Ci "aiuti" a crescere?
Ti ringrazio in anticipo per il tuo




________________________________________

DIVENTA COLLABORATORE!

Italia Canora è in continua crescita e sempre alla ricerca di collaboratori che desiderano partecipare a questo grandioso progetto.

Aiuta Italia Canora a cercare materiale come cover, videoclip testi e quant'altro occorre per inserire le discografie dei nostri grandi artisti italiani!

Se sei appassionato di musica potresti dedicarti ad inserire il tuo artista preferito con delle semplici linee guida.

Lasciami un messaggio (in chat oppure in alto su Messages), ti contatterò quanto prima!

________________________________________






________________________________________



Caricamento video...
AFFILIAZIONI - SITI - BLOG
e FORUM

LaFavolaBlu


Progetto Musico Sognante Italiano
La fiaba del mare della Musica Italiana
ed Internazionale

____________________________


Nonsolosuoni




Un sogno
fatto di musica!

______________________


_____________________


Estatica è l'enciclopedia di musica italiana, internazionale e cultura.

Discografie, recensioni, interviste, monografie, live report, video, ebooks


_____________________



________________________


_____________________



________________________



________________________

Chi è in linea
In totale ci sono 30 utenti in linea: 1 Registrato, 0 Nascosti e 29 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

admin_italiacanora

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 118 il Ven Lug 14, 2017 9:34 pm





__________________________________

Ti piace il nostro Portale??
Allora votaci cliccando su questo bottone ... Grazie!!

migliori siti


www.italiacanora.net


Grazie a voi abbiamo vinto questi AWARD
nella classifica di NET-PARADE


Uno dei più belli
In classificasito internet
In classifica
Sito d'argento
DISCLAIMER
Tutte le copertine, testi e video presenti su questo forum sono solo per uso informativo e di intrattenimento.
Puoi scaricare e stampare la copertina se possiedi l'originale e hai bisogno di rimpiazzarla.
Tutto cio' che puo' essere considerato legale, dipende dalle leggi sul copyright del tuo paese di residenza. Non è nostra intenzione infrangere Copyright per cui, se ciò dovesse accadere, prego gli interessati a scrivere agl'amministratori i quali provvederanno alla rimozione immediata o a citare la fonte, se richiesto.
Lo Staff di ItaliaCanora.net non è responsabile dell'utilizzo e di eventuali danni a cose o persone causati dal materiale presente in questo forum, inoltre si tiene a precisare che tutto ciò che è presente in questo forum vi è stato messo in assoluta buona fede e senza alcuno scopo di lucro.
Traduttore - Translater
METEO ITALIA OGGI

Partner

creare un forum



Motori ricerca

Segnala il tuo sito nella directory

http://www.wikio.it

Cerrrca.com la ricerca con tre rrr


LICENZA
Licenza Creative Commons

Quest'opera è distribuita con Licenza
Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.

2017 - ZECCHINO D'ORO 60a Edizione

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

2017 - ZECCHINO D'ORO 60a Edizione

Messaggio  Rebecca il Mar Nov 14, 2017 8:32 pm



2017 - ZECCHINO D'ORO 60a Edizione

1. PRESENTAZIONE

IL PROGRAMMA

[justify]Lo Zecchino d’Oro taglia il traguardo della 60ª edizione, e torna su Rai1 alle 16.35 in diretta dall’Antoniano di Bologna, tutti i sabati dal 18 novembre al 9 dicembre.
Condotto da Francesca Fialdini insieme a tanti ospiti, quest’anno vanta la direzione artistica di Carlo Conti.

12 le canzoni inedite in gara (con le quali il repertorio dello Zecchino d’Oro sale a 752 brani) 18 gli autori di testi e musiche, 16 i piccoli interpreti provenienti da 10 diverse regioni d’Italia e selezionati dopo un tour che ha attraversato oltre 30 città, 60 i bambini del Piccolo Coro “Mariele Ventre” dell’Antoniano di Bologna diretto da Sabrina Simoni che canteranno insieme ai solisti, per uno Zecchino d’Oro ricco di novità, in questo anno di grandi celebrazioni. Oltre alle quattro puntate della gara vera e propria, che culminerà con l’assegnazione dello storico premio alla canzone vincitrice, è in preparazione per l’8 dicembre uno show in prima serata su Rai1 condotto da Carlo Conti, per ripercorrere - attraverso le canzoni - i ricordi, i personaggi e i momenti che hanno segnato la storia del festival per bambini nato nel 1959 da un’idea di Cino Tortorella.

In concomitanza con l’avvio della trasmissione televisiva è prevista l’uscita della compilation, realizzata dalle professionalità del Centro di Produzione dell’Antoniano di Bologna e quest’anno sotto la direzione artistica del Maestro Peppe Vessicchio. Distribuita da Sony Music Italia, è il risultato di un percorso di lavoro su musiche e testi che ha coinvolto, oltre allo staff dell’Antoniano anche gli autori delle canzoni.

Tra capi tribù canterini, allegre ninne nanne e sognanti melodie, la varietà si riconferma non solo nei generi musicali, ma anche nelle tematiche dei 12 inediti, che ricordiamo essere stati selezionati tra oltre 400 giunti in risposta al Bando Autori, aperto a musicisti e parolieri (e non solo) provenienti dall’Italia o dall’estero, ogni anno attivo da novembre a gennaio.

A dare voce ai brani quest’anno 16 interpreti, provenienti da tutta Italia e giunti all’Antoniano al termine del tour delle Selezioni Nazionali che ha toccato da febbraio ad agosto oltre 30 piazze italiane. Con i piccoli solisti di questa edizione sale a 999 il numero di bambini che hanno partecipato come interpreti allo Zecchino d’Oro dal 1959 ad oggi.

Insieme ai bambini del Piccolo Coro “Mariele Ventre” dell’Antoniano di Bologna diretto da Sabrina Simoni, i giovani interpreti saranno anche la voce de “Il Cuore dello Zecchino d’Oro”, il progetto di solidarietà di Antoniano onlus legato alla trasmissione televisiva che promuove la campagna di raccolta fondi “Operazione Pane”, rivolta alle persone che vivono in povertà.

“Operazione Pane” ha l’obiettivo di rafforzare l’esperienza avviata gli anni precedenti, supportando 10 mense francescane in Italia nell’erogazione quotidiana dei pasti e nelle successive attività di reinserimento per gli ospiti. Ogni anno, Antoniano e le mense francescane, in Italia, accolgono nelle loro strutture circa 5.000 persone: si tratta prevalentemente di adulti dai 35 ai 50 anni che hanno perso il lavoro, o di stranieri che non riescono ad integrarsi nel tessuto delle nostre città, persone che non hanno una rete familiare di sostegno o che non sono conosciute dal servizio sociale territoriale. Attraverso una donazione con SMS solidale, attivo nel periodo della trasmissione, sarà possibile sostenere la rete di mense francescane, donando un pasto a chi non ce l’ha.

Nato lo stesso anno in cui venne promulgata la dichiarazione dei “Diritti del bambino” (20 novembre 1959), lo Zecchino d’Oro è un evento entrato nella tradizione nazionale ed internazionale, attraverso il quale i bambini imparano, in musica, valori e messaggi educativi importanti. Spesso definito il “Sanremo dei piccoli”, da 60 edizioni è ancora oggi un vero e proprio concorso di canzoni che promuove da sempre la produzione di brani composti appositamente per l’infanzia.
 
Fonte: QUI
 
 
2. LE CANZONI E I NOMI DEI PICCOLI CANTANTI IN GARA

Sono 16 i giovani solisti che interpreteranno le 12 canzoni in gara alla sessantesima edizione dello Zecchino d’Oro, in onda da domenica 19 novembre per quattro domeniche fino alla finale del 10 dicembre, sotto la direzione artistica di Carlo Conti.

Insieme ai bambini del Piccolo Coro “Mariele Ventre” dell’Antoniano di Bologna diretto da Sabrina Simoni, i giovani interpreti saranno anche la voce de “Il Cuore dello Zecchino d’Oro”, il progetto di solidarietà di Antoniano onlus legato alla trasmissione televisiva con la campagna di raccolta fondi “Operazione Pane”, rivolta alle persone che vivono in povertà.
“Operazione Pane” ha l’obiettivo di rafforzare l’esperienza avviata gli anni precedenti, supportando 10 mense francescane in Italia nell’erogazione quotidiana dei pasti e nelle successive attività di reinserimento per gli ospiti.

Con i piccoli solisti della 60ª edizione diventano 999 i bambini che hanno partecipato come interpreti dalla prima edizione dello Zecchino d’Oro dal 1959 ad oggi.
Dopo la selezione finale, avvenuta il 1 settembre all’Antoniano di Bologna, a termine del tour delle selezioni nazionali che ha toccato da febbraio ad agosto oltre 30 piazze italiane, ecco i nomi abbinati alle canzoni in gara:
 
  • Bumba e la zumba (testo: Alberto Zeppieri / musica: Bobby Solo) - Matilde Del Marco e Davide Schirru
  • Canzone scanzonata (testo: Carmine Spera - Flavio Careddu / musica: Herbert Bussini - Valerio Baggio) - Gabriele Meli
  • Gualtiero dei mestieri (testo: Frankie hi-nrg mc / musica: Stefano Barzan) - Tommaso Migone
  • Il pescecane (solo un ciao) (testo: Mario Gardini / musica: Marco Iardella) - Giorgia Maria Voci
  • L'anisello Nunù (testo: Carmine Spera / musica: Carmine Spera) - Nicole Marzaroli
  • La ballata dei calzini spaiati (testo: Luca Tozzi / musica: Luca Tozzi) - Marianna Cecchin e Matteo Pirrello
  • Mediterraneamente (testo: Giuliano Ciabatta / musica: Giuliano Ciabatta) - Alessandro Gibilisco
  • Ninna Nanna di sua Maestà (testo: Michele Erba / musica: Michele Erba) - Antonio Cioci, Alessia De Marco e Maria Guano
  • Radio Giungla (testo: Franco Fasano - Gianfranco Grottoli - Andrea Vaschetti / musica: Franco Fasano - Gianfranco Grottoli - Andrea Vaschetti) - Olga Rui Marchiò
  • Sì, davvero mi piace! (testo: Lodovico Saccol / musica: Lodovico Saccol) - Angela Rita Lampis
  • Un nuovo giorno (testo: Mario Gardini / musica: Giuseppe De Rosa) - Martina Guglielmelli
  • Una parola magica (testo: Stefano Rigamonti / musica: Stefano Rigamonti) - Sara Calamelli

 
3. LA COMMISSIONE ARTISTICA
 
A presiedere la commissione il direttore dell’Antoniano fr. Giampaolo Cavalli: “È stata la prima volta per me ed è stato emozionante essere parte di questo momento così importante per lo Zecchino d’Oro. Sono stati giorni molto intensi e voglio ringraziare tutti i giurati che hanno partecipato ai lavori, cercando insieme a noi la qualità delle canzoni scelte per il 60° Zecchino d’Oro. Questo è un anno speciale, che sarà ricco di sorprese e novità. Si tratta di una storia che è arrivata fino a qui, e quello che ci è stato consegnato è la possibilità di permettere a questa realtà che fa parte della storia degli italiani di continuare a raccontare il mondo dei bambini".

Sulle motivazioni che hanno portato alla selezione di questi brani è molto chiaro Fabrizio Palaferri, responsabile produzione Antoniano: “È un momento davvero importante quello della scelta delle canzoni perché per noi non si tratta solo di canzoni. I brani rappresentano un anno di lavoro e di studio, perché diventano cartoni animati, sono parte di un’unica compilation, viaggiano su YouTube, ci portano a conoscere le famiglie con la selezione dei solisti. E abbiamo lavorato alla scelta dei brani pensando anche a chi ascolterà, a chi guarderà e a chi vorremo raccontare chi siamo”.
avatar
Rebecca

Messaggi : 52
Punti : 119
Data d'iscrizione : 02.06.10
Località : Toscana

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: 2017 - ZECCHINO D'ORO 60a Edizione

Messaggio  Rebecca Ieri alle 2:38 pm

aaaa

I piccoli interpreti, i titoli delle canzoni e i testi:

  
BUMBA E LA ZUMBA

- MATILDE DE MARCO - 10 anni, di Firenze
- DAVID SCHIRRU - 8 anni, di San Sperate (CA)
 
Bumba era il più temuto tra i capi tribù, amava canticchiare continuamente una filastrocca con la quale spaventava e faceva scappare via i suoi nemici. Un giorno, però, un prigioniero più furbo degli altri riuscì a usare a suo vantaggio questa cantilena insegnando a Bumba dei passi di danza abbinati alla sua canzone. Fu così che il prigioniero ballerino evitò il pentolone e insieme a Bumba inventò la Zumba!
 
(testo: Alberto Zeppieri / musica: Bobby Solo)
 

TESTO:
Bumba bumba tiri bumba bumba
Tiri bumba bumba tiribò

2° SOLISTA: Non andò mai oltre i suoi confini Bumba bumba e bumba tiribò
Perciò non lo conoscono i bambini Bumba bumba e bumba tiribò
Nessuna conferenza nei continenti Bumba bumba e bumba tiribò
Nessuna foto con i presidenti Bumba bumba e bumba tiribò
Nemmeno con il capo degli americani Uh uh uh
Che pure ne conosce di tipi strani! Uh uh uh

TUTTI: Bumba bumba tiri bumba bumba
Tiri bumba bumba tiribò
Bumba bumba tiri bumba bumba
Tiri bumba bumba tiribò

1°SOLISTA: Finché un giorno un ballerino catturato nella giungla
Per difendersi da bumba a danzare gli insegnò!

CORO: Bumba bumba tiri bumba bumba
Tiri bumba bumba tiribò
Bumba bumba tiri bumba bumba
Tiri bumba bumba tiribò
1 e 2°SOLISTA:Bumba bumba tiri bumba bumba
Tiri bumba bumba tiribò
E bumba bumba tiri bumba bum
Bumba tanto si impegnò che ad un certo punto
La zumba inventò!!!
CORO: Bumba bumba bumba bumba bumba bumba tiribò!

Fonte: QUI
 
 
CANZONE SCANZONATA

- GABRIELE MELI - 7 anni, di Palermo
 
Chi ha detto che per cantare bisogna per forza essere intonati? Il canto è un gioco, un’emozione, un momento che diventa ancor più divertente se lo si fa in compagnia… magari di un coro! È quello che succede al protagonista di questa canzone che sa fare tante cose, tranne quella che desidera di più: cantare! Mai però si dà per vinto e con l’aiuto di un coro, provando e riprovando scopre la chiave per migliorare sempre più: l’impegno!
 
(testo: Carmine Spera - Flavio Careddu / musica: Herbert Bussini - Valerio Baggio)
 

TESTO:
SOLISTA: Son davvero un bel tipetto, io direi quasi perfetto
Gioco a calcio, spesso segno
E vedessi a tirassegno sembro proprio Robin Hood.

CORO: Sei davvero un bel tipetto, ma non sei così perfetto
SOLISTA: So ballare rumba e samba, so suonare anche la tromba
CORO: Sa suonare anche la tromba
SOLISTA: E lo sa mezza città!
CORO: E lo sa mezza città!

SOLISTA: Però una cosa c’è che da tempo vorrei fare
E penso sia il momento, con voi vorrei cantare!
CORO: E allora canta con noi!

SOLISTA: Questa è una canzone, canzone scanzonata
Sarà per l’emozione ma mi viene un po’stonata!
CORO: Ahi che scivolone così l’hai rovinata
SOLISTA: Perché mi giudicate? L’ho appena cominciata.

SOLISTA: Con il tempo io miglioro e sarò l’ugola d’oro
CORO: Ma per ora sei il cantante di sicuro più assordante
SOLISTA: Sì però non è elegante rinfacciarmelo così!
CORO: Rinfacciartelo così!

SOLISTA: Va be’ che male c’è? Ho solo una brutta pecca,
Quando canto faccio qualche lieve stecca!
CORO: E allora canta con noi!

SOLISTA: Questa è una canzone, canzone scanzonata
Sarà per l’emozione ma mi viene un po’stonata!
CORO: Ahi che scivolone così l’hai rovinata
SOLISTA: Perché mi giudicate? L’ho appena cominciata.
CORO: Questa è una canzone, una canzone sgangherata
Non senti che fai danni, non è la tua giornata!
SOLISTA: Che coro brontolone, mi manda nel pallone
CORO: Allenati col canto e farai un figurone!

SOLISTA: Son davvero un bel tipetto, ma non son così perfetto,
CORO: Finalmente l’hai capito col tuo canto ci hai stordito!
SOLISTA: Dai, scusate non volevo CORO: E vabbè ti perdoniamo
Ma la cosa a cui tenevo Dicci pure ti ascoltiamo
E’ cantare insieme a voi E allora canta con noi!

CORO: Questa è una canzone, canzone scanzonata
SOLISTA: Sarà la mia impressione ma ora è più intonata
CORO: Non fare il fanfarone, va ancora migliorata
SOLISTA: Col tempo vi prometto, la canto anche in falsetto
CORO: Questa è una canzone, una canzone sgangherata
La voce va impostata, non è una passeggiata,
SOLISTA: Che coro brontolone, ma so che ha ragione
CORO: Allenati col canto
SOLISTA: Mi allenerò col canto,
CORO: Allenati col canto e farai un figurone!

Fonte: QUI
 
 
GUALTIERO DEI MESTIERI

- TOMMASO MIGONE - 8 anni, di Firenze
 
Gualtiero è il protagonista di questa canzone che si cimenta in qualsiasi lavoro gli venga proposto. Spinto dalla voglia di lavorare e da una grande versatilità Gualtiero passa con leggerezza dalla tuta da meccanico alla divisa da vigile, senza mai smettere di sognare che un giorno farà il lavoro dei suoi sogni: il pasticcere.
Questo personaggio così attuale è emblema della speranza e della voglia di fare, ma anche della fierezza, perché Gualtiero a tanti i lavori dice sì, ma non proprio a tutti…

 
(testo: Frankie hi-nrg mc / musica: Stefano Barzan)
 

TESTO:
SOLISTA: Per Gualtiero non avere solamente un mestiere
Non è stato mai un gran problema, TUTTI: Anzi!
Sempre pronto a intervenire se c’è da sostituire
Un assente Purché non lo si licenzi!
Quando manca un marinaio, un fotografo o un vetraio
C’è l’omino dei mestieri che il suo posto prenderà
E Gualtiero TUTTI: Farà il medico,
Il gommista, O il meccanico
Un giorno È l’imbianchino,
Un altro il contadino!

TUTTI: Ma Gualtiero di mestiere vuole fare il pasticciere
Ma finora non gli è stato mai proposto.
SOLISTA: Far quintali di bignè, lo zabaione ed i frappè!
Quando invece TUTTI: Fa il bagnino a ferragosto
Mentre guida un camioncino o quando aggiusta un lavandino
Per Gualtiero il chiodo fisso son le torte ed i babà.
TUTTI: Non gli è ancora capitato ma se gli capiterà
SOLISTA: Sarà perché lo vorrà!

TUTTI: È Gualtiero l’omino dei mestieri perché un lavoro vero ancora non ce l’ha,
È Gualtiero che vuole lavorare e quel che c’è da fare Gualtiero lo farà,
SOLISTA: E Gualtiero quel che faceva ieri CORO: Uh uh uh…
Puoi starne più sicuro che oggi non lo fa!
Gualtiero vuol fare il pasticciere Uh uh
Ma proprio quel mestiere non gli capita TUTTI: Mai mai mai
Gualtiero vuol fare il pasticciere Uh uh
Ma proprio quel mestiere non gli capita Mai mai mai
Mai mai

SOLISTA: Lunedì fa il muratore sale sulle impalcature
TUTTI: Con l’intonaco e i mattoni crea palazzi!
SOLISTA: Martedì fa il minatore, scende giù nelle miniere
TUTTI: Con piccone e dinamite scava i pozzi
SOLISTA: E così il mercoledì al mattino fa il postino
E in sella al motorino gira tutta la città
Ed invece al pomeriggio lavora nel parcheggio CORO: Uh uh uh…
Spostando le automobili di chi le lascia là!
TUTTI: Giovedì SOLISTA: Fa l’ortolano,

Fonte: QUI
 
 
IL PESCECANE (SOLO UN CIAO)

- GIORGIA MARIA VOCI - 8 anni, di Firenze
 
Questa è la storia di un pescecane “poco pesce e molto cane”, che ha un aspetto così minaccioso da far scappare via chiunque lo incontri. Nessuno sa, però, che dietro quell’aria spaventosa si nasconde un animo buono e gentile, in cerca di amici. Le apparenze ci limitano nella vita di tutti i giorni e ci fanno perdere delle occasioni importanti come l’amicizia di qualcuno che ci sembra antipatico ma, in realtà aspetta “solo un ciao”.
 
(testo: Mario Gardini / musica: Marco Iardella)
 

TESTO:
SOLISTA: Io conosco un pescecane poco pesce, molto cane
Che vorrebbe fare il bagno coi pulcini nello stagno
E aspettare che i bambini poi gli facciano i grattini
Ma la gente che lo incontra scappa, grida e si spaventa.
CORO: Ci bum ci bum bum ci bum ci bum
Ci bum ci bum bum ci bum ci bum

SOLISTA: Io conosco un pescecane poco pesce, molto cane
Che vorrebbe la sua cuccia o dormirti tra le braccia
E così allora è stanco di esser nato squalo bianco
Dato che chiunque vede scappa, grida e non ci crede
CORO: Che davvero è un pescecane tanto più del pane!

SOLISTA: Ma lo sai o non lo sai
Che tanto tutto quel che sembra
Molte volte non è mai la cosa che pensavi tu!
E quanti sconosciuti intorno
CORO: Che s’incontrano ogni giorno
SOLISTA: E che saranno nuovi amici se tu dici solo un ciao!
CORO: Ci bum ci bum bum ci bum ci bum
SOLISTA: Solamente un ciao!
CORO: Ci bum ci bum bum ci bum ci bum
SOLISTA: Solamente!

Io conosco un pescecane corre dietro ad ogni nave
E scodinzola per ore quando c’è un sommozzatore
Si diverte come un matto a inseguire il pesce gatto
Ma lui dà la pelle d’oca e nessuno mai ci gioca
CORO: Anche se è un pescecane tanto buono, più del pane!

SOLISTA: Ma lo sai o non lo sai
Che tanto tutto quel che sembra
Molte volte non è mai la cosa che pensavi tu!
E quel bambino sempre solo
CORO: Che non parla con nessuno
SOLISTA: Forse aspetta che qualcuno vada a dirgli solo un ciao!
CORO: Ci bum ci bum bum ci bum ci bum
SOLISTA: Solamente un ciao!
CORO: Ci bum ci bum bum ci bum ci bum
Bum ci bum ci bum bum
SOLISTA: Così perfino un pescecane
CORO: Spesso ha un animo gentile
SOLISTA: Ma se tu lo vuoi scoprire devi dire solo un ciao!
CORO: Ci bum ci bum bum ci bum ci bum ci bum ci bum
SOLISTA: Solamente
TUTTI: “Bau”!

Fonte: QUI
 
 
L'ASINELLO NUNU'

- NICOLE MARZAROLI - 4 anni, di San Severino Marche (MC)
 
Questa è la storia di Nunù: un asinello speciale che quando parla confonde, inverte e capovolge lettere e parole. Nonostante lo studio e l’impegno, Nunù continua a sbagliare. Un tema delicato e spesso causa di sofferenza viene affidato alla voce di un bambino che con la semplicità delle piccole cose ci porta nel mondo della dislessia e delle differenze che ci rendono allo stesso tempo unici ma uguali a tutti gli altri.
 
(testo: Carmine Spera / musica: Carmine Spera)
 

TESTO:
SOLISTA: Se tu chiami “somaro” l’asinello Nunù
E’ sicuro ed è chiaro non conosci Nunù.
Certo con le parole trova difficoltà
Fanno salti di gioia quando le leggerà.
Non lo fa per dispetto è perfetto perciò
Io con tanto rispetto sempre l’ascolterò.

L’anisello Nunù non fa iò iò
Ma lo sentì però esclamare oì oì
E’ così che lui raglia
Non è un dramma se sbaglia quando legge così!
TUTTI: L’anisello Nunù non fa iò iò
Ma lo sentì però esclamare oì oì
Il suo verso è diverso
C’è chi resta perplesso quando raglia oì!

SOLISTA: Con il suo dizionario studia tanto Nunù
Ma se legge al contrario non ha colpe Nunù
CORO: Tante volte è distratto sembra che non è qui
SOLISTA: Spesso la G di Gatto la confonde con C,
Non è un lupo mannaro non è raro si sa
TUTTI: E’ un vero somaro chi lo punzecchierà!

SOLISTA: L’anisello Nunù non fa iò iò
Ma lo sentì però esclamare oì oì
E’ così che lui raglia
Non è un dramma se sbaglia quando legge così!
TUTTI: L’anisello Nunù non fa iò iò
Ma lo sentì però esclamare oì oì
Il suo verso è diverso
C’è chi resta perplesso quando raglia oì.

SOLISTA:Lui ci parla con gli occhi e dice molto di più.
Con i suoi scarabocchi si racconta Nunù.

TUTTI: L’anisello Nunù non fa iò iò
Ma lo sentì però esclamare oì oì
SOLISTA:Consonanti e vocali fanno voli spaziali e lui raglia così!
TUTTI: L’asinello Nunù non fa iò iò
Ma lo sentì però esclamare oì oì
Il suo verso è diverso
Ma ci piace lo stesso quando raglia oì oì oì oì!

Fonte: QUI
 
 
  
LA BALLATA DEI CALZINI SPAIATI

- MARIANNA CECCHIN - 9 anni, di Bassano del Grappa (VI)
- MATTEO PIRRELLO - 10 anni, di Paullo (MI)
 
Questa canzone racconta di un viaggio, quello che ogni giorno milioni di calzini fanno, partendo dal cesto dei panni, per arrivare ai cassetti dell’armadio. Tra vortici di schiuma e centrifughe i calzini cercano di ritrovare i propri gemelli, prima di finire da soli in un cassetto! Ci ricorda il valore dell’amicizia e della bellezza di ritrovare sempre i nostri compagni!
 
(testo: Luca Tozzi / musica: Luca Tozzi)
 

TESTO:
1° SOLISTA: Coppie di calzettini, calze col buco e fantasmini,
Tenendosi tutti per mano entrano piano piano
2° SOLISTA: Dentro la lavatrice che il vortice conduce
Appena si muove il cestello, ognuno smarrisce il fratello!

2° SOLISTA: Cercano, chiamano mentre la schiuma
Pian piano li lava e profuma,
1° SOLISTA: Ad ogni passaggio qualcuno saluta,
Lo vede, lo perde, prosegue la ruota!
1°e 2° SOLISTA: Chissà se riusciranno a ritrovarsi mai!

1° SOLISTA: Fanno conversazione calze di lana e di cotone:
1° SOLISTA +
CORO: “Hai visto uno uguale a me?
Prima era qui, non so più dov’è!”
2° SOLISTA: “Ho visto un tale a righine blu,
Da lontano parevi tu.”
“Devo trovare il mio gemello, prima che si apra l’oblò!”
2° SOLISTA +
CORO: Cercano, chiamano mentre la schiuma
Pian piano li lava e profuma,
1° SOLISTA+
CORO: Ad ogni passaggio qualcuno saluta,
Lo vede, lo perde, prosegue la ruota!
TUTTI: Chissà se riusciranno a ritrovarsi mai!

1°SOLISTA: Ora son tutti stesi, con le mollette li hanno appesi,
1° SOLISTA +
CORO: Ognuno da quello stendino guarda il suo vicino.
2° SOLISTA: C’è chi è fortunato e suo fratello ha già ritrovato!
Invece chi è solo, soletto, spera che sia nel cassetto!
2° SOLISTA+
CORO: Cercano, chiamano mentre una mano
Li prende, li piega e li stira,
CORO: Ne pescano uno e subito un grido:
1° SOLISTA +
CORO: E’ lui, lo conosco! Aspettami, arrivo!
Chissà se riusciranno a ritrovarsi mai!

1° SOLISTA: E se ti accorgi che sei andato a scuola
Con un calzino rosso e uno blu,
Niente di grave, però sai che a casa
Qualcuno ha perso un amico, pensaci tu!
2° SOLISTA +
CORO: Ecco il destino di ogni calzino
Che passa la vita a cercare,
1° SOLISTA +
CORO: Fratelli gemelli compagni di scuola,
Se sono divisi non sanno che fare!
TUTTI: Chissà se riusciranno a ritrovarsi mai!
Chissà se riusciranno a ritrovarsi mai!
Perché non vuoi provare
SOLISTI: Ad aiutarli tu!

Fonte: QUI
 
 
MEDITARREAMENTE

- ALESSANDRO GIUBILISCO - 10 anni, di Ragusa
 
Mediterraneamente: un forte richiamo alle vite che sempre più numerose solcano i nostri mari per rinascere un’altra volta. È un tema caldo e talvolta spinoso, capace di far riflettere grandi e piccini quello in cui ci immerge questa canzone; ci racconta un mare di speranza e di accoglienza, la bellezza di ospitare per formare un mondo nuovo dove le paure si superano e si vive tutti assieme.
 
(testo: Giuliano Ciabatta / musica: Giuliano Ciabatta)
 

TESTO:
SOLISTA: Prendi un foglio di carta, costruisci una barca
Poi la metti nel mare e la fai navigare
E solcando le onde verso sogni lontani
Pensa a quanti bambini stanno per arrivare,
TUTTI: Pensa a quante avventure tra speranza e paura!

SOLISTA: Mediterraneamente guarda quanta gente
Come pesciolini dentro la corrente
In questo girotondo
TUTTI: Sembrano delfini
SOLISTA: Tra le bollicine e
CORO: Le maree che sempre vanno su,
SOLISTA: Più su CORO:Poi giù,
Più giù Di qua
Di là
TUTTI: Senza confini su,
SOLISTA: Più su Poi giù,
Più giù Di qua
Di là senza confini. Uh….

Prendi un foglio di carta, costruiamo una scatola
Ci mettiamo dei banchi e un maestro di scuola
Tanti volti diversi e linguaggi un po’strani
Ora tanto vicini da poterli capire,
TUTTI: Pensa a questa avventura, senza più paura.

SOLISTA: Mediterraneamente guarda quanta gente
Come uccellini dentro la corrente
In questo girotondo CORO: Sembrano gabbiani
Anche controvento Sanno già volare e vanno su
SOLISTA: Più su Poi giù,
Più giù Di quà
Di là
TUTTI: Senza confini su,
SOLISTA: Più su Poi giù,
Più giù Di quà
Di là
TUTTI: Mediterraneamente pensa quanta gente
Come pesciolini
Mediterraneamente guarda a quella gente
Come uccellini
SOLISTA: Mediterraneamente pensa quanta gente,
TUTTI: Mediterraneamente guarda a quella gente
SOLISTA: Senza confini,
TUTTI: Senza confini, senza confini.

Fonte: QUI
 
 
  

NINNA DI SUA MAESTA'

- ANTONIO CIOCI - 4 anni, di Arnara (FR)
- ALESSIA DE MARCO - 4 anni, di Imola (BO)
- MARIA GUANO - 5 anni, di Sant’Olcese (GE)
 
Un’allegra ninna nanna chiama a rapporto tutti gli animali che coi i loro versi cullano il sonno di un bambino. Ognuno racconta la sua breve storia per far sì che tutti i bimbi possano addormentarsi tra pensieri sereni e immagini felici. Tutto sembra essere al suo posto, il bimbo ha chiuso gli occhi, anche il babbo può andare a riposare ma ecco all’improvviso il verso di un cucciolo che chiama “Papà!”
 
(testo: Michele Erba / musica: Michele Erba)
 

TESTO:
1° SOLISTA: La pecorella in mezzo al prato
Corre dietro le farfalle col suo manto immacolato
Se ne va e il gregge non sa più dov’è
Salta fuori il lupo nero e la pecorella fa…
SOLISTI: Beeeeeeeeee…beeeeeeeeeee

2° SOLISTA: Ecco la mucca, guarda cosa ha combinato
Ha sparso nella valle le sue torte al cioccolato
Come fa quando no non ne può più
Munge il latte il contadino e la mucca scocciata fa…
SOLISTI: Muuuuuuuuuuu…muuuuuuuuuu

3° SOLISTA: Quando il cavallo è spaventato
Scalcia e corre come un pazzo e poi salta lo steccato
Non si da pace “aiutatemi”
Che tradotto in cavallese si pronuncia più o meno così…
SOLISTI: Hiiiiiiii hiiiii

CORO: Qua qua qua qua qua qua
Qua qua qua qua
Qua qua qua qua qua qua
Qua qua qua

2° SOLISTA + CORO: Immaginiamo un maiale balla il tango
2°SOLISTA: Non in una discoteca ma dentro nel fango
1° SOLISTA: La porcellina gli ha rubato il cuor
E’ innamorato e il suo canto d’amore fa
SOLISTI: Oinc oinc oinc oinc….

3° SOLISTA: Oh finalmente il bambino è addormentato
Sta sognando gli animali con i versi che ha imparato
1° SOLISTA: Il babbo cavaliere di sua maestà
Forse può cantar vittoria e tornare a dormire

SOLISTI: Papà papà papà…

Fonte: QUI
 
 
RADIO GIUNGLA

- OLGA RUI MARCHIO' - 9 anni, di Genova
 
Gli animali della giungla si riuniscono per cantare e ballare tutti assieme in un divertente gioco in cui ognuno può fare quello che gli va! Radio Giungla è la stazione giusta per tutti, non importa cosa fai: l’importante è che ti piaccia! Passa in maniera leggera e spensierata un messaggio di fratellanza e unione per cui se il leone balla con la gazzella, anche gli uomini possono imparare a stare tutti assieme!
 
(testo: Franco Fasano - Gianfranco Grottoli - Andrea Vaschetti / musica: Franco Fasano - Gianfranco Grottoli - Andrea Vaschetti)
 

TESTO:
CORO: Giungla giungla giungla giungla giungla giungla
SOLISTA: Radio Giungla
CORO: Giungla giungla giungla giungla giungla giungla
SOLISTA: Radio Giungla
CORO: Giungla giungla giungla giungla
SOLISTA + CORO: Ti trascina questo ritmo qua, CORO: Ritmo qua!
È Radio Giungla!
Dance cha cha muovi zampe e braccia
Dance cha cha coda, muso e faccia
Dance cha cha e chi più ne mette più ne ha,
CORO: Più ne ha
SOLISTA: È Radio Giungla!
CORO: Dance cha cha SOLISTA: Ogni razza abbraccia
Dance cha cha E ci si riallaccia
Dance cha cha
TUTTI: Con la forza della musica, CORO: Musica!

SOLISTA: Questa è la canzone dove fai quello che vuoi
Basta che ti piaccia TUTTI: Basta che ti piaccia
È ricreazione, canta e gioca con noi
Metti Radio Giungla che imitiamo gli animali
CORO: È la canzone per i miei e per i tuoi
Guarda lì che faccia, SOLISTA: Guarda lì che faccia
È un’evoluzione salta salta con noi
SOLISTA: Non passa mai di moda e prende in tutta la savana.
CORO: Dance cha cha SOLISTA Sintonizzati
Dance cha cha Frequentizzati!
Dance cha cha Qui va in onda la felicità
TUTTI: Tutto qua!
SOLISTA: C’è CORO: Giungla giunga giungla gla
Chi balla come un elefante È il più pesante che c’è
Embè? C’è Giungla giunga giungla gla
Chi balla come una gazzella Leggera più di una nuvola!
Chi Giungla giunga giungla giunglaaa
Si allunga come una giraffa Mentre si nutre di aca-cha-cha
Chi Giungla giungla giungla giungla
Si mette a urlare come fa Tarzan fa! Tarzan fa!

SOLISTA: Questa è la canzone dove fai quello che vuoi
Basta che ti piaccia, basta che ti piaccia
È liberazione, canta canta con noi
Metti Radio Giungla che imitiamo gli animali
CORO: È la canzone per i miei e per i tuoi
Guarda lì che faccia, SOLISTA: Guarda lì che faccia
È liberazione, canta canta con noi
SOLISTA: Non passa mai di moda e prende in tutta la savana.
CORO: È la canzone per i miei e per i tuoi
Guarda lì che faccia, TUTTI: Guarda lì che faccia
È liberazione salta salta con noi
SOLISTA: Non passa mai di moda e prende in tutta la savana
CORO: Evviva Radio Giungla
SOLISTA: Metti Radio Giungla che imitiamo gli animali
CORO: Ascolta Radio Giungla
SOLISTA: Siamo tutti un po’ più uguali
CORO: Cha cha cha
SOLISTA: È Radio Giungla!

Fonte: QUI
 
 
SI, DAVVERO MI PIACE!

- ANGELA RITA LAMPIS - 10 anni, di San Pietro in Casale (BO)
 
l tema “social” trova spazio allo Zecchino d’Oro per raccontare due facce della stessa medaglia: la forte presenza della tecnologia che migliora la nostra quotidianità ma rischia di isolarci dentro ai telefonini. Questa canzone, con la sua allegria, suggerisce a tutti i bambini di trovare, come in tutte le cose, il giusto compromesso tra la realtà da vivere a tutto tondo e la comodità della tecnologia!
 
(testo: Lodovico Saccol / musica: Lodovico Saccol)
 

TESTO:
SOLISTA: C’è chi ha settecentottanta amici
Che ogni giorno insegue sul web
E chi ha cinquecentotrenta foto
Di ogni momento, di ogni cosa che fa.

C’è chi fa CORO: C’è chi fa
Facce strane nello specchio
E chi posta C’è chi posta
Il tiramisù,
Chi ti manda Chi ti manda
I compiti per casa
E se li sbaglia, poi li TUTTI: Sbagli anche tu
Io di amici ne ho ventitré, se conto i parenti qualcuno di più,
E di tutti conosco la voce, la stretta di mano,
Li riconosco da lontano.

Io clicco “mi piace” se ti faccio un sorriso,
Tu clicchi “mi piace” quando giochi con me
Tanto, tanto ci piace se facciamo la pace
Quando succede che si litiga un po’!

Sì lo so accorciamo le distanze CORO: Sì, lo so
Quanto è bella la tecnologia, Quanto è bella
Mia sorella che studia in Danimarca Mia sorella
Quando le manco può TUTTI: Parlare con me!

Il mio gatto è quasi una star, lo conoscono anche a Shanghai
Mio fratello lo segue per ore pronto a filmare le cose buffe che sa fare!

Io clicco “mi piace” se ti faccio un sorriso,
Tu clicchi “mi piace” quando giochi con me
Tanto tanto mi piace quando tu sei felice
E se non lo sei anche io non lo sarò, davvero!

E se canto, se ballo spegni pure il cellulare
Ascoltami bene e guardami col cuore,
Fra qualche tempo sarà bello ricordare
E la memoria ci farà viaggiare…viaggiare!

Io clicco “mi piace” se ti faccio un sorriso,
CORO: Io clicco “mi piace” mi piace”
SOLISTA: Tu clicchi “mi piace” quando giochi con me CORO: Tu clicchi “mi piace”
Sì davvero mi piace quando tu sei felice
E se non lo sei anche io non lo sarò!

Io clicco “mi piace” se ti dico un segreto Oh oh oh oh
Tu clicchi “mi piace” quando mangi con me Oh oh oh oh
Tanto tanto ci piace se perdiamo la voce
TUTTI: Cantando più forte che mai:
SOLISTA “Mi piace!”

Fonte: QUI
 
 
UN NUOVO GIORNO

- MARTINA GUGLIELMELLI - 9 anni, di Castrolibero (CS)
 
Cosa c’è di più bello e di una giornata che compie il suo corso? Con una puntualità ciclica e perfetta, il sole sale lentamente nel cielo fino a illuminare tutti i paesi e le città. È il miracolo della vita e della luce che ogni si rinnova e si ripete. Questa canzone, col suo ritmo leggero cadenza quello di una giornata intera che passa e ci ricorda di vivere ogni singolo momento.
 
(testo: Lodovico Saccol / musica: Lodovico Saccol)
 

TESTO:
SOLISTA: Piano la luna dietro il mare cadrà un’altra notte se ne va
La nuova aurora come un soffio sarà
Gli occhi del mondo riaprirà
Il sole si sveglierà i raggi stiracchierà
Un filo rosa all’orizzonte dirà che un buon giorno nascerà.

Lo senti anche tu salire nel blu
Dagli alberi un TUTTI: Canto d’incanto va su
E raggiungerà paesi e città
Le case di Luce felice riaccende
Tutto quanto splende intorno
E un buongiorno al nuovo giorno che verrà! CORO: Uh uh uh uh ah…

Nei forni caldi il pane s’indorerà e l’aria si profumerà
C’è l’orologio della piazza tic tac
Che col suo tempo giocherà
E ricomincia oramai il quotidiano viavai
Mentre si accendono le insegne dei bar sta partendo il primo tram.

Lo senti anche tu salire nel blu
Dagli alberi un TUTTI: Canto d’incanto va su
E raggiungerà paesi e città
E il bacio del Sole ogni fiore risveglia
Quanta meraviglia intorno
E un buongiorno al nuovo giorno che verrà CORO: Uh uh uh uh ah…

Senza rumore il sole scivolerà
Nel manto dell’oscurità, CORO: Mi senti anche tu
Coi suoi rintocchi il campanile dirà Salire nel blu
Che il giorno ormai finisce qua.

SOLISTA: Lo senti anche tu salire più su CORO: Anche tu… più su
Un vento che TUTTI: Soffia le stelle nel blu
Il buio verrà e ognuno lo sa Verrà… lo sa
Che presto un bel sonno profondo ci attende
CORO: Ci attende
SOLISTA: Che silenzio scende intorno
Buonanotte al vecchio giorno
E buongiorno al nuovo giorno che verrà
CORO: E poi nascerà e poi nascerà
TUTTI: Un nuovo giorno.

Fonte: QUI
 
 
UNA PAROLA MAGICA

- SARA CALAMELLI - 9 anni, di Faenza (RA)
 
Ci insegnato fin da piccolissimi a essere grati per tutte le cose che abbiamo, anche e soprattutto per quelle che ormai diamo per scontate, di cui non ci accorgiamo più, perché sono quelle di cui non potremmo mai fare a meno! Questa canzone è un inno a gioire sempre, anche quando siamo stanchi, tristi, non abbiamo voglia
“Grazie” è la parola magica che con la sua forza può aiutarci a superare tutti i momenti difficili!

 
(testo: Stefano Rigamonti / musica: Stefano Rigamonti)
 

TESTO:
SOLISTA: Conosco una parola magica
Un asso nascosto nella manica
E’ come una lente
Davanti agli occhi, davanti alla mente.
E’ una parola meravigliosa
Lascia un profumo sopra ogni cosa
E’ un raggio di sole
Sopra gli sguardi, sopra le persone.

Per la pioggia sopra il fiore,
Per la neve a Natale
Per il sangue dentro al cuore
Per il sale, il sale dentro il mare.

TUTTI: Con gli occhi al cielo per ogni attimo
Con tutta la voce SOLISTA: Dì grazie!
Con gli occhi al cielo per ogni battito
Con tutto il cuore grida: grazie!

SOLISTA: Conosco una parola magica
Ha una forza titanica
Ti fa apprezzare tutte le cose
Sia quelle belle che quelle dolorose.

Per i giorni di vacanza
Per i sogni ad occhi aperti
Per il canto e la danza
Per i volti, i volti sorridenti.

TUTTI: Con gli occhi al cielo per ogni attimo
Con tutta la voce SOLISTA: Dì grazie!
Con gli occhi al cielo per ogni battito
Con tutto il cuore grida: grazie!

SOLISTA: Di giorno, di notte quando non hai più forze
Col sole o la pioggia anche quando non ne hai più voglia!!!

TUTTI: Con gli occhi al cielo per ogni attimo
Con tutta la voce Dì grazie!
Con gli occhi al cielo per ogni battito
Con tutto il cuore grida: Grazie!
Con gli occhi al cielo per ogni attimo
Con tutta la voce Dì grazie!
Con gli occhi al cielo per ogni battito
Con tutto il cuore grida: grazie!!!
SOLISTA: Conosco una parola magica, un asso nascosto nella manica
C’è un cuore che batte e ribatte dietro ogni singolo grazie!

Fonte: QUI
avatar
Rebecca

Messaggi : 52
Punti : 119
Data d'iscrizione : 02.06.10
Località : Toscana

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum