Ci "aiuti" a crescere?
Ti ringrazio in anticipo per il tuo




________________________________________

DIVENTA COLLABORATORE!

Italia Canora è in continua crescita e sempre alla ricerca di collaboratori che desiderano partecipare a questo grandioso progetto.

Aiuta Italia Canora a cercare materiale come cover, videoclip testi e quant'altro occorre per inserire le discografie dei nostri grandi artisti italiani!

Se sei appassionato di musica potresti dedicarti ad inserire il tuo artista preferito con delle semplici linee guida.

Lasciami un messaggio (in chat oppure in alto su Messages), ti contatterò quanto prima!

________________________________________






________________________________________



Caricamento video...
AFFILIAZIONI - SITI - BLOG
e FORUM

LaFavolaBlu


Progetto Musico Sognante Italiano
La fiaba del mare della Musica Italiana
ed Internazionale


____________________________


Nonsolosuoni




Un sogno
fatto di musica!


______________________


_____________________




_____________________



Estatica è l'enciclopedia di musica italiana, internazionale e cultura.

Discografie, recensioni, interviste, monografie, live report, video, ebooks


_____________________




________________________



________________________



________________________

Chi è online?
In totale ci sono 32 utenti in linea: 1 Registrato, 0 Nascosti e 31 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

mauro piffero

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 422 il Gio Giu 14, 2018 9:48 pm





__________________________________

Ti piace il nostro Portale??
Allora votaci cliccando su questo bottone ... Grazie!!

migliori siti


www.italiacanora.net


Grazie a voi abbiamo vinto questi AWARD
nella classifica di NET-PARADE


Uno dei più belli
In classificasito internet
In classifica
Sito d'argento
DISCLAIMER
Tutte le copertine, testi e video presenti su questo forum sono solo per uso informativo e di intrattenimento.
Puoi scaricare e stampare la copertina se possiedi l'originale e hai bisogno di rimpiazzarla.
Tutto cio' che puo' essere considerato legale, dipende dalle leggi sul copyright del tuo paese di residenza. Non è nostra intenzione infrangere Copyright per cui, se ciò dovesse accadere, prego gli interessati a scrivere agl'amministratori i quali provvederanno alla rimozione immediata o a citare la fonte, se richiesto.
Lo Staff di ItaliaCanora.net non è responsabile dell'utilizzo e di eventuali danni a cose o persone causati dal materiale presente in questo forum, inoltre si tiene a precisare che tutto ciò che è presente in questo forum vi è stato messo in assoluta buona fede e senza alcuno scopo di lucro.
Traduttore - Translater
METEO ITALIA OGGI

Partner

creare un forum



Motori ricerca

Segnala il tuo sito nella directory

http://www.wikio.it

Cerrrca.com la ricerca con tre rrr


LICENZA
Licenza Creative Commons

Quest'opera è distribuita con Licenza
Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.

LE CANZONI ROMANE

Italia Canora :: MUSICA LEGGERA :: 
LE CANZONI DELLE NOSTRE BELLE CITTA'
 :: I CANTANTI E LE CANZONI ROMANE

 :: LE CANZONI ROMANE

Andare in basso

LE CANZONI ROMANE

Messaggio  admin_italiacanora il Mar Apr 14, 2015 5:40 pm



Possiamo tranquillamente affermare che una "scuola romana" non esiste.
Non esistono oggi nè sono esistiti in passato, elementi forti, unificatori, tali da far diventare Roma capitale della canzone. Sono mancati cioè le caratteristiche fondamentali che possono far parlare di scuola come l'uso sistematico del dialetto e la trattazione di argomenti tipici e ben delineati (come invece è avvenuto per la grande canzone napoletana. (BIBLIOGRAFIA: Maurizio Macale - Antonello Venditti-dal sole di Roma capoccia al cuore di Palermo, editore Bastogi)
Si può parlare piuttosto di un filone canoro che vede la luce nei primi anni del fascismo, si pensi per esempio alla famosissima “Barcarolo romano” (1926) (Romaspqr.it) di Pio Pizzicaria e Romolo Balzani o a “Nannì”(clicca!)(1926) di Franco Silvestri.

L'importanza che ha avuto Balzani nella canzone popolare romana è indiscutibile, i brani che ha lasciato sono infatti moltissimi ("L'eco der core", 1926 è un altro di grande successo). Era nato come stornellatore, come uomo di strada; viveva nei vicoli dove esercitava il suo lavoro di artigiano ed aveva un enorme talento nell'inventare stornelli, serenate.
Il suo trampolino di lancio fu il tradizionale appuntamento della festa di San Giovanni, dove ogni anno si presentavano tantissime canzoni. Dalla gara musicale usciranno i più bei capolavori dalla canzone romana, non sempre vincitori del concorso: "Le streghe" interpretata da Leopoldo Fregoli (il famoso trasformista) e scritta da Nino Ilari e musicata da Alipio Calzelli nel 1891, "Affàccete Nunziata" (titolo originale “Affàccete”, 1893) di Nino Ilari e Antonio Guida che non vinse ma ebbe straordinario successo specialmente dopo che entrò a far parte del repertorio di Lina Cavalieri e di Ettore Petrolini , "Nina, si voi dormite" (vincitrice nel 1901) di R. Leonardi e A. Marino poi interpretata anche da Luigi Proietti.
Balzani in ogni edizione metteva in lizza circa dieci-quindici brani, e tra queste ce n'era sempre qualcuna che arrivava in finale.
Nel '26 ebbe un grandissimo successo con "Barcarolo romano" che vinse al San Giovanni; era un cantautore molto prolifico e artista poliedrico, fu attore e arrangiatore e fu amatissimo dai contemporanei anche se incompreso dalla critica.
Compone più di mille canzoni, prende parte ad alcuni film, e le sue canzoni vengono inserite, da Pasolini nel film “Accattone” (Barcarolo Romano), e da Bolognini ne “La giornata balorda” (Serenata de Paradiso).
Si fece interprete di una romanità che, nonostante il passare del tempo, possiamo ancora trovare, magari nascosta, nei vicoli e nelle piazze di Roma. Le sue canzoni sono popolate da figure tradizionali come il barcarolo, la fruttarola, l'ostessa, la morara (ovvero la venditrice di more) e figure storiche come il Sor Capanna (clicca qui per alcuni stornelli su "solegemello") (quello degli stornelli), "er Ciriola" (quello del barcone sul Tevere), il Marchese del Grillo, nonché i romani più antichi e illustri nella canzone "Tutti romani").
Purtroppo oggi Romolo Balzani non è sufficientemente ricordato sebbene la sua canzone più celebre è nota a tutti. Questa sorta di "damnatio memoriae" probabilmente è dovuta al fatto che egli sviluppò la sua arte durante il periodo fascista e fu tramandato ai posteri con questa etichetta. Tuttavia dalla sua biografia leggiamo che egli non fu assolutamente fascista, era invece uno spirito libero.

Nel 1934 vengono pubblicati altri brani significativi per la nascente "canzone romana" ovvero 'Signora Fortuna', 'Quanto sei bella Roma' e 'Chitarra romana'. Quest'ultima fu interpretata da Carlo Buti (altri suoi successi saranno "Faccetta Nera", "La piccinina" e "Reginella campagnola") e composta da Eldo Di Lazzaro (autore anche de 'La romanina'); Gianni Borgna, autore di "Storia della canzone italiana", afferma che in tutte le canzoni di Buti c'è un'analisi del rapporto tra città e campagna, la prima viene vista con connotati negativi e come sinonimo di perdizione, di peccato, la seconda come giovialità, cordialità, solarità.
Chitarra romana' è ormai entrata di diritto nella storia della canzone italiana tanto da essere interpretata dagli artisti più vari : Luciano Pavarotti l'ha fatta sua con un arrangiamento vicino alla romanza, Lando Fiorini(clicca per saperne di più) l'ha reinterpretata riuscendo a cogliere con questa canzone il suo primo successo (1972).
Oltre a questi brani manifesto bisogna ricordare, negli anni ’30 “Casetta de Trastevere” del trio Del Pelo-Simeoni -Torres che, con tono accorato, racconta lo stato d'animo dei romani di fronte ai grandi sventramenti urbanistici che cambiano nettamente faccia a Roma: i piccoli borghi, le antiche stradicciole lasciano spesso e volentieri posto alle grandi costruzioni e alle ampie strade volute dal regime.

Così, insieme alle "casette" vengono estirpati dal tessuto urbano anche i cittadini e con essi la tradizione popolaresca con il suo patrimonio di stornelli e di cultura rionale. Ed è per questo che dopo gli anni ’30 ovvero subito dopo i suoi primi vagiti si assiste, ad una decadenza della canzone romana.
Sempre in questo periodo, ovvero a cavallo tra le due guerre possiamo collocare l'opera di Ettore Petrolini, passato alla storia soprattutto come attore, fantasista e geniale macchiettista, ma in realtà anche autore di famose canzoni, quelle legate ai suoi numeri cabarettistici ("Gastone" e "Ma cos'è questa crisi", ad esempio, che Gigi Proietti ha di recente riproposto), ma anche di un classico come
"Tanto pe'cantà"(1932). CLICCA QUI PER IL TESTO! Quest'ultima ottiene un clamoroso successo di massa nel 1970 quando Nino Manfredi, ospite al Festival di San Remo, la ripropone (il brano fu anche un grande successo di vendite).

Gli anni ’40 Vedono nascere l'astro di Claudio Villa(railibro.it) : “er reuccio de Trastevere”. Non si assiste però a una canzone che prende spunto da un substrato culturale romano, da un ambiente popolaresco e da un insieme di valori condivisi da una comunità locale ma piuttosto ad una canzone nazionale condita dalla straordinaria voce (e dai virtuosismi) del cantante e dalla sua bella "romanità".

Anche nel decennio successivo (gli anni ’50) non abbiamo una vera e propria "canzone romana" : la stessa “Arrivederci Roma” (1955) (italianissima.net) composta da Rascel, Garinei e Giovannini che descrive la storia d'amore tra un romano e una inglese non riesce a descrivere altro che un fondale. La storia narrata nella canzone avviene a Roma, ma si ha l'impressione che se lo sfondo fosse stato Napoli, Milano, Firenze, l'ascoltatore non ci avrebbe fatto troppo caso.
Fonte: QUI
avatar
admin_italiacanora
Admin

Messaggi : 2104
Punti : 4392
Data d'iscrizione : 09.04.10
Età : 67
Località : Toscana

Visualizza il profilo http://www.italiacanora.net

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

Italia Canora :: MUSICA LEGGERA :: 
LE CANZONI DELLE NOSTRE BELLE CITTA'
 :: I CANTANTI E LE CANZONI ROMANE

 :: LE CANZONI ROMANE

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum