Ci "aiuti" a crescere?
Ti ringrazio in anticipo per il tuo



Ultimi argomenti
» PINO DONAGGIO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)
Gio Set 14, 2017 11:33 pm Da mauro piffero

» ADRIANO PAPPALARDO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)
Gio Set 14, 2017 11:12 pm Da admin_italiacanora

» ALBANO CARRISI - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)
Gio Set 14, 2017 5:23 pm Da admin_italiacanora

» JOHN FOSTER - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)
Dom Set 10, 2017 11:57 pm Da mauro piffero

» RINO LODDO - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi
Sab Set 09, 2017 6:34 pm Da admin_italiacanora

»  ANTONIO BASURTO - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi
Ven Set 08, 2017 5:33 pm Da admin_italiacanora

» TONY RENIS - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)
Sab Set 02, 2017 9:28 pm Da mauro piffero

» LISA - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi
Mar Ago 22, 2017 5:44 pm Da admin_italiacanora

» QUARTETTO 2 + 2 ---> I 4 + 4 DI NORA ORLANDI - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi
Mar Ago 22, 2017 5:27 pm Da admin_italiacanora

» STELLA DIZZY - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi
Mar Ago 22, 2017 5:13 pm Da admin_italiacanora

» ELIO MAURO - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi
Mar Ago 22, 2017 11:47 am Da admin_italiacanora

» PAOLO BACILIERI - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi
Mar Ago 22, 2017 11:21 am Da admin_italiacanora

» MARISA BRANDO - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi
Mar Ago 22, 2017 11:09 am Da admin_italiacanora

» TEDDY RENO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)
Lun Ago 21, 2017 7:38 pm Da admin_italiacanora

» PETER VAN WOOD - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi
Dom Ago 20, 2017 6:04 pm Da admin_italiacanora







________________________________________



AFFILIAZIONI - SITI - BLOG
e FORUM

LaFavolaBlu


Progetto Musico Sognante Italiano
La fiaba del mare della Musica Italiana
ed Internazionale

____________________________


Nonsolosuoni




Un sogno
fatto di musica!

______________________


_____________________


Estatica è l'enciclopedia di musica italiana, internazionale e cultura.

Discografie, recensioni, interviste, monografie, live report, video, ebooks


_____________________



________________________


_____________________



________________________

Chi è in linea
In totale ci sono 25 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 25 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 118 il Ven Lug 14, 2017 9:34 pm





__________________________________

Ti piace il nostro Portale??
Allora votaci cliccando su questo bottone ... Grazie!!

migliori siti


www.italiacanora.net


Grazie a voi abbiamo vinto questi AWARD
nella classifica di NET-PARADE


Uno dei più belli
In classificasito internet
In classifica
Sito d'argento
DISCLAIMER
Tutte le copertine, testi e video presenti su questo forum sono solo per uso informativo e di intrattenimento.
Puoi scaricare e stampare la copertina se possiedi l'originale e hai bisogno di rimpiazzarla.
Tutto cio' che puo' essere considerato legale, dipende dalle leggi sul copyright del tuo paese di residenza. Non è nostra intenzione infrangere Copyright per cui, se ciò dovesse accadere, prego gli interessati a scrivere agl'amministratori i quali provvederanno alla rimozione immediata o a citare la fonte, se richiesto.
Lo Staff di ItaliaCanora.net non è responsabile dell'utilizzo e di eventuali danni a cose o persone causati dal materiale presente in questo forum, inoltre si tiene a precisare che tutto ciò che è presente in questo forum vi è stato messo in assoluta buona fede e senza alcuno scopo di lucro.
Traduttore - Translater
METEO ITALIA OGGI

Partner

creare un forum



Motori ricerca

Segnala il tuo sito nella directory

http://www.wikio.it

Cerrrca.com la ricerca con tre rrr


LICENZA
Licenza Creative Commons

Quest'opera è distribuita con Licenza
Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.

CANDY CANDY - 1980

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

CANDY CANDY - 1980

Messaggio  settenote il Dom Dic 05, 2010 9:54 am



CANDY CANDY

1. GENERALITA':
Candy Candy è un romanzo della scrittrice giapponese Kyoko Mizuki, da cui è stato tratto un manga nel 1975 di Yumiko Igarashi e, successivamente, una serie anime prodotta dalla Toei Animation nel 1976, che narra le vicende della piccola orfanella Candy (Candice White) dall'infanzia alla maturità sullo sfondo della Prima guerra mondiale ed ambientate tra gli Stati Uniti e l'Inghilterra.

Candy Candy arriva in Italia inizialmente come anime e viene considerata come la prima soap opera animata per teenager.
La serie viene doppiata dalla CITIEMME su dialoghi adattati da Stefania Froia, e trasmessa per la prima volta il 3 marzo 1980 su Quinta Rete e su numerose altre tv locali, con la sigla italiana cantata dai Rocking Horse. Durante gli anni ottanta la serie verrà più volte replicata anche su circuiti e reti nazionali: Euro TV nel 1986, Rete 4 nel 1987 e Italia 1 nel 1988. Nel 1989 e nel 1994 viene ritrasmessa su Canale 5, e di nuovo su Italia 1 definitivamente nel 1997, ma con il titolo Dolce Candy e una nuova sigla cantata da Cristina D'Avena,[2] la cui base musicale sarà poi utilizzata anche in Spagna e in Francia per l'anime Ciao, Sabrina.
Al cinema tra il 1989 e il 1990 sono stati proiettati due film di montaggio di Candy Candy, realizzati con vari spezzoni degli episodi della serie.
In realtà l'anime arrivò in 2 riprese, perchè probabilmente al momento dell'acquisto del primo blocco di episodi, la serie era ancora in corso in Giappone. E infatti anche gli album di figurine, popolarissimi in quel periodo, furono ben 2, prendendo in considerazione le due tranches di episodi.
La fortuna volle che la serie tv di Candy venisse adattata nel momento d'oro degli anime in Italia, e che fosse utilizzato uno dei migliori cast di doppiatori in circolazione in quel periodo, cast che ha lavorato a numerose altre opere arrivate in quegli anni (basti pensare a Lady Oscar, Lulù, o Spank), tutte caratterizzate da un doppiaggio buonissimo.
Per doppiare la bionda protagonista fu infatti scelta la bravissima Laura Boccanera, chi infatti meglio della specialista del pianto avrebbe potuto interpretare le avventure della sfortunata orfanella? E accanto a lei troviamo nomi illustri come Massimo Rossi (spesso suo partner in altri anime, qui nei panni di Terruce), Susanna Fassetta (Annie), Cinzia de Carolis (nel doppio ruolo di Patty e Flanny), Marco Guadagno (Antony), Riccardo Rossi (Neal), Laura Lenghi (Elisa), Fabio Boccanera (Stear), e numerosissimi altri.
Neal e ElisaI più attenti avranno notato un paio di nomi "strani" tra i personaggi... ebbene, per una serie di errori di adattamento (o forse furono voluti, chi può saperlo?), alcuni nomi vennero modificati.
Terruce divenne così Terence (c'è da dire che nel manga viene chiamato quasi sempre Terry), Reine-sensei diventò Suor Maria, Elisa si trasformò in Iriza [che come nome rende meglio la perfidia del personaggio e la famiglia Ardley (o Audrey, secondo alcune fonti di pensiero) divenne la più pronunciabile Andrew.
Si tratta comunque di cambiamenti innocui [e preferisco crederli involontari], anche perchè d'altro canto l'adattamento dei dialoghi sembra ottimo soprattutto se paragonato agli obbrobri che ci propinano adesso: si parlava tranquillamente di morte, il sangue (anche se poco) si vedeva, e ricordo perfettamente che in una puntata si faceva cenno a malattie quali la peritonite, cosa che ora sarebbe assolutamente impensabile.
group Il doppiaggio giapponese non è da meno di quello italiano. Candy era infatti doppiata da una doppiatrice molto famosa qualche anno fa (non so se doppi ancora), Minori Matsushima, che ha dato la voce a Fiorellino, a Lucy May, e a Ayumi Himekawa di "Glass no kamen".
Annie era interpretata dalla famosissima Mami Koyama, interprete anche di Miki in "City Hunter", Shaina di "Saint Seiya", Arale, Minky Momo e tantissimi altri. Patty invece aveva la voce di Chiyoko Kawashima (Mayu in "Captain Harlock", Setsuna/Pluto in "Sailormoon", Venusia in "Goldrake").
Dall'altro lato, i tre bellocci della serie, ovvero Antony, Albert e Terruce erano interpretati ripettivamente da Kazuhiko Inoue (Joe/009 in "Cyborg 009", Nitta in "Touch", Gilbert in "Akage no Anne"), Makio Inoue (Captain Harlock, Goemon in "Lupin III", Ryu il ragazzo delle caverne) e Kei Tomiyama (che ha interpretato personaggi del calibro di Tiger Mask, Actarus in "Goldrake", Takaya Todoroki in "Grand Prix" e Tochiro in "Captain Harlock").
Dal punto di vista della trama, seppur riprendendone le parti essenziali, l'anime si discosta in più parti dal manga, inserendo anche alcune vicende autoconclusive (come quella che vede Candy lavorare come infermiera in una miniera), create con lo scopo di allungare la serie tv, ma che contribuiscono a renderla meno interessante rispetto alla controparte cartacea. Alcune piccole differenze si hanno anche nella caratterizzazione dei personaggi, vediamo ad esempio i capelli di Annie diventare castani da biondi che erano nel manga, ma soprattutto si ha l'introduzione di Clean, l'orsetto lavatore compagno di avventure di Candy, assente nel manga.
Albert La differenza più rilevante consiste comunque nel finale, che nella versione animata è stato misteriosamente lasciato aperto, lasciando intuire un possibile riavvicinamento tra Candy e Terry, mentre nel manga i due si lasciano definitivamente e la bionda infermiera si accaparra il bell'Albert.
Il character design dei personaggi ad opera di Mitsuo Shindoo, è piuttosto gradevole (è lo stesso di Lalabel, ed è stato capo-animatore in Lulù, dove il chara era però di Michi Himeno), e anche le animazioni sono di buon livello considerando l'anno di produzione.
La regia è di Hiroshi Shidara (che ha lavorato, tra gli altri, anche in Lalabel e Lulù), mentre le musiche sono state composte da Takeo Watanabe, autore molto in voga in giappone (si è occupato anche della colonna sonora di Georgie, Sandybelle, Heidi, Bia, Cutey Honey, ecc... tanto per citarne alcuni).
Mentre nel 1992 è uscito un cd contenente le canzoni più belle, non ho notizie su album che raccolgano le splendide musiche che fanno da sfondo alle avventure di Candy.
La serie molto amata in tutto il mondo non è più stata riproposta in tv dal 1997 a causa di controversie legali fra i detentori dei diritti che portò anche a non dare un finale al racconto; recentemente sono però stati proposti su dvd ,a cura di "Stormovie" ,le due riduzioni cinematografiche degli anni '80: "Candy Candy,il film " e " Candy e Terence", in quest'ultimo fra l'altro, dato che di fatto la storia risultava incompleta, grazie ad un espediente di montaggio e di doppiaggio, si faceva coronare il sogno d'amore di Candy con l'amato Terence.
La prima sigla, con le sequenze ispirate alla versione giapponese, era eseguita dai Rocking Horse, mentre negli anni '90 venne realizzata una nuova sigla interpretata da Cristina D'Avena, dal titolo " Dolce Candy ", usato anche per la serie.

2. LA STORIA:
L'infanzia
La storia inizia con l'abbandono di due orfanelle, Candy ed Annie, presso l'orfanotrofio religioso Casa di Pony, retto da Miss Pony e da Suor Maria. A farle compagnia, l'animale domestico più improbabile, un procione di nome Klin.
Quando Annie verrà adottata dalla ricca famiglia Brighton, Candy resterà all'orfanotrofio sentendosi sola e ferita, fino al giorno in cui, sulla collina dove era solita ritirarsi nei momenti di maggiore tristezza, incontra un giovane dai capelli biondi vestito con un kilt scozzese, che la consola suonando per lei la cornamusa che porta con sé. Prova di questo incredibile incontro sarà per Candy la spilla a forma di aquila con sopra una lettera "A" che il giovane, da lei soprannominato il Principe della Collina, ha perso danzando. Di lì a poco anche lei sarà quindi adottata da una potente famiglia aristocratica, i Legan. Candy si troverà così in un ambiente del tutto nuovo per lei. I modi sofisticati e le convenzioni della sua nuova famiglia (ma soprattutto dei due viziati figli dei Legan, Iriza e Neal) mal si addicono al carattere spontaneo e vivace della ragazza che viene infine costretta a fare la cameriera e a dormire nelle stalle.

La famiglia d'adozione: gli Andrew
Attraverso i Legan, Candy entra in contatto con la famiglia Andrew, della quale riconosce lo stemma, lo stesso della spilla caduta al Principe della Collina. Il capofamiglia, il misterioso zio William, è totalmente assente ed in sua vece è l'arcigna ed anziana zia Elroy a prendere le decisioni importanti. Candy fa amicizia con i nipoti della donna: Archie, un vero damerino, suo fratello Stear, un inventore pasticcione, e soprattutto il loro cugino Anthony, incredibilmente somigliante a quel Principe della Collina incontrato anni prima. Tra Candy e Anthony nasce un sentimento molto forte, tanto che quando i Legan decidono di mandare Candy in Messico il ragazzo e i suoi cugini fanno di tutto per impedirlo, fino a convincere la propria famiglia ad adottarla e farne una Andrew. È in questo periodo che Candy conosce anche Albert, un giovane vagabondo che vive in un rifugio nella foresta circondato dagli animali. Le cose sembrano andare per il meglio ma durante una battuta di caccia alla volpe Anthony muore cadendo da cavallo. Distrutta dal dolore Candy torna alla Casa di Pony per ritrovare la serenità perduta.

Londra e il collegio
È lì che un emissario dello zio William la raggiunge per inviarla a Londra a studiare in un esclusivo collegio religioso dove sono stati già mandati Archie e Stear.
Durante la traversata in piroscafo Candy incontra un ragazzo che in un primo momento scambia per Anthony e che la prende in giro senza dirle il suo vero nome.
Alla Royal St. Paul School la ragazza ritrova la sua vecchia amica Annie (che si innamorerà di Archie) e fa amicizia con Patty, una ragazza saggia ed occhialuta, futura fidanzata di Stear.
Nel collegio Candy si innamora di Terence Granchester, proprio quel giovane che la ragazza aveva incontrato durante il viaggio e che si rivela essere un aristocratico angloamericano, spavaldo ed anticonformista, ma capace di un amore profondo verso Candy. La storia d'amore tra i due giovani è travagliata e sofferta, anche perché osteggiata da vari personaggi come Iriza Legan che con i suoi sotterfugi riesce a far espellere Candy dalla scuola.
Candy decide quindi di lasciare Londra, come ha già fatto Terence e, tornata negli Stati Uniti, di fronte al dramma della guerra incombente comprende qual è la sua missione nella vita: diventare un'infermiera. Così, grazie anche all'aiuto di Miss Pony, si iscrive presso la Scuola per Infermiere retta da Miss Mary Jane.

Candy infermiera
Mentre gli Stati Uniti entrano nella Grande Guerra, Candy si trasferisce a Chicago per lavorare presso il principale ospedale della città, il Santa Johanna. Qui ritrova l'amico Albert, il quale, partito volontario per il fronte europeo, è stato ferito in combattimento ed ora soffre di amnesia. Per curarlo meglio Candy decide di andare a vivere con lui.
Sembra che finalmente le cose stiano iniziando ad andare per il verso giusto per la ragazza, che riceve anche un invito dall'amato Terence per la prima di Romeo e Giulietta. Emozionata Candy si reca dunque a New York, dove però l'attende una dolorosa notizia. Durante le prove per lo spettacolo Susanna Marlowe, una giovane collega di Terence perdutamente innamorata di lui, per salvarlo dalla caduta di un riflettore ha perso una gamba, spezzando così la sua carriera.
Il già forte senso di colpa di Terence è alimentato anche dal profondo rancore della madre della ragazza, la quale pretende che egli le resti accanto per tutta la vita.
Consapevole della storia fra Candy e Terence, Susanna decide di togliersi la vita, per non essere la causa dell'infelicità di colui che ama ma Candy, che ha capito le sue intenzioni, riesce a convincerla ad abbandonare il suo proposito. Col cuore spezzato la "signorina tutte-lentiggini" (soprannome affibbiatole da Terence ai tempi del collegio) decide dunque di lasciare Terence e di ritornare a Chicago.
Nel frattempo Stear parte come pilota volontario per andare a combattere nei cieli d'Europa, dove di lì a poco morirà tragicamente.

Epilogo
I guai però non sono finiti. Infatti, Neal si innamora di Candy e la perfida Irisa furiosa per l'accaduto, la fa cacciare da tutti gli ospedali della città con l'aiuto dell'influenza economica della madre. La ragazza decide allora di aiutare un vecchio dottore nella gestione di una piccola clinica di periferia.
Una sera, però, la sua vita viene nuovamente sconvolta: Albert, che nel frattempo ha segretamente ritrovato la memoria, è partito. Dai giornali apprende inoltre che Terence, sopraffatto dal dolore, ha abbandonato Susanna ed il teatro.
Albert incontra Terence completamente ubriaco in un bar e lo porta a vedere Candy che, nonostante tutti i guai, continua a lottare contro le avversità. Grazie a questo incontro, che resterà segreto, Terence decide allora di riprendere in mano la sua vita e di tornare dall'altra donna che per lui sta terribilmente soffrendo, Susanna.
Candy apprende intanto che la famiglia Legan sta organizzando il suo matrimonio con Neal per volere dello zio William. Furiosa, riesce a rintracciarlo e, quando finalmente lo incontra, scopre con sommo stupore che questi in realtà è Albert, William Albert Andrew, il buon amico che l'ha sempre aiutata. I due chiariscono ogni cosa e il progetto forzato di matrimonio viene annullato.
Il finale vede una gioiosa festa alla Casa di Pony, dove tutto è cominciato ormai venti anni prima.[1] Annie leggendo un giornale riferisce a Candy dell'imminente divorzio tra Terence e Susanna. Allontanatasi poi dalla festa, Candy, passeggiando sulla amata collina di Pony, sente nuovamente il suono di una cornamusa: voltandosi con sorpresa incontra nuovamente quel "principe" che non ha mai dimenticato e che altri non è che il suo benefattore, lo Zio William Albert.CURIOSITA’: Il 45 giri prodotto dalla Fonit Cetra con le sigle della seconda serie, Atlas Ufo Robot e Actarus, superò il milione di copie vendute. La serie ebbe successo anche in Francia e nel mondo arabo, soprattutto in Egitto e Arabia Saudita. In Italia sono stati realizzati tre adattamenti cinematografici non autorizzati della serie televisiva; il secondo film, Goldrake l'invincibile, contiene l'episodio 71 non trasmesso nella edizione TV.
Fonte: QUI
Fonte: QUI


3. VIDEO SIGLA (cantata dai Rocking Horse):


4. DATI SIGLA:

Testo di: L. Macchiarella, M. Fraser, e tale Kobra
Musica di: Mike Fraser, Kobra (Bruno Tibaldi)
Prodotto da: -
Arrangiamenti: Douglas Meakin (musica e arrangiamento)
Fonico: -
Cantata dai: ROCKING HORSE
Produzione Musicale: -
Edizione: R.C.A:
Durata: 3':15"

TESTO:
Spoiler:
Candy è poesia,
Candy Candy è l'armonia,
Candy è la magia,
Candy Candy è simpatia

E' zucchero filato, è curiosità,
è un mondo di pensieri e libertà
E' un fiore delicato, è felicità,
che a spasso col suo gatto se ne va

Candy, oh Candy, nella vita sola non sei,
anche nella neve più bianca, più alta che mai
Candy, oh Candy, che sorrisi grandi che fai,
che sapore dolce, che occhi puliti che hai

Candy è fantasia,
se racconta una bugia
Candy è l'allegria,
che ci tiene compagnia

E' un sogno colorato, è l'ingenuità,
è un desiderio che si avvererà
E' un cucciolo smarrito nell'immensità,
nel bosco e tra le case di città

Candy, oh Candy, nella vita sola non sei,
anche nella neve più bianca, più alta che mai
Candy, oh Candy, che sorrisi grandi che fai,
che sapore dolce, che occhi puliti che hai

Candy Candy...
Candy Candy...

Candy, oh Candy, nella vita sola non sei,
anche nella neve più bianca, più alta che mai
Candy, oh Candy, che sorrisi grandi che fai,
che sapore dolce, che occhi puliti che hai..



5. VIDEO SIGLA DOLCE CANDY (cantata da Cristina D'Avena):



Testo di: Alessandra Valeri Manera
Musica/Arraggiamento di: Carmelo "Ninni" Carucci
Prodotto da: -
Fonico: -
Cantata da: CRISTINA D'AVENA
Produzione Musicale: -
Edizione: Canale 5 Music
Durata: 2':43"

TESTO DOLCE CANDY:
Spoiler:
Un sorriso che non si spegne mai
Dolce Candy a tutti porterai

La serenità della verità
Dolce Candy ti accompagnerà

E' tua amica la semplicità
che ogni porta sempre ti aprirà
Candy(uuuh)

Ti comporti con generosità
anche nelle avversità

Candy la felicità vedrai ritornerà
con te per sempre resterà

Dolce Candy
candido fiore
Dolce Candy
col buonumore ovunque arriverai

Dolce Candy
apri il tuo cuore
Dolce Candy
Col buonumore in tutto riuscirai

Un sorriso che non si spegne mai
Dolce Candy a tutti porterai

Che spontaneità c'è negli occhi tuoi
Dolce Candy resta qui con noi

E' tua amica la sincerità
che ogni porta sempre ti aprirà
Candy(uoooh)

Dolce Candy
candido fiore
Dolce Candy
col buonumore ovunque arriverai

Dolce Candy
apri il tuo cuore
Dolce Candy
candido fiore

Dolce Candy vieni qua
Oh mia Dolce Candy

Dolce Candy
apri il tuo cuore
Dolce Candy
Col buonumore in tutto riuscirai



5. CURIOSITA':
I Rocking Horse vennero "fondati" nel 1980 da Dougie Meakin e Mike Fraser "grazie" alle fortunate coincidenze che portarono all'enorme successo di vendite del 45 giri della sigla di Candy Candy.
Dougie Meakin non era nuovo alla realizzazione di sigle per la R.C.A. perché già dal 1979 aveva, diciamo così, "fondato" i Superobots con Aldo Tamborrelli e Massimo Cantini. Proprio al momento di accettare l'incarico di "cantante di sigle" un "pezzo" del suo provino per la sigla di Lassie venne adocchiato da Olimpio Petrossi come possibile sigla dell'anime "Candy Candy". Una volta messa insieme la canzone insieme a Bruno Tibaldi doveva essere cantata da Stefano Senesi ma dopo il rifiuto di quest'ultimo (altri dicono che non si presentò in sala d'incisione) venne fatta cantare a Dougie.
In Candy Candy il batterista fu Derek Wilson, i cori erano di tanta gente (i fratelli Balestra, Marcello Cirillo ed altri) e il basso e la pedal steel guitar erano suonate da Mauro Balestra per cui, si capisce, anche se risulta cantata dai "Rocking Horse" non è suonata dalle stesse persone che comporranno il gruppo successivamente (e sembra stabilmente).
Candy Candy a parte, in sala di registrazione i Rocking Horse erano formati (stabilmente) da Douglas Meakin (voce e chitarre), Dave Sumner (chitarre), Mike Fraser (piano), Mick Brill (basso) e Marvin Johnson (batteria).
Alcuni aggiungono a questo elenco anche Roger Crouch ai cori ma si dice fosse solo un "uomo copertina". Per conoscere meglio questi musicisti vi preghiamo di dare un'occhiata alle schede in coda a questa pagina.
Mike Fraser e Dougie MeakinIl nome "rocking horse" significa "cavallo a dondolo" e venne scelto perché richiamava al contempo il mondo dei bimbi e conteneva la parola "rock" (come il "rock'n roll").
Come nacque il gruppo "stabile" non so dirvelo di preciso, ma credo che Dougie e Mike vennero invitati dallo stesso Olimpio Petrossi a bissare il successo di "Candy" e i due preferirono chiamare altri strumentisti "made in Britain" per le incisioni delle sigle "per ragazze" (ma non per i provini, che spesso erano opera solo di Meakin, Sumner e Fraser).
Fonte: QUI


6. LINK ESTERNI:


avatar
settenote

Messaggi : 198
Punti : 355
Data d'iscrizione : 27.04.10
Età : 63
Località : Prato-Toscana

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum