Ci "aiuti" a crescere?
Ti ringrazio in anticipo per il tuo



Ultimi argomenti
» PINO DONAGGIO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)
Gio Set 14, 2017 11:33 pm Da mauro piffero

» ADRIANO PAPPALARDO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)
Gio Set 14, 2017 11:12 pm Da admin_italiacanora

» ALBANO CARRISI - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)
Gio Set 14, 2017 5:23 pm Da admin_italiacanora

» JOHN FOSTER - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)
Dom Set 10, 2017 11:57 pm Da mauro piffero

» RINO LODDO - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi
Sab Set 09, 2017 6:34 pm Da admin_italiacanora

»  ANTONIO BASURTO - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi
Ven Set 08, 2017 5:33 pm Da admin_italiacanora

» TONY RENIS - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)
Sab Set 02, 2017 9:28 pm Da mauro piffero

» LISA - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi
Mar Ago 22, 2017 5:44 pm Da admin_italiacanora

» QUARTETTO 2 + 2 ---> I 4 + 4 DI NORA ORLANDI - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi
Mar Ago 22, 2017 5:27 pm Da admin_italiacanora

» STELLA DIZZY - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi
Mar Ago 22, 2017 5:13 pm Da admin_italiacanora

» ELIO MAURO - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi
Mar Ago 22, 2017 11:47 am Da admin_italiacanora

» PAOLO BACILIERI - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi
Mar Ago 22, 2017 11:21 am Da admin_italiacanora

» MARISA BRANDO - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi
Mar Ago 22, 2017 11:09 am Da admin_italiacanora

» TEDDY RENO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)
Lun Ago 21, 2017 7:38 pm Da admin_italiacanora

» PETER VAN WOOD - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi
Dom Ago 20, 2017 6:04 pm Da admin_italiacanora







________________________________________



AFFILIAZIONI - SITI - BLOG
e FORUM

LaFavolaBlu


Progetto Musico Sognante Italiano
La fiaba del mare della Musica Italiana
ed Internazionale

____________________________


Nonsolosuoni




Un sogno
fatto di musica!

______________________


_____________________


Estatica è l'enciclopedia di musica italiana, internazionale e cultura.

Discografie, recensioni, interviste, monografie, live report, video, ebooks


_____________________



________________________


_____________________



________________________

Chi è in linea
In totale ci sono 19 utenti in linea: 1 Registrato, 0 Nascosti e 18 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

admin_italiacanora

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 118 il Ven Lug 14, 2017 9:34 pm





__________________________________

Ti piace il nostro Portale??
Allora votaci cliccando su questo bottone ... Grazie!!

migliori siti


www.italiacanora.net


Grazie a voi abbiamo vinto questi AWARD
nella classifica di NET-PARADE


Uno dei più belli
In classificasito internet
In classifica
Sito d'argento
DISCLAIMER
Tutte le copertine, testi e video presenti su questo forum sono solo per uso informativo e di intrattenimento.
Puoi scaricare e stampare la copertina se possiedi l'originale e hai bisogno di rimpiazzarla.
Tutto cio' che puo' essere considerato legale, dipende dalle leggi sul copyright del tuo paese di residenza. Non è nostra intenzione infrangere Copyright per cui, se ciò dovesse accadere, prego gli interessati a scrivere agl'amministratori i quali provvederanno alla rimozione immediata o a citare la fonte, se richiesto.
Lo Staff di ItaliaCanora.net non è responsabile dell'utilizzo e di eventuali danni a cose o persone causati dal materiale presente in questo forum, inoltre si tiene a precisare che tutto ciò che è presente in questo forum vi è stato messo in assoluta buona fede e senza alcuno scopo di lucro.
Traduttore - Translater
METEO ITALIA OGGI

Partner

creare un forum



Motori ricerca

Segnala il tuo sito nella directory

http://www.wikio.it

Cerrrca.com la ricerca con tre rrr


LICENZA
Licenza Creative Commons

Quest'opera è distribuita con Licenza
Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.

ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE (1951)

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE (1951)

Messaggio  Rebecca il Dom Ago 18, 2013 2:32 pm



1. TITOLO

ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE (1951)

TITOLO ORIGINALE: "Alice in Wonderland"

REGIA: Clyde Geronimi, Wilfred Jackson
SCENEGGIATURA: Winston Hibler, Ted Sears, Bill Peet, Erdman Penner, Joe Rinaldi, Milt Banta, Bill Cottrell, Dick Kelsey, Joe Grant, Dick Huemer, Del Connell, Tom Oreb, John Walbridge
BASATO SUI ROMANZI DI Lewis Carroll
MUSICHE: Oliver Wallace (autore partiture); Mack David, Gene de Paul, Sammy Fain, Winston Hibler, Bob Hilliard, Al Hoffman, Jerry Livingston, Don Raye (autori canzoni)
PRODUZIONE: USA 1951
DURATA: 75 minuti

Colore: Colore # Audio: sonoro # Genere: animazione, avventura, fiabesco, musicale # Soggetto: Lewis Carroll # Produttore: Walt Disney # Casa di produzione: Walt Disney Productions # Distribuzione (Italia): RKO Radio Pictures # Animatori: Milt Kahl, Ward Kimball, Frank Thomas, Eric Larson, John Lounsbery, Ollie Johnston, Wolfgang Reitherman, Marc Davis, Les Clark, Norman Ferguson, Hal King, Don Lusk, Judge Whitaker, Cliff Nordberg, Hal Ambro, Harvey Toombs, Bill Justice, Fred Moore, Phil Duncan, Marvin Woodward, Bob Carlson, Hugh Fraser, Charles A. Nichols # Montaggio: Lloyd L. Richardson # Effetti speciali: Ub Iwerks, Joshua Meador, George Rowley, Dan MacManus, Blaine Gibson # Scenografia: McLaren Stewart, Tom Codrick, Charles Philippi, Kendall O'Connor, Hugh Hennesy, Don Griffith, Thor Putnam, Lance Nolley # Sfondi: Ray Huffine, Ralph Hulett, Art Riley, Brice Mack, Dick Anthony, Thelma Witmer

Doppiatori italiani :
Vittoria Febbi: Alice # Carlo Romano: Cappellaio Matto # Gaetano Verna: Brucaliffo # Stefano Sibaldi: Stregatto # Mauro Zambuto: Leprotto Bisestile, Panco Pinco # Tina Lattanzi: Regina di Cuori # Mario Besesti: Tricheco # Vinicio Sofia: Carpentiere, Pinco Panco # Lauro Gazzolo: Bianconiglio # Aldo Silvani: Capitan Libeccio # Dhia Cristiani: Sorella di Alice # Giorgio Capecchi: Serratura # Giovanni Saccenti: Biagio # Wanda Tettoni: Margherita # Amilcare Pettinelli: Re di Cuori # Renata Marini: Rosa rossa # Vittorio Stagni: Toperchio
Fonte: QUI


2. RECENSIONE

Il film d'animazione che Walt Disney presentò nel 1951 era un suo sogno vecchio di molti anni. L'idea di realizzare qualcosa sul personaggio di Lewis Carrol era in Disney fin dai tempi in cui muoveva i suoi primi passi nel mondo dell'animazione. La serie di "Alice in Cartoonland" ne è la prova.
Fu grazie a quella idea che Walt ottenne un contratto con la Universal di Margareth Winkler (vedi "La Vita di Walt").
Anni dopo, quando la vulcanica mente dell'uomo dei sogni concepì il concetto di lungometraggio di animazione, tra i vari soggetti che vagliò il più quotato fu per diverso tempo proprio "Alice nel paese delle meraviglie" di Carrol, solo la realizzazione di un film live-action da parte della "Commonwealth Pictures" nel 1931 fermò l'idea nascente di Disney. Nel 1933 l'embrione di una nuova "Alice", addirittura in scrittura mista, finì nel nulla perché la Paramount annunciò l'uscita di un film con cast straordinario sullo stesso soggetto.
Era destino che il primo lungometraggio Disney non fosse basato su Lewis Carrol.
Disney regalò al mondo Biancaneve e i Sette Nani, ma di tanto in tanto Alice gli tornava in mente.
Quattordici anni dopo Biancaneve, finalmente nel regno di Disney arrivò anche Alice.
La storia è alquanto semplice, e segue sostanzialmente i romanzi di Carrol, la forza di questo film è nei personaggi strampalati e nel gusto per la follìa. Carrol descrive un mondo di pazzi che appare divertente ma che, di fatto, non può funzionare proprio per la mancanza di logica. Nel film questo messaggio risulta un po' sfocato ma alcuni dei personaggi che compaiono sono tanto azzeccati da elevare l'intera pellicola al rango di "Classico Disney".
Fonte: QUI


3. PERSONAGGI


- Alice: A prima vista Alice può sembrare una bambina come tante altre, ma in lei c'è molto di più di quanto non suggerisca l'apparenza.

Curiosa, sognatrice e dotata di una vastissima immaginazione, il suo desiderio di scoprire nuove cose e di evadere dalla monotonia della vita quotidiana la porta ad imbattersi nell'accesso per un nuovo mondo, il magico Paese delle Meraviglie.
- La regina di cuori: La sovrana del Paese delle Meraviglie è un vero e proprio tiranno: egoista, capricciosa e facile all'ira, ha la brutta abitudine di condannare alla decapitazione tutti coloro che la contraddicono o che semplicemente non le vanno a genio.
Eesercita il pugno di ferro sul suo regno, su cui ha potere incontrastato (sebbene anche lei, come tutti gli abitanti del Paese delle Meraviglie, abbia una grande paura dello Stregatto).
- Il cappellaio matto: Il Cappellaio abita nel Paese delle Meraviglie in una casetta parallela a quella della Lepre, dove invece si svolge l'azione.
E' uno dei tanti sudditi della Regina di cuori; Cappellaio fallito, dedito solo a gozzovigliare, era stato accusato di "ammazzare il tempo" e così da quel momento il Tempo, risentito, per lui ed i suoi compagni si fermò alle cinque.
Nella sua perenne ora del tè, il Cappellaio partecipa ai festini della Lepre Marzolina (matta anche lei) e sembra non riuscire a portare un discorso sensato a termine senza interruzioni.
Appassionato anche di orologi, ne possiede uno che segna il giorno ed il mese, ma non le ore; il suo famosissimo indovinello Che differenza c'è tra un corvo e uno scrittoio? (che nel libro non ha una risposta) ha fatto arrovellare i cervelli dei lettori che spinsero Carroll ad inventarne una risposta.
Insieme alla Lepre non manca di mostrare i suoi squilibri mentali nell'accogliere Alice, dapprima scacciandola e poi cercando di fare conversazione punzecchiandola con osservazioni personali e domande trabocchetto.
- Lo stregatto: Il rapporto che ha con le altre creature del Paese delle Meraviglie può considerarsi interessante.Sebbene si possa dire contro la regina di cuori, ha la caratteristica di essere al di sopra delle parti per natura e non aiuta né i protagonisti né i cattivi.
 
- PincoPanco & PancoPinco
 
 
 
 
 
 
 
- Biagio lo spazzacamino
- Il Brucalifo: Il Bruco, è appunto un bruco di colore blu alto circa tre pollici (circa sette centimetri) che fuma un narghilè seduto su un fungo.
È un tipo di poche parole, molto schivo e suscettibile. Alice trova particolarmente fastidioso il suo modo di esprimersi a "monosillabi", lui trova particolarmente fastidiosa la curiosità di Alice e preferisce schivare ogni sua domanda rispondendo con altri quesiti.
Sarà il Bruco a spiegare ad Alice che un lato del fungo la farà crescere, l'altro lato la farà rimpicciolire.
È al suo cospetto che Alice recita "You are old father William", parodia di un poemetto ben noto alle piccole Liddell ed alle bambine dell'età vittoriana.
Contrariamente a quanto si vede in molti adattamenti cinematografici, nel libro il Bruco non diventerà mai una farfalla.
- Il Bianconiglio: Il Coniglio Bianco si può considerare un araldo della Regina di cuori, è proprio lui che apre i cortei annunciando la corte e che presiede al processo al Fante di cuori.
È un coniglio bipede di colore bianco con gli occhi rosa. Porta un panciotto nel quale tiene un orologio da tasca.
IIl coniglio abita in una casetta alle porte del Paese delle Meraviglie, con un grande giardino e qualche serra, ha una cameriera di nome Marianna. (in Alice nel Paese delle Meraviglie Alice verrà appunto scambiata per Marianna) ed un giardiniere di nome Pat (probabilmente un porcellino d'india).
Il coniglio non si relaziona mai direttamente con Alice; la sua vecchiaia ed il suo nervosismo, lo portano ad essere totalmente disinteressato alla bimba ed ai suoi problemi; è diventato famoso per la sua tipica espressione «È tardi, è tardi!».
È proprio per seguire lui che Alice intraprende il suo viaggio nel Paese delle Meraviglie.
- Soldati di carta: I Soldati Carta, fedeli servitori della Regina di Cuori. Ce ne sono due tipi: le carte di Cuori (armate di lancia) e le carte di Picche (armate di alabarda)
- Leprotto bisestile: La Lepre marzolina, (conosciuta anche come Leprotto bisestile, dal doppiaggio italiano del film di Walt Disney Alice nel Paese delle Meraviglie e Leprotto Marzolino nell'edizione italiana del film di Tim Burton Alice in Wonderland, è un personaggio fittizio creato da Lewis Carroll nel romanzo.
La lepre esordisce con l'inseparabile Cappellaio Matto, nella famosa scena del festino del tè (o del non compleanno).
- Maestro Carpentiere
 
 
 
 
 
 
- Ostrichette curiose
- La Serratura





































































































4. LA STORIA e I BRANI di ALICE

Alice nel paese delle meraviglie. Titoli di testa:




- Testo: IL PAESE DELLE MERAVIGLIE

Alice parlaci
del viaggio tuo incredibile
nel mondo inverosimile,
che niun sa dir dov'è.

Dov'è quel magico
paese che tu sai trovar,
oltre le nubi o in fondo al mar
oppur dentro di te.
Chissà dov'è?
Forse laggiù
si vanno a rifugiar
la luna e gli astri,
quando il sole in cielo va.

Alice guidaci,
le meraviglie mostraci
di quei paesi magici
che sai trovar.


Alice oggi è distratta e non riesce a seguire la lezione di storia: per lei è più divertente intrecciare le margherite e giocare con Oreste, il suo gattino.

E ancora più divertente è immaginare un mondo dove anche gli animali e gli oggetti possono parlare.

Un Paese delle Meraviglie che si può vedere solo con la fantasia...




- NEL MIO MONDO IDEAL




- Testo: NEL MIO MONDO IDEAL

Le bestiole
anche lor vivrebbero in casette
ben vestite in guanti e con scarpette
nel mio mondo ideal,
ogni fiore
se io fossi un po' di malumore
per distrarmi passerebbe l'ore
chiacchierando nel mio mondo ideal.
Gli uccellini
sempre allegri, affabili e carini
canterebber l'arie di Puccini
in quel mio mondo ideal,
se un ruscello odi mormorar
potrai capir di cosa vuol parlar
che bellezza se sapessi che
quel mondo delle meravilgie c'è

Fonte: QUI


Ma, un momento! Che cosa ci fa lì un coniglio bianco (anzi, un Bianconiglio) con il panciotto e un grande orologio? Sta correndo e continua a ripetere: "E' tardi! Ho fretta!" Alice vorrebbe parlare con lui per chiedergli dove sta andando. Bianconiglio, però, non vuole saperne di fermarsi e si infila in un'apertura buia e stretta.
La bambina sa che non dovrebbe, ma lo segue. Più indietro, Oreste la osserva preoccupato. "La curiosità spesso è causa di guai!" fa appena in tempo a dire Alice... prima di scivolare in una profonda buca. "Addio, Oreste!" grida la bambina al gattino, che l'ha seguita fin lì.
Ma Alice non deve aver paura: la sua gonna si è aperta come un paracadute e lei scende pian piano.
La bambina atterra in un corridoio scuro e vede un'ombra fuggire dietro l'angolo. "Signor coniglio, mi aspetti!" grida. Macchè: quel buffo animale continua a correre. Non resta che seguirlo in quel posto così strano!

Arrivata davanti a una porta piccolissima, Alice afferra la maniglia e... "Ohi!" esclama la serratura, sentendosi... presa per il naso! Dopo un attimo di stupore, la bambina chiede alla serratura di lasciarla passare per raggiungere Bianconiglio. Ma poi si accorge di essere troppo grande per quella porticina tanto stretta. "Nulla è impossibile!" le dice allora la serratura, invitandola a prendere la bottiglia che c'è sul tavolo. "Quale tavolo?" domanda Alice guardandosi attorno.
Eccolo: è apparso all'improvviso! Sopra c'è una bottiglietta con la scritta BEVIMI. "Rifletti bene..." dice fra sé e sé la bambina. Non è prudente assaggiare cose sconosciute, ma Alice è talmente curiosa che, alla fine, beve quasi tutto il misterioso contenuto della bottiglia. E diventa piccola, sempre più piccola. Ora Alice potrebbe passare dalla porta, ma la serratura è chiusa a chiave e la chiave è rimasta sul tavolo. Perciò la serratura indica alla bambina una scatola di biscotti. Lei ne assaggia uno e questa volta diventa così grande da arrivare a toccare il soffitto. "Adesso non potrò più uscire di qui!" singhiozza Alice, allagando la stanza con le sue enormi lacrime.
Allora beve di nuovo dalla bottiglietta per ritornare piccola e finisce col cascarci dentro. Comunque, galleggiando sulle lacrime, la bambina riesce finalmente a passare attraverso la toppa.

Al di là della porticina c'è un gran mare agitato.
Alice vede tre uccelli: uno galleggia sull'acqua a testa in giù come una buffa barca, il secondo spinge, il terzo, che si chiama Capitan Libeccio, se ne sta comodamente seduto.
- THE SAILOR'S HORNPIPE # - LA MARATONDA

      
 
- THE SAILOR'S HORNPIPE

Oh, che bella vita fa il marinar
sempre a navigar quando infuria il mar
me ne infischio se nevischia
se c'è nebbia o il vento fischia
perché il tempo se ne infischia pure lui di me.

Fonte: QUI


"Per favore, mi aiuti!" gli grida la bambina. Il capitano, però, non le risponde e sono le onde a portarla verso riva. Ora Alice è all'asciutto, ma i suoi vestiti sono completamente bagnati.
"Devi correre con gli altri!" le consiglia Capitan Libeccio dall'alto di una roccia. Già, per asciugarsi  la cosa migliore è fare la Maratonda, una strana corsa in cerchio.

- LA MARATONDA

Gira in tondo, sempre in tondo
asciugati anche tu
Niente E' più seccante
Di una corsa in su e in GIU'
Mara maratonda
Testa in basso
Gambe in su
Non C'E' stato inizio
E non ci fermeremo più
??Di correr QUI??
Saltar calciar
Di qua e di là
COMINCIAM domani
L’altro ieri finirà
Gira gira IN TONDO
C'E' più gusto
E sai perchè
Non C'E' mai nessuno che stia avanti
O che stia indietro
Avanti gira IN TONDO
Provaci anche tu
Niente secca meglio
Di una corsa in su e in GIU'
MARA...

Fonte: QUI


Stando seduta sul becco di uno degli uccelli, la bambina partecipa al girotondo, finchè non vede il Bianconiglio e ricomincia a seguirlo. Correndo a perdifiato, Alice arriva in un bosco. Qui incontra i gemelli Pinco Panco e Panco Pinco che la chiedono di fermarsi ad ascoltare una delle loro storie.

- PIACERE

      

- PIACERE

Stringi la mano
Piacere
Piacere
Piacere
Lieto son io, piacere
E poi le presentazion
Questa è educazion .

Fonte: QUI


Quando la bambina gli spiega che preferisce scoprire dove sta andando Bianconiglio, i gemelli insistono.
Se è tanto curiosa, hanno proprio la storia giusta da raccontarle: quella delle ostrichette curiose! La storia comincia così: un giorno (o una notte? Chissà, nel cielo c'erano sia il sole che la luna...) un Tricheco e un Carpentiere camminavano sulla spiaggia.
Tutta quella sabbia non piaceva al Carpentiere, ma le cose buone, quelle sì gli piacevano! Nel mare c'erano tante gustose ostriche, ed era quasi mezzogiorno... o forse mezzanotte? Comunque, il Tricheco e il Carpentiere avevano appetito.
Così, suonando il bastone come un flauto, il Tricheco attirò un gruppo di ostrichette fuori dal mare e disse loro che le avrebbe invitate a colazione. Le ostrichette erano curiose e molto contente di conoscere meglio quei due strani tipi.
Non sapevano, poverette, che la colazione erano loro! Infatti, il Tricheco se le mangiò in un baleno, senza lasciarne nemmeno una al Carpentiere, che andò su tutte le furie.

- IL TRICHECO E IL CARPENTIERE (ovvero: la storia delle ostrichette curiose)


- Testo: IL TRICHECO E IL CARPENTIERE (ovvero: la storia delle ostrichette curiose)

Gpendeva il sol sull'ampio mar, pieno di volontà
volea far l'onde luccicar, raggiando in qua e in là.
e ciò benchè la notte ahimè
profonda fosse già.
andava il carpentiere col tricheco a passeggiar
la spiaggia era vastissima e di sabbia aveva un mar.
"signor barone" disse il primo "la sabbia non mi va.
e men che sia, la portiam via, se lei mi da una man"

il tricheco:
"UNA MANOOOO? EHEHHEHAHAHAH
è giunta l'ora..."

il carpentiere:
"sì, tricheco?"

il tricheco:
"...ormai di chiaccherar, di cose buone da mangiar,
di cavoli o di re;
di come il mare va in bollor se i gatti san volar;
godiamo allor, macchè lavor, siam cavoli o siam re!"

[...]

il tricheco:
"Oooooh è festa, ostrichette, andiamo a passeggiar;
giriamo un po', parliamo un po', che più si può anelar"

il carpentiere:
"e magari, cogliendo l'occasion, faremo colazion"

il tricheco:
"COFF COFF COFF"

i panchipinchi:
"ma scosse mamma ostrica
il capo, ed ammiccò;
sapeva che i molluschi
fanno gola anzichè no"

mamma ostrica:
"girar perchè?
sentite a me,
restate qui"

i panchipinchi:
"gridò"

il tricheco:
"certo, certo, è giusto ma...
...AH AH!!
è giunta l'ora, amiche care,
ormai di chiaccherar;
di cappellini di chiffon
di cavoli e di re;
e come il mare da calor
se i gatti san volar...
...AH AH!!
orsù, allegria! venite via!
coi cavoli e coi re!"

[...]

il tricheco:
"mmmmh, ed or
vediamo un po'..."

il carpentiere:
"arf arf"

il tricheco:
"...OH OH!!
del pan tostato!
è quello che ci vuol!"

il carpentiere:
"e di limon, ci vuol un po' di pepe no?"

il tricheco:
"oh sì, sì, ottima idea,
ah ah, è ora di pranzar;
e ora siete pronte ostrichette?
la festa cominciam"

le ostrichette:
"festa??"

il tricheco:
"sì, amiche care, è tempo ormai
di fare colazion"

il carpentiere:
"e pepe e un po' di senape,
e succo di limon;
mischiamo tutto insieme
in una salsa inver da re;
godiamo al fin, che bel festin
pei cavoli e pei re!"

il tricheco:
"ehhh io sono commosso...burp!
oh, scusatemi! voi non saprete mai
qual gioia è il nostro incontro,
e l'ho gustato assai!"

il carpentiere:
"ostrichette?? ostrichette??"

i panchipinchi:
"ma non ci fu risposta
o ostrichetta, e non c'è da stupir;
perchè le avea mangiate
tutte!! ahimè!!"

il tricheco:
"ehm...è giunta l'ora!"

[...]

i panchipinchi:
"pei cavoli e pei re! fine!

Fonte: QUI


"E' una storia molto triste," commenta Alice con un sospiro; ma ora la bambina deve rimettersi in cammino, anche se Pinco Panco e Panco Pinco vorrebbero raccontarle una nuova storia.

- LA STORIA DEL NONNETTO

      

- Testo: LA STORIA DEL NONNETTO

Il fanciullo diceva al nonnetto "Orsù
ormai vecchio e canuto sei tu
ma ancora ti metti col capo all'ingiù
oramai non lo devi far più, mai più,
all'età che tu hai non va più!"
Gli rispose il nonnetto
"Ma adesso che so che cervello non ho
beh... io lo fo e lo rifò e lo rifò
ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah!"

Fonte: QUI


Alice si allontana e presto arriva a una graziosa casetta. Ed è proprio la casa di Bianconiglio! La bambina vorrebbe finalmente parlargli, ma lui ha più fretta di prima e le dice: "Marianna! Va' a prendermi i guanti!" Chi è Marianna?
Di certo il coniglio ha confuso Alice con un'altra persona. La bambina, comunque, entra in casa, ma non riesce a trovare i guanti. In compenso vede una scatola: dentro ci sono dei biscotti con su scritto SERVITI. Alice ne assaggia uno e: "Oh, no, non di nuovo!" esclama mentre comincia a crescere. Ora Alice è diventata grande come la casa, anzi di più. Infatti è costretta a far uscire le braccia dalle finestre, mentre con i piedi sfonda i muri del piano di sotto. "Un mostro!" grida spaventato Bianconiglio quando la vede. Allora chiede aiuto a Capitan Libeccio che pensa a un piano per liberarsene.
"Daremo fuoco alla casa!" esclama il capitano.

- Testo: DAREMO FUOCO ALLA CASA

Capitan Libeccio:lo voglio affumicar
così dovrà sloggiar
un po' di legna prenderò
con questo il fuoco accenderò.
Faremi un bel falò
e il mostro scaccerò.
Il naso gli bruciam
i piedi gli arrostiam
e lì per lì gli dimostriam
che mostri qui non tolleriam.
Noi non avrem pietà
col fuoco sloggerà
Bianconiglio: Col fuoco sloggerà.

Fonte: QUI


Prima, però, bisogna  trovare un fiammifero. Fortunatamente Alice ha un'idea migliore: "Forse se mangiassi qualcosa mi farebbe rimpicciolire". Detto, fatto: allunga un braccio, prende una carota dall'orto del coniglio e, dopo un morso, è di nuovo piccina. "Signorina, ha un fiammifero?" le chiede Capitan Libeccio, senza accorgersi che il mostro non c'è più! Bianconiglio, invece, è già scappato via e la bambina ricomincia a inseguirlo. "Non lo raggiungerò mai finchè sarò così piccola!" esclama Alice quando, ancora una volta, perde di vista il coniglio.
Guardandosi attorno, la bambina vede dei fiori coloratissimi che parlano e cantano.

- NEL BEL MERIGGIO D'OR

      

- Testo: NEL BEL MERIGGIO D'OR

Se vedrai la valle dei tulipani
Baci sotto i girasol
Sono le campanule al risveglio
Nel bel meriggio d'or
Nelle nuvole son già gli asfodeli
E le viole cantano di cuor
Bocca bocca di leone e i gigli dolci
Nel bel meriggio d'or
Sono bruchi il cane e il gatto
Ha la gotta il millepiè
Ma le margherite hanno sonno
Imparar puoi tante cose dai fiori
E di grazia sempre ricchi son
Son felici a primavera i cuori
Nel bel meriggio d'or

Fonte: QUI


E non sono gli unici: infatti, da lontano arriva una dolce melodia. A, E, I, O, U! Così canta il Brucaliffo, laggiù, facendo nuvole di fumo a forma di vocale. E' seduto su un fungo e sembra che nulla gli importi più di quel suo A, E, I, O, U.

- A-E-I-O-U




- Testo: A-E-I-O-U

O-e-i-o-u
E-i-o-u
E-i-o-u
O-u-e-i-o-a
U-e-i-a
O-e-i-o-u

Fonte: QUI


"Chi essere tu?" chiede il  Brucaliffo quando vede Alice.
La bambina non sa più neanche lei chi è veramente: si è trasformata così tante volte! Sa solo che è stanca di essere piccina. Ma forse il Brucaliffo potrebbe aiutarla; certo che sì!
Ecco il suo consiglio: un lato del fungo la farà crescere e l'altro la farà rimpicciolire.
Dovrà solo assaggiarli. "Una parte mi farà crescere...ma quale?" si domanda la bambina. Dopo tutto che le è successo mangiando e bevendo cose strane, Alice dovrebbe aver imparato ad essere prudente; ma per lei niente è peggio di essere così piccola. Un morso appena... ed ecco che Alice cresce fino a diventare alta come il più alto degli alberi.

Non basta: un nido pieno di uova le è rimasto impigliato tra i capelli, e mamma uccello non è per niente contenta; bisogna subito mangiare l'altro pezzetto di fungo per rimpicciolire!
Finalmente Alice torna della sua statura normale. Allora si mette in tasca i due pezzetti di fungo e riprende a inseguire il Bianconiglio: ma il bosco è pieno di cartelli e ognuno indica una direzione diversa. Quale sarà quella giusta?
A un tratto, Alice sente qualcuno che canta nel bosco. Vede spuntare un sorriso e poi, attorno al sorriso un gatto. Anzi, uno Stregatto!

- LA CANZONE DELLO STREGATTO




- Testo: LA CANZONE DELLO STREGATTO

Prima strofa
A destra ed a manca va
di qua, di su, di giù, di là
la luna sorge all'olimon
e i palmipedon neppur.

Seconda strofa
Albeggia ed il solleon
a la-r-ghe falde sbianca il mar
la luna sorge all'olimon..

Fonte: QUI


Lo Stregatto può apparire, sparire, alzarsi le orecchie con la coda e fare cento altre cose strane. Così, forse, può anche dire ad Alice dov'è finito il coniglio bianco.
"Se io cercassi il Bianconiglio, lo chiederei al Cappellaio Matto oppure al Leprotto Bisestile," risponde il buffo animale.
Seguendo il consiglio dello Stregatto, Alice arriva davanti al cancello di una casa; nel giardino, in fondo a una lunga tavola, ci sono il Leprotto Bisestile e il Cappellaio Matto. Stanno cantando un'allegra canzone, accompagnati dai fischi di tante teiere.
Il tè è la loro passione, e preferiscono berlo in un'occasione speciale; oggi, per esempio, è il non-compleanno di tutti e due!

- UN BUON NON COMPLEANNO

      

- Testo: UN BUON NON COMPLEANNO

Leprotto
Che sia il consenso unanime
se ostacolo non c'è

Leprotto e Cappellaio
Un buon non-compleanno
un buon non-compleanno
un buon non-compleanno per noi.

Leprotto
Un buon non-compleanno a me

Cappellaio
A chi?

Leprotto
A me

Cappellaio
Oh, a te!

Leprotto
Un buon non-compleanno a te

Cappellaio
A me?

Leprotto
Sì, a te!

Cappellaio: Oh, a me!
Brindiamo tutti insieme
Con un altro po' di tè
E tanti tanti auguri a-a te.

Cappellaio
Noi tutti abbiam un compleanno
Ogni anno

Leprotto
Ed uno solo all’anno ahimè ce n'è

Cappellaio
Ah, ma ci son trecen-sessantaquattro non compleanni

Leprotto
E questi preferiamo festeggiar!

Un Buon non compleanno a te
A te, a me?
Un Buon non compleanno a te
A te, a me?
Brindiamo tutti insieme con un altro pò di the
E TANTI TANTI AUGURI a te!

Fonte: QUI


Anche Alice vorrebbe partecipare alla festa, ma non riesce a capire di cosa si tratta; "Non sa cosa è il non-compleanno!" ridacchia il Leprotto Bisestile e, insieme al Cappellaio Matto, prova a spiegarglielo.
E' semplice: il non-compleanno è tutti i giorni in cui non si compiono gli anni; e sono tanti, ben 364! "Ma allora oggi è anche il mio non-compleanno!" esclama Alice, contenta. Quindi la festa è anche per lei, e si merita una torta e un bell'inchino!
Certo il Leprotto Bisestile e il Cappellaio Matto sono proprio bizzarri, e Alice comincia a essere stanca di tutte quelle assurdità.
In fondo, che cosa le importa del coniglio? Meglio tornare a casa, seguendo il sentiero...almeno finchè c'è!
Sì, perchè all'improvviso ecco apparire un animale con la testa a forma di scopa, che lo sta cancellando tutto; ormai la bambina si è persa in quel paese pieno di stranissime bestiole.
Ci sono uccelli-ombrello, gufi-fisarmonica, passeri-matita, perfino uccelli-gabbia! Nessuno di loro, però, può consolare Alice, che adesso piange disperata.

- OTTIMI CONSIGLI

      

- Testo: OTTIMI CONSIGLI

Io mi so dar ottimi consigli,
Ma poi seguirli mai non so
E per questo nei pasticci spesso son
"Rifletti" è un ottimo consiglio
Però assai curiosa son
E mi piacciono avventure e novità,
Ho imboccato il mio cammino
Senza alcuna riflessione
Senza pensar che tutto poi
Si paga un dì, così
Io mi so dar ottimi consigli
Ma poi seguirli mai non so
Chissà quando la lezione imparerò

Fonte: QUI


A un tratto la bambina sente una voce conosciuta: è tornato lo Stregatto! Forse lui potrà aiutarla a trovare la sua strada. L' animale, però, le spiega che non è possibile: non può esserci la "sua" strada perchè da quelle parti le strade sono tutte della Regina.
Poi lo stregatto abbassa un ramo, ed ecco apparire un passaggio segreto: basta attraversarlo per incontrare la sovrana. Al di là di quel passaggio c'è un giardino di rose bianche, ma tre carte da gioco, l'Asso, il Due e il Tre di Fiori, le stanno dipingendo di rosso in fretta e furia.

- LE ROSE DI ROSSO NOI LE TINGIAM




- Testo: LE ROSE DI ROSSO NOI LE TINGIAM

Le carte
Rosse le pitturiam
le rose noi verniciam
non c'è che dir, non c'è che far
la vita sì passiam
adesso né più né men
di rosso le tingerem
bo bo bo bom bom
Rosse noi le tingiam
ma quanto ahimè soffriam
perchè sappiam che al più doman
le rose moriran
oh!
Eppure noi insistiam
rosse le verniciam
oh oh oh oh
oh oh oh oh
Rosse noi le tingiam
le rose noi pitturiam

Alice
Ma signor Tre vorrei saper
se un buon motivo c'è.

Le carte
Eh? Oh!

Tre
Beh, il fatto è signorina che abbiam piantato per sbaglio rose bianche e...

Le carte
C'è la regina che
le vuole rosse, è ver
se lo saprà
a tutti e tre
latesta taglierà

Alice
Oddio!

Le carte
Per questo noi ci affrettiam
e di rosso le verniciam.

Alice
Mio Dio!
Rosse le verniciam

Tutti
Le rosse le pitturiam

Le carte
ma non dir mai
che hai visto e sai
non metterci nei guai
ma di rosso le tingerem

Alice
Sì, rosse le tingerem

Le carte
Nè blu, né ner

Alice
né arcobalen

Tutti
Di rosso le tingerem

Fonte: QUI


"Il fatto è che abbiamo piantato per sbaglio rose bianche!" spiega il Tre ad Alice, mentre la Regina le vuole rosse.
In quel momento squillano le trombe: sta arrivando proprio la sovrana... e anche Bianconiglio! Finalmente il mistero è risolto: è il trombettiere di corte. E sta ancora correndo tra due file di guardie reali, che sono in realtà delle carte di Cuori.
"Sua maestà, la Regina di Cuori!" annuncia Bianconiglio.
Ed ecco la sovrana. C'è anche il Re, ma nessuno sembra considerarlo importante.
Quando la Regina vede Alice le chiede se sa giocare a croquet, che è una specie di golf; la bambina conosce il gioco e così... la partita ha inizio.
Nel Paese delle Meraviglie, il croquet si gioca usando degli uccelli come racchette, mentre un riccio che fa da palla e deve passare sotto le carte piegate ad arco.
Alice, però, non riesce proprio a farsi ubbidire dalle sue racchette! Tutti hanno una gran paura della Regina, così fanno sempe in modo che vinca, anche se non lo meriterebbe.
L'unico a non temerla è lo Stregatto: "Potremmo farla arrabbiare sul serio!" propone ad Alice, apparendo dietro la sovrana. "Oh, no," esclama la bambina cercando di fermarlo. Troppo tardi! Lo Stregatto aggancia il vestito della Regina alla racchetta.
La sovrana colpisce la palla e... finisce a gambe all'aria, una posa davvero poco dignitosa per la Regina di Cuori! I soldati si precipitano ad aiutarla.

Ma la Regina è furiosa: "Tagliatele la testa!" urla indicando Alice. Lei non ha visto lo Stregatto e crede che la colpa sia della bambina. Alla fine, però, il Re convince la sovrana a farle almeno un processo. In tribunale, Bianconiglio legge l'accusa mentre la giuria prende appunti. Alice vorrebbe farsi valere, ma è così piccola davanti al grande trono della sovrana! Per fortuna, mettendosi le mani in tasca, trova i pezzi del fungo che il Brucaliffo le aveva consigliato di mangiare. Senza esitare, la bambina li divora tutti e due e... cresce fino al soffitto! Ora finalmente Alice può guardare la Regina dall'alto verso il basso. Le carte non le fanno più paura: potrebbe farne un mazzo e mettersele in tasca! "Quanto a voi, maestà..." comincia Alice, chinandosi sul trono: ha proprio voglia di dire quello che pensa a quella Regina prepotente.
Ma la bambina non sa che il secondo pezzo del fungo che ha mangiato sta per fare effetto! Alice diventa di nuovo piccina piccina. "Tagliatele la testa!" urla ancora la sovrana, mentre le carte volano addosso alla bambina per catturarla! Alice riesce a scappare appena in tempo. La bambina corre più forte che può, ma quel mondo fantastico è davvero enorme. E sembra ancora più grande, adesso che la Regina e un intero mazzo di carte la inseguono!
Alice vorrebbe tanto trovare l'uscita.

Finalmente la bambina vede la porticina da cui era entrata, quando prova ad aprirla: "Sono ancora chiusa a chiave!" esclama la serratura. La Regina, il Re, le carte, il Leprotto Bisestile e il Cappellaio Matto ormai hanno quasi raggiunto Alice. E, come se non bastasse, ci sono anche il Tricheco e il Carpentiere! Saranno guai, se riusciranno a prenderla. Ma non possono... perchè il viaggio nel Paese delle Meraviglie è stato solo un sogno! Alice dorme tranquilla, con Oreste in braccio. E non appena aprirà gli occhi, il sogno svanirà.
Peccato, perchè si è divertita un mondo!

5. COVER

ALICE IN WONDERLAND CineMasterpieces ORIGINAL 1951 DISNEY VINTAGE MOVIE POSTER



Manifesto originale italiano di Alice nel Paese delle Meraviglie  - Il secondo manifesto è quello del marzo 1970:

   


Il più raro e prezioso disco della Disneyland , il mitico Alice in Wonderland WDL 4015 del 1957. Ne furono stampati pochi esemplari che vennero presto sostituiti dal più economico DQ 1208:



La videocassetta:



Il DVD:



Edizione speciale, edizione del NONANNIVERSARIO:



da:
 
da:
avatar
Rebecca

Messaggi : 47
Punti : 106
Data d'iscrizione : 02.06.10
Località : Toscana

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum