Ci "aiuti" a crescere?
Ti ringrazio in anticipo per il tuo




________________________________________

DIVENTA COLLABORATORE!

Italia Canora è in continua crescita e sempre alla ricerca di collaboratori che desiderano partecipare a questo grandioso progetto.

Aiuta Italia Canora a cercare materiale come cover, videoclip testi e quant'altro occorre per inserire le discografie dei nostri grandi artisti italiani!

Se sei appassionato di musica potresti dedicarti ad inserire il tuo artista preferito con delle semplici linee guida.

Lasciami un messaggio (in chat oppure in alto su Messages), ti contatterò quanto prima!

________________________________________






________________________________________



Caricamento video...
AFFILIAZIONI - SITI - BLOG
e FORUM

LaFavolaBlu


Progetto Musico Sognante Italiano
La fiaba del mare della Musica Italiana
ed Internazionale


____________________________


Nonsolosuoni




Un sogno
fatto di musica!


______________________


_____________________




_____________________



Estatica è l'enciclopedia di musica italiana, internazionale e cultura.

Discografie, recensioni, interviste, monografie, live report, video, ebooks


_____________________




________________________



________________________



________________________

Chi è in linea
In totale ci sono 15 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 15 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 321 il Dom Gen 14, 2018 7:53 pm





__________________________________

Ti piace il nostro Portale??
Allora votaci cliccando su questo bottone ... Grazie!!

migliori siti


www.italiacanora.net


Grazie a voi abbiamo vinto questi AWARD
nella classifica di NET-PARADE


Uno dei più belli
In classificasito internet
In classifica
Sito d'argento
DISCLAIMER
Tutte le copertine, testi e video presenti su questo forum sono solo per uso informativo e di intrattenimento.
Puoi scaricare e stampare la copertina se possiedi l'originale e hai bisogno di rimpiazzarla.
Tutto cio' che puo' essere considerato legale, dipende dalle leggi sul copyright del tuo paese di residenza. Non è nostra intenzione infrangere Copyright per cui, se ciò dovesse accadere, prego gli interessati a scrivere agl'amministratori i quali provvederanno alla rimozione immediata o a citare la fonte, se richiesto.
Lo Staff di ItaliaCanora.net non è responsabile dell'utilizzo e di eventuali danni a cose o persone causati dal materiale presente in questo forum, inoltre si tiene a precisare che tutto ciò che è presente in questo forum vi è stato messo in assoluta buona fede e senza alcuno scopo di lucro.
Traduttore - Translater
METEO ITALIA OGGI

Partner

creare un forum



Motori ricerca

Segnala il tuo sito nella directory

http://www.wikio.it

Cerrrca.com la ricerca con tre rrr


LICENZA
Licenza Creative Commons

Quest'opera è distribuita con Licenza
Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.

LUIGI TENCO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)

Italia Canora :: MUSICA LEGGERA :: 
CANTANTI/GRUPPI ANNI' 60
 :: LUIGI TENCO

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

LUIGI TENCO: 1965 - LUIGI TENCO (L.P. 33 giri)

Messaggio  mauro piffero il Mar Gen 09, 2018 11:01 am

1. TITOLO:
 
1962 - LUIGI TENCO
 
# Etichetta: JOLLY # Catalogo: LPJ 5045 # Data pubblicazione: Maggio 1965 # Matrici: LPJ 5045-A/LPJ 5045-B # Genere: Pop # Supporto: vinile 33 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Data matrici: 14 Maggio / Sul retro di copertina presentazione del disco di Carlo Massimo Asnaghi / "No, non è vero" in nuova registrazione rispetto alla precedente uscita l'anno prima su singolo, con testo parzialmente diverso / Distribuito da SAAR - Milano
 
 
2. RECENSIONE:
 
Luigi Tenco è secondo album di Luigi Tenco, pubblicato il 14 maggio 1965 su 33 giri dall'etichetta discografica Jolly Hi-Fi Records (catalogo LPJ 5045) e distribuito dalla SAAR Records.

Il disco:

Secondo album eponimo del cantautore (il primo è stato pubblicato nel 1962) contiene 8 inediti e 4 canzoni già pubblicate su singolo l'anno prima. Tra cui No, non è vero, lato B di Ragazzo mio, è cantata con un testo diverso.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER di: LUIGI TENCO
 
   
 
   
 
4. TRACK LIST di: LUIGI TENCO
 
 


 
 
Lato B: 2
LA BALLATA DELL'AMORE

 
      Lato B: 3
COM'E' DIFFICILE

 
     

Autori: Luigi Tenco
Orchestra: Ezio Leoni
 
Testo:
Amore, amore, amore, amore, amore...
su questo amore è già stato detto tutto
eppure tutti hanno ancora da dire
chi parlando del cuore
chi con parole nuove.

Amore, amore, amore, amore, amore...
ad ascoltare tutto quel che se ne dice
sembra che intorno ci sia solo gente
che oltre al grande amore
non pensa a niente.

Chi fa dell'amore la cosa più grande,
chi invece lo vede, soltanto come un gioco,
chi ha dell'amore i suoi giorni più belli,
chi invece vi trova solo disperazione.

Amore, amore, amore, amore, amore...
povero amore ti cercano sempre,
parlan di te anche troppo sovente,
io per una volta
non dirò niente.
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Luigi Tenco
Orchestra: Ezio Leoni
 
Testo:
Com'è difficile, bambina mia
com'è difficile, volerti bene
con questa voglia che ho d'andare via
di andarmene per il mondo
con questa voglia che ho d'andare via
di andarmene via

com'è difficile, bambina mia
com'è difficile, veder finire
tutti i miei sogni in un bicchier d'acqua
senza neanche aver visto il mare
tutti i miei sogni in un bicchier d'acqua
senza neanche aver visto il mare

com'è difficile, bambina mia
com'è difficile, voletri bene
volerti il bene che ti voglio io
che non so vivere senza di te
volerti il bene che ti voglio io
che non so vivere senza di te
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 6
SE POTESSI AMORE MIO

 
      Lato B: 5
QUASI SERA

 
     

Autori: Luigi Tenco
Orchestra: Ezio Leoni
 
Testo:
Se potessi amore mio
Ti darei tutto
Quel che vedo
Ma po posso darti
Solo quel che ho io
E purtroppo
Non è gran cosa

Se potessi amore mio
Vorrei essere
Un grand'uomo
Saperti amare
Come una regina
Ma purtroppo
Son quel che sono

Se potessi amore mio
Per non sciupare
Questa tua vita
Dovrei andarmene
E dirti addio
Ma purtroppo
Non sono buono
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Luigi Tenco
Orchestra: Ezio Leoni
 
Testo:
Quasi sera, e tu eri con me,
eravamo seduti accanto al mare.
Quasi sera, e là, sopra la sabbia,
c'erano ancora i segni del nostro amore.
Ricordo che tu mi parlavi,
io stavo guardando una vela passare:
era bianca, era gonfia di vento,
era l'ultima vela: era ormai quasi sera.

Quasi sera… e non ricordo altro,
né la voce che avevi, né il nome che avevi.

Quasi sera… e poi non t'ho più vista,
non ho mai più saputo di te, della tua vita.

Ricordo di noi soprattutto
la vela bianca che a un tratto
sfiorò il nostro amore:
era bianca, e dopo un momento
io la stavo cercando ma non c'era che il vento.
 
Fonte: [url=Quasi sera, e tu eri con me,
eravamo seduti accanto al mare.
Quasi sera, e là, sopra la sabbia,
c'erano ancora i segni del nostro amore.
Ricordo che tu mi parlavi,
io stavo guardando una vela passare:
era bianca, era gonfia di vento,
era l'ultima vela: era ormai quasi sera.

Quasi sera… e non ricordo altro,
né la voce che avevi, né il nome che avevi.

Quasi sera… e poi non t'ho più vista,
non ho mai più saputo di te, della tua vita.

Ricordo di noi soprattutto
la vela bianca che a un tratto
sfiorò il nostro amore:
era bianca, e dopo un momento
io la stavo cercando ma non c'era che il vento.]QUI[/url]

 

 
 


Ultima modifica di mauro piffero il Mar Gen 09, 2018 10:11 pm, modificato 1 volta
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1131
Punti : 1131
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

LUIGI TENCO: 1966 - SE SAPESSI COME FAI/UN GIORNO DOPO L'ALTRO (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Mar Gen 09, 2018 11:44 am

1. TITOLO
 
1966 - SE SAPESSI COME FAI/UN GIORNO DOPO L'ALTRO
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: PM 3349 # Data pubblicazione: Marzo 1966 # Matrici: RKAW 22933/RKAW 22934 # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio:  Mono # Dimensioni: 17,5 cm. # Facciate: 2
 
Note: Lato B: sigla dello sceneggiato televisivo "Le nuove inchieste del Commissario Maigret" (Mario Landi, 1966) / Distribuito da RCA Italiana - Roma
 
 
2. COVER:
 
   
 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
SE SAPESSI COME FAI

 
      Lato B:
UN GIORNO DOPO L'ALTRO

 
     

Autori: Luigi Tenco
Orchestra: Ruggiero Cini
 
Testo:
Se sapessi come fai
a fregartene cos? di me
se potessi farlo anch'io
ogni volta che tu giochi col nostro addio

Se sapessi come fai
a essere sempre cos? certa che io
dico, dico ma alla fine
vengo poi sempre a pregarti non andar via

Vorrei che per me un giorno solo
le parti si potessero invertire
quel giorno ti farei soffrire
come adesso soffro io

Se sapessi come fai
a fregartene cos? di me
a sapere cos? bene
sino a che punto ho bisogno di te

A saperlo cos? bene
ancor meglio di me
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Jacques Chaumelle, Luigi Tenco
Orchestra: Ruggiero Cini
 
Testo:
Un giorno dopo l'altro
il tempo se ne va
le strade sempre uguali,
le stesse case.
Un giorno dopo l'altro
e tutto è come prima
un passo dopo l'altro,
la stessa vita.
E gli occhi intorno cercano
quell'avvenire che avevano sognato
ma i sogni sono ancora sogni
e l'avvenire è ormai quasi passato.
Un giorno dopo l'altro
la vita se ne va
domani sar? un giorno uguale a ieri.
La nave ha gi? lasciato il porto
e dalla riva sembra un punto lontano
qualcuno anche questa sera
torna deluso a casa piano piano.
Un giorno dopo l'altro
la vita se ne va
e la speranza ormai è un'abitudine.
 
Fonte: QUI
 

avatar
mauro piffero

Messaggi : 1131
Punti : 1131
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

LUIGI TENCO: 1966 - LONTANO LONTANO/OGNUNO E' LIBERO (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Mar Gen 09, 2018 12:28 pm

1. TITOLO
 
1966 - LONTANO LONTANO/OGNUNO E' LIBERO
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: PM 3355 # Data pubblicazione: Aprile 1966 # Matrici: RKAW 23021/RKAW 23022 # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio:  Mono # Dimensioni: 17,5 cm. # Facciate: 2
 
Note: Lato A: "Un Disco per l'Estate 1966" / Distribuito da RCA Italiana - Roma
 
 
2. COVER:
 
   
 
   
 
Edizione Speciale, fuori commercio
 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
LONTANO LONTANO

 
      Lato B:
OGNUNO E' LIBERO

 
     

Autori: Luigi Tenco
Orchestra: Ruggiero Cini
 
Testo:
Lontano lontano nel tempo
Qualche cosa
Negli occhi di un altro
Ti farà ripensare ai miei occhi
I miei occhi che t'amavano tanto
E lontano lontano nel mondo
In un sorriso
Sulle labbra di un altro
Troverai quella mia timidezza
Per cui tu
Mi prendevi un po' in giro
E lontano lontano nel tempo
L'espressione
Di un volto per caso
Ti farà ricordare il mio volto
L'aria triste che tu amavi tanto
E lontano lontano nel mondo
Una sera sarai con un altro
E ad un tratto
Chissà come e perché
Ti troverai a parlargli di me
Di un amore ormai troppo lontano.
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Jacques Chaumelle, Luigi Tenco
Orchestra: Ruggiero Cini
 
Testo:
Cosa c’è di strano
Da guardare tanto
Forse perché noi non siamo
Vestiti bene
Pettinati come voi

Beh, se non vi piace
Così come siamo
Non vi resta che voltarvi
Dall’altra parte
E non far caso a noi

Ognuno è libero
Di fare quello che gli va
Ognuno è libero
Di fare quello che gli va

Tanto più che noi
Non cerchiam nessuno
Non ci siamo mai sognati
Di convincere gli altri
A vivere come noi

Quel che fa la gente
Ci interessa poco
Se anche uno andasse in giro
Col cilindro in testa
A noi sta bene così

Ognuno è libero
Di fare quello che gli va
Ognuno è libero
Di fare quello che gli va

Invece tra voi
Ce n’è più di uno
Che è vestito bene
Pettinato bene
Però perbene non è

E questo qualcuno
Si è messo in testa
Che la gente con le buone
o con le cattive
deve fare quel che vuole lui

Ma ognuno è libero
Di fare quello gli va
Ognuno è libero
Di fare quello che gli va
 
Fonte: QUI
 



Ultima modifica di mauro piffero il Mar Gen 09, 2018 5:50 pm, modificato 1 volta
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1131
Punti : 1131
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

LUIGI TENCO: 1966 - TENCO (L.P. 33 giri)

Messaggio  mauro piffero il Mar Gen 09, 2018 1:20 pm

1. TITOLO:
 
1966 - TENCO
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: Special S 3 # Data pubblicazione: Anno 1966 # Matrici: S 3/1-S 3/2 # Genere: Pop # Supporto: vinile 33 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: è il terzo ed ultimo L.P. 33 giri di Luigi Tenco, pubblicato con il cantante genovese ancora in vita
 
 
2. RECENSIONE:
 
Tenco è il terzo album di Luigi Tenco, pubblicato nel 1966.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER di: TENCO
 
   
 
   
 
   
 
4. TRACK LIST di: TENCO
 
Lato A Lato B



 


 
 
Lato A: 3
UNO DI QUESTI GIORNI TI SPOSERO'

 
      Lato B: 3
AMORE, AMORE MIO

 
     

Autori: Luigi Tenco
Orchestra: Ruggero Cini e il suo complesso
 
Testo:
Un giorno di questi
Ti sposerò, stai tranquilla,
Così la smetterai

Di darmi il tuo amore
Col contagocce.

Un giorno di questi
Ti sposerò, stai tranquilla,
Così la smetterai
Di rinfacciarmi quello
Che dice il mondo.

Un giorno di questi
Ti giurerò d'amarti
Sino all'ultimo giorno;
Ma tu sai già benissimo
Che non si può sapere
Cosa sarà domani...

Un giorno di questi
Ti sposerò, stai tranquilla,
Così tu avrai diritto
Di avere quelle cose
Che adesso io ti do
Soltanto perché t'amo:
Anche l'amore.
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Luigi Tenco
Orchestra: Ruggero Cini e il suo complesso
 
Testo:
Io conosco la tua strada
Ogni passo che farai
Le tue ansie chiuse e I vuoti
Sassi che allontanerai
Senza mai pensare che
Come roccia io ritorno in te
Io conosco I tuoi respiri
Tutto quello che non vuoi
Lo sai bene che non vivi
Riconoscerlo non puoi
E sarebbe come se
Questo cielo in fiamme
Ricadesse in me
Come scena su un attore
Per amore
Hai mai fatto niente
Solo per amore
Hai sfidato il vento e urlato mai
Diviso il cuore stesso
Pagato e riscomesso
Dietro questa mania
Che resta solo mia?
Per amore
Hai mai corso senza fiato
Per amore
Perso e ricominciato?
E devi dirlo adesso
Quanto di te ci hai messo
Quanto hai creduto tu
In questa bugia
E sarebbe come se
Questo fiume in piena
Risalisse a me
Come china al suo pittore
Per amore
Hai mai speso tutto quanto
La ragione
Il tuo orgoglio fino al pianto?
Lo sai sta sera resto
Non ho nessun pretesto
Soltanto una mania
Che resta forte e mia
Dentro quest'anima che strappi via
E te lo dico adesso
Sincero con me stesso
Quanto mi costa
Non saperti mia
E sarebbe come se
Tutto questo mare
Annegasse in me
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 4
COME TANTI ALTRI

 
      Lato B: 4
MA DOVE VAI

 
     

Autori: Luigi Tenco
Orchestra: Ruggero Cini e il suo complesso
 
Testo:
Un uomo come tanti altri
un giorno incontra l'amore,
come tanti altri……

Un amore come tanti altri,
il più bello e il più brutto del mondo,
come tanti altri……

Una storia che non è certo nuova,
cominciata un giorno qualunque
e che un giorno qualunque finisce.

Un addio come tanti altri,
qualcuno che ha voglia di piangere
come tanti altri….

Non l'avrei nemmeno raccontata,
solo che questa volta quel qualcuno
sono io, purtroppo sono io:
un uomo come tanti altri
e mi sento il più solo di tutti.
come tanti altri.
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Luigi Tenco
Orchestra: Ruggero Cini e il suo complesso
 
Testo:
Ma dove vai, ma dove vai
Mi dici dove stai correndo
Vuoi arrivare in crima al mondo
Cosa credi di tovare mai
Dai retta a me...
dai retta a me...
Non ti accorgi che nel mondo
la gente gira gira in tondo
cercando cose che non trova mai.

Ma dove vai, ma dove vai
Non butarre via i tuoi giorni
pensando che verra il momento
in cui diventerai quel che non sei.
Dai retta a me,
dai retta a me...
Guardati un pochino intorno:
verdai che il mundo di ogni giorno
puo' darti piu' di tutti sogni tuoi.
Ma dove vai, ma dove vai
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 6
IO VORREI ESSERE LA

 

Autori: Luigi Tenco
Orchestra: Ruggeri Cini e il suo complesso
 
Testo:
Io vorrei essere là
dove i soldati muoiono
senza sapere dove
senza saper perchè

Vorrei essere là
per dire a quei soldati
"Chi mai coltiverà
domani il vostro campo?"

Vorrei essere là
però, io non ci posso essere
perchè anche nel mio campo, qui,
c'è ancor tanto da fare

Io vorrei essere là
dove i bambini imparano
che il mondo in cui viviamo
è tanto tanto grande

Vorrei essere là
per dire a quei bambini
che pure tanta gente
non ha un posto per vivere

Vorrei essere là
però, io non ci posso essere
perchè non ho trovato ancora
il mio posto nel mondo

Io vorrei essere là
Io vorrei essere là...
 
Fonte: QUI
 

 
 


Ultima modifica di mauro piffero il Mer Gen 10, 2018 10:47 pm, modificato 7 volte
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1131
Punti : 1131
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

LUIGI TENCO: 1967 - CIAO AMORE CIAO/E SE CI DIRANNO (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Mar Gen 09, 2018 2:52 pm

1. TITOLO
 
1967 - CIAO AMORE CIAO/E SE CI DIRANNO
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: PM 3387 # Data pubblicazione: Gennaio 1967 # Matrici: SKAW 23452/SKAW 23453 # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio:  Mono # Dimensioni: 17,5 cm. # Facciate: 2
 
Note: Lato A: "Festival di Sanremo 1967" / Distribuito da RCA Italiana - Roma
 
 
2. COVER:
 
   
 
   
 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
CIAO AMORE CIAO

 
      Lato B:
E SE CI DIRANNO

 
     

Autori: Luigi Tenco
Orchestra: Giampiero Reverberi
 
Testo:
La solita strada, bianca come il sale
il grano da crescere, i campi da arare.
Guardare ogni giorno
se piove o c'è il sole,
per saper se domani
si vive o si muore
e un bel giorno dire basta e andare via.

Ciao amore,
ciao amore, ciao amore ciao.
Ciao amore,
ciao amore, ciao amore ciao

Andare via lontano
a cercare un altro mondo
dire addio al cortile,
andarsene sognando.
E poi mille strade grigie come il fumo
in un mondo di luci sentirsi nessuno.
Saltare cent'anni in un giorno solo,
dai carri dei campi
agli aerei nel cielo.
E non capirci niente e aver voglia di tornare da te

Ciao amore,
ciao amore, ciao amore ciao.
Ciao amore,
ciao amore, ciao amore ciao

Non saper fare niente in un mondo che sa tutto
e non avere un soldo nemmeno per tornare

Ciao amore,
ciao amore, ciao amore ciao.
Ciao amore,
ciao amore, ciao amore ciao.
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Jacques Chaumelle, Luigi Tenco
Orchestra: Ruggiero Cini
 
Testo:
E se ci diranno
Che per rifare il mondo
C'è un mucchio di gente
Da mandare a fondo,
Noi che abbiamo troppe volte visto ammazzare
Per poi dire troppo tardi che è stato un errore,
Noi risponderemo, noi risponderemo
No no no no no no no no no.

E se ci diranno
Che nel mondo la gente
O la pensa in un modo
O non vale niente,
Noi che non abbiam finito ancora di contare
Quelli che il fanatismo ha fatto eliminare,
Noi risponderemo, noi risponderemo
No no no no no no no no no.

E se ci diranno
Che è un gran traditore
Chi difende la gente
Di un altro colore,
Noi che abbiamo visto gente con la pelle chiara
Fare cose di cui ci dovremmo vergognare,
Noi risponderemo, noi risponderemo
No no no no no no no no no.

E se ci diranno
Che è un destino della terra
Selezionare i migliori
Attraverso la guerra,
Noi che ormai sappiamo bene che i più forti
Sono sempre stati i primi a finir morti,
Noi risponderemo, noi risponderemo
No no no no no no no no no.
 
Fonte: QUI
 

avatar
mauro piffero

Messaggi : 1131
Punti : 1131
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

LUIGI TENCO: 1967 - QUANDO/MI SONO INNANORATO DI TE (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Mar Gen 09, 2018 5:55 pm

1. TITOLO
 
1967 - QUANDO/MI SONO INNANORATO DI TE
 
# Etichetta: RICORDI # Catalogo: SRL 10377 # Data pubblicazione: Febbraio 1967 # Matrici: NLNK 1413/NLNK 1542 # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio:  Mono # Dimensioni: 17,5 cm. # Facciate: 2
 
Note: Distribuito da Dischi Ricordi - Milano
 
 
2. COVER:
 
   
 
Edizione Speciale, fuori commercio
 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
QUANDO

 
      Lato B:
MI SONO INNANORATO DI TE

 
     

Autori: Luigi Tenco
Orchestra: Giampiero Boneschi
 
Testo:
Quando
il mio amore tornerà da me
nel cielo
una stella spenderà
s'e' spenta da quando
il mio sogno è svanito
da quando il mio amore
fuggì da me
Quando
il mio amore tornerà da me
nel mare
una perla nascerà
saranno le lacrime
che ha pianto la stella
nel veder solo e triste
il mio cuor
Quando
il mio amore tornerà da me
nell'aria
un violino suonerà
la musica dolce
scenderà nel mio cuore
ed il tempo si fermerà
solo quando
il mio amore tornerà da me.
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Luigi Tenco
Orchestra: Gian Franco Reverberi
 
Testo:
Mi sono innamorato di te
Perché
Non avevo niente da fare
Il giorno
Volevo qualcuno da incontrare
La notte
Volevo qualcosa da sognare

Mi sono innamorato di te
Perché
Non potevo più stare solo
Il giorno
Volevo parlare dei miei sogni
La notte
Parlare d'amore

Ed ora
Che avrei mille cose da fare
Io sento i miei sogni svanire
Ma non so più pensare
A nient'altro che a te

Mi sono innamorato di te
E adesso
Non so neppur'io cosa fare
Il giorno
Mi pento d'averti incontrata
La notte
Ti vengo a cercare
 
Fonte: QUI
 



Ultima modifica di mauro piffero il Mer Gen 10, 2018 6:44 pm, modificato 2 volte
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1131
Punti : 1131
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

LUIGI TENCO: 1967 - ANGELA/TI RICORDERAI (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Mar Gen 09, 2018 6:07 pm

1. TITOLO
 
1967 - ANGELA/TI RICORDERAI
 
# Etichetta: RICORDI # Catalogo: SRL 10378 # Data pubblicazione: Febbraio 1967 # Matrici: NLNK 1499/NLNK 629 # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio:  Mono # Dimensioni: 17,5 cm. # Facciate: 2
 
Note: Distribuito da Dischi Ricordi - Milano
 
 
2. COVER:
 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
ANGELA

 
      Lato B:
TI RICORDERAI

 
     

Autori: Luigi Tenco
Orchestra: Gianpiero Boneschi
 
Testo:
Angela, Angela, angelo mio
io non credevo che questa sera
sarebbe stato davvero un addio,
Angela credimi, io non volevo.

Angela, Angela, angelo mio
quando t'ho detto che voglio andarmene,
volevo solo vederti piangere,
perché mi piace farti soffrire.

Angela, Angela, angelo mio
ma tu stasera invece di piangere
guardi il mio viso in un modo strano
come se fosse ormai lontano.

Ti prego, Angela, no, non andartene
non puoi lasciarmi quaggiù da solo
non è possibile che tutto a un tratto
io possa perderti, perdere tutto.

Volevo farti piangere
vedere le tue lacrime
sentire che il tuo cuore
è nelle mie mani.
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Gian Franco Reverberi, Luigi Tenco
Orchestra: Gian Franco Reverberi
 
Testo:
Ti ricorderai di me
Quando m'avrai perduto
E ripeterai
Le frasi che io t'ho insegnato
Il cielo e noi
Gli alberi e noi
Mille favole per noi
Un isole sul mare
E noi soltanto
Soli, soli, soli
Ti ricorderai di me
Quando m'avrai perduto
Quando riderò
Dei sogni che per te
Ho sognato
 
Fonte: QUI
 



Ultima modifica di mauro piffero il Mer Gen 10, 2018 6:40 pm, modificato 4 volte
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1131
Punti : 1131
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

LUIGI TENCO: 1967 - GUARDA SE IO/VEDRAI VEDRAI (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Mar Gen 09, 2018 9:11 pm

1. TITOLO
 
1967 - GUARDA SE IO/VEDRAI VEDRAI
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: PM 3391 # Data pubblicazione: Anno 1967 # Matrici: SKAW 23528/SKAW 23529 # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio:  Mono # Dimensioni: 17,5 cm. # Facciate: 2
 
Note: Lato A: sigla dello sceneggiato tv "Questi nostri figli" (Mario Landi, 1967) / Distribuito da RCA Italiana - Roma
 
 
2. COVER:
 
   
 
   
 
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
GUARDA SE IO

 
      Lato B:
VEDRAI VEDRAI

 
     

Autori: Luigi Tenco
Orchestra: Ruggero Cini
 
Testo:
Guarda se io dovevo
innamorarmi proprio di te,
di te così lontana
dal mio mondo di tutti i giorni,
di te così diversa
da me, dalla mia vita,
guarda se io dovevo
innamorarmi di te...

Guarda se io dovevo
amarti tanto come ti amo,
io che passo le ore
per convincerti a cambiare
e non ti cambierei
con nessun'altra al mondo,
guarda se io dovevo
innamorarmi di te...

A volte io vorrei
che tu non fossi così
come sei,
ma in fondo
non so neppure io
cosa vorrei.

Guarda se io che ero
così sicuro della mia vita
dovevo incontrare te
ed ecco, da un momento all'altro,
nel mio mondo di ieri
non capirci più niente,
nel mondo di domani
vedere solo te.

A volte io vorrei
che tu non fossi così
come sei,
ma in fondo
non so neppure io
cosa vorrei...
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Luigi Tenco
Orchestra: Guido Relly
 
Testo:
Quando la sera me ne torno a casa
non ho neanche voglia di parlare
tu non guardarmi con quella tenerezza
come fossi un bambino che ritorna deluso.
Sì lo so che questa non è certo la vita
che hai sognato un giorno per noi...
Vedrai, vedrai, vedrai che cambierà
forse non sarà domani, ma un bel giorno cambierà.
Vedrai, vedrai, non son finito sai.
Non so dirti come e quando ma vedrai che cambierà.
Preferirei sapere che piangi
che mi rimproveri di averti delusa
e non vederti sempre così dolce
accettare da me tutto quello che viene
Mi fa disperare il pensiero di te
e di me che non so darti di più.
Vedrai, vedrai, vedrai che cambierà
forse non sarà domani, ma un bel giorno cambierà.
Vedrai, vedrai, non son finito sai.
Non so dirti come e quando ma un bel giorno cambierà.
 
Fonte: QUI
 

avatar
mauro piffero

Messaggi : 1131
Punti : 1131
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

LUIGI TENCO: 1967 - TI RICORDERAI DI ME... (L.P. 33 giri)

Messaggio  mauro piffero il Mar Gen 09, 2018 10:40 pm

1. TITOLO:
 
1967 - TI RICORDERAI DI ME
 
# Etichetta: RICORDI # Catalogo: MRP 9031 # Data pubblicazione: Anno 1967 # Matrici: TPNK 3779/TPNK 3780 # Genere: Pop # Supporto: vinile 33 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Antologia del periodo Ricordi / "Quello che conta" dalla colonna sonora del film "La cuccagna" (Luciano Salce, 1962) / Ristampato con copertina apribile su tre lati - Ristampato in cd nel 2002 (BMG Ricordi, 74321910302 - vedi link "Altre immagini") / Distribuito da Dischi Ricordi - Milano
 
 
2. COVER di: TI RICORDERAI DI ME
 
   
 
   
 
3. TRACK LIST di: TI RICORDERAI DI ME
 
 


 
 
Lato A:
ISY

 
      Lato B:
COME MI VEDONO GLI ALTRI

 
     

Autori: Luigi Tenco
Orchestra: Giampiero Boneschi
 
Testo:
Isy... Isy...
Isy... Isy...
Se tu sapessi perché ti vengo a cercare
probabilmente non mi vorresti vedere.
Isy... Isy...
(come in eco)
Isy... Isy...
Dentro al mio cuore non ci sei tu dolce Isy,
c'è qualcun'altra a cui non voglio pensare.
Isy... Isy...
(come in eco)
Isy... Isy...
Con te, oh Isy, vorrei dimenticare
tutte le lacrime
che ho pianto invano.
Con te, oh Isy, vorrei cancellare
la mia paura di dover tornare
da lei.
Tu non sai perché ti vengo a cercare
e intanto io imparo a dimenticare.
Isy... Isy...
(Come in eco)
Isy... Isy...
Isy... Isy...
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Gian Franco Reverberi, Luigi Tenco
Orchestra: Giampiero Boneschi
 
Testo:
Vorrei provare ad essere un'altra persona
per vedere me stesso come mi vedono gli altri.

Vorrei sapere qual'è l'impressione che prova chi
non sa per nulla quello che faccio e che sono.

quando cammino pensando ai fatti miei
quando sorrido per chiedere qualcosa.

La mia paura è che a vedere me come sono
io potrei rimanere deluso.

La mia paura è che a vedere me come sono
io potrei rimanere deluso, rimanere deluso.
Fonte: QUI
 
 


Ultima modifica di mauro piffero il Mer Gen 10, 2018 12:24 pm, modificato 5 volte
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1131
Punti : 1131
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

LUIGI TENCO: 1967 - SE STASERA SONO QUI (L.P. 33 giri)

Messaggio  mauro piffero il Mar Gen 09, 2018 11:10 pm

1. TITOLO:
 
1967 - SE STASERA SONO QUI
 
# Etichetta: RICORDI # Catalogo: MRP 9033 # Data pubblicazione: Settembre 1967 # Matrici: TPNK 3887/TPNK 3888 # Genere: Pop # Supporto: vinile 33 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Data matrici: 22 Luglio / Antologia del periodo Ricordi con quattro inediti: "Averti tra le braccia", "Volevo averti per me", "Io vorrei essere là", "Chi mi ha insegnato" / "Tra tanta gente" e "La ballata dell'eroe" dal film "La cuccagna" (Luciano Salce, 1962)/ Calibi, Pinchi e Screwball sono gli pseudonimi rispettivamente di Mariano Rapetti, Giuseppe Perotti e Giorgio Calabrese / Sul retro di copertina presentazione del disco non firmata / Ristampato in cd nel 1992 (Ricordi, CDOR 8056) con diversa copertina e con breve nota di presentazione dell'artista non firmata all'interno del booklet (vedi link "Altre immagini") / Distribuito da Dischi Ricordi - Milano
 
 
2. RECENSIONE:
 
Se stasera sono qui (album)
di Luigi Tenco, pubblicato nel 1967. Nella raccolta sono contenuti quattro inediti "Averti tra le braccia", "Volevo averti per me", "Io vorrei essere là", "Chi mi ha insegnato" / "Tra tanta gente" e La ballata dell'eroe. La raccolta fu ristampata in cd nel 1992 (Ricordi, CDOR 8056).
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER di: SE STASERA SONO QUI
 
   
 
   
 
4. TRACK LIST di: SE STASERA SONO QUI
 
 


 
 
Lato A: 3
AVERTI TRA LE BRACCIA

 
      Lato B: 3
CHI MI HA INSEGNATO

 
     

Autori: Luigi Tenco
Orchestra: Gian Franco Reverberi
 
Testo:
Averti tra le braccia é un desiderio
che invano cerco di dimenticar
sentirti mia per sempre é come un sogno
e ovunque la tua immagine m'appar
Sei per me la sola donna
e voglio amarti per l'eternità
Risento come musica divina
la voce tua nel sussurrarmi "Ti Amo"
Averti tra le braccia é un desiderio
un sogno che in eterno resterà
e il sogno sarà una dolce realtà
finchè il nostro amore vivrà
finchè il nostro amore vivrà


Averti tra le braccia é un desiderio
che invano cerco di dimenticar
sentirti mia per sempre é come un sogno
e ovunque la tua immagine m'appar
Sei per me la sola donna
e voglio averti per l'eternità
Risento come musica divina
la voce tua nel sussurrarmi "Ti Amo"
Averti tra le braccia é un desiderio
un sogno che in eterno resterà
e il sogno sarà una dolce realtà
finchè il nostro amore vivrà
resterà
 
Fonte: QUI
     
Autori: Luigi Tenco
Orchestra: Giampiero Boneschi
 
Testo:
Chi m'ha insegnato a parlare
a dire quello che sento.

Chi m'ha insegnato a parlare
a farmi capire dagli altri.

Non mi ha insegnato le parole
per poterti dire quello che vorrei
non mi ha detto come potrei fare
per dirti il mio amore con parole nuove.

Chi m'ha insegnato a scrivere
seguendo un pensiero che sfugge.

Chi m'ha insegnato a scrivere
fermare un momento che vola.

Non mi ha detto come potrei scrivere
qua1cosa di grande che parli dite.

Non mi ha detto come potrei scrivere
le lunghe poesie che mi fai sognare.

Chi m'ha insegnato a vivere
passando dall'alba al tramonto.

Chi m'ha insegnato a vivere
in mezzo alla gente del mondo
non mi ha detto come potrei vivere
queste lunghe sere senza averti accanto.

Non mi ha detto come potrei fare
a vivere solo senza il nostro amore.
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 5
VOLEVO AVERTI PER ME

 

Autori: Gino Paoli
Orchestra: Gian Franco Reverberi
Testo:
Volevo averti per me
ma tu sai che non è possibile
ti farei solamente piangere
dolcemente vorrei sorriderti
senza dirti la verità
questa è la felità
ma lo sai, dura solo un attimo
lascerà solamente lacrime.

Ma vorrei che tu
non piangessi per me
che tu fossi felice con me.
Non ho visto nessuna più bella di te
non ho avuto nessuna più dolce di te.

Volevo averti per me
ma per te non saprò che piangere
anche se vorrei darti l'anima
ma sei infelice cercami amor ti darò
tutto quello che ho.
 
Fonte: QUI
 
 


Ultima modifica di mauro piffero il Mer Gen 10, 2018 3:27 pm, modificato 5 volte
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1131
Punti : 1131
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

LUIGI TENCO: 1967 - IO SONO UNO/IO VORREI ESSERE LA' (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Mar Gen 09, 2018 11:34 pm

1. TITOLO
 
1967 - IO SONO UNO/IO VORREI ESSERE LA'
 
# Etichetta: RCA Italiana # Catalogo: PM 3419 # Data pubblicazione: Anno 1967 # Matrici: SKAW 23796/SKAW 23797 # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio:  Mono # Dimensioni: 17,5 cm. # Facciate: 2
 
Note: Sul retro di copertina i testi delle due canzoni / Distribuito da RCA Italiana - Roma
 
 
2. COVER:
 
   
 
   
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
IO SONO UNO

 
      Lato B:
IO VORREI ESSERE LA'

 
     

Autori: Luigi Tenco
Orchestra: Ruggeri Cini
 
Testo:
Io sono uno
che parla troppo poco, questo è vero
ma nel mondo c'è già tanta gente
che parla, parla, parla sempre
che pretende di farsi sentire
e non ha niente da dire.

Io sono uno
che sorride di rado, questo è vero
ma in giro ce ne sono già tanti
che ridono e sorridono sempre
però poi non ti dicono mai
cosa pensano dentro.

Io sono uno
che non dice chi è la sua donna, questo è vero
perché non ammiro la gente
che prima implora un po' d'amore
e poi non appena l'ha avuto
lo va a raccontare.

Io sono uno
che non nasconde le sue idee, questo è vero
perché non mi piacciono quelli
che vogliono andar d'accordo con tutti
e che cambiano ogni volta bandiera
per tirare a campare.
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Gian Franco Reverberi, Luigi Tenco
Orchestra: Ruggero Cini
 
Testo:
Io vorrei essere là
dove i soldati muoiono
senza sapere dove
senza saper perchè

Vorrei essere là
per dire a quei soldati
"Chi mai coltiverà
domani il vostro campo?"

Vorrei essere là
però, io non ci posso essere
perchè anche nel mio campo, qui,
c'è ancor tanto da fare

Io vorrei essere là
dove i bambini imparano
che il mondo in cui viviamo
è tanto tanto grande

Vorrei essere là
per dire a quei bambini
che pure tanta gente
non ha un posto per vivere

Vorrei essere là
però, io non ci posso essere
perchè non ho trovato ancora
il mio posto nel mondo

Io vorrei essere là
Io vorrei essere là...
 
Fonte: QUI
 



Ultima modifica di mauro piffero il Mer Gen 10, 2018 12:28 pm, modificato 2 volte
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1131
Punti : 1131
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

LUIGI TENCO: 1967 - SE STASERA SONO QUI/CARA MAESTRA (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Mer Gen 10, 2018 12:03 am

1. TITOLO
 
1967 - SE STASERA SONO QUI/CARA MAESTRA
 
# Etichetta: RICORDI # Catalogo: SRL 10477 # Data pubblicazione: Anno 1967 # Matrici: NLNK 3886/1411 # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio:  Mono # Dimensioni: 17,5 cm. # Facciate: 2
 
Note: Lato A: provino con sovrapposizione postuma di orchestra / Distribuito da Dischi Ricordi - Milano
 
 
2. COVER:
 
   
 
   
Luigi Tenco con Dalida, nell'ultimo giorno della sua vita
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
SE STASERA SONO QUI

 
      Lato B:
CARA MAESTRA

 
     

Autori: Mogol, Luigi Tenco
Orchestra: Gian Piero Reverberi
 
Testo:
Se stasera sono quì, è perché ti voglio bene
E' perché tu hai bisogno di me, anche se non lo sai.
Se stasera sono quì, è perché so perdonare
E non voglio gettar via così, il mio amore per te.

*Per me venire quì, è stato come scalare, la montagna più alta del mondo
E ora che son quì, voglio dimenticare, i ricordi più tristi giù in fondo.

Se stasera sono quì, è perché ti voglio bene
E' perché tu hai bisogno di me, anche se non lo sai.
(musica)...

*Per me venire quì, è stato come scalare, la montagna più alta del mondo
E ora che son quì, voglio dimenticare, i ricordi più tristi giù in fondo.
Se stasera sono quì, è perché ti voglio bene
E' perché tu hai bisogno di me, anche se non lo sai.
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Gian Franco Reverberi, Luigi Tenco
Orchestra: Giampiero Boneschi
 
Testo:
Cara maestra, un giorno m'insegnavi
che a questo mondo noi, noi siamo tutti uguali;
ma quando entrava in classe il Direttore
tu ci facevi alzare tutti in piedi,
e quando entrava in classe il bidello
ci permettevi di restar seduti...

Mio buon curato, dicevi che la chiesa
è la casa dei poveri, della povera gente
però hai rivestito la tua chiesa, di tende d' oro e marmi colorati
come può adesso un povero che entra
sentirsi come fosse a casa sua
Egregio sindaco, mi hanno detto che un giorno
tu gridavi alla gente, vincere o morire
ora vorrei sapere come mai, vinto non hai eppure non sei morto
e al posto tuo è morta tanta gente
che non voleva nè vincere nè morire.
 
Fonte: QUI
 



Ultima modifica di mauro piffero il Mer Gen 10, 2018 8:26 pm, modificato 1 volta
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1131
Punti : 1131
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

LUIGI TENCO: 1968 - PENSACI UN PO'/IL TEMPO DEI LIMONI (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Mer Gen 10, 2018 12:31 pm

1. TITOLO
 
1968 - PENSACI UN PO'/IL TEMPO DEI LIMONI
 
# Etichetta: RICORDI # Catalogo: SRL 10494 # Data pubblicazione: Aprile 196 # Matrici: NLNL 1691/NLNL 1678 # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio:  Mono # Dimensioni: 17,5 cm. # Facciate: 2
 
Note: Data matrici: 4 Aprile / Distribuito da Dischi Ricordi - Milano
 
 
2. COVER:
 
   
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
PENSACI UN PO'

 
      Lato B:
IL TEMPO DEI LIMONI

 
     

Autori: Mogol, Luigi Tenco
Orchestra: in studio
 
Testo:
Pensaci un po'
prima di andartene via
pensaci un po'
per me è soltanto follia
no non è vero che noi abbiamo vissuto
soltanto momenti di noia e di pianto
non devi scordare
le ore d'amore.

Pensaci un po'
e poi rimani con me
pensaci un po'
cosa sarebbe di te
sì forse è vero che tu
potresti trovare
un altro da amare
un altro migliore
però non sarebbe
lo stesso amore.

Sì forse è vero che tu
potresti trovare
un altro da amare
un altro migliore
però non sarebbe
lo stesso amore.


 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Mogol, Luigi Tenco
Orchestra: in studio
 
Testo:
Se non è ancora il tempo dei limoni
li assaggi e dici che non sono buoni
ma se tu aspetti il loro tempo
arriva poi il momento
in cui li troverai
dolci come li vuoi.

Anche per me tu cerca di capire:
c'é ancora un po' di tempo da aspettare,
non è possibile che a un tratto
tu possa avere tutto,
però se aspetterai
sarò come mi vuoi.

Tu sai che io ti amo
e se dico così
è perché so che avremo
ancora tempo.

Se non è ancora il tempo dei limoni
aspetta il giorno in cui saranno buoni:
non è possibile che a un tratto
tu possa avere tutto,
però se aspetterai
sarà come vorrai.

 
Fonte: QUI
 

avatar
mauro piffero

Messaggi : 1131
Punti : 1131
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

LUIGI TENCO: 1969 - PENSACI UN PO' (L.P. 33 giri)

Messaggio  mauro piffero il Mer Gen 10, 2018 5:44 pm

1. TITOLO:
 
1969 - PENSACI UN PO'
 
# Etichetta: RICORDI # Catalogo: MRP 9065 # Data pubblicazione: Dicembre 1969 # Matrici: TLNM 4560/TLNM 4561 # Genere: Pop # Supporto: vinile 33 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Data matrici: 26 Novembre / Antologia del periodo Ricordi con quattro inediti: "Serate a Mosca", "Il tempo dei limoni", "Pensaci un po'", "Un'ultima carezza"; quest'ultima ha la stessa melodia, la stessa base ma con testo diverso di "Averti tra le braccia" / Sul retro di copertina presentazione del disco non firmata / Ristampato in cd nel 1999 (Ricordi, CDOR 8558) con diversa copertina, stessa track-list con in più l'inserimento del brano "Triste sera" e all'interno del booklet presentazione non firmata dell'artista (vedi link "Altre immagini") / Distribuito da Dischi Ricordi - Milano
 
 
2. COVER di: PENSACI IN PO'
 
   
 
3. TRACK LIST di: PENSACI UN PO'
 
 


 
 
Lato B: 1
BACIANDOTI

 
      Lato B: 3
UN'ULTIMA CAREZZA

 
     

Autori: Luigi Tenco
Orchestra: Gian Franco Reverberi
 
Testo:
Averti tra le braccia é un desiderio
che invano cerco di dimenticar
sentirti mia per sempre é come un sogno
e ovunque la tua immagine m'appar
Sei per me la sola donna
e voglio amarti per l'eternità
Risento come musica divina
la voce tua nel sussurrarmi "Ti Amo"
Averti tra le braccia é un desiderio
un sogno che in eterno resterà
e il sogno sarà una dolce realtà
finchè il nostro amore vivrà
finchè il nostro amore vivrà


Averti tra le braccia é un desiderio
che invano cerco di dimenticar
sentirti mia per sempre é come un sogno
e ovunque la tua immagine m'appar
Sei per me la sola donna
e voglio averti per l'eternità
Risento come musica divina
la voce tua nel sussurrarmi "Ti Amo"
Averti tra le braccia é un desiderio
un sogno che in eterno resterà
e il sogno sarà una dolce realtà
finchè il nostro amore vivrà
resterà
 
Fonte: QUI
     
Autori: Luigi Tenco
Orchestra: Giampiero Boneschi
 
Testo:
Chi m'ha insegnato a parlare
a dire quello che sento.

Chi m'ha insegnato a parlare
a farmi capire dagli altri.

Non mi ha insegnato le parole
per poterti dire quello che vorrei
non mi ha detto come potrei fare
per dirti il mio amore con parole nuove.

Chi m'ha insegnato a scrivere
seguendo un pensiero che sfugge.

Chi m'ha insegnato a scrivere
fermare un momento che vola.

Non mi ha detto come potrei scrivere
qua1cosa di grande che parli dite.

Non mi ha detto come potrei scrivere
le lunghe poesie che mi fai sognare.

Chi m'ha insegnato a vivere
passando dall'alba al tramonto.

Chi m'ha insegnato a vivere
in mezzo alla gente del mondo
non mi ha detto come potrei vivere
queste lunghe sere senza averti accanto.

Non mi ha detto come potrei fare
a vivere solo senza il nostro amore.
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A:
SERATE A MOSCA

 

Autori: K. Ball, Umberto Bertini
Orchestra: Giampiero Boneschi
Testo:
L'ombra della sera dagli alberi
Scende sino al fiume laggiù.

Note semplici si diffondono
Come sogni che volano.

Voci innamorate sussurrano
Quel che il giorno mai non saprà.

Stelle appaiono fra le nuvole
Mentre Mosca si illumina.

Note semplici si diffondono
E la notte su Mosca è già.
 
Fonte: QUI
 
 


Ultima modifica di mauro piffero il Mer Gen 10, 2018 8:12 pm, modificato 1 volta
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1131
Punti : 1131
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

LUIGI TENCO: 1970 - VEDRAI VEDRAI/AH... L'AMORE L'AMORE(45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Mer Gen 10, 2018 8:03 pm

1. TITOLO
 
1970 - VEDRAI VEDRAI/AH... L'AMORE L'AMORE
 
# Etichetta: JOLLY # Catalogo: J 20467# Data pubblicazione: Anno 1970 # Matrici: J 20467-A/J 20467-B # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio:  Mono # Dimensioni: 17,5 cm. # Facciate: 2
 
Note: Data matrici: Ristampa di matrici SAAR precedentemente pubblicate / Disegno in copertina di Achille Picco / Distribuito da SAAR - Milano
 
 
2. COVER:
 
   
 
3. TRACK LIST
 
Lato A:
VEDRAI VEDRAI

 
      Lato B:
AH... L'AMORE L'AMORE

 
     

Autori: Luigi Tenco
Orchestra: in studio
 
Testo:
Quando la sera me ne torno a casa
non ho neanche voglia di parlare
tu non guardarmi con quella tenerezza
come fossi un bambino che ritorna deluso.
Sì lo so che questa non è certo la vita
che hai sognato un giorno per noi...
Vedrai, vedrai, vedrai che cambierà
forse non sarà domani, ma un bel giorno cambierà.
Vedrai, vedrai, non son finito sai.
Non so dirti come e quando ma vedrai che cambierà.
Preferirei sapere che piangi
che mi rimproveri di averti delusa
e non vederti sempre così dolce
accettare da me tutto quello che viene
Mi fa disperare il pensiero di te
e di me che non so darti di più.
Vedrai, vedrai, vedrai che cambierà
forse non sarà domani, ma un bel giorno cambierà.
Vedrai, vedrai, non son finito sai.
Non so dirti come e quando ma un bel giorno cambierà.
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Luigi Tenco
Orchestra: in studio
 
Testo:
Ah…l'amore l'amore
quante cose ti fa fare l'amore,
ah….l'amore l'amore,
quante parole ti fa dire l'amore,
quanta vita, quante ore
dedicate all'amore,
quante frasi dette al vento
dedicate all'amore.

Ah….l'amore l'amore
quanti sogni ti brucia l'amore,
ah….l'amore l'amore,
quante notti non ti lascia dormire,
e ti senti più grande del mare
e ti senti ancor meno di niente.

Poi un giorno ti accorgi
che è finito il tempo dell'amore:
giuri che ormai
sei rimasto deluso,
che non crederai
più all'amore.

Poi una sera
uno sguardo
ti dice qualcosa
e sei fuori dal mondo.

Ah….l'amore l'amore,
come puoi dir di no all'amore?
ah….l'amore l'amore,
chiudi gli occhi e ti lasci sognare,
e ti trovi a inventare poesie,
a sognare le valli lontane
dove il sole raggiunge la luna
e le parla d'amore….

Passano i giorni
e l'amore ti lascia da solo,
di nuovo da solo.

Ah….l'amore l'amore
come gioca con te l'amore,
ah….l'amore l'amore,
come puoi dir di no all'amore?
 
Fonte: QUI
 

avatar
mauro piffero

Messaggi : 1131
Punti : 1131
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

LUIGI TENCO: 1972 - LUIGI TENCO (L.P. 33 giri)

Messaggio  mauro piffero il Mer Gen 10, 2018 10:19 pm

1. TITOLO:
 
1972 - LUIGI TENCO
 
# Etichetta: RCA International # Catalogo: INTI 1502 # Data pubblicazione: Anno 1972 # Matrici: BKAY 26510/BKAY 26511 # Genere: Pop # Supporto: vinile 33 giri # Tipo audio: Mono # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Antologia del periodo RCA con un inedito, "Li vidi tornare", che è una nuova versione, su identica base musicale, di "Ciao amore, ciao" con testo diverso / "Un giorno dopo l'altro" sigla della trasmissione TV "Le nuove avventure del Commissario Maigret" (Mario Landi, 1966) / Sul retro di copertina presentazione del disco di Antonino Buratti / Distribuito da RCA Italiana - Roma
 
 
2. RECENSIONE:
 
Luigi Tenco: ennesimo (album) postumo col titolo "Luigi Tenco", pubblicato nel 1972.

Nelle note di recensine della raccolta, la RCA International, presenta "Li vidi tornare" come una nuova versione di "Ciao amore ciao" che, con l'esclusione dalla serata finale del Festival ha causato la tragica fine di Luigi.

In realtà "Li vidi tornare" avrebbe dovuto essere la versione originale da presentare al festival di Sanremo, ma la RCA censuro' il testo obbligando Tenco a cambiare le parole che parlavano di guerra mantenendo solo il ritornello in originale; questo ha praticamente stravolto il senso della canzone stessa.
 
 
3. COVER di: LUIGI TENCO
 
   
 
   
 
 
4. TRACK LIST di: LUIGI TENCO
 
 
 


 
<Lato B: 6
LI VIDI TORNARE

 

Autori: Luigi Tenco
Orchestra: Rggero Cini
Testo:
Li vidi passare
vicino al mio campo
ero un ragazzino
stavo lì a giocare

Erano trecento
erano giovani e forti
andavano al fronte
col sole negli occhi

E cantavano cantavano
tutti in coro
ciao amore ciao amore
ciao amore ciao

Ciao amore ciao amore
ciao amore ciao
ciao amore ciao amore
ciao amore ciao

Avrei dato la vita
per essere con loro
dicevano domani
domani torneremo

Aspettai domani
per giorni e per giorni
col sole nei campi
e poi con la neve

Chiedevo alla gente
quando torneranno
la gente piangeva
senza dirmi niente

E da solo io cantavo
in mezzo ai prati
ciao amore ciao amore
ciao amore ciao

Ma una sera ad un tratto
chiusi gli occhi e capii
e quella notte in sogno
io li vidi tornare

Ciao amore ciao amore
ciao amore ciao
ciao amore ciao amore
ciao amore ciao
ciao amore ciao amore
ciao amore ciao
 
Fonte: QUI
 
 


Ultima modifica di mauro piffero il Ven Gen 12, 2018 10:34 am, modificato 3 volte
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1131
Punti : 1131
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

LUIGI TENCO: 1972 - LUIGI TENCO Canta Tenco, De Andrè, Jannacci, Bob Dylan(L.P. 33 giri+MC)

Messaggio  mauro piffero il Mer Gen 10, 2018 11:55 pm

1. TITOLO
 
1984 - LUIGI TENCO Canta Tenco, De Andrè, Jannacci, Bob Dylan
 
# Etichetta: JOKER # Catalogo: SM 3427 # Data pubblicazione: Anno 1972 # Matrici: SM 3427 L/1 - SM 3427 L/2 # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio:  Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: È una raccolta di brani composti dal cantautore italiano e da altri artisti, reinterpretati dallo stesso Tenco.
 
 
2. RECENSIONE:
 
Luigi Tenco canta Tenco, De André, Jannacci, Bob Dylan è un album postumo di Luigi Tenco, pubblicato su vinile nel 1972.

È una raccolta di brani composti dal cantautore italiano e da altri artisti, reinterpretati dallo stesso Tenco.
 
Fonte: QUI
 
 
3. COVER di: LUIGI TENCO Canta Tenco, De Andrè, Jannacci, Bob Dylan
 
   
 
4. TRACK LIST di: LUIGI TENCO Canta Tenco, De Andrè, Jannacci, Bob Dylan
 
Lato A Lato B

  • A1 PASSAGGIO A LIVELLO
  • A2 VITA FAMILIARE
  • A3 PRETE IN AUTOMOBILE
  • A4 VITA SOCIALE
  • A5 BALLATA DELL'ARTE
  • A6 LA RISPOSTA E' CADUTA NEL VENTO


  • B1 BALLATA DELLA MODA
  • B2 LA BALLATA DELL'EROE
  • B3 BALLATA DEL MARINAIO
  • B4 GIORNALI FEMMINILI
  • B5 HOBBY
 
 
Lato A: 1
PASSAGGIO A LIVELLO

 
      Lato B: 1
BALLATA DELLA MODA

 
     

Autori: Enzo Jannacci
Orchestra: in studio
 
Testo:
Fermi a un passaggio a livello
mi hai parlato di te
in un modo che io non conoscevo,
piano mi hai sfiorato una mano
sussurrando parole dimenticate.

Ma in un baleno
è schizzato via il treno
abbiam smesso di guardarci
poi mi hai chiesto se era un merci.

Torna a parlarmi di te
a parlare del cuore,
delle cose dimenticate.
No: mi hai guardato ridendo
sei rimasta lì muta
muta come ti ho conosciuta.
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Luigi Tenco
Orchestra: in studio
 
Testo:
Era l'autunno e il cameriere Antonio
Servendo ad un tavolo di grandi industriali
Sentì decidere che per l'estate prossima
Sarebbe andata di moda l'acqua blu
Loro dicevano che bastava fare una campagna di pubblicità
Mettere in ogni bar un po' di bottigliette
Ed il successo non poteva mancare
Antonio tra se rideva
Ahahah-ahahah
Diceva "me ne infischio della moda io bevo solo quello che mi va"
Venne l'inverno e Antonio vide al cinema
Cortometraggi con bottiglie d'acqua blu
Fotografie sui muri e sui giornali
Di belle donne che invitavano a provarla
In primavera già qualcuno la beveva
E pure lui un giorno a casa d'un amico
Dovette berla perché quello imbarazzato
Gli disse "scusa ma non m'è rimasto altro"
Antonio però rideva
Ahahah-ahahah
Diceva "me ne infischio della moda ma in mancanza d'altro bevo quel che c'è"
Venne l'estate ed in villeggiatura Antonio aveva sete e non sapeva cosa bere
In ogni bar dove chiedeva un dissetante
Manco a farlo apposta gli servivano acqua blu
Le prime volte lui si era opposto
Ma poi pensò "chi me lo fa fare"
E da quel giorno poco a poco si abituò
Un mese dopo non beveva altro
Antonio però rideva
Ahahah-ahahah
Diceva "me ne infischio della moda ma bevo questa bibita perché mi va"
Ora è l'autunno, Antonio è all'ospedale
Intossicato perché beveva troppo
E per servire quel tavolo importante
S'è fatto sostituire dall'amico Pasquale
Stan decidendo per la prossima moda
Un pantalone a strisce gialle e nere
Basterà fare una gran pubblicità
Farlo indossare da qualche grande attore
Pasquale tra se sorride
Ahahaha-ahahah
E dice "me ne infischio della moda io porto solo quello che mi va"
Ma io vedo già Pasquale
Ahahah-ahahah
Chissà come starà male
Coi pantaloni a strisce gialle e nere
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 2
VITA FAMILIARE

 
      Lato B: 2
LA BALLATA DELL'EROE

 
     

Autori: Luigi Tenco
Orchestra: in studio
 
Testo:
Giudice, vorrei lasciare mia moglie.
Giudice, vorrei andarmene via….
Perché l' hai sposata?
Perché portava in dote
terreni confinanti con le terre che ho io.
Forse le vostre terre non confinano più?
Ma scusi…che domande sono? Ma certo che confinano ancora.
E allora non avrai mai il permesso
di lasciare tua moglie, di andartene via.
Giudice, vorrei lasciare mia moglie.
Giudice, vorrei andarmene via….
Perché l' hai sposata?
Per avere dei figli che mi dessero una mano, una mano nel lavoro.
E lei te li ha dati questi figli?
Beh….eh no….cioè sì….ma effettivamente…certo che me li ha dati.
E allora non avrai mai il permesso di lasciare tua moglie, di andartene via.

Giudice, vorrei lasciare mia moglie.
Giudice, vorrei andarmene via…
Perché l' hai sposata?
Perché l'amavo troppo e non potevo più vivere se non vicino a lei.
Forse che ora tu non l'ami più?
No, io non l'amo più.
E allora…….mi scusi…non si può così……ma insomma….il
vincolo indissolubile…non è possibile….no, non si può….basta!
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Fabrizio De André
Orchestra: in studio
 
Testo:
Amore, amore, amore, amore, amore...
su questo amore è già stato detto tutto
eppure tutti hanno ancora da dire
chi parlando del cuore
chi con parole nuove.

Amore, amore, amore, amore, amore...
ad ascoltare tutto quel che se ne dice
sembra che intorno ci sia solo gente
che oltre al grande amore
non pensa a niente.

Chi fa dell'amore la cosa più grande,
chi invece lo vede, soltanto come un gioco,
chi ha dell'amore i suoi giorni più belli,
chi invece vi trova solo disperazione.

Amore, amore, amore, amore, amore...
povero amore ti cercano sempre,
parlan di te anche troppo sovente,
io per una volta
non dirò niente.
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 3
PRETE IN AUTOMOBILE

 
      Lato B: 3
BALLATA DEL MARINAIO

 
     

Autori: Luigi Tenco
Orchestra: in studio
 
Testo:
Quando vedo un prete in automobile
per il rosso aspettar io provo un dispiacer.

Quando vedo un prete in automobile una ruota cambiar
io provo un dispiacer ….

Perché lui pensa a grandi cose fatte di eternità.

Quando vedo un prete in automobile una multa pagar
io provo un dispiacer.
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Luigi Tenco
Orchestra: Ruggero Cini e il suo complesso
 
Testo:
Un marinaio in mezzo al mare
con una barca ed un cannone.
È andato là per fare la sua guerra
ad un nemico
che non ha mai visto.
Con sé ha portato il ritratto di una donna
con qualche lettera,
con i suoi sogni.

Un marinaio in mezzo al mare
con un nemico da mandare a fondo.
Gli han detto che il nemico è uno strano essere
che non ha cuore,
che non sa sognare.
Gli han detto che chi ha dei sogni da difendere
deve combattere
contro il nemico.

Un marinaio in mezzo al mare,
il suo nemico ormai è andato a fondo.
Però qualcosa è rimasto sulle onde
e lui va a vedere
cosa mai può essere.
Trova il ritratto di una donna e qualche lettera,
sogni di un uomo
andato a fondo.

 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 4
VITA SOCIALE

 
      Lato B: 4
GIORNALI FEMMINILI

 
     

Autori: Luigi Tenco
Orchestra: in studio
 
Testo:
http://lyricstranslate.com/it/luigi-tenco-vita-sociale-lyrics.html#ixzz53scjNXmU

Se Lei sapesse cos'è la vita sociale
non mi starebbe a seccare
perché io La faccia passare.
Se Lei sapesse essere un uomo civile
aspetterebbe il Suo turno
come fa tutta l'altra gente.

-Senta, ma Lei non sa chi sono io:
sono il commendatore Tale,
parente del ministro Tale!
- Mi spiace, ma questo non importa niente,
lo dica pure al suo parente,
io non mi lascio influenzare.

La vuol capire? questa è la vita sociale:
commendatori o cavalieri,
per noi la gente è tutta uguale.
Impari un poco a essere un uomo civile,
a essere un poco più gentile
con chi fa il proprio dovere.

- Senta, La prego, mi faccia passare,
se in mezz'ora non ho fatto
io sono un uomo rovinato!
- Spiacente, ma non ci posso fare niente,
prima di Lei c'è altra gente
che ha diritto di passare.

La vuol capire? questa è la vita sociale:
se mi lasciassi impietosire
tutti verrebbero a pregare.
In fondo poi un vero uomo civile
anche se ha i problemi suoi
deve sapersi controllare.

- Ma senta, un'ultima cosa vorrei dire...
Ho giusto diecimila lire...
di cui non so proprio che fare.
- Va bene... visto che Lei insiste tanto
daremo ascolto al sentimento,
va bene, passi pure avanti.
Ma si ricordi, e almeno sia riconoscente,
che al posto mio tanta altra gente
ne avrebbe chiesto ventimila!

 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Luigi Tenco
Orchestra: Ruggero Cini e il suo complesso
 
Testo:
Leggendo certi giornali femminili
verrebbe da pensare che alla donna
interessino poco i problemi piu' grandi:
trasformare la scuola
abolire il razzismo
proporre nuove leggi
mantenere la pace.

Comunque, per fortuna esiste l'uomo
che si preoccupa…
mi dovete scusare
se mi scappa da ridere,
comunque l'uomo, Ú certo
si preoccupa molto…

Leggendo certi giornali femminili
verrebbe da pensare che alla donna
interessi soltanto il problema del cuore:
trovare un giorno o l'altro
il proprio grande amore,
magari con lo sguardo
di quel famoso attore.

Comunque per fortuna esiste l'uomo
che Ú piu' positivo…
chissà …chissà perchÚ a sto punto
mi scappa da ridere,
comunque l'uomo Ú certo
molto piu' positivo…

Leggendo certi giornali femminili
verrebbe da pensare che la donna
si interessi ben poco dei problemi piu' grandi;
la sua prima esigenza
sembra una vita comoda,
magari un po' di lusso
per essere invidiata.

Comunque, per fortuna, esiste l'uomo
che Ú meno egoista…
mi dovete scusare
ma devo proprio ridere…
forse questa canzone
io non la so cantare…
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 5
BALLATA DELL'ARTE

 
      Lato B: 5
HOBBY

 
     

Autori: Luigi Tenco
Orchestra: in studio
 
Testo:
C'è chi dice che l'arte
non ha rapporti con la società,
per cui l'artista vero
non si occupa mai
di problemi sociali,
lui si sente isolato,
chiuso in problemi intimi,
problemi che coinvolgono
la personalità.

C'è chi dice che l'arte
non ha rapporti con l'uomo comune,
per cui l'artista vero
non può usare un linguaggio capito da tutti,
anzi, meno comune
sarà il linguaggio usato,
tanto più verrà a galla
la personalità.

Ma c'è invece chi pensa
che l'arte ha un
suo rapporto
con la società,
visto che il nostro artista

assomiglia all'uomo tipico del nostro tempo,
soffre anche lui di un male
purtroppo assai diffuso,
che ogni volta ritorna
portando un nome nuovo:
ieri era il superuomo,
adesso è l'introverso,
comunque è sempre il mito
della personalità.
 
Fonte: QUI
 
     
Autori: Luigi Tenco
Orchestra: in studio
 
Testo:
Giorgio, ricordi
quando eravamo nel banco insieme
al corso di meccanica?
Tu eri molto bravo,
io invece non lo ero
e nei compiti in classe
io copiavo da te.

Giorgio, ricordi
quando hai dovuto lasciar la scuola
al corso di meccanica?
Dovevi lavorare,
dare una mano ai tuoi.
Io invece, che potevo,
ho continuato il corso.

Giorgio, ma Ú vero
che oltre al tuo lavoro,
la sera, per hobby
ti occupi di meccanica?
Pensa che io ho finito
e sono laureato.
Eppure ho un grande handicap:
non ci capisco niente.
 
Fonte: QUI
 
 
Lato A: 6
LA RISPOSTA CADUTA NEL VENTO

 

Autori: Mogol, Bob Dylan
Orchestra: in studio
 
Testo:
Io vorrei essere là
dove i soldati muoiono
senza sapere dove
senza saper perchè

Vorrei essere là
per dire a quei soldati
"Chi mai coltiverà
domani il vostro campo?"

Vorrei essere là
però, io non ci posso essere
perchè anche nel mio campo, qui,
c'è ancor tanto da fare

Io vorrei essere là
dove i bambini imparano
che il mondo in cui viviamo
è tanto tanto grande

Vorrei essere là
per dire a quei bambini
che pure tanta gente
non ha un posto per vivere

Vorrei essere là
però, io non ci posso essere
perchè non ho trovato ancora
il mio posto nel mondo

Io vorrei essere là
Io vorrei essere là...
 
Fonte: QUI
 

 
 
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1131
Punti : 1131
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

LUIGI TENCO: 1984 - SERENELLA (inedito) - (45 giri)

Messaggio  mauro piffero il Gio Gen 11, 2018 2:01 pm

1. TITOLO
 
1984 - SERENELLA (inedito)
 
# Etichetta: CGD # Catalogo: CGD 15164 # Data pubblicazione: Ottobre 1984 # Matrici: 2c 15164-1L/2c 15164-2L # Genere: Pop # Supporto: vinile 45 giri # Tipo audio:  Stereo # Dimensioni: 30 cm. # Facciate: 2
 
Note: Data matrici: 19 Ottobre / Maxi singolo co-prodotto dalla Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro e il Club Tenco / Nota di presentazione firmata da Enrico de Angelis sul retro copertina / I brani sono registrazioni inedite di provini dell'artista con accompagnamento pianistico, risalenti al 1964 - "Più m'innamoro di te" è presente in due versioni distinte, alla prima delle quali è stata aggiunta una sovraincisione (postuma) di orchestra d'archi / Etichetta CGD atipica (vedi link "Altre immagini") / Distribuito da CGD Messaggerie Musicali - Milano
 
 
2. COVER:
 
   
 
   
 
3. TRACK LIST
 
Lato A Lato B

  • A1 PIU' M'INNAMORO DI TE


  • B1 SERENELLA
  • B2 PIU' M'INNAMORO DI TE
 
TRACK
N.1 Più M' Innamoro Di Te 3:55
N.2 Serenella 3:55
N.3 Più M' Innamoro Di Te 3:55

 

Autori: Carlo Donida, Mogol
Orchestra: Al pianoforte Carlo Donida
Testo:
Più mi innamoro di te
e meno tu mi ami
Io ti parlo di me
e meno tu ascolti
cosa darei per trovare
senior del tu amore
ma un sorrizo e per me
su le tue labra amore
ma forse tu cambierai
ma forse tu miamerai
io devo sperare ancora
se voglio vivere
Più mi innamoro di te
e meno tu mi ami
Più mi a vicino a te
E meno tu mi vedi
ma forse tu cambierai
ma forse tu miamerai
io devo sperare ancora
se voglio vivere

Più mi innamoro di te
e meno tu mi ami
Più mi a vicino a te
E meno tu mi vedi.

SERENELLA

Avevi gli occhi azzurro mare
Eri l'amica di tutti i fiori
Parlavi solo di cose belle
Eri l'amica delle stelle
Una volta...
Ti ho guardato...
E mi sono innamorato...
Serenella
Serenella
Com'eri dolce
Com'eri bella
Serenella
Serenella
Com'eri buona
Com'eri bella.

Come un bambino
Vuol mostrare
A tutti i quanti il suo tesoro
Io ti ho portato ad un gran ballo
In un bellissimo castello
Felice...
Emozionato...
Al principe...
Ti ho mostrato...
Serenella
Serenella
Com'eri dolce
Com'eri bella
Serenella
Serenella
Com'eri buona
Com'eri bella.

Io mi ricordo quella sera
Che mentre solo ritornavo
Piangevo e ancora ti vedevo
Insieme al principe ballare
Un momento...
Ti ho lasciata...
E tu m'hai dimenticato.
Serenella
Serenella
Com'eri dolce
Com'eri bella
Serenella
Serenella
Com'eri buona
Com'eri bella
 
Fonte: QUI
 
 
avatar
mauro piffero

Messaggi : 1131
Punti : 1131
Data d'iscrizione : 11.11.12
Età : 74
Località : gattorna (genova)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: LUIGI TENCO - DISCOGRAFIA (Cover - Video - Testi)

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

Italia Canora :: MUSICA LEGGERA :: 
CANTANTI/GRUPPI ANNI' 60
 :: LUIGI TENCO

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum