Ci "aiuti" a crescere?
Ti ringrazio in anticipo per il tuo



Ultimi argomenti

________________________________________

DIVENTA COLLABORATORE!

Italia Canora è in continua crescita e sempre alla ricerca di collaboratori che desiderano partecipare a questo grandioso progetto.

Aiuta Italia Canora a cercare materiale come cover, videoclip testi e quant'altro occorre per inserire le discografie dei nostri grandi artisti italiani!

Se sei appassionato di musica potresti dedicarti ad inserire il tuo artista preferito con delle semplici linee guida.

Lasciami un messaggio (in chat oppure in alto su Messages), ti contatterò quanto prima!

________________________________________






________________________________________



Caricamento video...
AFFILIAZIONI - SITI - BLOG
e FORUM

LaFavolaBlu


Progetto Musico Sognante Italiano
La fiaba del mare della Musica Italiana
ed Internazionale


____________________________


Nonsolosuoni




Un sogno
fatto di musica!


______________________


_____________________




_____________________



Estatica è l'enciclopedia di musica italiana, internazionale e cultura.

Discografie, recensioni, interviste, monografie, live report, video, ebooks


_____________________




________________________



________________________



________________________

Chi è online?
In totale ci sono 28 utenti in linea: 1 Registrato, 0 Nascosti e 27 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

mauro piffero

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 422 il Gio Giu 14, 2018 9:48 pm





__________________________________

Ti piace il nostro Portale??
Allora votaci cliccando su questo bottone ... Grazie!!

migliori siti


www.italiacanora.net


Grazie a voi abbiamo vinto questi AWARD
nella classifica di NET-PARADE


Uno dei più belli
In classificasito internet
In classifica
Sito d'argento
DISCLAIMER
Tutte le copertine, testi e video presenti su questo forum sono solo per uso informativo e di intrattenimento.
Puoi scaricare e stampare la copertina se possiedi l'originale e hai bisogno di rimpiazzarla.
Tutto cio' che puo' essere considerato legale, dipende dalle leggi sul copyright del tuo paese di residenza. Non è nostra intenzione infrangere Copyright per cui, se ciò dovesse accadere, prego gli interessati a scrivere agl'amministratori i quali provvederanno alla rimozione immediata o a citare la fonte, se richiesto.
Lo Staff di ItaliaCanora.net non è responsabile dell'utilizzo e di eventuali danni a cose o persone causati dal materiale presente in questo forum, inoltre si tiene a precisare che tutto ciò che è presente in questo forum vi è stato messo in assoluta buona fede e senza alcuno scopo di lucro.
Traduttore - Translater
METEO ITALIA OGGI

Partner

creare un forum



Motori ricerca

Segnala il tuo sito nella directory

http://www.wikio.it

Cerrrca.com la ricerca con tre rrr


LICENZA
Licenza Creative Commons

Quest'opera è distribuita con Licenza
Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.

FESTIVAL DI SANREMO 1973: I CANTANTI, LE CANZONI, I TESTI

Andare in basso

FESTIVAL DI SANREMO 1973: I CANTANTI, LE CANZONI, I TESTI

Messaggio  settenote il Mar Lug 14, 2015 7:15 pm



1973 (23a Edizione)

Il ventitreesimo festival della canzone italiana si tenne a Sanremo dall'8 marzo al 10 marzo 1973.

Sede della manifestazione: Sede della manifestazione, il Salone delle Feste del Casinò. Organizzatore: Comune di Sanremo.
Direzione artistica (patron): Vittorio Salvetti.
Presentarono la 22a edizione: Mike Bongiorno affiancato da Gabriella Farinon, già co-conduttrice dell'edizione del 1969.
Orchestra: Orchestra diretta dai maestri: Renato Angiolini, Pino Massara, Juan Carlos Calderón, Carmelo Carucci, Luis Bacalov, Ettore Lombardi, Natale Massara, Mario Mellandini, Sergio Parisini, Piero Pintucci, Gian Franco Reverberi, Massimo Salerno, Paolo Tomelleri, Danilo Vaona. Ripete i brani Raymond Lefevre.
Trasmissione: Questa edizione fu la prima in cui la RAI impiegò le telecamere a colori per la ripresa, a beneficio dei paesi stranieri collegati tramite l'Eurovisione, che poterono così per la prima volta vedere la kermesse canora a colori. Il festival sarà visibile a colori anche in Italia solo a partire dal 1977.
La RAI non trasmise in TV le prime due serate per problemi sorti all'interno dell'organizzazione con il comune di Sanremo (cosa che poi si ripeterà anche negli anni successivi, fino al 1981), ma alcune canzoni emersero ugualmente: notabilmente, tra quelle di maggior successo nella classifica, la melodica tradizionale Un grande amore e niente più di Peppino di Capri, vincitrice della kermesse, e la raffinata Da troppo tempo di Milva, tra quelle degli esordienti Serena, interpretata da Gilda Giuliani, e tra quelle escluse dalla finale Vado via, di Drupi, che raggiunse alte posizioni nella Hit Parade inglese e francese.
Assieme alle edizioni del 1966, 1967, 1974, 1975 e 1976 non risulta reperibile nell'archivio della RAI la registrazione del trasmesso dell'ultima serata. Ne rimangono solo un filmato in bianco e nero trasmesso dalla televisione cilena con voce fuori campo in spagnolo di difficilissima reperibilità ed un breve spezzone a colori, visibile su YouTube, in cui Gilda Giuliani canta la canzone Serena.
Canzoni in gara e cantanti: Le canzoni in gara 30 i cantanti 30.
La formula: La Commissione Speciale fu composta da 19 elementi, e per la prima volta durante i lavori di selezione -in veste di visitatori- furono ammessi giornalisti e discografici.
Milva Furono vagliati 197 brani, 38 passarono l'esame, sei motivi, furono di riserva. In totale le canzoni ammesse furono 32. Un cantante rinunciò, pochi giorni prima dell'inizio della gara, ed un brano fu non inedito, quindi restarono in gara 30 canzoni.
Gli organizzatori decisero, di mandare in finale 16 motivi.
Due gruppi di 15 brani, si esibirono per sera. Passarono per le finali otto canzoni per serata, in totale 16 si disputarono la gara. Le giurie furono dislocate per rappresentare ogni regione Italiana. Per calcolare delle preferenze, fu impiegato un elaboratore elettronico, che in breve tempo contò migliaia di voti. Per la serata finale, il computer ricevette oltre 19.000 voti.
 
Fonte: QUI e QUI
 
 
1. RECENSIONE:
 
Il Festival di Sanremo è, da sempre, uno dei programmi di punta della Rai, che ne ha da sempre il monopolio. Se anche i diritti del calcio sono passati a Mediaset, se Canzonissima, allorquando venne abbandonata dalla Rai, venne proposta su un circuito di emittenti private (LA CANZONISSIMA DELLE TV PRIVATE) il Festival è da sempre esclusiva della Rai.
Eppure, allorquando la Rai, negli anni ’70 trascurò il Festival, trasmettendolo soltanto per radio e limitandosi alla messa in onda della sola serata finale, partì l’assalto da parte delle emittenti private.
Correva l’anno 1973 la Rai snobba il Festival, ignorando le prime serate trasmettendo soltanto in differita l’ultima. Gigi Vesigna, allora inviato per TV SORRISI E CANZONI, ricorda che erano presenti dei camioncini di due tv via cavo: TeleBiella e TeleDiffusione Italiana. A distanza d’anni Peppo Sacchi e Pietrangelo Gregorio (i titolari di queste emittenti) si contendono la primogenitura di prima emittente privata italiana. Se la sono contesa, proprio facendo riferimento al festival di Sanremo 1973, nel libro di Giancarlo Dotto e Sandro Piccinini IL MUCCHIO SELVAGGIO, nel corso di una puntata di MATRIX dedicata alla tv private condotta da Enrico Mentana, e se la stanno contendendo (a dire il vero non soltanto Gregorio e Peppo Sacchi, ma vi sono anche altri pretendenti) all’interno di www.storiaradiotv.it

A quel Festival Gigi Vesigna c’era, aveva già preso la storica decisione di pubblicare il palinsesto di TeleBiella e delle prime tv via cavo. Sono passati molti anni e Gigi ricorda di avere visto più di un camioncino. Peppo Sacchi – ha ricordato Vesigna – fu il primo ad inviare a TV SORRISI E CANZONI i palinsesti di un’emittente privata via cavo. Qualche settimana dopo, forse proprio perché avevano visto il palinsesto di TeleBiella pubblicato su TV SORRISI E CANZONI in coda a quello della Rai, alla redazione di SORRISI telefonò Pietrangelo Gregorio che parlo ad Antonio Lombardo (allora caporedattore) della sua tv via cavo nata, a parer suo, in quel di Napoli, prima di quella di Sacchi. Qualche settimana dopo sulle pagine di TV SORRISI E CANZONI comparvero i palinsesti di dieci tv via cavo.
In merito a Sanremo edizione 1973 Gigi non ricorda chi riprese l’evento al posto della Rai, qualcuno ha scritto che Telebiella rinunciò poi a riprendere l’evento per mancanza di mezzi, poi arrivò Gregorio con il suo furgone per la regia mobile, ma Vesigna non se lo ricorda. C’era però un via vai di furgoncini, di cavi e televisori per tutte le vie di Sanremo, ma non è possibile ricordare se le ripresero vennero effettuate da Telebiella, da Telediffusione, o da entrambe le emittenti. Il fatto certo è che la Rai era presente soltanto per la serata finale.

Fino al 1976 la Rai snobbò la manifestazione, e a Sanremo si ritrovarono altre emittenti via cavo: Babelis Tv (poi Vga Telerimini), Tele Radio Emannuel Ancona, TeleTorino Cavo.
 
Fonte: QUI
 
 
2. CURIOSITA':

- Adriano Celentano, doveva prendere parte alla 23a edizione del Festival. Un giorno prima della gara, però inviò un telegramma, che a causa di un'improvviso malore non poteva prendere parte alla manifestazione. Lo stesso cantante disse, che l'improvvisa gastrite, per il quale il medico gli ordinò 5 giorni di riposo, gli venne, dopo aver saputo che la commissione Selezionatrice bocciò cantanti famosi e che avrebbero dato sicuramente prestigio al Festival. La canzone dal titolo "L'ultima chance" fu ritirata dalla gara.
- Nell'edizione del 1973 ci fu un una disputa tra il Sindaco Piero Parise e i vertice Rai, che si rifiutarono di riprendere tutte e tre le serate. Il primo cittadino minacciò di bloccare la manifestazione. La Rai rimase ferma nelle sue decisioni, e fece riprendere solo l'ultima serata.
- Nell'edizione targata N°23, un referendum di 61 giornalisti premiò il miglior cantante, i consensi andarono a Sergio Endrigo.
- Milva, arrivò terza in classifica, in quei giorni stava recitando in Teatro a Genova, "L'Opera di tre soldi", il pomeriggio recitò e la sera si esibì sul palco del Casinò. Il suo vero nome, Maria Iva Biolcati, era alla sua 11a partecipazione ai Festival, ed era stata soprannominata la "Pantera di Goro"
- Roberto Vecchioni Roberto Vecchioni, fu l'unica volta che prese parte al Festival, si aggiudicò il 7° posto, con la canzone, "L'uomo che si gioca il cielo a dadi" Professore di lettere, insegnava al liceo, incise il suo primo 33 giri, nel 1971. Alcune delle sue canzoni furono interpretate da altri artisti. Il successo per lui arrivò più tardi.
- Altra polemica: la canzone Terra che non senti, interpretata da Rosa Balistreri, viene esclusa perchè si scopre che era già stata eseguita durante una trasmissione della Rai l’anno prima. Lei è simpatizzante del PCI e questo aumenta il casus, qualcuno pensa ad una censura
- In gara c’è anche Christian De Sica con Mondo mio, mentre il suo illustre papà è ospite d’onore
- Per la prima volta il Festival viene registrato a colori e inciso su videocassetta. Scrive Luca Goldoni: “Il televisore è stato definito il caminetto dell’era spaziale. Con la videocassetta il caminetto va a farsi benedire”. I tempi iniziano a cambiare!
 
Fonte: QUI e QUI
 
 
3. I CANTANTI IN GARA:
 
Debuttanti: Alessandro, Carmen Amato, Umberto Balsamo, Bassano, Christian De Sica, Drupi, Alberto Feri, Le figlie del Vento, Gilda Giuliani, Jet, Lionello, Lolita, Mocedades, Pop Tops, Tony Santagata, Roberto Vecchioni, Wess e Dori Ghezzi.
 
I veterani: I Camaleonti, Gigliola Cinquetti, Peppino di Capri, Donatello, Sergio Endrigo, Peppino Gagliardi, Anna Indentici, Fausto Leali, Junior Magli, Milva, Memo Remigi, Ricchi e Poveri, Lara St.Paul.
 
 
4. LE CANZONI IN GARA:
 
Ecco la lista, ordinata alfabeticamente, dei brani partecipanti (con artisti, autori e compositori):
 
"Addio amor" cantata da: Mocedades (testo di Massimo Gallerani e Gianfranco Bosisio; musica di Mario Nobile)
"Amore mio" cantata da: Umberto Balsamo (Umberto Balsamo e Cristiano Minellono)
"Angeline" cantata da: Pop Tops (Rosa Nisi Marsella e Claudio Daiano)
"Anika na-o" cantata da: Jet (testo di Felice Piccarreda; musica di Piero Cochis e Piero Cassano)
"Cara amica" cantata da: Bassano (testo di Francesco Specchia; musica di Paolo Prencipe e Vitaliano Caruso)
"Come sei bella" cantata da: Camaleonti (Claudio Cavallaro e Giancarlo Bigazzi)
"Come un ragazzino" cantata da: Peppino Gagliardi (Gaetano Amendola e Peppino Gagliardi)
"Da troppo tempo" cantata da: Milva (Gene Colonnello e Luigi Albertelli)
"Dolce frutto" cantata da: Ricchi e Poveri (Umberto Balsamo e Cristiano Minellono)
"Dove andrai" cantata da: Carmen Amato (Detto Mariano)
"Elisa Elisa" cantata da: Sergio Endrigo (Sergio Bardotti e Sergio Endrigo)
"Il mondo è qui" cantata da: Memo Remigi (Memo Remigi)
"Innamorata io?" cantata da: Lolita (Alessandro Celentano e Franco Chiaravalle)
"La bandiera di sole" cantata da: Fausto Leali (Vito Pallavicini e Fausto Leali)
"L'uomo che si gioca il cielo a dadi" cantata da: Roberto Vecchioni (Roberto Vecchioni)
"Mi sono chiesta tante volte" cantata da: Anna Identici (Gianni Guarnieri e Pier Paolo Preti)
"Mistero" cantata da: Gigliola Cinquetti (Claudio Mattone)
"Mondo mio" cantata da: Christian De Sica (Paolo Conte e Giorgio Conte)
"Ogni volta che mi pare" cantata da: Alberto Feri (testo di Franca Evangelisti; musica di Piero Pintucci)
"Povero" cantata da: Junior Magli (testo di Luciana Medini; musica di Mario Mellier)
"Serena" cantata da: Gilda Giuliani (Gino Mescoli e Vito Pallavicini)
"Straniera straniera" cantata da: Lionello (Franco Chiaravalle e Francesco Specchia)
"Sugli sugli bane bane" cantata da: Le Figlie del Vento (Franco Chiaravalle, Paolo Tomelleri e Anna Maria Piccioli)
"Tre minuti di ricordi" cantata da: Alessandro (Alessandro Pintus e Miki Del Prete)
"Tu giovane amore mio" cantata da: Donatello (Ricky Gianco, Alberto Nicorelli, Gian Pieretti e Fulvio Monachesi)
"Tu nella mia vita" cantata da: Wess e Dori Ghezzi (Arfemo e Il Guardiano del Faro)
"Un grande amore e niente più" cantata da: Peppino di Capri (E. J. Wright, Giuseppe Faiella e Franco Califano)
"Una casa grande" cantata da: Lara Saint Paul (Andrea Lo Vecchio, Nicola Aprile e Nereo Villa)
"Vado via" cantata da: Drupi (Enrico Riccardi e Luigi Albertelli)
"Via Garibaldi" cantata da: Toni Santagata (Tony Santagata)
 
 
Classifica finale:
  • Al primo posto; Peppino di Capri, con "Un grande amore niente più" voti 1.710
    Al secondo posto; Peppino Gagliardi, con "Come un ragazzino" voti 1.482
    Al terzo posto; Milva, con "Da troppo Tempo" voti 1.463

 
 
5. LA CANZONE VINCITRICE DEL XXIII° FESTIVAL DI SANREMO:

1. UN GRANDE AMORE NIENTE PIU' - cantata da: Peppino Di Capri