Ci "aiuti" a crescere?
Ti ringrazio in anticipo per il tuo




________________________________________

DIVENTA COLLABORATORE!

Italia Canora è in continua crescita e sempre alla ricerca di collaboratori che desiderano partecipare a questo grandioso progetto.

Aiuta Italia Canora a cercare materiale come cover, videoclip testi e quant'altro occorre per inserire le discografie dei nostri grandi artisti italiani!

Se sei appassionato di musica potresti dedicarti ad inserire il tuo artista preferito con delle semplici linee guida.

Lasciami un messaggio (in chat oppure in alto su Messages), ti contatterò quanto prima!

________________________________________






________________________________________



Caricamento video...
AFFILIAZIONI - SITI - BLOG
e FORUM

LaFavolaBlu


Progetto Musico Sognante Italiano
La fiaba del mare della Musica Italiana
ed Internazionale

____________________________


Nonsolosuoni




Un sogno
fatto di musica!

______________________


_____________________


Estatica è l'enciclopedia di musica italiana, internazionale e cultura.

Discografie, recensioni, interviste, monografie, live report, video, ebooks


_____________________



________________________


_____________________



________________________



________________________

Chi è in linea
In totale ci sono 30 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 30 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 118 il Ven Lug 14, 2017 9:34 pm





__________________________________

Ti piace il nostro Portale??
Allora votaci cliccando su questo bottone ... Grazie!!

migliori siti


www.italiacanora.net


Grazie a voi abbiamo vinto questi AWARD
nella classifica di NET-PARADE


Uno dei più belli
In classificasito internet
In classifica
Sito d'argento
DISCLAIMER
Tutte le copertine, testi e video presenti su questo forum sono solo per uso informativo e di intrattenimento.
Puoi scaricare e stampare la copertina se possiedi l'originale e hai bisogno di rimpiazzarla.
Tutto cio' che puo' essere considerato legale, dipende dalle leggi sul copyright del tuo paese di residenza. Non è nostra intenzione infrangere Copyright per cui, se ciò dovesse accadere, prego gli interessati a scrivere agl'amministratori i quali provvederanno alla rimozione immediata o a citare la fonte, se richiesto.
Lo Staff di ItaliaCanora.net non è responsabile dell'utilizzo e di eventuali danni a cose o persone causati dal materiale presente in questo forum, inoltre si tiene a precisare che tutto ciò che è presente in questo forum vi è stato messo in assoluta buona fede e senza alcuno scopo di lucro.
Traduttore - Translater
METEO ITALIA OGGI

Partner

creare un forum



Motori ricerca

Segnala il tuo sito nella directory

http://www.wikio.it

Cerrrca.com la ricerca con tre rrr


LICENZA
Licenza Creative Commons

Quest'opera è distribuita con Licenza
Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.

1976 - SCOMMETTIAMO?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

1976 - SCOMMETTIAMO?

Messaggio  admin_italiacanora il Lun Mag 20, 2013 7:02 pm



1. LA SCHEDA DELLA TRASMISSIONE

Anno: 1976 - 1978
Genere: Gioco a premi
Durata: 60 min
Presentatore: Mike Bongiorno
Regia: Piero Turchetti
Rete: Rai Uno

Scommettiamo? era un gioco a quiz di successo trasmesso ogni giovedì sera dalla prima rete Rai dal 23 dicembre 1976 al 21 dicembre 1978, condotto da Mike Bongiorno con la valletta Paola Manfrin, che raccoglieva la pesantissima eredità della più famosa Sabina Ciuffini: prima valletta contestatrice e irriverente decise di non continuare dopo la prima edizione e fu sostituita, nelle due successive, dalla più spigliata Patrizia Garganese. Alla prima puntata del 23 dicembre 1976 i concorrenti furono Sergio Trabalza di Trento, Maria Luisa Bergna di Como e Carmine Di Bello di Milano. Alla fine vinse Di Bello con 2 milioni e 370 000 lire.
L'audience fu record italiano del tempo con 20.000.000 di telespettatori.

Il meccanismo del gioco a quiz è del tipo «a scommesse», sul modello dell'ippica. In questo gioco si distinse, in particolare, il campione Giuliano Canevacci, che fu l'unico, nella storia di tutti i quiz, a lasciare il gioco imbattuto: infatti, egli si ritirò dopo aver vinto per otto puntate consecutive in quanto stanco di studiare decine e decine di materie (ne dichiarò ben 64!) per prepararsi alle risposte (si ricorda che non ne abbia mai sbagliata una), e naturalmente vinse anche la finalissima. Altri campioni che raggiunsero una certa popolarità furono Maria Teresa Lattanzi, Alberto Pozzolini, Alfredo Maria Rossi, Ugo Berardi (che rispondeva a domande su Giuseppe Verdi) e Paolo Paolicchi (astrofisico, che rispondeva a domande su Franz Kafka).

Per la prima volta, vi è un concorso riservato ai telespettatori che ogni settimana, inviando una cartolina alla sede RAI di Milano in Corso Sempione, pronosticavano sulla vittoria o sconfitta del campione in carica. Tra i telespettatori che indovinavano, se ne estraeva a sorte uno che vinceva gli eventuali montepremi persi dai concorrenti che avevano fallito la domanda finale.
Si ricorda anche un concorso per gli abbonati alla neonata televisione a colori.

Regolamento
Come accennato, è un gioco ispirato all'ippica: infatti dopo le domande preliminari, ci sono otto «corse» che sostituiscono il tabellone del Rischiatutto, seguite da una domanda finale.
Domande preliminari

Ogni concorrente, a turno, risponde a cinque domande sulla propria materia di competenza. Ad ogni risposta esatta, il concorrente vince 100 000 lire, mentre, a differenza del Rischiatutto, ogni volta che il concorrente sbaglia la risposta, il montepremi viene azzerato. Alla fine delle cinque domande si aggiunge al concorrente un premio corsa di 100 000 lire, per consentire a chi avesse sbagliato l'ultima delle cinque domande di giocare, dato che a Scommettiamo? il concorrente non può andare in passivo.
Le «corse»

Ve ne furono dieci all'inizio della prima stagione, poi furono ridotte ad otto; divennero sette nella seconda e nella terza. La «corsa» è strutturata così: Mike introduce il tema della corsa. Successivamente, alle spalle di Mike c'è un totalizzatore elettronico stile ippodromo sul quale compaiono i tre tipi di domande disponibili per la corsa, variabili tra «chi?», «dove?», «quando?», «perché?», «come?», «quale?», seguiti ognuno da una quota, come nelle scommesse ippiche. A questo punto i tre concorrenti hanno 10 secondi di tempo per digitare su una tastiera la domanda cui intendono rispondere e la cifra da scommettere, che varia dalle 10 000 alle 500 000 lire. Le postazioni dei concorrenti sono dei «picchetti» da ippodromo separate da compensati che impediscono ai concorrenti di «spiare» le scommesse degli avversari.

In seguito, le puntate compaiono sui tre «picchetti». In seguito, ogni concorrente ascolta e risponde alla domanda scelta (eventualmente preceduta da un'immagine o un filmato); se due o tutti e tre i concorrenti scelgono una stessa domanda, risponde il concorrente che ha puntato di più e l'altro o gli altri rimangono «al palo» per la corsa in gioco, cioè non rispondono ad alcuna domanda; in caso di parità nelle puntate, si mette la domanda «all'asta» al miglior offerente.

In ogni caso, il concorrente che risponde esattamente guadagna la cifra puntata inizialmente (non quella con cui si è vinta l'eventuale asta!) moltiplicata per la quota abbinata alla domanda, mentre perde l'ultima quota puntata (se c'è stata un'asta, quindi, si perde la somma con cui ci si è aggiudicati la domanda) non moltiplicata se si dà una risposta errata alla domanda.

Nella seconda e nella terza stagione, se un concorrente sbaglia la risposta, gli altri due possono prenotarsi con il pulsante. Chi si prenota, guandagna o perde 100 000 lire a seconda che la risposta sia giusta o errata.

Come accennato, non si può andare in passivo, dunque non si può puntare più del proprio montepremi, pena l'annullamento della scommessa e lo stazionamento «al palo» per la corsa in svolgimento.

L'una tantum
Proprio per agevolare i concorrenti che rischiano il «rosso», a ciascun concorrente è concesso una sola volta nel corso della puntata un prestito di 200 000 lire detto una tantum, che va tassativamente restituito entro la fine delle dieci corse. Quando un concorrente chiede l'una tantum, sul display che indica il suo montepremi si accende un asterisco a sinistra del montepremi stesso, che si spegne al momento della restituzione.
«Handicap o cavallino?»

È la fatidica domanda posta da Mike ai telespettatori in occasione delle «corse handicap» (nella prima stagione la quarta e l'ottava, poi solo la quinta con la riduzione a otto corse e prima della quarta corsa nella seconda e nella terza stagione), in quanto la valletta sta per girare, azionandola con una leva, una ruota sporgente dalla costola, sulla quale si alternano la scritta «handicap» e il cavallino Michele, storica mascotte del programma con le sembianze del suo conduttore. Se la ruota si ferma sul cavallino, il gioco prosegue regolarmente, ma se si ferma sull'«handicap» il concorrente in testa riparte dal montepremi del secondo classificato, il quale riparte dal montepremi del concorrente in coda. Quest'ultimo non subisce nulla. Il momento dell'handicap, come ammesso dallo stesso Mike durante l'ultima puntata della seconda edizione, non incontrò il favore del pubblico, in quanto penalizzava fortemente moltissimi concorrenti che persero parecchi milioni di lire; per venire incontro alle critiche, durante la terza stagione, in caso di «handicap», si poneva al concorrente in testa e a quello mediano una domanda multipla del tutto analoga a quella finale (senza cuffia e con la cabina aperta): rispondendo esattamente, non si subivano gli effetti dell'«handicap».

Domanda finale
I concorrenti sono isolati con una cuffia e chiusi nei loro picchetti attraverso la chiusura di una teca di plexiglas da parte della valletta. Ciascun concorrente, a turno e in ordine crescente di montepremi, deve rispondere ad una serie di domande sulla materia di competenza nel tempo massimo di un minuto. Se il concorrente risponde esattamente a tutte le domande, il montepremi è confermato (non raddoppiato come al Rischiatutto!), mentre se sbaglia anche una sola delle domande va a quota zero e il montepremi accumulato è destinato al concorso riservato ai telespettatori. Curiosità: prima della domanda finale, sul display indicante il montepremi appare la cifra accumulata fino a quel momento, senza il segno "più" o "meno", in quanto non si va mai in passivo durante le corse. Dopo la domanda, in caso di esito positivo appare un "più" alla sinistra della cifra, ma in caso di esito negativo il display non si azzera (come avviene invece al Rischiatutto) ma appare semplicemente un segno "meno" a sinistra della cifra persa, ma con questa notazione s'intende che la quota è zero, non, per esempio, meno tre milioni. Al termine della domanda finale, il concorrente col maggior montepremi è proclamato campione e torna la settimana successiva. Nella prima edizione di "Scommettiamo" c'era la possibilità per i concorrenti campioni di accaparrarsi anche i montepremi dei due avversari sconfitti nella domanda finale: se infatti 2 concorrenti non rispondevano correttamente alla domanda, il concorrente che, rispondendo in maniera corretta diventa campione, aggiunge al suo montepremi anche i soldi non vinti dagli avversari.

Curiosità
  • Il programma era registrato nello studio 2 della Fiera di Milano. Nello studio 1 registrava Pippo Baudo con Chi?(programma abbinato alla Lotteria Italia), al 3 invece registrava e sproloquiava con se stesso Roberto Benigni nella sua famosa Televacca. Nello studio 2 almeno nelle prime puntate registrava solo Mike Bongiorno con Scommettiamo?. Nel 1977 forse nello studio convivevano, addirittura ad ore alterne, Scommettiamo? e lo storico Portobello di Enzo Tortora.
  • Come al Rischiatutto, il moderno meccanismo del gioco impediva che il programma venisse mandato in onda in diretta. Infatti, dopo la scelta della domanda da parte dei concorrenti, la registrazione si doveva interrompere per montarne il corrispondente filmato, in quanto in regia non si conosceva a priori l'esatto ordine delle domande, quindi dei filmati da mandare in onda. Tale difficoltà sarà superata nel successivo Flash, dove i concorrenti non potranno più scegliere le domande cui rispondere, in quanto queste ultime saranno poste in ordine prestabilito, noto alla regia prima dell'inizio del programma, rendendone possibile la diretta.
  • Nella prima edizione, in una memorabile puntata, Paola Manfrin, all'ennesima richiesta di Mike di mostrargli se le mani erano pulite prima di girare la ruota, scrisse " scemo chi legge " su un palmo, suscitando ilarita' nel pubblico e grande soddisfazione nel presentatore, sempre attento all'audience.
  • La seconda edizione, come da annuncio della stampa, sarebbe dovuta andare in onda a colori sin dalla prima puntata del 1 dicembre 1977, ma a causa di ritardi nel dotare lo studio Fiera 2 delle attrezzature necessarie le prime puntate (1, 8, 15, 22 e 29 dicembre 1977) erano ancora in bianco e nero. Durante la prima puntata Mike spiegò molto dettagliatamente le ragioni del rinvio del colore al successivo gennaio, e disse ai telespettatori che la nuova scenografia aveva una tinta grigio-azzurra a suo dire molto «monòtona» per il bianco e nero che in quel momento vedevano i telespettatori, in quanto progettata per il previsto passaggio al colore. Il conduttore tenne moltissimo a rivelare il colore di molti elementi ripresi (ad esempio le nuovi luci rosse dentro le postazioni o persino gli occhi «menta-azzurro chiaro» della giovane concorrente Rossana Gastaldi). Infatti, la prima puntata trasmessa a colori fu quella del 12 gennaio 1978. Portobello, realizzato come accennato nel medesimo studio, non poté così essere inaugurato come il primo programma a colori di Rai Due (1977) come previsto. Durante la prima puntata a colori del quiz, non si accennò minimamente alla novità.
  • La storica mascotte della trasmissione, il cavallino Michele con tanto di somiglianza e occhiali di Mike, compariva nella sigla di testa ed era regalato ai concorrenti sotto forma di giocattolo, che andò a ruba nei negozi. Inoltre, nel 1977 il cavallino Michele diventò sul Corriere dei Piccoli un fumetto, scritto da Tiziano Sclavi, ideatore di Dylan Dog e disegnato da Umberto Manfrin.
  • La terza e ultima edizione del programma (in realtà ridotta al grande torneo dei campioni delle prime due edizioni) fu interrotta bruscamente nel dicembre 1978, perché la Rai stabilì che nel 1979 ci sarebbe stato il remake di Lascia o raddoppia?, del quale Mike non sapeva nulla, rimanendone sbalordito e anche molto scettico.
Fonte: QUI

2. LA SIGLA

Una delle due sigle del programma della prima edizione fu Sogno, scritta ed interpretata da Mino Reitano. Mentre ottenne un discreto successo la sigla Scommettiamo?, interpretata dal complesso "Le Piccole Ore".
- SIGLA D'APERTURA

      


- SIGLA CANTATA DALLE PICCOLE ORME - (di Nicorelli - Gian Pieretti - Peregrini - Mike Bongiorno)

      


- Testo: SCOMMETTIAMO?
Giochi tu e gioco anch'io,
brava tu e bravo io.
Scommettiamo e poi si vedrà
chi sarà che vincerà.

Vinci tu o vinco io,
non si sa, amore mio.
Scommettiamo che è solo un gioco,
non soffrire per così poco.

Cambia, gira e rigira il gioco del cuore,
poi, se tutto va bene, vincerai.
Ma sta attenta però che qualcuno verrà
a prender la rivincita con te.

Giochi tu e gioco anch'io,
brava tu e bravo io.
Scommettiamo e poi si vedrà
chi sarà che vincerà.

Vinci tu o vinco io,
non si sa, amore mio.
Scommettiamo che è solo un gioco,
non soffrire per così poco.

Scommettiamo e poi si vedrà
chi sarà che vincerà.

Vinci tu o vinco io,
non si sa, amore mio.
Scommettiamo che è solo un gioco,
non soffrire per così poco.

Pom pom pom pom pom........

Fonte: QUI


- IL CAVALLINO MICHELE Sigla cantata da Ledi - di Vantellini, Peregrini, Bongiorno - dir. orch. Riccardo Vantellini

      

- Testo: IL CAVALLINO MICHELE
Ci dispiace ma il testo al momento non è disponibile in rete, puoi comunque vedere (e/o ascoltare) il video.
Puoi contribuire inviando i testi mancanti saxismawe@gmail.com
avatar
admin_italiacanora
Admin

Messaggi : 1898
Punti : 4088
Data d'iscrizione : 09.04.10
Età : 66
Località : Toscana

Vedi il profilo dell'utente http://www.italiacanora.net

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum