Ci "aiuti" a crescere?
Ti ringrazio in anticipo per il tuo




________________________________________

DIVENTA COLLABORATORE!

Italia Canora è in continua crescita e sempre alla ricerca di collaboratori che desiderano partecipare a questo grandioso progetto.

Aiuta Italia Canora a cercare materiale come cover, videoclip testi e quant'altro occorre per inserire le discografie dei nostri grandi artisti italiani!

Se sei appassionato di musica potresti dedicarti ad inserire il tuo artista preferito con delle semplici linee guida.

Lasciami un messaggio (in chat oppure in alto su Messages), ti contatterò quanto prima!

________________________________________






________________________________________



Caricamento video...
AFFILIAZIONI - SITI - BLOG
e FORUM

LaFavolaBlu


Progetto Musico Sognante Italiano
La fiaba del mare della Musica Italiana
ed Internazionale

____________________________


Nonsolosuoni




Un sogno
fatto di musica!

______________________


_____________________


Estatica è l'enciclopedia di musica italiana, internazionale e cultura.

Discografie, recensioni, interviste, monografie, live report, video, ebooks


_____________________



________________________


_____________________



________________________



________________________

Chi è in linea
In totale ci sono 18 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 18 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 118 il Ven Lug 14, 2017 9:34 pm





__________________________________

Ti piace il nostro Portale??
Allora votaci cliccando su questo bottone ... Grazie!!

migliori siti


www.italiacanora.net


Grazie a voi abbiamo vinto questi AWARD
nella classifica di NET-PARADE


Uno dei più belli
In classificasito internet
In classifica
Sito d'argento
DISCLAIMER
Tutte le copertine, testi e video presenti su questo forum sono solo per uso informativo e di intrattenimento.
Puoi scaricare e stampare la copertina se possiedi l'originale e hai bisogno di rimpiazzarla.
Tutto cio' che puo' essere considerato legale, dipende dalle leggi sul copyright del tuo paese di residenza. Non è nostra intenzione infrangere Copyright per cui, se ciò dovesse accadere, prego gli interessati a scrivere agl'amministratori i quali provvederanno alla rimozione immediata o a citare la fonte, se richiesto.
Lo Staff di ItaliaCanora.net non è responsabile dell'utilizzo e di eventuali danni a cose o persone causati dal materiale presente in questo forum, inoltre si tiene a precisare che tutto ciò che è presente in questo forum vi è stato messo in assoluta buona fede e senza alcuno scopo di lucro.
Traduttore - Translater
METEO ITALIA OGGI

Partner

creare un forum



Motori ricerca

Segnala il tuo sito nella directory

http://www.wikio.it

Cerrrca.com la ricerca con tre rrr


LICENZA
Licenza Creative Commons

Quest'opera è distribuita con Licenza
Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.

RICCHI E POVERI - BIOGRAFIA

Italia Canora :: MUSICA LEGGERA :: 
CANTANTI/GRUPPI ANNI' 60
 :: RICCHI E POVERI

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

RICCHI E POVERI - BIOGRAFIA

Messaggio  VIOLONE 1950 il Lun Apr 08, 2013 1:31 pm



I Ricchi e Poveri sono un gruppo musicale italiano, nato artisticamente nel 1968, a Genova. Sono tra gli artisti italiani con il maggior numero di dischi venduti, con più di 20 milioni di copie, negli anni settanta e ottanta, hanno trasformato alcuni loro singoli in vere e proprie hit dell'anno, piazzate in vetta alle classifiche italiane e internazionali. Hanno rappresentato l'Italia all'Eurovision Song Contest del 1978, con la canzone Questo amore, e partecipato a numerosi Festival di Sanremo, piazzandosi due volte al 2º posto, nel 1970 e nel 1971, e una volta al 5º, nel 1981, vincendone uno, nel 1985, con il brano Se m'innamoro. I più famosi in assoluto tra i pezzi da loro interpretati sono proprio due brani sanremesi: Che sarà, del 1971, e Sarà perché ti amo, del 1981. Inoltre, diversi loro brani (Coriandoli su di noi, Mamma Maria, Come vorrei, Piccolo amore, etc.) sono stati scelti come sigle di popolari trasmissioni televisive.

La formazione
Il gruppo, oggi ridotto a un trio, nasce in origine come quartetto, formato da due voci maschili e due voci femminili, secondo la migliore tradizione dei gruppi vocali americani. Nella formazione iniziale, 3 componenti su 4 sono di origini genovesi. I membri originari sono infatti: Franco Gatti (Genova, 4 ottobre 1942); Angela Brambati (Genova, 20 ottobre 1947); Marina Occhiena (Genova, 19 marzo 1950); e il sardo Angelo Sotgiu (Trinità d'Agultu, 22 febbraio 1946).
Angelo e Franco facevano parte dei Jets (da non confondere con un altro gruppo genovese, quasi omonimo, attivo nel decennio successivo, i Jet, da cui provengono anche alcuni membri dei Matia Bazar), assieme a Gianni Belleno che, fino al 1966, vi suonerà la batteria. È proprio con i Jets che Franco e Angelo fanno le loro prime esperienze discografiche, incidendo quattro 45 giri, tra il 1963 e il 1964, per l'etichetta ITV.

I primi passi
Quando Belleno lascia il gruppo per entrare nei New Trolls, i Jets si sfaldano. Angelo e Franco, grazie all'incontro con la cantante di un gruppo beat, I Preistorici, Angela Brambati (dal 1963, fidanzata con lo stesso Sotgiu), decidono quindi di costituire un quartetto vocale, sul modello dei The Mamas & the Papas, idea che si concretizza nel 1967, subito dopo l'incontro con un'amica di Angela, Marina Occhiena, di poco più giovane e anche lei cantante.
La band viene presa in simpatia dal cantautore romano Franco Califano, che suggerisce loro di adottare il nome che tuttora portano. Il debutto del gruppo avviene al Cantagiro del 1968, con L'ultimo amore, cover in lingua italiana del brano Everlasting love. Nello stesso anno, esce il loro primo album, che contiene, oltre alla summenzionata cover, anche il pezzo intitolato Un amore così grande. Successivamente, incidono La mia libertà, cover di un pezzo dei Bee Gees, tradotta in italiano dal mentore Franco Califano, che diventa il produttore fisso del quartetto. Nel 1969, esce un nuovo singolo, Si fa chiara la notte, che sul retro contiene il brano Era mercoledì, scritta da Sotgiu e Gatti. Nel 1970, partecipano, per la prima volta, al Festival della canzone italiana di Sanremo, dove arrivano secondi, cantando, in coppia con Nicola Di Bari, la canzone La prima cosa bella, contenuta nell'album che porta il nome del gruppo, "Ricchi e Poveri", realizzato per l'etichetta Apollo Records. Nello stesso anno, pubblicano altri due 45 giri, entrambi tratti dallo stesso album della canzone sanremese: Primo sole primo fiore (con la quale partecipano al film musicale Terzo canale: Avventura a Montecarlo di Giulio Paradisi, con New Trolls e The Trip) e In questa città (con quest'ultima, si ripresentano al Cantagiro).
Nel 1971 prendono di nuovo parte al Festival di Sanremo, dove si classificano ancora secondi con Che sarà, interpretata in abbinamento con José Feliciano. A fine anno, esce l'album Con l'aiuto del Signore, che contiene Amici miei, cover della famosa Amazing Grace. Nel 1972 diventano testimonial della Fiesta Snack, prodotto della nota azienda dolciaria Ferrero, e ritornano al Festival di Sanremo con un brano intitolato Un diadema di ciliegie, scritto dal musicista torinese Romano Bertola (anche autore della musica per lo spot per la Fiesta), che non riesce ad eguagliare il successo dei due brani precedentemente portati alla manifestazione, piazzandosi soltanto all'11º posto, ma colpisce per il gioco vocale del quartetto. Nello stesso anno sono in gara a Un disco per l'estate con Pomeriggio d'estate, classificandosi al 13° posto, ex aequo con I Nomadi di Io vagabondo, nella serata finale di Saint Vincent.
Il 1973 è un'annata molto intensa per i Ricchi e Poveri: all'inizio dell'anno, si presentano a Sanremo per la quarta volta consecutiva, con il brano Dolce frutto, che si piazza al 4º posto; in Bulgaria esce un album dal vivo, in formato EP, semplicemente intitolato "Concerto live"; partecipano poi per la seconda volta a Un disco per l'estate con la canzone Piccolo amore mio; in autunno, infine, sono a Canzonissima con il brano Penso, sorrido e canto, che si classifica al secondo posto.
Nel 1974, a conclusione della gara canora, entrano a far parte del progetto teatrale «Teatro Music Hall», organizzato da Pippo Baudo (il titolo dello spettacolo è preso proprio dalla canzone Penso, sorrido e canto). Viene affittato un tendone del circo Medrano, per tre mesi, che vene montato e poi rismontato, ogni due giorni, nelle varie tappe della compagnia, in giro per l'Italia, privilegiando il sud. Durante lo spettacolo, i Ricchi e Poveri hanno la possibilità di esibirsi in numeri musicali e di recitazione, anche singolarmente; quella che riscuote maggiore successo è proprio Angela, nell'interpretazione di Liza Minnelli, in Cabaret. È in quest'occasione che Angelo e Franco incontrano le gemelle Nadia e Antonella Cocconcelli, cantanti e ballerine scelte da Baudo per lo spettacolo e già apparse in TV, nel programma «Foto di gruppo», che diventeranno poi le loro future consorti. Intanto, partecipano a Un disco per l'estate, con il nuovo singolo Povera bimba, che supera la fase eliminatoria ed arriva così alle semifinali di Saint Vincent.

Il successo
Sempre nel 1974 partecipano alla riduzione TV dell'operetta "No no, Nanette" diretta da Vito Molinari al fianco della protagonista Elisabetta Viviani, ed entrano nel cast del programma TV «Tante Scuse», di Raimondo Vianello e Sandra Mondaini, incidendo la canzone Non pensarci più, che diventa la sigla di chiusura della trasmissione. Il successo riportato in questa edizione procura loro la partecipazione ad una nuova edizione del programma, «Di nuovo tante scuse», e a una nuova sigla di chiusura, Coriandoli su di noi, composta da Terzoli, Vaime, De Martino e Carla Vistarini, che ottiene un grandissimo successo.
Nel 1976, incidono per la prima volta un brano in lingua inglese, Love will come, e partecipano a Sanremo con Due storie dei musicanti, di Sergio Bardotti e Luis Enriquez Bacalov, dall'album "I musicanti".Quell'anno a Sanremo Angela si esibisce in premaman e alcuni mesi dopo il Festival darà alla luce il suo primogenito Luca. Nello stesso anno, partecipano alla tournée teatrale di Walter Chiari, esperienza poi ripetuta anche l'anno successivo. Nel 1977, esce invece un album contenente brani in lingua ligure, tra cui una rivisitazione del classico Ma se ghe pensu.
Nel 1978 rappresentano l'Italia all'Eurofestival di Parigi con Questo amore, tratta dall'omonimo album Questo amore. Nel 1979, la canzone Mama, composta da Marina, Angelo e Franco, diventa la sigla del «Jet Quiz». Nel 1980, pubblicano l'ultimo album come quartetto, intitolato "Come eravamo", con canzoni scritte da Toto Cutugno (che quell'anno trionfa per due volte: come interprete a Sanremo, dove vince con Solo noi, e come autore al Festivalbar, dove firma la canzone che vince la manifestazione, Olympic Games, di Miguel Bosé) e arrangiate da Mats Bjorklund, tra cui La stagione dell'amore, Somebody to love, Goodbye my love e Walking love, oltre alla cover E no, e no, doppio adattamento, in italiano e in inglese, della famosa canzone in francese Et maintenant. Nello stesso anno, il gruppo effettua un tour con Radio Montecarlo, ottenendo un grande successo in Spagna, dove esce la corrispondente versione spagnola dell'album, intitolata "La estación del amor", con alcuni brani in castigliano, tra cui, oltre alla title track, Adiós mi amor, adattamento in lingua di Goodbye my love. Contemporaneamente, sempre nei paesi latini, esce l'edizione export di una raccolta omonima del gruppo, del 1978, re-intitolata Una musica (la copertina riporta i soli titoli tradotti, ma i brani sono tutti in italiano - di fatto, si tratta della stessa identica raccolta del 1978: gli stessi pezzi, nello stesso ordine).

L'abbandono di Marina Occhiena
Nel 1981 Marina lascia il gruppo a causa di forti contrasti con Angela e tenta l'avventura da solista. Nonostante la defezione, i Ricchi e Poveri mantengono la loro compattezza e continuano a mietere successi, anzi, conquistano uno dei loro maggiori successi in assoluto. Sempre nel 1981, infatti, sono di nuovo al Festival di Sanremo, con il noto pezzo intitolato Sarà perché ti amo. Nonostante il quinto posto, la canzone diventa uno dei singoli di maggior successo dell'anno, restando alla vetta della classifica settimanale per dieci settimane (su diciannove di permanenza nella Top Ten), conquistandosi il titolo di singolo italiano più venduto del 1981. (Sarà perché ti amo ha venduto 1.022.000 copie in Francia.)
Le canzoni Come vorrei (1981) e Piccolo amore (1982), tra le prime tracce interpretate dal gruppo come trio, verranno utilizzate entrambe per la sigla di chiusura di due edizioni del noto programma «Portobello», condotto dal presentatore Enzo Tortora, anche lui genovese. Come vorrei, così come il pezzo del Festival di Sanremo del 1981, Sarà perché ti amo, il suo lato B, Bello l'amore, e molte altre tracce tra le più conosciute del repertorio della band come trio, fanno tutte parte del primo album senza Marina Occhiena, il 33 giri intitolato E penso a te.
Anticipato dal singolo M'innamoro di te (romantica ballata nello stile più tipico del gruppo) e promosso, oltre che dal brano sanremese e dalla prima delle due sigle di Portobello, anche da un quarto singolo (la ballabile ed internazionale Made in Italy, un intreccio di tonalità, con suggestive alternanze tra le tre voci, ed un ritornello dal ritmo trascinante), il long-playing sbanca le classifiche, ma, soprattutto, rappresenta uno dei primi album italiani a tentare (riuscendoci) la carta dell'estrazione multipla di singoli (ben quattro), rompendo la consolidata tradizione italiana, soprattutto di quel periodo, che prevedeva la promozione di un album in quanto lavoro unitario, senza singoli promozionali, o tutt'al più trainato da non più di un 45 giri, possibilmente giustificato dalla partecipazione a qualche manifestazione che ne motivi l'uscita, come Sanremo, Festivalbar od altre vetrine dell'epoca. Seguono numerosi brani e diversi album di successo, come "Mamma Maria", "Voulez vous danser" e "Ciao Italy, ciao amore".
Nel 1985, i tre Ricchi e Poveri vincono il Festival di Sanremo, con Se m'innamoro, e vi partecipano ancora, nel 1987 con la canzone di successo Canzone D'amore nel 1988, con Nascerà Gesù (un brano piuttosto discusso contro l'ingegneria genetica), scritto da Umberto Balsamo., e nel 1989, con Chi voglio sei tu.
Gli anni novanta sono quelli del successo televisivo nazionale, e dell'altrettanto grande successo commerciale internazionale (da ricordare, soprattutto, la tournée in Russia, con 44 concerti sold-out), con altri album, singoli e raccolte (queste ultime si susseguono ad un ritmo incalzante, tra prodotti ufficiali e non ufficiali, italiani ed esteri, che rendono praticamente impossibile stabilire una discografia esatta).Inoltre partecipano al Festival di Sanremo nel 1990 con Buona Giornata e nel 1992 con la canzone Cosi Lontani.

Il nuovo millennio
Il 1999 li vede ritornare con un nuovo lavoro discografico, Parla col cuore, album ibrido, che contiene alcuni successi come Se m'innamoro, Mamma Maria, Sarà perché ti amo, M'innamoro di te, Come vorrei, La prima cosa bella, Che sarà e Made in Italy e 6 brani inediti, ossia Parla col cuore, La stella che vuoi, Ciao Ciao, Se mi ami, Il meglio di noi e Mai dire mai, da loro composti.
Nel 2004 partecipano alla prima edizione del reality show Music Farm, condotto quell'anno da Amadeus, vincendo a sorpresa la sfida contro Loredana Bertè e arrivando terzi nella graduatoria finale. Molto apprezzata la cover del brano Salirò, di Daniele Silvestri, rielaborata dal trio durante il programma, e poi inserita nella compilation realizzata in occasione della conclusione della trasmissione, assieme al duetto per Sarà perché ti amo, con la stessa Loredana Berté, che ha voluto fortemente sia la reinterpretazione del pezzo che la ripubblicazione dello stesso su formato singolo, nella nuova versione assieme ai colleghi. La compilation Music Farm include anche un'altra cover cantata da Angelo, Franco ed Angela, costituita dal classico Poster, di Claudio Baglioni.
Nel 2012, assistiamo al ritorno del gruppo con un nuovo album, chiamato Perdutamente Amore e contenente 4 nuovi brani: Amore Odio, Musica Vita Mia, Dimmi Che Mi Ami e l'omonima canzone tratta dall'album. Inoltre vi sono alcune canzoni che hanno fatto la storia del gruppo tra le quali Come Vorrei, Mamma Maria, Acapulco, Sara Perché Ti Amo, Voulez Vous Dancer e Made In Italy. Due delle nuove canzoni (Amore Odio e Perdutamente amore) sono nate dal connubio tra il compositore Genovese Andrea Vialardi e il componente del gruppo Angelo Sotgiu, autore delle parole.
Quasi tutte le loro canzoni di successo sono state scritte da due grandi autori italiani: Cristiano Minellono e Dario Farina.
Il 13 febbraio 2013 viene trovato morto a Genova il figlio di Franco Gatti, Alessio (22 anni). Per questo viene annullata la partecipazione del gruppo alla seconda serata del Festival di Sanremo, prevista per quello stesso giorno.

Formazione
Franco Gatti
Angela Brambati
Angelo Sotgiu
Marina Occhiena (fino al 1981)
Fonte: QUI
avatar
VIOLONE 1950
Admin

Messaggi : 542
Punti : 1588
Data d'iscrizione : 29.11.12
Età : 67
Località : PISTOIA

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

Italia Canora :: MUSICA LEGGERA :: 
CANTANTI/GRUPPI ANNI' 60
 :: RICCHI E POVERI

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum