Ci "aiuti" a crescere?
Ti ringrazio in anticipo per il tuo



Ultimi argomenti

________________________________________

DIVENTA COLLABORATORE!

Italia Canora è in continua crescita e sempre alla ricerca di collaboratori che desiderano partecipare a questo grandioso progetto.

Aiuta Italia Canora a cercare materiale come cover, videoclip testi e quant'altro occorre per inserire le discografie dei nostri grandi artisti italiani!

Se sei appassionato di musica potresti dedicarti ad inserire il tuo artista preferito con delle semplici linee guida.

Lasciami un messaggio (in chat oppure in alto su Messages), ti contatterò quanto prima!

________________________________________






________________________________________



Caricamento video...
AFFILIAZIONI - SITI - BLOG
e FORUM

LaFavolaBlu


Progetto Musico Sognante Italiano
La fiaba del mare della Musica Italiana
ed Internazionale


____________________________


Nonsolosuoni




Un sogno
fatto di musica!


______________________


_____________________




_____________________



Estatica è l'enciclopedia di musica italiana, internazionale e cultura.

Discografie, recensioni, interviste, monografie, live report, video, ebooks


_____________________




________________________



________________________



________________________

Chi è online?
In totale ci sono 55 utenti in linea: 2 Registrati, 0 Nascosti e 53 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

admin_italiacanora, mauro piffero

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 422 il Gio Giu 14, 2018 9:48 pm





__________________________________

Ti piace il nostro Portale??
Allora votaci cliccando su questo bottone ... Grazie!!

migliori siti


www.italiacanora.net


Grazie a voi abbiamo vinto questi AWARD
nella classifica di NET-PARADE


Uno dei più belli
In classificasito internet
In classifica
Sito d'argento
DISCLAIMER
Tutte le copertine, testi e video presenti su questo forum sono solo per uso informativo e di intrattenimento.
Puoi scaricare e stampare la copertina se possiedi l'originale e hai bisogno di rimpiazzarla.
Tutto cio' che puo' essere considerato legale, dipende dalle leggi sul copyright del tuo paese di residenza. Non è nostra intenzione infrangere Copyright per cui, se ciò dovesse accadere, prego gli interessati a scrivere agl'amministratori i quali provvederanno alla rimozione immediata o a citare la fonte, se richiesto.
Lo Staff di ItaliaCanora.net non è responsabile dell'utilizzo e di eventuali danni a cose o persone causati dal materiale presente in questo forum, inoltre si tiene a precisare che tutto ciò che è presente in questo forum vi è stato messo in assoluta buona fede e senza alcuno scopo di lucro.
Traduttore - Translater
METEO ITALIA OGGI

Partner

creare un forum



Motori ricerca

Segnala il tuo sito nella directory

http://www.wikio.it

Cerrrca.com la ricerca con tre rrr


LICENZA
Licenza Creative Commons

Quest'opera è distribuita con Licenza
Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.

ALAN SORRENTI - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)

Italia Canora :: MUSICA LEGGERA :: 
CANTANTI/GRUPPI ANNI' 70
 :: ALAN SORRENTI

Andare in basso

ALAN SORRENTI - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)

Messaggio  VIOLONE 1950 il Mar Apr 30, 2013 12:15 pm



Di seguito viene riportata la discografia completa di ALAN SORRENTI

INDICE



45 giri

1972: Vorrei incontrarti/Un fiume tranquillo (Harvest Records 3C 06 - 17852)
1973: Una luce si accende/A te che dormi (Harvest Records 3C 06 - 17881)
1974: Le tue radici part I/Le tue radici part II (Harvest Records 3C 06 - 17983)
1974: Dicitencello vuje/Poco più piano (Harvest Records 3C 06 - 18017)
1976: Sienteme/Try to image (Harvest Records 3C 06 - 18210)
1977: Figli delle stelle/E tu mi porti via (EMI Italiana 3C 006 - 18307)
1978: Donna luna/Un incontro in ascensore (EMI Italiana 3C 006 - 18340)
1979: Tu sei l'unica donna per me/All day in love (EMI Italiana 3C 006 - 62764)
1979: Alles, Was Ich Brauche, Bist Du/Per Sempre Tu (Strand – 6.12652) (Germania)
1979: Love Fever/Tu Sei L'unica Donna Per Me (Decca – 6.20041) (Germania)
1979: Per Sempre Tu/Provaci (Emi – 3C 006 - 63240)
1980: Prova con me/Ora 06 (CBA 6.12878 AC) (Germania)
1980: Prova con me/Ora 06 (Sonet T-20011) (Svezia)
1980: Non so che darei/Corro (CBO CBN 106) (pubblicato anche in Scandinavia e Germania)
1980: If you need me now/Non so che darei (Carrere - 8085) (Francia ed Europa)
1981: La strada brucia/Corro (CBO CBN 107)
1982: Credimi non voglio perderti/In silenzio (CBO CBNP 112)
1982: Sempre/Sessualmente magica (CBO Records – 113)
1987: Non si nasce mai una volta sola/Vera felicità (WEA Records 24 8180-7)
1988: Come per miracolo/Mia thai (WEA Records 24 8026-7)
1997: Figli delle stelle/Tu sei l'unica donna per me 97' RMX (Alabianca Records – ABR 97001, Vinyl, 12")
2005: Brivido (Jaywork Records – JWMIX606, Vinyl, 12")


33 giri

1972: Aria (Harvest Records 3C 064 - 17836)
1973: Come un vecchio incensiere all'alba di un villaggio deserto (Harvest Records 3C 064 - 17878)
1974: Alan Sorrenti (Harvest Records 3C 064 - 18059)
1976: Sienteme, It's Time to Land (Harvest Records 3C 064 - 18206)
1977: Figli delle stelle (EMI Italiana 3C 064 - 18312)
1979: L.A. & N.Y.(EMI Italiana, 3C 064 - 62662)
1980: Di notte (CBO CBL 1003)
1982: Angeli di strada
1987: Bonno soku bodai (WEA Records 24 2228-1)
1992: Radici
1996: I successi 2
1997: Miami (Ristampata più volte dalla EMI sotto collane diverse)
1999: I successi di Alan Sorrenti
2003: Sott'acqua (Sony Music, MKM 512188 2)


CD Single

1997: Kyoko Mon Amour - Figli Delle Stelle (EMI Music Italy S.p.A. – 7243 8 84098 2 7)
2003: Paradiso Beach - feat. Jenny B (Universal - MBO 3003495)


Digital download

2013: Figli delle stelle (Alan Sorrenti & Anane Vega with Elements of Life)


Fonte: QUI
avatar
VIOLONE 1950
Admin

Messaggi : 540
Punti : 1586
Data d'iscrizione : 29.11.12
Età : 68
Località : PISTOIA

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

ALAN SORRENTI: 1972 - ARIA (33 giri LP/MC)

Messaggio  admin_italiacanora il Gio Mag 23, 2013 2:03 pm

1. TITOLO:

1972 - ARIA

# Etichetta: HARVEST # Catalogo: 3C 064-17836 # Genere: Rock # Supporto: vinile 33 giri (LP) # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 30,5 cm. # Dischi: 2

Note: Distribuito da EMI Italiana S.p.A.


2. RECENSIONE:

Aria è il primo disco di Alan Sorrenti, pubblicato nel 1972 dalla Harvest Records (distribuita in Italia dalla EMI).

Rappresenta, secondo alcuni, il lavoro più riuscito dell'artista, soprattutto grazie alla lunga suite omonima, che costituisce uno dei brani più intensi di tutto il progressive italiano.
Il disco venne registrato negli studi Sonic di Roma, Europa Sonor di Parigi e S.E.E.D. di Vallauris; il tecnico del suono è Franco Patrignani.
Sono presenti due ottimi jazzisti, Albert Prince al pianoforte e Jean Luc Ponty al violino (ospite solo nel primo brano), che impreziosiscono ancora di più il disco, caratterizzato da arrangiamenti molto curati.
Gli arrangiamenti vennero curati dallo stesso Sorrenti con Albert Prince, mentre i produttori sono Corrado Bacchelli e Bruno Tibaldi.
Il disco ebbe un buon successo e la voce di Alan Sorrenti, virtuosa come uno strumento, venne paragonata a Tim Buckley e a Peter Hammill.
La copertina è di Umberto e Fiorella Tedesco.
Da quest'album venne tratto il 45 giri Vorrei incontrarti/Un fiume tranquillo.
L'album è presente nella classifica dei 100 dischi italiani più belli di sempre secondo Rolling Stone Italia alla posizione numero 52.
 
Fonte: QUI

Il disco
Ci sono dischi che o si amano o si odiano.
Così come ci sono artisti che nel corso della loro carriera segnano una svolta nel proprio e nell'altrui percorso musicale, a volte anche involontariamente, anche se con una sola composizione frutto di un magico momento di ispirazione.
Questo è quanto dev'essere successo ad Alan Sorrenti nel lontano 1972 quando, circondatosi da alcuni ottimi strumentisti, ha sfornato il disco che segnò l'esordio della propria carriera solista.
Scordate l'immagine che oggi abbiamo del cantautore napoletano classe 1950 e dimenticate pure i suoi singoli di maggior successo (per esempio "Figli delle Stelle"), questo "Aria" è un capitolo a sè stante che sprofonda le sue radici nel rock progressivo, genere che ha dato grandi soddisfazioni in quegli anni, nella sperimentazione sonora e nell'utilizzo atipico della voce.

La lunga suite iniziale, con i suoi quasi venti minuti, è uno dei momenti più alti di un movimento musicale che anche nel nostro paese ha avuto grandi esponenti: cambi di ritmo, sfuriate in pieno stile rock'n'roll, atmosfere dilatate, divagazioni strumentali e liriche visionarie.
Il brano che da nome al disco resta uno dei momenti più alti del progressive italiano, basta ascoltare l'anteprima qui sopra per rendersi conto, almeno in parte, di cosa stiamo parlando.
Jean Luc Ponty, violinista jazz già alla corte di Frank Zappa e della Mahavishnu Orchestra e Tony Esposito, a fianco di un numero smisurato di artisti italiani, stendono un ammaliante e a volte contorto tappeto musicale che fa da supporto alla voce del giovane Sorrenti, modulata a tal punto da ricordare in alcuni passaggi i virtuosismi di Peter Hammill (Van der Graaf Generator).

Si passa così alla tranquilla "Vorrei incontrarti", decisamente più accessibile (almeno a primo impatto) ma non per questo banale. Una delicata ballata, con voce e chitarre acustiche in evidenza.

"La mia mente", trascinata dal basso di Vittorio Nazzarro ed enfatizzata dal mellotron di Albert Prince, rapisce grazie alla cantilena iniziale e al testo decadente ("...la mia mente è piena / piena di cose / piena di viti, cacciaviti e chiodi...").

Si conclude con "Un fiume tranquillo", vero e proprio manifesto del pensiero dell'epoca ("... ed il sasso che trovi per terra / quel sasso ti ama..."), in cui la tromba di Andrè Lajdi accompagna il cantato nell'episodio più intimo del disco.

Sorrenti ci riproverà l'anno seguente con il discreto "Come un vecchio incensiere all'alba di un villaggio deserto", riuscendo solo in parte a riproporre tutta l'originalità del primo lavoro.

"Aria" non è un disco facile anzi, necessita di tutta l'attenzione e numerosi ascolti per poter essere compreso appieno, soprattutto per quanto riguarda la lunga suite d'apertura.
Una volta entrati nell'ottica giusta e dopo aver contestualizzato questo lavoro d'esordio di Sorrenti, sarà difficile non amarlo o non odiarlo perchè a volte, anche nella musica, le mezze misure non sono ammesse.

Fonte: QUI
 
 
3. COVER di ARIA (33 giri/LP oltra a MC:

   

   

   
 

 
 
 
 
3. TRACK LIST di ARIA:
 
Lato A Lato B

  • A1 ARIA - 19;45


  • B1 VORRE INCONTRARTI - 4:56
  • B2 LA MIA MENTE - 7:34
  • B3 UN FIUME TRANQUILLO - 7:57
 
 
 
 
Tutte le canzoni sono state composte da Alan Sorrenti, e sono edite dalle Edizioni musicali Belriver

Musicisti
Alan Sorrenti - voce, chitarra acustica; Tony Esposito - batteria, percussioni; Vittorio Nazzaro - basso, chitarra acustica; Albert Prince - piano, organo; Tony Bonfils – contrabbasso; Jean Costa – trombone; Andrè Lajdli - tromba; Martin Paratore - chitarra acustica; Luciano Cilio - pianoforte; Jean-Luc Ponty - violino (traccia 1)
 
Lato A1:
ARIA


   Lato B1:
VORREI INCONTRARTI


   


Testo:
Aria, in ogni angolo della mia stanza
io ti sto cercando
Aria, nei labirinti della mia mente
io ti sto inseguendo.

Principessa della mia carrozza
resta con me
dormi nella pace di questa sera
dentro di me.

Bianca la tua pelle, bianca la tua veste
canta, danza per me
il tuo viso brilla come una candela
aprendo la mia finestra nella sera.

Aria, dolce profumo di primavera
Aria, amaro ricordo di una sera.

Albero solitario
che risplendi in un campo di grano
io ti vado incontro
e ai tuoi rami io mi appendo
le tue foglie ho raccolto una alla volta
in ogni mia illusione, in ogni mia sensazione.

Aria, in ogni angolo della mia stanza
io ti sto cercando
Aria, nei labirinti della mia mente
io ti sto cercando.

Principessa della mia carrozza
portami con te attraverso
monti sfuocati, mari annebbiati
l'alba nasce in te, il giorno muore con te... il giorno muore con te...

Portami
nei grandi campi di neve
dove il sole non c'è, prendi tutto di me
le tue vene son fiumi tra le rocce
e tue mani pallidi monti nella notte.

Salto con te sulle ninfee
nelle cascate argentate
e sulle dune frustate dal vento.
E con il vento la mia carrozza
sulle tue orme bianche passa
e dinanzi a un monastero
si ferma.

Aria, tu mi apri la porta
e fuori sta piovendo
nelle stanze del tuo nido
io mi sto addentrando... io mi sto addentrando...

Aria, il mio corpo sul tuo corpo
si muove lentamente
Aria, il mio corpo sul tuo corpo
sprofonda dolcemente
Aria, sto cercando di scoprire
di scoprire il tuo segreto.

Sono entrato nel tuo corpo
sono io l'niverso
sono io il tuo corpo
sono io l'universo
nel tuo fiume sto scivolando
Aria, sto impazzendo.

Un uragano di colori
si scatena dentro me
apro le braccia su di te
suoni di frusta schiacciati
da raffiche di pioggia

sui cavalli della mia carrozza.
Attraverso i vetri della mia stanza
guardo fuori e fuori piove
e nelle gocce sospese alla ringhiera
vedo le perle della tua corona...

Aria, in ogni angolo della mia stanza
io ti sto cercando
Ariia, sull'asfalto bagnato della mia strada
ti sto inseguendo e tu ti stai sciogliendo
Aria, io sento che ti sto perdendo.

Fonte: QUI
   

Testo:
Vorrei incontrarti fuori i cancelli di una fabbrica,
vorrei incontrarti lungo le strade che portano in India,
vorrei incontrarti ma non so cosa farei:
forse di gioia io di colpo piangerei.

Vorrei trovarti mentre tu dormi in un mare d'erba
e poi portarti nella mia casa sulla scogliera,
mostrarti i ricordi di quello che io sono stato,
mostrarti la statua di quello che io sono adesso.

Vorrei conoscerti ma non so come chiamarti,
vorrei seguirti ma la gente ti sommerge:
io ti aspettavo quando di fuori pioveva,
e la mia stanza era piena di silenzio per te.

Vorrei incontrarti proprio sul punto di cadere,
tra mille volti il tuo riconoscerei,
canta la tua canzone, cantala per me:
forse un giorno io canterò per te.

Vorrei conoscerti ma non so come chiamarti,
vorrei seguirti ma la gente ti sommerge:
io ti aspettavo quando di fuori pioveva,
e la mia stanza era piena di silenzio per te.

Vorrei incontrarti fuori i cancelli di una fabbrica,
vorrei incontrarti lungo le strade che portano in India,
vorrei incontrarti ma non so cosa farei:
forse di gioia io di colpo piangerei

Fonte: QUI


Lato B2:
LA MIA MENTE


   Lato B3:
UN FIUME TRANQUILLO


   


Testo:
La mia mente
la mia mente e' piena
e' piena di cose
piena di viti, cacciaviti e chiodi
piena di cose arrugginite e sacre
e questo treno le muove
e le scatena.

Ed io lotto, ed io le incateno
ed io le ammucchio, ed io le creo
si' io le creo,
e questo treno le muove
e le scatena.

La mia mente
la mia mente e' un pallone
che vaga in un soffice sogno
e non ritorna piu' sulla terra
e la mia gente lo indica
e la mia gente lo lincia
si' lo lincia
Il primo colpo lo smuove
il secondo lo abbatte.

E questa cassaforte
di vecchie e antiche corazze
questa mente malata
precipita in una violenta cascata.

Fonte: QUI
   

Testo:
È solo il fiume di un paese morto
riporta nel suo letto tranquillo
il mio povero scrigno
Un fiume tranquillo
che cancella i ricordi
una verde barella
dove un corpo stracciato si dichiara un fallito
Un fiume tranquillo
che mi salva da una violenta cascata
che sa dove è la mia casa
Un fiume che per me esiste.
La mia scarpa la troverete
vicino a un marciapiede
e il mio corpo lontano
nelle sale di un dormitorio
la mia mano in un fosso
e il mio occhio nel cielo.
Quel fiume sa dove è la mia casa
quel fiume per me esiste.
Quel fiume per me esiste, perché io credo
perché amo la vita, amo la gioia
perché io piango, perché io rido
ed il sasso che trovi per terra, quel sasso ti ama
e una voce che trovi per terra
quella voce ti ama
e io amo, io ti amo.
Amore ti voglio
non voglio morire
Amore ti amo
non voglio dormire
Amo la notte con il tuo cuscino
Amo le sue stelle con il tuo sorriso
Amo i fiori del nostro giardino.

Fonte: QUI



Ultima modifica di admin_italiacanora il Ven Nov 10, 2017 7:32 pm, modificato 8 volte
avatar
admin_italiacanora
Admin

Messaggi : 2080
Punti : 4340
Data d'iscrizione : 09.04.10
Età : 67
Località : Toscana

Visualizza il profilo dell'utente http://www.italiacanora.net

Torna in alto Andare in basso

ALAN SORRENTI: 1972 - VORREI INCONTRARTI/UN FIUME TRANQUILO (45 giri)

Messaggio  admin_italiacanora il Gio Mag 23, 2013 2:36 pm

1. TITOLO:

1972 - VORREI INCONTRARTI/UN FIUME TRANQUILO

# Etichetta: HARVEST # Catalogo: CP 3C 006 17852 # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 17,5 cm. # Facciate: 2

Note: Distribuito da EMI Italiana S.p.A.
 
 
2. COVER:
 
   
 
   
 
 

3. TRACK LIST:
 
 
n.b. = Cliccando sul titolo sarete reindirizzati sia alla canzone che al testo -
Clicking on the title you will be redirected both to the song and to the text

 
avatar
admin_italiacanora
Admin

Messaggi : 2080
Punti : 4340
Data d'iscrizione : 09.04.10
Età : 67
Località : Toscana

Visualizza il profilo dell'utente http://www.italiacanora.net

Torna in alto Andare in basso

ALAN SORRENTI: 1973 - COME UN VECCHIO INCENSIERE ALL'ALBA DI UN VILLAGGIO DESERTO (33 giri LP)

Messaggio  admin_italiacanora il Sab Nov 11, 2017 12:10 am

1. TITOLO:
 
1973 - COME UN VECCHIO INCENSIERE ALL'ALBA DI UN VILLAGGIO DESERTO
 
# Etichetta: HARVEST Records # Catalogo: 3C 064-17878 # Data pubblicazione: 21 Marzo 1973 # Matrici: 17878-A/17878-B # Genere: Rock, Pop # Tipo audio: Mono # Supporto: vinile 33 giri # Dimensioni: 10", 78 RPM (25,4 cm.) # Facciate: 2
 
Note: Copertura speciale. Quando si apre il frontalino rivela un opuscolo di 12 pagine con crediti e fotografie incollate e il testo della traccia B su un secondo strato interno-frontale.
Registrato presso l'Isola Studios & Sound Techniques di Londra # Mixed da: Roger Mayer # Grafica - Bruno Fedetto # Tutte le canzoni sono state composte da Alan Sorrenti, e sono edite dalle Edizioni musicali Belriver # Fotografia di: Umberto Telesco
 
 
2. RECENSIONE:
 
Come un vecchio incensiere all'alba di un villaggio deserto è un album discografico del cantante italiano Alan Sorrenti, pubblicato nel 1973 dall'etichetta discografica Harvest Records.

Il disco
Come un vecchio incensiere all'alba di un villaggio deserto rappresenta la seconda prova progressive di Alan Sorrenti, che segue al primo disco, Aria, in linea con l'atmosfera di sperimentazione dei primi anni Settanta.

Qui tra i numerosi ospiti appaiono Francis Monkman dei Curved Air al VCS3 e David Jackson dei Van Der Graaf Generator al flauto. Nel disco appare anche un contrabbassista di nome Ron Mathienson (è probabile che si tratti del noto jazzista inglese Ron Mathewson) e Toni Marcus, violinista statunitense.
Fonte: QUI
 
 
3. COVER:
 
   

   





 
 
3. TRACK LIST:
 
Lato A Lato B



  • B1 COME UN VECCHIO INCENSIERE ALL'ALBA DI UN VILLAGGIO DESERTO
 
n.b. = Cliccando sul titolo sarete reindirizzati sia alla canzone che al testo -
Clicking on the title you will be redirected both to the song and to the text

 
 
 
A1. ANGELO

  B1. COME UN VECCHIO INCENSIERE ALL'ALBA DI UN VILLAGGIO DESERTO


  


Testo:
Sono nato in un morbido nido di paglia
quando la guancia di mia madre
era ancora di ovatta.

Il giorno passavo le ore
a contare i burattini umani
volpi tese a rubare nel mio cortile.

E la notte... una notte un fischio di luce
come una lamiera affilata di una spada
mi apriva dal cuore agli occhi
e un angelo,
un angelo grande
poi sempre più piccolo
leggero, imprendibile
mi sorrideva
tra gli echi di un sogno
in un tubo di ferro
e un angelo

. . . . . . .

Angelo ciondolo osceno della mia vita
custode malizioso della mia fortuna
quella notte tu mi hai promesso che t'avrei rivisto
oggi ho visto tanti uomini ma
ti sto aspettando ancora-a-a-a
oggi ho visto tanti uomini ma
ti sto aspettando ancora
oggi ho visto... tanti uomini... ma
ti sto... aspettando... mmm a-a-ancora
ti sto aspettando ancora-a-a-a
mm mm mm mm mm mm
 
Fonte: QUI
  

Testo:
All'alba di un villaggio deserto
con scarpe lucide e un berretto
con tante cose in tasca
e confusione nella testa
il tuo passo fermo calpestava
le pietre della lunga strada
che portava, che portava alla meta desiderata.

Gli anni correvano con i tuoi passi
gli anni logorarono i tuoi passi
quei passi fermi da padrone
che poi... diventarono
passi spenti di un pastore
la tua montagna era sempre più alta
la tua strada era sempre più lunga.

Anche il sole che ti riscaldava
e ti accompagnava
ora ti tradiva, ora ti odiava
anche la donna che un tempo ti consolava
ora l'hai persa e non l'hai più ritrovata.

Mille volti hai incontrato
mille strade ti hanno indicato
mille strade senza sbocchi
angeli di marmo ti hanno accecato gli occhi.

Gli anni correvano con i tuoi passi
gli anni logorarono i tuoi passi
quei passi fermi da padrone
che poi diventarono passi spenti di un pastore
la tua montagna era sempre più alta
la tua, la tua strada... era sempre, era sempre più... lunga.

Un giorno il sole ti ha spaccato la testa
un giorno l'acqua si è fatta vetro
un giorno l'aria ti ha gassato i polmoni
un giorno il vento ti ha strappato i capelli
un giorno la muffa sulle tue labbra è cresciuta.

E poi un giorno la pioggia ha bagnato il tuo viso
e tu hai pianto e tu hai riso

E poi di colpo... tu ti sei ritrovato
come morta cenere in un accampamento desolato

E poi, e poi di colpo tu sei risorto
come un vecchio... incensiere
all'alba di un villaggio deserto
all'alba di un villaggio deserto.
all'alba all'alba all'alba all'alba di un villaggio deserto
all'alba all'alba all'alba di un villaggio deserto...
all'alba all'alba all'alba... di un villaggio deserto
di un villaggio, di un villaggio, di un villaggio deserto
di un villaggio deserto, di un villaggio deserto
di un villaggio… deserto, deserto...
 
Fonte: QUI

A2 SERENESSE

  A4 ORATORE


  


Testo:
Ti ho salutata un giorno di caldo
stringendomi al letto
girando le spalle
al tuo ultimo sguardo.

Volevo strisciare, baciare i tuoi piedi
e chiedere a un altro di prendere il mio posto
per essere libero di venire con te

Serenesse, ritorna.
Il sole è di troppo
per un uomo solo che ti cerca illuso
e si ritrova straniero
in cento strade diverse
con il desiderio di avere il tuo viso
il giovane corpo che gioca con il mio
con il mio sorriso
Serenesse...
Serenesse, ritorna.

. . . . . .

Odio le cose, le strade, la gente
che ti vedono vivere in questo... in questo momento
e contro il mio odio e la mia paura
io provo a tagliare un esile tronco
sul quale passare... dall'altra sponda
dove sei tu ad amare
dove sei tu ad amare
Serenesse
Serenesse
Serenesse, ritorna.
 
Fonte: QUI
  

Testo:
Sulla strada della pioggia
lui prendeva a calci l'acqua
un velo rosso, un velo rosso moriva
danzando, ai suoi piedi.

Il buio di rosso, il buio di rosso macchiava
il cielo e sull'asfalto vegliava
una finestra, una finestra di ferro
una croce di legno, per un uomo solo.

E tu che solo cammini sull'acqua
E sogni inseguendo misterioso il tuo viso
per vetrine, per vetrine smeraldo
in un boulevard a Saint-Germaine.

Il San Bernardo fresco di latte
regala parole in un cofanetto da re
in cambio di altre, di altre parole
in cambio del solito panino del giorno.

Invito tutta la gente
a mangiare collane
e succhio al sole mio amico
l'ultimo caldo respiro.

E il sole ci stava osservando
dall'altro capo dell'autostrada
mentre tu oratore, parlavi.

E canto e gioco con gli occhi
ed ho, ed ho, ed ho di fronte la strada
che mi parla e mi ricorda
le pietre rimosse nella vendemmia.

E il vino che ho raccolto
oggi io l'offro a mia madre
che un giorno da una finestra di sole ha offerto me,
ha offerto me, offerto me, offerto me me me me me al mondo.

E il sole ci stava osservando
dall'altro capo dell'autostrada
mentre tu oratore, parlavi.
 
Fonte: QUI

avatar
admin_italiacanora
Admin

Messaggi : 2080
Punti : 4340
Data d'iscrizione : 09.04.10
Età : 67
Località : Toscana

Visualizza il profilo dell'utente http://www.italiacanora.net

Torna in alto Andare in basso

Re: ALAN SORRENTI - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

Italia Canora :: MUSICA LEGGERA :: 
CANTANTI/GRUPPI ANNI' 70
 :: ALAN SORRENTI

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum