Ci "aiuti" a crescere?
Ti ringrazio in anticipo per il tuo



Ultimi argomenti
» PINO DONAGGIO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)
Gio Set 14, 2017 11:33 pm Da mauro piffero

» ADRIANO PAPPALARDO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)
Gio Set 14, 2017 11:12 pm Da admin_italiacanora

» ALBANO CARRISI - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)
Gio Set 14, 2017 5:23 pm Da admin_italiacanora

» JOHN FOSTER - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)
Dom Set 10, 2017 11:57 pm Da mauro piffero

» RINO LODDO - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi
Sab Set 09, 2017 6:34 pm Da admin_italiacanora

»  ANTONIO BASURTO - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi
Ven Set 08, 2017 5:33 pm Da admin_italiacanora

» TONY RENIS - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)
Sab Set 02, 2017 9:28 pm Da mauro piffero

» LISA - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi
Mar Ago 22, 2017 5:44 pm Da admin_italiacanora

» QUARTETTO 2 + 2 ---> I 4 + 4 DI NORA ORLANDI - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi
Mar Ago 22, 2017 5:27 pm Da admin_italiacanora

» STELLA DIZZY - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi
Mar Ago 22, 2017 5:13 pm Da admin_italiacanora

» ELIO MAURO - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi
Mar Ago 22, 2017 11:47 am Da admin_italiacanora

» PAOLO BACILIERI - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi
Mar Ago 22, 2017 11:21 am Da admin_italiacanora

» MARISA BRANDO - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi
Mar Ago 22, 2017 11:09 am Da admin_italiacanora

» TEDDY RENO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)
Lun Ago 21, 2017 7:38 pm Da admin_italiacanora

» PETER VAN WOOD - Biografia, Discografia, Canzoni, Video, Testi
Dom Ago 20, 2017 6:04 pm Da admin_italiacanora







________________________________________



AFFILIAZIONI - SITI - BLOG
e FORUM

LaFavolaBlu


Progetto Musico Sognante Italiano
La fiaba del mare della Musica Italiana
ed Internazionale

____________________________


Nonsolosuoni




Un sogno
fatto di musica!

______________________


_____________________


Estatica è l'enciclopedia di musica italiana, internazionale e cultura.

Discografie, recensioni, interviste, monografie, live report, video, ebooks


_____________________



________________________


_____________________



________________________

Chi è in linea
In totale ci sono 19 utenti in linea: 1 Registrato, 0 Nascosti e 18 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

admin_italiacanora

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 118 il Ven Lug 14, 2017 9:34 pm





__________________________________

Ti piace il nostro Portale??
Allora votaci cliccando su questo bottone ... Grazie!!

migliori siti


www.italiacanora.net


Grazie a voi abbiamo vinto questi AWARD
nella classifica di NET-PARADE


Uno dei più belli
In classificasito internet
In classifica
Sito d'argento
DISCLAIMER
Tutte le copertine, testi e video presenti su questo forum sono solo per uso informativo e di intrattenimento.
Puoi scaricare e stampare la copertina se possiedi l'originale e hai bisogno di rimpiazzarla.
Tutto cio' che puo' essere considerato legale, dipende dalle leggi sul copyright del tuo paese di residenza. Non è nostra intenzione infrangere Copyright per cui, se ciò dovesse accadere, prego gli interessati a scrivere agl'amministratori i quali provvederanno alla rimozione immediata o a citare la fonte, se richiesto.
Lo Staff di ItaliaCanora.net non è responsabile dell'utilizzo e di eventuali danni a cose o persone causati dal materiale presente in questo forum, inoltre si tiene a precisare che tutto ciò che è presente in questo forum vi è stato messo in assoluta buona fede e senza alcuno scopo di lucro.
Traduttore - Translater
METEO ITALIA OGGI

Partner

creare un forum



Motori ricerca

Segnala il tuo sito nella directory

http://www.wikio.it

Cerrrca.com la ricerca con tre rrr


LICENZA
Licenza Creative Commons

Quest'opera è distribuita con Licenza
Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.

PINOCCHIO (1940)

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

PINOCCHIO (1940)

Messaggio  Rebecca il Sab Giu 19, 2010 3:35 pm

1. RECENSIONE
Quando la "follìa di Walt Disney" lo portò a compiere la titanica impresa di realizzare il suo primo lungometraggio di animazione, il mondo capì che era iniziata una nuova era per il cinema. Come giustificare altrimenti il fatto che il secondo film di lunga durata di Disney non era il secondo della storia?
Proprio così! Anche se il suo ricordo si perde tra due grandi Classici prodotti da Walt, esiste già un film della concorrenza. I Fratelli Fleischer, già creatori di Betty Boop e di Popeye, diedero vita nel 1939 a un buon prodotto tratto da "I Viaggi di Gulliver".
Walt aveva già attinto dal repertorio europeo per la sua "Biancaneve" e lo rifece per "Pinocchio".
Walt, si sa, non era interessato a seguire alla lettera le fiabe e i racconti dai quali traeva i suoi film, voleva piuttosto crearne una sua versione, estraendone gli spunti più interessanti, modificando intere sezioni, aggiungendo o togliendo elementi.
Il burattino di legno è indiscutibilmente quello scaturito dalla mente del nostro Carlo Collodi, ma reinterpretato alla maniera di Disney.
Via, quindi, tutta la parte del ciocco di legno che si lamenta per il dolore quando Geppetto cerca di tagliarlo e il film inizia col falegname già intento a dare al pupazzo gli ultimi ritocchi. Il giocattolo non ha vita, finché Geppetto non esprime un desiderio assurdo: che diventi un bimbo vero!

2. LA STORIA
La famosissima canzone "Una Stella Cade" di Pinocchio è stata reincisa nel 1963 da Bruno Filippini per una riedizione del film Disney ed è presente nella prima VHS italiana del 1987.
Nel DVD invece è stata ripristinata la versione dell'epoca (1947) interpretata da Riccardo Billi.
Notare che in questa versione il coro è in italiano.
Tutti i diritti sono dei rispettivi legittimi proprietari
:
Una stella cade
Cè una stella su nel ciel
Che ogni sogno può appagar
E la gioia più serena sà donar
E se a lei tu schiudi il cuor
Con fiducia con amor
Quella stella nel ciel ti ascolterà
Il destin
Le mire esaudirà
L'amore porterà
Nel tuo domani
Essa legge nel pensier
Ogni cuore sà scrutar
Ed il sogno tuo sincero
Appagherà!
Quella notte, il cielo è sereno e una stella brilla più di tutte le altre. Non è una stella qualunque ma bensì una magica creatura: la Fata Azzurra che, da lassù, ha ascoltato le preghiere dell'anziano uomo e ha deciso di realizzarle, in premio per una vita all'insegna della bontà. Un solo colpo di bacchetta e quel burattino inizia a
vivere di vita propria. Questo non fa di lui un bimbo vero, ma se saprà dimostrarsene degno, un giorno lo sarà davvero.
Qui prende il suo ruolo il Grillo Parlante, fino a questo punto narratore e, al massimo, spettatore degli eventi. Ora, grazie ad una promozione sul campo, diviene la "Coscienza Ufficiale" di Pinocchio. Sarà lui ad indirizzarlo (purtroppo senza troppo successo) verso al via giusta.
Il Grillo è un personaggio emblematico della politica di personalizzazione di Walt Disney poiché, pur arrivando direttamente dal racconto originale, è completamente trasformato. Il petulante consigliere di Pinocchio, severo e insistente (come ben si addice ad una vera coscienza) diventa qui vagamente goffo e, soprattutto, dotato di grande simpatia. Nel racconto di Collodi, il Grillo viene schiacciato da Pinocchio con un martello, salvo poi ritornare in veste di spirito guida. Nel film di Disney, non solo il Grillo non muore, ma viene insignito dalla Fata della medaglia d'oro per i suoi meriti di Coscienza Ufficiale.
:
Fai Una Fischiatina
Quando cè una grana e tu non sai che cosa far
Fai una fischiatina
Fai una fischiatina
Quando in un pasticcio tu cominci a scivolar
Fai una fischiatina
Fai una fischiatina
Non scorraggiarti mai
Sempre in alti cuor
Devi ripetere su
Su con il morale!
Quando stai per perdere la tua serenità
Fai una fischiatina
Fai una fischiatina
E la fortuna ti sorriderà!
Quando sei nei guai
E non sai che cosa far
Fai una fischiatina
Fai una fischiatina!
Se la tentazione si annida nel tuo cuor
Fai una fischiatina
Fai una fischiatina!
Basta un sol trillo
E tutto svanirà
Se poi mi vuoi vicin chiama
Grillo parlante !
E mai dubbio alcuno più nel cuor ti rimarrà.
Fai una fischiatina
Fai una fischiatina
E la coscienza al fianco tuo sarà.
E la fortuna ti sorriderà!
Pinocchio non è in grado di distinguere il Bene dal Male e così, ogni qualvolta sfugge al controllo del Grillo si ritrova nei guai.
Il primo giorno di scuola, salutati sull'uscio di casa papà Geppetto, il gattino Figaro e il pesciolino Cleo, Pinocchio si lascia subito traviare dal Gatto e dalla Volpe, finendo non più sui banchi di scuola ma sul palcoscenico del teatro dei burattini di Stromboli (già, nel film si chiama così, anche se il pubblico italiano continua a chiamarlo "Mangiafuoco"). Un burattino in grado di muoversi senza l'ausilio dei fili è una miniera d'oro per un burattinaio. Vendendoglielo, il Gatto e la Volpe hanno ricavato un bel gruzzolo.
:
Hi-diddle-dee-dee
Hi diddle dì cominciano i bei dì
Se fai l'attor tu farai furor
Puoi guadagnar senza faticar!
Hi diddle dò scarozzerai l'addò
La vita tu potrai goder
La vita tu potrai goder
La vita tu potrai goder
E bello far l'attor!
Hi diddle dì cominciano i bei dì
Se fai l'attor tu farai furor
Puoi guadagnar senza faticar!
Hi diddle dò scarozzerai l'addò
La vita tu potrai goder
La vita tu potrai goder
La vita tu potrai goder
E bello far l'attor
Il Grillo, amico prima che tutore, corre in aiuto del piccolo, cercando così di riportarlo sulla retta via e rendere un servigio al buon Geppetto, colmo di dolore per la scomparsa del suo pupillo.
Tocca alla Fata, però, il compito di consentire la fuga di Pinocchio, in cambio della promessa di una buona condotta. Le promesse del burattino non sono purtroppo molto affidabili, così il Gatto e la Volpe hanno buon gioco nel traviarlo per venderlo di nuovo.
Questa volta, la transazione lo conduce al leggendario Paese dei Balocchi, vero paradiso dei monelli dove non esiste lo studio, non ci sono regole e tutto è consentito. Il buon senso insegna che un ragazzino che cresce così non sarà altro che un asino. Ovvia la morale Collodiana nella vicenda della trasformazione dei piccoli in veri e propri somari, che saranno poi venduti, con lauto guadagno, da individui senza troppi scrupoli.
Il burattino stringe una breve amicizia con Lucignolo, ragazzo birbante che, purtroppo, vedrà compiersi il suo destino di somarello.
Pinocchio assiste atterrito alla trasformazione dell'amico in asino. Non può far nulla per lui, nè può fare qualcosa per sè, quando si accorge che le sue orecchie sono ormai asinine e gli è spuntata una vistosa coda.
:
Pinocchio Sei Tu
Una riverenza burattin
Un sorriso reca a noi bambin
E davvero fiero son di te
Dei balocchi tu sei il Re!
Giro giro tondo e nulla più
La gallina canta e tu vai giù
Il mio bel burattin
Pinocchio sei tu!
Una riverenza burattin
Un sorriso reca a noi bambin
E davvero fiero son di te
Dei balocchi tu sei il Re!
Giro giro tondo e nulla più
La gallina canta e tu vai giù
Il mio bel burattin
Pinocchio sei tu!
Dov'è ora il Grillo?
Naturalmente lo ha seguito fin lì, continuando a consigliarlo per il meglio. Ora è chiaro che aveva ragione lui.
Bisogna lasciare il Paese dei Balocchi in fretta. Pinocchio e il Grillo fuggono e, alla fine, tornano alla casupola di Geppetto. La trovano vuota, però.
L'anziano falegname, fabbricante di splendidi giocattoli, ha lasciato tutto per andare in cerca di Pinocchio. Un messaggio della Fata rivela che l'uomo si è perso in mare, finendo nella pancia di una balena.
Pinocchio non esita un secondo e parte, il Grillo consiglia prudenza, ma sa che nulla fermerà il burattino. La cosa giusta, stavolta, è la più rischiosa.
Pinocchio e il Grillo trovano la balena e finiscono anche loro nel suo ventre. Non è la fine, però. Piuttosto è l'inizio della riscossa. Pinocchio trova Geppetto e, ora, la famiglia è riunita. Si torna a casa! Già, ma come?
Pinocchio accende il fuoco nella pancia dell'enorme mammifero marino, inducendolo a starnutire. In questo modo l'uomo e il suo bambino di legno vengono scaraventati fuori dalla stessa balena che, però, non gradisce affatto la cosa. Pinocchio e suo padre sono su una piccola zattera in mezzo al mare con una gigantesca balena che li attacca.
Una provvidenziale scogliera è la loro salvezza ma, quando si cerca il burattino, lo si trova rivolto a faccia in giù nell'acqua. Ad un passo dalla riva.
Geppetto lo piange per morto, quando sul letto del piccolo immobile arriva una luce accompagnata dalla dolce voce della Fata Azzurra. Il sacrificio di Pinocchio per il suo anziano padre, non è la prova migliore che il piccolo merita di diventare un bambino vero?
:
Io Non Ho Fili Eppur Sto In Piè
Io non ho fili eppur sto in piè,
So camminar e so ballar,
Fili avevo ed or non più
Eppur non cado giù!
Viva la libertà!
Muovo testa, mani e piè
Che bella novità, fate tutti come me
Io senza fil mi sento in piè,
So camminar e so ballar,
Fili avevo ed or non più
Eppur non cado giù!
Se tu lo vuoi noi ce ne andiam
A far l'amor a Rotterdam.
Ma se fili non hai tu
Neanch'io li voglio più!
Se non hai fil comme ci, comme ça,
Il savoir fair dullalà,
E i miei fili entre nous,
Li taglierò pour vous.
Mentre il Volga va
Lento nell' oscurità
Vorrei con te sognar
Mentre fuma il Samovar.
avatar
Rebecca

Messaggi : 47
Punti : 106
Data d'iscrizione : 02.06.10
Località : Toscana

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum