Ci "aiuti" a crescere?
Ti ringrazio in anticipo per il tuo



Ultimi argomenti

________________________________________

DIVENTA COLLABORATORE!

Italia Canora è in continua crescita e sempre alla ricerca di collaboratori che desiderano partecipare a questo grandioso progetto.

Aiuta Italia Canora a cercare materiale come cover, videoclip testi e quant'altro occorre per inserire le discografie dei nostri grandi artisti italiani!

Se sei appassionato di musica potresti dedicarti ad inserire il tuo artista preferito con delle semplici linee guida.

Lasciami un messaggio (in chat oppure in alto su Messages), ti contatterò quanto prima!

________________________________________






________________________________________



Caricamento video...
AFFILIAZIONI - SITI - BLOG
e FORUM

LaFavolaBlu


Progetto Musico Sognante Italiano
La fiaba del mare della Musica Italiana
ed Internazionale


____________________________


Nonsolosuoni




Un sogno
fatto di musica!


______________________


_____________________




_____________________



Estatica è l'enciclopedia di musica italiana, internazionale e cultura.

Discografie, recensioni, interviste, monografie, live report, video, ebooks


_____________________




________________________



________________________



________________________

Chi è online?
In totale ci sono 40 utenti in linea: 1 Registrato, 0 Nascosti e 39 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

mauro piffero

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 422 il Gio Giu 14, 2018 9:48 pm





__________________________________

Ti piace il nostro Portale??
Allora votaci cliccando su questo bottone ... Grazie!!

migliori siti


www.italiacanora.net


Grazie a voi abbiamo vinto questi AWARD
nella classifica di NET-PARADE


Uno dei più belli
In classificasito internet
In classifica
Sito d'argento
DISCLAIMER
Tutte le copertine, testi e video presenti su questo forum sono solo per uso informativo e di intrattenimento.
Puoi scaricare e stampare la copertina se possiedi l'originale e hai bisogno di rimpiazzarla.
Tutto cio' che puo' essere considerato legale, dipende dalle leggi sul copyright del tuo paese di residenza. Non è nostra intenzione infrangere Copyright per cui, se ciò dovesse accadere, prego gli interessati a scrivere agl'amministratori i quali provvederanno alla rimozione immediata o a citare la fonte, se richiesto.
Lo Staff di ItaliaCanora.net non è responsabile dell'utilizzo e di eventuali danni a cose o persone causati dal materiale presente in questo forum, inoltre si tiene a precisare che tutto ciò che è presente in questo forum vi è stato messo in assoluta buona fede e senza alcuno scopo di lucro.
Traduttore - Translater
METEO ITALIA OGGI

Partner

creare un forum



Motori ricerca

Segnala il tuo sito nella directory

http://www.wikio.it

Cerrrca.com la ricerca con tre rrr


LICENZA
Licenza Creative Commons

Quest'opera è distribuita con Licenza
Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.

FESTIVAL DI SANREMO 1969: I CANTANTI - LE CANZONI - I TESTI

Andare in basso

FESTIVAL DI SANREMO 1969: I CANTANTI - LE CANZONI - I TESTI

Messaggio  settenote il Gio Ott 03, 2013 12:14 pm



1969 (19a Edizione)

Il diciannovesimo festival della canzone italiana si tenne a Sanremo dal 30 gennaio al 1º febbraio 1969.

Sede della manifestazione: Il salone delle feste del Casinò Municipale di Sanremo.
Direzione artistica (patron): Ezio Radaelli
Presentarono la 19a edizione: Presentarono: Nuccio Costa e Gabriella Farinon.
Orchestra: Orchestra diretta dai maestri: Renato Angiolini, Willy Brezza, Mario Capuano, Franco Cassano, Giancarlo Chiaramello, Ruggero Cini, John Fiddy, Angelo Giacomazzi, Gianfranco Intra, Gene Kee, Guido Lamorgese, Ezio Leoni, Mario Magenta, Detto Mariano, Natale Massara, Gianfranco Monaldi, Iller Pattacini, Piero Pintucci, Gian Franco Reverberi, Piero Soffici, Vito Tommaso e Hall Winn.
Trasmissione: Nelle edizioni precedenti la Radio e la Televisione si collegarono in diretta alle ore 21.15 per le prime due serate sul Secondo programma e sul Secondo Canale, così fu anche per il 1969. La terza ed ultima serata fu diffusa anche in Eurovisione.
Canzoni in gara e cantanti: Le canzoni in gara furono 24, i cantanti 48.
Le canzoni scelte dalla Commissione Speciale, furono 24, n'arrivarono a centinaia per la 19a edizione.
La formula: I brani furono ascoltati suddivisi in 12 per le prime due serate, sette scelte la prima e sette la seconda sera, andarono in finale. Le 14 canzoni, poi furono vagliate da 21 giurie composte da 25 persone grazie alla collaborazione dei quotidiani Italiani, i quali, attraverso un tagliando pubblicato sorteggiarono i lettori che avevano aderito e spedito il bigliettino pubblicato dai giornali giorni prima. Ogni giurato al termine delle due serate, infatti, scelse le sette canzoni.

Per la terza serata, invece, per la designazione dell'unico vincitore ognuno dei 525 giurati scelse solo tre brani tra le 14 finaliste. Furono inviati per conto delle case discografiche dei "visitatori" nelle sedi delle giurie, per semplici controlli, col beneplacito del Patron del Festival, Ezio Radaelli.
Fonte: QUI


1. RECENSIONE:

E venne il 1969, un anno per tanti aspetti fondamentale nella storia dell’umanità.
Da un lato c’era l’America tecnologica e capace di portare l’uomo sulla Luna, dall’altro una potenza militarista impantanata nella “sporca” guerra del Vietnam. I giovani americani, presi tra questi due fuochi, cercavano delle risposte che fino a quel momento gli adulti non erano stati in grado di dare loro. Nacque forse proprio a Woodstock l’utopia pacifista e libertaria di un mondo diverso fatto di peace and love.
Su La Stampa del 9 ottobre 2009 una recensione del film Motel Woodstock firmata A. Lk. ha messo a fuoco la realtà di quel’evento dell’agosto 1969, certamente un momento epocale, anche se effimero e irripetibile. Era stato sensazionale, infatti, vedere il fiume di giovani riversarsi verso il luogo del concerto e sostare per tre giorni sotto la pioggia torrenziale, rimanendo giocosamente e gioiosamente nel fango. Fu pure occasione ludica quella, ma rimane il fatto che dietro alle canzoni e agli interpreti c’era una voglia di cambiamento come mai si era visto fino ad allora.

Anche se con modalità e tempi più lenti, l’eco dei grandi cambiamenti in atto oltreoceano giunsero pure nel Belpaese. Così scrive Enzo Gentile: Augusto Daolio per i Nomadi, Maurizio Vandelli Per l’Equipe 84, Nico Di Palo per i New Trolls, Shel Shapiro per i Rokes sono i capofila di quella armata Brancaleone che sta per sovvertire i tanti cliché della musica italiana.
Un nuovo ordine mondiale è alle porte. L’estate del 1969 tra lo sbarco sulla Luna e il Festival di Woodstock è una rampa di lancio speciale. Anche nella cinematografia si registrarono novità: Easy rider uscì nel 1969 e fu il manifesto della ribellione e della ricerca di una vita spericolata on the road.

In tutto questo bailamme, nel 1969 il Festival tagliava il traguardo della diciannovesima edizione, superando indenne la ventata di contestazioni d’ogni tipo. C’è da chiedersi quale sia la formula magica del successo di Sanremo, che rimane da anni la passerella più ambita dei cantanti. Anzi: ci sarebbe da chiedersi cosa rappresenti per noi la canzone, dietro cui si muovono molteplici interessi: di pubblico, di case discografiche, di mercato, di “gossip”.
Nata come esternazione di sentimenti o stati d’animo di vario genere, la canzone ha via via assunto molteplici connotati: di protesta sociale, di canto liberatorio, di divertimento, di ‘scacciapensiero’, di gioco di parole. Quale tra tante interpretazioni sia la più corretta nessuno lo può dire. Gino Paoli, senza spaccarsi la testa dietro a troppi inutili intellettualismi, ha forse centrato la definizione più corretta: La canzone è un calcio in culo al pensiero, che ognuno può dare a modo suo, come e quando gli pare, in barba a chi l’ha scritta.

Il successo del Festival rimane inspiegabile a distanza di anni.
Sopravvissuta alla contestazione degli anni Settanta, ai cambiamenti di mode e costumi, la manifestazione tuttora gode di una vitalità inesausta, quasi si ‘abbeverasse’ alla perenne fonte di giovinezza che accompagna le età migliori. Sfogliare le sue pagine è pure occasione per passare in rassegna un album di famiglia, con immagini di un’Italia che nel corso di oltre mezzo secolo si è trasformata, ha assimilato costumi e mentalità, rimanendo comunque fedele a se stessa e, per certi versi, immutata.
Come scrive Gianni Borgna: La verità è che l’Italia è definitivamente cambiata, ma il festival non se n’è neppure accorto. Vive ormai del mito di se stesso. E’ sempre più autoreferenziale.

Tornando al 1969, da segnalare la nuova organizzazione di Ezio Radaelli, che sostituiva Gianni Ravera. Nuccio Costa e Gabriella Farinon furono i presentatori. Al primo posto, i collaudati Iva Zanicchi e Bobby Solo con Zingara, una canzone di grande successo, che sarebbe rimasta per sempre nella memoria del pubblico: Prendi questa mano zingara, dimmi pure che destino avrò…Dimmi che mi ama, dammi la speranza; solo questo conta ormai per me. Al secondo posto, Sergio Endrigo e Mary Hopkin con Lontano dagli occhi. Terzi Milva e Don Backy con Un sorriso.
Clamorosa l’eliminazione dalla finale del “reuccio” Claudio Villa, in coppia con Mino Reitano, con Meglio una sera piangere da solo. La debuttante Nada, con la sua bravura e con la caratteristica voce rauca, costituì la sorpresa del Festival con la canzone Ma che freddò fa.
Al debutto Lucio Battisti (in coppia con Wilson Pickett), che si fece notare per la sua personalità e per la canzone Un’avventura; oltre ai citati Battisti e Nada, al debutto, tra gli altri, Riccardo Del Turco, I Dik Dik, Gabriella Ferri, Rosanna Fratello, Mal, New Trolls, Rita Pavone, Rocky Roberts, Steve Wonder.
Fonte: QUI


2. CURIOSITA':

Vinsero Bobby Solo e Iva Zanicchi, fu la seconda vittoria per entrambi, per Bobby solo fu anche l'ultima. Girava voce che alla composizione della canzone, avesse collaborato, Gianni Morandi.

All'edizione della gara canora N° 19, prese parte per la prima ed unica volta l'indimenticabile Lucio Battisti, in coppia con Wilson Picket conquistò la finale, col brano "Un'avventura". Fu per Lucio Battisti l'inizio di una briosa carriera, infatti, fu notato dai critici e dal pubblico, il foulard che annodava al collo in modo casual piacque molto. Le persone informate, raccontarono che Battisti mentre eseguì il brano andò fuori tempo in un attacco, però passò quasi inosservato, affermarono che era un emotivo.

Il Festival del 1969, fu l'anno della contestazione. Dario Fo e sua moglie Franca Rame, infatti, annunciarono un "Controfestival" per contestare appunto il Festival di Sanremo. I due attori di fatto definirono la manifestazione - un prodotto della borghesia che addormenta le coscienze dei lavoratori -.

Gli organizzatori si dettero da fare, erano pronti a far registrare la gara il mattino e mandarla in onda la sera. La contestazione però non fu clamorosa e la gara si svolse nella normalità. Il Festival del 1969, fu anche l'anno di due debutti importanti: Nada la ragazzina, carina, dalla voce rauca, e Lucio Battisti, che firmò la canzone con Mogol, si classificarono al 12° posto. Si racconta che Anna Identici, alcuni giorni prima dell'inizio della manifestazione, tentò il suicidio, al suo posto chiamarono Rosanna Fratello, aveva 18 anni.

In Eurovisione mandarono solo la prima esecuzione dei brani, quindi fu compito dei discografici scegliere i 14 brani da mandare in onda, la scelta fu per Bobby Solo e Iva Zanicchi si ribellò, così ci fu un sorteggio e fu sempre Bobby a dover cantare in Eurovisione.

Tra gli interpreti c'era Mary Hopkin una giovane cantante, faceva parte del gruppo dei Beatles, era prodotta da Paul Mc Cartney.

Erano gli anni dei Festivals, "difficili", perché chi voleva cantare sul palco del Salone delle Feste del Casinò andava per vincere a tutti i costi.
Fonte: QUI


3. I CANTANTI IN GARA:

Debuttanti: Lucio Battisti, Alessandro Casaccia, The Casuals, Checco, Riccardo del Turco, I Dik Dik, Gabriella Ferri, Rosanna Fratello, France Gall, Mery Hopkin, Isabella Jannetti, Leonardo, Junior Magli, Mal, Nada, New Trolls, Rita Pavone, Rocky Roberts, Armando Savini, The Showmen, Sonya, The Sweet Inspirations, Stevie Wonder, Brenton Wood.

I veterani: Antoine, Orietta Berti, Caterina Caselli, Gigliola Cinquetti, Tony Del Monaco, Don Backy, Jhonni Dorelli, Sergio Endrigo, Elio Gandolfi, Wilma Goich, Fausto Leali, Little Tony, Milva, Wilson Picket, Massimo Ranieri, Mino Reitano, Memo Remigi, Robertino, The Rokes, Bobby Solo, Claudio Villa, Carmen Villani, Iva Zanicchi, Mario Zelinotti.


4. LE CANZONI IN GARA:

Ecco la lista, ordinata alfabeticamente, dei brani partecipanti (con artisti, autori e compositori):

"Alla fine della strada" cantata da: Junior Magli & The Casuals – Autori; Pace-Panzeri-Pilat
"Baci,baci,baci" interpreti: Wilma Goich & The Sweet Inspirations – Autori: Bardotti – Bracardi
"Bada bambina" cantata da: Little Tony & Mario Zelinotti – Autori; Migliacci – Zambrini
"Cosa hai messo nel caffè" interpreti: Riccardo Del Turco & Antoine – Autori; Bigazzi –Del Turco
"Il gioco dell’amore" cantata da: Caterina Caselli & Johnny Dorelli – Autori; Migliacci- Callegari
"Il sole è tramontato" interpreti: Elio Gandolfi & Checco – Autori; Pradella-Marsella-Moschini
"Il treno" cantata da: Rosanna Fratello & Brenton Wood – Autori; Pallavicini-Isola
"Io che ho te" interpreti: New Trolls & Leonardo – Autori, D’Adamo-De Scalzi-Di Paolo
"La pioggia" cantata da: Gigliola Cinquetti & France Gall – Autori; Argenio-Panzeri-Conte
"Le belle donne" interpreti: Robertino & Rocky Roberts – Autori; Pallavicini-Conte- Virano
"Lontano dagli occhi" cantata da: Sergio Endrigo & Mary Hopkin – Autori; Endrigo –Bardotti
"Ma che freddo fa" interpreti: Nada & The Rokes – Autori; Migliacci – Mattone
"Meglio una sera (piangere da solo)" interpreti: Mino Reitano & Claudio Villa – Autori; Nisa – Salerno – F. e M.Reitano
"Non c’è che lei" cantata da: Sonja & Armando Savini – Autori; Terzi - Rossi
"Piccola piccola" interpreti: Alessandra Casaccia & Carmen Villani – Autori; Buonassisi - Bertero -Marini
"Quando l’amore diventa poesia" interpreti: Orietta Berti & Massimo Ranieri – Autori; Mogol-Soffici
"Se tu ragazzo mio" cantata da: Gabriella Ferri & Stevie Wonder – Autori; V.G.Ferri-Pintucci
"Tu sei bella come sei" interpreti: Mal & The Showmen – Autori; Cassia-Bardotti-Marrocchi
"Una famiglia" cantata da: Isabella Jannetti & Memo Remigi – Autori, Testa-Remigi
"Un’avventura" interpreti: Lucio Battisti & Wilson Pickett – Autori; Mogol –Battisti
"Un’ora fa" cantata da: Fausto Leali & Tony Del Monaco – Autori; Berretta-Parazzini-Intra
"Un sorriso" interpreti: Milva & Don Backy – Autori; Detto-Mariano-Don Backy
"Zingara" cantata da: Bobby Solo & Iva Zanicchi – Autori; Albertelli –Riccardi
"Zucchero" interpreti: Rita Pavone & Dik Dik – Autori; Rapetti-Clausetti-Soffici-Guscelli

Classifica finale:
  • Al primo posto; Bobby Solo, Iva Zanicchi, con "Zingara" (voti 237)
  • Al secondo posto; Sergio Endrigo, Mery Hopkin, con "Lontano dagli occhi"(voti 228)
  • Al terzo posto; Milva, Don Backy, con "Un sorriso" (voti 178)


5. LA CANZONE VINCITRICE DEL XIX° FESTIVAL DI SANREMO:

1. ZINGARA - Bobby Solo, Iva Zanicchi