Ci "aiuti" a crescere?
Ti ringrazio in anticipo per il tuo



Ultimi argomenti

________________________________________

DIVENTA COLLABORATORE!

Italia Canora è in continua crescita e sempre alla ricerca di collaboratori che desiderano partecipare a questo grandioso progetto.

Aiuta Italia Canora a cercare materiale come cover, videoclip testi e quant'altro occorre per inserire le discografie dei nostri grandi artisti italiani!

Se sei appassionato di musica potresti dedicarti ad inserire il tuo artista preferito con delle semplici linee guida.

Lasciami un messaggio (in chat oppure in alto su Messages), ti contatterò quanto prima!

________________________________________






________________________________________



Caricamento video...
AFFILIAZIONI - SITI - BLOG
e FORUM

LaFavolaBlu


Progetto Musico Sognante Italiano
La fiaba del mare della Musica Italiana
ed Internazionale


____________________________


Nonsolosuoni




Un sogno
fatto di musica!


______________________


_____________________




_____________________



Estatica è l'enciclopedia di musica italiana, internazionale e cultura.

Discografie, recensioni, interviste, monografie, live report, video, ebooks


_____________________




________________________



________________________



________________________

Chi è online?
In totale ci sono 36 utenti in linea: 2 Registrati, 0 Nascosti e 34 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

admin_italiacanora, mauro piffero

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 422 il Gio Giu 14, 2018 9:48 pm





__________________________________

Ti piace il nostro Portale??
Allora votaci cliccando su questo bottone ... Grazie!!

migliori siti


www.italiacanora.net


Grazie a voi abbiamo vinto questi AWARD
nella classifica di NET-PARADE


Uno dei più belli
In classificasito internet
In classifica
Sito d'argento
DISCLAIMER
Tutte le copertine, testi e video presenti su questo forum sono solo per uso informativo e di intrattenimento.
Puoi scaricare e stampare la copertina se possiedi l'originale e hai bisogno di rimpiazzarla.
Tutto cio' che puo' essere considerato legale, dipende dalle leggi sul copyright del tuo paese di residenza. Non è nostra intenzione infrangere Copyright per cui, se ciò dovesse accadere, prego gli interessati a scrivere agl'amministratori i quali provvederanno alla rimozione immediata o a citare la fonte, se richiesto.
Lo Staff di ItaliaCanora.net non è responsabile dell'utilizzo e di eventuali danni a cose o persone causati dal materiale presente in questo forum, inoltre si tiene a precisare che tutto ciò che è presente in questo forum vi è stato messo in assoluta buona fede e senza alcuno scopo di lucro.
Traduttore - Translater
METEO ITALIA OGGI

Partner

creare un forum



Motori ricerca

Segnala il tuo sito nella directory

http://www.wikio.it

Cerrrca.com la ricerca con tre rrr


LICENZA
Licenza Creative Commons

Quest'opera è distribuita con Licenza
Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.

FESTIVAL DI SANREMO 2018: I CANTANTI - LE CANZONI - I TESTI

Andare in basso

FESTIVAL DI SANREMO 2018: I CANTANTI - LE CANZONI - I TESTI

Messaggio  settenote il Mar Dic 19, 2017 4:19 pm



SANREMO 2018.... ci siamo!

Cresce l'attesa per la 68esima edizione del Festival di Sanremo.

Dopo gli ultimi tre anni firmati magistralmente da Carlo Conti, che ha inanellato un successo dopo l'altro, la Rai ha deciso di affidare a Claudio Baglioni sia la direzione artistica che la conduzione della storica kermesse. Una sfida azzardata, per certi versi, che il cantautore romano ha accettato da vero "capitano coraggioso".

LE DATE
La 68esima edizione del Festival di Sanremo andrà in scena dal 6 al 10 febbraio 2018.
Cinque prime serate, in onda su Rai 1 e in Eurovisione, in cui si sfideranno i Big per la gara tradizionale e giovani cantanti per la sezione Nuove Proposte.

CONDUTTORI
E' ancora mistero su chi affiancherà Claudio Baglioni sul palco dell'Ariston.
I nomi dei co-conduttori verranno svelati a gennaio, durante la conferenza stampa a ridosso dell'inizio del Festival, ma quasi sicuramente saranno partner di un certo rilievo. L'ultima indiscrezione bomba, vuole accanto al padrone di casa Michelle Hunziker, sempre più vicina alla firma, e un "Banderas italiano per un trio perfetto, eliminando le vallette", come ha fatto sapere il direttore di Rai 1 Angelo Teodoli.

VALLETTE
In questa edizione potrebbe riapparire la figura della "valletta", praticamente scomparsa negli ultimi anni.
Tra le bellissime si fanno spazio Diletta Leotta e Anna Tatangelo, da anni ormai in lizza per il posto vacante, anche se i più social farebbero carte false per vedere sul palco Chiara Ferragni (con Fedez al seguito), ma a Sanremo, si sa, vince il colpo di scena.

IL REGOLAMENTO
Grandi novità al Festival firmato Claudio Baglioni, a partire dal regolamento.
In questa edizione, come ha fatto sapere il direttore artistico, non ci saranno eliminazioni. Tutti i cantanti in gara, sia big che giovani, si esibiranno fino all'ultima serata, come un vero e proprio concorso, per poi stilare la classifica finale.
Al posto delle cover, invece, ci saranno i duetti.

Fonte: QUI


Facciamo una carrellata degli eventi che hanno portato a questa edizione:

25 settembre 2017
Sanremo 2018, ufficiale: Claudio Baglioni direttore artistico e "capitano"

Ufficiale: Claudio Baglioni sarà il volto (e la mente) del Festival di Sanremo 2018.
Finalmente è arrivata l'ufficialità. "Sanremo 2018 sarà guidato dal capitano Claudio Baglioni. A gennaio annunceremo gli altri conduttori", ha annunciato il direttore di Rai 1 Andrea Fabiano a La Vita in Diretta di lunedì 25 settembre. Il cantante pare abbia nicchiato fino all'ultimo momento, ma poi si è lasciato convincere. Non ha mai partecipato al Festival in gara, ma ha ritirato un premio per il brano Questo piccolo grande amore ed è stato ospite d'onore nel 2014.
“Siamo onorati e felici che Baglioni abbia accettato il nostro invito. Con Claudio costruiremo un’edizione di Sanremo in cui le canzoni e le interpretazioni saranno assolute protagoniste del più grande evento dedicato alla musica italiana”, ha fatto sapere il Direttore Generale della Rai Mario Orfeo.
 
Fonte:
 
 
11 ottobre 2017
Baglioni e le novità svelate al TG1

Sanremo 2018, Claudio Baglioni svela le novità al TG1: "Gara senza eliminazioni e duetti al posto delle cover"
Al Tg1 le prime notizie ufficiali sul Festival di Sanremo 2018. Ospite di Vincenzo Mollica il direttore artistico della kermesse, Claudio Baglioni che ha svelato alcune delle novità del prossimo Festival e il rinnovato regolamento della gara.

Prima importante novità: si tratterà di una gara senza eliminazioni. Le tanto discusse esclusioni, che però ravvivano la gara e creano quel succoso stuolo di polemiche tanto importanti per Sanremo, non ci saranno più.
Ma non è tutto, non ci sarà più il limite di durata di 3 minuti e mezzo per le canzoni: quest'ultimo è aumentato a 4 minuti.
Infine Baglioni spiega che non ci sarà più la serata cover e che verrà sostituita da una serata dedicata ai duetti.
 
Fonte: Qui
 
 
12 ottobre 2017
Pubblicato il regolamento della 68esima edizione del Festival della Canzone Italiana: le novità

Il Festival di Sanremo 2018 è 'ufficialmente' iniziato: dopo la presentazione delle principali novità illustrate dal direttore artistico Claudio Baglioni al Tg1, è stato pubblicato il regolamento ufficiale della 68esima edizione che si terrà dal 6 al 10 febbraio 2018.

Vediamo i punti principali di questa (prima) versione:
  • Sono 20 le canzoni in gara (22 nell'era Conti), ma con una durata portata a 4 minuti massimo (3'30'' nell'era Conti);
  • non ci saranno eliminazioni: tutte le 20 canzoni dei Big arrivano alla serata finale, così come le 8 delle Nuove Proposte;
  • la Quarta serata, quella di venerdì 9, è dedicata ai Duetti (non più alle cover): "i Campioni interpreteranno ognuno la propria canzone insieme a un artista Ospite, da loro individuato, in accordo con il Direttore Artistico e con RAI-Direzione di Rai Uno", si legge nel regolamento; la Rai si riserva di premiare la migliore esecuzione.
  • possono partecipare anche i gruppi;
  • nella prima sera si sentiranno tutte e 20 le canzoni dei Campioni in gara;
  • i Campioni possono presentare le proprie candidature entro il 9 dicembre e la Rai si riserva la possibilità di invitare artisti entro il 16 dicembre: l'iscrizione sarà formalizzata entro il 20 dicembre;
  • le canzoni devono essere in italiano: parti in dialetto o in lingua non pregiudicano l'italianità del testo; per i Duetti del venerdì si può valutare l'inserimento di parti in altra lingua;
  • cambiano le Giurie, con la Demoscopica che scende subito in campo e lascia poi agli esperti nella Quarta serata; sempre attiva la Giuria della Sala Stampa, anche nella finale;
  • perde peso la Giuria degli esperti, che vale il 20% del totale del voto nelle serate in cui entra in gioco;
  • nella votazione finale tra le tre canzoni Big più votate sale il peso del televoto che passa dal 40% dello scorso anno al 50% di quest'edizione (l'anno scorso era Televoto al 40%, Giuria Esperti al 30% e Demoscopica al 30%, mentre quest'anno è Televoto 50%, Stampa 30%, Esperti 20%);
  • i voti delle serate precedenti, e delle votazioni precedenti, fanno media per la proclamazione della canzone vincitrice. Viene svelato in diretta solo il podio, come negli ultimi anni;
  • nel corso delle cinque Serate televisive di Sanremo 2018 Rai-Direzione di Rai Uno si riserva di comunicare o meno al pubblico l’andamento delle classifiche delle canzoni/Artisti, secondo le modalità ritenute più opportune;
  • la gara delle Nuove Proposte inizia nella seconda serata (mercoledì) e termina nella quarta (venerdì);
  • i Campioni in gara non potranno prendere parte a manifestazioni, incontri o programmi che prevedano loro interpretazioni-esecuzioni di qualsiasi composizione musicale in diffusione televisiva, radiofonica, via internet, etc. nel periodo tra il 22 gennaio 2018 e sino al termine della Serata Finale di Sanremo 2018, pena esclusione dal Festival; nel periodo indicato sono comunque consentite le partecipazioni per interviste; le Nuove Proposte non potranno esibirsi - a pena d’esclusione e con salvezza di ogni ulteriore diritto e/o azione previsti dalla legge e/o dal presente Regolamento - sia dal vivo che in playback con la canzone presentata a Sanremo 2018 in alcun programma televisivo, fino alla fine del Festival;
  • esiste anche un 'regolamento' di 'buoncostume' di Rai 1 ed è severamente vietato parlare di politica (ma non è una novità);
  • il vincitore Big può andare a Eurovision Song Contest 2018: se non vuole, sarà la Rai e/o gli organizzatori di ESC si riservano il diritto di scegliere il partecipante secondo propri criteri;
  • come lo scorso anno, la Rai può trasmettere in streaming le esibizioni e può mostrarle integralmente on demand solo nei giorni del Festival, poi potrà mettere a disposizione on demand solo 60'' nei successivi 6 mesi; diversamente dal passato, però, la Rai non potrà utilizzare "le interpretazioni ed esecuzioni musicale delle canzoni degli artisti sui propri domini per la promozione della propria programmazione su Sanremo 2017 e/o per i suoi fini istituzionali".

Canzoni nuove
Uno dei punti sempre delicati del regolamento è quel che configura la "novità" della canzone proposta. Vediamo come si regola Sanremo 2018.
E’ considerata nuova, ai sensi e per gli effetti del presente Regolamento, la canzone che, nell’insieme della sua composizione o nella sola parte musicale o nel solo testo letterario (fatte salve per quest’ultimo eventuali iniziative editoriali debitamente autorizzate), non sia già stata pubblicata e/o fruita, anche se a scopo gratuito, da un pubblico presente o lontano, o eseguita o interpretata dal vivo alla presenza di pubblico presente o lontano.

A titolo esemplificativo e non esaustivo, si legge nel regolamento - sussiste la caratteristica di canzone nuova nell’eventualità che l’insieme o la parte musicale o il testo letterario della canzone non siano stati comunicati al pubblico ma:
  • (i) siano stati eseguiti soltanto all’interno della cerchia privata degli autori o dell’Artista in competizione a Sanremo 2018 o degli addetti ai lavori della Casa discografica o editrice di appartenenza del predetto Artista o di operatori del settore, e comunque senza finalità commerciali;
  • (ii) siano stati trascritti su stampati o altri supporti simili oppure registrati su dischi e nastri fonografici o analoghi mezzi, anche audiovisivi, mai posti in circolazione all’esterno degli ambiti sub (i);
  • (iii) con riferimento alle sole canzoni interpretate-eseguite dagli Artisti della Sezione NUOVE PROPOSTE, siano occasionalmente comparsi esclusivamente sui siti personali dei predetti Artisti o sulle loro pagine personali di social network, con mere finalità divulgative e non commerciali e senza che siano state oggetto di alcuno sfruttamento commerciale, diretto e/o indiretto.

Sussiste inoltre la caratteristica di canzone nuova nell’eventualità di utilizzo di stralci “campionati” di canzoni già edite, sempre che questi - nel totale - non superino un terzo della canzone “nuova” stessa. A titolo esemplificativo e non esaustivo, non sussiste la caratteristica di canzone nuova nell’eventualità che l’insieme o la parte musicale o il testo letterario della canzone:
  • abbia generato introiti derivanti da eventuale sfruttamento, diffusione e distribuzione totale o parziale di natura commerciale, riscontrabili e verificabili presso gli enti preposti alla riscossione di diritti d’autore e/o editoriali, fatti salvi eventuali introiti derivanti dalla mera stampa per finalità interne al di fuori di ogni fattispecie di distribuzione;
  • abbia già avuto un impiego totale o parziale in una qualsiasi attività o iniziativa, direttamente o indirettamente, commerciale.

Le Giurie
La giuria Demoscopica è composta da un campione statisticamente rappresentativo di 300 persone selezionate tra abituali fruitori di musica, le quali esprimeranno il proprio voto da casa attraverso un sistema di votazione elettronico: vengono coinvolti dalla prima alla terza serata con un peso del 30% sul totale.

La giuria della Sala Stampa è composta da giornalisti accreditati a Sanremo 2018 e voterà nella Sala Roof del Teatro Ariston, secondo modalità che saranno definite con apposito Regolamento che sarà definito dall’Ufficio Stampa prima dell’inizio delle dirette di Sanremo 2018. A differenza degli altri anni, i giornalisti sono in ballo fino alla serata Finale, anzi sono coinvolti fino alla votazione del podio finale.

La giuria degli Esperti è composta da personaggi del mondo della musica, dello spettacolo e della cultura, ancora da comunicare. Entra in scena nella quarta serata.

Non cambia la valutazione dell'ex-aequo, inteso come risultato identico dopo 4 decimali nei risultati complessivi di serata - in entrambe le sezioni e in qualsivoglia sessione di votazione- e qualora dovesse verificarsi si farà sempre riferimento alla graduatoria risultante dalla votazione espressa dal Televoto. In caso di ulteriore persistenza di ex aequo, nelle prime tre Serate si farà riferimento alla graduatoria risultante dalla votazione espressa dalla giuria della Sala Stampa; nelle due ultime Serate, alla graduatoria risultante dalla votazione espressa dalla giuria degli Esperti.
 
Fonte: Qui
 
 
31 ottobre 2017
145 concorrenti per la fase finale di Area Sanremo
Gli artisti selezionati si esibiranno dal 24 al 26 novembre al Palafiori di Sanremo, ma solo i due vincitori assoluti approderanno alla kermesse canora più famosa d’Italia
Sono ben 145 i concorrenti ammessi alla Fase Finale di Area Sanremo, il concorso canoro che premia i due vincitori assoluti con l’accesso diretto alla Sezione Giovani del Festival di Sanremo. I concorrenti si esibiranno dal 24 al 26 novembre al Palafiori di corso Garibaldi a Sanremo per conquistare la possibilità di esibirsi davanti alla Commissione Rai, incaricata di vagliare chi ammettere al Festival della Canzone Italiana 2018.
La commissione di valutazione, presieduta da Massimo Cotto, che nelle scorse settimane ha ascoltato oltre 800 partecipanti, era anche composta da Stefano Senardi, direttore artistico di Area Sanremo; Maurizio Caridi, presidente della Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo; Antonio Vandoni, direttore artistico di Radio Italia e Maurilio Giordana, animatore radiofonico.
La commissione di valutazione della finale sarà la stessa delle semifinali, integrata da Franco Zanetti (direttore editoriale di Rockol) e dalla cantante Amara. Ora si attendono le conferme da parte dei partecipanti che hanno passato il turno, i quali dovranno portare alla finale del mese prossimo un brano inedito, che sarà poi quello che, in caso di vittoria, dovrà essere eseguito davanti alla Commissione Rai per accedere al Festival 2018.
Tra i finalisti di quest’anno sono presenti non solo artisti di nazionalità italiana, ma anche concorrenti provenienti da Brasile, Svizzera, Bulgaria, Ucraina ed una ragazza apolide che lavora in un circo.
 
Fonte: Qui
 
 
10 Novembre 2017
Per le Nuove Proposte Claudio Baglioni aumenta i finalisti
Sono 16 invece che 12 ma ne resteranno solo 6: quanti cioè potranno accedere alla categoria Nuove Proposte della 68/a edizione del Festival di Sanremo in programma dal 6 al 10 febbraio 2018. Si tratta dei 16 finalisti di Sarà Sanremo, invece dei 12 previsti dal Regolamento (una delle novità introdotte per questa edizione), modificato su indicazione del direttore artistico Claudio Baglioni.
Dopo le audizioni dal vivo che si sono tenute nella sede della Dear a Roma, la commissione musicale capitanata da Baglioni e composta da alcuni dei professionisti che realizzeranno la 68/a edizione, Claudio Fasulo, Massimo Giuliano, Duccio Forzano, Massimo Martelli e Geoff Westley, ha selezionato i 16 brani che si sfideranno nella serata di “Sarà Sanremo”, in onda in diretta da Villa Ormond venerdì 15 dicembre alle 21.15 su Rai1.
Da quelli emersi da questa selezione si aggiungeranno i 2 artisti provenienti dalla selezione di Area Sanremo, che poi ritroveremo a febbraio il prestigioso palcoscenico del Teatro Ariston.

Claudio Baglioni dà spazio ai giovani
Venerdì 9 febbraio, nella penultima giornata del Festival di Sanremo, si conoscerà la canzone vincitrice della categoria Nuove Proposte. “Quest’anno Sanremo darà grande spazio ai giovani – ha dichiarato Claudio Baglioni – Ne abbiamo valutati 650 e selezionati 68, invece di 60, dopo averli ascoltati tutti dal vivo. 68 come le edizioni del Festival: ‘un numero rivoluzionario’ come il ’68, la cui eredità positiva fu l’affermazione dei diritti e dei sogni della generazione giovani. Per questo abbiamo deciso di modificare il regolamento e portare alle fasi finali di dicembre, 16 e non 12 concorrenti (un terzo in più), di ogni tendenza e linguaggio. Scegliere è stato particolarmente difficile, perché le proposte e le voci erano tutte estremamente interessanti. Il mio augurio a questi ragazzi è che sorprendano voi, come hanno sorpreso noi”.

I 16 finalisti di Sarà Sanremo
Con il doppio meccanismo di voto affidato a giurie e televoto di Sarà Sanremo, in onda il 15 dicembre in prima serata su Rai1, saranno ufficializzati i nomi dei concorrenti della sezione Nuove Proposte del prossimo Festival.

Lo speciale, condotto da Federico Russo e Claudia Gerini con partecipazione di Rocco Tanica, presenterà ufficialmente al pubblico di Rai1 i 16 artisti candidati al Festival di Sanremo 2018 per quella che un tempo era la sezione “Giovani”: saranno il voto delle giurie e quello degli spettatori da casa attraverso il televoto a decretare i 6 artisti che parteciperanno a Sanremo 2018 come Nuove Proposte insieme ai due vincitori di Area Sanremo.


I 16 finalisti di Sarà Sanremo sono:
MUDIMBI (vero nome MICHEL MUDIMBI, nato ad Ascoli Piceno il 17/10/1986);
SANTIAGO (vero nome MARCO MURAGLIA, nato a Brindisi il 12/08/1984);
MIRKOEILCANE (vero nome MIRKO MANCINI, nato a Roma il 06/05/1986);
LORENZO BAGLIONI (nato a Grosseto il 22/09/1986);
ULTIMO (vero nome NICCOLO’ MORICONI, nato a Roma il 27/01/1996);
DAVE MONACO (nato a Brescia il 13/03/1996);
JOSE NUNES (vero nome JOSE KAHACK NUNES, nato in Portogallo il 15/11/1987);
DAVIDE PETRELLA (nato a Napoli il 06/08/1985);
NYVINNE (vero nome MIRELLA NYVINNE PINTERNAGEL, nata a in Lussemburgo il 06/03/1997);
IOSONOARIA (vero nome ILARIA CECCARELLI, nata a Milano il 10/03/1983);
GIULIA CASIERI (nata a Sesto San Giovanni (MI) il 23/06/1995);
CAROL BERIA (vero nome CAROLINA BERIA, nata a Borgomanero (NO) 11/04/1999);
LUCHI (vero nome LUCIA CARMIGNANI, nata a Pisa 02/09/1997);
APRILE & MANGIARACINA – (SILVIA APRILE nata a Napoli il 18/05/1987), SADE FARINA MANGIARACINA (nata a Castelvetrano (TP) il 28/02/1986);
EVA (vero nome EVA PEVARELLO, nata a Thiene (VI) il 04/04/1990);
ANTONIA LAGANÀ (nata a Reggio Calabria il 07/07/1991).
 
Col doppio meccanismo di voto affidato a giurie e televoto di Sarà Sanremo, in onda il 15 dicembre in prima serata su Rai1, saranno ufficializzati i nomi dei concorrenti della sezione Nuove Proposte del prossimo Festival.
Lo speciale, condotto da Federico Russo e Claudia Gerini con partecipazione di Rocco Tanica, presenterà ufficialmente al pubblico di Rai1 i 16 artisti candidati al Festival di Sanremo 2018 per quella che un tempo era la sezione “Giovani”: saranno il voto delle giurie e quello degli spettatori da casa attraverso il televoto a decretare i 6 artisti che parteciperanno a Sanremo 2018 come Nuove Proposte insieme ai due vincitori di Area Sanremo.
Il processo di proclamazione dei sei vincitori di Sarà Sanremo vedrà infatti, nel corso delle due fasi di gara, la combinazione di voto delle giurie e voto popolare.
 
Fonte: Qui
 
 
21 novembre 2017
Michelle Hunziker verso la firma per la conduzione
Importanti novità sul fronte di Sanremo 2018.
La grande macchina che sta dietro la kermesse musicale più famosa d’Italia è ormai ampiamente in movimento anche se con qualche ritardo rispetto ai tempi cui eravamo stati abituati in passato. Assodata la presenza di Claudio Baglioni nelle vesti di conduttore e direttore artistico, inizia a defilarsi la squadra che salirà sul palco dell’Ariston accanto al cantautore.
Intervistato da La Stampa in merito al nuovo palinsesto di Rai1 Angelo Teodoli, neo direttore della rete, ha infatti rivelato – come riporta Blogo – a proposito del Festival: “Lo condurranno Claudio Baglioni, Michelle Hunziker che va verso la firma e stiamo cercando un Banderas italiano per un trio perfetto eliminando le vallette”.
Parole che quindi farebbero tramontare l’ipotesi che circolava sulle riviste di gossip di vedere Miriam Leone e una tra Sabrina Ferilli e Ilaria D’Amico accanto a Baglioni. Quanto alla Hunziker, lei stessa ospite del Maurizio Costanzo Show, stuzzicata dal giornalista sull’argomento Sanremo aveva commentato: “Per me Sanremo è la festa più bella d’Italia. Se me lo chiedessero lo farei”.
 
Fonte: Qui
 
 
16 dicembre 2017
Sarà Sanremo, su Rai1 con Claudia Gerini e Federico Russo
Durante lo show la proclamazione degli artisti che compongono la categoria Nuove Proposte dell’edizione 2018 del Festival e la lista dei 20 Big selezionati.
Sarà Sanremo, la serata televisiva in onda il 15 dicembre su Rai1, da Villa Ormond, a Sanremo, ha per padroni di casa Claudia Gerini e Federico Russo.
Lo show racconta in diretta la conquista del palcoscenico del Teatro Ariston attraverso la competizione tra i 16 giovani artisti che tramite 4 sfide dirette più un’ulteriore manche si riducono a 6; a questi si aggiungono i 2 artisti provenienti da Area Sanremo.
Gli 8 cantanti così selezionati vanno a comporre la categoria Nuove Proposte del Festival di Sanrem0 2018:


Fonte: Qui
 
 
16 dicembre 2017
I 20 nomi dei Campioni
In diretta da Villa Ormond a Sanremo è andato in onda in prima serata su Rai1 Sarà Sanremo, il programma condotto da Claudia Gerini e Federico Russo nel corso del quale sono stati svelati i nomi dei 20 big selezionati per il Festival di Sanremo 2018 ma anche gli 8 artisti che gareggeranno nella sezione ‘Nuove Proposte’.
Quella del 2018 si propone di essere un’edizione di rottura dopo il triennio di Carlo Conti: il direttore artistico e conduttore Claudio Baglioni, infatti, ha abolito dal regolamento le eliminazioni (sia per i Big che per i Giovani) e la serata dedicata alle cover.
Chissà se anche il Festival del ‘Capitano coraggioso’ sarà in grado di sfornare canzoni di successo come quella vincitrice nel 2017, Occidentali’s Karma di Francesco Gabbani.

Questi i nomi dei Big e i titoli dei brani pronti a essere suonati sul palco del Teatro Ariston:


Le Nuove Proposte
Al termine delle esibizioni e delle votazioni della Giuria televisiva, della Commissione musicale e del televoto, questi sono i nomi dei Giovani che accedono al Festival:

Mudimbi, Il mago - Eva, Cosa ti salverà - Mirkoeilcane, Stiamo tutti bene - Lorenzo Baglioni, Il congiuntivo - Giulia Casieri, Come stai - Ultimo, Il ballo delle incertezze;

E da Area Sanremo:
Leonardo Monteiro, Bianca - Alice Caioli, Specchi rotti
avatar
settenote

Messaggi : 206
Punti : 367
Data d'iscrizione : 27.04.10
Età : 64
Località : Prato-Toscana

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: FESTIVAL DI SANREMO 2018: I CANTANTI - LE CANZONI - I TESTI

Messaggio  settenote il Mar Gen 30, 2018 5:46 pm

 
 
17 dicembre 2017
Michelle Hunziker: "Sanremo 2018? Sono innamorata di quell'evento"
Ormai è chiaro: Domenica In punta sul filone Festival di Sanremo (pur con largo anticipo) per cercare di risalire negli ascolti. Proprio nell'anno di transizione della kermesse musicale. Proprio quando gli ascolti di Sarà Sanremo sono stati davvero bassi e il cast dei Big sembra creare più scetticismo che entusiasmo. Ma tant'è, anche oggi il contenitore domenicale condotto da Cristina Parodi (non ce la sentiamo di mettere pure il nome di Benedetta al suo fianco) ha dato ampio risalto alla kermesse con Anna Pettinelli, Al Bano, Claudio Cecchetto, Paolo Vallesi... e pure Michelle Hunziker.

La svizzera è intervenuta nel primo blocco della domenica per raccontare (ancora) la sua esperienza all'interno di una setta, ma non è mancata la domanda sul Festival della canzone italiana. Anzitutto la conduttrice ha ricordato l'esperienza con Pippo Baudo nel 2007: "Quanto era bello, mi sono divertita tanto con Pippoo. E' stato un Sanremo molto bello quello. Mi volete far emozionare?", ha detto. E poi ha parlato del possibile coinvolgimento nell'edizione 2018, a dieci anni dalla prima volta: "(ride, ndr) Lo sapevo che arrivavi qui. Se dovesse andare tutto come deve andare, io sarò la prima ad esserci. Ma perché sono pazza Cri, piacevolmente pazza, sono innamorata del Festival di Sanremo".
 
Fonte: Qui
 
 
29 Gennaio 2018
Sanremo 2018, 7 cose da sapere sul Festival
Un canto corale con tutti i cantanti insieme appassionatamente, un po' come succede alla finale di X Factor, per intenderci. Inizierà così la nuova edizione del Festival di Sanremo, martedì 6 febbraio. Claudio Baglioni ha composto per l'occasione un brano che verrà interpretato da tutti gli artisti sul palco. Il titolo: Poppoppoppò. Così non c'è dubbio: il Festival avrà una forte impronta "baglionana". Lo stesso direttore artistico ha annunciato che non si tirerà indietro. Anche se non ha mai partecipato al Festival, evidentemente ci tiene a salire sul palco non solo in veste di presentatore. Vengono infatti dati per certi i duetti con gli ospiti: Laura Pausini, Gianni Morandi, Negramaro, Gianna Nannini e Biagio Antonacci. ancora qualche dubbio sugli ospiti internazionali: per ora sono confermati James Taylor, Sting e Shaggy
 
1. Non ci saranno eliminati
Quest'anno la svolta epocale. Non ci saranno più eliminati: vale a dire sia i big che le nuove proposte canteranno fino alla fine, fino all'ultima serata, quella in cui verrà nominato il vincitore. "Non ci sarà quella pratica un po' violenta del dover mandare qualcuno a casa qualcuno. Nessuno andrà via" ha detto Baglioni. Il regolamento è stato modificato anche nella durata delle canzoni: da 3minuti e 14 si arriva a 4 minuti.
 
2. Basta con le cover
Il venerdì non sarà più la serata delle cover ma de duetti. Stessi cantanti e stesse canzoni ma con l'aiuto da casa. Ovvero gli artisti in gara saranno accompagnati da ospiti che si presteranno a interpretare i brani in gara. Nella quarta serata del Festival saliranno sul palco tra gli altri cinque voci passate anche da XFactor – Michele Bravi, Arisa, Skin, Giusy Ferreri e Enrico Nigiotti – e un paio di attori, Anna Foglietta e Alessandro Preziosi.
 
3. Tra i vip quattro esordienti
Nella coppia Diodato – Roy Paci attenti a non sbagliare. L'esordiente, nonostante i 25 anni di carriera è Roy Paci che partecipa per la prima volta a Sanremo. Diodato invece, nel 2014, era arrivato secondo tra le Giovani Proposte, dietro a Rocco Hunt. Peppe Servillo, fratello dell'attore, ha già vinto Sanremo nel 2000 con gli Avion Travel, ma questa volta accompagna l'"esordiente" Enzo Avitabile. Prima volta anche per Lo Stato Sociale, gruppo elettropop bolognese – primo disco nel 2012 "Turisti della democrazia" - e per Mario Biondi da un decennio una delle voci più riconoscibili e amate della musica italiana.
 
4. Altro che quote rosa
Poco spazio alle donne quest'anno sul palco di Sanremo. Su 20 artisti a contendersi il primo posto tra i big, ci sono solo 4 donne: Annalisa, Noemi, Ornella Vanoni e Nina Zilli. Ornella Vanoni, 83 anni, si era esibita all'Ariston la prima volta più di 50 anni fa: era il 1965, e in coppia con Udo Jürgens cantò "Abbracciami forte". Nina Zilli invece è già stata al Festival tre volte: nel 2010, 2012 e 2015; miglior piazzamento il primo anno a Sanremo Giovani, dove arrivò terza. Quattro partecipazioni invece per Noemi e tre per Annalisa. Dieci quelle della Vanoni.
 
5. Lorenzo Baglioni: "Non siamo parenti"
Lorenzo Baglioni è uno dei cantanti in gara tra le giovani proposte. È un attore comico fiorentino, visto in Colorado Cafè. Dal 2015 crea contenuti video per il web, e i suoi lavori totalizzano più di 20 milioni di visualizzazioni. Ha più volte sottolineato di non essere parente di Claudio Baglioni. La canzone con cui si presenta a Sanremo è "Il congiuntivo", on line da un paio di mesi ha già superato il milione di visualizzazioni ed è stata citata dall'Accademia della Crusca. Per regolamento i cantanti della sezione Giovani a Sanremo devono portare il brano con cui si sono presentati alle selezioni di Sarà Sanremo. Per questo la canzone è già on line.
 
6. La canzone inedita di Lucio Dalla
Mario Luzzato Fegiz sul Corriere scrive che il brano postumo di Dalla "Almeno pensami" affidato a Ron stacca tutti gli altri. La canzone è stata assegnata all'artista direttamente da Claudio Baglioni. Così ha commentato Ron: "È strano, nuovo e bello poter cantare un brano di un grande amico che non è più con noi, anche se per me Lucio non se n'è mai andato veramente. E mi affascina l'idea di poter interpretare qualcosa di suo, rimasto nascosto fino ad oggi, e di essere il portavoce di questo meraviglioso ricordo e omaggio. Ringrazio Claudio per questa opportunità unica e gli eredi di Lucio, grazie ai quali possiamo godere ancora tutti di nuove parole e musica di Lucio". Ron è all'ottava partecipazione al Festival, la prima volta che ha cantato a Sanremo aveva 16 anni.
 
7. I Casa Surace volto di Sanremo
Rai Uno affida a Casa Surace i contenuti social. Così il gruppo è già in viaggio. Qualche giorno fa l'annuncio ai follower: "Vogliamo portare un pacco da giù che riempiremo lungo il viaggio: se da qualsiasi parte d'Italia volete metterci dentro qualcosa, raccontarci una storia o invitarci a una sagra, scriveteci a guardiamosanremo@casasurace.com. Scegliamo le storie migliori e facciamo città-città, paese-paese per venirle a prendere. È pure l'occasione per prenderci una cosa insieme. Ah, non andiamo a cantare purtroppo. Per quello aspettiamo l'anno prossimo".
 
Fonte: Qui
avatar
settenote

Messaggi : 206
Punti : 367
Data d'iscrizione : 27.04.10
Età : 64
Località : Prato-Toscana

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: FESTIVAL DI SANREMO 2018: I CANTANTI - LE CANZONI - I TESTI

Messaggio  settenote il Mar Feb 06, 2018 6:21 pm



LA PRIMA SERATA: SCALETTA, OSPITI, MECCANISMO E ORDINE D'USCITA

La prima serata del Festival di Sanremo 2018 va in onda questa sera, martedì 6 febbraio.
Claudio Baglioni, che come noto è il direttore artistico della 68esima edizione del Festival, sarà affiancato nella conduzione da Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino.

Nella prima serata si esibiranno tutti i 20 cantanti in gara nella categoria "big" (o "Campioni"): voteranno il pubblico attraverso il televoto, la giuria demoscopica e la giuria della sala stampa.
I tre sistemi di votazione avranno un peso percentuale così ripartito: televoto 40%; giuria demoscopica 30%; giuria della sala stampa 30%.
Alla fine della serata verrà fornita una "classifica parziale" relativa solo alla demoscopica: "Andremo a scoprire quali sono gli artisti che si trovano nella zona 'alta' della classifica, quelli che si trovano al centro della classifica, e quelli che sono nella zona 'bassa' della classifica", hanno spiegato ieri dalla Rai in conferenza stampa.

Ospite della prima serata avrebbe dovuto essere Laura Pausini.
La cantante ieri la cantante ha annunciato sui social di avere una laringite una febbre molto forte; la sua presenza è stata spostata a sabato.

Sarà invece presente Gianni Morandi che canterà con Tommaso Paradiso che canterà "Una vita che ti sogno".
Saranno presenti anche Fiorello (non è stato annunciato a che punto della serata) e il cast del film di "A casa tutti bene" di Gabriele Muccino.
 
Questi i cantanti in gara, in ordine di uscita sul palco:
  • Annalisa con “Il mondo prima di te”
  • Ron con “Almeno pensami”
  • The Kolors con “Frida (Mai, mai, mai)”
  • Max Gazzé con “La leggenda di Cristalda e Pizzomunno”
  • Ornella Vanoni con Bungaro e Pacifico con “Imparare ad amarsi”
  • Ermal Meta e Fabrizio Moro con “Non mi avete fatto niente”
  • Mario Biondi con “Rivederti”
  • Roby Facchinetti e Riccardo Fogli con “Il segreto del tempo”
  • Lo Stato Sociale con “Una vita in vacanza”
  • Noemi con “Non smettere mai di cercarmi”
  • Decibel con “Lettera dal Duca”
  • Elio e Le Storie Tese con “Arrivedorci”
  • Giovanni Caccamo con “Eterno”
  • Red Canzian con “Ognuno ha il suo racconto”
  • Luca Barbarossa con "Passame er sale”
  • Diodato e Roy Paci con “Adesso”
  • Nina Zilli con "Senza appartenere”
  • Renzo Rubino con “Custodire”
  • Enzo Avitabile e Peppe Servillo con “Il coraggio di ogni giorno”
  • Le Vibrazioni con “Così sbagliato”

Fonte: QUI
 
 
LA CONFERENZA STAMPA DI MARTEDÌ 6 FEBBRAIO
 
All'inizio del Festival di Sanremo 2018 mancano ormai poche ore e il direttore artistico Claudio Baglioni, impegnato con i preparativi finali della prima serata, lascia che ad incontrare i giornalisti nella conferenza stampa di questa mattina, martedì 6 febbraio, siano il direttore di Rai1 Angelo Teodoli, Claudio Fasulo (uno degli autori del Festival) e i protagonisti del PreFestival e del DopoFestival.

"Abbiamo una notizia brutta e una bella. Laura Pausini questa sera non ci sarà, ma sarà qui sabato, 10 febbraio. Ha fatto tutto il possibile, ma non ce l'ha fatta: l'aspettiamo sabato", annuncia Claudio Fasulo a proposito dell'ospitata della cantante romagnola, che proprio in questi giorni sta combattendo contro una laringite. L'autore fa sapere poi che questa sera, martedì 6 febbraio, il frontman dei Thegiornalisti Tommaso Paradiso sarà tra gli ospiti del Festival: duetterà con Gianni Morandi sulle note di "Una vita che ti sogno".

Restando in tema ospiti, Fasulo anticipa che domani sera, mercoledì 7 febbraio, sul palco dell'Ariston salirà Il Volo: "Tornano su questo palcoscenico dopo tre anni dalla vittoria con 'Grande amore'. Omaggeranno Sergio Endrigo insieme a Claudio Baglioni con 'Canzone per te' e poi sempre con Baglioni canteranno una sua canzone, 'La vita è adesso'". Sempre domani ci saranno Biagio Antonacci (duetterà con Baglioni su "Mille giorni di me e di te"9, Sting e Shaggy (l'ex Police canterà "Muoio per te", la versione italiana di Zucchero della sua "Mad about you"). Ospiti non musicali della seconda serata saranno Franca Leosini, Pippo Baudo ("Torna dopo cinquant'anni dal suo primo Festival. Senza di lui, avremmo fatto tutti un altro mestiere") e il Mago Forest.

Viene poi rivelato l'ordine d'uscita dei 20 big in gara, per quanto riguarda la prima serata: a rompere il ghiaccio sarà Annalisa, a chiudere saranno Le Vibrazioni. Quanto alle Nuove Proposte: domani sera si esibiranno Lorenzo Baglioni, Alice Caioli, Giulia Casieri e Mirkoeilcane; giovedì sera, 8 febbraio, sarà la volta di Leonardo Monteiro, Ultimo, Eva e Mudimbi. Qua la scaletta completa.

Sono stati annunciati anche i dieci campioni della seconda serata e i quattro giovani (in ordine alfabetico, non di uscita). I Campioni: Annalisa, Red Canzian, Decibel, Diodato e Roy Paci, Elio E Le Storie Tese, Ermal Meta e Fabrizio Moro, Ornella Vanoni con Bungaro e Pacifico, Le I Vibrazioni e Nina Zilli. I giovani saranno Lorenzo Baglioni, Alice Caioli, Giulia Casieri, Mirkoelicane.

Nando Pagnoncelli, il presidente di Ipsos, la società che riceve ed elabora i dati relativi alle votazioni del Festival di Sanremo, chiarisce che questa sera verranno date alcune indicazioni sui risultati delle votazioni della giuria demoscopica (il cui voto pesa del 30% sulle votazioni delle prime tre serate). Domani sera, invece, verrà focalizzata l'attenzione sui risultati delle votazioni della sala stampa (il cui voto pesa del 30% sulle votazioni delle prime tre serate).

Sergio Assisi e Melissa Greta Marchetto conduttori di "PrimaFestival", la striscia quotidiana che dallo scorso 29 gennaio e fino al prossimo 11 febbraio racconta alle 20.30 su Rai1 le ultime novità del Festival, prendono parola: "Sembra facile, ma concentrare in cinque minuti quello che abbiamo da dire non è semplice. Ovviamente non abbiamo alcuna velleità giornalistica, vogliamo dare le notizie con divertimento: curiosità e cose divertenti".
 
Fonte: QUI
 
 
I SUPER OSPITI DI SANREMO 2018

Mancano solo una manciata di ore all’inizio dell’edizione numero 68 del Festival di Sanremo, quest’anno sarà presentato da Claudio Baglioni (anche direttore artistico della kermesse) che verrà presentato nella conduzione delle 5 serate dalla showgirl Michelle Hunziker e dall’attore Pierfrancesco Favino.
Come ogni anno sul palco dell’Ariston, oltre ai rodati artisti e alle nuove proposte in gara, sfileranno una serie di ospiti nazionali e internazionali mentre nella quarta e penultima serata del Festival (il 9 febbraio) i “big” proporranno una versione alternativa delle loro canzoni “in concorso” in cui duetteranno con colleghi d’eccezione.

Per quanto riguarda i super ospiti nazionali e internazionali sul palco dell’Ariston quest’anno si esibiranno James Taylor e Sting insieme a Shaggy, Laura Pausini, che proprio a Sanremo ha esordito nella sezione nuove proposte allora chiamata Novità nel lontano 1993 con La solitudine; Fiorello, che nel 1995 è arrivato quinto tra i Big con Finalmente tu; i Negramaro che sempre Sanremo - nel 2005 - hanno conquistato i cuori del grande pubblico con il brano Mentre tutto scorre; Gianna Nannini che in questi giorni è in giro per l’Italia con il suo Fenomenale Tour e Gianni Morandi fedele alleato del Direttore Artistico Claudio Baglioni con il quale nel 2015 è stato co-protagonista nella tourneé Capitani Coraggiosi.

Secondo le prime indiscrezioni tutti i super ospiti di Sanremo 2018 canteranno due canzoni e uno delle due sarà un brano del vasto repertorio del “capitano” Baglioni eseguito proprio in duetto con lui.
Inoltre, sempre Baglioni, ha anche scritto la sigla di apertura del Festival, Poppoppoppò, un pezzo che verrà interpretato in chiave ironica da tutti i cantanti in gara il 6 febbraio.
Poppoppoppò è ispirata alla storica intro musicale della trasmissione Canzonissima lanciata da Sylvie Vartan e Mina nel '68 anno che è un po' il "simbolo" di questo Sanremo, come ha sottolineato lo stesso Baglioni:
Questo è il festival numero 68 e mi piace pensare che in quello che stiamo costruendo ci sia anche un riferimento a quel periodo, che fu l’ultimo momento di un sogno comune.
 
Fonte: QUI
avatar
settenote

Messaggi : 206
Punti : 367
Data d'iscrizione : 27.04.10
Età : 64
Località : Prato-Toscana

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: FESTIVAL DI SANREMO 2018: I CANTANTI - LE CANZONI - I TESTI

Messaggio  settenote il Mer Feb 07, 2018 7:07 pm



SANREMO 2018, BOOM DELLA PRIMA SERATA: BAGLIONI MEGLIO DI CARLO CONTI

Il festival targato Baglioni convince il pubblico e gli ascolti fanno boom: la prima serata è stata vista da una media di 11 milioni 600 mila telespettatori con uno share medio del 52,1%, un risultato che migliora quello, pur ottimo, del 2017, quando la prima serata del festival condotto da Carlo Conti e Maria De Filippi aveva ottenuto una media di 11 milioni 374 mila spettatori e il 50,4% di share. E' il record degli ultimi tredici anni, dal 2005 non si registravano numeri così alti.
Grande partenza anche sui social, con 6 milioni di interazioni complessive su facebook, Instagram e Twitter, un recotrd assoluto per un evento tv in Italia.

"Un grande risutato - commenta Baglioni - perché è inutile nascondere le ansie della vigilia. Forse è dovuto anche alla serenità che si è respirata dietro le quinte nei giorni scorsi, tutti dipingevano Sanremo come il luogo del terrore puro e tanti ne stanno alla larga perché considerato un mostro che spaventa. Noi - continua il direttore artistico - siamo molto soddisfatti per come sono andate le cose, per aver contenuto gli incidenti di percorso, perché le canzoni sono state rispettate nella loro dignità".
Un risultato eccellente dunque, mentre la giornata si apre con il caso scoppiato poco dopo la fine della prima puntata: l'accusa di plagio per Non mi avete fatto niente, il brano portato in gara dalla coppia Ermal Meta - Fabrizio Moro, troppo somigliante a Silenzio, canzone presentata sempre a Sanremo, nel 2016, fra le Nuove proposte.

E' stato Fiorello il protagonista-ciclone della serata, due uscite e una serie di interventi iresistibili e Claudio Baglioni a fare da spalla; battute sulla politica, sulla par condicio, su Erdgan ("sta venendo a Sanremo perché ha saputo che ci sono 1300 giornalisti liberi"), sul candidato premier M5s Di Maio "toy boy di Orietta Berti", sul canone, sullo stesso festival.

Scenografia spettacolare, gran sintonia fra i compagni di Baglioni, Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino.
E se dalla prima non si aspettavano defaillance vista la consuetudine con la tv, il secondo è stato in parte una sorpresa: attore apprezzato, se l'è cavata egregiamente anche nei panni (elegantissimi) del conduttore-showman.

Imprevisto in apertura con l'incursione sul palco di un uomo che prima di essere portato via dalla sicurezza è riuscito a dire "sono due mesi che cerco un contatto con il procuratore della Repubblica", poi tutto è filato liscio fra musica, gag, ospiti anche in collegamento, come Laura Pausini che, in diretta al telefono, ha confermato che sabato sarà all'Ariston da superospite dopo aver datto forfait al debutto a causa di una laringite.

Grande protagonista anche la musica, come ampiamente ribadito e fortemente voluto dal direttore artistico Baglioni, oltre ai Campioni in gara hanno cantato tutti, anche il passaggio promozionale di Gabriele Muccino con il cast del suo nuovo film A casa tutti bene si è tradotto in una cantata collettiva di Bella senz'anima, canzone "portante" nel film.
Sul palco i venti Campioni, da Annalisa che ha aperto la gara a Le vibrazioni, in chiusura; la rivelazione della serata sono stati però Lo Stato sociale che hanno entusiasmato il pubblico in sala e a casa con la complicità di Paddy Jones, 83enne ballerina acrobatica che si è scatenata sulle note di Una vita in vacanza.

Ovazioni per Gianni Morandi, entrato in scena quasi a mezzanotte, che ha conquistato una standing ovation con Se non avessi più te, in duetto con Baglioni.
In chiusura la prima classifica provvisoria, con gli artisti divisi in tre "fasce", alta media e bassa: per il momento si piazzano in cima Annalisa, Lo Stato sociale, Max Gazzè, Meta-Moro, Zilli, Noemi e Ron.

Prima serata di Sanremo 2018 conduce il Direttore Artistico Claudio Baglioni, affiancato da Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino.
Ospiti della serata: Fiorello, Gianni Morandi e il cast del film di Gabriele Muccino ' A casa tutti bene'.



avatar
settenote

Messaggi : 206
Punti : 367
Data d'iscrizione : 27.04.10
Età : 64
Località : Prato-Toscana

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

LE SERATE DEL FESTIVAL 2018 PRIMA DELLA FINALE

Messaggio  settenote il Sab Feb 10, 2018 2:59 pm

Festival di Sanremo
Seconda serata - 07/02/2018


Riassunto della seconda serata del Festival

La prima serata zoppicante del Festival di Sanremo 2018 è sicuramente servita a definire i rispettivi ruoli dei tre conduttori, a giudicare da come si è svolta la seconda serata della 68esima edizione della kermesse. La Hunziker e Favino hanno preso le redini della conduzione, mentre Baglioni si è riservato uno spazio rassicurante, tra le sue canzoni e gli omaggi ai grandi artisti italiani. La serata è iniziata con un trio inedito di Michelle Hunziker, Claudio Baglioni e un cinguettante Pierfrancesco Favino sulle note della colonna sonora di Biancaneve in una performance grottesca ma abbastanza divertente, seguita dalle prime quattro esibizioni delle Nuove Proposte: Lorenzo Baglioni, Giulia Casieri, Alice Caioli e Mirkoeilcane.

In questa categoria la vittoria, per quanto mi riguarda, spetterebbe di diritto proprio a Mirkoeilcane, che ha presentato a Sanremo una Canzone con la C maiuscola, un pugno allo stomaco che il pubblico italiano avrebbe dovuto ascoltare dalla prima all’ultima parola, e invece, a giudicare dalla classifica demoscopica, si è fermato al fatto che non stesse effettivamente cantando e lo ha votato meno di tutti gli altri, mandando prima in classifica Alice Caioli, la cui canzone, musicalmente parlando, sembra un rimescolamento di brani già sentiti mille volte. Una decisione che in Sala Stampa è stata presa con enorme disappunto, ma non è ancora detta l’ultima parola.

Passando alla gara dei Big, ad un secondo ascolto le migliori canzoni, per chi scrive, restano “Almeno Pensami” di Ron, “Imparare ad amarsi” di Ornella Vanoni, Bungaro e Pacifico e “Adesso” di Roy Paci e Diodato. Tutto il resto, come diceva qualcuno, è noia. Come l’esibizione de Il Volo, persino doppia. Il trio di lirici ha cantato una cover di “Nessun Dorma” ed un omaggio a Sergio Endrigo insieme a Claudio Baglioni, finendo per risultare un po’ come una brutta copia di Pavarotti & Friends. Oltre a loro, tra gli ospiti c'è stato anche Pippo Baudo, accolto da scroscianti applausi e standing ovation, che ha ripercorso di fronte a un pulpito la storia del Festival di Sanremo, ricordando in particolare di quando ha cacciato via dal Festival Louis Armstrong, lo stesso anno in cui vinse “Canzone per te” di Endrigo, o di quando contribuì alla scoperta di Giorgia ed Eros Ramazzotti.

Il suo intervento, però, è risultato eccessivamente autocelebrativo e prolisso, tanto che qualcuno lo ha ribattezzato “il pippone di Pippo”. Entrata a tradimento, poi, per Biagio Antonacci, che ha cantato il suo nuovo singolo, prima di esibirsi in duetto con Baglioni su uno dei suoi più grandi successi: “Mille Giorni di Te e di Me”, un’irresistibile canzone da cantare a squarciagola insieme a loro, come abbiamo fatto in sala stampa e come avrà fatto anche il pubblico da casa. Più che a cantare, abbiamo ridacchiato, invece, ascoltando Sting nel suo omaggio alla lingua italiana, in cui assomigliava più a un arabo che ad un inglese.

Facciamo finta che non ci sia stato il duetto con Shaggy senza un “mistalobaba” o l’intervento di Franca Leosini, che semplicemente ha disturbato un karaoke di gruppo su “Piccolo Grande Amore”, ed elogiamo invece l’esilarante sketch di Pierfrancesco Favino, che è passato da un inedito di Federico Garcia Lorca a Despacito con un rap sul “5 maggio” di Manzoni, ballando insieme alla Hunziker e a Baglioni (!).

Tutto sommato, una serata gradevole, con pochi punti morti e finalmente il giusto equilibrio tra musica, interventi dei presentatori e degli ospiti. Ad eccezione de Il Volo.

 
Fonte: QUI
 
 
 
 
 
Festival di Sanremo
Terza serata - 08/02/2018

 
Virginia Raffaele e i Negramaro conquistano Sanremo: il resoconto della terza serata

Il terzo atto di questo Sanremo 2018 è stato quasi esclusivamente un Baglioni Show. Il direttore artistico si è esibito più volte nel corso della serata, aprendo le danze con uno dei suoi più amati successi, “Via”, per poi tornare più volte sul palco al fianco di tanti ospiti diversi, dai Negramaro, con cui ha cantato la sua “Poster” dopo averli ascoltati in una citazione di “Mentre Tutto Scorre” seguita dal nuovo singolo “La Prima Volta”, ad Emma D’Aquino, la giornalista del Tg1, con cui ha ripreso lo sketch di ieri sera con la Leosini, per poi accennare un omaggio a Rino Gaetano con “Gianna”, fino ad arrivare allo splendido omaggio a Fabrizio De André e Umberto Bindi, in trio con Danilo Rea e Gino Paoli, di cui ha anche cantato l’altrettanto splendida “Questa lunga storia d’amore”.

Ma Baglioni non ha solo cantato: ieri sera ci ha anche stupito con un’imitazione di Virginia Raffaele che imita Belen Rodriguez, una mise en abyme riuscitissima e sorprendente, che ha lasciato di stucco la stessa Raffaele, come sempre esilarante. La comica, giunta in gran segreto, si è divertita a stuzzicare Baglioni, ironizzando sulla sua età (“abbiamo qui la storia del 900”; “per festeggiare 50 anni di carriera hai invitato la tua fidanzatina, quella dello Stato Sociale”; “Michelle è la sua badante svizzera”), ed impersonando nel frattempo Michelle Hunziker (“non sai quanto mi manca Tomaso, almeno quanto a lui manca una M”) e Ornella Vanoni.

Concludendo sugli ospiti della serata, il duetto tra James Taylor e Giorgia è stato uno dei momenti più coinvolgenti di questa edizione, mentre l’omaggio di Taylor alla canzone italiana con “La Donna Immobile” è riuscito sicuramente meglio di quello di Sting, sebbene sia risultato sempre leggermente grottesco. Fuori tempo massimo, invece, lo sketch di Nino Frassica con l’assistenza di Memo Remigi: simpatici, sì, ma non all’una meno un quarto di notte, mentre Claudia Pandolfi e Claudio Santamaria hanno dimostrato di avere delle voci molto intonate e ben assortite.

Per quanto riguarda le canzoni, invece, nella categoria delle Nuove Proposte si sono distinti, per chi scrive, Ultimo, Mudimbi ed Eva, mentre tra i Big questo secondo ascolto delle altre dieci canzoni in gara convince sempre di più della potenza della canzone de Lo Stato Sociale e della bellezza de “La Leggenda di Cristalda e Pizzomunno” di Gazzè, nonostante continui a sembrare poco adatta a Sanremo. La perplessità è tanta, invece, nei riguardi di Ermal Meta e Fabrizio Moro, ma soprattutto della sala stampa del Roof (quella sopra all’Ariston, a cui sono affidate le votazioni), che prima si è accanita contro di loro e poi li ha mandati tra i più votati in classifica. La loro canzone, per me, resta debole, ma dato il grande successo di pubblico ed ora anche il sostegno della stampa, potrebbe essere una tra le favorite. Le altre canzoni passano inosservate e per fortuna indolore, con un salvataggio in extremis per Biondi, che ha una voce impossibile da ignorare.

Decisamente evitabile, infine, il momento femminista capeggiato da Michelle Hunziker - uno sketch stucchevole, inutile, lungo e borioso - ed un po’ sottotono l’imitazione di Steve Jobs fatta da Favino per presentare un nuovo prodotto tecnologico: il Baglionone, una sorta di iPhone di ultima generazione che sa cantare ed è fisicamente uguale a Baglioni.

Insomma, una puntata baglionona, ma comunque fortunatamente facile da seguire e abbastanza fluida.
 
Fonte: QUI
 
 
 
 
 
Festival di Sanremo
Quarta serata - 09/02/2018

Ultimo vince tra le Nuove proposte


È il cantautore romano Ultimo, 22 anni, con il mix tra cantato e rap del Ballo delle incertezze, un brano dedicato alle insicurezze del futuro, a vincere tra le Nuove Proposte nella serata di Sanremo dedicata anche ai duetti dei Big. «Questa vittoria è per mio fratello, che vincerà sicuramente la sua battaglia», dice emozionato sul palco dell'Ariston subito dopo la proclamazione.

Forte del miglior share del millennio per la terza serata, il 51,6%, il festival decolla e ritrova il ritmo serrato della gara, anche se uno dei momenti più emozionanti è il lento che Baglioni balla con Gianna Nannini, a suggellare il duetto su Amore bello, che vale la standing ovation del pubblico.

Sanremo supera indenne anche il primo caso politico di questa edizione, con Matteo Salvini che arriva all'Ariston insieme con Elisa Isoardi, fa la fila sul red carpet, si concede selfie, saluti, un bacio alla fidanzata, prima di auspicare per il centrodestra «lo share del festival», rassicurare una signora («Non si preoccupi, fra un mese arriviamo») e occupare un posto in sesta fila: a un mese dal voto del 4 marzo, par condicio vuole che non possa essere inquadrato.

Si inizia con la versione rock di Heidi, con Claudio Baglioni, Pierfrancesco Favino e Michelle Hunziker in giacca nera borchiata. Poi tocca ai Giovani, che fanno riascoltare il loro brano: sul podio, alle spalle di Ultimo, si piazzano Mirkoeilcane con la storia del piccolo migrante di Stiamo tutti bene (che vince anche il Premio della critica Mia Martini) e Mudimbi con Il mago.

«Sanremo stasera è rock e anche essere donna è rock», dice Michelle Hunziker presentando Gianna Nannini, che canta Fenomenale e poi si emoziona ricordando con Baglioni il regista e light designer Pepi Morgia, morto nel 2011, e il produttore David Zard, scomparso pochi giorni fa. Diventa rock anche Lucio Battisti quando sul palco entra Piero Pelù e reinterpreta con Baglioni Il tempo di morire. In un serata che scorre veloce, è vorticoso perfino il cambio di abiti, non solo per Michelle, per la prima volta in pantaloni, poi in versione mazzo di fiori e in principesco abito corolla nelle nuance del rosa, ma anche per il direttore artistico, in giacca bianca, e per 'Picchio' che si concede la giacca glitterata. La rivelazione Favino 'suonicchia' anche il sassofono, fa ballare Michelle e Claudio e poi promette: «Se dovesse servire, cucinicchio».

Sul palco i Big reinterpretano i brani con altri artisti. Annalisa ha chiamato accanto a sé Michele Bravi; Enzo Avitabile e Peppe Servillo ospitano gli Avion Travel e Daby Touré; i Decibel hanno Midge Ure; Diodato e Roy Paci propongono Ghemon; Elio e le Storie Tese (in total black) cantano con i Neri per Caso (in total white). Vincitori del festival per Ermal Meta e Fabrizio Moro (Simone Cristicchi, che legge la lettera del vedovo del Bataclan) e per Giovanni Caccamo (Arisa).

L'ex giudice di X Factor Skin (vestita di un arcobaleno di paillettes) per le Vibrazioni. Lo Stato Sociale, che ha chiamato Paolo Rossi e il Piccolo Coro dell'Antoniano, depura il suo brano Una vita in vacanza dall'unica parolaccia dei testi del festival: «Nessuno che rompe i coglioni» diventa «nessuno che buca i palloni». Attori sul palco per Luca Barbarossa (Anna Foglietta), per Ornella Vanoni, Bungaro e Pacifico (Alessandro Preziosi), per Renzo Rubino (Serena Rossi). Mario Biondi guarda al sound brasiliano con Ana Carolina e Daniel Jobim, Max Gazzè al jazz con Rita Marcotulli e Roberto Gatto. Gli altri duetti vedono Nina Zilli con Sergio Cammariere; Noemi (al pianoforte) con Paola Turci (alla chitarra); Roby Facchinetti e Riccardo Fogli con Giusy Ferreri; Red Canzian con Marco Masini; Ron con Alice; The Kolors con Tullio De Piscopo e Enrico Nigiotti.

La star per caso è Federica Sciarelli, che gioca a interrogare Baglioni con Tu come stai. La star assoluta è Milva, che la città di Sanremo omaggia con il premio alla carriera: sul palco, a riceverlo, la figlia Martina Corgnati. In base al voto della giuria degli esperti, nella fascia alta della classifica ci sono i duetti eseguiti da Max Gazzè con Rita Marcotulli e Roberto Ggatto, Luca Barbarossa con Anna Foglietta, Giovanni Caccamo con Arisa, Ermal Meta e Fabrizio Moro con Simone Cristicchi, Ron con Alice, Vanoni-Bungaro-Pacifico con Alessandro Preziosi, Diodato e Roy Paci con Ghemon.
 
Fonte: QUI
 
 
avatar
settenote

Messaggi : 206
Punti : 367
Data d'iscrizione : 27.04.10
Età : 64
Località : Prato-Toscana

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: FESTIVAL DI SANREMO 2018: I CANTANTI - LE CANZONI - I TESTI

Messaggio  settenote il Sab Feb 10, 2018 3:23 pm



Festival di Sanremo 2018: la scaletta della serata finale in attesa del vincitore

Claudio Baglioni, Michelle Hunziker e Piefrancesco Favino promossi. Che piacciano o meno le idee del 'dittatore artistico', la simpatia spumeggiante della bionda svizzera e l'ironia dell'attore, doppiatore, imitatore, insomma superstar romana, questo Festival di Sanremo, secondo gli esperti, è stato il più travolgente degli ultimi 20 anni. "Sarà la festa della musica italiana", aveva promesso Baglioni prima dell'inizio. E così è stato. Niente star hollywoodiane al teatro Ariston, pochi artisti internazionali ma una lunga lista di ospiti diventata sempre più tricolore.

E il risultato è notevole: quasi 11 milioni di telespettatori con una media del 50% di share. I calcoli sono subito fatti e bisogna risalire al lontano 1999, al Festival condotto da Fabio Fazio, per trovare uno share più alto. C’è stato un grande intreccio tra cantanti in gara e musica e ognuno a modo suo ha dato un contributo importante riuscendo a creare un prodotto televisivo forse più completo di altre edizioni.

E così tra audience e share, cresce l'attesa per la finale di questo Sanremo 2018 e per conoscere il nome del vincitore (anzi del trio che salirà sul podio) di questa 68esima edizione della kermesse musicale dei record.

Cosa succederà nel corso della serata finale? Le anticipazioni ufficiali rivelano che l'attenzione sarà incentrata soprattutto sulla gara dei 20 Big che dovranno dare il meglio di loro esibendosi nuovamente sul palco dell'Ariston per l'ultima volta in attesa del verdetto finale del pubblico. Già, perché questa sera sarà proprio il pubblico da casa con il televoto ad avere il ruolo più importante nella scelta del trionfatore.

E ora veniamo agli ospiti che calcheranno il palco dell'Ariston: la più attesa è sicuramente Laura Pausini che finalmente si esibirà dal vivo dopo il forfait della prima serata causa laringite. In conferenza stampa pre-Festival Baglioni ha confermato anche la presenza di Fiorella Mannoia (che, a quanto dicono le indiscrezioni, potrebbe perfino duettare con la Pausini). Poi tocca al trio Nek-Max Pezzali-Francesco Renga in tour insieme con 'Duri da battere' e infine a Luca Marinelli, volto di Fabrizio De André - Principe libero.

Si fanno inoltre sempre più insistenti le voci di un possibile ritorno di Fiorello sul palco della finalissima e c'è addirittura chi spera che il mattatore sicialiano possa essere il protagonista di tutta la serata conclusiva. Ma questa volta dovremo aspettare le 21 per scoprirlo perché dai diretti interessati non è trapelato nulla.
 
Fonte: QUI
 
 
 
Anticipazioni Sanremo 2018 diretta finale: scaletta ordine d'uscita Big e ospiti

E' tutto pronto per la serata finale di Sanremo 2018 in onda stasera 10 febbraio su Raiuno: noi la seguiremo in diretta per scoprire il nome del vincitore assoluto della categoria Big di questo 68esimo Festival della musica italiana condotto da Claudio Baglioni con Michelle Hunziker e Piefrancesco Favino.
Cosa succederà nel corso della finale di questa sera del Festival?

Ecco cosa succederà alla finale di Sanremo 2018: scaletta quinta serata e possibile vincitore
Le anticipazioni ufficiali rivelano che in programma ci sono le esibizioni dei 20 Big in gara quest'anno: l'ordine d'uscita verrà reso noto nel corso della conferenza stampa di questa mattina al Teatro Ariston.

Per quanto riguarda, invece, gli ospiti della finale vi annunciamo la presenza di Laura Pausini: dopo essere stata costretta ad annullare la sua ospitata sul palco del Festival di Sanremo 2018 alla prima serata per una forte laringite, ecco che Laura si prepara a calcare il palco dell'Ariston per festeggiare i suoi primi 25 anni di carriera.
Ancora in bilico la presenza di Fiorello, ma non si esclude che il mattatore siciliano possa essere nuovamente tra i superospiti della finalissima di Sanremo dopo l'ospitata dei record della prima puntata.

Ma l'attesa maggiore è tutta incentrata sul nome del vincitore assoluto di Sanremo 2018.
Al momento viene dato in testa la coppia composta da Ermal Meta e Fabrizio Moro, seguiti da Lo stato social e da Ron.

Conferenza stampa finale Sanremo 2018 oggi 10 febbraio: ordine d'uscita Big
Nel corso della conferenza stampa di questa mattina del festival di Sanremo 2018 è stato svelato l'ordine d'uscita dei 20 Big di questa sera; ed ecco quale sarà l'ordine di uscita sul palco ufficiale:

  • Luca Barbarossa
  • Red Canzian
  • The Kolors
  • Elio e le storie tese
  • Ron
  • Max Gazzè
  • Annalisa
  • Renzo Rubino
  • Decibel
  • Ornella Vanoni
  • Giovanni Caccamo
  • Lo Stato Sociale
  • Robu Facchinetti e Riccardo Fogli
  • Diodato e Roy Paci
  • Nina Zilli
  • Noemi
  • Ermal Meta e Fabrizio Moro
  • Enzo Avitabile e Peppe Servillo
  • Le Vibrazioni
  • Mario Biondi

Nel corso della conferenza di oggi è stato svelato che stasera tra gli ospiti ci saranno Laura Pausini, Fiorella Mannoia, il trio Nek-Renga-Pezzali, Gigi Proietti e Antonella Clerici con il cast di Sanremo Young. Claudio Baglioni ha ringraziato Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino per la conduzione eccellente di questo Festival e ha svelato che non sarà il conduttore del prossimo anno.

Alle 16.40 nel corso della diretta de Il sabato Italiano con Eleonora Daniele ci saranno tutte le ultimissime news e le indiscrezioni sul Festival a poche ore dalla finalissima di stasera con collegamenti in diretta con i vari inviati della trasmissione tra cui Domenico Marocchi.
 
Fonte: QUI
avatar
settenote

Messaggi : 206
Punti : 367
Data d'iscrizione : 27.04.10
Età : 64
Località : Prato-Toscana

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: FESTIVAL DI SANREMO 2018: I CANTANTI - LE CANZONI - I TESTI

Messaggio  settenote il Dom Feb 11, 2018 10:34 pm



Sanremo, trionfano Ermal Meta e Fabrizio Moro. Il Festival emozionato da Laura Pausini e Fiorella Mannoia

Sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con 'Non mi avete fatto niente' i vincitori del 68simo Festival di Sanremo.

Secondo Lo Stato Sociale ("Una vita in vacanza"), terza Annalisa ("Il mondo prima di te"). "Voglio dedicare questa vittoria a mio figlio Libero che è a casa", dice Moro, Meta invece lo dedica alla sua casa discografica, la Mescal, "perché ha creduto in me quando nessun altro lo faceva".

Il resto della classifica vede al quarto posto Ron, poi Ornella Vanoni con Bungaro e Pacifico, Max Gazzè, Luca Barbarossa, Diodato e Roy Paci, The Kolors, Giovanni Caccamo, Le Vibrazioni, Enzo Avitabile e Peppe Servillo, Renzo Rubino, Noemi, Red Canzian, Decibel, Nina Zilli, Roby Facchinetti e Riccardo Fogli, Mario Biondi, ultimi Elio e le storie tese.
Festival di Sanremo 2018, serata finale

Sanremo, trionfano Ermal Meta e Fabrizio Moro
Arriva così al termine il Festival di Baglioni, una scommessa vinta, tanto che "mi chiedo chi potrà condurre l'anno prossimo - scherza, e nemmeno tanto, Fiorello in un collegamento telefonico a sorpresa - pare che abbiano contattato il Papa e Melania Trump". Un festival di tanta musica, e molte meno parole di quello a cui c'eravamo abituati. L'ultimissima è la serata della voce di Laura Pausini, che ha fatto di tutto per esserci dopo la rinuncia di martedì per colpa di una laringite. La star, in un lungo e brillante abito nero di Armani, scende le scale mano nella mano con Baglioni, si impossessa del palco e presenta in anteprima mondiale il suo nuovo singolo: 'Non è detto'. Poi il siparietto con Fiorello, il duetto baglioniano su 'Avrai', e il pubblico si alza in piedi per rendere omaggio alla star. Baglioni ne approfitta per dire "Grazie" al figlio Giovanni, a cui è dedicata la canzone.

Ma il meglio dello show deve ancora arrivare: su 'Come se non fosse stato mai amore', Laura corre fuori dall'Ariston, sul red carpet, passa il microfono al pubblico, chiude e urla: "Grazie Sanremo". E poi c'è l'emozione di Favino, straordinaria rivelazione di questo Festival, che si lancia in un intensissimo monologo. Con le lacrime agli occhi interpreta un migrante, brano tratto da "La notte poco prima delle foreste" di Bernard-Marie Koltès che ha recentemente portato all'Ambra Jovinelli di Roma. Termina sulle note di 'Mio fratello che guardi il mondo', entra in scena Fiorella Mannoia che duetta con Baglioni.

L'altro duetto-karaoke della serata è quello sulle note di 'Strada Facendo' che attacca Claudio e a cui si aggiungono Nek, Max Pezzali e Renga: di nuovo tutti in piedi, pure la presidente Rai Monica Maggioni. Il trio alla conduzione si intende alla perfezione, le gag ormai scivolano via con naturalezza, Hunziker brilla meno del solito e inciampa in un paio di papere, ma regge il confronto con i due bravissimi che l'affiancano e 'la canzone intelligente' cui si unisce Impacciatore è un siparietto divertente.

Nella serata, Elio e le storie tese portano con loro i Neri per Caso, già ospiti ieri nei duetti e con Mangoni vestito da 'Supergiovane' che corre tra il pubblico, si stampano sulle maglie il loro stanco 'Arrivedorci', l'addio a Sanremo visto che il gruppo ha annunciato lo scioglimento. Renzo Rubino canta mentre sul palco i nonni si muovono a ritmo di lento, e se la vecchia balla con Lo stato sociale lanciandosi in platea l'Ariston non può essere da meno e si scatena. Ma non basta per arrivare primi.

Premio della Critica
Vince il premio della critica Mia Martini, sezione Campioni, Ron con 'Almeno pensami'. A lui sono andate 25 preferenze, seguono Vanoni-Bungaro-Pacifico con 19 e Max Gazzè con 18. A votare sono state 132 testate accreditate in sala stampa all'Ariston.

Premio sala stampa
Il premio della sala stampa Lucio Dalla radio tv web, per il 68esimo Festival di Sanremo, va a Lo stato sociale per 'Una vita in vacanza'.

Altri premi
Al 68esimo Festival di Sanremo il premio Sergio Endrigo per la miglior interpretazione va a Ornella Vanoni con Bungaro e Pacifico (assegnato dalle due sale stampa), il Sergio Bardotti per il miglior testo a Mirkoeilcane (assegnato dalla giuria degli esperti), il Giancarlo Bigazzi per la migliore composizione musicale a Max Gazzè (assegnato dall'orchestra), il premio TIMmusic per la canzone più ascoltata sulla piattaforma App a Ermal Meta e Fabrizio Moro.
 
Fonte: QUI
 
 

 
 
 
 
Sanremo 2018, Ermal Meta-Fabrizio Moro vincono il festival. Sul podio Stato Sociale e Annalisa

Ermal Meta e Fabrizio Moro, con il brano 'Non mi avete fatto niente', vincono il 68esimo festival di Sanremo.
Al secondo posto Lo Stato Sociale con Una Vita in vacanza, terza Annalisa con Il mondo prima di te.

Gli ascolti della finale in linea con quella del 2017: dodici milioni di spettatori

"Undici anni fa dedicai la vittoria tra le Nuove Proposte con Pensa a mio padre, oggi dedico la vittoria a mio figlio, che sta a casa: ciao Libero". E' la dedica di Fabrizio Moro, subito dopo la vittoria al Festival di Sanremo. "Un'emozione indescrivibile", dice Ermal Meta che dedica la vittoria alla Mescal, la sua casa discografica "che ha creduto in me, quando nessun altro lo faceva".

Ron vince Premio della Critica Mia Martini
E' Ron con il brano Almeno Pensami a vincere il Premio della Critica intitolato a Mia Martini - Sezione Campioni. Ron ha conquistato 25 voti su 132. Diciannove i voti per Ornella Vanoni-Bungaro-Pacifico, 18 Max Gazzè. Centotrenta i voti validi, 2 le schede nulle.

Stato Sociale vince Premio sala stampa Lucio Dalla
E' Lo Stato Sociale con il brano Una vita in vacanza a vincere il Premio della Sala stampa Radio-Tv-Web "Lucio Dalla" - Sezione Campioni.

Premio Sergio Endrigo a Vanoni-Bungaro-Pacifico
Il premio Sergio Endrigo per la migliore interpretazione del 68/o festival di Sanremo va a Ornella Vanoni, con Bungaro e Pacifico, con il brano Imparare ad amarsi.

A Mirkoeilcane il Premio Bardotti per miglior testo
E' la Nuova Proposta Mirkoeilcane per il brano "Stiamo tutti bene" a vincere il Premio "Sergio Bardotti" per il miglior testo, assegnato dalla Giuria degli esperti.

A Gazzè Premio per miglior composizione musicale
E' Max Gazzè per il brano La Leggenda di Cristalda e Pizzomunno a vincere il Premio "Giancarlo Bigazzi" per la miglior composizione musicale, assegnato dall'Orchestra del Festival.

A Meta-Moro Premio TIMmusic per brano più ascoltato
Sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con il brano Non mi avete fatto niente a vincere il Premio TIMmusic, assegnato alla canzone più ascoltata sulla app musicale TImusic.
 
 
LA SERATA FINALE

"E' stata un'avventura interessante, appassionante, difficile e facile al tempo stesso". Claudio Baglioni apre in giacca di raso rossa la serata finale di Sanremo. "Il festival è andato bene, oggettivamente, anche se era partito un po' storto, specie il mio farfallino la prima sera, che ha fatto più scalpore della farfallina di Belen, anche se erano in posizioni diverse della persona". Poi la gaffe sul titolo della canzone di Ultimo, vincitore delle Nuove Proposte che si esibisce all'inizio della serata: 'Il ballo delle apparenze', dice Baglioni presentando il brano, che si intitola 'Il ballo delle incertezze'.

La prima superospite della finale del festival di Sanremo è Laura Pausini, guarita dalla laringite che l'aveva costretta al forfait la prima sera, quando era intervenuta al telefono durante la performance di Fiorello. Lo scambio di ruoli, lei è sul palco, lo showman è al telefono. "Laura sei perfetta, Claudio sei perfetto, l'unica cosa che stona è il rossonero", scherza l'interista Fiorello. Fa i complimenti a Baglioni per il successo del festival: "Mi viene da pensare a chi l'anno prossimo deve condurre Sanremo: gira voce che la Rai abbia già contattato il Papa e Melania Trump".

Sorpresa durante l'esibizione di Laura Pausini: dopo aver raccolto la standing ovation dell'Ariston con il duetto con Claudio Baglioni sulle note di Avrai, l'artista è uscita sul red carpet e ha cantato Come se non fosse stato mai amore coinvolgendo il pubblico. In abito lungo nero accollato ma tempestato di strass, ha proposto sul palco anche Non è detto, singolo estratto dal nuovo album Fatti sentire, che esce a marzo.

Lavori in corso al teatro Ariston, con un flash mob di giovani che smontano il palco: è il pretesto per lanciare SanremoYoung, il nuovo programma di Antonella Clerici al via venerdì 16 febbraio su Rai1.

Claudio Baglioni, dopo aver fatto il replicante e imitato Virginia Raffaele nei panni di Belen Rodriguez, fa il sosia di se stesso, seduto in prima fila con vistosi baffi grigi. "Sono il sosia di Baglioni - spiega - mi esibisco in battesimi, cresime, compleanni, soprattutto funerali. I baffi? Prima non li avevo, ma da quando è iniziato il festival ho iniziato a farli crescere perché mi vergogno di essere il sosia di Baglioni, non vogliono che mi scambino più per lui".

Il sorprendente Piefrancesco Favino sa fare anche 'l''uomo della parola': porta sul palco dell'Ariston un brano da La notte poco prima della foresta di Bernard-Marie Koltès, storia di estraneità e di esclusione, appena andata in scena all'Ambra Jovinelli di Roma.

Un pezzo che l'attore, in un crescendo di pathos, recita con le lacrime agli occhi. Sul finale entrano in scena Fiorella Mannoia e Claudio Baglioni, che intonano insieme Mio fratello che guardi il mondo di Ivano Fossati. E la commozione contagia anche Baglioni.

Tutti in piedi a cantare Strada facendo: una delle hit più amate di Claudio Baglioni, interpretata dal cantautore insieme al trio Nek-Max Pezzali-Francesco Renga, trascina nel coro il pubblico in platea (compresa la presidente Rai Monica Maggioni), in galleria e i giornalisti in sala stampa.

Prima un tacco le si incastra nel tulle dell'ampio abito (con Michelle Hunziker a salvarla), poi - nonostante Piefrancesco Favino le porga il braccio - inciampa e finisce in terra ridendo: l'entrata in scena di Sabrina Impacciatore finisce tra le comiche.
 
Fonte: QUI
avatar
settenote

Messaggi : 206
Punti : 367
Data d'iscrizione : 27.04.10
Età : 64
Località : Prato-Toscana

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: FESTIVAL DI SANREMO 2018: I CANTANTI - LE CANZONI - I TESTI

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum