
E con lui con lui farò
Quello che piaceva a te
a te
Oh ne avrò mille
mille e più di amanti
Mille notti bianche
per scordare te…
Oh si magari
lo potessi fare
soffrirei di meno ma
non mi riuscirà…
Me ne andrò
col primo che
per la mia strada incontrerò
ci andrò
E con lui con lui farò
Quello che mi hai insegnato tu
Oh tu
Si sta male
male da morire
se sapessi quanto tu
torneresti qui.
 
Fonte: QUI
 
 
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1677
Punti : 1677
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

PATTY PRAVO: 1979 - AUTOSTOP/NEW YORK (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Mer Apr 18, 2018 4:06 pm

1. TITOLO:
 
1979 - AUTOSTOP/NEW YORK
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: PB 6342 # Data pubblicazione: 1979 # Matrici: IKAS 34999/IKAS 35000 # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.)# Facciate: 2
 
Note: Distribuito da RCA Italiana - Roma
 
 
2. RECENSIONE:
 
Autostop/New York è il 26° 45 giri di Patty Pravo, pubblicato nel 1979 dalla casa discografica RCA.

Il disco
Il singolo risultò l'88° più venduto del 1979.

Autostop
Autostop è una canzone scritta da Maurizio Monti, Paul Jeffery e Nicoletta Strambelli.

Il brano fu incluso nell'album Munich Album.

New York
New York è una canzone scritta da Franco Migliacci, George Sims e Flavio Paulin; si tratta di una cover, poiché la canzone era già stata incisa da Lorella Pescerelli e da lei presentata al Festival di Sanremo 1979 (in lingua italiana).

Oltre alla versione inglese di Patty Pravo, ne è stata incisa e pubblicata un'altra cover, con testo ugualmente in lingua inglese, da uno degli autori (Flavio Paulin) che presenta qualche modifica nel testo.

Il brano fu incluso nell'album Munich Album.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
 
4. TRACK LIST
 
Lato A:
AUTOSTOP

 
      Lato B:
NEW YORK

 
     

Autori: Paul Jeffery, Maurizio Monti, Nicoletta Strambelli
Orchestra: in studio
 
Testo:
lui li’
apparente sobrieta’
era li’
allettante novita’
era li’
appetibile realta’
mi fermai
sali il deficiente
autostop
io con lui
una qualche affinita’
lui con me
con la sua fragilita’
lui con me
con la sua complessita’
mi parlo’
anch’io lo stesso viaggio
autostop
autentico love
love
l’ultimo o o
romantico move
move
l’unico uo uo
lui con me
con le sue complessita’
lui con me
con la sua identita’
io con lui
con le mie finalita’
mi guardo’
ero gia apertamente
autostop
autentico love
love
l’ultimo o o
romantico move
move
l’unico uo uo
romantico love
love
l’ultimo o o
autentico move
move
l’unico uo uo
autostop
autostop
autostop
autostop
 
Fonte: QUI
     
Autori: Franco Migliacci, Flavio Paulin, Tony Sims
Orchestra: in studio
 
Testo:
New York sei sulla strada mia
New York sei già negli occhi miei
Nel tuo cielo fatto a pezzi
La mia stella cercherò
Io cammino a pugni stretti
Mi domando se la troverò
New York aiutami se puoi
New York io non mi arrenderò
Nelle vene del gigante
Corro nella subway
Sotto il fiume sopra i monti
è il tuo cuore in fondo che vorrei
Io sarò una briciola
Ma paura non ne ho
Se mi hanno dato un’anima
Una ragione ci sarà
Dammi un palcoscenico
E ti racconterò
La storia di una piccola ragazza qui a New York
New York accendi le tue luci
New York immenso musical
Ogni giorno sulla scena
Quanti applausi per gli eroi
Ma per chi rimane fuori
Quant’è dura questa libertà
New York dov’è il paese mio
New York per te gli do l’addio
Io sorrido tra la gente
Io che tremo dentro me
Io mi gioco tutto e niente
Io ti amo come sei New York
New York.
 
Fonte: QUI
 
 
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1677
Punti : 1677
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

PATTY PRAVO: 1979 - MUNICH ALBUM (L.P. 33½ Giri + MC)

Messaggio  mauro piffero il Mer Apr 18, 2018 8:42 pm

1. TITOLO:
 
1979 - MUNICH ALBUM
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: PL 31447 # Data pubblicazione: Maggio 1979 # Matrici: IKAY 34961/IKAY 34962 # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Copertina di Halina Brandt e Werner Schraml / Registrato da Frank von Dem Bottlenberg / Distribuito da RCA Italiana - Roma / Baracuda è lo pseudonimo di Norina Piras
 
 
2. RECENSIONE:
 
Munich Album è il 14º album di Patty Pravo, pubblicato dalla casa discografica RCA Italiana nel 1979.

Il disco
Il disco prende il nome dalla città in cui è stato registrato, Monaco di Baviera.

Nel 1979 l'aspetto musicale che fino ad allora aveva dominato buona parte del decennio, subisce un cambiamento: la disco music è meno pressante, vi è il ritorno delle tendenze rock e punk e soprattutto l'elettronica.

Patty Pravo decide di incidere il nuovo album in Germania avvalendosi di vari musicisti tedeschi e inglesi, oltre a farsi produrre da Frank Von Dem Bottlenberg
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER di: MUNICH ALBUM (LP oltre a MC)
 
   
 

 

 
   
 

 
 
Versione musicassetta
 

 

 
 
 
4. TRACK LIST di: MUNICH ALBUM
 
Lato A Lato B

  • A1 NEW YORK
  • A2 EVERY DREAM (Is a bit of a heartache)
  • A3 IO CHE AMO
  • A4 IL RE
  • A5 MALE BELLO


  • B1 AUTOSTOP
  • B2 DONNA DO YOU WANNA (A "Summer" song)
  • B3 DIMENSIONE
  • B4CRY, CRY, GOTTA WORRY
  • B5 TIE A RIBBON ROUND MY SOUL
 


 
 
Lato A: 2
EVERY DREAM (Is a bit of a heartache)

 
      Lato B: 2
DONNA DO YOU WANNA (A "Summer" song)

 
     

Autori:Wolfgang Jass, Wolff Stein, Thimoty Touchton
Orchestra: Rainer Pietsch
 
Note: "EVERY DREAM (Is a bit of a heartache)" è cantata in inglese... viene inserita esclusivamente per "doverosa" documentazione!
 
Testo:
Every Dream it's bit of a heartache
Every dream it's a show
Every dream it's a bit of a pain
and I started a long time ago
darlin' believe me, hear what I'm singing
With all at the words I could write- cos
Every dream it's a heartache
I dream about you every night.

Every dream I can touch you
you're oldin me close
and I feel so at home
Every dream I can see you
but when I wake un I'm alone.

Every Dream it's bit of a heartache
Every dream it's a show
Every dream it's a bit of a pain
and I started a long time ago
darlin' believe me, hear what I'm singing
With all at the words I could write- cos
Every dream it's a heartache
I dream about you every night.

Closin' my eyes I can see you
the way that you moved
as you wolk trought the door
I love you at night when I'm dreaming
but can go to sleep anymore, baby.

Every Dream it's bit of a heartache
Every dream it's a show
Every dream it's a bit of a pain
and I started a long time ago
darlin' believe me, hear what I'm singing
With all at the words I could write- cos
Every dream it's a heartache
I dream about you every night.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Keith Forsey, Mal Luker, Rainer Pietsch, Thimoty Touchton
Orchestra: Rainer Pietsch
 
Note: "DONNA DO YOU WANNA (A "Summer" song)" è cantata in inglese... viene inserita esclusivamente per "doverosa" documentazione!
 
Testo:
Settimana così
tu solo Hello & Goodbye
Hollywood sulla strada
tu giri i fianchi e va, vai, vai.

Wow! Come ti chiami donna…
(Donna)
sei un american dream…
(american dream)
George Moroder t-shirt…
(Know what I mean?)
Quante stelle sui tuoi jeans!!!

Qunado cammini dal di dietro
(gal when you’re walkin’from the back)
Sembri due scimmie in un sacco-wow-wow…
(looks like two monkeys in a).

Let me tell ya donna
pappy told yo’mammy
down by the riverside…
More than plasyn’ hookee
More than makin’ whookee.

Donna do you wanna tonite….?
Donna do you wanna tonite….?
Donna do you wanna? Allrigth !!!
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 3
IO CHE AMO

 
      Lato B: 3
DIMENSIONE

 
     

Autori: Baracuda, Cristiano Malgioglio, Nicoletta Strambelli
Orchestra: Rainer Pietsch
 
Testo:
Ho fatto un sacco di esperienze amorose
sono state tante occasioni clamorose
i benpensanti si potrebbero stupire
le malelingue gioire.
Ho dato tanto poco in quantità di cose
il sentimento mi libera mi guarisce
l’occasione al punto giusto mi sfinisce.
E non mi basta più
e non mi basta più
vivere
vivere
tanto ci sono io io io
io che amo
io che amo….

Sono un tipo speciale pretenziosa
non sopporto relazioni durature
sanno di noia d’infelice di radice
<> che mi faccia felice.
Io con tutti mi sento legata
ovviamente non pretendo niente
mi si attaccano come api al miele.
E non mi basta più
e non mi basta più
vivere
vivere
tanto ci sono io io io
io che amo
io che amo….
 
Fonte: QUI
     
Autori: Vincenzo Falsetti, Roberto Fia, Aldo Tamborrelli
Orchestra: Rainer Pietsch
 
Testo:
Il tuo sguardo su di me che mi spoglia
mi va bene, nasce qui una storia
affidarti libertà e memoria
e poi un'idea, se vuoi….

Il silenzio scende giù, come pioggia
fra gli impulsi cerco te, le tue braccia
traccio qui un amore che conta
e poi l'universo, per noi.

Io mi abbandono ad inventare
per gioco una vita
un'esperienza sono certa
non ancora vissuta
dove il buoi notturno si nasconde
fra gli alberi, alberi, alberi e dentro di noi…

Ma tu chi sei?
La pace nuda che mi dai
o la dolcezza che vorrei?
Che dimensione io non so, io non so, io non so.
Almeno tu
dammi la forza e un giorno in più
un fiore rosso, un fiore blu
sui rami della vita… Noi…
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 4
IL RE

 
      Lato B: 4
CRY, CRY, GOTTA WORRY

 
     

Autori: Paul Jeffery, Maurizio Monti, Nicoletta Strambelli
Orchestra: Rainer Pietsch

 
Testo:
Io sono il Re
lo so conosco lo splendore
io sono il Re
perciò conosco il pretendente
niente è come prima oramai
sicuramente abdicherei
ma è tardi ormai…

Regina sei
e sai mostrarlo all’occasione
Regina sei
conosci e sai in relazione
Non è rilevante oramai,per me
per voi,cosa fai tu…Sangue blu…

Fuori dentro il sistema
vedi le due faccie dello
“Niente cambia mai,ma cosa vuoi tu?”
Rischi tutto,fingi uguale
vendi tutto,conseguente
quando ti riesce,quello sei tu…

Regina sei,tu vai,tu sai
ti mostri bene ah. Sei così fruity!!!
Regina sei,tu giochi forte
chini solo la tua testa così beauty!!!
Niente è come prima oramai…
Sicuramente abdicherai…
Ma è tardi,sai…

Tu comunque lascia andare
Non c’è invero un grand’affare
almeno che non prendi i soldi e vai via!!!
Assicurato blu reale
mescolato – o sleale! –
siete così tanti,cosa farò???

Niente è rilevante oramai
per me,per voi,
cosa fai tu… Dal sangue blu?
 
Fonte: QUI
     
Autori: Holger Grabowsky, Wolfgang Jass, Wolff Stein
Orchestra: Rainer Pietsch
 
Note: "CRY, CRY, GOTTA WORRY" è cantata in inglese... viene inserita esclusivamente per "doverosa" documentazione!
 
Testo:
If you see me laughin’
then I’m only joking like a fool
but don’t you get me wrong, man,
I’d rather like to paly it cool…

Take me, shake me.
it can’t be worse than what he does to me
let me, let me, wow, you can forget me,
gonna hide myself and get it on!!!

Cry-cry gonna worry
oh, man I gotta too much tears to hold
Cry-cry gonna stand it
until my blue moon turns to gold.

People say that I’m love-sick
but they ain’t got no clue what’s going on
its just because of his dirty dirty tricks
thery’re hitting me so hard and strong.

Take me, shake me.
Man you con forsake me
it can’t be worse than what he does to me
let me, let me, wow, you can forget me,
gonna hide myself and get it on!!!

Cry-cry gonna worry
oh, man I gotta too much tears to hold
Cry-cry gonna stand it
until my blue moon turns to gold.
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 5
MALE BELLO

 
      Lato B: 5
TIE A RIBBON ROUND MY SOUL

 
     

Autori: Ivan Cattaneo
Orchestra: Rainer Pietsch

 
Testo:
Tu…si tu C G
sporco fiore del peccato tu
bocca ladra di un respiro sei
tu mi respingi mi deridi e vai A- G
e non sai G A-
che io…si io C G
sarò pianta carnivora io
e viziandomi
viziata, capricciosa A-
io ti divorerò oh…oh… NO
porti un male oscuro dentro il cuore C D
non lo sai
o non vuoi chiamarlo amore
tu sei il male bello da masticare
e e e e e e e
e tu…si tu C G
sporco fiore del peccato tu
bocca ladra di un respiro sei
un corpo che si dona A-
mentre la mente tua
non sarà mai mia
e fa che io…si io
sia cerino fra le dita tue
e dai sfregami!
accendimi poi bruciami e poi
gettami via
una smorfia sporca di follia
dai parcheggia sul mio cuore C D
ma senza farmi tanto sanguinare
tu sei il male bello da masticare
e e e e e e e e e e C
e tu…si tu G
sporco fiore del peccato tu
bocca ladra di un respiro sei.
Ah ah A- G A- CHIUDE G.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Rainer Pietsch
Orchestra: Rainer Pietsch
 
Note: "TIE A RIBBON ROUND MY SOUL" è cantata in inglese... viene inserita esclusivamente per "doverosa" documentazione!
 
Testo:
Gotta funny nature
nothing brings me down
where things are gettin’ rough.
I’ll playin’ yhe clown
but if my reputation
helps me to make friends
when it comes to love, there ain’t no way
‘cos a clown ain’t supposed to say
“I love you”
– so here I am, just funny again.

Gotta funny nature
but I can’t blame you folks
– sometimes event I can’t see
the truth behing my jokes
forget about my problems
‘ cos you may have your own
there’s party goin’ on tonite –
and ev’rythings alrigth –
– I’m easy –
– its just that again I’m alone.

Tie a ribbon round my soul
make a knot and just let it be.
Tie a ribbon round my soul
make a knot and just let it be.
Tie a ribbon round my soul
make a knot knot knot knot knot knot
set me free!!!!

Gotta funny nature
I’m the laugher in the rain
the ever-similin’ clown
was lovin’all in vain
so if you hears his, baby
would you please keep in mind
that the thing I’m singin’ in this song
if it’s rigth or if it’s wrong, says
– I’m easy –
– its just that again I’m alone.

Tie a ribbon round my soul
make a knot and just let it be.
Tie a ribbon round my soul
make a knot and just let it be.
Tie a ribbon round my soul
make a knot knot knot knot knot knot
set me free!!!!
 
Fonte: QUI
 

 
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1677
Punti : 1677
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

PATTY PRAVO: 1982 - CERCHI (L.P. 33½ Giri + MC)

Messaggio  mauro piffero il Mer Apr 18, 2018 10:44 pm

1. TITOLO:
 
1982 - CERCHI
 
# Etichetta:CBO # Catalogo: CBLP 1005 # Data pubblicazione: 1982 # Matrici: CBLP 1005/1 - CBLP 1005/2 # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Distribuito da: Dischi Ricordi S.p.A.
 
 
2. RECENSIONE:
 
Cerchi è il 15º album di Patty Pravo, pubblicato dalla casa discografica CBO nel 1982.

Il disco
Dopo ben tre anni, il viaggio in America e due nuovi matrimoni (rispettivamente con Paul Martinez e John Edward Johnson), finalmente la Pravo ritorna sul panorama musicale col nuovo album: Cerchi.

L'album contiene otto brani in italiano, inglese e francese, prevalentemente rock: frutto sicuramente dell'esperienza americana della Pravo.

Inizialmente l'idea era di pubblicare un album interamente in lingua inglese, ma poi si è deciso di tradurre alcuni brani in italiano; lavoro che svolgerà la stessa Patty Pravo, insieme con l'autore e amico Maurizio Monti.

Per la promozione di questo nuovo album venne estratto un singolo con Parole destinato al circuito dei juke box che non ebbe mai un corrispettivo commerciale. La promozione televisiva venne affidata a quasi tutti i brani dell'lp. Nel corso di Saint Vincent Estate 1982 venne presentata Parole, per Discoring fu scelta Cerchi, durante il programma domenicale condotto da Gianni Minà Blitz presentò Let's go mentre per Flash di Mike Bongiorno la scelta cadde su Je ne sais pas. Fu registrato anche un mini concerto di nove brani trasmesso dal programma Sotto le stelle.

Si può notare un "errore" di stampa nella copertina dell'album (il nome d'arte è Patti Pravo, e non Patty Pravo), che si potrebbe intendere, invece che come un "errore", come un momentaneo cambiamento del nome d'arte, che sta a significare una "rottura" con il passato e la figura di una "nuova" nascente "Patti": la nuova Patty Pravo, infatti, è lontana dalla figura severa ed enfatica del periodo francese, mentre la sua voce abbandona progressivamente il caratteristico "vibrato":

« Di "Cerchi" si stava occupando la "Capitol America", mi afflissero talmente le palle poiché volevano a tutti i costi che stipulassi un contratto con loro per realizzare un disco rock. Io ho fatto quello che potevo fare, non mi sono posta il problema, effettivamente. Dovevo rifare me stessa ma è molto difficile rifare sé stessi quando è così a breve scadenza, e quindi non mi piaceva l'idea di ripropormi. Stavo formando una band che fosse internazionale con una mescolanza di stili; c'era Gianni Dall'Aglio, che scriveva molto bene, Paul Martinez e Frank Martin, un musicista americano mio amico... e si pensava a questa unione tra italiano, inglese, americano e una veneziana. Mi sembrava un progetto molto carino. Quello che non volevo, alla fine, era quello di non tornare a fare la "Patty Pravo"! »

Veste grafica curata da Mario Convertino. Realizzato con copertina non apribile e sulla busta interna un ritratto dell'artista. Quest'ultimo venne utilizzato, per la stampa tedesca, sul fronte di copertina.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER di: CERCHI (LP oltre a MC)
 
   
 
   
 
   
 

 
 
Versione musicassetta
 
            
 
 
 
4. TRACK LIST di: CERCHI
 
Lato A Lato B

  • A1 CERCHI
  • A2 LET'S GO
  • A3 LA VIAGGIATRICE YOU
  • A4 PAROLE


  • B1 JE NE SAIS PAS
  • B2 HARLEM ROCK
  • B3 SAFARI PARK
  • B4 MOTION DANCE
 
 
Lato A: 1
CERCHI

 
      Lato B: 1
JE NE SAIS PAS

 
     

Autori: (Nicoletta Strambelli - Paul Martinez
Orchestra: in studio

 
Testo:
Che distrazione giro
e giro intorno a un cerchio
non so che dire
che distrazione
si presenta e spazza a terra
ma cosa fare?
Lui s’annida e tu vuoi andare via
per poi tornare qui.

Giro giro un cerchio
giro giro un cerchio
giro intorno a un cerchio
giro giro un cerchio.

Finita, andare via
per poi tornare qui.

Giro giro un cerchio
giro giro un cerchio
giro intorno a un cerchio
giro intorno a un cerchio.

Lui disse non ti lascio
lui disse resto sempre con te
io non lo credo!!!!

Che distrazione giro
e giro intorno a un cerchio
non so che dire
che distrazione
si presenta e spazza a terra
ma cosa fare?
Finito, andare via
naturalmente poi ritorni qui
e giri, giri, giri…

Giro giro un cerchio
giro giro un cerchio…
 
Fonte: QUI
     
Autori: (Nicoletta Strambelli - Paul Martinez
Orchestra: in studio
 
Note: "JE NE SAIS PAS" è cantata in francese... viene inserita esclusivamente per "doverosa" documentazione!
 
Testo:
Je ne sais pas – io non so che
vien vien, bon bon.

Sotto i ponti è bella Parigi con te
oui, at the middle places
at Paris wiht you.

Je ne sais pas – io non so che
je suis contènte
je suis contènte.

Je ne sais pas.

Mentre parlo con te
io non so che
mentre parlo con te
ye ye ye, parlo a te
ye ye ye, parlo a te
ye ye ye, parlo a te.

Je ne sais pas – io non so che
je suis contènte, ye contènte
ah ye contènte
and everything it’s fine.

Sotto i ponti è bella Parigi con te
oui, at the middle places
at Paris wiht you.

Je ne sais pas – io non so che
Je ne sais pas – io non so che
vien vien, bon beau
je ne sais pas
je ne sais pas.
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 2
LET'S GO

 
      Lato B: 2
HARLEM ROCK

 
     

Autori: Nicoletta Strambelli - Paul Martinez
Orchestra: in studio
 
Note: "JE NE SAIS PAS" è cantata in inglese... viene inserita esclusivamente per "doverosa" documentazione!
 
Testo:
Su facciamo un giro vuoi?
Si può far qualcosa sai
ma che pace, voglio guai
su andiamo bene se…
Cosa vuoi da me tu vuoi?
Tu vuoi davvero solo… Sai
corpo e mente, questo vuoi?
Mi vuoi avere quando vuoi.

So let’s go – so let’s go
so let’s go – so let’s go
so let’s go – so let’s go.

Sto aspettando tu lo sai
la mia co… Si muove mai
scende ondeggia
scende giù
se propongo quello atto sei tu
Cosa vuoi da me tu vuoi?
Tu hai da dirlo solo sai
corpo e mente, questo vuoi?
Mi vuoi avere quando vuoi.

So let’s go – so let’s go
so let’s go – so let’s go
so let’s go – so let’s go.

Su facciamo un giro vuoi?
Si può far qualcosa sai
Su facciamo un giro vuoi?
Su facciamo un giro vuoi?

So let’s go – so let’s go
so let’s go – so let’s go
so let’s go – so let’s go.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Nicoletta Strambelli - Paul Martinez
Orchestra: in studio
 
Note: "HARLEM ROCK" è cantata in inglese... viene inserita esclusivamente per "doverosa" documentazione!
 
Testo:
Io non voglio no, non parlo
io andare no, non voglio
io sapere no, non dirlo
non mi muovo no.

Io sono sola
voglio qualcuno
I’m mixed that you,I’m only.

Non mi muovo no, non voglio
non mi sposto no, no non toccarmi
no non voglio no, non voglio
non mi muovo no.

Io sono sola
voglio qualcuno
I’m mixed that you,I’m only.

Io non voglio no, non parlo
io andare no, non trovarmi
io sapere no, non dirlo
non mi muovo no, non voglio
non mi sposto no, non toccarmi.

Io sono sola
voglio qualcuno
I’m mixed that you,I’m only.

Io sono sola
voglio qualcuno
I’m mixed that you,I’m only.
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 3
LA VIAGGIATRICE YOU

 
      Lato B: 3
SAFARI PARK

 
     

Autori: Nicoletta Strambelli - Paul Martinez
Orchestra: in studio

 
Testo:
La viaggiatrice You
l’ho vista fare prigioniera
avorio dei suoi segni
i suoi versi
addii di libertà.

Sembra che poi you
e il suo ventito rosso aurora
abbia poi ballato
come sa fare lei.

Ritmo di un ventaglio You
ritmo di un ventaglio You
non ci fu bel tempo più
parola… Tempo più.

la viaggiatrice You
aveva forze di gioia
sulla sua chioma
e non si sa ancora
di quanto la sua frontiera
lei spostò

e si dice che qualcuno
dopo aver incontrato You
possa poi ballare
come sa fare lei.

Ritmo di un ventaglio You
ritmo di un ventaglio You
non ci fu bel tempo più
parola… Tempo più.

Ritmo di un ventaglio You
ritmo di un ventaglio You
non ci fu bel tempo più
parola… Tempo più.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Nicoletta Strambelli - Paul Martinez
Orchestra: in studio
 
Note: "SAFARI PARK" è cantata in inglese... viene inserita esclusivamente per "doverosa" documentazione!
 
Testo:
Distante io, soffio su di te
perchè affogare
il tuo deserto non mi va.

L’idea è agitata, perchè no
un Dio è di giada
sei nel mio safari park.

Tu dici che poi mi spiegherai
io dico si, ti aspetto qui
lo spazio amico
quello che non hai
e tiri avanti ormai
e allora.

Addio, l’amore colpirà
questo è il sapore
del rosso sangue al mattino
la caccia è aperta perchè no
corpi scuri in libertà
tu stai belando
per un bacio che
se ti sta bene perchè no?

La vita amico è tutta tua
ce l’hai
e giocala come tu vuoi
giocala come tu vuoi.

Distacco io, soffio su di te
perchè affogare
il tuo deserto non mi va.

L’idea è agitata, perchè no
un Dio è di giada
sei nel mio safari park.
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 4
PAROLE

 
      Lato B: 4
MOTION DANCE

 
     

Autori: Nicoletta Strambelli - Paul Martinez
Orchestra: in studio
 
Testo:
Lamenti e sogni tu
mi appari in un momento
splendido
l’ambita voglia di
odori di peccati
sillabe.

Ma poi parole, parole
parole, parole.

Dai miei pensieri tu
tu vieni in caldi lampi
di calore a me
liquidi e vortici io
un paio di piaceri
e gioia ingenua.

Lamenti e sogni tu
mi appari in un momento
splendido
liquide voglie di
odori di peccati, sillabe.

Troppe parole, parole
parole, solo parole.

Parole, parole
troppe parole
parole, parole
troppe parole
parole, parole
troppe parole
parole, parole
solo parole…
 
Fonte: QUI
     
Autori: Nicoletta Strambelli - Paul Martinez
Orchestra: in studio
 
Testo:
Guardi le altre fare Motion Dance
è il momento di capire se
dormi o no,cadi giù facilmente
come pensi proprio tu
fare Motion Dance
fare Motion Dance
fare Motion Dance
fare Motion Dance
…senti la batteria…

Guardi le altre fare Motion Dance
è il momento di provare che
to the Motion Dance
to the Motion Dance

Guardi le altre fare Motion Dance
è il momento di capire se
dormi o no,cadi giù facilmente
come pensi proprio tu
to the Motion Dance
to the Motion Dance
to the Motion Dance
to the Motion Dance
to the Motion Dance
to the Motion Dance

Su ragazze fare Motion Dance
è il momento di capire se
to the Motion Dance
to the Motion Dance
to the Motion Dance
to the Motion Dance

C’è un vicino che prende te
per me sarà possibile
voglio un’azione, la chiamerò
su dai muoviti non dire no
to the Motion Dance
to the Motion Dance
to the Motion Dance
to the Motion Dance
to the Motion Dance
to the Motion Dance
to the Motion Dance
to the Motion Dance
to the Motion Dance
to the Motion Dance…
 
Fonte: QUI
 

 
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1677
Punti : 1677
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

PATTY PRAVO: 1984 - PER UNA BAMBOLA/VIAGGIO (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Gio Apr 19, 2018 3:22 pm

1. TITOLO:
 
1984 - PER UNA BAMBOLA/VIAGGIO
 
# Etichetta: CGD Italiana # Catalogo: CGD 10535 # Data pubblicazione: Febbraio 1984 # Matrici: 2c 10535-1N/2c 10535-2N # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.)# Facciate: 2
 
Note: Data matrici: 11 Gennaio / Lato A: "Festival di Sanremo 1984" / Solingo è lo pseudonimo di Paolo Conte / Copertina di Marcello Jori / Distribuito da CGD Messaggerie Musicali - Milano
 
 
2. RECENSIONE:
 
Per una bambola/Viaggio è il 27° singolo di Patty Pravo, pubblicato su 45 giri dalla CGD nel 1984.

Il disco
Il singolo ebbe un discreto successo: rappresenta la rinascita artistica della cantante dopo qualche anno di assenza dalle scene. Risulta l'83° singolo più venduto del 1984, giungendo fino al 17º posto in hit-parade.

Per una bambola
Per una bambola è una canzone dal testo autobiografico, scritta da Maurizio Monti, con la quale Patty Pravo partecipò al Festival di Sanremo 1984.
Si qualificò 10° in classifica finale, e vinse il Premio della critica per la particolarità e attenzione che venne dedicata all'immagine del personaggio. Indossò per l'occasione un vestito creato da Versace e le acconciature furono realizzate da Marcello Casoni.[3]

Il brano fu inserito nell'album Occulte persuasioni.

Viaggio
Viaggio è stata scritta da Paolo Conte (nascosto sui crediti dallo pseudonimo Solingo), e Giancarlo Trombetti.

Il brano fu incluso nell'album Occulte persuasioni
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
 
Edizione Speciale: fuori commercio
 
   
 
 
4. TRACK LIST
 
Lato A:
PER UNA BAMBOLA

 
      Lato B:
VIAGGIO

 
     

Autori: Maurizio Monti
Orchestra: Io l’ho cercata sopra il colle
 
Testo:
La mia piccola ribelle
Stava invece in casa tua
O bambola
Come me viveva sotto il sole
A nutrirsi di parole
Quando mai la rivedrò
O bambola
Si dice in giro che la tieni male
Come fai
Mandami a dire se è vero
Corro a prenderla
E se l’hai vista intorno al fiume
Per le strade sulla neve
Pensaci e fammela
Una ipotesi
Si dice in giro che la tieni male
Come fai
Mandami a dire se è vero
Corro a prenderla
Dicono che si è fatta brutta
Questo non mi va
Mandami a dire se è vero
Corro a prenderla
L’abbellirò con nastri rosa
Fiori gialli tra i capelli
Riderà incredula
O bambola
Riderà incredula
O bambola
Riderà incredula
O bambola.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Solingo, Gian Carlo Trombetti
Orchestra: in studio
 
Testo:
Può succedere di tutto qui
ma la scena è presentabile
sono sola, sono sola
Ecco una distanza minima,
impalpabile divinità
sono sola, sono sola.
Posso renderti partecipe,
ma mi piace solo alludere
La memoria è solitudine
tu sei solo
Arriviamo a un gioco immobile,
ogni oggetto è un abitudine
Ce ne andiamo, ci spostiamo
Da domani sarò in Messico
sotto una coperta ruvida
meno sola, meno sola
Solo l'aria è indomabile
in un vuoto caraibico
sono sola, sono sola.
La tua immagine mi è utile
scandagliando un altro oceano
tutto il tempo di pensarci su.
Sono sola
La tua immagine mi è utile
non immagino più niente ormai
sono sola, sono sola aaaa.

Tu mi chiedi l'impossibile
con un gesto imprevedibile,
ma le maschere del Messico
stanno zitte in mezzo agli attimi. Sono sola
Da domani sarò in Messico, sotto a una coperta ruvida
meno sola, meno sola
 
FonteQUI
 
 
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1677
Punti : 1677
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

PATTY PRAVO: 1984 - OCCULTE PERSUASIONI (L.P. 33½ Giri + MC)

Messaggio  mauro piffero il Gio Apr 19, 2018 6:19 pm

1. TITOLO:
 
1984 - OCCULTE PERSUASIONI
 
# Etichetta: CGD # Catalogo: 20401 # Data pubblicazione: Febbraio 1984 # Matrici: 20401/1-20401/2 # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Data matrici 23 Gennaio 1984 / Solingo è lo pseudonimo di Paolo Conte /
 
 
2. RECENSIONE:
 
Occulte persuasioni è il sedicesimo album di Patty Pravo, pubblicato dalla casa discografica CGD nel 1984.

Il disco
Con il brano Per una bambola Patty Pravo partecipa al 34º Festival di Sanremo, piazzandosi decima nella gara e aggiudicandosi il Premio della critica.

È la CGD di Caterina Caselli ad occuparsi del rilancio di Patty Pravo, nel panorama musicale; con la pubblicazione dell'album Occulte persuasioni e del singolo Per una bambola/Viaggio, dopo l'accoglienza non troppo esaltante di Cerchi due anni prima.

Per questo disco, la Pravo mette da parte le proprie composizioni per affidarsi ad altri autori, quali Maurizio Monti, Riccardo Cocciante e Giancarlo Trombetti. Dietro alcuni brani, nascosto dallo pseudonimo Solingo c'è la collaborazione di Paolo Conte.

Musicalmente rarefatto ed elettronico, l'album è suonato quasi completamente dal tastierista dei Goblin Maurizio Guarini con la collaborazione del cantautore Goran Kuzminac che esegue le articolate parti di chitarra finger-picking.

Realizzato con copertina apribile e illustrato da tre acquerelli di Marcello Jori. Quello che compare nella parte interna è ispirato ad un fotogramma del film Detour di Edgar G. Ulmer. Sulla busta interna sono riportati tutti i testi.

Sul fronte di copertina non compare il nome della Pravo ma solo il titolo del disco.

La prima edizione in cd, uscita contemporaneamente all'lp, presenta, in esclusiva, una presentazione del disco dovuta anche al fatto che si trattava del primo disco di Patty Pravo ad uscire sul nuovo supporto digitale.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER di: OCCULTE PERSUASIONI(LP oltre a MC)
 
   
 

 
   
 

 
 
Versione musicassetta
 
   
 
 
 
4. TRACK LIST di: OCCULTE PERSUASIONI
 
Lato A Lato B

  • A1 PER UNA BAMBOLA
  • A2 PASSEGGIATA
  • A3 CIELI DI BAHIA
  • A4 AMORE BUONO
  • A5 DOLCE UNA FOLLIA


  • B1 OCCULTE PERSUASIONI
  • B2 VIAGGIO
  • B3 DONNE OMBRA/UOMINI NEBBIA
  • B4 PRENDI
 


 
 
Lato A: 2
PASSEGGIATA

 
      Lato B: 1
OCCULTE PERSUASIONI

 
     

Autori: Maurizio Monti, Riccardo Cocciante
Orchestra: in studio
 
Testo:
One, two, three.
Camminando nel parco chissà che succeda un fatto insolito
E ad un tratto la vedo più in là non è poi tanto logico.
Una bimba da sola che fa, qui nel bosco buio e umido.
Indecisa, smarrita mi sa forse già in preda al panico
L'andatura di lei non è molto spedita oramai
Incomincio a seguirla e così
un po a distanza, un po a distanza... Ioooooo
E un incontro cattivo vorrei non avesse mai.

C'è tra gli alberi un chiostro laggiù, la bambina va sul pratico
E si compra un ghiacciolo che è blu. Son caduta in un equivoco
Sorridente la guardo, andarsene via
sorridente e sicura di sè
...Un po' a distanza, un po' a distanza io
Io vorrei che il gelato per lei non finisse mai
(2 volte)
Io vorrei che il gelato per lei non finisse...

 
Fonte: QUI
     
Autori: Solingo, Giancarlo Trombetti
Orchestra: i studio
 
Testo:
La cosa è indifferente
non basta un solo istante
tutto quello che so, io lo so
e non te lo dirò

la cosa è indifferente
ma l’attimo è sfuggente
io lo so che sei più che mai
certo più che mai

la cosa è indifferente
richiamo entusiasmante
equivochiamo si
forse no, presto lo saprò

e sarà un uomo o tutta una città
meglio una città…avvenne che…la vita
vedi adesso si
questo sorriso scende insieme a noi
persuasione occulta non si sa
si vedrà si saprà

ma siamo spiritose
probabile…golose
tutto quel che vuoi
tu lo sai lo dobbiamo a lui

lo so che mi hai capita
possibile la vita
tutto quel che sai
si lo sai lo dobbiamo a lui

ecco il veleno scende su di noi
meglio su di noi l’hai detto tu
sotto forma di complessità
questo sorriso arriva tra di noi
noi nella deriva
finchè vuoi
finchè vuoi
finchè vuoi

la cosa è indifferente
non basta un solo istante
tutto quel che so
io lo so e non te lo dirò

la cosa è indifferente
non basta un solo istante
tutto quel che so
io lo so e non te lo dirò
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 3
CIELI DI BAHIA

 
      Lato B: 3
DONNE OMBRA/UOMINI NEBBIA

 
     

Autori: Maurizio Monti
Orchestra: in studio
 
Testo:
Cieli di bahia
cieli di bahia
e non più qui
qui non c'è aria buona
tutto condiziona
c'è una grande folla
che preme davvero
non ti muovi più

cieli di bahia
cieli di bahia
io vivo lì
uomo prendi il treno
porta il tuo bambino
gira pure a vuoto
che tanto il matto non l'hai fatto mai

si faranno vivi i tuoi maestri di virtù
piangendoti un bel po'
la tua assenza conterà, lo so

cieli di bahia
cieli di bahia
e non più qui
metti convinzione
qualche suggestione
cammina molti giorni
davvero ritrovarti con me, con me

la tua assenza conterà, lo so
 
Fonte: QUI
     
Autori: Solingo, Giancarlo Trombetti
Orchestra: in studio
 
Testo:
Su vediamo vediamo dai
non ti sai comportare tu
sono nebbie da ballo e
dove vai, dove vai…
Fammi dire di merglio, vuoi?
E’ difficile, forse puoi…
Sono uomini nebbia nuovi
dove vai, dove vai…

Ma che
ma che rimorsi al buio

Quanta notte
in fondo agli occhi lo sai
sono notte in fondo agli occhi
l’hai detto
Tante notti
in fondo agli occhi lo sai
Ci avvicendiamo noi…

Due donne ombra ancora
figuratevi le altre poi
sempre uomini in fuga ancora
dove vai, dove vai…

Dove andate a cercarmi, dove?
Sempre qui son rimasta io
Dove avete le antenne, dove?
Ma dove vai, dove vai…

Quando mai
non rientri in fondo al buio

Quanta notte
in fondo all’anima ormai
quanti assegni a vuoto
passami i barman
quanta musica nei piedi
se vuoi
e allora andiamo, vuoi?

Quanta notte
in fondo agli attimi ormai
Professioni improvvisate
notturne
quanta musica sei piedi se mai
ci allontaniamo, vuoi?
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 4
AMORE BUONO

 
      Lato B: 4
PRENDI

 
     

Autori: Maurizio Monti
Orchestra: in studio
 
Testo:
Tu...
amore buono mio bel suono,
tu... tu...
amore buono mio bel suono, tu...
è una cosa bella,
è riuscita bene
come un melograno
un amore buono,
un amore buono c'è per me,
tu...
tu...
seguace amato solamente tu,
tu...
destino grato mi dai tanto,
tu...
emergente stella,
è riuscita bene in questo incontro a modo,
un amore buono
un amore buono c'è per me,
tu..
noi..
ci siamo rivelati al sole, noi..
noi...
ci consumiamo con gran gioia,
noi..
è una cosa bella,
è riuscita bene in questo incontro a modo,
un amore buono
un amore buono c'è per me,
tu...
un amore buono,
un amore buono c'è per me..
tu...
un amore buono,
un amore buono c'è per me...
 
Fonte: QUI
     
Autori: E. Riccardi, L. Albertelli
Orchestra: Paul Jeffery
 
Testo:
Prendi nel tuo pugno
e quello che raccogli tienilo leggera,
cerca di far bene,
piano lentamente,
schiudi la tua mano a chi...
Ti sta aspettando.
Prendi con misura,
segli tu da sola,
scuoti la tua testa,
libera i capelli
e continua pure,
stimola sorprendi chi...
In te non crede.
Offriti e rispondi,
prendi quello che ti va... Fallo dolcemente,
come non hai fatto mai,
anche se poi...
Puoi trovarti a dare
più di quanto hai preso,
ma è una bella sera,
c'è una luna vera,
piano lentamente,
schiudi la tua mano a chi...
Ti vuole bene...
Anche se poi...
Puoi trovarti a dare
più di quanto hai preso, senti che succede già da questa volta,
mentre si alza il vento, prendi un bel respiro
e ritorni a casa...
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 5
DOLCE UNA FOLLIA



Autori: Maurizio Monti, Gianni Dall'Aglio
Orchestra: in studio
 
Testo:
Dolce una follia
Disperdersi più in là
Nel vento
In un momento
Con la mente che non c’è
Se n’è andata ormai
Volando per un pò
Lontano nel cielo
Ma qualcuno l’avvistò
Peccato
Per davvero

Dolce una follia
dividersi a metà
Ma il cuore tenerlo intero
Per provare che è tutto li
Poi nelle grazie di una dolce follia
Un bel salto di qualità
Da compiersi in due

Dolce una follia
Dolce specie di follia
Sicuro sul serio
Dolce una follia
Quasi fossi mia
Si riderò,questo si
Piangerò
E vivrò questa novità
Domani in città
 
Fonte: QUI

 
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1677
Punti : 1677
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

PATTY PRAVO: 1985 - MENU'/DAY BY DAY (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Gio Apr 19, 2018 7:26 pm

1. TITOLO:
 
1985 - MENU'/DAY BY DAY
 
# Etichetta: CGD Italiana # Catalogo: CGD 10623 # Data pubblicazione: Maggio 1985 # Matrici: 2c 10623-1N/2c 10623-2N # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.)# Facciate: 2
 
Note: Data matrici: 20 Maggio / Fotografia di Marinetta Saglio / Distribuito da CGD Messaggerie Musicali - Milano
 
 
2. RECENSIONE:
 
Menù/Day by Day è il 28º 45 giri di Patty Pravo,pubblicato nel 1985 dalla CGD.

Il disco
Con la pubblicazione di questo singolo, dagli esiti poco esaltanti, finì anche la permanenza di Patty Pravo all'interno della casa discografica CGD.

Alla stessa Patty Pravo, il brano, non piacque per nulla:

« "Menù" era improponibile. Feci il provino in inglese, e in quel modo il pezzo era abbastanza carino, ma non era nato con quell'arrangiamento. Poi Zambrini ha voluto fare l'arrangiamento, Migliacci il testo... Cose allucinanti. Peccato, perché il provino iniziale era carino. »

Menù
Menù è una canzone scritta da Franco Migliacci e Bruno Zambrini.

Col brano, Patty Pravo partecipò al Festivalbar 1985.

Il brano non fu incluso in nessun album; ma solo in una ristampa dell'album Occulte persuasioni del 1990.

Day by Day
Day by Day è stata scritta da Bruno Zambrini, Cesare De Natale e Franco Migliacci e coindice, per l'arrangiamento, col lato A del 45 giri, in inglese; anche se di durata superiore.

Il brano non fu incluso in nessun album; ma solo in una ristampa dell'album Occulte persuasioni del 1990.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
 
4. TRACK LIST
 
Lato A:
MENU'

 
      Lato B:
DAY BY DAY

 
     

Autori: Franco Migliacci, Bruno Zambrini
Orchestra: Bruno Zambrini

 
Testo:
E così mi vuoi
perchè non si può.
Che appetito hai?
Io si…
Dieta io? Io mai…
Sarà un pranzo per due
sarò insaziabile vedrai.

Il menù, fallo tu
offrimi le tue specialità
t’amerò (t’amerò)
mi amerai (mi amerai)
la dolcezza non mi basta mai.
E se in fondo un pò d’amaro ci sarà
sarò io che voglio offrirlo
ma non lo berrò.

Non brindo mai ad un addio
con chi non è più mio.
Niente cin cin
decido io
tanto il corpo è mio
pagherò io solo io.

E così mi vuoi
ma che fretta hai
non si butta così il cibo del re
va gustato di più
sapere amare è una virtù.

Il menù, fallo tu
offrimi le tue specialità
t’amerò (t’amerò)
mi amerai (mi amerai)
a un invito non rinucio mai.

Ma una donna non si lascia a mezza via
l’uomo deve darle sempre…
Sempre compagnia.
Sento che stai andando via
resta ancora un pò.
Sento che sei fuori di me, dalla vita mia
adesso che amo te…

Non brindo mai ad un addio
con chi non è più mio.
Niente cin cin con chi va via.
Sento che sei fuori di me, dalla vita mia.
Niente cin cin con chi va via.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Cesare De Natale, Franco Migliacci, Bruno Zambrini
Orchestra: Bruno Zambrini
 
Note: "DAY BY DAY" è cantata in inglese... viene inserita esclusivamente per "doverosa" documentazione!
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
 
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1677
Punti : 1677
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

PATTY PRAVO: 1987 - PIGRAMENTE SIGNORA/SPECCHIO SPECCHIO CHISSA' CHI E'... (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Gio Apr 19, 2018 8:43 pm

1. TITOLO:
 
1987 - PIGRAMENTE SIGNORA/SPECCHIO SPECCHIO CHISSA' CHI E'...
 
# Etichetta: VIRGIN # Catalogo: CGD 10623 # Data pubblicazione: 1987 # Matrici: VIN 45215-A/VIN 45215-B # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.)# Facciate: 2
 
Note: Lato A: "Festival di Sanremo 1987" / Lato B non inciso / Fotografia di copertina di Alberta Tiburzi - Artwork di Fragola & Panna
 
 
2. RECENSIONE:
 
Pigramente signora è il 29° 45 giri di Patty Pravo, pubblicato nel 1987 dalla Virgin.

Il disco
Il singolo ottenne un discreto successo vendendo tutte le diecimila copie stampate dalla Virgin, che però decise di rescindere il contratto discografico dopo l'accusa di plagio a Sanremo, e pertanto il disco non fu mai più ripubblicato.

Pigramente signora
È appunto il brano presentato al Festival di Sanremo 1987, che si rivela però subito essere a tutti gli effetti una cover di To the Morning di Dan Fogelberg, cosa che costerà all'artista una pesante accusa di plagio con la conseguente rottura del nuovo contratto discografico da parte della Virgin Records. Ad ogni modo, quella di Patty Pravo resta una pregevolissima interpretazione, fra le sue migliori di sempre, arricchita dal testo italiano di Franca Evangelisti, che della Strambelli seppe tracciare un poetico e suggestivo ritratto.

Mentre durante le esibizioni sanremesi la sovrimpressione televisiva riportava come autori Franca Evangelisti e Mauro Arnaboldi, sul 45 giri Pigramente signora risulta accreditata a Franca Evangelisti e Nicoletta Strambelli: la cantante dovette pertanto pagare i danni a Fogelberg, ed il brano venne poi ufficialmente accreditato a Franca Evangelisti e Dan Fogelberg.

Il brano fu incluso l'anno successivo (su licenza Virgin Records) nell'omonima raccolta intitolata Pigramente signora, pubblicata dalla CGD.

Specchio specchio chissà chi è...
Specchio specchio chissà chi è... è il lato B, non inciso, che doveva contenere uno strato a specchio a sostituzione del vinile; progetto che non venne poi realizzato.

È anche una frase che appartiene al testo del brano inserito nel lato A del 45 giri (Pigramente Signora):
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
 
4. TRACK LIST
 
Lato A:
PIGRAMENTE SIGNORA

 
      Lato B: "Facciata non incisa"
SPECCHIO SPECCHIO CHISSA' CHI E'...

 
     

Autori: Franca Evangelisti, Nicoletta Strambelli
Orchestra:

 
Testo:
Negli occhi tuoi che tempo fa
forse è ancora notte
stai sognando
e il sole va sgranando via
dal tuo collo le perle dei giorni
pigramente bambina tu
tu di seta un riflesso tu
dai seni scarni
simulando l’estate vai
e rabbrividendo riderai
dei finti Inverni

Donna di più, quasi un’idea
pelle confetto e mandorle amare
e amare vuoi preziosa un po’
tiepida fiamma non fa rumore
pigramente bambina vai
e danzando dietro i passi tuoi
danzando torni
specchio, specchio chissà chi è?
clonazione forse un’altra te
sfumi i contorni

Stagioni di vento
le storie, gli amori
signora…
rimani il nome tuo qual è?

Nei giorni tuoi che giorno è?
un giorno uguale fitto di giorni
pigramente bambina sei
navigando cieli che tu sai
e mentre dormi
simulando l’estate vai
quante volte riderai con lui
dei finti Inverni

Stagioni di vento
le storie, gli amori
tu pigra
tu ignara
signora…
rimani, il nome tuo qual è?
 
Fonte: QUI
     

 
Testo:
la facciata "B" non è stata incisa
 
 


Ultima modifica di mauro piffero il Gio Apr 19, 2018 9:43 pm, modificato 1 volta
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1677
Punti : 1677
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

PATTY PRAVO: 1987 - CONTATTO/SO FINE SO NICE (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Gio Apr 19, 2018 9:36 pm

1. TITOLO:
 
1987 - CONTATTO/SO FINE SO NICE
 
# Etichetta: CARRERE # Catalogo: CAR 72018 # Data pubblicazione: 1987 # Matrici: 19 CAR 72018-1N/19 CAR 72018-2N # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 7", 45 RPM (17,5 cm.)# Facciate: 2
 
Note: Distribuito da CGD Messaggerie Musicali - Milano
 
 
2. RECENSIONE:
 
Contatto/So Fine So Nice è il 30° 45 giri di Patty Pravo, pubblicato nel 1987 dalla casa discografica Carrere.

Il disco
Il singolo non convinse i fan della Pravo, così come accadde per Menù e, in parte, per Pigramente signora.[1]

Contatto
Contatto è una canzone scritta da Franca Evangelisti e Vito Pallavicini. La produzione e l'arrangiamento sono di Toto Torquati.

Col brano, Patty Pravo partecipò al Festivalbar 1987.

Il brano non fu incluso in nessun album.

So Fine So Nice
So Fine So Nice, la canzone sul lato B, fu scritta da Franca Evangelisti, Ruggero Cini e Nicoletta Strambelli. La produzione e l'arrangiamento sono di Toto Torquati.

Il brano non fu incluso in nessun album.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   
 
   
 
 
4. TRACK LIST
 
Lato A:
CONTATTO

 
      Lato B:
SO FINE SO NICE

 
     

Autori: Giuseppe Cancelliere, Franca Evangelisti
Orchestra: Toto Torquati

 
Testo:
Negli So che verrai
mi cercherai
navigando i secoli
stelle dei sensi avrai
dolce contatto l’anima toccherai
le galassie della luce
porterà con sè
magico richiamo in me.
Complicità noi due identità
nel respiro cosmico
la mente inseguirà
occhi di luna ipnotici
mani che sanno già
mentre il corpo cederà.

Cielo in pezzi
sopra di me
Ali grandi… Portami via
via con me.

Orbiterai
nei sogni miei
siderale brivido
l’unico abbraccio e poi
e poi puntare all’Azimut
l’ultima stella noi
e mai più tornare mai…

Cielo in pezzi
sopra di me
Ali grandi… Portami via
via con me.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Giuseppe Cancelliere, Franca Evangelisti, Nicoletta Strambelli
Orchestra: Toto Torquati
 
Note: "SO FINE SO NICE" è cantata in inglese... viene inserita esclusivamente per "doverosa" documentazione!
 
Testo:
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video. Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
 
 
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1677
Punti : 1677
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

PATTY PRAVO: 1989 - OLTRE L'EDEN (L.P. 33½ Giri + MC)

Messaggio  mauro piffero il Gio Apr 19, 2018 11:10 pm

1. TITOLO:
 
1989 - OLTRE L'EDEN
 
# Etichetta: FONIT CETRA # Catalogo: TLPX 226 # Data pubblicazione: 1989 # Matrici: TLPX 226/1 - TLPX 226/2 # Genere: Pop # Supporto: vinile 33½ giri # Tipo audio: Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Distribuito da FONIT CETRA - Milano
 
 
2. RECENSIONE:
 
Oltre l'Eden... è l'album 17° di Patty Pravo pubblicato dalla casa discografica Fonit-Cetra nel 1989.

Il disco
Durante il periodo di silenzio seguito alla controversa partecipazione al Festival di Sanremo, Patty concepisce e realizza assieme a Paolo Dossena e Giovanni Ullu, un nuovo disco: Oltre l'Eden..., la cui gestazione risulta complessa e intrigante, un lavoro registrato quasi in "presa diretta" , realizzato in assoluta libertà e con la partecipazione, pare, di amici musicisti e non.

Il progetto rimane in standby fino al 1989, quando Patty firma un contratto con la casa discografica Fonit Cetra, che però pretende e ottiene delle modifiche alla scaletta originale del progetto. Tre brani, infatti (Domani farò, Tristezza moderna e Gocce) benché buoni, vengono scartati e sostituiti con altri tre (Ragazza Passione, Terra di Nessuno e La Viaggiatrice - Bisanzio), mentre le rimanenti canzoni vengono modificate soprattutto negli arraggiamenti, tanto che, pur risultando un lavoro originale e raffinato nei singoli pezzi, sia per i testi che per l'interpretazione della Pravo, nel complesso risulta un po' scarno e troppo omogeneo. Prodotto da Dossena e la Pravo che firma quasi tutti i pezzi (tranne Terra di nessuno, Penelope e Un amore) e che dichiara essere delusa, forse proprio per le modifiche apportate che hanno fatto perdere la spontaneità, e stupita, per le critiche lusinghiere ottenute:

« "Oltre L'Eden..." era nato ad una certa maniera ma poi, pezzi che duravano sei minuti sono stati ridotti a tre, con tanto di tagli. Invece quel disco, che avevo fatto con pezzi miei di Giovanni Ullu e i miei musicisti, era un altro mondo, era più compiuto; poi poteva piacere o non piacere ma era sicuramente diverso. La cosa che mi ha spaventato di "Oltre L'Eden..." è stata la critica; ho avuto le più belle critiche in assoluto di tutta la mia carriera. »
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER di: OLTRE L'EDEN (LP oltre a MC
 

 
   
 

 

 
 
Versione musicassetta
 

 
 
 
4. TRACK LIST di: OLTRE L'EDEN
 
Lato A Lato B

  • A1 OLTRE L'EDEN
  • A2 RAGAZZA PASSIONE
  • A3 TERRA DI NESSUNO
  • A4 LA VIAGGIATRICE-BISANZIO


  • B1 GIARDINO DEGLI ARANCI
  • B2 COCCI DI CHISSA' CHE COSA
  • B3 PENELOPE
  • B4 UN AMORE
 
 
Lato A: 1
OLTRE L'EDEN

 
      Lato B: 1
GIARDINO DEGLI ARANCI

 
     

Autori: Patty Pravo, Giovanni Ullu
Orchestra: in studio
 
Testo:
Il mio poeta è in estasi sul tema:
“dal sesso in poi” ammette che non è…
uno dei tanti slogans suoi
…Se ti scegliessi come partner per stasera?

Antagonista, dolce Lupin
Ce l’hai lo stile, la chiave no!
Mi sembra un tango esasperato
rivestiamoci dal nulla!

Noi fabbrichiamo barricate d’erotismo
colonne alte lungo i templi dell’ambiguo
trasvolando oltre l’Eden.

La mia combinazione la sapevi solo tu!
Oltre l’Eden, che musica suona il juke-box?
La mia combinazione la sapevi solo tu!
Oltre l’Eden, che musica suona il juke-box?

Antagonista, dolce Lupin
Ce l’hai lo stile, la chiave no!
Mi sembra un tango esasperato
rivestiamoci dal nulla!

Noi contempliamo pomeriggi disarmati
noi trasvolammo su colonie femminili e poi
io l’aria tua, tu l’aria mia!
Tutto qui.

La mia combinazione la sapevi solo tu!
Oltre l’Eden, che musica suona il juke-box?
La mia combinazione la sapevi solo tu!
Oltre l’Eden, che musica suona il juke-box?
 
Fonte: QUI
     
Autori: Patty Pravo - Giovanni Ullu
Orchestra: in studio
 
Testo:
Un cuore sprovveduto
ti manda le sezioni di fiati sempre in cielo
un cuore sprovveduto…
Nel giardino degli Aranci
due sagome di marmo s’inteneriscono tanto!
E lei non pensa più che l’unverso stellato
sia un’ascesa spirituale…

PerchÚ lui la ferma al momento giusto
e lei dice: “Tu non sai di cosa parli!
Stai solo bladerando
contro il mio cuore sprovveduto”.
Lei scivola facilmente nell’abbandono totale
lui comunica amaramente che gli va d’amare…
Lei ci ride sopra e non parla….
Mente!
Nel respiro degli attimi
che diventano secoli.

Un cuore sprovveduto
si fida o non si fida se gli tendi la mano
un cuore sprovveduto
trattiene il suo entusiamo
tanto da chiudere gli occhi
e lui non pensa più
che il sorriso di una donna
sia qualcosa di speciale.

PerchÚ lei lo ferma al momento giusto
e gli dice:”Tu non sai di cosa parli!
Stai solo bladerando
contro il mio cuore sprovveduto”.
Lei scivola facilmente nell’abbandono totale
lui comunica amaramente che gli va d’amare…
Lei ci ride sopra e non parla….
Mente!
Nel respiro degli attimi
che diventano secoli.
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 2
RAGAZZA PASSIONE

 
      Lato B: 2
COCCI DI CHISSA' CHE COSA

 
     

Autori: Paolo Dossena, Patty Pravo, Tony Carnevale
Orchestra: in studio
 
Testo:
Desiderio avido oltre il gran silenzio
Lacrime che scivolano sopra i miei seni soli
Che strano amore è così diverso
Dove costruirà il suo nido
Tu scoprilo se vuoi questo mio pensiero e poi
Tu prendilo se vuoi un altro momento così
Tu sei un attimo d'eternità
Tu sei un attimo d'amore
E' solo un giorno in più è solo un altro giorno così
è solo un giorno in più
E la mia bocca avida ha le sue folli rime
Tu angelo degli occhi miei lasciami toccare il cuore
Io sento che tutto intorno a me
E non puoi più dire nulla se dico
Tu scoprilo se vuoi questo mio pensiero e poi
Tu prendilo se vuoi un altro momento così
Tu sei un attimo d'eternità
Tu sei un attimo d'amore
E' solo un altro giorno quale momento così
Desiderio di te che te ne vai


 
Fonte: QUI
     
Autori: Patty Pravo, Giovanni Ullu
Orchestra: in studio
 
Testo:
Basso indice di gioia pre-ansietà
nel delirio premattutino per qualcosa…
La lettera trasuda rugiada mentre il glicine dorme!
Cocci di un impegno un pò svogliato in “Platoon”
quel film dell’altra sera!
ancora cocci di chissà che cosa per la mia inquetitudine
aquile eravamo, volavamo in Alta Poesia…
E l’alba di un giorno qualunque
sto svegliandomi adesso
per te, fino a dire te, con giubilo
chiaramente sto raccogliendo i cocci.

Cocci di chissà che cosa
dolce vizio dell’assoluto…
Ballerine di flamnco nei miei gran rimpianti!
La folla giura che l’uomo sta morendo per lei…
Ma nell’arena impazzita
cattedrali nel deserto
per pudore nascondono
i suoi gran rimpianti…
…Chissà quale dio pagano potrà ricomporli.

Vorrei essere al posto dell’aria che regge un’ala!
M’impegno nelle cose più strane
per non perdere il filo
e cito libri che non ho mai letto
e prendo tutti un pò di petto
ancora cocci di chissà che cosa per la mia inquetitudine
per te, fino a dire te, con giubilo
chiaramente sto raccogliendo i cocci.

Cocci di chissà che cosa
dolce vizio dell’assoluto…
Ballerine di flamnco nei miei gran rimpianti!
La folla giura che l’uomo sta morendo per lei…
Ma nell’arena impazzita
cattedrali nel deserto
per pudore nascondono
i suoi gran rimpianti…

…Chissà quale dio pagano potrà ricomporli.
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 3
TERRA DI NESSUNO

 
      Lato B: 3
PENELOPE

 
     

Autori: Umberto Rivarola
Orchestra: in studio
 
Testo:
Tengo i piedi in terra
e proteggo le radici in cielo
così anche in questa stanza
si respira polvere africana
e tu scegli la realtà con la speranza.

Io e te nella terra di nessuno
io e te nella terra di nessuno.

Ci rincorre il diavolo
siamo circondati dal passato
e la spina dentro al fianco
questa città di miracoli e miserie
perchè non fuggiamo via dal branco.

Io e te nella terra di nessuno
io e te nella terra di nessuno.

La nostra vita è un corridoio
voci che si rincorrono e confondono
stò per fare un pò il funambolo
stando in equilibrio sul rasoio
e puntare dritto all’orizzonte.

Con te nella terra di nessuno
con te nella terra di nessuno.
 
Fonte: QUI
     
Autori: Giovanni Ullu
Orchestra: in studio
 
Testo:
Penelope la melodia la odiava
e invece tutti quanti volevano
quel magico notturno di Chopin
ispirato fino al decoltè.
Ricordo le sue dita affusolate che cadevano giù
semitoni di luna, via d’stinto col blues!
In onore
dei tuoi nottambuli fraseggi d’amore…
Ai tuoi fossili simpatici,
alle tue manie di grazia,
al tuo camerino scarno,
al tuo corpo che sorregge,
ai tuoi vecchi cenci sciatti
che si litigano la data…

Evviva te che scaraventi il mondo.
Stai sull’onda di un’elettrica danza, mentre
pubblicamente…
Evviva te che amplifichi
i “Classici del cuore”.

Che clima cercava nei “crescendo”
sollevava i ragazzi dai guai!
Ti strenua nei passaggi polverosi.
Che vorresti averla tutte coccole qua!
Ricordo le sue dita affusolate che cadevano giù
dilaniante lirismo dei ragazzi più osè…
In onore dei tuoi nottambuli privati adulteri.
Ai tuoi fossili simpatici,
alle tue manie di grazia,
al tuo camerino scarno,
al tuo cuore che sorregge…

Evviva te che scaraventi il mondo.
Stai sull’onda di un’elettrica danza, mentre
pubblicamente…
Evviva te che amplifichi
i “Classici del cuore”.
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 4
LA VIAGGIATRICE-BISANZIO

 
      Lato B: 4
UN AMORE

 
     

Autori: Paolo Dossena, Patty Pravo, Tony Carnevale
Orchestra: in studio
 
Testo:
Il suo nome è Bisanzio
i suoi giuramenti sono mistero
la sua presenza oblìo
antica immagine, inquetitudine
si dice di lei, si dice di lei, si dice di lei, si dice di lei
ma se potessi solo averla qui
all’improvviso il tempo fermerà
e poi gli orizzonti li annullerai
ma tutto questo non esiste più
è dietro un segno rosso.

E il rosso che, che dirompe nel silenzio
in una pioggia color porpora
come un abbaglio
ti porta oltre il limite del nulla
oltre il risveglio… Io
esiste o non esiste..
Fino a perdersi nella memoria…
Nel tempo…

Il suo nome è Bisanzio
i suoi giuramenti sono mistero
la sua presenza oblìo
antica immagine, inquetitudine
si dice di lei, si dice di lei, si dice di lei, si dice di lei.

E il rosso che, che dirompe nel silenzio
in una pioggia color porpora
come un abbaglio
ti porta oltre il limite del nulla
oltre il risveglio… Io
esiste o non esiste..
Fino a perdersi nella memoria…
Nel tempo…
 
Fonte: QUI
     
Autori: Giovanni Ullu
Orchestra: in studio
 
Testo:
Vedi, non è così che si fa all’amore!
Vedi, non è così che possiamo donare il cuore…
Non è forse la bellezza che noi cerchiamo
nel suo respiro e nelle carezze e nei “Ti amo”?
Non è forse qualcosa di ancora più profondo
a cui teniamo
dal momente che la belleza ce l’abbiamo!
Ed io da narcisista che stravedeva per se stessa
in due parole chiusi le risposte tue più lievi…
In due parole chiusi ogni mia domanda al certo
e feci in modo che finisse tutto…

…Ma un amore
per quanto grande che sia non finisce mai di stupire
e ieri sera rincontrandoti ho capito
che la bellezza sta nel proprio destino,
ed io, refrattaria, come sono a queste cose…

Un amore
per quanto grande che sia…
Giurami sempre il contrario
così per scaramanzia.
Un amore
per quanto grande che sia non finisce mai di stupire.

Almeno perchè ci credo,
almeno perchè sospiri
davanti a questo portone
ci siamo visti per sbaglio
oppure tu fai duecento chilometri al giorno
Soltanto… Soltanto… Per imbucare una lettera?

Ma un amore
per quanto grande che sia non finisce mai di stupire!!!
 
Fonte: QUI
 

 
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1677
Punti : 1677
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: PATTY PRAVO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Tornare in alto

- Argomenti simili

Italia Canora :: MUSICA LEGGERA :: 
CANTANTI/GRUPPI ANNI' 60
 :: PATTY PRAVO

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum