Ci "aiuti" a crescere?
Ti ringrazio in anticipo per il tuo




________________________________________

DIVENTA COLLABORATORE!

Italia Canora è in continua crescita e sempre alla ricerca di collaboratori che desiderano partecipare a questo grandioso progetto.

Aiuta Italia Canora a cercare materiale come cover, videoclip testi e quant'altro occorre per inserire le discografie dei nostri grandi artisti italiani!

Se sei appassionato di musica potresti dedicarti ad inserire il tuo artista preferito con delle semplici linee guida.

Lasciami un messaggio (in chat oppure in alto su Messages), ti contatterò quanto prima!

________________________________________






________________________________________



Caricamento video...
AFFILIAZIONI - SITI - BLOG
e FORUM

LaFavolaBlu


Progetto Musico Sognante Italiano
La fiaba del mare della Musica Italiana
ed Internazionale

____________________________


Nonsolosuoni




Un sogno
fatto di musica!

______________________


_____________________


Estatica è l'enciclopedia di musica italiana, internazionale e cultura.

Discografie, recensioni, interviste, monografie, live report, video, ebooks


_____________________



________________________


_____________________



________________________



________________________

Chi è in linea
In totale ci sono 23 utenti in linea: 1 Registrato, 0 Nascosti e 22 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

admin_italiacanora

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 118 il Ven Lug 14, 2017 9:34 pm





__________________________________

Ti piace il nostro Portale??
Allora votaci cliccando su questo bottone ... Grazie!!

migliori siti


www.italiacanora.net


Grazie a voi abbiamo vinto questi AWARD
nella classifica di NET-PARADE


Uno dei più belli
In classificasito internet
In classifica
Sito d'argento
DISCLAIMER
Tutte le copertine, testi e video presenti su questo forum sono solo per uso informativo e di intrattenimento.
Puoi scaricare e stampare la copertina se possiedi l'originale e hai bisogno di rimpiazzarla.
Tutto cio' che puo' essere considerato legale, dipende dalle leggi sul copyright del tuo paese di residenza. Non è nostra intenzione infrangere Copyright per cui, se ciò dovesse accadere, prego gli interessati a scrivere agl'amministratori i quali provvederanno alla rimozione immediata o a citare la fonte, se richiesto.
Lo Staff di ItaliaCanora.net non è responsabile dell'utilizzo e di eventuali danni a cose o persone causati dal materiale presente in questo forum, inoltre si tiene a precisare che tutto ciò che è presente in questo forum vi è stato messo in assoluta buona fede e senza alcuno scopo di lucro.
Traduttore - Translater
METEO ITALIA OGGI

Partner

creare un forum



Motori ricerca

Segnala il tuo sito nella directory

http://www.wikio.it

Cerrrca.com la ricerca con tre rrr


LICENZA
Licenza Creative Commons

Quest'opera è distribuita con Licenza
Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.

FESTIVAL DI SANREMO 2014: I CANTANTI - LE CANZONI - I TESTI

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

FESTIVAL DI SANREMO 2014: I CANTANTI - LE CANZONI - I TESTI

Messaggio  settenote il Gio Set 19, 2013 6:01 pm



VOCI E INDISCREZIONI SU I PROBABILI CONDUTTORI SANREMO 2014

Cominciano i casting per Sanremo 2014: in particolare si sono aperte le selezioni per l’Area Sanremo 2013 dedicata ai giovani

A circa sei mesi dal Festival di Sanremo 2014, ecco iniziate le prime chiacchiere e i primi rumors su quelli che saranno i protagonisti. La macchina organizzativa del Festival è già all’azione alla ricerca di artisti da scegliere e indirizzare verso il percorso di formazione che li porterà poi a salire sul prestigioso parco del teatro Ariston di Sanremo. Le iscrizioni per partecipare alla kermesse canora sono già aperte e iniziano anche le prime voci sui possibili candidati conduttori.

Senza ombra di dubbio, per la seconda volta consecutiva, sul palco dell’Ariston, come conduttore del Festival della canzone italiana, salirà Fabio Fazio, voluto dalla produzione del Festival dopo il grande successo dello scorso anno. Ad accompagnarlo però non sarà l’attrice comica torinese Luciana Littizzetto che, nonostante la bella esperienza dello scorso anno, preferisce passare la palla ad un’altra artista. Ed ecco chi dovrebbe affiancare Fabio Fazio: Geppi Cucciari che dopo il mega concertone del Primo Maggio a Roma, la fine del programma G’Day e l’esperienza ne Le invasioni barbariche non dovrebbe avere impegni imminenti. Quello che facilita la trattativa è che l’agente di Geppi Cucciari, Beppe Caschetto, è lo stesso di Fabio Fazio e anche di Luciana Littizzetto. Tra l’altro, la comica sarda non ha mai nascosto il desiderio di condurre il Festival di Sanremo, quindi il suo desiderio potrebbe trasformarsi in realtà.

Largo spazio, nell’edizione 2014 del Festival di Sanremo, sarà data ai giovani. Per partecipare all’area Sanremo 2013, cioè il concorso dedicato ai giovani dai 16 ai 36 anni che desiderano partecipare alla kermesse canora, occorre scaricare il bando ufficiale sul sito www.areasanremo.it. Il giorno 16 ottobre ci sarà una giornata di accoglienza per i giovani artisti nella città di Sanremo e invece i corsi inizieranno il 17 ottobre e termineranno il 19. Durante i corsi sono previsti interventi di alcune importanti figure professionali del panorama musicale e dello spettacolo come Renzo Rubino e Arisa. Successivamente ci saranno le selezioni di fronte alla Commissione di Valutazione che proclamerà gli otto vincitori i quali saranno in gara al Festival della Canzone Italiana 2014.
Fonte: QUI


Geppi Cucciari, no a Sanremo: “Non me l’ha proposto nessuno”


Geppi Cucciari non condurrà il Festival di Sanremo nel 2014. Non perché non voglia: ma perché, più semplicemente, nessuno glielo ha proposto.

A spiegarlo è stata la stessa conduttrice sarda, intervistata dal quotidiano Libero: “Non è un no, il mio. Per rispondere a qualcuno devono averti fatto la domanda. Io non ho avuto proposte ufficiali”. Geppi, insomma, non chiude la porta all’Ariston: ma preferisce salire sul palco ligure da protagonista, e non come un’”intrusa”. Come potrebbe reagire la coppia Littizzetto-Fazio all’arrivo di un nuovo elemento? “Fazio ha twittato che non ci può essere Sanremo senza Luciana (Littizzetto, ndr). E allora? Che andrei fare in mezzo a quei due? Penso ad altro, per esempio a recitare. Ho 40 anni, c’è tempo per l’Ariston”.

Già, anche perché al momento i progetti non mancano. Conclusa l’esperienza di G’Day e de Le invasioni barbariche su La7, Cucciari negli ultimi mesi si è dedicata al cinema, recitando in Un fidanzato per mia moglie, commedia con Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu. “Lì ci sono Luca e Paolo a tenere allegri tutti quanti. Io sono la moglie di Paolo, sempre sola e parecchio giù di corda. Tedio la mia dolce metà fino all’esaurimento. Immaginate dal titolo che succederà”. Sarà, inoltre, nel cast de L’arbitro, pellicola di Paolo Zucca che verrà presentata addirittura al Festival di Venezia. “È una commedia in bianco e nero su un episodio di corruzione arbitrale in un campionato di terza categoria. Io sono la figlia dell’allenatore cieco”.

Per quel che riguarda il piccolo schermo, invece, si parla di una sua presenza al fianco di Gianni Morandi negli speciali che il cantante bolognese registrerà per Canale 5 quest’autunno. Al momento, spiega Geppi, “non c’è nulla di definitivo”, anche se l’ipotesi non sembra lontana dal vero. La sintonia tra i due, d’altra parte, è evidente, come dimostrato ai tempi dell’ospitata di Geppi nell’ultimo Sanremo di Morandi (ricambiata poi dal cantante lo scorso settembre, in occasione della prima puntata di G’Day). Fu proprio in quell’occasione, sul palco dell’Ariston, che Geppi ottenne la sua definitiva consacrazione presso il grande pubblico, complice l’appello finale dedicato a Rossella Urru. Di sicuro, comunque, la presentatrice di Macomer tornerà in tv “nella primavera 2014. Forse a Mediaset, forse in Rai”.

Insomma, archiviato il rapporto con La7, per Geppi Cucciari sembra andare tutto a gonfie vele: dall’amore (in questi giorni è stata immortalata in viaggio con suo marito Luca Bonaccorsi) alla carriera, tra cinema, teatro e televisione, la sua agenda è sempre piena. E a Sanremo penserà in futuro.
Fonte: QUI


Sanremo 2014, Jovanotti nel cast? Lo chiama anche la Littizzetto


Confermati Fabio Fazio e Luciana Littizzetto a Sanremo 2014, con “un progetto tutto diverso” - come confermato anche dal direttore di Rai 1 Giancarlo Leone in una recente intervista - l’attenzione si sposta sul cast che affiancherà la coppia d’oro di Che Tempo che Fa sul palco dell’Ariston.

Cero è che ‘progetto diverso’ è un’indicazione alquanto scarsa per poter capire dove intendono andare a parare non solo i conduttori, ma tutto il team creativo. I due (anzi i tre, considerato anche Leone) sembrano intenzionati a non mollare la presa sull’amico Lorenzo ‘Jovanotti’ Cherubini: già alla fine della stagione di Che Tempo Che Fa, Fazio aveva espresso il desiderio di realizzare qualcosa col cantante, che sente artisticamente affine, e negli ultimi giorni ci ha pensato Luciana Littizzetto a rafforzare l’ipotesi di una sua presenza all’Ariston quasi ‘ordinandogli’ - più che invitarlo - di presentarsi a Sanremo 2014.

“Balengo, vieni!” ha detto Luciana nello spot non autorizzato per In questa notte fantastica realizzato in spiaggia con Fiorello. E a proposito di Fiorello, che sia tra i desiderata di Leone non è un mistero per nessuno.

   “Lui sa bene che rappresenta uno dei rarissimi casi in cui è l’artista a decidere come, dove e quando ripresentarsi in televisione”,

ha detto Leone qualche giorno fa. E un’accoppiata Jovanotti-Fiorello all’Ariston, sarebbe di certo un bel colpo per il bis sanremese di Fazio e Littizzetto. Si potrebbe ricreare una coppia in stile Deejay Television proprio a conclusione di un anno che ha visto il rap metropolitano e sentimentale trionfare in ogni dove: un ritorno a quello tardo ‘80/’90 ci potrebbe anche stare, con Jovanotti alla consolle e Fiorello a fare l’animazione.

Ovviamente si fantastica, in attesa di conferme ufficiali, che potrebbero arrivare, per quel che riguarda Jovanotti, già dopo lo speciale In Questa notte Fantastica #Lorenzoneglistadi, in onda il 2 settembre su Rai 1.Che si arrivi presto a un #lorenzonell’Ariston?
Fonte: QUI


Sanremo 2014, Fazio e Littizzetto confermati alla conduzione


Diciamo che non ci voleva un genio per sapere che sarebbero stati Fabio Fazio e Luciana Littizzetto a condurre (dopo il grande successo di quest’anno) il Festival di Sanremo 2014.

Ma se la voce, prima, arrivava dai tweet e dai rumors, adesso è riportata anche dal Radiocorriere, che, con un’intervista a Giancarlo Leone, si dedica, fin dai mesi estivi, al Festival di Sanremo, sia mai che ci dimenticassimo, ad agosto, che esiste e che arriverà nel 2014.
La frase dell’intervista, fra l’altro, lascia pensare che non assisteremo a un Sanremo fotocopia del precedente, ma che si cambierà. Fazio e Littizzetto confermati, sì, ma

   «con un progetto completamente diverso. A Fazio piace cambiare e so già che tutti e due ci stupiranno».

Squadra che vince non si cambia, dunque, come nella migliore delle tradizioni Ma progetto sì. Almeno, questo è quel che ci garantisce Leone.

Da spettatori, la domanda nasce spontanea: davvero, Fazio e Littizzetto riusciranno a portare in scena dinamiche e argomenti diversi da quelli mostrati nel corso della scorsa edizione? Addirittura a rivoluzionarli completamente?
La cosa sembra, francamente, un po’ improbabile, visto che i due sono una coppia rodata che fa una televisione altamente connotata. Ma non vendiamo la pelle del Festival prima di averlo visto e diamo fiducia, per il momento, al duo e alla squadra autoriale e tecnica che ha ben figurato qualche mese fa.
Fonte: QUI


L'idea fantastica per il prossimo Festival: Fiorello e Jovanotti a Sanremo 2014


Super confermati i due anfitrioni dell’ultimo Festival Fabio Fazio e Luciana Littizzetto, che hanno portato a casa un grande risultato in termini di ascolto, oltre che essere riusciti ad imprimere al Festival una svolta in termini di qualità di prodotto, ci sarebbe l’idea in stato embrionale di una partecipazione, in termini e modi ancora da definire, di due artisti e cantanti quali sono Fiorello e Jovanotti, quest’ultimo in qualche modo “invitato” al Festival dalla Littizzetto.

Per entrambi sarebbe un ritorno sul palcoscenico della più importante manifestazione canora del nostro paese. Proprio in questi giorni Jovanotti sta per andare in onda su Rai 1 con la serata musicale “In questa notte fantastica” aiutato con i promo, più o meno ufficiali dai video via web proprio di Fiorello. Ma come si sa, l’appetito vien mangiando, quindi per Jovanotti, questo potrebbe essere il preludio per un coinvolgimento televisivo più importante, quale è Sanremo, condotto dal suo amico Fabio Fazio, che per altro lo ha già pubblicamente invitato .

Coinvolgimento che vedrebbe Fiorello, suo grande amico al fianco, con regista, dietro le quinte ma neppure poi tanto di tutta questa operazione il produttore storico dei grandi eventi di Rai 1 e padre televisivo dei grandi eventi televisivi di Fiorello e di quest’ ultimo di Jovanotti, Bibi Ballandi. Ballandi che potrebbe con questa operazione mettere sul tavolo del direttore di Rai 1 questi due importanti assi, nella partita che lo vedrebbe impegnato in questi giorni a strappare alla Rai qualche soldino in più per mettere insieme il cast dello show da lui prodotto per il primo canale della televisione pubblica Ballando con le stelle. Show questo da cui mancano ancora alcuni nomi di grido per un gruppo di ballerini per ora ancora incompleto e assolutamente senza l’ imprimatur di alcuna firma sui contratti, nonostante le solite voci che circolano negli ambienti più o meno informati dei media nostrani.

Starebbe quindi nascendo un gioco ad incastri che porterebbe ad un Festival di Sanremo di grande impatto artistico-mediatico, qualsiasi sia il coinvolgimento di Fiorello e Jovanotti nella storica kermesse musicale. Siamo certi inoltre che il progetto farà dell’originalita’ la sua arma più appuntita, d’altronde entrambi sanno usare molto bene i nuovi strumenti telematici per dialogare con il pubblico, quindi è estremamente probabile che in questo progetto sanremese se ne faccia largo uso, per tornare ad unire, sotto la bandiera di Rai 1, lo storico pubblico over del primo canale della Rai, con il pubblico under, che sta ormai progressivamente abbandonando la televisione, a favore del web.

Un progetto decisamente affascinante quello che starebbe per nascere a proposito del prossimo Sanremo, un idea di certo non facilissima da realizzare, ma se Fazio riuscì a portare sul palco dell’Ariston personaggi del calibro di Gorbaciov, ce la potrebbe fare anche stavolta.
Fonte: QUI


Sanremo 2014 a Fabio Fazio, l'ufficialità con un tweet


Sanremo 2014 sarà affidato nuovamente a Fabio Fazio. L’ufficialità è arrivata con un tweet del conduttore. Su TvBlog vi avevamo raccontato dello scambio di cinguetti pubblici tra Fazio e Roberto Saviano (in occasione del decimo anniversario di Che tempo che fa) con l’intromissione del direttore di Rai1. Ebbene, alla domanda di Giancarlo Leone ‘ma allora il progetto c’è?’ è giunta la risposta di Fazio.

   Dai che lo sai! A Sanremo non si può dire di no. Ci divertiremo!

E, poco dopo, la controreplica di Leone, clamorosamente ignorata dal conduttore:

   Bene! Allora è ufficiale. Il tuo progetto è veramente bello! Sanremo è Sanremo. Febbraio 2014. Con o senza elezioni?

La notizia, ci rendiamo conto, non è sconvolgente visto che da settimane era praticamente certa. Dunque, avuta l’ufficialità della riconferma di Fazio, ora è il momento delle indiscrezioni sui compagni di viaggio del conduttore ligure. Al suo fianco di sicuro ci sarà Luciana Littizzetto, mentre diventa sempre più probabile la presenza, in un ruolo non ancora ben definito, di Lorenzo Jovanotti (magari insieme a Fiorello) e di uno sportivo italiano molto prestigioso (Alessandro Del Piero?). E poi, appunto, c’è il capitolo Saviano. Lo scrittore napoletano, ieri finito nella ‘trappola’ di Enrico Mentana, sembra destinato ad una nuova avventura televisiva e le possibilità che questa abbia luogo al teatro Ariston di Sanremo sono altissime, come si evince dai tweet di Fazio.
Fonte: QUI


Sanremo 2014: Iniziano i preparativi


Finalmente la macchina del Festival di Sanremo 2014 è ufficialmente partita oggi, martedì 17 Settembre.
Ieri si è tenuto il primo incontro sulla nuova edizione della kermesse canora che si terrà a Febbraio 2014 e che vedrà sul prestigioso palco del Teatro Ariston di Sanremo gli artisti emergenti che gareggiano tra i “Giovani” e i “Big” che scelgono il palco dell’Ariston per presentare i nuovi progetti discografici.

In questi giorni sui social numerosi sono i sondaggi che chiedono agli internauti di esprimere le proprie preferenze nella speranza di influenzare le scelte della commissione ma è ancora troppo presto per parlare e dalla pagina facebook del Festival di Sanremo apprendiamo che ieri si è tenuto il primo incontro di una lunga serie: ”Oggi prima riunione per il festival… L’avventura è cominciata.”, dice Fazio e poi aggiunge un desiderio: “Speriamo di riuscire a organizzare una bella festa per tutti!” Queste le parole di Fazio su twitter.

Il conduttore Fabio Fazio ha scambiato, qualche giorno fa, una serie di tweet con il direttore della Rai, Giancarlo Leone via Twitter: Fazio ha scritto a Giancarlo Leone: “Dai che lo sai! A Sanremo non si può dire di no. Ci divertiremo!” e Leone ha risposto: “Bene! Allora è ufficiale. Il tuo progetto è veramente bello! Sanremo è Sanremo. Febbraio 2014. Con o senza elezioni?”. La battuta del Direttore fa riferimento allo scorso anno, quando la data della kermesse fu messa in dubbio dalla vicinanza con le consultazioni elettorali politiche.

Ancora top secret il programma, le date e gli eventuali ospiti invitati nel corso delle varie serate: è ancora presto per discuterne e probabilmente neanche Fazio ha ben chiaro in che direzione portare il suo Festival. Ad essere certa è solo la conduzione, che per il secondo anno consecutivo lo vede al timone con Luciana Littizzetto. Secondo alcune indiscrezioni che partono dal web, pare che ad affiancare Fabio Fazio e Luciana Littizzetto, sarà anche Roberto Saviano, che, come di consueto, intratterrà il pubblico con i suoi monologhi.
Fonte: QUI


Ultima modifica di settenote il Gio Gen 23, 2014 11:35 am, modificato 1 volta
avatar
settenote

Messaggi : 198
Punti : 355
Data d'iscrizione : 27.04.10
Età : 63
Località : Prato-Toscana

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: FESTIVAL DI SANREMO 2014: I CANTANTI - LE CANZONI - I TESTI

Messaggio  settenote il Lun Gen 20, 2014 5:23 pm

FACCIAMO UN RIASSUNTO DI QUESTI ULTIMI MESI

23 settembre 2013
Il Festival di Sanremo 2014 si svolgerà dal 18 al 22 febbraio, la serata del venerdì sarà dedicata alla musica d’autore

Comincia ufficialmente l’era Fazio-quater del Festival di Sanremo. L’edizione del 2014 ha ora, infatti, delle date ufficiali: si svolgerà dal 18 al 22 febbraio. Il regolamento resterà praticamente invariato, mentre la formula subirà un’importante variazione: la serata del venerdì sarà dedicata alla canzone d’autore italiana. Presenteranno, ovviamente, Fabio Fazio e Luciana Littizzetto.

Fabio Fazio, in un’intervista a TV Sorrisi e canzoni, tratteggia nuova edizione del Festival di Sanremo. Fazio tornerà per la quarta volta sul palco dell’Ariston, la seconda consecutiva, ma dice di non sentire la pressione: “Rispetto all’anno scorso sono molto più rilassato. La logica, dopo il successo dello scorso anno, avrebbe suggerito di non rifarlo. Ma è come per un pilota di Formula 1. Non è che siccome ha vinto una corsa smette di partecipare, no? E inoltre ho il vantaggio di… confrontarmi con me stesso. Non saranno quei punti in più o in meno di Auditel a cambiarmi la vita“.

La cinquantaquattresima edizione del Festival si svolgerà dal 18 al 22 febbraio e sarà una celebrazione della televisione italiana, che compirà 60 anni proprio all’inizio dell’anno prossimo. Fazio, però, avverte che sarà una festa e non ci sarà spazio per la nostalgia. L’obiettivo più ambizioso che il presentatore cercherà di raggiungere in questa edizione sarà riconciliare il Festival con il Premio Tenco, e quindi canzonette e canzone d’autore: “Il Club Tenco è nato in antitesi al Festival, per dare spazio alla canzone d’autore, quella che “invece” a Sanremo non andava perché lì c’erano solo le canzonette popolari. Oggi questa separazione non esiste più: così dedicheremo una serata ai nostri grandi cantautori, coi loro capolavori rivisitati dai cantanti in gara“. La serata in questione sarà quella del venerdì e sarà la novità maggiore rispetto all’anno scorso. Sostanzialmente invariato invece il regolamento, con i cantanti in gara che dovranno presentare due canzoni, una delle quali verrà eliminata dopo il primo voto del pubblico.

3 ottobre 2013
Il Festival di Sanremo 2014 si svolgerà dal 18 al 22 febbraio, la serata del venerdì sarà dedicata alla musica d’autore

È stato pubblicato sul sito del Festival di Sanremo il regolamento della sessantaquattresima edizione, in partenza il 18 febbraio 2014. Come già vi avevamo annunciato un paio di settimane fa, non ci sono cambiamenti significativi rispetto alla scorsa edizione: gli artisti in gara nella categoria “Campioni” saranno 14 e dovranno presentare due canzoni ciascuno, mentre le “Nuove Proposte” saranno otto. Spazio, nella serata del venerdì, alla musica d’autore con il “Sanremo Club“.

Con la pubblicazione online del regolamento del regolamento, comincia a prendere forma il Festival di Sanremo 2014 targato Fabio Fazio, che anche quest’anno sarà direttore artistico oltre che conduttore. La manifestazione si svolgerà, come già annunciato, dal 18 al 22 febbraio, saranno 14 gli artisti in gara nella categoria “Campioni”, “individuati secondo criteri di contemporaneità, fama e valore riconosciuti“, ognuno dei quali presenterà due brani, mentre le “Nuove proposte” saranno otto. Durante tutte le serate, ai voti della Giuria della Stampa si sommeranno quelli del pubblico da casa con il televoto, e i due sistemi di voto avranno pari valore. Di seguito potete trovare, a grandi linee, il programma di Sanremo 2014 giorno per giorno.

  • Prima serata (18 febbraio): 7 dei 14 “Campioni” in gara presentano entrambe le proprie canzoni; una delle due canzoni di ogni artista viene eliminata dal televoto e dalla Giuria della Stampa; vengono presentate al pubblico le otto “Nuove proposte”.
  • Seconda serata (19 febbraio): si esibiscono i sette “Campioni” rimasti, con le stesse modalità della prima serata; si esibiscono quattro “Nuove proposte”, di cui due vengono eliminati dal televoto e dalla Giuria della Stampa.
  • Terza serata (20 febbraio): si esibiscono tutti i 14 “Campioni” con la loro canzone rimasta in gara, e vengono votati dal pubblico da casa e dalla Giuria; si esibiscono le quattro “Nuove proposte” rimaste, con le stesse modalità della seconda serata.
  • Quarta serata (21 febbraio): serata speciale denominata Sanremo Club, in cui i 14 artisti “Campioni” si cimenteranno, senza votazioni, in canzoni della storia della musica italiana e potranno essere accompagnati da ospiti italiani o internazionali; inoltre, si esibiscono le quattro “Nuove proposte” rimaste in gara e viene proclamato il vincitore.
  • Quinta serata (22 febbraio): si esibiscono tutti i 14 “Campioni” e viene proclamato il vincitore.

Fonte: QUI


13 Novembre 2013
IFabio Fazio al lavoro per scegliere le canzoni: ci sarà Giusy Ferreri?

Sanremo 2014 sta per entrare nel vivo, con la selezione dei brani che verranno proposti. La marcia di avvicinamento prosegue, e ieri pomeriggio su Twitter Fabio Fazio ha postato una foto con la didascalia “Prima ascolti delle canzoni per Sanremo 2014!!“. Il team di lavoro del presentatore ligure, insomma, è già all’opera e sta valutando i primi pezzi presentati. Sale la curiosità, dunque, per scoprire quali artisti saliranno sul palco dell’Ariston: tra essi non ci sarà sicuramente Emma Marrone (vinse nel 2012 con Non è l’inferno, brano scritto da Kekko dei Modà), che sabato scorso, intervistata da Silvia Toffanin a Verissimo, ha rivelato di avere altri programmi.

Sperano di esserci, invece, i Sulutumana: la band lombarda ha dichiarato all’AdnKronos di pensare a Sanremo con piacere e di volere “calcare un giorno quel palco. Riteniamo che la qualità degli ultimi anni sia molto buona: Fabio Fazio ha dato sempre ampio spazio alle novità e ai giovani prediligendo una linea meno incline a ritorni e vecchie glorie, strizzando invece particolarmente l’occhio alla canzone d’autore, filone che ci piacerebbe rappresentare sul palco dell’Ariston“.
Secondo il settimanale Chi, poi, dovrebbe essere sicura la presenza di Giusy Ferreri, ex concorrente di X Factor. La testata, solitamente ben informata, dà per certa la partecipazione dell’interprete di Non ti scordar mai di me.

L’avventura di Anna Oxa a Ballando con le stelle, con polemiche annesse e seguito mediatico eccezionale, potrebbe rappresentare il viatico per il ritorno della cantante pugliese sul palco dell’Ariston. Vincitrice nel 1999 con Senza Pietà, la Oxa ha preso parte tantissime volte a Sanremo, anche se è ancora fresca la polemica per la sua esclusione dal Festival del 2013. E’ passata sufficiente acqua sotto i ponti per dire addio alle polemiche e seppellire l’ascia di guerra?

In tutto, saranno quattordici i big che animeranno la competizione: tra di loro, potrebbero esserci numerosi reduci dai talent show. D’altra parte Sanremo negli ultimi anni è stata una vetrina importante per gli ex concorrenti di Amici e X Factor (dalla già citata Emma a Noemi, da Valerio Scanu a Marco Mengoni, trionfatore nel 2013), e anche nella prossima edizione potrebbero esserci gustose novità.

Non è da escludere la presenza di Alessandra Amoroso, già vista su Raiuno ultimamente come ospite di Tale e Quale Show. Altri nomi papabili sono quelli di Francesca Michielin, di X Factor 5, e di Moreno Donadoni, il rapper nazionalpopolare uscito da Amici.

E voi chi vorreste sul palco dell’Ariston?
Fonte: QUI


15 Novembre 2013
Raffaella Carrà sarà ospite

Ve la immaginate Raffaella Carrà che balla A far l’amore comincia tu sul palco dell’Ariston al Festival di Sanremo 2014? Difficile che si esibisca in questa performance, ma una cosa è certa: sarà ospite al prossimo Festival della canzone italiana, condotto per il secondo anno consecutivo dalla coppia-rivelazione Fabio Fazio e Luciana Littizzetto.

Ha proprio deciso di scendere le scale di Sanremo 2014 per rimediare alla ‘delusione’ riservata a Fazio già l’anno passato: «L’anno scorso gli ho detto di no, ma quest’anno sto per dire di sì. Fabio Fazio, Luciana Littizzetto e la loro squadra sanno fare la televisione. Ma il resto lo scoprirete nelle prossime settimane».

Una notizia accolta nel modo migliore dai fans e dagli addetti ai lavori, visto che già l’anno scorso si era parlato della sua partecipazione ma in termini di concorrente e non di ospite, come ricorda lei stessa:

«Mancano dei dettagli ma credo che ci andrò. Mi fido di Fazio. Glielo devo – ha detto Raffaella all’Adnkronos – e canterò anche una canzone, anche se poi il mio intervento sara’ legato ai 60 anni della tv. Gia’ l’anno scorso mi aveva chiesto di andare ma con due canzoni inedite in gara e gli avevo risposto: sei matto?».

Quanti vorrebbero rivederla nella “misteriosa” seconda edizione The Voice (di cui si sa ancora pochissimo…) si vedano accontentati: «E’ un programma che mi piace perché mi emoziona. Anche se è così dura la seconda fase in cui bisogna eliminare i concorrenti».

Lieta novella, dopo le indiscrezioni di qualche giorno fa che vorrebbero Giusy Ferreri tra i concorrenti di questa edizione e un riscaldamento generale dei motori della macchina del Festival della canzone italiana per eccellenza. Chissà che anche Gerry Scotti non faccia “un giro” all’Ariston, vi ricordate cosa ha detto a Linus tempo fa?
Fonte: QUI


26 Novembre 2013
Cantanti in gara: si aggiungono Caparezza e Grignani

Nuovo giorno e nuovi nomi di potenziali cantanti in gara al Festival di Sanremo 2014. Stavolta è Chi a sfornare la lista dei futuri concorrenti della kermesse canora e in buona parte ricalca l’elenco già circolato nelle ore scorse. Con qualche piccola ma significativa aggiunta: vediamo di chi si tratta.

Il settimanale in edicola in questi giorni pubblica ben tredici nomi dei quattordici che dovrebbero salire sul palco dell’Ariston il prossimo febbraio. Secondo Chi sarebbero confermati i Mondo Marcio, Giusy Ferreri, Antonio Maggio, Niccolò Fabi e il rapper Clementino, a cui si aggiungerebbero altri artisti già ipotizzati dal mondo del web: Noemi, Alex Britti, Ron, Francesco Renga e Francesco Sarcina de Le Vibrazioni.

Nella lista figurano però anche tre novità, finora assenti dalle speculazioni mediatiche. Si tratta di Gianluca Grignani, Caparezza e degli Otto Ohm, gruppo che si è presentato sulla scena musicale italiana come interprete della nuova canzone d’autore. Per loro sarebbe la prima partecipazione al Festival, anche se in passato non si erano mostrati molto propensi a concorrere.

Cosa ve ne pare delle new entry e delle ipotesi avanzate dalla rivista? Chi siete curiosi di veder salire sul palco tra gli artisti in questione? E chi invece vi piacerebbe veder inserito nella lista? Nel frattempo, le voci di corridoio continuano a impazzare e così sarà fino al 18 dicembre, quando Fabio Fazio svelerà finalmente i componenti della sua squadra.

3 Dicembre 2013
Cantanti in gara: tra i Big ci sono Nek, Noemi e Annalisa

Mancano meno di tre settimane all’annuncio ufficiale dei Big che parteciperanno al Festival di Sanremo 2014, ma TV Sorrisi e Canzoni è già in grado di anticipare buona parte dei concorrenti che gareggeranno alla famosa kermesse canora. Alcuni dei nomi sono gli stessi resi noti da Chi alcuni giorni fa, mentre altri rappresentano una novità assoluta.

Nell’elenco stilato della rivista diretta da Aldo Vitali vengono riproposti i già ipotizzati Mondo Marcio, Giusy Ferreri, Antonio Maggio, Arisa e Francesco Sarcina de Le Vibrazioni. Confermati anche Alex Britti, che salirebbe sul palco accompagnato da Bianca Atzei, e Noemi, mentre le new entry sono: Nek, Mango, Giuliano Palma, Il Cile, Raphael Gualazzi, Annalisa e probabilmente Enrico Ruggeri, con il quale sarebbero attualmente in corso le trattative.

Il settimanale in edicola dà anche conferma della presenza di Raffaella Carrà come ospite del festival e in più ipotizza la partecipazione straordinaria di Franco Battiato e Giorgia, la quale si esibirebbe con Alicia Keys nel singolo ‘I will pray’.

Inoltre, TV Sorrisi e Canzoni preannuncia anche una parentesi omaggio dedicata a Enzo Jannacci, che troverà collocazione all’interno della serata speciale del venerdì.
La struttura del Festival sta assumendo contorni sempre più delineati e tra poco toccherà ai Giovani, che saranno selezionati il 6 dicembre: i sei scelti in quest’occasione andranno ad aggiungersi ai due vincitori di Area Sanremo e formeranno così il gruppo che si esibirà all’Ariston a febbraio.

6 Dicembre 2013
Tra i giovani aspiranti tanti reduci dei talent show

Mentre continuano le indiscrezioni sui i Big di Sanremo 2014, i Giovani si accingono ad affrontare le selezioni per accedere alla categoria dedicata agli esordienti nel mondo della canzone italiana. Tra i sessanta finalisti che possono ancora sperare di essere tra i sei concorrenti in gara – due arriveranno da Area Sanremo – si ritrovano molti volti noti al pubblico dei talent show nostrani.

Proprio oggi a Roma si terranno le audizioni finali alla presenza della commissione musicale composta da Claudio Fasulo, Andrea Guerra, Massimo Martelli, Stefano Senardi e presieduta dal direttore artistico Mauro Pagani anche quest’anno. Tra gli ex talent pronti ad affrontare questo importante step si comincia da Davide Papasidero, concorrente degli Under 25 di Morgan in X Factor 5 e di diritto ammesso alla finale in quanto vincitore del Festival di Castocaro 2013 con il brano Adesso oppure mai. Dalla stessa edizione del talent targato Sky arriva anche Antonella Lo Coco, pupilla di Arisa nonché giurata di Io canto che presenta Sintassi impazzita. Sempre da X Factor 5 arriva Jessica Mazzoli, ex compagna di Morgan dalla quale ha avuto la piccola Lara, il cui nome non a caso è il titolo del pezzo che potrebbe essere ascoltato sul prestigioso palco dell’Ariston. Bisogna tornare indietro di qualche edizione di X Factor – esattamente la terza – per ricordare il diamante grezzo di Simona Ventura, Jury Magliolo che canterà Da quando non ci sei, mentre dalla precedente edizione del talent arriva il secondo classificato Ics (Son un Enrico qualunque), rapper che ha sdoganato il genere nei talent appena prima della vittoria di Moreno Donadoni ad Amici 12.

Pochi aspiranti concorrenti si contano tra i reduci del talent show di Canale 5 ovvero il cantante lirico Matteo Macchioni (Dove anima c’è), finalista ad Amici 9 ed Edwyn Roberts (Però, buonanotte), partecipante ad Amici 12. Se il primo vanta già una carriera discreta – dischi prodotti dalla Sugar di Caterina Caselli e la conduzione del programma Mozart a modo mio – Edwyn è un esordiente in senso lato. Tanti sono, infine, i reduci dalla prima edizione di The Voice che potrebbero ritrovare sul palco del Festival l’ospite speciale Raffaella Carrà, coach del programma con Riccardo Cocciante, Piero Pelù e Noemi. Ci provano le scoperte rock di Piero Pelù, Francesco Guasti (Scintilla contro scintilla) e Timothy Cavicchini (Ti sto ancora aspettando) ma anche i pupilli di Raffaella Carrà Manuel Foresta (Quello che sono) e Veronica De Simone (Nuvole che passano). La rappresentanza del genere talent show non manca, ma gli emuli di Marco Carta, Valerio Scanu ed Emma Marrone dovranno affrontare anche la concorrenza di chi cerca ancora la sua grande chance televisiva.
Fonte: QUI


11 Dicembre 2013
Cantanti in gara: Nomadi, Alice, Dolcenera e Arisa

I cantanti in gara al Festival di Sanremo 2014 saranno ufficializzati esattamente tra una settimana, ma nel frattempo indiscrezioni e anticipazioni si susseguono senza sosta. Oggi, per esempio, è stato Libero ad annunciare con sicurezza buona parte del cast dei concorrenti della prossima edizione della kermesse. Tra di loro dovrebbero esserci, dunque, Arisa, vincitrice nel 2009 nella Sezione Giovani con Sincerità, e Alice, un gradito ritorno a più di trent’anni di distanza da Per Elisa. In gara, poi, sarà presente anche il frontman delle Vibrazioni Francesco Sarcina.

Pare certa, inoltre, la presenza del duo composto da Bianca Atzei e Alex Britti, così come quella di Francesco Renga, che all’Ariston vinse nel 2005. Sempre secondo Libero, a Sanremo l’anno prossimo potremo vedere il rapper Mondomarcio, Dolcenera e l’ex concorrente di X Factor Giusy Ferreri.

Mentre sembrano in ribasso le quotazioni del trio formato da Max Gazzè, Niccolò Fabi e Daniele Silvestri, avremo l’opportunità di assistere al grande ritorno dei Nomadi.

Stando al quotidiano di viale Majno, poi, “Fazio non vuol sentir parlare di talent-show, quest’anno. La partecipazione di ragazzi provenienti daAmici, da X Factor o da The Voice sarà ridotta all’osso. Il direttore artistico Mauro Pagani sta valutando soltanto le due canzoni proposte da Elhaida Dani, la ragazza albanese che vinse The Voice lo scorso anno. Come si vede, dieci nomi sono pressoché certi“. Il decimo, infatti, è quello di Cristiano De Andrè.

Tra gli ospiti, invece, sembra quasi certa la partecipazione di due grandi come Claudio Baglioni (che, dice Libero, “è un uomo-share: da solo vale sei-sette punti di percentuale ed è acclarato che la sua presenza in un programma televisivo impenna gli ascolti“) e Gino Paoli.
Fonte: QUI


18 Dicembre 2013
Cantanti in gara: Fabio Fazio annuncia i nomi dei 14 Big


Finalmente il giorno è arrivato. Dopo settimane di speculazioni sono stati annunciati i 14 Big in gara al Festival di Sanremo 2014. Diverse le conferme di nomi ipotizzati nelle settimane scorse ma, a sorpresa, Fabio Fazio ha anche tirato fuori qualche asso dalla manica.

E’ stato proprio Fabio Fazio a comunicare la lista ai microfoni del Tg1, confermando e al tempo stesso smentendo tante delle voci che si sono succedute nei mesi passati. Non mancano nomi che già erano circolati tra le pagine delle riviste più note, come Chi o TV Sorrisi e Canzoni, ma si sono avute pure delle sorprese. Il conduttore ha infatti inserito nella rosa anche delle new entry assolute, artisti che non erano mai stati fatti oggetto delle speculazioni sulla kermesse.

Contemporaneità è la parola d’ordine della manifestazione che si terrà tra il 18 e il 22 febbraio 2014 e il padrone di casa ci tiene a precisare che i brani in gara rispecchieranno i gusti del pubblico italiano.
Eccola quindi la lista dei 14 nuovi componenti del Festival, e non del Governo come Fazio si è spassosamente lasciato scappare con un lapsus:

- Arisa: ‘Lentamente’ e ‘Controvento’
- Noemi: ‘Bagnati dal sole’ e ‘Un uomo è un albero’
- Raphael Gualazzi con Bloody Beetroots: ‘Liberi o no’ e ‘Tanto ci sei’
- Perturbazione: ‘L’unica’ e ‘L’Italia vista dal bar’
- Cristiano De Andrè: ‘Invisibili’ e ‘Il cielo è vuoto’
- Ron: ‘Un abbraccio unico’ e ‘Sing in the rain’
- Renzo Rubino: ‘Ora’ e ‘Per sempre e poi basta’
- Frankie Hi-Nrg: ‘Pedala’ e ‘Un uomo è vivo’
- Giuliano Palma: ‘Così lontano’ e ‘Un bacio crudele’
- Riccardo Sinigallia: ‘Prima di andare via’ e ‘Una rigenerazione’
- Francesco Renga: ‘A un isolato da te’ e ‘Vivendo adesso’
- Antonella Ruggiero: ‘Quando balliamo’ e ‘Da lontano’
- Giusy Ferreri: ‘L’amore possiede il bene’ e ‘Ti porto a cena con me’
- Francesco Sarcina: ‘Nel tuo sorriso’ e ‘In questa città’

Se da un lato non sorprende la presenza di Arisa, Noemi, Giusy Ferreri e Francesco Sarcina, dati per certi un po’ da tutti, dall’altro stupisce l’inserimento di nomi come quello dei Perturbazione, gruppo Indie rock italiano in attività dal 1988 ma finora lontano dalle grandi folle.
Curiosa anche la partecipazione di Frankie Hi-Nrg, non proprio l’incarnazione del concorrente-tipo di Sanremo, ma del resto si era già profilata l’ipotesi di aprire le porte sanremesi al rap e per lui non è neanche la prima volta all’Ariston. Altro nome che può suscitare perplessità è quello di Riccardo Sinigallia, cantautore nostrano che ha collaborato in passato con i Tiromancino. Direttamente da Sanremo Giovani 2013 arriva invece Renzo Rubino, che l’anno scorso si classificò terzo in quella categoria con il brano ‘Il postino (amami uomo)’ e si aggiudicò il Premio della Critica ‘Mia Martini’.
Ritorni in grande stile per Antonella Ruggiero, Ron e Cristiano De Andrè, mentre Giuliano Palma entra in gara dopo aver duettato su quello stesso palco nel 2012, accompagnando Nina Zilli sulle note di ‘Per sempre’.

Siete convinti delle scelte fatte da Fazio e la sua squadra? Chi vi soddisfa e chi invece avreste preferito al posto dei cantanti annunciati?

      

Fonte: QUI
avatar
settenote

Messaggi : 198
Punti : 355
Data d'iscrizione : 27.04.10
Età : 63
Località : Prato-Toscana

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: FESTIVAL DI SANREMO 2014: I CANTANTI - LE CANZONI - I TESTI

Messaggio  settenote il Mar Gen 21, 2014 8:53 am

9 Gennaio 2014
il volto nuove delle proposte. Pagani: "Otto artisti destinati a durare"


The Niro, Bianca, Diodato, Filippo Graziani, Rocco Hunt, Vadim, Veronica De Simone, Zibba. Sono loro i prescelti che parteciperanno alla 64esima edizione del festival. In comune hanno il fatto di rappresentare la realtà musicale italiana. Oggi in Rai si sono presentati alla stampa, pronti a salire sul palco dell'Ariston
Sono otto. E sono stati scelti fra migliaia per salire sul palco dell'Ariston a prendersi la loro parte di successo e visibilità. Almeno quella poca che resta in Italia e che il festival di Sanremo gestisce per cinque serate, dal 18 al 22 febbraio. Le chiamano nuove proposte. Perché 'giovani', nonostante loro lo siano tutti, non nasconda come attenuanti ombre di inesperienza. Gli otto in gara non lo sono affatto. Nessuno di loro. Sono otto artisti.

The Niro, alias Davide Combusti. Romano, tre album alle spalle (The Niro, Best Wishes, The Ship), un ep (An Ordinary Man), diverse colonne sonore, concerti in tutto il mondo, collaborazioni importanti, anche con i Deep Purple. Si presenta con il brano 1969. Per lui di nuovo c'è il fatto che canta in italiano. Nella stanza della Rai dove tutti sono circondati per il primo round di interviste a un mese dalla gara, si guarda intorno. E' una parte della sua vita, non è l'inizio. Salirà sul palco con la chitarra, ma l'ha deciso da poche ore. Tutto si sta muovendo velocemente.

A "Uno Mattina Storie Vere" sono stati presentati in anteprima le otto "Nuove Proposte" che prenderanno parte al prossimo Festival di Sanremo: Filippo Graziani, Rocco Hunt, Veronica De Simone, The Niro, Zibba, Diodato, Bianca e Vadim:





- The Niro, alias Davide Combusti
Nasce a Roma nel 1978.

Cantautore e polistrumentista, Davide sviluppa sin dall’inizio il proprio percorso musicale attraverso una grande attività live, che lo porta a dividere il palco con tanti nomi illustri del panorama musicale mondiale come Deep Purple, Lou Barlow, Badly Drawn Boy, Amy Winehouse, Carmen Consoli, Zephyrs, Okkerville River, Isobel Campbell, Sondre Lerche, Tom Hingley degli Inspiral Carpets, TKO.
In poco tempo, complice un tour negli Stati Uniti, The Niro viene chiamato a partecipare al tributo mondiale in onore di Elliott Smith organizzato dalla Radio dell'Università di Boston, e viene poi scelto da Chris Hufford, manager dei Radiohead, per cantare nel progetto Anti Atlas, prodotto insieme a Ned Bigham.

Nel 2007 viene notato dalla Universal, divisione internazionale, che gli propone un contratto in cast; a seguito di ciò, pubblica dapprima un EP, “An ordinary Man”, seguito pochi mesi dopo dall’album di debutto omonimo, “The Niro”, il cui artwork porta la firma dell’artista newyorkese Mark Kostabi (già autore delle cover di “Use your illusion I” dei Guns ‘n’ Roses e di “¡Adios Amigos!” dei Ramones). Tutti i brani sono in lingua inglese.
Nel 2008 partecipa al concerto del Primo Maggio a Roma, mentre un mese dopo si esibisce a Losanna in occasione della Festa Europea della Musica, e nello stesso anno viene premiato come Artista Rivelazione dell’Anno al Meeting delle Etichette Indipendenti.
Nel 2009 si esibisce in tutta Europa e infine viene invitato a Los Angeles, Stati Uniti, per la prima edizione dell'H(it) Week Festival, insieme a Subsonica, Negrita e Franco Battiato tra gli altri.
Nel 2010 esce il suo secondo album, “Best Wishes”, di nuovo cantato interamente in lingua inglese. L’album viene presentato nell’ambito del prestigioso South By Southwest Festival di Austin, Texas, e il lungo tour che ne segue vede The Niro esibirsi in Italia e all’estero, in un’occasione dividendo il palco con Jønsi, voce dei Sigur Ros, e con i Kings of Convenience.

Parallelamente The Niro muove i primi passi nell’ambito della cinematografia cominciando a scrivere colonne sonore. Nel 2011 firma le musiche di “Disoccupato in affitto” di Pietro Mereu e Luca Merloni, e poi di “Mr. America” di Leonardo Ferrari Carissimi, appena uscito nelle sale. Sempre nel 2011 la CNN lo invita a raccontare la città di Roma attraverso la sua musica per un documentario tutt’ora trasmesso dal canale statunitense.
Nel 2012 esce “The Ship”, pubblicato da Viceversa Records, pubblicato in solo vinile e distribuito da EMI. The Niro nel frattempo fa il suo esordio come autore firmando “Medusa” per Malika Ayane e “Sogno d’estate” per Nathalie.
Per tutto il 2013 lavora in studio al nuovo album.

È un grande passo nella carriera dell’artista romano perché, a differenza delle precedenti opere, il disco è interamente scritto e cantato in italiano.
Durante le registrazioni The Niro viene scelto dal regista statunitense James Mc Teigue (“V per vendetta”, “Ninja Assassin”, “The Raven”) per curare la colonna sonora del cortometraggio “Caserta Palace Dream”, con protagonista il premio Oscar Richard Dreyfuss, in uscita a Marzo 2014.
“1969”, questo è il titolo dell’album, ma anche del brano che interpreterà e lo vedrà protagonista sul palco dell’Ariston a Sanremo nella categoria Nuove Proposte, al prossimo Festival della Canzone Italiana.
Fonte: QUI

.-.


- TESTO: 1969

Immobili
sguardi all'insù
Brividi
Atterrerà sfruttando quella gravità
che schiaccia il mondo
e rende distanti
Noi siamo distanti
oggi no

Trasmettono
Radio e tv
Dicono
che cambierà
l'umanità
Rinascerà la conquista
della verità

Illumina gli sguardi
Gli ultimi istanti
Polaroid
Piangono i giganti, sognatori, maghi e i preti
Gli ultimi istanti

Stati Uniti mai più
Stati Uniti mai più
Così Uniti mai più

Trasmettono
Atterrerà sfruttando
le emozioni
gli artifici
le illusioni

Stati Uniti mai più
Stati Uniti mai più
Così Uniti mai più


- Diodato
Diodato si avvicina alla musica sin da bambino con lo studio del violino che però abbandonerà dopo qualche anno. A tredici anni comincia a suonare nella sua prima band composta da due amici e vicini di casa. Provano in una cantina che si allaga spesso e si esibiscono in feste private. Nel 2001 vola a Stoccolma dove collabora alla realizzazione di un brano per Beirut Café 2, una compilation lounge che verrà distribuita in tutto il mondo. Alla realizzazione di “Libiri”, canzone cantata in italiano, partecipano anche Sebastian Ingrosso e Steve Angello, due DJ e produttori che qualche anno dopo fonderanno gli Swedish House Mafia, riscrivendo la storia della dance mondiale. Tornato in Italia si laurea in Cinema al DAMS di Roma ma comincia a dedicare sempre più tempo alla musica.

Per anni si esibisce con diverse band in centinaia di live. Nel 2007 registra un EP autoprodotto che presenta al MEI di Faenza. Nel 2010 incide un singolo dal titolo “Ancora Un Brivido” che riscuote un discreto successo entrando nella programmazione di alcune piccole radio italiane ed emittenti televisive e che gli permette di conoscere colui che diverrà il produttore artistico del suo primo disco.

Nel 2011 infatti, Daniele Tortora, produttore romano che aveva già collaborato con Afterhours, Roberto Angelini, Nidi d'Arac, Niccolò Fabi, Massimo Giangrande e molti altri artisti italiani, dopo averlo ascoltato dal vivo in un locale romano, gli propone di lavorare ad un disco.
Il 26 aprile 2013, per Le Nacisse Records, distribuito da Goodfellas, esce “E forse sono pazzo” presentato nello stesso giorno all’Angelo Mai Altrove di Roma.
Subito diverse interviste ed esibizioni live in programmi di qualità come: Radio 2 Twilight , Suoni d’Estate di Radio 1, Piazza Verdi su Radio 3, Isoradio, ma anche Music Corner di Repubblica.it con Ernesto Assante, dove viene fuori il suo talento in chiave acustica, voce e chitarra.

“E forse sono Pazzo” viene anche recensito ottimamente su diverse testate specializzate come XL di Repubblica e Il Mucchio e  da molte testate nazionali come il Messaggero, La Gazzetta dello Sport e su decine di pubblicazioni on line.
“Ubriaco”, il primo singolo video  che accompagna il disco, ottiene passaggi in molte testate radiofoniche su tutto il territorio nazionale.
Seguono alcune esibizioni dal vivo come quella del Primo Maggio 2013 a Taranto, sua città di origine, dove Antonio si esibisce sullo stesso palco con Fiorella Mannoia, Luca Barbarossa, Elio Germano, Roy Paci, Pierpaolo Capovilla e davanti a migliaia di persone per la causa del risanamento dell’Ilva.
Nell’estate 2013 Daniele Silvestri affida a Diodato l’apertura del suo concerto a Rock in Roma.

In settembre la coraggiosa rivisitazione di “Amore che vieni, amore che vai” di Fabrizio De Andrè, viene scelta da Daniele Luchetti per la colonna sonora del suo nuovo film “Anni felici” con Kim Rossi Stuart e Micaela Ramazzotti e presentato in anteprima al Festival Internazionale del Film di Toronto.
Il brano, trasformato in un rock di grande personalità, mantiene intatta la poesia dell’originale e viene trasmesso da numerose radio e network nazionali tra cui Radio1, Radio Deejay, Radio 101, Rds e molte altre emittenti.
Ne segue anche un videoclip per la regia di Gianni Costantino con la supervisione artistica dello stesso Luchetti che passa anche durante la rubrica del Tg1 Rai Do Re Ciak Gulp a cura di Vincenzo Mollica.

Sempre nell’autunno 2013 Diodato si esibisce dal vivo nel programma di Luca Barbarossa “Radio 2 Social Club” e nello storico programma di Radio 1 “Stereonotte”.
In occasione dell’ultimo Medimex 2013 è stato premiato dalla piattaforma di ascolto on demand Deezer come artista dell’anno.
Diodato parteciperà al 64esimo Festival della Canzone Italiana di Sanremo, tra le nuove proposte con la canzone “Babilonia”.
Fonte: QUI

http://www.sanremo.rai.it - Federica Gentile intervista Diodato, la Nuova Proposta porta sul palco del Festival di Sanremo 2014 il brano "Babilonia":





- Filippo Graziani
Filippo è figlio di Ivan Graziani e perciò nato e cresciuto in un ambiente pieno di musica, suoni, canzoni e di artisti. Verso i 18 anni, a distanza di anni dalla morte del padre, inizia con impegno a mettere le mani sulla chitarra e percepisce subito la sua grande affinità con questo strumento.

Verso i 19 anni inizia con il fratello Tommy, già navigato batterista con alle spalle anche l'ultimo tour di papà Ivan, a fare serate dal vivo in club e locali di tutta Italia in una formazione a trio guadagnando sempre più dimestichezza con i palchi e il pubblico, aprendo concerti e dividendo il palco con artisti come Renato Zero, Vibrazioni, Morgan, Negramaro, Nicolò Fabi, Max Gazzè ecc..
Nel 2008 forma il gruppo Stoner-rock Carnera con il quale, grazie all'uscita dell'EP “First round” entra nei circuiti dei club nazionali e arriva ad aprire l'unica data italiana di Zakk Wilde, storico chitarrista di Ozzy dei Black Sabbath.
Segue un periodo in cui si trasferisce a New York dove suona nei club del Lower east side, arrivando ad essere head liner nello storico Arlene’s grocery, club che ha visto gli albori di artisti del calibro di Jeff Buckley e Strokes.

Contemporaneamente scrive canzoni in italiano contaminate dal sapore folk elettronico del nord degli Stati Uniti.
Tornato in Italia e rinvigorito dall’esperienza oltreoceano Filippo decide di tornare alle radici e iniziare l’avventura di “Viaggi e intemperie” omaggio alla produzione musicale del padre Ivan.
Preso a battesimo dal compianto Pepi Morgia, che ne cura la regia, nel novembre 2009 inizia un tour che riscuote un grande successo di pubblico, seguito da un album live che nel 2011 lo porta fra i 5 finalisti per la targa Tenco come miglior interprete.
Recentemente Filippo cura la direzione artistica e partecipa con la cover “E sei così bella” al disco “Tributo a Ivan Graziani” edito dalla Sony, che racchiude i 14 nomi del panorama musicale underground e non (Marlene Kuntz, Roy Paci, Simone Cristicchi, Cristina Donà, Paolo Benvegnù, Marta sui tubi, Raiz, La Crus ed altri...) che si confrontano con il repertorio di Ivan in cover del tutto personali e rivisitate.
Fonte: QUI

http://www.sanremo.rai.it - Federica Gentile intervista Filippo Graziani, la Nuova Proposta porta sul palco del Festival di Sanremo 2014 il brano "Le cose belle":





- Rocco Hunt
Rocco Hunt, classe 1994, giovanissima e talentuosa voce del rap campano, con uno stile del tutto personale che affonda saldamente le radici nel tessuto sociale e urbano da cui proviene, le case popolari della Zona Orientale di Salerno. Fin da piccolissimo la musica è la sua più grande passione e ben presto diventerà il suo strumento più efficace per trasmettere e cercare di realizzare i sogni e le speranze di un bambino di periferia: “A’ music’ è speranz” (La musica è speranza) come celebra nella sua prima autoproduzione targata 2010.

Un po’ scugnizzo e un po’ intellettuale, Rocco riesce a fondere, con una maestria non comune per un ragazzo della sua età, saggezza popolare e argomenti di attualità, cultura di strada e importanti riferimenti culturali di cui è orgogliosamente autodidatta, il tutto con una grandissima proprietà di linguaggio, sia che scriva rime in dialetto, che in italiano.

Dopo la pubblicazione di un primo EP, nel novembre 2011 pubblica il suo primo street album interamente auto prodotto, “Spiraglio di Periferia”, che si rivelerà un successo per la scena Hip Hop italiana e che grazie ai singoli “Nun c’ sta paragon” e “O’ mare ‘e o’ sole” insieme al rapper napoletano Clementino scala le classifiche di YouTube raggiungendo numeri da big del rap e consacrandolo come nuova voce del rap campano. Da lì a poco a grande richiesta ristampa una versione deluxe dello street album arricchendola con alcuni brani inediti tra cui “Quante cose” dove duetta con ‘Nto dei Co’Sang che sarà menzionato su Twitter e su Facebook dal giornalista e scrittore Roberto Saviano e “RH Positivo”, il suo primo brano interamente in italiano prodotto da Don Joe del Club Dogo.

Da qui comincia una lunga serie di date in giro per l’Italia che lo vedranno incendiare oltre 90 palchi, suonando dal vivo con artisti del calibro di Marracash, Co’Sang, Ensi, Salmo, Noyz Narcos, Clementino, Bassi Maestro, La Famiglia e molti altri e collabora musicalmente oltre che con alcuni dei sopra citati anche con DonJoe, Dj Shablo, Fritz The Cat e con una lunga serie di rappers e produttori più o meno underground della vecchia e della nuova scuola tra cui spicca Fabio Musta, beat maker Hip Hop di fama mondiale.

Nel giugno 2013 esce “Poeta urbano”, il primo album di Rocco Hunt con Sony Music caratterizzato da testi maturi e al tempo stesso freschissimi che descrivono il quotidiano visto con gli occhi di un giovane del sud, fortemente legato alle proprie origini e con un enorme senso di responsabilità. “Poeta urbano”, anticipato in radio dal singolo “Fammi vivere” vede la partecipazione di grandi nomi del genere come Clementino ed Ensi che duettano con Rocco Hunt - oltre ai giovani e promettenti Zoa e Nazo - ma anche Dj Shablo e Friz The Cat, entrambi veterani ad oggi presenti nelle più grosse e importanti produzioni di genere, Reverendo, Fabio Musta, producer di fama internazionale che da sempre accompagna Rocco nelle sue produzioni, coadiuvati dai giovani Denny The Cool e Valerio Nazo.
Fonte: QUI

http://www.sanremo.rai.it - Federica Gentile intervista Rocco Hunt, la Nuova Proposta porta sul palco del Festival di Sanremo 2014 il brano "Nu Juorno Buono":





- Vadim
Vadim Valenti, in arte Vadim, è uno dei due giovani artisti, insieme a Emma Fuggetta in arte Bianca,  che ha vinto Area Sanremo 2013.
Nato a Roma nel 1979, ha sviluppato la sua passione per le sette note sin da bambino. Vadim ha scritto la sua prima canzone a dodici anni ed ha potuto presentare il brano durante l'evento “Sulle ali del cuore”, manifestazione benefica svoltasi al Palaeur di Roma.
Valenti ha studiato canto e composizione classica presso una scuola di jazz romana, suona la chitarra e le tastiere.

Logico quindi che arrivando a 34 anni alla grande ribalta televisiva, Valenti non sia a digiuno di esperienze musicali: d’altronde non si scrive la prima canzone a dodici anni se la musica non ti scorre nelle vene fin da giovanissimo. Pop? Non proprio, visto che fu il jazz la scintilla che convinse Valenti che quello delle note sarebbe stato il suo mondo. Il titolo del brano “precoce” fu “Sulle ali del cuore”, parole che sembrano molto grandi per un ragazzo ancora in età infantile, ma è chiaro che ci si trova di fronte ad un bambino prodigio.

Il cantante presenterà, sul palco dell'Ariston  nella categoria "Nuove proposte", durante la sessantaquattresima edizione del Festival di Sanremo, il brano "La modernità".


- Zibba
Una delle più interessanti realtà del nuovo cantautorato italiano. In bilico tra il roots rock e la poetica dei grandi cantautori, altalenando tra echi jazz e ritmi in levare, nel 1988 forma la band Zibba e Almalibre.

Nel 2003 pubblicano il primo disco “L’ultimo Giorno” che gli vale il palco del Primo Maggio di Roma e diverse apparizioni in tv. Nel 2006 pubblicano il disco “Senza Smettere di Far Rumore” che li porta al grande pubblico con il singolo “Margherita” interpretato con Tonino Carotone e tuttora programmato dalle radio. Un lungo tour come supporter di grandi artisti porta Zibba a suonare in tutta Italia.
Dopo il successo di quest’ultimo esce nel 2010 il disco “Una Cura per il Freddo” e la band viene inviata al Premio Tenco 2010. Zibba vince il premio Leo Chiosso della città di Chieri e nel 2011 due dei più importanti premi del mondo cantautorale italiano, ovvero il Premio Bindi e il premio L’Artista che non C’era.
Nel febbraio 2011 sono ospiti di Serena Dandini in due puntate del programma Parla con me su Rai 3 .
Pubblicano una versione del brano “Una parola illumina” con la partecipazione di Bunna, leader degli Africa Unite, il singolo “Ordine e gioia” con la voce di Maurizio Lastrico e nel settembre 2011 il singolo “Una parte di te” con la partecipazione di Federico Zampaglione, leader dei Tiromancino.

Nel maggio 2012 esce il quarto disco “Come il Suono dei Passi sulla Neve” che vince la Targa Tenco come miglior album in assoluto. Registrato in una fornace per mattoni il disco è un passo di maturità artistica e consapevolezza per questo artista ed una rinnovata band. Al disco partecipano diversi ospiti tra i quali Roy Paci, Eugenio Finardi, Vittorio De Scalzi, Adolfo Margiotta, Gianluca Fubelli e molti altri.
Nel maggio 2013 Zibba e Almalibre pubblicano un nuovo disco, omaggio all’autore Giorgio Calabrese, dal titolo “E sottolineo se”. Un viaggio nella musica italiana attraverso le parole di un grande personaggio della nostra canzone d’autore. Il disco entra nella cinquina di finalisti per la Targa Tenco 2013 nella categoria interpreti.
Contemporaneamente all’attività con gli Almalibre, Zibba collabora con altri artisti e partecipa ad altri progetti come il trio Double Trouble Feat Bunna , un tributo a Bob Marley che vede al suo fianco il cantante Raphael Nkereweum e Bunna .

Nel febbraio 2011 debutta il primo spettacolo teatrale con le musiche di Zibba, “Comedian blues” interpretato dal gruppo dei Turbolenti e scritto da Lazzaro Calcagno e Matteo Monforte , con i quali collabora anche per le musiche di un secondo spettacolo “Camilla”, che debutta nell’ottobre 2011.
Nello stesso anno Zibba diventa anche attore in “All’ombra dell’ultimo sole” musical ispirato al mondo di Fabrizio De Andrè che debutta nel mese di luglio 2011, scritto da Massimo Cotto.
Zibba scrive il singolo “Passerà” con Eugenio Finardi, contenuto nel disco “Sessanta” del cantautore milanese.
Nel settembre 2012 Zibba viene premiato dalle radio italiane come artista più trasmesso dalle radio negli ultimi cinque anni, vincendo il premio IML.
Nell’ottobre 2012 Zibba vince la Targa Tenco per il miglior album assoluto 2012 “Come il suono dei passi sulla neve”, il premio più prestigioso della musica italiana.
Nell’aprile 2013 esce il nuovo disco di Cristiano De Andrè per il quale Zibba scrive il brano “Il mio essere buono”.
Nel giugno 2013 esce il primo disco del “Collettivo Del Pane” che vede Zibba al fianco di grandi nomi come Roy Paci, Niccolò Fabi e molti altri per un progetto dedicato alla memoria di Valter Del Pane, amico comune.

Zibba produce il primo disco dell’artista Marrone Quando Fugge che si guadagna la finale per la Targa Tenco come opera prima.
Nel novembre 2013 esce il primo libro di Zibba “Me l’ha detto Frank Zappa” edito da Zona e Matislko, che diventa testo teatrale di uno spettacolo diretto da Sergio Sgrilli che debutta nel dicembre 2013 allo Zelig di Milano con Alberto Onofrietti e Fabrizio Martorelli.
Nel dicembre 2013 scrive con Tiziano Ferro, la canzone “La vita e la felicità” cantata da Michele Bravi, vincitore della settima edizione di X Factor.
La vera forza di questo cantautore e della sua band sta nel live. Un viaggio intimo in un mondo fatto di parole calde. Vita di tutti i giorni, sesso,amicizia. Vene pulp e bukowskiane accostate a messaggi diritti alla pancia e all’anima. Finestre sull’umanità e sulle sue infinite sfaccettature. Una calda coperta sdraiata sull’ascoltatore.
Fonte: QUI

http://www.sanremo.rai.it - Federica Gentile intervista Zibba, la Nuova Proposta porta sul palco del Festival di Sanremo 2014 il brano "Senza di te":





- Veronica De Simone
Veronica è una ventiquattrenne di grande sensibilità e timidezza. Da sempre la musica è stata al centro del suo mondo ma solo nel 2008 si approccia al canto quando, dopo aver partecipato ad un concorso di musica all’Istituto d’Arte, riceve la proposta del suo insegnante per cantare in un gruppo.

“Sono stata fin da piccola una grande ascoltatrice di musica... Il mondo unico in cui mi rifugiavo e sognavo ma non avevo mai pensato di cantare. I miei punti di riferimento che mi hanno ispirata e cresciuta musicalmente e umanamente sono da sempre Jeff Buckley, Ray Charles, Marvin Gaye, Bob Marley, Led Zeppelin, Mia Martini e Fabrizio De Andrè”.

Quando canta riesce a trasmettere tutte le emozioni che lei stessa prova... la sua voce è una vera comunicatrice dell’anima...
“Le persone che ascoltano percepiscono queste mie emozioni. Quando comincio a cantare sento dentro la pancia un’esplosione atomica, poi mi lascio andare e tutto diventa magia”.

Tra le sue esperienze importanti ricordiamo la partecipazione nel 2012 al Festival Blues di Rio De Janeiro e la vittoria nel 2010 del Festival della musica emergente Tour Music Fest.
Ha esordito televisivamente a “The Voice” dove si è classificata terza e ha inciso il primo inedito “Nati Liberi” scritto sia nella musica che nelle parole interamente da lei.
“Avevo appena finito le prove in studio per la diretta e sono tornata in hotel stanca e piena di domande. Avevo tante decisioni da prendere e tra mille paranoie è nata questa canzone registrata sottovoce “Nati liberi”. Ci ho messo dentro la voglia di non sentirsi più imprigionati dalla paura di essere se stessi in ogni situazione”.

A Luglio 2013 la Universal pubblica il suo primo album “Nati Liberi”.
La vetrina è stata utile per attirare l’attenzione di un produttore importante come Pietro Cantarelli (Fossati, Mannoia, Vecchioni, Gaber, Bersani e molti altri) che subito dopo il talent ha cominciato a lavorare con lei alla stesura e produzione di nuovi brani originali.
Fonte: QUI

http://www.sanremo.rai.it - Federica Gentile intervista Veronica De Simone, la Nuova Proposta porta sul palco del Festival di Sanremo 2014 il brano "Nuvole che passano":





- Bianca
Bianca, all'anagrafe Emma Fuggetta, nasce a Torino il 17 ottobre 1993.
Inizia a studiare canto jazz a 14 anni presso la Provoice di Elisabetta Prodon e successivamente presso Suononuovo.
Nel 2012 incontra Alex Gaydou in un corso di perfezionamento vocale e inizia a collaborare con lui.

Nel giro di pochi mesi inizia a fare concerti.
Partecipa ad alcuni concorsi di canto in Piemonte, sempre vincendo o prendendo il premio della critica assegnato dall'orchestra.

Nella primavera del 2013 inizia la lavorazione del suo primo album prodotto da ALMA.
Fonte: QUI

http://www.sanremo.rai.it - Federica Gentile intervista Bianca, la Nuova Proposta porta sul palco del Festival di Sanremo 2014 il brano "Saprai":



avatar
settenote

Messaggi : 198
Punti : 355
Data d'iscrizione : 27.04.10
Età : 63
Località : Prato-Toscana

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: FESTIVAL DI SANREMO 2014: I CANTANTI - LE CANZONI - I TESTI

Messaggio  settenote il Mer Gen 22, 2014 12:21 pm


La Direzione Artistica del 64esimo Festival di Sanremo, composta da Fabio Fazio, Claudio Fasulo, Pietro Galeotti, Massimo Martelli, Francesco Piccolo, Stefano Senardi, Michele Serra e con la collaborazione del Direttore Musicale Mauro Pagani, ha scelto i 14 Campioni che prenderanno parte alle serate in programma dal 18 al 22 febbraio 2014.

I Campioni parteciperanno con 28 canzoni nuove, ogni Artista interpreterà 2 canzoni.



Tutte le canzoni dei Campioni. La recensione brano per brano

- Arisa
Due brani piuttosto diversi per Rosalba Pippa in arte Arisa, soprattutto da un punto di vista esecutivo e vocale. «Lentamente», scritto dalla cantautrice Cristina Donà, è attraversato da un ritmo di marcia che ricorda il «Bolero» ed è una ballad originale in cui ritroviamo immagini di ispirazione surrealista («Quell’orologio fermo da un po’ / si è sciolto sopra il letto»).

Il secondo, «Controvento», è più ritmato e si configura come una canzone pop a tutti gli effetti, con un arrangiamento particolare in cui spicca l’uso dell’oboe a introdurre le strofe; in generale è un brano più «aperto» anche da un punto di vista vocale.

- Cristiano De André
A fare da collante ai pezzi di De André c’è la presenza del parlato e, ovviamente, il tono baritonale del cantautore genovese. Che proprio alla sua città dedica «Invisibili», il cui ritornello è proprio in dialetto, e dove si recita il verso «A Genova si moriva a vent’anni / ma senza diventare mai degli eroi». Il brano è ritmato, con sonorità acustiche caratterizzate dall’uso degli archi e del pianoforte.

Più vicino alla canzone sanremese «Il cielo è vuoto», che porta tra le altre la firma di Dario Faini: è uno dei tre pezzi da lui co-firmati in questo Festival. Il brano parte da una marcia lenta con un beat leggermente elettronico e porta a un coinvolgende crescendo orchestrale nel ritornello. Suggestivo il testo, secondo cui il cielo è vuoto «perché l’immaginazione ha bisogno di spazio».

- Raphael Gualazzi e Bloody Beetroots
L’incontro tra il pianista urbinate e il dj, uno dei più richiesti al mondo, ha portato una ventata di modernità nel suono di Gualazzi. Il primo brano, «Tanto ci sei», è una trascinante ballad elettronica segnata dall’utilizzo del piano elettrico Rhodes: il ritornello si avvicina quasi al gospel, alla fine ritroviamo anche un inciso di jazz suonato al pianoforte. Il testo è firmato da Giuliano Sangiorgi dei Negramaro.

Anche «Liberi o no» ha decise venature gospel (è un coro spiritual ad aprirlo e chiuderlo) ed è sempre accompagnato da un importante presenza del beat «electro». Ma stavolta si balla: il brano ha un ritmo vicino alla disco e Gualazzi lo accompagna con il falsetto, cantando «Come un brivido che cambia e si trasforma / un mondo libero splende in noi».

- Frankie Hi-nrg Mc
Il rapper torinese promette (e mantiene) una svolta: non ci sono più la politica o il sociale al centro dei pezzi presentati al Festival. «Pedala» è un rap con sonorità reggae il cui testo sfoggia un completo e ricchissimo armamentario ciclistico: la vita è attraversata dalle nostre biciclette, metafora delle fasi della nostra esistenza.

«Un uomo è vivo» è il secondo brano, dove Frankie canta a tutti gli effetti, non limitandosi a rappare, e dove riflette sul rapporto con i propri genitori: «C’è un istante nel quale ogni uomo diventa la madre» recita il ritornello. E se l’attacco può ricordare lo stile di certi brani di Tiziano Ferro, l’artista che viene in mente ascoltando il resto della canzone è Jovanotti.

- Noemi
I due brani portati a Sanremo da Noemi portano l’influenza della loro realizzazione londinese, soprattutto «Bagnati dal sole», un pezzo nello stile della cantante ma accompagnato da un tappeto sonoro macchiato di elettronica e, verso la fine, da un coro.

Caratteristica, questa, più evidente in «L’uomo è un albero», in cui è proprio un coro a suggerire, accanto al testo («Per me è un uomo è un albero / per me un uomo è un’idea» l’ispirazione africana del brano, interpretato con una vocalità più vicina al soul.

- Giuliano Palma
Non smentendo lo stile che l’ha reso famoso, Palma porta a Sanremo due pezzi decisamente rétro. Il primo, «Così lontano», è un brano reggae tutto in levare dove si distingue perfettamente lo stile della co-autrice Nina Zilli. C’è tutto il corredo Anni 60, dagli ottoni alle chitarre surf, in un pezzo che potrebbe diventare la canzone dell’estate 2014.

Molto rétro anche la seconda canzone, «Un bacio crudele», con un ritornello che rimane in mente («Non posso spiegare / un bacio crudele») e un ritmo molto più veloce e movimentato: un pezzo da ballare.

- Perturbazione
La band di Rivoli esordisce a Sanremo con due brani che si rifanno alle sue due anime. «L’unica» è un brano dal ritmo veloce e dalle sonorità elettropop che ricorda lo stile del loro ultimo disco «Musica X»: il testo, originale e ironico, presenta strofe introdotte da nomi femminili, e il ritornello recita «Muoio già dalla voglia / di ricordarti a memoria».

Si ispira al luogo di ritrovo italiano per eccellenza «L’Italia vista dal bar»: il secondo pezzo dei Perturbazione a Sanremo ci descrive così, «poeti, santi ed avventori / e mediamente eroi». La canzone ha uno stile più vicino a vecchi brani della band, un pop rock in cui è decisivo l’intervento del violoncello e degli archi. La frase più azzeccata del testo: «Ci dev’essere un nesso / tra la felicità e l’espresso».

- Francesco Renga
Renga torna a Sanremo con due brani scritti da altrettanti pezzi grossi della canzone. Elisa Toffoli è l’autrice di «Vivendo adesso», canzone in cui si ritrova lo stile compositivo della cantante friulana, che Renga fa sua nell’attacco dei ritornelli, dove si lascia per qualche secondo la sua voce senza accompagnamento, prima di aprire a un ritornello molto orchestrale.

Con il secondo brano «A un isolato da te», invece, l’autore Roberto Casalino cerca di fare il bis dopo la vittoria di «L’essenziale» di Marco Mengoni. E potrebbe farcela: è una canzone sanremese da manuale, con tanto di vocalizzo da canticchiare sul ritornello e un testo scritto con grande cura. «Hai mai sentito dire che l’amore vive a un isolato da te?».

- Ron
Diciotto anni dopo la sua vittoria con «Vorrei incontrarti tra cent’anni», Ron propone al Festival due brani molto diversi tra loro. «Un abbraccio unico» ha uno stile più vicino alla melodia sanremese, con l’intro di piano e un continuo crescendo fino al finale. È una canzone d’amore in cui si suggerisce l’immagine di uno «sguardo complice che non trova mai le parole».

Ha un titolo inglese, invece, il secondo pezzo, e non a caso: «Sing in the rain», con il suo ritmo più movimentato, il suo fischiettio che lo accompagna e l’uso del banjo, sembra rifarsi al folk pop anglossassone, tra Mumford & Sons e James Blunt.

- Renzo Rubino
L’unico giovane dello scorso anno «promosso» nei Campioni porta ancora una volta a Sanremo l’originalità un po’ teatrale del suo stile canoro. Il primo pezzo si intitola «Ora», è ritmato e ironico come quello di un giovane Renato Zero («Ora che stai pensando / fermati e datti un voto») e nel ritornello troviamo anche l’intervento un po’ «vecchio stile» di voci femminili.

Più intimo il secondo brano «Per sempre e poi basta», una ballad a tutti gli effetti, costruita sul pianoforte, su un testo ricco di metafore, e una struttura scomposta davvero inusuale. «Solo un’altra canzone / poi cancellerò il tuo nome».

- Antonella Ruggiero
È una sorta di lento tango il primo brano dell’ex cantante dei Matia Bazar, aperto dal suono di una fisarmonica a cui, a metà, si aggiunge un’orchestra di violini. «Quando balliamo», però, fa spazio anche a un sottofondo elettronico. Il testo è firmato da Simone Lenzi dei Virginiana Miller: «Mi innamorerò di te / tutti i santi giorni» recita.

Il secondo pezzo «Da lontano» permette alla Ruggiero, più che il precedente, di tirare fuori tutta la sua (leggendaria) voce, ispirata allo stile vocale del passato; ancora una volta, i suoi virtuosismi sono accompagnati, senza troppo ingombro, da un tappeto elettronico.

- Francesco Sarcina
Impossibile non riconoscere in «Nel tuo sorriso» il cantante della band Le Vibrazioni: dedicato a suo figlio («Torna il sorriso sul mio volto ad ogni tuo respiro»), è un brano rock orchestrale e contiene l’unico autentico assolo di chitarra elettrica di questo Sanremo.

La chitarra è presente e centrale anche nel pop rock (di ispirazione Anni 90) del suo secondo pezzo «In questa città», dove Sarcina canta «voglio vivere e contraddistinguermi / come fosse il primo giorno insieme a te».

- Riccardo Sinigallia
Infine, il cantautore ed ex autore dei Tiromancino presenta in primis «Prima di andare via», pezzo acustico e ritmato, che ricorda molto lo stile della band di Federico Zampaglione e con cui Sinigallia porta con grande personalità a Sanremo la bandiera e la nuova tradizione del cantautorato romano. È sostenuto da un beat più elettronico, invece, il secondo brano, introdotto dalla centralità del basso, intitolato «Una rigenerazione», parola ripetuta con efficace insistenza alla fine del pezzo.

Fonte: QUI


I protagonisti del prossimo Festival di Sanremo 2014, mentre si preparavano per le foto ufficiali del settimanale Tv Sorrisi e Canzoni:



avatar
settenote

Messaggi : 198
Punti : 355
Data d'iscrizione : 27.04.10
Età : 63
Località : Prato-Toscana

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: FESTIVAL DI SANREMO 2014: I CANTANTI - LE CANZONI - I TESTI

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum